Vous êtes sur la page 1sur 1

34

Lega Pro R Girone A: 12a giornata

LUNED 7 NOVEMBRE 2016 LA GAZZETTA DELLO SPORT

Cremonese, un poker per la quinta


Adesso il primo posto a tre punti
1Cinque vittorie

di fila per Tesser,


che vince ancora
sul campo di un
Pontedera nei guai
PONTEDERA-CREMONESE 0-4
MARCATORI Belingheri al 28, Salviato al 32 p.t.; Maiorino all11, autorete
di Polvani al 34 s.t.
PONTEDERA (4-3-1-2) Lori 5,5; A.
Gemignani 5,5 (dal 22 s.t. Disanto
5,5), Risaliti 5, Polvani 5, Videtta 5;
Calcagni 6, D. Gemignani 5,5, Cal 6
(dal 1 s.t. Kabashi 5,5); Della Latta 5,5;
Cais 5 (dal 22 s.t. Bonaventura 5,5),
Santini 6. (Giacomel, Becuzzi, Borri,
Udoh, Corsinelli, Chella, Bargiggia,
Zappa, Barca). All. Indiani 5.
CREMONESE (4-3-1-2) Ravaglia 6;

Salviato 7,5, Lucchini 7, Marconi 6,5,


Gemiti 6,5; Cavion 7, Pesce 7 (dal 41
s.t. Ruci s.v.), Belingheri 7; Maiorino 7
(dal 35 s.t. Perrulli s.v.); Brighenti 6,5,
Scappini 6,5 (dal 36 s.t. Stanco s.v.).
(Bellucci, Galli, Procopio, Polak, Stanghellini, Porcari, Haouhache, Scarsella, Lame). All. Tesser 7.
ARBITRO Pasciuta di Agrigento 6.
NOTE paganti 291, abbonati 142, incasso di 3.618 euro. Espulso Della
Latta al 47 s.t.; ammoniti Lucchini e
Polvani. Angoli 4-3.

Stefano Lemmi
PONTEDERA (PI)

assassino torna sempre


sul luogo del delitto. E
cos, sulla stessa scena
il prato sintetico del Mannucci
- dove appena due settimane
prima aveva spento i sogni del
Tuttocuoio (rigore-vittoria a 4

Racing, una gara da applausi


Gonzalez salva lAlessandria
RACING CLUB

ALESSANDRIA

MARCATORI Massimo (RC) al 14,


Gonzalez (A) al 44 s.t.
RACING CLUB (3-5-2) Savelloni 6;
Macellari 7, Vastola 6,5, Vona 5;
Selvaggio 6,5, Massimo 7,5, Ricciardi 7,
Maestrelli 6 (dal 41 s.t. Shahinas s.v.),
Proietti 6,5; Loglio 6,5 (dal 31 s.t. Giura
6), De Sousa 6,5 (dal 24 s.t. Taviani 6).
(Lazzari, Capanna, Steri, Calabrese,
Muzzi, Di Gioia, Caputo). All.
Giannichedda 7,5.
ALESSANDRIA (4-4-2) Vannucchi 6,5;
Celjak 5,5, Gozzi 6, Sosa 5, Manfrin 6;
Marras 4,5 (dal 19 s.t. Fischnaller 6),
Nicco 4,5 (dal 19 s.t. Branca 5,5),
Mezavilla 5,5, Iocolano 5,5; Bocalon 5
(dal 31 s.t. Marconi 5,5), Gonzalez 7. (La
Gorga, Cottarelli, Fissore, Barlocco,
Spriano). All. Braglia 5.
ARBITRO Zanonato di Vicenza 5,5.
NOTE spettatori 450 circa; non ci sono
abbonati, paganti e incasso n.c.
Ammonito Vannucchi. Angoli 3-5.

lallenatore. Per fortuna la prima gara


sbagliata in tre mesi.
CHIAVE Fin dallinizio si capisce che
lAlessandria non arrivata a Casal del
Marmo. Gli esterni Marras e Iocolano
sono quasi indolenti, mentre il 3-5-2 di
Giannichedda, con Vastola che funge da
vecchio libero e Ricciardi playmaker,
una meraviglia. Nel primo tempo il
Racing sfiora il gol con Maestrelli, De
Sousa e Ricciardi. Dopo gli applausi del
pubblico di casa allintervallo, nella
ripresa il Racing passa grazie a una
splendida azione corale: Massimo ruba
palla a uno spento Nicco, e si prende il
passaggio di ritorno di Loglio (dopo un
velo di De Sousa), scagliando un destro
perfetto. Braglia butta dentro Branca e
Fischnaller, ma il Racing si difende con
ordine, prima del folle fallo di mano di
Vona al limite dellarea. La punizione di
Gonzalez salva lAlessandria, ma ora la
Cremonese a tre punti dalla capolista.
Giuseppe Di Giovanni

ROMA La settimana del Racing Club

era iniziata col comunicato del


presidente Pezone che blindava la
panchina di Giannichedda, nonostante
le 5 sconfitte di fila. E dopo una partita
perfetta, con unimpresa sfiorata contro
la prima in classifica, il Racing pu
guardare al futuro con ottimismo. La
partita scialba dellAlessandria, salvata
da un missile di Gonzalez su punizione,
tutta nelle parole del tecnico Braglia a
fine gara: Si fa fatica a capire che nel
calcio queste sono le partite pi difficili.
Abbiamo fatto tutti male, compreso

dal termine), stavolta la Cremonese ha rifilato quattro pugnalate ad un Pontedera sempre pi in crisi (un punto nelle
ultime 8 gare: Indiani comunque non rischia) accorciando
di prepotenza sulla vetta.
FORMA SUPER I punti dalla
battistrada Alessandria si sono
ridotti a tre e il 4-3-1-2 di Tesser una macchina con un motore potente, che funziona a
pieni giri e che promette scintille. Bisogna pensare solo a
noi stessi, solo gli ultimi quindici giorni si pu guardare cosa
fanno gli altri, ha ripetuto il
tecnico, ma intanto a Pontedera la sua fuoriserie ha colto la
vittoria pi generosa in campionato (quarta esterna) nonch quinta consecutiva, egua-

PISTOIESE

LUCCHESE

PRATO

AREZZO

VITERBESE

MARCATORI Jelenic (L) al 9, Cellini (L)


su rigore al 21, Lambrughi (L) al 25,
Danese (P) al 35 p.t.; Jelenic (L) al 15,
Morelli (L) al 21 s.t.
LIVORNO (3-5-2) Mazzoni 6,5; Gonnelli
6, Borghese 6,5, Gasbarro 6; Jelenic 7,5
(dal 28 s.t. Ferchichi 6), Marchi 6,
Giandonato s.v. (dal 15 p.t. Morelli 7),
Luci 6,5, Lambrughi 7; Murilo 6, Cellini
6,5 (dal 23 s.t. Vantaggiato 6). (Falcone,
Romboli, Rossini, Grillo, Bergvold,
Gemmi, DellAgnello). All. Foscarini 6,5.
PRATO (4-3-1-2) Iuliano 4,5; Antonini 5,
Martinelli 5, Danese 6, Tomi 5; Romano
5,5, Checchin 5 (dal 1 s.t. Cavagna 4),
Carcuro 5,5; Di Molfetta 6 (dal 27 s.t.
Moncini 6); Tavano 5 (1 s.t. M. Malotti 5),
Ogunseye 5,5. (Melgrati, Saloni, Benucci,
Sobacchi, Catacchini, De Micheli,
Ghidotti, Sowe). All. R. Malotti 5.
ARBITRO Curti di Milano 7.
NOTE paganti 470, abbonati 3.213, inc.
di 18.314 euro. Espulso Cavagna al 33
s.t.; amm. Martinelli, Ogunseye, Gonnelli,
Danese, Murilo e Borghese. Angoli 2-4.
Jelenic, autore di una doppietta, il
Livorno si sbarazzato del Prato. Tutto
troppo facile per gli amaranto, che dopo
25 minuti conducevano per 3-0, anche
grazie ai gol di Cellini e Lambrughi.
Unica nota negativa linfortunio al
ginocchio sinistro per Giandonato. In
casa Prato invece sembra essere al
capolinea lavventura del tecnico Malotti:
in arrivo ci sarebbe Francesco Monaco.
Francesco Foresi

MARCATORI Grossi (A) al 17, Proia (P)


al 47 s.t.
PISTOIESE (4-3-3) Feola 6; Guglielmotti
6,5, Priola 6, Neuton 6, Zanon 6,5;
Luperini 5,5 (dal 29 s.t. Minotti 6),
Hamlili 6, Benedetti 6,5 (dal 38 s.t. Proia
6,5); Rovini 6,5, Colombo 6, Gyasi 5,5 (dal
33 s.t. Finocchio s.v.). (Albertoni, Placido,
Sammartino, Gargiulo, Boni, Colombini,
Varano, Tomaselli). All. Remondina 6,5.
AREZZO (4-2-3-1) Benassi 6; Luciani 6,5,
Muscat 6, Solini 6, Masciangelo 6; Foglia
6,5, De Feudis 6,5; Arcidiacono 6,5 (dal
20 s.t. Bearzotti 6), Grossi 7 (dal 25 s.t.
Erpen s.v.), Yamga 5,5 (dal 45 s.t.
Demba s.v.); Polidori 5,5. (Garbinesi,
Sabatino, Milesi, Corradi, Ba, Borra,
Rossetti). All. Sottili 6,5.
ARBITRO Luciano di Lamezia Terme 6.
NOTE paganti 911, abbonati 298, incasso
di 10.535 euro. Ammoniti Rovini, Priola,
Muscat, Arcidiacono e Solini. Angoli 2-6.
PISTOIA Al secondo dei 4 di recupero
il giovane Proia ha deviato in rete un
cross di Rovini salvando la Pistoiese da
una sconfitta immeritata. E stato un
derby combattuto, con lArezzo che ha
fatto vedere la sua maggiore
compattezza di squadra e la Pistoiese
decisa ad interrompere il periodo
critico, visti i 2 punti raccolti nelle ultime
5 giornate. Nel primo tempo palo di
Rovini e gol annullato a Colombo, nella
ripresa vantaggio ospite con una
punizione capolavoro di Grossi, prima
del pareggio in extremis della Pistoiese.
Enzo Cabella

RENATE

SIENA

LUPA ROMA

OLBIA

GIANA

CARRARESE

PRO PIACENZA

TUTTOCUOIO

MEDA (Mb) Finisce in parit latteso

derby di Lombardia. Il Renate ha tenuto


in mano le redini della partita grazie alla
doppietta di Adriano Marzeglia (il primo
gol di testa, il secondo da due passi)
sino alla prima rete degli ospiti di Bruno
(assist di Perico). Da quel momento la
Giana salita in cattedra e lo stesso
Bruno ha colpito la traversa da lunga
distanza e quindi raggiunto il pareggio
con Solerio su angolo di Marotta. Poco
prima Marzeglia aveva impegnato Viotti,
che ha compiuto unautentica prodezza
evitando la rete del 3-1.
Franco Cant

MARCATORI Marotta al 45 p.t.;


Mendicino al 2 s.t.
SIENA (3-5-2) Moschin 6,5; Panariello
6, Stankevicius 6 (dal 16 s.t. Ghinassi 6),
Terigi 6,5; DAmbrosio 6 (dal 33 s.t.
Rondanini 6), Guerri 6, Gentile 6,5,
Firenze 6,5 (dal 17 s.t. Vassallo 6),
Iapichino 7; Mendicino 7, Marotta 7.
(Ivanov, Romagnoli, Bordi, Masullo,
Saric, Grillo, Doninelli, Ventre, Bunino).
All. Colella 6,5.
CARRARESE (4-3-3) Lagomarsini 6,5;
DellAmico 6, Massoni 5, Battistini 5,5,
Foglio 5,5 (dal 17 s.t. Rampi 6); Cristini
5,5, Rosaia 6, Brondi 5,5 (dal 7 s.t.
Rolfini 6,5); Tutino 6 (dal 30s.t. Del Nero
6), Miracoli 5,5, Floriano 5,5. (Contini,
Benedini, Amico, Cal, Marabese,
Massaro, Bastoni, Torelli, Migliavacca).
All. Danesi 5,5.
ARBITRO Fiorini di Frosinone 6.
NOTE paganti 295, abbonati 2.135,
incasso di 17.462 euro. Ammonito
Firenze. Angoli 7-9.
SIENA La coppia Mendicino-Marotta

stavolta ha funzionato alla perfezione. Il


Siena tornato alla vittoria e ha
superato in classifica la Carrarese. Gli
ospiti sono caduti dopo 435 di
imbattibilit: da una punizione di Gentile
la palla filtrata in area, Mendicino lha
difesa con caparbiet e Marotta lha
spinta in porta di prepotenza. Il
raddoppio arrivato a inizio ripresa:
corner di Firenze e Mendicino di testa
ha girato nellangolo pi lontano.
Alessandro Lorenzini

RIPRODUZIONE RISERVATA

LIVORNO

Marzeglia ne fa due Marotta-Mendicino Colpo Pro Piacenza Prodezza Ragatzu


ma la Giana rimedia Il Siena si riscatta Pesenti, doppietta LOlbia ringrazia
Il Renate ripreso Carrarese battuta Rabbia Lupa Roma Steso il Tuttocuoio

MARCATORI Marzeglia (R) al 13 p.t.;


Marzeglia (R) al 5, Bruno (G) al 22,
Solerio (G) al 42 s.t.
RENATE (4-3-3) Cincilla 6; Anghileri 6,5,
Di Gennaro 6, Malgrati 6,5, Vannucci 6;
Palma 6,5, Pavan 6 (dal 23 s.t. Dragoni
6), Scaccabarozzi 6,5; Lavagnoli 6 (dal
40 s.t. Santi s.v.), Marzeglia 7,5, Napoli
6 (dal 31 s.t. Teso s.v.). (Merelli, Mora,
Schettino, Stefanelli, Galli, Florian).
All. Foschi 6.
GIANA (3-5-2) Viotti 6,5; Perico 6,
Montesano 6, Solerio 6,5; Iovine 6,5,
Marotta 6, Pinardi s.v. (dal 19 p.t.
Biraghi 6), Chiarello 6, Augello 6 (dal 35
s.t. Perna 6); Bruno 7, Ferrari 5,5 (dal 1
s.t. Lella 6,5). (Sanchez, Pinto, Bonalumi,
Gullit, Rocchi, Capano, Sosio). All. Alb 6.
ARBITRO Gariglio di Pinerolo 6.
NOTE spettatori 300 circa; abbonati 70,
paganti e incasso n.c. Ammoniti
Malgrati e Di Gennaro. Angoli 1-6.

LA GARA Gli 88 anni che la


Cremonese avanzava globalmente sul Pontedera nellundici iniziale sono stati emblematici della superiorit della
squadra lombarda. E infatti dopo una prima fase di equilibrio
la squadra di Tesser ha cominciato un lavoro incessante ai
fianchi. E stato da quello destro che prima Lucchini ha colpito la traversa (20) e poi, attorno alla mezzora, sono arrivati i gol: prima Salviato ha tagliato in area per il tocco teso
di Belingheri e poi lo stato
stesso difensore a firmare il
primo sigillo stagionale. I granata a quel punto sono finiti in
ginocchio e a stenderli definitivamente nella ripresa, con latteso ex di turno Scappini a secco, ci hanno pensato un siluro
di Maiorino da 25 metri e
unautorete di Polvani. Avanti
il prossimo...

Livorno, cinquina Un gioiello di Grossi Lucchese, tre punti


Jelenic scatenato non basta allArezzo tra mille polemiche
Il Prato a Monaco? Pistoiese, pari al 92 La Viterbese va k.o.

LIVORNO Guidato da uno straripante

Giuliano Giannichedda, 42 LAPRESSE

Simone Salviato, 29 anni,


lautore del secondo gol LAPRESSE

gliando il filotto-record iniziale della stagione 2011-12 con


Brevi alla guida.

MARCATORI Pesenti (PP) su rigore


all11 p.t.; Mastropietro (LR) al 39,
Pesenti (PP) al 45 s.t.
LUPA ROMA (3-5-1-1) Svedkauskas 6;
Rosato 6, Palomeque 6, Sfan 6; Cafiero
s.v. (dal 7 p.t. Gigli 4), Corvesi 6 (29 s.t.
Mastropietro 6,5), Garufi 6, Baldassin 6,
Celli 6; Scicchitano 5,5 (dal 6 s.t. Fofana
5,5); Mancosu 6. (Brunelli, Sarrocco,
Ventola, Montesi). All. Maurizi 6.
PRO PIACENZA (3-5-2) Fumagalli 6; Sall
6, Aspas 6, Bini 6; Cardin 6, Pugliese 6,5,
Cavalli 6, Rossini 6 (dal 29 s.t. Gomis
6,5), Sane 6,5; Pesenti 7, Bazzoffia 6,5
(29 s.t. Musetti 6). (Bertozzi, Calandra,
Martinez, Ferrara, Marra). All. Pea 6,5.
ARBITRO Boggi di Salerno 5,5.
NOTE spettatori 200 circa; paganti e
incasso n.c., non ci sono abbonati.
Espulso Gigli al 18 s.t.; ammoniti Rosato,
Sall, Mastropietro e Aspas. Angoli 10-4.

MARCATORE Ragatzu all11 s.t.


OLBIA (4-3-1-2) Carboni 7; Pinna 6,5,
Quaranta 6, Miceli 6, Cotali 6 (dal 27 s.t.
Pisano 6); Muroni 6,5, Geroni 5,5, Tetteh
5; Cossu 6,5 (dal 39 s.t. Senesi s.v.);
Capello 6 (dal 18 s.t. Kouko 5,5),
Ragatzu 7. (Montaperto, Van der Want,
Murgia, Russu, Auriemma, Scanu).
All. Mignani 6,5.
TUTTOCUOIO (4-3-1-2) Nocchi 6;
Borghini 5,5 (dal 1 s.t. Mulas 6), Bachini
5,5, Tiritiello 6, Picascia 6; Caciagli 6,
Zenuni 5,5 (dal 32 s.t. Pellini 5,5),
Provenzano 5,5; Masia 6,5; Tempesti 5,5
(dal 22 s.t. Merkaj 5,5), Shekiladze 6.
(Cappellini, Siani, Serinelli, Frare, Gelli,
Lo Porto). All. Fiasconi 5,5.
ARBITRO DAscanio di Ancona 5,5.
NOTE paganti 693, abbonati 238,
incasso non comunicato. Ammoniti
Cossu, Bachini e Geroni. Angoli 2-7.

TIVOLI (Rm) La Pro Piacenza


conquista 3 punti importanti sul campo
della Lupa Roma, che valgono luscita
momentanea dalla zona playout e il +3
proprio sulla squadra di Maurizi. La
Lupa ha protestato per diverse decisioni
arbitrali, incluso il rigore trasformato da
Pesenti dopo 11 per un fallo di Gigli su
Bazzoffia. Il duello si ripresentato nella
ripresa: il difensore ha beccato un rosso
per fallo da ultimo uomo. In dieci i
padroni di casa hanno trovato il pari
all84 su punizione di Mastropietro, ma
al 90 arrivato il bis dello stesso
Pesenti che ha chiuso il match.
Fabio Gradasso

OLBIA bastata un prodezza di


Ragatzu per ribadire che lOlbia quasi
imbattibile sul proprio campo (solo
lAlessandria ha vinto in Sardegna).
Dopo un primo tempo non proprio
esaltante, la squadra di Mignani ha
sbloccato quasi subito con lex
attaccante del Cagliari, lesto nello
sfruttare un assist di Cossu con un
diagonale dal limite sul quale Nocchi
nulla ha potuto. La reazione del
Tuttocuoio arrivata al 35, quando una
prodezza di Carboni ha negato il
pareggio a Shekiladze, dopo uno
svarione di Quaranta.
Augusto Ditel

MARCATORI De Feo (L) al 29 p.t.; Diop


(V) al 39, Terrani (L) su rigore al 43 s.t.
LUCCHESE (3-4-3) Nobile 6; Espeche 6,
Maini 6, Dermaku 6; Merlonghi 6 (dal 47
s.t. Bagatini s.v.), Bruccini 6, Nol 7,
Cecchini 6,5; De Feo 7 (32 s.t. Gargiulo
s.v.), Forte 6,5, Fanucchi 6 (25 s.t. Terrani
6). (Di Masi, Melli, Florio, Mingazzini,
Fratini, Ballardini, Bragadin, Zecchinato,
De Martino). All. Galderisi 6,5.
VITERBESE (4-3-3) Iannarilli 6; Pandolfi
5,5, Scardala 5,5, Dierna 6, Varutti 5 (dal
45 s.t. Pacciardi s.v.); Cruciani 6 (dal 10
s.t. Marano 6), Cuffa 6, Cenciarelli 6,5;
Neglia 6,5, Invernizzi 6, Diop 6. (Pini,
Micheli, Paolelli, F, Ansini, Corinti,
Cardore, Mazzoli). All. Cornacchini 6.
ARBITRO Capone di Palermo 5.
NOTE paganti 496, abbonati 1.206, inc.
n.c. Espulsi Bruccini al 30, Di Masi (dalla
panchina) e il tecnico Galderisi al 43 s.t.;
ammoniti Scardala, Dermaku, Nol, Diop,
Espeche e Dierna. Angoli 4-10.
LUCCA La Lucchese vince allultimo la

battaglia contro la Viterbese con un


rigore contestato. Proteste anche nel
primo tempo: dei locali per un rosso non
dato a Scardala, degli ospiti per un gol
annullato a Diop. Il vantaggio dei padroni
di casa con De Feo su lancio di Nol ha
scosso la gara. Larbitro ha gestito male
il convulso finale, nel quale la Viterbese
(in 11 contro 10 per lespulsione di
Bruccini) prima ha pareggiato con Diop,
poi ha subito il 2-1 di Terrani su penalty
molto generoso.
Duccio Casini

CLASSIFICA
SQUADRE

ALESSANDRIA
CREMONESE
AREZZO
VITERBESE
COMO
PIACENZA
LIVORNO
RENATE
LUCCHESE
GIANA
SIENA
OLBIA
CARRARESE
TUTTOCUOIO
PRO PIACENZA
PISTOIESE
LUPA ROMA
RACING CLUB
PONTEDERA
PRATO

PT

32
29
22
20
19
19
19
18
17
17
16
15
14
13
13
10
10
7
7
5

PARTITE

RETI

12
12
12
12
11
11
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12

10
9
6
5
5
5
5
5
4
4
4
4
4
3
4
1
2
2
1
1

2
2
4
5
4
4
4
3
5
5
4
3
2
4
1
7
4
1
4
2

0
1
2
2
2
2
3
4
3
3
4
5
6
5
7
4
6
9
7
9

27
23
20
16
16
15
15
17
19
16
18
14
10
11
9
15
9
10
9
8

9
11
14
7
12
12
11
16
13
15
16
17
13
14
12
16
17
22
24
26

PROMOSSE PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSA

RISULTATI
LIVORNO-PRATO
5-1
LUCCHESE-VITERBESE
2-1
LUPA ROMA-PRO PIACENZA
1-2
OLBIA-TUTTOCUOIO
1-0
PIACENZA-COMO
oggi, ore 20.45
PISTOIESE-AREZZO
1-1
PONTEDERA-CREMONESE
0-4
RACING CLUB-ALESSANDRIA
1-1
RENATE-GIANA
2-2
SIENA-CARRARESE
2-0

PROSSIMO TURNO
SABATO 12 NOVEMBRE
LUPA ROMA-LIVORNO
(ore 14.30)
DOMENICA 13 NOVEMBRE
CREMONESE-SIENA
(ore 14.30)
GIANA-ALESSANDRIA
(ore 14.30)
PRO PIACENZA-RACING CLUB (ore 14.30)
VITERBESE-OLBIA
(ore 14.30)
AREZZO-PIACENZA
(ore 16.30)
CARRARESE-COMO
(ore 18.30)
LUCCHESE-RENATE
(ore 18.30)
PRATO-PONTEDERA
(ore 18.30)
TUTTOCUOIO-PISTOIESE
(ore 18.30)

MARCATORI
9 RETI Gonzalez (1, Alessandria).
8 RETI Bocalon (Alessandria);
Forte (1, Lucchese).
7 RETI Brighenti (2, Cremonese);
Bruno (Giana).
6 RETI Neglia (Viterbese).
5 RETI Pesenti (3, Pro Piacenza);
Marzeglia (Renate); Marotta (Siena);
Shekiladze (Tuttocuoio).
4 RETI Grossi (1), Moscardelli (2)
e Polidori (Arezzo); Capello (1, Olbia);
Taugourdeau (Piacenza); Rovini
(Pistoiese); De Sousa (1, Racing Club);
Mendicino (1, Siena); Marano (Viterbese).
3 RETI Iocolano (Alessandria); Erpen
(Arezzo); Floriano (2, Carrarese);
Chinellato (1, Como); Belingheri e Stanco
(Cremonese); Murilo (Livorno); De Feo
e Terrani (1, Lucchese); Mastropietro
(Lupa Roma); Piredda (Olbia); Matteassi
e Razzitti (Piacenza); Colombo e Gyasi
(Pistoiese); Santini (1, Pontedera);
Napoli (1, Renate); Diop (Viterbese).
2 RETI Foglia e Yamga (Arezzo); Damian,
Le Noci e Nossa (Como); Maiorino
e Scappini (1, Cremonese); Gullit Okyere
(Giana); Cellini (1), Jelenic, Maritato (1) e
Venitucci (Livorno); Bruccini e Martinez
(Lucchese); Baldassin e La Camera
(Lupa Roma); Cossu, Miceli e Ragatzu
(Olbia); Franchi (Piacenza); Della Latta
(Pontedera); Romano (Prato); Massimo
e Taviani (Racing Club); Florian
e Palma (Renate); Bunino (Siena).

IL POSTICIPO

GIRONE B

Piacenza e Como
si sfidano in tv
per il terzo posto

Stasera il match
Reggiana-Samb:
chi vince secondo

Obiettivo terzo posto. Piacenza e


Como si ritrovano stasera nel
posticipo televisivo dopo tanto
tempo e sono appaiati in classifica,
attraversano un buon momento di
forma e per questo match hanno
lo stesso obiettivo: in caso di
vittoria si balza a quota 22 punti,
quindi - alla luce dei risultati
ottenuti ieri dalle due rivali accanto allArezzo al terzo posto e
davanti alla Viterbese.
Cos in campo questa sera (inizio
alle ore 20.45, con la diretta su
Rai Sport 1):
PIACENZA (4-3-3) 1 Miori;
3 Sciacca, 25 Abbate, 4 Pergreffi,
14 Agostinone; 11 Saber,
5 Taugourdeau, 27 Barba;
7 Matteassi, 9 Razzitti, 23 Franchi.
(22 Kastrati, 2 Di Cecco,
21 Castellana, 15 Colombini,
8 Cazzamalli, 18 La Vigna,
19 Segre, 10 Titone, 24 Debelijuh).
All. Franzini.
COMO (3-5-2) 1 Crispino;
15 Ambrosini, 5 Briganti, 3 Nossa;
26 Peverelli, 17 Cristiani, 6 Antezza,
10 Di Quinzio, 23 Marconi;
9 Chinellato, 11 Bertani.
(22 Zanotti, 14 Scaglione,
27 De Leidi, 24 Piacentini,
30 Sperotto, 31 Damian, 4 Cicconi,
16 Le Noci, 19 Cortesi,
29 Bartulovic). All. Gallo.
ARBITRO Valiante di Salerno
(DAlberto-Solazzi).

Solito posticipo per la Reggiana,


causa la concomitanza col
Sassuolo al Mapei Stadium (con
molte polemiche tra le societ).
Stasera arriva la Samb e chi vince
secondo col Parma. Colucci non
ha Sbaffo e Pedrelli, Palladini
invece deve rinunciare a Fioretti.
Cos in campo (ore 20.30):
REGGIANA (4-3-1-2) 1 Perilli; 14
Mogos, 25 Trevisan, 15 Rozzio, 13
Giron; 16 Bovo, 8 Maltese, 4
Angiulli; 10 Nol; 27 Guidone, 17
Manconi. (12 Narduzzo, 6 Span,
20 Sabotic, 24 Ghiringhelli, 23
Panizzi, 18 Mecca, 19 Lombardo,
26 Bonetto, 11 Otin, 7 Cesarini, 28
Falcone, 9 Marchi). All. Colucci.
SAMBENEDETTESE (4-3-3) 22
Pegorin; 19 Tavanti, 31 Ferrario, 2
Di Pasquale, 11 Pezzotti; 6 Lulli, 29
Damonte, 8 Sabatino; 7 Mancuso,
9 Sorrentino, 17 Di Massimo. (33
Aridit, 3 Radi, 4 Di Filippo, 10
Tortolano, 13 NTow, 16 Doua Bi, 18
Candellori, 20 Mattia, 21
Vallocchia, 25 Mori). All. Palladini.
ARBITRO Pillitteri di Palermo
(Abagnara-Della Vecchia).
CLASSIFICA Bassano p. 25;
Parma 24; Venezia 23; Reggiana*,
Samb*, Feralpi Sal e Pordenone
21; AlbinoLeffe, Padova e Gubbio
19; Santarcangelo 16; Ancona 12;
Sudtirol 11; Lumezzane*, Maceratese*, Teramo, Modena e Fano 10;
Mantova 9; Fano 4. (*una in meno).