Vous êtes sur la page 1sur 11

MASTER IN INNOVAZIONE DI RETI E SERVIZI NEL SETTORE ICT

Corso di Economia e Gestione dell’Innovazione

IL CASO RYANAIR
Davide Bozza
Michele Gennaro
Vittorio Giovara

Prof. Mario Calderini


giovedì 1 aprile 2010
La storia (I)
1985 - 5000 passeggeri e 51 dipendenti
• Tony Ryan fonda Ryanair
1989 - 644.000 passeggeri e 477 dipendenti
• Compagnia in perdita a causa dei costi non ben controllati
1990 - 745.000 passeggeri e 493 dipendenti
• Ristrutturazione aziendale con cambio del management di cui Michael
O’Leary ne diventa il capo e adozione del modello low cost
1995 ÷ 1997 - 3,73 milioni di passeggeri e 659 dipendenti
• Maggiore compagnia irlandese come numero di passeggeri trasportati
• L’Unione Europea completa la deregolamentazione
• Quotazione in borsa
Master in Innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT - Corso di Economia e Gestione dell’Innovazione
giovedì 1 aprile 2010
La storia (II)
2000 - 7 milioni di passeggeri e 1262 dipendenti
• Lancio del servizio di prenotazione online sul sito
www.ryanair.com
2009 - 66 milioni di passeggeri e oltre 7000 dipendenti
• Prima compagnia per voli internazionali e sesta se si
contano anche quelli domestici
• 39 basi europee
• 150 destinazioni su 26 stati europei e nord-africani
• Flotta composta da 218 Boeing 737-800
Master in Innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT - Corso di Economia e Gestione dell’Innovazione
giovedì 1 aprile 2010
Quote di mercato (low-cost)
1,5%
3,2%
easyJet 5,0%
Myair 4,8%
Blue Air 6,6%
bmimaby
Flybe
Jet2.com
Sverigeflyg
Ryanair 40,2% 28,4%
Sky Europe
transavia.com
vueling 1,0%
Wizz Air 0,6%
Norwegian 1,8%
4,5%
2,0%
0,4%
Periodo di riferimento Gen - Dic 2009
(fonte ELFAA )
Master in Innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT - Corso di Economia e Gestione dell’Innovazione
giovedì 1 aprile 2010
Caratteristiche del modello low cost
Ideato da Southwest Airlines e imitato da Ryanair, caratterizzato da:
• voli frequenti
• utilizzo di velivoli di un unico modello => riduzione dei costi per
addestramento dei dipendenti e manutenzione velivoli
• tratte brevi e dirette
• collegamenti fra aeroporti secondari => meno costosi, meno congestionati
(minore probabilità di ritardo)
• tutti i servizi non essenziali diventano a pagamento (cibi, bevande) o
vengono aboliti (differenziazione classi di viaggio, programmi frequent flyier)
• contratto con i dipendenti differente => paga base bassa ma la loro
produttività è premiata con percentuali sulle vendite
• vendita diretta dei biglietti attraverso un proprio sito internet => riduzione
dei costi di distribuzione
Master in Innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT - Corso di Economia e Gestione dell’Innovazione
giovedì 1 aprile 2010
Ambiente esterno (I)
Potere contrattuale dei
fornitori Potere contrattuale degli
acquirenti
Carburante, aerei, aeroporti
BASSO
MEDIO
Competizione nel
mercato

Difficile entrare
Prodotto non sostituibile
Pochi fornitori
Ampio target
Minaccia dei prodotti
Vantaggio del first mover
Minaccia dei nuovi sostitutivi
entranti MEDIA
Treno, bus, auto, nave
MEDIA
BASSA

Master in Innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT - Corso di Economia e Gestione dell’Innovazione
giovedì 1 aprile 2010
Ambiente esterno (II)

Analisi delle cinque forze di Porter


1. Fornitori: minori rispetto alle altre compagnie
2. Acquirenti: con scarsa capacità di spesa, ma
compensati dal numero elevato
3. Mercato: diversificazione delle scelte strategiche
4. Nuovi entranti: difficile e complesso
5. Prodotti sostitutivi: auto, treni e bus

Master in Innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT - Corso di Economia e Gestione dell’Innovazione
giovedì 1 aprile 2010
Core Competence
Efficienza di gestione del trasporto aereo
Low-cost marketing
Capacità di valorizzare il brand
Capacità di mantenersi “pure low-cost” gestionali

Strategia di riduzione costi manageriali


Capacità dei vertici aziendali (carisma di O’Leary)
Master in Innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT - Corso di Economia e Gestione dell’Innovazione
giovedì 1 aprile 2010
Vantaggio competitivo
Focalizzazione
• Posizionamento su un particolare segmento di
mercato (clienti sensibili al prezzo)
• First mover del mercato low-cost europeo
Per avere margini di profitto, e garantire tariffe basse, è
necessario ridurre i costi su tutti i fronti
Leadership di costo
• Perseguire costi più bassi di tutti i competitor
Obiettivo: no frills low-cost low-fares
Master in Innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT - Corso di Economia e Gestione dell’Innovazione
giovedì 1 aprile 2010
Strategic fit
Integrazione armonica tra le attività che compongono la
strategia

Master in Innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT - Corso di Economia e Gestione dell’Innovazione
giovedì 1 aprile 2010
Possibili scenari futuri

Sostenere e accrescere il vantaggio competitivo


• Da compagnia low-cost a compagnia “no-cost”
• Riduzione ulteriore dei costi (solo bagaglio a mano,
aerei con sedili meno lussuosi, ecc.)
• Generare valore da nuove fonti (servizi accessori,
internet, intrattenimento a bordo, ecc.)

Master in Innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT - Corso di Economia e Gestione dell’Innovazione
giovedì 1 aprile 2010