Vous êtes sur la page 1sur 11

SISTEMA DI MONITORAGGIO DI APPARECCHI ILLUMINANTI PER GALLERIE

VERSIONE PRELIMINARE

Document information
Versions & Revisions
Version Date Author Comments

0.1 0.2

29/02/2012 03/12/2012

Preliminary Updated

References
Ref Version Date Author Title

This information applies to a product under development. Its characteristics and specifications are subject to change without notice.

Indice
1 System Overview....................................................................................2 1.1 Introduzione.........................................................................................................2 1.2 Funzionalit..........................................................................................................3 2 Descrizione dei componenti.....................................................................5 2.1 Modulo EMB-LAMP................................................................................................5 2.2 Modulo EMB-ALIM.................................................................................................6 2.3 Modulo EMB-BUTTON............................................................................................7 2.4 Modulo EMB-GATEWAY.........................................................................................7 3 Installazione...........................................................................................8 4 Configurazione software.........................................................................8 5 Note sulla versione preliminare...............................................................9 5.1 Composizione del kit prototipale..........................................................................9 5.2 Avvertenze...........................................................................................................9

System Overview

1 System Overview
1.1 Introduzione Il sistema di monitoraggio dei dispositivi illuminanti per gallerie ha lo scopo di misurare la luminosit e la temperatura di ciascuno dei corpi illuminanti e trasferire con tecnologia wireless queste informazioni ad un dispositivo concentratore (gateway) connesso ad una rete cablata. Quest'ultimo quindi dotato sia di una interfaccia radio che di una connessione Ethernet in grado di supportare il protocollo di comunicazione modbus TCP.

LAMP

LAMP

LAMP

Modbus TCP GATEWAY

Figura 1.

Ciascuna lampada dotata di un modulo EMB-LAMP opportunamente progettato per misurare luminosit e temperatura interna e comunicare con il Gateway via link radio su banda ISM a 868 MHz (come illustrato in Figura 2). Tale sistema di monitoraggio corredato da una scheda di alimentazione EMB-ALIM in grado di fornire i +5Vdc necessari ad alimentari il modulo EMB-LAMP partendo da un'alimentazione presente in lampada pari a 220Vac @50Hz.

LAMPADA

SENSORI LUMINOSITA` TEMPERATURA

MODULO RADIO

ANTENNA

Figura 2.

System Overview

A completamento del sistema sopra descritto, vi un ulteriore dispositivo elettronico wireless EMB-BUTTON destinato al monitoraggio del pulsante a fungo destinato all'accensione dei vari corpi illuminanti. Quest'ultimo dispositivo nasce con l'obbiettivo di trasmettere su banda ISM a 868 MHz sia lo stato del pulsante di accensione (tasto premuto), sia la misura della corrente assorbita dai led di localizzazione della scatola pulsante. Il sensing di tale corrente ha lo scopo di segnalare eventuali malfunzionamenti sugli indicatori luminosi tramite l'impostazione via SW di adeguate soglie di allarme.

INGRESSO PULSANTE

MODULO RADIO

SENSORE CORRENTE

ANTENNA

Figura 3.

1.2 Funzionalit La copertura di lunghe tratte resa possibile implementando un meccanismo di relaying multi-hop, ovvero ciascuna lampada in grado di operare come ripetitore per le lampade adiacenti. Ci assicura la comunicazione anche con dispositivi distanti, il cui segnale non sarebbe altrimenti in grado di raggiungere direttamente il gateway.

LAMP

LAMP

LAMP

GATEWAY

Figura 4.

System Overview

Ogni lampada associata ad una rete radio, facente capo ad un solo concentratore ed ogni singola rete pu operare su canali radio diversificati, in modo tale da limitare interferenze e collisioni. Il concentratore si occupa di collezionare dati solamente dai dispositivi ad esso associati, ignorando i pacchetti relativi/provenienti ad altre reti.

RETE 01
LAMP LAMP

RETE 02
LAMP LAMP

LAMP GATEWAY LAMP

GATEWAY

MODBUS TCP
Figura 5.

Al fine di agevolare la procedura di installazione, previsto un sistema di associazione e disassociazione over the air. Infatti, attraverso comandi inviati via radio (tramite una usb-dongle e un software fornito da Embit) possibile assegnare a ciascuna lampada un indirizzo univoco e l'identificativo della rete di appartenenza; tutto questo senza intervenire fisicamente sul dispositivo. Per effettuare tale procedura, una volta terminata l'installazione fisica, l'operatore dovr procedere nel seguente modo:

Accende la lampada la quale, non essendo ancora stata assegnata, invier un segnale di presenza; Porsi nelle vicinanze del dispositivo, stabilire l'indirizzo di rete e l'identificativo della lampada e trasmette il comando di assegnamento mediante l'usb-dongle collegato ad un terminale palmare (es. tablet, pc portatile standard).

I dati inviati verranno quindi memorizzati nella memoria non volatile del dispositivo in modo che vengano utilizzati anche alle successive riaccensioni.

System Overview

2 Descrizione dei componenti


2.1 Modulo EMB-LAMP Il modulo EMB-LAMP rappresenta il cuore del sistema di monitoraggio dei corpi luminosi per ambito ferroviario, al suo interno alloggia infatti l'intelligenza, la sensoristica e la parte di comunicazione radio. Di seguito vengono riportate le caratteristiche salienti del dispositivo:

Modulo a radiofrequenza EMB-WMB868 operante nella manda ISM a 868 MHz completo di antenna a filo; Sensore di luminosit con sensibilit programmabile; Sensore di Temperatura con risoluzione pari a 1C; Possibilit di inserire sensore umidit; Tensione alimentazione da 4,7 Vdc a 12Vdc; Temperatura di funzionamento da -40C a +85C;

La particolare forma del modulo (Figura 6) consente di posizionare il sensore di luce in prossimit dell'elemento illuminante, lasciando il resto dell'elettronica e dei cablaggi al disotto dello schermo riflettente.

Figura 6.

Descrizione dei componenti

2.2 Modulo EMB-ALIM Il modulo EMB-ALIM un alimentatore AC/DC di tipo switching in grado di generare i +5Vdc di alimentazione necessari al modulo EMB-LAMP, partendo dalla tensione di rete a 220Vac a 50Hz. L'alimentatore completo di filtro di rete (EMI filter) e protezioni contro sovratensioni e sovracorrenti. Le principali peculiarit del sistema sono di seguito riportate:

Tensione d'ingresso da 90Vac a 277Vac; Tensione d'uscita = +5Vdc Corrente massima d'uscita = 0,4A Potenza nominale d'uscita = 2W; Filtro di rete per le emissioni elettromagnetiche (EMI Filter); Ingresso protetto contro sovratensioni e sovracorrenti; Uscita protetta contro i cortocircuiti; Diodo led per indicazione presenza 5V; Connettori di ingresso ed uscita in classe II; Temperatura di funzionamento da -25C a +85C; Fori per ancoraggio meccanico;

Figura 7 illustra un prototipo di corpo luminoso completo di tutti i suoi dispositivi elettronici, quali: EMB-LAMP, EMB-ALIM ed alimentatore per lampade a risparmio energetico OSRAM.

Figura 7.

Descrizione dei componenti

2.3 Modulo EMB-BUTTON EMB-BUTTON il modulo dedicato al monitoraggio del pulsante di accensione luci. Quest'ultimo dispositivo ha quindi il compito di controllare lo stato del pulsante (premuto o rilasciato), verificare il corretto funzionamento dei led di localizzazione posti ai lati del blocco pulsante e di inviare tali informazioni via radio su banda ISM 868MHz. Seguono le principali caratteristiche del dispositivo:

Modulo a radiofrequenza EMB-WMB868 operante nella banda ISM a 868 MHz completo di antenna a filo; Sensore di corre per monitoraggio corrente assorbita dai led atti alla localizzazione del pulsante; Ingresso digitale per monitoraggio pressione pulsante; Tensione di alimentazione = +24Vdc Temperatura di funzionamento da -40C a +85C;

2.4 Modulo EMB-GATEWAY La piattaforma EMB-GATEWAY ha il compito di raccogliere/coordinare i dati provenienti dai vari dispositivi wireless (EMB-LAMP ed EMB-BUTTON) e renderli disponibili su rete cablata Ethernet con protocollo modbus TCP. In Figura 8 viene mostrato il cuore del sistema che si basa su processore ARM completo sia di interfaccia Ethernet che radio su banda ISM a 868 MHz.

Figura 8.

Descrizione dei componenti

3 Installazione
Collegare a ciascuna lampada il cavo di alimentazione (non fornito in dotazione), seguendo le istruzioni presenti sulla guida cartacea presente in ciascuna scatola. Il dispositivo di monitoraggio entra in funzione automaticamente appena viene data alimentazione. Connettere l'antenna in dotazione al connettore presente sulla parte alta del gateway. Collegare il gateway all'alimentazione AC 230 V ed alla rete Ethernet.

4 Configurazione software
Il kit fornito gi preconfigurato, con le lampade gi assegnate allo stesso gateway. Posizionata sotto a ciascuna lampada presente una etichetta che riporta il proprio identificativo all'interno della rete. Il Gateway, una volta alimentato, dopo pochi secondi abilita la propria interfaccia di rete, assegnandosi l'indirizzo IP 192.168.131.99 . E` possibile modificare tale indirizzo utilizzando l'interfaccia web del gateway. Per acquisire i dati necessario collegarsi, con un programma cliente modbus TCP (come ad esempio modscan32) alla porta TCP 1502 del gateway; il device id '1'. I dati relativi alle lampade sono disponibili nella sezione HOLDING REGISTER dello spazio di indirizzamento del modbus TCP (a partire quindi dal registro 40001). Sono presenti le seguenti informazioni:

OVER_THRESHOLD: si tratta di un bit, associato a ciascuna lampada, che viene posto a '1' se la luminosit rilevata superiore ad una soglia preimpostata (in questa versione la soglia stata impostata a 4000 lux). LUMINOSITA`: valore di luminosit rilevata, espressa in lux. TEMPERATURA: temperatura interna alla lampada, espressa in gradi Celsius. RSSI: livello di potenza associata al segnale radio ricevuto, espresso in dBm. Il range varia da circa -9 dBm (segnale massimo) a -120 dBm (segnale minimo).

Addr 1 1 1 1 1

Function Register 03 03 03 03 03 40001 40002 40020 - 40036 40040 - 40056 40060 - 40076

Data OVER_THRESHOLD lamp0 (lsb), ,lamp15 (msb) OVER_THRESHOLD lamp16 LUMINOSITA` lamp0, , lamp16 TEMPERATURA lamp0, , lamp16 RSSI lamp0, , lamp16

Il gateway, nel caso non riceva alcun dato da una lampada per un tempo superiore ad una soglia preimpostata, azzera tutti i valori relativi al dispositivo. Conseguentemente, se i valori di luminosit temperatura e RSSI risultano tutti zero, significa che non sono stati ricevuti dati dal sensore wireless. Ci imputabile alla mancanza di alimentazione al corpo illuminante.

Configurazione software

5 Note sulla versione preliminare


5.1 Composizione del kit prototipale Il kit composto da:

n17 corpi illuminanti modello 3F 66, equipaggiate internamente con alimentatore AC/DC EMB-ALIM e modulo di monitoraggio EMB-LAMP. n1 Gateway Embit (EMB-GATEWAY). n1 Antenna EMB-AN868-3S 868 MHz.

(1) La versione del firmware fornita non prevede la funzionalit di multihop, la sua eventuale abilitazione avverr in seguito alla prove in campo. (2) Non stato fornito l'usb-dongle e il software per l'associazione/disassociazione dei dispositivi, tuttavia tale funzionalit presente nei dispositivi inviati.

5.2 Avvertenze Come per tutti i dispositivi a radiofrequenza, le performance in termini di distanza coperta dal segnale radio dipendono fortemente dall'ambiente di esercizio. In particolare alcuni fattori che impattano sulle performance sono:

Presenza di materiale metallico nelle vicinanze del modulo a radio; Altezza del dispositivo dal suolo; Visibilit ottica tra i dispositivi.