Vous êtes sur la page 1sur 1

32 Serie B R Posticipo 6a giornata MERCOLEDÌ 3 OTTOBRE 2018 LA GAZZETTA DELLO SPORT

● CLASSIFICA ● PROSSIMO TURNO Livorno-Spezia; ore 21 Palermo- 3 reti Mokulu (Carpi), Kragl (Foggia), (Cosenza), Mogos (Cremonese),
Verona p. 13; Pescara 12; Benevento, Venerdì, ore 21 Verona-Lecce Crotone. Riposa Cittadella. Mancosu (Lecce, 1), Trajkovski Budimir (1), Firenze (Crotone),
SITUAZIONE Cremonese e Cittadella 10; Lecce,
Salernitana e Spezia 9; Palermo 8;
(diretta RaiSport e Dazn) Sabato, ore
15 Foggia-Ascoli, Carpi-Cosenza, ● MARCATORI
(Palermo), Vido (Perugia, 1), Pazzini
(Verona, 2)
Camporese, Cicerelli (Foggia),
Falco (Lecce), Ravanelli (Padova),
VENERDÌ HELLAS Brescia e Crotone 7; Ascoli e Padova
6; Perugia 5; Venezia e Carpi 4;
Cremonese-Salernitana, Pescara-
Benevento; ore 18 Perugia-Venezia.
4 reti Donnarumma (Brescia, 1
rigore), Palombi (Lecce), Mancuso
2 reti Asencio, Bandinelli, Coda
(Benevento, 1), Morosini (Brescia), Iori
Nestorovski (Palermo, 1), Cocco
(Pescara, 2), Di Tacchio (Salernitana),
Cosenza 3; Livorno 2; Foggia (-8) 1. Domenica, ore 15 Brescia-Padova, (Pescara, 1) (2), Strizzolo (Cittadella), Maniero Pierini (Spezia), Citro (Venezia, 1)

Padova infinito, Pescara che combini?


1La squadra di Bisoli rimonta due reti di svantaggio nel recupero, Pillon fallisce il sorpasso al Verona
LE PAGELLE di M.B.
CISCO DECISIVO E allora Bisoli
Matteo Brega nell’intervallo ci prova. Fuori
INVIATO A PADOVA Pulzetti, dentro Cisco. Andrea,
20 anni l’8 ottobre, è nato die­

U
na spiegazione logica tro lo stadio Euganeo, quartie­
non esiste. In trecento se­ re Altichiero. Il suo esordio non
condi il Pescara passa trova appigli logici. Forse è qui
dalla vetta solitaria della classi­ il suo senso. Il Padova passa al
fica della B a un oceano di rim­ 4­2­3­1 con Cisco e Mazzocco
pianti. Contro il Padova, nel po­ (poi Minesso) ali. Il Pescara
sticipo posticipato al martedì a non fa nemmeno in tempo ad
PADOVA 6 PESCARA 6
causa della pioggia, finisce 2­2. accorgersene che si ritrova in IL MIGLIORE IL MIGLIORE
La squadra di Bepi Pillon si sco­ casa un rigore misterioso. Su ANDREA GASTON
pre di lotta e non di governo calcio d’angolo Trevisan atterra CISCO BRUGMAN
contro la truppa di Pierpaolo Mancuso e Gravillon travolge
Bisoli. Ed è proprio sul piano Mazzocco: per Volpi è penalty. 7 6,5
preferito al tecnico dei veneti, Batte Mancuso e lì la partita pa­
Un gol stupendo con un sinistro da L’ordine fatto uomo. Sistema la
la «garra», che si decide la par­ re destinata al dormitorio. In­ traversa-gol, un palo da rimpianti e squadra, fornisce i tempi della giocata
tita. vece Cisco, che di proprietà è una palla sporca quasi entrata per il e su punizione porta avanti i suoi. Poi
già del Sassuolo da gennaio ragazzo nato vicino all’Euganeo. serviva addormentare di più la gara.
CHE FINALE Basterebbe rac­ scorso, disordina l’ordine appa­
contare gli ultimi 5’, quelli di rente. Il giovanotto ricorda che
MERELLI 6 Bene sul tiro di Mancuso, FIORILLO 6 Su quella palla sporca al
recupero. Un sinistro marmo­ Bisoli lo ha ribattezzato un «ca­ forse opta per una barriera troppo 93’ sembrava aver salvato la partita,
reo di Cisco riapre la porta del­ vallo allo stato brado». Il primo folta sulla punizione di Brugman. poi si fa beffare dal tacco di Cappelletti
la speranza pa­ cenno lo fornisce CAPPELLETTI 6,5 L’umile difensore a due passi.
dovana, poi il sulla sinistra: al­ indossa il mantello da supereroe e con BALZANO 6 Esperienza, da quelle
tacco di Cappel­ LA CHIAVE lungo, controllo il tacco regala il 2-2. parti non si passa.
letti, agile come Cappelletti al 95’ e conclusione, CAPELLI 5,5 Causa la punizione del GRAVILLON 5,5 Prima ottiene il
vantaggio abruzzese, poi al 95’ calcia rigore, poi non lavora di furbizia su
un Ronaldo qua­ Fiorillo devia sul
lunque, fanno fa­ firma il pareggio
la palla che Cappelletti devia in gol. Cappelletti al 95’.
palo e tutto lo TREVISAN 5 Trattenuta su Mancuso CAMPAGNARO 6 Sempre ruvido,
re a Bisoli una contro gli abruzzesi spavento abruz­ (fischia quello l’arbitro?) da rigore. sempre affidabile. .
ventina di metri a cui è mancata la zese passa. Ma CONTESSA 5,5 Mal di testa per i DEL GROSSO 6 Non spinge molto,
paonazzo lungo capacità di gestire quasi nell’indif­ continui inseguimenti a Marras. potrebbe farlo, preferisce coprire.
la linea laterale la partita nel finale ferenza la zucca MAZZOCCO 6 Per l’arbitro è suo il MACHIN 6 Qualità in un centrocampo
Pierpaolo Bisoli esulta con Daniel Cappelletti a fine partita LAPRESSE p e r e s u l t a re padovana sta per fallo da rigore. Galleggia in più ruoli. di alto livello.
BROH 6 Non è il suo mestiere CRECCO 6 Lavoro oscuro nel finale.
fronte al pubbli­ trasformarsi in impostare. Nella ripresa infila MEMUSHAJ 6,5 Un altro da cui
co. Eppure la partita ha raccon­ carrozza. Accade tutto alla fine. dinamismo nella prestazione. strizzare solo polpa buona.
PADOVA 2 PESCARA 2 tato ben altro di cui esultare. Prima il sinistro di Cisco, cor­ MANDORLINI 5 Esordio stagionale e ANTONUCCI 5,5 Il ricordo che lascia
Perché il Pescara del primo retto dalla traversa in rete. Una gli manca qualcosa. è quel colpo di testa in area piccola
PRIMO TEMPO 0-1 MARCATORI Brugman (Pe) al 26’ p.t.; Mancuso (Pe) su MINESSO 6 A destra e a sinistra per mandato all’indietro.
rigore al 5’, Cisco (Pa) al 45’, Cappelletti (Pa) al 50’ s.t.
tempo ha ammaestrato gli av­ carezza che risveglia chi è rima­
versari. Il 4­3­3 di Pillon ha più sto all’Euganeo. Poi lo stesso Ci­ pungere. CAPONE 5,5 Entrato per far rifiatare i
PULZETTI 6 Un tempo da suoi, non ci riesce.
PADOVA (4-3-1-2) Merelli; PESCARA (4-3-3) Fiorillo; Balzano, qualità e più freschezza. Merel­ sco che su una palla sporca pro­ trequartista: vicino al gol. MANCUSO 6,5 Altro gol, il quarto in
Cappelletti, Capelli, Trevisan, Gravillon, Campagnaro, Del Grosso; li tiene in piedi il Padova al 10’ va a entrare anche lui in porta, BONAZZOLI 5 Troppo impegnato a stagione. Una sicurezza.
Contessa; Mazzocco, Broh, Machin (dal 34’ s.t. Crecco), sul tiro ravvicinato di Mancu­ rimbalzato dal piede di Fiorillo. litigare con il mondo. MARRAS 6,5 Sprizza felicità a destra,
Mandorlini (dal 14’ s.t. Minesso); Brugman, Memushaj; Antonucci (dal so, ma si inginocchia quando la Quindi quel tiro senza futuro di CLEMENZA 6 Prima della rivoluzione, è un punto interrogativo senza
Pulzetti (dal 1’ s.t. Cisco); Bonazzoli, 21’ s.t. Capone), Mancuso, Marras il migliore dei suoi. risposte per i veneti. (Ciofani s.v.)
Clemenza (dal 29’ s.t. Capello) (dal 46’ s.t. Ciofani)
punizione di Brugman cade so­ Capelli, indirizzato verso
avemente nella rete. Il Padova l’oblio, colorato dal tacco di CAPELLO 6 Tanta voglia nel finale, ALL. PILLON 6 Il suo Pescara è una
PANCHINA Perisan, Serena, PANCHINA Kastrati, Monachello, quando ha messo spalle e gambe. creatura superiore a questo Padova.
Ceccaroni, Guidone, Sarno, Fornasier, Elizalde, Cocco, Perrotta, di questo martedì non abbaglia Cappelletti. L’Euganeo si cocco­ ALL. BISOLI 6 L’ingresso di Cisco e il Ma la gestione finale va rivista. Perché
Zambataro, Ravanelli, Belingheri, Melegoni, Del Sole, Kanoute nel 4­3­1­2 in cui Pulzetti fa il la la dolce serata in una realtà passaggio dal 4-3-1-2 al 4-2-3-1 se controlli la partita, alla fine la devi
Cisco, Salviato ALLENATORE Bisoli ALLENATORE Pillon trequartista operaio per 45’. I che dolce non è (una vittoria su cambiano la partita. anche vincere.
AMMONITI Mazzocco e Capelli AMMONITI Brugman gioco veneti però, senza picchi di 6 gare, sistema di gioco ancora
gioco scorretto; Trevisan proteste scorretto, Fiorillo c.n.r.
qualità in fase di costruzione, non chiarissimo). Pillon torna a
ARBITRO Volpi di Arezzo
vivacchiano sfregandosi le ma­ casa dopo aver masticato il pri­
ni dell’errore di Antonucci di mato con il sapore aspro di una
GLI ARBITRI
NOTE paganti 1.526, incasso di 11.152,30 euro; abbonati 5.269, quota non VOLPI Sul 2-0 del Pescara manca un fallo al Padova e sembra fischiare
comunicata. Tiri in porta 6-5. Tiri fuori 4-2. In fuorigioco 0-0. Angoli 7-2. testa a centimetri zero dalla B illogicamente imprevedibile. 5 il rigore a Mazzocco su Gravillon. Pare fosse il contrario e semmai il
Recuperi: p.t. 1’; s.t. 5’ porta. © RIPRODUZIONE RISERVATA rigore era di Trevisan su Machin. GROSSI 6 – FIORE 6

fSERIE C TACCUINO
Uno che ha fatto la gavetta. Co-
me Vincenzo Italiano.
«Ho cominciato da vice nel Ve­

L’INTERVISTA nezia, poi ho fatto la Serie D in


Veneto alla Vigontina San Pao­
lo e all’Arzignano. La mia fami­
CASO RIPESCAGGI
Quattro società

Trapani,lezionid’Italiano
glia è rimasta a Padova, io inve­
ce sono tornato dove sono cre­ scrivono a Mattarella
sciuto». ● (a.cat.) Dopo l’esito al
Tribunale federale, che ha

«Io,SarrielamiaSicilia»
Come è nata la voglia di fare l’al- respinto come «inammissibili»
lenatore? i ricorsi contro il blocco dei
«Fin da quando ero calciatore ripescaggi in Serie B, Ternana,
ho sempre pensato che una vol­ Siena, Pro Vercelli e Catania
ta finita la carriera avrei poi fat­ sono pronte a rivolgersi al
panchina dei siciliani c’è Vin­ le cose si sono messe a posto, to il tecnico. Il fatto di giocare presidente della Repubblica
Matteo Pierelli cenzo Italiano, nato a Karl­ abbiamo potuto fare la campa­ da centrocampista davanti alla Sergio Mattarella. L’istanza è
sruhe, in Germania, «ma sono gna acquisti assieme al d.s. Raf­ difesa probabilmente ha influi­ pronta e sarà inviata stamani

E
chi se l’aspettava una par­ cresciuto a Ribera, vicino Agri­ faele Rubino e devo dire che to, perché mi sentivo responsa­ al Quirinale. Le quattro
tenza così? Il Trapani la gento...» l’inizio ritardato dei campiona­ bile di tutto il gioco. E poi gli società chiedono al capo dello
scorsa estate era in vendi­ ti ci ha dato una mano. Con 15 allenatori che ho avuto parla­ Stato di promulgare al più
ta, la famiglia Morace voleva Italiano, Trapani è nel suo desti- giocatori nuovi ci vuole tempo vano molto con me e io ero at­ presto il Decreto Sicurezza,
cedere la società (portata dal­ no... per farli amalgamare bene». tento ad ascoltare le loro idee, i con la parte relativa alla
l’Eccellenza alla finale playoff «Sì, qui posso vantare due de­ loro consigli. Avere un dialogo riforma della giustizia sportiva
di serie B, persa con il Pescara butti tra i professionisti: da cal­ Qual è l’idea di calcio di Vincen- all’interno di una squadra è per le controversie sulle
nel 2016) ma un po’ per la man­ ciatore nel 1994­1995 in C1 e zo Italiano? Vincenzo Italiano, 40 LAPRESSE fondamentale». ammissioni ai campionati. Il
canza di offerte, un po’ per la adesso da allenatore. Forse non «Mi piace il 4­3­3, le mie squa­ Quirinale, però, ieri sera ha
volontà di lasciare dopo 13 an­
ni solo a chi garantiva un futu­
è solo un caso». dre devono avere un gioco pro­
positivo e il pensiero è sempre
1Iltecnicoprimo Il suo Trapani ce la può fare a
tornare in B dopo la delusione
rinviato il testo a Palazzo Chigi
con alcune osservazioni. I
ro certo, alla fine non si è fatto La chiamata dalla Sicilia è arri- quello di fare un gol in più degli nelGironeC della scorsa stagione? tempi, dunque, si allungano.
nulla. E così i siciliani sono ri­ vata molto tardi. avversari e non prenderne uno «Dobbiamo stare con i piedi per
masti nelle stesse mani, si sono «Verso fine luglio ho ricevuto la in meno». aldebutto:«Iniziai terra. Anche dopo un inizio co­ GIUDICE SPORTIVO
iscritti al campionato al fotofi­
nish (arriverà almeno un punto
telefonata dalla dottoressa Ira­
cani, amministratore unico del­ L’allenatore a cui si ispira? quiancheda sì, l’obiettivo resta quello di ini­
zio stagione: la salvezza. Certo,
Una giornata per sei
di penalizzazione) ma adesso si
godono il primato del Girone C
la società, e abbiamo trovato
subito l’accordo. La situazione
«Naturalmente mi piace Guar­
diola, ma anche Giampaolo e
giocatore.Subitoin più punti facciamo piu cresce la
fiducia. E se a fine stagione ci
● Fermati per un turno 6
giocatori: Gargiulo e Gulli
a punteggio pieno: quattro par­
tite, quattro vittorie, con 10 gol
ora è migliore rispetto all’ini­
zio. Allora c’era molta più in­
Di Francesco sono molto bravi.
Ma il mio preferito forse è Mau­
B?Piediperterra...» troveremo ancora lì, non ci tire­
remo indietro».
(Albissola), Galli (Monza),
Chiosa (Novara), Buschiazzo
fatti e uno solo subito. Sulla certezza a livello societario, poi rizio Sarri». © RIPRODUZIONE RISERVATA (Pisa), Di Sabatino (Siracusa).