Vous êtes sur la page 1sur 2

LA VIA D DIO

(Matteo 7:13-14)

Entrate per la porta stretta, perch larga la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono coloro che entrano per essa. Quanto stretta invece la porta e angusta la via che conduce alla vita! E pochi sono coloro che la trovano!

Viviamo in un mondo che ci mette davanti tante opportunit di scelta, se una cosa non piace eccone pronte tante altre a nostra disposizione. La scelta va da cibo, al vestiario,al televisore, non trascurando nessun aspetto della vita che ci circonda. Basta volere e la societ consumistica ha gi subito pronto qualcosa per te, e non bastevole di tutto ci, si studia di inventare sempre pi novit allo scopo di poter lucrare al massimo il desiderio di cambiamento che vi in ogni uomo. Siamo arrivati al punto che accostandosi al trascendentale e quindi allo spirituale, ci viene offerto una svariata panoramica di opportunit e di scelte per ogni tipo di esigenza e di pensiero. Ma . Dio che ne pensa? Per il Signore non esiste quel detto mondano che dice ogni via porta a Dio, sfatiamo questo detto, poich per Lui esistono solo DUE VIE.Tuttavia prima di parlare di queste due vie mi vorrei soffermare su qualche aspetto che ci render pi facile la comprensione del pensiero di Dio. 1. COME DIO VEDE LUMANITA Nel mondo ci sono tante divisioni e barriere a volta insormontabili; i confini tra stati, caste, persone, sessi, generazioni, razze, appartenenza politica e tanto altro che nella maggior parte dei casi possono essere veramente dei muri insormontabili, ci indicano con certezza che viviamo in un mondo dai vari frazionamenti. Non cos per Dio, infatti, lui vede e divide lumanit solo in due classi di persone: i credenti e gli increduli. Beato l'uomo che non cammina secondo il consiglio degli empi, che non si ferma nella via dei peccatori; n si siede in compagnia degli schernitori (Salmo 1:1). Non cos gli empi; anzi son come pula che il vento disperde (Salmo 1:4). Tutti siamo peccatori, come ci rivela la bibbia, ma non per questo dobbiamo continuare a vivere nel peccato. A quale di queste due schieramenti pensi di appartenere? A quale di questi vuoi appartenere? 2. COME DIO SI PROPONE ALLUMANITA La societ moderna frutto delle tante e a volte giuste lotte di liberazione. La storia ci insegna che c sempre stato un oppressore e un popolo che si battuto per la libert, il tutto con costi elevatissimi in vite umane. Sembrerebbe che oggi una parvenza di libert sia stata raggiunta, almeno nel mondo occidentale, ma proprio cosi? Siamo sicuri che ci siamo liberali completamente dalla schiavit? Siamo sicuri che non apparteniamo pi a nessuno se non a noi stessi? Dio parla di due padroni da servire immancabilmente: Dio e Satana. Molti pensano che allontanare Dio dalla propria vita, si liberi e sicuramente liberi da ogni schiavit, ma aim non ci si rende conto che lontano da Dio, si rimane immancabilmente sotto la schiavit del peccato e di Satana. Nessuno pu servire a due padroni, perch o odier l'uno e amer l'altro; oppure sar fedele all'uno e disprezzer l'altro; voi non potete servire a Dio e a mammona (Matteo 6:24). Venite a me, voi tutti che siete travagliati e aggravati, ed io vi dar riposo. Prendete su di voi il mio giogo e imparate da me, perch io sono mansueto ed umile di cuore; e voi troverete riposo per le vostre anime. Perch il mio giogo dolce e il mio peso leggero! (Matteo 11:28-30) Dio si propone come quel Signore (altrove come padre) che vuole si metterci il gioco, ma dolce e leggero, e in pi se siamo stanchi e appesantiti, Egli si offre di darci riposo. Quale padrone pensi che stia servendo? E Dio il tuo Signore? Stai ubbidendo solo a Lui? 3. COSA DIO CI PROPONE

E veniamo ora alle due vie accennato allinizio. Tutte le strade portano a Roma, quante volte abbiamo sentito dire questo detto e forse quante volte noi stessi lo abbiamo citato. La maggior parte delle volte citata per significare che alla fine tutte le strade portano a Dio. E' proprio cosi? Dio la pensa proprio cos? Da quello che troviamo scritto, sembrerebbe proprio di no, infatti, leggiamo:

Entrate per la porta stretta, perch larga la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono coloro che entrano per essa. Quanto stretta invece la porta e angusta la via che conduce alla vita! E pochi sono coloro che la trovano! (Matteo 7:13-14). Come si vede al passo letto, ci sono solo due vie conducono verso l'Eternit: una la via stretta, conduce alla vita eterna; e pochi la seguono. L'altra, la via larga, che conduce alla perdizione eterna, e molti sono quelli che la seguono. Quale via stiamo battendo? Quale meta ci sta aspettando? La perdizione o la vita eterna? Questo ci porta a unaltra riflessione e ad altre domande: a) LA MORTE Quando essa sopraggiunger, ci trover essa preparati? Ci sono due modi di morire: alcuni periscono nel Signore, altri nei loro peccati. Si pu morire solo nel primo o nell'altro modo. Quale abbiamo scelto? b) IL DOPO La bibbia parla di due luoghi e solo due, dove andremo dopo la morte, linferno e il paradiso. Per quelli che fin da quaggi hanno accettato Ges come loro Salvatore, il cielo la meta sicura; per quelli che l'hanno rifiutato, la pena eterna e linferno ci che li aspetta. Quale sar la nostra meta finale? Infatti il salario del peccato la morte, ma il dono di Dio la vita eterna in Cristo Ges, nostro Signore (Romani 6:23). CONCLUSIONE Sempre per restare nellambito delle due vie: Ci sono due modi di vivere quaggi: per s e per il mondo, oppure per Chi per noi morto ed stato risuscitato. E voi non avete ricevuto uno spirito di servit per ricadere nella paura, ma avete ricevuto lo Spirito di adozione, mediante il quale gridiamo: Abb! Padre! Lo Spirito stesso attesta insieme con il nostro spirito che siamo figli di Dio. Se siamo figli, siamo anche eredi; eredi di Dio e coeredi di Cristo, se veramente soffriamo con lui, per essere anche glorificati con lui (Rom. 8:5-14). Per chi vivi tu?
Ci sono due modi di reagire a quanto detto, realizzare per mezzo della preghiera la dipendenza dal

Signore, oppure continuare nell'indifferenza. Come risponderai allappello che Dio oggi ti sta facendo? Prendiamo oggi la giusta decisione, diciamo come Giosu: E se vi sembra sbagliato servire il SIGNORE, scegliete oggi chi volete servire: o gli di che i vostri padri servirono di l dal fiume o gli di degli Amorei, nel paese dei quali abitate; quanto a me e alla casa mia, serviremo il SIGNORE (Giosu 24:15). ACETO GIACOMO