Vous êtes sur la page 1sur 3
6-POSSIBILI SVILUPPI 0 PERCORSI ALTERNATIVI La scelta dei giochi nel percorso proposto, @ stata realizzata tenendo conto soprattutto delle interazioni ludiche che determinavano le regole. Un percorso alternativo, pud essere realizzato considerando i disegni geometrici delle scacchiere. | tavolieri presentati raffigurano prevalentemente, quadrati, ma come mostrano i giochi inventati dai bambini, possono essere realizzati tavolieri anche con altre figure: triangoli (vedi Scip/), carchi (Meand), esagoni (Hex)... MeaNpRI' Curiosita: il gioco é stato inventato da G. W. Lewthwaite Supporti: tavola suddivisa in 25 quadratri di 3X3 om Numero pedine: 25 quadrati di 3X3 cm con disegnato ai due angoli opposti due porzioni di I gosator hanno le pedine in comune, ¢ iniziaimente le pedine sono gia posizionate in modo da formare cerchi e sui margini semicerchi (vedi figura) Scopo del gioco: formare linee continue che collegano lati opposti o adiacenti del tavoliere Situazione di Situazione di partenza arrivo Come si gioca: clascun giocatore a turno muove una pedina o fa scivolare una fila di Pedine, modificando il tracciato e formando un percorso. "Gruppo di ricereae studio sul gioco-CEMEA Giochi da tavolo CEMEA Associazione regionale Toscan Firenze 41 Hex’ Provenienza: Danimatca Curiosita: il gioco fu inventato ne! 1942 dal fisico danese Piet Hein, allora studente, giocava sulle mattonelle del bagno, con i compagni universitari. ‘Supporti: una scacchiera con 121 caselle esagonali, 11 per lato ‘Numero pedine per giocatore: 61 Scopo de! gioco: collegare due sponde opposte della scacchiera con una catena ininterrotta di pedine prima dell'avversario. Situazione iniziale: i due giocatori dispongono altemativamente le pedine su uno qualunque degli esagoni a disposizione (non é obbligatorio rispettare la contiguita nella fase di posizionamento). Lato di arrivo del giocatore B a Lato di arrivo Posizione del del giocatore A giocatore A Posizione del giocatore B Come si gioca: i giocatori a turno posizionano le pedine all'interno di caselle cercando di disegnare un percorso che tocchi senza interruzioni le sponde opposte del tavoliere. *™M. L. Gennaro II grande libro dei giochi da tavolo Ed, De Vecchi Milano 2002 42 | giochi descritti hanno come scopo quello di allineare le pedine: vi sono giochi di tavoliere® che chiedono di seguire un percorso, come ad esempio il Backgamon. Inoltre ci sono giochi che hanno come scopo quello di conquistare i maggior numero di pedine possibile e che quindi richiedono abilita quali contare, addizionare, sottrarre... Come l'Awele (chiamato anche Wari) AweLe* Provenienza: Africa Supporti: una tavoliere con 12 buchette divise in 2 file (& possibile costruirla con le vaschette per la vendita delle uova) Numero pedine per giocatore: 24 (4X6) Situazione iniziale: ciascun giocatore distribuisce nelle 6 cavita del tavoliere dalla sua parte, 4 pezzi ‘Scopo de! gioco: catturare il maggior numero possibile di pedine dell’'awersario Come si gioca: a turno, si spostano le pedine da una delle proprie vaschette in senso antiorario, distribuendole a partire dalla buchetta successiva, si pud depositare solo un seme per buchetta, | pezzi delf'avversario si catturano cercando di far cadere ’ultimo seme in una casella in cui si trovano 1 0 2 pedine. Con ultimo seme che vi verra depositato, nella buchetta si troveranno 2 0 3 pedine che verranno prese da che ha fato ultima mossa. {,U. Cattabrini Matematica. Schede per ia scuola di base Ed, Le Monier Firenze 2001 “Gruppo di ricerca e studio Giochi di taolo CEMBA Associazione regionale Toscana Firenze 43