Vous êtes sur la page 1sur 5

Istituto Comprensivo

SCUOLA-CITTÀ PESTALOZZI
Scuola sperimentale statale
D.M. 10.03.06 - ex art. 11 D.P.R. n. 275/1999 - Scuola Laboratorio - Centro Risorse per la formazione docenti

Classe Seconda primaria

Misurare l’orto

Osservare e curare la crescita delle piante seminate da noi costituisce una attività
motivante su piani diversi: emotivo, scientifico, operativo.
La presenza dell’orto a scuola permette di lavorare in questo senso a partire fino
dalla osservazione della zona orto come luogo di attività geometriche e di
misurazione.
Attività:
Disegno libero dell’orto, osservazione e descrizione verbale collettiva dell’orto.

- Fiamma: CI SONO BASTONCINI E SASSI PER DELIMITARE GLI ORTI.


C’È ODORE DI MUSCHIO, DI TERRA, ACQUA ED ERBA PERCHÉ È
PIOVUTO. IL MUSCHIO È ATTACCATO AL TRONCO DELL’ALBERO
- Pietro A.: CI SONO DEI PEZZI DI TERRA PIÙ CHIARI
HO TROVATO UN SEME!
C’È UN ALBERO E UN LAMPIONE
- Alessio P.: CI SONO SASSI GRANDI E PICCOLI CHE DELIMITANO 5 RECINTI
- Filippo S.: C’È UNA MONTAGNA DI FOGLIE
- Neri: VICINO ALLE FOGLIE C’È UN MUCCHIO DI SASSI
GLI ORTI SONO DIVISI
IN UN ORTO C’È DELL’INSALATA
- Pietro B. : DENTRO GLI ORTI CI SONO LEGNETTI E SASSI
- Gherardo: NEL RECINTO DELLA PRIMA CI SONO TANTE FOGLIE
- Giulia: NELL’ORTO DELLA PRIMA OLTRE LE FOGLIE C’È ANCHE LA PAGLIA
- Tommaso: NEL RECINTO DELLA QUINTA C’È L’ACQUA NELLE BUCHE, NEGLI
ALTRI NO
- Lea: C’È UN MUCCHIO DI SCATOLE DI PLASTICA CHE POTREBBERO SERVIRE
PER METTERCI LE PIANTE O PER PORTARE I SASSI
- Clara: IL NOSTRO ORTO È DIVERSO DAGLI ALTRI PERCHÉ NON CI SONO
FOGLIE E BASTONCINI. È TUTTO PIATTO E C’È UNA SPECIE DI FOSSO.
- LA TERRA DEL NOSTRO ORTO È PIÙ “CRESPA”, “RUVIDA”, “GONFIA”
- Rebecca: IN ALCUNI ORTI C’È LA TERRA PIÙ BAGNATA E SI VEDE DAL COLORE
- Frida: CERTI ORTI HANNO ASSORBITO DI PIÙ LA PIOGGIA.
- Rebecca: IL NOSTRO ORTO È ALL’OMBRA (È MEZZOGIORNO)
- Emma G.: L’ORTO HA UNA FORMA RETTANGOLARE

1
Problema:
L’orto ha una forma rettangolare: come possiamo fare per misurarlo?

Proposte
Con dei fogli della stessa lunghezza
Con delle asticelle della stessa lunghezza
Con i regoli da 10
Con le palle da basket
Con le scarpe dello stesso numero
Con i righelli della stessa lunghezza

Misurazione dell’orto a gruppi usando campioni diversi.


Esempio:
Noi abbiamo preso i pennarelli della marca Giotto e li abbiamo messi uno davanti all’altro nei lati
formati dai mattoncini che circondano l’orto.

Costruzione di una tabella per organizzare i dati raccolti nelle misurazioni

Oggetti usati per misurare Lato lungo Lato corto


Pennarelli 30 24
Scarpe numero 33 20 Tra 16 e 17
Fogli A4 Tra 16 e 17 Tra 11 e 12
Asticelle Tra 4 e 5 Tra 3 e 4

Osservazioni sulla tabella:


• L’oggetto più corto che abbiamo usato per misurare è il pennarello
• Il più lungo è l’asticella
• Il numero più grande è il 30 perché ci vogliono più pennarelli per misurare il lato lungo
dell’orto

2
Disegno della piantina dell’orto utilizzando le misure individuate misurando con i pennarelli e
facendo corrispondere ad ogni pennarello il lato di un quadretto del quaderno.

Problema:
L’insegnante chiede di disegnare la piantina utilizzando le misure individuate usando il lato lungo
dei fogli A4 come campione. Come fare?
I bambini osservano che il pennarello è la metà del lato lungo del foglio, quindi si decide di far
corrispondere ad ogni foglio il lato di due quadretti del quaderno.

3
Scheda di riflessione guidata sull’esperienza
1) Elenca gli oggetti usati per misurare (campioni), dal più lungo al più corto.

……………………………………………………………………………………………………..

2) Il lato lungo dell’orto è


……………………..scarpe di numero 33
…………………….. asticelle

Perché il numero che esprime la lunghezza è diverso?

…………………………………………………………………………………………………

…………………………………………………………………………………………………

…………………………………………………………………………………………………

3) Abbiamo disegnato la piantina dell’orto tenendo presente le misurazioni fatte con i

pennarelli. Abbiamo deciso che un trattino del quaderno sta per un pennarello.

Quanti trattini il lato lungo? ………………………..

Quanti trattini il lato corto? ………………………..

4) Abbiamo poi disegnato la piantina tenendo presente le misurazioni fatte con i fogli.

Perché abbiamo deciso che due trattini del quaderno stanno per un foglio?

…………………………………………………………………………………………………

…………………………………………………………………………………………………

5) Le due piantine disegnate sono uguali? ………………..

Secondo te, perché?

…………………………………………………………………………………………………

…………………………………………………………………………………………………
4