Vous êtes sur la page 1sur 2

1.

Preghiera alla Madonna di Quintiliolo


Tivoli, maggio 1916
Testo di Diomira Mattei Giuliani

Giuseppe Radiciotti

Revisione e adattamento di M. Pastori

(Jesi, 1858-Tivoli, 1931)

j r
r
. j.

& b 43

j j. r j. r

Andante

Soprano
(o Soli)

1.El - l

Pianoforte

&b

La

& b .
.

Pf.

Vb

Pf.

.. .. .
.

j
. J . R
R
j r j.
.
R

di Quin - ti - lio

j
. J . R
R

di Quin - ti - lio

lo

pre

lo

Si - gnor.

ga

per noiIil

Si - gnor.

ga

per noiIil

Si - gnor.

Ver - gin

di Quin - ti - lio

lo

pre

per noiIil

Si - gnor.

j r
. # j. r .

b.
J
..

cresc.

j r j. .
.
R
per noiIil

rall.

j
. R J . b R .

ga

?
b

pre

pre

si - a.

ga

lo


.. ..

ri - vol - ta

. .
J R J R



>

>
. .

lei

di Quin - ti - lio

& b

r
j r
. J .

..

.
.



>

Ver - gin

?
b
9

#.

(Tutti) Sostenuto

&b



>

pre - ce do - gni cuo - re

Ver - gin

>

j r
r
. # j. .

Ver - gin

traIi fi - gli suoi, Ma - ri - a.

. .

? b 43

&b

& b 43

tor - na - taIan - co - ra

.
R J

.
R

.. b ...
#.

Associazione Amici della Musica di Tivoli - 2016

Giuseppe Radiciotti, Preghiera alla Madonna di Quintiliolo

&b

13

j r . j
.
.
J R
R
j r j r j r
. . .

Soc - cor - ri que - sto

&b

Soc - cor - ri que - sto

Vb
?
b

. . J .
R
J R J R

Soc - cor - ri que - sto

&b
.
f

13

Pf.

po - po - lo,

. . .
J R J R J R

Soc - cor - ri que - sto

po - po - lo,

po - po - lo,

po - po - lo,

fi

fi

fi

fi

j r U .
# .
J

tuoIa - mor.

jU

tuoIa - mor.

U
j r j r
. .

den - te nel

den - te nel

.
J

.
R J
U

j r j r
. .

den - te nel

tuoIa - mor.

den - te nel

tuoIa - mor.

.. .
. # .

.
.

2. Ave Maria dai colli


dellimmortale ulivo!
Ave Maria ti acclama
un popolo giulivo!

Rit.

4. Tu benedici i giovani,
perch uno allaltro sprone,
nei loro cuori sentano
e patria e religione.
Rit.

5. Dai giovanili petti


prorompa una sol voce:
Delle italiane squadre
lo scudo sia la Croce.

Rit.

6. La fede combattuta
ritorni alla vittoria,
la lingua che fu muta
dir di Te la gloria.

7. Tu benedici i campi,
la terra tutta in fiore;
lagricoltor che suda
passi men tristi lore.

Rit.

9. Tra i figli suoi di Tivoli,


gioite! Ell tornata.
La nostra umile prece
da lei fu gi ascoltata.

Rit.

Una strofa con nuovo ritornello, forse aggiunta durante la Seconda Guerra mondiale, recita:

Sode il fragor dellarmi,


tutti sgomenti siamo,
come a supremo scampo
a Te ci rivolgiamo:

U
J

Rit.

8. Madre, col tuo velario


copri luman famiglia,
sia dessa un santuario,
che ad un altar somiglia. Rit.

jU

jU

U
j

3. Tu benedici i pargoli.
Le carezzanti chiome
e le innocenti labbra
inneggiano al tuo nome.

Rit.

Rit. Vergin di Quintiliolo


prega per noi il Signor!
piet di tante vittime
ch son tuoi figli ancor.