Vous êtes sur la page 1sur 9

FORMULE PER IL CALCOLO DEGLI ELEMENTI GEOMETRICI - DENTATURE ESTERNE

Contenuto:
Definizione di evolvente
Spessore di base in funzione di uno spessore qualunque e viceversa.
Ingranaggi cilindrici a denti diritti con dentatura normale
Ingranaggi cilindrici a denti diritti con spostamento di profilo
- Senza spostamento di profilo
- Con spostamento di profilo
Ingranaggi cilindrici con denti elicoidali con dentatura normale
Ingranaggi cilindrici con dentatura elicoidale e spostamento di profilo
- Senza spostamento di profilo
- Con spostamento di profilo
Determinazione della linea di ingranamento e del raggio attivo del dente
Calcolo dello spessore ed addendum cordale
Misure dello spessore su z denti
Controllo degli ingranaggi su sfere
Gli ingranaggi cilindrici hanno il profilo dei denti che un tratto di evolvente di cerchio.
Vediamo ora cos e che propriet ha questa curva.
La curva evolvente in senso generale, il luogo dei punti descritto da unestremit di una semiretta che rotola, senza strisciare,
su una curva. In particolare se la curva un cerchio si ottiene appunto levolvente di cerchio che forma il profilo dei denti degli
ingranaggi comunemente usati.
La classica costruzione di questa curva quella che si ottiene avvolgendo un filo inestensibile attorno ad un cilindro e di svolgerlo
tenendolo sempre teso. Lestremit libera di questo filo percorrer appunto una traiettoria che levolvente di cerchio.
C
evolvente

D
A

db

D
E
cerchio di base

E
fig. n 24

05 INFO TECNICHE

Nella figura n 24 indicato chiaramente questo concetto.


I segmenti BB - CC - DD possono essere pensati come il filo che si srotola dal cerchio di base con diametro db .
E subito evidente che le lunghezze di questi segmenti sono rispettivamente uguali agli archi di cerchio
.
Poich il triangolo ODD (O il centro del cerchio) retto perch DD tangente al cerchio si ha che, indicando con rg il raggio
del cerchio base di diametro db , lequazione parametrica dellevolvente di cerchio :

Infatti il tratto DD = rgtan


ta:

anche uguale allarco AD, cio a rg(+)

con gli angoli espressi in radianti, e quindi risul-

La funzione inv() molto importante perch facilita di molto, come vedremo, i calcoli dei vari elementi del dente dellingranaggio. Esistono delle tabelle specifiche che, per ogni valore dellangolo danno il valore della funzione involuta.
A questo punto, poich si dovranno scrivere una serie di formule opportuno dare un elenco del significato dei simboli e degli
indici utilizzati.
48

INFORMAZIONI TECNICHE

Significato dei simboli


a
Interasse

Angolo di pressione

d
g
g1
g2
hf

Angolo di elica
Diametro
Lunghezza della linea dingranamento
Porzione della linea di ingranamento
Porzione della linea di ingranamento
Dedendum

r
Ra
s
Sos
t
w

hk

Addendum

h0
Addendum cordale
hr
Altezza dente
l
Larghezza del vano
Significato degli indici
b
Riferito al cerchio di funzionamento
c
Riferito al cerchio di taglio

z
x

Riferito al cerchio interno

g
k
i

Riferito al cerchio di base


Riferito al cerchio sterno
Riferito a ideale

r
s
w

n
o

Modulo
Distanza esterna delle sfere (quota controllo)
Raggio
Raggio attivo di piede del dente
Spessore del dente relativo al diametro d
Spessore cordale
Passo
Spessore su z denti per dentatura dritta
Spessore si z denti per dentatura elicoidale
Numero di denti
Coefficiente di correzione del profilo

Riferito alla sezione normale


Riferito al cerchio primitivo
Riferito al cerchio passante per il centro
sfere
Riferito a sfere
Riferito alla sezione apparente
Riferito allutensile

Nella seguente figura n 25, sono rappresentati due rami di evolvente che formano, nelle sue caratteristiche fondamentali un
dente di ingranaggio.
Nella figura il tratto che va dal centro del cerchio base al punto E indicato con sec , mentre la tangente al cerchio base
passante per il punto E indicata con tan queste due espressioni sono riferite al caso di un raggio di base unitario.
Spessore di base in funzione di uno spessore qualunque e viceversa.
e viceversa si ha
in cui langolo di pressione nei punti E e D.
Dove si vede che = inv
Si capisce gi da qui limportanza della funzione nv .

fig. n 25
INFORMAZIONI TECNICHE 49

05 INFO TECNICHE

Evolvente di cerchio

Ingranaggi cilindrici a denti diritti con dentatura normale


Con riferimento alla figura n 26, valgono le seguenti relazioni:

fig. n 26

Ingranaggi cilindrici a denti diritti con spostamento di profilo


Si chiama spostamento di profilo
la distanza tra la linea di riferimento a della cremagliera generatrice e la retta di rotolamento b ed da intendersi con il segno + quando la linea di rifermento della cremagliera esterna al cerchio primitivo di taglio
c della ruota, con il segno - in caso contrario.
Con riferimento alla figura n 27 si ha:

05 INFO TECNICHE

a)- Senza variazione di interasse:

a= linea di riferimanto della


cremagliera generatrice
b= linea primitiva di taglio
50

INFORMAZIONI TECNICHE

fig. n 27

b)- Con variazione di interasse


Le cose qui sono un po pi complesse in quanto bisogna considerare la coppia di ingranaggi, cio lo spostamento sui due
ingranaggi accoppianti.
Con riferimento alla figura n 28 si ha:

fig. n 28

INFORMAZIONI TECNICHE 51

05 INFO TECNICHE

Ingranaggi cilindrici a denti elicoidali con dentatura normale


Con riferimento alla figura n 29 si hanno le seguenti relazioni.

fig. n 29

Ingranaggi cilindrici a denti elicoidali con spostamento di profilo


a)- senza variazione di interasse (rif. figura n 27).

05 INFO TECNICHE

b)- Con variazione di interasse (rif. Figura n 28)

52

INFORMAZIONI TECNICHE

Determinazione della lunghezza della linea dazione e del raggio attivo di piede Ra

fig. n 30

Interferenza
Il massimo diametro esterno senza interferenza :

da cui

INFORMAZIONI TECNICHE 53

05 INFO TECNICHE

Calcolo dello spessore ed addendum cordale


Con riferimento alla figura n 31 si ha:

fig. n 31

05 INFO TECNICHE

Misura dello spessore su Z denti

fig. n 32

54

INFORMAZIONI TECNICHE

Per dentature diritte:

Il numero di denti su cui effettuare la misura z si calcola con:

Il risultato va arrotondato al numero intero pi prossimo.


Se la dentatura ha uno spostamento di profilo 0Q4 , la formula diventa:
dove

Per dentature elicoidali:

essendo

Per effettuare la misura la condizione da soddisfare che la larghezza del dente sia:

Dove V

la lunghezza delle linee di contatto fra i piattelli e denti (vedere figura n 33).

Se la dentatura ha uno spostamento di profilo molto grande conviene calcolare z come segue:

INFORMAZIONI TECNICHE 55

05 INFO TECNICHE

fig. n 33

Controllo degli ingranaggi con sfere

fig. n 34

Dentatura diritta con denti pari

Dentatura diritta a denti dispari


Con gli stessi

si ha

Dentatura elicoidale con denti pari

Dentatura elicoidale con denti dispari

05 INFO TECNICHE

Con gli stessi

56

si ha

INFORMAZIONI TECNICHE