Vous êtes sur la page 1sur 2

GUIDA ALLUSO DEL DVD-ROM FACILITARE LA COMUNICAZIONE NELLAUTISMO

NAVIGAZIONE
Nella videata iniziale sono presenti 3 sezioni:
Sfoglia cartelle immagini
Modelli per costruire schede
Esempi di schede pronte per luso.
Al clic su Sfoglia cartelle immagini si visualizzano le cartelle delle immagini sia divise in Ordine alfabetico (A-C, D-F, G-L, M-P, Q-T, U-Z) che in Aree tematiche da 1 a 32 (le cartelle da 1 a 16 corrispondono
allarea Scuola, le cartelle da 17 a 32 allarea Casa): si clicca il pulsante arancione corrispondente. A
tutte le cartelle di immagini presenti in formato JPG corrispondono le stesse immagini in formato WMF,
modificabili con gli strumenti di Paint (clic sul pulsante Scegli il formato immagine).
Al clic su Modelli per costruire schede si aprono 14 schede in formato sia Word che PDF (clic sul pulsante
corrispondente), contenenti sequenze di azioni comunemente svolte in ambito scolastico e/o domestico, che
possibile integrare e modificare.
Al clic su Esempi di schede pronte per luso si visualizzano 7 schede PDF con sequenze di azioni gi definite,
oltre a 3 Passaporti per ragazzi e altrettanti per ragazze.
Per passare da una sezione allaltra sono attivi i pulsanti a sinistra in ogni videata.
Caratteristiche delle immagini
Le immagini in formato JPG hanno uno sfondo netto, mentre le immagini in formato WMF hanno uno
sfondo trasparente. Questo vale per tutte le immagini, tranne quelle che raffigurano un prato e il cielo, o
nelle quali sono state utilizzate tecniche di disegno per creare particolari effetti o motivi grafici (es. effetti di
riempimento). Le immagini in formato WMF sono utili per chi vuole creare immagini in cui compaiano pi
oggetti (es. un bicchiere e un panino), proprio perch in esse possibile sovrapporre pi metafile grafici:
sufficiente incollare le due immagini nel documento e sistemarle in modo da farle coincidere.
Nellangolo di alcune immagini inserito un orologio, al quale (prima o dopo la stampa) possono essere
aggiunte le lancette. Molte immagini della cartella Cure mediche riportano, sempre nellangolo, una faccina
sorridente che intende comunicare che il trattamento illustrato dallimmagine corretto e opportuno, oppure
che non durer a lungo.
Come trovare limmagine giusta
Allinterno di ogni cartella ogni immagine ha un titolo o contrassegnata da una breve frase; nel momento
in cui si decide di usarla, possibile tuttavia rinominarla, dopo averla salvata sul disco fisso. Le immagini
differiscono tra loro anche per quanto riguarda il numero di dettagli e di informazioni. La scelta tra immagini
che illustrano singoli oggetti oppure situazioni pi complesse libera.
La maggior parte delle immagini comprensibile qualunque sia il formato scelto per la riproduzione grafica.
Se si vuole ingrandire le immagini, tuttavia, preferibile utilizzare i file WMF: le immagini in JPEG possono
essere riprodotte in formati compresi tra i 3 e 15 cm2, mentre quelle in WMF possono arrivare fino ai 27 cm2.
Le dimensioni medie per una scheda utilizzabile a fini comunicativi sono comprese tra 5 e 6 cm2. Alcune
delle immagini proposte raffigurano una scena complessa o una storia illustrata in pi parti; in questi casi
opportuno stampare le immagini in un formato pi grande, cos da mostrare in modo pi chiaro ogni dettaglio. Queste immagini si trovano principalmente nella cartella Cure mediche e Cura personale.
Le sequenze numerate
Alcune immagini fanno parte di una sequenza numerata di azioni, gi pronta per luso. Le sequenze possono
essere utilizzate per realizzare delle strisce o tabelle da conservare o appendere alla parete; il loro scopo di
elencare le fasi delle operazioni da svolgere in determinate situazioni. Se per si vogliono utilizzare le immagini in maniera diversa, possibile rimuovere il numero che riportato sopra, nel modo seguente:
1. trascinare il file in un documento vuoto di Word;
2008, Janet Dixon, Facilitare la comunicazione nellautismo DVD-ROM, Erickson

2. selezionare dal menu Inserisci e scegliere una Forma;


3. trascinare la forma sul numero;
4. fare un clic con il tasto destro del mouse sulla forma inserita, selezionare Formato forme nel Menu e alla
voce Linea scegliere il colore bianco in modo da coprire il numero, quindi ridimensionare a piacere la
grandezza della forma.
La stessa opzione offerta da alcuni programmi di desktop publishing (DTP).
Come modificare i colori delle immagini
Dopo aver selezionato limmagine in formato WMF, selezionate nella barra in alto la voce Colori per poter
personalizzare limmagine. Nella cartella Abbigliamento, i capi di abbigliamento sono stati lasciati in bianco,
cos da poter essere colorati secondo le esigenze e le preferenze individuali. Personalizzando le immagini
possibile renderle pi efficaci; potete ad esempio ricreare la divisa scolastica o la maglietta preferita del bambino con cui state lavorando. In alternativa, potete colorare o far colorare le immagini dopo averle stampate,
servendovi di penne feltro, pennarelli o di matite colorate.
I programmi DTP sono molto diversi luno dallaltro, pertanto queste istruzioni vanno adattate alle particolari
caratteristiche operative del vostro computer. Ad ogni modo con queste immagini potete fare tutto quello che
fate con le fotografie digitali; sufficiente seguire le istruzioni che spiegano come importare le immagini nel
programma che intendete usare.
Come inserire le immagini in un documento
Per prima cosa dovete aprire un modello grafico o creare un documento utilizzando Word o un altro programma simile (es. OpenOffice). Se avete creato un documento di Word, trascinate limmagine scelta allinterno
del documento, tenendo aperta in modalit ridotta la cartella aperta dal DVD-ROM in modo da avere in
secondo piano il documento in cui verr trascinata limmagine.
Limmagine verr trasposta nel documento in un formato relativamente grande; per renderla pi piccola o pi
grande cliccate su uno dei suoi angoli e, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, spostate il cursore verso
linterno o lesterno dellimmagine; raggiunta la grandezza voluta, rilasciate il tasto.
Per inserire del testo nellimmagine si pu scegliere il tipo di layout cliccando con il tasto destro del mouse
sullimmagine, scegliere Formato immagine (in alcune versioni la scelta pu essere accessibile alla voce Disposizione testo, sempre al clic sul tasto destro del mouse), successivamente il tipo di layout (es. ravvicinato
al testo, dietro il testo, ecc.) in modo da poter formattare al meglio il documento.
Per aggiungere testo allimmagine, dopo essersi assicurati di non aver selezionato limmagine, dovete creare
una nuova Casella di testo (dal menu Inserisci) che potr essere posizionata nel punto della pagina che preferite, e poi scrivere al suo interno con un carattere a scelta.
Come usare i Modelli per costruire schede
Dopo aver selezionato un modello per costruire schede, in formato Word, posizionate il cursore in un punto
qualsiasi e cliccate una volta con il tasto sinistro del mouse per visualizzare il riquadro tratteggiato attorno al
modello. Trascinate allinterno del modello limmagine precedentemente scelta, tenendo aperta in modalit
ridotta la cartella contenente limmagine, cos da avere in secondo piano il documento in cui verr trascinata.
Limmagine verr trasposta nel modello in un formato relativamente grande; per adattare le dimensioni cliccate su uno dei suoi angoli e, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, spostate il cursore verso linterno o
lesterno dellimmagine; raggiunta la grandezza voluta, rilasciate il tasto.
A questo punto collocate il cursore al centro dellimmagine e, sempre tenendo premuto il tasto sinistro del
mouse, spostate limmagine in modo da posizionarla nel riquadro nella maniera voluta.
Nella visualizzazione sullo schermo, lo sfondo dei Modelli per costruire schede appare piuttosto sbiadito;
spesso per migliora con la stampa. I modelli hanno le dimensioni di un normale foglio A4; prima di stampare necessario accertarsi che i margini delle immagini siano corretti. Una volta inserite tutte le immagini,
salvare sul disco fisso il modello creato per conservarlo e successivamente modificarlo a piacere o il modello
creato; potr servire come base di partenza per creare nuovi materiali.
2008, Janet Dixon, Facilitare la comunicazione nellautismo DVD-ROM, Erickson