Vous êtes sur la page 1sur 11

Teoria dellevento

Levento ci che accade e ci che accade la realt. Il tempo una distanza tra eventi misurabile con un orologio. Losservatore osserva gli eventi, losservatore possiede una mente. Osservatore e realt osservata si fondono indissolubilmente. Meccanica quantistica interpretazione a molte menti se non ci sono osservatori la realt indeterminata. Due osservatori forniscono una conferma ontologica della realt tramite la comunicazione. Di conseguenza la realt ontologicamente si fonda sulla parola. Due osservatori convengono che la parola rosso si riferisce alla propria percezione del rosso. Ovvero creano il rosso nella propria mente e di conseguenza nel proprio universo. Infatti ogni mente vive nel proprio universo. Esistono eventi fisici osservati ed eventi psichici nella mente dellosservatore. Quando due osservatori comunicano generano un nuovo universo condiviso. Il concetto di osservatore in fisica riporta il soggettivo nella scienza. Scrivere una parola significa portare nel mondo fisico il mondo psichico. Una parola scritta pu essere letta da tutti. Secondo il senso comune (ragionevolezza) la realt quello che vedono tutti. (mondo fisico) Un pensiero non si vede. Esiste un tempo per ogni osservatore legato agli eventi che osserva. Quando due osservatori concordano sul sussistere di un evento allora sincronizzano il proprio tempo sullevento condiviso (sincronicit). Il tempo il sincronismo della danza delluniverso. Esiste il mondo ed unico. Ogni osservatore possiede una rappresentazione mentale del mondo, quello che conosce sul mondo. Ogni uomo conosce al massimo quello che gli uomini (compreso lui stesso) conoscono del mondo e che hanno sperimentato, memorizzato e condiviso.

Il mondo non pu essere conosciuto completamente, c sempre qualcosa che non conosciamo del mondo. Gli occhi sono uno strumento per osservare il mondo ma anche gli strumenti costruiti dalluomo sono altrettanti occhi sul mondo. Sapere se il tal evento si verificato pu richiede una sofisticata strumentazione nonch teorie logiche di spiegazione (principio di non contraddizione). Eventi che capitano agli altri posso conoscerli solo se me li raccontano (parola). Anche se una perdita di tempo cercare di capire le cause di un evento casuale ogni evento possiede una certa probabilit di accadere.
Nella interpretazione della meccanica quantistica a molte menti al momento della misura luniverso si biforca a livello della rappresentazione nella mente dellosservatore. Noi continuamente osserviamo (misuriamo) gli eventi che si verificano nel mondo con una certa probabilit. er ogni osservatore tale probabilit passa da un certo valore alla certezza. !nche se " una perdita di tempo cercare le cause di un evento casuale ogni evento possiede una certa probabilit di avverarsi e questa probabilit per certi eventi " molto alta. #ulla base di questa probabilit noi possiamo prevedere gli eventi che si verificheranno anche se ogni evento " unico ed imprevedibile. Nella teoria dellevento lattenzione " riposta nel rapporto tra evento ed osservatore.
Se si considera un parametro fisico che rappresenta la realt in una forma approssimativa e non si tiene conto della situazione naturale alla quale esso deve intendersi riferito, si pu correre il rischio di ritenere verosimile, l'impossibile. ogni evento possiede una certa probabilit di avverarsi probabilit che pu essere calcolata da una mente cosciente che ne conosca le cause ora la conoscenza delle cause deve essere precisa poich basta una piccola variazione nelle condizioni al contorno per generare una configurazione distante a piacere.

$gni persona parla ed agisce secondo il proprio spirito. %n una conversazione ogni parola non " detta a caso ma si conforma agli scopi del parlante (teleonomia) in ogni discorso si configura il carattere delloratore secondo i fini che ognuno si prefigge. &siste una logica soggettiva secondo cui ogni discorso si prefigura ma esiste anche una logica del senso comune una logica della ragionevolezza. 'ue osservatori che comunicano forniscono di una valenza ontologica alla realt condivisa. $gni osservatore possiede il proprio punto di vista( la trasformazione tra i punti di vista si fonda sulla comunicazione. $gni punto di vista si evolve nel tempo sulla base dellesperienza. 'ue parlanti modificano il proprio punto di vista definendo una realt condivisa. )a realt " in continua evoluzione. *na realt condivisa pu+ essere definita sulla base di quello che lumanit dice o fa. (sperimenta). 2

'al punto di vista del singolo osservatore il mondo " troppo vasto per poter essere definito come realt certa.
riccardo manzotti ha definito un neologismo a fondamento della coscienza: onfene - momento contingente del divenire essere in relazione con ad ogni istante noi viviamo una onfene la coscienza la capacit di dare significato all'informazione le onfene si compongono come in una scatola cinese dal pi semplice al pi complesso dal livello quantistico fino ai macrosistemi nell'interpretazione a molte menti le onfene definiscono la realt nell'interpretazione della meccanica quantistica a molte menti al momento della misura l'universo mentale dell'osservatore che si biforca. Ogni osservatore possiede una rappresentazione mentale della realt il mondo esiste ed unico sono gli osservatori che lo vedono in maniera differente chi ha ragione? un problema di condivisione tra ci che reale e ci che gli osservatori ritengono reale

)osservatore osserva gli eventi che possono avvenire con un elevato grado di probabilit (vedere un collega di lavoro) levento collassa a certezza (per losservatore) #incronicit- evento che produce uno scambio di informazioni (coincidenza significativa) Tempo- sincronismo della danza delluniverso )evento fisico pu+ provocare un evento psichico (nella mente dellosservatore) $gni osservatore " isolato nel proprio punto di vista Non si pu+ entrare nella testa di una altra persona $gni evento produce delle conseguenze sia fisiche .1 che psichiche .2 (parola) %ntenzionalit- provocare un evento (danzare) (vincoli fisici) )e potenzialit di unaltra persona ci sono sconosciute )ibero arbitrio- ognuno " libero di danzare come meglio crede (potenzialit) (vincoli dellinconscio) $gni uomo sperimenta solo gli eventi della propria vita $gni uomo possiede una rappresentazione mentale del proprio mondo Nellinterpretazione quantistica a molte menti il collasso della funzione donda avviene a livello della rappresentazione mentale dellosservatore $gni evento possiede una probabilit di verificarsi e il collasso di questa probabilit a certezza avviene a livello dellesperienza cosciente dellosservatore /i sono eventi prevedibili .1 ed eventi imprevedibili .2 Non posso prevedere cosa dir+ fra un istante Nel mondo fisico .1 esistono solo due valori di verit 0 vero o falso ,

Nel mondo psichico .2 esistono quattro valori di verit 2 vero falso sconosciuto contradditorio

Il tempo risolve le contraddizioni. Si pu calcolare che all'interno del nostro orizzonte cosmico, pari a una sfera di raggio di circa 41 miliardi di anni luce, sono possibili 10 elevato a 10.122 stati quantici. consideriamo le possibili scelte che possono fare 7 miliardi di persone a livello della costante di plank (stati quantici) un numero finito o infinito? e se finito possibile calcolarlo?
.ondo psichico 3 mondo dei pensieri (coscienza) er un osservatore levento psichico avviene nel proprio spazio0tempo Nel mondo fisico esiste un limite naturale alla velocit la velocit della luce /. Nel mondo psichico non esiste limite per la velocit (in un attimo sono sulla luna) )informazione (pensiero) viaggia a velocit infinita (io 'io) /i sono eventi fisici ed eventi psichici eventi rilevanti ed eventi irrilevanti %l tempo " una distanza tra eventi (fisici psichici) %l tempo fisico pu+ essere misurato con un orologio il tempo psichico no %l tempo " il sincronismo della danza delluniverso )evento fisico " collocato nello spazio e avviene ad un certo tempo (universo) /omunicazione (entanglement) tra cellule. )e cellule comunicano tramite biofotoni mostrando una correlazione quantistica. #econdo enrose queste propriet quantistiche avverrebbero a livello dei microtuboli presenti nelle cellule. $gni cellula risulterebbe connessa a tutte le altre grazie a questo canale di comunicazione. *na comunicazione organica produce un individuo sano una comunicazione disorganizzata produce il cancro. 4ecenti esperimenti sulla emissione di onde elettromagnetiche di questo tipo (biofotoni) da parte delle cellule organiche confermerebbe questa ipotesi. )infinitamente piccolo e linfinitamente grande allinfinito si ricongiungono. (teoria delle stringhe) #incronicit- coincidenze significative tra mondo interno .2 e mondo esterno .1. 5uando la mente sperimenta una coincidenza significativa di fatti allora elabora complesse teorie di spiegazione e ne trae inaspettate deduzioni. *na sincronicit pu+ provocare nella mente dellosservatore una complessa rete di relazioni. )a mente trae delle conclusioni logiche basate sui fatti noti utilizzando una propria logica. 6 impossibile per la mente elaborare tutte le informazioni che percepisce coi sensi infatti presta attenzione solo alle informazioni rilevanti. 1

5uando sosteniamo una conversazione facciamo attenzione alle parole che ci vengono dette cercando di capirne il senso ma " importante anche come ci vengono dette (tono( mimica( ecc.) Nessuna parola in una conversazione " detta a caso e pu+ avere una origine profonda nella mente degli interlocutori( essere profondamente radicata nellinconscio di ciascuno. &sistono dei nuclei psichici che governano il comportamento delle persone e che possono provocare sia eventi psichici che eventi fisici. (carattere) $gni cosa che noi facciamo possiede una causa radicata e memorizzata a livello neuronale a livello di valori. $gni osservatore pianifica gli eventi che intenzionalmente vuol provocare nel proprio spazio tempo. er ovviare allesplosione computazionale dovuta allimpossibilit di elaborare tutte le informazioni che ci arrivano " possibile utilizzare come euristica lelaborazione solo di un sottoinsieme di dati. %n questo modo la realt ci sfugge di mano ma almeno riusciamo a trarre delle conclusioni nel mare di incertezza che ci circonda. 5uesto significa prestare attenzione solo alle informazioni significative. Tutto " rapportato sulla base del nostro punto di vista. )a trasformazione da un punto di vista ad un altro punto di vista si fonda sulla comunicazione. )e informazioni vengono catalogate organizzate e memorizzate in relazione a quanto gi si conosce. er capire un concetto dobbiamo inserirlo in una rete di concetti conosciuti. *n concetto nuovo deve uniformarsi al principio di compatibilit con concetti preesistenti. % concetti trasformano il proprio significato allo scorrere del tempo. %l concetto di elettrone si " modificato sulla base delle nuove conoscenze acquisite storicamente. *na teoria esplicativa pu+ essere molto elegante ed affascinante ma per i fisici dovrebbe essere verificata sperimentalmente. )a conoscenza si sedimenta progressivamente nella mente delluomo. *na informazione che non si conforma con le nostre teorie sul mondo ci rende irrequieti ma poi viene messa nel dimenticatoio. *n osservatore pu+ intenzionalmente modificare la probabilit che si verifichi un evento. #e gioco la schedina modifico la probabilit di vincita dal valore zero a un valore diverso da zero. 8li eventi possono verificarsi con una certa probabilit che pu+ essere calcolata da una mente che ne conosca le cause. )evento incontrare un collega di lavoro sul posto di lavoro " un evento casuale che ha una elevata probabilit di verificarsi. 5uando due osservatori si incontrano possono scambiarsi delle informazioni significative. &siste il mondo fisico .1 e il mondo psichico .2.

Nel mondo fisico un segnale non pu+ viaggiare a velocit superiore a quella della luce nel mondo psichico no( posso pensare di essere sulla luna e in un attimo ci sono col pensiero. &sistono dei nuclei psichici che determinano il comportamento delle persone (carattere) in particolare ogni parola detta deriva dallinconscio del parlante pilotata a livello neuronale sulla base di valori radicati. )a variet del mondo " elevata ma " possibile analizzare i dettagli a livello locale per giungere al livello microscopico del fenomeno (meccanica quantistica) in particolare al livello della costante di plan: (minima azione) 8li eventi si succedono vertiginosamente a partire dal pi; piccolo quanto di azione( la mente fa una sintesi del fenomeno basandosi sulle informazioni significative e pertinenti. (evento) )a probabilit che si verifichi un evento pu+ essere descritta da una equazione matematica del tipo di quelle della meccanica quantistica (onda di probabilit) e quando levento si verifica si ottiene il collasso della funzione donda. %l ruolo dellosservatore( con la propria intenzionalit( risiede nel volgere alla propria volont il susseguirsi degli eventi. er un osservatore ci sono eventi che dipendono dalla propria volont (intenzionali) ed eventi che non ne dipendono (casuali). )a conoscenza di s< consente di raggiungere la consapevolezza delle proprie azioni. )inconscio memorizza tutti gli eventi che viviamo fin dal minimo dettaglio (costante di plan:). )e parole dette da un parlante sono determinate dallinconscio e filtrate dalla coscienza che elabora tutta la base di conoscenza disponibile( in particolare le esperienze e i fatti presenti nella costellazione psichica. )intenzionalit del parlante determina le parole che vengono dette in successione. )a fantasia costituisce una componente fondamentale del mondo psichico. Tramite il linguaggio due parlanti confermano le proprie convinzioni sul mondo. (si scambiano informazioni) )e informazioni scambiate possono essere vere( false o di fantasia. (mondo psichico) 5uando linformazione " vera essa ha un riscontro reale sulla realt fisica dei parlanti. /onferma ontologica della realt. )a parola che fa paura " a fondamento della realt prima psichica .2 e poi fisica .1. /ome ci ha insegnato !urobindo esiste la realt sottile e la realt grossolana. &siste il mondo delle idee .2 e il mondo dei fatti .1 e luomo che " linterazione fra i due .,. (popper) $gni osservatore pu+ conoscere solo gli eventi che osserva. er conoscere il mondo luomo ha a disposizione i cinque sensi e il proprio intelletto. /on i cinque sensi luomo conosce la realt grossolana .1 con lintelletto conosce la realt sottile .2. )e teorie della fisica sono un prodotto dellintelletto .2 ma i fisici desiderano la verifica sperimentale .1. )a verifica sperimentale " il limite stesso che la scienza si pone. 9

%l passaggio dalluno al molteplice si verifica quando si passa da un singolo osservatore ad infiniti osservatori. )a terra (ipotesi di gaia) " vista da sette miliardi di osservatori )a vita pu+ essere intesa come una propriet del pianeta ed " osservata da sette miliardi di osservatori. )a statistica non funziona su un piccolo numero di osservatori deve essere applicata a una popolazione di osservatori. %n particolare si pu+ definire un materialismo platonico della molteplicit. (intelligenza collettiva) %l principio di indeterminazione mina le basi dellesistenza della realt non " pi; certo che esistano degli oggetti reali. Nel realismo strutturale ontico gli oggetti vengono sostituiti dalle rispettive propriet. )elettrone non esiste pi; come particella reale ma esiste solo sulla base delle propriet che lo definiscono. #econdo opper esiste il mondo fisico .1 il mondo psichico .2 e linterazione tra i due .,. %gnazio )icata nel suo libro la logica aperta della mente afferma che losservatore quantistico " un generatore di mondi .1 .2 .,. Nella mente delluomo interagiscono (.,) il mondo fisico .1 e il mondo psichico .2 #econdo il diagramma di >ung0 auli che definisce lo spazio degli eventi esistono eventi fisici .1 ed eventi psichici .2 inseriti in un contesto di energia 2 spazio0tempo. )e propriet del mondo fisico .1 e del mondo psichico .2 sono complementari %n particolare per quanto riguarda il mondo fisico .1 esse sono- causalit( razionalit( il caso( " finito( la terra per quanto riguarda il mondo psichico .2 esse sono- sincronicit( irrazionalit( 'io( " infinito( i cieli %n questo schema si possono inserire tutti gli eventi delluniverso sia fisici che psichici. Nella mente delluomo risiede linfinito e questo potrebbe essere dovuto (edelman) alla presenza di mappe neuronali rientranti che causerebbero la ricorsivit del pensiero. )a fantasia delluomo " infinita( un parlante potrebbe pronunciare infinite parole( per esempio i numeri. u+ una macchina pensare? (intelligenza) %l computer " una macchina intelligente e internet " lanima del mondo creata dagli uomini. *n programma per computer pu+ generare un ciclo infinito (loop). )e tre leggi della robotica di !simov ci assicurano che un computer non si ribeller mai al suo creatore. )a fantasia " la capacit della mente di immaginare scenari nuovi di creare nuove idee. (infinito) *n computer non ha fantasia. (finito) *n computer ripete procedure gi pensate dal programmatore. $ra si pone un quesito- un teorema matematico esiste gi nel mondo delle idee? *n teorema matematico viene riscoperto o viene creato dal matematico? =

Nel mondo psichico .2 esiste gi il progetto del mondo o viene generato nel tempo? (evoluzione) #e il mondo fosse un grande calcolatore tutto sarebbe gi presente nel programma. #e ogni evento fosse determinato dalle proprie cause un osservatore che conoscesse tutte le cause potrebbe prevederne levoluzione nel tempo. )a meccanica quantistica introduce un elemento di indeterminazione levento singolo non " prevedibile. %l pensiero .2 non " prevedibile. Non so cosa penser+ fra un istante. #econdo il principio di massima diversit esisterebbe una tendenza verso il massimo di fantasia e creativit ed " un principio simile ed opposto al principio di massima entropia o massimo di uniformit. $gni persona " diversa dallaltra singolarmente ed utilizza una filosofia personale e idee originali mentre un gruppo di persone pu+ condividere un pensiero o una ideologia comune (uniforme). &siste limmaginario personale e limmaginario collettivo in cui la fantasia del singolo (regista) viene condivisa da molte persone. Nella logica del senso comune (ingenua) la collettivit sperimenta una visione fantastica condivisa. )immaginario collettivo pu+ determinare una realt condivisa seguendo i vincoli del possibile. /i+ che " impossibile a me pu+ essere possibile a te. %n questo modo la collaborazione di tante teste pu+ rendere possibile ci+ che sembrava impossibile. )a teoria dellevento " una teoria del tutto( un evento " ci+ che accade e ci+ che accade " la realt. *n osservatore osserva gli eventi accadere( un osservatore " qualsiasi sistema in grado di far collassare la funzione donda quantistica. *n essere umano " losservatore per eccellenza e anche testimone degli eventi. )a chiaroveggenza prevede gli eventi futuri sia fisici .1 che psichici .2. )a scienza vuole prevedere gli eventi fisici .1. %l mondo fisico .1 " finito il mondo psichico .2 " infinito. 8li eventi futuri possono accadere con una certa probabilit. )a teoria dellevento studia la funzione di probabilit che governa laccadere degli eventi e nel far ci+ si avvale di concetti quantistici. !nche se " una perdita di tempo cercare di capire le cause di un evento casuale non di meno la conoscenza delle cause pu+ determinare la probabilit che un evento accada (de finetti). #e lancio in alto un sasso " molto probabile che questo ricada a terra a meno di non finire in orbita. *n concetto fondamentale nel fenomeno del collasso della funzione donda " la risonanza. er esempio un laser " un fenomeno di risonanza in cui una concordanza di fase produce un effetto unico e potente( le coincidenze di fase producono un evento unico e di grande energia. Nellesperimento della doppia fenditura in cui passano i fotoni (anche uno alla volta) la concordanza di fase della funzione donda produce le caratteristiche figure di interferenza. @

)a concordanza di fase si verifica anche a livello di comunicazione tra osservatori. !nche se la logica del senso comune " quella condivisa nondimeno nessuno la usa( ognuno (e siamo tutti diversi) utilizza una propria logica di ragionamento. *na ideologia " un esempio di concordanza di idee a livello collettivo di grande potenza che pu+ essere ricondotta al concetto di risonanza. %l pensiero condiviso pu+ produrre anche effetti di grande forza a volte devastanti. (hitler) %l gatto di shroedinger 2 il sistema " descritto da una unica funzione donda quantistica a causa della decoerenza ad un certo istante di tempo il gatto muore ad un certo istante di tempo in cui losservatore apre la scatola la funzione donda globale collassa e il gatto " vivo o morto. )a risonanza di tutti gli atomi presenti nella scatola produce la funzione donda globale. %l fatto che il gatto sia vivo o morto dipende dal parametro BtempoC del sistema e dellosservatore. %nfatti prima o poi il gatto morirebbe comunque. )a sincronizzazione del tempo del sistema e il tempo dellosservatore determina lo stato del collasso della funzione donda. )evento aprire la scatola determina il collasso della funzione donda globale. )operazione di misura di uno stato determina il collasso della funzione donda che lo descrive. )evento di un osservatore che osserva il risultato della misurazione determina il collasso della funzione di probabilit dellevento misurato. )a decoerenza si allaccia al concetto di onfene di riccardo manzotti- essere in relazione con( particelle che sono in qualche relazione con altre. &ssere in relazione a livello di comunicazione e quindi di scambio di informazioni avviene anche tramite un colloquio. *n colloquio pu+ essere di diversi tipi- colloqui di lavoro( colloquio psicanalitico( colloquio per un esame universitario( o anche chiacchiere al bar. %n tutti questi casi esiste una interazione tra gli interlocutori che influenza la rappresentazione mentale di entrambi della realt. %l colloquio " un evento che possiede due aspetti uno fisico .1 e uno psichico .2 ovvero le informazioni che si sono scambiate. $gni osservatore che possiede una mente ha anche una rappresentazione mentale della realt .2. $gni osservatore colloca gli eventi futuri nel proprio spazio0tempo ( nella propria rappresentazione del mondo. $gni osservatore suddivide gli eventi nel tempo passato presente e futuro. $gni osservatore assegna una probabilit ad ogni evento futuro sulla base della propria conoscenza ('e Dinetti). A

)a probabilit assegnata agli eventi futuri pu+ seguire una logica fuzzF (infiniti valori di verit). )osservatore cavalca levento presente (il suo essere vivo). )a probabilit che avvenga levento passa da un insieme infinito di valori al valore certezza quando levento si verifica nella realt (collasso della funzione donda) e pu+ essere descritta matematicamente da una funzione simile allequazione donda utilizzata in meccanica quantistica. #e levento previsto dallequazione non si verifica il valore di probabilit diventa falso. Dintanto che il tempo dellevento non " ancora arrivato levento si trova in uno stato sovrapposto di vero e falso solo nel momento in cui losservatore osserva levento esso collassa a vero o falso. erch< ci sono tanti uomini che non sono osservatori? *n osservatore " un sistema in grado di far collassare la funzione donda quantistica. *n sistema di misura progettato dalluomo " in grado di far collassare la funzione donda. *n osservatore crea mentalmente la propria funzione donda quantistica a infiniti valori di verit. %l sistema di misura " descritto da una funzione donda che pu+ collassare ad un valore vero o falso. #e losservatore vuol misurare un onda vede unonda se vuol misurare una particella vede una particella. *n uomo " un osservatore di un evento quando possiede una teoria esplicativa dellevento stesso e con la misura (esperimento) vuol confermare o confutare la propria teoria (ragionatore) &sistono eventi prevedibili ed eventi imprevedibili( la teoria dellevento funziona sugli eventi prevedibili dalla teoria stessa( ovvero dalla conoscenza delle cause che determinano levento. !d ogni evento prevedibile viene associata una probabilit di verificarsi( probabilit governata da leggi quantistiche (leggi del microcosmo che valgono anche nel macrocosmo). )e sincronicit sono eventi imprevedibili.

1E

11