Vous êtes sur la page 1sur 3

Una mole di gas perfetto monoatomico, inizialmente all’equilibrio termodinamico a temperatura T1 = 300 K e volume V1 =

1 dm3 , compie un ciclo costituito dalle seguenti trasformazioni: (1 → 2) espansione isobara ottenuta ponendo in contatto il
sistema con un termostato a temperatura T2 incognita; (2 → 3): espansione adiabatica quasi-statica; (3 → 4): abbassamento
1

isocoro quasi-statico della temperatura; (4 → 1): compressione adiabatica quasi-statica. Sapendo che V2 = 1 + 100 ξ V1 e
2

V3 = 1 + 100 ξ V1 determinare: (a ) Il rendimento η del ciclo; (b ) la variazione di entropia del sistema in un ciclo ∆SS ; (c )
la variazione di entropia dell’ambiente in un ciclo ∆SA .
Rendimento η [adimensionale]:
Variazione di entropia del sistema ∆SS [J/K]:
Variazione di entropia dell’ambiente ∆SA [J/K]:

p 1
2

ad
iab
at
ica
adi

ua

q
si-
ab

sta
at

t
ica

ica
3
qu

as
i-s
ta tic
a
4
V
Esercizio t_2p_06, Fig. 1.

Posto:
V

r = 2

V1

V
r = 3
 ′

V1

ed essendo la trasformazione 1 → 2 isobara (p1 = p2 ), si ha:

p2 V 2 p1 rV1 p1 V 1
T2 = = =r = rT1
nR nR nR
Ä ä
Essendo la trasformazione 2 → 3 adiabatica quasi-statica T2 V2γ−1 = T3 V3γ−1 si ha:
ãγ−1 ãγ−1
V2 V2 V1  r γ−1
Å Å
T3 = T2 = T2 = rT1
V3 V1 V3 r′
Ä ä
Essendo la trasformazione 4 → 1 adiabatica quasi-statica T4 V4γ−1 = T1 V1γ−1 si ha:
ãγ−1 Å ãγ−1
V1 1
Å
T4 = T1 = T1
V4 r′

Il sistema scambia calore soltanto nelle trasformazioni 1 → 2 (isobara irreversibile) e 3 → 4 (isocora reversibile), in quanto
le altre due trasformazioni sono adiabatiche. Il calore scambiato in tali trasformazioni è dato da:
 ˆ T2 ˆ T2
 Q1→2 =


 /Q = ncp
d dT = ncp (T2 − T1 ) > 0
T1 T1
 ˆ T4 ˆ T4
 Q3→4 = /Q = ncV
d dT = ncV (T4 − T3 ) < 0


T3 T3

Prof. Domenico Galli, Dipartimento di Fisica. Il presente materiale didattico è riservato agli studenti dell’Università di Bologna e non può essere
utilizzato ai termini di legge da altre persone o per fini non istituzionali. In particolare è fatto divieto di riproduzione in copie multiple,
distribuzione, commercio e comunicazione al pubblico senza l’autorizzazione dell’autore.
Il rendimento del ciclo è perciò:

Q− Q3→4 ncV (T4 − T3 ) 1 T4 − T3


η =1+ =1+ =1+ =1+ =
Q+ Q1→2 ncp (T2 − T1 ) γ T2 − T1
Å ãγ−1  γ−1
1 r
− ′ r
1 r′ r
=1+
γ r−1
Å ãγ−1  γ−1
1 r
− ′ r
1 r ′ r
η =1+
γ r−1

La variazione dell’entropia del sistema in un ciclo è nulla, in quanto l’entropia è una funzione di stato e al termine di ogni
ciclo il sistema ritorna allo stato iniziale:

∆SS = 0

Si può anche calcolare esplicitamente e si ha, infatti:

/Q(S)
T2 /Q(S)
ˆ T4 ˆ T2 ˆ T4
d d ncp dT ncV dT
ˆ
rev rev
∆SS = + = + =
T1 T T3 T T1 T T3 T
ˆ T2 ˆ T4
dT dT T2 T4
= ncp + ncV = ncp ln + ncV ln =
T1 T T3 T T 1 T 3
Å ãγ−1
1
r′ 1
= ncp ln r + ncV ln  γ−1 = ncp ln r + ncV ln γ =
r r
r
r′
= ncp ln r + ncV (−γ) ln r = 0

La variazione di entropia dell’ambiente non è l’opposto della variazione dell’entropia del sistema, ∆SA 6= −∆SS , in
quanto nella trasformazione 1 → 2 l’ambiente cede sempre calore alla temperatura T2 , mentre il sistema assorbe calore a
temperatura via via crescente da T1 a T2 .
Si ha, per l’ambiente:
(A)
T2 /Q(A)
ˆ T4 ˆ T2 ˆ T4
/Qrev
d d ncp dT ncV dT
ˆ
rev
∆SA = + =− − =
T1 T T3 T T1 T2 T3 T
ncp T2
ˆ T4
dT T2 − T1 T4
ˆ
=− dT − ncV = −ncp − ncV ln =
T2 T 1 T3 T T 2 T3
Å ãγ−1
1
r−1 r′ r−1 1
= −ncp − ncV ln  γ−1 = −ncp − ncV ln γ =
r r r r
r
r′
r−1 r−1
= −ncp + ncV γ ln r = −ncp + ncp ln r =
r r
1
Å ã
= ncp ln r − 1 +
r
1
Å ã
∆SA = ncp ln r − 1 +
r

Prof. Domenico Galli, Dipartimento di Fisica. Il presente materiale didattico è riservato agli studenti dell’Università di Bologna e non può essere
utilizzato ai termini di legge da altre persone o per fini non istituzionali. In particolare è fatto divieto di riproduzione in copie multiple,
distribuzione, commercio e comunicazione al pubblico senza l’autorizzazione dell’autore.
I dati del problema sono:


 n = 1 mol

 cV = 3 R (gas monoatomico)



2





 5
cp = cV + R = R


2



cp 5
γ= =
cV 3




V2


1


 r= = 1 + 100 ξ
V1




V

 r′ = 3 = 1 + 100

2
ξ


V1

Prof. Domenico Galli, Dipartimento di Fisica. Il presente materiale didattico è riservato agli studenti dell’Università di Bologna e non può essere
utilizzato ai termini di legge da altre persone o per fini non istituzionali. In particolare è fatto divieto di riproduzione in copie multiple,
distribuzione, commercio e comunicazione al pubblico senza l’autorizzazione dell’autore.