Vous êtes sur la page 1sur 1

attiva e sportiva.

I creare futuri soldati pronti ad obbedire agli ordini e alle Alcuni giornali
movimenti del perfetto direttive provenienti dall’alto. d’opposizione, quali
fascista dovevano essere “La Stampa” e “Il Corriere
scattanti e veloci per Anche per le donne Mussolini promosse delle
Della Sera”, riuscirono
dare l’impressione della iniziative tese alla loro formazione: la donna veniva
a sopravvivere ma
sicurezza personale; egli istruita nell’economia domestica, nell’educazione
ricevettero l’ordine di
era riconoscibile per il all’infanzia, nell’assistenza sociale e nell’educazione
far apparire superiori i
suo modo di salutare: il alla salute attraverso l’istituzione dell’educazione
fascisti in quanto anche
tipico saluto romano con fisica e dello sport. Il tutto mosso dallo slogan «Madri la satira aveva il ruolo
braccio e mano tesi in Nuove per figli nuovi”. Il concetto di base era di modellare l’opinione
avanti. quello di dare alla donna l’illusione dell’appartenenza pubblica. Molto diffusa fu
L’esaltazione attiva alla nazione quando, anche la pubblicazione di
«Madri nuove
della forza di fatto, l’ideologia fascista manifesti e volantini con
fisica fu uno
dei principali
obbiettivi per figli nuovi»
dell’ideologia
fascista.
Mussolini fu spesso relegò la donna nei ruoli
ritratto in foto come tradizionali.
aviatore, automobilista,
cavaliere, per dare al Per garantirsi la
popolo l’idea che egli stabilità politica e per
veramente incarnasse il ottenere i consenso, il
in sé la concezione Duce attuò un controllo sui
attivistica e virile dello mezzi di comunicazione
Stato. di massa. Emanò le leggi
“fascitissime” con le quali
L’opera di Mussolini eliminava la libertà di
fu rigorosa anche nelle opinione, i diritti sindacali
istituzioni educative e dichiarava illegale ogni
e scolastiche come altro partito che non fosse
ad esempio la GIL (la il PNF (Partito Nazionale
Gioventù Italiana del Fascista). Lo scopo era
Littorio). Il celebre motto quello di esaltare il mito
della GIL, “credere, del “duce” proposto come
obbedire, combattere”, è simbolo di eleganza
testimonianza dell’attività e dignità morale e di
di persuasione e proporre il periodo fascista
manipolazione attuata come modello storico di
anche tra i bambini. pace e moralità.
Secondo questo principio,
l’obiettivo era quello di

12