Vous êtes sur la page 1sur 3

INFORMAZIONI SULLA COMPAGNIA

Informazioni generali sulla compagnia. Sede legale, quartier generale, uffici, ecc. Capacit produttiva. Rapporti
privilegiati con enti nazionali o internazionali.

CARATTERISTICHE GENERALI DEL PRODOTTO E BENEFICI


Ampliare se necessario.

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL PRODOTTO


Dettagli si composizione e chimica del prodotto. Esempi e riferimenti a test clinici. Riportare brevetti e autorizzazioni
sanitarie e legali per lUE.

MODALIT DASSUNZIONE
Rivedere e aggiungere dettagli pertinenti.
ANALISI DEL MERCATO IN ITALIA
Maggiori dati su incidenza dellalcol su morti e infortuni causati dalla guida in stato debbrezza.
Analisi competitori di GUARDIAN ANGEL in Italia, altri prodotti simili di industrie farmaceutiche e non.

STRATEGIA DI COMMERCIALIZZAZIONE
Aggiungere dettagli del Marketing.
Dettagli costi da sostenere e possibili ricavi.

CARATTERISTICHE GENERALI DEL PRODOTTO E BENEFICI


GUARDIAN ANGEL una bustina in polvere effervescente per soluzione orale agli estratti naturali di piante ed erbe gi
ampiamente presenti nella nostra dieta quotidiana, sali minerali, vitamine e additivi alimentari. Il suo mix unico e la sua
composizione ne permettono il consumo anche a bambini, pazienti affetti da diabete e atleti dilettanti e professionisti.
GUARDIAN ANGEL aiuta a combattere ed eliminare i sintomi sgradevoli postumi dellubriachezza, a disintossicare il corpo,
velocizzare il metabolismo e migliorare il benessere.
Inoltre, permette di ridurre il numero di incidenti stradali dovuti alleccessivo consumo di alcol e migliora la forza di carico e la
qualit del lavoro di chi adopera quotidianamente macchinari pesanti.

MODALIT DASSUNZIONE
Si raccomanda di sciogliere una bustina GUARDIAN ANGEL circa trenta minuti prima di consumare bevande alcoliche e
nuovamente circa trenta minuti prima di mettersi al volante.

ANALISI DEL MERCATO IN ITALIA


Il GUARDIAN ANGEL prodotto in Ungheria in conformit con le leggi e i regolamenti vigenti dellUnione Europea.
In Italia, luso e labuso di alcol drasticamente aumentato negli ultimi anni, determinando la necessit da parte degli organismi
responsabili di agire per arginare il fenomeno.
Secondo uno studio pubblicato dallIstituto Nazionale di Statistica (ISTAT) nellAprile 2012, il 66,9% della popolazione di 14 anni e
pi ha consumato almeno una bevanda alcolica nell'anno.
Aumenta la quota di quanti dichiarano di bere alcolici fuori dai pasti (27,7% nel 2011) e di chi ne consuma occasionalmente (40,3%
nel 2011).
Cresce fortemente il consumo di alcol fuori pasto dei giovanissimi. La quota di 14-17enni che consuma alcol fuori pasto passa dal
15,5% del 2001 al 18,8% del 2011.
Nel 2011 ha consumato almeno una bevanda alcolica nell'anno il 65% della popolazione di 11 anni e pi. Beve vino il 53,3%, birra il
46,2% e aperitivi alcolici, amari, superalcolici o liquori il 40,6%; beve vino tutti i giorni il 23,6% e birra il 4,5%.

Consumo Alcolico in Italia - ISTAT Aprile 2012


60,00%

53,30%

50,00%

46,20%

40,00%
30,00%
18,80%

20,00%
10,00%
0,00%
Vino

Birra

Apertitivi Alcolici, Amari,


Superalcolici o Liquori

Nel complesso, i comportamenti a rischio nel consumo di alcol riguardano 8 milioni e 179 mila persone.
I comportamenti a rischio sono pi diffusi tra gli anziani di 65 anni e pi, i giovani di 18-24 anni e gli adolescenti di 11-17.
Tra i ragazzi di 11-15 anni la quota di chi ha almeno un comportamento a rischio pari all'11,9% senza differenze di genere evidenti.
Tale comportamento grave anche perch pone le basi per possibili consumi non moderati nel corso della vita.
Tra i giovani di 18-24 anni che frequentano assiduamente le discoteche i comportamenti di consumo di alcol a rischio sono pi
diffusi (31,9%) rispetto ai coetanei che non vanno in discoteca (7,8%). Stesse differenze si riscontrano tra frequentatori e non di
spettacoli sportivi e concerti di musica non classica.
Cambia il tipo di bevande consumate. Diminuisce la quota di chi consuma solo vino e birra e rimane invariata quella di chi consuma
anche aperitivi alcolici, amari e superalcolici. In generale, il consumo di alcol rimane comunque un momento di forte socializzazione.

STRATEGIA DI COMMERCILIZAZZIONE
Il maggior vantaggio per il consumatore risiede nella possibilit di diminuire, o addirittura a cancellare del tutto, i postumi dovuti ad
una modesta consumazione dalcol. Sfruttando lesistente rete di distribuzione del proprio prodotto facilmente possibile
raggiungere la parte di mercato interessata dal fenomeno nei luoghi di maggiore socializzazione (locali notturni, discoteche, pub,
spettacoli sportivi, ecc.), senza costi aggiuntivi.
Legare il proprio prodotto a GUARDIAN ANGEL, garantisce di raggiungere quella parte del mercato che avrebbe deliberatamente
escluso la consumazione di alcol dalla propria serata, permette di dirottare quella parte del mercato (potenzialmente tutto) che si
sarebbe rivolta ai competitori verso il proprio brand e attrae inoltre, linteresse di tutti coloro che si trovano ad affrontare i postumi
dellubriachezza.
E importante sottolineare che GUARDIAN ANGEL non costituisce una soluzione al fenomeno della guida in stato debbrezza, ma
rappresenta un valido alleato nella diminuzione di incidenti autostradali causati dallabuso di sostanze alcoliche.
La strategia di commercializzazione maggiormente efficace richiede di vendere le due bustine monodose di GUARDIAN ANGEL
insieme alla singola unit di prodotto (bottiglia di birra). Cosi facendo, si garantisce la vendita di almeno un unit per singolo
consumatore interessato. Applicando le statistiche ISTAT riportate sopra, lattuale mercato di coloro che soffrono di postumi da
ubriachezza per il consumo di sola birra pari a circa 3 milioni 760 mila consumatori. Il mercato potenziale per la compagnia che
riesca ad inserire con successo il GUARDIAN ANGEL nel mercato non solo raggiunge gli 8 milioni stimati dallente di statistica
nazionale, ma di fatto amplia il mercato anche verso coloro che desiderano consumare alcolici in tranquillit, ma sono inibiti da
sanzioni legali ed amministrativi.
GUARDIAN ANGEL rappresenta una straordinaria occasione per una compagnia produttrice di bevande alcoliche, in quanto offre
alla compagnia la possibilit non solo di difendere la propria campagna verso un consumo moderato di alcol fra i pi giovani e le
categorie a rischio, ma anche la possibilit di affrontare efficacemente il problema. Di fatto si tratta di garantire ai propri consumatori
la possibilit di ridurre gli effetti negativi sia diretti che indiretti, del consumo di alcol.
Sono chiaramente da considerarsi anche i vantaggi del first mover, che anticipando i propri competitori pu sfruttare al meglio le
potenzialit offerte dal nuovo pi ampio mercato e pu instaurare stabili e durature relazioni con i propri consumatori. Occorre
impostare unadeguata strategia di marketing, ma considerando i bassissimi costi legati alla produzione, logistica e distribuzione,
nonch la gi forte reputazione e presenza del proprio brand, i ricavi promettono di superare ampiamente linvestimento iniziale.
Occorre tenere presente tre laltro gli effetti negativi che lintroduzione tempestiva di GUARDIAN ANGEL nel mercato da
parte di un competitore avrebbero non solo sul mercato reale dei consumatori, ma anche nei rapporti con i maggiori
distributori. E infatti lecito ipotizzare una pi aggressiva strategia di distribuzione esclusiva da parte di un qualsiasi
competitore dato il forte interesse che un prodotto come GUARDIAN ANGEL ricopre per i rivenditori al dettaglio di
bevande alcoliche presso discoteche e luoghi di socializzazione in genere. Sono infatti proprio tali esercizi commerciali ad
avere il maggiore interesse e vantaggio nella commercializzazione di un prodotto come GUARDIAN ANGEL. Garantire un
migliore piazzamento del proprio prodotto risulterebbe estremamente pi semplice da parte di una compagnia in grado di
unire alla propria offerta un prodotto come GUARDIAN ANGEL.
In ultima analisi, GUARDIAN ANGEL non solo una tecnologia gi esistente, ma anche presente e diffusa in Ungheria e pronta
per la distribuzione anche su larga scala nellUnione Europea. Anticipare il mercato e la propria competizione, sfruttare la propria
conoscenza ed esperienza nel settore, nonch la forte presenza del brand in Italia, garantisce un sicuro successo nella
commercializzazione di GUARDIAN ANGEL insieme al proprio prodotto.