Vous êtes sur la page 1sur 1

TUTTOSPORT 17

LUNED, 2 GENNAIO 2017

SERIE B I CAMPIONI D'INVERNO

Verona, va bene cos


Ma guai a rallentare...

Il presidente Setti: Nel 2017 servir carattere e pi concretezza


La squadra di Pecchia ha il miglior
attacco della serie B: 40 gol
segnati da 12 calciatori diversi. In
casa vinte otto gare su undici

Novara si gode
il sammarinese
Benedettini
Scoperto in serie D,
stato decisivo nella
vittoria sul Carpi che ha
portato gli azzurri a un solo
punto dalla zona playoff
GUIDO FERRARO
NOVARA

Il Novara chiude in crescendo il girone d'andata. Gli azzurri hanno ottenuto col
Carpi la terza vittoria di fila
al "Piola", 14 punti nelle ultime 8 giornate con 28 punti
al giro di boa, a -1 dai playoff, 11 formazioni alle spalle, 6 lunghezze sui playout.
Tra i protagonisti del successo (2-1) in rimonta sui
modenesi il 21enne portiere
Elia Benedettini, alla seconda presenza in B, nazionale Under 21 di San Marino,
scoperto dal ds Domenico
Teti nei dilettanti della Pianese di Piancastagnaio (Siena) dove nello scorso campionato ha disputato 25 presenze in D. Trafitto dal rasoterra di Lasagna a met del
primo tempo, Benedettini
pochi istanti prima aveva
respinto un destro di Struna, nella ripresa in uscita temeraria ha negato a Lasagna il pareggio e nel finale
ha fatto valere tutta la sua
fisicit e l'esuberanza tipica dell'et, unita ad un pizzico di spregiudicatezza, sugli assalti della formazione

ANTONIO SPADACCINO
VERONA

Con la vittoria ottenuta sabato scorso con


il Cesena, l'ottava su 11 gare disputate al
Bentegodi, il Verona si laureato campione d'inverno della serie B. I numeri dicono che in casa la squadra di Fabio Pecchia
ha conquistato 26 dei 33 punti disponibili, gli altri 15 li ha messi in cascina in trasferta. Con 40 gol segnati, l'attacco giallobl il pi prolifico della cadetteria e il gol
di Boldor con il Cesena fa salire a 12 il numero di giocatori che hanno trovato la via
della rete. La parte del leone, ovviamente,
la fa Giampaolo Pazzini, che ha realizzato
finora 16 gol in 17 gare disputate, un ruolino di marcia impressionante che lo colloca al vertice della classifica dei cannonieri.

Le parole di Setti

Chiuso il girone di andata, tempo di bilanci. E puntuale arriva la lettura del presidente
Maurizio Setti. Sono contento - dice -, conoscevo il campionato di Serie B e so che i
valori assoluti a volte vengono nascosti da
partite difficili. Il risultato raggiunto meritato, ed arrivato grazie al lavoro di tutta la
squadra e dell'allenatore. Da quando l'abbiamo conquistato non abbiamo pi lasciato il primo posto, ma sappiamo che dobbiamo continuare a correre perch se rallenti
gli altri arrivano. Sono felice di aver chiuso
il 2016 in questo modo, vorrei un 2017 pi
concreto in cui noi dovremo dimostrare
di avere carattere e voglia di continuare a
fare bene. Fin qui l'abbiamo fatto vedere.
La soddisfazione del presidente va di pari
passo con quella dell'allenatore, anche se
Pecchia tecnico pignolo che ricerca la perfezione nell'espressione del gioco della sua
squadra. Indubbiamente dice - stato bello chiudere
il 2016 con la vittoria contro il Cesena davanti ai nostri tifosi e la certezza di essere campioni d'inverno. So
che la classifica bella ma al
momento nel la voglio guardare. Guidare il Verona per
me un compito prestigioso
e posso garantire che l'obiettivo quello di dare sempre
di pi, partita dopo partita.
Chiude la carrellata di pareri Pazzini, capitano e bomber indiscusso del Verona.
Il calcio - dice - lo conosco,
so come funziona: se vinci
sei forte, se perdi meno. Dopo l'anno scorso
scattato qualcosa in me, volevo dimostrare ai tifosi del Verona che non si era ancora visto il vero Pazzini. In questa prima parte del campionato ho dimostrato di essere

RIVELAZIONE IN PORTA

Pazzini, la rivincita
I 16 gol? Volevo
dimostrare ai tifosi
di essere ancora un
giocatore importante
Il tecnico Pecchia
La classifica bella
ma non la voglio
guardare, lobiettivo
migliorarsi sempre

SQUADRA

EBAGUA E MALONGA IN USCITA

La Pro allassalto di Comi e Aramu

VERCELLI. I botti di Capodanno Andrea La


Mantia li ha tirati con un giorno di anticipo
con la sua decisiva doppietta al Frosinone,
club in cui tre anni fa fu poco pi che di
passaggio. Invece nell'inatteso gioco delle
parti andato in scena venerd sera al Piola, la
Pro ha vinto con merito la sfida contro i
ciociari che hanno lasciato a Vercelli il pur
simbolico titolo di campione d'inverno e
Andrea La Mantia, bomber prelevato in
estate a parametro zero che finora ha
segnato 7 reti all'invidiabile media di un gol
ogni 134 minuti, si guadagnato la scena
pi e meglio dei vari Dionisi e Ciofani.
Insomma il 3-1 rifilato alla Spal non era stato
un caso e, dopo la battuta d'arresto con tanti
rimpianti a Brescia, la Pro ha dimostrato un
invidiabile crescendo rossiniano in questo
finale di girone d'andata. Cos adesso 24
punti significano che i vercellesi sono, pi o
meno, a met percorso in chiave-salvezza,
ma non devono illudere. Moreno Longo, da

di Castori. Avevo trascorso


un brutto Natale, la partita
di Chiavari per noi era cominciata male e finita peggio. Ci tenevo molto a far
bene col Carpi, era la mia
prima davanti ai nostri tifosi, volevo dimostrare loro di
non essere quello con l'Entella, le parole dell'estremo
difensore chiamato a non
far rimpiangere Da Costa,
alle prese con una bronchite: Questa pausa mi consente di tornare a casa dalla mia famiglia per dividere con loro una grande gioia. Per me che vengo dalla
D disputare una partita del
genere in B un emozione
fantastica.
(CREAZ)

CLASSIFICA SERIE B

La gioia del Verona campione dinverno della B dopo la vittoria sul Cesena (LAPRESSE)
ancora un calciatore forte. Devo ringraziare la squadra che mi ha messo in condizione di fare bene, anche se siamo solo a met
lavoro e c' ancora tanta strada prima di raggiungere il nostro obiettivo.
Gi, lobiettivo. Perch il Verona vuole tornare subito in serie A, come
dimostra la classifica e, soprattutto, il potenziale tecnico della squadra. Ora, con
la riapertura del mercato, c
da capire come si muover il club, dato che qualcosa in difesa sar opportuno
farlo e il giovane Simoneandrea Ganz dato in uscita,
visto che chiuso da Pazzini
e vorrebbe giocare con pi
continuit (c il Pisa di Rino
Gattuso in pole). Ganz resta con noi - sentenzia per
il presidente Setti -. Quanto al resto, valuteremo tutti
insieme cosa si pu fare per
migliorare. Un colpo labbiamo gi fatto ed
Bessa, e visti questi Zaccagni, Valoti e anche Boldor siamo contenti. Si vede che stiamo facendo un percorso, lo si nota dai giovani che sono arrivati in prima squadra.

Elia Benedettini, 21 anni

tempo, ha avanzato richieste precise alla


societ, ribadite, peraltro, nell'immediato
dopo-partita con il Frosinone: Cerchiamo
giocatori che possano migliorarci davvero: ci
occorrono un esterno che salti l'uomo, ma
anche un attaccante dato che Ebagua e
Malonga sono in uscita. I nomi caldi sono
quelli di Gianmario Comi, 24 anni,
attaccante di propriet del Carpi che
quest'anno sta trovando poco spazio con
Castori, e Mattia Aramu, 21 anni, finora per
lui pochi scampoli con il Torino di Mihailovic.
Sul taccuino del ds Massimo Varini anche i
nomi di Luca Nizzetto (30) del Trapani,
Nen (33) dello Spezia e Matteo Ardemagni
(29) dell'Avellino. Possibili sviluppi nei
prossimi giorni anche per la pista che porta a
Giuseppe Vives, 36 anni, centrocampista e
capitano del Torino. Sempre per
centrocampo piace anche il profilo di Matteo
Scozzarella, 28 anni, del Trapani.

VITTORIO GELSO

PT

Verona
41
Frosinone
38
Benevento (-1) 36
Spal
36
Cittadella
34
Carpi
32
Perugia
30
Entella
29
Bari
29
Spezia
28
Novara
28
Ascoli
27
Brescia
27
Vicenza
25
Salernitana 24
Pro Vercelli 24
Latina
23
Cesena
22
Pisa
21
Avellino
21
Ternana
20
Trapani
13
PROMOSSE
RETROCESSE

21
21
21
21
21
21
21
21
21
21
21
21
21
21
21
21
21
21
21
21
21
21

12
11
10
10
11
8
7
7
7
6
8
6
6
6
5
5
3
5
4
5
4
1

5
5
7
6
1
8
9
8
8
10
4
9
9
7
9
9
14
7
9
6
8
10

P RF RS

4
5
4
5
9
5
5
6
6
5
9
6
6
8
7
7
4
9
8
10
9
10

40
31
28
34
31
23
26
31
22
17
26
21
24
16
26
20
22
23
7
15
20
13

23
24
14
24
26
19
20
25
20
16
26
23
28
25
27
26
25
24
12
28
30
31

PLAYOFF
PLAYOUT

MARCATORI: 16 RETI: Pazzini (Verona, 5 rig.)


11 RETI: Caputo (Entella, 1 rig.)
10 RETI: Litteri (Cittadella)
9 RETI: Lasagna (Carpi), Avenatti (Ternana, 3 rig.)
8 RETI: Daniel Ciofani (1 rig.), Dionisi (Frosinone), Coda
(Salernitana), Antenucci (Spal, 1 rig.)

22 GIORNATA
Sabato 21 gennaio
Brescia-Avellino
(ore 15)
Carpi-Vicenza
(ore 15)
Cittadella-Bari
(ore 15)
Entella-Frosinone
(ore 15)
Latina-Verona
(ore 15)
Pisa-Ternana
(ore 15)
Spal-Benevento
(ore 15)
Trapani-Novara
(ore 15)
Domenica 22 gennaio
Ascoli-Pro Vercelli
(ore 15)
Salernitana-Spezia (ore 17.30)
Luned 23 gennaio
Perugia-Cesena (ore 20.30)
23 GIORNATA
Venerd 27 gennaio
Frosinone-Brescia (ore 20.30)
Sabato 28 gennaio
Avellino-Entella
(ore 15)
Bari-Perugia
(ore 15)
Benevento-Carpi
(ore 15)
Cesena-Ascoli
(ore 15)
Novara-Pisa
(ore 15)
Pro Vercelli-Trapani (ore 15)
Ternana-Cittadella (ore 15)
Vicenza-Spal
(ore 15)
Domenica 29 gennaio
Verona-Salernitana (ore 17.30)
Luned 30 gennaio
Spezia-Latina
(ore 20.30)

LEGA PRO
ALESSANDRIA

Il ko non spaventa Braglia


Ci prepareremo a ripartire

MIMMA CALIGARIS
ALESSANDRIA

Cinque punti sulla seconda, otto sulla terza,


undici sulla quarta. Comunque sempre primi
e con un bagaglio di eredit importanti, ma soprattutto lorgoglio dei essere stati lultima formazione, in Italia, ad aver ceduto limbattibilit. Solidit del primato e fierezza per una marcia che i Grigi hanno fatto e che resta un patrimonio prezioso in vista delle 17 gare ancora da
disputare, e i 51 punti, che sono una enormit,
ancora da conquistare. Perch
lAlessandria che interrompe
la striscia a Livorno non una
squadra dominata dallavversario, al contrario, una formazione che segna per prima, che
concede, vero, due reti evitabili allavversario, che fanno anche un po arrabbiare Braglia,
ma che gi nella prima frazione
ha due occasioni limpide per rimettere la testa
avanti e solo la serata speciale di Mazzoni, condita da una buona dose di fortuna, negano un
vantaggio dopo 45 che sarebbe stato legittimo.
Anche nella ripresa, dopo il raddoppio di
Cellini, i Grigi rientrano in partita. C, vero,
una maggiore fatica nel segnare e tre gare con
Gonzalez a secco hanno reso solo 4 punti, ma

anche Braglia non vuole parlare di attacco inceppato: Occasioni ne abbiamo costruite sicuramente pi del Livorno. Un limite stato giocare poco palla a terra nel primo tempo, ma insistere con lanci lunghi a scavalcare il centrocampo. Ci siamo ostinati e non va bene. Un
atteggiamento, che ha abbassato o comunque
limitato la qualit dellattacco alessandrino, che
sommato ad alcuni errori nella fase difensiva
ha determinato una sconfitta che sarebbe un
errore, per, drammatizzare. Non lo fanno, per
primi, i protagonisti. Non Braglia, che non abituato a cercare alibi ed anche il primo a
non aver mai considerato chiuso un campionato che il successo degli amaranto ha acceso. Ho sempre detto che, oltre
a noi, ci sono altre tre squadre
in gioco, costruite tutte, come
noi, per vincere il campionato, e sono Livorno, Cremonese e Arezzo. Non
ci siamo mai sentiti arrivati e ci prepareremo a
ripartire. Dopo i nove giorni di vacanza e una
ripresa, dal 9, in cui la societ sta organizzando un ritiro, sette giorni insieme, doppia seduta, atletica e tecnica. Perch dal 22 inizier un
nuovo campionato,con i Grigi davanti a tutti
per restarci.

Mai sentiti arrivati


Lho sempre detto:
oltre a noi, ci sono tre
squadre costruite per
vincere il campionato

IL MERCATO

PROGRAMMA DELLA 22 GIORNATA

Catania: arriva Marchese


Il 21 di nuovo in campo
Il prossimo botto Evacuo? C il Melfi per il Lecce
Importante rinforzo per la difesa del Catania
che si assicura lo svincolato Giovanni Marchese, ex Genoa. Siciliani che per l'attacco
pensano a Felice Evacuo del Parma, sul quale ci sarebbe anche il Venezia che ha proposto ai ducali come contropartita le punte Nicola Ferrari e lo svizzero Geijo. Venezia che
pensa al brasiliano Caio De Cenco e Andrea
Ferretti del Trapani. In partenza dai veneti il
mediano Alex Pederzoli che piace a Lecce
e Padova, tentato dalle punte Caetano Calil
del Catania e Juri Cisotti dello Spezia. Parma che vorrebbe l'interno Gianni Munari
del Cagliari e il difensore Leonardo Blanchard del Carpi. Il Pordenone vicino ad ingaggiare l'attaccante Davide
Diaw dell'Entella, i friulani
rinnovano sino al 2019 con
l'interno Gianvito Misuraca.
L'attaccante portoghese Diogo Tavares pronto a salutare il Catanzaro, lo hanno messo nel
mirino Fidelis Andria, Vibonese e Santarcangelo. Il Modena rescinde con l'attaccante ungherese Bajner e va sulla punta Antonio Djuric ex Dinamo Zagabria. La Vibonese rescinde col difensore Attilio Cinquegrana, in uscita
anche l'attaccante pugliese Savino Leonet-

ti (Francavilla?). Viterbese sul centrocampista Davide Bariti dell'Ancona. La punta Pozzebon in partenza dal Messina ha molti estimatori: piace a Piacenza, Taranto e Vibonese. La Pro Piacenza fa rientrare gli attaccanti
Emanuele Marra al Novara e Antonio Ferrara alla Cremonese.

GIRONE A

Domenica22gennaioore14.30
Olbia-Pontedera, Pistoiese-Prato; ore 16.30 Carrarese-Livorno,
Cremonese-Pro Piacenza, SienaArezzo, Tuttocuoio-Lupa Roma;
ore 20.30 Alessandria-Lucchese, Como-Giana Erminio, PiacenSerie D: grande Cuneo
za-Renate, Racing Roma-ViterIl Cuneo restituisce al Trapani il portiere An- bese. Classifica: Alessandria 50;
drea Croce, tessera il portiere Andrea Lub- Cremonese 45; Livorno 42; Arezbia ex Chieri e Pro Vercelli e zo 39; Lucchese (-1), Renate 32;
il difensore Alessandro Fab- Giana Erminio, Viterbese, Piacenbro svincolato dal Bra (10 pre- za 30; Siena, Como 29; Olbia 28;
senze e 4 reti), in carriera 286 Pistoiese 25; Carrarese 22; Tuttogare e 14 gol nei professioni- cuoio 21; Pontedera 20; Pro Piasti, delle quali 48 e 3 reti in B cenza 19; Lupa Roma 18; Prato 13;
con Juve Stabia e Avellino. 184 Racing Roma 12
presenze 11 gol in D con Bra
e Itala San Marco. Al Pinero- GIRONE B
lo l'esterno offensivo rumeno Domenica22gennaioore14.30
Sorin Radoi ex Santarcangelo, Pavia, Rimini, Bassano-Ancona, Fano-AlbinoRavenna svincolato dal Cuneo. Paolo Scalzi Leffe, Gubbio-Lumezzane, Par(49 anni) ex Borgorosso Arenzano, Lavagne- ma-Santarcangelo, Teramo-Porse e Vado il nuovo d.s. del Bra. Al Varese il denone; ore 18.30 FeralpiSalcentrocampista Massimiliano Benucci dal Alto Adige, Forl-Padova, MaceraGrosseto via Arezzo. All'Imolese l'attaccante tese-Modena, Mantova-SambeChristian Longobardi che era alla Lucchese. nedettese, Reggiana-Venezia.
G.F. (CREAZ) Classifica: Venezia 42; Pordeno-

Gli altri affari


Il Parma chiede
Munari al Cagliari. Il
Pordenone vicino al
giovane Diaw (Entella)

ne 41; Padova, Parma 39; Reggiana 37; Gubbio 35; Bassano 33;
Sambenedettese 31; FeralpiSal
29; Santarcangelo 27; AlbinoLeffe 26; Maceratese (-3) 24; Alto
Adige, Ancona 23; Lumezzane 22;
Teramo, Modena, Forl 19; Mantova 18; Fano 16
GIRONE C

Sabato 21 gennaio ore 14.30


Fondi-Catania, Siracusa-Taranto,
Virtus Francavilla-Messina; ore
16.30 Lecce-Melfi, RegginaAkragas, Vibonese-Foggia; ore
18.30 Cosenza-Matera; ore
20.30 Casertana-Paganese, Juve Stabia-Monopoli. Luned 23
gennaio ore 20.45 Fidelis Andria-Catanzaro (diretta Rai Sport).
Classifica: Matera, Juve Stabia,
Lecce 43; Foggia 41; Cosenza, Virtus Francavilla 33; Fondi (-1), Fidelis Andria 29; Catania (-7) 28;
Siracusa 27; Casertana (-2), Monopoli 26; Paganese 23; Messina
21; Akragas 20; Taranto 19; Reggina 18; Catanzaro, Melfi (-1) 17;
Vibonese 15