Vous êtes sur la page 1sur 4

CALENDARIO CRONOLOGICO

26 settembre h. 20.30 | Teatro Fabbricone


ORI! LACO!TE | ENC"CLO#$DIE DE LA #AROLE %F&
!'ITE N() "ABC"
Un direttore dorchestra dirige un coro multilingue di ventidue performer che riproducono una partizione di
quaranta estratti del catalogo dellEncyclopdie, unimmensa collezione di documenti sonori registrati in un
sito-archivio nellambito di un progetto corale di ricerca sulloralit di Joris Lacoste. Un coro che entra
musicalmente nelle parole, riproducendone altezza e intensit, ritmo e durata delle sillabe, sfumature di
timbro e cadenze gergali, allitterazioni e tic verbali e compone cos una partitura ipnotica, eseguita da
continui cambi di interpreti e posizionamenti nello spazio, che attiva rispecchiamenti e modula distanze.
26 * 2+ * 2, settembre- 2 * 3 * . ottobre h. )6| E/ Chiesa 0i !an Gio1anni
2ATIA GI'LIANI %IT&
CRA!34 5 #rimo tentati1o 0i 67ari6ione o 0i b7on a7s8icio
ompere oggetti ! un rito arcaico che veniva compiuto dalle civilt antiche per allontanare le forze
malvagie, scacciare i demoni e gli oscuri presagi per il futuro. Crash! ! un progetto dove i partecipanti sono
invitati a compiere unazione catartica e liberatoria, un rito gestuale pensato per uno spazio privato, intimo,
personale e personalizzabile a seconda delle proprie esigenze. "a attenzione# $hi rompe paga#
26 settembre h. ).5), | s8a9io2
FO!CA %IT&
#ITONELIE
Laboratorio di indagine su altri discorsi condotto da Maria Caterina Frani
Uno studio corale vocale che fuoriesce dagli alfabeti condivisi verso la creazione di un idioma originale.
Una glossolalia collettiva. %artendo dalla vocalit personale di ogni partecipante e la musicalit del
linguaggio di alcuni animali, in una unica giornata di studio si costruir una partitura sonora e fisica,
attraversando i luoghi abbandonati e inusuati della voce, che verr presentata poi la sera stessa come live
performance negli spazi di &ia 'enova (nterno ) a %rato.
2+ settembre h. 20.30| Teatro Fabbricone
:ARTIN !C3IC2 ; DA:IR TODORO<IC %C35R!&
3OLIDA" ON !TAGE
'iocando ironicamente con clich*, citazioni ed estetica della vita quotidiana, Holiday On Stage !
un+indagine di "artin ,chic- e .amir /odorovic sulle forze seduttive e sulle strategie della nostra societ
occidentale moderna, sulla politica futura e sulleconomia umana. Lo si potrebbe definire un vero e proprio
+0estern+.
2+ settembre h 22 | !8a9io 2
IN='ANTO TEATRO %IT&
GREETING! FRO: ORLANDO
$hi ! 1rlando2 .ov+!2 .icono che sia diventato pazzo, che non sia pi3 lo stesso. $on un casting
cinematografico, cerchiamo il nostro paladino oggi, la sua sincerit di fronte allo spettatore, il suo eterno
incomprensibile amore. Un altro 1rlando 4urioso2 /utt+altro, quello che vi presentiamo ! un poema per
fotogrammi, l+anteprima di un -olossal contemporaneo.
2, settembre h. )+ | Teatro Fabbricone
"AN D'"<ENDA2 ; ROGER >ERNAT %C35E&
#LEA!E- CONTIN'E %3A:LET&
Un vero processo, un reale caso di omicidio giudicato da veri avvocati, procuratori e giudici, con il pubblico
chiamato a esprimersi sullimputato 5mleto, accusato da 1felia dellomicidio di %olonio, con 'ertrude
testimone. Utilizzando una storia vera con le caratteristiche di una tragedia classica e trasformandola in
teatro, oger 6ernat e 7an .u8venda- rendono tangibile la complessit stratificata delle nostre procedure
legali.
2+ 5 2, * 2? 5 30 settembre- ) * 2 * 3 * . ottobre h. )+ | Teatro Fabbrichino
CO:#AGNIA T#O %IT&
>A:>OO
.edicata ai bambini, Bamboo ! una breve azione teatrale seguita da un atelier di giardinaggio urbano
allaperto, allestita nel nuovo giardino del /eatro 4abbrichino. (l protagonista della performance, 6u, che
vive di fronte ad un cortile grigio e abbandonato, colora i muri scrostati e cadenti e popola di piante il cortile
triste e vuoto. 5 poco a poco o spazio abbandonato si trasforma in un giardino per s* e per gli altri.
2, settembre h. 2)| Teatro :a6no@Ai * !a@a Teatro
:A!!I:ILIANO CI<ICA %IT&
LETT'RE DAL ='ADERNO RO!!O
seminario B s8ettaco@o s7@@Carte 0e@ teatro
(l 9:uaderno rosso9 ! un quaderno di appunti su cui il regista "assimiliano $ivica ha trascritto frasi,
aneddoti, riflessioni e pensieri di personaggi di teatro e cinema; ,tanisla0s-<i, .e 4ilippo, .+5mico, enoir,
"oscato... 5prendo a caso il :uaderno il regista comporr un viaggio=conversazione nella storia del teatro
a partire dalle suggestioni delle testimonianze lette.
2, settembre h 22.30| !8a9io 2
CANI %IT&
D0o88io
.ue corpi in sincrono, quelli di >icola $isternino e Jacopo Jenna, coreografati da amona $aia, Jacopo
Jenna e 'iulia "ureddu,cercano la fase, l+accordo, il punto di incontro nel tempo e sull+onda. (nventano un
costrutto linguistico laddove non appare che un unico flusso emotivo. ,i fanno evidenziatori di sintagmi,
estraggono dal magma microstrutture e le dispongono come frammenti di un possibile dialogo oltre lo
specchio.
2? settembre h. ).5), | !8a9io 2
>ARO2T3EGREAT %IT&
#ALE!TRA E!#RE!!I<A
Laboratorio
Una vera palestra dove si misura la propria agilit fisica con l+agilit interpretativa, quella che ti fa creare i
tuoi movimenti entrando nel tempo della danza. Un laboratorio che nasce dalla necessit di sperimentare
una forma di allenamento alla danza. 4onda le radici nella relazione tra sport e arte esaltando alcuni aspetti
comuni come la preparazione atletica e lutilizzo di elementi della ginnastica, il valore della qualit artistica
e del talento visibile nellespressione corporea, la performance come azione dal vivo.
?@ settembre h A@.?@
ACCADE:IA DEGLI ARTEFATTI %IT&
IO CALI>ANO
:uesto ! lultimo e nuovo episodio della serie I, Shakesperare che 4abrizio 5rcuri desume dai ritratto che
/im $rouch fa del mostro $alibano, figlio della strega ,icorace, illuminato dallidea di dare vita ad una
nuova razza che sarebbe nata dal suo incontro carnale con "iranda. $ondividendo la scena con delle
marionette, $alibano fa un affondo nelle sue memorie, riemerge dai postumi dei suoi giochi magici e di una
bottiglia di vino di troppo.
30 settembre h. 22 | Teatro :a6no@Ai
I1ana :E@@er %F&
DE ARE !TILL DATC3ING
5 partire dalla lettura di un testo, ogni spettatore ha modo di individuare il proprio ruolo allinterno di una
comunit chiamata a prendere alcune decisioni. La realt scivola nella finzione e viceversa, aprendo curiosi
interrogativi sul rapporto tra il gioco del teatro e lesperienza di vita vissuta.
30 settembre h ))5)+ B s8a9ioF
FANN";ALEGANDER %IT&
I:#RONTA
Laboratorio
Laboratorio dedicato all(mpronta, un particolare processo in cui lattore fa spazio dentro s* a un carattere,
a unessenza o personaggio e gli permette di occupare totalmente questo spazio lasciando unorma, un
segno, una traccia pi3 o meno forte prima che esca ancora e si manifesti allesterno.
) ottobre h )+.30 e h ),.30 | #ia99a 0e@@e Carceri
CO:#AGNIE "OANN >O'RGEOI! %F&
CA<ALE
Un poema in cui la caduta ! trattata come una trama, ripetuta e variata su una scala che non porta da
nessuna parte, un teatro polisemico nel quale le immagini si formano senza mai fermarsi. .ue uomini
gemelli, dalle sembianze di un ,isifo scisso, gravitano e si abbandonano al vuoto in continuazione.
) ottobre h. 20.30 | Teatro Fabbricone
ACCADE:IA DEGLI ARTEFATTI %IT&
I- !3A2E!#EARE 5 IO CINNA
Un altro episodio della serie I, Shakesperare rielaborato da 5rcuri traendolo da /im $rouch. (n Cinna, il
Giulio Cesare di ,ha-espeare attraverso gli occhi e le parole di un ciondolante poeta che fa brutti sogni, e
che non smette di trovarsi sempre nel posto sbagliato al momento sbagliato, condannato a riscrivere la
propria storia, a ricomporre la propria poesia.
) ottobre h. 22 | Teatro Fabbricone
R3IHO:E B C3LO$ :OGLIA %F&
R3IHI2ON
hizi-on ! una proposizione allegorica, cos come pure fisica, visuale e auditiva, che mira a portare
sensazioni, sentimenti, domande, sogni, riflessione, intorno al problema di entrare nella recitazione, in
continua evoluzione, mettendo in pericolo se stessi.
2 * 3 * . ottobre h. 20 | TEATRO :AGNOLFI
ELENA >'CCI B CLA'DIO :ORGANTI %IT&
RECITA DELLIATTORE <ECC3IATTO NEL TEATRO DI RIO !ALICETO
testo 'ianni $elati
%er la prima nazionale del suo nuovo lavoro $laudio "organti trae da un racconto di 'ianni $elati il
pretesto per mettere in scena la storia di 5ttilio &ecchiatto BCDC@-CDD?E, 9un attore italiano di fama
internazionale, ammirato da Laurence 1livier, Jeanne "oreau e molti altri che, nonostante la notoriet
all+estero, non ! riuscito a trovare lavoro da nessuna parte, tranne che nel piccolo teatro di io ,aliceto.
2 ottobre h 2).30 | Teatro Fabbricone
>A>ILONIA TEATRI %IT&
E!'! * ter9a a88ari9ione
(n fase di preparazione e alla sua terza apparizione in previsione del debutto a "odena, esus ! uno
spettacolo che a partire dalla figura di 'es3 indaga il ruolo della religione nella nostra vita. Una riflessione
sul nostro bisogno di interrogarci, di credere, sul suo aspetto pi3 intimo, ma anche su quello sociale. %er
confrontarci con l+inquietudine insita in ognuno, col bisogno di dare un ordine al caos e di trovare risposte.
2 ottobre h 22.30| !8a9io 2
CODICE I<AN %IT&
O'RNAL! oA C'RACIJN K)
@ett7raBconcerto 0a :o0ern Nat7re 0i D. arman
Lacerando la superficie di contenimento tutto scivola e si compone con altre leggi; una <am, in cui musica,
parole e immagini creano un giardino utopico; le piante aiutano a prendersi cura di noi stessi.
3 ottobre h 22 | !8a9io 2
:ARINA GIO<ANNINI %IT&
#'NTO !'LLA FOR:A
Lassolo nasce dal desiderio di indagare il concetto di fragilit, attraverso le terminazioni nervose di un
corpo che diventa costruttore di senso. F questo un luogo di mezzo, uno spazio in bilico dove ! il corpo
stesso a costruire un significato attraversando la dimensione intima e quella pubblica, creando un ponte tra
arte e vita.
CLA'DIA CATARHI %IT&
!'L #'NTO
Uno studio sul momento dell+addormentamento, una doppia osservazione, fisica muscolare e cerebrale su
questa Gterra di confineH in cui l+attivit corporea della muscolatura volontaria va ad esaurirsi e in cui la
forma del pensare si trasforma.
3 * . ottobre h. ),| ALTRI !#AHI
TON" CLIFTON CIRC'! %IT&
:I!!IONE ROO!E<ELT
Un esperi enza urbani st i ca, una perf ormance part eci pat a i n cui i l pubbl i co, accomodat o su
una sedi a a rot el l e, si t rasf orma i n un pi ccol o pl ot one, per at t raversare l a ci t t , l a
met af ora del l o svant aggi o at t raverso l a qual e conqui st are l o spazi o.
. ottobre h. 2).30 | Teatro Fabbricone
O!2AR GJ:EH :ATA B CO:#AGNIE LIALA2RAN %C3&
LA :AI!ON DIANTAN
(spirato a una favola di . L. ,tevenson, !a casa di Eld non ! un semplice spettacolo ma un atto di
scambio pubblico creato con il coinvolgimento di bambini e ragazzi del territorio, che agiscono in scena
accanto agli attori. Uno spettacolo tanto luminoso e gioioso quanto oscuro e misterioso, come lambigua
atmosfera originale della favola.