Vous êtes sur la page 1sur 80

OSSERVATORIO

NAZIONALE SULLE
MANIFESTAZIONI
SPORTIVE

Rapporto 2014
Dati della stagione 13/14
Comparazione con altre
stagioni
D.A.Spo
Educazione alla legalit
Formazione e
comunicazione

Universit Federico II - Napoli


IL MONDO ACCADEMICO IN CAMPO PER LA SICUREZZA
28 ottobre 2014 - Giornata di studio con il coinvolgimento del mondo accademico per un'analisi
scientifica dei dati statistici e per l'elaborazione di proposte da parte di esponenti della sociologia, della
psicologia, dell'economia e del design ambientale degli stadi.

OSSERVATORIO NAZIONALE
sulle MANIFESTAZIONI SPORTIVE

Rapporto 2014

MINISTERO DELLINTERNO
Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive
Piazza del Viminale, 1 00184 Roma
www.osservatoriosport.interno.gov.it

Indice
Capitolo 1
I dati della stagione 2013-2014

1.1 Highlights

1.2 - I numeri del calcio in Italia

1.3 - I dati della stagione

1.4 - Il confronto con la stagione 2005/2006

10

1.5 - Risultati conseguiti dettaglio


1.5.1 - Serie A, B e Lega Pro

11

1.6 - Gli spettatori

13

1.6.1 - serie A

13

1.6.2 - serie B

14

1.6.3 - Lega Pro

15

1.6.4 - Tim Cup/Coppa Italia Lega Pro, incontri


internazionali e serie minori

16

1.6.5 - Tim Cup/Coppa Italia Lega Pro

16

1.6.6 - Incontri internazionali

17

1.6.7 - Serie D e campionati dilettantistici

20

11

1.7 Tifoserie

21

1.7.1 - Gli scontri

21

1.7.2 Feriti
1.8 - Arrestati e denunciati

22
24

1.9 Gare disputate allestero

24

Capitolo 2
D.A.SPO. - Monitoraggio e analisi

25

2.1 - I D.A.SPO. sul territorio nazionale

25

2.2 - I D.A.SPO. in ambito calcistico

26

2.2.1 - motivi

26

2.2.2 I luoghi dei disordini

26

a) I campionati

27

b) I soggetti

28

b.1) per tifoserie

28

b.2) per et

29

b.3) per ruolo

29

c) I ricorsi

29

4.2 - D.A.SPO. rilevazioni statistiche

33

Capitolo 3
Lattivit delle Specialit della Polizia di Stato

51

3.1 - Polizia Ferroviaria

51

3.1.1 - Flussi delle tifoserie in ambito ferroviario

51

3.1.2 Flussi delle tifoserie in ambito ferroviario in relazione


al numero di trasferte

53

3.1.3 Impiego degli operatori Polfer nei servizi di ordine


pubblico connessi con la movimentazione dei tifosi

54

3.1.4 - Dettaglio relativo allimpiego di operatori Polfer in


relazione alla movimentazione di tifosi registrata nei vari
Compartimenti durante il campionato 2013/2014

56

3.1.5 - Problematiche generate dalle tifoserie in ambito


ferroviario nel corso della stagione calcistica 2013/2014

57

3.1.6 - Dettaglio relativo ad alcune problematiche rilevate

58

3.2 Polizia Stradale

59

3. 3- DIGOS

62

Capitolo 4
Gli altri Enti

65

4.1 - Analisi degli episodi di violenza ai danni degli Ufficiali di


gara

65

4.2 Procura federale FIGC

70

4.3 Ferrovie dello Stato

71

4.4 Autogrill S.p.A.

72

Capitolo 5
Varie

73

5.1 - Legislazione nazionale e confronto internazionale

73

5. 2 - Le misure della Task force per la sicurezza delle


manifestazioni sportive

73

Capitolo 1
I dati della stagione 2013-2014
1.1 - Highlights

1.2 - I numeri del calcio in Italia1


Il gioco del calcio, con 1.362.406 tesserati della FIGC (calciatori,
tecnici, forza arbitrale e dirigenti), lo sport pi praticato in Italia.
Nel corso di ogni stagione sportiva sono 605.323 le partite ufficiali
disputate tra le serie professionistiche ed i campionati dilettantistici,
organizzati dalle diramazioni territoriali della FIGC.
12.328.100 il totale spettatori presenti allo stadio del calcio
professionistico.

Fonte: Report calcio 2014, FIGC, aprile 2014, Roma.

Da unindagine demoscopica della Lega di serie A emerso che


circa 22 milioni di cittadini italiani si dichiarano tifosi di calcio (il 48,5%
della popolazione censita). Di questi, il 98% segue il calcio in televisione
e solo uno su tre dichiara di essere andato, nel corso della stagione,
almeno una volta alo stadio.
La prevalenza dello spettatore televisivo rispetto a quello da stadio
confermata dai dati della serie A dellultima stagione: circa 9 milioni gli
spettatori per le gare di serie A per lintera stagione, mentre, la media
spettatori televisivi, per ogni giornata calcistica, di 9.200.000.
Tale situazione giustifica una percezione della sicurezza negli
stadi, spesso distorta rispetto alla realt. La medesima indagine
demoscopica dimostra infatti che il 56% delle persone che si dichiarano
tifosi di calcio il 98% dei quali guarda la partita in tv riferisce che
percepisce lo stadio come luogo insicuro. Tale percentuale si riduce al di
sotto del 10% se la medesima domanda posta ai tifosi che frequentano
lo stadio.
Durante il campionato 2013-2014 dato che sostanzialmente si
conferma di stagione in stagione il Dipartimento della Pubblica
Sicurezza, attraverso il Centro Nazionale di Informazione sulle
Manifestazioni Sportive dellUfficio Ordine Pubblico, ha monitorato 2.689
incontri di calcio di cui 382 di serie A, 473 di serie B, 1.143 di lega pro,
464 di campionati dilettantistici, 37 di incontri internazionali, 181 di Tim
Cup e Coppa Italia Lega Pro, 9 amichevoli.
Particolarmente significativa appare la comparazione dei dati
relativi allaffluenza allo stadio delle top division europee.
La Premier League inglese, con quasi 16,9 milioni di spettatori,
rappresenta nel 2012/2013 il campionato europeo con la maggior
presenza di pubblico, seguita da Germania (quasi 15,4 milioni) e Spagna
(13,4 milioni). LItalia si posiziona dunque al quarto posto con i suoi 9,8
milioni circa di spettatori.
Ancora pi interessante appare il dato relativo al riempimento
della capienza degli impianti che raggiunge il 92% in Inghilterra e l89% in
Germania, per scendere al 71% in Spagna, al 66% in Francia e al 52% in
Italia.
In termini di affluenza media per partita in campionato, con
22.591 spettatori la serie A italiana nel 2012/2013 si colloca al quinto
posto nella graduatoria mondiale, classifica nella quale primeggia la
Germania (42.634), seguita da Inghilterra (35.921), Spagna (28.237) e
Messico (24.245)

1.3 - I dati della stagione


Durante il campionato 2013-2014 sono stati monitorati 2.689
incontri di calcio (-3,34% rispetto alla precedente stagione) di cui 382 di
serie A, 473 di serie B, 1.143 di lega pro, 464 di campionati dilettantistici,

37 di incontri internazionali, 181 di Tim Cup e Coppa Italia Lega Pro, 9


amichevoli.
Dallanalisi dei dati 2 , compendiati nelle unite schede, si evidenzia
che, nella stagione appena conclusa, le maggiori criticit si sono registrate
in serie A e serie B con un incremento degli indicatori della violenza. Di
contro, in Lega Pro si riscontrato un decremento delle criticit, connesse
anche, probabilmente, ad una minor presenza di squadre cd. blasonate.
In particolare emerso che:

gli incontri con feriti sono aumentati del 37,2% (da 43 a 59);
in serie a sono aumentati del 105,2 % (da 19 a 39);
in serie b sono aumentati del 44, 4% (da 9 a 13);
in lega pro sono diminuiti del 53,3% (da 15 a 7).
i feriti tra i civili sono aumentati del 35,2% (da 51 a 69);
in serie a sono aumentati del 62,5 % (da 32 a 52);
in serie b sono aumentati del 75,0% (da 8 a 14);
in lega pro sono diminuiti del 72,7% (da 11 a 3).
i feriti tra le Forze dellordine sono aumentati del 87,8% (da 33 a 62);
in serie a sono aumentati del 450,0 % (da 6 a 33);
in serie b sono aumentati del 66,6% (da 6 a 10);
in lega pro sono diminuiti del 9,5% (da 21 a 19).
il numero degli steward feriti aumentato del 145,4% (da 11 a 27);
in serie a sono aumentati del 380,0 % (da 5 a 24);
in serie b sono diminuiti del 60,0% (da 5 a 2);
in lega pro sono rimasti invariati con un ferito.
il numero dei denunciati aumentato del 20,9 %, (da 829 a 1.003);
in serie a sono aumentati del 26,2 % (da 491 a 620);
in serie b sono aumentati del 83,8% (da 130 a 239);
in lega pro sono diminuiti del 30,7% (da 208 a 144).
il numero degli arrestati aumentato del 10,5%, (da 95 a 105)
in serie a sono diminuiti del 2,0 % (da 50 a 49);
in serie b sono aumentati del 81,2% (da 16 a 29);
in lega pro sono diminuiti del 6,9% (da 29 a 27).

Analogamente si registrato un forte incremento degli indici nelle


gare di Tim Cup e Coppa Italia Lega Pro mentre sostanzialmente invariati
sono i dati per la Serie D ed i campionati dilettantistici.
Pur in assenza di incidenti, permangono le criticit in ambito
autostradale connesse ad episodi di furto in autogrill commessi dalle
tifoserie in transito.
2

Fonte: CNIMS Centro Nazionale di Informazione sulle Manifestazioni Sportive.

Lincremento delle criticit ha reso necessario un maggior impiego


delle forze dellOrdine che, rispetto alla passata stagione, sono aumentate
del 14,57% (passando da 162.072 a 185.686).

1.4 - Il confronto con la stagione 2005/2006


Nonostante i dati negativi della stagione corrente, in un quadro di
lungo periodo ancora notevolmente apprezzabile il valore delle misure
normative introdotte dopo i gravi fatti di Catania Palermo del 2
febbraio 2007.
Infatti, confrontando i dati del campionato 2013/2014 (serie A, B e
Lega Pro) con quelli della stagione 2005/2006, precedente alla morte di
Filippo Raciti, emerge che:

gli incontri con feriti sono diminuiti del 60,1% (da 148 a 59);
il numero dei feriti tra i civili 3 diminuito del 49,2% (da 189 a 96);
i feriti tra le Forze di Polizia sono diminuiti del 85,0% (da 414 a
62);
il numero dei denunciati aumentato del 40% ( da 716 a 1.003);
il numero degli arrestati diminuito del 59,4% (da 259 a 105);
il personale delle Forze di Polizia impiegato diminuito del 36,5%
(da 243.315 a 154.410).

Tabella 1 - Dati relativi al totale delle manifestazioni calcistiche monitorate

Incontri con feriti


Feriti tra i civili
Feriti tra le FF.PP.
Feriti tra gli steward**
Denunciati
Arrestati

05/06

12/13

13/14

rispetto
12/13

rispetto
05/06*

208
261
510
\\
1.161
352

84
91
82
11
1.195
175

111
127
128
40
1.515
160

32,1%
39,5%
56,1%
263%
26,7%
-8,5%

-46,6%
-52,3%
-74,9%
30,5%
-54,5%

* Campionato precedente la morte dellIspettore Raciti


** (A,B,Lega Pro, Intern. + Tim Cup/Coppa Italia Lega Pro)

3
Nella stagione 2005-2006 nel dato dei civili feriti veniva considerato anche il numero
degli addetti della societ allinterno degli stadi. Per poter comparare i due dati
consideriamo il numero complessivo dei feriti (steward+civili) in questa stagione.

10

Grafico 1 - Dati relativi al totale degli incontri monitorati

Grafico 2 - Dati relativi agli arrestati e ai denunciati sul totale degli incontri monitorati

1.5 - Risultati conseguiti - dettaglio


1.5.1 - Serie A, B e Lega Pro
Dalla comparazione dei dati relativi alle sole serie professionistiche
(A, B e Lega Pro) della stagione appena conclusa (2013-2014) con quelli
della stagione precedente (2012-2013), si evidenzia quanto segue:

11

Tabella 2 - Dati relativi agli indicatori di violenza

59

rispetto
12/13
37,2%

rispetto
05/06*
-60,1%

51

69

35,2%

-49,2%

414

33

62

87,8%

-85%

11

27

145,4%

Denunciati

716

829

1.003

20,9%

40%

Arrestati

259

95

105

10,5%

-59,4%

05/06

12/13

13/14

Incontri con feriti

148

43

Feriti tra i civili

189

Feriti tra le FF.PP.


Feriti tra gli steward

Grafico 3 Comparazione di alcuni dati relativi alle serie professionistiche

Grafico 4 Arrestati e denunciati nelle serie professionistiche

12

1.6 - Gli spettatori


La media degli spettatori per partita riferita al campionato
2013/2014 stata inferiore in serie A mentre un buon incremento si
registrato in serie B e Lega Pro:

Tabella 3 - Dati relativi alla media spettatori a partita

2005/
2006

media

2009/
2010

2010/
2011

2011/
2012

2012/
2013

2013/
2014

Serie A

21.404

24.126

24.342

22.089

25.603

23.490

Serie B

7.432

5.344

5.241

6.128

4.927

5.787

Lega Pro

5.569

3.821

3.656

1.263

1.300

1.588

1.6.1 - serie A
I dati degli indicatori della violenza della serie A, sono aumentati
notevolmente se confrontati con le ultime stagioni sportive.
Tabella 4 Comparazione dati serie A

Serie A

11/12

12/13

13/14

Incontri con feriti


Feriti tra i civili
Feriti tra le FF.PP.
Feriti tra gli stewards
Denunciati
Arrestati

21
25
10
5
305
24

19
32
6
5
491
50

39
52
33
24
620
49

Grafico 5 Comparazione triennale in serie A

13

rispetto
12/13
105%
62,5%
450%
380%
26,2%
-2%

Grafico 6 Andamento dei denunciati e arrestati in serie A nel triennio

1.6.2 - serie B
Gli indicatori della serie B hanno un andamento altalenante.
Crescono rispetto alla scorsa stagione ma, se confrontati con il
campionato 2011/2012 sono particolarmente confortanti.
Tabella 5 Comparazione dati serie B

Serie B
Incontri con feriti
Feriti tra i civili
Feriti tra le FF.PP.
Feriti tra gli stewards
Denunciati
Arrestati

11/12
31
30
21
16
135
28

12/13
9
8
6
5
130
16

Grafico 7 Comparazione triennale in serie B

14

13/14
13
14
10
2
239
29

rispetto 12/13
44,4%
75%
66,6%
-60%
83,8%
81,2%

Grafico 8 Andamento dei denunciati e arrestati in serie B nel triennio

1.6.3 - Lega Pro


In controtendenza rispetto alle altre categorie, la Lega Pro si
contraddistingue per un marcato miglioramento di tutti i dati statistici.

Tabella 6 Comparazione dati Lega Pro

Lega Pro
Incontri con feriti
Feriti tra i civili
Feriti tra le FF.PP.
Feriti tra gli stewards
Denunciati
Arrestati

11/12
8
4
6
3
64
23

12/13
15
11
21
1
208
29

Grafico 9 Comparazione triennale in Lega Pro

15

13/14
7
3
19
1
144
27

rispetto 12/13
-53%
-72,7%
-9,5%
=
-30,7%
-6,9%

Grafico 10 Andamento dei denunciati e arrestati in Lega Pro nel triennio

1.6.4 - Tim Cup/Coppa Italia Lega Pro, incontri internazionali e serie


minori
A conferma dellaumento delle criticit della stagione 2013/2014
anche le altre serie monitorate presentano un incremento dei dati degli
indicatori della violenza con un leggero miglioramento solo per quanto
riguarda i feriti delle Forze di Polizia nei campionati di serie minori.

1.6.5 - Tim Cup/Coppa Italia Lega Pro


Da segnalare il decesso di un tifoso napoletano in occasione della
finale di Tim Cup
Tabella 7 Comparazione dati nei tornei TIM Cup e Coppa Italia Lega Pro.

Tim Cup
Coppa Italia Lega Pro
Incontri con feriti
Feriti tra i civili
Feriti tra le FF.PP.
Feriti tra gli stewards
Denunciati
Arrestati

11/12

12/13

13/14

rispetto 12/13

1
1
3
0
20
1

4
5
9
0
24
25

11
29
16
12
63
12

175%
480%
77%

16

162%
-52%

Grafico 11 Comparazione triennale

Grafico 12 Andamento dei denunciati e arrestati nel triennio

1.6.6 - Incontri internazionali


Anche le gare internazionali disputate in Italia registrano un
peggioramento dei dati. In particolare le gare di Champions League sono
quelle nelle quali sono state riscontrate le maggiori criticit, in particolare
nella conflittualit con le Forze dellordine.

17

Tabella 8 Comparazione dati incontri internazionali

Incontri internazionali
Incontri con feriti
Feriti tra i civili
Feriti tra le FF.PP.
Feriti tra gli stewards
Denunciati
Arrestati

11/12
7
10
0
1
55
11

12/13
7
14
6
0
46
31

13/14
10
14
21
1
86
24

Grafico 13 Comparazione triennale

Grafico 14 Andamento dei denunciati e arrestati nel triennio

18

rispetto 12/13
42,8%
=
250%
86,9%
-22,5%

Grafico 15 Dettaglio degli incontri con feriti

Grafico 16 Dettaglio dei feriti

Grafico 17 Dettaglio degli arrestati

19

1.6.7 - Serie D e campionati dilettantistici


Nonostante le criticit strutturali degli impianti sportivi, in cui si
disputano incontri dilettantistici, i dati rilevati dagli incontri monitorati
registrano aumenti contenuti ed una diminuzione dei feriti tra le forze di
polizia.
Tabella 9 Comparazione dati della serie D

Serie D e dilettanti
Incontri con feriti
Feriti tra i civili
Feriti tra le FF.PP.
Denunciati
Arrestati

11/12
36
49
21
284
28

12/13
29
20
34
285
23

13/14
29
25
29
314
19

Grafico 18 Andamento dei denunciati e arrestati nel triennio

Grafico 19 Comparazione triennale

20

rispetto 12/13
=
25%
-14,7%
10%
-17%

1.7 - Tifoserie
1.7.1 - Gli scontri
Le adiacenze dello stadio si confermano il punto pi delicato per la
gestione dei servizi di Ordine Pubblico. Il 69% degli scontri, infatti,
avvengono proprio nelle immediate vicinanze dellimpianto sportivo
mentre il 16% allinterno degli stadi (perlopi di serie minori). In ambito
urbano (nelle piazze delle citt, nelle strade che portano allo stadio o nei
locali pubblici) si registrato il 12% degli scontri mentre solo nel 3% dei
casi si sono registrati episodi in ambito ferroviario (stazioni ferroviarie).
Il 91% degli scontri avvengono prima (57%) e dopo (34%) la gara
mentre solo il 9% durante la stessa.
Lastio tra tifoserie il motivo principale degli scontri (81%),
seguito dalla conflittualit con le Forze dellOrdine (14%) e dagli episodi
di vandalismo (5%).
Nella corrente stagione sportiva le tifoserie che si sono dimostrate
particolarmente astiose sono quelle della Roma (coinvolta in 5 episodi di
violenza), Fiorentina, Napoli e Verona Hellas (rispettivamente in 4),
Atalanta (3), Nocerina e Spezia (2). Queste 7 tifoserie (sulle 41
responsabili di scontri pari al 17%), sono responsabili del 41% degli
scontri registrati (24 su 58).

Grafico 20 Dati relativi al luogo degli scontri

21

Grafico 21 Dati relativi al motivo degli scontri

Grafico 22 Dati relativi al momento degli scontri

1.7.2 Feriti
Gran parte dei feriti registrati sono stati causati dalle tifoserie su
indicate. In particolare, le tifoserie di Napoli, Roma, Verona Hellas,
Fiorentina e Nocerina hanno causato il 39% del totale dei feriti.
Tabella 10 Tifoserie maggiormente interessate.

Squadra
Napoli
Roma
Juventus
Verona Hellas
Fiorentina
Vis Pesaro
Milan
Legia Varsavia
Nocerina
Altri
Totale

Totale feriti
50
31
16
15
12
12
10
9
9
146
310

FF.OO.
25
6
1
0
3
10
0
8
9
66
128

22

Steward
14
9
1
10
0
0
0
0
0
6
40

Civili
11
16
14
5
9
2
10
1
0
74
142

Grafico 23 Dati relativi ai feriti causati dalle tifoserie

Grafico 24 Dati relativi ai feriti

23

1.8 - Arrestati e denunciati


I 160 tifosi arrestati sono riconducibili a 44 tifoserie tra cui si
evidenziano quelle del Modena (19 arrestati), Nocerina (15), Milan (14) e
Napoli (8).
Mentre per quanto attiene ai 1.515 tifosi si evidenziano le tifoserie
del Milan, Napoli e Juventus, rispettivamente con 112,
102 e 72
denunciati.

1.9 Gare disputate allestero 4


Anche per le gare disputate allestero le tifoserie di Roma e Napoli
si sono contraddistinte per episodi negativi, unitamente a quelle di Lazio
e Juventus. In particolare:

nella stagione 2010/2011, sono stati 17 i tifosi della Roma indagati


sul totale di 33 tifosi italiani;

nella stagione 2011/2012, sono stati 44 i tifosi Napoletani


indagati sul totale di 46 tifosi italiani;

nella stagione 2012/2013, sono stati 16 i tifosi Juventini indagati


sul totale di 29 tifosi italiani;

nella stagione 2013/2014, sono stati 39 i tifosi Laziali e 24 quelli


Napoletani indagati sul totale di 70 tifosi italiani;

4
Fonte: CIV sito web dei Centri Nazionali di Informazione sulle Manifestazioni Sportive
costituito a livello europeo e gestito dal NFIP Olandese ed implementato con le
informazioni fornite da tutti gli NFIP.

24

Capitolo 2
D.A.SPO. - Monitoraggio e analisi 5
2.1 - I D.A.SPO. sul territorio nazionale
Alla data del 19 giugno 2014, sullintero territorio nazionale
risultano attivi 6 5043 provvedimenti D.A.SPO., di cui 4763 emessi in
occasione di partite di calcio, 123 nel basket, 64 nel motociclismo, 25
nellhockey, 21 nellautomobilismo,19 nel calcetto, 7 nel tennis, 5
nellippica, nel pugilato e nel rugby, 2 nella pallavolo e nella pallamano
e 1 nel ciclismo e nella pallanuoto.
Nel corso della stagione sportiva 2013-2014 sono stati irrogati
2472 7 provvedimenti D.A.SPO. (di cui 2352 relativi al calcio), rispetto ai
1905 adottati in quella precedente 2012-2013 (di cui 1826 relativi al
calcio), con un incremento pari al 29,8%.
Lanalisi delle ultime stagioni sportive evidenzia, quindi, un
tendenziale incremento di emissioni di D.A.SPO.

Grafico 25 Dati relativi al trend delle ultime stagioni sportive

Fonte: Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato


Emessi anche antecedentemente alla stagione sportiva 2013-2014 e non revocati o
scaduti.
7
Di cui 639 con obbligo di firma.
5
6

25

2.2 - I D.A.SPO. in ambito calcistico


Nel contesto del generale aumento della emissione di
provvedimenti connessi al gioco del calcio da parte delle Questure, la
tabella seguente evidenzia le variazioni pi significative intervenute su
base provinciale rispetto alla stagione precedente.

Tabella 11 Variazioni su base provinciale

QUESTURA

D.A.SPO.
2011-2012

D.A.SPO.
2012-2013

D.A.SPO.
2013-2014

VARIAZIONE

LIVORNO
LECCE
PALERMO
VENEZIA
NAPOLI
SALERNO
ROMA
GENOVA

8
19
15
9
153
110
130
179

14
8
16
2
243
126
100
73

153
73
77
64
191
103
80
44

+ 992,8%
+ 812,5%
+ 381,2%
+ 3050%
- 21,3%
- 18,2%
- 20%
- 39,7%

La media dei D.A.SPO. emessi nel triennio pone ai primi quattro posti
le province di Napoli (196), Milano (116), Salerno (113) e Roma (103).

2.2.1 - motivi
Dallanalisi dei titoli giuridici dei D.A.SPO. risultano 1788
provvedimenti conseguenti alla commissione di reati specifici (fatti
criminosi compiuti in occasione di partite di calcio o in contesti
comunque riconducibili agli incontri sportivi), mentre ne sono stati
irrogati 436 quale misura di prevenzione, 120 a titolo di pena
accessoria dallAutorit Giudiziaria e 8 nellambito dellattivit di
contrasto alla xenofobia (Legge Mancino).

2.2.2

I luoghi dei disordini

Se, da un lato, gli impianti sportivi sono, in assoluto, i luoghi dove


si registrano i fatti che maggiormente hanno determinato lemissione
dei provvedimenti D.A.SPO., si deve rilevare, tuttavia, la persistenza di
criticit in luoghi diversi dallo stadio, come evidenziato nella tabella che
segue.

26

Tabella 12 Luoghi dove si sono registrati i reati.

LUOGO DISORDINE

D.A.SPO.
2011-2012

D.A.SPO.
2012-2013

D.A.SPO.
2013-2014

impianti sportivi - INTERNO


impianti sportivi - ESTERNO
centri urbani
caselli autostradali
scali aeroportuali
a bordo di autobus
autogrill
esercizi commerciali
a bordo di treno
a bordo di aeromobili
Stazione ferroviaria

870
656
122
1
6
34
101
8
0
0
4

745
509
104
58
0
37
52
34
11
0
13

961
791
105
65
478
38
31
13
9
2
0

a) I campionati
Nella stagione sportiva appena conclusa la tendenza allaumento
dei D.A.SPO irrogati ha riguardato tutte le serie, come di seguito
evidenziato.
Tabella 13 Comparazione dati relativi allirrogazione dei provvedimento di divieto.

SERIE

D.A.SPO.
2011-2012

D.A.SPO.
2012-2013

D.A.SPO.
2013-2014

Serie minori
Serie A
Serie B
Lega Pro 1^ e 2^ Divisione

592
530
298
178

746
514
184
168

832
732
335
173

Tuttavia, anche se in termini assoluti i fatti che hanno determinato


lemissione di diffide hanno riguardato soprattutto partite disputate nelle
c.d. serie minori, dal confronto dei dati con il numero di partite di calcio
disputate 9 , si rileva una netta prevalenza delle emissioni di diffide
nellambito della Serie A, che registra una media di quasi due D.A.SPO.

46 D.A.SPO sono stati emessi dalla Questura di Palermo per fatti occorsi presso lo scalo
aeroportuale Falcone e Borsellino. in data 25 gennaio 2014, quando le tifoseria del
Padova (in transito per lincontro TRAPANI PADOVA) e del Modena ( per lincontro
PALERMO MODENA) si sono scontrate nel predetto aeroporto.
9
In particolare per la Serie A, B e Lega Pro - 1^ e 2^ Divisione, per le quali si dispone del
numero degli incontri.
8

27

per ogni partita. Si riportano in nota i provvedimenti emessi con obbligo


di firma nella stagione appena conclusa, suddivisi per Serie. 10
Tabella 14 Emissione dei DASPO per categoria.

SERIE
Serie A
Serie B
Lega Pro
1^ e 2^Divisione

PARTITE
DISPUTATE
382
473

D.A.SPO.
2013-2014
732
335

RAPPORTO
DASPO/PARTITA
1.92
0.71

1143

173

0.15

b) I soggetti
b.1) per tifoserie
Per quanto concerne lanalisi delle tifoserie maggiormente colpite
dai provvedimenti, si evidenzia che, nel corso del campionato appena
concluso, sono stati sottoposti a diffida in particolare i tifosi delle
squadre della Sampdoria, Juventus, Napoli, Verona, Cagliari, Lecce,
Milan e Roma.
La tabella seguente riporta landamento nel triennio dei D.A.SPO.
emessi a carico delle predette tifoserie, dal quale si evince che sono
mediamente pi colpite quelle di Napoli (94.3), Juventus (91.7) e Verona
(80.7).
Tabella 15 DASPO emessi: suddivisione per tifoseria.

TIFOSERIA

D.A.SPO.
2011-2012

D.A.SPO.
2012-2013

D.A.SPO.
2013-2014

Sampdoria
Juventus
Napoli
Verona
Cagliari
Lecce
Milan
Roma

28
53
125
148
3
6
64
37

17
116
80
21
7
47
19
59

115
106
78
73
67
62
54
48

D.A.SPO. con obbligo di firma: 145 nella Serie A, 127 nella Serie B e 48 nella Serie Lega
Pro 1^ e 2^ Divisione.

10

28

Per una pi approfondita valutazione si rinvia alle tabelle di sintesi


relative alle tifoserie di serie A e di serie B, con il relativo numero di
D.A.SPO.
b.2) per et
La pi alta percentuale di tifosi sottoposti a D.A.SPO. si concentra
nella fascia di et che va dai 18 ai 30 anni (55,6 % dei provvedimenti
emessi nella stagione), e comunque le persone sotto i 40 anni sono, in
assoluto, quelle pi colpite (la percentuale pari a 82,6).
Tabella 16 DASPO emessi: suddivisione per et.

FASCIA
ET
14
18
18
31

D.A.SPO.
2011-2012

INCIDENZA %

D.A.SPO.
2012-2013

INCIDENZA %

63
1590
1031
559

3,3
83
53,8
29,2

59
1501
1040
461

3,2
82,2
57
25,2

- 17
- 40
- 30
- 40

b.3) per ruolo


Si conferma la tendenza, emersa negli anni passati, allaumento dei
provvedimenti di diffida emessi nei confronti di calciatori e dirigenti
sportivi, che costituiscono il 2,4% di tutti i provvedimenti emessi nel
corso della stagione.
Tabella 17 DASPO emessi nei confronti di addetti.

RUOLO SOGGETTO
Calciatore
Dirigente Sportivo
Bagarino
Responsabile
Impianto Sportivo

D.A.SPO.
2011-2012

D.A.SPO.
2012-2013

D.A.SPO.
2013-2014

17
13
16

29
17
15

38
19
14

c) I ricorsi
Il monitoraggio dei provvedimenti D.A.SPO. revocati nel corso
della stagione sportiva 2013-2014. effettuato attraverso i dati disponibili
sul SDI, evidenzia, con riferimento alle due precedenti stagioni, una
sostanziale stabilit della percentuale delle diffide revocate dallAutorit
Giudiziaria, come si rileva dalla tabella di seguito riportata.

29

Attualmente non sono disponibili i dati sui motivi che hanno


determinato le revoche dei provvedimenti.
Tabella 18 Comparazione DASPO emessi/revocati.
2011-2012

2012-2013

2013-2014

EMESSI

REVOCATI

EMESSI

REVOCATI

EMESSI

REVOCATI

2370

210

8,9%

2303

292

12,7%

2774

302

10,9%

30

Tabella 19 - Campionato di Calcio - Serie A

TIFOSERIA

D.A.SPO.
2011-2012

D.A.SPO.

D.A.SPO.

2012-2013

2013-2014

Atalanta

14

Bologna

15

17

19

Cagliari

67

Catania

23

27

37

Chievo

Fiorentina

21

32

Genoa

134

34

13

Inter

32

30

21

Juventus

53

116

106

Lazio

28

30

13

Livorno

25

Milan

64

19

54

Napoli

125

80

78

Parma

Roma

37

59

48

Sampdoria

28

17

115

Sassuolo

Torino

19

62

39

Udinese

Verona

148

21

73

31

Tabella 20 - Campionato di Calcio - Serie B

TIFOSERIA

D.A.SPO.
2011-2012

D.A.SPO.
2012-2013

D.A.SPO.
2013-2014

Avellino

Bari

12

Brescia

14

40

Carpi

Cesena

32

Cittadella

Crotone

12

12

Empoli

Juve Stabia

11

11

Lanciano

Latina

Modena

23

10

41

Novara

10

14

Padova

67

Palermo

16

32

Pescara

14

22

Reggina

12

23

Siena

Spezia

42

Ternana

15

14

Trapani

Varese

12

15

32

4.2 - D.A.SPO. rilevazioni statistiche

D.A.SPO emessi per Regione


D.A.SPO emessi per Provincia
D.A.SPO emessi per Titolo Giuridico
D.A.SPO emessi per Tipo Competizione
D.A.SPO emessi per Serie Competizione
D.A.SPO emessi per Tipologia di Soggetto
D.A.SPO emessi per Et del Soggetto
D.A.SPO emessi per Tifoseria
D.A.SPO emessi per Luogo Disordine
D.A.SPO emessi per Fascia Oraria Disordine
Trend Temporaneo D.A.SPO. emessi stagione 2013/2014

33

Calcio D.A.SPO emessi per Regione

TIFOSERIA
CAMPANIA
LOMBARDIA
TOSCANA
SICILIA
LAZIO
PIEMONTE
PUGLIA
VENETO
EMILIA ROMAGNA
ABRUZZO
LIGURIA
SARDEGNA
CALABRIA
MARCHE
BASILICATA
UMBRIA
MOLISE
FRULI VENEZIA GIULIA
TRENTINO ALTO ADIGE

Stagione
2012-2013
503
143
117
111
182
125
66
100
90
81
74
22
80
49
20
28
13
19
3
1826

34

Stagione
2013-2014
354
285
254
209
190
158
144
137
124
96
86
75
74
67
35
33
23
8
0
2353

Calcio D.A.SPO emessi per Provincia (Questura)

NAPOLI
LIVORNO
MILANO
TORINO
SALERNO
ROMA
PALERMO
LECCE
FROSINONE
VERONA
BERGAMO
VENEZIA
CAGLIARI
FIRENZE
BARI
FORLI
GENOVA
LA SPEZIA
VARESE
CHIETI
BRESCIA
MESSINA
CATANIA
BENEVENTO
TERAMO
POTENZA
PERUGIA
TRAPANI
BOLOGNA
LATINA
MODENA
AVELLINO
COSENZA
PESARO
CATANZARO
MACERATA
VERCELLI
CAMPOBASSO
ANCONA

Stagione
2012-2013
243
14
86
92
126
100
16
8
36
23
7
2
6
23
15
3
73
1
17
5
12
12
48
18
26
11
15
0
22
44
15
23
25
2
15
18
7
0
24

Stagione
2013-2014
191
153
121
118
103
80
77
73
71
68
64
64
59
53
45
45
44
41
40
38
37
35
34
32
28
27
25
25
23
22
21
20
20
20
19
19
19
18
17

PESCARA

47

17

Provincia Ufficio emittente

35

25
25
8
11
3
13
14
3
3
2
1
12
5
1
20
14
93
9
13
6
42
1
0
16
3
13
16
3
4
17
22
4
1
9
2
46
0
7
0
0
2
6
0
1

REGGIO CALABRIA
BRINDISI
SASSARI
AGRIGENTO
PISA
SIENA
COMO
LAQUILA
REGUSA
REGGIO EMILIA
VITERBO
CROTONE
ASCOLI PICENO
PIACENZA
MASSA CARRARA
ALESSANDRIA
CASERTA
MATERA
TERNI
VERBANIA
PARMA
TARANTO
CREMONA
SIRACUSA
VIBO VALENTIA
ISERNIA
UDINE
ENNA
FERRARA
FOGGIA
LUCCA
NOVARA
RIETI
PRATO
TRIESTE
VICENZA
LECCO
PADOVA
AREZZO
ASTI
CALTANISSETTA
GROSSETO
ORISTANO
PAVIA

36

17
15
15
14
14
14
13
13
13
13
13
12
11
11
10
8
8
8
8
8
7
7
6
6
6
5
5
4
4
4
4
4
4
3
3
3
2
2
1
1
1
1
1
1

PISTOIA
SAVONA
SONDRIO
BELLUNO
CUNEO
GORIZIA
LODI
MANTOVA
NUORO
RIMINI
TRENTO
TREVISO

7
0
2
20
2
1
2
2
8
1
3
2
1.826

1
1
1
0
0
0
0
0
0
0
0
0
2.352

Calcio D.A.SPO emessi per Titolo Giuridico


Tipo informativa
DASPO CONNESSO A REATO
DASPO MISURA PREVENZIONE
DASPO ART. 5 L. 401/89
DASPO PENA ACCESSORIA
DASPO A.G.ITALIA PER ESTERO
REITERATO USO IMPROPRIO IMPIANTI
SPORTIVI
DASPO D.L. 122/93 ART. 2 C.3
DASPO D.L. 122/93 ART. 2 C.2
DIVIETO ACCESSO LUOGHI COMP. SPORTIVE
(L. 401/89)
DASPO DA A.G. ESTERA

37

Stagione
2012-2013
1.277
206
217
68
5

Stagione
2013-2014
1.508
436
260
120
10

7
36

5
3

0
1.826

1
2.352

Calcio D.A.SPO emessi per Tipo Competizione


Tipo competizione
CAMPIONATO
COPPA ITALIA
CHAMPIONS LEAGUEI
AMICHEVOLE
EUROPA LEAGUE
TROFEO
EVENTO EXTRA SPORTIVO
EVENTO NON SPORTIVO

Stagione
2012-2013
1627
101
19
34
25
9
2
9
1826

Stagione
2013-2014
2056
100
80
54
36
13
8
6
2353*

* Il totale potrebbe essere alterato se qualche provvedimento stato emesso per fatti
criminosi commessi durante eventi sportivi diversi

Calcio D.A.SPO emessi per Serie Competizione


Serie competizione
SERIE MINORI
A
B
SERIE IGNOTA
LEGA PRO 1 DIV
LEGA PRO 2 DIV
INTERNAZIONALE

Stagione
2012-2013
746
514
184
189
133
35
25
1826

Stagione
2013-2014
832
732
335
258
143
30
22
2353*

* Il totale potrebbe essere alterato se qualche provvedimento stato emesso per fatti
criminosi commessi durante eventi sportivi diversi

Calcio D.A.SPO emessi per Tipologia di Soggetti


Ruolo soggetto
TIFOSO
NON DISPONIBILE
TIFOSO RETICENTE
CALCIATORE
DIRIGENTE SPORTIVO
BAGARINO
NON TIFOSO
RESPONSABILE IMPIANTO SPORTIVO
GIUDICE DI GARA

38

Stagione
2012-2013
1449
264
42
29
17
15
7
2
1

Stagione
2013-2014
1916
289
66
38
19
14
8
2
0

1826

2352

Calcio D.A.SPO emessi per Et dei soggetti

14

Stagione
2012-2013
3

Stagione
2013-2014
5

15

12

16

21

18

17

29

34

18

63

46

19

80

59

20

90

92

21

83

109

22

95

105

23

92

119

24

81

127

25

90

139

26

81

120

27

78

101

28

67

108

29

69

83

30

71

100

31

60

78

32

43

70

33

45

50

34

60

76

35

49

70

36

45

72

37

45

61

38

41

60

39

46

64

40

27

35

41

30

43

42

31

35

43

24

32

44

21

34

45

28

26

46

26

21

47

16

48

23

49

14

15

50

13

51

10

54
52

5
6

53

Et soggetto

39

55

56

57

58

59

60

61

62

63

64

65

66

67

68

69

70

71

75

N.D.

11

17

1826

2352

40

Calcio D.A.SPO emessi per Tifoseria

Stagione

Stagione

2012-2013

2013-2014

SQUADRA IGNOTA

377

436

SAMPDORIA

17

115

JUVENTUS

116

106

NAPOLI

80

78

VERONA

21

73

CAGLIARI

67

LECCE

47

62

FRANCIA

54

MILAN

19

54

ROMA

59

48

NOCERINA

53

44

SPEZIA

42

MODENA

10

41

BRESCIA

14

40

TORINO

62

39

CATANIA

27

37

PALERMO

16

32

FIORENTINA

32

CESENA

32

REGGIANA

29

SALERNITANA

23

28

PERUGIA (COMUNE)

25

LIVORNO

25

REGGINA

23

PESCARA

14

22

INTER

30

21

BOLOGNA

17

19

ANCONA (COMUNE)

19

SAN SALVO (COMUNE)

17

BARCELLONA POZZO DI GOTTO (COMUNE)

17

TERRACINA (COMUNE)

15

16

TORRE DEL GRECO (COMUNE)

16

VARESE

12

15

CASARANO (COMUNE)

14

FANO

14

SQUADRA

41

ATALANTE

14

NOVARA

14

GENOA

34

13

LAZIO

30

13

GIUGLIANO IN CAMPANIA (COMUNE)

12

ROSSANO (COMUNE9

12

CROTONE

12

12

COMO

12

BARI

12

PISA

12

SAN CATALDO (COMUNE)

12

TERMOLI (COMUNE)

12

VASTO (COMUNE)

12

CATANZARO

11

MARSALA (COMUNE)

10

PIACENZA

10

CARPI

POLONIA

TOLVE (COMUNE)

VICENZA

36

POMIGLIANO DARCO (COMUNE)

ALBA ADRIATICA (COMUNE)

ANDRIA (COMUNE)

GALLIPOLI (COMUNE)

CARRARESE

12

UDNESE

SORA (COMUNE)

AVEZZANO (COMUNE9

BORGIA (COMUNE)

VENEZIA

24

CHIETI (COMUNE)

FRANCAVILLA AL MARE (COMUNE)

NOVI VELIA (COMUNE)

PACHINO (COMUNE)

JUVE STABIA

11

PRO VERCELLI

RAGUSA (COMUNE)

FASANO (COMUNE)

ROMA (COMUNE)

VITERBESE

42

GRAGNANO (COMUNE)

PAOLISI (COMUNE)

POZZUOLI(COMUNE)

RIETI (COMUNE)

TARANTO

AGRIGENTO(COMUNE)

ALTAMURA (COMUNE)

FROSINONE (COMUNE)

LAPEDONA (COMUNE)

MESSINA (COMUNE)

SASSUOLO

TRAPANI

MONOPOLI (COMUNE)

11

LUCCA (COSENZA)

COSENZA (COMUNE)

PARMA

MOLFETTA (COMUNE9

FROSINONE

MACERATA (COMUNE)

BENEVENTO (COMUNE)

CASTELBUONO(COMUNE)

CREMONESE

DANIMARCA

MESSINA

MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO (COMUNE)

PICERNO (COMUNE)

TURCHIA

VIGOR LAMEZIA

PADOVA

67

ISERNIA (COMUNE)

10

BRINDISI (COMUNE)

FOGGIA

TRIESTINA

VENEZIA (COMUNE)

CASAL MONFERRATO (COMUNE)

CHIEVO

SALERNO (COMUNE)

ACI SANTANTONIO (COMUNE)

AVELLINO

BENESTARE (COMUNE)

43

FABRICA DI ROMA (COMUNE)

FOGGIA (COMUNE)

LAMEZIA TERME (COMUNE)

LECCO

NOVOLI (COMUNE)

PORTO S.ELPIDIO (COMUNE)

RIPALIMOSANI (COMUNE)

SAN CESARIO DI LECCE (COMUNE)

SPAGNA

ITALIA

11

PRATO

CAVA DE TIRRENI (COMUNE)

GIOIA TAURO (COMUNE)

ISCHIA (COMUNE)

ACIREALE (COMUNE)

ANDRIA

SIENA

CASERTA (COMUNE)

TORRE ANNUNZIATA (COMUNE)

ALBENGA (COMUNE)

ALESSANDRIA

ASTI (COMUNE)

BARLETTA

BATTIPAGLIA (COMUNE)

BIANCO (COMUNE)

BISACCIA (COMUNE)

BORGO PACE (COMUNE)

BORGO SAN LORENZO (COMUNE)

CAMPOBASSO (COMUNE)

CANOSA DI PUGLIA (COMUNE)

CASALINCONTRADA (COMUNE)

CASTELLALTO (COMUNE)

CESENA (COMUNE)

GASPERINA (COMUNE)

GENOVA (COMUNE)

GROTTAGLIE (COMUNE)

GUARDIALFIERA (COMUNE)

GUARDIA SANFRAMONDI (COMUNE)

LADISPOLI (COMUNE)

LAQUILA

44

LATINA

LEONFORTE (COMUNE)

LETTERE (COMUNE)

LUMEZZANE

MASSESE

POLISTENA (COMUNE)

RECANATI (COMUNE)

REGGIO EMILIA (COMUNE)

REPUBBLICA CECA

RIBERA (COMUNE)

ROSETO DEGLI ABRUZZI (COMUNE)

SASSARI TORRES

TERNI (COMUNE)

VICO EQUENSE (COMUNE)

VOLLA (COMUNE)

V.VECOMP VERONA

PAGANESE

38

TERNANA

14

BENEVENTO

CIVITANOVA MARCHE (COMUNE)

LICATA (COMUNE)

MATERA (COMUNE)

SAN BENEDETTO DEL TRONTO (COMUNE)

VIBONESE

TERAMO (COMUNE)

MANTOVA

ROCCELLA IONICA (COMUNE)

SPAL

PALMI (COMUNE)

NOCERA INFERIORE (COMUNE)

SAVONA

TERAMO

AVOLA (COMUNE)

13

SARNO (COMUNE)

13

CERVINARA (COMUNE)

12

BROLO (COMUNE)

10

PISTOIA (COMUNE)

10

POGGIOMARINO (COMUNE)

PRO PATRIA GALLARATESE

CARINOLA (COMUNE)

45

POTENZA (COMUNE)

TORTONA (COMUNE)

CALANGIUS (COMUNE)

CAMPI BISENZIO (COMUNE)

CASALDUNI (COMUNE)

CORIGLIANO CALABRO (COMUNE)

MASSA (COMUNE)

NOLA (COMUNE)

NOTO (COMUNE)

VERBANIA (COMUNE)

CROAZIA

EMPOLI

OSTUNI (COMUNE)

REGNO UNITO

ASCOLI

BIORGOSESIA (COMUNE)

DELIANUOVA (COMUNE)

FRANCAVILLA FONTANA (COMUNE)

MUGNANO DEL CARDINALE (COMUNE)

RAFFADALI (COMUNE)

SIDERNO (COMUNE)

UMBERTIDE (COMUNE)

ALESSANDRIA (COMUNE)

ANCONA

AREZZO (COMUNE)

AVELLINO (COMUNE)

CAVESE

CHIARAVALLE (COMUNE)

CUNEO

FORLI (COMUNE)

GENZANO DI ROMA (COMUNE)

GROSSETO (COMUNE)

MANZANO (COMUNE)

NAPOLI (COMUNE)

NARDO (COMUNE)

OLBIA (COMUNE)

OSIMO (COMUNE)

SPOLTORE (COMUNE)

TOCCO CAUDIO (COMUNE)

TRIESTE (COMUNE)

46

AGNONE (COMUNE)

ALBANO LAZIALE (COMUNE)

BARLETTA (COMUNE)

CASTELFORTE (COMUNE)

CERTALDO (COMUNE)

CINQUEFRONDI (COMUNE)

GERMANIA

GOZZANO (COMUNE)

JOPPOLO (COMUNE)

LANCIANO

LATIANO (COMUNE)

LECCE (COMUNE)

LOCRI (COMUNE)

MANFREDONIA

MANFREDONIA (COMUNE)

MARINA DI GIOIOSA IONICA (COMUNE)

MARINO (COMUNE)

MERLINO (COMUNE)

MINTURNO (COMUNE)

PALMA CAMPANIA (COMUNE)

PAVIA

PORTICI (COMUNE)

RAVENNA (COMUNE)

RIPACANDIDA (COMUNE)

ROCCASECCA (COMUNE)

ROMANIA

SAN DONA DI PIAVE (COMUNE)

SAN FELICE A CANCELLO (COMUNE)

SANTANGELO IN VADO (COMUNE)

SIRACUSA (COMUNE)

SLOVENIA

SORRENTO (COMUNE)

TIONE DI TRENTO (COMUNE)

TRANI (COMUNE)

TREVISO (COMUNE)

VIAREGGIO (COMUNE)

VILLALVERNIA (COMUNE)

1826

2352*

47

* Il totale potrebbe essere alterato se qualche provvedimento stato emesso nei


confronti di soggetti appartenenti a pi tifoserie

48

Calcio D.A.SPO emessi per Luogo Disordine


Luogo disordine
IMPIANTO SPORTIVO INTERNO
IMPIANTO SPORTIVO - ESTERNO
TIPO LUOGO DISORDINI IGNOTO
CENTRO CITTADINO
CASELLO AUTOSTRADALE
SCALO AEROPORTUALE
A BORDO AUTOBUS
AUTOGRILL
ESERCIZI COMMERCIALI
A BORDO TRENO
AEROMOBILE
STAZIONE METRO
STAZIONE FERROVIARIA

Stagione
2012-2013
745
509
264
104
58
0
37
52
34
11
0
0
13
1827

Stagione
2013-2014
961
791
289
105
65
47
38
31
13
9
2
1
0
2352*

* Il totale potrebbe essere alterato se qualche provvedimento stato emesso per fatti
criminosi commessi in luoghi diversi

Calcio D.A.SPO emessi per Fascia Oraria Disordine


Stagione
2012-2013
614
294
272
264
172
132
36
37
3
3
1827

Fascia oraria disordine


dalle 14.00 alle 16.59
dalle 17.00 alle 19.59
dalle 12.00 alle 13.59
ora assente o ignota
dalle 20.00 alle 21.59
dalle 09.00 alle 11.59
dalle 22.00 alle 23.59
dalle 00.00 alle 02.59
dalle 07.00 alle 08.59
dalle 05.00 alle 06.59

Stagione
2013-2014
977
408
294
289
189
150
34
12
1
0
2354*

* Il totale potrebbe essere alterato se qualche provvedimento stato emesso per fatti
criminosi commessi in orari diversi

49

50

Capitolo 3
Lattivit delle Specialit
della Polizia di Stato
3.1 - Polizia Ferroviaria
La presente analisi, a cura del Servizio Polizia Ferroviaria, si
propone di fornire un quadro della movimentazione delle tifoserie in
ambito ferroviario registrata nel Campionato 2013/2014 e della relativa
attivit svolta dai Compartimenti di Polizia Ferroviaria 11 .
Lo studio evidenzia che, nonostante lincremento nel corso
dellultima stagione (+60%), complessivamente il numero di tifosi a bordo
treno appare fortemente ridotto rispetto a qualche anno fa (-80% rispetto
al 2006/2007).
Laumento dellultimo periodo ha determinato un incremento
anche nei connessi servizi di O.P., approntati dalla Specialit sia a terra
che a bordo treno (+32%), che comunque si attestano su livelli
decisamente inferiori rispetto al passato (-83% rispetto al 2006/2007).
In effetti a partire dal 2007 la linea generale di rigore adottata dal
Dipartimento della P.S., condivisa dal Gruppo FS con lavvio della
campagna NO TICKET, NO PARTI, ha disincentivato luso del mezzo
ferroviario da parte soprattutto delle frange pi intemperanti dei
supporters, con progressiva riduzione degli episodi di danneggiamento o
di turbativa allO.P..
Lanno appena concluso, in linea con i precedenti, ha fatto
registrare la totale assenza di incidenti ed un ridotto numero di episodi di
intemperanza.
3.1.1 - Flussi delle tifoserie in ambito ferroviario
Lanalisi del dato statistico evidenzia un trend crescente, in contro
tendenza rispetto a quello rilevato negli ultimi anni, nellutilizzo dei treni
da parte dei tifosi.
Dopo anni di flessione, infatti, la stagione calcistica appena
conclusa ha fatto registrare un +60% con il passaggio da 7.517 a 12.017
supporters a bordo dei treni. Si sottolinea che, nonostante laumento
consistente dellultimo periodo, le movimentazioni delle tifoserie in
Si rappresenta, da un punto di vista metodologico, che i dati contenuti nel presente
elaborato (nr. tifosi e trasferte, aliquote di personale impiegato e tipologia di servizi,
criticit riscontrate) sono stati ricavati dai consuntivi periodici inviati dai Compartimenti
di Polizia Ferroviaria.

11

51

ambito ferroviario si attestano su livelli ben inferiori rispetto a quelli


rilevati solo qualche anno fa: -80% dal 2007 ad oggi (Fig. 1).

Il dettaglio delle tifoserie che hanno utilizzato il treno nel


campionato 2013/2014 evidenzia che i tifosi della Roma e del Napoli
sono i maggiori fruitori del mezzo ferroviario (Fig. 2).

52

3.1.2 Flussi delle tifoserie in ambito ferroviario in relazione al numero


di trasferte
Nella tabella sottostante (Tab.1) il numero dei tifosi che si sono
spostati in treno viene analizzato in relazione al numero di trasferte
effettuate.
Le due tifoserie che hanno fatto registrare il maggior numero di
tifosi in termini assoluti (Roma e Napoli) sono quelle che risultano aver
utilizzato il treno in pi occasioni (14), con una media di 139 e 134 tifosi
per trasferta.

Sotto il profilo della media di tifosi per trasferta si evidenziano,


invece, le tifoserie del Parma e del Fano che hanno fatto registrare
rispettivamente 550 e 450 tifosi in occasione di ununica trasferta.

53

3.1.3 Impiego degli operatori Polfer nei servizi di ordine pubblico


connessi con la movimentazione dei tifosi
Con la diminuzione dei tifosi a bordo treno si assistito ad un
progressivo minore impiego, sia a bordo dei convogli che in stazione, del
personale della Specialit nei servizi di O.P. connessi con lo spostamento
delle tifoserie: -83% dal 2007 ad oggi (Fig.3).

La Fig. 4, nel porre a confronto il numero dei supporters con quello


relativo agli operatori della Specialit impiegati nei servizi di O.P. in
ambito ferroviario nel corso degli anni, mostra come gli andamenti siano
sostanzialmente corrispondenti. Vale la pena di osservare che nel corso
dellultimo Campionato al sensibile aumento di tifosi (+60%) sia
corrisposto un lieve incremento dei contingenti della Polizia Ferroviaria
(+32%).

54

Questo dato appare sintomatico in modo significativo di un


processo di razionalizzazione dellimpiego delle risorse a disposizione
che, tuttavia, non ha pregiudicato lefficacia dei servizi.

Tab.2
Operatori
Polfer totali
impiegati
nei servizi
di scorta

06/07

07/08

08/09

09/10

10/11

11/12

12/13

13/14

24.007

15.032

9.181

8.879

5.979

3.962

2.995

3.953

3.125

1773

1382

1732

904

517

370

543

Rapporto tra gli operatori Polfer impiegati nei servizi di scorta e


tifosi che hanno utilizzato il treno per gli spostamenti nel corso degli
anni

La Tabella 2 e la rappresentazione grafica di cui alla Fig.5


evidenziano il progressivo minore impiego dei contingenti della Polizia
Ferroviaria nei servizi di scorta tecnica, indice di una
ottimizzazione delle risorse a disposizione, che non ha pregiudicato
lincisivit dei servizi, come dimostra il numero estremamente ridotto

55

degli episodi di intemperanza registrati nel corso dellultima stagione, in


linea con il dato positivo degli ultimi anni.
3.1.4 - Dettaglio relativo allimpiego di operatori Polfer in relazione alla
movimentazione di tifosi registrata nei vari Compartimenti durante il
campionato 2013/2014
La Tabella 3 mostra il dettaglio relativo allimpiego degli operatori
Polfer in relazione alla movimentazione di tifosi registrata nella
giurisdizione dei vari Compartimenti durante il Campionato 2013/2014.
Le ultime due colonne fanno riferimento al numero di tifosi
indagati od arrestati in ambito ferroviario nel corso della stagione da
poco conclusa, pari a 0. Tale dato va apprezzato anche in relazione al
consistente aumento (+60%) del numero di tifosi che nellultimo anno si
avvalso del treno per i propri spostamenti.
Tab.3
Comp.to
Polfer

tifosi
utilizzatori
del treno

scorte per
movim. di
tifosi

Operatori
impiegati in
O.P. in sede

Operatori
impiegati
nei servizi
scorta

tot. op.
impieg.

tifosi
indag
ati

tifosi
arrestati

Calabria

25

58

62

Campania

1935

383

18

401

E. Romagna

1714

19

350

103

453

Friuli
Venezia
Giulia

150

106

112

Lazio

2237

19

907

56

963

Liguria

295

69

31

100

Lombardia

1174

11

232

60

292

1314

12

45

57

102

110

76

13

89

100

60

12

72

Sardegna

425

425

Sicilia

370

46

13

59

Toscana

1697

32

537

122

659

Marche,
Umbria,
Abruzzo
Piemonte,
Valle
D'Aosta
Puglia,
Basilicata,
Molise

Veneto

12

12

Verona
Trentino
Alto Adige

896

116

36

152

Totali

12.017

130

3.410

543

3.953

56

3.1.5 - Problematiche generate dalle tifoserie in ambito ferroviario nel


corso della stagione calcistica 2013/2014
Vengono di seguito rappresentate le tifoserie che si sono rese
responsabili di episodi di intemperanza mai sfociati, ad ogni modo, in
vere e proprie turbative allordine pubblico.
Il dato, assolutamente contenuto ed in linea con quello positivo
registrato negli ultimi anni, acquista ancor pi valenza se si considera che
nel Campionato appena concluso il numero di tifosi aumentato del 60%
passando da 7.517 a 12.017.

In relazione ai dati riportati nelle figure soprastanti si rileva


lelevata percentuale di tifosi della Fiorentina sprovvisti di titolo di
viaggio, regolarizzati solo a seguito di mirate operazioni di controllo: 117
su 845 supporters che complessivamente hanno utilizzato il treno
durante la stagione, pari a circa il 14% (Fig.6).
Dai dati espressi nelle rimanenti figure possibile evincere il
tasso di problematicit delle diverse tifoserie, responsabili a vario titolo
di episodi di intemperanza. Ponendo in relazione il dato delle criticit
riscontrate con il numero delle trasferte e, a parit, con il numero di tifosi
coinvolti nella trasferta si ricava, infatti, che la tifoseria pi problematica
in ambito ferroviario stata quella del Pesaro con due episodi di
azionamento del freno di emergenza ed uno di danneggiamento del
materiale rotabile avvenuti nel corso di ununica trasferta (350 tifosi)
(Figg. 7-8). A seguire si sono evidenziate negativamente le tifoserie del
Bari (60 tifosi), della Triestina (150 tifosi), del Genoa (295 tifosi) e del

57

Parma (550 tifosi), responsabili di atti di danneggiamento nel corso di


ununica trasferta; nonch della Fiorentina con un episodio di
danneggiamento su un totale di tre trasferte (complessivamente 845
tifosi), del Bologna con un episodio di danneggiamento su quattro
trasferte (complessivamente 970 tifosi) e della Roma con un episodio di
danneggiamento su 14 trasferte (complessivamente 1.945 tifosi).
Da stigmatizzare il comportamento dei tifosi della Sambenedettese
che, in occasione dellincontro Giulianova-Ancona, hanno aggredito i
tifosi dellAncona in trasferta.

3.1.6 - Dettaglio relativo ad alcune problematiche rilevate


Incontro
Juventus Genoa
del 27 ottobre
2013
Sassuolo Parma
del 2 marzo 2014
Fano Pesaro
del 25 marzo 2014

evento
Ignoti tifosi del Genoa provocano consistenti
danni ai treni regionali utilizzati per la trasferta
Ignoti tifosi del Parma imbrattano una carrozza,
svuotano un estintore, spiombano una maniglia di
emergenza e provocano consistenti danni ai treni
regionali utilizzati per la trasferta
Circa 350 tifosi del Pesaro azionano pi volte il
freno di emergenza e provocano consistenti danni
ai treni regionali utilizzati per la trasferta.

Giulianova
Ancona del 6
aprile 2014

Il treno reg. 1260, utilizzato per la trasferta da


circa 250 tifosi dellAncona, allatto dellarrivo
presso la stazione di S.Benedetto del Tronto, viene
bersagliato da sassi e petardi lanciati da un
gruppo di tifosi della Sambenedettese. I tifosi
dellAncona, scesi dal treno in sosta, reagiscono
facendo esplodere, a loro volta, numerosi petardi

Juventus
Fiorentina del 9
marzo 2014

In occasione del viaggio di andata le operazioni di


regolarizzazione di 95 tifosi della Fiorentina privi
di biglietto, causano 75 minuti di ritardo al treno
su cui viaggiano. Allarrivo a Torino il personale di
scorta accerta alcuni danneggiamenti al materiale
rotabile. In occasione del ritorno vengono
regolarizzati 22 supporters viola.

58

3.2 Polizia Stradale


Anche nellarco della stagione calcistica (e sportiva in genere)
2013/2014, la Polizia Stradale in ossequio alle linee guida per la gestione
degli spostamenti delle tifoserie, emanate dalla Segreteria del Dipartimento
della P.S. ha impiegato le proprie risorse per garantire i servizi di
osservazione e vigilanza in occasione della movimentazione di tifoserie
che, come noto, avviene prevalentemente in autostrada, utilizzando mezzi
di trasporto collettivi ed autovetture private.
Limpiego della Specialit stato rivolto, prevalentemente, a garantire
la sicurezza delle tifoserie e degli altri utenti della strada, da un lato, e,
dallaltro, il libero ed ordinato svolgersi delle attivit economiche insistenti
lungo la rete autostradale italiana.
La ormai consueta programmazione degli incontri di calcio in giorni
feriali ed in orari variabili, oltre che nel fine settimana, ha fatto si che, per
assicurare la vigilanza degli itinerari interessati dai transiti dei supporters,
la Polizia Stradale abbia dovuto utilizzare le pattuglie programmate per gli
ordinari servizi di istituto sui quattro quadranti, predisponendo servizi ad
hoc solo in presenza di eventi di particolare rilevanza.
Di seguito si riporta, graficamente, il dettaglio e la tabella riassuntiva
degli eventi illeciti/turbative registrati nelle ultime otto stagioni in
occasione del transito di tifoserie lungo la rete viaria principale.

59

Tabella reati registrati in ambito autostradale connessi alle trasferte dei tifosi
Reato
Furto
Danneg.to
Risse
aggressioni
Lesioni
Altro
Totale eventi

2013/
2014
114
14

2012/
2013
97
8

2011/
2012
95
4

2010/
2011
93
6

2009/
2010
111
27

2008/
2009
79
14

2007/
2008
51
8

2006/
2007
50
8

13

10

22

12

15

7
148

11
120

13
122

4
105

10
170

5
110

1
75

0
66

La tabella sopra riportata evidenzia, inequivocabilmente, come, dopo


i positivi risultati registrati allindomani dellintroduzione della Tessera
del Tifoso Fidelity Card, il numero delle illegalit nella stagione appena
conclusa (+23% rispetto allo scorso anno, +41% rispetto al miglior risultato
della stagione 2010/2011) si stia pericolosamente riavvicinando a quello
della peggiore stagione sin qui monitorata (170 nel 2009-2010).
Scendendo nel dettaglio degli illeciti registrati, si nota come i furti,
commessi in prevalenza allinterno di esercizi commerciali, costituiscano il
77% del totale degli eventi, in linea con l80% circa della precedente
stagione.
Aumentano gli episodi di danneggiamento, che passano a 14 a fronte
degli 8 del 2012/2013. Pi che triplicati i reati contro lincolumit
individuale 13 contro i 4 della scorsa stagione ai danni sia di tifosi sia
di dipendenti di esercizi commerciali presso le aree di servizio.
Sotto la voce altro del prospetto, infine, sono indicati 7 eventi
illeciti (nel campionato scorso erano stati 11) e precisamente: 2 rapine, 3
fattispecie inerenti luso di petardi e/o strumenti per lemissione di fumo,
1 minaccia, 1 imbrattamento.
La successiva tabella riassume lattivit della Polizia Stradale a
seguito del verificarsi di illeciti o turbative connesse al transito di tifosi,
nonch di altri Uffici o Forze di Polizia a seguito di segnalazione di reparti
della Specialit.

Attivit di altri Uffici o FF.PP.

Stagione 2013/2014

Attivit della Polizia Stradale

persone identificate

211

101

persone denunciate

persone arrestate

60

a seguito segnalazione Polizia Stradale

Lultimo prospetto fotografa la distribuzione degli eventi illeciti tra le


diverse tifoserie, per la quasi totalit di matrice calcistica pur segnalandosi
la presenza di supporters di basket ed hockey. Come nelle passate
stagioni, la tifoseria responsabile del maggior numero di eventi illeciti
quella juventina.

Da segnalare che la tifoseria juventina, da sola, responsabile di


circa il 29% degli eventi registrati.

61

3. 3- DIGOS
Con riferimento alla nota in epigrafe si rappresenta che, nella
stagione 2013/2014, dallultimo censimento delle tifoserie delle serie
professionistiche emerso che in Italia risultano attivi 403 club (a fronte
dei 377 censiti nel campionato 2012/2013), composti da circa 40.260
supporter (a fronte dei 39.170 del precedente campionato).

GRUPPI ULTRAS
Gruppi di estrema DX

46

Gruppi di estrema SX

20

Gruppi generalmente di DX

47

Gruppi generalmente di SX

32

Gruppi misti

10

Gruppi apolitici

248

TOTALE

403

TIFOSI ULTRAS
Ultras di estrema DX
Ultras di estrema SX
Ultras generalmente di DX
Ultras generalmente di SX
Ultras misti
Ultras apolitici

4175
1845
6375
2447
2470
18353

TOTALE

403

Tra questi, 155 (a fronte dei 192 del campionato 2012/2013) anno
manifestato un orientamento politico. In particolare, 46 gruppi (a fronte
dei 44 del campionato 2012/2013) risultano orientati su posizioni di
estrema destra (pari all11% del totale), 20 di estrema sinistra [(pari al 5%
del totale) a fronte dei 16 censiti nel campionato 2012/2013], 47 hanno
assunto una generica connotazione di destra [(pari al 12% del totale) a
fronte degli 82 censiti nel precedente campionato], 32 genericamente di
sinistra [(pari al 8% del totale) a fronte dei 31 censiti nel campionato
2012/2013], mentre 10 sodalizi hanno manifestato una ideologia c.d.
mista caratterizzata dalla presenza di esponenti sia di estrema destra
che di estrema sinistra [(pari al 2% del totale) a fronte dei 9 censiti nel
campionato 2012/2013].
Con riferimento invece alla consistenza numerica, 17.312 tifosi
circa risultano appartenere a gruppi politicizzati (a fronte dei 22.402
censiti nel campionato 2012/2013): circa 4.175 tifosi risultano
appartenere a gruppi politicizzati orientati su posizioni politiche di
estrema destra (a fronte dei 3.480 censiti nel campionato 2012/2013),

62

1.760 a gruppi di estrema sinistra (a fronte dei 1.870 censiti nel


campionato 2012/2013) e 2.650 a sodalizi misti (a fronte dei 2.320 censiti
nel campionato 2012/2013).
Occorre inoltre ricordare che, per quanto attiene alle tifoserie
orientate su posizioni politiche estremiste, soltanto una parte degli
aderenti svolge una effettiva militanza politica, mentre la maggioranza
risulta essere simpatizzante ovvero non manifesta alcun orientamento
politico.
Tra i gruppi ultras politicizzati, inoltre, solo alcuni antepongono
lideologia al sostegno della propria squadra, mentre nella maggior parte
dei casi lelemento di coesione prevalente rimane comunque la fede
calcistica.
La connotazione estremista dei gruppi agisce soprattutto come
amplificatore di contrapposizioni gi esistenti, innestandosi nelle
dinamiche dei rapporti tra gli ultras e fornendo un ulteriore pretesto per
la radicalizzazione di rivalit preesistenti.
Anche se laffinit politica alla base di numerosi gemellaggi,
lappartenenza alla stessa area politica non agisce normalmente da
deterrente per gli scontri tra club rivali quando si in presenza di una
conflittualit campanilistica particolarmente radicata.
A ci si aggiunga che non sono pochi i casi di tifoserie politicizzate
in cui sono presenti club di opposte ideologie che, di solito, convivono
pacificamente evitando di esporre emblemi o di scandire slogan dal
contenuto extrasportivo (Milan, Roma, Vicenza, Cesena).
Vi sono addirittura club ultras (cd. misti) nelle cui fila compaiono
personaggi di contrapposto orientamento i quali tuttavia mantengono
unito il gruppo organizzando, talvolta, iniziative comuni.
Anche nella stagione sportiva 2013/2014 lattivit delle Squadre
Tifoserie delle Digos si rivelata particolarmente significativa per il
contrasto alle illegalit. In chiave repressiva, emerge che dei 165 arresti
(a fronte dei 154 dello scorso campionato) effettuati complessivamente
dalle forze dellordine nella corrente stagione sportiva, 116 (a fronte dei
55 dello scorso campionato) sono riconducibili alle Digos (pari al 79%
del totale), che tra laltro hanno denunciato in stato di libert 1307 (in
luogo delle 597 dello scorso campionato) delle 1854 (a fronte delle 992
della precedente stagione) persone complessivamente segnalate allA.G.
(pari al 70% del totale).

Forze dellOrdine
Arresti
Denunce
DIGOS
Arresti
Denunce

2012/2013

2013/2014

154
992

165
1854

55

116

597

1307

63

Per quanto riguarda il fenomeno del razzismo e dellantisemitismo


negli stadi, nel campionato 2013/2014 si sono verificati 39 episodi, 38 dei
quali sono stati cori razzisti, perlopi concretizzatisi nel noto verso
scimmiesco (uh-uh) rivolto ai giocatori di colore (in merito sono stati
denunciati in stato di libert 15 tifosi).
Per quanto concerne le altre violazioni alla c.d. Legge Mancino si
sono registrati 6 episodi, due dei quali hanno riguardato scritte murali
con svastiche, uno il c.d. saluto romano effettuato in occasione
dellincontro Italia Germania del 15/11/2013 (a seguito del quale sono
stati denunciati 4 tifosi tedeschi), uno striscione esposto dalla tifoseria
romanista durante la gara Roma Juventus del 11/05/2014 riportante la
scritta FORZA DANIELE! con il punto esclamativo raffigurante un fascio
littorio stilizzato, una esposizione di una svastica durante lincontro
Livorno Bologna del 16/03/2014 (per la quale stato denunciato il
responsabile) ed infine, da parte di tifosi scaligeri (durante un meeting), il
posizionamento di autovetture in modo da comporre una svastica, ben
visibile dallalto.

64

Capitolo 4
Gli altri Enti
4.1 - Analisi degli episodi di violenza ai danni degli Ufficiali di gara 12
Le seguenti tabelle evidenziano gli episodi di violenza a carico degli
Ufficiali di gara registrati nella stagione 2013/2014.

Tab. 1 analisi per gravit degli episodi per Comitato Regionale


Comitato Regionale
Abruzzo

Violenza grave
12
14
30
37
5
1
16
7
16
8
8
16
18
13
75
6
1
5
15

Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte e Val DAosta
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trento
Umbria
Veneto

Totale

12

303

Fonte Associazione Italiana Arbitri

65

Altri casi
1
2
14
2
1
1
1

15

totale
13
16
44
39
6
2
17
7
23
10
8
17
18
14
98
7
1
5
30

72

375

7
2
1
1
23
1

Totale
complessivo

giugno 2014

Maggio 2014

aprile 2014

marzo 2014

Gennaio 2014

Febbraio 2014

Basilicata

dicembre 2013

Ottobre 2013

novembre 2013

Abruzzo

settembre 2013

agosto 2013

Comitato
Regionale

Luglio 2013

Tab.2 analisi mensile degli episodi per Comitato Regionale

13

15

Campania

Emilia Romagna

14

17

Calabria

Friuli Venezia
Giulia
Lazio

Liguria

Lombardia

Marche

44
1

10

17

39

Molise
Piemonte e Val
DAosta

16

23

Puglia

18

Sardegna

14

12

20

20

17

98

Sicilia

Toscana

Trento

Umbria

Veneto

Totale complessivo

2
1

16

23

10

37

39

44

60

77

35

40

66

30
2

375

Seconda Divisione

Promozione

Prima Categoria

Seconda Categoria

Terza Categoria

11

12

12

14

Juniores Provinciali

Settore Giovanile e
Scolastico

9
4

27

56

22

87

13

67

1
6

13

18

Amichevole

61

Amatori

4
1

Calcio a 5

Totale
complessivo

giugno 2014

maggio 2014

Eccellenza

Torneo

aprile 2014

marzo 2014

febbraio 2014

gennaio 2014

dicembre 2013

novembre 2013

ottobre 2013

settembre 2013

agosto 2013

Categoria

luglio 2013

Tab.3 analisi mensile degli episodi per Categoria

10

6
5

42

Calcio a 5 Serie B

Campionato
Nazionale Serie D

Calcio a 5 Serie A1

Juniores Nazionali

Calcio a 5
Campionato
Nazionale U21

Totale Complessivo

16

23

37

67

39

44

60

77

35

40

375

Tab. 4 analisi mensile degli episodi per stagione sportiva

2009/
2010
8
56
72
38
64
102
74
34
22
-

2010/
2011
20
93
92
53
101
79
102
58
32
-

2011/
2012
15
52
82
61
57
76
69
42
31
3

2012/
2013
5
27
43
34
49
67
51
52
30
2

2013/
2014
1
1
16
23
37
39
44
60
77
35
40
2

Totale

470

630

488

360

375

2.323

REGIONE

Totale
episodi
segnalati

Morale

Abruzzo

13

Basilicata
Calabria

Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
Totale

1
1
64
251
326
225
315
384
373
221
155
7

Tab. 5 Riepilogo episodi


Fisica
Con prognosi

Non Grave

Grave

12

16

14

44

30

12

39

37

11

Emilia Romagna

Friuli Venezia Giulia

17

16

12

Lombardia

23

16

Marche

10

Piemonte e Val DAosta

17

16

Puglia

18

18

Sardegna

14

13

13

75

17

Campania

Lazio
Liguria

Molise

98

10

Toscana

Umbria

Veneto

30

14

15

375

26

46

303

109

Sicilia

CPA Trento
Totale

68

Tab.6 Riepilogo episodi per categoria responsabile

Responsabili Episodio
Calciatori
Dirigenti
Estranei

fisica

Tipologia episodio di violenza


morale
fisica grave
con prognosi
20
7
1

239
80
66

208
67
62

87
19
22

N.B. gli episodi possono vedere coinvolti pi soggetti

Tab.7 incidenza percentuale degli episodi di violenza della tab.6 al numero


complessivo degli episodi registrati (375)
Responsabili Episodio
Calciatori
Dirigenti
Estranei

fisica
64%
21%
18%

Tipologia episodio di violenza


morale
fisica grave
con
5%
55%
2%
18%
0%
17%

prognosi
23%
5%
6%

Tab.8 incidenza percentuale degli episodi sul numero totale delle gare

Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
CPA Bolzano
CPA Trento
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte e Val DAosta
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Umbria
Veneto
Totale

gare
OTR*
4.206
2.152
3.592
8.355
1.316
1.999
5.936
2.794
11.211
2.217
8.661
4.226
2.568
5.088
3.749
2.655
5.007
9.529
4.747
7.513

gare
OTS*
8.940
2.889
7.483
19.356
2.865
3.997
24.394
8.209
23.949
8.736
57.933
14.303
1.371
20.372
9.280
9.909
14.710
27.290
6.485
33.484

totale
Nazionale
13.146
5.041
11.075
27.711
4.181
5.996
30.330
11.003
35.160
10.953
66.594
18.529
3.939
25.460
13.029
12.564
19.717
36.819
11.232
40.997

episodi di
violenza
13
16
44
39
1
6
2
17
7
23
10
8
17
18
14
98
7
5
30

97.521

305.955

403.476

375

69

incidenza
0,099%
0,317%
0,397%
0,141%
0,000%
0,017%
0,020%
0,018%
0,048%
0,064%
0,035%
0,054%
0,203%
0,067%
0,138%
0,111%
0,497%
0,019%
0,045%
0,073%
0,093%

*OTR= organo tecnico regionale OTS= organo tecnico sezionale

4.2 Procura federale - FIGC 13


La stagione 2013/2014 ha visto un incremento dellattivit della
Procura Federale della F.I.G.C. sia per numero di gare attenzionate
(+2,65% rispetto alla stagione 2012/2013) che per numero di Componenti
designati (+16,62%).

Tab. 9 Dati relativi allattivit della Procura Federale

13

2012/2013

2013/2014

variazione

Gare

1810

1858

2,65%

Componenti designati

2207

2574

16,62%

Fonte FIGC Procura Federale

70

4.3 Ferrovie dello Stato 14


La stagione 2013-2014 ha visto ha fatto registrare un incremento dei
tifosi trasportati che passato dalle 5116 unit della stagione 2012/2013
alle 8.580 della stagione appena conclusa.
Un deciso calo si registrato anche nei confronti dei tifosi respinti
prima della partenza dei convogli, infatti, i medesimi sono passati da 244
a 183.
Tab. 10 Dati relativi allattivit della Procura Federale

I danni subiti dai


convogli delle
Ferrovie dello
Stato, nellultima
stagione,
ammontano a
7.797,92 a
fronte dei
6.002,08 della
stagione
antecedente.

14

Fonte Ferrovie dello Stato

71

4.4 Autogrill S.p.A.

15

I danni registrati dalla societ Autogrill S.p.A. per la stagione 20132014 sono sostanzialmente uguali a quelli della passata stagione, sia nel
numero di episodi accaduti sia per limporto complessivo del danno.
Infatti, per il campionato appena trascorso sono stati 74 gli episodi
registrati negli esercizi commerciali della societ Autogrill (73 erano
quelli della stagione precedente) per un danno complessivo di
38.512,29 (39.194,40 nella stagione 2012/2013)

15

Fonte Autogrill S.p.A.

72

Capitolo 5
Varie
5.1 - Legislazione nazionale e confronto internazionale
La legislazione nazionale, sviluppatasi in decretazioni durgenza a
partire dallanno 2001, strutturata sullo studio dei modelli
internazionali dei singoli Paesi e delle indicazioni provenienti dal
dallUnione Europea, Consiglio dEuropa, dalla FIFA e dalla UEFA.
Non a caso i concept operativi della sicurezza negli stadi sono
molto simili ed in molti casi addirittura uguali a quelli degli stadi
italiani.
Si ribadisce che la differenza profonda risiede nella qualit
dellimpiantistica sportiva, nelle capacit organizzative di molti club dei
Paesi del c.d. grande calcio e nella correlata capacit di correggere,
attraverso le strutture, i comportamenti dei tifosi.
Lefficacia del sistema che discende dalla normativa italiana
chiaramente visibile nella realt italiana dello Juventus stadium (37.300
spettatori in media a gara per una percentuale di riempimento di oltre il
90%).

5. 2 - Le misure della Task force per la sicurezza delle manifestazioni


sportive
Al fine di fronteggiare adeguatamente la complessit del fenomeno
(segnato da un progressivo abbandono degli stadi da parte delle persone
perbene e dalla nuova recrudescenza di episodi di violenza), stata
istituita a dicembre 2013 dal Ministro dellInterno una specifica Task
Force, che ha chiuso Il 7 aprile scorso, nei 90 giorni previsti, la propria
attivit di costruzione di un pacchetto di misure che ha posto a
disposizione dei club una serie di miglioramenti per aumentare
frequentazione e sicurezza negli stadi mediante interventi totalmente
svincolati da approcci di polizia.
Ai lavori hanno partecipato rappresentanti di vertice di tutte le
istituzioni sportive in un clima di compattezza, ancorch caratterizzato
da un confronto aperto e franco.
Il documento finale prodotto dalla Task Force contiene, in sintesi,
una serie di opportunit che i club possono cogliere per favorire
maggiore partecipazione di pubblico, non perch "obbligati" da normative
cogenti ma in quanto responsabilizzati nell'ambito di un nuovo percorso
di legalit.
Gli obiettivi da raggiungere sono quindi complessi, tenendo conto
che la violenza e l'illegalit costituiscono tuttora un rischio concreto. Lo

73

ricordano appunto i segnali non positivi dell'ultimo campionato - sebbene


ancora in forte calo rispetto alla stagione precedente gli incidenti di
Catania - ma anche le ricordate difficolt che attraversano nel settore
molti partner europei.
Rimane ferma la linea del rigore, perseguita, parallelamente alle
strategie di inclusione, mediante il perfezionamento delle misure di
contrasto degli episodi di violenza, ora confluite nel provvedimento in via
di conversione che contiene nuovi ed efficaci strumenti di repressione.
Impianto siffatto, proprio perch la Task Force ha varato misure di
accoglienza e rinnovata fiducia nei confronti delle tifoserie sane, dovr
rappresentare un argine ai possibili comportamenti negativi delle frange
estreme del tifo organizzato.
Sono qui riportate, in dettaglio, dapprima le misure della Task
Force e, a seguire, le innovazioni normative.
Task 1 Easy ticketing

Vendita online per tutti

Biglietti su smartphone, tablet o fidelity card

Acquisto last second

Vendita ai tifosi ospiti anche il giorno della gara (escluso incontri a


rischio massimo)

Ticketing policy e facilitazioni per i minori di 14 anni

Allineamento dei sistemi di biglietteria al Centro Elettronico della


Polizia di stato

Task 2 Fidelizzazione: un salto in avanti

Customer relation policy

Agevolazioni per gli under 16 e gli over 60

Invita due amici allo stadio

Benefit per le famiglie

Pacchetti promozionali per gli stranieri

Progetti di tifo solidale

Pi partecipazione alle trasferte

Responsabilizzazione dei club


iniziative di fidelizzazione)

(sospensione

revoca

Task 3 - Stewarding

Pi controlli sulle attivit delle strutture di formazione

74

delle

Ottimizzazione dei percorsi formativi

Valorizzazione del servizio di stewarding con meccanismi premiali

Impiego degli steward anche in trasferta

Task 4 Stadi di calcio

Settori pi piccoli per aumentare la sicurezza

Piani di afflusso e deflusso pi efficaci

Riqualificazione degli impianti, privilegiando il comfort

Abbattimento delle barriere

Task 5 - Dialogo con i tifosi

Referente dei tifosi in ogni societ sportiva

Sezioni dedicate ai tifosi sui siti web dei club

Formazione dei Supporter Liaison Officer

SLO componenti permanenti dei GOS

Task 6 - Contrasto al razzismo

Costante monitoraggio
discriminazione

delle

forme

di

razzismo

Nuove campagne di sensibilizzazione e di comunicazione

Campagne di legalit nelle scuole

Premi alle tifoserie

Seminario internazionale sul razzismo e la discriminazione

di

Task 7 Lotta alla contraffazione

Controllo della vendita ambulante e sanzioni agli abusivi

Coordinamento dei servizi per contrastare la contraffazione dei


marchi

Iniziative legislative mirate

Task 8 Iniziative a carattere educativo

Eventi di carattere nazionale con il coinvolgimento delle scuole

Codice etico per gli allenatori, i calciatori e gli addetti ai lavori

75

Task 9 Formazione e comunicazione

Diffusione delle nuove norme con direttiva del 7 aprile 2014

Armonizzazione a livello nazionale delle misure adottate

Nuovi corsi di formazione per Coordinatori GOS e Delegati alla


Sicurezza delle societ di calcio. Il primo ciclo per la serie A e
serie B si gi tenuto a maggio

Eventuali interventi correttivi delle norme a partire dal girone di


ritorno del campionato 14/15

76

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive


www.osservatoriosport.interno.gov.it