Vous êtes sur la page 1sur 49

distefano@laboratoriotecnico.

net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Gli attacchi abiotici

SISTEMI COSTRUTTIVI
Le tipologie strutturali in legno attualmente pi utilizzate sono principalmente di 4 tipi:
!" #$%#&&'(()$)&$('*&+$,#--)..)+$)&.+((#/)$01(#,2
3" %(#/4+5,645#,'$0/'(#)+7%#&&'(() .8)+9#/)2
:" #$/'(#)+$0.+&$.+&/5+;'&/)2
<" (+*$8+=-'$+$>(+.?8#=-$0/5+&.8)$-+;5#%%+-/)2

Sistemi costruttivi

<

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%"&'($"$)!"*+%,&'

sistema costruttivo tradizionale delle zone


alpine e nord-europee

Costruzione di tipo massiccio con elementi lineari


(tronchi) di legno di conifera orizzontali sovrapposti
tra di loro a formare una parete in legno, collegati
con viti o cavicchi di legno
Gli elementi possono essere tronchi di legno
massiccio scortecciato oppure elementi squadrati
(sia segati che prodotti a base di legno incollato,
come per esempio il lamellare o il bi- o trilama),
sagomati nella parte inferiore e superiore per
aumentare l`attrito e la stabilit laterale.

Sistemi costruttivi

22

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI

!"#$%"&'($"$)!"*+%,&'

La resistenza a carichi verticali affidata alle


pareti e eventuali pilastri interni. Le pareti
resistono a compressione perpendicolare alla
fibratura (!1/4 della resistenza a compressione
parallela)
Occorre tenere conto del fenomeno del ritiro che
particolarmente sensibile in direzione ortogonale
rispetto alla fibratura (fino a alcuni cm per
L.M.!):
- Dispositivi regolabili in testa ai pilastri che
consentano di recuperare il dislivello che si crea
inevitabilmente
- Prevedere giunti orizzontali in testa ai montanti
degli infissi/porte
- Consentire i movimenti (es. cappotto esterno su
pannellatura fissata su listelli con asolature)

Sistemi costruttivi

23

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%"&'($"$)!"*+%,&'
La resistenza alle azioni orizzontali dovuta alle
maschiature di incrocio fra le pareti ortogonali che
vengono sollecitate a sia a taglio (per rotolamento,
C), sia a compressione ortogonale alla fibratura (B),
e allattrito tra i tronchi sovrapposti, di solito
trascurato.
E buona norma, affinch le azioni fuori dal piano
non creino problemi, limitare a valori opportuni la
distanza tra due pareti successive (per esempio
non superare i 5 m).
Tradizionalmente le strutture dei solai di interpiano e
di copertura vengono realizzate con travi e semplice
tavolato: il taglio sismico agente su ogni parete
viene calcolato ripartendo la massa sismica nelle
due direzioni secondo le aree di influenza
nellipotesi di impalcati non rigidi.
Nel caso di impalcati rigidi, occorre ripartire lazione
sismica in funzione della rigidezza a taglio delle
pareti ! ndi incroci per parete, se pareti tutte
uguali

Sistemi costruttivi

24

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi
SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%"&'($"$)!"*+%,&'
L`ancoraggio alle fondazioni,
realizzate, per esempio, con una
platea sottile di cemento armato, pu
avvenire con tirafondi annegati in
fondazione e vincolati, con dado e
rondella nell`estremit dotata di filetto,
ad uno degli elementi orizzontali
sovrapposti (per esempio al primo
elemento giacente direttamente sulla
fondazioni).
Occorre comunque effettuare una
verifica al ribaltamento globale
delledificio considerando come azioni
agenti sisma e vento e come elementi di
presidio al ribaltamento, se necessari, le
barre filettate inserite allinterno del
pacchetto della parete che servono a
tenere insieme il pacchetto di tavole
collegate alle strutture di fondazione.
Sistemi costruttivi

25

distefano@laboratoriotecnico.net

Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
*<=('<+)"(<(>*<&?'@+)
Non previsto tra i sistemi costruttivi ! occorre fare
riferimento alle indicazioni generali date dalla
normativa vigente.

"
"

Struttura con bassa capacit di dissipazione

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

q ! 1,5
Analisi statica lineare (se regolarit in pianta e altezza)
#$%&'()*%*+%,#

!"#$%$&'"()*+
Compressione ortogonale alla fibra
Effetti del ritiro del legno

, -./(012(34.54(
60(34.54(45(785.(9:
, *;-; 8(*;*;

Incroci con le pareti ortogonali (rolling shear,


compressione ortogonale)
Scorrimento delle pareti (ancoraggio alla fondazione
con barre filettate)
Ribaltamento (corpo rigido)
Sistemi costruttivi

26

distefano@laboratoriotecnico.net

Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
-+/(0+12"(+(3-+&40'12
!"#$%$&'('()'*+(((+((()+,"--'.$+*"

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

Elementi beam collegati con link che simulano la cedevolezza delle connessioni (difficolt
di modellazione):
- legno-legno o legno-acciaio tra i tronchi sovrapposti
- attrito tra i tronchi
Sistemi costruttivi

27

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi
Costruttivi
SISTEMI
COSTRUTTIVI
"%*)-%./!)%)$"%,0-#./

!"#$%&#'()*&#+(,(
Tavole di montaggio delle
pareti, con indicate:
Lunghezze dei tronchi
la posizione dei giunti con le
pareti ortogonali

SISTEMI COSTRUTTIVI

il tipo e numero di elementi di


ancoraggio alla fondazione.

!"#$%"&'($"$)!"*+%,&'
-./(-.0(12.$).)!."#-,/.*.
Piazza M., Tomasi R., Modena R. (2005), Strutture in legno - Materiale, calcolo e
progetto secondo le nuove normative europee, Ulrico Hoepli Editore, Milano
Natterer J., Sandoz J. L., Rey M. (2000), Construction en bois, Trait de Gnie Civil
de l`Ecole polytechnique fdrale de Lausanne, Volume 13, Presses Polytechniques et
Universitaires Romandes (PPUR)
Sistemi costruttivi
Gtz K. H., Hoor D., Mhler, K., Natterer, J. (1980), Holzbau Atlas, Institut fr
Internationale Architektur Dokumentation GmbH, Munich
Ceccotti A., Follesa, M., Lauriola, M. P. (2005), Le strutture di legno in zona sismica,
Criteri e regole per la progettazione ed il restauro, Edizioni CLUT, Torino
ETAG 012, Log building kits, Eota, Edition 2002, Kunstlaan 40, Avenue des arts, 1040
Brussels

28

distefano@laboratoriotecnico.net

!"#$%!&'

5'6#"!78"9$!:
()*+,-".,/*0(),-"123()2+43(,-"0*4((4"
Maggiore flessibilit architettonica

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi
SISTEMI COSTRUTTIVI

Difficolt a realizzare collegamenti rigidi !


necessita, per motivi di carattere strutturale,
delluso di elementi di irrigidimento della maglia
costruttiva sia nel piano verticale che in quello
orizzontale
Gli elementi di controvento possono essere
realizzati con aste di legno, con pannelli
strutturali a base di legno, o con croci in acciaio
Fondazioni: platea, travi rovesce, plinti in
c.a. isolati sotto i pilastri connessi da cordoli
di collegamento.

;
;
;

<=>".,*3,
%?:? 2"%?%?
5*334//,",3"/4@32

Impalcati: rigidi (tavolato doppio, compensato


strutturale, soletta c.a.)

Sistemi costruttivi

30

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi
SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%!&'

(')#"!*+",$! Collegamenti: connettori meccanici,


pannelli, collegamenti di carpenteria (es.
coda di rondine, intagli, ecc.)
Protezione al fuoco
Protezione dalla possibilit di
ristagno di acqua ! evitare scatole o
cuffie che non consentono il deflusso
dellacqua

Foto piscina a
Pescasseroli
Sistemi costruttivi

31

distefano@laboratoriotecnico.net

+',-.+/0

!"##$%&'(&')#%*##*%"

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi
SISTEMI COSTRUTTIVI

Sistemi costruttivi

32

distefano@laboratoriotecnico.net

!"#$%!&'
( )'*$%%!+&',$"-$).%&/$
( *&00&/'%#!1 !"2$!%&++!2$"
/'%%$3!)$,#&"2&3&*&!
/$2,&$2$

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi
SISTEMI COSTRUTTIVI

( ,$/$--&#!1 *& -#24##42$"*&


/',#2'5$,#!)$,#'"
6*&!3',!%&"&,"%$3,'"'"
!//&!&'7".!,,$%%&8
( 0!##'2$"*& -#24##42!9"/*
:!; 6<=>8"?"/* :@; 6<=ABA7C8

/?DDEFGHEIJK"
DEFI?BDEFI?L"DEFI?BGMMKGK?L"
NGIIEDD?BDEFI?"M?I"
M?IIEJJ?OK"MKDKIPOKMK

D ! 12mm
Spess. Membr. " 10d

/* :!; 6<=>8

D ! 12mm
Spess. Membr. " 8d

/* :@; 6<=A7C8

Sistemi costruttivi

33

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi
SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%!&'

Travi principali su montanti


Travi secondarie su travi
principali
Costruzione a un piano

Collegamento Travi
principali su montanti
semplice

SCHEMI COSTRUTTIVI

Travi principali fissate


lateralmente alle colonne
Travi secondarie appoggiate
su travi principali
Costruzione a due o pi piani

Travi principali fissate


Travi principali fissate
lateralmente al montanti
frontalmente al montanti
Travi secondarie appoggiate Travi secondarie fissate
su travi principali
frontalmente al montanti
Colonne doppie

Collegamento Travi
principali
montanti pi
Sistemisucostruttivi
complesso

Collegamento Travi
principali/secondarie su
montanti pi complesso

34

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi
SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%!&'
($)&*&+,$"-%.
Resistenza e stabilit delle singole
membrature, tenendo conto:
delle effettive condizioni dei vincoli
(eccentricit degli appoggi, rigidezza
rotazionale o traslazionale degli appoggi)
delle imperfezioni geometriche e
strutturali, inquadrando le corrispondenti
azioni convenzionali nella stessa classe di
durata dei carichi che le hanno provocate.
Capacit portante dei collegamenti
la deformazione delle connessioni
deve essere compatibile con quella
assunta nellanalisi globale

Sistemi costruttivi

35

!"#$%!&'

M11

$($)*&'"+& ,'%%$-!)$.#'"
($)&/0&-&+'"&."1'.+!2&'.$

-M1

-M1

B1 B1 B1 B1

-11

Q)<)**7#&%'<J'57#+%#-B99
&%4:755)#'<#:%'*)#(%*%5)
!"!#$%&'()*+%#,-./-012!3#(%44'5%
6)*#'*6)&'*57#68%9%6)#5%:)#;%<5%#;=>

-11

-B

NBB

--#OG<<)*%#D-M
?%'45&7#I7&5%6'<%#4:A#-199
?%'45&'#+%#@'47#4:A#M199

E:744)&7#9'44755)F#:GH#I'&%'&7#4G#%*+%6'J%)*7#+7<<'#KALF
Q'<6745&GJJ)#()*+'J%)*7F#R6S##!1#T299U
>66%'%)#5%:)#C7#!.1
Q)&+)*%#+%#4'<+'5G&'#4:744)&7#9%*A#3#99
?%'45&'#+%#@'47#4:A#-B99
C)&%#:7&#5%&'()*+%#D-3

NB1

!B

M11

M31
-N1

M#?%'55%#4:A#-199

-N1

B1

-.B

-M1

?%'55%#+%#%&&%P%+%97*5)#4:A#-199

-#?%'55)#+%#@'47#4:A#M199
C)&%#D-3

N1

-N1

N1

B1

B1
01

M11

-M1

-1
-!B

-M1

-!B

-1

N1

N1

-1

M11

!31

-M1

BBB
:'IA#(%*%5)

!31

-1

M11

M31

C)&%#D-!

B1 B1 B1 B1 B1 B1

B1 B1 B1 B1

M11

N1

?%'45&7#I7&5%6'<%F#4:A#-199

M31

-11 B1 B1 B1 B1 B1 B1 N1

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi
SISTEMI COSTRUTTIVI

Sistemi costruttivi

36

distefano@laboratoriotecnico.net

!"#$%!&'

$%!(')!#&"*)!+&,&
SEZIONE LONG.

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi
SISTEMI COSTRUTTIVI

Sistemi costruttivi

SEZIONE TRASV.

37

distefano@laboratoriotecnico.net

Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+)#)$*"#,&)*)!#--*"",)./,&0#$,1
",2/$)$,(3*')%'#(*)4$'5.$5'*4)
Sistema costruttivo pi diffuso al mondo, molto
leggero

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

Edifici costruiti piano per piano ("platform frame") e


solo occasionalmente (in genere in America) si
utilizzano elementi di altezza pari a pi piani
("balloon frame").

two by four
6%789):);)<7:87)+:=>?7@A8>7)
9BB9??A)<:?A?A)CA=).D==<<1
6"E(E 9)"E"E
6!:88A==7)B9@<A8D:>9)9)&43

Pareti e solai sono costituiti da intelaiature di


elementi di legno di piccola sezione
(generalmente 4x9 o 5x10 cm) posti ad interasse
costante di 40-60 cm sulle quali da un lato o da
entrambi i lati vengono collegati, con tanti chiodi o viti
di piccolo diametro, dei pannelli di legno strutturale,
ossia generalmente compensato o OSB
Ridondanza strutturale
Linterasse dei montanti delle pareti sempre un
sottomultiplo della larghezza del pannello di
rivestimento strutturale (es. dimensioni commerciali di
1200x2400 mm o 1220x2440 mm)

Sistemi costruttivi

38

distefano@laboratoriotecnico.net

Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+)#)$*"#,&)*)!#--*"",)./,&0#$,1

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

Sistemi costruttivi

39

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+)#)$*"#,&)*)!#--*"",)./,&0#$,1
PARETI: CARICHI VERTICALI E CONTROVENTAMENTO
I carichi verticali provenienti dalla copertura e dai
solai di piano sono assorbiti dai montanti.
I montanti delle pareti esterne assorbono anche
i carichi orizzontali dovuti al vento agenti sulle
pareti stesse. Essi possono essere
dimensionati molto snelli, dato che il
rivestimento ha anche funzione stabilizzante
per loro.
I carichi orizzontali sono assorbiti dal
rivestimento, a sua volta stabilizzato
allimbozzamento dai montanti stessi.
Collegamenti rigidi delle pareti con la
piattaforma sottostante

Sistemi costruttivi

40

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
Gli elementi di parete, solaio e copertura
possono essere prodotti in stabilimento a
differenti livelli di prefabbricazione e montati
in cantiere oppure realizzati a pi dopera

Sistemi costruttivi

41

Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+)#)$*"#,&)*)!#--*"",)./,&0#$,1
PARETI: CHIODATURA

!240cm

imax=15cm

!300cm

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

imax=30cm

Scuola a Fabbriche di Vallico (LU)

Sistemi costruttivi

42

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
SOLAI
Realizzati con la stessa tecnica costruttiva delle
pareti (travetti equispaziati allo stesso interasse dei
montanti), irrigiditi con pannelli di legno strutturale
(compensato o OSB) collegati con chiodi
Assunti nei calcoli come diaframma rigido (se
rispettano i requisiti costruttivi della norma)
Lungo il perimetro del solaio va previsto un cordolo
di collegamento in grado di riassorbire gli sforzi di
trazione che nascono quando lo stesso solaio viene
caricato dalle azioni orizzontali nel proprio piano.
Il collegamento delle pareti dei piani successivi al
solaio di interpiano avviene con angolari e viti per
lo scorrimento e holdown interni o bande forate
esterne per il ribaltamento.
COMPORTAMENTO
SCATOLARE Sistemi costruttivi

43

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
FONDAZIONI:
le strutture di fondazione risultano molto
contenute, possono essere realizzate con una
platea o travi rovesce in c.a. oppure, nel caso di
edifici di minore importanza, con plinti di fondazione
isolati ai quali vengono collegate, lasciando una
intercapedine da terra di almeno 10-15 cm, le travi
dellorditura del solaio del piano terra
Il collegamento delle pareti alle fondazioni [piastre metalliche
angolari (holdown), tirafondi, viti e chiodi] deve svolgere la
duplice funzione di contrastare il ribaltamento e lo
scorrimento delle pareti per effetto delle azioni orizzontali.
Per il ribaltamento vengono utilizzati sempre gli holdown
collegati alle fondazioni con barre filettate inserite in fori
sigillati con malta cementizia o epossidica e ai montanti
delle pareti con chiodi o viti.
Lo scorrimento viene contrastato sempre con tirafondi
che collegano il corrente inferiore della parete alla
fondazione.
Sistemi costruttivi

44

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
FONDAZIONI:

Q&'&$$#*,$*'3'3
LJM792J*1@R1@:>
0,FF#%%,&*G)'*',F+)''&*FS''#
F+(S++S(#*G,*0&$G#H,&$)
Q&$*+,(#0&$G,*?1"*'DE""*>>

#$%&'#()*+,-&*./0*1"!
*23*454*6787*9*:;79<7*=3>3*?@A!">>
*23*1*87B=C92<9*?1"*'DE!">>
',F+)''&*G,*0&$G#H,&$)*,$*'3/3
8B=88=89*IJB*:K=LLJ*<7*LJB67M79*NO
LJM792J*1@P1"*:>

!"

!"

!"
Cordolo in c.a. per
evitare contatto
diretto con le
fondazioni

Striscia isolante, da
risvoltare sulla
fondazione e non sul
cordolo
Sistemi costruttivi

45

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
DIMENSIONAMENTO DI UNA STRUTTURA PLATFORM
Sistema costruttivo ad alta capacit dissipativa
Solai a diaframma rigido
Metodo di calcolo in EC5, EC8
Regole costruttive in EC5, CNR-DT 206/2007, EC8
IN ZONA
SISMICA
Nelle pareti e diaframmi con
intelaiatura in legno
(Collegamenti pannello-legno)
NTC 2008

Pannelli di particelle (truciolari) con


!m ! 650 kg/m3 e sp. ! 13 mm
Pannelli di compensato con sp. ! 9 mm
D chiodi " 3,1 mm
Spess. Pannello ! 4d

02 ,#. +4563

D chiodi " 3,1 mm


Spess. Pannello ! 3d

02 ,#. +4573

Sistemi costruttivi

46

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
DIMENSIONAMENTO DI UNA STRUTTURA PLATFORM
Modellazione FEM
PARETI: modellazione della rigidezza a taglio delle pareti :
- rigidezza a taglio dei fogli di rivestimento (in genere compensato
oppure OSB)
- cedevolezza dei mezzi di unione (chiodatura tra i fogli di
rivestimento e gli elementi in legno del telaio).
COLLEGAMENTO IN FONDAZIONE: cerniere.
Nella valutazione della rigidezza della struttura si deve considerare anche la
cedevolezza legata alle connessioni in fondazione (holdown, squadrette,
ecc.), qualora sia significativa;
IMPALCATI INFINITAMENTE RIGIDI rispettando le indicazioni di calcolo e costruttive
riportate nella norma (NTC 2008 paragrafo 7.7.4)

AZIONI
sulle connessioni e sulle pareti
Sistemi costruttivi

47

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
DIMENSIONAMENTO DI UNA STRUTTURA PLATFORM
4*'-%-01*
Carichi verticali
Compressione ortogonale alla fibra del listello di base
Compressione/Pressoflessione e stabilit dei montanti
Azioni orizzontali
Trazione del cordolo dei solai
Resistenza a taglio delle pareti (metodo semplificato EC5)
Ribaltamento delle pareti resistenza a sollevamento degli elementi di ancoraggio
delle pareti (holdown)
Scorrimento dei tirafondi di base

Sistemi costruttivi

48

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
ESEMPIO DI CALCOLO PARETE PLATFORM
Montanti 80X140mm in C24 (EN 338)
Interasse 60 cm
Singolo pannello OSB/3 sp. 15mm (largh. 1200mm)
!=650kg/m3
Viti o chiodi ad aderenza migliorata "3x50mm
Interasse perimetrale 120mm, interasse montante
interno 240 mm
Altezza parete 3,00m

9.2.4 EC5 metodo A


#$%&'())*++,

#-%

#.%

#$%&'())*++,

"

Sistemi costruttivi

49

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+)#)$*"#,&)*)!#--*"",)./,&0#$,1
VERIFICHE
1. Verifica interassi e distanze dai bordi
2. Verifica di resistenza a taglio dei pannelli
3. Verifica di resistenza ad estrazione degli ancoraggi alla fondazione (holdown)
4. Verifica a taglio sulle viti di ancoraggio angolare-montante in legno
5. Verifica dei montanti delle pareti (trazione, compressione, pressoflessione)
6. Controllo dellingobbamento del pannello
7. Verifica a compressione ortogonale alla fibratura del listello di base
8. Verifica a taglio dei tasselli di ancoraggio alla fondazione

Sistemi costruttivi

50

distefano@laboratoriotecnico.net

Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
1. DISTANZE DAI BORDI E INTERASSI
- SUGLI ELEMENTI LIGNEI

COLLEGAMENTO
CON CHIODI d=3mm

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

Sistemi costruttivi

51

distefano@laboratoriotecnico.net

Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
1. DISTANZE DAI BORDI E INTERASSI
- SUGLI ELEMENTI LIGNEI

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

COLLEGAMENTO
CON CHIODI d=3mm

10d=30 mm < 120mm

5d=15 mm < 30mm


15d=45 mm
10d=30 mm

5d=15mm < 25mm


Sistemi costruttivi

52

distefano@laboratoriotecnico.net

Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
1. DISTANZE DAI BORDI E INTERASSI
- SUI PANNELLI

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

PANNELLI OSB

d=3mm
30 *0.85= 26mm < 120mm

15 *0.85=12,75mm < 30mm

30 mm

15mm < 25mm


Sistemi costruttivi

53

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
1. DISTANZE DAI BORDI E INTERASSI
PANNELLI DI
COMPENSATO
d=3mm
30 *0.85= 26mm < 120mm

15 *0.85=12,75mm < 30mm


3+4sen(!
!)
3d

9 mm

3+4sen(!
!)

3d

9mm < 25mm

Sistemi costruttivi

54

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
1. DISTANZE DAI BORDI E INTERASSI
compensato

3d

Largh. minima
montante:

1mm 3d

16d+1mm= 49mm
OSB/3

4.25d

1mm 4.25d

Largh. minima
montante:
18.5d+1mm=56.5mm

5d

5d

5d

Sistemi costruttivi

55

distefano@laboratoriotecnico.net

Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
1. DISTANZE DAI BORDI E INTERASSI
10.8.2 EC5

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

3d=9mm

"$

!"#
$"%
&
Sistemi costruttivi

56

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
(+&*,-)%',)&%$'.'/&'*$+&0-1 $'(&22$++0'"#0-3&*04
!"#$%&'(&)$*$

Imax=30cm

Imax=15cm

Sistemi costruttivi

57

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
PANNELLI OSB (Oriented Strand Board)
Materiale a base legno costituito da diversi strati, composti da
trucioli di legno prevalentemente lunghi e stretti (strand)
assemblati con un legante (colla).
Gli strand degli strati esterni sono paralleli al lato longitudinale o
trasversale del pannello.
Gli strand dello strato interno possono essere orientati in
maniera casuale oppure, di norma, in direzione perpendicolare
agli strand degli strati esterni.

specifiche di prodotto EN 300

Sistemi costruttivi

Fonte: dataholz.com

58

distefano@laboratoriotecnico.net

Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
PANNELLI OSB (Oriented Strand Board) valori caratteristici (forniti dal produttore)
!M = 1,40

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

Coefficiente kmod
Materiale

Pannelli
OSB

Riferimento

EN
300

Classe di durata del carico


Classe di
servizio Perm Lunga Media Breve Istant

OSB/2

0,3

0,45

0,65

0,85

OSB/3
OSB/4

0,4

0,5

0,7

0,9

0,3

0,4

0,55

0,7

0,9

Resistenza a taglio del pannello

f v,d = k mod "

f v,k

!M

= 0,85 "

6,8
= 4,13 N / mm 2
1,4

L'ingobbamento per taglio del foglio pu essere


trascurato, purch

Fonte: dataholz.com

Sistemi costruttivi

bnet la distanza libera fra montanti;


59
t lo spessore del foglio

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
2. RESISTENZA DI CALCOLO DELLA SINGOLA PARETE

Schema statico a mensola ancorata alla sottostruttura (calcolo piano per piano)
Pareti realizzate con 1 o pi pannelli
Spaziatura dei mezzi di unione costante lungo il perimetro di ciascun foglio;
Larghezza di ciascun foglio ammonti ad almeno h / 4
Per una parete realizzata con diversi pannelli, il valore di progetto della capacit
portante di piastra di una parete calcolato da

Fv, Rd = ! Fi ,v, Rd

Sistemi costruttivi

60

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
2. RESISTENZA DI CALCOLO DELLA SINGOLA PARETE
La capacit portante di piastra di ciascun pannello, Fi,v,Rd, contro una forza Fi,v,Ed
calcolata tramite

Fi ,v, Rd =

F f , Rd " bi " ci
s

bi = 1200 mm
b0 = 1500 mm
ci = 0,8
s= 120mm

Fi ,v , Rd

577 ! 1200 ! 0,8


=
= 4.616 N
120

Sistemi costruttivi

61

distefano@laboratoriotecnico.net

Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
CALCOLO DI Ff,Rd

Collegamento pannello-legno con chiodi ( 8.2.2 EC5)


8.2.2.a
8.2.2.b
8.2.2.c
8.2.2.d
8.2.2.e
8.2.2.f

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

1 777.3
3 173.6
1 129.1
865.5
1 303.2
1 031.6

865,5 kN

F f , Rd =
Sistemi costruttivi

k mod ! F f , Rd

"M

1 ! 865,5
= 577 N
1,5
62

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
Collegamento pannello-legno con
chiodi ( 8.2.2 EC5)

Chiodi ad aderenza migliorata


Momento di snervamento

Resistenza a rifollamento per chiodi su pannelli

Sistemi costruttivi

63

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+),#)$*"#-&. *)!#//*""-)01-&2#$-3
5. VERIFICA DEI MONTANTI (TRAZIONE, COMPRESSIONE,
PRESSOFLESSIONE) SUI MONTANTI DELLE PARETI

Dimensionamento
Holdown
Trazione del montante
(eventuale)
Verifica a carico di punta del
montante (pressoflessione se
parete esterna)

Di solito le sollecitazioni sui


montanti vengono determinate con il
programma di calcolo
Sistemi costruttivi

64

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+)#)$*"#,&)*)!#--*"",)./,&0#$,1
6. CONTROLLO DELLINGOBBAMENTO

bnet = 60- 8 = 52 cm
bnet/t = 52/1,5 = 34,7 <100
7. VERIFICA A COMPRESSIONE ORTOGONALE ALLA FIBRATURA DEL LISTELLO DI BASE

# c ,90, d

Fc ,90, d
=
" kc ,90 ! f c ,90, d
Aef

Fc,90,d = sforzo normale nei montanti


(compressione)

Aef = b $ l ef

Area efficace di impronta


Sistemi costruttivi

65

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO


Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI
!"#$%&'()%'#(*)+)#)$*"#,&)*)!#--*"",)./,&0#$,1
9. VERIFICA A TAGLIO DEI TASSELLI DI ANCORAGGIO ALLA FONDAZIONE

Connessione legno-cemento, assimilata a


connessione legno-acciaio con piastra
spessa.
Taglio sulla parete ripartito uniformemente
sui tasselli

Sistemi costruttivi

66

Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI

40

.9:;<9)=<)%,',)46>40)./
20,2

410,0

!"#$

027

402,0

452,0

402,0

410,0

20,2
!"##$%%&)%"'$%%"($)*+,)-)./

4-7

%&"

415,5

4-1

!"#$%$&'*)

!"#$%$&'()

-"#'+%&.)+&#.!)/)0#)'!"#(%1 !)-#22!""(),3(%4#'(5

4-7

'"#(

%%'#(

!"##$%%&
%"'$%%"($)*+,)-)./

%('#(

%%'#(

'"#(

!"#$

86
01,0

46

306

35,7

!"##$%%&
%"'$%%"($)*+,)-)./
556

01,0

57,0

35,7

047

distefano@laboratoriotecnico.net

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

88

024,7
448
446,5

20,2

34,4

34,4

402,0

452,0

34,6

23,7

410,0

20,2

446,5

20,2

410,0

71,8

28,5

410,0

3-

3-

410,0

024,7
20,2

64,4

30,4

0-3,7

430
410

-76

701
-7,0

01

8-5,5

!"#$%&#'()*&#+(,(

-6,0

403,5

410,0

570,4

87,2
488,-

413,8

01

Tavole di montaggio con indicati disposizione e fissaggio di:


elementi dellintelaiatura delle pareti;
pannelli di rivestimento strutturale;
elementi di collegamento alla fondazione e al solaio di
interpiano.
Sistemi costruttivi

67

distefano@laboratoriotecnico.net

Sistemi Costruttivi

!"#$%&'()%'#(*)+)#)$*"#,&)*)!#--*"",)./,&0#$,1
ESTENSIONE
SCUOLA
DIDI
SEANO
(PO)
AMPLIAMENTO
SCUOLA
SEANO
(PO)

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

Sistemi costruttivi

68

distefano@laboratoriotecnico.net

Sistemi Costruttivi

!"#$%&'()%'#(*)+)#)$*"#,&)*)!#--*"",)./,&0#$,1
ESTENSIONE
SCUOLA
DIDI
SEANO
(PO)
AMPLIAMENTO
SCUOLA
SEANO
(PO)

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

Sistemi costruttivi

69

distefano@laboratoriotecnico.net

Sistemi Costruttivi

SISTEMI COSTRUTTIVI

!"#$%&'()%'#(*)+)#)$*"#,&)*)!#--*"",)./,&0#$,1
ESEMPI DI PACCHETTI DI PARETE

dott. Ing. Giuseppe Di Stefano

PROGETTARE E COSTRUIRE CASE IN LEGNO

ANALISI TIPOLOGICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO

Sistemi costruttivi

96