Vous êtes sur la page 1sur 3

ITIS Fauser – Novara Sistemi e reti prof. R.

Fuligni

Esercizi sull'interconnessione di reti con Packet Tracer

1. Interconnessione di reti LAN


Uno studio di architettura dispone di due reti LAN installate su piani diversi di uno stesso edificio. La prima
rete è composta da quattro PC, un server e una stampante dislocati nei diversi uffici del piano. Tutte le
apparecchiature di questa rete, non essendo recenti, sono dotate di schede di rete Ethernet half duplex
(10 Mbps) collegate a un hub avente otto porte Ethernet. Ogni apparecchiatura è dotata di un indirizzo IP
statico.

La seconda rete si trova in sala stampa ed è composta da tre stampanti di rete e da due computer portatili
utilizzati per gestire i processi di stampa. Stampanti e portatili sono dotati di schede di rete Fast Ethernet half
duplex (100 Mbps) collegate a un hub a otto porte Fast Ethernet.

Tutti i nodi delle due reti (computer, stampanti e hub) sono identificati da un nome composto da tre sigle
separate dal carattere “-”: la prima specifica la rete di appartenenza (UF = uffici, SS = sala stampa), la
seconda il tipo di nodo (PC = computer client fisso, SRV = server, PRN = stampante, NB = portatile, HUB =
hub) e il terzo un numero progressivo a due cifre. Per esempio, il nome del primo PC dell'ufficio è UF-PC-
01.

Le due reti non dispongono né di connessione a Internet né di apparati di interconnessione, quindi sono
isolate una dall'altra.

Gli indirizzi IP appartengono al gruppo 192.168.0.x (maschera di rete 255.255.255.0) e sono stati assegnati
dall'amministratore di rete secondo la seguente tabella:

Rete degli uffici Rete della sala stampa

Host Indirizzo IP Host Indirizzo IP


UF-PC-01 192.168.0.1 SS-NB-01 192.168.0.11
UF-PC-02 192.168.0.2 SS-NB-02 192.168.0.12
UF-PC-03 192.168.0.3 SS-PRN-01 192.168.0.13
UF-PC-04 192.168.0.4 SS-PRN-02 192.168.0.14
UF-SRV-01 192.168.0.5 SS-PRN-03 192.168.0.15
UF-PRN-01 192.168.0.6

1. Realizzare un progetto in Packet Tracer contenente le reti specificate. La configurazione dei nodi deve
essere conforme alle specifiche di questo documento: i computer devono essere dotati delle schede di
rete richieste, gli hub devono disporre di porte di collegamento adeguate alle schede di rete. Accanto a
ogni nodo devono essere riportati il nome e, se presenti, gli indirizzi MAC e IP. Al termine di questa fase,
effettuare i test di raggiungibilità dei nodi all'interno di ciascuna delle reti. Salvare questo progetto con il
nome interconnessione.pkt.
Simulare in Packet Tracer l'invio di un messaggio da UF-PC-01 a UF-SRV-01, osservandone la
trasmissione di tipo broadcast dovuta alla presenza dell'hub.

Versione n. 1 del 6/12/2015 Pagina 1


ITIS Fauser – Novara Sistemi e reti prof. R. Fuligni

Figura 1: Struttura delle due reti

2. A partire dal progetto sviluppato al punto 1, eseguire l'interconnessione tra le due reti mediante repeater.
Si configuri per questo scopo un repeater dotato di porte adeguate alle velocità delle due reti. Salvare il
progetto modificato con il nome interconnessione-repeater.pkt.
Simulare in Packet Tracer l'invio di messaggi da UF-PC-01 a UF-SRV-01 e da UF-PC-02 a SS-PRN-01,
osservando i percorsi dei pacchetti in transito sulle reti.

3. Sempre partendo dal progetto sviluppato al punto 1, eseguire l'interconnessione tra le due reti mediante
bridge. Anche in questo caso è richiesta la configurazione di un bridge dotato di opportune porte di
collegamento. Salvare il progetto modificato con il nome interconnessione-bridge.pkt.
Simulare nuovamente in Packet Tracer l'invio di messaggi da UF-PC-01 a UF-SRV-01 e da UF-PC-02 a
SS-PRN-01, osservando i percorsi dei pacchetti in transito sulle reti.

Quale dei due apparati di collegamento è preferibile? Perché?

Versione n. 1 del 6/12/2015 Pagina 2


ITIS Fauser – Novara Sistemi e reti prof. R. Fuligni

2. Interconnessioni di reti IP diverse


Realizzare tre LAN appartenenti a reti IP differenti e aventi le seguenti caratteristiche:

1. LAN 1: rete locale switch-based Fast Ethernet composta da 5 PC, un server e una
stampante(indirizzi IP appartenenti alla rete 192.168.1.x, maschera di rete 255.255.255.0).

2. LAN 2: rete locale hub-based Fast Ethernet composta da 3 PC e un portatile (indirizzi IP


appartenenti alla rete 192.168.2.x, maschera di rete 255.255.255.0).

3. LAN 3: rete locale switch-based Gigabit Ethernet composta da 4 server e due stampanti (indirizzi IP
appartenenti alla rete 192.168.3.x, maschera di rete 255.255.255.0).

Effettuare appositi test di raggiungibilità sulle singole reti. Salvare il progetto modificato con il nome
interconnessione-router.pkt.

3. Cablaggio strutturato
Realizzare in Packet Tracer, secondo la logica del cablaggio strutturato, l'infrastruttura di rete di un'azienda i
cui locali siano distribuiti su due edifici di tre piani ciascuno.

Ogni piano è costituito da un numero variabile di host (da 4 a 10) da collegare a opportune apparecchiature
di rete aventi funzione di centro-stella.

Si utilizzino, nella fase di implementazione, apparecchiature (di tipo switch) con porte aventi velocità
adeguate. Si ipotizzi che i due edifici siano distanti 1 km uno dall'altro.

Versione n. 1 del 6/12/2015 Pagina 3