Vous êtes sur la page 1sur 241

FASSA S.p.A.

Via Lazzaris, 3 - 31027 Spresiano (TV)


tel. 0422 7222 - fax 0422 887509
www.fassabortolo.com - fassa@fassabortolo.com

DEP600 Edizione 1/11 - Grafiche Tintoretto

FILIALI COMMERCIALI
ITALIA
Bolzano - tel. 0471 203360 - fax 0471 201943
Altopascio (LU) - tel. 0583 216669 - fax 0583 269646
Sassuolo (MO) - tel. 0536 810961 - fax 0536 813281
SVIZZERA - FASSA SA
Mezzovico (Lugano) tel. +41 091 9359070 fax +41 091 9359079
Aclens - tel. +41 021 6363670 - fax +41 021 6363672
FRANCIA - FASSA FRANCE SARL
Lione - tel. +33 04 74953142 - fax +33 04 74953889

SISTEMI

CATALOGO GENERALE

PORTOGALLO - FASSALUSA LDA


So Mamede (Batalha)
tel. + 351 244 709200 - fax + 351 244 704020

SETTORI DI INTERVENTO / PRODOTTI

CATALOGO GENERALE

AZIENDA

INDICE CATALOGO

STABILIMENTI DI PRODUZIONE
ITALIA
Spresiano (TV) - tel. 0422 725475 - fax 0422 725478
Artena (Roma) - tel. 06 9516461 - fax 06 9516627
Mazzano (BS) - tel. 030 2629361 - fax 030 2120170
Sala al Barro (LC) - tel. 0341 540119 - fax 0341 240115
Ravenna - tel. 0544 456356 - fax 0544 688965
Moncalvo (AT) - tel. 0141 921434 - fax 0141 921436
Bagnasco (CN) - tel. 0174 716618 - fax 0174 716612
Molazzana (LU) - tel. 0583 641687 - fax 0583 641636
Popoli (PE) - tel. 085 9875027 - fax 085 9879321
Montichiari (BS) - tel. 030 9961953 - fax 030 9962833
Moncucco T.se (AT) - tel. 011 9874769 - fax 011 9874964
Bitonto (BA) - tel. 080 5383207 - fax 0422 723031
Calliano (AT) - tel. 0141 928701 - fax 0141 928835

Tradizione Fassa

Organizzazione Territoriale

Gestione Logistica

Guida alla consultazione

Costruzione

Intonacatura

24

Finitura

52

Decorazione

74

Pavimentazione e
posa rivestimenti

122

Isolamento termico

156

Impermeabilizzazione

180

Risanamento murature umide

184

Ristrutturazione

198

Prodotti complementari

212

Prodotti tradizionali

219

Fassa Service

220

Introduzione

222

Intonaco + colore per esterni

223

Bio-Architettura

224

Calce idraulica naturale NHL 3,5

226

Risanamento

228

Ristrutturazione calcestruzzo

230

Ristrutturazione-Consolidamento 231

Sottofondi

232

Cappotto

234

Indice alfabetico prodotti

236

INDICE CATALOGO

SETTORI DI INTERVENTO / PRODOTTI

AZIENDA

Tradizione Fassa

Organizzazione Territoriale

Gestione Logistica

Guida alla consultazione

Costruzione

Intonacatura

24

Finitura

52

Decorazione

74

Pavimentazione e
posa rivestimenti

122

Oltre che sul Catalogo Generale, la gamma completa delle


soluzioni

Fassa

Bortolo

per

ledilizia

SIMBOLOGIA

illustrata

approfonditamente in altri due importanti supporti informativi:

IMPIEGO

la sezione Prodotti del sito internet www.fassabortolo.com;

Esterni

Tradizione Fassa

sacco

silo

il Catalogo Multimediale su CD, contenente le schede

156

Impermeabilizzazione

180

dipendenti e oltre 350 agenti di vendita. Sono questi i numeri della

Verde 800-303132 o compilare il modulo presente nella

Risanamento murature umide

184

Fassa Bortolo, Azienda che nel corso della sua lunga storia ha saputo

sezione Download Depliants del sito www.fassabortolo.com).

Ristrutturazione

198

prodotto, filmati (per ricevere il CD basta telefonare al Numero

a mano

212

Prodotti tradizionali

219

Fassa Service

220

Introduzione

222

a macchina

rinnovarsi di generazione in generazione crescendo al passo di un


mercato in continua evoluzione e raggiungendo i pi elevati standard

Prodotti complementari

confezione
in plastica

APPLICAZIONE

tecniche, voci di capitolato, schede di sicurezza, certificazioni di

Isolamento termico

Quattordici stabilimenti in Europa, sei filiali commerciali, oltre 850

Esterni
ed
Interni

FORNITURA

Paolo Fassa - Presidente

La forza di un marchio leader

Interni

ATTREZZATURA

qualitativi.
Oggi Fassa un importante punto di riferimento per gli operatori

Fassa rispetta lambiente

delledilizia progettisti, rivenditori e applicatori con una gamma


prodotti completa che va dalle malte per muratura agli intonaci

spatola
metalica

spatola in
plastica

frattazzo
in spugna

pennello

rullo

spruzzo

SISTEMI

premiscelati, dalle pitture ai rivestimenti colorati, dai massetti ai

Intonaco + colore per esterni

223

Bio-Architettura

224

per risanamento, ripristino del calcestruzzo e isolamento termico,

Calce idraulica naturale NHL 3,5

226

oltre a una linea certificata di prodotti bio-ecologici per costruire e

Risanamento

228

Ristrutturazione calcestruzzo

230

prodotti per la posa di pavimenti e rivestimenti, fino alle soluzioni

FASSA

ristrutturare secondo i canoni della pi moderna bioarchitettura.


Ogni prodotto il risultato di investimenti continui in ricerca e
sviluppo, test accurati e sperimentazioni rigorose sia nei laboratori

Ristrutturazione-Consolidamento 231

del modernissimo Centro Ricerche sia in applicazioni pratiche che

Sottofondi

232

garantiscono la soluzione migliore per chi opera quotidianamente in

Cappotto

234

Indice alfabetico prodotti

236

cantiere. E non tutto, perch la qualit Fassa va ben oltre i prodotti.

CATALOGO PRODOTTI

SERVICE:

un
servizio per chi lavora in
cantiere. Un programma
completo
di
prodotti,
attrezzature, macchine e
ricambi direttamente sul posto
di lavoro. Il personale esperto
Fassa Service in grado di
consigliare gli strumenti
ottimali e pi idonei per
ottenere i migliori risultati sia
nel grande che nel piccolo
cantiere.

spatola
dentata

spatola
in gomma

C infatti un altro importante valore aggiunto: il servizio, che vuol


dire competenza, professionalit e tempestivit dintervento. Vuol
dire, cio, essere costantemente vicino al cliente per aiutarlo nella
scelta delle soluzioni giuste e rispondere a tutte le necessit concrete. Per questo Fassa Bortolo mette a disposizione tutta la propria
esperienza con il FASSA SERVICE consegna direttamente in cantiere di impianti, macchine, ricambi e accessori e lASSISTENZA
FASSA, una consulenza tecnica per il miglior utilizzo dei prodotti e
un pronto intervento sugli impianti e sulle attrezzature.
Qualit, tecnologia, servizio. Ma ancora non basta, perch il valore Fassa anche cultura. Ovvero confronto, apertura, innovazione. Rientrano in questo ambito, per esempio, le diverse iniziative
dedicate ai progettisti (come il Premio Internazionale
Architettura Sostenibile), la collaborazione con il mondo accademico e scientifico per lindividuazione di soluzioni innovative nelledilizia, ma anche limpegno diretto nel mondo del restauro e
del recupero di opere storiche. Unattivit a 360 gradi, che si
esplica in interventi concreti in tutti i settori, per dare un contributo importante allevoluzione delledilizia.

Organizzazione
Territoriale
Sede Dir.le - Spresiano (TV)

Pi vicini a chi lavora


E la presenza capillare sul territorio, la vera forza della Fassa Bortolo:
tredici stabilimenti in Italia, a testimonianza di uno sviluppo costante e
mirato sul territorio nazionale, e uno in Portogallo, a Batalha vicino a
Fatima, primo fondamentale passo del processo di internazionalizzazione
che porter lAzienda ad affermarsi definitivamente anche sul mercato

Spresiano (Treviso)

europeo; in pi, tre filiali commerciali in Italia, due in Svizzera a


Mezzovico e Aclens, e una in Francia, a Lione. Una diffusione che consente di essere sempre vicino al cliente, garantendo forniture e servizi
tempestivi. Il primo stabilimento Fassa Bortolo sorge a Spresiano (dove
hanno sede anche la Direzione dellAzienda e i modernissimi Centro
Ricerche e Colorificio), cuore dellintero sistema Fassa e, in particolare,

Artena (Roma) - 1988

punto di riferimento per il Nord-Est. Una struttura allavanguardia, dotata di impianti tecnologicamente avanzati e ad alta automazione, con una
capacit produttiva giornaliera di oltre 2.000 tonnellate. Per un migliore
servizio in Trentino Alto Adige operativo il magazzino di Bolzano. Il territorio lombardo servito dallinsediamento di Sala al Barro (Lecco) e da
quello di Mazzano (Brescia). Sempre in Lombardia, inoltre, sorge lo stabilimento di Montichiari (Brescia), interamente dedicato alla produzione di

Mazzano (Brescia) - 1992

calce in zolle, calce idrata e ossido ventilato.


Sono tre i centri di produzione Fassa in Piemonte: lo stabilimento di
Moncalvo dAsti per prodotti a base gesso, impianto unico nel suo genere a ciclo produttivo completo, dallestrazione in sotterraneo alla cottura
e alla raffinazione con forni rotanti; quello di Moncucco Torinese (Asti),
anchesso specializzato nei prodotti a base gesso; e quello di Bagnasco,

Ravenna - 2000

Moncalvo (Asti) - 2001

Bagnasco (Cuneo) - 2002

Calliano (Asti) - 2010

nel Cuneese, che fornisce la gamma completa dei prodotti a Piemonte,


Valle dAosta e parte della Liguria.
Levante Ligure e Toscana sono invece servite dallimpianto di Molazzana,
in provincia di Lucca, supportato dal modernissimo magazzino di
Altopascio che sorge lungo lautostrada Firenze-Pisa-Livorno. Altra
Bitonto (Bari) - 2008
importante realt produttiva linsediamento di Ravenna, che si distingue da tutti gli altri per la sua particolare posizione geografica: il
porto sullAdriatico, infatti, offre notevoli prospettive di sviluppo,
facendo dello stabilimento una significativa testa di ponte verso nuove
aree di penetrazione commerciale e ulteriori possibilit di espansione. In
Emilia operativa anche una filiale commerciale a Sassuolo (Modena).
Infine, i tre stabilimenti al servizio delle regioni del Centro e del Sud Italia:

Montichiari (Brescia) - 2006

ad Artena (Roma), limpianto realizzato alla fine degli Anni Ottanta ed


evolutosi di pari passo con la crescita dellAzienda a livello nazionale, a
Popoli (Pescara), insediamento dotato delle tecnologie pi innovative e
a Bitonto (Bari), lo stabilimento per servire le regioni Puglia, Basilicata,
Campania e Calabria. Lo sviluppo dellazienda prevede, inoltre, una
diversificazione produttiva: in particolare, da Gennaio 2010,
operativo a Calliano (Asti) un nuovo e avanzato stabilimento per

Sala al Barro (Lecco) - 2005

la produzione di lastre in Cartongesso, cuore del Sistema


Gypsotech: sistema che prevede anche tutti gli accessori necessari al montaggio delle lastre.
Tutta questa organizzazione rappresenta un sistema produttivo diffuso
in modo capillare, che consente di instaurare un rapporto diretto e personalizzato con gli operatori edili.
Batalha (Portogallo) - 2004

Molazzana (Lucca) - 2002

Popoli (Pescara) - 2003

Gestione Logistica
Un sistema allavanguardia
per la gestione delle consegne
Una soluzione innovativa, che coordina lintero sistema delle forniture e della movimentazione dei prodotti garantendo consegne
tempestive su tutto il territorio.
Da qualsiasi luogo, in ogni momento, basta una telefonata al
numero verde 800-333435 e il Servizio Logistico a completa
disposizione per qualunque fornitura. Ricevuta la chiamata, un
addetto della centrale operativa registra lordine e lo trasferisce
immediatamente, per via telematica, allo stabilimento o al magazzino pi vicino al cliente. Qui viene subito attivata la procedura per
la fornitura dei materiali richiesti direttamente in cantiere. I clienti Fassa Bortolo, infatti, possono contare su una rete capillare a
copertura dellintero territorio.
Un sistema innovativo, pratico ed efficace, che assicura la massima
precisione e rapidit di consegna, senza comunque rinunciare allassistenza dellagente di riferimento, che viene informato dellordine e
rimane a disposizione del cliente per qualsiasi consulenza e necessit.

Stabilimenti
1

Spresiano (Treviso)

8 Popoli (Pescara)

Artena (Roma)

9 Sala al Barro (Lecco)

Mazzano (Brescia)

10 Montichiari (Brescia)

Ravenna

11 Moncucco Torinese (Asti)

Moncalvo (Asti)

12 Batalha (Portogallo)

Bagnasco (Cuneo)

13 Bitonto (Bari) Calliano

Molazzana (Lucca)

14 Calliano (Asti)

Bolzano

Filiali Commerciali
Italia

Svizzera

Bolzano

4 Mezzovico (Lugano)

Altopascio (Lucca)

5 Aclens

Sassuolo (Modena)

Francia
6 Lione

Altopascio (Lucca)

Sassuolo (Modena)

Mezzovico (Lugano)

Guida alla consultazione


Tutte le soluzioni Fassa
per i professionisti
delledilizia
Il Catalogo Generale presenta lintera gamma dei prodotti schematizzati attraverso una visualizzazione
grafica della Casa Fassa con i principali interventi.
Uno strumento unico, completo e innovativo, che

25

offre agli operatori del settore progettisti, rivenditori e applicatori tutte le informazioni sulle pi evolute soluzioni per ledilizia, oltre a preziosi suggerimen-

24

ti pratici per ottimizzarne lapplicazione. Molto pi di


un catalogo: una vera e propria guida pratica, da utilizzare sia nella scelta del prodotto migliore per ogni

Tipologie interventi

intervento edilizio, sia nelle diverse fasi applicative.

Nel Catalogo Generale sono rappresentati nove settori:


Costruzione
Intonacatura
Finitura
Decorazione
Pavimentazione e Posa rivestimenti
Isolamento termico
Impermeabilizzazione
Risanamento murature umide
Ristrutturazione
Le prime pagine di ogni settore propongono una visualizzazione
della Casa Fassa con i relativi supporti applicativi e il glossario
per la comprensione dei termini tecnici pi utilizzati in ogni contesto specifico. Una pratica tabella aiuta nella scelta del prodotto in
base al supporto, allambiente e al tipo di costruzione in cui si

26

deve effettuare lapplicazione.

Schede tecniche prodotto


1
Presentano in modo dettagliato ed esauriente la tipologia dintervento, i supporti applicativi e le seguenti informazioni: 1

1 la descrizione del prodotto;

2 la guida pratica alla preparazione del fondo, alle modalit di


applicazione e le avvertenze da seguire per ottenere sempre un
risultato ottimale;

3 la tabella completa con le caratteristiche tecniche del prodotto;


4 il riassunto delle simbologie riportante le situazioni applicative e
lattrezzatura;1

5 i consigli utili per ottimizzare lapplicazione, con eventuali


rimandi alle schede di altri prodotti abbinabili.

4
3

Tutte le schede tecniche possono essere visionate anche nella


sezione Prodotti del sito internet www.fassabortolo.com

33

Sistemi integrati
Lultima sezione del catalogo dedicata ai Sistemi e propone diverse combinazioni di prodotti trasversali ai settori dintervento presentati nella
prima parte. Sono dodici gli schemi che illustrano i cicli completi per
interventi specifici con le relative varianti, con lindicazione di tutti i prodotti necessari e con il rimando alla scheda tecnica di ciascuno di essi:
Sistema Intonaco+Colore per esterni;
Sistema Bio-Architettura (2 sistemi);
Sistema Calce Idraulica Naturale NHL 3,5 (2 sistemi);
Sistema Risanamento (2 sistemi);
Sistema Ristrutturazione Calcestruzzo;
Sistema Ristrutturazione Murature;
Sistema Consolidamento;
Sistema Sottofondi;
Sistema Cappotto.

COSTRUZIONE
1

6
2
5

TIPOLOGIA SUPPORTI:

TERMOLATERIZIO

LATERIZIO

PIETRA

BLOCCHI IN CEMENTO

MATTONE FACCIA A VISTA

BLOCCHI IN CEMENTO CELLULARE ESPANSO

GLOSSARIO

Malta premiscelata
una miscela predosata industrialmente, composta da leganti idraulici, leganti aerei ed inerti. I rigidi criteri di produzione ne garantiscono la qualit e la
costanza, mentre il sistema di distribuzione insieme alla facilit duso (in cantiere va aggiunta solo lacqua dimpasto) ne rende economico lutilizzo.

Cemento
Il cemento un legante idraulico che si presenta sotto forma di una polvere finissima: un legante in quanto ha la capacit di legare degli elementi solidi inerti, idraulico in quanto indurisce e si lega alle materie inerti reagendo e combinandosi con lacqua (questa reazione pu avvenire sia allaria che sottacqua).

Calce idrata
La calce idrata un legante aereo e si ottiene tramite la cottura in appositi forni del calcare naturale (carbonato di calcio), che si trasforma in calce viva (ossido di calcio). Aggiungendo alla calce viva una determinata quantit dacqua si ottiene la calce idrata. Gli ingredienti e il semplice processo di lavorazione fanno
in modo che la calce idrata sia uno dei leganti pi naturali.

Calce Idraulica Naturale NHL


La calce idraulica naturale (NHL Natural Hydraulic Lime) la calce prodotta dalla cottura (a bassa temperatura) di calcari pi o meno argillosi o silicei, con
la successiva riduzione in polvere mediante spegnimento con o senza macinazione; questa si differenzia dalla calce idraulica ( HL Hydraulic Lime), che invece ottenuta per miscelazione di materiali appropriati (silicati di calcio e alluminati di calcio tipici costituenti del cemento) con calce idrata.

Resistenza meccanica
Caratteristica raggiunta dalle malte dopo lindurimento; viene rappresentata dal carico specifico necessario a produrne la rottura. Questo dato determina, in
base al suo valore, la classificazione delle malte da muratura secondo la NORMA UNI EN 998-2 (M2,5-M5-M10-M15-M20) e i relativi impieghi.

Resistenza a flessione
un parametro caratteristico di ogni materiale e corrisponde alla massima tensione che il materiale stesso, sottoposto ad una crescente sollecitazione di flessione, pu sopportare prima di rompersi.

Laterizio
Materiale da costruzione ottenuto mediante la cottura di un impasto composto da argilla, quantit variabili di sabbia, ossido di ferro e carbonato di calcio. Il
laterizio pu essere pieno (mattoni) o forato (mattoni forati, tavelle, ecc.).

Termolaterizio
Si produce aggiungendo alla miscela base del normale laterizio altri componenti (segatura, perlite, ecc.) che durante la cottura liberano dei gas generando dei
pori; si ottiene cos un laterizio alleggerito, che nello stesso tempo presenta delle caratteristiche di isolante termico.

Cemento cellulare espanso


Materiale da costruzione ottenuto da una miscela di sabbia, cemento e calce. Viene proposto in diversi formati (blocchi, tavelle, ecc.) ed caratterizzato da
elevati livelli di isolamento termico e di resistenza al fuoco.

COSTRUZIONE
PRODOTTI

SUPPORTO

LATERIZIO

TIPOLOGIA
PRODOTTO

MALTA PER
MURATURA

AMBIENTE
INTERNO ESTERNO

COSTRUZIONE
NUOVA ESISTENTE

PRODOTTO

MP 220
MM 100
MALTA per MURATURA
MM 30
MS 20
MB 49
MALTA 770

PIETRA

TERMOLATERIZIO

MATTONE FACCIA A VISTA

10

MALTA PER
MURATURA

MALTA PER
MURATURA

MALTA PER
MURATURA

MP 220
MM 100
MALTA per MURATURA
MM 30
MS 20
MB 49

Classe M20
Classe M10
Classe M5
Classe M5
Classe M2,5
Classe M5 - Bio
Classe M5-Bio
Calce Idraulica Naturale
Classe M20
Classe M10
Classe M5

PAG.

11
12
13
14
15
16
17
11
12
13
14
15
16

MALTA 770

Classe M5
Classe M2,5
Classe M5 - Bio
Classe M5-Bio
Calce Idraulica Naturale

MI 216

Classe M10
Termoisolante

22

ML 203

Classe M5
Termoisolante

23

MV 40

Classe M10
Faccia a vista

19

MB 60

Classe M10 - Bio


Faccia a vista

20

MALTA 767

Classe M10-BIO
Calce Idraulica Naturale

21

Classe M20
Classe M10
Classe M5
Classe M5
Classe M2,5

11
12
13
14
15

NOTE

BLOCCHI IN CEMENTO

MALTA PER
MURATURA

MP 220
MM 100
MALTA per MURATURA
MM 30
MS 20

BLOCCHI IN CEMENTO
CELLULARE ESPANSO

ADESIVO

A 81

17

18

COSTRUZIONE
MALTA PER MURATURA
Supporti: LATERIZIO - PIETRA - BLOCCHI IN CEMENTO

MP 220

Malta cementizia per muratura. Malta gruppo III secondo norme SIA.
LAVORAZIONE

A LL A NO R M A E
OP E A

CO NF O

ME

UR

Ad ogni sacco da 30 kg di MP 220 aggiungere circa 5-6 litri di acqua pulita e mescolare con un mescolatore orizzontale o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. MP 220 sfusa viene impastata mediante mescolatore orizzontale collegato direttamente alla stazione silo (a caduta) oppure,
utilizzando silo a pressione e impianto di convogliamento, viene impastata con mescolatore al piano. La
malta dopo la miscelazione deve essere applicata entro 2 ore.

AVVERTENZE
La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
MP 220 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

COMPOSIZIONE

CARATTERISTICHE TECNICHE

MP 220 una malta secca premiscelata composta da cemento Portland, sabbie classificate
ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

Peso specifico della polvere


Granulometria
Acqua di impasto

FORNITURA

Resa

Sfusa in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
MP 220 sottoposta ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Densit malta indurita


Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1745)
Classe

1.500 kg/m3 ca.


< 3 mm
18% ca.
17,3 q ca. di malta secca per ottenere 1.000 litri
di malta bagnata (con 1 sacco da 30 kg
si ottengono 17,5 litri ca. di malta bagnata)
1.850 kg/m3 ca.
7 N/mm2 ca.
20 N/mm2 ca.
20.000 N/mm2 ca.
= 15/35 (valore tabulato)
M20 secondo UNI EN 998-2
M1 secondo D.M. 20-11-87

CONFORME ALLE DISPOSIZIONI PER LA MARCATURA CE COME DA APPENDICE ZA-NORMA UNI EN 998-2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

11

COSTRUZIONE
MALTA PER MURATURA
Supporti: LATERIZIO - PIETRA - BLOCCHI IN CEMENTO

MM 100

Malta cementizia per muratura.


LAVORAZIONE

A LL A NO R M A E
OP E A

CO NF O

ME

UR

Ad ogni sacco da 30 kg di MM 100 aggiungere circa 5-6 litri di acqua pulita e mescolare con un mescolatore orizzontale o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. MM 100 sfusa viene impastata mediante mescolatore orizzontale collegato direttamente alla stazione silo (a caduta) oppure,
utilizzando silo a pressione e impianto di convogliamento, viene impastata con mescolatore al piano. La
malta dopo la miscelazione deve essere applicata entro 2 ore.

AVVERTENZE
La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
MM 100 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

COMPOSIZIONE
MM 100 una malta secca premiscelata composta da cemento Portland, sabbie classificate
ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

Peso specifico della polvere


Granulometria
Acqua di impasto

FORNITURA

Resa

Sfusa in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
MM 100 sottoposta ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

12

CARATTERISTICHE TECNICHE

Densit malta indurita


Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1745)

1.500 kg/m3 ca.


< 3 mm
18% ca.
17,3 q ca. di malta secca per ottenere 1.000 litri
di malta bagnata (con 1 sacco da 30 kg si
ottengono 18 litri ca. di malta bagnata)
1.850 kg/m3 ca.
3,5 N/mm2 ca.
10 N/mm2 ca.
9.000 N/mm2 ca.
= 15/35 (valore tabulato)

M10 secondo UNI EN 998-2


M2 secondo D.M. 20-11-87
CONFORME ALLE DISPOSIZIONI PER LA MARCATURA CE COME DA APPENDICE ZA-NORMA UNI EN 998-2
Classe

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

COSTRUZIONE
MALTA PER MURATURA
Supporti: LATERIZIO - PIETRA - BLOCCHI IN CEMENTO

MALTA PER MURATURA

Malta cementizia per murature interne ed esterne.

LAVORAZIONE
La MALTA PER MURATURA viene impastata mediante mescolatore orizzontale collegato direttamente
alla stazione silo (a caduta) oppure, utilizzando silo a pressione e impianto di convogliamento, viene
impastata con mescolatore al piano.

OP E A

CO NF O

UR

AVVERTENZE
LL A NO R M A
EA
E

La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
La MALTA PER MURATURA deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

COMPOSIZIONE
MALTA PER MURATURA una malta secca premiscelata composta da calce idrata, cemento
Portland e sabbie classificate.

FORNITURA
Sfusa in silo.

CONSERVAZIONE
Il materiale si conserva per almeno 3 mesi.

QUALIT
La MALTA PER MURATURA sottoposta ad
accurato e costante controllo presso i nostri
laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1745)
Classe

1.500 kg/m3 ca.


< 3 mm
18% ca.
17 q ca. di malta secca per ottenere 1.000 litri
di malta bagnata (con 1 t si ottengono
600 litri ca. di malta bagnata)
1.850 kg/m3 ca.
3 N/mm2 ca.
5 N/mm2 ca.
8.000 N/mm2 ca.
= 15/35 (valore tabulato)
M5 secondo UNI EN 998-2
M3 secondo D.M. 20-11-87

CONFORME ALLE DISPOSIZIONI PER LA MARCATURA CE COME DA APPENDICE ZA-NORMA UNI EN 998-2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

13

COSTRUZIONE
MALTA PER MURATURA
Supporti: LATERIZIO - PIETRA - BLOCCHI IN CEMENTO

MM 30

Malta cementizia per muratura ed intonaco da utilizzare a mano per interni ed esterni.
PREPARAZIONE DEL FONDO

A LL A NO R M A E
OP E A

CO NF O

ME

UR

La superficie da intonacare deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere precedentemente rimosse. Le superfici in calcestruzzo devono essere asciutte e precedentemente trattate con materiali aggrappanti come ad esempio il nostro prodotto SP 22, oppure con
un rinzaffo a base di sabbia e cemento con aggiunta del nostro speciale additivo AG 15 alcali resistente.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 30 kg di MM 30 aggiungere circa 5-5,5 litri di acqua pulita e mescolare in betoniera o,
per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione non deve superare i 3
minuti. La malta dopo la miscelazione deve essere applicata entro 2 ore.

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
MM 30 una malta secca premiscelata composta da calce idrata, cemento Portland, sabbie
classificate ed additivi specifici per migliorare
la lavorazione e ladesione.

La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione e stagionatura degli intonaci.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
MM 30 sottoposta ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

MM 30 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Spessore minimo
Acqua di impasto
Resa come intonaco

1.500 kg/m3 ca.


< 3 mm
10 mm
18% ca.
15 kg/m2 ca. con spessore 10 mm

Resa

17 q ca. di malta secca per ottenere 1.000 litri


di malta bagnata (con 1 sacco da 30 kg si
ottengono 17,5 litri ca. di malta bagnata)

Densit malta indurita


Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (EN 1745)
Classe

1.850 kg/m3 ca.


2,5 N/mm2 ca.
5 N/mm2 ca.
8.000 N/mm2 ca.
= 15/35 (valore tabulato)
M5 secondo UNI EN 998-2
M3 secondo D.M. 20-11-87

CONFORME ALLE DISPOSIZIONI PER LA MARCATURA CE COME DA APPENDICE ZA-NORMA UNI EN 998-2

14

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

COSTRUZIONE
MALTA PER MURATURA
Supporti: LATERIZIO - PIETRA - BLOCCHI IN CEMENTO

MS 20

Malta cementizia per muratura ed intonaco da utilizzare a mano per interni ed esterni.
PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da intonacare deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere precedentemente rimosse. Le superfici in calcestruzzo devono essere asciutte e precedentemente trattate con materiali aggrappanti come ad esempio SP 22, oppure con un rinzaffo a base di sabbia e cemento con aggiunta di AG 15.

OP E A

CO NF O

A LL A NO R M A E
UR

LAVORAZIONE
ME

Ad ogni sacco da 30 kg di MS 20 aggiungere circa 5-6 litri di acqua pulita e mescolare in betoniera o,
per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione non deve superare i 3
minuti. La malta dopo la miscelazione deve essere applicata entro 2 ore.

AVVERTENZE

MS 20 una malta secca premiscelata composta di calce idrata, cemento Portland, sabbie
classificate ed additivi specifici per migliorare
la lavorazione e ladesione.

La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.

FORNITURA

MS 20 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

COMPOSIZIONE

Sacchi speciali con protezione dallumidit


da 30 kg ca.

CARATTERISTICHE TECNICHE
CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
MS 20 sottoposta ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Peso specifico della polvere


Granulometria
Spessore minimo
Acqua di impasto
Resa come intonaco
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (EN 1745)
Classe

1.400 kg/m3 ca.


< 1,5 mm
10 mm
18-20% ca.
15 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
16 q ca. di malta secca per ottenere 1.000 litri
di malta bagnata (con 1 sacco da 30 kg si
ottengono 19 litri ca. di malta bagnata)
1.650 kg/m3 ca.
1,5 N/mm2 ca.
2,5 N/mm2 ca.
5.000 N/mm2 ca.
= 15/35 (valore tabulato)
M2,5 secondo UNI EN 998-2
M4 secondo D.M. 20-11-87

CONFORME ALLE DISPOSIZIONI PER LA MARCATURA CE COME DA APPENDICE ZA-NORMA UNI EN 998-2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

15

COSTRUZIONE
MALTA PER MURATURA
Supporti: LATERIZIO - PIETRA

MB 49

Malta per muratura bianca per interni ed esterni.


LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 30 kg di MB 49 aggiungere circa 5 litri di acqua pulita e mescolare con un mescolatore orizzontale o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. La malta impastata deve essere applicata entro le 2 ore.

OP E A

CO NF O

LL A NO R M A

UR

AVVERTENZE
A
ME

SISTEMA BIO-ARCHITETTURA (pag. 224)

COMPOSIZIONE
MB 49 una malta secca premiscelata bianca
a base di calce naturale, legante idraulico,
sabbie classificate.

FORNITURA
Sfusa in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
MB 49 sottoposta ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per l'applicazione e per un buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta all'azione disgregatrice del gelo.
Per la natura delle materie prime impiegate (sabbie naturali) non possibile garantire una uniformit di colore tra diverse forniture di materiale; si consiglia quindi di ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
Aerare adeguatamente i locali dopo l'applicazione sino a completo essiccamento.
MB 49 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (EN 1745)
Indice di radioattivit (UNI 10797/1999)
Classe

1.400 kg/m3 ca.


< 3 mm
19% ca.
16 q ca. di malta secca per ottenere
1.000 litri di malta bagnata (con 1 sacco da 30 kg
si ottengono 19 l ca. di malta bagnata)
1.800 kg/m3 ca.
2 N/mm2 ca.
5 N/mm2 ca.
4.500 N/mm2 ca.
= 15/35 (valore tabulato)
I=0,04 0,01
M5 secondo UNI EN 998-2
M3 secondo D.M. 20-11-87

Certificato di Conformit ANAB-ICEA n EDIL.2009_001 Rev. 01


CONFORME ALLE DISPOSIZIONI PER LA MARCATURA CE COME DA APPENDICE ZA-NORMA UNI EN 998-2

16

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

COSTRUZIONE
MALTA PER MURATURA
Supporti: LATERIZIO - PIETRA

MALTA 770

Bio-malta per muratura a base di calce idraulica naturale NHL 3,5 per interni ed esterni
LAVORAZIONE

A LL A NO R M A E
OP E A

CO NF O

ME

UR

Ad ogni sacco da 30 kg di MALTA DI ALLETTAMENTO 770 aggiungere circa 5,5 litri di acqua pulita e
mescolare con un mescolatore orizzontale o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico.
MALTA DI ALLETTAMENTO 770 sfusa viene impastata mediante mescolatore orizzontale collegato direttamente alla stazione silo (a caduta) oppure, utilizzando silo a pressione e impianto di convogliamento,
viene impastata con mescolatore al piano. La malta impastata deve essere applicata entro 2 ore.

AVVERTENZE

ELEVATA TRASPIRABILITA
SISTEMA CALCE IDRAULICA
NATURALE NHL (PAG. 226)

COMPOSIZIONE
MALTA DI ALLETTAMENTO 770 una malta secca
resistente ai solfati, a base di calce idraulica
naturale NHL 3,5 e sabbie calcaree classificate.

La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. Poich l'indurimento della malta
si basa sulla presa della calce, una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per
l'applicazione e per il buon indurimento della malta. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe
eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche non completamente indurita sarebbe esposta all'azione disgregatrice del gelo.
Per la natura delle materie prime impiegate (sabbie naturali) non possibile garantire una uniformit di colore tra diverse forniture di materiale; si consiglia quindi di ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
MALTA DI ALLETTAMENTO 770 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali
estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE

Peso specifico della polvere


Granulometria dellinerte
Acqua di impasto pulita
Resa

Conservare allasciutto per un periodo non


superiore a 12 mesi.

QUALIT
MALTA DI ALLETTAMENTO 770 sottoposta ad
accurato e costante controllo presso i nostri
laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate
secondo le normative di riferimento.

Densit malta indurita


Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1745)
Classe
Indice di Radioattivit (UNI 10797/1999)
Indice rilascio Radon (Naturally
Occurring Radioativity in the Nordic
Country-Recommendation 2000)

1400 kg/m3 ca.


< 3 mm
19% ca.
16 q ca. di malta secca per ottenere 1.000 l di
malta bagnata (con 1 sacco da 30 kg si ottengono
19 l ca. di malta bagnata)
1.800 kg/m3 ca.
2 N/mm2 ca.
6 N/mm2 ca.
5.000 N/mm2 ca.
= 15/35 (valore tabulato)
M5 secondo UNI EN 998-2
M3 secondo D.M. 20-11-87
I = 0,08 0,02

Calce idraulica naturale NHL 3,5


Conforme alle Disposizioni per la Marcatura CE come da Appendice ZA-Norma UNI EN 998-2
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

n EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

17

COSTRUZIONE
ADESIVO RASANTE
Supporti: BLOCCHI IN CEMENTO CELLULARE ESPANSO

A 81

Adesivo e rasante bianco per blocchi in cemento cellulare espanso.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie della muratura deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere,
ecc. devono essere precedentemente rimosse.

OPE A

CONFO

LL A N O RM A
EA
E
UR

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 25 kg di A 81 aggiungere circa 6 litri di acqua pulita e mescolare con agitatore meccanico fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi.
Attendere 5 minuti prima dellapplicazione, rimescolare e stendere ladesivo sui blocchi gi posizionati,
sia sulla base che sui fianchi degli stessi, regolando lo spessore con la spatola dentata. Posare quindi
velocemente sulla colla fresca i blocchi, registrandone la posizione con un martello di gomma.
Rimuovere quindi leccesso di colla che sborda dai giunti dei blocchi.

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
A 81 un adesivo premiscelato secco a base di
cemento Portland bianco, sabbie selezionate
ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e l'adesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
A 81 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Aspetto
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto
Resa

QUALIT
A 81 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Tempo di riposo
Peso specifico della malta bagnata
Densit adesivo indurito
ph
Durata dell'impasto a +20C
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento dacqua
per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

18

polvere bianca
1.300 kg/m3 ca.
< 0,6 mm
24% ca.
- per rasare: 1,4 kg/m2 ca. per mm di spessore;
- come adesivo: 5-7 kg/m2 ca. di superficie
da incollare
5 minuti ca.
1.750 kg/m3 ca.
1.600 kg/m3 ca.
>12
4 ore ca.
5 N/mm2 ca.
10 N/mm2 ca.
8.000 N/mm2 ca.
< 20 (valore misurato)
W0

= 0.67 W/mK (valore tabulato)


GP-CSIV-W0

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

COSTRUZIONE
MALTA PER MURATURA
Supporti: MATTONE FACCIA A VISTA

MV 40

Malta per muratura faccia a vista a base di calce e cemento.


LAVORAZIONE

A LL A NO R M A E
OPE A

CO NF O

ME

UR

Ad ogni sacco da 30 kg di MV 40 aggiungere circa 5-6 litri di acqua pulita e mescolare in betoniera o,
per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. MV 40 sfusa viene impastata mediante mescolatore orizzontale collegato direttamente alla stazione silo (a caduta) oppure, utilizzando silo a pressione e impianto di convogliamento, viene impastata con mescolatore al piano. Il tempo di miscelazione
non deve superare i 3 minuti. La malta dopo la miscelazione deve essere applicata entro 2 ore.

AVVERTENZE

FACCIA A VISTA

La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
MV 40 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

COMPOSIZIONE
MV 40 una malta secca premiscelata composta da calce idrata, cemento Portland, sabbie
classificate, materiale idrofugo ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sfusa in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
MV 40 sottoposta ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Spessore minimo
Acqua di impasto
Resa

1.400 kg/m3 ca.


< 1,5 mm
10 mm
21% ca.
16,5 q ca. di malta secca per ottenere 1.000 litri
di malta bagnata (con 1 sacco da 30 kg si
ottengono 18 litri ca. di malta bagnata)

Densit malta indurita


1.800 kg/m3 ca.
Resistenza a flessione a 28 gg
3,5 N/mm2 ca.
Resistenza a compressione a 28 gg 10 N/mm2 ca.
Modulo di elasticit a 28 gg
8.000 N/mm2 ca.
Fattore di resistenza alla
= 15/35 (valore tabulato)
diffusione del vapore (EN 1745)
Coefficiente di assorbimento
c < 0,30 Kg/m2.min0,5
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Classe

M10 secondo UNI EN 998-2


M2 secondo D.M. 20-11-87

CONFORME ALLE DISPOSIZIONI PER LA MARCATURA CE COME DA APPENDICE ZA-NORMA UNI EN 998-2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

19

COSTRUZIONE
MALTA PER MURATURA
Supporti: MATTONE FACCIA A VISTA

MB 60

Malta per muratura faccia a vista bianca per interni ed esterni.


LAVORAZIONE

A LL A NO R M A E
OP E A

CO NF O

ME

UR

Ad ogni sacco da 30 kg di MB 60 aggiungere circa il 18-20% di acqua pulita (5-6 litri) e mescolare in
betoniera o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di mescolazione non deve
superare 3 minuti. MB 60 sfusa viene impastata mediante mescolatore orizzontale collegato direttamente alla stazione silo (a caduta) oppure, utilizzando silo a pressione e impianto di convogliamento,
viene impastata con mescolatore al piano. La malta impastata deve essere applicata entro le 2 ore.

FACCIA A VISTA

SISTEMA BIO-ARCHITETTURA (pag. 224)

COMPOSIZIONE
MB 60 una malta secca premiscelata bianca
a base di calce naturale, legante idraulico,
sabbie classificate e materiale idrofugo.

FORNITURA
Sfusa in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
MB 60 sottoposta ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

AVVERTENZE
La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Per la natura delle materie prime impiegate (sabbie naturali) non possibile garantire una uniformit di colore tra diverse forniture di materiale; si consiglia quindi di ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
MB 60 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Spessore minimo
Acqua di impasto
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1745)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Indice di radioattivit (UNI 10797/1999)
Classe
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

1.400 kg/m3 ca.


< 1,5 mm
10 mm
21% ca.
16,5 q ca. di malta secca per ottenere 1.000 litri
di malta bagnata (con 1 sacco da 30 kg si
ottengono 19 l ca. di malta bagnata)
1.800 kg/m3 ca.
3,5 N/mm2 ca.
10 N/mm2 ca.
8.000 N/mm2 ca.
= 15/35 (valore tabulato)
c < 0,30 Kg/m2.min0,5
I=0,05 0,01
M10 secondo UNI EN 998-2
M2 secondo D.M. 20-11-87
n EDIL.2009_001 Rev. 01

CONFORME ALLE DISPOSIZIONI PER LA MARCATURA CE COME DA APPENDICE ZA-NORMA UNI EN 998-2

20

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

COSTRUZIONE
MALTA PER MURATURA
Supporti: MATTONE FACCIA A VISTA

MALTA 767

Bio-malta per muratura faccia a vista idrofugata a base di calce idraulica naturale NHL 3,5
LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 30 kg di MALTA FACCIA A VISTA 767 aggiungere circa 6 litri di acqua pulita e mescolare
con un mescolatore orizzontale o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico.
Il tempo di miscelazione non deve superare 3 minuti. La malta impastata deve essere applicata entro 2 ore.

OP E A

CO NF O

LL A NO R M A

UR

AVVERTENZE
A
ME

ELEVATA TRASPIRABILITA
SISTEMA CALCE IDRAULICA
NATURALE NHL (PAG. 226)

COMPOSIZIONE
MALTA FACCIA A VISTA 767 una malta secca
idrofugata, resistente ai solfati, a base di calce
idraulica naturale NHL 3,5 e sabbie calcaree
classificate.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
MALTA FACCIA A VISTA 767 sottoposta ad
accurato e costante controllo presso i nostri
laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate
secondo le normative di riferimento.

La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. Poich l'indurimento della malta
si basa sulla presa della calce una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per
l'applicazione e per il buon indurimento della malta. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe
eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche non completamente indurita sarebbe esposta all'azione disgregatrice del gelo.
Per la natura delle materie prime impiegate (sabbie naturali) non possibile garantire una uniformit di colore tra diverse forniture di materiale; si consiglia quindi di ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
MALTA FACCIA A VISTA 767 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria dellinerte
Spessore minimo
Acqua di impasto pulita
Resa

Densit malta indurita


Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1745)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Classe

1.400 kg/m3 ca.


< 1,5 mm
10 mm
21% ca.
16,5 q ca. di malta secca per ottenere 1.000 l di
malta bagnata (con 1 sacco da 30 kg si ottengono
19 l ca. di malta bagnata)
1.800 kg/m3 ca.
4 N/mm2 ca.
11 N/mm2 ca.
8.000 N/mm2 ca.
= 15/35
(valore tabulato)
c < 0,30 kg/m2 min0,5
M10 secondo UNI EN 998-2
M2 secondo D.M. 20-11-87
I = 0,08 0,02

Indice di Radioattivit (UNI 10797/1999)


Indice rilascio Radon (Naturally
Occurring Radioativity in the Nordic
I = 0,08 0,02
Country - Recommendation 2000)
Calce idraulica naturale NHL 3,5
UNI EN 459-1
Conforme alle Disposizioni per la Marcatura CE come da Appendice ZA-Norma UNI EN 998-2
Certificato di Conformit ANAB-ICEA n EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

21

COSTRUZIONE
MALTA PER MURATURA
Supporti: TERMOLATERIZIO

MI 216

Malta cementizia per muratura termoisolante.

A LL A NO R M A E
OP E A

CO NF O

ME

Ad ogni sacco da 30 kg di MI 216 aggiungere circa 9 litri di acqua pulita e mescolare in betoniera o, per
piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione non deve superare i 3
minuti. MI 216 sfusa viene impastata mediante mescolatore orizzontale collegato direttamente alla stazione silo (a caduta) oppure, utilizzando silo a pressione e impianto di convogliamento, viene impastata
con mescolatore al piano. Per una corretta realizzazione della muratura consigliabile riempire accuratamente le fughe orizzontali e verticali. La malta dopo la miscelazione deve essere applicata entro 2 ore.

UR

LAVORAZIONE

AVVERTENZE
La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
TERMOISOLANTE
MI 216 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

COMPOSIZIONE
MI 216 una malta secca premiscelata composta da calce idrata, cemento Portland, inerti
leggeri, sabbie classificate ed additivi specifici
per migliorare la lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sfusa in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
MI 216 sottoposta ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Spessore minimo
Acqua di impasto
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1745)
Coefficiente di conducibilit
termica (UNI 7745)

950 kg/m3 ca.


< 4 mm
10 mm
31% ca.
10 q ca. di malta secca per ottenere 1.000 litri
di malta bagnata (con 1 sacco da 30 kg
si ottengono 30 litri ca. di malta bagnata)
1.200 kg/m3 ca.
2,5 N/mm2 ca.
10 N/mm2 ca.
7.000 N/mm2 ca.
= 5/20 (valore tabulato)

= 0,40 W/mK (valore misurato)

M10 secondo UNI EN 998-2


M2 secondo D.M. 20-11-87
CONFORME ALLE DISPOSIZIONI PER LA MARCATURA CE COME DA APPENDICE ZA-NORMA UNI EN 998-2
Classe

22

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

COSTRUZIONE
MALTA PER MURATURA
Supporti: TERMOLATERIZIO

ML 203

Malta cementizia per muratura termoisolante.

A LL A NO R M A E
OP E A

CO NF O

ME

Ad ogni sacco da 20 kg di ML 203 aggiungere circa 11 litri di acqua pulita e mescolare in betoniera o,
per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione non deve superare i 3
minuti. ML 203 sfusa viene impastata mediante mescolatore orizzontale collegato direttamente alla stazione silo (a caduta) oppure, utilizzando silo a pressione e impianto di convogliamento, viene impastata
con mescolatore al piano. Per una corretta realizzazione della muratura consigliabile riempire accuratamente le fughe orizzontali e verticali. La malta dopo la miscelazione deve essere applicata entro 2 ore.

UR

LAVORAZIONE

AVVERTENZE
La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
TERMOISOLANTE
ML 203 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

COMPOSIZIONE
ML 203 una malta secca premiscelata composta da calce idrata, cemento Portland, inerti
leggeri ed additivi specifici per migliorare la
lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sfusa in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 20 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
ML 203 sottoposta ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Spessore minimo
Acqua di impasto
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1745)
Coefficiente di conducibilit
termica (UNI 7745)

550 kg/m3 ca.


< 4 mm
10 mm
56 % ca.
6,5 q. ca. di malta secca per ottenere 1.000 litri
di malta bagnata (con 1 sacco da 20 kg si
ottengono 31 litri ca. di malta bagnata)
750 kg/m3 ca.
1,5 N/mm2 ca.
5 N/mm2 ca.
3.500 N/mm2 ca.
= 5/20 (valore tabulato)

= 0,23 W/mK (valore misurato)

M5 secondo UNI EN 998-2


M3 secondo D.M. 20-11-87
CONFORME ALLE DISPOSIZIONI PER LA MARCATURA CE COME DA APPENDICE ZA-NORMA UNI EN 998-2

Classe

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

23

INTONACATURA
1

6
2

TIPOLOGIA SUPPORTI:

24

TERMOLATERIZIO

LATERIZIO

PIETRA

CALCESTRUZZO

BLOCCHI IN CEMENTO

PARASPIGOLI E PROFILI

GLOSSARIO

Rinzaffo
una malta composta da leganti, sabbie e additivi per migliorarne ladesione. Viene comunemente usata come trattamento preliminare dei supporti prima
dellapplicazione dellintonaco di fondo con lobbiettivo di pareggiare grossolanamente la superficie, riempire cavit o fessure, irruvidire superfici eccessivamente lisce e fare, comunque, da ponte daderenza tra i due elementi (supporto intonaco di fondo).

Intonaco di fondo
una malta composta da leganti che possono essere di diversa natura (cemento, calce, gesso, ecc.), sabbie classificate di diversa granulometria, particolari
additivi che conferiscono determinate caratteristiche (tipo idrofugante), particolari inerti per ottenere determinate prestazioni (tipo perlite per incrementare
la resistenza al fuoco). Assolve il duplice compito di natura funzionale ed estetica, formando uno strato che si oppone ai fattori di degrado ambientale e nello
stesso tempo rappresentata la superficie di finitura.

Gesso emidrato
un legante aereo e si ottiene tramite la cottura del solfato di calcio naturale in appositi forni, alla temperatura di 160C circa. Le caratteristiche peculiari
del gesso sono lincombustibilit e la capacit di assorbire umidit e restituendola quando lambiente diventa secco.

Perlite
una variet specifica di roccia vulcanica che possiede leccezionale propriet, dopo la cottura in appositi forni, di espandersi sino a 20 volte rispetto al suo
volume originario, ottenendo cos uno straordinario potere isolante. Viene usata come inerte nella composizione di intonaci conferendo leggerezza, resistenza al fuoco, isolamento termico, ecc.

Cocciopesto
E una pozzolana artificiale ottenuta da laterizi minutamente frantumati fino ad ottenere la voluta granulometria. Il nome cocciopesto si riferisce al materiale ottenuto con la frantumazione di tegole o coppi.

Idrofugazione
Si ottiene addizionando normali ingredienti della malta con uno speciale additivo, in grado di far diminuire notevolmente lassorbimento dellacqua nella
massa indurita, senza comprometterne la permeabilit al vapore.

Fattore di resistenza alla diffusione del vapore


Caratteristica di un materiale espressa con il valore (adimensionale), che rappresenta il rapporto fra lo spessore daria che offre la stessa resistenza al passaggio del vapore e lo spessore del materiale in questione.

Certificazione R.E.I.
Certifica la capacit di resistere allazione del fuoco da parte di elementi da costruzione, i componenti o le strutture, ed riassunta nella sigla R.E.I. seguita da
un numero espresso in minuti primi. I parametri considerati sono: R- stabilit; E- tenuta; I- isolamento termico; quindi con la certificazione R.E.I. si identifica
un elemento costruttivo che deve mantenere, anche se a contatto con il fuoco, per un determinato tempo, la stabilit, la tenuta e lisolamento termico.

Certificazione Bio ANAB-ICEA


Gli enti certificatori ANAB (Associazione Nazionale Architettura Bioecologica) e ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale), sono autorit riconosciute e indipendenti nellambito del costruire e del vivere in modo sano e nel rispetto dellambiente. I prodotti vengono sottoposti ad una prova completa
relativa al loro intero ciclo di vita, facendo riferimento a discipline quali fisica, edilizia, tossicologica umana e dellambiente, ecologia, processi biomedici,
radioattivit, ecc.

25

INTONACATURA
PRODOTTI

SUPPORTO

TIPOLOGIA
PRODOTTO

COSTRUZIONE
AMBIENTE
INTERNO ESTERNO NUOVA ESISTENTE

X
X
X
X

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

SP 22
KC 1
KS 9
K 27
KB 13
KD 2
KP 3
KR 100
KI 7
KZ 35
ZF 12
Z 150
Z 161
ZM 136

INTONACO DI FONDO
SOLFATO DI CALCIO
ADESIVO

ZB 23

AR 11

RINZAFFO

X
X
X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

SP 22
SP 22 - KC 1
SP 22 - KS 9
SP 22 - K 27
S 650 - KB 13
SP 22 - KD 2
SP 22 - KP 3
SP 22 - KR 100
SP 22 - KI 7
SP 22 - KZ 35
AC 241 - ZF 12
AC 241 - Z 150
AC 241 - Z 161
AC 241 - ZM 136

RINZAFFO

INTONACO DI FONDO
CALCE/CEMENTO
BLOCCHI IN CEMENTO

INTONACO DI FONDO
GESSO

INTONACO DI FONDO
CALCE/CEMENTO

X
X
X
X
X
X
X
X

CALCESTRUZZO

INTONACO DI FONDO
GESSO
INTONACO DI FONDO
SOLFATO DI CALCIO
ADESIVO
RINZAFFO

INTONACO DI FONDO
CALCE/CEMENTO

LATERIZIO

X
X
X
X

AC 241 - ZB 23

AR 11

X
X
X
X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

SP 22
KV 28
KC 1
KS 9
K 27
KB 13
KD 2
KP 3
KR 100
KI 7
KZ 35
INTONACO 700

INTONACO DI FONDO
CALCE IDRAULICA
NATURALE NHL

INTONACO DI FONDO
GESSO

X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X

INTONACO DI FONDO
SOLFATO DI CALCIO
ADESIVO

26

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

PRODOTTO

NOTE

Tipo tradizionale
Bio
Fibrato
Certificato REI
Elevate resistenze meccaniche
Fibrato-Idrofugato
Per zoccolature
Certificato REI

PAG.

28
30
31
32
33
36
37
38
40
39
43
44
45
47
46

Per paraspigoli e guide

Tipo tradizionale
Bio
Fibrato
Certificato REI
Elevate resistenze meccaniche
Fibrato-Idrofugato
Per zoccolature
Certificato REI

50
28
28-30
28-31
28-32
178-33
28-36
28-37
28-38
28-40
28-39
42-43
42-44
42-45
42-47
42-46

Per paraspigoli e guide

Tipo tradizionale
Bio
Fibrato
Certificato REI
Elevate resistenze meccaniche
Fibrato-Idrofugato
Per zoccolature
Bio-calce idraulica naturale
NHL

50
28
29
30
31
32
33
36
37
38
40
39
34

X
X
X
X
X
X

INTONACO
Bio-calce idraulica naturale
COCCIOPESTO 738 NHL cocciopesto
ZF 12
Certificato REI
Z 150
Z 161
ZM 136
SCAGLIOLA
SCAGLIOLA PRONTA

43
44
45
47
48
49

ZB 23

46

AR 11

Per paraspigoli e guide

35

50

INTONACATURA
PRODOTTI

SUPPORTO

TIPOLOGIA
PRODOTTO

PRODOTTO

NOTE

PAG.

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

INTONACO DI FONDO
GESSO

X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X

ZF 12
Certificato REI
Z 150
Z 161
ZM 136
SCAGLIOLA
SCAGLIOLA PRONTA

43
44
45
47
48
49

INTONACO DI FONDO
SOLFATO DI CALCIO

ZB 23

46

ADESIVO

AR 11

X
X
X
X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

SP 22
KV 28
KC 1
KS 9
K 27
KB 13
KD 2
KP 3
KR 100
KI 7
KZ 35

INTONACO DI FONDO
CALCE IDRAULICA
NATURALE NHL

INTONACO 700

INTONACO DI FONDO
GESSO

X
X
X
X
X
X

X
X
X
X
X
X

INTONACO DI FONDO
CALCE/CEMENTO

INTONACO DI FONDO
CALCE IDRAULICA
NATURALE NHL

RINZAFFO

INTONACO DI FONDO
CALCE/CEMENTO

TERMOLATERIZIO

COSTRUZIONE
NUOVA ESISTENTE

X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X

RINZAFFO

PIETRA

AMBIENTE
INTERNO ESTERNO

INTONACO DI FONDO
SOLFATO DI CALCIO
ADESIVO

X
X
X
X
X
X
X
X
X

SP 22
KV 28
SP 22 - KC 1
SP 22 - KS 9
SP 22 - K 27
S 650 - KB 13
SP 22 - KD 2
SP 22 - KP 3
SP 22 - KR 100
SP 22 - KI 7
SP 22 - KZ 35
RINZAFFO 720
INTONACO 700
RINZAFFO 720
INTONACO 738

Tipo tradizionale
Bio
Fibrato
Certificato REI
Elevate resistenze meccaniche
Fibrato-Idrofugato
Per zoccolature

28
29
28-30
28-31
28-32
178-33
28-36
28-37
28-38
28-40
28-39

Bio-calce idraulica naturale


NHL

179-34

Bio-calce idraulica naturale


NHL cocciopesto

179-35

Per paraspigoli e guide

Tipo tradizionale
Bio
Fibrato
Certificato REI
Elevate resistenze meccaniche
Fibrato-Idrofugato
Per zoccolature
Bio-calce idraulica naturale
NHL

50
28
29
30
31
32
33
36
37
38
40
39
34

X
X
X
X
X
X

INTONACO
Bio-calce idraulica naturale
COCCIOPESTO 738 NHL cocciopesto
ZF 12
Certificato REI
Z 150
Z 161
ZM 136
SCAGLIOLA
SCAGLIOLA PRONTA

43
44
45
47
48
49

ZB 23

46

AR 11

Per paraspigoli e guide

35

50

27

INTONACATURA
RINZAFFO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO

SP 22

Aggrappante a base cementizia per superfici in calcestruzzo per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
II supporto deve essere libero da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono
essere preventivamente rimosse.

A LL A N O RM A E
OPE A

CONFO

ME

UR

LAVORAZIONE
SP 22 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. SP 22 viene applicato in unico strato sino a spessori di 4 - 5 mm. La malta, dopo la miscelazione
con acqua, deve essere applicata entro due ore.

AVVERTENZE
La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. Essendo lindurimento basato
sulla presa idraulica del cemento una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento della malta. Al di sotto di tale valore la presa
verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.

COMPOSIZIONE
SP 22 una malta secca composta da cemento Portland, sabbie classificate ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
SP 22 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

28

SP 22 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

1.400 kg/m3 ca.


< 2 mm
24% ca.
3-5 kg/m2 ca.
1.800 kg/m3 ca.
4,5 N/mm2 ca.
10 N/mm2 ca. (CSIV: > 6 N/mm2)
< 32 (valore misurato)
W1 c < 0,40 kg/m2. min0,5

= 0,83 W/m .K (valore tabulato)


GP-CSIV-W1

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

INTONACATURA
RINZAFFO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO

KV 28

Aggrappante a base cementizia per interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono
essere preventivamente rimosse. Su superfici molto polverose, dopo lasportazione meccanica della polvere consigliato applicare per sicurezza un fondo fissativo tipo il nostro AG 15 diluito con acqua nel
rapporto 1:8.

OPE A

CONFO

ME

UR

LAVORAZIONE
A LL A N O RM A

KV 28 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. Per applicazioni a mano ad ogni sacco da 30 kg di KV 28 aggiungere circa 7,5 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione non deve superare i 3 minuti. KV 28 viene applicato in unico strato sino a spessori di 4-5 mm. La malta, dopo la miscelazione con
acqua, deve essere applicata entro due ore.

AVVERTENZE

COMPOSIZIONE
KV 28 una malta secca composta da cemento Portland, sabbie classificate ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
KV 28 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. Poich lindurimento si basa
sulla presa idraulica del cemento una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo
per lapplicazione e per un buon indurimento della malta. Al di sotto di tale valore la presa
verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
necessario attenersi scrupolosamente alla quantit di acqua consigliata al fine di evitare forti
diminuzioni delle resistenze meccaniche.
KV 28 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg

1.500 kg/m3 ca.


< 3 mm
25% ca.
3-5 kg/m2 ca.
1.800 kg/m3 ca.
4,5 N/mm2 ca.
10 N/mm2 ca. (CSIV: > 6 N/mm2)

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

< 32 (valore misurato)


W0

Coefficiente di conducibilit
= 0,83 W/m .K (valore tabulato)
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1 GP-CSIV-W0

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

29

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

KC 1

Intonaco di fondo a base di calce e cemento per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO

LAVORAZIONE

A LL A N O RM A E
OPE A

CONFO

ME

UR

La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere rimosse. Il calcestruzzo liscio deve essere asciutto e trattato con SP 22, o con rinzaffo a
base di sabbia e cemento con aggiunta di AG 15. Giunti di elementi diversi devono essere armati con una
rete in fibra di vetro posta nella parte superficiale dellintonaco. Le fughe tra i mattoni devono essere ben
riempite, eventuali fori o spaccature nella muratura devono essere chiusi, i controtelai devono sporgere
di pochi millimetri. Per rispettare la piombatura delle pareti consigliabile predisporre paraspigoli e guide.

COMPOSIZIONE
KC 1 una malta secca composta da calce
idrata, cemento Portland, sabbie classificate ed
additivi specifici per migliorare la lavorazione e
ladesione.

FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
KC 1 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Su CALCESTRUZZO e PIETRA usare
SP 22 (pag. 28) prima di KC 1.

KC 1 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. Si applica in unico strato sino a spessori di 20 mm spruzzando dal basso verso lalto e si raddrizza con staggia con passaggi orizzontali e verticali. Per spessori superiori a 20 mm KC 1 si applica in pi
strati, a distanza di almeno 1 giorno, avendo cura di irruvidire lo strato di supporto. La malta, dopo
miscelazione con acqua, si applica entro due ore. La lavorazione (frattazzatura, grattatura, ecc.) si effettua da 1,5 a 4 ore dopo lapplicazione a seconda delle condizioni ambientali e del tipo di superficie. Per
applicazioni di rivestimenti a spessore, si consiglia di rifinire lintonaco con frattazzo di plastica o legno.
Una finitura rustica pu essere ottenuta rifinendo il materiale con frattazzo di plastica, spugna o legno.

AVVERTENZE
Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C
indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento della malta.
Aerare i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici.
In estate, su superfici al sole, bagnare gli intonaci per qualche giorno dopo lapplicazione.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcune murature
isolanti, ecc.) non garantiamo assenza di cavillature. LUfficio Tecnico a Vostra disposizione per
consigliarVi e limitare tali inconvenienti. Consultare le istruzioni del fornitore del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare
lUfficio Tecnico per il ciclo pi appropriato.
Luso allesterno di finiture ruvide (tipo IP10, ecc.) limita levidenziarsi di microcavillature rispetto
alle finiture liscie (tipo Malta Fina, ecc.).
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
Lapplicazione in presenza di forte vento pu provocare la formazione di fessurazioni e bruciature degli intonaci; si consiglia di adottare opportune precauzioni (elementi protettivi, applicazione in due strati frattazzando la parte superficiale, ecc.).
KC 1 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg

1.400 kg/m3 ca.


10 mm
< 1,5 mm
23% ca.
13,3 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
0,080 mm/m ca.
1.530 kg/m3 ca.
1 N/mm2 ca.
2,5 N/mm2 ca.
3.000 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

< 14 (valore misurato)

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,55 W/m .K (valore tabulato)

W0

Conforme alla Norma UNI EN 998-1 GP-CSII-W0

30

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

KS 9

Intonaco di fondo a base di calce e cemento per interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO

LAVORAZIONE

A LL A N O RM A E
OPE A

CONFO

ME

UR

La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere rimosse. Il calcestruzzo liscio deve essere asciutto e trattato con SP 22, o con rinzaffo a
base di sabbia e cemento con aggiunta di AG 15. Giunti di elementi diversi devono essere armati con una
rete in fibra di vetro posta nella parte superficiale dellintonaco. Le fughe tra i mattoni devono essere ben
riempite, eventuali fori o spaccature nella muratura devono essere chiusi, i controtelai devono sporgere
di pochi millimetri. Per rispettare la piombatura delle pareti consigliabile predisporre paraspigoli e guide.

COMPOSIZIONE
KS 9 una malta secca composta da calce
idrata, cemento Portland, sabbie classificate ed
additivi specifici per migliorare la lavorazione e
ladesione.

FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
KS 9 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Su CALCESTRUZZO e PIETRA usare
SP 22 (pag. 28) prima di KS 9.

KS 9 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o simili. Si applica in unico strato sino a spessori di 20 mm spruzzando dal basso verso lalto e si raddrizza con
staggia con passaggi orizzontali e verticali. Per spessori superiori a 20 mm KS 9 si applica in pi strati, a
distanza di almeno 1 giorno, avendo cura di irruvidire lo strato di supporto. La malta, dopo miscelazione
con acqua, si applica entro due ore. La lavorazione (frattazzatura, grattatura, ecc.) si effettua da 1,5 a 4
ore dopo lapplicazione a seconda delle condizioni ambientali e del tipo di superficie. Per applicazioni di
rivestimenti a spessore, si consiglia di rifinire lintonaco con frattazzo di plastica o legno. Una finitura
rustica pu essere ottenuta rifinendo il materiale con frattazzo di plastica, spugna o legno.

AVVERTENZE
Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C
indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento della malta.
Aerare i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici.
In estate, su superfici al sole, bagnare gli intonaci per qualche giorno dopo lapplicazione.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcune murature
isolanti, ecc.) non garantiamo assenza di cavillature. LUfficio Tecnico a Vostra disposizione per
consigliarVi e limitare tali inconvenienti. Consultare le istruzioni del fornitore del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare
lUfficio Tecnico per il ciclo pi appropriato.
Luso allesterno di finiture ruvide (tipo IP10, ecc.) limita levidenziarsi di microcavillature rispetto
alle finiture liscie (tipo Malta Fina, ecc.).
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
Lapplicazione in presenza di forte vento pu provocare la formazione di fessurazioni e bruciature degli intonaci; si consiglia di adottare opportune precauzioni (elementi protettivi, applicazione in due strati frattazzando la parte superficiale, ecc.).
KS 9 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg

1.400 kg/m3 ca.


10 mm
< 1,5 mm
23% ca.
13,3 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
0,080 mm/m ca.
1.530 kg/m3 ca.
0,8 N/mm2 ca.
1,5 N/mm2 ca.
2.500 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

< 12 (valore misurato)

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,55 W/m .K (valore tabulato)

W0

Conforme alla Norma UNI EN 998-1 GP-CSII-W0


I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

31

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

K 27

Intonaco di fondo a base di calce e cemento, per interni ed esterni, tipo tradizionale.
PREPARAZIONE DEL FONDO

LAVORAZIONE

A LL A N O RM A E
OPE A

CONFO

ME

UR

La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere rimosse. Il calcestruzzo liscio deve essere asciutto e trattato con SP 22, o con rinzaffo a base
di sabbia e cemento con aggiunta di AG 15. Giunti di elementi diversi devono essere armati con una rete
in fibra di vetro posta nella parte superficiale dellintonaco. Le fughe tra i mattoni devono essere ben riempite, eventuali fori o spaccature nella muratura devono essere chiusi, i controtelai devono sporgere di pochi
millimetri. Per rispettare la piombatura delle pareti consigliabile predisporre paraspigoli e guide.

TIPO TRADIZIONALE

COMPOSIZIONE
K 27 una malta secca composta da calce
idrata, cemento Portland, sabbie classificate ed
additivi specifici per migliorare la lavorazione e
ladesione.

FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT

K 27 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. Si applica in unico strato sino a spessori di 20 mm spruzzando dal basso verso lalto e si raddrizza con staggia con passaggi orizzontali e verticali. Per spessori superiori a 20 mm K 27 si applica in pi
strati, a distanza di almeno 1 giorno, avendo cura di irruvidire lo strato di supporto. La malta, dopo
miscelazione con acqua, si applica entro due ore. La lavorazione (frattazzatura, grattatura, ecc.) si effettua da 1,5 a 4 ore dopo lapplicazione a seconda delle condizioni ambientali e del tipo di superficie. Per
applicazioni di rivestimenti a spessore, si consiglia di rifinire lintonaco con frattazzo di plastica o legno.
Una finitura rustica pu essere ottenuta rifinendo il materiale con frattazzo di plastica, spugna o legno.

AVVERTENZE
Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5 C
indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento della malta.
Aerare i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici.
In estate, su superfici al sole, bagnare gli intonaci per qualche giorno dopo lapplicazione.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcune murature
isolanti, ecc.) non garantiamo assenza di cavillature. LUfficio Tecnico a Vostra disposizione per
consigliarVi e limitare tali inconvenienti. Consultare le istruzioni del fornitore del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare
lUfficio Tecnico per il ciclo pi appropriato.
Luso allesterno di finiture ruvide (tipo IP10, ecc.) limita levidenziarsi di microcavillature rispetto
alle finiture liscie (tipo Malta Fina, ecc.).
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
Lapplicazione in presenza di forte vento pu provocare la formazione di fessurazioni e bruciature degli intonaci; si consiglia di adottare opportune precauzioni (elementi protettivi, applicazione in due strati frattazzando la parte superficiale, ecc.).
K 27 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE

K 27 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie


prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Peso specifico della polvere


Spessore minimo
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg

1.400 kg/m3 ca.


10 mm
< 3 mm
20% ca.
14 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
0,080 mm/m ca.
1.630 kg/m3 ca.
1,5 N/mm2 ca.
4 N/mm2 ca.
3.500 N/mm2 ca.

CONSIGLI APPLICATIVI

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

< 14 (valore misurato)

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,64 W/m. K (valore tabulato)

Su CALCESTRUZZO e PIETRA usare


SP 22 (pag. 28) prima di K 27.

W0

Conforme alla Norma UNI EN 998-1 GP-CSII-W0

32

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO CALCE
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

KB 13

Bio-intonaco di fondo a base di calce per interni ed esterni ad effetto marmorino.


PREPARAZIONE DEL FONDO

LAVORAZIONE

A LL A N O RM A E
OPE A

CONFO

ME

UR

La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono
essere rimosse. Il calcestruzzo liscio deve essere asciutto e trattato con SP 22. Giunti di elementi diversi devono
essere armati con una rete in fibra di vetro posta nella parte superficiale dellintonaco. Le fughe tra i mattoni devono essere ben riempite, eventuali fori o spaccature nella muratura devono essere chiusi, i controtelai devono sporgere di pochi millimetri. Per rispettare la piombatura delle pareti consigliabile predisporre paraspigoli e guide.
KB 13 si lavora a mano o con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL
o simili. Si applica in unico strato sino a spessori di 20 mm spruzzando dal basso verso lalto e si raddrizza con
staggia con passaggi orizzontali e verticali. Per spessori superiori a 20 mm KB 13 si applica in pi strati, a
distanza di almeno 1 giorno, avendo cura di irruvidire lo strato di supporto. Per lavorazione a mano, aggiungere circa 7 litri di acqua per ogni sacco da 30 kg e mescolare per non pi di 3 minuti. La malta, dopo miscelazione con acqua, si applica entro due ore. La lavorazione (frattazzatura, grattatura, ecc.) si effettua da 1,5 a
4 ore dopo lapplicazione a seconda delle condizioni ambientali e del tipo di superficie. Una finitura rustica pu
essere ottenuta rifinendo il materiale con frattazzo di plastica, spugna o legno.

SISTEMA BIO-ARCHITETTURA (pag. 224)

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
KB 13 una malta secca a base di calce naturale, legante idraulico, polvere di marmo e
sabbie classificate.

FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
KB 13 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Nel restauro su LATERIZIO usare
S 650 (pag. 188) prima di KB 13.
Su CALCESTRUZZO e PIETRA usare
S 650 (pag. 188) prima di KB 13.

Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C
indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento della malta.
Aerare i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcune murature
isolanti, ecc.) non garantiamo assenza di cavillature. LUfficio Tecnico a Vostra disposizione per
consigliarVi e limitare tali inconvenienti. Consultare le istruzioni del fornitore del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare
lUfficio Tecnico per il ciclo pi appropriato.
Luso allesterno di finiture ruvide (tipo IP10, ecc.) limita levidenziarsi di microcavillature rispetto
alle finiture liscie (tipo Malta Fina, ecc.).
Lapplicazione in presenza di forte vento pu provocare la formazione di fessurazioni e bruciature degli intonaci; si consiglia di adottare opportune precauzioni (elementi protettivi, applicazione in due strati frattazzando la parte superficiale, ecc.).
KB 13 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg

1.400 kg/m3 ca.


10 mm
< 1,5 mm
23% ca.
13 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
trascurabile
1.450 kg/m3 ca.
1 N/mm2 ca.
2,5 N/mm2 ca.
3.000 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

< 8 (valore misurato)

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Indice di radioattivit (UNI 10797/1999)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

W0

= 0,49 W/m. K (valore tabulato)


I = 0,05 0,01
GP-CSII-W0
n EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

33

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO CALCE IDRAULICA NATURALE
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - PIETRA

INTONACO 700

Bio-intonaco di fondo a base di calce idraulica naturale NHL 3,5

PREPARAZIONE DEL FONDO


La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, oli, grassi, cere, ecc. Giunti di elementi diversi devono essere
armati con una speciale rete in fibra di vetro alcali-resistente; la rete non deve essere attaccata direttamente alla muratura ma va
immersa nella parte superficiale dell'intonaco. Al fine di ridurre i consumi porre particolare attenzione allesecuzione della muratura.

OPE A

CONFO

LL A N O RM A
EA
E
UR

LAVORAZIONE
INTONACO 700 si lavora a mano o con macchine intonacatrici. Si applica in unico strato sino a spessori di 20 mm, si raddrizza poi con
staggie con passaggi in senso orizzontale e verticale. Per spessori superiori a 20 mm l'intonaco deve essere applicato in pi strati successivi, a distanza di circa 1 giorno, avendo sempre l'accortezza di irruvidire lo strato di supporto. Nella lavorazione a mano, aggiungere circa 6 litri di acqua per ogni sacco e mescolare per un tempo non superiore a 3 minuti; applicare, in condizioni normali, entro
2 ore. La lavorazione superficiale dell'intonaco si effettua da 1,5 a 4 ore dopo l'applicazione. La finitura delle pareti si completa applicando, quando l'intonaco completamente indurito, materiali traspiranti tipo FINITURA 750, FINITURA IDROFUGATA 756, ecc.

AVVERTENZE
ELEVATA TRASPIRABILITA
SISTEMA CALCE IDRAULICA
NATURALE NHL (PAG. 226)

COMPOSIZIONE
INTONACO 700 una malta secca a base di
calce idraulica naturale NHL 3,5, polvere di
marmo e sabbie calcaree classificate.

FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
INTONACO 700 sottoposto ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate secondo le
normative di riferimento.

CONSIGLI APPLICATIVI
Nel restauro su LATERIZIO e PIETRA
usare RINZAFFO 720 (pag.189)
prima di INTONACO 700.

34

L'intonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione, una temperatura di +5C viene consigliata come valore
minimo per l'applicazione. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o
anche non completamente indurita sarebbe esposta all'azione disgregatrice del gelo. La presenza di forte vento pu provocare la formazione di fessurazioni e "bruciature": si consiglia di adottare opportune precauzioni.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcuni tipi di muratura isolante, ecc.) non garantiamo unesecuzione priva di cavillature. Il nostro Ufficio Tecnico a Vostra disposizione nel consigliarVi la metodologia da
seguire per limitare tali inconvenienti. comunque opportuno consultare le istruzioni del fornitore del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare il nostro Ufficio Tecnico.
Pitture, rivestimenti, tapezzerie, ecc. devono essere applicate dopo la stagionatura degli intonaci.
Aerare adeguatamente i locali sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici.
Per la natura delle materie prime impiegate (sabbie naturali) non possibile garantire una uniformit di colore tra diverse forniture di materiale; si consiglia quindi di ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
INTONACO 700 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo
Granulometria dellinerte
Acqua di impasto pulita
Resa
Ritiro
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento dacqua
per capillarit (EN 1015-18)
Coeff. di conducibilit termica (EN 1745)
Indice di Radioattivit (UNI 10797/1999)
Indice rilascio Radon
Calce idraulica naturale NHL 3,5
Conforme alla Norma UNI EN 998-1
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

1.350 kg/m ca.


10 mm
< 1,5 mm
21% ca.
13 kg/m ca. con spessore 10 mm
trascurabile
1.450 kg/m ca.
1 N/mm ca.
2,5 N/mm ca.
2.500 N/mm ca.
< 8 (valore misurato)
W0
= 0,49 W/mK (valore tabulato)
I = 0,06 0,02
I = 0,06 0,02
UNI EN 459-1
GP-CSII-W0
n EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO CALCE IDRAULICA NATURALE
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - PIETRA

INTONACO DI COCCIOPESTO 738

Bio-intonaco di fondo

PREPARAZIONE DEL FONDO


La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, oli, grassi, cere, ecc. Giunti di elementi diversi devono essere
armati con una speciale rete in fibra di vetro alcali-resistente; la rete non deve essere attaccata direttamente alla muratura ma va
immersa nella parte superficiale dell'intonaco. Al fine di ridurre i consumi porre particolare attenzione allesecuzione della muratura.

OPE A

CONFO

LL A N O RM A
EA
E
UR

LAVORAZIONE
INTONACO DI COCCIOPESTO 738 si lavora a mano o con macchine intonacatrici. Si applica in unico strato sino a spessori di 20 mm, si
raddrizza poi con staggie con passaggi in senso orizzontale e verticale. Per spessori superiori a 20 mm l'intonaco deve essere applicato in
pi strati successivi, a distanza di circa 1 giorno, avendo sempre l'accortezza di irruvidire lo strato di supporto. Nella lavorazione a mano,
aggiungere circa 6 litri di acqua per ogni sacco e mescolare per un tempo non superiore a 3 minuti; applicare, in condizioni normali, entro
2 ore. La lavorazione superficiale dell'intonaco si effettua da 1,5 a 4 ore dopo l'applicazione. La finitura delle pareti si completa applicando, quando l'intonaco completamente indurito, materiali traspiranti tipo FINITURA 750, FINITURA IDROFUGATA 756, ecc.

AVVERTENZE
ELEVATA TRASPIRABILITA
SISTEMA CALCE IDRAULICA
NATURALE NHL (PAG. 226)

COMPOSIZIONE
INTONACO DI COCCIOPESTO 738 una malta
secca a base di calce idraulica naturale NHL
3,5, cocciopesto e sabbie calcaree classificate.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
INTONACO DI COCCIOPESTO 738 sottoposto
ad accurato e costante controllo presso i nostri
laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate
secondo le normative di riferimento.

CONSIGLI APPLICATIVI
Nel restauro su LATERIZIO e PIETRA
usare RINZAFFO 720 (pag.189)
prima di INTONACO 738.

L'intonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione, una temperatura di +5C viene consigliata come valore
minimo per l'applicazione. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o
anche non completamente indurita sarebbe esposta all'azione disgregatrice del gelo. La presenza di forte vento pu provocare la formazione di fessurazioni e "bruciature": si consiglia di adottare opportune precauzioni.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcuni tipi di muratura isolante, ecc.) non garantiamo unesecuzione priva di cavillature. Il nostro Ufficio Tecnico a Vostra disposizione nel consigliarVi la metodologia da
seguire per limitare tali inconvenienti. comunque opportuno consultare le istruzioni del fornitore del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare il nostro Ufficio Tecnico.
Pitture, rivestimenti, tapezzerie, ecc. devono essere applicate dopo la stagionatura degli intonaci.
Aerare adeguatamente i locali sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici.
Per la natura delle materie prime impiegate (sabbie naturali) non possibile garantire una uniformit di colore tra diverse forniture di materiale; si consiglia quindi di ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
INTONACO DI COCCIOPESTO 738 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo
Granulometria dellinerte
Acqua di impasto pulita
Resa
Ritiro
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento dacqua
per capillarit (EN 1015-18)
Coeff. di conducibilit termica (EN 1745)
Indice di Radioattivit (UNI 10797/1999)
Indice rilascio Radon
Calce idraulica naturale NHL 3,5
Conforme alla Norma UNI EN 998-1
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

1.300 kg/m ca.


10 mm
< 3 mm
26% ca.
13 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
trascurabile
1.550 kg/m ca.
1 N/mm ca.
2,5 N/mm ca.
4.000 N/mm ca.
< 8 (valore misurato)
W0
= 0,47 W/mK (valore tabulato)
I = 0,39 0,05
I = 0,45 0,05
UNI EN 459-1
GP-CSII-W0
n EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

35

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

KD 2

Intonaco di fondo fibrorinforzato a base di calce e cemento per interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO

LAVORAZIONE

A LL A N O RM A E
OPE A

CONFO

ME

UR

La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere rimosse. Il calcestruzzo liscio deve essere asciutto e trattato con SP 22, o con rinzaffo a
base di sabbia e cemento con aggiunta di AG 15. Giunti di elementi diversi devono essere armati con una
rete in fibra di vetro posta nella parte superficiale dellintonaco. Le fughe tra i mattoni devono essere ben
riempite, eventuali fori o spaccature nella muratura devono essere chiusi, i controtelai devono sporgere
di pochi millimetri. Per rispettare la piombatura delle pareti consigliabile predisporre paraspigoli e guide.

FIBRATO

KD 2 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. Si applica in unico strato sino a spessori di 20 mm spruzzando dal basso verso lalto e si raddrizza con staggia con passaggi orizzontali e verticali. Per spessori superiori a 20 mm KD 2 si applica in pi
strati, a distanza di almeno 1 giorno, avendo cura di irruvidire lo strato di supporto. La malta, dopo
miscelazione con acqua, si applica entro due ore. La lavorazione (frattazzatura, grattatura, ecc.) si effettua da 1,5 a 4 ore dopo lapplicazione a seconda delle condizioni ambientali e del tipo di superficie. Per
applicazioni di rivestimenti a spessore, si consiglia di rifinire lintonaco con frattazzo di plastica o legno.
Una finitura rustica pu essere ottenuta rifinendo il materiale con frattazzo di plastica, spugna o legno.

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
KD 2 una malta secca composta da calce
idrata, cemento Portland, sabbie classificate,
fibre polimeriche ed additivi specifici per
migliorare la lavorazione e l'adesione.

FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dall'umidit da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
KD 2 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Su CALCESTRUZZO e PIETRA usare
SP 22 (pag. 28) prima di KD 2.

Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C
indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento della malta.
Aerare i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici.
In estate, su superfici al sole, bagnare gli intonaci per qualche giorno dopo lapplicazione.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcune murature
isolanti, ecc.) non garantiamo assenza di cavillature. LUfficio Tecnico a Vostra disposizione per
consigliarVi e limitare tali inconvenienti. Consultare le istruzioni del fornitore del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare
lUfficio Tecnico per il ciclo pi appropriato.
Luso allesterno di finiture ruvide (tipo IP10, ecc.) limita levidenziarsi di microcavillature rispetto
alle finiture liscie (tipo Malta Fina, ecc.).
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
Lapplicazione in presenza di forte vento pu provocare la formazione di fessurazioni e bruciature degli intonaci; si consiglia di adottare opportune precauzioni (elementi protettivi, applicazione in due strati frattazzando la parte superficiale, ecc.).
KD 2 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg

1.400 kg/m3 ca.


10 mm
< 1,5 mm
23% ca.
13,3 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
0,080 mm/m ca.
1.530 kg/m3 ca.
0,8 N/mm2 ca.
1,5 N/mm2 ca.
2.500 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

< 12 (valore misurato)

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,55 W/m .K (valore tabulato)

W0

Conforme alla Norma UNI EN 998-1 GP-CSII-W0

36

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

KP 3

Intonaco di fondo a base di calce, cemento e perlite per interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO

LAVORAZIONE

A LL A N O RM A E

EN 998-1

GP-CSII-W0

OPE A

CONFO

ME

UR

La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere rimosse. Il calcestruzzo liscio deve essere asciutto e trattato con SP 22 o con rinzaffo a base
di sabbia e cemento con aggiunta di AG 15. Giunti di elementi diversi devono essere armati con una rete
in fibra di vetro posta nella parte superficiale dellintonaco. Le fughe tra i mattoni devono essere ben riempite, eventuali fori o spaccature nella muratura devono essere chiusi, i controtelai devono sporgere di
pochi millimetri. Per rispettare la piombatura delle pareti consigliabile predisporre paraspigoli e guide.

CERTIFICAZIONE REI

COMPOSIZIONE
KP 3 una malta secca composta da calce
idrata, cemento Portland, perlite, sabbie classificate ed additivi specifici per migliorare la
lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

KP 3 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. Si applica in unico strato sino a spessori di 20 mm spruzzando dal basso verso lalto e si raddrizza con staggia con passaggi orizzontali e verticali. Per spessori superiori a 20 mm KP 3 si applica in pi
strati, a distanza di almeno 1 giorno, avendo cura di irruvidire lo strato di supporto. La malta, dopo
miscelazione con acqua, si applica entro due ore. La lavorazione (frattazzatura, grattatura, ecc.) si effettua da 1,5 a 4 ore dopo lapplicazione a seconda delle condizioni ambientali e del tipo di superficie. Per
applicazioni di rivestimenti a spessore, si consiglia di rifinire lintonaco con frattazzo di plastica o legno.
Una finitura rustica pu essere ottenuta rifinendo il materiale con frattazzo di plastica, spugna o legno.

AVVERTENZE
Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C
indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento della malta.
Aerare i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici.
In estate, su superfici al sole, bagnare gli intonaci per qualche giorno dopo lapplicazione.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcune murature
isolanti, ecc.) non garantiamo assenza di cavillature. LUfficio Tecnico a Vostra disposizione per
consigliarVi e limitare tali inconvenienti. Consultare le istruzioni del fornitore del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare
lUfficio Tecnico per il ciclo pi appropriato.
Luso allesterno di finiture ruvide (tipo IP10, ecc.) limita levidenziarsi di microcavillature rispetto
alle finiture liscie (tipo Malta Fina, ecc.).
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
Lapplicazione in presenza di forte vento pu provocare la formazione di fessurazioni e bruciature degli intonaci; si consiglia di adottare opportune precauzioni (elementi protettivi, applicazione in due strati frattazzando la parte superficiale, ecc.).
KP 3 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
QUALIT
KP 3 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Su CALCESTRUZZO e PIETRA usare
SP 22 (pag. 28) prima di KP 3.

Peso specifico della polvere


Spessore minimo
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg

1.300 kg/m3 ca.


10 mm
< 1,5 mm
27% ca.
12 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
0,080 mm/m ca.
1.200 kg/m3 ca.
0,8 N/mm2 ca.
1,5 N/mm2 ca.
2.200 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

< 12 (valore misurato)


W0

Coefficiente di conducibilit
= 0,34 W/m. K (valore tabulato)
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1
GP-CSII-W0
Disponibile Certificazione REI 60 e REI 120, per particolari tipologie costruttive
I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

37

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

KR 100

Intonaco di fondo a base di calce e cemento per esterni ed interni con elevate resistenze meccaniche.
PREPARAZIONE DEL FONDO

LAVORAZIONE

A LL A N O RM A E
OPE A

CONFO

ME

UR

La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere rimosse. Il calcestruzzo liscio deve essere asciutto e trattato con SP 22 o con rinzaffo a base
di sabbia e cemento con aggiunta di AG 15. Giunti di elementi diversi devono essere armati con una rete
in fibra di vetro posta nella parte superficiale dellintonaco. Le fughe tra i mattoni devono essere ben riempite, eventuali fori o spaccature nella muratura devono essere chiusi, i controtelai devono sporgere di
pochi millimetri. Per rispettare la piombatura delle pareti consigliabile predisporre paraspigoli e guide.

ADATTO COME SUPPORTO PER


LA POSA DI RIVESTIMENTI ESTERNI

COMPOSIZIONE
KR 100 una malta secca composta da calce
idrata, cemento Portland, sabbie classificate ed
additivi specifici per migliorare la lavorazione e
ladesione.

FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
KR 100 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Su CALCESTRUZZO e PIETRA usare
SP 22 (pag. 28) prima di KR 100.

KR 100 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. Si applica in unico strato sino a spessori di 20 mm spruzzando dal basso verso lalto e si raddrizza con staggia con passaggi orizzontali e verticali. La malta, dopo miscelazione con acqua, si applica
entro due ore. Lintonaco deve essere compattato e frattazzato a distanza di 1,5 - 4 ore a seconda delle
condizioni ambientali e del sottofondo, utilizzando frattazzo di plastica o di legno, per evitare polveri
superficiali che potrebbero compromettere ladesione del collante per la posa del rivestimento ceramico; loperazione di lamatura e rabottatura superficiale assolutamente vietata.

AVVERTENZE
Per lelevata resistenza meccanica, lapplicazione di KR 100 su murature normali o deboli pu
comportare la comparsa di cavillature.
Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C
indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento della malta.
Aerare i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici.
In estate, su superfici al sole, bagnare gli intonaci per qualche giorno dopo lapplicazione.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcune murature
isolanti, ecc.) non garantiamo assenza di cavillature. LUfficio Tecnico a Vostra disposizione per
consigliarVi e limitare tali inconvenienti. Consultare le istruzioni del fornitore del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare
lUfficio Tecnico per il ciclo pi appropriato.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
Lapplicazione in presenza di forte vento pu provocare la formazione di fessurazioni e bruciature degli intonaci; si consiglia di adottare opportune precauzioni (elementi protettivi, applicazione in due strati frattazzando la parte superficiale, ecc.).
KR 100 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

38

1.400 kg/m3 ca.


10 mm
< 1,5 mm
23% ca.
13,5 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
0,080 mm/m ca.
1.600 kg/m3 ca.
3 N/mm2 ca.
8 N/mm2 ca.
8.500 N/mm2 ca.
< 14 (valore misurato)
W0

= 0,61 W/m .K (valore tabulato)


GP-CSIV-W0

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

KZ 35

Intonaco di fondo con idrorepellente a base di calce e cemento per zoccolatura in esterni ed interni.
PREPARAZIONE DEL FONDO

A LL A N O RM A E
OPE A

CONFO

ME

UR

La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere rimosse. Il calcestruzzo liscio deve essere asciutto e trattato con SP 22, o con rinzaffo a
base di sabbia e cemento con aggiunta di AG 15. Giunti di elementi diversi devono essere armati con una
rete in fibra di vetro posta nella parte superficiale dellintonaco. Le fughe tra i mattoni devono essere ben
riempite, eventuali fori o spaccature nella muratura devono essere chiusi, i controtelai devono sporgere
di pochi millimetri. Per rispettare la piombatura delle pareti consigliabile predisporre paraspigoli e guide.

PER ZOCCOLATURE

SISTEMA PER ESTERNI (pag. 223)

COMPOSIZIONE
KZ 35 una malta secca composta da cementi speciali resistenti ai solfati, calce idrata, sabbie classificate, materiale idrofugo ed additivi
specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
KZ 35 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Su CALCESTRUZZO e PIETRA usare
SP 22 (pag. 28) prima di KZ 35.

LAVORAZIONE
KZ 35 si lavora a mano o con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o simili. Si applica in unico strato sino a spessori di 10-20 mm spruzzando dal basso verso lalto
e si raddrizza con staggia con passaggi orizzontali e verticali. Per spessori superiori a 20 mm KZ 35 si
applica in pi strati, a distanza di almeno 1 giorno, avendo cura di irruvidire lo strato di supporto. Per
applicazioni a mano, ad ogni sacco da 30 kg aggiungere circa 7 litri di acqua e mescolare in betoniera
o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico, per non pi di 3 minuti. La malta, dopo
miscelazione con acqua, si applica entro due ore. La lavorazione (frattazzatura, grattatura, ecc.) si effettua da 1,5 a 4 ore dopo lapplicazione a seconda delle condizioni ambientali e del tipo di superficie. Per
applicazioni di rivestimenti a spessore, si consiglia di rifinire lintonaco con frattazzo di plastica o legno.

AVVERTENZE
Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di
+5C indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento della malta.
In estate, su superfici al sole, bagnare gli intonaci per qualche giorno dopo lapplicazione.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcune murature isolanti, ecc.) non garantiamo assenza di cavillature. LUfficio Tecnico a Vostra disposizione per consigliarVi e limitare tali inconvenienti. Consultare le istruzioni del fornitore
del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare
lUfficio Tecnico per il ciclo pi appropriato.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione e stagionatura degli intonaci.
necessario aerare adeguatamente i locali dopo l'applicazione sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
KZ 35 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Spessore minimo
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Densit intonaco indurito
Resistenza a compressione a 28 gg
Resistenza a flessione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)

1.400 kg/m3 ca.


10 mm
< 1,5 mm
23% ca.
15 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
0,080 mm/m ca.
1.630 kg/m3 ca.
10 N/mm2 ca. (CSIV: > 6 N/mm2)
3,5 N/mm2 ca.
9.000 N/mm2 ca.
< 14 (valore misurato)

Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1745)

W2 c < 0,20 kg/m2 . min0,5

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

= 0,64 W/m . K (valore tabulato)


GP-CSIV-W2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

39

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

KI 7

Intonaco di fondo fibrorinforzato con idrorepellente a base di calce e cemento per esterni ed interni.

A LL A N O RM A E
OPE A

CONFO

ME

La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere rimosse. Il calcestruzzo liscio deve essere asciutto e trattato con SP 22 o con rinzaffo a base
di sabbia e cemento con aggiunta di AG 15. Giunti di elementi diversi devono essere armati con una rete
in fibra di vetro posta nella parte superficiale dellintonaco. Le fughe tra i mattoni devono essere ben riempite, eventuali fori o spaccature nella muratura devono essere chiusi, i controtelai devono sporgere di
pochi millimetri. Per rispettare la piombatura delle pareti consigliabile predisporre paraspigoli e guide.

UR

PREPARAZIONE DEL FONDO

FIBRATO
IDROFUGATO

SISTEMA PER ESTERNI (pag. 223)

COMPOSIZIONE
KI 7 una malta secca fibroriforzata composta
da calce idrata, cemento Portland, sabbie classificate, materiale idrofugo, fibre polimeriche
ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione. Lelevata idrorepellenza, lottima permeabilit al vapor acqueo e i ridotti
fenomeni di ritiro lo rendono particolarmente
adatto per applicazioni allesterno.

FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

LAVORAZIONE
Kl 7 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o simili. Si applica in unico strato sino a spessori di 20-30 mm spruzzando dal basso verso lalto e si raddrizza
con staggia con passaggi orizzontali e verticali. Per spessori superiori KI 7 si applica in pi strati, a distanza di almeno 1 giorno, avendo cura di irruvidire lo strato di supporto. La malta, dopo miscelazione con
acqua, si applica entro due ore. La lavorazione (frattazzatura, grattatura, ecc.) si effettua da 1,5 a 4 ore
dopo lapplicazione a seconda delle condizioni ambientali e del tipo di superficie. Per applicazioni di rivestimenti a spessore, si consiglia di rifinire lintonaco con frattazzo di plastica o legno; nel caso di finiture con Malta Fina, loperazione di frattazzatura ritardata a causa dello scarso assorbimento dacqua
da parte di KI 7.

AVVERTENZE
Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di
+5C indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento della malta.
In estate, su superfici al sole, bagnare gli intonaci per qualche giorno dopo lapplicazione.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcune murature isolanti, ecc.) non garantiamo assenza di cavillature. LUfficio Tecnico a Vostra disposizione per consigliarVi e limitare tali inconvenienti. Consultare le istruzioni del fornitore
del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare
lUfficio Tecnico per il ciclo pi appropriato.
Luso allesterno di finiture ruvide (tipo IP10, ecc.) limita levidenziarsi di microcavillature rispetto
alle finiture liscie (tipo Malta Fina, ecc.).
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione e stagionatura degli intonaci.
Lapplicazione in presenza di forte vento pu provocare la formazione di fessurazioni e
bruciature degli intonaci; si consiglia di adottare opportune precauzioni (elementi protettivi, applicazione in due strati fratazzando la parte superficiale, ecc.).
necessario aerare adeguatamente i locali dopo l'applicazione sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Kl 7 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

QUALIT
Kl 7 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

40

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg

1.400 kg/m3 ca.


10 mm
< 1,5 mm
23% ca.
12,8 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
0,040 mm/m ca.
1.530 kg/m3 ca.
1 N/mm2 ca.
2,5 N/mm2 ca.
3.000 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

< 14 (valore misurato)


. 2 . min0,5
W1 c < 0,40 kg/m

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Resistenza a compressione
dopo 25 cicli di gelo e disgelo

= 0,55 W/m . K (valore tabulato)


3,5 N/mm2 ca.

Conforme alla Norma UNI EN 998-1

GP-CSII-W1

ASSORBIMENTO DACQUA PER CAPILLARITA (EN 1015-18)


TABELLA B
Intonaco a base calce
KI 7
e cemento
Tempo (minuti) Assorbimento dacqua (%) Tempo (minuti)
Assorbimento dacqua (%)
0
0,00
0
0,00
30
1,10
30
9,00
120
1,60
120
17,40
300
2,00
300
18,30
660
2,50
660
18,50
1080
3,00
1080
18,60

% acqua assorbita

TABELLA A

VANTAGGI OTTENUTI CON


LA MAGGIORE PROTEZIONE
ALL ACQUA

21
18
15

Maggiore durabilit dellintonaco

12
9

Muratura asciutta e quindi migliore

isolamento termico

Maggiore stabilit dimensionale e quindi

0
0

200

400

600

800

Intonaco calce/cemento

1000

1200

minuti

KI 7

CONSIGLI APPLICATIVI
Su CALCESTRUZZO e PIETRA usare
SP 22 (pag. 28) prima di KI 7.

minore tendenza alla formazione


di cavillature
Minore risalita per capillarit

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

41

INTONACATURA
PROMOTORE DI ADESIONE

AC 241

Aggrappante a base di resine sintetiche per intonaci a base di gesso e calce-gesso su calcestruzzo.
IMPIEGO
AC 241 impiegato per migliorare l'adesione degli intonaci a base di gesso e calce/gesso su supporti in
calcestruzzo.

PREPARAZIONE DEL FONDO


Il fondo deve essere libero da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere,
ecc. devono essere preventivamente rimosse.

LAVORAZIONE
AC 241 viene diluito con acqua nel rapporto 2:1 e si applica a rullo o a pennello. Lapplicazione successiva dellintonaco va effettuata dopo lessiccazione del prodotto.

AVVERTENZE
AC 241 deve essere applicato su fondi asciutti con umidit non superiore al 2,5%.
AC 241 va applicato a temperature superiori ai + 5C.

COMPOSIZIONE
AC 241 una dispersione a base di resine sintetiche e sabbie selezionate.

FORNITURA
Latte da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
II materiale se immagazzinato in locali adeguati nella confezione originale, ha una durata di 12 mesi.

AC 241 deve essere usato allo stato originale senza aggunte di materiali estranei, fatta eccezzione,
per la diluzione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Granulometria
Resa

1.500 kg/l ca.


< 0,6 mm
0,200 kg/m2 ca.

QUALIT
AC 241 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

42

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO GESSO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

ZF 12

Intonaco di fondo a base di gesso e calce per interni.

A LL A N O R M A E

EN 13279-1

B2-50-2

OP E A

CO NF O

ME

UR

PREPARAZIONE DEL FONDO

EVITARE IN AMBIENTI UMIDI

La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse. Per una buona qualit degli intonaci ed evitare
eccessivi consumi di materiale consigliabile riservare una particolare cura allesecuzione delle murature; le fughe tra i mattoni devono essere ben riempite, eventuali fori o spaccature nella muratura devono essere precedentemente chiusi, i controtelai devono sporgere di pochi millimetri. Per rispettare la
piombatura delle pareti consigliabile predisporre paraspigoli o staggie negli angoli e guide verticali
nelle pareti.

LAVORAZIONE
ZF 12 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. Si applica in unico strato sino a spessori di 20-30 mm spruzzando dal basso verso lalto e, successivamente, si raddrizza con staggie ad H o coltello con passaggi in senso orizzontale e verticale sino
ad ottenere una superficie piana. Dopo lirrigidimento (circa 2 ore) il materiale va spianato con la lama
o il rabot. Si completa la finitura delle pareti applicando, a distanza di un giorno, i prodotti di lisciatura
ZL 25 o ZM 136.

COMPOSIZIONE
ZF 12 una malta secca composta da gesso,
calce idrata, sabbie classificate ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
ZF 12 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Su CALCESTRUZZO usare AC 241
(pag. 42) prima di ZF 12.

AVVERTENZE
ZF 12 deve essere applicato su fondi asciutti con umidit non superiore al 2,5%.
Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Normalmente, una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento
della malta.
necessario aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento,
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcuni tipi di muratura isolante, ecc.) non garantiamo una esecuzione priva di cavillature. Il nostro Ufficio Tecnico
a Vostra disposizione nel consigliarVi la metodologia da seguire per limitare tali inconvenienti.
comunque opportuno consultare le istruzioni del fornitore del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare
lUfficio Tecnico per il ciclo pi appropriato.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
ZF 12 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Densit intonaco indurito
Spessore minimo
Granulometria
Resa
Acqua di impasto
Ritiro
Tempo di presa
Resistenza a compressione a 28 gg
Resistenza a flessione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore

1.000 Kg/m3 ca.


1.200 kg/m3 ca.
7 mm
< 1,5 mm
11,5 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
34% ca.
trascurabile per applicazioni in condizioni normali
3 ore ca.
2 N/mm2 ca.
1 N/mm2 ca.
1.500 N/mm2 ca.

Reazione al fuoco (EN 13501-1)

Classe A1

Conforme alla Norma UNI EN 13279-1

B2-50-2

= 8 ca.

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

43

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO GESSO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

Z 150

Intonaco di fondo a base di gesso e perlite per interni.

A LL A N O R M A E

EN 13279-1

C5-20

OP E A

CO NF O

ME

La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere rimosse. Il calcestruzzo deve essere trattato con AC 241. Giunti di elementi diversi devono essere armati con una rete in fibra di vetro posta nella parte superficiale dellintonaco. Le fughe tra i
mattoni devono essere ben riempite, eventuali fori o spaccature nella muratura devono essere chiusi, i
controtelai devono sporgere di pochi millimetri. Per rispettare la piombatura delle pareti consigliabile
predisporre paraspigoli e guide.

UR

PREPARAZIONE DEL FONDO

EVITARE IN AMBIENTI UMIDI


CERTIFICAZIONE REI

COMPOSIZIONE
Z 150 una malta secca composta da gesso,
calce idrata, perlite ed additivi specifici per
migliorare la lavorazione e ladesione.

Z 150 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. Non possibile interrompere la spruzzatura dellintonaco per un periodo di tempo maggiore di 30
minuti. Si applica in unico strato sino a spessori di 5-30 mm spruzzando dal basso verso lalto e, successivamente, si raddrizza con staggia con passaggi orizzontali e verticali. Dopo lirrigidimento (circa 2
ore) il materiale va spianato con la lama o il rabot. Qualora si desideri una finitura liscia delle pareti si
possono applicare i prodotti di lisciatura ZL 25 o ZM 136.

AVVERTENZE

Conservare allasciutto per un periodo non


superiore a 6 mesi.

Z 150 deve essere applicato su fondi asciutti con umidit non superiore al 2,5%.
Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C
indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento dellintonaco.
necessario aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento,
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcune murature
isolanti, ecc.) non garantiamo assenza di cavillature. LUfficio Tecnico a Vostra disposizione per
consigliarVi e limitare tali inconvenienti. Consultare le istruzioni del fornitore del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare
lUfficio Tecnico per il ciclo pi appropriato.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.

QUALIT

Z 150 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE

Z 150 sottoposto ad accurato e costante


controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Su CALCESTRUZZO usare AC 241
(pag. 42) prima di Z 150.

44

LAVORAZIONE

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
750 kg/m3 ca.
Densit intonaco indurito
1.100 kg/m3 ca.
Spessore minimo
5 mm
Granulometria
< 1,5 mm
Resa
9 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
Acqua di impasto
55% ca.
Resistenza a compressione a 28 gg
2,5 N/mm2 ca.
Resistenza a flessione a 28 gg
1 N/mm2 ca.
Modulo di elasticit a 28 gg
2.000 N/mm2 ca.
Fattore di resistenza alla
= 7 ca.
diffusione del vapore
Reazione al fuoco (EN 13501-1)
Classe A1
Conforme alla Norma UNI EN 13279-1 C5-20
Disponibile Certificazione REI 120 per particolari tipologie costruttive

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO GESSO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

Z 161

Intonaco di fondo a base di gesso e perlite per interni.

A LL A N O R M A E

EN 13279-1

B4-50-2

OP E A

CO NF O

ME

La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere rimosse. Il calcestruzzo deve essere trattato con AC 241. Giunti di elementi diversi devono essere armati con una rete in fibra di vetro posta nella parte superficiale dellintonaco. Le fughe tra i
mattoni devono essere ben riempite, eventuali fori o spaccature nella muratura devono essere chiusi, i
controtelai devono sporgere di pochi millimetri. Per rispettare la piombatura delle pareti consigliabile
predisporre paraspigoli e guide.

UR

PREPARAZIONE DEL FONDO

EVITARE IN AMBIENTI UMIDI

LAVORAZIONE
Z 161 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. Non possibile interrompere la spruzzatura dellintonaco per un periodo di tempo maggiore di 30
minuti. Si applica in unico strato sino a spessori di 5-30 mm spruzzando dal basso verso lalto e, successivamente, si raddrizza con staggia con passaggi orizzontali e verticali. Dopo lirrigidimento (circa 2
ore) il materiale va spianato con la lama o il rabot. Qualora si desideri una finitura liscia delle pareti si
possono applicare i prodotti di lisciatura ZL 25 o ZM 136.

COMPOSIZIONE
Z 161 una malta secca composta da gesso,
calce idrata, perlite, sabbie classificate ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

AVVERTENZE

Conservare allasciutto per un periodo non


superiore a 6 mesi.

Z 161 deve essere applicato su fondi asciutti con umidit non superiore al 2,5%.
Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C
indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento dellintonaco.
necessario aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento,
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcune murature
isolanti, ecc.) non garantiamo assenza di cavillature. LUfficio Tecnico a Vostra disposizione per
consigliarVi e limitare tali inconvenienti. Consultare le istruzioni del fornitore del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare
lUfficio Tecnico per il ciclo pi appropriato.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.

QUALIT

Z 161 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE

Z 161 sottoposto ad accurato e costante


controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Su CALCESTRUZZO usare AC 241
(pag. 42) prima di Z 161.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Densit intonaco indurito
Spessore minimo
Granulometria
Resa
Acqua di impasto
Resistenza a compressione a 28 gg
Resistenza a flessione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore
Reazione al fuoco (EN 13501-1)
Conforme alla Norma UNI EN 13279-1

800 kg/m3 ca.


1.150 kg/m3 ca.
5 mm
< 1,5 mm
10 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
50% ca.
> 2,5 N/mm2 ca.
> 1,5 N/mm2 ca.
> 2.000 N/mm2 ca.
= 7 ca.
Classe A1
B4-50-2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

45

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO SOLFATO DI CALCIO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

ZB 23

Intonaco di fondo a base di solfato di calcio per interni


PREPARAZIONE DEL FONDO
La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere rimosse. Il calcestruzzo deve essere trattato con AC 241. Giunti di elementi diversi devono essere armati con una rete in fibra di vetro posta nella parte superficiale dellintonaco. Le fughe tra i
mattoni devono essere ben riempite, eventuali fori o spaccature nella muratura devono essere chiusi, i
controtelai devono sporgere di pochi millimetri. Per rispettare la piombatura delle pareti consigliabile
predisporre paraspigoli e guide.

A LL A N O R M A E

EN 13279-1

B2-50-2

OP E A

CO NF O

ME

UR

LINEA SOLFATO DI CALCIO

EVITARE IN AMBIENTI UMIDI


FRATTAZZABILE

LAVORAZIONE
ZB 23 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. Non possibile interrompere la spruzzatura dellintonaco per un periodo di tempo maggiore di 30
minuti. Si applica in unico strato sino a spessori di 5-30 mm spruzzando dal basso verso lalto e, successivamente, si raddrizza con staggie ad H o coltello con passaggi in senso orizzontale e verticale sino
ad ottenere una superficie piana. Dopo lirrigidimento (circa 2 ore) il materiale va spianato con la lama
o il rabot e quindi si finisce con frattazzo di spugna. Qualora si desideri una finitura liscia delle pareti si
possono applicare i prodotti di lisciatura ZL 25 o ZM 136.

COMPOSIZIONE
ZB 23 una malta secca composta da solfato
di calcio, calce idrata, sabbie classificate ed
additivi specifici per migliorare la lavorazione e
ladesione.

FORNITURA
Sfuso in silo
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
ZB 23 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Su CALCESTRUZZO usare AC 241
(pag. 42) prima di ZB 23.

46

AVVERTENZE
ZB 23 deve essere applicato su fondi asciutti con umidit non superiore al 2,5%.
Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C
indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento dellintonaco.
necessario aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento,
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Per applicazioni su sottofondi particolari (pannelli in legno-cemento, in rete, alcuni tipi di muratura isolante, ecc.) non garantiamo una esecuzione priva di cavillature. Il nostro Ufficio Tecnico
a Vostra disposizione nel consigliarVi la metodologia da seguire per limitare tali inconvenienti.
comunque opportuno consultare le istruzioni del fornitore del sottofondo.
Per ristrutturazioni, con supporti eterogenei e spessori variabili di malta dintonaco, consultare
lUfficio Tecnico per il ciclo pi appropriato.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
ZB 23 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Densit intonaco indurito
Spessore minimo
Granulometria
Resa
Acqua di impasto
Resistenza a compressione a 28 gg
Resistenza a flessione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore
Reazione al fuoco (EN 13501-1)
Conforme alla Norma UNI EN13279-1

1.100 kg/m3 ca.


1.300 kg/m3 ca.
7 mm
< 1,5 mm
12.5 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
35% ca.
2,5 N/mm2 ca.
1,5 N/mm2 ca.
2.500 N/mm2 ca.
= 7 ca.
Classe A1
B2-50-2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO E DI LISCIATURA GESSO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

ZM 136

Intonaco e lisciatura a base di gesso per interni.

A LL A N O R M A E

EN 13279-1

B1-20-2

OP E A

CO NF O

ME

La muratura deve essere asciutta e libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Tracce di oli, grassi,
cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse. Trattare preventivamente le superfici in calcestruzzo
con AC 241. Giunti di elementi diversi devono essere armati con una rete in fibra di vetro posta nella
parte superficiale dellintonaco. Le fughe tra i mattoni devono essere ben riempite, eventuali fori o spaccature nella muratura devono essere chiusi, i controtelai devono sporgere di pochi millimetri. Per rispettare la piombatura delle pareti consigliabile predisporre paraspigoli e guide.

UR

PREPARAZIONE DEL FONDO

EVITARE IN AMBIENTI UMIDI

COMPOSIZIONE
ZM 136 una malta secca composta da gesso,
farina di roccia ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
ZM 136 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Su CALCESTRUZZO usare AC 241
(pag. 42) prima di ZM 136 .

LAVORAZIONE
Spargere il contenuto di un sacco da 25 kg di ZM 136 in circa 16 litri di acqua pulita e mescolare a mano
o meglio con agitatore meccanico fino a completa omogeneizzazione. La lavorazione avviene con spatola metallica con passaggi in senso orizzontale e verticale. Le successive riprese vanno effettuate quando la prima mano non ancora completamente asciutta. Applicare con uno spessore minimo di 1 mm
come prodotto di lisciatura e di 5 mm come intonaco su murature. La malta, dopo la miscelazione con
acqua, deve essere applicata entro circa 30-40 minuti. Linizio dellindurimento, che in condizioni normali di circa 50 minuti, dipende dalle condizioni ambientali e dal potere assorbente del sottofondo.

AVVERTENZE
ZM 136 deve essere applicato su fondi asciuti con umidit non superiore al 2,5 %.
La lisciatura fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. Normalmente, una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento della malta.
E necessario aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
ZM 136 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Densit intonaco indurito
Spessore
Granulometria
Resa

750 kg/m3 ca.


1.150 kg/m3 ca.
1 - 8 mm
< 0,2 mm
1 kg/m2 ca. con spessore 1 mm

Acqua di impasto
Ritiro
Resistenza a compressione a 28 gg
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore

66% ca.
trascurabile per applicazioni in condizioni normali
5 N/mm2 ca.

Reazione al fuoco (EN 13501-1)


Conforme alla Norma UNI EN 13279-1

Classe A1
B1-20-2

= 8 ca.

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

47

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO E DI LISCIATURA GESSO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - PIETRA

SCAGLIOLA

Intonaco e lisciatura a base di gesso ad applicazione manuale.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse.

A LL A N O R M A E

EN 13279-1

B1-20-2

OP E A

CO NF O

ME

UR

LAVORAZIONE

EVITARE IN AMBIENTI UMIDI

COMPOSIZIONE
SCAGLIOLA un prodotto a base di gesso emidrato di elevata purezza a presa controllata.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
SCAGLIOLA sottoposta ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente
selezionate e controllate.

48

SCAGLIOLA viene impastata versandola poco a poco nellacqua contenuta nel gabasso fino a completo
assorbimento, lasciandola imbibire e rimescolando solo la parte che viene immediatamente adoperata.
a) Usata come intonaco, la SCAGLIOLA va stesa sulla parete o sul soffitto fino allo spessore desiderato e
pari ad almeno 5 mm, in pi mani, utilizzando la taloccia di legno; a distanza di circa mezzora, si rimuovono le imperfezioni superficiali con la spatola americana e quindi si ricarica di prodotto la superficie.
b) Usata come lisciatura va stesa per uno spessore di almeno 3 mm, ricordando che con un basso spessore la lavorabilit viene notevolmente ridotta, soprattutto se la superficie sottostante asciutta.

AVVERTENZE
SCAGLIOLA va applicata direttamente sulla parete, escludendo assolutamente rinzaffi di qualsiasi tipo.
Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Non applicare a temperature superiori ai +35C.
necessario aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento,
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Non effettuare operazioni di lisciatura qualora si debba eseguire la posa di rivestimenti ceramici.
Applicare le pitture solo su intonaco perfettamente asciutto.
SCAGLIOLA deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Densit intonaco indurito
Granulometria
Resa

650 kg/m3 ca.


1.100 kg/m3 ca.
< 0,3 mm
10 kg/m2 ca. con spessore 10 mm

Acqua di impasto
Tempo di presa finale
Resistenza a compressione a 28 gg
Resistenza a flessione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore
Reazione al fuoco (EN 13501-1)
Conforme alla Norma UNI EN 13279-1

75% ca.
non inferiore a 1 ora
4 N/mm2 ca.
2 N/mm2 ca.
3.500 N/mm2 ca.
= 7 ca.
Classe A1
B1-20-2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

INTONACATURA
INTONACO DI FONDO E DI LISCIATURA GESSO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - PIETRA

SCAGLIOLA PRONTA

Intonaco e lisciatura a base di gesso ad applicazione manuale.

PREPARAZIONE DEL FONDO


La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse.

A LL A N O R M A E

EN 13279-1

B1-20-2

OP E A

CO NF O

ME

UR

LAVORAZIONE

EVITARE IN AMBIENTI UMIDI

SCAGLIOLA PRONTA viene impastata versandola poco a poco nellacqua contenuta nel gabasso fino a
completo assorbimento, lasciandola imbibire e rimescolando solo la parte che viene immediatamente
adoperata.
a) Usata come intonaco, la SCAGLIOLA PRONTA deve essere stesa sulla parete o sul soffitto fino allo spessore desiderato e pari ad almeno 5 mm, in pi mani, utilizzando la taloccia di legno. A distanza di circa
mezzora, si rimuovono le imperfezioni superficiali con la spatola americana e quindi si ricarica di prodotto la superficie.
b) Usata come lisciatura va stesa per uno spessore di almeno 3 mm, ricordando che con un basso spessore la lavorabilit viene notevolmente ridotta, soprattutto se la superficie sottostante asciutta.

COMPOSIZIONE

AVVERTENZE

SCAGLIOLA PRONTA un prodotto a base di


gesso emidrato di elevata purezza a presa controllata.

Conservare allasciutto per un periodo non


superiore a 6 mesi.

SCAGLIOLA PRONTA va applicata direttamente sulla parete, escludendo assolutamente rinzaffi di


qualsiasi tipo.
Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Non applicare a temperature superiori ai +35C.
necessario aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento,
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Non effettuare operazioni di lisciatura qualora si debba eseguire la posa di rivestimenti ceramici.
Applicare le pitture solo su intonaco perfettamente asciutto.

QUALIT

SCAGLIOLA PRONTA deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE

SCAGLIOLA PRONTA sottoposta ad accurato


e costante controllo presso i nostri laboratori.
Le materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Densit intonaco indurito
Granulometria
Resa
Acqua di impasto
Tempo di presa finale
Resistenza a compressione a 28 gg
Resistenza a flessione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore
Reazione al fuoco (EN 13501-1)
Conforme alla Norma UNI EN 13279-1

650 kg/m3 ca.


1.100 kg/m3 ca.
< 0,3 mm
10 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
80% ca.
non inferiore a 1 ora e 15 minuti
4 N/mm2 ca.
2 N/mm2 ca.
3.500 N/mm2 ca.
= 7 ca.
Classe A1
B1-20-2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

49

INTONACATURA
ADESIVO PER PARASPIGOLI E PROFILI PER INTONACI
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - CALCESTRUZZO - PIETRA

AR 11

Adesivo a presa rapida a base cementizia.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie della muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Eventuali
tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere precedentemente rimosse.

A LL A N O RM A E
OPE A

CONFO

ME

Ad ogni sacco da 25 kg di AR 11 aggiungere circa 7 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico fino ad ottenere limpasto della consistenza desiderata. Una volta impastato AR 11
consente di essere ben lavorato per circa 30 minuti a +20C.

UR

LAVORAZIONE

AVVERTENZE

COMPOSIZIONE
AR 11 un adesivo premiscelato secco a base
di cemento Portland, sabbie selezionate ed
additivi specifici per migliorare la lavorazione e
ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
AR 11 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

50

Ladesivo fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento delladesivo; al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C il prodotto ancora fresco o non indurito sarebbe esposto allazione disgregatrice del gelo.
Non ripristinare la lavorabilit iniziale con laggiunta di ulteriore acqua nella fase di presa
delladesivo.
AR 11 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto
Densit prodotto indurito
Tempo di lavoro (+20C)
Tempo di presa
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)

1.300 kg/m3 ca.


< 1 mm
27% ca.
1.700 kg/m3 ca.
30 minuti ca.
1 ora ca.
5 N/mm2 ca.
11 N/mm2 ca.
< 20 (valore misurato)

Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

W0

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,75 W/m.K (valore tabulato)

Conforme alla Norma UNI EN 998-1

GP-CSIV-W0

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

51

FINITURA
1
9
2
8
3
7

TIPOLOGIA SUPPORTI:

52

MALTA FINE

LASTRE IN CARTONGESSO

INTONACO DI FONDO CALCE

INTONACO DI FONDO GESSO

CALCESTRUZZO

MARMO - MATERIALE LAPIDEO

MATTONE FACCIA A VISTA

BLOCCHI IN CEMENTO CELLULARE ESPANSO

INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

GLOSSARIO

Intonaco di finitura
lultimo strato nellintervento di intonacatura di un qualsiasi supporto e svolge la funzione di regolarizzare eventuali imperfezioni dellintonaco di fondo e
quella di determinare laspetto estetico dellinsieme. Gli effetti che si possono ottenere sono: finitura liscia o finitura a civile. Lintonaco di finitura si applica normalmente entro una settimana dalla stesura di quello di fondo, con spessori che variano da 1 a 5 mm.

Finitura liscia
Si ottiene applicando e rifinendo lintonaco di finitura specifico con la spatola metallica. Viene utilizzato su intonaci interni ed esterni e si ottiene un effetto
perfettamente liscio e pronto a ricevere la decorazione con pittura.

Finitura a civile
Si ottiene applicando lintonaco di finitura specifico con la spatola metallica e rifinendolo con il frattazzo di spugna. Viene utilizzato su intonaci esterni ed
interni e si ottiene un effetto estetico leggermente rustico e pronto a ricevere la decorazione con pittura.

Frattazzatura
Lavorazione che consente di rifinire un intonaco, di fondo o di finitura, precedentemente sgrossato e lisciato. Loperazione si effettua mediante luso di un
frattazzo di spugna o di plastica con movimenti circolari.

Rasanti
Vengono utilizzati per regolarizzare superfici che presentano difetti, come calcestruzzo con imperfezioni o intonaco di fondo con rugosit e asperit. Si applicano con spessori di pochi millimetri e generalmente su fondi asciutti. Si possono ottenere sia finiture lisce che finiture a civile e si prestano ad essere successivamente decorati con pittura.

Idrorepellenza
Caratteristica che conferisce al prodotto un limitato assorbimento dacqua agevolandone nello stesso tempo lo scorrimento superficiale. Prodotti con simili
caratteristiche, tipo gli idrorepellenti silossanici, consentono di garantire durabilit e integrit delle superfici trattate senza modificarne n laspetto n la permeabilit al vapore.

Microcavillature
Sono delle micro-fessurazioni, generalmente inferiori al millimetro, che si formano nellintonaco e possono essere determinate da diversi fattori (ritiri plastici, accostamento di materiali diversi, assestamenti statici, ecc.).

53

FINITURA
PRODOTTI

SUPPORTO

INTONACO DI FONDO CALCE

TIPOLOGIA PRODOTTO

FINITURA A CIVILE

RASANTE

STUCCO RASANTE

INTONACO DI FINITURA
CALCE/CEMENTO

INTONACO DI LISCIATURA GESSO

FINITURA A CIVILE
RASANTE
STUCCO RASANTE

INTONACO DI FONDO
CALCE/CEMENTO

AMBIENTE
INTERNO ESTERNO

INTONACO DI FINITURA
CALCE - CALCE/CEMENTO

INTONACO DI LISCIATURA GESSO

STUCCO RASANTE
INTONACO DI FINITURA
CALCE
INTONACO DI FONDO GESSO

INTONACO DI LISCIATURA GESSO

FINITURA LISCIA

CALCESTRUZZO
RASANTE

PRODOTTO

NOTE

PAG.

MALTA FINA

55

RB 051

67

SUPER STUCCO

70

IG 21

64

IP 10

65

IB 06

60

IB 15

IM 560

IF 18

63

ZM 136

47

ZL 25

66

SCAGLIOLA

48

SCAGLIOLA PRONTA

49
55

MALTA FINA

RB 051

A 64

SUPER STUCCO

61
Extra Bianco

62

67
166
72

IG 21

64

IP 10

65

IB 06

60

IB 15

IM 560

IF 18

63

ZM 136

47

ZL 25

66

SCAGLIOLA

48

SCAGLIOLA PRONTA

49

SUPER STUCCO

72

IB 06

60

IB 15

IM 560

ZM 136

47

ZL 25

66

SCAGLIOLA

48

SCAGLIOLA PRONTA

49
57

61
Extra Bianco

62

61
Extra Bianco

62

LC 5

LC 7

LC 5 + AG 15

57+214

LC 7 + AG 15

58+214

AB 57

161

AN 55

162

A 50

163

A 96

AL 88

Alleggerito

LC 9

Giunti-Vespai

LC 9 + AG 15

X
X

X
IDROREPELLENTE SILOSSANICO

54

COSTRUZIONE
NUOVA ESISTENTE

58

164
165
59
59+214

IS 510

73

GRASSELLO DI CALCE

56

FASSAJOINT 1-2-3-8 h

68-69
70-71

A 81

18

IS 510

73

MALTA FINA

FINITURA LISCIA

CARTONGESSO

RASANTE/STUCCO

BLOCCHI IN CEM. CELL. ESPANSO

RASANTE

MATTONI FACCIA A VISTA MARMO - MATERIALE LAPIDEO

IDROREPELLENTE SILOSSANICO

FINITURA
FINITURA A CIVILE
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

MALTA FINA

Malta fine a base di calce per intonaci interni.

PREPARAZIONE DEL FONDO


La superficie da rivestire deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere preventivamente rimosse. Per una migliore adesione si consiglia lapplicazione della
MALTA FINA su intonaco di fondo fresco; lintonaco di fondo asciutto va preventivamente inumidito.

LAVORAZIONE
Applicare con la spatola metallica fino ad uno spessore massimo di 3 mm. Dopo lapplicazione inumidire e rifinire con un frattazzino di spugna. Dove prevista lulteriore finitura con rivestimenti murali o
stucchi decorativi caratterizzati da una certa durezza, si consiglia di aggiungere alla MALTA FINA del
cemento (7-10% circa) e/o dellAG 15 (5% circa) a seconda delle resistenze richieste e, comunque, verificandone sempre ladesione. In ogni caso preferibile applicare i rivestimenti murali o gli stucchi decorativi direttamente sullintonaco di fondo.

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
La MALTA FINA un intonaco di finitura pronto alluso composto da grassello di calce e sabbie classificate.

FORNITURA
Sfusa in contenitori da 0,5 t ca.
Sacchi da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Se protetta dal gelo non ha limiti di durata.

Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o non
completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Areare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Durante la stagione estiva, su superfici esposte al sole, si consiglia di bagnare gli intonaci per
qualche giorno dopo lapplicazione. Luso di prodotti decorativi quali stucchi, rivestimenti, ecc.
caratterizzati da una certa durezza, pu provocare il distacco della MALTA FINA dallintonaco di
fondo.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.

QUALIT
La MALTA FINA sottoposta ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Granulometria
Resa
Spessore massimo di applicazione

1.700 kg/m3 ca.


< 0,6 mm
3-4 kg/m2 ca.
3 mm ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

< 9 (valore misurato)

Conforme alla Norma UNI EN 998-1

GP-CSI-W0

W0

= 0,45 W/m .K (valore tabulato)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

55

FINITURA
FINITURA LISCIA
Supporti: MALTA FINA (pag. 55)

GRASSELLO DI CALCE

Pasta di calce idrata.

PREPARAZIONE DEL FONDO


II GRASSELLO DI CALCE viene applicato sulla MALTA FINA ancora umida, avendo cura di eliminare preventivamente eventuali imperfezioni superficiali. Normalmente il tempo di attesa per lapplicazione del
GRASSELLO DI CALCE varia tra le 4 e le 24 ore dalla stesura della MALTA FINA, a seconda delle condizioni ambientali.

LAVORAZIONE
II GRASSELLO DI CALCE utilizzato come rasante sulla MALTA FINA fresca si stende con la spatola metallica, fino ad ottenere uno strato liscio. Successivi passaggi con il materiale conferiscono alla superficie
un grado di lucentezza crescente. Lo spessore massimo di applicazione di 1 mm. Se utilizzato come
legante per il confezionamento di malte tradizionali, il GRASSELLO DI CALCE va miscelato con sabbia e
cemento in betoniera aggiungendo acqua fino ad ottenere un impasto della consistenza desiderata.

APPLICAZIONE FRESCO SU FRESCO

COMPOSIZIONE
II GRASSELLO DI CALCE una pasta di calce
idrata ottenuta per spegnimento con acqua
della calce viva.

FORNITURA
Sfuso in contenitori da 1 t ca.
Sacchi da 20 e da 33 kg ca.

CONSERVAZIONE
Se protetto dal gelo non ha limiti di durata.

AVVERTENZE
II GRASSELLO DI CALCE fresco va protetto dal gelo.
Evitare lapplicazione a temperature inferiori ai +5C.
sconsigliata lapplicazione su MALTA FINA gi indurita ed asciutta, in quanto si possono manifestare screpolature con conseguente scarsa adesione al sottofondo.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
1.300 kg/m3 ca.
Granulometria
min. 98% inferiore a 0,1 mm
Contenuto in Ca CO3
max 4%
CONFORME ALLA NORMA UNI EN 459-1:2001

QUALIT
II GRASSELLO DI CALCE sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono
rigorosamente selezionate e controllate.

56

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

FINITURA
FINITURA LISCIA
Supporti: CALCESTRUZZO

LC 5

Rasatura per calcestruzzo a base cementizia di colore bianco.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La muratura deve essere libera da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono
essere preventivamente rimosse. Le sigillature dei giunti ed i rappezzi di grossi vespai devono essere
effettuate almeno 24 ore prima.

LAVORAZIONE

FINITURA LISCIA O
A BUCCIA DARANCIA

COMPOSIZIONE
LC 5 una malta secca composta da cemento
bianco, cariche inorganiche ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

LC 5 va addizionato con circa il 40% di acqua pulita (circa 13 litri per ogni sacco da 33 kg) e mescolato
a mano o con agitatore meccanico. La lavorazione manuale avviene con la spatola metallica con passaggi in senso verticale ed orizzontale. Le successive riprese vanno effettuate quando la prima mano non
ancora completamente asciutta. La lavorazione a macchina, indicata per grandi superfici in ambienti
completamente liberi, avviene con una apparecchiatura miscelatrice e spruzzatrice facilmente reperibile in commercio, funzionante con un compressore daria della portata di circa 2.000 litri/minuto alla
pressione di 6 - 7 atm. La lisciatura dei soffitti avviene mediante particolari spatole montate su di unasta in modo da consentire la lavorazione da terra senza lausilio di scale o ponteggi. Il materiale va impastato nellapposito miscelatore della macchina e successivamente va spruzzato su soffitti e pareti avendo cura di distribuire uno strato uniforme. La finitura va effettuata quando il primo strato non ancora completamente asciutto. Questultima operazione pu venire eliminata qualora si desideri una finitura a buccia darancia, che se non danneggiata da successive lavorazioni di cantiere, non necessita di ulteriori lavori di decorazione.

AVVERTENZE
FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 33 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
LC 5 sottoposta ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Per uso esterno miscelare con circa
il 5% di AG 15 (pag. 202).

La rasatura fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C
viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento del prodotto. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la rasatura fresca o anche non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura del prodotto.
E necessario aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento,
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
LC 5 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore massimo
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit prodotto indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg

1.000 kg/m3 ca.


3 mm
< 0,4 mm
40% ca.
1,5 - 2,2 kg/m2 ca. a seconda del sottofondo da trattare
1.450 kg/m3 ca.
4 N/mm2 ca.
12 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

< 22 (valore misurato)


W1 c < 0,40 kg/m2. min0,5

= 0,46 W/m .K (valore tabulato)


GP-CSIV-W1

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

57

FINITURA
FINITURA LISCIA
Supporti: CALCESTRUZZO - FINITURE LC 5 (pag.57), S 605 (pag.195)
INTONACI DI FONDO S 627 (pag.190), S 612 (pag.191), S 639 (pag.192)

LC 7

Lisciatura a base cementizia di colore bianco.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La muratura deve essere libera da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono
essere preventivamente rimosse.

LAVORAZIONE
LC 7 va addizionato con circa il 45% di acqua pulita (circa 15 litri per ogni sacco da 33 kg) e mescolato
a mano o con agitatore meccanico. La lavorazione manuale avviene con la spatola metallica con passaggi in senso verticale ed orizzontale. Le successive riprese vanno effettuate quando la prima mano non
ancora completamente asciutta.

AVVERTENZE

LC 7 una malta secca composta da cemento


bianco, cariche inorganiche ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

La lisciatura fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C
viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento del prodotto. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la lisciatura
fresca o anche non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura del prodotto.
E necessario aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento,
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.

FORNITURA

LC 7 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 229)

COMPOSIZIONE

Sacchi speciali con protezione dallumidit


da 33 kg ca.

CARATTERISTICHE TECNICHE
CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
LC 7 sottoposta ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Peso specifico della polvere


Spessore massimo
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit prodotto indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

CONSIGLI APPLICATIVI
Per uso esterno miscelare con circa
il 5% di AG 15 (pag. 214).

< 22 (valore misurato)


W1 c < 0,40 kg/m2. min0,5

= 0,46 W/m .K (valore tabulato)


GP-CSIV-W1

SUPPORTI COMPATIBILI
Finiture

Intonaci di fondo

58

1.000 kg/m3 ca.


1 mm
< 0,1 mm
45% ca.
0,5 - 1 kg/m2 ca. a seconda del sottofondo da trattare
1.450 kg/m3 ca.
4 N/mm2 ca.
12 N/mm2 ca.

LC 5
S 605
S 627
S 612
S 639

pag. 57
pag. 195
pag. 190
pag. 191
pag. 192

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

FINITURA
RASANTE
Supporti: CALCESTRUZZO

LC 9

Rasatura per calcestruzzo a base cementizia di colore grigio.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La muratura deve essere libera da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono
essere preventivamente rimosse. Quando usato come rasatura le sigillature dei giunti ed i rappezzi di
grossi vespai devono essere effettuati almeno 24 ore prima.

LAVORAZIONE
LC 9 va addizionato con circa il 32% di acqua pulita (circa 10,5 litri per ogni sacco da 33 kg) e mescolato a mano o con agitatore meccanico. La lavorazione manuale avviene con la spatola metallica con
passaggi in senso verticale ed orizzontale. Le successive riprese vanno effettuate quando la prima mano
non ancora completamente asciutta.

AVVERTENZE
SIGILLATURA GIUNTI E VESPAI

COMPOSIZIONE
LC 9 una malta secca composta da cemento
grigio, cariche inorganiche ed additivi specifici
per migliorare la lavorazione e ladesione.

La rasatura fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C
viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento della rasatura. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la rasatura fresca o anche non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura del prodotto.
E necessario aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento,
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 33 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
LC 9 sottoposta ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI

LC 9 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto

1.200 kg/m3 ca.


< 0,4 mm
32% ca.

Resa

1,5 - 2,2 kg/m2 ca. a seconda del sottofondo


da trattare (con 1 kg si ottengono 1,5 litri ca.
di malta bagnata)

Densit prodotto indurito


Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg

1.550 kg/m3 ca.


4 N/mm2 ca.
12 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

< 22 (valore misurato)


W1 c < 0,40 kg/m2. min0,5

= 0,57 W/m .K (valore tabulato)


GP-CSIV-W1

Per uso esterno miscelare con circa


il 5% di AG 15 (pag. 214).

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

59

FINITURA
INTONACO DI FINITURA CALCE
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FONDO GESSO

IB 06

Intonaco di finitura a base di calce per interni ad effetto marmorino.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da intonacare deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere precedentemente rimosse. Inumidire preventivamente gli intonaci di fondo asciutti.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 30 kg di IB 06 aggiungere circa 12 litri di acqua pulita e mescolare in betoniera o, per
piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione non deve superare i 3
minuti. La stesura dellintonaco avviene con la spatola metallica applicando il materiale in 2 strati fino
ad uno spessore non superiore a 3 mm. Dopo lapplicazione inumidire e rifinire con frattazzino di
spugna.

AVVERTENZE

COMPOSIZIONE
IB 06 un intonaco di finitura a base di calce
naturale, polvere di marmo, sabbie classificate
ed additivi specifici per migliorare la lavorabilit e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
IB 06 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione e stagionatura degli intonaci.
Per la natura delle materie prime impiegate (sabbie naturali) non possibile garantire una uniformit di colore tra diverse forniture di materiale; si consiglia quindi di ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
IB 06 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit prodotto indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

60

950 kg/m3 ca.


< 0,6 mm
42% ca.
2 - 3 kg/m2 ca. a seconda della ruvidit della parete
1.250 kg/m3 ca.
0,8 N/mm2 ca.
1,8 N/mm2 ca.
< 9 (valore misurato)
W0

= 0,37 W/m .K (valore tabulato)


GP-CSI-W0

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

FINITURA
INTONACO DI FINITURA CALCE
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FONDO GESSO

IB 15

Intonaco di finitura a base di calce per interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da intonacare deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere precedentemente rimosse. Inumidire preventivamente gli intonaci di fondo asciutti.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 30 kg di IB 15 aggiungere circa 9,5 -10 litri di acqua pulita e mescolare in betoniera
o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione non deve superare
i 3 minuti. La stesura dellintonaco avviene con la spatola metallica fino ad uno spessore di circa 2 mm
e successivamente si rifinisce con frattazzo di plastica con movimenti circolari.

AVVERTENZE

COMPOSIZIONE
IB 15 un intonaco di finitura a base di calce
idrata, sabbie classificate ed additivi specifici
per migliorare la lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca (granulometrie 1 e 1,5 mm) e da
40 kg ca. (granulometria 2 mm).

Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
Per la natura delle materie prime impiegate (sabbie naturali) non possibile garantire una uniformit di colore tra diverse forniture di materiale; si consiglia quindi di ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
IB 15 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
IB 15 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

1.150 kg/m3 ca.


1 - 1,5 - 2 mm
32% ca.
1 mm = 2 kg/m2 ca.
1,5 mm = 2,6 kg/m2 ca.
2 mm = 3,3 kg/m2 ca.
1.400 kg/m3 ca.
0,8 N/mm2 ca.
1,8 N/mm2 ca.
< 9 (valore misurato)
W0

= 0,45 W/m .K (valore tabulato)


GP-CSI-W0

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

61

FINITURA
INTONACO DI FINITURA CALCE
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FONDO GESSO

IM 560

Intonaco di finitura a base di calce per interni extra-bianco.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere ecc.
devono essere preventivamente rimosse. Sottofondi sfarinanti o particolarmente assorbenti devono
essere trattati con un fondo isolante alcali-resistente a forte penetrazione tipo il nostro AG 15. Su intonaci di fondo irregolari consigliamo, onde assicurare un migliore effetto estetico, lapplicazione di due
strati di materiale.

LAVORAZIONE

EXTRA BIANCO

Ad ogni sacco da 30 kg di IM 560 si devono aggiungere circa 9,5 -10 litri di acqua pulita e mescolare in
comuni betoniere o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione
non deve superare i 3 minuti. Si consiglia di aggiungere ad ogni sacco sempre la stessa quantit dacqua e di lasciare a riposo il materiale per almeno 10 minuti prima dellapplicazione. La stesura del prodotto avviene con la spatola metallica avendo cura di distribuire uno strato uniforme di materiale. La
finitura avviene generalmente con la spatola di plastica con movimenti circolari o, in alternativa, con
frattazzino di spugna.

COMPOSIZIONE
IM 560 un intonaco di finitura composto da
calce naturale, pregiatissime sabbie classificate ed additivi di origine vegetale per migliorare la lavorazione e ladesione. La natura delle
materie prime impiegate consente una perfetta traspirazione della muratura.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca (granulometrie 1 e 1,5 mm) e da
40 kg ca. (granulometria 2 mm).

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
IM 560 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

AVVERTENZE
Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
IM 560 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

62

1.300 kg/m3 ca.


1 - 1,5 - 2 mm
32% ca.
1 mm = 2 kg/m2 ca.
1,5 mm = 2,6 kg/m2 ca.
2 mm = 3,3 kg/m2 ca.
1.400 kg/m3 ca.
0,8 N/mm2 ca.
2 N/mm2 ca.
2.000 N/mm2 ca.
< 14 (valore misurato)
W0

= 0,45 W/m. K (valore tabulato)


GP-CSII-W0

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

FINITURA
INTONACO DI FINITURA CALCE/CEMENTO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

IF 18

Intonaco di finitura a base di calce e cemento bianco o grigio per interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da intonacare deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere precedentemente rimosse. Inumidire preventivamente gli intonaci di fondo asciutti.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 30 kg di IF 18 aggiungere circa 11 litri di acqua pulita e mescolare in betoniera o, per
piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione non deve superare i 3
minuti ed il materiale impastato deve essere utilizzato entro 2 ore. La stesura dellintonaco avviene con
la spatola metallica applicando il materiale in 2 strati fino ad uno spessore non superiore a 3 mm. IF 18
pu essere applicato con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o simili avendo lavvertenza di applicare uno strato sottile di prodotto e di organizzare adeguatamente le varie fasi di lavorazione. Dopo lapplicazione inumidire e rifinire con frattazzino di spugna.

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
IF 18 un intonaco di finitura a base di calce
idrata, cemento Portland bianco o grigio, sabbie classificate ed additivi specifici per migliorare la lavorabilit e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
Evitare lapplicazione su intonaci di fondo a base gesso.
IF 18 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi (bianco) e 6 mesi (grigio).

QUALIT
IF 18 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Spessore massimo di applicazione
Acqua di impasto
Resa

1.050 kg/m3 ca.


< 0,6 mm
3 mm
38% ca. per il bianco, 36% ca. per il grigio
2 - 3 kg/m2 ca. a seconda della ruvidit della parete

Densit intonaco indurito


Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg

1.300 kg/m3 ca.


0,5 N/mm2 ca.
1,5 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

< 14 (valore misurato)


W0

= 0,4 W/m .K (valore tabulato)


GP-CSI-W0

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

63

FINITURA
INTONACO DI FINITURA CALCE/CEMENTO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

IG 21

Intonaco di finitura a base di calce e cemento bianco o grigio per esterni ed interni.
PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da intonacare deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere precedentemente rimosse. Inumidire preventivamente gli intonaci di fondo asciutti.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 30 kg di IG 21 aggiungere circa 9,5 litri di acqua pulita e mescolare in betoniera o, per
piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione non deve superare i 3
minuti ed il materiale impastato deve essere utilizzato entro 2 ore. La stesura dellintonaco avviene con
la spatola metallica applicando il materiale in 2 strati fino ad uno spessore non superiore a 3 mm. IG 21
pu essere applicato con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o simili avendo lavvertenza di applicare uno strato sottile di prodotto e di organizzare adeguatamente le varie fasi di lavorazione. Dopo lapplicazione inumidire e rifinire con frattazzino di spugna.

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
IG 21 un intonaco di finitura a base di calce
idrata, cemento Portland bianco o grigio, sabbie classificate ed additivi specifici per migliorare la lavorabilit e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Durante la stagione estiva, su superfici esposte al sole, si consiglia di bagnare gli intonaci per
qualche giorno dopo lapplicazione.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
Evitare lapplicazione su intonaci di fondo a base gesso.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi (bianco) e 6 mesi (grigio).

QUALIT
IG 21 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

64

IG 21 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Spessore massimo di applicazione
Acqua di impasto
Resa
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg

1.100 kg/m3 ca.


< 0,6 mm
3 mm
32% ca.
2 - 3 kg/m2 ca. a seconda della ruvidit della parete
1.300 kg/m3 ca.
0,6 N/mm2 ca.
2 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

< 14 (valore misurato)


W0

= 0,4 W/m .K (valore tabulato)


GP-CSI-W0

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

FINITURA
INTONACO DI FINITURA CALCE/CEMENTO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

IP 10

Intonaco di finitura a base di calce e cemento per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da intonacare deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere precedentemente rimosse. Inumidire preventivamente gli intonaci di fondo asciutti.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 30 kg di IP 10 aggiungere circa 10,5 litri di acqua pulita e mescolare in betoniera o, per
piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione non deve superare i 3
minuti ed il materiale impastato deve essere utilizzato entro 2 ore. La stesura dellintonaco avviene con
la spatola metallica avendo cura di distribuire uno strato uniforme di materiale. La finitura avviene con
la spatola di plastica con movimenti circolari o con frattazzo di spugna. Su intonaci di fondo irregolari
consigliamo, onde assicurare un migliore effetto estetico, lapplicazione di due strati di materiale.

AVVERTENZE
SISTEMA PER ESTERNI (pag. 223)

Sacchi speciali con protezione dallumidit


da 30 kg ca.

Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. La temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche
non completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
Durante la stagione estiva su superfici esposte al sole, si consiglia di bagnare lintonaco per qualche giorno dopo lapplicazione
Evitare lapplicazione su intonaci di fondo a base gesso.

CONSERVAZIONE

IP 10 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

COMPOSIZIONE
IP 10 un intonaco di finitura a base di calce
idrata, cemento Portland, sabbie classificate,
materiale idrofugo ed additivi specifici per
migliorare la lavorabilit e ladesione.

FORNITURA

Conservare allasciutto per un periodo non


superiore a 6 mesi.

QUALIT
IP 10 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

1.050 kg/m3 ca.


1 - 2 - 3 mm
36% ca.
1 mm = 2 kg/m2 ca.
2 mm = 3,3 kg/m2 ca.
3 mm = 4,5 kg/m2 ca.
1.400 kg/m3 ca.
1,2 N/mm2 ca.
3,5 N/mm2 ca.
3.500 N/mm2 ca.
< 14 (valore misurato)
W1 c < 0,40 kg/m2. min0,5

= 0,45 W/m .K (valore tabulato)


GP-CSII-W1

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

65

FINITURA
INTONACO DI LISCIATURA GESSO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FONDO GESSO

ZL 25

Intonaco di lisciatura a base di calce e gesso per interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La muratura deve essere asciutta e libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Eventuali tracce di
oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse.

LAVORAZIONE

EN 13279-1

B3-20-2

EVITARE IN AMBIENTI UMIDI

ZL 25 va addizionato con circa 12,5 litri di acqua pulita per ogni sacco da 25 kg e mescolato a mano o
meglio con agitatore meccanico. Lasciare a riposo per 10 - 15 minuti prima dellapplicazione. La lavorazione avviene con spatola metallica con passaggi in senso orizzontale e verticale. Le successive riprese
vanno effettuate quando la prima mano non ancora completamente asciutta. Lo spessore del materiale non deve superare i 3 mm. La malta, dopo la miscelazione con acqua, deve essere applicata entro
1 ora. Linizio dellindurimento dipende dalle condizioni ambientali e dal potere assorbente del sottofondo.

AVVERTENZE

FORNITURA

La lisciatura fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. Normalmente, una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento della malta.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.
ZL 25 deve essere applicato su fondi asciutti con umidit non superiore al 2,5%.

Sacchi speciali con protezione dallumidit


da 25 kg ca.

ZL 25 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

COMPOSIZIONE
ZL 25 una malta secca composta da calce
idrata, gesso, farina di roccia ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
ZL 25 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

66

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Densit intonaco indurito
Spessore massimo
Granulometria
Resa
Acqua di impasto
Ritiro
Tempo di presa
Resistenza a compressione a 28 gg
Resistenza a flessione a 28 gg

750 kg/m3 ca.


1.150 kg/m3 ca.
3 mm
< 0,1 mm
0,9 kg/m2 ca. con spessore 1 mm
50% ca.
trascurabile per applicazioni in condizioni normali
1,5 ore ca.
3 N/mm2 ca.
1,2 N/mm2 ca.

Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore
Reazione al fuoco (EN 13501-1)
Conforme alla Norma UNI EN 13279-1

2.000 N/mm2 ca.


= 8 ca.
Classe A1
B3-20-2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

FINITURA
RASANTE
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

RB 051

Intonaco per rasature a base minerale per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere preventivamente rimosse. Sottofondi sfarinanti o particolarmente assorbenti devono
essere trattati con un fondo isolante alcali-resistente a forte penetrazione tipo il nostro AG 15.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 40 kg di RB 051 si devono aggiungere circa 14 litri di acqua pulita e mescolare in
comuni betoniere o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione
non deve superare i 3 minuti. Si consiglia di aggiungere ad ogni sacco sempre la stessa quantit dacqua e di lasciare a riposo il materiale per 10 minuti prima dellapplicazione. Il materiale impastato deve
essere utilizzato entro 2 ore. La stesura del materiale avviene con la spatola metallica avendo cura di
distribuire uno strato uniforme di materiale.

COMPOSIZIONE

AVVERTENZE

RB 051 uno speciale rivestimento murale


composto da particolari leganti a base minerale (calce idrata, cemento Portland bianco), pregiatissime sabbie classificate, materiale idrofugo ed additivi di origine vegetale per migliorare la lavorazione e ladesione. La natura delle
materie prime impiegate consente una perfetta
traspirazione della muratura.

Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.


Evitare lapplicazione su facciate in pieno sole o in presenza di forte vento.
Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi e umidi dellanno: una temperatura di +5C da considerarsi come valore minimo per la posa in opera.
RB 051 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 40 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
RB 051 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Peso specifico della polvere


Acqua di impasto
Resa
Granulometria
Spessore massimo
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg

1.200 kg/m3 ca.


36% ca.
2 kg/m2 ca.
0,5 mm
4 mm ca.
1.400 kg/m3 ca.
2 N/mm2 ca.
4 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

< 17 (valore misurato)


W1 c < 0,40 kg/m2. min0,5

= 0,45 W/m .K (valore tabulato)


GP-CSII-W1

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

67

FINITURA
RASANTE E STUCCO
Supporti: LASTRE IN CARTONGESSO

FASSAJOINT 1h

Stucco per cartongesso.

PREPARAZIONE DEL FONDO


La superficie deve essere asciutta, consistente e libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc.
Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse. Assicu-rarsi che le lastre
in cartongesso siano fissate opportunamente. Le superfici lisce e non assor-benti devono essere preventivamente trattate con AC 241; le superfici molto assorbenti invece devono essere trattate con DG 74.

LAVORAZIONE
EN 13963

3B

COMPOSIZIONE
FASSAJOINT 1h un prodotto premiscelato
composto da gesso, farina di roccia ed additivi
specifici per migliorare la lavorazione e l'adesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dall'umidit
da 5 e 10 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

Spargere il contenuto di un sacco da 10 kg di FASSAJOINT 1h fino alla linea d'acqua in circa 8 litri di
acqua pulita (il contenuto di un sacco da 5 kg in circa 4 litri) e mescolare a mano o con agitatore meccanico avendo cura di utilizzare recipienti ed arnesi perfettamente puliti fino ad ottenere una pasta
omogenea e priva di grumi. Lasciare limpasto a riposo per 2-3 minuti prima dellapplicazione. La lavorazione avviene con spatola, frattazzo e cazzuola. Non utilizzare materiale che sta indurendo n aggiungere acqua per tentare di ripristinare la lavorabilit perduta.
Stuccare i giunti avendo cura di annegare apposito nastro di carta o retine di armatura ed applicando
successivamente due mani di rasatura a distanza di almeno 7 ore l'una dall'altra. Stuccare anche le teste
delle viti. Per l'incollaggio di lastre, applicare il prodotto con spatola dentata.
La malta, dopo la miscelazione con acqua, deve essere applicata entro circa 60 minuti.
L'inizio dell'indurimento dipende dalle condizioni ambientali e dal potere assorbente del sottofondo.
Residui di materiale indurito nei recipienti e negli utensili utilizzati riducono il tempo di lavorazione.

AVVERTENZE
Il prodotto fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Normalmente, una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento della malta. Non applicare a temperature superiori a +35C.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura dello stucco.
FASSAJOINT 1h deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

QUALIT
FASSAJOINT 1h sottoposto ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Densit prodotto indurito
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Tempo di lavorazione
Reazione al fuoco (EN 13501-1)
Conforme alla Norma UNI EN 13963

68

700 kg/m3 ca.


1.000 kg/m3 ca.
< 0,2 mm
80% ca.
0,3-0,5 kg/m2 ca. per rasature su pareti
e contropareti in cartongesso
trascurabile per applicazioni in condizioni normali
1 ore ca.
Classe A1
3B

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

FINITURA
RASANTE E STUCCO
Supporti: LASTRE IN CARTONGESSO

FASSAJOINT 2h

Stucco per cartongesso.

PREPARAZIONE DEL FONDO


La superficie deve essere asciutta, consistente e libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc.
Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse. Assicu-rarsi che le lastre
in cartongesso siano fissate opportunamente. Le superfici lisce e non assor-benti devono essere preventivamente trattate con AC 241; le superfici molto assorbenti invece devono essere trattate con DG 74.

LAVORAZIONE
EN 13963

3B

COMPOSIZIONE
FASSAJOINT 2h un prodotto premiscelato composto da gesso, farina di roccia ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e l'adesione.

Spargere il contenuto di un sacco da 10 kg di FASSAJOINT 2h fino alla linea d'acqua in circa 8 litri di
acqua pulita (il contenuto di un sacco da 5 kg in circa 4 litri, e quello da 25 kg in circa 20 litri) e mescolare a mano o con agitatore meccanico avendo cura di utilizzare recipienti ed arnesi perfettamente puliti fino ad ottenere una pasta omogenea e priva di grumi. Lasciare limpasto a riposo per 2-3 minuti prima
dellapplicazione.
La lavorazione avviene con spatola, frattazzo e cazzuola. Non utilizzare materiale che sta indurendo n
aggiungere acqua per tentare di ripristinare la lavorabilit perduta.
Stuccare i giunti avendo cura di annegare apposito nastro di carta o retine di armatura ed applicando
successivamente due mani di rasatura a distanza di almeno 7 ore l'una dall'altra. Stuccare anche le teste
delle viti. Per l'incollaggio di lastre, applicare il prodotto con spatola dentata.
La malta, dopo la miscelazione con acqua, deve essere applicata entro circa 2 ore. L'inizio dell'indurimento dipende dalle condizioni ambientali e dal potere assorbente del sottofondo. Residui di materiale indurito nei recipienti e negli utensili utilizzati riducono il tempo di lavorazione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 5, 10 e 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
FASSAJOINT 2h sottoposto ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

AVVERTENZE
Il prodotto fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Normalmente, una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento della malta. Non applicare a temperature superiori a +35C.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura dello stucco.
FASSAJOINT 2h deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Densit prodotto indurito
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Tempo di lavorazione
Reazione al fuoco (EN 13501-1)
Conforme alla Norma UNI EN 13963

700 kg/m3 ca.


1.000 kg/m3 ca.
< 0,2 mm
80% ca.
0,3-0,5 kg/m2 ca. per rasature su pareti
e contropareti in cartongesso
trascurabile per applicazioni in condizioni normali
2 ore ca.
Classe A1
3B

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

69

FINITURA
RASANTE E STUCCO
Supporti: LASTRE IN CARTONGESSO

FASSAJOINT 3h

Stucco per cartongesso.

PREPARAZIONE DEL FONDO


La superficie deve essere asciutta, consistente e libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc.
Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse. Assicu-rarsi che le lastre
in cartongesso siano fissate opportunamente. Le superfici lisce e non assor-benti devono essere preventivamente trattate con AC 241; le superfici molto assorbenti invece devono essere trattate con DG 74.

LAVORAZIONE
EN 13963

3B

COMPOSIZIONE
FASSAJOINT 3h un prodotto premiscelato
composto da gesso, farina di roccia ed additivi
specifici per migliorare la lavorazione e l'adesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dall'umidit
da 5 e 10 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

SSpargere il contenuto di un sacco da 10 kg di FASSAJOINT 3h fino alla linea d'acqua in circa 7 litri di
acqua pulita (il contenuto di un sacco da 25 kg in circa 18 litri) e mescolare a mano o con agitatore meccanico avendo cura di utilizzare recipienti ed arnesi perfettamente puliti fino ad ottenere una pasta
omogenea e priva di grumi. Lasciare limpasto a riposo per 2-3 minuti prima dellapplicazione.
La lavorazione avviene con spatola, frattazzo e cazzuola. Non utilizzare materiale che sta indurendo n
aggiungere acqua per tentare di ripristinare la lavorabilit perduta.
Stuccare i giunti avendo cura di annegare apposito nastro di carta o retine di armatura ed applicando
successivamente due mani di rasatura a distanza di almeno 7-12 ore l'una dall'altra. Stuccare anche le
teste delle viti. Per l'incollaggio di lastre, applicare il prodotto con spatola dentata.
La malta, dopo la miscelazione con acqua, deve essere applicata entro circa 3 ore. L'inizio dell'indurimento dipende dalle condizioni ambientali e dal potere assorbente del sottofondo. Residui di materiale indurito nei recipienti e negli utensili utilizzati riducono il tempo di lavorazione.

AVVERTENZE
Il prodotto fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Normalmente, una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento della malta. Non applicare a temperature superiori a +35C.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura dello stucco.
FASSAJOINT 3h deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

QUALIT
FASSAJOINT 3h sottoposto ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Densit prodotto indurito
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Tempo di lavorazione
Conforme alla Norma UNI EN 13963

70

800 kg/m3 ca.


1.000 kg/m3 ca.
< 0,2 mm
70% ca.
0,3-0,5 kg/m2 ca. per rasature su pareti
e contropareti in cartongesso
trascurabile per applicazioni in condizioni normali
3 ore ca.
3B

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

FINITURA
RASANTE E STUCCO
Supporti: LASTRE IN CARTONGESSO

FASSAJOINT 8h

Stucco per cartongesso.

PREPARAZIONE DEL FONDO


La superficie deve essere asciutta, consistente e libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc.
Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse. Assicu-rarsi che le lastre
in cartongesso siano fissate opportunamente. Le superfici lisce e non assor-benti devono essere preventivamente trattate con AC 241; le superfici molto assorbenti invece devono essere trattate con DG 74.

LAVORAZIONE
EN 13963

3B

COMPOSIZIONE
FASSAJOINT 8h un prodotto premiscelato
composto da gesso, farina di roccia ed additivi
specifici per migliorare la lavorazione e l'adesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dall'umidit
da 5 e 10 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

Spargere il contenuto di un sacco da 10 kg di FASSAJOINT 8h fino alla linea d'acqua in circa 6.5 litri di
acqua pulita (il contenuto di un sacco da 25 kg in circa 16 litri) e mescolare a mano o con agitatore meccanico avendo cura di utilizzare recipienti ed arnesi perfettamente puliti fino ad ottenere una pasta
omogenea e priva di grumi. Lasciare limpasto a riposo per 2-3 minuti prima dellapplicazione.
La lavorazione avviene con spatola, frattazzo e cazzuola. Non utilizzare materiale che sta indurendo n
aggiungere acqua per tentare di ripristinare la lavorabilit perduta.
Stuccare i giunti avendo cura di annegare apposito nastro di carta o retine di armatura ed applicando
successivamente due mani di rasatura a distanza di almeno 12-24 ore l'una dall'altra. Stuccare anche le
teste delle viti. Per l'incollaggio di lastre, applicare il prodotto con spatola dentata.
La malta, dopo la miscelazione con acqua, deve essere applicata entro circa 8 ore. L'inizio dell'indurimento dipende dalle condizioni ambientali e dal potere assorbente del sottofondo. Residui di materiale indurito nei recipienti e negli utensili utilizzati riducono il tempo di lavorazione.

AVVERTENZE
Il prodotto fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Normalmente, una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento della malta. Non applicare a temperature superiori a +35C.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura dello stucco.
FASSAJOINT 8h deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

QUALIT
FASSAJOINT 8h sottoposto ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Densit prodotto indurito
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Tempo di lavorazione
Conforme alla Norma UNI EN 13963

900 kg/m3 ca.


1.000 kg/m3 ca.
< 0,2 mm
65% ca.
0,3-0,5 kg/m2 ca. per rasature su pareti
e contropareti in cartongesso
trascurabile per applicazioni in condizioni normali
8 ore ca.
3B

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

71

FINITURA
STUCCO RASANTE
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FONDO GESSO

SUPER STUCCO

Stucco rasante riempitivo a base di gesso per pittori e decoratori.

IMPIEGO
SUPER STUCCO viene usato come materiale di lisciatura su intonaci interni a base di calce e gesso per
la realizzazione di superfici lisce. Pu essere, inoltre, utilizzato per la lisciatura di intonaci a base di calce
e cemento purch sufficientemente stagionati. In locali umidi da evitare luso di SUPER STUCCO.

13279-2

B1-20-2

OP E A

CO NF O

La muratura deve essere asciutta e libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Devono essere preventivamente rimosse eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.

LL A N O R M A
EA
E
UR

PREPARAZIONE DEL FONDO

EVITARE IN AMBIENTI UMIDI

COMPOSIZIONE
SUPER STUCCO una malta secca composta
da gesso, farina di roccia ed additivi specifici
per migliorare la lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dall'umidit
da 5 e 10 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

LAVORAZIONE
Ogni sacco di SUPER STUCCO da 10 kg va impastato con circa 6 litri di acqua pulita (ogni sacco da 5 kg
va impastato con circa 3 litri dacqua) e mescolato a mano o meglio con agitatore meccanico. La lavorazione avviene con spatola metallica con passaggi in senso orizzontale e verticale. Le successive riprese vanno effettuate quando la prima mano non ancora completamente asciutta. Lo spessore del materiale non deve superare i 3 mm. La malta, dopo la miscelazione con acqua, deve essere applicata entro
unora e mezza. Linizio dellindurimento dipende dalle condizioni ambientali e dal potere assorbente del
sottofondo.

AVVERTENZE
Il prodotto fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Normalmente, una temperatura di + 5C viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento della malta.
Areare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione e stagionatura dellintonaco.
SUPER STUCCO deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

QUALIT
SUPER STUCCO sottoposto ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

72

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Densit del prodotto indurito
Spessore massimo
Granulometria
Resa
Acqua di impasto
Tempo di lavorabilit
Tempo di presa
Ritiro
Resistenza a compressione a 28 gg
Resistenza a flessione a 28 gg

750 kg/m3 ca.


1.150 kg/m3 ca.
3 mm
< 0,1 mm
0,9 kg/m2 ca. per mm di spessore
60% ca.
90 minuti ca.
2,5 ore ca.
trascurabile per applicazioni in condizioni normali
3 N/mm2 ca.
1,2 N/mm2 ca.

Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza
alla diffusione del vapore
Reazione al fuoco (EN 13501-1)
Conforme alla Norma UNI EN 13279-2

2.000 N/mm2 ca.


= 8 ca.
Classe A1
B1-20-2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

FINITURA
IDROREPELLENTE SILOSSANICO
Supporti: MATTONE FACCIA A VISTA - MARMO - MATERIALE LAPIDEO - CALCESTRUZZO - STUCCHI A BASE CALCE - RIVESTIMENTI MINERALI

IS 510

Idrorepellente silossanico.
IMPIEGO
IS 510 viene utilizzato ai fini di conferire maggiore idrorepellenza nel trattamento di supporti quali mattoni faccia a vista, marmo, calcestruzzo e materiali lapidei in genere. Pu essere impiegato anche come
protettivo di finitura per applicazioni allesterno di stucchi decorativi a base calce, tipo LS 122, o di rivestimenti murali minerali tipo RF 100, RM 200, RG 300, dopo almeno un mese dalla loro posa.
IS 510 non modifica la traspirabilit del supporto sul quale viene applicato. Penetra allinterno del manufatto trattato e, non formando alcun film, ne mantiene inalterato laspetto.

LAVORAZIONE
Applicare almeno due mani su supporti puliti, asciutti e compatti. La seconda mano va applicata con la
tecnica fresco su fresco. Nel caso di superfici fortemente assorbenti e porose, applicare a pi mani fino
a rifiuto e completa impregnazione della superficie. Nel caso di supporti poco assorbenti ripetere il trattamento a distanza di 16 ore.

COMPOSIZIONE

AVVERTENZE

Latte da 16 I ca.

Il prodotto raggiunge la massima idrorepellenza dopo una settimana dallapplicazione. Evitare


che il manufatto venga esposto a pioggia battente durante questo periodo.
Si consiglia lapplicazione di IS 510 a temperature comprese fra i +5C e +35C.
Nellapplicazione, soprattutto a spruzzo, assicurare una adeguata ventilazione dellambiente.
Il prodotto infiammabile.
Conservare fuori dalla portata dei bambini ed in locale ventilato.
Non gettare i residui nelle fognature.

CONSERVAZIONE

IS 510 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

IS 510 un idrorepellente a base di speciali


resine silossaniche modificate in solvente.
trasparente ed incolore.

FORNITURA

IS 510 se immagazzinato in locali adeguati ha


una durata di 12 mesi. Il prodotto infiammabile. Va conservato fuori dalla portata dei
bambini ed in locale ventilato. Non gettare i
residui nelle fognature.

QUALIT
IS 510 viene sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente
selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico

0,8 kg/l ca.

Consumo

80 - 110 g/m2 (0,1-0,14 l/m2)


fortemente condizionato dalla porosit del supporto

Diluizione

usato tal quale; applicare a pennello, rullo, spruzzo

Trasparente e incolore non modifica n la permeabilit, n laspetto del supporto.


Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

73

DECORAZIONE
1
8
2

3
7

4
5

TIPOLOGIA SUPPORTI:

74

INTONACO DI FINITURA CALCE

RIVESTIMENTO CALCE

INTONACO DI FINITURA CALCE/CEMENTO

INTONACO DI FINITURA GESSO

RIVESTIMENTO CALCE/CEMENTO

CALCESTRUZZO

INTONACO DI FONDO CALCE

INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

GLOSSARIO

Legante Acrilico
costituito da resine di sintesi, che derivano dallacido acrilico. Tali resine sono molto versatili e possono dar luogo a prodotti con caratteristiche piuttosto
diversificate:
- elevata resistenza allalcalinit del cemento e della calce
- elevata resistenza ad agenti atmosferici e raggi U.V.
- formano film di buona idrorepellenza
- meno sensibili di altri leganti alle basse temperature e allumidit
- formano film tenaci e di buona adesione al supporto
- stabili allo stoccaggio per lunghi periodi

Legante ai Silicati
Ha caratteristiche minerali ed costituito da polisilicato di potassio che, reagendo chimicamente con il supporto (meccanismo di silicatizzazione), si trasforma in silicato di calcio legandosi intimamente al supporto.
Le caratteristiche principali delle finiture ai silicati sono:
- consolidano il supporto minerale
- aspetto opaco ed antichizzato
- resistenza alle intemperie, ai raggi U.V. e al calore
- elevata permeabilit al vapore
- applicabili solo su supporti minerali
- omogeneit di colore difficile in caso di grandi superfici
- modesta idrorepellenza
- gamma limitata di tinte

Legante Idrosiliconico
una miscela di legante acrilico e legante siliconico, la parte siliconica reagisce con la calce del supporto, ottenendo un prodotto stabile (siliconato di calcio)
che forma un film definito a cellula aperta. La particolare caratteristica di questo film di essere permeabile al vapore pur essendo impermeabile allacqua.
Ideale per resistenza, durata ed aspetto estetico, raccoglie tutte le caratteristiche positive degli altri leganti.

Elastomero acrilico
Polimero sintetico dotato di propriet elastiche simili alla gomma. A temperatura ambiente pu essere deformato ripetutamente e ritornare approssimativamente alle dimensioni iniziali a sollecitazioni ultimate.

Biossido di titanio
Pigmento bianco che trova larghissimo impiego sia nell'industria chimica che in quella meccanica. A seconda della struttura cristallina prende il nome di "anatase" o "rutile".

Coefficiente di assorbimento dacqua w


Indica la quantit dacqua, espressa in kg, che riesce ad attraversare una superficie di 1 m2 in un determinato periodo di tempo.

Spessore equivalente Sd
Rappresenta lo spessore di uno strato daria, equivalente allo spessore del materiale applicato in termini di resistenza al passaggio del vapore acqueo. dato
dal prodotto Sd = s, dove s lo spessore di materiale espresso in metri.

75

DECORAZIONE
PRODOTTI

SUPPORTO

INTONACO DI FINITURA
CALCE

TIPOLOGIA PRODOTTO

NOTE

PAG.

AG 15 - PC 144

AG 15 - LS 122

214-80

PITTURA AI SILICATI

F 328 - P 313

112-114

PITTURA IDROSILICONICA

FS 412 - PS 403

116-118

STUCCO A RASARE ALLA CALCE

RC 155

81

STUCCO LUCIDO ALLA CALCE

SD 111

82

PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE

FA 249 - P 200

92-100

PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE


AD ELEVATO PUNTO DI BIANCO

FA 249 - PM 298

92-99

X
X

X
X

X
X

FA 249 - PI 209
FA 249 - PT 213

92-98

PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE SEMILAVABILE


PITTURA ACRILICA LAVABILE

FA 249 - PL 215

92-96

PITTURA ACRILICA ANTIMUFFA

FA 249 - PB 260

92-101

PITTURA ACRILICA LAVABILE OPACA

214-78

92-97

FA 249 - LV 207

92-94

PITTURA ACRILICA AL QUARZO

FA 249 - PA 202

92-102

PITTURA ACRILICA ELASTICA

FA 249 - PE 224

92-104

PITTURA ACRILICA AD ELEVATO RIEMPIMENTO

FA 249 - MR 287

92-103

FINITURA ACRIL-SILOSSANICA RIEMPITIVA

FX 526 - PX 505

109-110

PITTURA ALLA CALCE

AG 15 - PC 144

214-78

PITTURA AI SILICATI

F 328 - P 313

112-114

PITTURA IDROSILICONICA

FS 412 - PS 403

116-118

PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE

FA 249 - P 200

92-101

PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE


AD ELEVATO PUNTO DI BIANCO

FA 249 - PM 298

92-99

PITTURA ACRILICA AD ELEVATA TRASPIRABILITA'

FA 249 - PI 209

92-98

FA 249 - PT 213

92-97

FA 249 - PL 215

92-96

PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE SEMILAVABILE


PITTURA ACRILICA LAVABILE

X
X

X
X

X
X

PITTURA ACRILICA ANTIMUFFA


PITTURA ACRILICA LAVABILE OPACA

X
X

X
X
X

FA 249 - PB 260
FA 249 - LV 207

92-101
92-94

FA 249 - PA 202

92-102
92-104

PITTURA ACRILICA AL QUARZO

X
X
X

PITTURA ACRILICA ELASTICA

FA 249 - PE 224

PITTURA ACRILICA AD ELEVATO RIEMPIMENTO

FA 249 - MR 287

92-103

FINITURA ACRIL-SILOSSANICA RIEMPITIVA

FX 526 - PX 505

109-110
214-79

INTONACHINO ALLA CALCE

AG 15 - I 133

LISCIATURA SATINATA ALLA CALCE

AG 15 - LS 122

AG 15 - RB 101

Bio

214-84
214-85

INTONACO DI FONDO
CALCE
RIVESTIMENTO AI SILICATI RUSTICO
RIVESTIMENTO IDROSILICONICO RUSTICO

AG 15 - RB 201

AG 15 - RB 301

Bio

214-86

AG 15 - RB 401

Bio

214-87

AG 15 - RF 100

Bio

214-88

X
X

X
X

X
X

X
X

AG 15 - RM 200
AG 15 - RG 300

Bio
Bio

214-90

X
X

X
X

X
X

X
X

F 328 - R 336
FS 412 - RSR 421

Cappotto 112-115

FA 249 - RAR 256

92-106

FA 249 - RTA 549

Cappotto 92-105

FX 526 - RX 561

Cappotto 109-111

FINITURA
IDROFUGATA 756

Bio NHL

F 263A

Acrilico

93

F 357S

Silicato

113

F 482I

Idrosiliconico

117

RIVESTIMENTO ACRIL-SILOSSANICO RUSTICO


INTONACO 700 - INTONACO FINITURA IDROFUGATA A BASE
CALCE IDRAULICA NATURALE NHL
MACROPOROSO 717

FONDO RIEMPITIVO UNIFORMANTE

214-78
Bio

RIVESTIMENTO ACRILICO RUSTICO

76

PRODOTTO

LISCIATURA SATINATA ALLA CALCE

RIVESTIMENTO CALCE/CEMENTO

INTONACI DI FONDO
CALCE - CALCE/CEMENTO

COSTRUZIONE
NUOVA ESISTENTE

PITTURA ALLA CALCE

PITTURA ACRILICA AD ELEVATA TRASPIRABILITA'

INTONACO DI FINITURA
CALCE/CEMENTO

AMBIENTE
INTERNO ESTERNO

214-89

Cappotto 116-119

83

DECORAZIONE
PRODOTTI

SUPPORTO

INTONACO DI FONDO
CALCE/CEMENTO

TIPOLOGIA PRODOTTO

AMBIENTE
INTERNO ESTERNO

CARTONGESSO

AG 15 - I 133

214-79

AG 15 - LS 122

214-80

AG 15 - RB 101

Bio

214-84

AG 15 - RB 201

Bio

214-85

Bio

214-86

AG 15 - RB 301

AG 15 - RB 401

Bio

214-87

AG 15 - RF 100

Bio

214-88

AG 15 - RM 200

Bio

214-89

X
X

AG 15 - RG 300

Bio

214-90

RIVESTIMENTO AI SILICATI RUSTICO

F 328 - R 336

Cappotto 112-115

RIVESTIMENTO IDROSILICONICO RUSTICO

FS 412 - RSR 421 Cappotto 116-119

RIVESTIMENTO CALCE/CEMENTO

PITTURA ALLA CALCE

PITTURA ALLA CALCE

FA 249 - RTA 549 Cappotto

92-99
FA 249 - RAR 256
FX 526 - RX 561 Cappotto 109-111

AG 15 - PC 144

OM 306

AG 15 - PC 144

OM 306

X
X

92-106

214-78
91
214-78
91

PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE

FA 249 - P 200

92-100

PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE


AD ELEVATO PUNTO DI BIANCO

FA 249 - PM 298

92-99

PITTURA ACRILICA AD ELEVATA TRASPIRABILITA'

FA 249 - PI 209

92-98

PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE SEMILAVABILE


PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE

FA 249 - PT 213

FA 249 - PL 215

92-97
92-96

PITTURA ACRILICA ANTIMUFFA

FA 249 - PB 260

92-101

PITTURA ACRILICA LAVABILE OPACA

FA 249 - LV 207

92-94

IDROPITTURA SPECIFICA PER CARTONGESSO

GYPSOPAINT

PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE


AD ELEVATO PUNTO DI BIANCO

FA 249 - PM 298

92-99

PITTURA ACRILICA AD ELEVATA TRASPIRABILITA'

FA 249 - PI 209

92-98

PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE SEMILAVABILE

FA 249 - PT 213

92-97

PITTURA ACRILICA LAVABILE

FA 249 - PL 215

92-96

PITTURA ACRILICA ANTIMUFFA

FA 249 - PB 260

92-101

PITTURA ACRILICA LAVABILE OPACA

FA 249 - LV 207

92-94

FONDO RIEMPITIVO ACRILICO

FA 249 - F 263A

92-93

PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE

FA 249 - P 200

92-100

PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE


AD ELEVATO PUNTO DI BIANCO

FA 249 - PM 298

92-99

PITTURA ACRILICA AD ELEVATA TRASPIRABILITA'

FA 249 - PI 209

92-98

X
X

X
X

FA 249 - PT 213

92-97
92-96

X
X
X

PITTURA ACRILICA LAVABILE


PITTURA ACRILICA LAVABILE OPACA

X
X
X

PITTURA ACRILICA AL QUARZO


PITTURA ACRILICA ELASTICA

X
X

PITTURA ACRILICA AD ELEVATO RIEMPIMENTO

FA 249 - MR 287

X
X
X

X
X
X

FA 249 - RTA 549

PROTETTIVO PER CALCESTRUZZO

X
X
X

CICLO ACRIL-SILOSSANICO

X
X

PITTURA ACRILICA ANTIMUFFA

95

FA 249 - PL 215
FA 249 - LV 207

X
X

RIVESTIMENTO ACRILICO RUSTICO

CON PRESENZA MUFFE

X
X

OMOGENEIZZANTE

PITTURA ACRILICA TRASPIRANTE SEMILAVABILE


CALCESTRUZZO

PAG.

OMOGENEIZZANTE

INTONACO DI FINITURA
GESSO

NOTE

INTONACHINO ALLA CALCE

RIVESTIMENTO ACRIL-SILOSSANICO RUSTICO

RIVESTIMENTO
CALCE/CEMENTO

PRODOTTO

LISCIATURA SATINATA ALLA CALCE

RIVESTIMENTO ACRILICO RUSTICO

RIVESTIMENTO CALCE

COSTRUZIONE
NUOVA ESISTENTE

92-94

FA 249 - PA 202

92-102
92-104

FA 249 - PE 224

92-103
Cappotto

FA 249 - RAR 256


FA 249 - C 285

92-105
92-106
92-107

FX 526 - PX 505
RX 561

109-110
111

AM 270 - FA 249
PB 260

108-92
101

77

DECORAZIONE
PITTURA ALLA CALCE
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE - INTONACO DI FINITURA CALCE/CEMENTO - RIVESTIMENTO CALCE - RIVESTIMENTO CALCE/CEMENTO

PC 144

Pittura minerale decorativa alla calce per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse. La superficie da rivestire deve essere sempre un supporto di fondo con finitura a civile o intonaco rifinito. Nel caso di intonaci sfarinanti o di differente assorbimento si consiglia
lapplicazione di una mano di AG 15 diluito con 8-10 parti di acqua quale fondo regolatore.

LAVORAZIONE
Diluizione in peso con acqua: la prima mano al 50%, la seconda mano al 35%. Applicare le 2 mani a
distanza di almeno 4 ore. Lapplicazione deve essere eseguita a pennello.

AVVERTENZE

Confezioni da 16 e 5 I ca.
Tinte: vedi mazzetta colori.

Applicare ad una temperatura superiore a +8C e inferiore a +30C e umidit relativa non superiore al 75%.
Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi dellanno.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare il materiale su superfici stagionate e asciutte.
PC 144 non va applicata su superfici precedentemente verniciate con pitture lavabili o sintetiche.
Le facciate esterne verniciate con PC 144 durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione
devono essere protette dalla pioggia, da qualsiasi precipitazione e da elevata umidit reativa in
atmosfera (nebbia) in quanto possono manifestare fenomeni di sbiancamento e/o macchie dovute alla non corretta carbonatazione della calce.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.

CONSERVAZIONE

PC 144 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 228)

COMPOSIZIONE
PC 144 una pittura minerale a base di grassello di calce, inerti fini selezionati, pigmenti
stabili alla luce ed additivi specifici.

FORNITURA

Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in


locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

CARATTERISTICHE TECNICHE

QUALIT

Peso specifico

1,310 kg/l ca.

PC 144 viene sottoposta ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime vengono rigorosamente selezionate
e controllate.

Granulometria
Consumo
Resa
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)

< 0,1 mm
150-200 g/m2 ca. (0,12-0,15 I/m2) per mano
3,5-4 m2/l ca. a lavoro finito a 2 mani

Fattore di resistenza alla


diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)

CONSIGLI APPLICATIVI

745 g/m2 ca. in 24 h


= 150 ca.
w = 0,25 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,03 m ca. (calcolato con s = 0,2 10-3 m)
Sd w = 0,0075 kg/(m h1/2) ca.

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

Usare AG 15 (pag. 214) prima di


PC 144.

78

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
INTONACHINO ALLA CALCE
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

I 133

Intonachino di finitura e di fondo per prodotti decorativi per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie deve essere libera da polvere e sporco. Tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere rimosse. I 133 va applicato su intonaco di fondo, inumidito se necessario. Su intonaci sfarinanti o di differente
assorbimento applicare AG 15 diluito in 8-10 parti di acqua come fondo regolatore.
I 133 non va applicato su MALTA FINA poich ne pu provocare il distacco dallintonaco di fondo.
Precedenti strati di pittura e/o rivestimento devono essere asportati mediante abrasione meccanica.

LAVORAZIONE
Viene applicato in 2 strati con spatola metallica fino ad uno spessore massimo di 2 mm. Sulla prima mano,
completamente essiccata, si applica il secondo strato che viene poi rifinito con frattazzo in plastica o con
frattazzino di spugna quando il materiale non ancora completamente indurito.

AVVERTENZE

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 229)

COMPOSIZIONE
I 133 costituito da un particolare grassello di
calce, inerti calcarei selezionati, pigmenti ed
additivi specifici.

FORNITURA
Confezioni da 25 kg ca.
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
I 133 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime vengono rigorosamente selezionate e
controllate.

I 133 va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +8C e umidit relativa inferiore al 75% indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento del
prodotto. I 133 non va applicato a temperature superiori a +30C.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole, e in presenza di forte vento.
Durante la stagione estiva, si consiglia di bagnare lintonaco prima di applicare I 133.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati e asciutti.
Durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione proteggere dalla pioggia e dallumidit per
evitare la formazione di chiazze biancastre.
Non compattare il materiale durante lapplicazione in modo da non formare parti vetrificate che
potrebbero limitare ladesione delle mani successive.
Le facciate esterne decorate con I 133 durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione devono essere protette dalla pioggia, da qualsiasi precipitazione e da elevata umidit reativa in atmosfera (nebbia) in quanto possono manifestare fenomeni di sbiancamento e/o macchie dovute alla
non corretta carbonatazione della calce.
Per applicazioni esterne garantisce luniformit del colore ed una migliore protezione con lapplicazione su prodotto asciutto (dopo una settimana) di una pittura per esterni (OM 306 acrilica,
PS 403 idrosiliconica, Fassil P 313 ai silicati).
Evitare luso su una facciata in tempi diversi o in condizioni differenti (sole-ombra, caldo-freddo),
in quanto condizioni di asciugamento diverse possono determinare forti differenze di colore.
Areare i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando sbalzi termici.
I 133 pu essere ricoperto da prodotti decorativi a calce SD 111, LS 122, RC 155, ecc. dopo
24-48 ore.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
I 133 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Granulometria
Consumo
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare AG 15 (pag. 214) prima di
I 133.

Fattore di resistenza alla


diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)

1,600 kg/l ca.


< 0,6 mm
- uno strato 1,5-2 kg/m2 ca.;
- due strati 2,5-3 kg/m2 ca.
745 g/m2 ca. in 24 h
= 30 ca.
w = 0,25 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,03 m ca. (calcolato con s = 1 10-3 m)
Sd w = 0,075 kg/(m h1/2) ca.

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)


I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

79

DECORAZIONE
LISCIATURA SATINATA ALLA CALCE
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FINITURA CALCE

LS 122

Lisciatura minerale satinata per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie deve essere libera da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono
essere preventivamente rimosse. Su edifici, sia di vecchia che di recente costruzione, che presentano
intonaci ammalorati, questi devono essere rimossi e ripristinati con intonaco nuovo. Precedenti strati di
pittura e/o rivestimento devono essere asportati mediante abrasione meccanica. Se la superficie dellintonaco si presenta sfarinante, prima di procedere allapplicazione della mano intermedia di intonachino
di fondo I 133 preferibile applicare una mano di fondo isolante AG 15 diluito con 8-10 parti dacqua.
assolutamente da evitare lapplicazione su MALTA FINA, in quanto il prodotto a spessore, caratterizzato da una certa durezza pu provocarne il distacco dallintonaco di fondo. Su MALTA FINA vanno applicati solo prodotti a rasare quali RC 155.

LAVORAZIONE
LS 122 si stende sopra I 133 o intonaci di fondo ben rifiniti con la spatola metallica in acciaio inox
mediamente in 2 strati. Le mani vanno intervallate di 4 ore minimo. Lultima mano va lucidata per ottenere un effetto satinato dopo circa 5 minuti dallapplicazione fino ad ottenere una superficie liscia e
compatta. Per conferire maggiore idrorepellenza, LS 122 pu essere protetto con IS 510 dopo almeno 1
mese dalla posa.

COMPOSIZIONE

AVVERTENZE

LS 122 costituita da un particolare grassello


di calce, polvere di marmo, pigmenti e additivi
specifici.

Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +8C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Durante la stagione estiva si consiglia di bagnare il sottofondo prima dellapplicazione di LS 122.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare LS 122 solo su intonaci stagionati e asciutti.
Non compattare il primo strato di materiale durante lapplicazione in modo da evitare la formazione di parti vetrificate che potrebbero limitare ladesione dello strato successivo.
Le facciate esterne decorate con Ls 122 durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione
devono essere protette dalla pioggia, da qualsiasi precipitazione e da elevata umidit reativa in
atmosfera (nebbia) in quanto possono manifestare fenomeni di sbiancamento e/o macchie dovute alla non corretta carbonatazione della calce.
Evitare luso del materiale su una facciata in tempi diversi od in condizioni differenti (sole-ombra,
caldo-freddo), in quanto condizioni di asciugamento diverse possono determinare forti differenze di colore nella finitura.
Proteggere lapplicazione da pioggia battente almeno nelle prime 48 ore di essiccazione.
Areare i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando sbalzi termici.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
LS 122 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

FORNITURA
Confezioni da 25 kg ca.
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
LS 122 sottoposta ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime vengono rigorosamente selezionate e
controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare AG 15 (pag. 214) prima di
LS 122 su fondi esistenti.

Peso specifico

1,500 kg/l ca.

Granulometria
Consumo
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)

< 0,5 mm
1,8-2 kg/m2 ca. rifinito

Fattore di resistenza alla


diffusione del vapore(DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)

375 g/m2 ca. in 24 h


= 75 ca.
w = 0,15 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,06 m ca. (calcolato con s = 0,8 10-3 m)
Sd w = 0,009 kg/(m h1/2) ca.

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

80

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
STUCCO A RASARE ALLA CALCE
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE

RC 155

Stucco a rasare minerale decorativo per interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
RC 155 viene impiegato su fondo specifico I 133, normalmente realizzato in due strati e rifinito con frattazzino in spugna, al fine di ottenere un effetto pepe e sale uniforme su tutta la superficie. Nel caso si
voglia rallentare lassorbimento in fase di rasatura, si consiglia di inumidire la superficie di intonachino
I 133 od altro fondo idoneo.

LAVORAZIONE
RC 155 si stende con spatola inox su fondo adeguato a spessori minimi. Mediante passaggi successivi si
conferisce alla superficie un aspetto liscio e un grado via via crescente di brillantezza. Normalmente
sono sufficienti 3 mani, applicate con la tecnica fresco su fresco. Lultima mano va lucidata con spatola inox dopo circa 5 minuti dallapplicazione.

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
RC 155 uno stucco minerale a base di grassello di calce, inerti selezionati ed additivi specifici.

FORNITURA
Confezioni da 25 kg ca.
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +8C e superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%. Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi dellanno.
Applicare RC 155 solo su intonaci stagionati e asciutti.
Va verificata a priori la resistenza meccanica e ladesione della MALTA FINA allintonaco di fondo,
prima di applicare RC 155. Se queste resistenze sono insufficienti esiste il rischio di distacchi della
rasatura insieme alla MALTA FINA dallintonaco.
Nel caso di utilizzo di RC 155 su MALTA FINA consigliabile aumentare le resistenze meccaniche
della stessa mediante aggiunta di cemento e/o prodotti coadiuvanti di adesione tipo AG 15.
Affinch il lavoro dia esito positivo comunque fondamentale che la MALTA FINA venga applicata allintonaco di fondo ancora fresco.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
RC 155 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

QUALIT
RC 155 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Granulometria
Consumo
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)

1,550 kg/l ca.


min. 95% < 0,1 mm
0,5 kg/m2 ca. rifinito
745 g/m2 ca. in 24 h
= 150 ca.
w = 0,25 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,03 m ca. (calcolato con s = 0,2 10-3 m)
Sd w = 0,0075 kg/(m h1/2) ca.

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

81

DECORAZIONE
STUCCO LUCIDO ALLA CALCE
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE

SD 111

Stucco lucido decorativo per interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
SD 111 viene applicato su fondo specifico I 133 steso in due o pi strati successivi quando il precedente completamente asciutto. Se la superficie dellintonaco si presenta sfarinante, prima di procedere
allapplicazione della mano intermedia di intonachino di fondo I 133 preferibile applicare una mano di
fondo isolante AG 15 diluito con 8-10 parti dacqua. SD 111 pu essere applicato direttamente anche su
pareti precedentemente pitturate con prodotti a base minerale purch queste si presentino ben ancorate e non sfarinanti. Su pannelli in cartongesso o altro materiale, e su rasature a gesso necessaria lapplicazione di un fondo isolante AG 15 o una pittura al quarzo tipo PA 202, al fine di regolare il grado di
assorbimento e favorire ladesione dello stucco SD 111.

LAVORAZIONE
SD 111 si stende con la spatola metallica, in acciaio inox, fino ad ottenere uno strato liscio anche a spessori pi elevati della normale rasatura. I successivi passaggi con il materiale conferiscono un grado di
lisciatura e lucentezza crescente. Le mani vanno intervallate di 4 ore minimo. Lultima mano va lucidata dopo circa 5 minuti dallapplicazione. SD 111 consente una lavorazione a elevati spessori e una adesione su supporti anche diversi da quelli tradizionali, previa adeguata preparazione degli stessi.

COMPOSIZIONE
SD 111 uno stucco minerale a base di grassello di calce, inerti calcarei selezionati, pigmenti ed additivi specifici.

FORNITURA
Confezioni da 25 kg ca.
Tinte: vedi mazzetta colori.

AVVERTENZE
Evitare lapplicazione a temperatura inferiore a +8C o superiore a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%. Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi dellanno.
Applicare SD 111 solo su supporti stagionati e asciutti.
Aerare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento, evitando forti
sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

SD 111 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
QUALIT
SD 111 viene sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime vengono rigorosamente selezionate
e controllate.

Peso specifico
Granulometria
Consumo
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua(DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)

1,520 kg/l ca.


min. 95% < 0,1 mm
1 kg/m2 ca. rifinito
375 g/m2 ca. in 24 h
= 100 ca.
w = 0,2 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,06 m ca. (calcolato con s = 0,6 10-3 m)
Sd w = 0,012 kg/(m h1/2) ca.

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

82

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
RIVESTIMENTO CALCE IDRAULICA NATURALE
Supporti: INTONACO 700 (PAG. 34) - INTONACO MACROPOROSO 717 (PAG. 193)

FINITURA IDROFUGATA 756

Bio-rivestimento a base di calce idraulica naturale NHL 3,5

PREPARAZIONE DEL FONDO

A LL A N O R M A E
OP E A

CO NF O

ME

UR

Il supporto deve essere libero da polvere, sporco, tracce di oli, grassi, cere, ecc. I sali eventualmente presenti sul supporto devono essere preventivamente eliminati mediante pulizia a secco per evitarne la diffusione. Trattare i sottofondi sfarinanti, particolarmente
assorbenti o con diversit di assorbimento con un fondo isolante tipo AG 15; stessa procedura qualora si desideri allungare il tempo
di lavorazione. Per lapplicazione della FINITURA IDROFUGATA 756 il fondo deve essere tirato a fine. Su fondi irregolari si consiglia lapplicazione di due strati di materiale.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 30 kg di FINITURA IDROFUGATA 756 aggiungere circa 8 litri di acqua pulita e mescolare in comuni betoniere o, per
piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico; si consiglia di aggiungere ad ogni sacco sempre la stessa quantit dacqua. Il
tempo di miscelazione non deve superare i 3 minuti e si deve lasciare a riposo per 10 minuti prima dellapplicazione. Il materiale impastato deve essere utilizzato entro 2 ore. La lavorazione avviene con spatola metallica avendo cura di distribuire uno strato uniforme
di materiale; la finitura avviene con la spatola di plastica con movimenti circolari.

ELEVATA TRASPIRABILITA

AVVERTENZE
SISTEMA CALCE IDRAULICA
NATURALE NHL (PAG. 226)

COMPOSIZIONE
FINITURA IDROFUGATA 756 uno speciale
rivestimento murale idrofugato, resistente ai
solfati, a base di calce idraulica naturale NHL
3,5 e pregiatissime sabbie classificate. La natura delle materie prime impiegate consente una
perfetta traspirazione della muratura.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
FINITURA IDROFUGATA 756 sottoposta ad
accurato e costante controllo presso i nostri
laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate
secondo le normative di riferimento.

Il prodotto fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Poich l'indurimento dell'intonaco si basa sulla presa della
calce, una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per l'applicazione e per il buon indurimento della malta.
Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche non completamente
indurita sarebbe esposta all'azione disgregatrice del gelo.
E' necessario aerare adeguatamente i locali dopo l'applicazione sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici nel
riscaldamento degli ambienti.
Durante la stagione estiva, su superfici esposte al sole, si consiglia di bagnare la finitura dopo l'applicazione.
Per la natura delle materie prime impiegate non possibile garantire una uniformit di colore tra diverse forniture di materiale; si consiglia quindi di ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
FINITURA IDROFUGATA 756 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Acqua di impasto pulita
Resa
Granulometria dellinerte
Densit rivestimento indurito
Resistenza a flessione a 28 gg

1.200 kg/m ca.


28% ca.
2 kg/m2 ca.
< 1 mm
1.500 kg/m3 ca.
1,5 N/mm2 ca.

Resistenza a compressione a 28 gg
Resistenza a flessione a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento dacqua
per capillarit (EN 1015-18)
Coeff. di conducibilit termica (EN 1745)
Indice di Radioattivit (UNI 10797/1999)
Indice rilascio Radon (Naturally
Occurring Radioativity in the
Nordic Country - Recommendation 2000)
Calce idraulica naturale NHL 3,5
Conforme alla Norma UNI EN 998-1
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

2,5 N/mm2 ca.


1 N/mm ca.
< 12 (valore misurato)
W1 c < 0,40 kg/m2min0,5
= 0,47 W/mK (valore tabulato)
I = 0,20 0,05
I = 0,25 0,05
UNI EN 459-1
GP-CSII-W1
n EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

83

DECORAZIONE
RIVESTIMENTO CALCE/CEMENTO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

RB 101

Rivestimento murale extra bianco a base minerale per esterni ed interni ad effetto marmorino.
PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere preventivamente rimosse. Sottofondi sfarinanti o particolarmente assorbenti devono
essere trattati con un fondo isolante alcali-resistente a forte penetrazione tipo AG 15. sempre consigliabile effettuare questo trattamento anche quando la superficie da rivestire presenta forti diversit di
assorbimento (fascia guida, quadratura di porte e finestre, ecc.) o qualora si desideri allungare il tempo
di lavorazione. Per lapplicazione del rivestimento RB 101 lintonaco di fondo deve essere tirato a fine. Su
intonaci di fondo irregolari consigliamo, onde assicurare un effetto estetico soddisfacente, lapplicazione
di due strati di materiale. In alternativa, lintonaco di fondo pu essere reso uniforme con RB 051.

LAVORAZIONE

SISTEMA BIO-ARCHITETTURA (pag. 224-225)

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 229)

Ad ogni sacco da 30 kg di RB 101 si devono aggiungere circa 7,5-9 litri di acqua pulita e mescolare in
comuni betoniere o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione
non deve superare i 3 minuti. Si consiglia di aggiungere ad ogni sacco sempre la stessa quantit dacqua e di lasciare a riposo il materiale per 10 minuti prima dellapplicazione. Il materiale impastato deve
essere utilizzato entro 2 ore. La stesura del rivestimento avviene con la spatola metallica avendo cura di
distribuire uno strato uniforme di materiale. La finitura avviene con la spatola di plastica con movimenti circolari.

COMPOSIZIONE
RB 101 uno speciale rivestimento murale a
base di calce naturale, legante idraulico, polvere di marmo, pregiatissime sabbie classificate,
materiale idrofugo ed additivi di origine vegetale per migliorare la lavorazione e ladesione.
La natura delle materie prime impiegate consente una perfetta traspirazione della muratura.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
RB 101 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare AG 15 (pag. 214) prima di
RB 101.

84

AVVERTENZE
Ritirare il materiale occorrente per ogni lavoro tutto della stessa partita.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Evitare lapplicazione su facciate in pieno sole o in presenza di forte vento.
Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi e umidi dellanno: una temperatura di +5C da considerarsi come valore minimo per la posa in opera.
Evitare lapplicazione del materiale su una facciata in tempi diversi.
RB 101 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Acqua di impasto
Resa
Granulometria
Densit rivestimento indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

1.300 kg/m3 ca.


28% ca.
2 kg/m2 ca.
1 mm
1.500 kg/m3 ca.
1,5 N/mm2 ca.
3 N/mm2 ca.

W1 c < 0,40 kg/m2 . min0,5

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,47 W/m .K (valore tabulato)

Disponibile anche nelle


seguenti granulometrie

2 mm - RB 201
3 mm - RB 301
4 mm - RB 401

Conforme alla Norma UNI EN 998-1


Certificato di Conformit ANAB-ICEA

GP-CSII-W1
n EDIL.2009_001 Rev. 01

< 14 (valore misurato)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
RIVESTIMENTO CALCE/CEMENTO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

RB 201

Rivestimento murale extra bianco a base minerale per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere preventivamente rimosse. Sottofondi sfarinanti o particolarmente assorbenti devono
essere trattati con un fondo isolante alcali-resistente a forte penetrazione tipo AG 15. sempre consigliabile effettuare questo trattamento anche quando la superficie da rivestire presenta forti diversit di
assorbimento (fascia guida, quadratura di porte e finestre, ecc.) o qualora si desideri allungare il tempo
di lavorazione. Su intonaci di fondo irregolari consigliamo, onde assicurare un effetto estetico soddisfacente, lapplicazione di due strati di materiale. In alternativa, lintonaco di fondo pu essere reso uniforme con RB 051.

LAVORAZIONE

SISTEMA BIO-ARCHITETTURA (pag. 224-225)

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 229)

Ad ogni sacco da 30 kg di RB 201 si devono aggiungere circa 7,5-9 litri di acqua pulita e mescolare in
comuni betoniere o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione
non deve superare i 3 minuti. Si consiglia di aggiungere ad ogni sacco sempre la stessa quantit dacqua e di lasciare a riposo il materiale per 10 minuti prima dellapplicazione. Il materiale impastato deve
essere utilizzato entro 2 ore. La stesura del rivestimento avviene con la spatola metallica avendo cura di
distribuire uno strato uniforme di materiale. La finitura avviene con la spatola di plastica con movimenti circolari.

COMPOSIZIONE

AVVERTENZE

RB 201 uno speciale rivestimento murale


composto da calce naturale, legante idraulico,
pregiatissime sabbie classificate, materiale
idrofugo ed additivi di origine vegetale per
migliorare la lavorazione e ladesione. La natura delle materie prime impiegate consente una
perfetta traspirazione della muratura.

Ritirare il materiale occorrente per ogni lavoro tutto della stessa partita.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Evitare lapplicazione su facciate in pieno sole o in presenza di forte vento.
Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi e umidi dellanno: una temperatura di +5C da considerarsi come valore minimo per la posa in opera.
Evitare lapplicazione del materiale su una facciata in tempi diversi.

FORNITURA

RB 201 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

Sacchi speciali con protezione dallumidit


da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
RB 201 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare AG 15 (pag. 214) prima di
RB 201.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Acqua di impasto
Resa
Granulometria
Densit rivestimento indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

1.300 kg/m3 ca.


28% ca.
3,3 kg/m2 ca.
2 mm
1.500 kg/m3 ca.
1,5 N/mm2 ca.
3 N/mm2 ca.

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,47 W/m .K (valore tabulato)

Disponibile anche nelle


seguenti granulometrie

1 mm - RB 101
3 mm - RB 301
4 mm - RB 401

Conforme alla Norma UNI EN 998-1


Certificato di Conformit ANAB-ICEA

GP-CSII-W1
n EDIL.2009_001 Rev. 01

< 14 (valore misurato)


W1 c < 0,40 kg/m2 . min0,5

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

85

DECORAZIONE
RIVESTIMENTO CALCE/CEMENTO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

RB 301

Rivestimento murale extra bianco a base minerale per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere preventivamente rimosse. Sottofondi sfarinanti o particolarmente assorbenti devono
essere trattati con un fondo isolante alcali-resistente a forte penetrazione tipo AG 15. sempre consigliabile effettuare questo trattamento anche quando la superficie da rivestire presenta forti diversit di
assorbimento (fascia guida, quadratura di porte e finestre, ecc.) o qualora si desideri allungare il tempo
di lavorazione. Su intonaci di fondo irregolari consigliamo, onde assicurare un effetto estetico soddisfacente, lapplicazione di due strati di materiale. In alternativa, lintonaco di fondo pu essere reso uniforme con RB 051.

LAVORAZIONE

SISTEMA BIO-ARCHITETTURA (pag. 224-225)

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 229)

COMPOSIZIONE
RB 301 uno speciale rivestimento murale
composto da calce naturale, legante idraulico,
pregiatissime sabbie classificate, materiale
idrofugo ed additivi di origine vegetale per
migliorare la lavorazione e ladesione. La natura delle materie prime impiegate consente una
perfetta traspirazione della muratura.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 40 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
RB 301 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare AG 15 (pag. 214) prima di
RB 301.

Ad ogni sacco da 40 kg di RB 301 si devono aggiungere circa 10-12 litri di acqua pulita e mescolare in
comuni betoniere o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione
non deve superare i 3 minuti. Si consiglia di aggiungere ad ogni sacco sempre la stessa quantit dacqua e di lasciare a riposo il materiale per 10 minuti prima dellapplicazione. Il materiale impastato deve
essere utilizzato entro 2 ore. La stesura del rivestimento avviene con la spatola metallica avendo cura di
distribuire uno strato uniforme di materiale. La finitura avviene con la spatola di plastica con movimenti circolari.

AVVERTENZE
Ritirare il materiale occorrente per ogni lavoro tutto della stessa partita.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Evitare lapplicazione su facciate in pieno sole o in presenza di forte vento.
Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi e umidi dellanno: una temperatura di +5C
da considerarsi come valore minimo per la posa in opera.
Evitare lapplicazione del materiale su una facciata in tempi diversi.
RB 301 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Acqua di impasto
Resa
Granulometria
Densit rivestimento indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

1.350 kg/m3 ca.


28% ca.
4,5 kg/m2 ca.
3 mm
1.500 kg/m3 ca.
1,5 N/mm2 ca.
3 N/mm2 ca.

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,47 W/m .K (valore tabulato)

Disponibile anche nelle


seguenti granulometrie
Conforme alla Norma UNI EN 998-1
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

86

< 14 (valore misurato)


W1 c < 0,40 kg/m2 . min0,5

1 mm - RB 101
2 mm - RB 201
4 mm - RB 401
GP-CSII-W1
n EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
RIVESTIMENTO CALCE/CEMENTO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

RB 401

Rivestimento murale extra bianco a base minerale per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere preventivamente rimosse. Sottofondi sfarinanti o particolarmente assorbenti devono
essere trattati con un fondo isolante alcali-resistente a forte penetrazione tipo AG 15. sempre consigliabile effettuare questo trattamento anche quando la superficie da rivestire presenta forti diversit di
assorbimento (fascia guida, quadratura di porte e finestre, ecc.) o qualora si desideri allungare il tempo
di lavorazione. Su intonaci di fondo irregolari consigliamo, onde assicurare un effetto estetico soddisfacente, lapplicazione di due strati di materiale. In alternativa, lintonaco di fondo pu essere reso uniforme con RB 051.

LAVORAZIONE

SISTEMA BIO-ARCHITETTURA (pag. 224-225)

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 229)

Ad ogni sacco da 40 kg di RB 401 si devono aggiungere circa 10-12 litri di acqua pulita e mescolare in
comuni betoniere o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione
non deve superare i 3 minuti. Si consiglia di aggiungere ad ogni sacco sempre la stessa quantit dacqua e di lasciare a riposo il materiale per 10 minuti prima dellapplicazione. Il materiale impastato deve
essere utilizzato entro 2 ore. La stesura del rivestimento avviene con la spatola metallica avendo cura di
distribuire uno strato uniforme di materiale. La finitura avviene con la spatola di plastica con movimenti circolari.

COMPOSIZIONE

AVVERTENZE

RB 401 uno speciale rivestimento murale


composto da calce naturale, legante idraulico,
pregiatissime sabbie classificate, materiale
idrofugo ed additivi di origine vegetale per
migliorare la lavorazione e ladesione. La natura delle materie prime impiegate consente una
perfetta traspirazione della muratura.

Ritirare il materiale occorrente per ogni lavoro tutto della stessa partita.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Evitare lapplicazione su facciate in pieno sole o in presenza di forte vento.
Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi e umidi dellanno: una temperatura di +5C
da considerarsi come valore minimo per la posa in opera.
Evitare lapplicazione del materiale su una facciata in tempi diversi.

FORNITURA

RB 401 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

Sacchi speciali con protezione dallumidit


da 40 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
RB 401 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare AG 15 (pag. 214) prima di
RB 401.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Acqua di impasto
Resa
Granulometria
Densit rivestimento indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

1.400 kg/m3 ca.


28% ca.
6 kg/m2 ca.
4 mm
1.500 kg/m3 ca.
1,5 N/mm2 ca.
3 N/mm2 ca.

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,47 W/m .K (valore tabulato)

Disponibile anche nelle


seguenti granulometrie
Conforme alla Norma UNI EN 998-1
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

< 14 (valore misurato)


W1 c < 0,40 kg/m2 . min0,5

1 mm - RB 101
2 mm - RB 201
3 mm - RB 301
GP-CSII-W1
n EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

87

DECORAZIONE
RIVESTIMENTO CALCE/CEMENTO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

RF 100

Rivestimento murale bianco e colorato a base minerale per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere libera da polvere e sporco. Tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere rimosse. Sottofondi sfarinanti o particolarmente assorbenti devono essere trattati con AG 15. Effettuare
questo trattamento anche quando la superficie presenta forti diversit di assorbimento (fascia guida, quadratura di porte e finestre, ecc.) o qualora si desideri allungare il tempo di lavorazione. Per lapplicazione di
RF 100 lintonaco di fondo deve essere tirato a fine. Nel caso di fondi irregolari per assicurare un effetto
estetico soddisfacente, applicare due strati di materiale oppure uniformare il fondo con RB 051.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 30 kg di RF 100 si devono aggiungere circa 7,5-9 litri di acqua pulita e mescolare in
betoniera o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione non deve
superare i 3 minuti. Ad ogni sacco aggiungere sempre la stessa quantit dacqua e lasciare a riposo per
10 minuti prima dellapplicazione. Limpasto deve essere utilizzato entro 2 ore. La stesura avviene con la
spatola metallica avendo cura di distribuire uno strato uniforme di materiale; la finitura avviene con la
spatola di plastica con movimenti circolari.
SISTEMA BIO-ARCHITETTURA (PAG. 224-225)

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 229)

COMPOSIZIONE
RF 100 uno speciale rivestimento murale
composto da calce naturale, legante idraulico,
pregiatissime sabbie classificate, speciali terre
coloranti naturali (versione colorata), materiale idrofugo ed additivi specifici per migliorare
la lavorazione e ladesione. La natura delle
materie prime impiegate consente una perfetta traspirazione della muratura.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
RF 100 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare AG 15 (pag. 214) prima di
RF 100.

88

AVVERTENZE
Con i rivestimenti murali minerali colorati non pu essere garantita una esecuzione di colore completamente uniforme. E una caratteristica di questi materiali assumere, a volte, leggere variazioni
cromatiche causate principalmente da diverse condizioni di asciugamento del prodotto. Al fine di
limitare, se non annullare, le variazioni di tonalit, Vi elenchiamo alcuni particolari accorgimenti da
seguire:
I migliori risultati estetici si ottengono sempre con l'applicazione di due strati di materiale a
distanza di un giorno uno dall'altro.
Ritirare il materiale occorrente per ogni lavoro tutto della stessa partita.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Evitare l'applicazione su facciate in pieno sole o in presenza di forte vento.
Evitare l'applicazione nei periodi pi freddi e umidi dell'anno: una temperatura di +8C da considerarsi come valore minimo per la posa in opera. La presa del cemento, a basse temperature e
con alta umidit ambientale, provoca la comparsa nell'intonaco di finitura di chiazze biancastre
pi o meno intense.
Evitare l'applicazione del materiale su una facciata in tempi diversi.
Per risolvere eventuali variazioni di tonalit consigliamo l'uso di OM 306 che uniforma completamente
la tinta del rivestimento, mantenendo inalterata la traspirabilit e l'aspetto minerale.
RF 100 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Acqua di impasto
Resa
Granulometria
Densit rivestimento indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

1.200 kg/m3 ca.


28% ca.
2 kg/m2 ca.
1 mm
1.500 kg/m3 ca.
1,5 N/mm2 ca. (colorato) - 2 N/mm2 ca. (bianco)
3 N/mm2 ca. (colorato) - 4 N/mm2 ca. (bianco)
< 14 (colorato) - < 16 (bianco)
(valori misurati)

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Disponibile anche nelle
seguenti granulometrie

= 0,47 W/m .K (valore tabulato)


2 mm - RM 200 (colorato e bianco)
3 mm - RG 300 (bianco)

Conforme alla Norma UNI EN 998-1


Certificato di Conformit ANAB-ICEA

GP-CSII-W1
n EDIL.2009_001 Rev. 01

W1 c < 0,40 kg/m2 . min0,5

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
RIVESTIMENTO CALCE/CEMENTO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

RM 200

Rivestimento murale bianco e colorato a base minerale per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere libera da polvere e sporco. Tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono
essere rimosse. Sottofondi sfarinanti o particolarmente assorbenti devono essere trattati con AG 15.
Effettuare questo trattamento anche quando la superficie presenta forti diversit di assorbimento (fascia
guida, quadratura di porte e finestre, ecc.) o qualora si desideri allungare il tempo di lavorazione. Nel
caso di fondi irregolari per assicurare un effetto estetico soddisfacente, applicare due strati di materiale oppure uniformare con il fondo RB 051.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 30 kg di RM 200 si devono aggiungere circa 7,5-9 litri di acqua pulita e mescolare in
betoniera o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione non deve
superare i 3 minuti. Ad ogni sacco aggiungere sempre la stessa quantit d'acqua e lasciare a riposo per
10 minuti prima dell'applicazione. Limpasto deve essere utilizzato entro 2 ore. La stesura avviene con la
spatola metallica avendo cura di distribuire uno strato uniforme di materiale; la finitura avviene con la
spatola di plastica con movimenti circolari.
SISTEMA BIO-ARCHITETTURA (PAG. 224-225)

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 229)

COMPOSIZIONE
RM 200 uno speciale rivestimento murale
composto da calce naturale, legante idraulico,
pregiatissime sabbie classificate, speciali terre
coloranti naturali (versione colorata), materiale idrofugo ed additivi specifici per migliorare
la lavorazione e ladesione. La natura delle
materie prime impiegate consente una perfetta traspirazione della muratura.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
RM 200 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare AG 15 (pag. 214) prima di
RM 200.

AVVERTENZE
Con i rivestimenti murali minerali colorati non pu essere garantita una esecuzione di colore completamente uniforme. E una caratteristica di questi materiali assumere, a volte, leggere variazioni
cromatiche causate principalmente da diverse condizioni di asciugamento del prodotto. Al fine di
limitare, se non annullare, le variazioni di tonalit, Vi elenchiamo alcuni particolari accorgimenti da
seguire:
I migliori risultati estetici si ottengono sempre con l'applicazione di due strati di materiale a
distanza di un giorno uno dall'altro.
Ritirare il materiale occorrente per ogni lavoro tutto della stessa partita.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Evitare l'applicazione su facciate in pieno sole o in presenza di forte vento.
Evitare l'applicazione nei periodi pi freddi e umidi dell'anno: una temperatura di +8C da considerarsi come valore minimo per la posa in opera. La presa del cemento, a basse temperature e
con alta umidit ambientale, provoca la comparsa nell'intonaco di finitura di chiazze biancastre
pi o meno intense.
Evitare l'applicazione del materiale su una facciata in tempi diversi.
Per risolvere eventuali variazioni di tonalit consigliamo l'uso di OM 306 che uniforma completamente
la tinta del rivestimento, mantenendo inalterata la traspirabilit e l'aspetto minerale.
RM 200 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Acqua di impasto
Resa
Granulometria
Densit rivestimento indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

1.200 kg/m3 ca.


28% ca.
3,3 kg/m2 ca.
2 mm
1.500 kg/m3 ca.
1,5 N/mm2 ca.
3 N/mm2 ca.

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Disponibile anche nelle
seguenti granulometrie
Conforme alla Norma UNI EN 998-1
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

= 0,47 W/m .K (valore tabulato)

<14 (valore misurato)


W1 c < 0,40 kg/m2 . min0,5

1 mm - RF 100 (colorato e bianco)


3 mm - RG 300 (bianco)
GP-CSII-W1
n EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

89

DECORAZIONE
RIVESTIMENTO CALCE/CEMENTO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

RG 300

Rivestimento murale bianco a base minerale per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere preventivamente rimosse. Sottofondi sfarinanti o particolarmente assorbenti devono
essere trattati con un fondo isolante alcali-resistente a forte penetrazione tipo AG 15. sempre consigliabile effettuare questo trattamento anche quando la superficie da rivestire presenta forti diversit di
assorbimento (fascia guida, quadratura di porte e finestre, ecc.) o qualora si desideri allungare il tempo
di lavorazione. Su intonaci di fondo irregolari consigliamo, onde assicurare un effetto estetico soddisfacente, lapplicazione di due strati di materiale. In alternativa, lintonaco di fondo pu essere reso uniforme con RB 051.

LAVORAZIONE

SISTEMA BIO-ARCHITETTURA (PAG. 224-225)

Ad ogni sacco da 30 kg di RG 300 si devono aggiungere circa 7,5-9 litri di acqua pulita e mescolare in
comuni betoniere o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico. Il tempo di miscelazione
non deve superare i 3 minuti. Si consiglia di aggiungere ad ogni sacco sempre la stessa quantit dacqua e di lasciare a riposo il materiale per 10 minuti prima dellapplicazione. Il materiale impastato deve
essere utilizzato entro 2 ore. La stesura del rivestimento avviene con la spatola metallica avendo cura di
distribuire uno strato uniforme di materiale. La finitura avviene con la spatola di plastica con movimenti circolari.

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 229)

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
RG 300 uno speciale rivestimento murale
composto da calce naturale, legante idraulico,
pregiatissime sabbie classificate, materiale
idrofugo ed additivi specifici per migliorare la
lavorazione e ladesione. La natura delle materie prime impiegate consente una perfetta traspirazione della muratura.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
RG 300 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare AG 15 (pag. 214 prima di
RG 300.

90

Ritirare il materiale occorrente per ogni lavoro tutto della stessa partita.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Evitare lapplicazione su facciate in pieno sole o in presenza di forte vento.
Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi e umidi dellanno: una temperatura di +5C da considerarsi come valore minimo per la posa in opera.
Evitare lapplicazione del materiale su una facciata in tempi diversi. Nel caso fosse necessario
uniformare la tinta bianca, il rivestimento pu venire finito con il nostro prodotto omogeneizzante OM 306 di colore bianco, che ne mantiene inalterata sia la traspirabilit che laspetto minerale. Tale prodotto va applicato a pennello o rullo a completa essiccazione del rivestimento murale (dopo almeno 1 settimana).
RG 300 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Acqua di impasto
Resa
Granulometria
Densit rivestimento indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Disponibile anche nelle
seguenti granulometrie
Conforme alla Norma UNI EN 998-1
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

1.200 kg/m3 ca.


28% ca.
4,5 kg/m2 ca.
3 mm
1.500 kg/m3 ca.
1,5 N/mm2 ca.
3 N/mm2 ca.
< 14 (valore misurato)
W1 c < 0,40 kg/m2 . min0,5

= 0,47 W/m .K (valore tabulato)


1 mm - RF 100 (colorato e bianco)
2 mm - RM 200 (colorato e bianco)
GP-CSII-W1
n EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
OMOGENEIZZANTE
Supporti: RIVESTIMENTO CALCE - RIVESTIMENTO CALCE/CEMENTO

OM 306

Omogeneizzante per rivestimenti murali minerali.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da uniformare deve essere asciutta, libera da polvere e sporco, pulita da eventuali tracce di
olio, grassi o altri depositi.

LAVORAZIONE
Il materiale va diluito con acqua mediamente fino al 20% in peso. Viene normalmente applicato in una
o due mani. Nel caso di lumacature o forti contrasti di tonalit fra le parti alterate e non, si consiglia
lapplicazione di una o due mani di prodotto tal quale o diluito al massimo al 10% al fine di ottenere
una buona copertura.

AVVERTENZE

COMPOSIZIONE
OM 306 una finitura omogeneizzante ad elevata penetrazione, di aspetto minerale, formulata a Norma DIN 18363 (componente sintetica inferiore al 5%), composta da particolari
leganti compatibili con qualsiasi tipo di rivestimento a base calce-cemento e da pigmenti
stabili alla luce. La natura delle materie prime
impiegate consente di mantenere una perfetta traspirazione della muratura.

FORNITURA
Confezioni da 16 l ca., in versione normale
o risanante.
Tinte disponibili: colori cartella Rivestimenti
Murali a base Minerale.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
OM 306 viene sottoposto ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +8C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare OM 306 solo su rivestimenti perfettamente asciutti, stagionati e comunque non prima
di una settimana dalla loro applicazione.
In caso di applicazione in pi mani, lasciare passare almeno 6-8 ore tra l'applicazione di una mano
e laltra.
La versione risanante si distingue da quella normale per la presenza di additivi idonei a minimizzare la formazione di muffe e/o alghe. Dato lelevato numero di specie di muffe e le pi diverse
condizioni climatiche, in alcuni casi gli additivi impiegati non possono garantire la totale scomparsa o il non proliferare nel tempo di particolari microrganismi vegetali.
OM 306 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
1,300 kg/l ca.
Consumo
250-350 g/m2 (0,20-0,27 I/m2) ca. per mano
Versione
normale o risanante
Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

TEST DI VERIFICA DEL MANTENIMENTO DELLA TRASPIRABILIT


Lapplicazione di una mano di OM 306 su intonaco a base calce e cemento (KC 1) finito con rivestimento minerale RM 200 non modifica in modo significativo la permeabilit iniziale.
TABELLA A
Peso (g/m2) di vapore permeato
attraverso KC 1+RM 200
Tempo (giorni)
Variazione peso (%)
0
0,00
1
99,08
2
181,87
3
281,20
4
347,25
7
556,74
8
624,68
9
692,62
10
775,65
11
851,14
12
917,20
14
1.075,73

TABELLA B
Peso (g/m2) di vapore permeato attraverso
KC 1+RM 200+OM 306 (diluito al 20%)
Tempo (giorni)
Variazione peso (%)
0
0,00
1
98,14
2
175,51
3
260,44
4
336,87
7
540,59
8
608,63
9
672,74
10
753,01
11
823,78
12
888,89
14
1.064,40

CONDIZIONI DI PROVA
Spessore provino: KC 1=15 mm; RM 200 = 3 mm
Umidit esterna: 65%
Umidit interna: 3%
I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

91

DECORAZIONE
FONDO FISSATIVO ACRILICO

FA 249

Fissativo per cicli acrilici.


IMPIEGO
FA 249 viene utilizzato come isolante, fissativo o stabilizzante del fondo prima dellapplicazione dei prodotti di finitura, sia pitture che rivestimenti della LINEA ACRILICA. Essendo un
prodotto allacqua pu essere usato, senza pericoli per la salute dellutilizzatore, sia allinterno che allesterno.

PREPARAZIONE DEL FONDO


Il supporto deve essere asciutto, libero da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere preventivamente rimosse.
Prima di applicare il fissativo FA 249 attendere almeno 28 giorni dalla realizzazione del supporto.

LAVORAZIONE
COMPOSIZIONE
FA 249 una dispersione di resine acriliche,
alcali-resistente, dotata di elevata compatibilit con intonaci a base calce-cemento.

FORNITURA
Confezioni da 16 e 5 I ca.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
FA 249 viene sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente
selezionate e controllate.

92

Una parte di FA 249 deve essere diluita con circa 6 - 8 parti di acqua e successivamente applicato con
rullo o, preferibilmente, con pennello. Lapplicazione delle pitture o dei rivestimenti va eseguita almeno
16 ore dopo il trattamento.

AVVERTENZE
Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Evitare lapplicazione in presenza di umidit di risalita.
Prima di applicare FA 249 attendere almeno 28 giorni dalla realizzazione del supporto.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico

1,000 kg/l ca.


30-50 g/m2 (0,03-0,05 l/m2) ca.
Consumo
a seconda dellassorbimento del supporto
Resa
25 m2/l ca.
Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)
Benestare Tecnico Europeo ETA 07/0280 ETA 09/0282 (ETAG 004)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
FONDO ACRILICO RIEMPITIVO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO - CARTONGESSO

F 263A

Rasante in pasta ad effetto intonaco fine per esterni ed interni


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere priva di parti incoerenti, asciutta, libera da polvere, sporco, ecc.
Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse, come pure vecchie pitture sfarinati, che devono essere eliminate mediante spazzolatura o carteggiatura. Prima di applicare il
rasante F 263A attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di fondo. Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti si consiglia lapplicazione di un fondo acrilico isolante allacqua, alcali-resistente a forte penetrazione tipo FA 249, mediamente diluito in rapporto 1:6 con acqua.

LAVORAZIONE
Diluizione di F 263A in peso con acqua al 5-7%. Lapplicazione deve essere eseguita utilizzando rullo rasato.

AVVERTENZE

COMPOSIZIONE
F 263A un rasante in pasta per esterni ed
interni composto da copolimeri acrilici, inerti
selezionati, biossido di titanio ed additivi specifici per migliorare la lavorazione.

FORNITURA
Confezione da 15 l ca.
Tinte: bianco.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
F 263A sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5 C o superiori a +30 C e con umidit relativa superiore al 75%.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare F 263A solo su intonaci stagionati e asciutti.
Valutare sempre attentamente le condizioni di consistenza e di adesione del supporto.
Non applicare su murature umide e/o nei periodi pi freddi, in quanto esiste la possibilit di
distacco dallintonaco e di formazione di rigonfiamenti dovuti ad accumulo dacqua allinterno.
Evitare lapplicazione in presenza di umidit di risalita.
Le facciate esterne trattate con F 263A durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione
devono essere protette dalla pioggia, da qualsiasi precipitazione e da elevata umidit relativa in
atmosfera (nebbia) per almeno 48 ore. Lessiccazione completa di F 263A avviene dopo alcuni
giorni dallapplicazione e in relazione alle temperature e allumidit relativa.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
F 263A deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Diluizione
Consumo
Resa teorica
Sovraverniciabilit

1,700 kg/l ca.


5-7% con acqua
280-420 g/m ca. per mano a seconda del supporto
(0,17-0,25 I/m)
4-6 m2/l ca.
4 h ca. a 20C e 60% U.R.

Diffusione al vapore dacqua (DIN 53122) 130 g/m2 ca. in 24 h


Fattore di resistenza alla diffusione
= 290 ca.
del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
w = 0,1 0,02 kg/(m2 h) ca.
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria (DIN 18550) Sd = 0,15 0,02 m ca.
Granulometria
< 0,5 mm
Conforme al D.L. n161 del 27/03/06 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FA 249 (pag. 92) prima di
F 263A.

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

93

DECORAZIONE
IDROPITTURA LAVABILE VELLUTATA
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE, CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FINITURA GESSO - CARTONGESSO - CALCESTRUZZO

LV 207

Idropittura lavabile vellutata.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da pitturare deve essere asciutta, libera da polvere e sporco, pulita da eventuali tracce di
olio, grassi o altri depositi. Prima di applicare il ciclo di verniciatura, attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di finitura. Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti si consiglia lapplicazione di un fondo acrilico isolante allacqua, alcali-resistente a forte penetrazione quale FA
249 mediamente diluito in rapporto 1:6 con acqua. sempre consigliabile effettuare questo trattamento anche quando la superficie da pitturare presenta forti diversit di assorbimento.

LAVORAZIONE
Diluizione in peso con acqua (riferito al bianco): per applicazione a pennello o airless dal 30 al 35%, per
applicazione a rullo 25%. Per tinte derivanti da basi Neutra, Extra Deep e Medium si consiglia una diluizione massima del 10% in peso. Applicare le 2 mani incrociate a distanza di almeno 5 ore una dallaltra.
Lapplicazione pu essere eseguita a pennello, rullo in lana (preferibilmente a pelo corto) o airless.

COMPOSIZIONE
LV 207 una pittura per interni composta da
copolimeri acrilici, inerti selezionati, biossido
di titanio, pigmenti ed additivi specifici per
migliorare lapplicabilit.

FORNITURA
Confezione da 14 e 4 l ca.
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato
in locali adeguati, nella confezione originale, ha una durata di 12 mesi.

QUALIT
LV 207 viene sottoposta ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente
selezionate e controllate.

AVVERTENZE
Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare LV 207 solo su intonaci stagionati e asciutti.
Non applicare su murature umide e/o nei periodi pi freddi, in quanto esiste la possibilit di
distacco dallintonaco e di formazione di rigonfiamenti della pittura dovuti ad accumulo dacqua
allinterno.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
Tutti i colori particolarmente vivaci della mazzetta e contrassegnati dal simbolo ? hanno un
minore potere coprente rispetto alle altre tinte di mazzetta: tassativo preparare il supporto
stendendo una mano dello stesso prodotto di finitura bianco o in una tonalit pastello simile ma
pi coprente. La finitura sar poi realizzata applicando almeno tre mani della tinta scelta. Si consiglia di effettuare una prova applicativa preventiva.
Le tinte contrassegnate col simbolo * della mazzetta colori, contengono colorante organico: risultano quindi tinte potenzialmente degradabili, in quanto sensibili alla luce solare e all'alcalinit
del supporto.
Per le tinte contrassegnate dal simbolo ? e derivanti dalla base Medium, Extra Deep e Neutra si
consiglia una diluizione massima del 10% in peso.
LV 207 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FA 249 (pag. 92) prima di
LV 207.

Peso specifico
Consumo*
Resa*
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (DIN 52615)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Resistenza allo sfarinamento
(ASTM-D 659)
Resistenza al lavaggio
(DIN 53778)

1,41 1,50 kg/l ca. in funzione della base


185-215 g/m2 ca. per mano (0,12-0,14 I/m2)
7-8 m2/l ca. a lavoro finito (2 mani)
114 g/m2 ca. in 24 h
= 1.500 ca.
Sd = s = 0,15 m ca. (calcolato con s = 0,1 10-3 m)
600 ore di UV-condensa
superiore a 5.000 cicli (SUPERLAVABILE)

Conforme al D.L. n161 del 27/03/06 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)


(*) I valori di consumo e resa sono riferiti al prodotto bianco applicato su supporti lisci e mediamente assorbenti; opportuno determinarli con una prova preliminare sul supporto specifico, anche in relazione alla tinta scelta.

94

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
IDROPITTURA PER CARTONGESSO
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE, CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FINITURA GESSO - CARTONGESSO - CALCESTRUZZO

GYPSOPAINT

Idropittura per cartongesso

PREPARAZIONE DEL FONDO


Valutare attentamente la superficie da rivestire che deve essere priva di parti incoerenti, asciutta e libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere ecc. devono essere preventivamente rimosse,
come vanno rimosse anche vecchie pitture sfarinanti mediante spazzolatura o carteggiatura.
Sottofondi particolarmente assorbenti devono essere trattati con un fondo isolante alcali-resistente a
forte penetrazione quale il nostro FA 249 mediamente diluito in rapporto 1:5 - 1:6 con acqua. E sempre consigliabile effettuare questo trattamento anche quando la superficie da pitturare presenta forti
diversit di assorbimento. Attendere almeno 28 giorni prima di applicare Gypsopaint su intonaci nuovi.

LAVORAZIONE
Il prodotto va diluito dal 10 al 15 % di acqua. Per un risultato ottimale si consiglia lapplicazione del prodotto a rullo (preferibilmente a pelo corto) o airless.

COMPOSIZIONE
Gypsopaint una pittura per interni con ottima copertura ed elevata opacit, caratteristiche che la rendono particolarmente idonea per
applicazioni su cartongesso.
composta da copolimeri acrilici, inerti selezionati, biossido di titanio ed additivi specifici
per migliorarne lapplicabilit.

FORNITURA
Confezioni da 14 l.
Tinte: bianco

AVVERTENZE
Valutare attentamente le condizioni di consistenza e di adesione del supporto.
Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
Gypsopaint deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato
in locali adeguati, nella confezione originale, ha una durata di 1 anno.

QUALIT
Gypsopaint sottoposta ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente
selezionate e controllate.

Resa teorica
Sovraverniciabilit
Diluizione

1,48 kg/l ca.


150-190 g/m2 ca. per mano in funzione
dellassorbimento del supporto
8-10 m2/l ca. per mano in funzione
dellassorbimento del supporto
Circa 6 ore a 20 e 60% U. R.
Con acqua: 10-15% in peso

DATI TECNICI-CLASSIFICAZIONE UNI EN 13300


Brillantezza (EN ISO 2813)
Granulometria (EN 21524)
Rapporto di contrasto (ISO 6504-3)

< 5 a 85, Molto opaco


< 100 m, Fine
98.5, classe 2

ULTERIORI CARATTERISTICHE TECNICHE


Diffusione al vapore dacqua (DIN 52615)
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (DIN 52615)
Strato equivalente daria (DIN 52617)
Coefficiente di assorbimento dacqua
(DIN 52617)
Resistenza al lavaggio (DIN 53778)
Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006
(Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

ca. 175 g/m2 in 24h


= 600
Sd = 0,12 0,02 m (calcolato con s=0.2*10-3 m)
w = 0,10 0,02 Kg/m2*h1/2
1000 cicli
COV = 25 g/l Valore massimo = 30 g/l

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

95

DECORAZIONE
IDROPITTURA LAVABILE PER INTERNI
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE, CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FINITURA GESSO - CARTONGESSO - CALCESTRUZZO

PL 215

Idropittura lavabile per interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da pitturare deve essere asciutta, libera da polvere e sporco, pulita da eventuali tracce di
olio, grassi ed altri depositi. Prima di applicare il ciclo di verniciatura, attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di finitura. Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti o precedentemente verniciati si consiglia lapplicazione del fondo isolante acrilico alcali-resistente FA 249
mediamente diluito 1:6 con acqua. sempre consigliabile effettuare questo trattamento quando la
superficie da pitturare presenta forti diversit di assorbimento.

LAVORAZIONE
Diluizione in peso con acqua: la prima mano fino al 35%, la seconda fino al 25%. Prima di effettuare la
diluizione del prodotto, rompere la tixotropia del materiale a riposo con una leggera agitazione.
Applicare le 2 mani incrociate a distanza di almeno 4 ore. Lapplicazione pu essere eseguita a pennello, rullo di lana a pelo corto e spruzzo airless.

COMPOSIZIONE
PL 215 una pittura lavabile per interni con
legante acrilico in emulsione acquosa dotata
di buona traspirabilit. Contiene additivi che
conferiscono facilit di applicazione, buona
dilatazione ed unelevata pulibilit. Lelevato
contenuto di biossido di titanio e le cariche fini
selezionate consentono inoltre unelevata
copertura.

FORNITURA
Confezioni da 16 e 5 I ca.
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
PL 215 viene sottoposta ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente
selezionate e controllate.

AVVERTENZE
Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi dellanno.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
PL 215 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo
Resa
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)
Resistenza al lavaggio
(DIN 53778)

1,640 kg/l ca.


120-150 g/m2 (0,08-0,10 l/m2) ca. per mano
5-6 m2/l ca. a lavoro finito a due mani
175 g/m2 ca. in 24 h
= 640 ca.
w = 0,10 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,12 m ca. (calcolato con s = 0,2 10-3 m)
Sd w = 0,012 kg/(m h1/2) ca.
superiore a 1.000 cicli (LAVABILE)

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FA 249 (pag. 92) prima di
PL 215.

96

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
IDROPITTURA AD ALTA COPERTURA
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE, CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FINITURA GESSO - CARTONGESSO - CALCESTRUZZO

PT 213

Idropittura ad alta copertura.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da pitturare deve essere asciutta, libera da polvere e sporco, pulita da eventuali tracce di
olio, grassi o altri depositi. Prima di applicare il ciclo di verniciatura, attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di finitura. Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti si consiglia lapplicazione del fondo isolante acrilico alcali-resistente FA 249 mediamente diluito in rapporto 1:6
con acqua. sempre consigliabile effettuare questo trattamento quando la superficie da pitturare presenta forti diversit di assorbimento.

LAVORAZIONE
Diluizione in peso con acqua: la prima mano fino al 35%, la seconda mano fino al 25%. Prima di effettuare la diluizione del prodotto, rompere la tixotropia del materiale a riposo con una leggera agitazione. Applicare le 2 mani a distanza di 4 ore minimo. Lapplicazione pu essere eseguita a pennello, rullo
in lana (preferibilmente a pelo corto) e a spruzzo airless. Si consiglia lapplicazione a pennello ai fini di
evitare levidenziarsi di possibili rullate.
SISTEMA RISANAMENTO (pag. 228)

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
PT 213 una pittura per interni con legante
acrilico dotata di ottima traspirabilit.
Contiene additivi che conferiscono facilit di
applicazione e buona dilatazione. Lelevato
contenuto di biossido di titanio e le cariche
selezionate consentono unelevata copertura
anche in una sola mano.

FORNITURA
Confezioni da 16 e 5 I ca.
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
PT 213 viene sottoposta ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente
selezionate e controllate.

Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi dellanno.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
PT 213 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo
Resa
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)
Resistenza al lavaggio
(DIN 53778)

1,660 kg/l ca.


130-170 g/m2 (0,08-0,10 I/m2) ca. per mano
4,5-6 m2/l ca. a lavoro finito a due mani
224 g/m2 ca. in 24 h
= 500 ca.
w = 0,15 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,10 m ca. (calcolato con s = 0,2 10-3 m)
Sd w = 0,015 kg/(m h1/2) ca.
500 cicli

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FA 249 (pag. 92) prima di
PT 213.

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

97

DECORAZIONE
IDROPITTURA UNIVERSALE
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE, CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FINITURA GESSO - CARTONGESSO - CALCESTRUZZO

PI 209

Idropittura universale.
PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da pitturare deve essere asciutta, priva di polvere e sporco, pulita da eventuali tracce di olio,
grassi ed altri depositi. Prima di applicare il ciclo di verniciatura, attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di finitura. Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti si consiglia
lapplicazione del fondo isolante acrilico alcali-resistente FA 249 mediamente diluito in rapporto 1:6 con
acqua. sempre consigliabile effettuare questo trattamento quando la superficie da pitturare presenta
forti diversit di assorbimento.

LAVORAZIONE
Diluizione in peso con acqua: la prima mano fino al 40%, la seconda fino al 30%. Prima di effettuare la
diluizione del prodotto, rompere la tixotropia del materiale a riposo con una leggera agitazione.
Applicare a 2 mani incrociate a distanza di almeno 4 ore. Lapplicazione pu essere eseguita a pennello,
rullo di lana a pelo corto e spruzzo airless.

COMPOSIZIONE

AVVERTENZE

PI 209 una pittura per interni con legante in


emulsione acquosa dotata di elevatissima traspirabilit. Contiene additivi che conferiscono
facilit di applicazione e buona dilatazione. Il
contenuto di biossido di titanio e le cariche
selezionate consentono inoltre unelevata
copertura.

Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi dellanno.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.

FORNITURA

PI 209 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

Confezioni da 16 e 5 l ca.
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
PI 209 viene sottoposta ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente
selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo
Resa
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)

1,700 kg/l ca.


175-200 g/m2 (0,10-0,12 I/m2) ca. per mano
4-5 m2/l ca. a lavoro finito a due mani
280 g/m2 ca. in 24 h
= 400 ca.
w = 0,17 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,08 m ca. (calcolato con s = 0,2 10-3 m)
Sd w = 0,0136 kg/(m h1/2) ca.

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FA 249 (pag. 92) prima di
PI 209.

98

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
IDROPITTURA TRASPIRANTE PROFESSIONALE
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE, CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FINITURA GESSO - CARTONGESSO - CALCESTRUZZO

PM 298

Idropittura traspirante professionale.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da pitturare deve essere asciutta, priva di polvere e sporco, pulita da eventuali tracce di olio,
grassi ed altri depositi. Prima di applicare il ciclo di verniciatura, attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di finitura. Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti si consiglia
lapplicazione del fondo isolante acrilico alcali-resistente FA 249 mediamente diluito 1:6 con acqua.
sempre consigliabile effettuare questo trattamento quando la superficie da pitturare presenta forti
diversit di assorbimento.

LAVORAZIONE
Diluizione in peso con acqua: la prima mano fino al 40%, la seconda fino al 30%. Prima di effettuare la
diluizione del prodotto, rompere la tixotropia del materiale a riposo con una leggera agitazione.
Applicare a 2 mani incrociate a distanza di almeno 4 ore. Lapplicazione pu essere eseguita a spruzzo
airless, pennello, rullo di lana a pelo corto. Per lapplicazione a spruzzo airless si consiglia una diluizione
in peso variabile dal 50 al 40%.

COMPOSIZIONE
PM 298 una pittura per interni con legante
in emulsione acquosa dotata di elevatissima
traspirabilit. Contiene additivi che conferiscono facilit di applicazione, buona dilatazione,
elevata copertura ed ottimo punto di bianco.

FORNITURA
Confezioni da 16 e 5 l ca.
Tinte: bianco.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
PM 298 viene sottoposta ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

AVVERTENZE
Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi dellanno
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
PM 298 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo
Resa
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)

1,720 kg/l ca.


175-200 g/m2 (0,10-0,12 l/m2) ca. per mano
4-5 m2/l ca. a lavoro finito a due mani
336 g/m2 ca. in 24 h
= 350 ca.
w = 0,16 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,070 m ca. (calcolato con s = 0,2 10-3 m)
Sd w = 0,011 kg/(m h1/2) ca.

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FA 249 (pag. 92) prima di
PM 298.

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

99

DECORAZIONE
IDROPITTURA MURALE
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE, CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FINITURA GESSO - CARTONGESSO - CALCESTRUZZO

P 200

Idropittura murale.
PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da pitturare deve essere asciutta, priva di polvere e sporco, pulita da eventuali tracce di olio,
grassi ed altri depositi. Prima di applicare il ciclo di verniciatura, attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di finitura. Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti si consiglia
lapplicazione del fondo isolante acrilico alcali-resistente FA 249 mediamente diluito 1:6 con acqua.
sempre consigliabile effettuare questo trattamento quando la superficie da pitturare presenta forti
diversit di assorbimento.

LAVORAZIONE

COMPOSIZIONE
P 200 una pittura con legante in emulsione
acquosa dotata di elevatissima traspirabilit.
Contiene additivi che conferiscono facilit di
applicazione, buona dilatazione ed elevata
copertura.

FORNITURA
Confezioni da 14 e 5 I ca.
Tinte: bianco.

Diluizione in peso con acqua: la prima mano fino al 40%, la seconda fino al 30%. Prima di effettuare la
diluizione del prodotto, rompere la tixotropia del materiale a riposo con una leggera agitazione.
Applicare a 2 mani incrociate a distanza di almeno 4 ore. Lapplicazione pu essere eseguita a spruzzo
airless, pennello, rullo di lana a pelo corto. Per lapplicazione a spruzzo airless si consiglia una diluizione
in peso variabile dal 50 al 40%.

AVVERTENZE
Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi dellanno.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
P 200 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta eccezione, per la diluizione con acqua.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
P 200 viene sottoposta ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo
Resa
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)

1,720 kg/l ca.


175-200 g/m2 (0,10-0,12 I/m2) ca. per mano
4-5 m2/l ca. a lavoro finito a due mani
336 g/m2 ca. in 24 h
= 335 ca.
w = 0,18 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,067 m ca. (calcolato con s = 0,2 10-3 m)
Sd w = 0,012 kg/(m h1/2) ca.

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FA 249 (pag. 92) prima di
P 200.

100

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
IDROPITTURA CON MAGGIORE RESISTENZA ALLE MUFFE
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE, CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FINITURA GESSO - CARTONGESSO

PB 260

Idropittura con maggior resistenza alle muffe.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da pitturare deve essere asciutta, libera da polvere e sporco, pulita da eventuali tracce di
olio, grassi ed altri depositi. Prima di applicare il ciclo di verniciatura, attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di finitura. Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti si
consiglia lapplicazione del fondo isolante acrilico alcali-resistente FA 249 mediamente diluito 1:6 con
acqua. sempre consigliabile effettuare questo trattamento quando la superficie da pitturare presenta
forti diversit di assorbimento. Se il supporto presenta precedenti verniciature, se ne consiglia la normale preparazione tramite spazzolatura, raschiatura ed asportazione delle pitture non aderenti. Nel caso
di superfici gi infestate da microrganismi si consiglia il lavaggio con detergenti specifici e rimozione
meccanica tramite spazzolatura delle placche di muffa. Prima di procedere allapplicazione della pittura
antimuffa PB 260, trattare la superficie, particolarmente nei punti dove erano presenti le spore di muffa,
con lapplicazione a pennello della soluzione risanante AM 270. Tale impiego sviluppa unazione preventiva e di risanamento contro il proliferare di microrganismi.

COMPOSIZIONE
PB 260 una pittura per interni con legante
acrilico in emulsione acquosa additivata con
battericidi e fungicidi per la prevenzione della
formazione di muffe. Presenta inoltre le stesse
caratteristiche di una finitura opaca per interni
quali facilit di applicazione, buona dilatazione,
elevata copertura e traspirabilit.

FORNITURA
Confezioni da 16 e 5 I ca.
Tinte disponibili: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
PB 260 viene sottoposta ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente
selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
In caso di presenza di muffe usare
AM 270 (pag. 108) come trattamento
preliminare.

LAVORAZIONE
Diluizione in peso con acqua: la prima mano fino al 35%, la seconda fino al 25%. Applicare le 2 mani
incrociate a distanza di almeno 4 ore. Lapplicazione pu essere eseguita a pennello, rullo di lana a pelo
corto e spruzzo airless.

AVVERTENZE
Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione nei periodi pi freddi dellanno.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
PB 260 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo
Resa
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)

1,650 kg/l ca.


130-170 g/m2 (0,08-0,10 I/m2) ca. per mano
4,5-6 m2/l ca. a lavoro finito a due mani
224 g/m2 ca. in 24 h
= 500 ca.
w = 0,15 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,10 m ca. (calcolato con s = 0,2 10-3 m)
Sd w = 0,015 kg/(m h1/2) ca.

Resistenza al lavaggio
500 cicli
(DIN 537789)
Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

Usare FA 249 (pag. 92) prima di


PB 260.

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

101

DECORAZIONE
IDROPITTURA SUPERLAVABILE PER ESTERNI AD ALTA COPERTURA
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE - INTONACO DI FINITURA CALCE/CEMENTO - CALCESTRUZZO

PA 202

Pittura superlavabile per esterni ad alta copertura.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da pitturare deve essere asciutta, libera da polvere e sporco, pulita da eventuali tracce di
olio, grassi o altri depositi. Prima di applicare il ciclo di verniciatura, attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di finitura. Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti si consiglia lapplicazione di un fondo acrilico isolante allacqua, alcali-resistente a forte penetrazione quale FA
249 mediamente diluito in rapporto 1:6 con acqua. sempre consigliabile effettuare questo trattamento anche quando la superficie da pitturare presenta forti diversit di assorbimento.

LAVORAZIONE
Diluizione in peso con acqua: la prima mano fino al 30%, la seconda mano fino al 20% se a pennello.
Applicare le 2 mani a distanza di 4 ore minimo. Lapplicazione pu essere eseguita a pennello o rullo in
lana (preferibilmente a pelo corto).

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
PA 202 una pittura per esterni composta da
copolimeri acrilici, inerti selezionati, biossido
di titanio, terre coloranti ed additivi specifici
per migliorare lapplicabilit.

FORNITURA
Confezioni da 16 I ca., in versione normale,
invernale o risanante.
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
PA 202 viene sottoposta ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente
selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FA 249 (pag. 92) prima di
PA 202.

Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%; evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
La versione risanante si distingue da quella normale per la presenza di additivi idonei a minimizzare la formazione di muffe e/o alghe. Dato lelevato numero di specie di muffe e le pi diverse
condizioni climatiche, in alcuni casi gli additivi impiegati non possono garantire la totale scomparsa o il non proliferare nel tempo di particolari microrganismi vegetali.
Evitare lapplicazione in presenza di umidit di risalita.
Non applicare su murature umide e/o nei periodi pi freddi, in quanto esiste la possibilit di distacco
dallintonaco e di formazione di rigonfiamenti della pittura dovuti ad accumulo dacqua allinterno.
Le facciate esterne trattate con PA 202 durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione devono
essere protette dalla pioggia, da qualsiasi precipitazione e da elevata umidit relativa in atmosfera (nebbia) in quanto possono manifestare fenomeni di lumacature, macchie, alterazioni del colore, ecc.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
PA 202 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo
Resa
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)
Resistenza allo sfarinamento
(ASTM-D 659)
Resistenza al lavaggio (DIN 53778)
Versione

1,550 kg/l ca.


150-200 g/m2 (0,10-0,13 I/m2) ca. per mano
4-5 m2/l ca. a lavoro finito a due mani
45 g/m2 ca. in 24 h
= 2.500 ca.
w = 0,08 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,5 m ca. (calcolato con s = 0,2 10-3 m)
Sd w = 0,04 kg/(m h1/2) ca.
600 ore di UV-condensa
superiore a 5.000 cicli (SUPERLAVABILE)
normale, invernale o risanante

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

102

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
IDROPITTURA SUPERLAVABILE AD ALTO RIEMPIMENTO
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE - INTONACO DI FINITURA CALCE/CEMENTO - CALCESTRUZZO

MR 287

Superlavabile ad alto riempimento per esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da pitturare deve essere asciutta, libera da polvere e sporco, pulita da eventuali tracce di
olio, grassi o altri depositi. Prima di applicare il ciclo di verniciatura, attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di finitura. Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti si consiglia lapplicazione di un fondo acrilico isolante allacqua, alcali-resistente a forte penetrazione quale FA
249 mediamente diluito in rapporto 1:6 con acqua. sempre consigliabile effettuare questo trattamento anche quando la superficie da pitturare presenta forti diversit di assorbimento.

LAVORAZIONE
Diluizione in peso con acqua: al 10% massimo per applicazioni a pennello; tal quale o 5% massimo a
rullo. Lapplicazione pu essere eseguita a pennello o rullo in lana (preferibilmente a pelo corto).
Applicare due mani di prodotto mediamente intervallate da 4 ore.

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
MR 287 un microrivestimento fine per esterni
composto da copolimeri acrilici, inerti selezionati, biossido di titanio, terre coloranti naturali
ed additivi specifici per migliorare lapplicabilit.

FORNITURA
Confezioni da 16 e 5 I ca., in versione normale o risanante.
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Evitare lapplicazione in presenza di umidit di risalita.
Durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione devono essere protette dalla pioggia e da
elevata umidit .
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
La versione risanante si distingue da quella normale per la presenza di additivi idonei a minimizzare la formazione di muffe e/o alghe. Dato lelevato numero di specie di muffe e le pi diverse
condizioni climatiche, in alcuni casi gli additivi impiegati non possono garantire la totale scomparsa o il non proliferare nel tempo di particolari microrganismi vegetali.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
MR 287 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE

QUALIT

Peso specifico

MR 287 viene sottoposta ad accurato e


costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Consumo

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FA 249 (pag. 92) prima di
MR 287.

Resa
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)
Resistenza allo sfarinamento
(ASTM-D 659)
Resistenza al lavaggio (DIN 53778)
Versione

1,730 kg/l ca.


- a pennello: 170 - 230 g/m2 ca. per una mano (0,10-0,13 l/m2);
- a rullo: 250 - 300 g/m2 ca. per una mano (0,14-0,18 l/m2)
- a pennello: 4-5 m2/l ca. a lavoro finito (due mani)
- a rullo: 3-4 m2/l ca. a lavoro finito (due mani)
45 g/m2 ca. in 24 h
= 1.250 ca.
w = 0,08 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,5 m ca. (calcolato con s = 0,4 10-3 m)
Sd w = 0,04 kg/(m h1/2) ca.
600 ore di UV-condensa
superiore a 5.000 cicli (SUPERLAVABILE)
normale o risanante

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)


I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

103

DECORAZIONE
PITTURA ACRILICA ELASTICA
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE - INTONACO DI FINITURA CALCE/CEMENTO - CALCESTRUZZO

PE 224

Pittura elastica per esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da pitturare deve essere asciutta, libera da polvere, sporco, tracce di olio, grassi o altri depositi. Applicare PE 224 dopo almeno 28 giorni dalla posa dellintonaco di finitura. Il ciclo elastico prevede lapplicazione di FA 249 mediamente diluito in rapporto 1:6 con acqua. Effettuare questo trattamento, quando la superficie presenta microcavillature e/o forti diversit di assorbimento.

LAVORAZIONE
Diluizione in peso con acqua: la prima mano fino al 15%, la seconda fino al 5% se a pennello; per ottenere un effetto liscio a rullo il prodotto va diluito mediamente al 10-15%. Applicare le 2 mani a distanza di 4 ore minimo. Per ottenere un effetto bucciato applicare a rullo, in spugna, la seconda mano senza
diluire.

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
PE 224 una pittura per esterni composta da
elastomeri acrilici, inerti selezionati calcarei e
silicei, biossido di titanio, terre coloranti naturali ed additivi specifici per migliorare lapplicabilit.

FORNITURA
Confezioni da 16 l ca., in versione normale o
risanante.
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
PE 224 viene sottoposta ad accurato e costante controllo presso i nostro laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FA 249 (pag. 92) prima di
PE 224.

Applicare ad una temperatura superiore a +10C ed inferiore a +30C, con umidit relativa inferiore a 75%.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare solo su intonaci stagionati ed asciutti. Non applicare su murature umide e/o nei periodi pi freddi, in quanto esiste la possibilit di distacco dallintonaco e formazione di rigonfiamenti
della pittura dovuti ad accumulo dacqua allinterno. sconsigliabile lapplicazione in presenza di
umidit di risalita.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
La versione risanante si distingue da quella normale per la presenza di additivi idonei a minimizzare la formazione di muffe e/o alghe. Dato lelevato numero di specie di muffe e le pi diverse
condizioni climatiche, in alcuni casi gli additivi impiegati non possono garantire la totale scomparsa o il non proliferare nel tempo di particolari microrganismi vegetali.
Il sistema risolve microcavillature con ampiezza max 300 micron. Nel caso di fessurazioni pi
ampie o screpolature (> 1 mm) sanare con sistemi adeguati (stuccature elastiche sopraverniciabili,
posizionamento di rete con rasanti specifici, ecc.), prima dellapplicazione della pittura.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
PE 224 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo
Resa
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)
Resistenza allo sfarinamento
(ASTM-D 659)
Resistenza al lavaggio
(DIN 53778)
Versione

1,450 kg/l ca.


200-250 g/m2 (0,14-0,17 I/m2) ca. per mano
3-3,5 m2/l ca. a lavoro finito a due mani
24 g/m2 ca. in 24 h
= 3.200 ca.
w = 0,05 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,96 m ca. (calcolato con s = 0,3 10-3 m)
Sd w = 0,048 kg/(m h1/2) ca.
600 ore di UV-condensa
superiore a 5.000 cicli (SUPERLAVABILE)
normale o risanante

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

104

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
RIVESTIMENTO ACRILICO RUSTICO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO - CALCESTRUZZO

RTA 549

Rivestimento acrilico rustico per pareti termocoibentate con Sistema Cappotto.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere asciutta, libera da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere,
ecc. devono essere preventivamente rimosse. Sistema Cappotto: Prima di applicare il rivestimento di finitura
RTA 549 attendere almeno 7 giorni dallesecuzione della rasatura. Intonaco a base di calce-cemento: Prima di
applicare il rivestimento di finitura RTA 549 attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di
fondo. Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti si consiglia lapplicazione di un fondo acrilico isolante allacqua, alcali-resistente a forte penetrazione tipo FA 249, mediamente diluito in rapporto 1:6
con acqua. sempre consigliabile effettuare questo trattamento quando la superficie da rivestire presenta forti
diversit di assorbimento (fascia guida, quadrature di porte e finestre, ecc.) o qualora si desideri allungare il
tempo di lavorazione. In alcuni casi particolari e/o estremi, es. fondi poco assorbenti o fortemente sfarinanti,
pu risultare importante valutare luso di un fondo fissativo a solvente, previa campionatura, al fine di garantire il risultato ottimale di adesione e protezione. Nel caso di applicazione di RTA 549 su superfici molto lisce,
non porose, scorrevoli e scarsamente assorbenti si consiglia, in sostituzione del fondo isolante FA 249, lapplicazione di una mano di PA 202, mediamente diluita in peso con acqua al 20-30% nella stessa tonalit del rivestimento. Per lapplicazione di RTA 549 lintonaco di fondo deve essere ben rifinito.

SISTEMA CAPPOTTO (PAG. 234-235)

LAVORAZIONE
COMPOSIZIONE
RTA 549 un rivestimento di finitura in pasta,
composto da particolari leganti flessibili, inerti calcarei e silicei selezionati, molecole che
contrastano la formazione di muffe ed alghe,
pigmenti ed additivi specifici per migliorare la
lavorazione e ladesione. La natura delle materie prime impiegate consente una buona traspirazione della muratura.

FORNITURA
Confezioni da 25 kg ca. in versione
normale o risanante
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
RTA 549 viene sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FA 249 (pag. 92) prima di
RTA 549.

Stendere con spatola metallica avendo cura di distribuire uno strato uniforme di materiale; la finitura si
realizza a seguire con spatola di plastica con movimenti circolari.

AVVERTENZE
Non applicare sotto i +5C o sopra i +30C e con umidit relativa superiore al 75%.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare RTA 549 solo su intonaci e adesivi-rasanti stagionati e asciutti.
Non applicare su murature umide e/o nei periodi pi freddi, in quanto esiste la possibilit di
distacco dallintonaco e di formazione di rigonfiamenti dovuti ad accumulo dacqua allinterno.
Evitare lapplicazione in presenza di umidit di risalita.
Evitare lapplicazione sulla stessa facciata in tempi diversi.
RTA 549 durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione deve essere protetto da qualsiasi
precipitazione e da elevata umidit relativa in atmosfera (nebbia) per almeno 48 ore.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
Dato lelevato numero di specie di muffe e le pi diverse condizioni climatiche, in alcuni casi gli
additivi impiegati non possono garantire la totale scomparsa o il non proliferare nel tempo di
particolari microrganismi vegetali.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
RTA 549 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta eccezione per una modesta additivazione con acqua (fino al 2% in peso) se stoccato da pi mesi.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Diluizione
Diffusione al vapore dacqua (DIN 53122)

1,850 kg/l ca.


aggiungere fino al 2% in acqua se necessario
18-35 g/m2 in 24 h a seconda della grana

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento dacqua (DIN 52617)

w = 0,05- 0,1 kg/(m2h1/2) a seconda della grana

Strato equivalente daria (DIN 18550)


Rispetta la teoria di Kuenzle (DIN 18550)
Resistenza allo sfarinamento (ASTM-D 659)
Versione
Granulometrie

Sd = 0,64 - 1,25 m ca. a seconda della grana


Sd w = 0,0875 kg/(m h1/2) ca.
600 ore di UV-condensa
normale o invernale
1- 1,5-2-3 mm

= 415-640 a seconda della grana

Conforme al D.L. n161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)


Benestare Tecnico Europeo ETA 07/0280 ETA 09/0282 (ETAG 004)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

105

DECORAZIONE
RIVESTIMENTO ACRILICO RUSTICO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO - CALCESTRUZZO

RAR 256

Rivestimento acrilico rustico per esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
RAR 256 deve essere applicato dopo almeno 28 giorni dallesecuzione dellintonaco di fondo. La superficie deve essere libera da polvere, sporco, tracce di oli, grassi, cere, ecc. Sottofondi sfarinanti particolarmente assorbenti, con forti diversit di assorbimento o se si desisera allungare il tempo di lavorazione,
devono essere trattati con FA 249 diluito in rapporto 1:6 con acqua. Lintonaco di fondo deve essere ben
rifinito. Nel caso di applicazione su superfici molto lisce, non porose, scorrevoli e scarsamente assorbenti si consiglia, in sostituzione di FA 249, lapplicazione di una mano di MR 287 diluito in peso con acqua
al 10-20% nella stessa tonalit del rivestimento.

LAVORAZIONE
Stendere con spatola metallica distribuendo uno strato uniforme di materiale. La finitura avviene a seguire con la spatola di plastica con movimenti circolari. Per lapplicazione della granulometria 0,6 mm sono
necessari 2 strati di materiale. La seconda mano deve essere applicata quando la prima risulta completamente asciutta; inoltre preferibile utilizare la spatola metalica sia per la stesura che per la finitura.

COMPOSIZIONE
RAR 256 un rivestimento di finitura in pasta
composto da leganti acrilici ad elevata idrorepellenza, pregiatissime sabbie classificate, pigmenti ed additivi specifici per migliorare la
lavorazione e ladesione. La natura delle materie prime impiegate consente una buona traspirazione della muratura.

FORNITURA
Confezioni da 25 kg, in versione normale,
invernale o elastomerica (1 mm).
Tinte: vedi mazzetta colori.

AVVERTENZE
Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa superiore al 75%.
Evitare lapplicazione su facciate in pieno sole e in presenza di forte vento.
Applicare il materiale solo su intonaci stagionati ed asciutti.
Evitare lapplicazione in presenza di umidit di risalita.
Dopo lapplicazione le superfici devono essere protette dalla pioggia e da umidit elevata per
almeno 48 ore.
Ritirare il materiale occorrente, per ogni lavoro, tutto della stessa partita.
La granulometria 0,6 mm garantisce un risultato ottimale solo se applicata su piccole superfici (10 m2 ca.).
Evitare lapplicazione del materiale su una facciata in tempi diversi.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
RAR 256 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
RAR 256 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FA 249 (pag. 92) prima di
RAR 256.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Diluizione
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)

1,850 kg/l ca.


pronto alluso
25 - 56 g/m2 in 24 h a seconda della grana

Fattore di resistenza alla


= 300 - 400 a seconda della grana
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
w = 0,05 - 0,1 kg/(m2 h1/2) a seconda della grana
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
Sd = 0,4 - 0,9 m ca. a seconda della grana
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
Sd w = 0,090 kg/(m h1/2) ca.
(DIN 18550)
Resistenza allo sfarinamento
600 ore di UV-condensa
(ASTM-D 659)
Versione
normale, invernale o elastomerica (1 mm)
Granulometrie
0,6 - 1 - 1,5 - 2 - 3 mm
Consumo
vedi tabella a pag. 120
Disponibile su richiesta la versione graffiata (RAG 237) nelle granulometrie 1-2-3 mm
Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

106

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
PROTETTIVO PER CALCESTRUZZO
Supporti: CALCESTRUZZO

C 285

Protettivo per calcestruzzo.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da pitturare deve essere asciutta, priva di polvere e sporco, pulita da eventuali tracce di olio, grassi ed
altri residui di disarmanti. Nel caso di superfici sfarinanti o particolarmente assorbenti si consiglia lapplicazione del
fondo isolante acrilico alcali-resistente FA 249 mediamente diluito 1:6 con acqua. sempre consigliabile effettuare
questo trattamento quando la superficie da pitturare presenta forti diversit di assorbimento.

LAVORAZIONE
Diluizione in peso con acqua: la prima mano fino al 15%, la seconda fino al 10%. Applicare le 2 mani
incrociate a distanza di almeno 4 ore. Lapplicazione pu essere eseguita a pennello, rullo di lana a pelo
corto e spruzzo airless. Nel caso si voglia eseguire unapplicazione esclusivamente protettiva a velatura
affinch il getto faccia a vista si presenti omogeneo ed uniforme nella sua tonalit, diluire il prodotto in
peso al 50% per la prima mano ed al 35% per la seconda.

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
C 285 una finitura protettiva per esterni
composta da copolimeri acrilici, cariche inerti
selezionate, biossido di titanio, pigmenti ed
additivi specifici per migliorarne lapplicabilit.

FORNITURA
Confezioni da 16 I ca., in versione normale o
risanante.
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
C 285 viene sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente
selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FA 249 (pag. 92) prima di
C 285.

Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C.


Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare C 285 solo su calcestruzzi stagionati e asciutti.
Non applicare su superfici umide e/o nei periodi pi freddi, in quanto esiste la possibilit di distacco dal
supporto e di formazione di rigonfiamenti della pittura dovuti ad accumulo dacqua allinterno.
Evitare lapplicazione in presenza di umidit di risalita.
Le facciate esterne trattate con C 285 durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione devono
essere protette dalla pioggia, da qualsiasi precipitazione e da elevata umidit relativa in atmosfera (nebbia) in quanto possono mani-festare fenomeni di lumacature, macchie, alterazioni del colore, ecc.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
La versione risanante si distingue da quella normale per la presenza di additivi idonei a minimizzare la formazione di muffe e/o alghe. Dato lelevato numero di specie di muffe e le pi diverse
condizioni climatiche, in alcuni casi gli additivi impiegati non possono garantire la totale scomparsa o il non proliferare nel tempo di particolari microrganismi vegetali.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
C 285 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo
Resa
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria (DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)
Resistenza allo sfarinamento
(ASTM-D 659)
Resistenza al lavaggio (DIN 53778)
Versione

1,280 kg/l ca.


120-150 g/m2 (0,08-0,10 l/m2) ca. per mano
5-6 m2/l ca. a lavoro finito in due mani
18 g/m2 ca. in 24 h
= 8.600 ca.
w = 0,035 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 1,24 m ca. (calcolato con s = 0,15 10-3 m)
Sd w = 0,043 kg/(m h1/2) ca.
600 ore di UV-condensa
superiore a 5.000 cicli (SUPERLAVABILE)
normale o risanante

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)


I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

107

DECORAZIONE
SOLUZIONE ANTIMUFFA

AM 270

Soluzione antimuffa per interni.


IMPIEGO
AM 270 viene usato come trattamento preliminare nel ciclo di tinteggiatura contro la formazione di
muffe su superfici interne nuove o precedentemente trattate con altre pitturazioni.

PREPARAZIONE DEL FONDO


Nel caso la superficie da trattare presenti gi spore di microrganismi, queste vanno rimosse mediante
"bruciatura" delle placche di infestazione con detergenti specifici ossidanti, tipo soluzioni di ipoclorito di
sodio, e successiva rimozione meccanica tramite accurata spazzolatura.

LAVORAZIONE

COMPOSIZIONE
AM 270 una soluzione acquosa contenente
biocidi ad ampio spettro per la prevenzione di
formazione di muffe e per la bonifica di qualsiasi superficie gi interessata a fenomeni di
aggressione che deve essere risanata con un
nuovo ciclo di pitturazione.

FORNITURA
Barattolo da 1 l in confezioni da 12 pezzi.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
AM 270 viene sottoposta ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

108

Sulla superficie interessata dallaggressione o anche su tutta la parte da trattare viene poi applicata a
pennello, tale e quale senza diluizione, la soluzione antimuffa per interni AM 270. Nel caso la superficie
sia fortemente ammalorata consigliabile ripetere il trattamento con AM 270 in due o tre applicazioni
intervallate di circa 2-3 ore. Dopo circa 4-6 ore si procede alla verniciatura con lapplicazione della pittura antimuffa per interni PB 260 mediamente applicata in due strati. Nel caso di intonaci sfarinanti o
particolarmente assorbenti si consiglia lapplicazione del fondo isolante acrilico alcali-resistente FA 249
mediamente diluito 1:6 con acqua prima di procedere allapplicazione della pittura antimuffa PB 260.

AVVERTENZE
Dato lelevato numero di specie di muffe non si pu garantire lefficacia biocida del prodotto in
tutte le situazioni applicative.
Evitare il contatto con gli occhi e la pelle.
Proteggere loperatore con guanti e occhiali, lavare abbondantemente sotto acqua corrente eventuali
contatti con la pelle.
Conservare fuori dalla portata dei bambini e lontano da alimenti e bevande.
Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
AM 270 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo
Resa

1,000 kg/l ca.


80-100 g/m2 ca. (0,08-0,10 I/m2) per mano
8-12 m2/l ca. a seconda dellassorbimento del supporto

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
FONDO ACRIL-SILOSSANICO

FX 526

Fondo di ancoraggio pigmentato


PREPARAZIONE DEL FONDO
Valutare attentamente la superficie da rivestire che deve essere priva di parti incoerenti, asciutta e libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere ecc. devono essere preventivamente rimosse,
come vanno rimosse anche vecchie pitture sfarinanti mediante spazzolatura o carteggiatura.
Sottofondi particolarmente assorbenti devono essere trattati con un fondo isolante alcali-resistente a
forte penetrazione quale il nostro FA 249 mediamente diluito in rapporto 1:6 con acqua.
Attendere almeno 28 giorni prima di applicare FX 526 su intonaci nuovi.

LAVORAZIONE
Il prodotto va diluito al massimo con il 5% di acqua. Per un risultato ottimale si consiglia lapplicazione del prodotto con rullo rasato o pennello. Vista la buona copertura, talvolta sufficiente una sola
mano di FX 526.
SISTEMA CAPPOTTO (PAG. 234-235)

AVVERTENZE a pag. 120


COMPOSIZIONE
FX 526 un fondo pigmentato per esterni/interni, composto da speciali polimeri in
dispersione, inerti selezionati, biossido di titanio, pigmenti ed additivi specifici per migliorarne ladesione e lapplicabilit.

FORNITURA
FX 526 viene fornito in confezioni da 14 l
bianco e nelle tonalit chiare della mazzetta
Linea Colori.

FX 526 deve essere utilizzato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Diluizione
Consumo

CONSERVAZIONE

Resa teorica

Teme il gelo. Il materiale, se immagazzinato in


locali adeguati, nella confezione originale ben
chiusa, ha la durata di 12 mesi.

Sovraverniciabilit
Diffusione al vapore dacqua
(EN ISO 7783-2)

QUALIT

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN ISO 7783-2)
Strato equivalente daria
(EN ISO 7783-2)
Permeabilit allacqua liquida
(EN 1062-3)

FX 526 sottoposto ad accurato e costante


controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

1,61 kg/l ca.


Con acqua: 5% ca.
Da 200 a 250 g/m2 per mano (da 0.12-0.16 l/m2)
a seconda del supporto (vedi pag. 120).
6-8 m2/l per mano
Circa 4 ore a 20 C e 60% U.R.
ca. 45 g/m2 in 24h
= 1250 ca
Sd = 0.5 m ca
W24 = 0,1 0.02 Kg/m2*h1/2

Granulometria
< 0,2 mm
Conforme al D.L. n161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

109

DECORAZIONE
IDROPITTURA ACRIL-SILOSSANICA
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE, CALCE/CEMENTO

PX 505

Finitura acril-silossanica riempitiva


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere esente da polvere o sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere rimosse prima dellutilizzo di PX 505.
La pittura deve essere applicata su intonaci completamente stagionati (almeno 28 giorni).
Sottofondi sfarinanti o particolarmente assorbenti devono essere trattati con fondo isolante tipo FA 249 diluito 1:6 con acqua. Questo trattamento sempre consigliabile quando la superficie presenta forti diversit di
assorbimento (fasce guida, quadrature di porte o finestre, rappezzi, ecc.).
In caso di stesura su intonaci rappezzati, anche i rappezzi devono essere completamente maturati e opportunamente preparati con una mano del fondo pigmentato FX 526.

LAVORAZIONE
SISTEMA RISANAMENTO (PAG. 228)

COMPOSIZIONE
PX 505 unidropittura per esterni composta
da copolimeri acrilici e polisilossani in emulsione acquosa, inerti selezionati, biossido di
titanio, pigmenti ed additivi specifici per rendere il film di pittura maggiormente resistente
alla proliferazione di muffe ed alghe.

FORNITURA
Confezione in plastica da 14 l
Tinte: vedi mazzetta colori
e capitolo avvertenze.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale, se immagazzinato in locali adeguati, nella confezione originale ben chiusa, ha la durata di 12 mesi.

QUALIT
PX 505 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime
impiegate vengono rigorosamente selezionate e
controllate.

Diluizione in peso con acqua (riferita al prodotto di colore bianco): la prima mano fino al 30%, la seconda fino al 20% se a pennello. Applicare le 2 mani incrociate a distanza di almeno 6 ore luna dallaltra.
Lapplicazione pu essere eseguita a pennello o rullo in lana (preferibilmente a pelo corto)

AVVERTENZE a pag. 120


PX 505 deve essere utilizzata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo (*)
Resa (*)

1,570 kg/l ca.


vedi pag. 120
4-5 m/l a lavoro finito a 2 mani

(*) I valori sono riferiti al prodotto bianco applicato su supporti lisci e mediamente assorbenti; opportuno determinarli con una prova preliminare sul supporto specifico, anche in relazione alla tinta scelta.

DATI TECNICI-CLASSIFICAZIONE UNI EN 1062-1


EN 1062-1

G3

E3

S2

V2

W3

A0

Brillantezza (EN ISO 2813)


Spessore film secco (ISO 3233)
Granulometria (EN ISO 787-18)
Grado di trasmissione di vapor
acqueo (EN ISO 7783-2)
Permeabilit allacqua liquida
(EN 1062-3)

classe G3 (<10 opaco)


classe E3 (100-200 m)
classe S2 (<300 m, media)
classe V2 (V = 50 g/m 24 h, medio)

Resistenza alle fessurazioni (EN 1062-7)


Permeabilit alla CO2 (EN 1062-6)

classe A0 (non pertinente)


classe C0 (non pertinente)

C0

classe W3 (W24= 0,07 kg/mh1/2, bassa)

ULTERIORI CARATTERISTICHE TECNICHE


Fattore di resistenza alla diffusione
= 2.000
del vapore (EN ISO 7783-2)
Strato daria equivalente
Sd = 0,4 m ca. (calcolato con spessore s=2*10-4 m)
(EN ISO 7783-2)
Rispetta la teoria di Kuenzle
Sd* W24<0,028 kg/mh1/2
(DIN 18550)
Resistenza al lavaggio
superiore a 5000 cicli secondo DIN 53778 (superlavabile)
Conforme al D.L. n161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

110

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
RIVESTIMENTO ACRIL-SILOSSANICO RUSTICO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE, CALCE/CEMENTO

RX 561

Rivestimento acril-silossanico rustico


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di olii, grassi, cere ecc. devono essere preventivamente rimosse. Sistema a cappotto prima di applicare il rivestimento di finitura RX 561
attendere almeno 7 giorni dallesecuzione della rasatura. Intonaco a base calce-cemento.
Il rivestimento di finitura deve essere applicato dopo almeno 28 giorni dallesecuzione dellintonaco di fondo.
Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti si consiglia lapplicazione di un fondo fissativo FA
249 mediamente diluito i rapporto 1:6 con acqua. E sempre consigliabile effettuare questo tipo di trattamento quando la superficie da rivestire presenta forti diversit di assorbimento (fascia guida, quadratura di
porte e finestre, ecc.) o qualora si desideri allungare il tempo di lavorazione.
Nel caso di applicazione del rivestimento su superfici molto lisce, non porose, scorrevoli o scarsamente
assorbenti si consiglia, in sostituzione del fissativo FA 249, lapplicazione di una mano del fondo pigmentato FX 526 bianco o in tonalit simile a quella del rivestimento.

SISTEMA CAPPOTTO (PAG. 234-235)

LAVORAZIONE
Stendere sulla superficie con spatola metallica avendo cura di distribuire uno strato uniforme di materiale. La finitura avviene con la spatola di plastica con movimenti circolari.

SISTEMA RISANAMENTO (PAG. 229)

AVVERTENZE a pag. 120


COMPOSIZIONE
RX 561 un rivestimento di finitura in pasta
composto da copolimeri acrilici e speciali polisilossani in emulsione acquosa, inerti selezionati, biossido di titanio e additivi specifici per
rendere il prodotto maggiormente resistente
alle muffe e alle alghe. La natura delle materie
prime impiegate consente di ottenere una
superficie di finitura ad effetto rustico.

RX 561 devessere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei fatta eccezione per
una modesta additivazione con acqua (fino al 2% in peso) se il materiale stoccato da pi mesi.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Diluizione
Disponibile nelle seguenti granulometrie

1,850 kg/l ca.


Pronto alluso
1 - 1,5 - 2 mm.

FORNITURA

DATI TECNICI-CLASSIFICAZIONE UNI EN 1062-1

Confezione in plastica da 25 kg.


Tinte: vedi cartella colori e capitolo
avvertenze.

EN 1062-1

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale, se immagazzinato in locali adeguati, nella confezione originale ben chiusa, ha la durata di 12 mesi.

QUALIT
RX 561 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime
impiegate vengono rigorosamente selezionate e
controllate.

G0

E5

Brillantezza (EN ISO 2813)


Spessore film secco (ISO 3233)
Granulometria (EN ISO 787-18)
Grado di trasmissione di vapor
acqueo (EN ISO 7783-2)
Permeabilit allacqua liquida
(EN 1062-3)
Resistenza alle fessurazioni (EN 1062-7)
Permeabilit alla CO2 (EN 1062-6)

S3-4

V2

W3

A0

C0

classe G0 (non pertinente)


classe E5 (> 400 m)
classe S3-4 (a seconda della grana)
classe V2 (V = 30-70 g/m 24 h, medio)
classe W3 (W24= 0,04 0,10 kg/m*h1/2, bassa)
classe A0 (non pertinente)
classe C0 (non pertinente)

ULTERIORI CARATTERISTICHE TECNICHE


Fattore di resistenza alla diffusione
= 200 300 a seconda della grana
del vapore (EN ISO 7783-2)
Strato daria equivalente
Sd = 0,3 0,7 m ca. a seconda della grana
(EN ISO 7783-2)
Rispetta la teoria di Kuenzle
Sd* W24<0.07 kg/mh1/2
(DIN 18550)
Conforme al D.L. n161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)
I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

111

DECORAZIONE
FONDO FISSATIVO AI SILICATI

FASSIL F 328

Fissativo per cicli ai silicati.

IMPIEGO
FASSIL F 328 viene utilizzato come isolante, fissativo e stabilizzante del fondo prima dellapplicazione dei
prodotti di finitura, sia pitture che rivestimenti della LINEA AI SILICATI, senza modificare la traspirabilit
della muratura. Essendo un prodotto allacqua pu essere usato senza pericolo per la salute dellutilizzatore sia allesterno che allinterno.

PREPARAZIONE DEL FONDO


La superficie da trattare deve essere sempre asciutta, sana, stagionata (almeno 28 giorni), libera da polvere e sporco, pulita da eventuali tracce di olio, grassi o altri depositi. Nel caso di intonaci particolarmente sfarinanti si consiglia di applicare pi mani di prodotto con la tecnica fresco su fresco.

LAVORAZIONE

COMPOSIZIONE
FASSIL F 328 un fondo fissativo minerale ad
elevata penetrazione formulato a norma DIN
18363 (componente sintetica inferiore al 5%),
composto da silicato di potassio stabilizzato e
da particolari leganti compatibili con qualsiasi
intonaco a base calce-cemento. Consente di
regolare lassorbimento del supporto e garantisce lancoraggio delle mani di finitura, in special modo su intonaci sfarinanti, senza diminuire la traspirabilit della muratura.

FORNITURA
Confezioni da 16 I ca.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Conservare a temperature superiori a +5C ed inferiori a +30C. Il materiale se
immagazzinato in locali adeguati, nella confezione originale, ha una durata di 6 mesi.

QUALIT

Va diluito in rapporto 1:1 con acqua. Applicare a pennello o a rullo di lana a pelo corto. Lapplicazione
delle pitture o dei rivestimenti della LINEA AI SILICATI va eseguita dopo almeno 16 ore dal trattamento
con FASSIL F 328.

AVVERTENZE
Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole.
Applicare FASSIL F 328 solo su intonaci stagionati e asciutti, in modo da favorire il meccanismo
di silicatizzazione.
Non applicare FASSIL F 328 su superfici verniciate in precedenza con prodotti sintetici.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
FASSIL F 328 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei,
fatta eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo
Resa

1,000 kg/l ca.


100-150 g/m2 (0,10-0,15 I/m2) ca. a seconda
dellassorbimento del supporto .
7-9 m2/l ca.

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)


Benestare Tecnico Europeo ETA 07/0280 ETA 09/0282 (ETAG 004)

FASSIL F 328 viene sottoposto ad accurato e


costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

112

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
FONDO AI SILICATI RIEMPITIVO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

FASSIL F 357S

Rasante in pasta ad effetto intonaco fine per esterni ed interni

PREPARAZIONE DEL FONDO


La superficie da rivestire deve essere priva di parti incoerenti, asciutta, libera da polvere, sporco, ecc.
Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse, come pure vecchie pitture
sfarinati, che devono essere eliminate mediante spazzolatura o carteggiatura. Prima di applicare il rasante
FASSIL F 357S attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di fondo. Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti si consiglia lapplicazione di un fondo acrilico isolante ai silicati a forte
penetrazione tipo FASSIL F 328, mediamente diluito in rapporto 1:1 con acqua.

LAVORAZIONE
Diluizione di FASSIL F 357S in peso con acqua al 5-7%. Lapplicazione deve essere eseguita utilizzando rullo rasato.

AVVERTENZE

COMPOSIZIONE
FASSIL F 357S un rasante in pasta per esterni
ed interni a base di silicato di potassio stabilizzato, inerti selezionati, biossido di titanio ed
additivi specifici per migliorare la lavorazione.

FORNITURA
Confezioni da 15 l ca.
Tinte: bianco.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
FASSIL F 357S sottoposto ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare F 328 (pag. 112) prima di
F 357S.

Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%. In caso contrario la reazione chimica di formazione del silicato di calcio con il
supporto viene inibita, con conseguente distacco del materiale.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare FASSIL F 357S solo su intonaci stagionati e asciutti, in modo da favorire il meccanismo
di silicatizzazione.
Proteggere vetro e parti metalliche durante la posa, poich il silicato di potassio nei confronti di
questi materiali ha una forte azione aggressiva.
Valutare sempre attentamente le condizioni di consistenza e di adesione del supporto.
Le facciate esterne trattate con FASSIL F 357S durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione devono essere protette dalla pioggia, da qualsiasi precipitazione e da elevata umidit relativa in atmosfera (nebbia) per almeno 48 ore. Lessiccazione completa di FASSIL F 357S avviene
dopo alcuni giorni dallapplicazione e in relazione alle temperature e allumidit relativa.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
FASSIL F 357S deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei,
fatta eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Diluizione
Consumo

1,740 kg/l ca.


5-7 % con acqua
400-500 g/m ca. per mano a seconda del supporto
(0,24-0,30 I/m)
3,3-4,2 m/l ca.
24 h ca. a 20C e 60% U.R.
180 g/m2 ca. in 24 h

Resa teorica
Sovraverniciabilit
Diffusione al vapore dacqua (DIN 53122)
Fattore di resistenza alla diffusione
= 80 ca.
del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
w = 0,12 0,02 kg/(m2 h) ca.
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria (DIN 18550) Sd = 0,04 0,02 m ca.
Granulometria
< 0,5 mm
Conforme al D.L. n161 del 27/03/06 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

113

DECORAZIONE
PITTURA AI SILICATI
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE - INTONACO DI FINITURA CALCE/CEMENTO

FASSIL P 313

Pittura ai silicati liscia per esterni ed interni.

PREPARAZIONE DEL FONDO


La superficie da pitturare deve essere asciutta, libera da polvere e sporco, pulita da eventuali tracce di
olio, grassi o altri depositi. Prima di applicare il ciclo di verniciatura, attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di finitura. sempre consigliabile applicare prima della finitura, il fondo fissativo ai silicati FASSIL F 328, mediamente diluito 1:1 con acqua, per ottenere unomogeneit di tinta e di
opacit. Il ciclo ai silicati NON va assolutamente applicato su vecchie pitture in quanto verrebbe a mancare la reazione chimica di adesione al supporto mediante la formazione del silicato di calcio, con conseguente possibile distacco della pittura ai silicati.

LAVORAZIONE
Diluizione in peso con acqua: la prima mano fino al 30%, la seconda mano fino al 20% se a pennello.
Applicare le mani a distanza di 8 ore minimo. Lapplicazione pu essere eseguita a pennello o rullo in
lana (preferibilmente a pelo corto). Si consiglia lapplicazione a pennello ai fini di evitare levidenziarsi di
possibili rullate.
SISTEMA RISANAMENTO (pag. 228)

FORNITURA

Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%. In caso contrario s pregiudica la coesione con il supporto e luniformit cromatica.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare FASSIL P 313 solo su intonaci stagionati e asciutti, in modo da favorire il meccanismo
di silicatizzazione.
Non applicare FASSIL P 313 su superfici verniciate in precedenza con prodotti sintetici.
Le facciate esterne trattate con FASSIL P 313 durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione devono essere protette dalla pioggia, da qualsiasi precipitazione e da elevata umidit relativa in atmosfera (nebbia) in quanto possono manifestare fenomeni di lumacature, macchie,
alterazioni del colore, ecc.
Le tinte medie/scure in casi particolari possono presentare alterazioni del tono del colore caratteristiche delle pitture minerali.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.

Confezioni da 16 I ca.
Tinte: vedi mazzetta colori.

FASSIL P 313 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei,
fatta eccezione, per la diluizione con acqua.

COMPOSIZIONE
FASSIL P 313 unidropittura a base di silicato
di potassio stabilizzato ed idrofobizzato, ad
altissima traspirabilit. Pittura di aspetto
minerale conforme alla norma DIN 18363
(componente sintetica minore del 5%) di elevata resistenza agli agenti atmosferici.
La natura delle materie prime impiegate consente di proteggere adeguatamente gli intonaci di fondo mantenendo la traspirabilit
delle murature.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Conservare a temperature superiori a +5C ed inferiori a +30C. Il materiale se
immagazzinato in locali adeguati, nella confezione originale, ha una durata di 12 mesi.

QUALIT
FASSIL P 313 viene sottoposta ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FASSIL F 328 (pag. 112) prima
di FASSIL P 313.

114

AVVERTENZE

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo
Resa
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)

1,470 kg/l ca.


160-200 g/m2 (0,11-0,14 I/m2) ca.
per mano su fondo FASSIL F 328
3,5-4,5 m2/l ca. a lavoro finito a due mani
370 g/m2 ca. in 24 h

Fattore di resistenza alla


= 300 ca.
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
w = 0,10 kg/(m2 h1/2) ca.
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria (DIN 18550) Sd = s = 0,06 m ca. (calcolato con s = 0,2 10-3 m)
Rispetta la teoria di Kuenzle
Sd w = 0,006 kg/(m h1/2) ca.
(DIN 18550)
Resistenza allo sfarinamento
600 ore di UV-condensa
(ASTM-D 659)
Resistenza al lavaggio (DIN 53778) 2.000 cicli (LAVABILE)
Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
RIVESTIMENTO AI SILICATI RUSTICO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

FASSIL R 336

Rivestimento ai silicati rustico per esterni ed interni.

PREPARAZIONE DEL FONDO


La superficie deve essere libera da polvere, sporco, tracce di oli, grassi, cere, ecc. R 336 deve essere applicato
dopo almeno 28 giorni dallesecuzione dellintonaco di fondo. Per lapplicazione di FASSIL R 336 lintonaco
di fondo deve essere ben rifinito. sempre consigliabile applicare prima della finitura, il fondo fissativo ai
silicati FASSIL F 328 per uniformare lassorbimento e ottenere unomogeneit di tinta e di opacit. Il rivestimento ai silicati non va assolutamente applicato su vecchie pitture in quanto verrebbe a mancare la reazione chimica di ancoraggio al supporto, con conseguente perdita di adesione e distacco del rivestimento. Nel
caso di applicazione del rivestimento su superfici molto lisce, non porose, scorrevoli o scarsamente assorbenti si consiglia, in sostituzione del fondo fissativo ai silicati FASSIL F 328, lapplicazione di una mano di
FASSIL P 313 mediamente diluito in peso con acqua al 30% nella stessa tonalit del rivestimento.

LAVORAZIONE

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 229)


SISTEMA CAPPOTTO (pag. 234-235)

Stendere sulla superficie con spatola metallica avendo cura di distribuire uno strato uniforme di materiale. La finitura avviene con la spatola di plastica con movimenti circolari. Per lapplicazione del prodotto a granulometria fine 0,6 mm sono necessari due strati di materiale. La seconda mano deve essere applicata quando la prima risulta completamente asciutta. E preferibile usare la spatola metalica sia
per la stesura che per la finitura.

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
FASSIL R 336 un rivestimento di finitura in
pasta a base di silicato di potassio stabilizzato
ad altissima traspirabilit formulato a norma
DIN 18363 (componente sintetico inferiore al
5%). La natura delle materie prime impiegate
consente di proteggere adeguatamente gli
intonaci di fondo mantenendo la traspirabilit
delle murature.

FORNITURA
Confezioni da 25 kg ca.
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Conservare a temperature superiori a +5C ed inferiori a +30C. Il materiale se
immagazzinato in locali adeguati, nella confezione originale, ha una durata di 6 mesi.

QUALIT
FASSIL R 336 sottoposto ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FASSIL F 328 (pag. 112) prima
di FASSIL R 336.

Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%, per non pregiudicare la coesione con il supporto e luniformit cromatica.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare FASSIL R 336 solo su intonaci stagionati e asciutti, in modo da favorire il meccanismo
di silicatizzazione.
Non applicare FASSIL R 336 su superfici verniciate in precedenza con prodotti sintetici.
Le facciate esterne trattate con FASSIL R 336 durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione devono essere protette dalla pioggia, da qualsiasi precipitazione e da elevata umidit relativa in atmosfera (nebbia) in quanto possono manifestare fenomeni di lumacature, macchie,
alterazioni del colore, ecc.
La granulometria 0,6 mm garantisce un risultato ottimale solo su piccole superfici (10 m2 ca.).
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
FASSIL R 336 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Diluizione
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria(DIN 18550)

1,850 kg/l ca.


pronto alluso
160 - 240 g/m2 in 24 h a seconda della grana
= 80 - 140 a seconda della grana
w = 0,08 - 0,12 kg/(m2 h1/2) a seconda della grana
Sd= 0,09 - 0,14 m ca. a seconda della grana
1/2
Sdw < 0,017 kg/(mh ) ca.

Rispetta la teoria di Kuenzle (DIN 18550)


Resistenza allo sfarinamento (ASTM-D 659) 600 ore UV-condensa
Granulometrie
0,6 - 1 - 1,5 - 2 - 3 mm
Consumo
vedi tabella a pag. 120
Disponibile su richiesta la versione graffiata (FASSIL G 345) nelle granulometrie 1-2-3 mm
Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)
Benestare Tecnico Europeo ETA 07/0280 ETA 09/0282 (ETAG 004)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

115

DECORAZIONE
FONDO FISSATIVO IDROSILICONICO

FS 412

Fissativo per cicli idrosiliconici.


IMPIEGO
FS 412 viene utilizzato come isolante, fissativo e stabilizzante del fondo prima dellapplicazione dei prodotti di finitura, sia pitture che rivestimenti della LINEA IDROSILICONICA, senza modificare la traspirabilit della muratura. Essendo un prodotto allacqua pu essere usato senza pericolo per la salute dellutilizzatore sia allesterno che allinterno.

PREPARAZIONE DEL FONDO


Il supporto deve essere asciutto, libero da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere preventivamente rimosse.
Prima di applicare il fissativo FS 412 attendere almeno 28 giorni dalla realizzazione del supporto.

LAVORAZIONE
Deve essere diluito in rapporto 1:1 con acqua. Applicare a pennello o a rullo in lana a pelo corto.
Lapplicazione delle pitture o dei rivestimenti della LINEA IDROSILICONICA va eseguita almeno 16 ore
dopo il trattamento con FS 412.

COMPOSIZIONE
FS 412 un fondo fissativo allacqua composto da speciali resine acrilsiliconiche dotate di
elevata compatibilit con intonaci a base calce
- cemento.

FORNITURA
Confezioni da 16 I ca.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
FS 412 viene sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente
selezionate e controllate.

116

AVVERTENZE
Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole.
Appllicare FS 412 solo su supporti stagionati e asciutti.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
FS 412 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo

1,000 kg/l ca.


100-150 g/m2 ca.

Resa

7-9 m2/l ca.

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE


Benestare Tecnico Europeo ETA 07/0280 ETA 09/0282 (ETAG 004)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
FONDO IDROSILICONICO RIEMPITIVO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

F 482I

Rasante in pasta ad effetto intonaco fine per esterni ed interni


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere priva di parti incoerenti, asciutta, libera da polvere, sporco, ecc.
Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse, come pure vecchie pitture
sfarinati, che devono essere eliminate mediante spazzolatura o carteggiatura.
Prima di applicare il rasante F 482I attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di fondo.
Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti si consiglia lapplicazione di un fondo isolante
acril-siliconico allacqua, alcali-resistente a forte penetrazione tipo FS 412, mediamente diluito in rapporto
1:1 con acqua.

LAVORAZIONE
Diluizione di F 482I in peso con acqua al 5-7 %. Lapplicazione deve essere eseguita utilizzando rullo rasato.

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
F 482I un rasante in pasta per esterni ed interni composto da speciali leganti acril-siliconici
allacqua, inerti selezionati, biossido di titanio ed
additivi specifici per migliorare la lavorazione.

FORNITURA
Confezioni da 15 l ca.
Tinte: bianco.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
F 482I sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare F 482I solo su intonaci stagionati e asciutti.
Valutare sempre attentamente le condizioni di consistenza e di adesione del supporto.
Le facciate esterne trattate con F 482I durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione devono essere protette dalla pioggia, da qualsiasi precipitazione e da elevata umidit relativa in atmosfera (nebbia) per almeno 48 ore. Lessiccazione completa di F 482I avviene dopo alcuni giorni
dallapplicazione e in relazione alle temperature e allumidit relativa.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
F 482I deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Diluizione
Consumo

1,670 kg/l ca.


5-7% con acqua
300-420 g/m2 ca. per mano a seconda del supporto
(0,18-0,25 I/m2)
4-6 m2/l ca.
4 h ca. a 20C e 60% U.R.
170 g/m2 ca. in 24 h

Resa teorica
Sovraverniciabilit
Diffusione al vapore dacqua (DIN 53122)
Fattore di resistenza alla diffusione
= 150 ca.
del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
w = 0,09 0,02 kg/(m2 h) ca.
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria (DIN 18550) Sd = 0,08 0,02 m ca.
Granulometria
< 0,5 mm
Conforme al D.L. n161 del 27/03/06 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FS 412 (pag. 116) prima di
F 482I.

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

117

DECORAZIONE
PITTURA IDROSILICONICA
Supporti: INTONACO DI FINITURA CALCE - INTONACO DI FINITURA CALCE/CEMENTO

PS 403

Pittura siliconica fine per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da pitturare deve essere asciutta, libera da polvere e sporco, pulita da eventuali tracce di
olio, grassi e altri depositi. Prima di applicare il ciclo di verniciatura, attendere almeno 28 giorni dallapplicazione dellintonaco di finitura. Nel caso di intonaci sfarinanti o particolarmente assorbenti si consiglia lapplicazione del fondo isolante allacqua alcali-resistente acrilsiliconico ad elevata penetrazione FS
412 mediamente diluito 1:1 con acqua. sempre consigliabile effettuare questo trattamento quando la
superficie da pitturare presenta forti diversit di assorbimento o su intonaci deumidificanti.

LAVORAZIONE
Diluizione in peso con acqua: la prima mano fino al 30%, la seconda mano fino al 20% se a pennello.
Applicare le 2 mani a distanza di 4 ore minimo. Lapplicazione pu essere eseguita a pennello o rullo in
lana (preferibilmente a pelo corto).

AVVERTENZE
SISTEMA PER ESTERNI (pag. 223)
SISTEMA RISANAMENTO (pag. 228)

COMPOSIZIONE
PS 403 una pittura composta da leganti siliconici allacqua che conferiscono traspirabilit,
idrorepellenza e resistenza allesterno ai massimi livelli possibili. La natura delle materie
prime impiegate rende PS 403 adatta ad essere applicata dove si debba avere contemporaneamente alta traspirabilit e basso assorbimento dacqua. Elevato potere riempitivo e
resa finale.

FORNITURA
Confezioni da 16 l ca.
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
PS 403 viene sottoposta ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente
selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FS 412 (pag. 116) prima di
PS 403.

118

Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare PS 403 solo su intonaci stagionati e asciutti.
Le facciate esterne trattate con PS 403 durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione
devono essere protette dalla pioggia, da qualsiasi precipitazione e da elevata umidit relativa in
atmosfera (nebbia) in quanto possono manifestare fenomeni di lumacature, macchie, alterazioni del colore, ecc.
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
PS 403 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, fatta
eccezione, per la diluizione con acqua.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
Consumo
Resa
Diffusione al vapore dacqua
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
(DIN 18550)
Resistenza allo sfarinamento
(ASTM-D 659)
Resistenza al lavaggio
(DIN 53778)

1,580 kg/l ca.


160-200 g/m2 (0,10-0,13 l/m2) ca.
per mano su fondo FS 412
4-5 m2/l ca. a lavoro finito a due mani
280 g/m2 ca. in 24 h
= 400 ca.
w = 0,03 kg/(m2 h1/2) ca.
Sd = s = 0,08 m ca. (calcolato con s = 0,2 10-3 m)
Sd w < 0,024 kg/(m h1/2) ca.
600 ore di UV-condensa
5.000 cicli (SUPERLAVABILE)

Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

DECORAZIONE
RIVESTIMENTO IDROSILICONICO RUSTICO
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE - INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

RSR 421

Rivestimento siliconico rustico.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie da rivestire deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere preventivamente rimosse. Il rivestimento di finitura deve essere applicato dopo almeno 28
giorni dallesecuzione dellintonaco di fondo. Per poter valorizzare le caratteristiche del prodotto lintonaco di fondo deve essere ben rifinito e ricoperto con un fondo acrilsiliconico allacqua alcali-resistente
ad elevata penetrazione quale FS 412, con funzione di consolidante e regolatore di assorbimento del supporto. Nel caso di applicazione del rivestimento su superfici molto lisce, non porose, scorrevoli o scarsamente assorbenti si consiglia, in sostituzione del fondo acrilsiliconico FS 412, lapplicazione di una mano
di PS 403 mediamente diluito in peso con acqua al 30% nella stessa tonalit del rivestimento.

LAVORAZIONE
Stendere con spatola metallica avendo cura di distribuire uno strato uniforme di materiale. La finitura
avviene con la spatola di plastica con movimenti circolari. Per lapplicazione del prodotto a granulometria fine 0,6 mm sono necessari due strati di materiale. La seconda mano deve essere applicata quando
la prima risulta completamente asciutta.
SISTEMA PER ESTERNI (pag. 223)
SISTEMA RISANAMENTO (pag. 229)
SISTEMA CAPPOTTO (pag. 234-235)

COMPOSIZIONE
RSR 421 un rivestimento di finitura in pasta
composto da leganti acril-siliconici allacqua
che conferiscono traspirabilit, idrorepellenza
e resistenza allesterno ai massimi livelli possibili.

FORNITURA
Confezioni da 25 kg ca.
Tinte: vedi mazzetta colori.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
RSR 421 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare FS 412 (pag. 116) prima di
RSR 421.

AVVERTENZE
Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa
superiore al 75%.
Evitare lapplicazione su superfici esposte al sole e in presenza di forte vento.
Applicare RSR 421 solo su intonaci stagionati e asciutti.
Non applicare su murature umide e/o nei periodi pi freddi.
Evitare lapplicazione in presenza di umidit di risalita in quanto esiste la possibilit di distacco
dellintonaco e di formazione di rigonfiamenti dovuti ad accumulo dacqua allinterno.
Durante la posa e nei giorni successivi proteggere dalla pioggia e da elevata umidit.
La granulometria 0,6 mm garantisce un risultato ottimale solo su piccole superfici (10 m2 ca.).
Ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
Per ulteriori avvertenze consultare la scheda tecnica del prodotto.
RSR 421 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico
1,850 kg/l ca
Diluizione
pronto alluso
Diffusione al vapore dacqua
160 - 190 g/m2 in 24 h a seconda della grana
(DIN 53122)
Fattore di resistenza alla
= 150 - 200 a seconda della grana
diffusione del vapore (DIN 52615)
Coefficiente di assorbimento
w = 0,06 - 0,12 kg/(m2 h1/2) a seconda della grana
dacqua (DIN 52617)
Strato equivalente daria
Sd = 0,12 - 0,14 m a seconda della grana
(DIN 18550)
Rispetta la teoria di Kuenzle
Sd w < 0,016 kg/(m h1/2) ca.
(DIN 18550)
Resistenza allo sfarinamento
600 ore UV-condensa
(ASTM-D 659)
Granulometrie
0,6 - 1 - 1,5 - 2 - 3 mm
Consumo
vedi tabella a pag. 120
Disponibile su richiesta la versione graffiata (RSG 447) nelle granulometrie 1-2-3 mm.
Conforme al D.L. n 161 del 27/03/2006 (Attuazione Direttiva 2004/42/CE)
Benestare Tecnico Europeo ETA 07/0280 ETA 09/0282 (ETAG 004)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

119

DECORAZIONE
CONSUMI RIVESTIMENTI RUSTICI E GRAFFIATI
RAR 256 (pag. 106) - RTA 549 (pag. 105) - FASSIL R 336 (pag. 115) - RSR 421 (pag. 119)

PRODOTTO

GRANULOMETRIA

RAR 256
FASSIL R 336
RSR 421
RAR 256
RTA 549
FASSIL R 336
RSR 421
RX 561
RAR 256
RTA 549
FASSIL R 336
RSR 421
RX 561
RAR 256
RTA 549
FASSIL R 336
RSR 421
RX 561
RAR 256
RTA 549
FASSIL R 336
RSR 421

0,6 mm

CONSUMI
- 2,5 - 2,7 kg/m2 ca. (a due strati): su intonaco fine, rasanti tipo A 50 ecc.;
- 3,0 - 3,2 kg/m2 ca. (a due strati): su intonaco di fondo frattazzato tipo KI 7, KC 1, ecc.

1 mm

- 2,0 - 2,3 kg/m2 ca. : su intonaco fine, rasanti tipo A 50, ecc.;
- 2,2 - 2,5 kg/m2 ca. : su intonaco di fondo frattazzato tipo KI 7, KC 1, ecc.

1,5 mm

- 2,3 - 2,5 kg/m2 ca. : su intonaco fine, rasanti tipo A 50, ecc.;
- 2,4 - 2,7 kg/m2 ca. : su intonaco di fondo frattazzato tipo KI 7, KC 1, ecc.

2 mm

- 2,6 - 2,9 kg/m2 ca. : su intonaco fine, rasanti tipo A 50, ecc.;
- 2,7 - 3,4 kg/m2 ca. : su intonaco di fondo frattazzato tipo KI 7, KC 1, ecc.

3 mm

- 3,8 - 4,0 kg/m2 ca. : su intonaco fine, rasanti tipo A 50, ecc.;
- 4,0 - 4,2 kg/m2 ca. : su intonaco di fondo frattazzato tipo KI 7, KC 1, ecc.

AVVERTENZE
Valutare attentamente le condizioni di consistenza e di adesione del supporto.
Ritirare il materiale occorrente per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
Applicare solo su intonaci stagionati ed asciutti e mai su supporti alcalini che modificano lessiccazione, la resistenza al gelo e alla pioggia, lo sviluppo del colore del prodotto.
Non applicare su facciate in pieno sole o forte vento.
Evitare lapplicazione a temperature inferiori a +5C o superiori a +30C e con umidit relativa superiore al 75%
Evitare lapplicazione del materiale su una facciata, in tempi diversi.
Non applicare su murature umide e/o nei periodi pi freddi in quanto esiste la possibilit di distacco dal supporto e di formazione di rigonfiamenti
della pittura dovuti allaccumulo di acqua allinterno.
Non applicare in presenza di umidit di risalita.
Le facciate esterne trattate con i prodotti, durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione, devono essere protette dalla pioggia, da qualsiasi precipitazione e da elevata umidit relativa in atmosfera (nebbia) per almeno 48 ore in quanto si possono manifestare fenomeni di lumacature, macchie,
alterazioni del colore, ecc.
Dato lelevato numero di specie di muffe e le diverse condizioni climatiche, in alcuni casi gli additivi impiegati non possono garantire il non proliferare di particolari microrganismi vegetali.
Le tinte contrassegnate col simbolo (*) della mazzetta colori, contengono colorante organico: risultano quindi tinte potenzialmente degradabili, in
quanto sensibili alla luce solare e all'alcalinit del supporto.
Solo per le pitture:
Tutti i colori particolarmente vivaci della mazzetta e contrassegnati dal simbolo () hanno un minore potere coprente rispetto alle altre tinte di mazzetta: tassativo preparare il supporto stendendo una mano dello stesso prodotto di finitura bianco o in una tonalit pastello simile, ma pi coprente.
La finitura sar poi realizzata applicando almeno tre mani della tinta scelta. Si consiglia di effettuare una prova applicativa preventiva.
Per le tinte contrassegnate dal simbolo () e derivanti dalla base Medium, Extra Deep e Neutra si consiglia una diluizione massima del 10% in peso.

120

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

121

PAVIMENTAZIONE E
POSA RIVESTIMENTI
1
13

12

11

10

6
7
9

TIPOLOGIA SUPPORTI:

122

INTONACO DI FONDO GESSO

10

PAVIMENTO ANTIACIDO

MASSETTO A BASE ANIDRITE

11

RIVESTIMENTO ANTIACIDO

INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

12

GRES

MASSETTO CEMENTIZIO

13

PIETRA NATURALE

RIVESTIMENTO IN CERAMICA

CALCESTRUZZO

PAVIMENTO IN CERAMICA

COTTO

SOTTOFONDO ALLEGGERITO

PRODOTTI PER POSA SOTTOFONDI


SUPPORTO

TIPOLOGIA PRODOTTO

COSTRUZIONE
AMBIENTE
INTERNO ESTERNO NUOVA ESISTENTE
X

SOTTOFONDO ALLEGGERITO

CALCESTRUZZO

MASSETTO TRADIZIONALE

MASSETTO AUTOLIVELLANTE

MASSETTO TRADIZIONALE
SOTTOFONDO ALLEGGERITO
MASSETTO AUTOLIVELLANTE

MASSETTO A BASE CEMENTIZIA

MALTA AUTOLIVELLANTE
ADESIVO PER SIGIlLATURA MASSETTI

MASSETTO A BASE ANIDRITE

MALTA AUTOLIVELLANTE
ADESIVO PER SIGILLATURA MASSETTI
MALTA AUTOLIVELLANTE

INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

RASANTE PER PARETE

NOTE

PAG.

ST 444

126

Calcestruzzo
Cellulare

127

SC 420

130

SV 472

Asciugamento
medio rapido

131

SR 450

Asciugamento rapido

132

SA 500

E 439

133
Riscald. a pavimento

134

SC 420

SV 472

Asciugamento
medio rapido

131

SR 450

Asciugamento rapido

132

SA 500

E 439

Riscald. a pavimento

134

SL 416

Spessore < 10 mm

137

Spessore da 3 a 30 mm

138

149-137

130

133

SM 485

SE 477

DG 74 - SL 416

Spessore < 10 mm

DG 74 - SM 485

Spessore da 3 a 30 mm 149-138

SE 477

SL 416

Spessore < 10 mm

137

SM 485

Spessore da 3 a 30 mm

138

LP 735

X
PAVIMENTO IN CERAMICA

PRODOTTO

X
X

139

139

136

PRODOTTI PER FUGATURA PIASTRELLE


SUPPORTO

INTONACO DI FONDO GESSO

TIPOLOGIA PRODOTTO

RASANTE PER PARETE

COSTRUZIONE
AMBIENTE
INTERNO ESTERNO NUOVA ESISTENTE
X
X

PIASTRELLE E RIVESTIMENTI
IN CERAMICA, GRES, COTTO,
PIETRE NATURALI.

RIEMPITIVO PER FUGHE


A BASE CEMENTIZIA

PRODOTTO

NOTE

PAG.

DG 74 - LP 735

FC 830

Fughe da 0 a 4 mm

150

Fughe da 4 a 15 mm

151

149-136

FC 854

FC 830 + DR 843

Resistente a
150-153
sollecitazioni gravose

FC 854 + DR 843

Resistente a
151-153
sollecitazioni gravose
Resistente agli acidi

PIASTRELLE E RIVESTIMENTI
ANTIACIDO

RIEMPITIVO PER FUGHE


EPOSSIDICO BICOMPONENTE

FE 838

PIASTRELLE E RIVESTIMENTI
IN CERAMICA O PIETRE
RESISTENTI AGLI ACIDI

DETERGENTE

D 91

152

154

123

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


PRODOTTI

SUPPORTO

TIPOLOGIA PIASTRELLA

INTONACO DI FONDO INTONACO DI FONDO


A CALCE/CEMENTO
A GESSO

CARTONGESSO

PAVIMENTO
ESISTENTE

MASSETTO
TRADIZIONALE
CEMENTIZIO

MONOCOTTURA

AD 8
oppure
AP 71

DG 74 - AD 8

FASSAFIX
oppure
DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AD 8
oppure
AP 71

BICOTTURA

AD 8
oppure
AP 71

DG 74 - AD 8

FASSAFIX
oppure
DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AD 8
oppure
AP 71

MONOPOROSA

AD 8
oppure
AP 71

DG 74 - AD 8

FASSAFIX
oppure
DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AD 8
oppure
AP 71

GRES
PORCELLANATO

AP 71
oppure
AZ 59

DG 74 - AP 71
oppure
DG 74 - AZ 59

FASSAFIX
oppure
DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AP 71
oppure
AZ 59

CLINKER

AZ 59

DG 74 - AZ 59

FASSAFIX
oppure
DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AZ 59

COTTO

AK 82

DG 74 - AK 82

FASSAFIX
oppure
DG 74 - AZ 59

AK 82 + DE 80

AK 82

MOSAICO
DI MARMO *

AZ 59
oppure
AT 99

DG 74 - AZ 59
oppure
DG 74 - AT 99

FASSAFIX
oppure
DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AT 99

AZ 59
oppure
AT 99

MOSAICO
DI GRES

AZ 59
oppure
AT 99

DG 74 - AZ 59
oppure
DG 74 - AT 99

FASSAFIX
oppure
DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AZ 59

MOSAICO
VETROSO

AT 99 Bianco

DG 74 - AT 99 Bianco

FASSAFIX
oppure
DG 74 - AT 99 Bianco

AD 8 + DE 80
oppure
AT 99 Bianco

AT 99 Bianco

MARMO
NON SOGGETTO
A MACCHIATURE
E STABILE
ALL'UMIDIT

AD 8 + DE 80
oppure
AT 99

DG 74 - AD 8 - DE 80
oppure
DG 74 - AT 99

FASSAFIX
oppure
DG 74 - AT 99

AD 8 + DE 80
oppure
AT 99

AD 8 + DE 80
oppure
AT 99

MARMO
SOGGETTO A
MACCHIATURE
E STABILE
ALL'UMIDIT

AQ 60 Bianco

DG 74 - AQ 60 Bianco

DG 74 - AQ 60 Bianco

AQ 60 Bianco

AQ 60 Bianco

MARMO
SOGGETTO A
MACCHIATURE
E INSTABILE
ALL'UMIDIT

AX 91

AX 91

AX 91

AX 91

AX 91

RICOMPOSTI
DI CEMENTO

AZ 59

DG 74 - AD 8 - DE 80
oppure
DG 74 - AZ 59

FASSAFIX
oppure
DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

RICOMPOSTI
DI RESINE

AX 91

AX 91

AX 91

AX 91

AX 91

*Viste le diverse caratteristiche dei mosaici di marmo, per la scelta del collante, valutare preventivamente la resistenza alle macchiature e la stabilit allacqua.

124

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


PRODOTTI

SUPPORTO
MASSETTO
AUTOLIVELLANTE
CEMENTIZIO

MASSETTO
ANIDRITE

RISCALDAMENTO
A PAVIMENTO

CALCESTRUZZO

GUAINA
ELASTICA

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

DG 74 - AD 8 + DE 80
oppure
DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AX 91

AX 91

MONOCOTTURA

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

DG 74 - AD 8 + DE 80
oppure
DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AX 91

AX 91

BICOTTURA

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

DG 74 - AD 8 + DE 80
oppure
DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AX 91

AX 91

MONOPOROSA

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

DG 74 - AD 8 + DE 80
oppure
DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AT 99
oppure
AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AX 91

AX 91

GRES
PORCELLANATO

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

DG 74 - AD 8 + DE 80
oppure
DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AT 99
oppure
AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AX 91

AX 91

CLINKER

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

DG 74 - AK 82 + DE 80

AK 82 + DE 80

AK 82 + DE 80

AK 82 + DE 80
oppure
AZ 59

AX 91

AX 91

COTTO

AZ 59
oppure
AT 99

DG 74 - AZ 59
oppure
DG 74 - AT 99

AD 8 + DE 80
oppure
AT 99

AD 8 + DE 80
oppure
AT 99

AD 8 + DE 80
oppure
AT 99

AX 91

AX 91

MOSAICO
DI MARMO *

AZ 59

DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AX 91

AX 91

MOSAICO
DI GRES

AT 99 Bianco

DG 74 - AT 99 Bianco

AD 8 + DE 80
oppure
AT 99 Bianco

AD 8 + DE 80
oppure
AT 99 Bianco

AD 8 + DE 80
oppure
AT 99 Bianco

AX 91

AX 91

MOSAICO
VETROSO

DG 74 - AT 99

AD 8 + DE 80
oppure
AT 99

AD 8 + DE 80
oppure
AT 99

AD 8 + DE 80
oppure
AT 99

AX 91

MARMO
NON SOGGETTO
A MACCHIATURE
E STABILE
ALL'UMIDIT

AX 91

MARMO
SOGGETTO A
MACCHIATURE
E STABILE
ALL'UMIDIT

AQ 60 Bianco

DG 74 - AQ 60 Bianco

AQ 60 Bianco

AQ 60 Bianco

AX 91

AX 91

AX 91

AX 91

AX 91

AX 91

AX 91

AX 91

MARMO
SOGGETTO A
MACCHIATURE
E INSTABILE
ALL'UMIDIT

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

DG 74 - AD 8 + DE 80
oppure
DG 74 - AZ 59

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AD 8 + DE 80

AD 8 + DE 80
oppure
AZ 59

AX 91

AX 91

RICOMPOSTI
DI CEMENTO

AX 91

AX 91

AX 91

AX 91

AX 91

AX 91

AX 91

RICOMPOSTI
DI RESINE

TIPOLOGIA PIASTRELLA

AT 99

LEGNO FERRO

*Viste le diverse caratteristiche dei mosaici di marmo, per la scelta del collante, valutare preventivamente la resistenza alle macchiature e la stabilit allacqua.

125

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


SOTTOFONDO ALLEGGERITO
Supporti: CALCESTRUZZO

ST 444

Sottofondo alleggerito termoisolante a base di cemento e polistirolo.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Sgomberare il solaio da corpi estranei verificando contemporaneamente che sia secco e stabile.
Verificare i livelli di riferimento e predisporre le eventuali sponde di contenimento del getto. E sempre
consigliabile inumidire il fondo prima della posa di ST 444.

LAVORAZIONE
Per lavorazione a mano, ST 444 viene impastato in betoniera per almeno 4 minuti con circa il 60% di
acqua (circa 7 litri per ogni sacco da 50 litri). Si pu applicare con normali macchine intonacatrici (utilizzando miniturbo, polmone, vite e miscelatore idonei) tipo FASSA i41, PFT, G4, Putzmeister, ecc., dotate di apposito polmone. Il prodotto va livellato con barra livellatrice.

AVVERTENZE

Sacchi speciali con protezione dallumidit


da 50 litri circa.

Il prodotto fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Normalmente una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento del prodotto. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C
il materiale ancora fresco o anche non indurito sarebbe esposto allazione disgregatrice del gelo.
Evitare la posa di ST 444 a temperature superiori ai +28C.
Gettare il massetto sovrastante solo dopo essersi accertati dellavvenuta asciugatura di ST 444.
Evitare la posa di ST 444 in spessori inferiori a 4 cm.
Evitare correnti d'aria e forte irradiazione solare durante le prime 48 ore dalla posa.
E' necessario aerare adeguatamente i locali dopo l'applicazione sino a completo essiccamento,
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Non posare i pavimenti direttamente su ST 444.

CONSERVAZIONE

ST 444 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 232)

COMPOSIZIONE
ST 444 un premiscelato a base di cemento,
polistirolo ed additivi specifici per migliorare la
lavorabilit.

FORNITURA

Conservare allasciutto per un periodo non


superiore a 3 mesi.

QUALIT
ST 444 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

126

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore di applicazione
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit prodotto indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit dinamico a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 12086)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

350 kg/m3 ca.


4 - 20 cm
< 5 mm
60% ca. (circa 7 litri per sacco da 50 l)
1 sacco da 50 litri/m2 ca. con spessore 40 mm
400 kg/m3 ca.
0,5 N/mm2 ca.
> 0,5 N/mm2 ca.
800 N/mm2 ca.

Aria inglobata

30% ca.

= 8 ca. (valore misurato)

= 0,09 W/m.K (valore tabulato)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


SOTTOFONDO ALLEGGERITO
Supporti: CALCESTRUZZO

CALCESTRUZZO CELLULARE

Sottofondo alleggerito a base cementizia.

PREPARAZIONE DEL FONDO


Sgomberare il solaio da corpi estranei verificando contemporaneamente che sia secco e stabile. Verificare i livelli di riferimento e predisporre le eventuali sponde di contenimento del
getto. E sempre consigliabile inumidire il fondo prima della posa.

LAVORAZIONE
Il CALCESTRUZZO CELLULARE si ottiene mescolando nell'apposita macchina FASSA MC 2 la boiacca di
LEGANTE CEMENTIZIO con la schiuma ottenuta con l'ADDITIVO PER CELLULARE. Prima di iniziare il getto
necessario regolare la densit della schiuma a 65 g/l e la densit della boiacca in modo tale da ottenere circa 210-250 mm di spandimento (valori ottimali con tre tubi da 15 m, pari a 45 m lineari e con
altezza inferiore ai 6 m). Per le regolazioni e la manutenzione opportuno fare riferimento al manuale
della macchina FASSA MC 2. Una buona regolazione della schiuma e della boiacca cementizia condizione per non avere successivi cali di livello del prodotto finito dopo l'asciugamento. Gettare il prodotto dopo aver posto gli opportuni livelli con spessori tra 5 e 20 cm.
SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 232)

COMPOSIZIONE
Il CALCESTRUZZO CELLULARE un prodotto
bicomponente composto da:
- LEGANTE CEMENTIZIO, premiscelato in polvere a base di cemento Portland e additivi
per migliorare la lavorabilit;
- ADDITIVO PER CELLULARE, additivo liquido a
base di tensioattivi naturali.

AVVERTENZE
Evitare la posa del sottofondo a temperature inferiori a +5C e superiori a 28C. Al di sotto dei
+5C la presa verrebe ritardata con conseguenti cali di livello.
Gettare il massetto solo dopo asciugatura del sottofondo.
E' necessario aerare adeguatamente i locali dopo l'applicazione sino a completo essiccamento.
Non posare i pavimenti direttamente su CALCESTRUZZO CELLULARE.
L'applicazione del prodotto deve essere effettuata ad una distanza massima di 90 m dal silo di
stoccaggio. Non superare i 30 m di altezza. Utilizzare SEMPRE almeno 45 m di tubo.
Per una buona riuscita del prodotto finito si raccomanda unaccurata pulizia della macchina Fassa
MC 2 e del tubo portamateriale al termine di ogni giornata lavorativa.

CARATTERISTICHE TECNICHE
FORNITURA
LEGANTE CEMENTIZIO: sfuso in silo.
ADDITIVO PER CELLULARE: taniche da
25 kg ca. oppure in cisternette da 1.000 kg ca.

CONSERVAZIONE
IL LEGANTE CEMENTIZIO si conserva per almeno 3 mesi . L'ADDITIVO PER CELLULARE si conserva per almeno 6 mesi, al riparo dal gelo.

QUALIT
I componenti del CALCESTRUZZO CELLULARE
sono sottoposti ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime vengono rigorosamente selezionate e
controllate.

Spessore di applicazione
Densit prodotto fresco
Densit prodotto indurito
Dosaggio LEGANTE CEMENTIZIO
Dosaggio ADDITIVO PER CELLULARE
Resistenza a compressione a 28 gg
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

5-20 cm
540 kg/m3 ca.
400 kg/m3 ca.
330 kg/m3 ca.*
2 l/m3 ca.
1 N/mm2 ca.

= 0,1 W/m .K (valore tabulato)

* Variazioni di dosaggio del legante fino al 10% non determinano variazioni nelle caratteristiche tecniche del prodotto indurito.

CONDUCIBILIT TERMICA
Con un prodotto di tali caratteristiche tipiche si possono ottenere indicativamente
i seguenti valori di trasmittanza termica U (W/m2K):
Spessore (cm)
5
8
10
12
15
18
20

U (W/m2K)
1,46
1,01
0,84
0,72
0,59
0,50
0,45

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

127

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


ISOLANTE ACUSTICO
Supporti: SOTTOFONDO ALLEGGERITO

SILENS STA 10

Isolante acustico in teli per rumori da impatto

PREPARAZIONE DEL FONDO


FASSA SILENS STA 10 deve essere applicato su un fondo ben livellato e privo di asperit; prima di iniziare
la posa occorre realizzare una accurata pulizia del fondo prestando particolare attenzione alla fascia in corrispondenza della base della parete e di tutti gli elementi in elevazione. Eventuali canalizzazioni impiantistiche dovranno essere livellate. Sgombrare il solaio da corpi estranei verificando che sia ben secco e stabile. Iniziare a stendere FASSA SILENS STA 10 con lo strato in fibra (parte bianca) rivolta verso il basso. L
isolante deve essere collocato fino alla base della parete verticale o di eventuali elementi in elevazione
(colonne, pilastri, ecc.). Procedere alla posa degli altri teli sormontandoli in corrispondenza delle apposite
alette di sormonto. Tutte le giunzioni devono essere sigillate con FASSA SILENS NA 1.
Completata la stesura dell isolante su tutta la superficie da realizzare, iniziare la posa di FASSA SILENS GP
1, giunto di disgiunzione perimetrale preformato a L. Tagliare FASSA SILENS GP 1 solo dopo aver posato
i pavimenti in modo da evitare che il rivestimento sia collegato con qualsiasi elemento in verticale.
SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 232)

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
Polietilene espanso reticolato chimicamente a
cellule chiuse accoppiato a tessuto non tessuto in fibra di poliestere.

FORNITURA
Rotoli da 25 metri lineari
dimensioni 25x1,5 m.

L indice di valutazione dell attenuazione del livello di rumore da calpestio, utilizzabile per la
stima della prestazione acustica dei prodotti per isolamento al rumore di calpestio fra ambienti
secondo la norma UNI EN 12354-2:2002 LW, e stato ottenuto con una massa di 80 Kg/m;
una massa inferiore determina un abbassamento di questo indice.
Prima di realizzare il massetto accertare la completa desolidarizzazione dal resto della struttura.
Qualsiasi foratura sullisolante deve essere ripristinata con apposito nastro FASSA SILENS NA 1.
Lo spessore del massetto non deve essere inferiore a 4 cm.
Tagliare FASSA SILENS STA 10 solo con forbici per non danneggiare il tessuto non tessuto in fibra
di poliestere.
Per la realizzazione di massetti destinati alla posa di rivestimenti sensibili all umidit di risalita
(legno, resilienti, vinilici ecc) dopo la posa di FASSA SILENS STA 10 stendere un telo in polietilene da 0,15 mm.
Prima di iniziare la posa di FASSA SILENS STA 10, occorre realizzare una accurata pulizia del fondo
prestando particolare attenzione alla fascia in corrispondenza della base della parete e di tutti gli
elementi in elevazione.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Spessore nominale totale
Densit polietilene
Rigidita dinamica utile al calcolo
Res. compressione (EN ISO 3386/1)
Assorbimento d acqua dopo 28 gg
Coefficiente di conducibilit
termica (UNI EN 12667)
Indice di valutazione della attenuazione
del livello di rumore da calpestio nella
banda di frequenze comprese fra
100 Hz e 3150 Hz (UNI EN ISO140-8:1999
e UNI EN ISO 717-2:2007)

10 mm
30 Kg/m
20 MN/m
13,6 KPa
< 3% in peso

= 0,0367 W/m.K

21 dB (certificato) su campione normalizzato da 10,65 m

Indice standardizzato utilizzabile per


la stima della prestazione acustica dei
prodotti per isolamento al rumore di
calpestio LW secondo la Norma
Armonizzata UNI EN 12354-2:2002

128

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


ISOLANTE ACUSTICO
Supporti: SOTTOFONDO ALLEGGERITO

SILENS SLE 23

Isolante acustico in lastre per rumori da impatto

PREPARAZIONE DEL FONDO

SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 232)

FASSA SILENS SLE 23 deve essere applicato su un fondo ben livellato e privo di asperit; prima di iniziare la
posa occorre realizzare una accurata pulizia del fondo prestando particolare attenzione alla fascia in corrispondenza della base della parete e di tutti gli elementi in elevazione. Eventuali canalizzazioni impiantistiche
dovranno essere livellate. Sgombrare il solaio da corpi estranei verificando che sia ben secco e stabile. Iniziare
a stendere FASSA SILENS SLE 23 su tutta la superficie che si vuole isolare, avendo cura di accostare le lastre
il pi possibile una con laltra in modo che non ci sia luce tra le stesse. Le lastre devono essere tagliate con l
apposita taglierina a filo caldo. L isolante deve essere collocato fino alla base della parete verticale o di eventuali elementi in elevazione (colonne, pilastri, ecc.). Completata la posa dell isolante su tutta la superficie da
realizzare, iniziare quindi la posa di FASSA SILENS GP1, giunto di disgiunzione perimetrale preformato a L.
Completata la posa del giunto SILENS GP1, stendere su tutta la superficie un telo in polietilene da 0,15 mm,
sormontando i bordi di circa 10 cm uno con l altro; i teli vanno accostati lungo il perimetro al giunto SILENS
GP1. Lungo tutto il perimetro ed in corrispondenza di tutte le giunzioni dei teli sigillare con nastro adesivo
resistente all umidit, in modo da evitare percolazioni di materiale attraverso le sovrapposizioni che portano alla formazione di ponti acustici. Tagliare FASSA SILENS GP1 solo dopo aver posato i pavimenti in modo
da evitare che il rivestimento sia collegato con qualsiasi elemento in verticale.

COMPOSIZIONE
FASSA SILENS SLE 23 una lastra in polistirene espanso EPS a celle chiuse, con ritardante di
fiamma, sinterizzato a vapore e successivamente elasticizzata, per avere i requisiti di
materiale fonoisolante (conforme EN 13163).

FORNITURA
Lastre da 1000X1000X23 mm.

AVVERTENZE
Lindice di valutazione dell attenuazione del livello di rumore da calpestio utilizzabile per la stima
della prestazione acustica dei prodotti per isolamento al rumore di calpestio fra ambienti secondo la norma UNI EN 12354-2:2002 (Lw) e stato ottenuto con una massa di 100 Kg/m; una
massa inferiore determina un abbassamento di questo indice.
Prima di realizzare il massetto accertare la completa desolidarizzazione dal resto della struttura.
Qualsiasi foratura sull isolante deve essere ripristinata con apposito nastro FASSA SILENS NA 1.
Lo spessore del massetto non deve essere inferiore a 5 cm.
Le lastre di FASSA SILENS SLE 23 devono essere tagliate con l apposita taglierina a filo caldo.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Spessore nominale totale
Comprimibilit (UNI EN 12431)
Rigidita dinamica utile al calcolo
Coefficiente di conducibilit
termica (UNI EN 12667)
Resistenza al fuoco (EN 13501)
Indice di valutazione della attenuazione
del livello di rumore da calpestio nella
banda di frequenze comprese fra
100 Hz e 3150 Hz (UNI EN ISO140-8:1999
e UNI EN ISO 717-2:2007)
Indice standardizzato utilizzabile per
la stima della prestazione acustica dei
prodotti per isolamento al rumore di
calpestio LW secondo la Norma
Armonizzata UNI EN 12354-2:2002
TRASMITTANZA TERMICA CALCOLATA
SU PACCHETTO COSTITUITO DA :
1. Calc. cell. Fassa 10 cm
2. Fassa Silens SLE 23: 23 mm
3. SA 500: 5 cm

23 mm
2 -CP2
20 MN/m

= 0,040 W/m.K
CLASSE E

24 dB (certificato) su campione normalizzato da 10,65 m

0,53 W/m2K

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

129

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


MASSETTO TRADIZIONALE
Supporti: CALCESTRUZZO - SOTTOFONDO ALLEGGERITO

SC 420

Massetto a base cementizia per pavimenti interni ed esterni.

A LL A N O RM A E
OPE A

CONFO

ME

UR

PREPARAZIONE DEL FONDO

SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 232)

La superficie deve essere libera da polvere e sporco. Nel caso di massetti ancorati necessario raggiungere uno spessore minimo di 2 cm, assicurandosi che il sottofondo sia asciutto e consistente. Disporre
quindi una guaina comprimibile (0,7-1 cm di spessore) lungo il perimetro delle pareti e di altri elementi
in elevazione e applicare con pennello una boiacca cementizia di ancoraggio per favorire ladesione. Tale
boiacca sar ottenuta impastando del cemento Portland con il lattice AG 15, diluito in acqua nel rapporto 1:3. Effettuare la posa del massetto con la tecnica del "fresco su fresco". Nel caso di massetti galleggianti, necessario raggiungere uno spessore minimo di 3,5 cm. In questo caso stendere preventivamente sul fondo un foglio impermeabile in polietilene (spessore minimo 0,2 mm), cartone catramato, ecc., cos
da formare una barriera al vapore, avendo cura di sormontare i fogli di almeno 20 cm. Fissare lungo il
perimetro delle pareti e di altri elementi in elevazione una guaina comprimibile (0,7-1 cm di spessore);
posare il massetto avendo cura di inserirvi in corrispondenza di grossi avvallamenti (tipo tubazioni, ecc.)
una rete metallica fine a maglie esagonali. Sia nel caso di massetti ancorati che in quello di massetti galleggianti si pu inserire una rete elettrosaldata a circa met dello spessore del massetto.

LAVORAZIONE
COMPOSIZIONE
SC 420 un premiscelato secco a base di
cemento e sabbie selezionate.

FORNITURA
Sfuso in silo
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
SC 420 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Ad ogni sacco da 30 kg di SC 420 aggiungere circa 3-3,5 litri di acqua pulita e mescolare a mano, in
betoniera o con mescolatore orrizontale tipo Fassa MEC 30, fino ad ottenere limpasto della consistenza tipo terra umida. Utilizzare limpasto entro 60 minuti. Il massetto adeguatamente compattato, viene
staggiato fino al livello voluto, e quindi rifinito con fratazzo di plastica o con macchina a disco rotante.
La superficie che ne risulta deve essere omogenea, senza la presenza di parti incoerenti.

AVVERTENZE
Il massetto fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Normalmente una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento
del prodotto. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C il
prodotto ancora fresco o anche non indurito sarebbe esposto allazione disgregatrice del gelo.
Evitare la posa di SC 420 a temperature superiori ai +28C.
Nelle riprese di getto inserire sempre una rete elettrosaldata o spezzoni di tondino.
Evitare correnti d'aria e forte irradiazione solare durante le prime ore delle posa.
Posare i pavimenti di legno, i pavimenti resilienti, e simili solo dopo essersi accertati con igrometro a carburo che l'umidit sia inferiore al 2%.
SC 420 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo di applicazione
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit massetto indurito
Tempo di lavorazione
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Conforme alla Norma UNI EN 13813

130

1.500 kg/m3 ca.


- massetti ancorati: 2 cm
- massetti galleggianti: 3,5 cm
< 3 mm
9 % ca.
20 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
2.150 kg/m3 ca.
60 minuti ca.
7 N/mm2 ca.
30 N/mm2 ca.
25.000 N/mm2 ca.
CT-C30-F7

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


MASSETTO TRADIZIONALE
Supporti: CALCESTRUZZO - SOTTOFONDO ALLEGGERITO

SV 472

Massetto a base cementizia ad essiccazione veloce per pavimeni interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie deve essere pulita. Nel caso di massetti ancorati necessario uno spessore minimo di 2 cm,
assicurandosi che il sottofondo sia asciutto e consistente. Disporre una guaina comprimibile (0,7-1 cm
di spessore) lungo il perimetro di pareti e di altri elementi in elevazione e applicare con pennello una
boiacca cementizia di ancoraggio, ottenuta impastando cemento Portland con lattice AG 15, diluito in
acqua nel rapporto 1:3. Effettuare la posa del massetto con la tecnica del "fresco su fresco". Nel caso di
massetti galleggianti, necessario uno spessore minimo di 3,5 cm. In questo caso stendere sul fondo un
foglio impermeabile in polietilene (spessore minimo 0,2 mm), cartone catramato, ecc., per formare una
barriera al vapore, sormontando i fogli di almeno 20 cm. Fissare lungo il perimetro di pareti e di altri elementi in elevazione una guaina comprimibile (0,7-1 cm di spessore); posare il massetto avendo cura di
inserirvi in corrispondenza di avvallamenti (tipo tubazioni, ecc.) una rete metallica fine a maglie esagonali. Nel caso di massetti ancorati e in quello di massetti galleggianti si pu inserire una rete elettrosaldata a circa met spessore.

LAVORAZIONE
ASCIUGAMENTO MEDIO RAPIDO

Ad ogni sacco di SV 472 aggiungere ca. 2 litri di acqua pulita e mescolare a mano, in betoniera o con mescolatrice orizzontale fino ad ottenere un impasto a consistenza "terra umida". Il massetto, adeguatamente compattato, viene staggiato fino al livello voluto, e quindi rifinito con frattazzo di plastica o con una macchina
a disco rotante. La superficie che ne risulta deve essere omogenea, senza la presenza di parti incoerenti.

SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 232)

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
SV 472 un premiscelato secco composto da
particolari leganti, sabbie classificate ed additivi specifici per ottenere le caratteristiche di
essiccazione veloce del prodotto.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
SV 472 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Il massetto fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Normalmente una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento del prodotto. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C
il prodotto ancora fresco o anche non indurito sarebbe esposto allazione disgregatrice del gelo.
Evitare la posa di SV 472 a temperature superiori ai +28C.
Nelle riprese di getto inserire sempre una rete elettrosaldata o spezzoni di tondino.
Evitare correnti d'aria e forte irradiazione solare durante le prime ore delle posa.
Posare i pavimenti di legno, i pavimenti resilienti, e simili solo dopo essersi accertati con igrometro a carburo che l'umidit sia inferiore al 2%.
SV 472 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
ph
Spessore minimo di applicazione
Acqua di impasto
Resa
Densit del prodotto indurito
Tempo di lavorazione
Tempo di essiccazione indicativo a
+ 20C e 65% U.R. per un massetto
di 4 cm di spessore
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Pedonabilit
Conforme alla Norma UNI EN 13813

1.400 kg/m3 ca.


alcalino
- massetti ancorati: 2 cm
- massetti galleggianti: 3,5 cm
7% ca.
20 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
2.150 kg/m3 ca.
60 minuti ca.
48 ore per pavimenti ceramici in genere;
10 giorni per umidit residua
inferiore al 2%; a temperature pi basse
e/o U.R. pi alta i tempi di asciugatura
aumentano
7 N/mm2 ca.
30 N/mm2 ca.
25.000 N/mm2 ca.
dopo 12 ore ca. a +20C
CT-C25-F6

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

131

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


MASSETTO TRADIZIONALE
Supporti: CALCESTRUZZO - SOTTOFONDO ALLEGGERITO

SR 450

Massetto a base cementizia a rapida essiccazione e ritiro compensato per pavimenti interni.
PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie deve essere libera da polvere e sporco. Nel caso di massetti ancorati necessario raggiungere uno spessore minimo di 2 cm e assicurarsi che il sottofondo sia asciutto e consistente. Disporre quindi una guaina comprimibile (0,7-1 cm di spessore) lungo il perimetro delle pareti e di altri elementi in
elevazione e applicare con pennello una boiacca cementizia di ancoraggio per favorire ladesione. Tale
boiacca sar ottenuta impastando del cemento Portland con il lattice AG 15, diluito in acqua nel rapporto 1:3. Effettuare la posa del massetto con la tecnica del "fresco su fresco". Nel caso di massetti galleggianti, necessario raggiungere uno spessore minimo di 3,5 cm. In questo caso stendere preventivamente sul fondo un foglio impermeabile in polietilene (spessore minimo 0,2 mm), cartone catramato,
ecc., cos da formare una barriera al vapore, avendo cura di sormontare i fogli di almeno 20 cm. Fissare
lungo il perimetro delle pareti e di altri elementi in elevazione una guaina comprimibile (0,7-1 cm di spessore); posare il massetto avendo cura di inserirvi in corrispondenza di grossi avvallamenti (tipo tubazioni, ecc.) una rete metallica fine a maglie esagonali. Sia nel caso di massetti ancorati che in quello di massetti galleggianti si pu inserire una rete elettrosaldata a circa met dello spessore del massetto.

ASCIUGAMENTO RAPIDO

SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 232)

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 30 kg di SR 450 aggiungere circa 2 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con mescolatrice orizzontale tipo FASSA MEC 30, fino ad ottenere un impasto di consistenza "terra umida". Il sottofondo sar poi staggiato e compattato fino a livello desiderato, quindi finito a frattazzo o con apposita macchina a disco rotante. La superficie che ne risulta deve essere omogenea, senza la presenza di parti incoerenti.

COMPOSIZIONE
SR 450 un premiscelato secco a base di
cementi speciali, sabbie selezionate ed additivi
specifici per ottenere le caratteristiche di rapido indurimento del prodotto.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
SR 450 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

132

AVVERTENZE
Il massetto fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Normalmente una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento del prodotto. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C
il prodotto ancora fresco o anche non indurito sarebbe esposto allazione disgregatrice del gelo.
Evitare la posa di SR 450 a temperature superiori ai +28C.
Nelle riprese di getto inserire sempre una rete elettrosaldata o spezzoni di tondino.
Posare i pavimenti di legno, i pavimenti resilienti, e simili solo dopo essersi accertati con igrometro a carburo che l'umidit sia inferiore al 2%.
Non ripristinare la lavorabilit perduta dellimpasto aggiungendo ulteriore acqua.
SR 450 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo di applicazione
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Tempo di presa
Tempo di lavorazione
Tempo di essiccazione indicativo a
+ 20C e 65% U.R. per un massetto
di 4 cm di spessore
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Pedonabilit
Conforme alla Norma UNI EN 13813

1.500 kg/m3 ca.


- massetti ancorati: 2 cm
- massetti galleggianti: 3,5 cm
< 3 mm
7% ca.
18 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
1 ora e 30 minuti ca.
30 minuti ca.
48 ore per umidit residua inferiore al 2%;
a temperature pi basse e/o U.R. pi alta i tempi
di asciugatura aumentano
7 N/mm2 ca.
25 N/mm2 ca.
28.000 N/mm2 ca.
3-4 ore ca.
CT-C25-F7

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


MASSETTO AUTOLIVELLANTE
Supporti: CALCESTRUZZO - SOTTOFONDO ALLEGGERITO

SA 500

Massetto autolivellante a base cementizia per pavimenti interni civili.

A LL A N O RM A E
OPE A

CONFO

ME

UR

PREPARAZIONE DEL FONDO

SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 232)

COMPOSIZIONE
SA 500 un premiscelato secco composto da
particolari cementi, sabbie classificate ed additivi specifici per migliorare la lavorabilit ed
ottimizzare le caratteristiche autolivellanti.

FORNITURA
Sfuso in silo
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

Sgomberare il solaio da corpi estranei verificando contemporaneamente che sia secco e stabile.
Predisporre, lungo le pareti perimetrali e gli elementi in elevazione, un nastro di materiale comprimibile dello spessore di 0,7-1 cm ed alto almeno quanto il massetto da realizzare. Procedere alla stesura di
fogli di polietilene per tutta la superficie della gettata, avendo cura sia di sormontare le giunzioni per
almeno 25 cm che di far rimontare il foglio sulle pareti di qualche centimetro oltre la banda comprimibile. Nel caso di pavimentazione a contatto con il terreno si deve impermeabilizzare il piano di posa con
una guaina. Verificare i livelli di riferimento e predisporre le eventuali sponde di contenimento del getto.
consigliabile frazionare il massetto in corrispondenza di aperture nelle pareti o di eventuali sporgenze, inserendo un setto separatore nel massetto durante la messa in opera o provvedendo a sezionare il
massetto stesso ad indurimento avvenuto. La massima superficie realizzabile senza frazionamento
analoga ai massetti tradizionali a base di sabbia e cemento e cio di circa 40 m2. Nel caso di sistemi di
riscaldamento a pavimento, necessario posizionare una rete elettrosaldata allinterno del massetto,
avendo cura di fissarla opportunamente ai pannelli di isolamento. Indicativamente tale rete avr maglie
da 50x50 mm o da 50x80 mm e spessore del tondino di 2 mm. La rete andr interrotta allaltezza dei
giunti di dilatazione, che saranno posizionati in corrispondenza delle soglie delle porte e comunque in
modo tale che i singoli locali non superino i 40 m2. Per la dislocazione dei giunti in presenza di particolari geometrie opportuno attenersi alle indicazioni del progettista.
N.B.: per ottenere una buona qualit del massetto autolivellante SA 500 necessario riservare una particolare cura alla preparazione del piano di posa (assenza di fessure, isolazione, impermeabilizzazione, ecc.).

LAVORAZIONE
Il massetto autolivellante SA 500 viene impastato mediante mescolatore orizzontale collegato direttamente alla stazione silo ed inviato al punto della posa tramite pompa a vite continua. Nel caso di utilizzo del prodotto confezionato in sacchi, lapplicazione avverr mediante apposita macchina impastatrice continua che tramite un tubo flessibile render possibile linvio del materiale al punto di utilizzo. Il
prodotto va distribuito iniziando dalle zone di maggior spessore e livellato con barra livellatrice.

AVVERTENZE a pag. 135

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 3 mesi.

QUALIT
SA 500 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
ph
Spessori
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Densit del prodotto indurito
Tempo di lavorazione
Tempo di essiccazione indicativo
a + 20C e 65% U.R.
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 12524)
Pedonabilit
Conforme alla Norma UNI EN 13813

1.600 kg/m3 ca
alcalino
3-6 cm
16% ca.
18 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
< 0,4 mm/m ca.
2.000 kg/m3 ca.
30 minuti ca.
1 settimana/cm per i primi 4 cm di spessore,
2 settimane/cm per ogni ulteriore cm di spessore;
a temperature pi basse e/o U.R. pi alta i tempi
di asciugatura aumentano
5 N/mm2 ca.
20 N/mm2 ca.

= 1,35 W/m . K (valore tabulato)


dopo24 ore
CT-C20-F5

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

133

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


MASSETTO AUTOLIVELLANTE
Supporti: CALCESTRUZZO - SOTTOFONDO ALLEGGERITO

E 439

Massetto autolivellante per pavimenti interni civili a base di anidrite.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Sgomberare il solaio da corpi estranei verificando contemporaneamente che sia secco e stabile. Predisporre, lungo le pareti perimetrali e gli elementi in elevazione, un nastro di materiale comprimibile dello spessore di 0,7-1 cm ed alto almeno
quanto il massetto da realizzare. Procedere alla stesura di fogli di polietilene (spessore minimo 0,2 mm) per tutta la superficie della gettata, avendo cura sia di sormontare le giunzioni per almeno 25 cm che di far rimontare il foglio sulle pareti di qualche centimetro oltre la banda comprimibile. Nel caso di pavimentazione a contatto con il terreno si deve impermeabilizzare il piano di posa con una guaina. Verificare i livelli di riferimento e predisporre le eventuali sponde di contenimento del getto. N.B.: per ottenere una buona qualit del massetto autolivellante E 439 necessario riservare una particolare cura alla preparazione del piano di posa (assenza di fessure, isolamento, impermeabilizzazione, ecc.).

LAVORAZIONE
Il massetto autolivellante E 439 viene impastato mediante mescolatore orizzontale collegato direttamente
alla stazione silo ed inviato al punto della posa tramite pompa a vite continua. Il prodotto va distribuito iniziando dalle zone di maggior spessore e viene livellato con barra livellatrice.
RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 232)

La realizzazione dei giunti di frazionamento necessaria nel caso in cui la


lunghezza sia superiore a 2,5 volte la
larghezza; in questo caso la superficie
deve essere inferiore a 400 m (S < 400
m)

Per una superficie quadrata inferiore a


1000 m (S < 1000 m) la realizzazione
dei giunti non indispensabile.

Nel caso di grandi superfici il


frazionamento pu avvenire ogni 900 m
avendo cura di realizzare superfici di
forma quadrata.

Nel caso di superfici con angoli sporgenti


considerevoli il frazionamento deve
avvenire alla destra dellangolo sporgente
(S < 500 m).

COMPOSIZIONE
E 439 un premiscelato secco composto da
anidrite, sabbie classificate ed additivi specifici per migliorare la lavorabilit ed ottimizzare
le caratteristiche autolivellanti.

FORNITURA
Sfuso in silo.

AVVERTENZE a pag. 135


CONSERVAZIONE
Il materiale si conserva per almeno 6 mesi.

QUALIT
E 439 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
ph
Spessori
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Densit del prodotto indurito
Tempo di lavorazione

Resistenza a flessione a 28 gg

1.600 kg/m3 ca.


alcalino
3,5 - 7,5 cm
16% ca.
19 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
< 0,1 mm/m ca.
2.100 kg/m3 ca.
40 minuti ca.
1 sett./cm per 4 cm di spessore, 2 sett./cm
per ogni ulteriore cm di spessore; a temp. + basse
e/o U.R. + alta i tempi di asciugatura aumentano
8 N/mm2 ca.

Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg

30 N/mm2 ca.
25.000 N/mm2 ca.

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 12524)
Pedonabilit
Dilatazione termica
Conforme alla Norma UNI EN 13813

= 1,8 W/m .K (valore tabulato)

Tempo di essiccazione indicativo a


+20C e 65% U.R.

134

dopo 24 ore
0,01 mm/mK
CA-C30-F7

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


SA 500 (pag. 133) - E 439 (pag. 134)

AVVERTENZE
Evitare la posa a temperature inferiori a +5C e superiori a +28C.
Evitare correnti daria e forte irradiazione solare durante le prime 48 ore dalla posa. Dal terzo giorno aerare lambiente per favorire sia lindurimento,
sia per ottenere unessiccazione ottimale del massetto.
Il massetto va protetto dallumidit, dal contatto accidentale con acqua e dalla formazione di acqua di condensa.
La posa su impianti di riscaldamento a pavimento non richiede lutilizzo di agenti fluidificanti poich gi contenuti nella formulazione del prodotto.
E sconsigliata lapplicazione del materiale a contatto con alluminio puro.
Evitare la posa in spessori inferiori a 3,0 cm (SA 500), 3,5 cm (E 439).
Ad una settimana circa dallapplicazione levigare il massetto per rimuovere la pellicola superficiale (E 439).
Posare i pavimenti (parquetes, pavimenti vinilici, linoleum, moquette, ecc.) solo dopo essersi accertati con igrometro a carburo (lettura a 15 minuti dalla
rottura della fiala) che lumidit sia inferiore o uguale al 2% (SA 500).
Verificare sempre con igrometro a carburo che il tasso di umidit residua del massetto sia inferiore allo 0,5% prima di procedere con la posa della
pavimentazione (E 439).
Posare i pavimenti in ceramica utilizzando specificatamente il collante AZ 59 o in alternativa AD 8 impastato con DE 80 (SA 500).
Posare i pavimenti in ceramica utilizzando specificatamente il collante AZ 59 o in alternativa AD 8 impastato con DE 80, solo dopo aver trattato il
massetto, almeno 48 ore prima, con il primer DG 74, steso a rullo o a pennello (E 439).
Lutilizzo di collanti per parquet di tipo vinilico consigliata solo per formati massimi di 25x5 cm e solo dopo aver obbligatoriamente trattato il
massetto con primer compatibile al tipo di collante (SA 500).
Lutilizzo di finiture in resina a basso spessore, pur essendo compatibili dal punto di vista chimico/fisico con il nostro prodotto non viene garantito in
quanto, per la natura delle materie prime utilizzate, possono presentarsi alterazioni delle caratteristiche superficiali. Queste alterazioni sono facilmente ripristinabili e possono essere mascherate senza problemi con le finiture tradizionali quali ceramica, legno, ecc.; con le finiture a base di resina, invece, possono essere esteticamente contestabili.
I massetti autolivellanti SA 500 ed E 439 devono essere usati allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

135

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


RASANTE PER PARETE
Supporti: INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO - INTONACO DI FONDO GESSO

LP 735

Malta rapida per rasatura di pareti.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie della muratura deve essere compatta e libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli,
grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 25 kg di LP 735 aggiungere circa 5,5 lt di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Rasare la superficie con una
spatola metallica, quindi, fresco su fresco applicare fino allo spessore necessario al livellamento della
superficie, che non deve comunque superare i 3 cm.

AVVERTENZE
La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento delladesivo; al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C il prodotto ancora fresco o non indurito sarebbe esposto allazione disgregatrice del gelo.

COMPOSIZIONE
LP 735 una malta premiscelata a base di
cementi, sabbie selezionate ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
LP 735 sottoposta ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

LP 735 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Tempo di utilizzo dell'impasto
Tempo di presa
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg

1.350 kg/m3 ca.


< 0,8 mm
23% ca.
1,4 kg/m2 ca. per mm di spessore
90 minuti ca.
3 ore circa
4 N/mm2 ca.
11 N/mm2 ca.
8.000 N/mm2

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1745)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

35 (valore tabulato)

Conforme alla Norma UNI EN 998-1

GP-CSIV-W1

W1 c 0,40 kg/m.2 min0,5

= 0,75 W/m .K (valore tabulato)

CONSIGLI APPLICATIVI
Usare DG 74 (pag. 149) prima di
LP 735 su intonaco di fondo a gesso.

136

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


AUTOLIVELLANTE
Supporti: MASSETTO A BASE CEMENTIZIA - MASSETTO A BASE ANIDRITE - PAVIMENTO IN CERAMICA

SL 416

Autolivellante rapido a base cementizia per spessori fino a 10 mm, per interni.
PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie della soletta o del pavimento deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli,
grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti ed asportabili. Sottofondi molto assorbenti vanno preventivamente trattati con il nostro primer AG 15 diluito
1:8 con acqua. I massetti in anidrite devono essere trattati invece con il primer DG 74.

LAVORAZIONE

SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 233)

COMPOSIZIONE
SL 416 un premiscelato secco a base di
leganti idraulici speciali a presa ed idratazione
rapida, sabbie selezionate ed additivi specifici
per migliorare la lavorabilit ed ottimizzare le
caratteristiche autolivellanti.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi. Tuttavia la presa pu subire un rallentamento con landare del tempo,
senza che le prestazioni finali ne vengano
modificate.

QUALIT
SL 416 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Nel caso di massetti molto assorbenti usare AG 15 (pag. 214) prima
di SL 416.
Usare DG 74 (pag. 149) prima di
SL 416 su massetti a base anidrite.

Versare e contemporaneamente mescolare un sacco da 25 kg di SL 416 in circa 6 litri di acqua pulita e


mescolare con agitatore meccanico a velocit lenta fino ad ottenere un impasto omogeneo privo di
grumi. Si possono mescolare quantitativi maggiori di SL 416 nei comuni mescolatori per malte. SL 416
pu essere anche applicato con pompa. Non tentare di ripristinare la lavorabilit perduta aggiungendo
ulteriore acqua allimpasto. Attendere 2 minuti prima dellapplicazione e quindi agitare limpasto. SL 416
si stende facilmente in unica mano a spessori da 1 a 10 mm con spatola metallica. Per le sue elevate
qualit autolivellanti SL 416 non lascia imperfezioni. Nel caso sia necessaria una seconda mano di SL 416
si consiglia di applicarla entro e non oltre le due ore. Dato il rapido asciugamento del prodotto, la posa
di pavimenti in legno, ceramiche, ecc. pu essere realizzata a distanza di poco tempo dallapplicazione
(circa 12 ore a +20C): comunque necessario posare i pavimenti solo dopo essersi accertati delleffettivo asciugamento con igrometro a carburo.

AVVERTENZE
Non utilizzare SL 416 allesterno.
Non aggiungere acqua allimpasto in presa e non superare il dosaggio consigliato. Non utilizzare
su sottofondi umidi o soggetti a risalita di umidit.
Su sottofondi riscaldati, non utilizzare prima che sia passato un giorno dallo spegnimento dellimpianto.
Non applicare la seconda mano di SL 416 quando la prima completamente asciutta. Non applicare direttamente su sottofondo a base di anidrite, ma trattare preventivamente con il primer DG 74.
Utilizzare il prodotto a temperature comprese tra i +5C ed i +30C.
Non applicare SL 416 con spessori inferiori a 3 mm se sottoposti a traffico intenso ed inferiore a
2 mm per la posa di parquet.
SL 416 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Tempo di presa a +20C
Tempo di pedonabilit a +20C
Tempo di lavorabilit a +20C
Adesione su sottofondi cementizi
Resistenza a flessione dopo 5 ore
Resistenza a flessione a 3 gg
Resistenza a flessione a 28 gg

1.250 kg/m3 ca.


< 0,6 mm
24% ca.
1,5 kg/m2 ca. per mm di spessore
1 ora ca.
3 ore ca.
30 minuti ca.
> 1,5 N/mm2 ca.
3,5 N/mm2 ca.
5 N/mm2 ca.
9 N/mm2 ca.

Resistenza a compressione dopo 5 ore


Resistenza a compressione a 3 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 12524)

12 N/mm2 ca.
22 N/mm2 ca.
30 N/mm2 ca.

= 0,75 W/m .K (valore tabulato)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

137

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


AUTOLIVELLANTE
Supporti: MASSETTO A BASE CEMENTIZIA - MASSETTO A BASE ANIDRITE - PAVIMENTO IN CERAMICA

SM 485

Autolivellante rapido a base cementizia per spessori da 3 fino a 30 mm, per interni.
PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie della soletta o del pavimento deve essere libera da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di
oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti ed
asportabili. Sottofondi molto assorbenti vanno preventivamente trattati con il primer AG 15 diluito 1:8
in acqua. I massetti in anidrite devono invece essere trattati con il primer DG 74.

A LL A N O R M A E
OP E A

CO NF O

ME

UR

LAVORAZIONE

SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 233)

Versare e contemporaneamente mescolare un sacco da 25 kg di SM 485 in circa 5 litri di acqua pulita e


mescolare con agitatore meccanico a velocit lenta fino ad ottenere un impasto omogeneo privo di
grumi. Si possono mescolare quantitativi maggiori di SM 485 nei comuni mescolatori per malte. SM 485
pu essere anche applicato con pompa. Non tentare di ripristinare la lavorabilit perduta aggiungendo
ulteriore acqua allimpasto. Attendere 2 minuti prima dellapplicazione e quindi agitare limpasto.
SM 485 si stende facilmente in ununica mano in spessori da 3 a 30 mm con spatola metallica o racla.
Per le sue elevate qualit autolivellanti SM 485 non lascia imperfezioni.
Poich si tratta di un prodotto rapido la posa di pavimenti in legno, ceramiche, ecc. pu essere realizzata a distanza di poco tempo dallapplicazione (circa 12 ore a +20C): comunque necessario posare i
pavimenti solo dopo essersi accertati delleffettivo asciugamento con igrometro a carburo.

COMPOSIZIONE
SM 485 un premiscelato secco composto da
leganti idraulici speciali a presa ed idratazione
rapida, sabbie selezionate ed additivi specifici
per migliorare la lavorabilit ed ottimizzare le
caratteristiche autolivellanti.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciuto per un periodo non
superiore a 6 mesi. Tuttavia la presa pu subire un rallentamento con landare del tempo,
senza che le prestazioni finali ne vengano
modificate.

QUALIT
SM 485 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Nel caso di massetti molto assorbenti usare AG 15 (pag. 214) prima
di SM 485.
Usare DG 74 (pag. 149) prima di
SM 485 su massetti a base anidrite.

138

AVVERTENZE
Non utilizzare il prodotto allesterno.
Non utilizzare su sottofondi umidi o soggetti a risalita di umidit.
Su sottofondi riscaldati, non utilizzare prima che sia passato un giorno dallo spegnimento
dellimpianto.
Utilizzare il prodotto a temperature comprese tra i +5C ed i +30C.
Non aggiungere acqua allimpasto durante la presa e non superare il dosaggio consigliato.
Non applicare direttamente su sottofondo a base di anidride, ma trattare preventivamente con
primer DG 74.
Non utilizzare come massetto flottante, SM 485 deve essere sempre ancorato su sottofondo soli
do e stabile dimensionalmente.
SM 485 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Tempo di presa a +20C
Tempo di pedonabilit a +20C
Tempo di lavorabilit a +20C
Adesione su sottofondi cementizi
Resistenza a flessione dopo 5 ore
Resistenza a flessione a 3 gg
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione dopo 5 ore
Resistenza a compressione a 3 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 12524)
Conforme alla Norma UNI EN 13813

1.250 kg/m3 ca.


< 2 mm
19% ca.
1,6 kg/m2 ca. per mm di spessore
1 ora e 30 min. ca.
3 ore ca.
30 minuti ca.
> 1,5 N/mm2 ca.
3 N/mm2 ca.
6 N/mm2 ca.
9 N/mm2 ca.
10 N/mm2 ca.
14 N/mm2 ca.
28 N/mm2 ca.

= 0,75 W/m .K (valore tabulato)


CT-C25-F7

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


ADESIVO PER SIGILLATURA MASSETTI

SE 477

Adesivo epossidico bicomponente per sigillatura monolitica di fessure in massetti cementizi/anidritici.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Le fughe o le crepe devono essere allargate longitudinalmente con mola a disco; si devono praticare trasversalmente incisioni profonde almeno 2 cm, lunghe 10-15 cm e distanti tra loro 20-40 cm circa, a
seconda della lunghezza della fessurazione da sigillare. Eliminare le parti friabili e la polvere con aspirapolvere o aria compressa.

LAVORAZIONE
Ad ogni confezione da 1,7 kg di SE 477 Comp. A, aggiungere una confezione da 0,3 kg di SE 477 Comp.
B. Mescolare accuratamente per circa 3 minuti in modo da ottenere un impasto omogeneo e privo di
grumi (colorazione grigio uniforme). Versare una prima quantit di adesivo e inserire nelle incisioni delle
barrette di ferro del diametro di 4-6 mm; versare quindi il prodotto fino a saturazione e rasare con spatola. Spolverare con sabbia silicea asciutta (granulometria 0-0,4 mm).

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
Componente A: a base di resine epossidiche
Componente B: relativo indurente.

Utilizzare sempre le confezioni complete per evitare errori di rapporto tra i Componenti A e B.
Non applicare a temperature inferiori a +5C.
Non utilizzare su fondi molto umidi (max 4%).
Non impiegare il prodotto oltre i tempi di lavorabilit riportati.
Pulire gli attrezzi utilizzati per la preparazione e lapplicazione con solventi subito dopo lutilizzo.

FORNITURA
Confezioni da 2 kg (1,7 kg di Comp. A e 0,3
kg di Comp. B).

CONSERVAZIONE

SE 477 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Il materiale se immagazzinato in locali adeguati, nella confezione originale, ha una durata di 12 mesi.

Aspetto
Peso specifico
Densita prodotto indurito

QUALIT

50.000-200.000 mPas (Comp. A)


500-1.500 mPas (Comp. B)
Tempo di lavorabilit a +10C
2,5 ore ca.
Tempo di lavorabilit a +20C
1 ora ca.
Tempo di lavorabilit a +30C
30 minuti ca.
Temperatura minima di applicazione +5C
Indurimento finale (+20C)
dopo 7 gg
Resistenza a compressione a 28 gg > 60 N/mm2 ca.
Resistenza a flessione a 28 gg
20 N/mm2 ca.
Adesione al calcestruzzo
> 3 N/mm2 ca.

SE 477 sottoposto ad accurato e costante


controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

pasta fluida
1,7 g/cm3 ca. (Comp. A) - 1,0 g/cm3 ca. (Comp. B)
1,5 g/cm3 ca.

Viscosit

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

139

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


ADESIVO CEMENTIZIO PER PIASTRELLE
Supporti e tipologia piastrelle: vedi tabella a pag. 124-125

AD 8

Adesivo bianco e grigio per pavimenti e rivestimenti in interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie di posa deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere precedentemente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti o asportabili.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 25 kg di AD 8 aggiungere circa 7,5 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Attendere quindi 5 minuti
prima dellapplicazione. Rimescolare e stendere ladesivo con la spatola dentata. Limpasto cos ottenuto lavorabile per 8 ore. Non occorre bagnare preventivamente le piastrelle prima della loro posa. Le piastrelle si applicano facendo un leggero movimento a pressione e battendole accuratamente in modo che
tutta la superficie sia a perfetto contatto con il collante. Leventuale registrazione delle piastrelle deve
essere effettuata entro 40-50 minuti dalla posa. Nel caso di filmazione superficiale del collante non
bagnare la superficie ma rinfrescarla ripassandola con la spatola dentata. Per lincollaggio di piastrelle
allesterno e per la posa di pavimenti levigati in opera, adottare la tecnica della doppia spalmatura.

AVVERTENZE
Ladesivo fresco va protetto dal sole battente e dalla pioggia per almeno 24 ore.
AD 8 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, ad esclusione del lattice DE 80 (se richiesto).

COMPOSIZIONE
AD 8 un adesivo premiscelato secco a base di
cemento Portland bianco o grigio, sabbie selezionate ed additivi specifici per migliorare la
lavorabilit e ladesione.

FORNITURA
AD 8 Bianco: sacchi speciali con protezione
dallumidit da 25 kg ca. e sacchetti da 5 kg ca.
in scatole da 5 pezzi.
AD 8 Grigio: sacchi speciali con protezione
dallumidit da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
AD 8 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

140

CARATTERISTICHE TECNICHE
Aspetto
Peso specifico della polvere
Spessore massimo
Granulometria
Resa
Acqua di impasto
Tempo di riposo
Peso specifico della malta bagnata
Densit adesivo indurito
ph
Durata dell'impasto a + 20C
Temperatura di applicazione
Tempo aperto
Tempo di registrazione della piastrella

polvere bianca o grigia


1.300 kg/m3 ca.
10 mm
< 0,6 mm
3-4 kg/m2 ca.
30% ca.
5 minuti ca.
1.650 kg/m3 ca.
1.500 kg/m3 ca.
>12
8 ore ca.
da +5C a +35C
25 minuti ca.
50 minuti ca.

Tempo di attesa
per la stuccatura delle fughe

1 giorno ca.

Tempo di messa in esercizio


Resistenza a flessione a 28 gg

dopo almeno 14 gg
5 N/mm2 ca.

Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo elastico a 28 gg
Flessibilit
CONFORME ALLA NORMA
UNI EN 12004/1348 C1
Adesione a trazione iniziale

12 N/mm2 ca.
8.000 N/mm2 ca.
no
Valore Certificazione

Requisito Normativa

BIANCO

GRIGIO

0,9 N/mm ca.

1,3 N/mm ca.

>0,5 N/mm

Adesione a trazione dopo


immersione in acqua

0,7 N/mm ca.

0,5 N/mm ca.

>0,5 N/mm

Adesione a trazione dopo azione del calore


Adesione a trazione dopo cicli di gelo e disgelo

0,6 N/mm ca.


1,0 N/mm ca.

0,8 N/mm ca.


1,1 N/mm ca.

>0,5 N/mm
>0,5 N/mm

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


ADESIVO CEMENTIZIO PER PIASTRELLE
Supporti e tipologia piastrelle: vedi tabella a pag. 124-125

AK 82

Adesivo per spessori fino a 15 mm di colore grigio per interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie di posa deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere precedentemente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti o asportabili.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 25 kg aggiungere circa 7 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Attendere 5 minuti prima di applicare.
Rimescolare e stendere ladesivo con la spatola dentata. Limpasto ottenuto lavorabile per 8 h. Non
occorre bagnare le piastrelle prima della loro posa. Su sottofondi irregolari portare a livello con una
mano di AK 82, quindi applicarne uno strato successivo con la spatola dentata. Le piastrelle si applicano con un leggero movimento a pressione e battendole in modo che tutta la superficie sia a perfetto
contatto con il collante. Leventuale registrazione delle piastrelle deve essere effettuata entro 20-30
minuti dalla posa. Nel caso di filmazione superficiale non bagnare la superficie ma rinfrescarla ripassandola con la spatola dentata. Per lincollaggio allesterno e per la posa di pavimenti levigati in opera,
applicare uno strato di adesivo anche sul rovescio delle piastrelle.
ADESIVO A SPESSORE

COMPOSIZIONE
AK 82 un adesivo premiscelato secco a base
di cemento Portland grigio, sabbie selezionate
ed additivi specifici per migliorare la lavorabilit e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
AK 82 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

AVVERTENZE
Ladesivo fresco va protetto dal sole battente e dalla pioggia per almeno 24 ore.
AK 82 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei, ad esclusione del lattice DE 80 (se richiesto).

CARATTERISTICHE TECNICHE
Aspetto
Peso specifico della polvere
Granulometria
Resa
Acqua di impasto
Tempo di riposo
Peso specifico della malta bagnata
Densit adesivo indurito
ph
Durata dell'impasto a +20C
Temperatura di applicazione
Tempo aperto
Tempo di registrazione della piastrella
Tempo di attesa
per la stuccatura delle fughe
Tempo di messa in esercizio
Resistenza a flessione a 28 gg

polvere grigia
1.450 kg/m3 ca.
< 1,2 mm
1,4 kg/m2 ca. per mm di spessore
28% ca.
5 minuti ca.
1.750 kg/m3 ca.
1.550 kg/m3 ca.
>12
8 ore ca.
da +5C a +35C
25 minuti ca.
30 minuti ca.
1 giorno ca.
dopo almeno 14 gg
5 N/mm2 ca.

Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo elastico a 28 gg
Flessibilit

12 N/mm2 ca.
8.000 N/mm2 ca.
no

CONFORME ALLA NORMA


UNI EN 12004/1348 C1

Valore Certificazione

Requisito Normativa

Adesione a trazione iniziale

1,1 N/mm2 ca.


0,7 N/mm2 ca.
1,0 N/mm2 ca.
1,0 N/mm2 ca.

> 0,5 N/mm2


> 0,5 N/mm2
> 0,5 N/mm2
> 0,5 N/mm2

Adesione a trazione dopo immersione in acqua


Adesione a trazione dopo azione del calore
Adesione a trazione dopo cicli di gelo e disgelo

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

141

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


ADESIVO CEMENTIZIO PER PIASTRELLE
Supporti e tipologia piastrelle: vedi tabella a pag. 124-125

AP 71

Adesivo a media elasticit bianco e grigio per pavimenti e rivestimenti in interni ed esterni.
PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie di posa deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere precedentemente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti o asportabili.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 25 kg di AP 71 aggiungere circa 7 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Attendere quindi 10 minuti prima
dellapplicazione. Rimescolare e stendere ladesivo con la spatola dentata. Limpasto cos ottenuto lavorabile per 8 ore. Non occorre bagnare preventivamente le piastrelle prima della loro posa. Le piastrelle si
applicano facendo un leggero movimento a pressione e battendole accuratamente in modo che tutta la
superficie sia a perfetto contatto con il collante. Leventuale registrazione delle piastrelle deve essere effettuata entro 50-60 minuti dalla posa. Nel caso di filmazione superficiale del collante non bagnare la superficie ma rinfrescarla ripassandola con la spatola dentata. Per lincollaggio di piastrelle allesterno e per la
posa di pavimenti levigati in opera, applicare uno strato di adesivo anche sul rovescio delle piastrelle.

AVVERTENZE
SCIVOLAMENTO VERTICALE NULLO
TEMPO APERTO ALLUNGATO

COMPOSIZIONE
AP 71 un adesivo premiscelato secco a base
di cemento Portland bianco o grigio, sabbie
selezionate, resine sintetiche ed additivi specifici per migliorare la lavorabilit e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
AP 71 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

142

Ladesivo fresco va protetto dal sole battente e dalla pioggia per almeno 24 ore.
AP 71 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Aspetto
Peso specifico della polvere
Spessore massimo
Granulometria
Resa
Acqua di impasto
Tempo di riposo
Peso specifico della malta bagnata
Densit adesivo indurito
ph
Durata dell'impasto a + 20C
Temperatura di applicazione
Tempo aperto
Tempo di registrazione della piastrella

polvere bianca o grigia


1.300 kg/m3 ca.
10 mm
< 0,6 mm
3-4 kg/m2 ca.
28% ca.
10 minuti ca.
1.650 kg/m3 ca.
1.500 kg/m3 ca.
>12
8 ore ca.
da +5C a +35C
30 minuti ca.
60 minuti ca.

Tempo di attesa
per la stuccatura delle fughe

1 giorno ca.

Tempo di messa in esercizio


Resistenza a flessione a 28 gg

dopo almeno 14 gg
6 N/mm2 ca.

Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo elastico a 28 gg
Flessibilit
CONFORME ALLA NORMA
UNI EN 12004/1348 C2TE
Adesione a trazione iniziale

14 N/mm2 ca.
7.500 N/mm2 ca.
media
Valore Certificazione

Requisito Normativa

BIANCO

GRIGIO

2,1 N/mm ca.

1,9 N/mm ca.

> 1 N/mm

Adesione a trazione dopo


immersione in acqua

1,2 N/mm ca.

1,6 N/mm ca.

> 1 N/mm

Adesione a trazione dopo azione del calore


Adesione a trazione dopo cicli di gelo e disgelo

2,0 N/mm ca.


1,7 N/mm ca.

1,7 N/mm ca.


1,8 N/mm ca.

> 1 N/mm
> 1 N/mm

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


ADESIVO CEMENTIZIO PER PIASTRELLE
Supporti e tipologia piastrelle: vedi tabella a pag. 124-125

AZ 59

Superadesivo monocomponente a buona elasticit bianco e grigio per pavimenti e rivestimenti in interni ed esterni.
PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie di posa deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere precedentemente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti o asportabili.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 25 kg di AZ 59 aggiungere circa 7- 8 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con
agitatore meccanico fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Attendere quindi 10 minuti prima dellapplicazione. Rimescolare e stendere ladesivo con la spatola dentata. Limpasto cos ottenuto lavorabile per 8 ore. Non occorre bagnare preventivamente le piastrelle prima della loro posa. Le
piastrelle si applicano facendo un leggero movimento a pressione e battendole accuratamente in modo
che tutta la superficie sia a perfetto contatto con il collante. Leventuale registrazione delle piastrelle
deve essere effettuata entro 50-60 minuti dalla posa. Nel caso di filmazione superficiale del collante non
bagnare la superficie ma rinfrescarla ripassandola con la spatola dentata. Per lincollaggio di piastrelle
allesterno e per la posa di pavimenti levigati in opera, applicare uno strato di adesivo anche sul rovescio delle piastrelle.

AVVERTENZE
SOVRAPPOSIZIONI
POSA SU MASSETTI RISCALDATI
SCIVOLAMENTO VERTICALE NULLO
TEMPO APERTO ALLUNGATO

COMPOSIZIONE
AZ 59 un adesivo premiscelato secco a base
di cemento Portland bianco o grigio, sabbie
selezionate, contenente un alto quantitativo di
resine sintetiche ed additivi specifici per
migliorare la lavorabilit e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
AZ 59 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Ladesivo fresco va protetto dal sole battente e dalla pioggia per almeno 24 ore.
AZ 59 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Aspetto
Peso specifico della polvere
Spessore massimo
Granulometria
Resa
Acqua di impasto
Tempo di riposo
Peso specifico della malta bagnata
Densit adesivo indurito
ph
Durata dell'impasto a + 20C
Temperatura di applicazione
Tempo aperto
Tempo di registrazione della piastrella

polvere bianca o grigia


1.300 kg/m3 ca.
10 mm
< 0,6 mm
3-4 kg/m2 ca.
28% ca.
10 minuti ca.
1.650 kg/m3 ca.
1.500 kg/m3 ca.
>12
8 ore ca.
da +5C a +35C
30 minuti ca.
60 minuti ca.

Tempo di attesa
per la stuccatura delle fughe

1 giorno ca.

Tempo di messa in esercizio


Resistenza a flessione a 28 gg

dopo almeno 14 gg
7 N/mm2 ca.

Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo elastico a 28 gg
Flessibilit
CONFORME ALLA NORMA
UNI EN 12004/1348 C2TE
Adesione a trazione iniziale

13 N/mm2 ca.
6.500 N/mm2 ca.
buona

Adesione a trazione dopo


immersione in acqua
Adesione a trazione dopo azione del calore
Adesione a trazione dopo cicli di gelo e disgelo

Valore Certificazione

Requisito Normativa

BIANCO

GRIGIO

2,6 N/mm ca.


1,5 N/mm ca.

2,3 N/mm ca.


1,5 N/mm ca.

> 1 N/mm
> 1 N/mm

3,1 N/mm ca.


1,9 N/mm ca.

2,1 N/mm ca.


1,9 N/mm ca.

> 1 N/mm
> 1 N/mm

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

143

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


ADESIVO CEMENTIZIO PER PIASTRELLE
Supporti e tipologia piastrelle: vedi tabella a pag. 124-125

AQ 60

Adesivo a presa rapida monocomponente bianco e grigio per interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie di posa deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere precedentemente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti o asportabili.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 25 kg di AQ 60 aggiungere circa 6 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore
meccanico fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Rimescolare e stendere ladesivo con la
spatola dentata. Limpasto cos ottenuto lavorabile per 30 minuti circa. In condizioni normali di temperatura il tempo aperto di 15 minuti circa. Le piastrelle si applicano facendo un leggero movimento a pressione
e battendole accuratamente in modo che tutta la superficie sia a perfetto contatto con il collante. Leventuale
registrazione delle piastrelle deve essere effettuata entro 10-15 minuti dalla posa. Per lincollaggio allesterno
e per la posa di pavimenti in opera, applicare uno strato di adesivo anche sul rovescio delle piastrele.

AVVERTENZE
Ladesivo fresco va protetto dal sole battente e dalla pioggia per almeno 24 ore.
AQ 60 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.
PER MARMI
PRESA RAPIDA
SCIVOLAMENTO VERTICALE NULLO

COMPOSIZIONE
AQ 60 un adesivo premiscelato secco a rapida presa e idratazione, a base di cementi speciali bianchi o grigi, sabbie selezionate ed additivi specifici per migliorare la lavorabilit e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
AQ 60 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Aspetto
Peso specifico della polvere
Spessore massimo
Granulometria
Resa
Acqua di impasto
Tempo di riposo
Peso specifico della malta bagnata
Densit adesivo indurito
ph
Durata dell'impasto a + 20C
Temperatura di applicazione
Tempo di presa iniziale
Tempo aperto
Tempo di registrazione della piastrella

polvere bianca o grigia


1.300 kg/m3 ca.
10 mm
< 0,6 mm
3-4 kg/m2 ca.
24% ca.
nessuno
1.650 kg/m3 ca.
1.500 kg/m3 ca.
>12
30 minuti ca.
da +5C a +35C
2 ore e 30 minuti ca.
15 minuti ca.
15 minuti ca.

Tempo di attesa stuccatura fughe

4 ore ca.

Tempo di messa in esercizio


Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo elastico a 28 gg
Flessibilit
CONFORME ALLA NORMA
UNI EN 12004/1348 C2FT
Adesione a trazione iniziale

dopo 24 ore ca.


8,5 N/mm2 ca.
20 N/mm2 ca.
6.500 N/mm2 ca.
buona
Valore Certificazione
GRIGIO

1,5 N/mm ca.

2,1 N/mm ca.

> 1 N/mm

Adesione a trazione dopo


1,4 N/mm ca. 1,5 N/mm ca.
immersione in acqua
Adesione a trazione dopo azione del calore 2,1 N/mm ca. 2,4 N/mm ca.
Adesione a trazione dopo cicli di gelo e disgelo 2,0 N/mm ca. 1,6 N/mm ca.
Adesione a trazione anticipata dopo 24 h
1,1 N/mm ca. 1,3 N/mm ca.

> 1 N/mm

144

Requisito Normativa

BIANCO

> 1 N/mm
> 1 N/mm
> 0,5 N/mm
2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


ADESIVO CEMENTIZIO MONOCOMPONENTE PER PIASTRELLE
Supporti e tipologia piastrelle: vedi tabella a pag. 124-125

AT 99

Adesivo monocomponente ad elevata elasticit bianco e grigio per interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie di posa deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere precedentemente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti o asportabili.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco aggiungere ca. 7-7,5 litri di acqua e mescolare a mano o con agitatore meccanico. Attendere 5
minuti prima dellapplicazione. Rimescolare e stendere con la spatola dentata. Per applicazioni su facciata necessario applicare le piastrelle con tasselli qualora le dimensioni delle piastrelle superino i 60x40x1,5 cm; luso dei tasselli va valutato anche nel caso di formati pi piccoli. Per lincollaggio di piastrelle allesterno e per la posa di pavimenti levigati in opera, applicare uno strato di adesivo anche sul rovescio delle piastrelle. Non bagnare preventivamente le piastrelle prima della loro posa. Le piastrelle si applicano facendo un leggero movimento a pressione,
battendole accuratamente fino al perfetto contatto con il collante. Nel caso di filmazione del collante rinfrescarlo solo ripassandolo con la spatola. Effettuare entro trenta minuti dalla posa la registrazione delle piastrelle.

AVVERTENZE
PER MOSAICO
POSA IN PISCINE
SCIVOLAMENTO VERTICALE NULLO
TEMPO APERTO ALLUNGATO

COMPOSIZIONE
AT 99 un adesivo premiscelato secco a base
di cemento Portland bianco o grigio, resine
sintetiche, sabbie selezionate ed additivi specifici per migliorare la lavorabilit e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
AT 99 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Ladesivo fresco va protetto dal sole battente e dalla pioggia per almeno 24 ore.
AT 99 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Aspetto
Peso specifico della polvere
Spessore massimo
Granulometria
Resa
Acqua di impasto
Tempo di riposo
Peso specifico della malta bagnata
Densit adesivo indurito
ph
Durata dell'impasto a + 20C
Temperatura di applicazione
Tempo aperto
Tempo di registrazione della piastrella

polvere bianca o grigia


1.300 kg/m3 ca.
10 mm
< 0,6 mm
3-4 kg/m2 ca.
28% ca.
5 minuti ca.
1.650 kg/m3 ca.
1.450 kg/m3 ca.
>12
3 ore ca.
da +5C a +35C
30 minuti ca.
30 minuti ca.

Tempo di attesa
per la stuccatura delle fughe

1 giorno ca.

Tempo di messa in esercizio


Resistenza a flessione a 28 gg

dopo almeno 14 gg
5 N/mm2 ca.

Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo elastico a 28 gg
Flessibilit
CONFORME ALLA NORMA
UNI EN 12004/1348 C2TE
Adesione a trazione iniziale

9 N/mm2 ca.
6.500 N/mm2 ca.
alta
Valore Certificazione

Requisito Normativa

BIANCO

GRIGIO

2,5 N/mm ca.

1,5 N/mm ca.

> 1 N/mm

Adesione a trazione dopo


immersione in acqua

1,7 N/mm ca.

1,6 N/mm ca.

> 1 N/mm

Adesione a trazione dopo azione del calore


Adesione a trazione dopo cicli di gelo e disgelo

2,6 N/mm ca.


1,6 N/mm ca.

2,0 N/mm ca.


1,8 N/mm ca.

> 1 N/mm
> 1 N/mm

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

145

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


ADESIVO IN PASTA MONOCOMPONENTE PER PIASTRELLE
Supporti e tipologia piastrelle: vedi tabella a pag. 124-125

FASSAFIX

Adesivo bianco in pasta pronto alluso ad alta flessibilit per interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie di posa deve essere libera da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc.
devono essere preventivamente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti o asportabili. I sottofondi
cementizi devono essere asciutti, per evitare perdite di adesione.

LAVORAZIONE
Prima dellapplicazione, mescolare FASSAFIX a mano. Stendere il prodotto con idonea spatola dentata, a
seconda delle dimensioni delle piastrelle.
Le piastrelle si applicano facendo un leggero movimento a pressione e battendole accuratamente in
modo che tutta la superficie sia a perfetto contatto con il collante. Leventuale registrazione delle piastrelle deve essere effettuata entro 60 minuti dalla posa. Nel caso di filmazione superficiale del collante, rinfrescare la superficie ripassandola con la spatola dentata.

AVVERTENZE

FASSAFIX un adesivo in pasta composto da


resine sintetiche, sabbie selezionate ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

Non utilizzare allesterno.


Non applicare a temperature inferiori a +5C.
Non utilizzare in immersione continua in acqua.
Non utilizzare su supporti metallici.
Non utilizzare per la posa di piastrelle non assorbenti su supporti non assorbenti.
Non utilizzare per la posa di materiali macchiabili ed instabili allumidit.

FORNITURA

FASSAFIX deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

COMPOSIZIONE

Confezioni da 25 e da 10 kg ca.

CARATTERISTICHE TECNICHE
CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato in
locali adeguati, nella confezione originale, ha
una durata di 12 mesi.

QUALIT
FASSAFIX sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Aspetto
Peso specifico

pasta bianca
1.600 kg/m3 ca.

Granulometria
Viscosit (Brookfield) a +20C
ph
Resa
Temperatura di applicazione
Tempo aperto
Tempo di registrazione della piastrella

< 0,6 mm
600.000 cPs ca.
9 ca.
2-4 kg/m2 ca.
da +5C a +35C
30 minuti ca.
60 minuti ca.

Tempo di attesa
per la stuccatura delle fughe

24 ore ca.

Tempo di messa in esercizio


Flessibilit

da 7 a 14 gg
alta

CONFORME ALLA NORMA


UNI EN 12004/1348 D2TE
Adesione iniziale a taglio
Adesione a taglio dopo
invecchiamento termico
Adesione dopo immersione in acqua
Adesione a temperatura elevata

146

Valore Certificazione

Requisito Normativa

3,4 N/mm2 ca.

> 1 N/mm2

4,1 N/mm2 ca.

> 1 N/mm2

0,8 N/mm2 ca.


3,9 N/mm2 ca.

> 0,5 N/mm2


> 1 N/mm2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


ADESIVO POLIURETANICO BICOMPONENTE PER PIASTRELLE
Supporti e tipologia piastrelle: vedi tabella a pag. 124-125

AX 91

Adesivo bicomponente poliuretanico bianco e grigio ad altissima flessibilit.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie di posa deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere precedentemente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti o asportabili. I sottofondi
cementizi devono essere asciutti, per evitare perdite di adesione. necessario sabbiare le superfici ferrose in presenza di ruggine.

LAVORAZIONE
Ad ogni confezione da 9,4 kg di AX 91 Comp. A aggiungere una confezione da 0,6 kg di AX 91 Comp. B e
mescolare con agitatore meccanico fino ad ottenere un impasto omogeneo e mescolare a bassi giri per
evitare che il prodotto si riscaldi. Non lavorare a temperature inferiori a +10C. Stendere ladesivo con la
spatola liscia per uno spessore di 2 mm ca. quindi rigare la superficie con lutilizzo di una spatola dentata. Lo spessore minimo deve risultare comunque di almeno un millimetro. Limpasto cos ottenuto lavorabile per circa unora e mezza. Nel caso di impermeabilizzazione, dopo lapplicazione con la spatola liscia,
attendere lindurimento dello strato applicato e dopo 1 giorno, applicare con la spatola dentata ulteriore
adesivo per la posa delle piastrelle. Non bisogna bagnare le piastrelle prima della posa. Le piastrelle si applicano facendo un leggero movimento a pressione e battendole accuratamente in modo che tutta la superficie sia a perfetto contatto con il collante. Pulire il collante finch ancora fresco con alcool o diluente.
FONDI PARTICOLARI:
ASFALTO / LEGNO
METALLO / PVC

COMPOSIZIONE
Componente A: a base di resine poliuretaniche.
Componente B: relativo indurente.

AVVERTENZE
Ladesivo fresco va protetto dal sole battente e dalla pioggia per almeno 24 ore.
Ladesivo fresco va protetto dal gelo per almeno 7 giorni.
AX 91 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE

FORNITURA
Confezioni speciali con protezione dallumidit da 10 kg (9,4 kg di Comp. A e 0,6 kg di
Comp. B).

CONSERVAZIONE
II materiale se immagazzinato in locali adeguati, nella confezione originale, ha una durata di 12 mesi.

QUALIT
AX 91 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Aspetto
Peso specifico
Residuo secco
Rapporto d'impasto
Peso specifico impasto
Durata dell'impasto a +20C
Resa
Temperatura di applicazione
Tempo aperto
Tempo di registrazione della piastrella
Tempo di attesa stuccatura fughe
Tempo di messa in esercizio
Consistenza
Flessibilit
Resistenza all'umidit
Resistenza agli oli ed ai solventi
Resistenza ad alcali ed acidi
Resistenza all' invecchiamento
CONFORME ALLA NORMA
UNI EN 12003 R2
Adesione iniziale
Adesione dopo immersione in acqua
Adesione dopo sbalzo termico

Componente A
Componente B
pasta tixotropica
liquido giallo chiaro
1,600 kg/l ca.
0,900 Kg/l ca.
97% ca.
97% ca.
9,4 parti di Comp. A e 0,6 parti di Comp. B (confezioni predosate)
1,600 kg/l ca.
90 minuti ca.
- per incollare: 1,5-2,5 kg/m2 ca.;
- per impermeabilizzare: 3-3,5 kg/m2 ca.
da +10C a +30C
60 minuti ca.
90 minuti ca.
12 ore ca.
dopo 3 giorni ca.
molto pastoso
altissima
ottima
buona
buona
ottima
Valore certificazione
Requisito normativa
Bianco

Grigio

3,9
2,9 N/mm2 ca.
2,5 N/mm2 ca. 2,2 N/mm2 ca.
3,3 N/mm2 ca. 2,3 N/mm2 ca.
N/mm2 ca.

> 2 N/mm2
> 2 N/mm2
> 2 N/mm2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

147

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


LATTICE PER ADESIVI CEMENTIZI

DE 80

Lattice superelastico per adesivi cementizi per interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie di posa deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere precedentemente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti o asportabili.

LAVORAZIONE

SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 233)

Omogeneizzare DE 80 mescolandolo. Ad ogni sacco da 25 kg di AD 8 aggiungere ca. 8-9 l di DE 80, mentre per AK 82 aggiungere ca. 7-8 l di DE 80. Mescolare a mano o con agitatore meccanico fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi, attendere 5 minuti, rimescolare e stendere ladesivo con la spatola dentata. Non occorre bagnare le piastrelle prima della loro posa. Le piastrelle si applicano facendo un
leggero movimento a pressione e battendole accuratamente in modo che tutta la superficie sia a perfetto
contatto con il collante. Nel caso di filmazione superficiale del collante non bagnare la superficie ma rinfrescarla ripassandola con la spatola dentata. Per lincollaggio di piastrelle allesterno e per la posa di pavimenti levigati in opera, applicare uno strato di adesivo anche sul rovescio delle piastrelle.

CARATTERISTICHE TECNICHE
COMPOSIZIONE
DE 80 una dispersione acquosa di un polimero caratterizzato da un elevato potere legante,
il film che forma resistente alla saponificazione e stabile agli agenti atmosferici. DE 80 si
impiega in sostituzione dellacqua dimpasto,
in combinazione con i collanti cementizi AD 8
e AK 82; ne migliora ladesione ai supporti, la
flessibilit e limpermeabilit.

FORNITURA
Confezioni da kg 20 e da kg 5 ca.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato
in locali adeguati, nella confezione originale, ha una durata di 12 mesi.

QUALIT
DE 80 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Aspetto
Peso specifico
ph
Viscosit
Contenuto di solidi
Quantit d'uso
Tempo di riposo
Peso specifico della malta bagnata

liquido fluido di colore bianco


1,030 kg/l ca.
7 ca.
20 cPs ca.
30% ca.
DE 80 + AD 8
DE 80 + AK 82
33% ca.
30% ca.
5 minuti ca.
5 minuti ca.
1.650 kg/m3 ca.
1.750 kg/m3 ca.

ph
Durata dell'impasto a +20C
Temperatura di applicazione
Tempo aperto

>12
8 ore ca.
da +5C a +35C
15 minuti ca.

>12
8 ore ca.
da +5C a +35C
15 minuti ca.

Tempo di registrazione
della piastrella

50 minuti ca.

50 minuti ca.

Tempo di attesa
per la stuccatura delle fughe

1 giorno ca.

1 giorno ca.

dopo almeno 14 gg.

dopo almeno 14 gg.

8,5 N/mm ca.


11 N/mm2 ca.
5.000 N/mm2 ca.
alta

9 N/mm2 ca.
12 N/mm2 ca.
5.000 N/mm2 ca.
alta

Tempo di messa in esercizio


Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo elastico a 28 gg
Flessibilit

AD8 + DE80
NORMA UNI EN 12004/1348
Adesione a trazione iniziale

148

Valore certificazione
2,0 N/mm2 ca.

Requisito normativa
> 1 N/mm2

Adesione a trazione dopo


immersione in acqua

1,0 N/mm2 ca.

>

1 N/mm2

Adesione a trazione dopo azione del calore


Adesione a trazione dopo cicli di gelo e disgelo

2,3 N/mm2 ca.


1,0 N/mm2 ca.

>
>

1 N/mm2
1 N/mm2

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


PROMOTORE DI ADESIONE PER FONDI BASE GESSO

PRODOTTI COMPLEMENTARI

DG 74

Primer allacqua a base di resine sintetiche.


IMPIEGO
DG 74 viene usato come promotore di adesione prima di posare piastrelle di ceramica, gres, pietre naturali, su supporti costituiti da intonaci di gesso o massetti in anidrite con gli adesivi: AD 8, AP 71, AZ 59,
AK 82, AQ 60 e AT 99.

PREPARAZIONE DEL FONDO


La superficie di applicazione deve essere libera da polvere o sporco; eventuali tracce di grassi devono
essere precedentemente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti o asportabili.

LAVORAZIONE
Omogeneizzare DG 74 mescolandolo prima dell impiego. Applicare uniformemente DG 74 tal quale sulla
superficie di posa con pennello o rullo. Aspettare la completa filmazione di DG 74 prima della posa delle
piastrelle.
SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 233)

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
DG 74 una dispersione acquosa di un polimero caratterizzato da una buona penetrazione ed isolamento delle superfici di gesso o anidrite. Le capacit leganti e filmanti di DG 74
determinano un elevato potere consolidante
ed impermeabilizzante del sottofondo sul
quale viene applicato.

FORNITURA
Confezioni da kg 20 e da kg 5 ca.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato
in locali adeguati, nella confezione originale, ha una durata di 12 mesi.

Non usare per la posa di rivestimenti su superfici non ancora stagionate e dove sia presente
dellacqua per tempo prolungato.
DG 74 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Aspetto
Peso specifico
ph
Consumo
Temperatura di applicazione
Viscosit
Tempo di essiccazione minimo
Contenuto di solidi

liquido fluido di colore bianco


1,020 kg/l ca.
8,5 ca.
100/200 g/m2 ca.
da +5C a +35C
15 cPs ca.
2 ore ca.
20 % ca.

QUALIT
DG 74 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

149

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


RIEMPITIVO PER FUGHE A BASE CEMENTIZIA

FC 830

Sigillante in polvere a base cementizia per fughe da 0-4 mm per interni ed esterni, bianco e colorato.
PREPARAZIONE DEL FONDO
Le fughe da sigillare devono essere riempite per tutto lo spessore delle piastrelle. Nei periodi molto caldi
e con piastrelle assorbenti inumidire preventivamente le fughe evitando un eccesso d'acqua.

LAVORAZIONE
Per ogni confezione da 5 kg di FC 830 aggiungere 1,3 - 1,8 litri di acqua pulita (ad ogni sacco da 25 kg
aggiungere 6-9 litri ca.) a seconda dell'applicazione del prodotto su pavimenti o rivestimenti. Mescolare
a mano o con agitatore meccanico fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Attendere
5 minuti prima dell'applicazione, rimescolare e riempire completamente le fughe utilizzando una spatola gommata flessibile. Iniziare loperazione di pulizia quando limpasto ha perso elasticit.

AVVERTENZE
FUGHE DA 0 a 4 mm

SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 233)

COMPOSIZIONE

Prima di utilizzare FC 830 con piastrelle porose verificare che la superficie da fugare sia pulibile.
Il sigillante fresco va protetto dal sole battente e dalla pioggia per almeno 24 ore.
FC 830 deve essere utilizzato allo stato originale senza l'aggiunta di materiali estranei, ad
esclusione del lattice DR 843 (se richiesto).

CARATTERISTICHE TECNICHE

FC 830 un sigilante premiscelato secco,


disponibile in diversi colori, composto da
cemento Portland bianco o grigio, sabbie selezionate ed additivi specifici per migliorare la
lavorabilit e l'adesione.

Aspetto
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto

FORNITURA

Resa

Bianco: sacchi speciali con protezione dall'umidit da 20 kg ca. e sacchetti da 5 kg ca.


in scatole da 5 pezzi.
Colorato: sacchetti da 5 kg ca. in scatole da
5 pezzi.
Tinte: 20 colori.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
FC 830 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Tempo di riposo
Peso specifico della malta bagnata
Densit sigilante indurito
ph
Durata dell'impasto a +20C
Temperatura di applicazione

polvere bianca o colorata


1.050 kg/m3 ca.
< 0,3 mm
30% ca.
Dipende dalla dimensione della fuga e dal formato
della piastrella
5 minuti ca.
1.650 kg/m3 ca.
1.750 kg/m3 ca.
>12
90 minuti ca.
da +5C a +35C

Tempo di messa in esercizio


Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo elastico a 28 gg
Pedonabilit
Flessibilit

dopo almeno 14 gg
8,5 N/mm2 ca.
32 N/mm2 ca.
12.000 N/mm2 ca.
24 ore ca.
no

CONSUMO FC 830 g/m2 ca.

CONSIGLI APPLICATIVI
Nel caso di sollecitazioni gravose
miscelare con DR 843 (pag. 153).

150

Tipo piastrella
Mosaico
Bicottura
Bicottura
Bicottura
Bicottura
Monocottura
Monocottura
Monocottura

Formato (cm)
5x5
10x10
15x15
20x20
20x30
30x30
40x40
50x50

2 mm
320
500
300
250
200
150
120
100

Larghezza fughe
3 mm
500
700
450
350
300
200
150
150

4 mm
650
600
600
500
400
300
220
170

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


RIEMPITIVO PER FUGHE A BASE CEMENTIZIA

FC 854

Sigillante in polvere a base cementizia per fughe da 4-15 mm per interni ed esterni, bianco e colorato.
PREPARAZIONE DEL FONDO
Le fughe da sigillare devono essere riempite per tutto lo spessore delle piastrelle. Nei periodi molto caldi
e con piastrelle assorbenti inumidire preventivamente le fughe evitando un eccesso dacqua.

LAVORAZIONE
Per ogni sacco da 25 kg di FC 854 aggiungere circa 5-6 litri di acqua pulita a seconda dellapplicazione
del prodotto su pavimenti o rivestimenti. Mescolare a mano o con agitatore meccanico fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Attendere 5 minuti prima dellapplicazione, rimescolare e
riempire completamente le fughe utilizzando una spatola gommata flessibile. Per la sigilatura dei pavimenti, dopo aver riempito le fughe, cospargere la superficie di FC 854 ed attendere che questo venga
assorbito dallimpasto prima di effettuare la pulizia.

AVVERTENZE
FUGHE DA 4 a 15 mm

SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 233)

COMPOSIZIONE
FC 854 un sigilante premiscelato a secco, in
diversi colori, a base di cemento Portland bianco o grigio, sabbie selezionate ed additivi specifici per migliorare la lavorabilit e ladesione.

Prima di utilizzare FC 854 con piastrelle porose verificare che la superficie da fugare sia pulibile.
Il sigillante fresco va protetto dal sole battente e dalla pioggia per almeno 24 ore.
FC 854 deve essere utilizzato allo stato originale senza laggiunta di materiali estranei, ad
esclusione del lattice DR 843 (se richiesto).

CARATTERISTICHE TECNICHE
Aspetto
Peso specifico della polvere
Granulometria

polvere bianca o colorata


1.300 kg/m3 ca.
< 0,6 mm

FORNITURA

Acqua di impasto

Sacchi speciali con protezione dallumidit


da 25 kg ca.
Tinte: 7 colori.

Resa

20-25% ca.
Dipende dalla dimensione della fuga e dal formato
della piastrella

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
FC 854 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Tempo di riposo
Peso specifico della malta bagnata
Densit stucco indurito
ph
Durata dell'impasto a +20C
Temperatura di applicazione

5 minuti ca.
1.750 kg/m3 ca.
1.900 kg/m3 ca.
>12
90 minuti ca.
da +5C a +35C

Tempo di messa in esercizio


Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo elastico a 28 gg
Pedonabilit
Flessibilit

dopo almeno 14 gg
8,5 N/mm2 ca.
26 N/mm2 ca.
12.000 N/mm2 ca.
24 ore ca.
no

CONSUMO FC 854 g/m2 ca.

CONSIGLI APPLICATIVI
Nel caso di sollecitazioni gravosemiscelare con DR 843 (pag. 153).

Tipo piastrella
Bicottura
Bicottura
Bicottura
Bicottura
Gres
Gres
Cotto
Cotto

Formato (cm)
10x10
10x15
20x20
30x30
40x40
50x50
25x25
30x30

5 mm
1.650
1.100
700
500
350
300
900
750

Larghezza fughe
7 mm
2.300
1.500
950
700
500
450
1.250
1.000

10 mm
3.280
2.200
1.350
1.000
750
600
2.650
1.650

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

151

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


RIEMPITIVO PER FUGHE EPOSSIDICO BICOMPONENTE
Supporti: PAVIMENTI E RIVESTIMENTI ANTIACIDO

FE 838

Sigillante epossidico bicomponente antiacido per fughe da 3-10 mm per interni ed esterni.
PREPARAZIONE DEL FONDO
Le fughe da sigillare devono essere riempite per tutto lo spessore delle piastrelle. Il sottofondo deve essere complettamente asciutto.

LAVORAZIONE
Per ogni confezione di FE 838 versare il Componente B (indurente) nel Componente A (resina) e mescolare con cura fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Stendere limpasto con una spatola metallica flessibile, o con una spatola dura oppure con pistola ad estrusione. Pulire con acqua e spugna o con monospazzola con disco in feltro abrasivo quando limpasto ancora fresco fino a totale
rimozione del sigillante. La pasta risulta lavorabile per circa 45 minuti e sar pedonabile dopo 24 ore
circa a +20C. Una diminuzione della temperatura comporta allungamenti sensibili dei tempi di pedonabilit (a +15C saranno di circa 3 giorni).

AVVERTENZE
Il sigilante fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione.
Pulire mani ed attrezzi quando l'impasto ancora fresco con abbondante acqua.
RESISTENTE AGLI ACIDI

FE 838 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.
Attenzione: FE 838 non pu essere ripulito ad indurimento avvenuto.

SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 233)

COMPOSIZIONE
Componente A: a base di resine epossidiche.
Componente B: relativo indurente.

FORNITURA
Confezioni speciali con protezione dallumidit da 10 kg (9,4 kg di Comp. A e 0,6 kg di
Comp. B).
Tinte: 4 colori.

CONSERVAZIONE
Il materiale se immagazzinato in locali adeguati, nella confezione originale, ha una
durata di 12 mesi.

QUALIT
FE 838 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Aspetto
Peso specifico
Residuo secco
Colore
Peso specifico impasto
Durata dell'impasto a +20C
Temperatura di applicazione
Tempo di messa in esercizio
Resistenza all'umidit
Resistenza alla temperatura
Resistenza all'invecchiamento
Resistenza agli alcali
Resistenza agli acidi
Resistenza agli oli
Pedonabilit
Rapporto d'impasto
Flessibilit
Adesione a 28 gg

Componente A
Componente B
pasta densa
liquido denso
1,650 kg/l ca.
0,980 kg/l ca
100%
100%
4 colori
ambrato
1,600 kg/l ca.
45 minuti ca.
da +12C a +30C
dopo 15 giorni ca. a +20C
ottima
-20C / +140C
ottima
ottima
buona
buona
dopo almeno 24 ore a +20C
9,4 parti di Comp. A + 0,6 parti di Comp. B
limitata
3 N/mm2 ca.

CONSUMO FE 838 g/m2 ca.


Tipo piastrella
Gres
Klinker
Klinker
Gres porcellanato
Gres porcellanato
Gres porcell. spess.

152

Formato (cm)
7,5x15
12x24
25x25
20x20
30x30
20x20

5 mm
1.100
1.200
800
680
500
1.200

Larghezza fughe
7 mm
1.700
1.100
950
700
1.700

10 mm
2.400
1.600
1.350
1.000
2.400

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


LATTICE PER RIEMPITIVI PER FUGHE

DR 843

Lattice elastico per riempifughe per interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Le fughe da sigillare devono essere riempite per tutto lo spessore delle piastrelle. Nei periodi molto caldi
e con piastrelle assorbenti inumidire preventivamente le fughe evitando un eccesso di acqua.

LAVORAZIONE
Omogeneizzare DR 843 mescolandolo prima dellimpiego. Per ogni 5 kg di FC 830 aggiungere circa 1,41,8 litri di DR 843, per 25 kg di FC 854 usare circa 5,5 litri di DR 843. Mescolare a mano o con agitatore meccanico fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Se limpasto poco fluido, portarlo alla consistenza richiesta aggiungendo DR 843 e non acqua. Non eccedere nel dosaggio di DR 843
per evitare fenomeni di bleeding. Attendere quindi 5 minuti prima dellapplicazione. Rimescolare e riempire completamente le fughe utilizzando una spatola gommata flessibile. Limpasto cos ottenuto lavorabile per circa 90 minuti. Iniziare loperazione di pulizia quando limpasto ha perso la plasticit, dopo
circa 20 minuti dall'applicazione dello stucco.
SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 233)

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
DR 843 una dispersione acquosa di un polimero caratterizzato da un elevato potere
legante, il film che forma resistente alla
saponificazione e stabile agli agenti atmosferici. DR 843 si impiega in sostituzione dellacqua
dimpasto, in combinazione con i sigillanti
cementizi FC 830 e FC 854 dei quali aumenta
le caratteristiche meccaniche, la resistenza
allabrasione e limpermeabilit.

FORNITURA
Confezioni da kg 20 e da kg 5 ca.

CONSERVAZIONE
Il materiale se immagazzinato in locali adeguati, nella confezione originale, ha una
durata di 12 mesi.

QUALIT
DR 843 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Il sigillante fresco va protetto dal sole battente e dalla pioggia per almeno 24 ore.
DR 843 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Aspetto
Peso specifico
ph
Viscosit
Contenuto di solidi

liquido di colore bianco


1,010 kg/l ca.
8,5 ca.
10 cPs ca.
10% ca.

CARATTERISTICHE E CONDIZIONI DI APPLICAZIONE


Quantit duso
Tempo di riposo
Peso specifico della malta bagnata
ph
Durata dellimpasto a +20C
Temperatura di applicazione
Pedonabilit
Tempo di messa in esercizio
Resistenza a flessione a 28 gg.
Resistenza a compressione a 28 gg.
Modulo di elasticit

DR 843 con FC 830


30% ca.
5 minuti ca.
1.650 Kg/m3 ca.
> 12
90 minuti ca.
da +5C a +35C
24 ore ca.
dopo almeno 14 gg
11 N/mm2 ca.
34 N/mm2 ca.
10.000 N/mm2 ca.

DR 843 con FC 854


25% ca.
5 minuti ca.
1.750 Kg/m3 ca.
> 12
90 minuti ca.
da +5C a +35C
24 ore ca.
dopo almeno 14 gg
10 N/mm2 ca.
26 N/mm2 ca.
9.000 N/mm2 ca.

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

153

PAVIMENTAZIONE E POSA RIVESTIMENTI


DETERGENTE

D 91

Detergente per la pulizia delle piastrelle ceramiche.


IMPIEGO
D 91 utilizzato per rimuovere incrostazioni, tracce di cemento, calce, adesivi a base cementizia (tipo AD
8, ecc.), riempifughe a base cementizia (FC 854 e FC 830), efflorescenze saline da superfici in ceramica,
pietre naturali (resistenti agli acidi, non su marmi, travertini, ecc.). Pu inoltre essere impiegato per rimuovere incrostazioni su materiali ed attrezzi da costruzione impiegati abitualmente in cantiere.

LAVORAZIONE
D 91 pu essere diluito con acqua in tutti i rapporti a seconda del tipo e dellentit delle incrostazioni da
eliminare. Applicare la miscela in modo uniforme a spruzzo o con altro mezzo appropriato sulla superficie da trattare, quindi lasciar agire per circa 10 minuti, infine pulire con spazzola o spugna abrasiva.
Risciacquare abbondantemente. Per sottofondi molto assorbenti, saturare preventivamente con acqua.
Per pulizie difficoltose coprire la superficie con fogli di polietilene evitando levaporazione veloce.
SISTEMA SOTTOFONDI (pag. 233)

COMPOSIZIONE
D 91 un detergente acido concentrato, composto da una miscela di acidi con inibitori di
corrosione.

FORNITURA
Bottiglie da 1 kg ca. in scatole da 24 pezzi.
Taniche da 5 kg ca.

CONSERVAZIONE
Il materiale se immagazzinato in locali adeguati, nella confezione originale, si conserva
per almeno 12 mesi.

QUALIT
D 91 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

154

AVVERTENZE
Non utilizzare D 91 su marmo od altre pietre calcaree, non resistenti agli acidi.
Non utilizzare D 91 su piastrelle od altre superfici smaltate non resistenti agli acidi.
Utilizzare D 91 con guanti di gomma ed occhiali.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Aspetto
Peso specifico
ph
Tempo di azione
Colore
Solubilit in acqua
Tossicit

liquido
1,02 kg/l ca.
12 ca.
5-10 minuti ca.
blu (eventuali alterazioni cromatiche
non compromettono in alcun modo
l'efficacia del prodotto)
totale in tutti i rapporti di diluizione
irritante per gli occhi e per la pelle; in caso
di contatto con gli occhi, lavare
abbondantemente con acqua

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

155

ISOLAMENTO TERMICO
1
7

TIPOLOGIA SUPPORTI:

156

INTONACO DI FONDO CALCE

INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

TERMOLATERIZIO

LATERIZIO

CALCESTRUZZO

BLOCCHI IN CEMENTO

PIETRA

COMFORT AMBIENTALE, RISPARMIO ENERGETICO E CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI


Comfort ambientale (Benessere termoigrometrico)
La natura e le caratteristiche degli involucri esterni incidono notevolmente sulle risposte termiche e igrometriche degli edifici condizionando il comfort
ambientale; in particolare il comportamento delle superfici esterne dipende dai materiali che le costituiscono e dalla presenza o meno di uno strato isolante.
Un insufficiente isolamento termico porta alla formazione di ponti termici che incrementano la dispersione del calore: questa situazione pu provocare la
riduzione della temperatura delle superfici interne delledificio, determinando la formazione di condense e conseguentemente di muffe, pregiudicando cos la
salubrit degli ambienti. Lobiettivo di un adeguato isolamento termico quello di eliminare la possibile formazione dei ponti termici mantenendo le temperature delle superfici interne il pi elevate possibili, evitando cos la formazione di condense e muffe.

Risparmio energetico e tutela dellambiente


La buona coibentazione dellinvolucro esterno ha come conseguenza diretta la realizzazione di edifici a basso consumo energetico, caratteristica divenuta oramai un imperativo improrogabile dettato da diverse esigenze. Infatti ad un basso consumo energetico, oltre ad un considerevole risparmio economico dovuto alla riduzione delle spese di riscaldamento e raffrescamento, si accompagna anche una ridotta emissione di anidride carbonica (CO2) in un atmosfera gi
fortemente provata. Tutela del clima e dellambiente, benessere abitativo e bassi costi di gestione, sono i tre punti fondamentali che si possono soddisfare tramite lutilizzo di particolari sistemi di isolamento termico.

Certificazione degli edifici


Limportanza dellisolamento termico degli edifici tale che viene regolata da diverse Leggi e Decreti Legislativi: lultimo il n 311 del 29 dicembre 2006
(Disposizione correttiva e integrativa al DLgs n 192 del 19 agosto 2005) che fissa, in funzione della posizione geografica, il livello di isolamento degli edifici
e prevede, tra le altre cose, la graduale applicazione della certificazione energetica delledificio; questo certificato dovr indicare la quantit di energia consumata annualmente dalledificio e sar indispensabile negli atti di compravendita e locazione incidendo anche sul valore commerciale delledificio stesso.

GLOSSARIO
Sistema disolamento a cappotto
Il sistema a cappotto serve per isolare in modo sicuro e continuo pareti costituite anche da materiali diversi; la diversit pu riguardare il comportamento
alle sollecitazioni termiche, le caratteristiche meccaniche, la conformazione superficiale. Queste diversit sono molto frequenti nelle costruzioni edili (tipico
esempio: cemento armato e laterizio) e sono causa di diversi fenomeni, tra i quali la formazione di ponti termici. Lisolamento a cappotto pu essere eseguito con il sistema a lastra (sughero, polistirolo, ecc.) o con lutilizzo di un termointonaco.

Ponte termico
un elemento non isolante che provoca una rapida dispersione di calore da un materiale ad un altro; si verifica in presenza di discontinuit, giunture, connessioni (pilastri, travi, balconi, davanzali) e comunque in qualsiasi situazione dove vengano accostati materiali con risposte termiche diverse (giunti di malta
tra i termolaterizi che compongono la muratura); tutto ci causa sprechi energetici e fenomeni di condensa proprio per una repentina variazione localizzata delle temperature.

Coibentazione
linsieme di accorgimenti usati per impedire la trasmissione di calore attraverso una parete che divide ambienti a temperatura diversa. detta pi propriamente coibentazione termica o isolamento termico. Unadeguata coibentazione degli edifici permette di diminuire la dispersione termica durante la stagione fredda e
quindi di ottenere un risparmio energetico per il riscaldamento degli ambienti; previene inoltre eventuali ponti termici e i fenomeni di condensa e muffe che ne
conseguono. La coibentazione si ottiene mediante limpiego di materiali termicamente isolanti, cio caratterizzati da una bassa conducibilit termica.

Conducibilit termica (lambda)

il parametro che identifica il comportamento dei vari materiali nella trasmissione del calore e viene espressa in W/m. K.

Potenza termica W (watt) e Temperatura K (Kelvin)


W: energia termica scambiata nellunit di tempo; 1 Kcal/h=1,16 W; K: unit di misura della temperatura termodinamica.

Conduttanza termica unitaria C

Indica quanto calore disperde un edificio, una parete o altro e viene espressa in W/m2 . K. Si ottiene dividendo la conducibilit termica per lo spessore (in metri)
del materiale oggetto della trasmissione di calore.

Resistenza termica unitaria interna R

Viene espressa in m2 . K/W e indica la resistenza che un materiale offre al passaggio di energia termica. Attraverso le resistenze termiche dei vari materiali costituenti la parete si possono facilmente individuare sia la R totale, sia le temperature a ogni interfaccia dei vari materiali costituenti la parete. A questa sommatoria vengono aggiunte le resistenze termiche liminari, interne ed esterne, della parete.

Trasmittanza totale U

Indica lenergia termica che viene dispersa, in determinate condizioni, attraverso un materiale di un determinato spessore. Viene espressa in W/m2 . K e si ottiene calcolando linverso della resistenza termica totale: U = 1/R.

Zone Climatiche
Il territorio italiano stato suddiviso, in funzione dei gradi-giorno, in sei zone climatiche (A, B, C, D, E, F).

157

ISOLAMENTO TERMICO
PRODOTTI
SUPPORTO

TERMOLATERIZIO

TIPOLOGIA PRODOTTO

MALTA PER MURATURA

AMBIENTE
INTERNO ESTERNO

COSTRUZIONE
NUOVA ESISTENTE

ADESIVO RASANTE

PANNELLO IN POLISTIROLO

CALCESTRUZZO

MI 216

Classe M10

22

ML 203

Classe M5

23

KT 48 - A 64

KT 48
Intonaco termico

159-166

KT 48 - AL 88

KT 48
Intonaco termico

159-165

KT 48
Intonaco termico
KT 48
S 650-KT 48-AL 88 Intonaco termico

188-159
166
188-159
165

CP 290

Pannelli polistirolo

160

AB 57

Pannelli polistirolo

161

AN 55

Pannelli polistirolo

162

A 50

Pannelli polistirolo

163

A 96

Pannelli polistirolo,
lana minerale

164

A 64

Pannelli sughero

166
167
165

S 650-KT 48-A 64

AF 66

Pannelli sughero,
silicato di calcio,
fibra di legno

AL 88

Pannelli polistirolo

Lastra EPS

168

Lastra Colorex

169
170

Lastra EPS
con grafite
Lastra in Sughero

Lastra lana minerale

172

Pannello lana minerale

173

Rete DArmatura

174

SP 22-KT 48-A 64

KT 48
Intonaco termico

28-159
166

SP 22-KT 48-AL 88

KT 48
Intonaco termico

28-159
165

CP 290

Pannelli polistirolo

160

AB 57

Pannelli polistirolo

161

AN 55

Pannelli polistirolo

162

A 50

Pannelli polistirolo

163
164

PANNELLO IN SUGHERO

LASTRA IN LANA MINERALE

PANNELLO LANA MINERALE

RETE

INTONACO DI FONDO

171

A 96

Pannelli polistirolo,
lana minerale

A 64

Pannelli sughero

166

AF 66

Pannellii sughero,
silicato di calcio,
fibra di legno

167

AL 88

Pannelli polistirolo

165

Lastra EPS

168

Lastra Colorex

169

PANNELLO IN POLISTIROLO
CON GRAFITE

170

PANNELLO IN SUGHERO

Lastra EPS
con grafite
Lastra in Sughero

LASTRA IN LANA MINERALE

Lastra lana minerale

172

PANNELLO LANA MINERALE

Pannello lana minerale

173

INTONACO CALCE
INTONACO CALCE/CEMENTO
CALCESTRUZZO
PANNELLO IN POLISTIROLO

RETE

158

PAG.

PANNELLO IN POLISTIROLO
CON GRAFITE

ADESIVO RASANTE

ZOCCOLATURA

NOTE

INTONACO DI FONDO

LATERIZIO
TERMOLATERIZIO
BLOCCHI IN CEMENTO
PIETRA

PRODOTTO

PANNELLO IN
POLISTIRENE ESTRUSO

171

Rete DArmatura

174

Lastra XPS

175

ISOLAMENTO TERMICO
INTONACO DI FONDO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO

KT 48

Intonaco termoisolante da applicare a macchina o a mano per esterni ed interni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, tracce di oli, grassi, cere, ecc. Il
calcestruzzo liscio deve essere asciutto e trattato con materiali aggrappanti come SP 22, oppure con un
rinzaffo a base di sabbia e cemento con aggiunta di AG 15.

LAVORAZIONE

SISTEMA CAPPOTTO (pag. 235)

COMPOSIZIONE
KT 48 una speciale malta secca termoisolante composta da un particolare legante idraulico, inerti di polistirolo fortemente espanso ed
additivi specifici per migliorare la lavorazione e
ladesione.

KT 48 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. Si applica in unico strato sino a spessori di 40 mm spruzzando dal basso verso lalto e si raddrizza con staggie con passaggi orizzontali e verticali. Per applicazioni manuali ad ogni sacco aggiungere ca.
7-8 litri di acqua e mescolare in betoniera, a mano o con agitatore meccanico per 3-5 minuti. Dopo 4
settimane rasare con A 64, AL 88 oppure RB 051. Nello strato di rasatura annegare una rete in fibra di
vetro alcali-resistente. Per le finiture applicare un rivestimento a spessore traspirante tipo i nostri rivestimenti a base minerale, oppure ai silicati o idrosiliconici.

AVVERTENZE

CONSERVAZIONE

Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C
indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento della malta.
Durante la stagione estiva, su superfici esposte al sole, si consiglia di bagnare gli intonaci per
qualche giorno dopo lapplicazione.
Lapplicazione in presenza di forte vento pu provocare la formazione di fessurazioni e
"bruciature" degli intonaci. In tali condizioni si consiglia di adottare opportune precauzioni
(protezione dei locali interni, applicazione dellintonaco in due strati fratazzando accuratamente
la parte superficiale, ecc.).
Pitture, rivestimenti, tappezzerie, ecc. devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione
e stagionatura degli intonaci.

Conservare allasciutto per un periodo non


superiore a 3 mesi.

KT 48 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dall'umidit
del volume di 50 I ca.

QUALIT
KT 48 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CONSIGLI APPLICATIVI
Rasare con A 64 (pag. 166), AL 88
(pag. 165) o RB 051 (pag. 67).
Nel restauro su LATERIZIO, TERMOLATERIZIO, BLOCCHI IN CEMENTO,
PIETRA usare S 650 (pag. 188)
prima di KT 48.
Su CALCESTRUZZO usare SP 22
(pag. 28) prima di KT 48.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo di applicazione
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Ritiro
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg

250-300 kg/m3 ca.


20 mm
< 4 mm
85% ca.
1 sacco/m2 ca. con spessore 40 mm
trascurabile per applicazioni in condizioni normali
500 kg/cm3 ca.
0,5 N/mm2 ca.
1 N/mm2 ca.

Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

1.200 N/mm2 ca.


9 (valore misurato)
W1 c 0,40 kg/m2 . min0,5

Coefficiente di conducibilit
termica (UNI 7745)

= 0,083 W/m.K (valore misurato)

Conforme alla Norma UNI EN 998-1

T-CSI-W1

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

159

ISOLAMENTO TERMICO
ADESIVO RASANTE
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

CP 290

Adesivo e rasante in pasta da miscelare con il cemento per incollare e rasare pannelli in polistirolo.
PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere e/o sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere rimosse preventivamente. Sottofondi sfarinanti o particolarmente assorbenti vanno trattati con un
fondo isolante alcali-resistente a forte penetrazione quale il nostro FA 249. In caso di applicazione su
intonaci nuovi accertarsi che gli stessi siano stagionati. CP 290 pu essere applicato direttamente su
murature in laterizio o calcestruzzo verificando prima che non ci siano grossi dislivelli di spessore.

LAVORAZIONE

PER PANNELLI IN POLISTIROLO

COMPOSIZIONE
CP 290 un collante in pasta alcali-resistente
a base di copolimeri acrilici in emulsione
acquosa ed inerti a curva granulometrica controllata da utilizzare in combinazione con
cemento Portland.

FORNITURA
Confezioni da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Teme il gelo. Il materiale se immagazzinato
in locali adeguati, nella confezione originale, ha una durata di 12 mesi.

QUALIT
CP 290 viene sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente
selezionate e controllate.

Ad ogni latta da 25 kg di CP 290 aggiungere 12,5 kg di cemento Portland. Applicare l'adesivo a piena
superficie o lungo i bordi e punti centrali sui pannelli e disporre gli stessi sfalsati, conbacianti perfettamente fra di loro, avendo cura di fissarli meccanicamente mediante appositi tasselli. Dopo almeno
tre giorni rasare la parete cos coibentata con miscela di CP 290 e cemento Portland 325 nello stesso
rapporto descritto sopra. Sulla rasatura fresca stendere dall'alto verso il basso la rete di armatura,
avendo cura di sovrapporla per almeno 10 cm nei punti di giunzione. Applicare un ulteriore strato di
miscela di CP 290 e cemento Portland 325 in modo tale da inglobare l'armatura nei due strati di collante. La finitura verr realizzata applicando un rivestimento murale ai silicati, idrosiliconico, acrilsilossanico o acrilico dopo almeno 2-3 settimane.

AVVERTENZE
Applicare ad una temperatura compresa tra +5C e +30C.
Evitare l'applicazione su facciate in pieno sole o in presenza di forte vento.
La miscela di CP 290 e cemento pu essere utilizzata per circa due ore. Non aggiungere acqua o
altri materiali per allungare il tempo di lavorazione del prodotto o per riutilizzare una miscela
appassita.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico

1,550 kg/l ca.

Rapporto di miscelazione

2 kg di collante CP 290 + 1 kg di cemento


Portland 325
0,9 kg/m2 ca. per mm di spessore
4 kg/m2 ca. di CP 290 per l'incollaggio
e la rasatura dei pannelli di polistirolo
2 ore ca. dopo la miscelazione a +20C
7 N/mm2 ca.
14 N/mm2 ca.

Resa
Consumo
Tempo di utilizzo
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
+ 3 gg in acqua
Modulo di elasticit a 28 gg
Adesione su calcestruzzo a 28 gg
Adesione su calcestruzzo a 28 gg
+ 3 gg in acqua

160

10 N/mm2 ca
8.000 N/mm2 ca.
1,7 N/mm2 ca.
1 N/mm2 ca.

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

ISOLAMENTO TERMICO
ADESIVO RASANTE
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

AB 57

Collante edile a base cementizia bianco.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 25 kg di AB 57 aggiungere circa 8 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico fino ad ottenere limpasto della consistenza desiderata. Applicare con cazzuola AB 57
sui pannelli in polistirolo disponendo limpasto a piena superficie o lungo i bordi e punti centrali. I pannelli dovranno essere posti in opera sfalsati, combacianti perfettamente fra di loro e fissati alla muratura mediante tasselli. Rasare la superficie annegando una rete in fibra di vetro alcali-resistente avendo
cura di sovrapporla per almeno 10 cm nei punti di giunzione. La finitura verr realizzata applicando un
rivestimento murale ai silicati, idrosiliconico, acril-silossanico o acrilico dopo almeno 2-3 settimane.

PER PANNELLI IN POLISTIROLO

COMPOSIZIONE
AB 57 un adesivo premiscelato secco a base
di cemento Portland bianco, sabbie selezionate ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

AVVERTENZE
Ladesivo fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento delladesivo; al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C il prodotto ancora fresco o non indurito sarebbe esposto allazione disgregatrice del gelo.
AB 57 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore
Granulometria
Acqua di impasto
Resa

QUALIT
AB 57 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

1.300 kg/m3 ca.


2-5 mm
< 0,6 mm
32% ca.
- per rasare: 1,4 kg/m2 ca. per mm di spessore
(mediamente 3-4 kg/m2 ca.);
- per incollare a piena superficie: 4-6 kg/m2;
- lungo il perimetro e punti centrali: 3-4 kg/m2
2 ore ca. a +20C
1.500 kg/m3 ca.
5 N/mm2 ca.
11 N/mm2 ca.
7.000 N/mm2 ca.

Tempo di lavoro
Densit prodotto indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

W2 c 0,20 kg/m2 . min0,5

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,47 W/m .K (valore tabulato)

Conforme alla Norma UNI EN 998-1

GP-CSIV-W2

20 ca. (valore misurato)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

161

ISOLAMENTO TERMICO
ADESIVO RASANTE
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

AN 55

Collante edile a base cementizia grigio.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere precedentemente rimosse.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 25 kg di AN 55 aggiungere circa 7 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore
meccanico fino ad ottenere limpasto della consistenza desiderata. Applicare con cazzuola AN 55 sui pannelli
in polistirolo disponendo limpasto a piena superficie o lungo i bordi e punti centrali. I pannelli dovranno
essere posti in opera sfalsati, combacianti perfettamente fra di loro e fissati alla muratura mediante tasselli.
Rasare la superficie annegando una rete di armatura in fibra di vetro alcali-resistente avendo cura di sovrapporla per almeno 10 cm nei punti di giunzione. La finitura verr realizzata applicando un rivestimento murale ai silicati, idrosiliconico, acril-silossanico o acrilico dopo almeno 2-3 settimane.

PER PANNELLI IN POLISTIROLO

COMPOSIZIONE
AN 55 un adesivo premiscelato secco a base
di cemento Portland, sabbie selezionate ed
additivi specifici per migliorare la lavorazione e
ladesione.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

AVVERTENZE
Ladesivo fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento delladesivo; al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C il prodotto ancora fresco o non indurito sarebbe esposto allazione disgregatrice del gelo.
AN 55 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore
Granulometria
Acqua di impasto
Resa

QUALIT
AN 55 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

162

1.300 kg/m3 ca.


2-5 mm
< 0,6 mm
27% ca.
- per rasare: 1,4 kg/m2 ca. per mm di spessore
(mediamente 3-4 kg/m2 ca.);
- per incollare a piena superficie: 4-6 kg/m2;
- lungo il perimetro e punti centrali: 3-4 kg/m2
2 ore ca. a +20C
1.500 kg/m3 ca.
4 N/mm2 ca.
11 N/mm2 ca.
7.000 N/mm2 ca.

Tempo di lavoro
Densit prodotto indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1745)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

W2 c 0,20 kg/m2 . min0,5

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,67 W/m .K (valore tabulato)

Conforme alla Norma UNI EN 998-1

GP-CSIV-W2

35 (valore tabulato)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

ISOLAMENTO TERMICO
ADESIVO RASANTE
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

A 50

Collante edile a base cementizia bianco e grigio a media elasticit.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere e/o sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere rimosse preventivamente.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 25 kg di A 50 aggiungere circa 5 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico fino ad ottenere l'impasto della consistenza desiderata. A 50 sfuso viene impastato
mediante mescolatore orizzontale collegato direttamente alla stazione silo (a caduta). Per incollare i pannelli, applicare l'adesivo a piena superficie o lungo i bordi e punti centrali e disporre gli stessi sfalsati e
perfettamente combacianti, avendo cura di fissarli meccanicamente mediante appositi tasselli. Rasare la
superficie annegando una rete in fibra di vetro alcali-resistente avendo cura di sovrapporla per almeno
10 cm nei punti di giunzione. La finitura verr realizzata applicando un rivestimento murale ai silicati, idrosiliconico, acril-silossanico o acrilico dopo almeno 2-3 settimane.
CERTIFICAZIONE ETA
PER PANNELLI IN POLISTIROLO
MEDIA ELASTICITA

SISTEMA CAPPOTTO (pag. 234)

COMPOSIZIONE
A 50 un adesivo premiscelato a base di
cemento Portland bianco o grigio, sabbie selezionate ed additivi specifici per migliorare la
lavorazione e l'adesione.

FORNITURA
Sfuso in silo.
Sacchi speciali con protezione dall'umidit
da 25 kg ca.

AVVERTENZE
Ladesivo fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento delladesivo; al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C il prodotto ancora fresco o non indurito sarebbe esposto allazione disgregatrice del gelo.
A 50 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore
Granulometria
Acqua di impasto
Resa

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi (bianco) e 6 mesi (grigio).

QUALIT
A 50 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Tempo di lavoro
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Adesione su calcestruzzo a 28 gg
Adesione su calcestruzzo a 28 gg
+ 3 gg in acqua
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

1.300 kg/m3
2-5 mm
< 0,6 mm
22% ca.
- per rasare: 1,4 kg/m2 ca. per mm di spessore
(mediamente 3-4 kg/m2 ca.);
- per incollare a piena superficie: 4-6 kg/m2;
- lungo il perimetro e punti centrali: 3-4 kg/m2
2 ore ca. a +20C
6 N/mm2 ca.
12 N/mm2 ca.
6.000 N/mm2 ca.
1,5 N/mm2 ca.
0,7 N/mm2 ca.
= 33 (valore misurato)
W2 c 0,20 kg/m2 . min0,5

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,75 W/m .K (valore tabulato)

Conforme alla Norma UNI EN 998-1

GP-CSIV-W2

Benestare Tecnico Europeo ETA 07/0280 ETA 09/0282 (ETAG 004)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

163

ISOLAMENTO TERMICO
ADESIVO RASANTE
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

A 96

Collante a base cementizia bianco ed extra bianco.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 25 kg di A 96 aggiungere circa 6,5 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico fino ad ottenere limpasto della consistenza desiderata. Per incollare i pannelli, applicare ladesivo a piena superficie o lungo i bordi e punti centrali e disporre gli stessi sfalsati, avendo cura
di fissarli meccanicamente mediante tasselli. Rasare la superficie, annegando una rete in fibra di vetro
alcali-resistente avendo cura di sovrapporla per almeno 10 cm nei punti di giunzione. Come rasatura si
pu anche applicare a macchina con intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, TURBOSOL, ecc. La finitura verr realizzata applicando un rivestimento murale ai silicati, idrosiliconico, acril-silossanico o
acrilico dopo almeno 2-3 settimane.
CERTIFICAZIONE ETA
PER PANNELLI IN POLISTIROLO
E LANA MINERALE
APPLICABILE A MACCHINA
SISTEMA CAPPOTTO (pag. 234-235)

COMPOSIZIONE
A 96 un adesivo premiscelato a base di
cemento Portland bianco, sabbie calcaree
extra-bianche selezionate ed additivi specifici
per migliorare la lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sfuso in silo
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

AVVERTENZE
Ladesivo fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento delladesivo; al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C il prodotto ancora fresco o non indurito sarebbe esposto allazione disgregatrice del gelo.
A 96 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore
Granulometria
Acqua di impasto

1.350 kg/m3
2-7 mm
< 1,4 mm
26% ca.

Resa

- per rasare: 1,5 kg/m2 ca. per mm di spessore;


- per incollare a piena superficie: 4-6 kg/m2;
- lungo il perimetro e punti centrali: 3-4 kg/m2

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
A 96 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

4 N/mm2 ca.
10 N/mm2 ca.
7.500 N/mm2 ca.

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,75 W/m .K (valore tabulato)

= 25 ca. (valore misurato)


W2 c 0,20 kg/m2 . min0,5

Conforme alla Norma UNI EN 998-1


GP-CSIV-W2
Benestare Tecnico Europeo ETA 07/0280 ETA 09/0282 (ETAG 004)

164

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

ISOLAMENTO TERMICO
ADESIVO RASANTE
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

AL 88

Collante edile alleggerito a base cementizia bianco.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse.

A LL A N O RM A E

EN 998-1

GP-CSII-W2

OPE A

CONFO

ME

UR

LAVORAZIONE

CERTIFICAZIONE ETA
PER PANNELLI IN POLISTIROLO
E LANA MINERALE
PRODOTTO ALLEGGERITO
APPLICABILE A MACCHINA
SISTEMA CAPPOTTO (pag. 234-235)

COMPOSIZIONE
AL 88 un adesivo premiscelato a base di
cemento Portland bianco, polistirolo, sabbie
selezionate ed additivi specifici per migliorare
la lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Sfuso in silo
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
AL 88 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Ad ogni sacco da 25 Kg di AL 88 aggiungere circa 8 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con
agitatore meccanico per non pi di 3 minuti, fino ad ottenere limpasto della consistenza desiderata.
Per incollare i pannelli, applicare ladesivo a piena superficie o lungo i bordi e punti centrali e disporre
gli stessi sfalsati e perfettamente combacianti tra di loro, avendo cura di fissarli meccanicamente
mediante tasselli. Rasare la superficie, annegando una rete in fibra di vetro alcali-resistente. Come rasatura
si pu anche applicare a macchina con intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, TURBOSOL ecc. La
finitura verr realizzata applicando un rivestimento murale ai silicati, idrosiliconico, acril-silossanico
o acrilico dopo almeno 2-3 settimane.

AVVERTENZE
Ladesivo fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento delladesivo; al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C il prodotto ancora fresco o non indurito sarebbe esposto allazione disgregatrice del gelo.
AL 88 deve essere usato allo stato originale senza aggiunta di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Tempo di lavoro
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

950 kg/m3 ca.


5-10 mm
< 1,2 mm
33% ca.
- per rasare: 1,3 kg/m2 ca. per mm di spessore
(mediamente 3-4 kg/m2 ca.);
- per incollare a piena superficie: 4-6 kg/m2;
- lungo il perimetro e punti centrali: 3-4 kg/m2
2 ore ca. a +20C.
2,0 N/mm2 ca.
3,5 N/mm2 ca.
4.200 N/mm2 ca.
= 19 ca. (valore misurato)
W2 c 0,20 kg/m2 . min0,5

= 0,38 W/m .K (valore tabulato)

Conforme alla Norma UNI EN 998-1


GP-CSII-W2
Benestare Tecnico Europeo ETA 07/0280 ETA 09/0282 (ETAG 004)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

165

ISOLAMENTO TERMICO
ADESIVO RASANTE
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

A 64

Collante edile a base cementizia bianco.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 25 kg di A 64 aggiungere circa 7 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico fino ad ottenere limpasto della consistenza desiderata. Rasare la superficie con una spatola metallica, annegando una rete in fibra di vetro alcali-resistente. La finitura verr realizzata applicando un rivestimento murale ai silicati, idrosiliconico, acril-silossanico o acrilico dopo almeno 2-3
settimane.

AVVERTENZE
PER PANNELLI IN SUGHERO

SISTEMA CAPPOTTO (pag. 234-235)

COMPOSIZIONE
A 64 un adesivo premiscelato a base di
cemento Portland bianco, calce idrata, sabbie
selezionate ed additivi specifici per migliorare
la lavorazione e ladesione.

Ladesivo fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C
viene consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento delladesivo; al
di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C il prodotto ancora
fresco o non indurito sarebbe esposto allazione disgregatrice del gelo.
Per la natura delle materie prime impiegate (sabbie naturali) non possibile garantire una
uniformit di colore tra diverse forniture di materiale; si consiglia quindi di ritirare il materiale
necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
A 64 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
A 64 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Peso specifico della polvere


Spessore
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

166

1.300 kg/m3
2-5 mm
< 0,6 mm
27% ca.
1,4 kg/m2 ca. per mm di spessore
1 N/mm2 ca.
2,5 N/mm2 ca.
2.000 N/mm2 ca.
15 (valore misurato)
W1 c 0,40 kg/m2 . min0,5

= 0,45 W/m .K (valore tabulato)

GP-CSII-W1

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

ISOLAMENTO TERMICO
ADESIVO RASANTE
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

AF 66

Collante edile fibrorinforzato a base cementizia bianco.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse.

LAVORAZIONE
Ad ogni sacco da 25 kg di AF 66 aggiungere circa 6 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico fino ad ottenere limpasto della consistenza desiderata. Per incollare i pannelli, applicare ladesivo a piena superficie o lungo i bordi e punti centrali e disporre gli stessi sfalsati e perfettamente combacianti tra di loro, avendo cura di fissarli meccanicamente mediante appositi tasselli. Rasare
la superficie con una spatola metallica, annegando una rete in fibra di vetro alcali-resistente. La finitura verr realizzata applicando un rivestimento murale ai silicati, idrosiliconico, acril-silossanico o acrilico dopo almeno 2-3 settimane.
PER PANNELLI IN SUGHERO,
SILICATO DI CALCIO E FIBRA DI
LEGNO

SISTEMA CAPPOTTO (pag. 234)

COMPOSIZIONE
AF 66 un adesivo premiscelato a base di
cemento Portland bianco, fibre sintetiche, sabbie selezionate extra bianche ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

AVVERTENZE
Ladesivo fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di +5C viene
consigliata come valore minimo per lapplicazione e per il buon indurimento delladesivo; al di
sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C il prodotto ancora fresco o non indurito sarebbe esposto allazione disgregatrice del gelo.
AF 66 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Sacchi speciali con protezione dallumidit


da 25 kg ca.

Peso specifico della polvere


Spessore
Granulometria
Acqua di impasto

CONSERVAZIONE

Resa

FORNITURA

Conservare allasciutto per un periodo non


superiore a 12 mesi.

QUALIT
AF 66 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

1.300 kg/m3
2-5 mm
< 1,5 mm
25% ca.
- per rasare: 1,4 kg/m2 ca. per mm di spessore
(mediamente 3-4 kg/m2 ca.);
- per incollare a piena superficie: 4-6 kg/m2;
- lungo il perimetro e punti centrali: 3-4 kg/m2
2,5 N/mm2 ca.
6 N/mm2 ca.
7.000 N/mm2 ca.
0,5 N/mm2

Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Adesione su calcestruzzo a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1745)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

W2 c 0,20 kg/m2 . min0,5

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,75 W/m .K (valore tabulato)

Conforme alla Norma UNI EN 998-1

GP-CSIII-W2

35 (valore tabulato)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

167

ISOLAMENTO TERMICO
ELEMENTI PER SISTEMA CAPPOTTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

LASTRA IN EPS

Lastra per isolamento termico in EPS

PREPARAZIONE DEL FONDO


Il supporto deve essere libero da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono
essere preventivamente rimosse. Verificare la planarit del supporto, ed eventualmente asportare le
sporgenze superiori ad 1 cm. Le parti in calcestruzzo fortemente ammalorate devono essere bonificate
con speciali malte da ripristino. Rimuovere la presenza di eventuali pitture parzialmente scrostate, rivestimenti privi di aderenza, superfici smaltate o vetrose, eventualmente per idrosabbiatura.

LAVORAZIONE

COMPOSIZIONE
La Lastra per isolamento termico in Polistirene
Espanso Sinterizzato prodotta con materie
prime di elevata qualit, e ricavata per taglio a
filo caldo da blocchi preventivamente stagionati.

FORNITURA
Le Lastre per isolamento termico in EPS sono
fornite in imballi di polietilene.
Inoltre a richiesta possono essere introdotte le
seguenti varianti di formato:
- Lastra battentata: assicura un accostamento
ottimale tra i pannelli;
- Lastra zigrinata: ad aderenza migliorata;

QUALIT
Le Lastre per isolamento termico in EPS sono
classificate e marcate secondo la norma europea EN 13163, e sottoposte ad un accurato
controllo presso i nostri Stabilimenti.

Il fissaggio delle lastre avviene utilizzando i collanti Fassa A 50, A 96 o AL 88, applicando il collante per esteso o lungo il perimetro e punti centrali, avendo cura che questo non debordi dalla lastra dopo la posa della
stessa. Successivamente viene effettuato il fissaggio meccanico mediante tasselli, idonei al supporto su
cui devono essere applicati, il cui gambo avr una lunghezza tale da penetrare nel supporto di almeno
30 mm. La rasatura delle lastre si realizza sempre con i prodotti Fassa A 50, A 96, o AL 88, rinforzati con
la rete di armatura in fibra di vetro alcali-resistente da 160 g/m2. I rivestimenti colorati a spessore della Linea
Acril-silossanica, RX 561, Acrilica, RTA 549, ai Silicati, Fassil R 336 e Idrosiliconica, RSR 421, preceduti dai relativi fissativi, completano lapplicazione dei pannelli isolanti. Per le modalit di applicazione dettagliate,
necessario comunque attenersi alle indicazioni riportate sulla documentazione tecnica Fassa.

AVVERTENZE
La posa in opera dovr essere effettuata a temperature comprese tra +5C e +35C.
Durante lo stoccaggio, evitare di esporre le lastre agli agenti atmosferici, in particolare proteggere
le lastre dallazione diretta del sole, avendo cura di conservare le lastre imballate in un luogo coperto, asciutto, ben ventilato e lontano dalla luce o da altre sorgenti di calore.
Le superfici delle lastre devono essere pulite ed integre: togliere limballo delle lastre solo al momento della posa.
Evitare lapplicazione di lastre danneggiate, deteriorate, sporche, ecc.
Durante la posa, proteggere le lastre isolanti da eventuali infiltrazioni dacqua dovute alla pioggia.
Evitare lapplicazione di lastre isolanti in EPS a contatto con il terreno.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Lunghezza
Larghezza
Spessore
Caratteristiche
Resistenza a compressione al 10%
della deformazione
Massa volumica
Permeabilit al vapore
in campo secco
Permeabilit al vapore
in campo umido
Valore
Conducibilit termica
dichiarata
Stabilit dimensionale
Resistenza a flessione
Reazione al fuoco

1.000 mm
500 mm
30-300 mm
Codice di Unit di
designazione misura

EPS 80

EPS 100

EPS120

EPS 150

CS (10)

KPa

80

100

120

15

Kg/m3

15-18

18-20

20-22

23-25

Kg/msPa

3.6 .10-12

2.5 .10-12

2.5 .10-12

2.5 .10-12

Kg/msPa

9.10-12

6 .10-12

6 .10-12

6 .10-12

20-40

30-70

30-70

30-70

W/m.k

0,037

0,036

0,034

0,033

DS
BS
-

%
KPa
-

DS(N)2

DS(N)2

DS(N)2

DS(N)2

170

210

250

250

Classe E

Classe E

Classe E

Classe E

Benestare Tecnico Europeo ETA 07/0280 (ETAG 004)

168

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

ISOLAMENTO TERMICO
ELEMENTI PER SISTEMA CAPPOTTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

LASTRA COLOREX

Lastra per isolamento termico in EPS

PREPARAZIONE DEL FONDO


La superficie della parete deve essere pulita. In caso contrario, si dovr procedere alla rimozione di polvere,
sporco, tracce di disarmante, parti sfarinanti o incoerenti. Verificare la planarit del supporto, ed eventualmente asportare le sporgenze superiori ad 1 cm. Le parti in calcestruzzo fortemente ammalorate devono
essere bonificate con speciali malte da ripristino. Rimuovere la presenza di eventuali pitture parzialmente
scrostate, rivestimenti privi di aderenza, superfici smaltate o vetrose, eventualmente per idrosabbiatura.

LAVORAZIONE

COMPOSIZIONE
La Lastra per isolamento termico in Polistirene
Espanso Sinterizzato COLOREX ricavata per
taglio a filo caldo da blocchi preventivamente
stagionati.
La materia prima addizionata con additivi
atermani che contribuiscono ad abbassare il
contributo dellirraggiamento alla trasmissione
del calore ottenendo un miglioramento del
coefficiente di conducibilit termica rispetto
alla tradizionale lastra in polistirene espanso.
La formulazione particolare del prodotto ha la
funzione di evitare la formazione di tensioni
eccessive per effetto dellirraggiamento solare
che possono comportare un imbarcamento
delle lastre di polistirene.

FORNITURA
Le lastre per isolamento termico COLOREX
sono fornite in imballaggi di polietilene.
A richiesta, la lastra COLOREX viene fornita in versione zigrinata (ad aderenza
migliorata).

QUALIT
Le lastre per isolamento termico COLOREX
sono classificate e marcate secondo la norma
europea EN13163, e sottoposte ad un accurato controllo presso i nostri stabilimenti.

I pannelli COLOREX non necessitano di particolari misure protettive per essere posati in parete: in particolare, non necessario prevedere la schermatura del ponteggio attraverso dei teli oscuranti.
Il fissaggio dei pannelli avviene utilizzando i collanti Fassa A 50, A 96 o AL 88, applicando il collante per
esteso o a strisce e punti, avendo cura che questo non debordi dal pannello dopo la posa dello stesso.
Successivamente viene effettuato il fissaggio meccanico mediante tasselli in polipropilene, idonei al supporto su cui devono essere applicati, il cui gambo avr una lunghezza tale da penetrare nel supporto di
almeno 30 mm. La rasatura dei pannelli sempre a base di A 50, A 96, o AL 88, rinforzata con la rete di
armatura in fibra di vetro alcali-resistente da 160 g/m2. I rivestimenti colorati a spessore della Linea Acrilsilossanica, RX 561, Acrilica, RTA 549, ai Silicati, Fassil R 336 e Idrosiliconica, RSR 421, preceduti dai relativi
fissativi, completano lapplicazione dei pannelli isolanti. Per le modalit di applicazione dettagliate,
necessario comunque attenersi alle indicazioni riportate sulla documentazione tecnica FASSA.

AVVERTENZE
La posa in opera dovr essere effettuata a temperature comprese tra +5C e +35C.
Durante lo stoccaggio, evitare di esporre le lastre agli agenti atmosferici, in particolare proteggere
le lastre dallazione diretta del sole, avendo cura di conservare le lastre imballate in un luogo coperto, asciutto, ben ventilato e lontano dalla luce o da altre sorgenti di calore.
Le superfici delle lastre devono essere pulite ed integre: togliere limballo delle lastre solo al momento della posa.
Evitare lapplicazione di lastre danneggiate, deteriorate, sporche, ecc.
Durante la posa, proteggere le lastre isolanti da eventuali infiltrazioni dacqua dovute alla pioggia.
Evitare lapplicazione di lastre isolanti in EPS COLOREX a contatto con il terreno.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Lunghezza
Larghezza
Spessore
Caratteristiche
Resistenza a compressione al 10%
della deformazione
Massa volumica
Permeabilit al vapore in campo secco
Permeabilit al vapore in campo umido
Valore
Conducibilit termica dichiarata
Stabilit dimensionale
Resistenza a flessione
Reazione al fuoco

1.000 mm
600 mm
30-300 mm
Codice di
designazione

Unit di misura

CS (10)

KPa

100

D
DS
BS
-

Kg/m3
Kg/msPa
Kg/msPa
W/m.k
%
KPa
-

18-20
2.5 . 10-12
6 . 10-12
30-70
0,032
DS(N)2
200
Classe E

Benestare Tecnico Europeo ETA 07/0280 (ETAG 004)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

169

ISOLAMENTO TERMICO
ELEMENTI PER SISTEMA CAPPOTTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

LASTRA IN EPS CON GRAFITE


PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono
essere preventivamente rimosse. Verificare la planarit del supporto, ed eventualmente asportare le
sporgenze superiori ad 1 cm. Le parti in calcestruzzo fortemente ammalorate devono essere bonificate
con speciali malte da ripristino. Rimuovere la presenza di eventuali pitture parzialmente scrostate, rivestimenti privi di aderenza, superfici smaltate o vetrose, eventualmente per idrosabbiatura.

LAVORAZIONE

COMPOSIZIONE
La Lastra per isolamento termico in Polistirene
Espanso Sinterizzato con Grafite prodotta
con materie prime di elevata qualit, e ricavata per taglio a filo caldo da blocchi preventivamente stagionati. Laddizione di polveri di grafite allinterno della materia prima aiuta ad
abbassare il contributo dellirraggiamento alla
trasmissione del calore attraverso la lastra.

FORNITURA
Le Lastre per isolamento termico in EPS con
Grafite sono fornite in imballi di polietilene e a
richiesta possono essere zigrinate.

Il fissaggio delle lastre avviene utilizzando i collanti Fassa A 50, A 96 o AL 88, applicando il collante per esteso o lungo il perimetro e punti centrali, assicurando il rispetto della superficie minima di incollaggio, prevista
nella misura di almeno il 50% della superficie totale del pannello. In particolare la stesura della colla deve
avvenire obbligatoriamente nella cornice perimetrale, ovvero nella zona soggetta ad eventuali movimenti dellisolante, avendo cura che il collante non debordi dalla lastra dopo la posa della stessa. E necessario inoltre
evitare lesecuzione della fase dincollaggio sulle pareti esposte alla luce diretta del sole, specialmente nella
stagione estiva. Se questo non fosse possibile, opportuno prevedere la schermatura del ponteggio attraverso dei teli oscuranti. Successivamente viene effettuato il fissaggio meccanico mediante tasselli in polipropilene, idonei al supporto su cui devono essere applicati, il cui gambo avr una lunghezza tale da penetrare nel
supporto di almeno 30 mm. La rasatura delle lastre si realizza sempre con i prodotti Fassa A 50, A 96, o AL 88,
rinforzati con la rete di armatura in fibra di vetro alcali-resistente da 160 g/m2. I rivestimenti colorati a spessore della Linea Acril-silossanica, RX 561, Acrilica, RTA 549, ai Silicati, Fassil R 336 e Idrosiliconica, RSR 421,
preceduti dai relativi fissativi, completano lapplicazione dei pannelli isolanti. Per le modalit di applicazione
dettagliate, necessario comunque attenersi alle indicazioni riportate sulla documentazione tecnica Fassa.

AVVERTENZE
La posa in opera dovr essere effettuata a temperature comprese tra +5C e +35C.
Durante lo stoccaggio, evitare di esporre le lastre agli agenti atmosferici, in particolare proteggere le
lastre dallazione diretta del sole, avendo cura di conservare le lastre imballate in un luogo coperto,
asciutto, ben ventilato e lontano dalla luce o da altre sorgenti di calore.
Le superfici delle lastre devono essere pulite ed integre: togliere limballo delle lastre solo al momento della posa.
Evitare lapplicazione di lastre danneggiate, deteriorate, sporche, ecc.
Durante la posa, proteggere le lastre isolanti da eventuali infiltrazioni dacqua dovute alla pioggia.
Evitare lapplicazione di Lastre isolanti in EPS con grafite a contatto con il terreno.

QUALIT
Le Lastre per isolamento termico in EPS con
Grafite sono classificate e marcate secondo la
norma europea EN 13163, e sottoposte ad un
accurato controllo presso i nostri Stabilimenti.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Lunghezza
Larghezza
Spessore

1.000 mm
500 mm
30-300 mm

Codice di
Caratteristiche
designazione
Resistenza a compressione al 10%
CS (10)
della deformazione
Massa volumica
Permeabilit al vapore in campo secco
Permeabilit al vapore in campo umido
Valore
Conducibilit termica dichiarata
D
Stabilit dimensionale
DS
Resistenza a flessione
BS
Reazione al fuoco
Benestare Tecnico Europeo ETA 07/0280 (ETAG 004)

170

Unit di misura

KPa

100

Kg/m3
Kg/msPa
Kg/msPa
W/m.k
%
KPa
-

18-20
2.5 . 10-12
6 . 10-12
30-70
0,031
DS(N)2
150
Classe E

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

ISOLAMENTO TERMICO
ELEMENTI PER SISTEMA CAPPOTTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

LASTRA IN SUGHERO

Lastra per isolamento termico

PREPARAZIONE DEL FONDO


Il supporto deve essere libero da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono
essere preventivamente rimosse. Verificare la planarit del supporto, ed eventualmente asportare le
sporgenze superiori ad 1 cm. Le parti in calcestruzzo fortemente ammalorate devono essere bonificate
con speciali malte da ripristino. Rimuovere la presenza di eventuali pitture parzialmente scrostate, rivestimenti privi di aderenza, superfici smaltate o vetrose, eventualmente per idrosabbiatura.

LAVORAZIONE

COMPOSIZIONE
La Lastra per isolamento termico in Sughero
prodotta con sughero di elevata qualit. Il
colore bruno dei pannelli dovuto ad un processo termico di tostatura che comporta la
fusione delle sostanze cerose presenti nella
struttura del sughero, determinando un rigonfiamento dei granuli e quindi migliori caratteristiche di coibenza, resistenza e stabilit
dimensionale.

FORNITURA
Le Lastre per isolamento termico in Sughero
sono fornite in imballi di polietilene.

Il fissaggio delle lastre avviene utilizzando i collanti Fassa A 64 o AF 66, applicando il collante per esteso
o lungo il perimetro e punti centrali, avendo cura che questo non debordi dalla lastra dopo la posa della
stessa. Successivamente viene effettuato il fissaggio meccanico mediante tasselli in polipropilene,
idonei al supporto su cui devono essere applicati, il cui gambo avr una lunghezza tale da penetrare nel supporto di almeno 30 mm. La rasatura delle lastre si realizza sempre con i prodotti Fassa A 64,
AF 66, rinforzati con la rete di armatura in fibra di vetro alcali-resistente da 160 g/m2. I rivestimenti colorati a spessore della Linea Acril-silossanica, RX 561, Acrilica, RTA 549, ai Silicati, Fassil R 336 e Idrosiliconica,
RSR 421, preceduti dai relativi fissativi, completano lapplicazione dei pannelli isolanti. Per le modalit di
applicazione dettagliate, necessario comunque attenersi alle indicazioni riportate sulla documentazione tecnica Fassa.

AVVERTENZE
La posa in opera dovr essere effettuata a temperature comprese tra +5C e +35C.
Durante lo stoccaggio, evitare di esporre le lastre agli agenti atmosferici, in particolare proteggere le
lastre dallazione diretta del sole, avendo cura di conservare le lastre imballate in un luogo coperto,
asciutto, ben ventilato e lontano dalla luce o da altre sorgenti di calore.
Le superfici delle lastre devono essere pulite ed integre: togliere limballo delle lastre solo al momento della posa.
Evitare lapplicazione di lastre danneggiate, deteriorate, sporche, ecc.
Durante la posa, proteggere le lastre isolanti da eventuali infiltrazioni dacqua dovute alla pioggia.
Evitare lapplicazione di Lastre isolanti in Sughero a contatto con il terreno.

CARATTERISTICHE TECNICHE
QUALIT
Le lastre per isolamento termico in Sughero
sono classificate e marcate secondo la norma
europea EN 13170, e sottoposte ad un accurato
controllo presso i nostri Stabilimenti.

Lunghezza
Larghezza
Peso specifico
Spessore
Coefficiente di conducibilit termica
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore
Resistenza a compressione
Reazione al fuoco
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

1.000 mm
500 mm
120 kg/m3 ca.
30-120 mm
d = 0,040 W/mK
= 5-30
200 KPa ca.
Euroclasse E
N EDIL.2005_05

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

171

ISOLAMENTO TERMICO
ELEMENTI PER SISTEMA CAPPOTTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

LASTRA IN LANA DI ROCCIA

Lastra per isolamento termico

PREPARAZIONE DEL FONDO


Il supporto deve essere libero da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono
essere preventivamente rimosse. La resistenza a trazione del supporto deve essere superiore a 0,02
N/mm2. Verificare la planarit del supporto, ed eventualmente asportare le sporgenze superiori ad 1 cm.
Le parti in calcestruzzo fortemente ammalorate devono essere bonificate con speciali malte da ripristino. Rimuovere la presenza di eventuali pitture parzialmente scrostate, rivestimenti privi di aderenza,
superfici smaltate o vetrose, eventualmente per idrosabbiatura.

LAVORAZIONE

COMPOSIZIONE
La Lastra per isolamento termico in Lana di
Roccia prodotta mediante fusione e fibraggio di materiali lapidei. La successiva aggiunta
della resina legante stabilizza la struttura del
materiale e lo rende dimensionabile in lastre.

FORNITURA
Le Lastre per isolamento termico in Lana di
Roccia sono fornite in imballi di polietilene.

QUALIT
Le lastre per isolamento termico in Lana di
Roccia sono classificate e marcate secondo la
norma europea EN 13162, e sottoposte ad un
accurato controllo presso i nostri Stabilimenti.

Il fissaggio delle lastre avviene utilizzando i collanti Fassa A 96 o AL 88, applicando il collante per esteso
o a punti, avendo cura che questo non debordi dalla lastra dopo la posa della stessa.
Successivamente viene effettuato il fissaggio meccanico mediante tasselli idonei al supporto su cui devono essere applicati, nella misura di n 5 tasselli per lastra; il gambo dei tasselli avr una lunghezza tale da
penetrare nel supporto di almeno 30 mm e la testa sar dotata della rondella per Lana di Roccia. La rasatura delle lastre (spessore 4-6 mm) si realizza sempre con i prodotti Fassa A 96 o AL 88, rinforzati con la
rete di armatura in fibra di vetro alcali-resistente da 160 g/m2 certificata ETAG 004. I rivestimenti colorati
a spessore della Linea Acril-silossanica, RX 561, Acrilica, RTA 549, ai Silicati, Fassil R 336 e Idrosiliconica, RSR
421, preceduti dai relativi fissativi, completano lapplicazione dei pannelli isolanti.

AVVERTENZE
La posa in opera dovr essere effettuata a temperature comprese tra +5C e +35C.
Durante lo stoccaggio, evitare di esporre le lastre agli agenti atmosferici, avendo cura di conservare
le lastre imballate in un luogo coperto, asciutto, ben ventilato e lontano dalla luce o da altre sorgenti di calore.
Le superfici delle lastre devono essere pulite ed integre: togliere limballo delle lastre solo al momento della posa.
Evitare lapplicazione di lastre danneggiate, deteriorate, sporche, ecc.
Durante la posa, proteggere le lastre isolanti da eventuali infiltrazioni dacqua dovute alla pioggia.
Evitare lapplicazione di Lastre isolanti in Lana di Roccia a contatto con il terreno.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Lunghezza
1.000 mm
Larghezza
600 mm
Peso specifico
130 kg/m3 ca.
Spessore
30-120 mm
Coefficiente di conducibilit termica
d = 0,039 W/mK
Fattore di resistenza alla diffusione
= 1,4
del vapore
Resistenza a trazione
15 KPa
Reazione al fuoco
Euroclasse A1
Benestare Tecnico Europeo ETA 09/0282 (ETAG 004)

172

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

ISOLAMENTO TERMICO
ELEMENTI PER SISTEMA CAPPOTTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

PANNELLO IN LANA DI ROCCIA LAMELLARE


PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono
essere preventivamente rimosse. La resistenza a trazione del supporto deve essere superiore a 0,08
N/mm2. Verificare la planarit del supporto, che deve essere entro i limiti di 1 cm / 4 m ed eventualmente asportare le sporgenze superiori. Le parti in calcestruzzo fortemente ammalorate devono essere
bonificate con speciali malte da ripristino. Rimuovere la presenza di eventuali pitture parzialmente scrostate, rivestimenti privi di aderenza, superfici smaltate o vetrose, eventualmente per idrosabbiatura.

LAVORAZIONE

COMPOSIZIONE
Il Pannello per isolamento termico in Lana di
Roccia Lamellare prodotto mediante fusione
e fibraggio di materiali lapidei e successiva
aggiunta di resina legante. La caratteristica di
questo pannello lorientamento delle fibre,
che perpendicolare alla parete sulla quale
viene applicato il pannello stesso

FORNITURA
I Pannelli per isolamento termico in Lana di
Roccia Lamellare sono fornite in imballi di
polietilene.

QUALIT
I Pannelli per isolamento termico in Lana di
Roccia Lamellare sono classificati e marcati
secondo la norma europea EN 13162, e sottoposti ad un accurato controllo presso i nostri
Stabilimenti.

Il fissaggio dei pannelli avviene utilizzando i collanti Fassa A 96 o AL 88, applicando il collante per esteso su tutta la superficie del pannello utilizzando una spatola dentata e avendo cura che il collante non
debordi dal pannello dopo la posa dello stesso.
Il fissaggio meccanico non necessario su supporti in laterizio, con uno spessore massimo del pannello
di 16 cm e con unaltezza massima delledificio di 20 metri. Se una di queste condizioni viene a mancare,
il fissaggio meccanico si rende necessario nella misura di n 2 tasselli per pannello ogni 4 corsi di pannelli. Il gambo dei tasselli avr una lunghezza tale da penetrare nel supporto di almeno 30 mm e la testa
sar dotata della rondella per Lana di Roccia. La rasatura dei pannelli (spessore 4-6 mm) si realizza sempre con i prodotti Fassa A 96 o AL 88, rinforzati con la rete di armatura in fibra di vetro alcali-resistente
da 160 g/m2 certificata ETAG 004. I rivestimenti colorati a spessore della Linea Acril-silossanica, RX 561,
Acrilica, RTA 549, ai Silicati, Fassil R 336 e Idrosiliconica, RSR 421, preceduti dai relativi fissativi, completano
lapplicazione dei pannelli isolanti.

AVVERTENZE
La posa in opera dovr essere effettuata a temperature comprese tra +5C e +35C.
Durante lo stoccaggio, evitare di esporre i pannelli agli agenti atmosferici, avendo cura di conservare i pannelli imballati in un luogo coperto, asciutto, ben ventilato e lontano dalla luce o da altre sorgenti di calore.
Le superfici dei pannelli devono essere pulite ed integre: togliere limballo dei pannelli solo al momento della posa.
Evitare lapplicazione di pannelli danneggiati, deteriorati, sporchi, ecc.
Durante la posa, proteggere i pannelli isolanti da eventuali infiltrazioni dacqua dovute alla pioggia.
Evitare lapplicazione di Pannelli isolanti in Lana di Roccia Lamellare a contatto con il terreno.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Lunghezza
Larghezza
Peso specifico

1.200 mm
200 mm
90 kg/m3 ca.

Spessore
40-240 mm
Coefficiente di conducibilit termica
d = 0,040 W/mK
Fattore di resistenza alla diffusione
= 1,1
del vapore
Resistenza a trazione
80 KPa
Reazione al fuoco
Euroclasse A1
Benestare Tecnico Europeo ETA 09/0282 (ETAG 004)

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

173

ISOLAMENTO TERMICO
ELEMENTI PER SISTEMA CAPPOTTO

RETE DARMATURA

Rete darmatura per Sistema Cappotto.

IMPIEGO
La Rete darmatura deve essere utilizzata per rinforzare lo strato di rasante applicato sulle lastre per lisolamento termico, prima dellapplicazione della finitura. Essa ha la funzione di conferire al sistema
unadeguata capacit di resistere agli urti, nonch di contrastare le tensioni dovute agli sbalzi termici e
ai fenomeni di ritiro, prevenendo la formazione di crepe o cavillature in facciata.

LAVORAZIONE
Lapplicazione della Rete darmatura avviene nel primo strato di rasatura dei pannelli utilizzati per lisolamento termico. Dopo la stesura uniforme del rasante con la spatola metallica per uno spessore di 2-3
mm, si procede alla posa della rete darmatura. Essa viene stesa dallalto verso il basso, annegandola nello
strato di rasante, e avendo cura che il sormonto tra le strisce adiacenti sia di almeno 10 cm.
In corrispondenza degli spigoli delle aperture di porte e finestre si devono annegare degli ulteriori pezzi di
rete con inclinazione a 45, come rinforzo nei punti dove c una maggiore concentrazione degli sforzi.

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
La Rete darmatura per Sistema Cappotto un
prodotto che deriva dalla tessitura di filati in
fibra di vetro di elevata qualit, che successivamente sono sottoposti ad uno speciale trattamento di impregnazione che rende la rete
resistente agli alcali.

FORNITURA
La Rete darmatura per cappotto viene fornita in
rotoli di lunghezza 50 m e di larghezza 1 m.
Disponibile anche con grammatura da 370 g/m2.

QUALIT
La Rete darmatura per cappotto stata sottoposta a test presso lITC-CNR secondo la Guida
ETAG 004.
Ogni fornitura sottoposta ad un accurato
controllo presso i nostri laboratori.

La posa in opera dovr essere effettuata a temperature comprese tra +5C e +35C.
Durante la posa della rete , evitare la formazione di bolle e/o piegature.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Fibra di vetro
Appretto antialcalino
Peso del vetro in base al tenore
delle ceneri (rete greggia)
Massa areica (rete apprettata)
Ampiezza della maglia (ordito)
Ampiezza della maglia (trama)
Resistenza a trazione (ordito)
Allungamento (ordito)
Resistenza a trazione (trama)
Allungamento (trama)
Resistenza residua a trazione dopo
invecchiamento di 3 ioni alcalini

81%
19%
125 g/m2 5%
155 g/m2 5%
4,15 mm 5%
3,80 mm 5%
>35 N/mm
5%
>35 N/mm
5%
> 50% del valore iniziale e comunque superiore
a 20 N/mm

Benestare Tecnico Europeo ETA 07/0280 ETA 09/0282 (ETAG 004)

174

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

ISOLAMENTO TERMICO
ELEMENTI PER SISTEMA CAPPOTTO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - BLOCCHI IN CEMENTO - PIETRA - CALCESTRUZZO - INTONACO CALCE - INTONACO CALCE/CEMENTO

LASTRA IN POLISTIRENE ESTRUSO-XPS

Per zoccolature

PREPARAZIONE DEL FONDO


La superficie della parete deve essere pulita. In caso contrario, si dovr procedere alla rimozione di polvere,
sporco, tracce di disarmante, parti sfarinanti o incoerenti. Verificare la planarit del supporto, ed eventualmente asportare le sporgenze superiori ad 1 cm. Le parti in calcestruzzo fortemente ammalorate devono essere bonificate con speciali malte da ripristino. Rimuovere la presenza di eventuali pitture parzialmente scrostate, rivestimenti privi di aderenza, superfici smaltate o vetrose, eventualmente per idrosabbiatura.

LAVORAZIONE

COMPOSIZIONE
La Lastra per zoccolatura un pannello in polistirene estruso, espanso con CO2. Viene fornito
con superficie goffrata al fine di aumentare
ladesione del collante.

Lo spessore delle lastre per zoccolatura viene scelto in base alla tipologia di Sistema a Cappotto che si deve
andare a realizzare. Nel caso di un Sistema a Cappotto con lastre EPS, pu essere realizzata una zoccolatura
in linea con i pannelli isolanti di facciata. Lo spessore delle lastre per zoccolatura e dei pannelli di isolamento
in facciata sar lo stesso. Lo strato di rasatura armata sar applicato uniformemente su entrambe le tipologie
di pannelli. Nel caso invece di un Sistema a Cappotto con lastre in lana di roccia, deve essere realizzata una
zoccolatura rientrante. Lo spessore della lastra in polistirene estruso sar 1-2 cm inferiore rispetto allo spessore dei pannelli di facciata. Alla sommit dei pannelli in polistirene estruso verr applicato un profilo di partenza, o in alternativa, un profilo con gocciolatoio. Il fissaggio dei pannelli avviene utilizzando i collanti Fassa
A50, A96 o AL88, applicando il collante per esteso o a strisce e punti, avendo cura che questo non debordi dal
pannello dopo la posa dello stesso. Successivamente viene effettuato il fissaggio meccanico mediante tasselli in polipropilene, idonei al supporto su cui devono essere applicati, il cui gambo avr una lunghezza tale da
penetrare nel supporto di almeno 30 mm. La rasatura dei pannelli sempre a base di A50, A96, o AL88, rinforzata con la rete di armatura in fibra di vetro alcali-resistente da 160 g/m2. Il rivestimento a spessore RTA549,
RSR421, o R336 completa lapplicazione dei pannelli per zoccolatura.
Per le modalit di applicazione dettagliate, necessario comunque attenersi alle indicazioni riportate sulla
documentazione tecnica FASSA.

FORNITURA
Le lastre per zoccolatura in polistirene estruso
XPS sono fornite in imballaggi di polietilene.

QUALIT
Le lastre per zoccolatura in polistirene estruso
XPS sono classificate e marcate secondo la
norma europea EN 13164, e sottoposte ad un
accurato controllo presso i nostri stabilimenti.

AVVERTENZE
La posa in opera dovr essere effettuata a temperature comprese tra +5C e +35C.
Durante lo stoccaggio, evitare di esporre le lastre agli agenti atmosferici, in particolare proteggere le
lastre dallazione diretta del sole, avendo cura di conservare le lastre imballate in un luogo coperto,
asciutto, ben ventilato e lontano dalla luce o da altre sorgenti di calore.
Le superfici delle lastre devono essere pulite ed integre: togliere limballo delle lastre solo al momento della posa.
Evitare lapplicazione di lastre danneggiate, deteriorate, sporche, ecc.
Durante la posa, proteggere le lastre isolanti da eventuali infiltrazioni dacqua dovute alla pioggia.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Lunghezza
Larghezza
Spessore
Caratteristiche
Densita specifica apparente
Conducibilit
termica dichiarata
Tolleranza sullo spessore
Stabilit dimensionale
Resistenza a trazione
Resistenza alla compressione
Coeff. di resistenza alla diffusione
del vapore
Reazione al fuoco

1.250 mm
600 mm
20-200 mm
Codice di
designazione

Unit di misura

Kg/m3

> 30

W/m.k

Per s 60 mm, D = 0,034


Per s 60 mm, D = 0,035

mm

Classe T1 ( 2 mm )

DS (TH)
TR
CS (10)

%
KPa
KPa

5
300

60-200 (in funzione dello spessore)

Classe E

200

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

175

ISOLAMENTO TERMICO
SISTEMA RIVESTIMENTO FACCIA A VISTA

AMF 03

Adesivo in pasta pronto alluso per lincollaggio dei mattoncini FASSABRICK.


IMPIEGO
AMF 03 viene usato per incollare allesterno e allinterno i mattoncini sottili da rivestimento FASSABRICK
su rasanti a base cemento per superfici a cappotto.

PREPARAZIONE DEL FONDO


La superficie di posa deve essere libera da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di olii, grassi, cere, ecc.
devono essere preventivamente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti o asportabili. Il rasante
cementizio deve essere asciutto e opportunamente stagionato per 28 gg.

LAVORAZIONE

COMPOSIZIONE
AMF03 un adesivo in pasta composto da
resine sintetiche, sabbie selezionate ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e ladesione.

FORNITURA
Contenitori da 20 kg ca.

QUALIT
AMF 03 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

E opportuno, prima di cominciare lapplicazione, tracciare le linee orizzontali a partire dai fori in parete, riportando con una livella o un laser le quote lungo tutte le pareti da rivestire. Cominciare lapplicazione dagli spigoli, utilizzando i mattoncini FASSABRICK angolari, disposti alternativamente nelle due
facciate adiacenti. Per la posa deve essere considerato lo spessore della fuga, che pu variare tra i 10 e
i 12 mm, in funzione delle linee orizzontali tracciate. Ripartire quindi esattamente le quote orizzontali
in base allaltezza del mattoncini e allaltezza delle fughe. Prima dellapplicazione dei mattoncini, tirare
uno spago come guida orizzontale per la posa. Effettuare lapplicazione dei mattoncini dallalto verso il
basso, evitando di sporcare i mattoncini gi posati. Mescolare AMF 03 a mano, prima dellapplicazione.
Stendere il prodotto dallalto verso il basso con idonea spatola dentata con denti 6x6 in una superficie
non superiore a 1 m alla volta. I mattoncini FASSABRICK si applicano facendo un leggero movimento a
pressione e battendoli accuratamente in modo che tutta la superficie sia a perfetto contatto con il collante. Leventuale registrazione dei mattoncini deve essere effettuata entro 30 minuti dalla posa. Nel
caso di filmazione superficiale del collante, rinfrescare la superficie ripassandola con la spatola dentata.
AMF 03 autofugante: dopo aver posato i mattoncini in 1 m di superficie, lisciare uniformemente il
prodotto nelle fughe con un pennellino leggermente inumidito. Assicurarsi che il mattoncino sia ben
adeso al supporto e che il prodotto AMF 03 aderisca in maniera uniforme su tutto il perimetro del mattoncino.

AVVERTENZE
Applicare il prodotto a temperature comprese tra +5C e +30C.
Non utilizzare per la posa di rivestimenti ceramici o in pietra.
Applicare ladesivo solo su una zona limitata per evitare che formi una pelle superficiale
(max. 1 m alla volta)
Assicurarsi che i mattoncini FASSABRICK siano posizionati interamente nel letto di malta collante, e siano opportunamente sigillati. Non si devono formare vuoti o cavit.
Le facciate esterne decorate con mattoncini FASSABRICK, durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione, devono essere protette dalla pioggia, da qualsiasi precipitazione e da
elevata umidit relativa in atmosfera (nebbia) per almeno 5-7 giorni
AMF 03 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Aspetto
Colori disponibili
Peso specifico
Granulometria
Resa
Temperatura di applicazione
Tempo di registrazione dei mattoncini

176

Pasta
Bianco, marrone e grigio
1,450 kg/l ca.
< 0,6 mm
3 4 kg/m ca.
Da + 5C a + 30C
30 minuti ca

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

ISOLAMENTO TERMICO
SISTEMA RIVESTIMENTO FACCIA A VISTA

FASSABRICK

Mattoncini ad effetto faccia a vista per sistemi a cappotto

IMPIEGO
I mattoncini sottili da rivestimento FASSABRICK, grazie alla loro flessibilit e al peso estremamente limitato, vengono utilizzati per creare leffetto faccia a vista su superfici isolate termicamente a cappotto.

PREPARAZIONE DEL FONDO


La superficie di posa deve essere libera da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di olii, grassi, cere, ecc.
devono essere preventivamente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti o asportabili. Il rasante
cementizio deve essere asciutto e opportunamente stagionato per 28 gg.

LAVORAZIONE

COMPOSIZIONE
I mattoncini FASSABRICK sono realizzati utilizzando resine sintetiche, sabbie di quarzo selezionate e coloranti naturali.

FORNITURA
Mattoncini FASSABRICK lineari: scatole da 64
pezzi (corrispondenti a 2 m con fuga da 12 mm)
Mattoncini FASSABRICK angolari: scatole da
32 pezzi (corrispondenti a 2 metri lineari con
fuga da 12 mm)

QUALIT
I mattoncini FASSABRICK sono sottoposti ad
accurato e costante controllo presso i nostri
laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

E opportuno, prima di cominciare lapplicazione, tracciare le linee orizzontali a partire dai fori in parete, riportando con una livella o un laser le quote lungo tutte le pareti da rivestire. Cominciare lapplicazione dagli spigoli, utilizzando i mattoncini FASSABRICK angolari, disposti alternativamente nelle due
facciate adiacenti. Per la posa deve essere considerato lo spessore della fuga, che pu variare tra i 10 e
i 12 mm, in funzione delle linee orizzontali tracciate. Ripartire quindi esattamente le quote orizzontali
in base allaltezza del mattoncini e allaltezza delle fughe. Prima dellapplicazione dei mattoncini, tirare
uno spago come guida orizzontale per la posa.
I mattoncini FASSABRICK vengono incollati utilizzando ladesivo AMF 03. Stendere il prodotto dallalto
verso il basso con idonea spatola dentata con denti 6x6 in una superficie non superiore a 1 m alla volta.
I mattoncini FASSABRICK si applicano facendo un leggero movimento a pressione e battendoli accuratamente in modo che tutta la superficie sia a perfetto contatto con il collante. Leventuale registrazione dei mattoncini deve essere effettuata entro 30 minuti dalla posa. Dopo aver posato i mattoncini,
lisciare uniformemente il prodotto nelle fughe con un pennellino leggermente inumidito.

AVVERTENZE
Applicare il prodotto a temperature comprese tra +5C e +30C.
Durante la posa, mescolare i mattoncini prelevandoli da scatole diverse, per migliorare leffetto estetico finale.
Assicurarsi che i mattoncini FASSABRICK siano posizionati interamente nel letto di malta collante, e siano opportunamente sigillati. Non si devono formare vuoti o cavit.
Le facciate esterne decorate con mattoncini FASSABRICK, durante la posa e nei giorni successivi di essiccazione, devono essere protette dalla pioggia, da qualsiasi precipitazione e da
elevata umidit relativa in atmosfera (nebbia) per almeno 5-7 giorni.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Formati disponibili
Colori disponibili
Dimensioni mattoncino lineare
Dimensioni mattoncino ad angolo
Spessore
Peso specifico
Temperatura di applicazione
Fattore di resistenza alla diffusione del vapore

Mattoncini lineari, mattoncini ad angolo


Bianco, Rosso Sahara, Toscana
240x52 mm
240x52x155 mm
4 mm
6 kg/m ca.
Da + 5C a + 30C
= 280 ca.

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

177

ISOLAMENTO TERMICO
Sistema Cappotto - Fasi applicative

Fase 1
Prima della posa dei pannelli deve essere determinata laltezza della zoccolatura e
quindi si devono montare i profili di partenza, allineati in bolla, con gli appositi tasselli.

Fase 2
Ladesivo impastato deve essere applicato direttamente sui pannelli e, a seconda dei supporti, si possono seguire due diverse modalit:
- quando il supporto perfettamente planare, il prodotto viene steso su tutta la superficie del pannello con una spatola dentata;
- quando il supporto non perfettamente planare e presenta delle irregolarit che
comunque non superano il centimetro di dislivello, il prodotto viene steso in modo da formare delle strisce di qualche centimetro di larghezza parallele ai lati del pannello e al centro dei punti a spessore con un diametro di circa 5-10 cm. Indipendentemente dalla
modalit di incollaggio si deve porre particolare attenzione nellevitare lapplicazione di
adesivo sul bordo dei pannelli, perch questo potrebbe determinare dei problemi (formazione di ponte termico) a causa dellinsufficiente accostamento dei pannelli stessi.

Fase 3
I pannelli devono essere applicati alla parete, dal basso verso lalto, a giunti sfalsati,
evitando la presenza di fessure tra i pannelli ed esercitando una leggera pressione
con le mani; in corrispondenza degli spigoli devono essere alternati in modo da
garantire un assorbimento delle tensioni.

Fase 4
Di seguito vanno battuti con frattazzo di legno o plastica per farli aderire il pi possibile al supporto e inoltre importante controllare spesso la planarit di tutta la
superficie con una staggia.
Nelle zone pi soggette ad urti si possono utilizzare pannelli in polistirolo espanso
estruso con superfici goffrate, caratterizzato da resistenze meccaniche con valori
maggiori rispetto a quelle del polistirolo espanso sinterizzato.

Fase 5
A distanza di circa 1 giorno, e comunque dopo indurimento delladesivo, si procede
con il fissaggio meccanico dei pannelli, che avviene utilizzando appositi tasselli: il
disco del tassello ha il compito di pressare il pannello isolante contro il supporto,
mentre al gambo lasciata la funzione di aderenza al supporto stesso. La penetrazione dei tasselli nello strato del supporto (muratura, intonaco, calcestruzzo) deve
essere di almeno 3 cm.

178

ISOLAMENTO TERMICO
Sistema Cappotto - Fasi applicative

Fase 6
I tasselli devono essere inseriti in corrispondenza di ogni giunto e, nel caso sia
necessario rinforzare lincollaggio con ladesivo, se ne devono applicare anche uno
o due al centro (non ci devono mai essere meno di 6 tasselli per m2).

Fase 7
Tutti gli spigoli devono essere realizzati utilizzando gli appositi paraspigoli con rete
preincollata, avendo cura di posizionare i paraspigoli con gocciolatoio nei punti di
scolo dellacqua piovana. In corrispondenza degli spigoli delle aperture di porte e
finestre, dove in genere c una maggiore concentrazione degli sforzi, si consiglia di
utilizzare ulteriori pezzi di rete con inclinazione di 45. In alternativa sono disponibili anche pezzi di rete appositamente sagomati.

Fase 8
Tra la posa dei pannelli e la rasatura devono passare minimo 2 giorni, nel caso di
clima caldo e asciutto, oppure un massimo di una settimana, nel caso di clima freddo e umido.
I rasanti devono essere stesi sui pannelli con la spatola metallica, lasciando uno
spessore uniforme di almeno 3 mm nel caso si utilizzi il prodotto A 50 e di 5-6 mm
nel caso si utilizzino i prodotti A 96 e AL 88.

Fase 9
Si procede quindi, partendo dallalto verso il basso, alla posa della rete darmatura in
fibra di vetro alcali-resistente da 160 g/m2, che deve essere sormontata tra le strisce
adiacenti di almeno 10 cm e annegata nello strato di rasante; infine si applica una
seconda mano di rasante in modo da ottenere una superficie liscia e uniforme.
Inoltre le zone pi soggette ad urti possono essere armate con un doppio strato di
rete.

Fase 10
Dopo completo indurimento dello strato di rasante stesso, si applica a rullo o a pennello
il fondo fissativo necessario per la successiva posa del rivestimento colorato, che avviene dopo 16 - 24 ore. Il rivestimento colorato di finitura pu essere scelto tra i seguenti prodotti: RTA 549 della Linea Acrilica, RX 561 della Linea Acril-Silossanica, FASSIL R
336 della Linea ai Silicati, e RSR 421 della Linea Idrosiliconica. Nel caso di pareti molto
esposte e senza alcuno sporto si consiglia di utilizzare i rivestimenti RX 561 o RSR 421,
poich caratterizzati da migliori propriet di idrorepellenza rispetto ai prodotti ai silicati (FASSIL R 336). Si consiglia di non utilizzare colori scuri, che durante la stagione estiva potrebbero provocare un eccessivo innalzamento della temperatura della superficie.

179

IMPERMEABILIZZAZIONE
1

2
3

TIPOLOGIA SUPPORTI:

180

INTONACO DI FONDO CALCE/CEMENTO

MASSETTO

CALCESTRUZZO

GLOSSARIO

Impermeabilizzazione di contenimento acqua


Viene chiamata anche impermeabilizzazione in spinta positiva e consiste nel trattare una parete dalla parte dove vi infiltrazione d'acqua. In questo caso l'acqua premer contro l'impermeabilizzante, spingendolo verso il supporto, senza effetti negativi.

Impermeabilizzazione in controspinta
Viene chiamata anche impermeabilizzazione in spinta negativa e consiste nel trattare una parete, dal lato opposto da dove l'acqua s'infiltra. In questo caso la
spinta dellacqua tender a staccare lo strato impermeabilizzante dal supporto.

Guaina elastica
Prodotto di consistenza liquido-pastosa, utilizzato per impermeabilizzare con uno strato continuo ed elastico, che aderisce al supporto grazie al potere di adesione del proprio legante.

IMPERMEABILIZZAZIONE
PRODOTTI
SUPPORTO

INTONACO CALCE/CEMENTO
CALCESTRUZZO

MASSETTO

TIPOLOGIA PRODOTTO

AMBIENTE
INTERNO ESTERNO

COSTRUZIONE
NUOVA ESISTENTE

PRODOTTO

NOTE

PAG.

GUAINA ELASTICA
BICOMPONENTE

GE 97

182

MALTA OSMOTICA

MO 660

183

GUAINA
ELASTICA
MEMBRANA
ELSTICA
BICOMPONENTE
BI-COMPONENTE

GE 97

182

181

IMPERMEABILIZZAZIONE
GUAINA ELASTICA BICOMPONENTE
Supporti: INTONACO CALCE/CEMENTO - MASSETTO - CALCESTRUZZO

GE 97

Guaina elastica cementizia bicomponente per limpermeabilizzazione.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La superficie deve essere libera da polvere e/o sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono
essere preventivamente rimosse, cos come eventuali parti sfarinanti o asportabili. Bagnare con acqua il
sottofondo e rimuovere l'eccesso di acqua in modo da ottenere una superficie satura ma esente da ristagni d'acqua.

LAVORAZIONE

PER IMPERMEABILIZZARE:
PISCINE - TERRAZZE
BOX DOCCIA

COMPOSIZIONE
GE 97 una guaina elastica bicomponente a
base di cementi, sabbie selezionate, additivi
chimici e polimeri sintetici in dispersione atti a
migliorare la lavorabilit, l'adesione e la flessibilit della malta anche alle basse temperature.

FORNITURA
Componente A: sacchi speciali con protezione dallumidit da 25 kg ca.
Componente B: barattoli da 8,3 kg ca.

CONSERVAZIONE
Componente A: conservare allasciutto per un
periodo non superiore a 12 mesi.
Componente B: il materiale se immagazzinato
in locali asciutti e riscaldati si conserva per
almeno 12 mesi.

QUALIT
GE 97 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Ad ogni sacco da 25 kg di GE 97 Componente A, aggiungere una confezione da 8,3 l di GE 97


Componente B. Mescolare con agitatore meccanico a bassa velocit fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Stendere l'adesivo con spatola metallica fino ad uno spessore di 2 mm per strato. Applicare l'eventuale strato successivo solo quando il primo strato indurito (5 ore ca.). Nel primo
strato annegare una rete in fibra di vetro alcali-resistente (maglia 4X4 mm ca.) nel caso in cui il prodotto venga applicato in zone molto sollecitate o comunque in presenza di fessurazioni. Lisciare il prodotto con spatola metallica dopo pochi minuti dall'applicazione. Piastrellare la superficie con AZ 59, AD 8
pi DE 80, AQ 60 dopo almeno 5 gg dalla posa di GE 97, in condizioni normali di temperatura e umidit.

AVVERTENZE
La guaina elastica fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione.
Nel caso di applicazione a temperature elevate e soprattutto in presenza di ventilazione, proteggere la
superficie con teli umidi.
Lavare tutti gli attrezzi prima che il prodotto faccia presa. Diversamente, si dovr procedere ad
una rimozione meccanica dei residui di prodotto.
GE 97 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della malta bagnata
Spessore massimo
ph
Resa
Rapporto d'impasto
Temperatura di applicazione
Tempo di vita dell'impasto
Tempo di attesa per la posa
di piastrelle con adesivo
Modulo di elasticit a 28 gg
Modulo di elasticit a 7 gg
pi 21 in acqua

1.650 kg/m3 ca.


2 mm per mano
>12
1,7 kg/m2 ca. per mm di spessore
3 parti di Componente A e 1 parte di Componente B
da +5C a +35C
1 ora
minimo 5 gg a + 20C e a 65% di umidit relativa
100 N/mm2 ca.
100 N/mm2 ca.

Adesione su calcestruzzo
1,1 N/mm2 ca.
dopo 28 gg
Adesione dopo 7 gg in aria
0,8 N/mm2 ca.
e 21 gg in acqua
Flessibilit
ottima
Conforme al D.L. n31 del 02/02/2001 (attuazione direttiva 98/83/CE)
Rapporto di Prova ARPA Lombardia

182

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

IMPERMEABILIZZAZIONE
MALTA OSMOTICA
Supporti: INTONACO CALCE/CEMENTO - CALCESTRUZZO

MO 660

Malta cementizia osmotica bianca o grigia.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere, sporco, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, parti sfarinanti
o comunque non aderenti, devono essere preventivamente rimosse mediante accurata spazzolatura o
idropuIizia. E' necessario provvedere preventivamente alla sigillatura delle fessure e comunque delle parti
degradate con betoncini tipo B 525 o B 548. Saturare poi la superficie con acqua, avendo cura di non
applicare MO 660 in presenza di acqua stagnante in superficie.

LAVORAZIONE

PER IMPERMEABILIZZARE:
SERBATOI DACQUA - LOCALI
SCANTINATI - MURI CONTRO
TERRA - CANALI DI IRRIGAZIONE

MO 660 viene addizionato con circa il 22-26% di acqua pulita (circa 6 litri per sacco da 25 Kg), quindi
va impastato a mano, oppure con agitatore meccanico per non pi di 3 minuti e lasciato a riposo per
circa 5 minuti. L'impasto viene poi applicato in pi mani (almeno 2) a pennello oppure con spatola
metallica con passaggi in senso orizzontale e verticale. Nel caso di applicazione a spatola comunque
raccomandabile applicare sempre preventivamente una mano a pennello. Le successive riprese vanno
effettuate ad una distanza di qualche ora dalla precedente, a seconda dell'assorbimento del fondo e
della temperatura e comunque mai oltre le 24 ore. Utilizzare limpasto entro 90 minuti dalla preparazione. Non applicare su superfici flessibili, n su superfici soggette a pedonamento; in quest'ultimo caso,
posare su MO 660 un massetto cementizio di 4-5 cm di spessore. Una volta indurito MO 660 pu essere pulito solo meccanicamente.

COMPOSIZIONE

AVVERTENZE

MO 660 una malta secca composta da leganti speciali, cariche inorganiche, idrofugo ed
additivi specifici per migliorare la lavorazione e
l'adesione al sottofondo anche in presenza di
acqua in controspinta.

Il prodotto fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di + 5C
viene consigliata come valore minimo per l'applicazione e per un buon indurimento dello stesso.
Al di sotto di tale valore la presa viene ritardata e sotto 0C il prodotto fresco e anche non
completamente indurito sarebbe esposto all'azione disgregatrice del gelo. Nel caso di giornate
soleggiate e/o ventose, bagnare la superficie per evitare una rapida evaporazione dell'acqua.

FORNITURA

MO 660 deve essere utilizzato allo stato originale senza aggiunta di materiali estranei.

Sacchi speciali con protezione dallumidit


da 25 kg ca.

CARATTERISTICHE TECNICHE
CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
MO 660 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Peso specifico della polvere


Granulometria
Resa

1.300 kg/m3 ca.


< 0,6 mm
1,5 kg/m2 ca. con spessore 1 mm
- grigia: a pennello 24%, a spatola 22%
Acqua di impasto
- bianca: a pennello 26%, a spatola 24%
Resistenza a flessione a 28 gg
7 N/mm2 ca.
Resistenza a compressione a 28 gg 30 N/mm2 ca.
Modulo di elasticit a 28 gg
16.000 N/mm2 ca.
Conforme al D.L. n31 del 02/02/2001 (attuazione direttiva 98/83/CE)
Rapporto di Prova ARPA Lombardia

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

183

RISANAMENTO
MURATURE UMIDE

2
3

TIPOLOGIA SUPPORTI:

184

TERMOLATERIZIO

PIETRA

CALCESTRUZZO

LATERIZIO

GLOSSARIO

Umidit
Tipologie:
- umidit da costruzione: dovuta alla presenza dacqua nei materiali da costruzione;
- umidit accidentale: dovuta a perdite ed infiltrazioni;
- umidit meteorica: dovuta alle precipitazioni atmosferiche;
- umidit da condensa: dovuta ai fenomeni di condensa superficiali ed interstiziali connessi, rispettivamente, alla presenza di superfici fredde ed alla
diffusione del vapore attraverso la parete;
- umidit da risalita: dovuta al fenomeno di risalita capillare in murature a contatto con terreno umido o ad acqua di falda.
Lumidit da costruzione, quella accidentale e quella meteorica trovano generalmente una soluzione allinterno degli interventi di manutenzione. Lumidit
da condensa richiede una migliore coibentazione delle pareti che, abbinata a una migliore ventilazione, porter alla scomparsa della condensa e delle muffe
che ne conseguono.
Lumidit da risalita, causa pi frequente di degrado dei supporti, quella che prevede le tecniche di risanamento pi complesse ed onerose che sono classificabili in quattro categorie:
1. sistemi di allontanamento dellacqua dalla parete, che riguardano le sole pareti perimetrali ed agiscono riducendo al minimo la superficie di contatto fra
la muratura e il terreno, mediante la realizzazione di drenaggi, intercapedini, vespai areati, ecc.;
2. sistemi di sbarramento, di natura meccanica o chimica, che ostacolano la risalita capillare allinterno della parete; lo sbarramento meccanico consiste nel
praticare un taglio orizzontale per inserirvi una barriera impermeabile, quello chimico, invece, consiste nelliniettare nella parete delle sostanze chimiche liquide, che agiscono chiudendo i pori e i capillari opure riducendo il potere di assorbimento;
3. elettrosmosi, che consiste nellinvertire il flusso di risalita dellacqua scambiando le polarit del terreno e della muratura mediante lapplicazione di elettrodi a bassa tensione;
4. sistemi di smaltimento dellacqua contenuta in parete mediante lincremento della capacit evaporativi superficiale ottenuto con limpiego di intonaci
macroporosi.

Intonaco aerato o macroporoso


Malta che contiene delle particolari sostanze destinate ad aumentarne la porosit. Questa propriet in grado di favorire unazione di aspirazione per capillarit dellacqua contenuta nel muro e quindi di incrementare la velocit di evaporazione; sono pertanto consigliati quando occorre rimuovere lumidit di
risalita dalle pareti. Inoltre permette la crescita dei cristalli di sale allinterno dei macropori senza che si originino delle tensioni e quindi la rottura dellintonaco stesso.

Sistema Risanamento FASSA


Il Sistema Risanamento FASSA contro lumidit da risalita non elimina la causa responsabile della presenza di acqua e di sali nella muratura; esso tende piuttosto a ridurre gli effetti derivanti dalla presenza di umidit operando in tal modo una riduzione del fenomeno. Infatti tutti gli intonaci risananti esplicano
la loro funzione sino a completa saturazione salina dei macropori daria; poich la velocit di saturazione varia da caso a caso, non possibile prevedere la
durata nel tempo dellintonaco risanante.
E importante e necessario valutare quindi anche limpiego delle altre tecniche di risanamento (realizzazione di drenaggi, intercapedini, vespai areati, taglio del
muro, sbarramento chimico, elettrosmosi, ecc.) in sinergia con quella dellutilizzo di intonaci macroporosi.

185

RISANAMENTO MURATURE UMIDE


PRODOTTI

SUPPORTO

TIPOLOGIA PRODOTTO

S 650

Bio

188

RINZAFFO 720

Calce NHL

189

S 641 - S 627

Appl. a macchina 187-190

S 641 - S 612

Appl. a mano

187-191

S 650 - S 639

Bio

188-192

Calce NHL

189-193

RINZAFFO 720
INTONACO 717
RINZAFFO 720
INTONACO 740

INTONACO DI FINITURA

S 605

Bio

FINITURA LISCIA

LC 7

RB 101

Bio

84

RB 201

Bio

85

RB 301

Bio

86

RB 401

Bio

87

RF 100

Bio

88

RM 200

Bio

89

RG 300

Bio

90

RIVESTIMENTO
AI SILICATI RUSTICO

F 328 - R 336

112-115

RIVESTIMENTO
IDROSILICONICO RUSTICO

FS 412 - RSR 421

116-119

INTONACHINO
ALLA CALCE

I 133

SISTEMA
ACRIL-SILOSSANICO

FX 526 - RX 561

INTONACO DI FINITURA

FINITURA 750

FINITURA LISCIA

LC 7

PITTURA AI SILICATI

F 328 - P 313

112-114

PITTURA IDROSILICONICA

FS 412 - PS 403

116-118

PITTURA ALLA CALCE

PC 144

PITTURA ACRILICA
TRASP. SEMILAVABILE

FA 249 - PT 213

92-105

SISTEMA ACRIL-SILOSSANICO

FX 526 - PX 505

109-110

PITTURA ALLA CALCE

PC 144

PITTURA AI SILICATI

F 328 - P 313

PITTURA IDROSILICONICA

FS 412 - PS 403

116-118

PITTURA AI SILICATI

F 328 - P 313

112-114

PITTURA IDROSILICONICA

FS 412 - PS 403

116-118

PITTURA ALLA CALCE

PC 144

PITTURA ACRILICA
TRASP. SEMILAVABILE

FA 249 - PT 213

92-105

SISTEMA ACRIL-SILOSSANICO

FX 526 - PX 505

109-110

INTONACO DI FONDO S 627


INTONACO DI FONDO S 612
INTONACO DI FONDO S 639

186

PAG.

S 641

RIVESTIMENTO
CALCE/CEMENTO

FINITURA LISCIA LC 7

NOTE

INTONACO DI FONDO

INTONACO DI FINITURA 750


A BASE CALCE IDRAULICA
NATURALE NHL

PRODOTTO

LATERIZIO
TERMOLATERIZIO
PIETRA
CALCESTRUZZO

INTONACO DI FINITURA S 605


A BASE CALCE

COSTRUZIONE
NUOVA ESISTENTE

X
RINZAFFO

INTONACO 717
INTONACO DI COCCIOPESTO 740

AMBIENTE
INTERNO ESTERNO

187

Cocciopesto-NHL 189-194
195
58

79
109-111
Calce NHL

196
58

78

78
112-114

78

RISANAMENTO MURATURE UMIDE


RINZAFFO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - PIETRA - CALCESTRUZZO

S 641

Rinzaffo per il risanamento di murature umide per interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere, sporco ed efflorescenze saline. Eventuali tracce di oli, grassi,
cere, come pure le parti sfarinanti devono essere preventivamente rimosse. La muratura deve essere predisposta rimuovendo totalmente lintonaco esistente per unaltezza di almeno un metro superiore alla
fascia in cui visibile lumidit.

LAVORAZIONE
S 641 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. Si applica in unico strato sino a spessori di 4-5 mm, in modo da coprire circa il 50% del supporto. La malta, dopo la miscelazione con acqua, deve essere applicata entro due ore. Per applicazioni a
mano, ad ogni sacco da 30 kg di S 641 aggiungere circa 7 litri di acqua pulita e mescolare con agitatore meccanico fino ad ottenere limpasto della consistenza desiderata.

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 228-229)

COMPOSIZIONE
S 641 una malta secca a base di legante
idraulico ad effetto pozzolanico resistente ai
solfati, sabbie classificate ed additivi specifici
atti a migliorare la lavorazione e ladesione.

AVVERTENZE
La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. Essendo lindurimento
dellintonaco basato sulla presa idraulica del cemento una temperatura di + 5C viene consigliata
come valore minimo per lapplicazione e per un buon indurimento della malta. Al di sotto di tale
valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche non
completamente indurita sarebbe esposta allazione disgregatrice del gelo.
S 641 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
S 641 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg

1.400 kg/m3 ca.


4-5 mm in unico strato
< 3 mm
25% ca.
3-5 kg/m2 ca.
1800 kg/m2 ca.
4 N/mm2 ca.
11 N/mm2 ca. (CSIV: > 6 N/mm2)
13.000 N/mm2 ca.

Resistenza ai solfati

provini integri dopo 1 mese di immersione


in ambiente solfatico

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

15 (valore misurato)

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

= 0,83 W/m .K (valore tabulato)

. .2 min0,5
W1 c 0,40 kg/m

GP-CSIV-W1

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

187

RISANAMENTO MURATURE UMIDE


RINZAFFO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - PIETRA - CALCESTRUZZO

S 650

Bio-rinzaffo bianco per il risanamento di murature umide per interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere, sporco ed efflorescenze saline, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, parti sfarinanti o comunque non aderenti, devono essere preventivamente rimosse in modo
accurato. La muratura deve essere predisposta rimuovendo l'intonaco esistente per un'altezza di almeno 1 metro superiore alla fascia in cui visibile l'umidit.

LAVORAZIONE
S 650 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. Si applica in un unico strato a spessori di 4-5 mm, in modo da coprire il 50% del supporto. La
malta, dopo la miscelazione con acqua, deve essere applicata entro due ore. Per applicazioni a mano, ad
ogni sacco da 30 kg di S 650 aggiungere circa 8 litri di acqua pulita e mescolare con agitatore meccanico fino ad ottenere l'impasto della consistenza desiderata.
SISTEMA BIO-ARCHITETTURA (pag. 225)
SISTEMA RISANAMENTO (pag. 228-229)

COMPOSIZIONE
S 650 una malta secca bianca a base di calce
naturale, legante idraulico resistente ai solfati
e sabbie calcaree classificate.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
S 650 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

AVVERTENZE
La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di + 5C viene
consigliata come valore minimo per l'applicazione e per un buon indurimento della malta. Al di
sotto di tale valore la presa del prodotto verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta
fresca o anche non completamente indurita sarebbe esposta all'azione disgregatrice del gelo.
Il completamento del ciclo applicativo di risanamento prevede, dopo il rinzaffo S 650, l'applicazione dell'intonaco macroporoso S 639 e della finitura risanante S 605, entrambi a base di
calce idrata.
S 650 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Resistenza ai solfati
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Indice di radioattivit (UNI 10797/1999)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

188

1.400 kg/m3 ca.


4-5 mm
< 3 mm
27% ca.
3-5 kg/m2 ca.
1800 kg/m2 ca.
4 N/mm2 ca.
11 N/mm2 ca. (CSIV: > 6 N/mm2)
13.000 N/mm2 ca.
provini integri dopo 1 mese
di immersione in ambiente solfatico
15 (valore misurato)
. 2. min0,5
W1 c 0,40 kg/m

= 0,83 W/m .K (valore tabulato)


I = 0,44 0,05
GP-CSIV-W1
N EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

RISANAMENTO MURATURE UMIDE


RINZAFFO
Supporti: LATERIZIO - TERMOLATERIZIO - PIETRA

RINZAFFO 720

Bio-rinzaffo a basa calce idraulica naturale NHL 3,5

PREPARAZIONE DEL FONDO


Il supporto deve essere libero da polvere, sporco, efflorescenze saline, ecc. Eventuali tracce di oli, grassi, cere,
ecc. come pure tutte le parti sfarinanti devono essere preventivamente rimosse. I sali eventualmente presenti sul supporto devono essere preventivamente eliminati mediante pulizia a secco per evitarne la diffusione. Nel caso di interventi su murature umide, la superficie deve essere preparata rimuovendo totalmente l'intonaco esistente per un'altezza di almeno un metro superiore alla fascia in cui visibile l'umidit.

LAVORAZIONE
RINZAFFO 720 si lavora a mano o con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o simili. Si applica in un unico strato con spessori di 4 - 5 mm, in modo da coprire completamente il supporto. La malta, dopo la miscelazione con acqua, deve essere applicata, in condizioni
normali, entro 2 ore. Nella lavorazione a mano, aggiungere circa 8 litri di acqua per ogni sacco da 30 kg
e mescolare con agitatore meccanico fino ad ottenere l'impasto della consistenza desiderata.
ELEVATA TRASPIRABILITA
SISTEMA CALCE IDRAULICA
NATURALE NHL (PAG. 227)

COMPOSIZIONE
RINZAFFO 720 una malta secca resistente ai
solfati, a base di calce idraulica naturale NHL
3,5 e sabbie calcaree classificate.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dall'umidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 12 mesi.

QUALIT
RINZAFFO 720 sottoposto ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate secondo le
normative di riferimento.

AVVERTENZE
La malta fresca va protetta dal gelo e da una rapida essiccazione. Poich l'indurimento della malta si basa sulla presa della calce, una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo
per l'applicazione e per il buon indurimento della malta. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche non completamente indurita sarebbe esposta all'azione disgregatrice del gelo.
Il completamento del ciclo applicativo di risanamento di murature umide prevede, dopo il RINZAFFO 720, l'applicazione dell'INTONACO MACROPOROSO 717 e della FINITURA 750, entrambi a
base di calce idraulica naturale.
RINZAFFO 720 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore
Granulometria dellinerte
Acqua di impasto pulita
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg

1.400 kg/m3 ca.


4-5 mm
< 3 mm
27% ca.
3-5 kg/m2 ca.
1800 kg/m3 ca.
4 N/mm2 ca.
11 N/mm2 ca. (CSIV: > 6 N/mm2)

Modulo di elasticit a 28 gg

13.000 N/mm2 ca.


provini integri dopo 3 mesi
di immersione in ambiente solfatico
espansione inferiore all1% dopo 3 mesi

Resistenza ai solfati
Resistenza ai solfati (saggio di Anstett)
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

15 (valore misurato)

Coeff. di conducibilit termica (EN 1745)


Indice di radioattivit (UNI 10797/1999)
Indice rilascio Radon (Naturally Occuring Radioativity
in the Nordic Country-Recommendation, 2000)
Calce idraulica naturale NHL 3,5
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

= 0,83 W/m .K (valore tabulato)

. .2 min0,5
W1 c 0,40 kg/m

I = 0,07 0,02
I = 0,07 0,02
UNI EN 459-1
GP-CSIV-W1

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

189

RISANAMENTO MURATURE UMIDE


INTONACO DI FONDO
Supporti: RINZAFFO S 641 (pag. 187)

S 627

Intonaco per il risanamento di murature umide per interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La muratura deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, parti sfarinanti
devono essere preventivamente rimosse in modo accurato. La muratura deve essere predisposta rimuovendo totalmente lintonaco esistente per unaltezza di almeno un metro superiore alla fascia in cui
visibile lumidit; su tale fascia dovr essere applicato il rinzaffo di risanamento S 641 quando si voglia
anche favorire ladesione al supporto.

LAVORAZIONE
S 627 si lavora con macchine intonacatrici tipo FASSA, PFT, PUTZKNECHT, PUTZMEISTER, TURBOSOL o
simili. Si applica in unico strato per spessori di 20 mm spruzzando dal basso verso lalto e, successivamente, si raddrizza con staggie ad H o coltello con passaggi in senso orizzontale e verticale sino ad ottenere una superficie piana. La malta, dopo la miscelazione con acqua, deve essere applicata entro due ore.
Per applicazioni a mano, ad ogni sacco da 30 kg di S 627 aggiungere circa 5,5 litri di acqua pulita,
mescolare a mano o con agitatore meccanico per circa 3 minuti fino ad ottenere limpasto della consistenza desiderata.
SISTEMA RISANAMENTO (pag. 228-229)

AVVERTENZE
COMPOSIZIONE
S 627 una malta secca a base di legante
idraulico ad effetto pozzolanico resistente ai
solfati, sabbie classificate, idrofugo ed additivi
specifici atti a migliorare la lavorazione, ladesione e la traspirabilit.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
S 627 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Una temperatura di + 5C
indicata come valore minimo per lapplicazione e per lindurimento della malta.
necessario areare adeguatamente i locali dopo lapplicazione sino a completo essiccamento,
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Durante la stagione estiva, su superfici esposte al sole, si consiglia di bagnare gli intonaci per
qualche giorno dopo lapplicazione.
Per assicurare il massimo effetto deumidificante dellintonaco, fondamentale utilizzare come
prodotti di finitura materiali altamente traspiranti.
Tutti gli intonaci risananti esplicano la loro funzione sino a completa saturazione salina dei
macropori d'aria. Poich la velocit di saturazione varia da caso a caso, non possibile prevedere la durata nel tempo dell'intonaco risanante.
S 627 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit intonaco indurito
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg

1.400 kg/m3 ca.


20 mm
< 1,5 mm
20% ca.
11,5 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
1.500 kg/m3 ca.
1,5 N/mm2 ca.
3,5 N/mm2 ca.
6.000 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

12 (valore misurato)

Penetrazione dellacqua dopo prova


di assorbimento per capillarit

5 mm

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Aria inglobata
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

190

c 0,3 kg/m2 dopo 24 h

= 0,53 W/m .K (valore tabulato)


25% ca.
R-CSII

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

RISANAMENTO MURATURE UMIDE


INTONACO DI FONDO
Supporti: RINZAFFO S 641 (pag. 187)

S 612

Intonaco a mano per il risanamento di murature umide per interni ed esterni.


PREPARAZIONE DEL FONDO
La muratura deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, parti sfarinanti
devono essere preventivamente rimosse in modo accurato. La muratura deve essere predisposta rimuovendo totalmente l'intonaco esistente per un'altezza di almeno un metro superiore alla fascia in cui
visibile l'umidit; su tale fascia dovr essere applicato il rinzaffo di risanamento S 641 quando si voglia
anche favorire l'adesione al supporto.

LAVORAZIONE
S 612 viene impastato in betoniera per circa 3 minuti con circa il 18% di acqua (ca. 5,5 litri per ogni sacco
da 30 kg). Si applica poi a mano con spessori di almeno 2 cm. Pu essere applicato anche a macchina.

AVVERTENZE

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 228-229)

COMPOSIZIONE
S 612 una malta secca a base di legante
idraulico ad effetto pozzolanico resistente ai
solfati, sabbie classificate, idrofugo ed additivi
specifici atti a migliorare la lavorazione, l'adesione e la traspirabilit.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Essendo l'indurimento dell'intonaco basato sulla presa idraulica del cemento e su quella aerea della calce una temperatura di + 5C viene consigliata come valore minimo per l'applicazione e per un buon indurimento
della malta. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la
malta fresca o anche non completamente indurita sarebbe esposta all'azione disgregatrice del
gelo.
E necessario areare adeguatamente i locali dopo l'applicazione sino a completo essiccamento,
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Durante la stagione estiva, su superfici esposte al sole, si consiglia di bagnare gli intonaci per
qualche giorno dopo l'applicazione.
Per assicurare il massimo effetto deumidificante dell'intonaco, fondamentale utilizzare come
prodotti di finitura materiali altamente traspiranti.
Tutti gli intonaci risananti esplicano la loro funzione sino a completa saturazione salina dei
macropori d'aria. Poich la velocit di saturazione varia da caso a caso, non possibile prevedere la durata nel tempo dell'intonaco risanante.
S 612 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
S 612 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo
Granulometria
Acqua di impasto
Densit intonaco indurito
Resa
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg

1.400 kg/m3 ca.


20 mm
< 3 mm
18% ca.
1.500 kg/m3 ca.
11,5 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
1,5 N/mm2 ca.
3,5 N/mm2 ca.
6.000 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

12 (valore misurato)

Penetrazione dellacqua dopo prova


di assorbimento per capillarit

5 mm

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Aria inglobata
Conforme alla Norma UNI EN 998-1

= 0,53 W/m .K (valore tabulato)

c 0,3 kg/m2 dopo 24 h

25% ca.
R-CSII

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

191

RISANAMENTO MURATURE UMIDE


INTONACO DI FONDO
Supporti: RINZAFFO S 650 (pag. 188)

S 639

Bio-intonaco bianco per il risanamento di murature umide per interni ed esterni ad effetto marmorino.
PREPARAZIONE DEL FONDO
La muratura deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, parti sfarinanti
devono essere preventivamente rimosse in modo accurato. La muratura deve essere predisposta rimuovendo totalmente l'intonaco esistente per un'altezza di almeno un metro superiore alla fascia in cui
visibile l'umidit; su tale fascia dovr essere applicato il rinzaffo di risanamento S 650 quando si voglia
anche favorire l'adesione al supporto.

LAVORAZIONE
S 639 viene impastato in betoniera per circa 3 minuti con circa il 18% di acqua (ca. 5,5 litri ogni sacco
da 30 kg). Si applica poi a mano a spessori di almeno 2 cm. Pu essere applicato anche a macchina.

AVVERTENZE

SISTEMA BIO-ARCHITETTURA (pag. 225)

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 228-229)

COMPOSIZIONE
S 639 una malta secca bianca a base di calce
naturale, legante idraulico resistente ai solfati,
polvere di marmo, sabbie classificate, idrofugo
ed additivi specifici atti a migliorare la lavorazione, l'adesione e la traspirabilit.

Lintonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Essendo l'indurimento dell'intonaco basato sulla presa idraulica del cemento e su quella aerea della calce una temperatura di + 5C viene consigliata come valore minimo per l'applicazione e per un buon indurimento
della malta. Sotto tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche non completamente indurita sarebbe esposta all'azione disgregatrice del gelo.
E necessario areare adeguatamente i locali dopo l'applicazione sino a completo essiccamento,
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Durante la stagione estiva, su superfici esposte al sole, si consiglia di bagnare gli intonaci per
qualche giorno dopo l'applicazione.
Per assicurare il massimo effetto deumidificante dell'intonaco, fondamentale utilizzare come
prodotti di finitura materiali altamente traspiranti.
Tutti gli intonaci risananti esplicano la loro funzione sino a completa saturazione salina dei
macropori d'aria. Poich la velocit di saturazione varia da caso a caso, non possibile prevedere la durata nel tempo dell'intonaco risanante.
S 639 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
S 639 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

192

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg

1.500 kg/m3 ca.


20 mm
< 3 mm
18% ca.
11,5 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
1.500 kg/m3 ca.
1,5 N/mm2 ca.
3,5 N/mm2 ca.
6.000 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

11 (valore misurato)
c 0,3 kg/m2 dopo 24 h

Penetrazione dellacqua dopo prova


di assorbimento dacqua per capillarit

5 mm

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)
Aria inglobata
Indice di radioattivit (UNI 10797/1999)
Conforme alla Norma UNI EN 998-1
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

= 0,53 W/m .K (valore tabulato)


25% ca.
I = 0,40 0,05
R-CSII
N EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

RISANAMENTO MURATURE UMIDE


INTONACO DI FONDO
Supporti: RINZAFFO 720 (pag. 189)

INTONACO MACROPOROSO 717

Bio-intonaco

PREPARAZIONE DEL FONDO


La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, tracce di oli, grassi, cere, ecc. Le parti sfarinanti devono
essere preventivamente rimosse. Eliminare a secco i sali presenti sul supporto. Rimuovere totalmente l'intonaco esistente per
un'altezza di almeno un metro superiore alla fascia in cui visibile l'umidit; su tale superficie dovr essere applicato RINZAFFO
720. Armare con rete in fibra di vetro i giunti di elementi diversi immergendola nella parte superficiale dellintonaco.

LAVORAZIONE
INTONACO MACROPOROSO 717 si lavora a mano o con macchine intonacatrici. Si applica in unico strato sino a spessori di 20 mm, si raddrizza poi con staggie con passaggi in senso orizzontale e verticale. Per spessori superiori a 20 mm l'intonaco deve essere applicato in pi
strati successivi, a distanza di circa 1 giorno, avendo sempre l'accortezza di irruvidire lo strato di supporto. Nella lavorazione a mano,
aggiungere circa 5,5 litri di acqua per ogni sacco e mescolare per un tempo non superiore a 3 minuti; applicare, in condizioni normali,
entro 2 ore. La lavorazione superficiale dell'intonaco si effettua da 1,5 a 4 ore dopo l'applicazione. La finitura delle pareti si completa applicando, quando l'intonaco completamente indurito, materiali traspiranti tipo FINITURA 750, FINITURA IDROFUGATA 756, ecc.
ELEVATA TRASPIRABILITA
SISTEMA CALCE IDRAULICA
NATURALE NHL (PAG. 227)

COMPOSIZIONE
INTONACO MACROPOROSO 717 una malta
secca idrofugata, resistente ai solfati, a base di
calce idraulica naturale NHL 3,5, polvere di
marmo e sabbie calcaree classificate.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dall'umidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
INTONACO MACROPOROSO 717 sottoposto
ad accurato e costante controllo presso i nostri
laboratori. Le materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate
secondo le normative di riferimento.

CONSIGLI APPLICATIVI
Nel restauro su LATERIZIO e PIETRA
usare RINZAFFO 720 (pag.189).

AVVERTENZE
L'intonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione, una temperatura di +5C viene consigliata come valore
minimo per l'applicazione. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o
anche non completamente indurita sarebbe esposta all'azione disgregatrice del gelo. La presenza di forte vento pu provocare la formazione di fessurazioni e "bruciature": si consiglia di adottare opportune precauzioni.
Per assicurare il massimo effetto deumidificante dell'intonaco, utilizzare prodotti di finitura altamente traspiranti.
Pitture, rivestimenti, tapezzerie, ecc. devono essere applicate dopo la stagionatura degli intonaci.
Aerare adeguatamente i locali sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici.
Per la natura delle materie prime impiegate (sabbie naturali) non possibile garantire una uniformit di colore tra diverse forniture di materiale; si consiglia quindi di ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
Tutti gli intonaci risananti esplicano la loro funzione sino a completa saturazione salina dei macropori daria. Poich la velocit di saturazione varia da caso a caso, non possibile prevedere la durata nel tempo dellintonaco risanante
INTONACO MACROPOROSO 717 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo
Granulometria dellinerte
Acqua di impasto pulita
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coeff. di assorbimento dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Penetrazione dellacqua dopo prova di assorbimento
per capillarit
Coeff. di conducibilit termica (EN 1745)
Aria inglobata
Indice di Radioattivit (UNI 10797/1999)
Indice rilascio Radon
Calce idraulica naturale NHL 3,5
Conforme alla Norma UNI EN 998-1
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

1.350 kg/m ca.


20 mm
< 3 mm
18% ca.
11,5 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
1.500 kg/m ca.
1 N/mm ca.
2,5 N/mm ca.
3.000 N/mm ca.
8 (valore misurato)
c 0,3 kg/m2 dopo 24 h
5 mm

= 0,45 W/mK (valore tabulato)


25% ca.
I = 0,06 0,02
I = 0,05 0,02
UNI EN 459-1
R-CSII
N EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

193

RISANAMENTO MURATURE UMIDE


INTONACO DI FONDO
Supporti: RINZAFFO 720 (pag. 189)

INTONACO DI COCCIOPESTO MACROPOROSO 740


PREPARAZIONE DEL FONDO
La muratura deve essere libera da polvere, sporco, efflorescenze saline, tracce di oli, grassi, cere, ecc. Le parti sfarinanti devono
essere preventivamente rimosse. Eliminare a secco i sali presenti sul supporto. Rimuovere totalmente l'intonaco esistente per
un'altezza di almeno un metro superiore alla fascia in cui visibile l'umidit; su tale superficie dovr essere applicato RINZAFFO
720. Armare con rete in fibra di vetro i giunti di elementi diversi immergendola nella parte superficiale dellintonaco.

LAVORAZIONE
INTONACO DI COCCIOPESTO MACROPOROSO 740 si lavora a mano o con macchine intonacatrici. Si applica in unico strato sino a spessori di 20 mm, si raddrizza poi con staggie con passaggi in senso orizzontale e verticale. Per spessori superiori a 20 mm l'intonaco deve essere applicato in pi strati successivi, a distanza di circa 1 giorno, avendo sempre l'accortezza di irruvidire lo strato di supporto. Nella
lavorazione a mano, aggiungere circa 8 litri di acqua per ogni sacco e mescolare per un tempo non superiore a 3 minuti; applicare, in condizioni normali, entro 2 ore. La lavorazione superficiale dell'intonaco si effettua da 1,5 a 4 ore dopo l'applicazione. La finitura delle pareti si completa applicando, ad intonaco completamente indurito, materiali traspiranti tipo FINITURA 750, FINITURA IDROFUGATA 756, ecc.
ELEVATA TRASPIRABILITA
SISTEMA CALCE IDRAULICA
NATURALE NHL (PAG. 227)

COMPOSIZIONE
INTONACO DI COCCIOPESTO MACROPOROSO
740 una malta secca idrofugata resistente ai
solfati, a base di calce idraulica naturale NHL
3,5, cocciopesto e sabbie calcaree classificate.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dall'umidit
da 30 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
INTONACO DI COCCIOPESTO MACROPOROSO
740 sottoposto ad accurato e costante controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate secondo le normative di
riferimento.

CONSIGLI APPLICATIVI
Nel restauro su LATERIZIO e PIETRA
usare RINZAFFO 720 (pag.189).

194

AVVERTENZE
L'intonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione, una temperatura di +5C viene consigliata come valore
minimo per l'applicazione. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o
anche non completamente indurita sarebbe esposta all'azione disgregatrice del gelo. La presenza di forte vento pu provocare la formazione di fessurazioni e "bruciature": si consiglia di adottare opportune precauzioni.
Per assicurare il massimo effetto deumidificante dell'intonaco, utilizzare prodotti di finitura altamente traspiranti.
Pitture, rivestimenti, tapezzerie, ecc. devono essere applicate dopo la stagionatura degli intonaci.
Aerare adeguatamente i locali sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici.
Per la natura delle materie prime impiegate (sabbie naturali) non possibile garantire una uniformit di colore tra diverse forniture di materiale; si consiglia quindi di ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
Tutti gli intonaci risananti esplicano la loro funzione sino a completa saturazione salina dei macropori daria. Poich la velocit di saturazione varia da caso a caso, non possibile prevedere la durata nel tempo dellintonaco risanante
INTONACO DI COCCIOPESTO MACROPOROSO 740 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Spessore minimo
Granulometria dellinerte
Acqua di impasto pulita
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coeff. di assorbimento dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Penetrazione dellacqua dopo prova di assorbimento
per capillarit
Coeff. di conducibilit termica (EN 1745)
Aria inglobata
Indice di Radioattivit (UNI 10797/1999)
Indice rilascio Radon
Calce idraulica naturale NHL 3,5
Conforme alla Norma UNI EN 998-1
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

1.300 kg/m ca.


20 mm
< 3 mm
27% ca.
11,5 kg/m2 ca. con spessore 10 mm
1.350 kg/m ca.
1 N/mm2 ca.
2,5 N/mm2 ca.
4.000 N/mm2 ca.
8 (valore misurato)
c 0,3 kg/m2 dopo 24 h
5 mm

= 0,45 W/mK (valore tabulato)


25% ca.
I = 0,35 0,05
I = 0,40 0,05
UNI EN 459-1
R-CSII
N EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

RISANAMENTO MURATURE UMIDE


INTONACO DI FINITURA
Supporti: INTONACO DI FONDO S 627 (pag. 190) - INTONACO DI FONDO S 612 (pag. 191) - INTONACO DI FONDO S 639 (pag. 192)

S 605

Bio-intonaco bianco di finitura per il risanamento di murature umide per interni ed esterni ad effetto marmorino.
PREPARAZIONE DEL FONDO
La muratura deve essere libera da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse in modo accurato. La finitura va applicata su intonaci di risanamento tipo
S 627, S 612, S 639, o su intonaci a base di calce, tipo KB 13.

LAVORAZIONE
S 605 viene impastato a mano o con agitatore meccanico per circa 3 minuti con circa il 27% di acqua
(circa 7 litri per ogni sacco da 25 kg). Si applica poi a mano con spatola metallica e viene quindi finito
con frattazzo di spugna.

AVVERTENZE
SISTEMA BIO-ARCHITETTURA (pag. 224)

SISTEMA RISANAMENTO (pag. 228-229)

COMPOSIZIONE
S 605 una malta secca bianca a base di calce
naturale, legante idraulico, polvere di marmo e
sabbie classificate.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dallumidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
S 605 sottoposto ad accurato e costante
controllo presso i nostri laboratori. Le materie
prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate.

L'intonaco fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Essendo l'indurimento dell'intonaco basato sulla presa aerea della calce una temperatura di + 5C viene consigliata come
valore minimo per l'applicazione e per un buon indurimento della malta. Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche non completamente indurita sarebbe esposta all'azione disgregatrice del gelo.
E' necessario areare adeguatamente i locali dopo l'applicazione sino a completo essiccamento,
evitando forti sbalzi termici nel riscaldamento degli ambienti.
Durante la stagione estiva, su superfici esposte al sole, si consiglia di bagnare gli intonaci dopo
l'applicazione.
Per assicurare il massimo effetto deumidificante dell'intonaco di finitura, fondamentale utilizzare, come prodotti di tinteggiatura o rivestimento, materiali altamente traspiranti.
S 605 deve essere usato allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria
Acqua di impasto
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a compressione a 28 gg
Resistenza a flessione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg

1.300 kg/m3 ca.


< 0,6 mm
28% ca.
1,4 kg/m2 ca. per mm di spessore
1.500 kg/m3 ca.
2,5 N/mm2 ca.
1 N/mm2 ca.
3.500 N/mm2 ca.

Fattore di resistenza alla diffusione


del vapore (EN 1015-19)
Coefficiente di assorbimento
dacqua per capillarit (EN 1015-18)

12 (valore misurato)

Penetrazione dellacqua dopo prova


di assorbimento per capillarit

5 mm

Coefficiente di conducibilit
termica (EN 1745)

= 0,49 W/m .K (valore tabulato)

Indice di radioattivit (UNI 10797/1999)

I = 0,39 0,05

Conforme alla Norma UNI EN 998-1


Certificato di Conformit ANAB-ICEA

R-CSII
N EDIL.2009_001 Rev. 01

c 0,3 kg/m2 dopo 24 h

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

195

RISANAMENTO MURATURE UMIDE


INTONACO DI FINITURA
Supporti: INTONACO 700 (pag. 34) - INTONACO MACROPOROSO 717 (PAG. 193)

FINITURA 750

Bio-intonaco di finitura a base di calce idraulica naturale NHL 3,5 ad effetto marmorino
PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere, sporco, tracce di oli, grassi, cere, ecc. Eliminare a secco i sali
presenti sul supporto. Trattare i sottofondi sfarinanti, particolarmente assorbenti o con diversit di
assorbimento con un fondo isolante tipo AG 15; stessa procedura qualora si desideri allungare il tempo
di lavorazione. Per lapplicazione della FINITURA IDROFUGATA 750 il fondo deve essere tirato a fine. Su
fondi irregolari si consiglia lapplicazione di due strati di materiale.

LAVORAZIONE

ELEVATA TRASPIRABILITA

Ad ogni sacco da 25 kg di FINITURA 750 aggiungere circa 7 litri di acqua pulita e mescolare in comuni betoniere o, per piccole quantit, a mano o con agitatore meccanico; si consiglia di aggiungere ad ogni sacco sempre la stessa quantit dacqua. Il tempo di miscelazione non deve superare i 3 minuti e si deve lasciare a riposo
per 10 minuti prima dellapplicazione. Il materiale impastato deve essere utilizzato entro 2 ore. La lavorazione avviene con spatola metallica avendo cura di distribuire uno strato uniforme di materiale; la finitura avviene con il frattazzo di spugna con movimenti circolari.

AVVERTENZE
SISTEMA CALCE IDRAULICA
NATURALE NHL (PAG. 227)

COMPOSIZIONE
FINITURA 750 una malta secca resistente ai
solfati, a base di calce idraulica naturale NHL
3,5, polvere di marmo e sabbie calcaree classificate.

FORNITURA
Sacchi speciali con protezione dall'umidit
da 25 kg ca.

CONSERVAZIONE
Conservare allasciutto per un periodo non
superiore a 6 mesi.

QUALIT
FINITURA 750 sottoposta ad accurato e
costante controllo presso i nostri laboratori. Le
materie prime impiegate vengono rigorosamente selezionate e controllate secondo le
normative di riferimento.

Il prodotto fresco va protetto dal gelo e da una rapida essiccazione. Poich l'indurimento dell'intonaco si basa sulla presa della
calce, una temperatura di +5C viene consigliata come valore minimo per l'applicazione e per il buon indurimento della malta.
Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0C la malta fresca o anche non completamente
indurita sarebbe esposta all'azione disgregatrice del gelo.
E' necessario aerare adeguatamente i locali dopo l'applicazione sino a completo essiccamento, evitando forti sbalzi termici nel
riscaldamento degli ambienti.
Durante la stagione estiva, su superfici esposte al sole, si consiglia di bagnare la finitura dopo l'applicazione.
Per assicurare il massimo effetto deumidificante dell'intonaco di finitura, fondamentale utilizzare, come prodotti di tinteggiatura o rivestimento, materiali altamente traspiranti.
Per la natura delle materie prime impiegate non possibile garantire una uniformit di colore tra diverse forniture di materiale; si consiglia quindi di ritirare il materiale necessario per lesecuzione del lavoro tutto della stessa partita.
FINITURA 750 deve essere usata allo stato originale senza aggiunte di materiali estranei.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Peso specifico della polvere
Granulometria dellinerte
Acqua di impasto pulita
Resa
Densit malta indurita
Resistenza a flessione a 28 gg
Resistenza a compressione a 28 gg
Modulo di elasticit a 28 gg
Fattore di resistenza alla diffusione
del vapore (EN 1015-19)
Coeff. di assorbimento dacqua per capillarit (EN 1015-18)
Penetrazione dellacqua dopo prova di assorbimento
per capillarit
Coeff. di conducibilit termica (EN 1745)
Indice di Radioattivit (UNI 10797/1999)
Indice rilascio Radon
Calce idraulica naturale NHL 3,5
Conforme alla Norma UNI EN 998-1
Certificato di Conformit ANAB-ICEA

196

1.300 kg/m ca.


< 0,6 mm
28% ca.
1,4 kg/m2 ca. per mm di spessore
1.500 kg/m ca.
1 N/mm2 ca.
2,5 N/mm2 ca.
3.500 N/mm2 ca.
12 (valore misurato)
c 0,3 kg/m2 dopo 24 h
5 mm

= 0,49 W/mK (valore tabulato)


I = 0,12 0,05
I = 0,13 0,05
UNI EN 459-1
R-CSII
N EDIL.2009_001 Rev. 01

I dati si riferiscono a prove di laboratorio; nelle applicazioni di cantiere possono essere sensibilmente modificati a seconda delle condizioni di messa in opera. Lutilizzatore deve verificare
lidoneit del prodotto allimpiego previsto, assumendosi ogni responsabilit derivante dalluso. Fassa S.p.A. si riserva di apportare modifiche di qualsiasi genere senza alcun preavviso.

197

RISTRUTTURAZIONE
1
4

TIPOLOGIA SUPPORTI:

198

INTONACO CALCE/CEMENTO

MURATURA

CALCESTRUZZO

RIVESTIMENTO ACRILICO

GLOSSARIO

Calcestruzzo armato
Il calcestruzzo una miscela di cemento, inerti, acqua ed additivi. Da un punto di vista prestazionale, a fronte di una buona resistenza alla compressione non
corrisponde per, nel conglomerato cementizio, unaltrettanto buona resistenza a trazione. Per tale motivo si introducono delle barre metalliche che hanno la
funzione di assorbire, allungandosi, le sollecitazioni a trazione.

Carbonatazione
la principale fonte di degrado del calcestruzzo rappresentata dallanidride carbonica contenuta nellaria e disciolta nellacqua, che carbonatando la calce,
liberata dalla pasta di cemento, forma cristalli insolubili di carbonato di calcio. Tale reazione riduce lalcalinit e, di conseguenza, aggredisce il leggero strato
passivante dei ferri darmatura (stabile in ambiente alcalino): larmatura inizia ad ossidarsi con la formazione di ossidi che occupano un volume maggiore
rispetto al metallo. Si innescano quindi delle azioni espansive in una struttura rigida, che portano inizialmente ad una fessurazione del calcestruzzo e successivamente al distacco del copriferro.

Malta fibrorinforzata
una malta speciale contenente fibre corte o lunghe, lisce o grezze, naturali o sintetiche, con lo scopo di migliorare le caratteristiche del prodotto, in particolare ridurre il rischio di fenomeni indesiderati di ritiro, aumentare la resistenza alla trazione, aumentare la flessibilit e migliorare nel senso pi generale la
reologia del prodotto.

Malta antiritiro
una malta contenente additivi specifici con lo scopo di ridurre il ritiro e le conseguenti fessurazioni che si formano in fase plastica (presa).

Tixotropia
Caratteristica che conferisce ad un impasto la possibilit di passare da uno stato semiliquido, per effetto di una semplice agitazione, a uno stato semisolido
se lasciato a riposo, con il fine di facilitarne lapplicazione.

199

RISTRUTTURAZIONE
PRODOTTI

SUPPORTO

TIPOLOGIA PRODOTTO

COSTRUZIONE
NUOVA ESISTENTE

PRODOTTO

NOTE

PAG.

B 525

Certificazione
Societ Autostrade Spa

201

B 548

Presa rapida

202

BR 575

Frattazzabile

203

B 530 C

Colabile

204

B 543

BF 501 - B 525

Certificazione
205-201
Societ Autostrade Spa

BF 501 - B 548

Presa rapida

205-202

BF 501 - BR 575

Frattazzabile

205-203

BF 501 - B 530 C

Colabile

205-204

MALTA
FIBRORINFORZATA

B 550 M - BA 596

LEGANTE PER INIEZIONI

L 512

LEGANTE PER INIEZIONI

LEGANTE 790

MALTA FIBRORINFORZATA

RASATURA
FIBRORINFORZATA

B 543

206

INTONACO CALCE/CEMENTO

RASATURA
FIBRORINFORZATA

B 543

206

RIVESTIMENTI ACRILICI

RASATURA
FIBRORINFORZATA

B 543

206

CALCESTRUZZO

MALTA
FIBRORINFORZATA

RASATURA
FIBRORINFORZATA

CALCESTRUZZO ARMATO

MURATURA

200

AMBIENTE
INTERNO ESTERNO

206

MALTA
FIBRORINFORZATA

207
208-209
210
Calce idraulica
naturale NHL 3,5

211

RISTRUTTURAZIONE
MALTA FIBRORINFORZATA
Supporti: CALCESTRUZZO - CALCESTRUZZO ARMATO

B 525

Malta fibrorinforzata tixotropica a ritiro controllato per ripristino del calcestruzzo.


PREPARAZIONE DEL FONDO
Il supporto deve essere libero da polvere e sporco. Eventuali tracce di oli, grassi, cere, ecc. devono essere preventivamente rimosse. Il calcestruzzo ammalorato ed in fase di distacco deve essere asportato sino
al raggiungimento di un sottofondo solido, resistente e ruvido. Se la struttura in calcestruzzo armata
e loperazione di pulizia arriva ad interessare i ferri di armatura si deve prevedere luso della boiacca
cementizia bicomponente BF 501. Bagnare a rifiuto il fondo prima dellapplicazione.

LAVORAZIONE

CERTIFICAZIONE SOCIET
AUTOSTRADE S.p.A.

SISTEMA RISTRUTTURAZIONE
CALCESTRUZZO (pag. 2