Vous êtes sur la page 1sur 1

LUNEDÌ 22 OTTOBRE 2018 LA GAZZETTA DELLO SPORT 39

Il Verona si butta via, LE PAGELLE di G. LO.


Falzerano a sinistra nel triden-
te. Un 4-3-3 discretamente
spregiudicato: Garofalo per
esempio non smette mai di

il Venezia ritrova cuore


spingere mentre Schiavone si
sfinisce nell’accompagnare
l’azione provando anche il tiro
da fuori. Con Litteri un po’ apa-

È 1-1 sotto la tempesta


tico, il peso della manovra rica-
de soprattutto sui due esterni, il
già citato Falzerano e Di Maria-
VENEZIA 6,5 VERONA 6,5
no, autore del meritato pareg- IL MIGLIORE IL MIGLIORE
gio. Che è un premio alla furbi- MARCELLO MARCO
1Hellas avanti con Zaccagni: ha il derby in mano ma non chiude zia e alla testardaggine: angolo
da sinistra, Modolo colpisce di
FALZERANO SILVESTRI

Zenga predica rabbia e 4-3-3, trovando il pari con Di Mariano testa, il pallone si impantana 7 7
nella laguna dell’area e, mentre
Va nel tridente e l’effetto è buono. Ha Sul gol paga colpe non sue perché i
la difesa dell’Hellas guarda, fi- piedi educati e ama il pallone, che a difensori non lo proteggono. Vola su
nisce sui piedi di Di Mariano, volte tiene troppo per sé. Ma quando Segre nel primo tempo e due volte su
VENEZIA 1 che non sbaglia. Venezia che si accende, il Venezia cambia passo. Schiavone nel secondo. Prezioso.
non molla, modalità Zenga.
VERONA 1 VICARIO 6 Ringrazia la mira poco CRESCENZI 6,5 Spinge con profitto
CHE CALO Stesso sistema di gio- felice dell’Hellas e sul gol è tradito sulla destra. Suo il cross dell’1-0.
PRIMO TEMPO 0-1
MARCATORI Zaccagni (Ver) all’8’
co per il Verona: 4-3-3, ma mol- dalla deviazione di Modolo. CARACCIOLO 6,5 Sempre attento su
p.t.; Di Mariano (Ven) al 22’ s.t. to più collaudato. Bene per BRUSCAGIN 5,5 Titolare a sorpresa Litteri: fondamentale la chiusura nel
un’ora la catena di destra, Cre- dopo aver fatto un solo allenamento. primo tempo.
VENEZIA (4-3-3) Vicario; scenzi più Ragusa che spesso si Trasparente. MARRONE 5,5 Non si dimostra molto
Bruscagin, Modolo, Domizzi, scambia la fascia con Laribi per MODOLO 5,5 Sfortunato sul gol, reattivo in occasione del gol.
Garofalo; Bentivoglio, Schiavone, qualche disattenzione di troppo. BALKOVEC 5,5 Si limita a presidiare
non dare punti di riferimento e DOMIZZI 6 Si alterna con Modolo su la fascia.
Segre (dal 22’ s.t. Marusa);
Falzerano, Litteri (dal 42’ s.t.
non è un caso se è da quella par- un Di Carmine che non è il massimo HENDERSON 5 Corsa e tecnica nel
Geijo), Di Mariano (dal 38’ s.t. te che nasce l’azione del gol. della pericolosità. primo tempo, ma è tra i primi a
Suciu) PANCHINA Facchin, Produttivo anche se un po’ sco- GAROFALO 6,5 Interessante la spinta togliere il disturbo dopo l’intervallo.
Zampano, Coppolaro, Fabiano, lastico Colombatto che deve li- sulla sinistra. COLOMBATTO 6 Il duello con
Cernuto, Zennaro, Citro, Vrioni, mitare Schiavone e impostare. BENTIVOGLIO 6 Prima volta da Schiavone è una delle cose più
Zigoni ALLENATORE Zenga Decisivo Zaccagni, e non solo mezz’ala: aiuta Schiavone a impostare interessanti. Finisce pari.
e deve faticare contro Zaccagni. ZACCAGNI 6,5 Chiude alla grande
per l’1-0. Il problema è che SCHIAVONE 6,5 Fa il play per la l’azione più spettacolare del Verona.
VERONA (4-3-3) Silvestri;
Crescenzi, Caracciolo, Marrone, Duello tra Colombatto (Hellas) e Suciu (Venezia) nel pantano LAPRESSE l’Hellas crea molto ma concre- seconda volta in questo campionato: DAWIDOWICZ 6 Grosso gli chiede di
Balkovec; Henderson, Colombatto, tizza poco. Il possesso palla vi- sciupa una buona occasione a inizio puntellare il centrocampo nel
Zaccagni (dal 23’ s.t. Dawidowicz); ta degli impauriti avversari: ha sto nel primo tempo resta un ripresa, poi impegna Silvestri da fuori. momento più difficile. Ci prova, sta
Ragusa (dal 42’ s.t. Tupta), Di Guglielmo Longhi in mano la partita, non riesce a esercizio fine a se stesso se mol- SEGRE 6,5 Vicino al gol nel primo studiando da regista.
Carmine, Laribi (dal 36’ s.t. Cisse) INVIATO A VENEZIA chiuderla, soffrendo in modo ti dei passaggi sono in orizzon- tempo, tra i più combattivi. RAGUSA 5,5 Per un’ora fa vedere
PANCHINA Ferrari, Tozzo, Eguelfi, MARSURA 6 Si fa vedere con un paio buone cose. Sciupa un gol non
esagerato una volta preso il gol. tale e se in attacco c’è qualcuno

L’
Almici, Empereur, Kumbulla, di conclusioni. complicato. (Tupta s.v.)
Gustafson, Lee, Pazzini Uomo Ragno sfida il ven- Ferma la serie negativa, due che fatica a trovare la porta. Il LITTERI 5 Non esaltante al debutto DI CARMINE 5 Non giocava dalla
ALLENATORE Grosso to e la pioggia e raddrizza sconfitte di fila senza segnare, e discorso porta al solito dubbio. dall’inizio: spaesato e poco presente. prima e resta ai margini. Prende il
una partita cominciata questa è la notizia migliore per Di Carmine in campo, Pazzini (Geijo s.v.) palo, ma è un errore imperdonabile.
ARBITRO Abbattista di Molfetta male e chiusa in crescendo. E’ Fabio Grosso che però ammet- in panchina: scelta saggia o DI MARIANO 6,5 Bravo ad avventarsi LARIBI 5,5 Per muoversi, si muove.
ESPULSI nessuno questo dunque lo spirito del te: «Raccogliamo meno di quel- masochistica? Grosso non sem- sul pallone lasciato incustodito Ma non impressiona. E nel primo
AMMONITI Marrone (Ver), nell’area del Verona. (Suciu s.v.) tempo sbaglia un rigore in movimento.
nuovo Venezia di «Uolter» (co- lo che dovremmo». Un evidente bra aver voglia di cambiare: ALL. ZENGA 6,5 Debutto a Venezia e (Cisse s.v.)
Colombatto (Ver), Ragusa (Ver) e
Segre (Ven) per gioco scorretto me lo chiama Tacopina) Zen- segnale di immaturità. scartato il 4-4-2, la staffetta tra in B con un pareggio meritato. Chiede ALL. GROSSO 6 Il calo dei suoi, fisico
NOTE paganti 3.882, incasso di ga? Probabile, perché una i centravanti è sempre l’ipotesi grinta e la ottiene. e anche mentale, deve preoccuparlo.
50.212 euro, abbonati 1.748, quota squadra in crisi di risultati e CHE REAZIONE Zenga ridise- più probabile. Resta inspiega-
di 10.254 euro. Tiri in porta: 4-6 identità trova di colpo rabbia e gna la squadra e può essere bile il calo all’inizio della ripre-
(con 1 palo). Tiri fuori: 5-3. In
fuorigioco: 0-2. Angoli: 4-4.
autostima. Ma c’è da dire che,
nel derby tornato al Penzo do-
soddisfatto del suo debutto in
B: difesa a 4 dopo due anni di
sa dopo aver sfiorato il secondo
gol. A quel punto, ci voleva un
GLI ARBITRI
Recuperi: p.t. 2’, s.t. 4’ ABBATTISTA Derby intenso: corretta la gestione dei cartellini gialli,
po un decennio, il Verona con- rigoroso 3-5-2, doppio regista altro Zenga. 6 dubbi su un contatto nell’area del Verona, ma Crescenzi sembra solo
tribuisce non poco alla rinasci- (Schiavone e Bentivoglio) e © RIPRODUZIONE RISERVATA sfiorare Di Mariano: nessuna testata. PAGNOTTA 6,5 - FIORE 6

IL POSTICIPO DI OGGI SERIE D

Il Livorno Colpi di scena


cerca la svolta ALL-NEW a Reggio Emilia
a Benevento Bari, altro pari
● (r.c.) In una giornata di Serie
BENEVENTO (4-3-3) D aperta da 15 anticipi
(mercoledì nei gironi E, F e G
LIVORNO (4-4-1-1) secondo infrasettimanale)

The
ORE 21 ARBITRO Nasca (Bari) spiccano le notizie in arrivo da
PREZZI 12-100 euro TV Dazn Reggio Emilia. Mentre contro la
1 vecchia Reggiana di Mike e

feel of the
PUGGIONI Alicia Piazza è stata presentata
11 14 6 3 al Tribunale di Reggio un’istanza
MAGGIO VOLTA BILLONG LETIZIA di fallimento da quattro

drive
8 10 23 creditori (tra i quali il direttore
TELLO VIOLA NOCERINO commerciale Daniele Rocchi,
che reclama stipendi arretrati e
19 9 16
INSIGNE CODA IMPROTA
Tfr), sul campo la nuova Reggio
Audace (D) ha vinto di misura
10 col quarto gol di Luca Zamparo.
GIANNETTI
23
RICCIARDO TRIS Sabato invece
DIAMANTI il Cesena (F) ha vinto 4-0 il
7 34 29 13 derby a Santarcangelo,
VALIANI AGAZZI ROCCA FAZZI
trascinato da Giovanni
15 4 3 21 Ricciardo, autore di tre gol.
IAPICHINO DI GENNARO DAINELLI GONNELLI
MODENA FORZA 5 Un gol in più
22
MAZZONI lo ha segnato 24 ore dopo il
Modena (D) a Zola Predosa. I
PANCHINA 12 Montipò, 22 Gori,
7 Di Chiara, 18 Gyamfi, 2 Sparandeo, primi tre li realizza in 23’ Carlo
15 Costa, 21 Goddard, 25 Bandinelli, Ferrario, ora a quota 132 in
28 Volpicelli, 17 Buonaiuto, 27 Ricci, carriera. A segno anche il
29 Asencio ALLENATORE Bucchi
SQUALIFICATI nessuno DIFF. nessuno giovanissimo nigeriano Riliwan
INDISP. Tuia, Bukata, Antei, Del Pinto Rabiu e Pierluigi Baldazzi.
AVELLINO OK L’Avellino (G) è
PANCHINA 38 Zima, 12 Romboli,
30 Parisi, 31 Raicevic, 18 Kozak, 5 Bruno,
tornato in vetta (in compagnia
36 Albertazzi, 16 Soumaoro, 33 Maicon, del Trastevere) battendo nella
27 Frick ALLENATORE Lucarelli sfida diretta il Lanusei: in
SQUALIFICATI Murilo DIFF. nessuno
INDISPONIBILI Porcino, Luci, Bogdan,
Gasbarro
CR-V HYBRID coming soon vantaggio col difensore
Santiago Morero, raggiunto dal
Qualunque sia il tuo viaggio, il Nuovo Honda CR-V cambierà il tuo modo di guidare. penalty di Ladu, ha deciso dal
Emozionati con il motore 1.5 TURBO VTEC da 173 CV con cambio manuale e da 193 CV nella versione CVT. dischetto Alessandro De Vena.
Il nuovo design esterno e lo spazio ai vertici della categoria ti stupiranno anche nella configurazione a 7 posti. BARI PARI Secondo pareggio di
Inoltre disponibile il nuovo sistema di trazione AWD Real Time. fila per il Bari (I), avanti su
autorete di Bencivegna e
raggiunto dal Marsala al 13’
L’immagine mostrata si riferisce alla versione 1.5 VTEC TURBO Executive. Gamma CR-V. Valori massimi: consumo di carburante (l/100 km) ciclo urbano 8,6 – della ripresa. La squadra di
extraurbano 6,2 – combinato 7,1 (NEDC) Min 7,5 – Max 11,8 l/100km (WLTC); emissioni CO2 nel ciclo combinato 162 g/km. (NEDC) – 201 (WLTC). Cornacchini resta comunque in
vetta a +1 sul Locri.
LE ALTRE Il Mantova (B) ha vinto
lo scontro diretto con il Como
(2-1) e vola in vetta. Bene anche
il Taranto (H), che ha fatto 3
Cristiano Lucarelli, 43 anni punti sul campo del Savoia.