Vous êtes sur la page 1sur 20

Counseling cognitivo-

comportamentale nei contesti


riabilitativi
Gli elementi in gioco. : una struttura triadica

PERSONA

AMBIENTE COMPORTAMENTO
Il comportamento problema

Funzionale: Permette alla persona di raggiungere un obiettivo


Efficace: Funziona per lui
Appreso: E basato su esperienze precedenti

Comunica: Ci dice qualcosa


Specifico per quel contesto: Varia nelle diverse situazioni
Soggettivo: E legato alla storia del singolo
Nasconde un bisogno

Attenzione

Fuga

Stimolazione sensoriale

Contatto
LAnalisi funzionale del comportamento

sulle tracce di ABC Model

A C
B
Antecedenti Conseguenze
Behavior
comportamento

5
ABC Model: B comportamento

B
Behavior
comportamento

Descrivere il comportameno
In cosa consiste

Frequenza

Durata

Intensit

6
ABC Model: A Antecedenti

A
Antecedenti

Cosa ha preceduto il
comportamento?
individuare quando il
Persone
comportamento pu
Luoghi manifestarsi
Oggetti

Momento del giorno

Attivit in corso anticipare e possibilmente


PREVENIRE il
comportamento problema

7
ABC Model: C Conseguenze

B C
A
Conseguenze

Cosa succede subito dopo?


Come hanno reagito
le persone nel contesto?
Cosa ha ottenuto?

Cosa ha evitato?

Cosa ancora cambiato ?

8
Le Funzioni dei comportamenti problema

Rendere concreti Evitare eventi


eventi desiderati non desiderati

Contatto/ Compiti/
Attenzione Stimolazione Attenzione
Cambiamenti/
Sensoriale
Stimolazione
sensoriale
IL CONTRIBUTO: Trasformare i problemi in obiettivi

Dopo aver capito se una situazione un problema e


averne compiuto una descrizione utilizzando un linguaggio
operazionale si pu procedere con una nuova operazione:
trasformare il problema in obiettivo.

Un obiettivo una descrizione chiara e semplice di ci


che si vuole ottenere.

Definire il proprio obiettivo facilita il compito di trovare


una soluzione al problema, aiuta a chiarirsi le idee, rende
pi immediata lindividuazione di ipotesi di risoluzione,
incrementa la motivazione ad agire.
IL CONTRIBUTO: Strumenti per lanalisi sul comportamento
problema
Indiretti

Osservazione diretta
Manipolazione

dellambiente

ORA ATTIVITA Data Data Data Data


8:00 Gioco libero X X X

8:30

9:00 Attivit motoria X X


Strumenti per lanalisi sul comportamento problema

A: antecedenti B: comportamento C: conseguenze


Ci che accaduto Cosa ha detto . Descrizione di ci che
immediatamente prima accade immediatamente
dopo il verificarsi del
comportamento /il
risultato
Strumenti per lanalisi sul comportamento problema
Analisi del comportamento
Studente: Et: Data: Completato da:

PUNTI DI EVENTI ANTECEDEN COMPORT FUNZIONE CONSEGUE


FORZA NEL TI AMENTO DEL NZE
SETTING (eventi PROBLEMA COMPORTA CONCRETE
immediate) MENTO

IPOTESI

IDEE BARRIERE: COMPORTAMENTO


DESIDERATO:
IL CONTRIBUTO:
Alternativa Benefici
*procedure per analisi delle
desiderata tipicamente
situazioni;
azioni ottenuti
*linee guida per la
formulazione di ipotesi di Azioni
intervento

Eventi nel Comportamento Conseguenze


Contesto Antecedenti Problematico Mantenute
Immediati
azioni azioni

Alternative
Accettabili Conseguenze
Gestite

azioni
azioni
IL CONTRIBUTO un linguaggio per descrivere il
comportamento in modo condivisibile

Il linguaggio operazionale

Per descrivere con precisione un comportamento o una situazione


problema necessario essere il pi precisi possibile ricorrendo ad un
linguaggio operazionale.

Il linguaggio operazionale un tipo di comunicazione che cerca di


limitare il pi possibile le interpretazioni ambigue e discordanti e di
passare dalluso di generiche etichette (es., indisciplinato e
aggressivo) alla descrizione obiettiva di comportamenti e fatti.
Il linguaggio operazionale- 2
un esempio: Simona, una ragazza che frequenta la scuola superiore, durante
lassemblea di classe era disinteressata.
non specifica in modo chiaro ci che Simona ha fatto e impedisce a chiunque
di avere unidea precisa di ci che accaduto ed anche di verificare la
fondatezza di eventuali interpretazioni e valutazioni che potrebbero, dopo,
essere associate alla descrizione della situazione.

Fare una descrizione obiettiva dei comportamenti, descrivere ci che


un individuo fa in un determinato momento, evitando di formulare
interpretazioni e valutazioni.
descrizione: Simona, una ragazza che frequenta la scuola
superiore, ieri, durante lassemblea di classe, rimasta in
silenzio e per circa mezzora ha riletto gli appunti per la lezione
dellora successiva.
si cercato di trasmettere in modo chiaro ci che Simona ha fatto.

Il linguaggio operazionale richiede che si precisi: dove avvenuto il fatto,


quando lo stesso si verificato, chi era presente, cosa hanno detto e/o
fatto le persone coinvolte.
IL CONTRIBUTO LAnalisi funzionale permette di

Descrivere in termini concreti il comportamento


Descrivere le situazioni in cui pi si presenta
Descrivere le situazioni in cui meno si presenta

Individuare antecedenti, conseguenti e rinforzi

Avere criteri per individuare un comportamento


sostituitico adattivo
IL CONTRIBUTO:
dallanalisi alle azioni riabilitative

Eventi nel contesto: rimuovere, minimizzare,


neutralizzare
Antecedenti: replace sostituire gli elementi
scatenanti
Comportamenti sostitutivi: insegnare delle abilit
Conseguenze:
Rinforzare quelle ricercate
Eliminare/ridurre il rinforzo del comportamento
problematico
Obiettivi del Counseling Cognitivo comportamentale in
riabilitazione

Obiettivo = cambiamento nel comportamento


Insegnare al cliente ad essere il counselor di se
stesso modificando il proprio comportamento per
soddisfare I propri bisogni.
identificato il problema, concordato il cambiamento,
insegnare procedure che permettano al cliente di
acquisire i comportamenti necessari per risolvere il
problema
Ruolo del Counselor-R
Aiuta il cliente a portare modifiche nei
comportamenti problematici del quotidiano

Si focalizza sul presente e sul futuro.

Il problema viene trasformato in obiettivi di


cambiamento comportamentale

Il comportamento viene analizzato e descritto nelle


parti che lo compongono

Lintervento finalizzato al problema