Vous êtes sur la page 1sur 5

Il temperamento

La psicologia dello sviluppo ha sempre 2 obbiettivi: individuare le


caratteristiche universali e vedere quali sono i fattori che
caratterizzano un individuo unico.
Come mai ognuno di noi diventato quello che ?
Temperamento= concetto che risale agli antichi greci ripreso da
Ippocrate e Galeno. Si cercava di classificare gli esseri umani in
gruppi in base a caratteristiche che si presentano in ognuno di noi
in modo specifico fin dalle fasi prenatali. Tutto ci che psicologico
ha una base organica, il corpo concorre alla mente.
Temperamento e personalit
Temperamento= modo in cui una persona arriva a fare ci che fa.
Interagiscono con fattori ambientali fin dalla nascita
Personalit= rimanda ad aspetti pi particolari e complessi;
rimanda ai nostri legami e vicende affettive, agli eventi incontrati
nelle nostre esperienze e alla rete di relazioni sociali. Qualcosa su
cui agisce principalmente lambiente.
3 diversi modelli che pu assumere il temperamento:
1-Thomas & Chess
2- Buss & Plomin
3- Rothbar & Posner
1-Thomas e Chess: psichiatri infantili anni 50 Stati Uniti. Epoca in
cui vi era la credenza che la madre fosse lorigine dellautismo dei
propri figli. Ma notarono che i bambini presentavano caratteristiche
distinte sin dalla nascita => la madre viene influenzata da com il
bambino e deve lavorare su di se per adattarsi ad esso. Secondo
loro i disturbi originavano per aspetti di fondo per provare la loro
ipotesi, hanno utilizzato uno studio longitudinale a lungo periodo.
Hanno iniziato la raccolta alla fine degli anni 50 e finito lo studio
negli anni 80 e hanno evidenziato che: di 138 bambini seguiti con
unattenzione specifica da parte delle madri e delle insegnanti dalla
nascita allet adulta hanno individuato i tratti temperamentali di
base:
1 - livello di attivit:
2 - regolarit dei ritmi biologici:
3 - approccio - allontanamento:
4 - gradi e tempi di adattabilit:
5 -soglia di sensibilit:
6- intensit di reazione
7- qualit dellumore

8- distraibilit
9- estensione attenzione

1- tendenza di B ad essere spesso attivo e in movimento oppure


inerte. I neonati possono essere pi o meno vivaci.
2- Regolarit o meno dei ritmi alimentari e dei cicli sonno-veglia,
uno degli aspetti principali e uno dei primi che manifesta nei
nuclei famigliari. Nei primi 40 giorni di vita la maggior parte
dei bambini hanno un cambiamento nei ritmi di sonno-veglia
che si adattano a quelli della societ. Ritmi di nutrizione,
bambini che hanno fame sempre ad una certa ora e altri no.
3- Come reagisce il bambino di fronte al cambiamento attraverso
umore o attivit motoria tendenza ad accettare o evitare
persone e situazioni nuove
45- sensibilit della soglia sensorio-percettiva, intensit
necessaria di uno stimolo per evocare una risposta
6- livello di energia delle risposte indipendentemente dalla
qualit o dalla direzione , livello delle risposte emotive
7- fondamentale, positiva vs negativa
8- capacit di reagire o meno a stimoli distraenti variabili legate
al nostro funzionamento cognitivo
9- durata o grado di perseveranza delle attivit
hanno quindi distinto 3 tipologie di bambini:
bambini facili: 40%
bambini difficili 10%
bambini lenta attivazione 15%
conclusioni: vengono considerati come capisaldi teorici con cui
orientarsi nello studio della psicologia nel mondo contemporaneo
-il bambino fin dallinizio un essere umano a pieno titolo. Nasce
con un corredo biologico che immediatamente lo abilita ad entrare
in una relazione sociale con i genitori ed ad avviare un processo di
apprendimento attivo circa il mondo che gli sta intorno
apprendimento: modificazione del comportamento a seguito
dellesperienza
-i bambini sono diversi in partenza, il temperamento del bambino
influenza le sue risposte alle cure genitoriali ed influenza
latteggiamento e il comportamento dei genitori stessi => ciascuno
influisce sullaltro

- ci sono diversi modi di essere un buon genitore. Come i bambini


hanno le loro caratteristiche individuali, cos anche i genitori. Ci
che necessario per un buon sviluppo la buona compatibilit
una corrispondenza tra atteggiamenti e aspettative dei genitori da
un lato e il temperamento e le caratteristiche del bambino dallaltro

2- Buss & Plomin tutti i tratti di Thomas e Chess possono rientrare


in questi tre tratti (modello EAS):
-emotivit
-livello di attivit
-socievolezza
-emotivit: gi presente come qualit dellumore, viene considerata
come una tendenza a divenire facilmente e intensamente di
malumore, ad entrare in stati di agitazione
-attivit: differenze individuali nel livello ottimale di attivazione:
velocit di reazione, intensit di reazione alla stimolazione e
quantit di azioni intraprese in risposta, mobilit, ritmicit,
-socievolezza: tendenza allaffiliazione, allentrare in contatto con gli
altri . tendiamo a dare un ordine alle nostre relazioni dividendo i
compiti
si sono anche interessati a quelli che sono i tratti che aumentano la
probabilit di disturbi psicopatologici come i disturbi di
esternalizzazione disturbi relativi alla trasgressione alle regole,
iperattivit ecc.. disturbi che creano problemi nelle interazioni
interpersonali dati da unemotivit e attivit elevata, bassa
socievolezza e impulsivit elevata (reazione ad un evento
immediata)
disturbi di internalizzazione: il disagio rimane allinterno
dellindividuo come ansia, disturbi psicosomatici ecc
3- Rothbar & Posner
2 macro categorie :
-eccitabilit
-autoregolazione
-eccitabilit: reattivit, attivazione delle risposte comportamentali d
emozionale

-autoregolazione: processi che modulano lattivit dellindividuo,


includendo le differenze individuali nellattenzione, nei
comportamenti di inibizione, nella capacit di calmarsi e
nellapproccio, nel ritiro e nellattacco

SENSATION SEEKING
Gene dellavventure proposto da Zuckerman
- ricerca di elevati livelli di stimolazione
- tendenza allesplorazione di tutti i tipi non solo ambientale
- facilit a perdere interesse negli stimoli
- impulsivit
- instabilit relazionale
- difficolt nella pianificazione del comportamento
- manifestazioni comportamentali di ricerca di elevati livelli di
eccitazione (predilezione per attivit e divertimenti con elevati
livelli di tensione)
=> maggiore esposizione ad uso di droghe e alcool
comportamenti sessuali a rischio
guida spericolata
impulsivit e rischi di comportamento antisociale
le ricerche hanno evidenziato differenze di ordine genetico che
incidono sulla trasmissione di dopamina, serotonina
possibile che durante linfanzia il tratto si manifesti come una
propensione a giochi ed attivit spericolate che comportano rischio
di farsi male fisicamente
dato che le qualit temperamentali durano nel tempo possono
essere utili per prevedere esiti di tipo psicopatologico? S ad es. un
bambino dal temperamento facile non presenter esiti
psicopatologici, al contrario un bambino difficile avr un cattivo
andamento che sar fattore di rischio per eventuali psicopatologie

il reale significato del carattere risiede negli effetti che produce


negli altri individui perch avviene una catena di influenze
bidirezionali
GOODNESS OF FIT:
le caratteristiche temperamentali di una persona si armonizzano
con quelle dellambiente.
Esperienze condivise e non condivise: lo stesso ambiente pu avere
caratteristiche diverse per gli individui
Ambiente condiviso: costituito da esperienze generalmente
condivise da tutti
Ambiente non condiviso:
Le esperienze hanno sempre un incidenza diverse a seconda
dellambiente di sviluppo in cui accadono
=> lo sviluppo del bambino dipende dallambiente,