Vous êtes sur la page 1sur 19

ASSEMBLEA DEL PERSONALE ISS

MANOVRA FINANZIARIA 2010


D.L. 31 MAGGIO 2010 N. 78

Aula Pocchiari 14 luglio 2010


Stipendi Art. 9 co. 1 e 2
Per gli anni 2011, 2012 e 2013 il trattamento economico
complessivo dei singoli dipendenti, anche di qualifica
dirigenziale, ivi compreso il trattamento accessorio, non può
superare, in ogni caso, il trattamento in godimento nell'anno
2010, fatto salvo quanto previsto dal comma 17, secondo
periodo (vacanza contrattuale).
Gli stipendi superiori a 90.000 euro saranno ridotti del 5% per la
quota superiore a tale cifra. Riduzione del 10% oltre i 150.000
euro.
Contratti collettivi Art. 9 co. 4 e 17
Non si dà luogo, senza possibilità di recupero, alle
procedure contrattuali e negoziali relative al triennio
2010-2012. E' fatta salva l'erogazione dell'indennità di
vacanza contrattuale.
I rinnovi contrattuali del personale dipendente dalle
pubbliche amministrazioni per il biennio 2008-2009 non
possono, in ogni caso, determinare aumenti retributivi
superiori al 3,2%. La disposizione si applica anche ai
contratti ed accordi stipulati prima della data di entrata in
vigore del presente decreto; le clausole difformi
contenute nei predetti contratti ed accordi sono
inefficaci; a decorrere dalla mensilità successiva alla data
di entrata in vigore del presente decreto i trattamenti
retributivi saranno conseguentemente adeguati.
Contratti collettivi Art. 9 co. 21

Per tutti i dipendenti le progressioni di carriera


comunque denominate ed i passaggi tra le aree
eventualmente disposte negli anni 2011-2012-2013
hanno effetto, per i predetti anni, esclusivamente ai fini
giuridici.
Blocco del turnover Art. 9 co. 9

Per il triennio 2011-2013, gli enti di ricerca possono


procedere, per ciascun anno, ad assunzioni di personale
con rapporto di lavoro a tempo indeterminato entro il
limite dell'80% delle proprie entrate correnti complessive,
purché entro il limite del 20% delle risorse relative alla
cessazione dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato
intervenute nell'anno precedente. La predetta facoltà
assunzionale è fissata nella misura del 50% per l'anno
2014 e del 100% a decorrere dall'anno 2015.
Blocco del turnover

• Salva la possibilità di assumere (al 100% turnover)


fino al 31 dicembre 2010, previe autorizzazioni.
• Per tornare al 100% dovremo aspettare il 2015.
Blocco rinnovi T.D. Art. 9 co. 28

A decorrere dal 2011 le amministrazioni dello Stato e tutti


gli enti pubblici possono avvalersi di personale con
contratto a tempo determinato o di personale con
contratti di collaborazione coord. e continuativa, nel
limite del 50% della spesa sostenuta per le medesime
finalità nel 2009.
Sono fatte comunque salve le assunzioni a tempo
determinato e la stipula di contratti di collaborazione
coordinata e continuativa per l'attuazione di progetti di
ricerca (art. 1 co. 188 L. 226/2005)
Emendato per gli EPR
Pensioni Art. 12

• Per i lavoratori dipendenti che maturano i requisiti per


la pensione di anzianità o di vecchiaia dal 1° gennaio
2011 è prevista una sola finestra di uscita (detta
“finestra mobile”): la pensione spetta dopo 12 mesi
dalla maturazione dei requisiti.
• Donne: il diritto al pensionamento slitta dai 60 ai 65
anni.
Pagamento Liquidazioni Art. 12

• In una soluzione unica se inferiore a 90.000 euro


lordi
• In due importi annuali se è superiore a 90.000 ma
inferiore a 150.000 euro
• In tre importi annuali se è superiore a 150.000 euro
Computo Liquidazioni Art. 12

Per i dipendenti pubblici si trasforma il trattamento di


Fine Servizio (TFS) in Trattamento di fine Rapporto (TFR)
dal 1° gennaio 2011. Per coloro che andranno in
pensione dopo questa trasformazione saranno liquidati
gli anni sino al 31/12/2010 con il TFS e quelli successivi
con il TFR.
TFS - TFR

Il TFS è calcolato sull’ultima retribuzione utile moltiplicata


per gli anni di servizio, mentre il TFR è accantonato
annualmente, anche se in forma virtuale, nel pubblico
impiego, nella misura pari al 6,91% sulla retribuzione
annuale.
Mentre già gli assunti a tempo indeterminato dal 1°
gennaio 2001 avevano il TFR, ora dal gennaio 2011 il TFR
sarà applicato anche a tutti gli altri lavoratori pubblici.
Enti soppressi Art. 7

•IPSEMA (Istituto di previdenza per il settore marittimo)


•ISPESL (Istituto Superiore Prevenzione e Sicurezza sul
Lavoro) : INAIL
•IPOST (Istituto postelegrafonici): INPS

In attesa dell’adozione dei nuovi contratti, al personale si


applica la contrattazione del comparto ricerca.
Nell’ambito del nuovo comparto, potrà essere prevista
una apposita sezione contrattuale per le professionalità di
ricerca scientifica e tecnologica
Enti soppressi Art. 7

•ISAE (Istituto studi e analisi economica): MEF


•EIM (Ente italiano Montagna): Presidenza Consiglio
•INSEAN (architettura navale): Ministero Infrastrutture
Il personale è riallocato presso i Ministeri di competenza,
nonché, limitatamente ai ricercatori e tecnologi, presso
altri enti ed istituzioni di ricerca.
• Istituto Affari Sociali: ISFOL (Istituto per lo Sviluppo
della Formazione Professionale dei Lavoratori).
Soppressi anche ulteriori enti
Riduzione della spesa Art. 6

• Organi collegiali
• Studi e incarichi di consulenza (esclusi enti di ricerca)
• Convegni (esclusi enti di ricerca)
• Missioni
• Formazione
• Noleggio autovetture e acquisto buoni taxi
MISSIONI Art. 6 co. 12
A partire dal 2011 taglio del 50% rispetto alla spesa
sostenuta nel 2009 con esclusione delle missioni
strettamente connesse ad accordi internazionali ovvero
indispensabili per assicurare la partecipazione a riunioni
presso enti e organismi internazionali. La disposizione non
si applica alla spesa effettuata per lo svolgimento di
compiti ispettivi.
Le diarie per le missioni all’estero non sono più dovute.
Misure e limiti per il rimborso delle spese di vitto e alloggio
sarà determinato con decreto del Ministero degli affari
esteri di concerto con il MEF.
A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente
decreto non sono più ammissibili il ricorso all’auto propria
e il rimborso chilometrico.
Riduzione della spesa Art. 6

Ogni atto posto in violazione delle disposizioni


previste per la riduzione della spesa dà luogo ad
illecito disciplinare e responsabilità erariale.
Conclusioni
• Assenza di progressioni economiche e di carriera
• Blocco del turnover per assunzioni a tempo indeterminato
• Limitazione del 50% per assunzioni di T.D. e Co.Co.Co.
• Aumento dell’età pensionabile
• Tagli a missioni e formazione

Effetti a lungo termine

Invecchiamento della ricerca


Mancanza di investimenti
Perdita di competitività
Alcune domande…
1. Quale seguito ha avuto la lettera aperta al Governo scritta da
parte dei Presidenti degli Enti di Ricerca a difesa degli EPR in data
26 maggio 2010?
2. Preso atto della manovra economica, l'ISS è in grado di attuare
una politica volta a garantire contratti a tempo determinato e
future assunzioni? Esiste la possibilità di effettuare assunzioni
entro il 31/12/2010?
3. Come si pensa di garantire la trasparenza sul bilancio?
4. Vista la politica di contrazione della spesa pubblica, come
saranno individuate priorità e mantenimento dei servizi
essenziali per il funzionamento dell'Istituto?
5. Come incide questa manovra sul riordino dell'ISS considerando
anche la soppressione di altri enti di ricerca?
http://riordinoiss.wordpress.com/
sito dell’assemblea permanente
aggiornato

ad oggi 1729 visite

normativa, interventi alle


assemblee, rassegna
stampa, link, ecc.

e:
http://www.facebook.com/pages/Rome-Italy/Assemblea-
permanente-ISS/102546512691