Vous êtes sur la page 1sur 34

N O R M A

Norma Italiana

I T A L I A N A

CEI

CEI EN 60034-18-1
Data Pubblicazione Edizione

1996-09
Classificazione

Prima
Fascicolo

2-25
Titolo

2843

Macchine elettriche rotanti

Parte 18: Valutazione funzionale dei sistemi di isolamento


Sezione 1: Principi direttivi generali
Title

Rotating electrical machines

Part 18: Functional evaluation of insulation systems


Section 1: General guidelines

APPARECCHIATURE ELETTRICHE PER SISTEMI DI ENERGIA E PER TRAZIONE

COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO

CNR CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE AEI ASSOCIAZIONE ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

NORMA TECNICA

SOMMARIO
Descrive le procedure per la valutazione funzionale dei sistemi ad isolamento elettrico usati o proposti per essere utilizzati nelle macchine elettriche rotanti secondo quanto indicato nella normativa CEI EN 60034-1 e la classica di quei sistemi di isolamento. Questa Sezione 1 fornisce le direttive generali per tali procedure e criteri di classicazione. Le parti successive, di separata pubblicazione, indicano dettagliatamente le procedure per i vari tipi di avvolgimento.

DESCRITTORI DESCRIPTORS
Macchina elettrica rotante Rotating electrical machine; Isolamento elettrico Electrical insulation; Caratteristiche di funzionamento Operate characteristic; Principi Principle;

COLLEGAMENTI/RELAZIONI TRA DOCUMENTI


Nazionali Europei Internazionali Legislativi

CEI EN 60034-1:1996-05 (Parte 1) (IDT) EN 60034-18-1:1994-05; (IDT) IEC 34-18-1:1992-02; IEC 34-18-1 Corrigendum:1992-08;

INFORMAZIONI EDITORIALI
Norma Italiana Stato Edizione Varianti Ed. Prec. Fasc. Comitato Tecnico Approvata dal

CEI EN 60034-18-1 In vigore Nessuna Nessuna 2-Macchine rotanti Presidente del CEI CENELEC

Pubblicazione Data validit

Norma Tecnica 1995-3-15

Carattere Doc. Ambito validit

Europeo

in Data in Data

1996-9-4 1993-12-8
Chiusa in data Prezzo Norma IEC

Sottoposta a Gruppo Abb. ICS CDU

inchiesta pubblica come Documento originale 3


Sezioni Abb.

1993-10-31 82 SFr

621.313:621.315.6:620.1:621.317.08

LEGENDA

(IDT) La Norma in oggetto identica alle Norme indicate dopo il riferimento (IDT)

CEI - Milano 1996. Riproduzione vietata.


Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente Documento pu essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi senza il consenso scritto del CEI. Le Norme CEI sono revisionate, quando necessario, con la pubblicazione sia di nuove edizioni sia di varianti. importante pertanto che gli utenti delle stesse si accertino di essere in possesso dellultima edizione o variante.

Europische Norm Norme Europenne European Standard Norma Europea

EN 60034-18-1
Maggio 1994

Macchine elettriche rotanti

Parte 18: Valutazione funzionale dei sistemi di isolamento


Sezione 1: Principi direttivi generali

Rotating electrical machines

Part 18: Functional evaluation of insulation systems


Section 1: General guidelines

Machines lectriques tournantes

Partie 18: Evaluation fonctionnelle des systme d'isolation


Section 1: Principes directeurs gnraux

Drehende elektrische Maschinen

Teil 18: Funktionelle Bewertung von Isoliersystemen fr drehende elektrische Maschinen


Teil 1: Allgemeine Richtlinien

CENELEC members are bound to comply with the CEN/CENELEC Internal Regulations which stipulate the conditions for giving this European Standard the status of a National Standard without any alteration. Up-to-date lists and bibliographical references concerning such National Standards may be obtained on application to the Central Secretariat or to any CENELEC member. This European Standard exists in three official versions (English, French, German). A version in any other language and notified to the CENELEC Central Secretariat has the same status as the official versions. CENELEC members are the national electrotechnical committees of: Austria, Belgium, Denmark, Finland, France, Germany, Greece, Iceland, Ireland, Italy, Luxembourg, Netherlands, Norway, Portugal, Spain, Sweden, Switzerland and United Kingdom.
CENELEC 1994 Copyright reserved to all CENELEC members.

I Comitati Nazionali membri del CENELEC sono tenuti, in accordo col regolamento interno del CEN/CENELEC, ad adottare questa Norma Europea, senza alcuna modifica, come Norma Nazionale. Gli elenchi aggiornati e i relativi riferimenti di tali Norme Nazionali possono essere ottenuti rivolgendosi al Segretario Centrale del CENELEC o agli uffici di qualsiasi Comitato Nazionale membro. La presente Norma Europea esiste in tre versioni ufficiali (inglese, francese, tedesco). Una traduzione effettuata da un altro Paese membro, sotto la sua responsabilit, nella sua lingua nazionale e notificata al CENELEC, ha la medesima validit. I membri del CENELEC sono i Comitati Elettrotecnici Nazionali dei seguenti Paesi: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svezia e Svizzera.
I diritti di riproduzione di questa Norma Europea sono riservati esclusivamente ai membri nazionali del CENELEC.

C E N E L E C
Comitato Europeo di Normalizzazione Elettrotecnica Secrtariat Central: Comit Europen de Normalisation Electrotechnique European Committee for Electrotechnical Standardization rue de Stassart 35, B - 1050 Bruxelles Europisches Komitee fr Elektrotechnische Normung

CONTENTS
Rif. Topic

INDICE
Argomento Pag.

INTRODUCTION
1 2 3 3.1 3.2 3.3 3.4

INTRODUZIONE OGGETTO RIFERIMENTI NORMATIVI

1 2 2

SCOPE NORMATIVE REFERENCES DEFINITIONS General terms ................................................................................. Terms relating to the objects being tested ....................... Terms relating to factors of influence ................................. Terms relating to testing and evaluation ...........................
................................................................................................................

3 DEFINIZIONI Termini generali .............................................................................. 3 Termini relativi agli oggetti da sottoporre alla prova ... 4 Termini relativi ai fattori di influenza ................................... 4 Termini relativi allesecuzione e valutazione delle prove ..................................................................................................... 5

4 4.1 4.2 4.3 5 5.1 5.2 5.3 5.4 5.5 5.6 6 6.1 6.2 6.3 6.4 7 8 9
Tab. 1 Tab. 2

GENERAL ASPECTS OF FUNCTIONAL EVALUATION Effects of ageing factors ............................................................. Reference insulation system .................................................... Functional tests .............................................................................. THERMAL FUNCTIONAL TESTS General aspects of thermal functional tests ..................... Test objects and test specimens ............................................ Thermal functional test procedures ..................................... Thermal ageing sub-cycle ......................................................... Diagnostic sub-cycle .................................................................... Analyzing, reporting, and classification ............................. ELECTRICAL FUNCTIONAL TESTS General aspects of electrical functional tests .................. Test objects ...................................................................................... Electrical functional test procedures ................................... Analyzing and reporting ............................................................ MECHANICAL FUNCTIONAL TESTS ENVIRONMENTAL FUNCTIONAL TESTS MULTIFACTOR FUNCTIONAL TESTS Thermal class .................................................................................. Suggested temperatures and ageing sub-cycle(*) .........
................................................................................................................
Fig. 1

ASPETTI GENERALI DELLA VALUTAZIONE FUNZIONALE 5 Effetti dei fattori dinvecchiamento ........................................ 6 Sistema di isolamento di riferimento .................................... 6 Prove funzionali .............................................................................. 6 PROVE TERMICHE FUNZIONALI 7 Aspetti generali delle prove termiche funzionali ............ 7 Oggetti di prova (provini) e campioni di prova ............. 8 Procedure di prova termica funzionale ............................... 9 Sotto ciclo dinvecchiamento termico ................................. 12 Sotto ciclo diagnostico ............................................................... 13 Analisi, registrazione e classificazione ............................... 15 PROVE FUNZIONALI ELETTRICHE 17 Aspetti generali delle prove funzionali elettriche ......... 17 Oggetti di prova ............................................................................ 18 Procedure della prova funzionale elettrica ...................... 18 Analisi e redazione dei rapporti ............................................ 19 PROVE FUNZIONALI MECCANICHE PROVE FUNZIONALI AMBIENTALI
20 20

Arrhenius graph for comparing a candidate system C with a reference system R ........................................................ BIBLIOGRAPICH REFERENCES

20 PROVE FUNZIONALI PLURIFATTORIALI Classe termica ................................................................................. 21 Temperature consigliate e sotto cicli dinvecchiamento(*) ..................................................................... 22 Grafico di Arrhenius per confrontare un sistema prescelto C con un sistema di riferimento R ................... 23

ANNEX/ALLEGATO

A
ANNEX/ALLEGATO

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

24

ZA

Other International Publications quoted in this standard with the references of the relevant European Publications

Altre Pubblicazioni Internazionali menzionate nella presente Norma con riferimento alle corrispondenti Pubblicazioni Europee 25

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina iv

FOREWORD
The CENELEC questionnaire procedure, performed for nding out whether or not the international standard IEC 34-18-1 (1992) and its Corrigendum (August 1992) could be accepted without textual changes, has shown that no common modications were necessary for the acceptance as European Standard. The reference document was submitted to the CENELEC members for the formal vote and was approved by CENELEC as EN 60034-18-1 on 8th December 1993. The following dates were xed: latest date of publication of an identical national Standard (dop) 1995/03/15 latest date of withdrawal of conicting national Standards (dow) 1995/03/15 For products which have complied with the relevant national Standard before 1995/03/15 as shown by the manufacturer or by a certication body, this previous standard may continue to apply for production until 2000/03/15. Annexes designated normative are part of the body of the Standard. Annexes designated informative are given only for information. In this Standard, Annex A is informative and Annex ZA is normative.

PREFAZIONE
La procedura del Questionario CENELEC, utilizzata per sapere se la Pubblicazione IEC 34-18-1 (1992) con il suo Corrigendum (agosto 1992), poteva essere adottata senza modiche del testo, ha mostrato che non erano necessarie modiche comuni per laccettazione come Norma Europea. Il documento di riferimento stato in seguito sottoposto al voto formale dei membri del CENELEC e approvato dal CENELEC come Norma Europea EN 60034-18-1 l8 dicembre 1993. Sono state ssate le seguenti date: data limite di pubblicazione di una Norma nazionale identica (dop) 15/03/1995 data limite di ritiro delle Norme nazionali contrastanti (dow) 15/03/1995 Per i prodotti che, come mostrato dal costruttore o da un Organismo di certicazione, erano conformi alle relative Norme nazionali prima del 1995/03/15, si pu continuare ad applicare questa precedente Norma per la produzione no al 2000/03/15. Gli Allegati designati normativo fanno parte della presente Norma. Gli Allegati designati informativo sono forniti solo a titolo di informazione. Nella presente Norma, lAllegato A informativa, lAllegato ZA normativo.

ENDORSEMENT NOTICE
The text of the International Standard IEC 34-18-1 (1992) and its corrigendum (August 1992) was approved by CENELEC as a European Standard without any modication.

AVVISO DI ADOZIONE
Il testo della Pubblicazione IEC 34-18-1 (1992) con il suo Corrigendum (agosto 1992), stato approvato dal CENELEC come Norma Europea senza alcuna modica.

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina v

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina vi

INTRODUCTION
IEC 34-18 comprises several sections: Section 1: General guidelines. Sections 21, 22, ... 29 will deal with test procedures for wire-wound windings. Sections 31, 32, ... 39 will deal with test procedures for form-wound windings. Sections 2 and 3 are further divided into sub-sections, dealing with different types of functional evaluation. IEC 505 recognizes and denes all of the factors which might inuence the time to end of life of electrical equipment insulation. Those factors of inuence causing ageing of the insulation are considered to be thermal, electrical, environmental (ambient), and mechanical. IEC 85 deals with thermal evaluation of insulating materials and insulation systems used in electrical equipment. In particular, the thermal classes of insulation systems used in rotating machines such as A, E, B, F and H, as well as the temperatures usually associated with these thermal classes, are established in IEC 85. In the past, materials for insulation systems were often selected solely on the basis of thermal endurance of individual materials. However, the second edition of IEC 85 recognizes that such selection can be used only for screening materials prior to further functional evaluation of a new insulation system which is not service-proven. This evaluation is linked with earlier service experience through the use of a service-proven reference insulation system as the basis for comparative evaluation. Service experience is the preferred basis for assessing the thermal endurance of an insulation system.

INTRODUZIONE
La Pubblicazione IEC 34-18 include parecchie sezioni: Sezione 1: Direttive generali. Sezioni 21, 22, ... 29 si riferiscono a procedure di prova per avvolgimenti a lo. Sezioni 31, 32, ... 39 si riferiscono a procedure di prova per avvolgimenti preformati. Le Sezioni 2 e 3 sono ulteriormente divise in sotto sezioni che trattano diversi tipi di valutazione funzionale. La Pubblicazione IEC 505 identica e stabilisce tutti i fattori che possano eventualmente inuenzare il periodo di durata dellisolamento delle apparecchiature elettriche. Si ritiene che i fattori di inuenza che causano linvecchiamento dellisolamento siano di tipo termico, elettrico, ambientale e meccanico. La Pubblicazione IEC 85 tratta della valutazione termica dei materiali isolanti e dei sistemi di isolamento usati nelle apparecchiature elettriche. Specicatamente, la Pubblicazione IEC 85 stabilisce le classi termiche dei sistemi di isolamento usati nelle macchine rotanti, quali A, E, B, F e H, nonch le temperature di solito associate a queste classi termiche. In passato, i materiali per sistemi di isolamento venivano spesso scelti unicamente in base alla resistenza alle sollecitazioni termiche dei singoli materiali. Tuttavia, la seconda edizione della Pubblicazione IEC 85 riconosce che questa scelta si pu applicare soltanto per la selezione dei materiali prima di una ulteriore valutazione funzionale di un nuovo sistema di isolamento non ancora provato in servizio. Questa valutazione legata alla precedente esperienza di servizio mediante lutilizzo di un sistema di isolamento di riferimento gi provato in servizio quale base per una valutazione comparata. Lesperienza di servizio la base preferenziale per valutare la resistenza alle sollecitazioni termiche di un sistema di isolamento. La Pubblicazione IEC 611 descrive la metodologia basata sulla relazione lineare di Arrhenius (logaritmo di vita in rapporto con il reciproco della temperatura assoluta) da utilizzare come guida nella preparazione delle procedure di prova per tipi specici di prodotti elettromeccanici ove il fattore dinvecchiamento termico ritenuto preponderante. La Pubblicazione IEC 727 riguarda la valutazione della resistenza alle sollecitazioni elettriche dei sistemi di isolamento. La Pubblicazione IEC 791 fornisce istruzioni per la valutazione dei dati desunti dallesperienza di servizio e dalle prove funzionali. La Pubblicazione IEC 792 descrive i principi generali per prove funzionali plurifattoriali dei sistemi di isolamento.

IEC 611 describes the methodology based on the linear Arrhenius relationship (log life versus reciprocal absolute temperature), to be used as a guide in the preparation of test procedures for specic types of electromechanical products where the thermal ageing factor is considered to be dominant. IEC 727 deals with evaluation of electrical endurance of insulation systems. IEC 791 gives instructions for evaluation of data from service experience and from functional tests. IEC 792 describes general principles for multi-factor functional testing of insulation systems.

CEI EN 60034-18-1:1996-09 34 105.000

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 1 di 28

In the winding of an electrical machine, different factors of inuence may be dominant in different parts (e.g. turn insulation and end winding insulation). Therefore, different criteria may be necessary to assess those parts of the insulation. It may also be appropriate to apply different procedures of functional evaluation to these parts. The large differences found in the rotating electrical machine windings, in terms of size, voltage and operating conditions, necessitate the use of different procedures of functional evaluation to evaluate various types of windings. These procedures may also be of different complexity, the simplest being based on a single ageing mechanism (e.g. thermal or electrical). In the present state of the art only thermal and electrical endurance testing procedures can be specied in some detail. Principles of mechanical, environmental and multifactor functional testing are briey described to provide a basis for procedures to be developed later where appropriate.

Nellavvolgimento di una macchina elettrica sono diversi i fattori di inuenza che possono predominare nelle varie parti (ad esempio lisolamento di spira e lisolamento delle testate e dei terminali). Pertanto, per valutare quelle parti dellisolamento possono essere necessari diversi criteri e per esse potrebbe anche essere opportuno applicare diverse procedure di valutazione funzionale. Le grandi differenze riscontrate negli avvolgimenti delle macchine elettriche rotanti, in termini di dimensione, tensione e condizioni operative rendono necessario lutilizzo di diverse procedure di valutazione funzionale onde valutare i vari tipi di avvolgimenti. Queste procedure possono anche essere di diversa complessit e la pi semplice si basa su un singolo meccanismo di invecchiamento (ad esempio, termico od elettrico). Nello stato attuale della tecnologia si possono descrivere con una certa precisione solo le procedure di prova di resistenza alle sollecitazioni termiche. Onde fornire una base per le procedure da sviluppare in seguito, ove pertinenti, si fornisce una breve descrizione dei principi relativi alle prove funzionali meccaniche, ambientali e plurifattoriali.

SCOPE
This Section of IEC 34-18 describes procedures for functional evaluation of electrical insulation systems used or proposed to be used in rotating electrical machines within the scope of IEC 34-1, and the classication of those insulation systems. This Section (Section 1) provides general guidelines for such procedures and classication principles, whereas the subsequent sections give detailed procedures for the various types of windings.

OGGETTO
La presente Sezione della Pubblicazione IEC 34-18 descrive le procedure per la valutazione funzionale dei sistemi disolamento elettrico usati o proposti per essere utilizzati nelle macchine elettriche rotanti secondo quanto indicato dalla Normativa IEC 34-1 e la classica di quei sistemi di isolamento. La presente Sezione (Sezione 1) fornisce le direttive generali per tali procedure e criteri di classicazione, mentre le sezioni successive indicano dettagliatamente le procedure per i vari tipi di avvolgimento.

NORMATIVE REFERENCES
The following Standards contain provisions which, through reference in this text, constitute provisions of this International Standard. At the time of publication, the editions indicated were valid. All Standards are subject to revision, and parties to agreements based on this International Standard are encouraged to investigate the possibility of applying the most recent editions of the Standards indicated below(1). Members of IEC and ISO maintain registers of currently valid International Standards.

RIFERIMENTI NORMATIVI
Le Norme sottoelencate contengono disposizioni che, tramite riferimento nel presente testo, costituiscono disposizioni per la presente Norma. Al momento della pubblicazione della presente Norma, le edizioni indicate erano in vigore. Tutte le Norme sono soggette a modiche e/o revisione, e gli utilizzatori della presente Norma sono invitati ad applicare le edizioni pi recenti delle Norme sotto elencate(1). Presso i membri della IEC e dellISO sono disponibili gli elenchi aggiornati delle Norme in vigore.

(1) Editors Note: For the list of Publications, see Annex ZA. NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 2 di 28

(1) N.d.R. Per lelenco delle Pubblicazioni, si rimanda allAllegato ZA.

DEFINITIONS
For the purposes of this International Standard, the following denitions apply.

DEFINIZIONI
Ai ni di questa Norma Internazionale, sono valide le seguenti denizioni.

3.1 3.1.1

General terms
Class temperature The temperature for which the insulation system is suitable, as dened by the thermal class in IEC 85. Insulation system An insulating material, or an assembly of insulating materials, to be considered in relation with associated conducting parts, as applied to a particular type or size or part of electrical equipment (according to IEC 505).
There may be several insulation components within the windings, each being designed for different stresses in service, viz. turn insulation, slot insulation and end-winding insulation. Different criteria may be applied to the various components within the overall system. There may be more than one insulation system in a particular type of machine. These insulation systems may have different thermal classes (e.g. stator and rotor windings).

Termini generali
Classe di temperatura La temperatura per cui adatto il sistema di isolamento, come denito dalla classe termica nella Norma IEC 85. Sistema di isolamento Un materiale isolante o un insieme di materiali isolanti da considerare in relazione alle associate parti conduttive, applicati ad un particolare tipo o dimensione o parte dellapparecchiatura elettrica (secondo la Pubblicazione IEC 505).
1

3.1.2

Notes/Note: 1

Gli avvolgimenti possono contenere diversi sistemi di isolamento, ciascuno dei quali progettato per diverse sollecitazioni durante il servizio, cio lisolamento della spira, della cava e dei terminali dellavvolgimento. Nellambito della globalit del sistema possibile applicare diversi criteri ai vari componenti. possibile che in un particolare tipo di macchina vi sia pi di un sistema di isolamento di eventuali diverse classi termiche (ad esempio gli avvolgimenti statorici e rotorici).

3.1.3

Candidate Insulation system: The insulation system being tested to determine its capability with respect-to ageing factors (e.g. its thermal class). Reference insulation system An insulation system whose performance has been established by satisfactory service experience. Coil One or more turns of insulated conductors connected in series and surrounded by common insulation, arranged to link or produce magnetic ux. Bar One half of a form-wound coil (see 3.1.8), the two halves being joined after they have been placed in their slots.
Large a.c. machines commonly use bars, and usually, though not always, they form single-turn coils in a two-layer winding.

Sistema di isolamento prescelto Il sistema di isolamento sotto prova per determinare la sua potenzialit rispetto ai fattori dinvecchiamento (ad esempio la sua classe termica). Sistema di isolamento di riferimento Un sistema di isolamento le cui prestazioni sono state stabilite in base ad una soddisfacente esperienza di servizio. Bobina Una o pi spire di conduttori isolati collegati in serie e rivestiti con un isolamento comune sistemati in modo da concatenare o produrre un usso magnetico. Barra Una met di una bobina avvolta in forma (vedi 3.1.8), le cui due met vengono unite dopo averle poste nelle loro cave.
Sulle macchine a corrente alternata di grandi dimensioni sono comunemente montate le barre e di solito, ma non sempre esse formano bobine ad una spira in un avvolgimento a doppio strato.

3.1.4

3.1.5

3.1.6

Note/Nota

3.1.7

Wire-wound winding A winding consisting of coils which are wound with one or several insulated conductors. The coil is formed and insulated when it is wound and inserted into its nal place. lt is usually random-wound with round conductors.

Avvolgimento a lo Un avvolgimento formato da bobine avvolte con uno o parecchi conduttori isolati. La bobina formata e isolata quando viene avvolta e inserita nella sua sede denitiva. Di solito si tratta di un avvolgimento a lo di conduttori rotondi.

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 3 di 28

3.1.8

Form-wound winding A winding consisting of form-wound coils or bars which are preformed to shape, insulated and substantially completed before they are inserted into their nal places. They are usually wound with rectangular conductors.

Avvolgimento preformato Un avvolgimento composto da bobine preavvolte in forma o barre preformate in sagoma, isolate e sostanzialmente completate prima di essere inserite nelle loro sedi nali. Di solito sono avvolte con conduttori rettangolari.

3.2

Terms relating to the objects being tested


Test object The unit being tested. lt may be an actual machine, a machine component or a test model (see 3.2.3, 3.2.4 and 3.2.5), which can be subjected to functional tests (see 3.4.2). A test object may contain more than one test specimen (see 3.2.2). Test specimen An individual component within a test object which can be used to generate one piece of test data (e.g. time to failure). A test specimen may contain more than one insulation component (e.g., turn insulation and conductor to earth insulation), any one of which may provide that piece of data. Test model A model representative of the actual machine or part thereof intended for use in a functional test (see 3.4.2), according to IEC 505. Formette A special test model used for the evaluation of the insulation systems for form-wound windings. Motorette A special test model used for the evaluation of the insulation systems for wire-wound (random-wound) windings.

Termini relativi agli oggetti da sottoporre alla prova


Oggetto di prova (provino) Lunit da sottoporre alla prova. Si pu trattare di una macchina reale, di un suo componente o di un modello di prova (vedi 3.2.3, 3.2.4 e 3.2.5), che possono essere sottoposti a prove funzionali (vedi 3.4.2). Un oggetto di prova pu contenere pi di un campione di prova (vedi 3.2.2). Campione di prova Un singolo componente di un oggetto di prova che si pu utilizzare per produrre un elemento dei dati di prova (ad esempio il tempo di guasto). Un campione di prova pu contenere pi di un componente di isolamento (ad esempio isolamento tra le spire, tra i conduttori e massa), di cui uno qualunque di essi pu fornire quel dato. Modello di prova Un modello che rappresenta la macchina reale o parte di essa destinata alla prova funzionale (vedi 3.4.2), secondo la Pubblicazione IEC 505. Formette Uno speciale modello di prova usato per la valutazione dei sistemi di isolamento per avvolgimenti in forma. Motorette Uno speciale modello di prova usato per la valutazione dei sistemi di isolamento per avvolgimenti a lo (avvolgimento irregolare).

3.2.1

3.2.2

3.2.3

3.2.4

3.2.5

3.3 3.3.1

Terms relating to factors of inuence


Factor of inuence A stress or environmental inuence which may affect the performance of insulation in the machine during service. Ageing factor A factor of inuence which may produce ageing.

Termini relativi ai fattori di inuenza


Fattore di inuenza Una inuenza dovuta a sollecitazione o a fattori ambientali che possono agire negativamente sulle prestazioni dellisolamento della macchina durante il funzionamento. Fattore dinvecchiamento Un fattore di inuenza che pu produrre linvecchiamento.

3.3.2

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 4 di 28

3.4

Terms relating to testing and evaluation


Diagnostic factor A factor of inuence applied to an insulation component of a test specimen in order to establish its condition without signicantly adding to the ageing. Functional test A test in which the insulation system of a test object is exposed to ageing factors and diagnostic factors simulating service conditions, in order to obtain information about serviceability, including evaluation of test results. Endurance test A test where changes in specic properties, produced by action of one or several ageing factors, are determined, either through measurements or through proof tests, as functions of time. Diagnostic test A test in which a diagnostic factor is applied to a test specimen in order to discern its condition and usually to aid in determining the end of its test life. End-point criterion A selected value of a characteristic of a test specimen indicating the end of its test life, or arbitrarily chosen for the purpose of the comparison of insulation systems. End-point The end of a test as dened by the end-point criterion. Classication a) Set of actions leading to determination of the class of an insulation system (e.g. thermal class); b) set of dened classes (e.g., thermal classes according to IEC 85).

Termini relativi allesecuzione e valutazione delle prove


Fattore di diagnosi Un fattore di inuenza che si applica ad un componente di isolamento di un campione di prova per stabilire la sua condizione, senza incrementare in modo signicativo linvecchiamento. Prova funzionale Una prova in cui il sistema di isolamento di un oggetto di prova viene esposto a fattori dinvecchiamento e fattori diagnostici simulando le condizioni di servizio, per ottenere informazioni relative alla potenzialit di utilizzazione, ivi inclusi i risultati delle prove. Prova di durata Una prova in cui le variazioni delle propriet speciche prodotte da uno o pi fattori dinvecchiamento vengono stabiliti sia mediante misurazioni sia mediante prove in funzione del tempo. Prova diagnostica Una prova in cui un fattore di diagnosi viene applicato ad un campione di prova per stabilire la sua condizione e di solito quale supporto per stabilire il termine della sua durata di vita in prova. Criterio di ne vita Un valore scelto di una caratteristica di un campione di prova che indica il termine della sua durata di vita in prova, o arbitrariamente scelto per paragonare i sistemi di isolamento. Punto di ne vita Il termine di una prova secondo quanto prescritto dal criterio di ne vita. Classicazione a) Insieme di azioni recanti alla determinazione della classe di un sistema di isolamento (ad esempio, della classe termica); b) insieme di classi denite (ad esempio: le classi termiche secondo la Pubblicazione IEC 85).

3.4.1

3.4.2

3.4.3

3.4.4

3.4.5

3.4.6

3.4.7

GENERAL ASPECTS OF FUNCTIONAL EVALUATION


All functional tests given in this Standard are comparative. The performance of a candidate system (an insulation system without proven service experience) is compared with that of a reference system (a known system with proven service experience) when both are subjected to equivalent test conditions with respect to test objects, methods of ageing and diagnostic tests.

ASPETTI GENERALI DELLA VALUTAZIONE FUNZIONALE


Tutte le prove funzionali di cui alla presente Norma sono comparative. Le prestazioni di un sistema prescelto per la prova (un sistema di isolamento senza comprovata esperienza di servizio) vengono paragonate con le prestazioni di un sistema di riferimento (un sistema noto gi provato in servizio) sottoponendoli ambedue a condizioni di prova equivalenti per quanto concerne gli oggetti di prova, metodi dinvecchiamento e prove diagnostiche.

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 5 di 28

4.1

Effects of ageing factors


All ageing factors, i.e. thermal, electrical, environmental, and mechanical, affect the life of all types of machines, but the signicance of each factor varies with the type of machine and the expected duty. In general, insulation of small machines is degraded primarily by temperature and environment, with electrical and mechanical stresses being of less importance. Medium to large machines, using form-wound windings, are also affected by temperature and environment but in addition the electrical and mechanical stresses may also be important ageing factors. Very large machines, which usually utilize bar-type windings and which may operate in an inert environment such as hydrogen, are normally most affected by mechanical stresses or electrical stresses or both. Temperature and environment may be less signicant ageing factors.

Effetti dei fattori dinvecchiamento


Tutti i fattori dinvecchiamento, siano essi termici, elettrici, ambientali e meccanici, esercitano uninuenza sulla vita di tutti i tipi di macchinari, nonostante che limportanza di ciascun fattore vari a seconda del tipo di macchina e dellimpiego previsto. In generale, lisolamento delle macchine di piccole dimensioni si degrada principalmente a causa della temperatura e delle condizioni ambientali, mentre le sollecitazioni elettriche e meccaniche hanno importanza minore. Le macchine di media e di grande dimensione che montano avvolgimenti in forma subiscono anche esse inuenze di tipo termico e ambientale, ma anche le sollecitazioni elettriche e meccaniche possano essere importanti fattori dinvecchiamento. Le macchine di grandissime dimensioni che di solito montano avvolgimenti del tipo a barre, con possibilit di operare in ambiente inerte come in presenza di idrogeno, vengono di solito maggiormente inuenzate dalle sollecitazioni meccaniche o elettriche, o da ambedue. La temperatura e lambiente possono essere fattori dinvecchiamento meno signicativi.

4.2

Reference insulation system


As stated at the beginning of clause 4, functional testing is performed on a comparative basis. Therefore, test results from a candidate system will be compared with results derived in the same way from a reference system. An insulation system qualies to be used as a reference insulation system if: it has shown successful operation over suitably long periods of time at operating conditions characteristic of the rating (or class) and in typical applications of that insulation system; its service experience is based on a statistically sufcient number of machines.

Sistema di isolamento di riferimento


Come stabilito allinizio dellart. 4, le prove funzionali vengono eseguite su base comparativa. Pertanto, i risultati di prova ottenuti su un sistema prescelto a questo scopo verranno paragonati con i risultati ottenuti analogamente su un sistema di riferimento. Un sistema di isolamento idoneo per essere utilizzato come sistema di isolamento di riferimento se: ha mostrato un funzionamento efciente per un periodo di tempo di lunga durata in condizioni operative caratteristiche per il regime nominale (o classe) e per applicazioni tipiche di quel sistema di isolamento; la sua esperienza di servizio basata su un numero di macchine statisticamente sufciente.

4.3

Functional tests
In clauses 5 to 8, general guidelines are given for thermal, electrical, mechanical, and environmental functional tests. When more than one ageing factor is important, special tests appropriate to the design and characteristics of the machine type in question may be devised. General guidelines for such multifactor functional tests are given in clause 9. Generally, the functional tests are performed in cycles, each cycle consisting of an ageing sub-cycle and a diagnostic sub-cycle.

Prove funzionali
Le clausole correnti dalla 5 alla 8, forniscono le direttive generali per prove funzionali termiche, elettriche, meccaniche ed ambientali. Quando pi di un fattore dinvecchiamento importante, si possono eventualmente eseguire prove speciali pertinenti alla progettazione e alle caratteristiche del tipo di macchina in questione. Lart. 9 contiene le direttive generali per tali prove funzionali plurifattoriali. In genere, le prove funzionali vengono eseguite a cicli, di cui ciascuno formato da un sotto ciclo dinvecchiamento e da uno di diagnosi.

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 6 di 28

In the ageing sub-cycle, the test specimens are exposed to the specied ageing factor, intensied appropriately to accelerate ageing. In the diagnostic sub-cycle, the test specimens are subjected to appropriate diagnostic tests to determine the end of test life or to measure relevant properties of the insulation system at that time. In some cases, the ageing factor itself may act as the diagnostic factor and produce the end-point. If the design values for the candidate and reference systems differ, then, when technically justied, appropriate different levels may be used for ageing factors or in the diagnostic tests or both. Not all diagnostic tests indicated need be applied in all cases. Special considerations may preclude or render inapplicable some diagnostic tests. Suitable tests for specic applications may be agreed between manufacturer and user.
5

Nel sotto ciclo dinvecchiamento i campioni di prova vengono esposti ad un fattore dinvecchiamento specico adeguatamente intensicato per accelerare linvecchiamento. Nel sotto ciclo di diagnosi, i campioni di prova vengono sottoposti ad adeguate prove diagnostiche per stabilire la ne della durata di vita in prova o per misurare le propriet caratteristiche del sistema di isolamento in quel momento. Talvolta, il fattore dinvecchiamento stesso pu agire da fattore di diagnosi generando il punto di ne vita. Se esistono differenze fra i valori di progetto del sistema prescelto e quello di riferimento, a condizione che esista una giusticazione tecnica, per i fattori dinvecchiamento o per le prove diagnostiche, o per ambedue, si possono usare livelli adeguatamente differenti. Non occorre che tutte le prove diagnostiche indicate vengano applicate in tutti i casi. Considerazioni particolari possono impedire o rendere inapplicabili alcune prove diagnostiche. Il costruttore e lutente possono concordare le prove adatte per applicazioni speciche.

THERMAL FUNCTIONAL TESTS

PROVE TERMICHE FUNZIONALI

5.1

General aspects of thermal functional tests


The purpose of the thermal functional tests of this Standard is to provide data which may be used to establish the thermal class of a new insulation system before it is service-proven. These guidelines are used in conjunction with other Sections of this Standard for the specic type of winding being considered. The concepts implemented herein are based on IEC 85, 505, 610 and 611. The procedures will permit comparisons but cannot completely determine the merits of any particular insulation system. Such information can be obtained only from extended service experience. The thermal ageing processes in rotating electrical machines may be complex in nature. Since also the insulation systems of rotating machines are generally complicated in varying degrees, simple systems referred to in IEC 85 may not exist in rotating machines.

Aspetti generali delle prove termiche funzionali


Scopo delle prove termiche funzionali della presente Norma fornire i dati utilizzabili per determinare la classe termica di un nuovo sistema di isolamento, prima di provarlo in servizio. Queste direttive vengono usate unitamente alle altre sezioni della presente Norma per il tipo specico di avvolgimento in esame. I concetti qui di seguito sviluppati trovano fondamento nelle Pubblicazioni IEC 85, 505, 610 e 611. Le procedure permetteranno di effettuare paragoni, ma non potranno determinare in modo completo i pregi di un particolare sistema di isolamento dal momento che questo si pu soltanto dedurre dopo un lungo periodo di servizio. I processi dinvecchiamento termico nelle macchine elettriche rotanti possono essere di tipo complesso. Poich anche i sistemi di isolamento delle macchine rotanti sono di solito complicati a diversi livelli, i sistemi semplici cui si fa riferimento nella Pubblicazione IEC 85 possono non esistere nelle macchine rotanti.

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 7 di 28

5.1.1

Reference insulation system A reference system (see 4.2) will be tested using the same test procedure as for the candidate system. All test procedures shall be equivalent, allowing for the fact that when the design values of the two systems are different, then appropriate differences in temperatures, ageing sub-cycle lengths and diagnostic tests may be necessary, when technically justied (see Tab. 2).

Sistema di isolamento di riferimento Un sistema di riferimento (vedi 4.2) verr provato utilizzando la stessa procedura di prova impiegata per il sistema prescelto. Tutte le procedure di prova devono essere equivalenti, tenendo per conto che quando i valori di progetto dei due sistemi sono diversi, possano essere necessarie le pertinenti differenze di temperatura, della durata del sotto ciclo dinvecchiamento e delle prove di diagnosi, sempre che esista una giusticazione tecnica (vedi Tab. 2).

5.2 5.2.1

Test objects and test specimens


Construction of test objects It is expected that the various insulating materials or components making up any insulation system to be evaluated by these test procedures will rst be screened properly. Temperature indices for insulating materials may be obtained by following the procedures outlined in IEC 216. However, temperature indices of insulating materials cannot be used to classify insulation systems but are to be considered only as indicators for the thermal functional tests for systems. Wherever economics or the size of the machine, or both, warrant it, an actual machine or machine component should be used as the test object. Usually this means that coils of full cross section, with actual clearances and creepage distances are needed, though a reduced slot length may be adequate. Test models, when used, shall contain all the essential elements employed in the windings they simulate and shall be considered only as close approximations. Insulation thicknesses, creepage distances and, where necessary, discharge protection, appropriate for the intended rated voltage and equipment standards or practices, shall be used. For large and high-voltage machines, test models representing a part of a coil or bar may be used, when ageing specic for that part is investigated, provided that representative factors of inuence can be applied to the test specimens.

Oggetti di prova (provini) e campioni di prova


Costruzione degli oggetti di prova Si presume che i vari materiali isolanti o i componenti che formano un sistema di isolamento da esaminare mediante queste procedure di prova, vengano prima adeguatamente vagliati. Gli indici di temperatura per i materiali isolanti si possono ottenere seguendo le procedure descritte nella Pubblicazione IEC 216. Tuttavia, gli indici di temperatura dei materiali isolanti non si possono utilizzare per classicare i sistemi di isolamento, bens vengono considerati solo come indicatori per le prove termiche funzionali dei sistemi. Nelleventualit che fattori economici o la dimensione della macchina, o ambedue questi elementi lo consigliano, si dovrebbe usare come oggetto di prova una reale macchina o componente della stessa. Di solito, questo signica che occorrono bobine di sezione trasversale completa con estremit fuori cava e distanze in aria reali mentre possibile utilizzare una lunghezza di cava ridotta. Se si utilizzano modelli di prova, gli stessi devono contenere tutti gli elementi essenziali impiegati negli avvolgimenti che simulano, e devono essere considerati soltanto come rigorose approssimazioni. Si devono usare gli spessori di isolamento, le distanze di scarica superciale e, se necessario, la protezione contro le scariche superciali previste per la tensione nominale richiesta, o conformi alle norme o prassi previste per quellapparecchiatura. Per macchine di grandi dimensioni e ad alta tensione, possibile utilizzare modelli di prova rappresentativi di una parte di una bobina o barra, qualora si intenda conoscere linvecchiamento specico di quella parte, a condizione che ai modelli di prova sia possibile applicare i fattori di inuenza rappresentativi. Numero dei campioni di prova Per ogni temperatura dinvecchiamento scelta (vedi Sezioni 2 e 3) e per ottenere una buona media statistica, si deve sottoporre alla procedura di prova funzionale sino a rottura, un numero adeguato di campioni di prova.

5.2.2

Number of test specimens An adequate number of test specimens to obtain a good statistical average, shall be subjected to the functional test procedure until failure occurs, for each chosen ageing temperature (see Sections 2 and 3).

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 8 di 28

5.2.3

Quality assurance tests Each insulating material intended to be used in preparation of test objects should be subjected to separate tests to establish uniformity and normality before it is used in assembly. Each test specimen shall be subjected to the quality control tests of the normal or intended production process.

Prove per la verica qualitativa Ogni materiale isolante da utilizzare nella preparazione degli oggetti di prova dovrebbe essere sottoposto a prove separate per stabilire luniformit e la conformit, prima di usarlo per la preparazione degli oggetti di prova. Ogni campione di prova dovrebbe essere sottoposto alle prove di controllo qualit del processo di produzione normale o richiesto. Prove diagnostiche preliminari Ogni oggetto di prova completato deve essere sottoposto a tutte le prove di diagnosi scelte per la prova termica funzionale (vedi 5.5), prima di iniziare il primo sotto ciclo dinvecchiamento termico, onde stabilire che ciascun campione di prova in grado di superare le prove diagnostiche scelte.

5.2.4

Initial diagnostic tests Each completed test object shall be subjected to all of the diagnostic tests selected to be used in the thermal functional test (see 5.5) before starting the rst thermal ageing subcycle, to establish that each test specimen is capable of passing the selected diagnostic tests.

5.3 5.3.1

Thermal functional test procedures


General principles Appropriate exposures to heat in repeated thermal ageing sub-cycles, which will impose thermal degradation effects similar to those in service on insulation systems, on an accelerated basis are specied in 5.3 and 5.4. The application of diagnostic tests such as mechanical, moisture and voltage tests, to be applied after each thermal ageing sub-cycle to check the condition of the insulation system is described in 5.5. The evaluation of the deterioration of the insulation system due to thermal ageing may vary depending on the size of the machine or the part of the winding of interest (e.g., end winding or embedded slot section). In many cases, experience has indicated that the best diagnostic evaluation of a thermally degraded and thus usually brittle insulation system is obtained by exposure to mechanical stress, thus producing cracks in the mechanically stressed parts, then exposure to moisture and nally application of the test voltage. In other cases, mechanical stress, moisture exposure and application of voltage may not be the best diagnostic tests. lt may be appropriate to replace them by selected dielectric tests (e.g., measurement of partial discharge or loss tangent) to check the condition of the insulation after each thermal ageing sub-cycle.

Procedure di prova termica funzionale


Criteri generali Si dovranno prevedere adeguate esposizioni al calore in sotto cicli dinvecchiamento termico reiterati che imporranno effetti di degradazione termica, ai sistemi disolamento, simili a quelli in servizio, su base accelerata, come specicato nei paragra 5.3 e 5.4. Il paragrafo 5.5 descrive le prove di diagnosi, come le prove meccaniche, di umidit e tensione da applicare dopo ciascun sotto ciclo dinvecchiamento termico per controllare le condizioni del sistema di isolamento. La valutazione del deterioramento del sistema di isolamento dovuto ad invecchiamento termico pu variare a seconda della dimensione della macchina o della parte di avvolgimento che interessa (ad esempio, testata dellavvolgimento o parte in cava). In molti casi, lesperienza ha dimostrato che il migliore modo di valutazione diagnostica di un sistema di isolamento, che ha subito una degradazione termica, e quindi molto fragile, si ottiene tramite esposizione a sollecitazione meccanica, che produce fessurazioni nelle parti invecchiate, quindi esposizione allazione dellumidit ed inne applicazione della tensione di prova. In altri casi, la sollecitazione meccanica, lesposizione allumidit e lapplicazione di tensione possono non essere le migliori prove diagnostiche. Pu essere pertanto idoneo sostituirle con prove dielettriche selezionate (ad esempio, misura delle scariche parziali o della tangente dellangolo di perdita), per controllare le condizioni dellisolamento dopo ogni sotto ciclo dinvecchiamento termico.

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 9 di 28

It should be realized that greater mechanical stress and higher concentration of the products of decomposition may occur during ageing tests at higher than normal temperature. Also, it is recognized that failures from abnormally high mechanical stress or voltage are generally of a different character from those failures which are produced in long service. If it is necessary to verify results in another laboratory it may be found that the actual numerical test-life values differ unless the conditions in the original test are duplicated in extreme detail. However, a comparison of results between qualied laboratories should show the same relative performance differences between candidate and reference systems.
5.3.2 5.3.2.1

da rilevare che durante le prove dinvecchiamento, ad una temperatura superiore a quella normale, si pu vericare una maggiore sollecitazione meccanica e una pi elevata concentrazione dei prodotti di decomposizione. Inoltre, si riconosce che i guasti dovuti a sollecitazioni meccaniche o tensioni eccessivamente elevate sono in genere di tipo diverso da quelli causati da un lungo servizio. Se fosse necessario confrontare i risultati ottenuti presso un altro laboratorio, si potrebbero evidenziare diversit, fra gli effettivi valori numerici dei risultati della prova di durata, nonostante che le condizioni di prova originale vengano rispettate con estrema precisione. Tuttavia, un paragone dei risultati fra laboratori qualicati dovrebbe dimostrare le stesse differenze relative di prestazione fra il sistema prescelto e quello di riferimento. Temperature dinvecchiamento e durata dei sotto cicli
Procedura normale

Ageing temperatures and sub-cycle lengths


Normal procedure

It is recommended that the tests be carried out on the number of specimens indicated in subsequent sections of this Standard for at least three different ageing temperatures. The intended thermal class of the candidate insulation system as well as the known class of the reference system shall be selected from Tab. 1. Tab. 2 lists the suggested ageing temperatures and corresponding periods of exposure in each thermal ageing sub-cycle for insulation systems of the various thermal classes. Either time or temperature may be adjusted to make the best use of facilities and staff but comparisons shall take such variations into consideration. See 5.6. The lowest ageing temperature selected should be such as to produce a log mean test life of about 5000 h or more. In addition, at least two higher ageing temperatures should be selected, separated by intervals of 20 K or more. Intervals of 10 K may be suitable when tests are made at more than three ageing temperatures. It is recommended that the lengths of ageing sub-cycles for the intended class temperature be selected so as to give a mean life of about 10 cycles for each ageing temperature. (Tab. 2 is constructed, based on experience, so that at each ageing temperature the mean test life will be approximately 10 cycles of testing.)

Si raccomanda di eseguire le prove sul numero di campioni indicati nelle successive sezioni della presente Norma per almeno tre temperature dinvecchiamento differenti. La classe termica richiesta del sistema di isolamento prescelto, nonch la classe nota del sistema di riferimento devono essere desunte dalla Tab. 1. La Tab. 2 elenca le temperature dinvecchiamento consigliate e i corrispondenti periodi di esposizione per ogni sotto ciclo dinvecchiamento termico per i sistemi di isolamento delle varie classi termiche. Per utilizzare al meglio le attrezzature e il personale qualicato, possibile regolare sia il tempo che la temperatura, ma le comparazioni eseguite terranno in considerazione tali variazioni. Vedi 5.6. La minore temperatura dinvecchiamento scelta dovrebbe essere tale da produrre una durata media logaritmica di vita in prova di circa 5000 ore o pi. Inoltre, si dovrebbero scegliere due temperature dinvecchiamento maggiori, separate da intervalli di 20 K o pi. Gli intervalli di 10 K possono essere adatti quando le prove vengono eseguite a pi di tre temperature dinvecchiamento. Si raccomanda che le lunghezze dei sotto cicli dinvecchiamento per la temperatura di classe richiesta siano selezionate in modo da ottenere una durata media di circa 10 cicli per ogni temperatura dinvecchiamento. (La Tab. 2 stata elaborata in base allesperienza in modo che ad ogni temperatura dinvecchiamento la durata di prova media sia di circa 10 cicli).

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 10 di 28

5.3.2.2

Verication of effects of minor changes in insulation systems

Verica degli effetti causati da variazioni di modeste entit nei sistemi di isolamento

It is recognized that from time to time in the manufacture of rotating machines, it will be necessary to make minor changes in materials or the manufacturing process either for technological or commercial reasons. It is the machine manufacturers responsibility to determine whether this minor change will affect the thermal endurance graph in a manner which may reduce the thermal endurance of the insulation system. In those cases where the manufacturer believes that there is a possibility of changing the thermal classication by this minor change, he shall perform a verication test. The need for a verication test may also be agreed between the manufacturer and the user. The verication test is made by using the same thermal functional test procedure as used in the original evaluation. The system is tested at either the lowest temperature used in the original evaluation of the system, or at the next higher temperature. If the insulation system, with the minor change, produces a test life at the chosen test temperature which is statistically equivalent or longer when compared to the test life obtained from the original evaluation of the system at that same temperature, then the minor change can be considered acceptable. In the documentation on the insulation system, the manufacturer should include this verication of a minor change when it is used in the system.
5.3.3

ovvio che, ogni tanto, per motivi tecnico-economici che si presentano durante la costruzione di macchine rotanti, sar necessario apportare variazioni di modeste entit ai materiali e al processo produttivo. responsabilit del costruttore stabilire se queste minori variazioni avranno inuenza sulla resistenza alle sollecitazioni termiche s da modicare la curva di regressione del sistema disolamento. Nei casi in cui il costruttore ritenesse che esiste una possibilit che questa piccola variazione possa cambiarne la classe termica, dovr eseguire una prova di verica eventualmente da concordare con lutente. Se si procede alla prova di verica essa viene eseguita adottando la stessa procedura di prova termica funzionale usata nella valutazione originaria. Il sistema viene sottoposto a prova, sia alla temperatura inferiore, usata per la valutazione originaria del sistema, che alla successiva temperatura superiore. Se dopo la piccola variazione, il sistema isolante resiste alle prove e alle temperature di prova per una durata statisticamente equivalente, o superiore, rispetto alla durata di prova ottenuta nella valutazione originaria del sistema a quella stessa temperatura, la variazione in questione pu considerarsi accettabile. In caso di modica del sistema, il costruttore dovrebbe indicarla nella documentazione relativa al sistema di isolamento. Mezzi di riscaldamento Nonostante alcuni evidenti svantaggi, stato dimostrato come i forni siano un metodo conveniente ed economico per ottenere le temperature dinvecchiamento. Il metodo a forno sottopone tutte le parti del sistema di isolamento alla reale temperatura dinvecchiamento, mentre durante il servizio effettivo, una vasta porzione dellisolamento pu operare a temperature notevolmente inferiori a quella del punto pi caldo. Inoltre, probabile che i prodotti di decomposizione rimangano vicino allisolamento durante linvecchiamento a forno, mentre potrebbero essere asportati mediante ventilazione durante il funzionamento effettivo. Le temperature dinvecchiamento devono essere controllate e mantenute costanti a 2 K sino a 180C e 3 K da 180 C a 300 C.

Means of heating Despite some evident disadvantages, ovens have been shown by experience to be a convenient and economical method of obtaining ageing temperatures. The oven method subjects all the parts of the insulation system to the full ageing temperature, while in actual service a large proportion of the insulation may operate at considerably lower temperatures than the hot-spot temperature. Also, the products of decomposition are likely to remain near the insulation during oven ageing whereas they may be carried away by ventilation in actual operation. Ageing temperatures shall be controlled and held constant with 2 K up to 180C and 3 K from 180 C to 300 C.

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 11 di 28

However, the use of ovens for heating is not mandatory. A more direct means which more closely simulates service conditions may be used when appropriate. Such means may be: direct heating by electric current;

starting and reversing duty (motor test); superimposition of direct current on the normal alternating current of a motor running at no load.

Tuttavia, luso di forni di riscaldamento non obbligatorio. Ove idoneo, si possono adottare metodi pi diretti che simulano pi verosimilmente le condizioni di servizio come i seguenti: riscaldamento diretto mediante corrente elettrica; ciclo di avviamento e inversione di marcia (prova motore); sovrapposizione di corrente continua sulla normale corrente alternata di un motore che gira senza carico.

5.3.4

Verication of diagnostic tests Before proceeding with the full-scale testing of specimens at selected ageing temperatures, it is suggested that a small number of test specimens (one or two) be subjected to extreme ageing to make sure that the diagnostic procedure will be effective in determining end of test life. The ageing temperature should be selected to end life within 48 h. Often an ageing temperature of at least 100 K higher than the intended class temperature is needed. These aged test specimens shall be subjected to the diagnostic procedures intended to be used, to make sure the procedure at the particular laboratory with the particular test objects is capable of nding thermal degradation.

Verica delle prove diagnostiche Prima di procedere con il completo programma di prova dei campioni alle temperature dinvecchiamento prescelte, si consiglia di sottoporre ad invecchiamento un piccolo numero di campioni di prova (uno o due) alla temperatura pi elevata per accertare che la procedura diagnostica permetta di determinare efcacemente il termine della durata di vita in prova. La temperatura dinvecchiamento dovrebbe essere scelta per una durata di vita entro 48 ore. Spesso necessaria una temperatura dinvecchiamento di almeno 100 K superiore alla temperatura della classe richiesta. Questi campioni di prova cos invecchiati devono essere sottoposti alle procedure diagnostiche che si intendono usare per accertare che la procedura eseguita presso il laboratorio specico con quei particolari oggetti di prova sia in grado di evidenziare la degradazione termica. The results from this extreme ageing are not to I risultati di questo invecchiamento estremo non be considered as part of the thermal ageing data. si devono considerare come parte dei dati dinvecchiamento termico.

5.4

Thermal ageing sub-cycle


Where appropriate the ageing temperature exposures are obtained by placing the test objects in enclosed ovens, with just sufcient ventilation or forced convection to maintain uniform temperatures specied in 5.3.3. The cold test objects (at room temperature) should be placed directly in preheated ovens, so as to subject them to a consistent thermal shock in each cycle. Likewise, the hot test objects should be removed from the ovens directly into room air, so as to subject them to uniform thermal shock on cooling as well as on heating.

Sotto ciclo dinvecchiamento termico


Ove pertinente, le esposizioni a temperature dinvecchiamento si ottengono ponendo gli oggetti di prova in forni chiusi, con ventilazione appena sufciente o a convezione forzata, tale da mantenere le temperature uniformi indicate nel paragrafo 5.3.3. Gli oggetti di prova freddi (a temperatura ambiente) dovrebbero essere posti direttamente in forni preriscaldati in modo da sottoporli ad un consistente shock termico ad ogni ciclo. Analogamente, gli oggetti di prova caldi dovrebbero essere tolti dai forni ed esposti direttamente allaria a temperatura ambiente, in modo da sottoporli ad uno shock termico uniforme, sia in fase di raffreddamento che di riscaldamento. E noto come alcuni materiali si deteriorino pi rapidamente quando i prodotti di decomposizione rimangono a contatto con la supercie di isolamento, mentre altri materiali si deteriorino pi rapidamente quando i prodotti di decomposizione vengono rimossi in continuazione. Sia per il sistema prescelto che per quello di riferimento si dovrebbero mantenere le stesse condizioni di ventilazione del forno.

It is recognized that some materials deteriorate more rapidly when the products of decomposition remain in contact with the insulation surface, whereas other materials deteriorate more rapidly when the decomposition products are continually removed. The same conditions of oven ventilation shall be maintained for both the candidate and the reference systems.

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 12 di 28

If in actual service the products of decomposition remain in contact with the insulation, as may be the situation in totally enclosed machines, the tests should then be designed so that the oven ventilation will not completely remove these decomposition products. Ideally, concentration of the decomposition products should not change with the ageing temperature, but in practical testing this may not be realizable. The rate of replacement of air during thermal ageing shall be reported. Depending on the test facilities available, the type of test objects employed, and other factors, it may be desirable to use other methods of heating and of handling the products of decomposition. In addition to thermal ageing which is interrupted periodically for diagnostic testing so as to monitor the thermal degradation, thermo-mechanical deterioration of an insulation system may also be produced by the expansion and contraction of the assembly occurring during the temperature cycling.
5.5

Se durante il servizio effettivo i prodotti di decomposizione rimangono a contatto con lisolamento, come pu accadere nelle macchine totalmente chiuse, le prove dovrebbero essere progettate in modo che la ventilazione del forno non rimuova del tutto questi prodotti di decomposizione. Idealmente, la concentrazione dei prodotti di decomposizione non dovrebbe variare con la temperatura dinvecchiamento, ma nelle prove pratiche non sempre realizzabile. Il tasso di sostituzione dellaria durante linvecchiamento termico deve essere registrato. A seconda delle attrezzature di prova disponibili, del tipo di oggetti di prova adottati e di altri fattori, potrebbe essere opportuno usare altri metodi di riscaldamento e di trattamento dei prodotti di decomposizione. Oltre allinvecchiamento termico interrotto periodicamente per prove diagnostiche per vericare la degradazione termica, il deterioramento termomeccanico di un sistema di isolamento si pu anche produrre per espansione o contrazione dellinsieme durante il ciclo di temperatura.

Diagnostic sub-cycle
Following each sub-cycle of thermal ageing, each specimen shall be subjected to a series of selected diagnostic tests which may include, in the following order, mechanical stress, moisture exposure, voltage tests and other diagnostic tests, as appropriate.

Sotto ciclo diagnostico


A seguito di ciascun sotto ciclo dinvecchiamento termico, ogni campione deve essere sottoposto ad una serie di prove diagnostiche scelte che possono includere nellordine che segue la sollecitazione meccanica, lesposizione allumidit, le prove di tensione e altre prove diagnostiche, secondo convenienza. Prove meccaniche Si raccomanda che la sollecitazione meccanica applicata sia dello stesso tipo di quella riscontrata in servizio e di intensit paragonabile alle maggiori sollecitazioni o sforzi previsti durante il servizio normale. La procedura di applicazione di questa sollecitazione pu variare a seconda del tipo delloggetto in prova, nonch genere di servizio a cui destinato. Un metodo ampiamente usato per applicare la sollecitazione meccanica consiste nel montaggio delloggetto di prova su un tavolo vibrante fatto funzionare per unora con movimento oscillante a 50 Hz o a 60 Hz. Possono essere usati altri metodi come urti e essioni ripetute. Nelle macchine reali, come tecnica di sollecitazione meccanica degli avvolgimenti, si pu anche usare un ciclo operativo di avviamento-arresto o inversione del senso di marcia. Tuttavia ci pu introdurre un invecchiamento meccanico. Poich questo effetto diventa pi gravoso con laumentare della taglia delle macchine, occorrer tenere in considerazione questo fattore.

5.5.1

Mechanical tests It is recommended that the mechanical stress applied be of the same general nature as would be experienced in service and of a severity comparable with the highest stresses or strains expected in normal service. The procedure for applying this stress may vary with each type of test object and kind of intended service. A widely used method for applying mechanical stress is to mount each test object on a shake table and operate it for a period of one hour with a 50 Hz or 60 Hz oscillating motion. Other methods, such as repeated impact and bending, are also used. A start-stop or reversing duty cycle may also be used as a technique for mechanically stressing windings in actual machines. However, mechanical ageing may be introduced. Since this effect is more severe with increasing machine size, this factor shall be taken into account.

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 13 di 28

5.5.2

Moisture tests Moisture in many cases is recognized as a major cause of variation in the properties of electrical insulation. It may cause different types of insulation failure under electrical stress. The absorption of moisture by solid insulation has a gradual effect of increasing dielectric loss and reducing insulation resistance, and it may contribute to a change in electric strength. Moisture on insulation enhances the ability of a voltage test to detect cracks and porosity in the insulation. Within the diagnostic sub-cycle it is common to apply a moisture test. In this test each test specimen is exposed to humidity with moisture deposition on the winding. During this period, voltage should not be applied to the test specimens. A test of two days duration with visible moisture present on the insulation surfaces, being a more severe condition than is met in normal service, has won wide applicability. Experience has shown that an exposure time of at least 48 h is required for moisture to penetrate the winding so that the insulation resistance reaches a fairly stable level.

Prove di umidit E noto come in molti casi lumidit sia una delle cause principali della variazione delle propriet dellisolamento elettrico. Infatti, pu causare diversi tipi di difetti allisolamento sollecitato elettricamente. Lassorbimento di umidit in un materiale isolante solido ha un andamento progressivo che si traduce in aumento delle perdite dielettriche e riduzione della resistenza disolamento che possono contribuire alla variazione della rigidit dielettrica. Lumidit sullisolamento aumenta la capacit della prova di tensione ad evidenziare fenditure e porosit dellisolamento stesso. Eseguire una prova di umidit per il sotto ciclo di diagnosi rientra nella normale prassi. In questa prova, ciascun campione viene esposto allumidit in modo che si formi un deposito di condensazione sullavvolgimento. Durante questo periodo, non si deve applicare tensione ai campioni. Una prova della durata di due giorni in presenza di umidit visibile sulle superci dellisolamento, costituisce una condizione pi gravosa di quelle incontrate durante il normale servizio ma viene largamente utilizzata per la sua selettivit. Lesperienza ha dimostrato che richiesto un tempo di esposizione di almeno 48 ore perch lumidit possa penetrare nellavvolgimento in modo che la resistenza di isolamento raggiunga un livello relativamente stabile. Prove di tensione Per controllare la condizione dei campioni e stabilire il momento in cui si verica la ne della durata di vita in prova, nel quadro del sotto ciclo di diagnosi scelto, viene applicata la tensione, il cui valore e forma donda sono indicati nelle successive sezioni della presente Norma. Quando specicata una tensione a frequenza industriale, essa dovr essere compresa fra 49 Hz e 62 Hz. La tensione pu essere applicata fra la bobina e la massa, fra bobina e bobina, fra spira e spira e fra lo e lo, a seconda dei casi. Se si effettua una prova di umidit, la prova di tensione si esegue quando i campioni in prova sono ancora umidi, dopo lesposizione, ad una temperatura prossima a quella ambiente. In certi casi, la presenza di umidit sulle superci pu impedire la normale applicazione della tensione e, in tale eventualit, possibile eliminare le goccioline dacqua dalla supercie dei campioni immediatamente prima di applicare tensione. In queste prove, la tensione viene applicata in modo tale da non ridurre la durata di vita in prova dellisolamento dei campioni. Si deve fare attenzione che sovratensioni di manovra non sottopongano i sistemi di isolamento a sovratensioni transitorie.

5.5.3

Voltage tests In order to check the condition of the specimens and determine when the end of test life has been reached, voltage is applied as a part of the selected diagnostic sub-cycle. The value and waveform of the voltage to be applied is stated in the subsequent sections of this Standard. When power-frequency voltage is specied, the frequency shall be in the range 49 Hz to 62 Hz. The voltage may be applied from coil to frame, from coil to coil, from turn to turn, and from wire to wire as appropriate. If a moisture test is used, the voltage test is applied when the test specimens are still wet from the exposure at approximately room temperature. In certain cases, the presence of surface moisture may prevent normal application of the voltage and in such cases the specimen surface may be wiped free of water droplets immediately before the voltage application. The voltage in these tests is applied in such a manner as not to reduce the insulation test life of the specimens. Care shall be taken that unintended switching surges do not subject the insulation systems to transient surge voltages.

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 14 di 28

Any failure in any component of the insulation system constitutes failure of the entire test specimen and xes the end of test life.
Note/Nota

Il guasto di un componente qualunque del sistema di isolamento costituisce il guasto di tutto il campione in prova dando cos luogo alla ne della prova.
La durata della prova non direttamente correlata alla vita utile di una macchina.

The test life does not relate directly to a machines useful life.

Failure in any of the voltage check tests is indicated by an unusual level of current. Localized heating or the presence of smoke may also indicate a failure. Minor spitting and surface sparking should be recorded but do not constitute a failure. Test equipment shall be of sufcient capacity to produce and reveal a failure.
5.5.4

Un guasto che si verichi in una qualunque prova di tensione viene evidenziato da un insolito livello di corrente. Anche un riscaldamento localizzato o la presenza di fumo possono essere sintomo di guasto. Crepitio e scariche superciali di minore entit devono essere registrate, anche se non costituiscono un guasto vero e proprio. Le attrezzature di prova devono essere di potenza sufciente per produrre e rivelare un guasto. Altre prove diagnostiche Durante le prove, sarebbe consigliabile eseguire misurazioni periodiche, praticamente non-distruttive, della condizione dellisolamento su alcuni campioni. Ne sono esempio fattori come la resistenza di isolamento, la tangente dellangolo di perdita e le scariche parziali. Se in queste misurazioni si notano delle variazioni, ponendole in relazione al tempo trascorso prima del vericarsi del guasto, molto si pu capire relativamente al tipo e alla velocit di deterioramento dellisolamento stesso, acquisendo maggiore certezza sullattendibilit dei risultati nali. Per stabilire la ne della prova di vita si possono utilizzare altre prove diagnostiche, sia con prove di tensione complementari, o altre ancora. Per ogni prova diagnostica si deve stabilire un criterio di ne vita corredato da idonea giusticazione e registrato sul rapporto.

Other diagnostic tests It may be desirable to take periodic, relatively non-destructive measurements of insulation condition on some of the specimens during the course of the tests. Factors such as insulation resistance, loss tangent, and partial discharge are examples. By noting changes in these measurements and correlating them with time before failure occurs, much can be learned about the nature and the rate of deterioration of the insulation, and greater condence in the reliability of the nal results can be established. Some other diagnostic tests may also be used to determine end of test life, either complementing the voltage tests or replacing them. An end-point criterion may be established for each diagnostic test, with suitable justication reported.

5.6

Analyzing, reporting, and classication


The end of insulation test life is assumed to have occurred at the mid-point of the time at the ageing temperature between the last two consecutive applications of diagnostic factors. The total number of hours of thermal ageing to the end of test shall be recorded for each specimen and for each temperature. Linear regression analysis in Arrhenius coordinates (log life versus reciprocal of the absolute temperature) should be carried out in accordance with IEC 216-3. To show the results, the thermal endurance graph showing the mean life points (logarithmic means) is drawn. The regression line of the reference system (R) shall be extrapolated to its class temperature and the log mean test life (X) obtained.

Analisi, registrazione e classicazione


Si presume che la ne della vita in prova dellisolamento, ad una data temperatura di invecchiamento, si sia vericato a met del tempo fra le ultime due applicazioni consecutive dei fattori diagnostici. Il numero totale di ore dinvecchiamento termico no al termine della prova deve essere registrato per ogni campione e per ogni temperatura. Lanalisi di regressione lineare sulle coordinate di Arrhenius (logaritmo di vita in rapporto al reciproco della temperatura assoluta) deve essere eseguita secondo la Pubblicazione IEC 216-3. Per mostrare i risultati, viene redatto il graco della durata di vita termica che rappresenta i punti di vita media (media logaritmica). La linea di regressione del sistema di riferimento (R) deve essere estrapolato no alla sua classe di temperatura onde ottenere la durata di vita media logaritmica in prova (X).

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 15 di 28

In the normal case, where the service lives of the candidate and reference systems are required to be the same, the temperature (Tc) on the regression line of the candidate system (C) shall be obtained, corresponding to the same test life (X). The class temperature of the candidate system is the next lower temperature (equal to or lower than Tc) in Tab. 1 and from this table the class of the insulation is determined. In special cases where the required service lives of the candidate and reference systems are to be different, the temperature T'c shall be obtained on the regression line of the candidate system corresponding to a test life which differs in the same proportion. (For example, if the candidate system is required to have twice the service life, then the T'c is obtained from the regression line of the candidate system at a test life (2X) equal to twice that of the reference system at its class temperature.) The class temperature of the candidate system is again the next lower temperature (equal to or lower than T'c) in Tab. 1 from which the class of the insulation is determined. Where comparison is made on a basis of different required service lives then this shall be stated in the report together with an appropriate justication for its use. Fig. 1 illustrates the procedure. Recognizing that extrapolation increases the degree of uncertainty of the test results, the extrapolation from the lowest test temperature should not be greater than 25 K. The recognized classes in Tab. 1 are reproduced from IEC 85. If the thermal endurance graph shows a slight bend it indicates that ageing is being inuenced by more than one chemical process or failure mechanism. Nevertheless, if very similar systems belonging to the same thermal class are being compared, a valid classication of the candidate system may still be made. However, a more pronounced knee in the curve indicates a big change in the dominating ageing mechanism. Then the classication can be based only on the lower temperature portion of the curve, which may have to be conrmed by an additional test point at a lower or intermediate temperature. It may be necessary to make a judgement on the basis of experience, as to whether the time and cost of this further testing is justied, or whether the candidate system is unable to achieve the desired classication temperature and must be abandoned. IEC 493 describes how to test data for linearity.

Nei casi normali, allorch la durata di vita in servizio, del sistema di riferimento e di quello prescelto, dovr essere uguale, la temperatura (Tc) sulla retta di regressione, del sistema prescelto (C), dovr essere ottenuta con la stessa durata di vita in prova (X). La classe di temperatura del sistema prescelto corrisponde alla temperatura immediatamente inferiore (eguale o minore di Tc) indicata nella Tab. 1 da cui si dedurr la classe disolamento. In casi particolari, ove le durate di vita in servizio del sistema prescelto e di quello di riferimento devono essere differenti, si dovr ottenere la temperatura T'c sulla linea di regressione del sistema prescelto per una durata di prova proporzionalmente differente. (Ad esempio, se richiesto che il sistema prescelto debba avere doppia durata di servizio, T'c si otterr dalla linea di regressione del sistema prescelto ad una durata di prova (2X) eguale al doppio di quella del sistema di riferimento alla sua classe di temperatura). La classe di temperatura del sistema prescelto di nuovo la temperatura immediatamente inferiore (eguale o inferiore a T'c) indicata nella Tab. 1 da cui si dedurr la classe disolamento. Se si richiede il paragone sulla base di diverse durate di vita in servizio, questo deve essere dichiarato sul rapporto unitamente ad una adeguata giusticazione relativamente al suo uso. La Fig. 1 illustra la procedura. Considerato che lestrapolazione aumenta il grado di incertezza dei risultati di prova, lestrapolazione non dovrebbe essere superiore a 25K della temperatura di prova pi bassa. Le classi riconosciute sono indicate in Tab. 1 e sono state dedotte dalla Pubblicazione IEC 85. Se il graco di vita termica mostra una leggera curva, signica che linvecchiamento inuenzato da pi di un processo chimico o meccanismo di guasto. Nonostante ci, se si paragonano sistemi molto simili appartenenti alla stessa classe termica, si pu ancora eseguire una valida classicazione del sistema prescelto. In tutti i casi una essione pi pronunciata della curva comporta una grossa variazione del meccanismo dinvecchiamento dominante. Pertanto, la classicazione si pu basare solo sulla parte della curva a temperatura minore, che pu dover essere confermata da un ulteriore punto di prova ad una temperatura inferiore o intermedia. Pu essere necessario vericare in base allesperienza se il tempo necessario e il costo di questa ulteriore prova siano giusticati, o se il sistema prescelto non sia in grado di raggiungere la temperatura della classe termica desiderata e debba quindi essere abbandonato. La Pubblicazione IEC 493 descrive come vericare i dati in relazione alla linearit.

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 16 di 28

If the thermal endurance graph of the reference and candidate systems have clearly dissimilar slopes, it is evident that their ageing processes are signicantly different and it is thus doubtful whether a valid classication can be made from the comparison. It may be necessary to adopt a different candidate system for the desired class temperature, or a different reference system. When reporting, it is useful to record all relevant details of the test, including those in the following list: references to IEC test Standards; description of the insulation systems tested (the reference and candidate systems); ageing temperatures and ageing sub-cycle lengths for each insulation system;

diagnostic tests used with applied test or stress levels, for each insulation system; construction of the test specimens and test objects; number of specimens at each temperature for each insulation system; method of obtaining the ageing temperatures (including oven type, etc.); rate of oven air replacement; individual times to failure, and failure modes; mean log times to failure and the log standard deviation, or the lower condence limits for each ageing temperature and for each insulation system; thermal endurance graph with log mean points and regression line; thermal class of the reference system; thermal class of the candidate system, as determined by the test.

Se il graco di vita termica del sistema prescelto e di riferimento mostrano pendenze chiaramente differenti, evidente che i loro processi dinvecchiamento sono signicativamente diversi, per cui dubbio che il paragone possa condurre ad una classicazione valida. Per la classe termica richiesta potrebbe essere necessario adottare un diverso sistema isolante prescelto, o un diverso sistema isolante di riferimento. Redigendo il rapporto utile registrare tutti i dati relativi alla prova inclusi quelli indicati nel seguente elenco: riferimenti alle Pubblicazioni di prova IEC; descrizione dei sistemi di isolamento provati (sistema prescelto e di riferimento); temperature dinvecchiamento e durate dei sotto cicli dinvecchiamento per ciascun sistema di isolamento; prove diagnostiche utilizzate con prove applicate o livelli di sollecitazione per ciascun sistema di isolamento; costruzione dei campioni e degli oggetti di prova; numero dei campioni per ogni temperatura e per ciascun sistema di isolamento; metodo utilizzato per ottenere le temperature dinvecchiamento (incluso il tipo di forno, ecc.); tasso di sostituzione dellaria nel forno; durata di ciascun provino e modalit di guasto; durata media logaritmica di guasto e deviazione standard logaritmica, o limite inferiore di condenza per ogni temperatura dinvecchiamento e per ogni sistema di isolamento; graco di resistenza allinvecchiamento termico con i punti medi logaritmici e retta di regressione; classe termica del sistema di riferimento; classe termica del sistema prescelto, come determinato con le prove.

ELECTRICAL FUNCTIONAL TESTS

PROVE FUNZIONALI ELETTRICHE

6.1

General aspects of electrical functional tests


Electrical functional testing principles described in clause 6 (see 6.1 to 6.4) follow IEC 727-1. Insulation systems are subjected to electrical ageing by applying electrical stress between parts operating at different electric potentials. The ageing process can be accelerated by raising the electrical stress and/or increasing the frequency. End of life is manifested either as breakdown during exposure to electrical ageing or as failure in a diagnostic test.

Aspetti generali delle prove funzionali elettriche


I criteri delle prove funzionali elettriche descritte allarticolo 6 (da 6.1 a 6.4) sono conformi alla Pubblicazione IEC 727-1. I sistemi di isolamento vengono sottoposti ad invecchiamento elettrico applicando una sollecitazione elettrica fra le parti funzionanti a diversi potenziali elettrici. Il processo dinvecchiamento pu essere accelerato aumentando la sollecitazione elettrica e/o aumentando la frequenza. La ne della durata si pu manifestare sia come una scarica durante lesposizione allinvecchiamento elettrico, o come un guasto durante una prova diagnostica.

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 17 di 28

By conducting tests at different voltages, a relationship of test life versus electrical stress may be plotted.
Note/Nota

Eseguendo le prove a diverse tensioni, si pu rappresentare gracamente la relazione esistente fra la durata di vita in prova e la sollecitazione elettrica.
Laumento di frequenza stato spesso usato per accelerare linvecchiamento elettrico supponendo che laccelerazione della prova sia proporzionale alla frequenza. Tuttavia, questo non sempre si rivelato esatto.

Increased frequency has often been used to accelerate electrical ageing, with the assumption that the test acceleration is proportional to frequency. However, this assumption may not always hold.

Test life normally exhibits a widespread variation for any particular voltage stress level. Therefore, it is essential that a statistically significant number of failure times be obtained at each electrical ageing stress.

La durata di vita in prova normalmente mostra una grande dispersione di valori indipendentemente dal livello di sollecitazione elettrica. Pertanto, essenziale ottenere un numero statisticamente signicativo di tempi di guasto per ogni sollecitazione dinvecchiamento elettrico.

6.2

Test objects
The test objects shall be constructed to represent adequately the conguration of the nished winding component to be evaluated, and should be subjected to the full normal or intended manufacturing processes, as far as possible. During the electrical ageing test, all conductors are usually electrically connected together.

Oggetti di prova
Gli oggetti di prova devono essere costruiti per rappresentare in modo adeguato la congurazione del componente dellavvolgimento nito, da esaminare e dovrebbero essere sottoposti, nel limite del possibile, a tutti i processi produttivi normali o previsti. Durante la prova dinvecchiamento elettrico, tutti i conduttori vengono di solito collegati insieme.

6.3 6.3.1

Electrical functional test procedures


Voltage application An alternating voltage is applied to the specimens: the frequency and the wave shape shall comply with IEC 60-2. To obtain a complete evaluation of the electrical endurance, the voltage should be chosen such that the times to failure would be expected to range from 1 min to 10000 h. Several methods of voltage application to establish the electrical endurance are discussed in IEC 727-1. These include xed voltage, step-by-step voltages, and acceleration by increased frequency. Test temperature Specimens should be at room temperature or at class temperature. Care should be taken that dielectric losses at high stress or at increased frequency do not raise insulation temperature enough to affect the results.

Procedure della prova funzionale elettrica


Applicazione della tensione Ai campioni viene applicata tensione alternata: la frequenza e la forma donda devono essere conformi alla Pubblicazione IEC 60-2. Per ottenere una valutazione completa della resistenza allinvecchiamento elettrico, la tensione dovrebbe essere scelta in modo che i tempi occorrenti a produrre il guasto varino da 1 min a 10000 ore. Nella Pubblicazione IEC 727-1 vengono proposti diversi metodi di applicazione della tensione per stabilire la resistenza allinvecchiamento elettrico. Questi includono la prova di tensione a valore costante, a gradini di tensione e prova di tensione accelerata tramite aumento della frequenza. Temperatura di prova I campioni dovrebbero essere a temperatura ambiente o alla temperatura della classe corrispondente. Si dovr fare attenzione che con una elevata sollecitazione o con una elevata frequenza, le perdite dielettriche non facciano aumentare la temperatura dellisolamento in modo da inuenzarne i risultati.

6.3.2

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 18 di 28

6.3.3

Diagnostic tests In the course of the electrical functional test, diagnostic tests may be applied. These tests may be: destructive (e.g., determination of the breakdown voltage of turn insulation); potentially destructive (e.g., high voltage proof tests of various parts of the insulation system); non-destructive (e.g., loss tangent or partial discharge measurements). These tests, especially the destructive and potentially destructive tests, may function as alternative methods of determining the end-point, in addition to breakdown during exposure to the electrical ageing factor. Time elapsed between stopping the electrical ageing and making the diagnostic tests may be specied in subsequent sections of this Standard.

Prove diagnostiche Durante la prova funzionale elettrica, si possono eseguire prove di diagnosi che possono essere le seguenti: distruttive (ad esempio, determinazione della tensione di perforazione dellisolamento di spira); potenzialmente distruttiva (ad esempio, prove ad alta tensione delle varie parti del sistema di isolamento); non-distruttive (ad esempio, misura della tangente dellangolo di perdita o delle scariche parziali). Queste prove, specialmente quelle distruttive e potenzialmente distruttive, possono costituire dei metodi alternativi per la determinazione del punto di ne vita, in aggiunta alla perforazione durante lesposizione al fattore dinvecchiamento elettrico. Il tempo trascorso fra larresto dellinvecchiamento elettrico e lesecuzione delle prove diagnostiche pu essere specicato nelle successive sezioni della presente Norma.

6.4

Analyzing and reporting


When reporting, it is useful to record all relevant details of the test, including those in the following list: maximum intended rated voltage of the system; test temperature; description of the insulation systems tested (the reference and the candidate systems); ageing voltages, frequencies, and ageing sub-cycle lengths if appropriate; diagnostic tests including the values of the diagnostic factors used; construction of the test object; number of test specimens at each voltage (xed voltage test); individual times to failure and failure modes; method of statistical treatment used for the test data (for example, log normal or Weibull) to determine log mean or median times to failure, and condence limits);

Analisi e redazione dei rapporti


In fase di redazione dei rapporti, utile registrare tutti i dati pertinenti alla prova, inclusi i seguenti: massima tensione nominale richiesta dal sistema; temperatura di prova; descrizione dei sistemi di isolamento provati (sistema di riferimento e sistema prescelto); tensioni dinvecchiamento, frequenze e durate del sotto ciclo dinvecchiamento, se pertinenti; prove diagnostiche inclusi i valori dei fattori di diagnosi adottati; costruzione degli oggetti di prova; numero dei campioni di prova per ciascuna tensione (prova a tensione costante); tempi individuali per i quali si sono vericati i guasti e relative modalit; metodo statistico usato per lelaborazione dei dati di prova (ad esempio, logaritmo normale o Weibull) per calcolare la media logaritmica o i tempi medi ai quali si sono vericati i guasti, e i limiti di afdabilit); graco della resistenza allinvecchiamento elettrico con punti medi o mediani per ogni sollecitazione dinvecchiamento elettrico e linea di regressione.

electrical endurance graph with mean or median points for each electrical ageing stress and regression line.

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 19 di 28

MECHANICAL FUNCTIONAL TESTS


It is recognized that mechanical stress in some applications acts as an ageing factor, either alone or in combination with other ageing factors. Mechanical ageing may be a consequence of vibrational stresses and thermo-mechanical stresses. Sufcient technical information is not available at the present time to permit standard mechanical ageing test procedures to be presented.

PROVE FUNZIONALI MECCANICHE


E noto che in alcune applicazioni la sollecitazione meccanica, da sola o associata ad altri fattori dinvecchiamento agisce come fattore dinvecchiamento. Linvecchiamento meccanico pu essere una conseguenza delle sollecitazioni vibratorie e termomeccaniche. Al momento, non si dispone di sufcienti informazioni tecniche da permettere la presentazione di procedure di prova normalizzate dinvecchiamento meccanico.

ENVIRONMENTAL FUNCTIONAL TESTS


It is recognized that environmental factors in some applications act as ageing factors. Ionizing radiation, for example, in nuclear power plant environments, is a well known cause of environmental ageing. Radiation ageing tests conducted on small insulation specimens according to IEC 544 may be used as screening tests. Other environmental ageing factors include chemically active or electrically conductive substances in industrial atmospheres, exceptionally high moisture content of the ambient air, fungus or microbe-contaminated environments, or mechanically abrasive materials (e.g., sand) in the cooling air. Sufcient technical information is not available at the present time to permit standard environmental ageing test procedures to be presented.

PROVE FUNZIONALI AMBIENTALI


E noto che in alcune applicazioni i fattori ambientali agiscono come fattori dinvecchiamento. Ad esempio, le radiazioni ionizzanti presenti nelle centrali nucleari, sono una causa nota dinvecchiamento ambientale. Le prove dinvecchiamento alle radiazioni ionizzanti condotte su piccoli campioni di isolamento secondo la Pubblicazione IEC 544 possono essere usate come prove preliminari. Altri fattori dinvecchiamento ambientale includono sostanze chimicamente attive o elettricamente conduttive in atmosfere industriali, contenuto di umidit dellaria eccezionalmente elevato, ambienti contaminati da funghi e microbi, o materiali meccanicamente abrasivi (ad esempio, sabbia) nellaria di raffreddamento. Al momento, non si dispone di sufcienti informazioni tecniche dinvecchiamento ambientale da permettere la presentazione delle procedure di prova.

MULTIFACTOR FUNCTIONAL TESTS


It is recognized that more than one factor of inuence (e.g., thermal and electrical) may affect the performance of insulation systems, particularly when these factors act simultaneously. Sufcient technical information is available at the present time to permit standard multifactor test procedures to be presented for only certain specic situations. IEC 792-1 is a report encompassing the present state of the art with regard to multifactor testing. It is recommended that multifactor testing procedures which will be developed should follow the principles described therein. Some principles are as follows: a) it would appear that simultaneously acting factors in service should be simulated in simultaneous ageing tests, while sequentially acting factors should be simulated with sequential ageing cycles.

PROVE FUNZIONALI PLURIFATTORIALI


E noto che esiste pi di un fattore (ad esempio, termico o elettrico) che possa inuenzare le prestazioni di un sistema di isolamento, specialmente quando questi fattori si vericano contemporaneamente. Al momento, si dispone di informazioni tecniche sufcienti tali da permettere la presentazione di procedure di prova normalizzate plurifattoriali soltanto per certe situazioni speciche. La Pubblicazione IEC 792-1 consta di un rapporto che indica la situazione attuale in campo tecnologico riguardo alle prove plurifattoriali. Si raccomanda che le procedure di prova plurifattoriali che verranno sviluppate siano conformi ai principi enunciati nella sopracitata Norma, alcuni dei quali sono i seguenti: a) sembrerebbe che fattori che agiscono simultaneamente in servizio potrebbero essere simulati in prove dinvecchiamento simultaneo, mentre fattori che agiscono in modo sequenziale potrebbero essere simulati con cicli dinvecchiamento sequenziale.

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 20 di 28

b) When one of the ageing factors is known to be more important than the others, then the multifactor tests may be performed by accelerating the effects of that factor only and keeping other factors at service levels. c) In other cases, all the important ageing factors should be accelerated. It is initially recommended that the acceleration factor (relative rate of ageing) be equal for each ageing factor, and that the levels of the ageing factors be established on the basis of single-factor ageing tests, until experience is obtained. d) It is recommended to establish the reference operating conditions. This is a set of the service conditions for which the machine and its insulation system have been designed. The levels of the factors of inuence in the set of reference operating conditions serve as the basis for estimating the acceleration factors during the ageing sub-cycle, and for setting the levels of the diagnostic tests. e) For tests with multifactor acceleration, comparison between the candidate and reference system should be done within the range of test levels, to avoid extrapolation which may be unreliable.
Note/Nota

b) Quando si sa che uno dei fattori dinvecchiamento pi importante degli altri, possibile eseguire le prove plurifattoriali accelerando gli effetti di quel fattore soltanto e tenendo gli altri fattori ai livelli di servizio. c) In altri casi, tutti i fattori importanti dinvecchiamento dovranno essere accelerati. Inizialmente si raccomanda che il fattore daccelerazione (tasso relativo dinvecchiamento) sia eguale per ciascun fattore dinvecchiamento, e che i livelli dei fattori dinvecchiamento vengano stabiliti in base a prove dinvecchiamento con un solo fattore, sino a quando si acquisir una maggiore esperienza. d) Si raccomanda di stabilire le condizioni operative di riferimento. Si tratta di una serie di condizioni di servizio per cui sono state costruite la macchina e il suo sistema di isolamento. I livelli dei fattori dinuenza indicati nelle summenzionate condizioni operative di riferimento servono da base per valutare i fattori di accelerazione durante il sotto ciclo dinvecchiamento e per denire i livelli delle prove diagnostiche. e) Per le prove plurifattoriali accelerate, il paragone fra il sistema prescelto e quello di riferimento si dovrebbe eseguire entro la gamma dei livelli di prova per evitare lestrapolazione che potrebbe risultare inafdabile.
Linvecchiamento plurifattoriale pu vericarsi in macchine come motori industriali ad alta tensione, macchine ad elevata sollecitazione meccanica, ad alta e bassa tensione e turboalternatori con sollecitazioni termomeccaniche.

Multifactor ageing may occur in such machines as high-voltage industrial motors, mechanically highly stressed low and high-voltage machines and thermo-mechanically stressed turbo-alternators.

Tab. 1

Thermal class

Classe termica

Classe termica_Thermal class A E B F H

Classe di temperatura_Class temperature C 105 120 130 155 180

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 21 di 28

Tab. 2

Suggested temperatures and ageing sub-cycle(*)

Temperature consigliate e sotto cicli dinvecchiamento(*)

Classe di temperatura prevista


Anticipated class temperature

105 C

120 C

130 C

155 C

180 C

200 C

Giorni per sotto ciclo dinvecchiamento


Days per ageing sub-cycle

t1 <tA t2 Gamma consigliata per temperatura dinvecchiamento


Suggested range for ageing temperature

t1
170 160 150 140 130 120 110

t2
180 170 160 150 140 130 120

t1
185 175 165 155 145 135 125

t2
195 185 175 165 155 145 135

t1
195 185 175 165 155 145 135

t2
205 195 185 175 165 155 145

t1
220 210 200 190 180 170 160
(*)

t2
230 220 210 200 190 180 170

t1
245 235 225 215 205 195 185

t2
255 245 235 225 215 205 195

t1
265 255 245 235 225 215 205

t2
275 265 255 245 235 225 215

(tA) C
(*)

12 23 46 7 10 14 21 28 35 45 60

This table, by showing a range for both ageing temperature and length of the ageing sub-cycle, is designed to give exibility to laboratories to choose ageing times and temperatures in such a way as to optimize the use of their manpower and facilities. It accommodates the ideal situation (based on 10 K rule) that allows for doubling the ageing time for every 10 K decrease in ageing temperature (e.g. 1, 2, 4, 8, 16, 32, and 64 days of ageing). It allows the ageing to be done in multiples of one week at the lower ageing temperatures (e.g. 1, 2, 4, 7, 14, 28 and 49 days of ageing). It also allows the ageing to be done in such a way as to maximize the 5-day working week. This involves always starting an ageing sub-cycle on a Friday and the diagnostic tests on a Monday (e.g. 3, 10, 17, 31 and 59 days of ageing).

Scopo di questa tabella che riporta una gamma di valori di temperatura e di durata del sotto ciclo dinvecchiamento, fornire ai laboratori la possibilit di scelta dei tempi e delle temperature dinvecchiamento in modo da ottimizzare lutilizzo del personale e delle attrezzature. La stessa riporta la situazione ideale (basata su una regola di 10 k) che permette di raddoppiare il tempo dinvecchiamento ad ogni diminuzione di 10 k della temperatura dinvecchiamento (ad esempio 1, 2, 4, 8, 16, 32 e 64 giorni dinvecchiamento). Permette che linvecchiamento venga eseguito in multipli di una settimana alle temperature dinvecchiamento inferiori (ad esempio 1, 2, 4, 7, 14, 28 e 49 giorni dinvecchiamento). Permette anche che linvecchiamento venga eseguito in modo da utilizzare al meglio la settimana lavorativa di cinque giorni. Questo contempla sempre lavvio di un sotto ciclo dinvecchiamento di Venerd e le prove di diagnosi di Luned (ad esempio 3, 10, 17, 31 e 59 giorni dinvecchiamento).

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 22 di 28

Fig. 1

Arrhenius graph for comparing a candidate system C with a reference system R


CAPTION

Graco di Arrhenius per confrontare un sistema prescelto C con un sistema di riferimento R


LEGENDA

a b c d e f g h

Thermal classes Time log scale Resulting class of system C System C System R Temperature System R class temperature Reciprocal absolute scale

a b c d e f g h a

Classe termica Scala logaritmica del tempo Classe risultante del sistema C Sistema C Sistema R Temperatura Temperatura di classe del sistema R Reciproco della temperatura assoluta

c b

e g h f

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 23 di 28

ANNEX/ALLEGATO

informative A informativo

BIBLIOGRAPICH REFERENCES
[1]

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

IEC 243(1) (1967), Recommended methods of test for electrical strength of solid insulating materials at power frequencies IEC 455(2), SPecification for solventless polymerisable resinous compounds used for electrical insulation IEC 464, Specification for insulating varnished containing solvent IEC 791 (1984), Performance evaluation of insulation systems based on service experience and functional tests

[2]

[3] [4]

(1) La Pubblicazione IEC 243 (1967) viene sostituita dalla Pubblicazione IEC 243-1 (1988), che stata armonizzata come HD 559.1 S1 (1991), (modificata).
IEC 243 (1967) is superseded by IEC 243-1 (1988), which is harmonized as HD 559.1 S1 (1991) (modified).

(2) La Pubblicazione IEC 455 stata armonizzata come HD 307 (serie).


Harmonized as HD 307 (series).

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 24 di 28

ANNEX/ALLEGATO

normative ZA normativo

Other International Publications quoted in this standard with the references of the relevant European Publications
This European Standard incorporates by dated or undated reference, provisions from other Publications. These normative references are cited at the appropriate places in the text and the Publications are listed hereafter. For dated references, subsequent amendments to or revisions of any of these publications apply to this European Standard only when incorporated in it by amendment or revision. For undated references the latest edition of the publication referred to applies.

Altre Pubblicazioni Internazionali menzionate nella presente Norma con riferimento alle corrispondenti Pubblicazioni Europee
La presente Norma include, tramite riferimenti datati e non datati, disposizioni provenienti da altre Pubblicazioni. Questi riferimenti normativi sono citati, dove appropriato, nel testo e qui di seguito sono elencate le relative Pubblicazioni. In caso di riferimenti datati, le loro successive modiche o revisioni si applicano alla presente Norma solo quando incluse in essa da una modica o revisione. In caso di riferimenti non datati, si applica lultima edizione della Pubblicazione indicata.
Quando la Pubblicazione Internazionale stata modicata da modiche comuni CENELEC, indicate con (mod), si applica la corrispondente EN/HD. Norma CEI

Note/Nota

When the International Publication has been modied by CENELEC common modications, indicated by (mod), the relevant EN/HD applies. Pubbl. IEC Data/Date IEC Publication 34-1(mod) 1983

Titolo/Title Macchine elettriche rotanti Parte 1: Caratteristiche nominali e di funzionamento


Rotating electrical machines Part. 1: Rating and performance

EN/HD HD 53.1 S2 A3

Data/Date 1985 1992

CEI Standard

2-3

60-2 85

1973 1984

High voltage test techniques Part 2: Test procedures Valutazione e classicazione termica dellisolamento elettrico
Thermal evaluation and classication of electrical insulation

HD 566 S1

1990

15-26

216-1

1987*

Guida per la determinazione delle propriet di resistenza alla sollecitazione termica dei materiali isolanti elettrici Parte 1: Guida generale per i metodi di invecchiamento e la valutazione dei risultati di prova
Guide for determination of thermal endurance properties of electrical insulating materials Part 1: General procedures for the determination of thermal endurance properties, temperature indices and thermal endurance proles

15-49

216-2

1974*

Guida per la determinazione delle propriet di resistenza alla sollecitazione termica dei materiali isolanti elettrici Parte 2: Scelta dei criteri di prova
Part 2: List of materials and available tests

15-50

216-3** 216-4** 493-1

1980 1980 1974

505
(*)

1975

Part 3: Statistical methods Part 4: Instructions for calculating the thermal endurance prole Guide for the statistical analysis of ageing test data Part 1: Methods based on mean values of normally distributed test results Guide for the evaluation and identication of insulation systems of electrical equipment

La Pubblicazione IEC 216-1 (1990) armonizzata come HD 611.1 S1 (1992). La Pubblicazione IEC 216-2 (1990) armonizzata come HD 611.2 S1 (1992).
IEC 216-1 (1990) is harmonized as HD 611.1 S1 (1992). IEC 216-2 (1990) is harmonized as HD 611.2 S1 (1992).

(**)

La Pubblicazione IEC 216-3 (1980) + IEC 216-4 (1980) sono sostituite dalla Pubblicazione IEC 216-3-1 (1990), che armonizzata come HD 611.3.1 S1 (1992).
IEC 216-3 (1980) + IEC 216-4 (1980) are superseded by IEC 216-3-1 (1990), which was harmonized as HD 611.3.1 S1 (1992).

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 25 di 28

Pubbl. IEC Data/Dat e IEC Publication 544-1 1977

Norma CEI Titolo/Title Guida per la determinazione degli effetti della radiazione ionizzante sui materiali isolanti Parte 1: Interazione delle radiazioni e dosimetria
Guide for determining the effects of ionizing radiation on insulating materials Part 1: Radiation interaction

EN/HD

Data/Date

CEI Standard

15-107

544-2

1979

Guida per la determinazione degli effetti della radiazione ionizzante sui materiali isolanti Parte 2: Procedure per liraggiamento e le prove
Part 2: Procedures for irradiation

15-90

544-3 544-4 610

1979 1985 1978

611

1978

727-1

1982

792-1

1985

Part 3: Test procedures for permanent effects Part 4: Classication system for service in radiation environments Principal aspects of functional evaluation of electric insulation systems: Ageing mechanisms and diagnostic procedures Guide for the preparation of test procedures for evaluating the thermal endurance of electrical insulation systems Evaluation of electrical endurance of electrical insulation systems Part 1: General considerations and evaluation procedures based on normal distributions The multi-factor functional testing of electrical insulation systems Part 1: Test procedures

Fine Documento

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 26 di 28

NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Pagina 27 di 28

La presente Norma stata compilata dal Comitato Elettrotecnico Italiano e benecia del riconoscimento di cui alla legge 1 Marzo 1968, n. 186. Editore CEI, Comitato Elettrotecnico Italiano, Milano - Stampa in proprio
Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 4093 del 24 luglio 1956 Responsabile: Ing. E. Camagni

2 Macchine rotanti
CEI EN 60034-1 (2-3) Macchine elettriche rotanti. Parte 1: Caratteristiche nominali e di funzionamento CEI 2-5 Macchine sincrone trifasi - Determinazione sperimentale delle grandezze CEI 2-6 Macchine elettriche rotanti - Metodi di determinazione, mediante prove, delle perdite e del rendimento CEI EN 60034-6 (2-7) Macchine elettriche rotanti - Parte 6: Metodi di raffreddamento (Codice IC) CEI 2-8 Macchine elettriche rotanti - Parte 8: Marcatura dei terminali e senso di rotazione delle macchine rotanti CEI 2-9 Macchine con tensione nominale compresa fra 5 e 24 kV - Prove di isolamento delle barre e delle matasse CEI 2-10 Macchine elettriche - Metodi di prova per la misura delle caratteristiche fisiche dei materiali delle spazzole CEI 2-13 Macchine elettriche rotanti - Misura delle perdite con il metodo calorimetrico CEI EN 60034-7 (2-14) Macchine elettriche rotanti - Parte 7: Classificazione delle forme costruttive e dei tipi di installazione CEI EN 60034-12 (2-15) Macchine elettriche rotanti. Caratteristiche di avviamento dei motori asincroni trifase a gabbia, ad una sola velocit, a 50 Hz e per tensioni di alimentazione inferiori o uguali a 660 V CEI 2-16 (EN 60034-5) Classificazione dei gradi di protezione degli involucri delle macchine elettriche rotanti CEI 2-17 Macchine elettriche rotanti - Parte 15: Livelli di tensione di tenuta ad impulso delle macchine rotanti a corrente alternata con bobine statoriche preformate. CEI 2-18 Guida per limpiego e lesercizio di macchine sincrone a rotore liscio raffreddate in idrogeno CEI 2-19 Dimensioni delle spazzole e dei portaspazzole per macchine elettriche CEI 2-20 (EN 60276) Definizioni e nomenclatura per spazzole di carbone, portaspazzole, commutatori e collettori ad anello CEI EN 60034-16-1 (2-21) Macchine elettriche rotanti - Parte 16: Sistemi di eccitazione per macchine sincrone. Capitolo 1: Definizioni. CEI EN 60034-3 (2-22) Macchine elettriche rotanti - Parte 3: Prescrizioni specifiche per macchine sincrone a rotore liscio (turboalternatori) CEI 2-23 Macchine elettriche rotanti - Parte 14: Vibrazioni meccaniche di macchine con altezza dasse uguale o superiore a 56 mm. Misura, valutazione e limiti della intensit di vibrazione CEI EN 60034-18-21 (2-26) Macchine elettriche rotanti Parte 18: Valutazione funzionale dei sistemi di isolamento Sezione 21: Procedure di prova per avvolgimenti a filo Valutazione termica e classificazione CEI EN 60034-18-31 (2-27) Macchine elettriche rotanti Parte 18: Valutazione funzionale dei sistemi di isolamento Sezione 31: Procedure di prova per avvolgimenti preformati Valutazione termica e classificazione di sistemi di isolamento utilizzati in macchine fino a 50 MVA e 15kV, estremi inclusi

Lire NORMA TECNICA CEI EN 60034-18-1:1996-09 Totale Pagine 34

105.000

Sede del Punto di Vendita e di Consultazione 20126 Milano - Viale Monza, 261 tel. 02/25773.1 fax 02/25773.222 E-MAIL cei@ceiuni.it