Vous êtes sur la page 1sur 40

A propos de ce livre

Ceci est une copie numrique dun ouvrage conserv depuis des gnrations dans les rayonnages dune bibliothque avant dtre numris avec
prcaution par Google dans le cadre dun projet visant permettre aux internautes de dcouvrir lensemble du patrimoine littraire mondial en
ligne.
Ce livre tant relativement ancien, il nest plus protg par la loi sur les droits dauteur et appartient prsent au domaine public. Lexpression
appartenir au domaine public signifie que le livre en question na jamais t soumis aux droits dauteur ou que ses droits lgaux sont arrivs
expiration. Les conditions requises pour quun livre tombe dans le domaine public peuvent varier dun pays lautre. Les livres libres de droit sont
autant de liens avec le pass. Ils sont les tmoins de la richesse de notre histoire, de notre patrimoine culturel et de la connaissance humaine et sont
trop souvent difficilement accessibles au public.
Les notes de bas de page et autres annotations en marge du texte prsentes dans le volume original sont reprises dans ce fichier, comme un souvenir
du long chemin parcouru par louvrage depuis la maison ddition en passant par la bibliothque pour finalement se retrouver entre vos mains.
Consignes dutilisation
Google est fier de travailler en partenariat avec des bibliothques la numrisation des ouvrages appartenant au domaine public et de les rendre
ainsi accessibles tous. Ces livres sont en effet la proprit de tous et de toutes et nous sommes tout simplement les gardiens de ce patrimoine.
Il sagit toutefois dun projet coteux. Par consquent et en vue de poursuivre la diffusion de ces ressources inpuisables, nous avons pris les
dispositions ncessaires afin de prvenir les ventuels abus auxquels pourraient se livrer des sites marchands tiers, notamment en instaurant des
contraintes techniques relatives aux requtes automatises.
Nous vous demandons galement de:
+ Ne pas utiliser les fichiers des fins commerciales Nous avons conu le programme Google Recherche de Livres lusage des particuliers.
Nous vous demandons donc dutiliser uniquement ces fichiers des fins personnelles. Ils ne sauraient en effet tre employs dans un
quelconque but commercial.
+ Ne pas procder des requtes automatises Nenvoyez aucune requte automatise quelle quelle soit au systme Google. Si vous effectuez
des recherches concernant les logiciels de traduction, la reconnaissance optique de caractres ou tout autre domaine ncessitant de disposer
dimportantes quantits de texte, nhsitez pas nous contacter. Nous encourageons pour la ralisation de ce type de travaux lutilisation des
ouvrages et documents appartenant au domaine public et serions heureux de vous tre utile.
+ Ne pas supprimer lattribution Le filigrane Google contenu dans chaque fichier est indispensable pour informer les internautes de notre projet
et leur permettre daccder davantage de documents par lintermdiaire du Programme Google Recherche de Livres. Ne le supprimez en
aucun cas.
+ Rester dans la lgalit Quelle que soit lutilisation que vous comptez faire des fichiers, noubliez pas quil est de votre responsabilit de
veiller respecter la loi. Si un ouvrage appartient au domaine public amricain, nen dduisez pas pour autant quil en va de mme dans
les autres pays. La dure lgale des droits dauteur dun livre varie dun pays lautre. Nous ne sommes donc pas en mesure de rpertorier
les ouvrages dont lutilisation est autorise et ceux dont elle ne lest pas. Ne croyez pas que le simple fait dafficher un livre sur Google
Recherche de Livres signifie que celui-ci peut tre utilis de quelque faon que ce soit dans le monde entier. La condamnation laquelle vous
vous exposeriez en cas de violation des droits dauteur peut tre svre.
propos du service Google Recherche de Livres
En favorisant la recherche et laccs un nombre croissant de livres disponibles dans de nombreuses langues, dont le franoais, Google souhaite
contribuer promouvoir la diversit culturelle grce Google Recherche de Livres. En effet, le Programme Google Recherche de Livres permet
aux internautes de dcouvrir le patrimoine littraire mondial, tout en aidant les auteurs et les diteurs largir leur public. Vous pouvez effectuer
des recherches en ligne dans le texte intgral de cet ouvrage ladresse http://books.google.com

Informazioni su questo libro


Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google
nellambito del progetto volto a rendere disponibili online i libri di tutto il mondo.
Ha sopravvissuto abbastanza per non essere pi protetto dai diritti di copyright e diventare di pubblico dominio. Un libro di pubblico dominio
un libro che non mai stato protetto dal copyright o i cui termini legali di copyright sono scaduti. La classificazione di un libro come di pubblico
dominio pu variare da paese a paese. I libri di pubblico dominio sono lanello di congiunzione con il passato, rappresentano un patrimonio storico,
culturale e di conoscenza spesso difficile da scoprire.
Commenti, note e altre annotazioni a margine presenti nel volume originale compariranno in questo file, come testimonianza del lungo viaggio
percorso dal libro, dalleditore originale alla biblioteca, per giungere fino a te.
Linee guide per lutilizzo
Google orgoglioso di essere il partner delle biblioteche per digitalizzare i materiali di pubblico dominio e renderli universalmente disponibili.
I libri di pubblico dominio appartengono al pubblico e noi ne siamo solamente i custodi. Tuttavia questo lavoro oneroso, pertanto, per poter
continuare ad offrire questo servizio abbiamo preso alcune iniziative per impedire lutilizzo illecito da parte di soggetti commerciali, compresa
limposizione di restrizioni sullinvio di query automatizzate.
Inoltre ti chiediamo di:
+ Non fare un uso commerciale di questi file Abbiamo concepito Google Ricerca Libri per luso da parte dei singoli utenti privati e ti chiediamo
di utilizzare questi file per uso personale e non a fini commerciali.
+ Non inviare query automatizzate Non inviare a Google query automatizzate di alcun tipo. Se stai effettuando delle ricerche nel campo della
traduzione automatica, del riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) o in altri campi dove necessiti di utilizzare grandi quantit di testo, ti
invitiamo a contattarci. Incoraggiamo luso dei materiali di pubblico dominio per questi scopi e potremmo esserti di aiuto.
+ Conserva la filigrana La "filigrana" (watermark) di Google che compare in ciascun file essenziale per informare gli utenti su questo progetto
e aiutarli a trovare materiali aggiuntivi tramite Google Ricerca Libri. Non rimuoverla.
+ Fanne un uso legale Indipendentemente dallutilizzo che ne farai, ricordati che tua responsabilit accertati di farne un uso legale. Non
dare per scontato che, poich un libro di pubblico dominio per gli utenti degli Stati Uniti, sia di pubblico dominio anche per gli utenti di
altri paesi. I criteri che stabiliscono se un libro protetto da copyright variano da Paese a Paese e non possiamo offrire indicazioni se un
determinato uso del libro consentito. Non dare per scontato che poich un libro compare in Google Ricerca Libri ci significhi che pu
essere utilizzato in qualsiasi modo e in qualsiasi Paese del mondo. Le sanzioni per le violazioni del copyright possono essere molto severe.
Informazioni su Google Ricerca Libri
La missione di Google organizzare le informazioni a livello mondiale e renderle universalmente accessibili e fruibili. Google Ricerca Libri aiuta
i lettori a scoprire i libri di tutto il mondo e consente ad autori ed editori di raggiungere un pubblico pi ampio. Puoi effettuare una ricerca sul Web
nellintero testo di questo libro da http://books.google.com

r m e mu or o
D

MESSINA

*\

0 feta

TREMUOTO ACCADUTO
NELLA

Calabria, e a Mess in a
alli 5. Febbraio 17S3.

DESCRITTO

DA MICHELE TORCIA
Archivario di S. M. Siciliana

MEMBRO

DELLA ACCADEMIA REGIA.

li

vf

1783-

I.

Tanta ne animi$ calefibus ira.


Virg. JEndd. Iib. l.

.)( V )(

RELAZIONE DEL TRMUOTO


DI CALABRIA, E DI MESSINA.
*

VJli effetti di queflo tremuoto non hanno efempio negli Annali dell'Europa. L'unico, che)
lo raffbmigli in ogni punto, quello delle d>
dici Citt dell'Afia, accaduto fotto Tiberio,
che Tacito ha tanto ben defcritto in poche
parole nel II. Libro de' fuoi Annali . Quefli ef
fetti fono s terribili , che fono capaci di adombrare 1' immagine della dubbiofa fommerfione delle Ifole Atlantidi , della fepafazione del
le terre nello Stretto di Gibilterra, e di quel
la della Sicilia dal Continente dell' Italia , di
cui non fi hanno monumenti autentici.
Avanti di entrare nel dettaglio del loro qua
dro , giova il formarli una idea dell' ampiezza
del Teatro > fui quale la loro cagione profonda
gli ha fatti agire. Secondo tutti i rapporti fi
nora pervenuti in quefla Capitale, quello Tea
tro abbraccia in una ellifl allungata dall' Orien
te all' Occidente una parte del mare Joni ,
tutta la Calabria meridionale , le Ifole di lipari , la punta fettentrionale della Sicilia , e
quella del mar Tirreno, che fi unifce all' Jonio
A 3
fui

)( VI )(
fui Canale di .Medina, noto altre volte col no
me di 1return Stculum.
Giova anche il fard un'idea della Htuazione
della fuddetta Provincia di Calabria. Nella' fua
latitudine fta divifa in due pezzi dauniftmo, a
collo ftrettififimo tra il Golfo di 5'. Eufemia, e
quello di Squillace ( Lameticus , et Scyllaceus )
fui quale fcorrono in direzione oppofla i fiumi
Lamato , e Corate ( Lametus , et Crotalus ) .
Dal primo di quefli fiumi il Golfo , al quale
le Citt d' Ipponio a mezzod , e Terina a Set
tentrione aveano dato il lor nome d' Ipponiata ,
e Terineo, fu dtto feno Lamstco , e la vicina
Citt Lametta . Noi ne adottiamo la denomi
nazione per battezzare l' iftmo Lameti(o . Il pez
zo Settentrionale fa porzione della montagnofa gobba della Sila , o fia Silva celebre nell'
antichit, come a' giorni noflri per l'abbon
danza , e perfezione del fuo legname da conftruzione . In quefla Sila, altre volte pi ellefa , fu cavato l' alboramento della famofa N2*
ve di Jerone,
Il pezzo meridionale forma una picclola pe
ni fola pia larga , che lunga , ed appunto
ci , che chiamafi punta del piede del famofo
ftivale d'Italia. Divifa anche e fifa , come il
retto della gran psnifola da una Catena di
mon-

"1

)( vii x
monti , gode benanche de' benefici i una tafe
/lrattura. Vi fono delle cime talit come quel
le deli' .A/promonte , coperte di perpetua
neve ; vi fono delle vifcere , come quel
le del Caulone , gravide di piriti , e metalli;
non mancano nell'interna tenitura delle loro
vene filoni interfperfi , e permifti di tutti i
rami della mineraloga, e litologia; fulia cor
ticc delle loro vette , e pendici alberi grandi
da coftruzione, femplci per la farmacia, pian
te atte ad ogni ufo dejla vita civile : fcaturigini del loro feno verfano acqua per ogni la_
to , e di ogni volume , le quali corrono a vi
vificare la vita Animale , e la vegetabile in
uno de' tre promontori i pi meridionali di
Europa , e che agli ardori folari-comuni col
clima dell' Andalusa, e della Morea, aggiunge
gl'ignei effluvj de' circolanti v*olcani l'Etna,
lo Stromboli , il Vefuvio. Le pianure laterali
fono divife in tante terrazze , colline , poggetti pi o meno coltivati dalla mano dell"
uomo, a mifura che la fua libert civile
pi o meno anguftiata dalle Scitiche feudalit,
che lafcianfi tuttavia fuffiftere nel noftro Re
gno : ven' una fui mar Tirreno la pi gran
de di tutte , larga 40, in 50. miglia , e lunga
18. in 20. Pi fertile anche ,. e pi popolata
A4
ha

X vili )(
ha ottenuto per Eccellenza il nome di Titnd .
La l'u coftiera ha inoltre il vantaggio di una
numerofa marineria navigatrice nei feni de1
Piazo , di Parghilia , di Bagnara , di Scilla ;
battimenti da Carico efteri frequentano le ca
le delle Tievrenere fotto Palmi, e della folla a
Scilla ; poflede anche una marineria di peccatori
egualmente numerofa , addetta alla pefca del
tonno , dello Spada , e degli altri delicati pefci, di cui il fuo mare abbonda. Nella coftiera
Jonia poi > bench bagnata da un Mar pi
profondo > e pefcofo , non trovafi una tonnara
fopra i fuoi Capi , o una paranfella ne' fuoi
feni , n pure un battello pefchereccio nelle
fue rade . La mano feudale , e la clericale,
ufurpandovi tutta la propiet , vi han foffocato tutta l' induftria , che la pirateria barbare
sca non ha potuto rapire . Effe l' han ridotta
ad efler pi deferta di marinari delle Cofte di
Labrador , o della nuova Zelanda : quefle fono
almeno frequentate dalle Canoe, e piroghe de*
felvaggi : f il governo volefle ora riftabilire
la navigazione fu quefla cofta, dovrebbe farne
venire la fementa d'altronde . II Commercio
del Levante par che l'inviti , e folleciti ai
una tale ricerca . Quefla la regione degli
antichi Locre fi , e CauJoniati , i quali ebbero
una

)( IX )(
una marina mercantile, e militare . Da quefta
Cofia partirono molte brave genti per equi
paggiare le galee del Regno, che combatter*
no alla battaglia di Lepanto.
Il terreno di quefa penifola , come deve
crederfi , uno de' pi produttivi di tutta l'Eu
ropa . Dicefi anche , che non eflendo la vigefima parte del Regno di Napoli , forma alme
no il decimo della Aia rendita. Si fa, che tut
ta la Provincia fiata fotto il nome di Marna.
Grecia la fede principale delle arti , e delle
.fcienze in tempo di Pitagora , e de' fuoi Difcepoli; e che le fue flotte, ed eferciti, erari
pi formidabili di quelli , che tutta la Monar
chia pu mantenere a' giorni noftri ,
Sembra , che il centro del tremuoto , che
noi fiamo per defcrivere, fia fiato fituato im
mediatamente fotto il pezzo meridionale , ed
il termine della rovina fiflato ai due fiumi di
gi citati . Tutti i fenomeni accordanfi a con
fermare tale congettura. Le parti le pi vici
ne del fuo nocchio fono fiate pi fortemente
fmoffe , Voragini fubitanee vi hanno inghiotti
to tutto ci che fi prefentato al loro abifl
gli alberi vi fono fiati fvelti dalle loro radici*
le Citt rovefciate dalle loro fondamenta > la
acque forgive vi hanno perduto, o nafcofo il
* j
loro

)( x x
foro corfo;il fiume diPetraci affai profondo vi
ha lafciato il Aio letto per tre giorni ; quello
di Rofarno ha ftraripato fulle campagne ; e
quello di Sitizzano ha formato un lago tra i,
monti congiunti .
La forza Volcanica produttrice di tutti que
lli effetti ha dovuto trovarfi ad una enorme
profondit, e di una violenza inimmaginabile.
L' eftenfione della fuperficie, che ha agitata ,
ed il pefo de" monti granitici, che ha follevato in tempi uniformi, non altrimenti , che il
e ntinuo tremore, che non fa tuttavia raffettare il terreno, fembrano efferne pruove incontraftabili . Le fue fcoffe hanno comunicato
e loro mortali impulsioni all'uno , ed all'al
tro elemento . Se gli edificj crollavano per
terra, le navi non fono Hate meno conquife
per mare . I cannoni coi loro carri fono ftati
alzati alcuni pollici fui ponti dei vafcelli an
corati avanti Meffma . La Fregata del Re ha
rifentito quefli effetti; il gonfiamento de' flut
ti andato di pari coli' agitazione delle mon
tagne . La marea ha l'offerto irregolarit a Ta
ranto . Il fluffo vi mancato in quel piccolo feno, mentre le acque rigurgitando nel Canale di
Meflna , vi toglievan via i mefchini abitanti
dalle fpiagge, e vi gettavano a fecco i pefci .

X XI )(
Il comincamento del tremuto ha fcoppiaro
fenza verun precedente fegno il Mercoled 5.
di Febbrajo. La prima fcoffa , la pi terribile
di tutte, e che dur tre minuti, avvenne tre
quarti di ora dopo il mezzo giorno ; la fecon
da, quafi egualmente forte a' 7. ore di notte ;
la terza, che fini di abbattere le Citt , ed i
Villaggi , il Venerd feguente a 20. Se ne fo
no contate fino al giorno 3< del corrente
Marzo in s gran numero tra forti , e leggiere
che cogli avvif pofleriori parlafi di un tremu
to continuo ; ed in fatti una palla mefla fopra
Un piano livellato non trovava fino al detto d
ripofo: e l'efperenza era Hata ripetuta pi
volte in varj luoghi. Il loro movimento fta
to di ogni genere, di fuffulto, ondulatorio, di
trepidazione . Non flato moto della terra ,
ma un rovefcio totale della fua Superficie .
Tutti gli elementi , e tutte le crature f ne
fono rifentite. Il contra colpo fi eflefo verfo
jl Nord fino a Napoli, e verfo il Sud- a tutta
la Sicilia, precifamente agi' iflanti medefimjdei
colpi fcoppiati in Calabria ; pruova anche pi,
forte delle accennate ideila profondit delist
mina. Una dirotta pioggia con venti , e neb_
bia indicava la piena agitazione del quarto ele
mento . I pallori, e i fuggiafchi della Campa* 6
gna

)( XII X
gna fentivano gli aliti tramandati di bitume
di folfo, come gli equipaggi de' battimenti,
che folcavano lungo la Cofta. Tante aperture,
ed ofcillazioni della terra ne aveano ripiena
J' atmosfera.
Veniamo ora al dettaglio. Cominceremo da
Meflna, perch da lei fono venuti i primi avvifi del flagello. E pi di un fecolo, che quel
la Citt tanto celebre nella Storia, quanto fe
lice per la fua Situazione, divenuta l'ogget
to delle pubbliche calamit . La guerra co
minci la fua rovina verfo la fine del, pa/Tato
Secolo . La morte del famofo Ammiraglio de
Ruyter, chs era venuto per preflarne l'affedio*
fu il prefagio fatale della dislruzione della fua
profperit pubblica. La pe/te del 1543. ne d_
vor quafi tutta la popolazione . Il tremuoto ,
di cui parliamo, l'ha refa un ammaffo di cal
cinacci . La fua bella palazziata giace rafa da'
fondamenti ; la fua banchetta ' fpaccata a gran
profondit; le belle fontane fcefe a fior d'ac
qua; e tremila de'fuoi abitatori fepolti fotto
le proprie Cafe . Il villaggio di Torre di Faro ,
o fia l'antico Teloro non offre che rovine . I
due Laghi vicini vi fi vedevano ricolmi . Il
retto della Sicilia ha fofferto a proporzione del
la dftanza dal foco dell' efplofione . Vi fono
Cafe

)( XIII )(
Cafe cadute fino a Tatti, e Romena all'occi
dente di Me/fina, e fino a Scaletta a mezza
giorno .
Nella Calabria gli eccidj fono flati pi confiderabili, e mortali. Infelicemente la fua pe
ninola flava immediatamente fopra il fornello
della mina Uolcanica, e pi a delira degli Ap
pennini, che a finiflra. Una delle pruove n' ,.
che l'efterminio delle Citt flato maggiore
in quefla parte, che in quella : che nell'una
gli edifizi fono caduti alla prima fcofla , e nel
la regione meridionale ; alla feconda , o alla
terza: e quefla la ragione, per cui la mor
talit fiata quafi tutta da un fianco, e nien
te dall'altro degli Appennini . Ecco intanto al
cune delle principali Citt , e Terre foggia"iute alla furia del flagello: il Tizzo, Erttico,
Bivona , Montelione , fituati tutti nel fertile tei*
ritorio degli antichi Ipponiati ; Filogafo > cele
bre pei fuoi fichi, Tropea con tutti i fuoi Ca
bali ; fra i quali Targhilia crefcente per la
fua navigazione , M'thto con tutti i fuoi con
torni , Rofarno , e Galatro , crefcenti per la lo
ro Agricoltura, licoura, e Gija, per la pefca , Talmi , e Seminara , floride pi di tutte
per l' indurirle di mare , aguaf mente che per
quelle di terra: verfo i monti Sangiorgs , Tt~
*

.7

W-

)( XIV )(
ifina , Sinapoli , Cinquefrondi , Terranova , Cafalnovo, Santa Criftina, S. Eufemia , S. Vroeopio y Cafteliace , e tanti altri piccoli villaggi
intorno a Qppido , cire fi crede avanzo dell'
antico Mamerto . Bagnata viene apprett ifolata fenza territorio fopra uno fcoglio , ma dia
col fuo commercio attirava ne' fuoi magazzini
i prodotti di tutti que' feraci contorni . La mor
talit in tutti i luoghi accennati fiata gran
de ; quivi anche par che il flagello abbia fiflato il teatro della Carnificina . Le perfone co
mode , i beneftanti , il Clero , ed i Signori ,
che non fi erano ancora alzati da tavola , _g!f
artigiani , e la fervit colle loro donne , e fi
gliuoli , che erano ritornati alle loro incom
benze , fono tutti rimafi vittima della totale
rivoluzione del loro fuolo .
- In generale per tutto dove le famiglie era
no addette alle manifatture , fon quafi tutte
rimafe fepolte co' loro ingegni fotto le mine:
per tutto poi dove trovavanfi addette all'agri
coltura, o alla paftorale, fono fiate prefervate
dall' efterminio . Le umili, e ruftiche loro Ca
panne , i pagliai , e le baracche rurali , fono
fiate l'unico rifugio a' miferi avanzi della ftrage Cittadina ; ed ecco come i flagelli ftefl fer
vono alla Natura di sferza per ricondurci alla
vera

X XV )(
vera origine della Societ civile . Quefla
quello , che- accaduto alla fertile1 ed opulen
ta Tiana coperta di Citt, e villaggi popola
tami , ed indufriofi , ed innaffiata da' fiumi,
e rufcelli , i quali, come molti paefi, che ne
fono bagnati, portano tuttavia il Greco nome,
per efempio Metauro , Metramo , Jeropotamo,
Calopotamo , Gallico .
Oppido fopra una crefta dell' jlfpromonte fi
rotto da ogni lato : Terranova fopra un'altra
fi slamata nel fiume Mauro : S. *Anna , e
Cafoleto da un lato , Soriano , e Laureana dall'
altro , hart veduto il lor fuolo avvallarfi , come anche i terreni di V'darete , e dell' ^Annun
ziata nel tenimento di Seminara : Calanna nel
vicinato di Reggio , f n' fcefa nella proflma
fiumara di Muro . I fpettatori, che trovavanfi
fopra i luoghi eminenti , vedevano i picchi ,
ed i piani de' monti , non altrimenti che le
valli, e le pianure delle loro pendici muoverfi
come lo fcioglimento de' ghiacci ne' paefi fred
di . I luoghi abitati , dopo qualche tremolio,
innalzavano per la caduta de' loro edifizj co
lonne di polvere , pi o meno denfe , a pro
porzione della loro grandezza. Vi fono in fat
ti Paefi , dove non rimafa pietra fopra pie
tra , e degli abitanti non fi fon lalvati , f.
* S
non

X xvi x

non quelli, che trovavano fuori le mura delle


loro abitazioni: e talvolta n pure queflo effugio ha baflato . A Soriano un muro caduto fchiac_
ci la maggior parte degl' individui , che ftavano accompagnando il viatico . Infelicemente
la prima fcofla roveici gli edifizj fopra gli
abitatori o appena , o non ancora alzati di ta
vola. "Pafquale Zaffati, uno de' migliori allievi
del Filofofo Abate Genovej , ftato 1' unico
de'fuoi cavato vivo con molta pena da fotto i
calcinacci di Aia Cafa a Talmi. Vincenzo Gri
maldi , fratello de' Filantropi Marchefi Grimal
di in Napoli , ha evitato la caduta della Aia a
Seminava , avendo lafciato il refto della fua
sfortuata famiglia dopo pranzo per andare a
leggere nella fua ftanza uno de' Conti di Marmontel . Delie famiglie di Malarb , Bibliote
cario del Re, e dell'Avvocato Migliorini, tut
ti due di Oppido , compofte ciafcheduna di n.
in 12. individui , non rimato al primo f
non che un nipotino , che era feco a Napoli ;
n altro , che un fratello al fecondo , prefervato dall' eccidio a Vaimi . Di quella del Trintipe di Cofolito , piombato con tutta la fami
glia &tto il Aiolo profondato della fua Cafa ,
rimalo illefo un figlio fopra un materazzo ,
he ebbe il tempo di gettare da una fineftr
baffo

X xvn )(
t'alfa fujla ftrada : due Nipoti fono rimarti al
Barone di Sithano , che eran feco in Napoli:
ed il JSaron Franco ha perduto il fuo fratello
con. tutta la fua famiglia, parte fotto le pie
tre, e parte fra le fiamme a Seminata . Que
flo ultimo rimafo arfo vivo, fenza poterfegli dar foccorfo per due giorni .
Lo fleffo cafo accaduto agli opulenti Ba
roni Taparatti di Rofarno , ed a' ricchi Eagal
di Palmi.- di quefli ultimi foprawivono foltanto un Prete di Napoli, e un negoziante a Li
vorno . A Vaimi feffo gli equini , ed i Cannelodri fono rimafi, fuorch gli aflenti, eftintj: tutti poi i Sartani, e i Grillo a Oppido j
i Verga, Foluri , * Tromalli a Cafalnovo. L'
Avvocato Domenico ^Antonio Lofchiavo ha per
duto dieci robufti figliuoli a Radicina. D .
'Haflari ha avuto un padre nonagenario, cadu-.
to da due piani con tutto il letto , dove fla
va da cinque anni inchiodato, fano e falvo a
Bagnata. Queflo non cape di gioja per pochi
giorni fopravanzati alla vita del padre : quel
lo non trova conforto pel fato lagrimevple de'
Figliuoli .
Il colmo dell' efterminio par che fia princi
palmente caduto ibpra gli edifizj fagri ,. e pi
fopra i chioflri , che fu le Parrocchie , e le
Cat-

)( xviii x
Cattedrali . La Bafilica Arcivefcovile a Medi
na non ha perduto f non le due Ale , il
Campanile , e qualche altra aggiunta moder
na ; gli altri Tempj Civili fono fiati poco
ed in p|.ccioI numero danneggiati . Ecco in
tanto gli edifizj Monaftici tocchi dalla mano
di Dio : il Convento di S. Niccola exgefuiti ;
quello del Carmine grande; il Pilarello; Montefanto , de' Carmelitani ; S. Antonio de' Con
ventuali ; de'PP. Crociferi, la Cafade'PP.
Scolopj, una de' Teatini; S. Girolamo poi de'
PP. Domenicani , e il Convento della Merce
de colle rifpettive Chiefe , diroccati fopra
tutti i loro infelici Frati da' fondamenti , co
me anthe la Chiefa del fu Collegio maflmo :
le altre fabbriche Clauftrali fonrimafe, f non
cadute, inabitabili. In fomma di 54. che era
no, appena ne fon rimafe in piedi tre , o
quattro. Vn fimile efterminio accaduto a\
Conventi della Penifola Calabra . Servano di
efempio que' de' Ceieitini di Nicotera, e Ter
ranova, rafati al fuolo coli' accompagnamento
di tutti i religiofi nel fecondo , coli' infelice
Abbate inghiottito fotto la Cafa della Principeffa di Gerace a Cafalnuovo : quei de' Fran
cofoni anche accoppati a Poliftina, a Nicote
ra, e a Borzello de'Paolotti , e Capuccini a
Oppi-

X xix OC
Oppido, de'Paolottl a Bagnara , de' Riforma
ti a Palmi, a Melicuccia , a Cinquefrondi , a
Arena, due a Reggio, come a Simiaroni , il
Noviziato de'Bafiliani a S. Eufemia, l'Abbazia
del fuo Generale a Roirno, gli altri Conven
ti a Ciano, a Das , a Melicuccia, a Semina
re; e di cinque altri Conventi in detta Cit
t, cio Conventuali, Oflervanti, e Cappucci
ni , Paolotti , e Domenicani , componenti in
tutto 160. Frati, appena ne fon rimafi 17. Delle
Francefcane poche. De'Bafiliani di S. Bartolo
meo ftato cavato vivo, ma rotto, il folo P.
Bartolomeo Bifanni: quello Ordine greco ,
rarifiimo nel reflo d'Italia , e rimafo quafi
tutto diftrutto nell'antico fuo nido della Cat labria . I Carmelitani a Jerocame . Quei de'
Domenicani fono iS. in tutto diroccati ; e da
36. inabitabili.
Lo fteffo accaduto nelle parti di Reg
gio, e dietro Marina. Le Chiefe madri di S.
Rocco, e de' Crociferi , ed Oflervanti, cadute
fopra le Cafe de'miferi Cittadini a Siila, ne
accopparono molti , i foli Cappuccini han finito
ivi fenza mortalit. Ma quello, che rende la
verit di quefta oflervazione palpabile , fono
le due fondazioni de'Certofini alla Serra , e de'
Domenicani a Soriane. La- ricchezza , e varie
t

)( XX )(
t de'marmi degli Appennini i pi meridionali
d'Italia, la foltezza de'bofchi fulle loro vet
te, l'opulenza accumulata da pi fecoli in ma
no a quei Clauftrali, aveano fatto a gara per
afficurare inficine coli' ampiezza , e' la magni
ficenza, l'immortalit a quegli edifizj .
Una forda efplofione diretta dalla Madre
Natura fotto il loro Aiolo gli fa faltare in un
iftante a capovolta , infegnando alla genera
zione attuale, che un ammaffo enorme di ric
chezze dentro due Santuarj Criftiani , incontra
un tocco pi fevero dell'ira celefte, che quel
li altrettanto celebri dell'antichit nella fteffa regione d Proferpina a' Locri e di Giuno
ne a Cotrone , faccheggiati dagl'increduli di
que' tempi Dionifio , Pirro , Annibale , e da'
Comandanti Romani . Avvertimento, anche del
Cielo alla Nazione, per diftribuire le vafte te
nute di quelle fondazioni al decoro , ed utile
dello Stato, all'avanzo , e profperit dell' inJuftria in quella Provincia , e nella Monar
chia .
Tra Bagnara, e Reggio, che cbiudon la Pia
na a mezzo giorno , come Monteionc l'apre a
Settentrione, viene lungo Ja Spiaggia fui mar
Tirreno la punta di Scilla, corrottamente Sciglie, bifida fui fianchi del fuo Scoglio, non me
no

)( XXI )(
o ctlebre per le favole degli Antichi Poeti
che forte per la Aia fituazione full' ingreflb
del Faro pericolofo per la navigazione, ed im
portante, pel Commercio de'due mari nel cen
tro del Mediterraneo. Lo Stato altre volte ha
fatto gran cafo di queflo pofto fui la fronte d'
Italia: ora ne continua a tenere da pi gene,
razioni confidata la Cuftodia in mano a' priva
ti , e con jufl, che la ragione riprova, e l'u
manit aborre . Gli urti delle percofle Volcaniche hanno fmoflo queflo famofo fcoglio fin
dall'ima, ed inefplorata fua baie; il controcol
po percofle di botto la cima , e vi dirocc a
fquarci quella rocca, che da tanti Secoli avea
refflito all' impeto de' nembi , de' venti , de'
flutti , e a' colpi di tanti altri tremuoti . Il
Principe dell'antica Famiglia Ruffo avea pro
vato nel corfo della fua vita varie altre fcofle
della terra in quella Rocca; egli era da tutte
campato col rifugiarfi In una flanza , che pog
giava fulla parte la pi foda dello Scoglio , e
the rimafta intiera in queflo incontro . La
violenza delle fcofiTe attuali , e la debolezza
forf della fua decrepitudine, lo fecero rifolvere ad abbandonare il folito Aio rifugio, e di
cercarne un altro pificuro Alila fpiaggia,ofia
praja delle filuche a finiflra, dove una fila di
albe-

)( XXII )(
alberi fa, come in Olanda, vago ornato alle
Cafe di que' Cittadini , la maggior parte pa
droni di que' legni , e marinaj intrepidi , ed
attivi . In queflo picciolo Afilo di Navigatori
fi ricover egli fuila fua bella lancia, da lui
fatta ammarrare a difegno tra il lido, e le
onde, per evitare gli urti terreftri , e non
come le altre barche pi dentro terra del folito, e infalangate nel luogo inacceffibile alle
kme dell'onde. Infelicemente il fuo efempio
traffe una gran parte de' Cittadini della Mon
tagna a ricoverarli nelle filucbe pe' loro pa
renti, ed Amici ; gli altri fi attendarono nel
le vicine Campagne, e cos penfarono di paffar fai vi la notte ambi i partiti . Non eran
periti fotto le ruine degli edifizj alla prima
Icoffa, f non ico. in circa individui ; la fe
conda di notte ne fagrific 2300. Ed ecco come :
Le fcofie della terra aveano comunicato i loro
Urti alle acque del mare . Quelle aveano fofferto la fera un abbalfamento ftraordinario ,
al nuovo urto una Corrente di mezzogiorno
venne ad elevarle ad un' altezza anche ftraordinaria . Il fenomeno fu comune ad ambe le
fponde dello ftretto ; e quell' aquemoto , che
fcofle , e f traballare la Fregata del Re , e
gli altri legni ancorati nel profondo porto di
Mef-

t,

)( xxin x
Meffina, portoffi per 2410. pafl , oltre l'ordi
nario, a fcopare , ed inghiottire tutto quel
che incontr di ftabile fulle due fpiagge oppofte, ed a cuoprirle de'fuoi pefci morti fer
ie pi dalla collifione de' flutti, che dal nau
fragio fulle arene .
Sulla lunga coffa di Reggio port via tutti
i mangani della feta, ed altri attrezzi di agri,
coltura, ed induftria: ma dove le anguftie del
Canale limitavano il paffaggio al rigurgito ,
queflo fremebondo fcioglie i fuoi veloci ca
valloni fulle cofte oppofte , poi ne riconduce
ne' fuoi abiffi la mifera umanit confidata
agli aviti fuoi palifchermi . Oggetto della lo
ro vorace preda cadde la brava marinera di
Tor-di-laro, e di Scilla , immerfa in un pro
fondo fonno fotto i tendali de'fuoi legni . Il
vecchio Principe Ruffo fu comprefo nell' efterminio marittimo : e cos per falvarfi dalle
minacce della terra, urt in mare fra gli an
fratti di uno fcoglio , che il laffo di tanti fecoli , e le vicende degli ftati , avean ridotto
in fuo potere . Per niuno meglio che per lui
l' antichit par che abbia profferito il noto
Proverbio :

Inci-

)( XXIV )(
Incdit in Scyllam cupient vitate Cbarjbdtm .
Poco dopo la prima fcofla , e avanti il fa
tale avvenimento , egli avea fatto chiamare
a f TadroH Domenico Baviera , capo del par-i
tito dei Tatricci ( de' Marvizxi ) e per. mezzo
fuo avea domandato fcufa a tutta la comunit
( univerfit ) delle liti , e venazioni fattele
ibffrire colla fua condotta pattata . A qualche
cultura di mente egli univa una invariabilit
di Carattere , che gli ha fatto profeguire con
fermezza le buone, e le cattive imprefe . In
felicemente gli errori della ferocia feudale
bevuti col Sangue nel fecolo pattato , e giuftificati dal fi/tema della noflra giurifprudenza , lo hanno motto talvolta a nuocere all'u
manit . L' arte della ftampa lo avea condan
nato al Tribunale dell'Europa ; una catena di
noftre vicende lo affolvette agli occhi della
nazione ; queflo ilio pentimento lo difcolp* a
quegli de' fuoi vaffalli . Con altre idee ave
rebbe fatto grande onore alla Nazione.
Mille in circa fono ftati i cadaveri rigetta
ti pofcia dal Mare fui le due praje . Tra que
lli vi era quello del fuo Fratello naturale det
to Y Abitin smf.
Gli

)( xxv x
Gli anfratti di quc' fcogli aveano intiera
mente fcippato il capo dal bufto a quel po
vero infelice . Tra gli altri cadaveri ' vi
anche quello del Medico Bevi , rinomato abbaftanza per la fua pratica in quella Regione ,
e nella Sicilia , dove avea anche de' beni a
Meflna . Il prete D. Antonino fuo Nipote fi
falvato a nuoto infieme con altri fuoi paefani . Egli era fratello di Rocco Bovi , Regio
Matematico in quefla Citt , e ajutante del
celebre Rizzi-Zaanoni , geografo di S. M. , e
di Mariano Bovi , attuale allievo del non
men celebre incifore Tofcano Bartolozzi a Lon
dra .
Chi fi falvato per una combinazione fpeciale di circoftanze fi la moglie di Patron G/'afeppe Mejfma attualmente in Napoli . Tenevafi ella rifugiata con tutti i fuoi figliuoli nel
la barca di Cafa fulla fpiaggia dell' Oliveto .
Gl'infoliti cavalloni di mare vennero a co
glier quella barca nel comune naufragio . L'
infelice Madre fpaventata dal pericolo ftiva
fenza fenfi abbandonata fui fianco del legno.
Un terebinto piegato , e fbattuto dal nembo
venne ad urtarla coi fuoi rami fulla fron
te . Un ,puro moto naturale le fece ten
dere le braccia ad afferrarvifi . Una figli.uo'a

)( XXVI )(
uola accanto a lei partecipe dello fteflb fpa-f
vento , fi afferr alle gonne della Madre .
I cavalloni traflero negli abifl la barca con
i figliuoli . I rami del terebinto rialzati
sbalzarono le due donne a miglior forte fui
lido.
I cavalloni fecero il medefimo guaito full'
oppofto terreno di Tor-di-Faro. Infelicemente
ne menarono anche va un gran numero di
Marinaj non meno abili, ecoraggiofi di quelli
di Scilla . Il bravo Monfieur de Tean , CafteL
lano del Forte ebbe gran pena a falvarfi con
una rapida fuga verfo le vicine Colline . Un
accidente cos fatale era avvenuto ancora un
altra volta nella medefima Magione , e quafi
nel medefimo giorno , cio a dire a' 4. Febbraro del n 65). , allorch un tremuoto fece
gran danno in Sicilia fotto Guglielmo II.,
il quale rifeati tanto la difgrazia de' fuoi
fudditi in quel tempo , quanto il noftro Re
regnante l' ha rifentita adeffo . Tanto a Meffina , a Tordi-Taro , che a Scilla , fi ufa_
ta la precauzione di brugiarvi i cadaveri .
Infelicemente l' ignoranza , e la fuperftizione hanno diftolto i femplici , e sbigottiti
abitanti in altri luoghi da un s falutare efempio ,
Do.

)( XXVII )(
Dopo il funefto cafo del Principe di Scilla,
e de'fuoi vaflalli , merita di etter raccontato
quello della TrincipsjJ'a di Gerace-Grimaldi .
Quefla generofa Donna , adorata da' Tuoi vaffalli, amata da tutto Napoli, ha impiegata la
u gran rendita a follevare i poveri, a incoraggire gli Artefici , ed a divertirfi innocen
temente co'fuoi Amici . La ferocit baronale
non fia fatto mai partire il minimo tratto di
violenza daile fue mani . La Aia difgrazia ha
ferito tutto il popolo di Napoli, e la Aia me
moria far rifpettata fra gli efteri egualmen
te, che fra i nazionali . La Primavera pattata
ella prefe la rifoluziorre di ritornare a' fuoi
Feudi in Calabria. Avea Affato il Aio foggior.
no a Cafalnovo, piccola Citt di io. a 12. mi
la abitanti , fabbricata regolarmente durante
il corfo di queflo fecolo fopra un terreno co
perto di01iveti,e di Vigne a pie delle monta
gne. Le cafe eran tutte di un piano, comean.
che il Palazzo della Principer , appunto per
prevenire i difaftri del tremuoto : Ma che va
le un s debole aiuto per la mifera umanit y
quando la natura ne ha decretato irrevocabile
1' efierminio con uno IrarnutoA che fervirebbero le fpranghe elettriche diMonfieur BerthoJon, quando queftenon potettero pattare la pri
ma

)( xxvm x
ma cute , che cuopre la fede delle vifcere aduna
gran profondit ? La Principer era intenzio-,
nata di paffare la vicina Quarefima , pel co
modo del pefce , nell' altra fua opulenta Ter
ra di Gioia fui mare. Pochi altri giorni le fopravanzavano tuttavia del Carnovale . Ma
quella fcoffa, che preferv dalle ruine la fua
Cafa a Gioja, cagion uno sfondamento fotto
il fuolo di Cafalnovo, che inghiott tutto l'abi
tato con 5jco. e pi de' fuoi abitatori j il re
tto rimafo falvo in Campagna, ove trovavafi.
Il cadavere della sfortunata Dama ben dentro
le ruine non ha potuto eflere difcoperto , f
non tre giorni dopo il fatale deftino . Ella (la
va follecitamente vertendoti a letto , eccitata
forf dai primi tremori . Avea metta una cal
za; ed il fuo cadavere flato trovato fano
fotto la Cortina del fuo Letto col ventre al
quanto gonfio. Dalle labbra per , coperte di
fchiuma, fi congetturato , che l'imponibilit
di portarle pronto foccorfo, e la mancanza di
alimenti, fono ftati 1' ultima cagione della fua
morte. L' cibate ^Amendola, Celeflino di Ter
ranova, che era venuto a pranzo feco quel
giorno , non era ancora flato diflotterato .
Due mozzi di Italia, e la Figliuola della fua
Cameriera, rimarti fotto i calcinacci a picco
la

X xxix X
la profondit , fono flati fubito cavati vivi .
Il Cuoco Ilava nel momento della fcoffa in
una loggia di legno attaccata alle mura della
Cucina .. La loggia f ne fcefe colle mura , e
lui colla loggia , come un uccello in gabbia >
fenza foffrire il minimo male . Il cafo del Coc
chiere pi particolare . Avea egli Affato una
partita di caccia con i fuoi compagni dopo
pranzo: ma un capriccio di fantafia gli fece
lafciare il pranzo della Citt per anticipare
nella campagna . Appena era egli giunto fopra certe colline, fi fenti sbattere d'avanti, e
di dietro, ed il terreno, che gli traballava fotto le piante: Spaventato, corfe ad afferrarfi ad
un albero, che poco dopo parve dover rima
nere inghiottito fecolui in un abiffo apertofi
in piccola diftanza . Spettatore di una fcena
cos nuova agli occhi fuoi, da qualunque par
te girava le pupille , vedeva la gran mafia
della madre natura dalle vifcere agitata , e
convulfa, abbaffare le montagne , lacerare i
piani , convertire le Citt in tanti vortici
di polvere , fpinti verfo l'atmosfera . Tutto
il refto della numerofa Corte delia Princ"peffa ha fubito il fato della Padrona . Di
30. Cavalli , fette aprironfi un paffaggio per
una crepolatura della dalla , che non era
tutta

)( XXX )(
tutta piombata gi . Un micco , della fpe
cie de' Saguini , venuto da America, di cui
S. M. Cattolica avea fatto regalo alla Gran
Duchefla di Tofcana , e Sua Altezza Reale
ad una delle fue Camerifte , da cui compra
tolo il Marchefe Piatti a Firenze, l'avea que.
fti regalato alla sfortunata Principefla fua Amica , ha provato la medefima forte in Cala
bria, che i Cani, ed i Cavalli di Europa han
no fpeffo provato ne'tremuoti di Lima , o in
altri tanto frequenti nella fterminata Catena
delle .Ande . Il Cane ftato pi fortunato del
micco, e la fedelt della fua fpecie meritava
miglior forte della fozza indecenza dell'altra;
fu trovato vivo accanto alla fua eftinta Padro
na; e l'ifteflb accaduto a quello del Signor
Marchetti a Meflna , anche dopo urta Sepol
tura di tre giorni . Quefli due Animali non
han.no ripigliata la voracit ordinaria al
la loro fpecie , f non dopo efTerfi riftorati
nell'aria libera'', e alimentati parcamente con
dofi giudiziofe per tre giorni ., Ci reftava
queflo altro metodo terapeutico dopo il vo
mitivo , da imparare da' Cani per la collra
ialute.
Quefto il fanguirtolento fpettacolo aperto
in un iftante dal tremuoto nella doviziofa e
fera-

X xxxi )(
ferace "Pinna . Confimile , febben non tanto
fatale , ftato quello , che ha aperto dalla
parte Orientale dei Monti agli Abitanti det
ta Dietro Marina.

E.

35
\xa Geografica
delle mie

*
.*

"'VA. ".'.^>'-:'Li'<''
. ,. '. in'ai.^ii
:>* v'"- '
.