Vous êtes sur la page 1sur 1

Storia della musica 1 (Rodobaldo Tibaldi Maria Caraci) Primo modulo: il Medioevo (Rodobaldo Tibaldi) Sguardo panoramico sulla

a formazione della cultura musicale europea dallalto Medioevo al tardo sec. XIV. I repertori di canto liturgico. Il canto gregoriano: le ipotesi sulla sua formazione e diffusione dal IX secolo. Nuovi generi e forme di canto liturgico: tropi, sequenze, uffici ritmici. La musica paraliturgica e devozionale. Polivocalit nel gregoriano. La monodia in lingua volgare. La polifonia sacra e profana dellArs Antiqua e dellArs nova. Analisi delle principali forme e tecniche compositive. Traccia bibliografica essenziale per un primo orientamento R. CROCKER - D. HILEY (ed.), Early medieval music to 1300, Oxford, Oxford University Press 1990/2 (The New Oxford History of Music 2). G. CATTIN, La monodia nel medioevo, nuova ed. ampliata riveduta e corretta, Torino, EDT 1991 (Storia della musica, a cura della Societ Italiana di Musicologia, 2). F. A. GALLO, La polifonia nel medioevo, nuova ed. ampliata riveduta e corretta, Torino, EDT 1991 (Storia della musica, a cura della Societ Italiana di Musicologia, 3). D. HILEY, Western Plainchant: a Handbook, Oxford, Clarendon Press 1993. G. BAROFFIO - E. JU KIM, Cantemus Domino Gloriose. Introduzione al canto gregoriano, Saronno, Urban 2003. Materiale documentario e bibliografia specifica saranno segnalati nel corso delle lezioni. Il programma desame dettagliato, comprendente lelenco delle composizioni analizzate, sar disponibile alla fine del corso. Secondo modulo: Il Rinascimento (Maria Caraci Vela) Le principali forme e tecniche compositive della polifonia vocale e strumentale, profana, devozionale e liturgica nei secoli XV-XVI, e la loro contestualizzazione storica e culturale. Il Quattrocento in Italia, Inghilterra, Francia. Ciconia, Dunstable, Dufay, Ockeghem, Busnois, Josquin, e la musica del loro tempo. Formes fixes francesi e italiane; tipologie della messa polifonica e del mottetto. Le tecniche di composizione su tenor, di parodia, di parafrasi. Il repertorio frottolistico; le intavolature. Il Cinquecento e lo sviluppo delle forme durchkomponiert. Il madrigale cinquecentesco e la sua estetica, genesi, diffusione, evoluzione, da Archadelt a Rore, Wert, Luzzaschi, Marenzio, Gesualdo, A. Gabrieli. La policoralit; la polifonia a Roma e a Venezia; tendenze e scuole in Italia e nei principali paesi europei; Palestrina, Lasso, Victoria, G. Gabrieli. Gli sviluppi della musica strumentale; laffermazione della monodia accompagnata e la sua incidenza nei repertori drammatici e devozionali, e nella musica da camera. Monteverdi. Bibliografia di consultazione: - A.W. ATLAS, Renaissance Music: Music in Western Europe, 1400-1600, New York-London, Norton, 1998; - A.W. ATLAS, Anthology of Renaissance Music: Music in Western Europe, 1400-1600, New YorkLondon, Norton, 1998; - L. PERKINS, Music in the Age of the Renaissance, New York, Norton, 1999. Ulteriori indicazioni bibliografiche saranno fornite durante le lezioni.