Vous êtes sur la page 1sur 2

I.T.I.S.

Questionario per autovalutazione


AMPLIFICATORI OPERAZIONALI

• Definire un amplificatore

• Definire l'amplificazione o guadagno di tensione Av

• Definire l'amplificazione o guadagno di corrente Ai

• Definire il guadagno di potenza Ap

• Commentare l'accoppiamento in corrente alternata degli amplificatori

• Commentare l'accoppiamento in corrente continua degli amplificatori

• Disegnare il grafico che descrive la risposta in frequenza di un amplificatore con


accoppiamento in corrente alternata

• Disegnare il grafico che descrive la risposta in frequenza di un amplificatore con


accoppiamento in corrente continua

• Definire la frequenza di taglio di un amplificatore

• Definire la banda passante di un amplificatore

• Discutere le condizioni di “linearità” o “non linearità” degli amplificatori.

• Commentare con esempi gli amplificatori per piccoli segnali e gli amplificatori di potenza

• Definire sinteticamente l’Amplificatore Operazionale (AO) motivando la risposta.

• Commentare la parola "operazionale"

• Disegnare il simbolo con cui si rappresenta un amplificatore operazionale reale

• Elencare e commentare i piedini di un circuito integrato con AO reale.

• Perché e cosa significa che l’AO ha un ingresso “invertente” ed uno “non invertente”

• Disegnare e discutere le "caratteristiche" di Input/Output degli AO ideale e reale.

• Definire e commentare sinteticamente i seguenti parametri dell’AO ideale:

Av; Ri; Ro; B; CMRR ; SR.

• Commentare le conseguenze pratiche che si possono trarre dai precedenti parametri degli
amplificatori operazionali ideali quando essi vengono utilizzati negli amplificatori lineari.
• Disegnare e commentare lo schema a blocchi funzionali di un amplificatore a retroazione.

• Definire la retroazione positiva e negativa.

• Discutere la retroazione negativa (vantaggi e svantaggi).

• Disegnare lo schema elettrico e studiare analiticamente i seguenti amplificatori


determinando la tensione di uscita in funzione di quella di ingresso ed il guadagno:

invertente; non invertente; differenziale; inseguitore di tensione; sommatori.

• Discutere la "specificità" della “massa virtuale” negli amplificatori con AO ideale.

• Considerando gli amplificatori realizzati con operazionale reale, commentare il criterio


con cui debbono essere dimensionate le resistenze necessarie per realizzare i vari tipi di
amplificatori.

• Disegnare gli schemi elettrici e commentare il funzionamento dei “rivelatori di zero”


invertente e non invertente con AO facendo riferimento alla loro "caratteristica" di
Input/Output.

• Disegnare gli schemi e commentare il funzionamento dei "comparatori semplici" con


amplificatore operazionale facendo riferimento alla loro "caratteristica" di Input/Output.

• Disegnare lo schema e commentare il funzionamento di un "comparatore con isteresi" o


"trigger di Schmitt" con AO facendo riferimento alla "caratteristica" di Input/Output.

• Disegnare lo schema elettrico di un "derivatore ideale" con AO.

• Scrivere la relazione analitica che determina la tensione di uscita del "derivatore ideale".

• Disegnare lo schema elettrico di un "derivatore reale" con AO.

• Disegnare lo schema elettrico di un "integratore ideale" con AO.

• Scrivere la relazione analitica che determina la tensione di uscita di un "integratore


ideale".

• Disegnare lo schema elettrico di un "integratore reale" con AO.