Vous êtes sur la page 1sur 3

Aciclovir

della camera di iniezione a 150 C e quella del rivelatore a 250 C. Iniettare 1 ml della soluzione in esame e 1 ml della soluzione di riferimento. Quando i cromatogrammi sono registrati nelle condizioni prescritte, le sostanze sono eluite nel seguente ordine: acetone, metanolo, 2-propanolo. Continuare la cromatografia per tre volte il tempo di circa 5,3 min). ritenzione dell'acetone (che e valido solo se nel cromatogramma ottenuto Il saggio e con la soluzione di riferimento, la risoluzione tra i pic per chi corrispondenti al metanolo e al 2-propanolo e lo meno 1,0. Nel cromatogramma ottenuto con la soluzione in esame: le aree di eventuali picchi corrispondenti al metanolo e al 2-propanolo non sono maggiori della differenza tra le aree dei picchi corrispondenti del cromatogramma ottenuto con la soluzione di riferimento e le aree dei picchi corrispondenti del cromatogramma ottenuto con la soluzione in esame (0,05 per cento V/V per ciascuna impurezza); l'area di ogni picco, esclusi il picco principale e gli eventuali picchi corrispondenti al maggiore della diffemetanolo e al 2-propanolo, non e renza tra l'area del picco del metanolo del cromatogramma ottenuto con la soluzione di riferimento e l'area del picco corrispondente nel cromatogramma ottenuto con la soluzione in esame (0,05 per cento V/V per ciascuna delle altre impurezze). Materie insolubili in acqua. A 1 ml aggiungere 19 ml di limpida (2.2.1). acqua R. La soluzione e Sostanze riducenti. A 30 ml aggiungere 0,1 ml di potassio permanganato 0,02 M e lasciare al buio per 2 h. La miscela non si decolora completamente. Residuo all'evaporazione. Evaporare 20,0 g a secco a b.m. ed essiccare a 100-105 C. Il residuo pesa non piu di 1 mg (50 ppm). Acqua (2.5.12). Non piu di 3 g/l determinata su 10,0 ml mediante il metodo semimicro. Usare 20 ml di piridina anidra R come solvente. 0968

ACICLOVIR
Aciclovirum

C8H11N5O3

Mr 225,2

DEFINIZIONE
L'aciclovir contiene non meno del 98,5 per cento e non piu dell'equivalente del 101,0 per cento di 2-ammino-9[(2-idrossietossi)metil]-1,9-diidro-6H-purin-6-one, calcolato con riferimento alla sostanza anidra.

CARATTERI
Polvere cristallina bianca o quasi bianca, poco solubile in acqua, molto solubile in dimetilsolfossido, molto poco solubile in alcool. Si scioglie nelle soluzioni diluite di acidi minerali e di idrossidi alcalini.

IDENTIFICAZIONE
Esaminare mediante spettrofotometria di assorbimento infrarosso (2.2.24), in confronto con lo spettro ottenuto con aciclovir SCR.

SAGGI
Aspetto della soluzione. Disciogliere 0,25 g in sodio idrossido 0,1 M e diluire a 25 ml con lo stesso solvente. La limpida (2.2.1) e non piu soluzione e intensamente colorata della soluzione di riferimento G7 (Metodo II, 2.2.2). Sostanze correlate A. Esaminare mediante cromatografia su strato sottile (2.2.27), utilizzando gel di silice GF254 R come sostanza di rivestimento. Preparare le soluzioni immediatamente prima dell'uso. Soluzione in esame. Disciogliere 0,1 g della sostanza in esame in dimetilsolfossido R e diluire a 10 ml con lo stesso solvente. 437

CONSERVAZIONE
Conservare in un recipiente ben chiuso, protetto dalla luce.

Aciclovir
Soluzione di riferimento. Disciogliere 10 mg di aciclovir impurezza A SCR in dimetilsolfossido R e diluire a 20 ml con lo stesso solvente. Diluire 1 ml della soluzione a 10 ml con dimetilsolfossido R. Deporre separatamente sulla lastra 10 ml di ciascuna soluzione. Mantenere le macchie compatte seccandole in una corrente d'aria calda. Lasciar raffreddare la lastra ed eluire per un percorso di 10 cm usando una miscela di 2 volumi di ammoniaca concentrata R, 20 volumi di metanolo R e 80 volumi di diclorometano R. Lasciar seccare la lastra all'aria ed esaminare alla luce ultravioletta a 254 nm. Nel cromatogramma ottenuto con la soluzione in esame, nessuna macchia con un valore di Rf superiore a quello della macchia principale piu e intensa della macchia del cromatogramma ottenuto con la soluzione di riferimento (0,5 per cento). B. Esaminare mediante cromatografia liquida (2.2.29). Soluzione in esame. Disciogliere 50,0 mg della sostanza in esame in 10 ml di una miscela di 20 volumi di acido acetico glaciale R e 80 volumi di acqua R e diluire a 100,0 ml con la fase mobile. Soluzione di riferimento (a). Diluire 1,0 ml della soluzione in esame a 200,0 ml con la fase mobile. Soluzione di riferimento (b). Disciogliere 20 mg di aciclovir SCR e 20 mg di aciclovir impurezza A SCR in una miscela di 20 volumi di acido acetico glaciale R e 80 volumi di acqua R e diluire a 100,0 ml con la stessa miscela di solventi. Diluire 1,0 ml della soluzione a 10,0 ml con la fase mobile. Soluzione di riferimento (c). Disciogliere 7 mg di guanina R in sodio idrossido 0,1 M e diluire a 100,0 ml con la stessa soluzione. Diluire 1,0 ml di questa soluzione a 20,0 ml con la fase mobile. essere eseguito Il procedimento cromatografico puo usando: una colonna di acciaio inossidabile lunga 0,10 m e con diametro interno di 4,6 mm impaccata con gel di silice ottadecilsililato per cromatografia R (3 mm), di flusso di 2 ml come fase mobile, ad una velocita per minuto, una miscela preparata come segue: disciogliere 6,0 g di sodio fosfato monobasico R e 1,0 g di sodio decansolfonato R in 900 ml di acqua R e aggiustare il pH a 3 0,1 con acido fosforico R; aggiungere 40 ml di acetonitrile R e diluire a 1 litro con acqua R, come rivelatore uno spettrofotometro regolato a 254 nm, un iniettore ad ansa. 438 Iniettare 20 ml di ciascuna soluzione. Continuare la cromatografia per sette volte il tempo di ritenzione dell'a valido solo se nel cromatogramma ciclovir. Il saggio e ottenuto con la soluzione di riferimento (b) il numero dei piatti teorici calcolato per il picco dovuto all'impu inferiore a 1500 ed il suo rezza A dell'aciclovir non e inferiore a coefficiente di distribuzione di massa non e 7 (calcolare V0 dal picco corrispondente all'acido acetico). Nel cromatogramma ottenuto con la soluzione in esame: l'area di un eventuale picco corrispondente alla maggiore di quella del picco del cromaguanina non e togramma ottenuto con la soluzione di riferimento (c) (0,7 per cento); l'area di ogni picco, esclusi il picco principale ed un eventuale picco corrispondente alla gua maggiore dell'area del picco nel cromatonina, non e gramma ottenuto con la soluzione di riferimento (a) (0,5 per cento) e la somma delle aree di tali picchi non maggiore di 2 volte l'area del picco del cromatoe gramma ottenuto con la soluzione di riferimento (a) (1 per cento). Trascurare ogni picco con un'area inferiore a 0,05 volte quella del picco principale nel cromatogramma ottenuto con la soluzione di riferimento (a). Acqua (2.5.12). Non piu del 6,0 per cento, determinata su 0,500 g mediante il metodo semimicro. Ceneri solforiche (2.4.14). Non superiori allo 0,1 per cento, determinate su 1,0 g.

DETERMINAZIONE QUANTITATIVA
Disciogliere 0,150 g in 60 ml di acido acetico glaciale R. Titolare con acido perclorico 0,1 M, determinando potenziometricamente (2.2.20) il punto di fine titolazione. Effettuare una prova in bianco. 1 ml di acido perclorico 0,1 M equivale a 22,52 mg di C8H11N5O3.

CONSERVAZIONE
Conservare in un recipiente ben chiuso.

IMPUREZZE

A. 2-[(2-Ammino-6-oxo-1,6-diidro-9H-purin-9-il)metossi]etilacetato

Acido acetico glaciale

B. 2-Ammino-1,7-diidro-6H-purin-6-one (guanina)

G. 2-[[2-(Acetilammino)-6-oxo-1,6-diidro-9H-purin-9il]metossi]etil acetato

C. 2-Ammino-7-[(2-idrossietossi)metil]-1,7-diidro-6Hpurin-6-one

H. 2-[[2-(Acetilammino)-6-oxo-1,6-diidro-9H-purin-9il]metossi]etil benzoato

0590

ACIDO ACETICO GLACIALE


Acidum aceticum glaciale
D. 2-[(2-Ammino-6-oxo-1,6-diidro-9H-purin-9-il)metossi]etil benzoato C 2 H 4O 2

Mr 60,1

DEFINIZIONE
L'acido acetico glaciale contiene non meno del 99,0 per cento m/m e non piu dell'equivalente del 100,5 per cento m/m di C2H4O2. E. 6-Ammino-9-[(2-idrossietossi)metil]-1,3-diidro-2Hpurin-2-one

CARATTERI
Massa cristallina o liquido limpido, incolore, volatile, miscibile con acqua, con alcool, con etere e con diclorometano.

IDENTIFICAZIONE
fortemente acida (2.2.4). A. Una soluzione 100 g/l e F. N-[9-[(2-Idrossietossi)metil]-6-oxo-6,9-diidro-1Hpurin-2-il]acetammide B. A 0,03 ml aggiungere 3 ml di acqua R e neutralizzare con sodio idrossido soluzione diluita R. La soluzione la reazione caratteristica (b) degli acetati (2.3.1). da 439