Vous êtes sur la page 1sur 2

Gelato alla ricotta

Categoria:Dolci - Gelati, sorbetti e semifreddi

Informazioni Generali
Preparazione: 20 min Costo: Basso Dosi per: 4 persone Difficolt: Bassa

Nota Aggiuntiva: + qualche ora per scolare la ricotta e 4 ore di rassodamento del gelato in frigorifero

I gusti del gelato non finiscono mai di stupire! Spesso ne vengono sperimentati di nuovi, mentre altri hanno origini antichissime. E' il caso del gelato alla ricotta, come ci ha spiegato la nostra blogger Monica del blog Una biologa ai fornelli , che oggi venuta a mostrarci come si prepara. Sembra che questo dessert abbia origini legate alle attivit della pastorizia nell'Agro Romano e agli ingredienti che i pastori potevano reperire facilmente. Alla base della ricetta c' la scelta della ricotta, quella romana che leggermente pi granulosa e magra rispetto alle altre. La ricottta viene unita ad una crema di tuorli e zucchero a velo profumata al rum, al marsala o all'aroma che si desidera! Il gelato si pu servire in molti modi, ad esempio ideale per farcire i maritozzi , i tradizionali dolci laziali! Scopriamo insieme a Monica e Sonia come preparare e guarnire in modo goloso questo gelato alla ricotta!

Ingredienti
Ricotta di pecora fresca 500 gr Uova 4 tuorli di uova medie freschissime Rum o marsala 30 ml Zucchero a velo 200 gr Cioccolato gocce o scaglie q.b per guarnire (facoltativo)

Preparazione

Per preparare il gelato alla ricotta, iniziate proprio da quest'ultima. Mettete la ricotta in frigorifero a scolare in un colino a maglie strette con sotto una ciotolina e coprite con pellicola trasparente. Potete farlo la sera precedente o qualche ora prima della preparazione per far perdere alla ricotta il siero in eccesso. Quindi, setacciate la ricotta con un colino e l'aiuto di una spatola (1) o con il dorso di un cucchiaio e raccoglietela in una ciotolina (2). Ripetete l'operazione per almeno tre volte settacciando la ricotta con la spatola e il colino per renderla pi cremosa (3). Una volta setacciata, tenetela da parte.

Quindi proseguite con la preparazione. Per il gelato alla ricotta si usano le uova a crudo. Se volete, potete pastorizzarle consultando il procedimento della Scuola di cucina, cliccando qui: come pastorizzare le uova . Iniziate a montare i tuorli con lo zucchero a velo: mettete i tuorli in una planetaria (o in una ciotola capiente se usate uno sbattitore elettrico o una frusta a mano) e versate lo zucchero a velo setacciato (4). Quindi montate gli ingredienti fino ad ottenere una crema chiara e spumosa (5). Poi aggiungete il rum o il marsala, continuando a montare molto delicatamente il composto (6).

Ora riprendete la ricotta setacciata e aggiungetela alla crema (7); montate ancora qualche minuto per avere un risultato cremoso (8). Ora che l'impasto pronto trasferitelo in una ciotola e copritela con pellicola trasparente (9). Ponete la ciotola in frigorifero per per almeno 4 ore, perch il gelato si rassodi. Per un composto pi granuloso e corposo potete montare i tuorli e lo zucchero con le fruste e aggiungere la ricotta e l'aroma scelto a mano, mescolando con una spatola.

Passato il tempo necessario, togliete la ciotola dal frigo e versate il gelato nelle coppette (10) con un cucchiaino o con una sac- poche dotata di bocchetta liscia. Potete guarnire il vostro gelato alla ricotta con gocce o scaglie di cioccolato (11-12), oppure potete guarnirlo a seconda dei gusti dei vostri ospiti: con granella di nocciole, biscotti interi o sminuzzati, foglie di menta o accompagnarlo con della frutta fresca! In alternativa, per una consistenza di "semifreddo" potete creare un impasto pi granuloso e cremoso come indicato nella seconda sequenza: rivestite con carta da forno bagnata degli stampini, riempiteli con la crema ottenuta e riponeteli in frigo coperti con pellicola trasparente perch si rassodino. Una volta passato il tempo necessario, sformateli capovolgendoli su piattini da dessert!

Conservazione
E' preferibile consumare il gelato alla ricotta appena fatto. Il gelato si mantiene in frigorifero coperto da pellicola trasparente o in freezer per massimo 1 giorno, per la presenza delle uova crude. Se avete pastorizzato le uova potete conservarlo coperto in frigorifero (o in freezer) per 2-3 giorni al massimo.

I consigli di Sonia
Quando l'estate incombe, se la consistenza che vi regala il frigorifero non vi soddisfa, mettete il gelato il freezer! Per quanto riguarda l'aroma, invece, se non dovesse piacervi il rum, sostituitelo con il marsala, oppure con scorze di arancia e limone.