Vous êtes sur la page 1sur 1

Crea il tuo sito

siti utenti

RIMEDII: i rimedii alla ovalizzazione, sempre limitati nel tempo, sono almeno due: 1) lubrificazione forzata; 2) cuscinetti.
1) la lubrificazione si dice forzata quando il lubrificante posto in pressione da una pompa: il perno deve "galleggiare"(b) dentro la boccola, in modo da non toccare mai il supporto. In questo caso, se il lubrificante ha una sufficiente adesione,
l'usura si pu verificare solo per effetto di occasionali contatti fra perno e supporto dovuti a cattivo funzionamento(c). Se le condizioni di funzionamento(d) sono sempre buone, l'usura sparisce del tutto perch non c' attrito ma resistenza del
mezzo.
2) i cuscinetti sono anelli che si interpongono fra perno e supporto per evitare il loro contatto diretto(e). Essi sono di due tipi: a) cuscinetti a strisciamento (bronzine); b) cuscinetti a rotolamento (a sfere o a rulli).
a) cuscinetti a strisciamento (bronzine): sono anelli di materiale pi "tenero" di quello del perno in modo che, se c' usura, questa sia a carico del cuscinetto, che costa di meno e si sostituisce pi facilmente. La bronzina fissata al supporto, mentre
il perno si muove dentro di essa.
b) cuscinetti a rotolamento (a sfere o a rulli): sono costituiti da due anelli, di materiale pi "duro" di quello del perno, uno fissato al supporto, l'altro fissato al perno. Fra i due anelli si trova una (o pi) corona di sfere o di rulli (dello stesso
materiale) le quali rotolano su una pista ricavata sugli anelli. In questo caso l'attrito presente, ma molto piccolo perch attrito di rotolamento con lubrificante (di solito grasso animale o minerale).

(a) Per produrre la rotazione in verso orario, come rappresentato in figura, il momento motore appunto in verso orario. Il peso del perno, applicato al suo centro, produce un momento antiorario rispetto al centro della boccola. In altro modo si pu
dire che il perno tende a "cadere" e quindi il motore deve fare "pi fatica" per tenerlo in posizione. E' questo un effetto della forza di inerzia, cio della forza che tende in ogni caso ad ostacolare il movimento.
Un fenomeno analogo si verifica all'inizio del moto: il perno "si arrampica" nella boccola verso destra.
(b) Sia P la reazione nel supporto in figura, D il diametro del perno ed L la sua lunghezza. La pressione esercitata dal perno sul lubrificante vale: p = P / (D * L). Se il lubrificante ha la stessa pressione, il perno galleggia dentro la boccola perch la
forza P equilibrata dalla spinta del liquido.

(c) Ci pu avvenire ad esempio quando l'olio "vecchio" oppure quando, a causa del freddo, l'olio si congelato; in questa situazione opportuno riscaldarlo prima di "accendere" la macchina.
(d) Nei manuali si trovano le tabelle che indicano i parametri per un buon funzionamento degli organi meccanici. Per esempio, nei perni l'olio non deve superare una determinata temperatura, per cui, partendo da questa condizione, si determina la
lunghezza L dell'appoggio.
(e) Perno e supporto sono fra gli elementi pi importanti e costosi delle macchine, per cui bene evitare la loro usura, anche accidentale.