Vous êtes sur la page 1sur 4

Parrocchia S.

Pio X
Conegliano
Comunione ad anziani ed infermi.
Riti iniziali
Il ministro straordinario della Comunione, entrando dal malato,
rivolge a lui e a tutti i presenti un fraterno saluto. Lo pu fare con
queste parole:
La pace del Signore sia con voi.
Poi, deposto il Santissimo su una mensa opportunamente preparata,
lo adora con i presenti, facendo una genuflessione. Lo pu fare con la
seguente antifona, osservando per sempre un breve silenzio.
O sacro convito, in cui Cristo nostro cibo,
si perpetua il memoriale della sua Pasqua,
lanima nostra colmata di grazia,
e ci dato il pegno della gloria futura.
Oppure:
Ecco il pane degli angeli,
pane dei pellegrini,
vero pane dei figli.
uon Pastore, vero pane,
o !es" piet# di noi$
nutrici e difendici,
portaci ai beni eterni
nella terra dei viventi.
uindi, secondo l!opportunit", il ministro pu aspergere con l!acqua
benedetta l!infermo e la stanza, dicendo la formula seguente:
%avviva in noi, Signore,
nel segno di questacqua benedetta,
il ricordo del nostro battesimo
e la nostra adesione a Cristo Signore,
crocifisso e risorto per la nostra salvezza.
Il ministro inviti poi l!infermo e i presenti a fare l!atto penitenziale:
&ratelli, riconosciamo i nostri peccati
e c'iediamo perdono al Signore
per essere degni di partecipare a questo santo rito
insieme al nostro fratello infermo.
Poi tutti insieme fanno la confessione:
Confesso a (io onnipotente e a voi fratelli c'e 'o molto peccato
in pensieri, parole, opere e omissioni,
per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa.
E supplico la beata sempre vergine )aria,
gli angeli, i santi e voi, fratelli,
di pregare per me il Signore (io nostro.
Oppure:
Signore, c'e nel tuo mistero pasquale
ci 'ai meritato la salvezza, abbi piet# di noi.
%$ Signore piet#.
Cristo, c'e nelle nostre sofferenze rinnovi sempre le meraviglie
della tua passione, abbi piet# di noi.
%$ Cristo piet#.
Signore, c'e con la comunione al tuo Corpo ci rendi partecipi del
tuo sacrificio, abbi piet# di noi.
%$ Signore, piet#.
Il ministro conclude:
(io onnipotente abbia misericordia di noi,
perdoni i nostri peccati,
e ci conduca alla vita eterna.
*men.
Lettura della Parola di Dio
# questo punto, se $ %omenica ed $ opportuno, si pu leggere il
&angelo della messa festiva e dire due parole sul vangelo o sull!omelia
ascoltata in c'iesa. #ltrimenti si pu leggere uno di questi brani:
+o sono il pane vivo disceso dal cielo.
Se uno mangia di questo pane vivr# in eterno
e il pane c'e io dar, la mia carne
per la vita del mondo -!v ., /01.
+o sono la via, la verit# e la via.
2essuno viene al Padre se non per mezzo di me -!v 03,.1.
+o sono la vite e voi i tralci.
C'i rimane in me e io in lui, fa molto frutto,
perc'4 senza di me non potete far nulla -!v 0/,/1.
Secondo l!opportunit", a questo punto si possono recitare delle
preg'iere spontanee.
Riti di comunione.
Il ministro invita tutti alla preg'iera con queste o altre parole:
E ora, tutti insieme, rivolgiamo al Padre
la preg'iera c'e !es" ci 'a insegnato$
Padre 2ostro...
Il ministro fa l!ostensione del Santissimo Sacramento dicendo:
eati gli invitati alla cena del Signore.
Ecco l*gnello di (io c'e toglie i peccati del mondo.
L!infermo dice:
O Signore, non sono degno di partecipare alla tua mensa,
ma di soltanto una parola e io sar, salvato.
Il ministro:
+l Corpo di Cristo.
L!infermo:
*men
Secondo l!opportunit", si pu sostare alquanto in silenzio. L!infermo
pu essere aiutato con un po! d!acqua a deglutire la particola.
uindi il ministro dice:
Preg'iamo,
Signore Padre santo,
la comunione al Corpo del tuo &iglio
protegga e conforti questo nostro fratello,
gli rec'i sollievo nel corpo e nello spirito
e sia per lui pegno sicuro di vita eterna.
Per Cristo nostro Signore. *men.
Oppure, nel (empo Pasquale:
+nfondi, Signore, nei tuoi fedeli
lo Spirito del tuo amore,
perc'4 vivano concordi nel vincolo della tua carit#
coloro c'e 'ai saziato con i sacramenti pasquali.
Per Cristo nostro Signore. *men.
uindi il ministro invocando la benedizione di %io e facendo su se
stesso il segno della croce dice:
+l Signore ci benedica, ci preservi da ogni male
e ci conduca alla vita eterna. *men.