Vous êtes sur la page 1sur 2

34 Serie B R 12a giornata DOMENICA 11 NOVEMBRE 2018 LA GAZZETTA SPORTIVA

Cremonese guarita CLASSIFICA


SQUADRE PT PARTITE RETI

nel duello dei malati


G V N P F S

PESCARA 22 11 6 4 1 19 12
PALERMO 21 10 6 3 1 18 9
SALERNITANA 20 12 5 5 2 14 11
LECCE 19 12 5 4 3 22 18

Livorno, il cuore c’è


VERONA 18 11 5 3 3 16 11
BENEVENTO 17 10 5 2 3 19 15
PERUGIA 17 11 5 2 4 16 16
CITTADELLA 16 10 4 4 2 11 6
BRESCIA 15 10 3 6 1 18 14
CREMONESE 15 11 3 6 2 11 8

1Brighenti-gol, Rastelli esordio ok: «Buona base»


ASCOLI 15 11 4 3 4 11 12
SPEZIA 13 10 4 1 5 11 13
VENEZIA 12 10 3 3 4 9 10

Breda k.o. al debutto, secondo tempo da applausi CROTONE


PADOVA
12
11
12
12
3
2
3
5
6
5
14
13
17
20
COSENZA 8 12 1 5 6 10 18
dei marcatori, al 31’ del primo FOGGIA (-8) 7 11 4 3 4 19 20
Giorgio Barbieri tempo, con una girata di sini- CREMONESE 1 CARPI 7 11 1 4 6 10 20
CREMONA stro appena fuori dall’area pic- LIVORNO 5 11 1 2 8 8 19
cola che non ha lasciato scam- LIVORNO 0 SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI

L
a sfida fra tecnici esor- po al portiere di riserva Zima
dienti, Rastelli e Breda (Mazzoni era squalificato). Un PRIMO TEMPO 1-0
sulle panchine di Cremo- risultato storico per la Cremo-
MARCATORE Brighenti al 31’ p.t. RISULTATI
nese e Livorno, viene vinta dal nese, che non batteva il Livor- CREMONESE (4-3-1-2) Ravaglia
ASCOLI-PADOVA 2-3
primo. Entrambi hanno avuto no in casa dal 12 aprile del BRESCIA-VERONA OGGI ORE 15
6,5; Mogos 6,5, Dos Santos 6,
CARPI-BENEVENTO 2-2
pochi giorni per preparare la 1959. Un risultato che ha pre- Terranova 6,5, Migliore 6;
CITTADELLA-VENEZIA OGGI ORE 15
partita e quindi erano attesi al miato un buon primo tempo Emmers 6, Greco 6, Croce 6 (dal
36’ s.t. Kresic s.v.); Perrulli 6 (dal COSENZA-LECCE 2-3
primo banco di prova con cu- della squadra di casa, che ri- CREMONESE-LIVORNO 1-0
24’ s.t. Carretta 6); Brighenti 7 (dal
riosità. Hanno vinto i padroni spetto alle passate gare ha 30’ s.t. Piccolo 6,5), Castrovilli 6,5 PALERMO-PESCARA OGGI ORE 21
di casa per 1-0 con gol decisivo cambiato modulo. Non più un PANCHINA Volpe, Fiore, Arini, PERUGIA-CROTONE 2-1
del loro capitano Brighenti, as- 4-3-3 con i due esterni quasi Marconi, Castagnetti, Strefezza, SALERNITANA-SPEZIA 1-0
sente da un po’ dal tabellino sulla linea dell’out, ma un 4-3- Del Fabro, Renzetti, Boultam Nicolò Brighenti, 29, esulta dopo il gol che decide la gara LAPRESSE RIPOSA: FOGGIA
1-2 con Perrulli dietro le punte ALLENATORE Rastelli 6,5
Brighenti e Castrovilli lasciate 37’ e si è visto graziato al 35’ da scorso Breda arrivò a Cremona
libere di svariare. Il gol è arri- LIVORNO (3-5-1-1) Zima 6,5;
un colpo di testa a porta vuota appena subentrato sulla pan- RECUPERO
IL MIGLIORE Di Gennaro 5,5, Bogdan 5,5, DOMENICA 18 NOVEMBRE ORE 15
vato da uno dei 12 tiri dalla Gasbarro 6; Maicon 5 (dall’11’ s.t. (ma a lato) di Di Gennaro. La china del Perugia e l’arbitro era SPEZIA-BENEVENTO
bandierina che hanno battuto i Pedrelli 6), Agazzi 6 (dal 30’ s.t. Cremonese ha avuto tre occa- lo stesso di ieri. Allora finì 3-3
grigiorossi, segno di indiscussa Raicevic 6,5), Bruno 6 (dal 29’ s.t. sioni per raddoppiare, due vol- con la Cremonese in rimonta. 13a GIORNATA
superiorità. Valiani 6,5), Rocca 6, Fazzi 5,5; te Zima ha salvato su tiri di Pic- «Stessa situazione — sorride
Diamanti 6; Murilo 5,5 VENERDÌ 23 NOVEMBRE
colo e in un’altra occasione Breda — Purtroppo è diverso il VERONA-PALERMO ORE 21
PANCHINA Romboli, Dainelli,
METAMORFOSI Anche Breda Iapichino, Kozak, Maiorino,
Carretta si è al- risultato, l’unica SABATO 24 NOVEMBRE
ha cambiato il suo Livorno, con Gonnelli, Gemmi, Parisi, Albertazzi lungato troppo cosa che conta». LIVORNO-CITTADELLA ORE 15
Diamanti a sostegno di Murilo ALLENATORE Breda 6 la palla solo lan- LA PARTITA Adesso entrambi PADOVA-CARPI ORE 15
VENEZIA-BRESCIA ORE 15
unica punta e con un centro- ciato a rete. Quattro interventi gli allenatori BENEVENTO-PERUGIA ORE 18
campo rafforzato a cinque. La ARBITRO Di Martino di Teramo 6 grazie alla sosta
BILANCI «Par- del portiere Ravaglia hanno due setti-
DOMENICA 25 NOVEMBRE
7 squadra toscana ha però sof-
ferto il gioco della Cremonese
ASSISTENTI Fiore 5,5-Pagnotta 6
ESPULSI nessuno tiamo da buone e un errore di Di mane di tempo
PESCARA-ASCOLI
SPEZIA-FOGGIA
ORE 15
ORE 15
AMMONITI Rocca (L), Bruno (L),
● BRIGHENTI per tutto il primo tempo, la- Gasbarro (L) ed Emmers (C) per basi — ha detto Gennaro: i lombardi per conoscere LECCE-CREMONESE ORE 21
LUNEDÌ 26 NOVEMBRE
ATTACCANTE CREMONESE sciando inoperoso il portiere gioco scorretto Rastelli a fine battono i toscani meglio i giocato- CROTONE-COSENZA ORE 21
Il capitano non segnava dal 15 Ravaglia, sostituto dell’infor- NOTE paganti 2.238, incasso di gara — anche se in casa dopo 59 anni ri e trovare nuo- RIPOSA: SALERNITANA
settembre, terza giornata di tunato (stagione finita) Radu- 6.379 euro; abbonati 4.141, quota nella ripresa so- ve soluzioni tat-
campionato (rete del raddoppio novic. Nella ripresa però la mu- di 38.179 euro. Tiri in porta 4-3. no subentrate tiche. La Cremo-
Tiri fuori 3-4. In fuorigioco 2-3.
MARCATORI
in casa contro lo Spezia). Così la sica è cambiata e il Livorno ha stanchezza e preoccupazione». nese sarà di scena a Lecce, il Li- 7 RETI: Donnarumma (Brescia, 2),
Angoli 12-2. Recuperi: p.t. 1’; s.t. 4’
girata di sinistro al minuto 31 del preso coraggio e spazio in cam- «Non posso essere contento — vorno torna in casa con il Mancuso (Pescara, 1)
primo tempo è stata per po, lasciando alla Cremonese ha replicato Breda — nono- Cittadella. Con la speranza che 6 RETI: Coda (Benevento, 3), Palombi
(Lecce)
l’attaccante una autentica solo azioni di contropiede. Ra- stante qualche buona giocata e anche le acque agitate del Tir- 5 RETI: Tutino (Cosenza), Mancosu (Lecce,
liberazione. Per lui e per tutta la vaglia ha salvato su Raicevic al una ripresa tutta di cuore». reno tornino a calmarsi. 1), Nestorovski (Palermo, 1), Vido (Perugia,
tifoseria della Cremonese. 31’, Diamanti al 34’, Valiani al Una curiosità: anche l’anno © RIPRODUZIONE RISERVATA 3), Bocalon (Salernitana)

DA 0-2 A 2-2 DECIDE BOCALON

Carpi, folle rimonta Lo Spezia gioca,


do Piscopo a indicare il di- bello da vedere. Nel primo
schetto. tempo ci sono due punizioni di
Bartolomei che esaltano le

Benevento amaro Colantuono vince


LA REAZIONE In quel momen- qualità di Micai. Proprio il cen-
to il Carpi, a secco di vittorie trocampista, però, perde la te-
casalinghe da 229 giorni, ha sta poco prima dell’intervallo:

Bucchi meno saldo Salernitana terza


avuto il merito di crederci. Ca- non gradisce il giallo (giusto)
stori, privo di Mokulu, ha ridi- per un fallo su Mazzarani ed il
segnato i suoi nel 3-4-1-2 inse- successivo ironico applauso al-
rendo prima l’ariete Vano e l’arbitro gli costa il rosso diret-
poi Machach, protagonista to. Nel secondo tempo l’infe-
CARPI 2 Davide Setti con un paio di giocate da fu- SALERNITANA 1 Roberto Guerriero riorità numerica non frena lo
CARPI (MODENA) nambolo. Da una di queste SALERNO Spezia. Marino conferma il tri-
BENEVENTO 2 sulla sinistra (con elastico a li- SPEZIA 0 dente offensivo e solo un salva-

C I
arpi-Benevento è un berarsi di Gyamfi) è nata la l minimo sforzo ed una taggio di Mantovani (su Bida-
PRIMO TEMPO 0-0 PRIMO TEMPO 1-0
MARCATORI Letizia (B) al 9’,
film vietato ai deboli di palla crossata da Pasciuti e MARCATORE Bocalon al 15’ p.t.
prestazione non esaltante oui entrato poco prima) e la
Coda (B) su rigore al 25’, Concas cuore che si gira tutto prolungata da Billong, su cui valgono alla Salernitana la traversa colpita su punizione
(C) al 41’, Vano (C) al 48’ s.t. nel secondo tempo, come un ha fatto irruzione Concas sul SALERNITANA (3-5-2) Micai quinta vittoria e la conferma da Galabinov fermano i liguri.
cortometraggio. Il Benevento secondo palo per l’1-2 a 4’ dal- 6,5; Mantovani 7, Migliorini 6,5, tra le grandi della B. Compli- E la Salernitana? Si rintana
CARPI (4-4-1-1) Colombi 7;
Pachonik 5, Sabbione 5, Poli 6,5,
si era illuso di aver già fatto la fine. Il Benevento, che si era Gigliotti 6; Casasola 6, Castiglia menti allo Spezia che torna a spesso nella propria metà cam-
scorrere i titoli di coda dopo divorato il 3-0 due volte con 6 (dal 30’ s.t. Palumbo 6), Di casa senza punti ma con la con- po e nonostante le occasioni di
Buongiorno 6 (dal 27’ s.t. Tacchio 6, Mazzarani 6 (dal 38’
Machach 7); Jelenic 6, Mbaye 6 25’ della ripresa, quando Coda Buonaiuto, ha iniziato ad ave- sapevolezza di aver giocato Djuric (12” dopo il suo ingres-
s.t. A. Anderson s.v.), Vitale 6;
(dal 32’ s.t. Di Noia 6), Pasciuti 6,5, dal dischetto aveva freddato re paura e Vano, primo gol in Bocalon 6,5, Jallow 5,5 (dal 10’
meglio dell’avversario, soprat- so) e Mazzarani soffre fino alla
Piscitella 5,5 (dal 14’ s.t. Vano 7); Colombi per il 2-0, che sareb- B, al 93’ l’ha punito dopo un s.t. Djuric 6) PANCHINA tutto nella ripresa quando si ri- fine prima di tirare un sospiro
Concas 6,5; Arrighini 6 be valso un balzo a -3 dalla dai-e-vai da manuale con Arri- trova in inferiorità numerica di sollievo. «Anche le partite
Vannucchi, Lazzari, Pucino,
PANCHINA Serraiocco, Suagher,
Frascatore, Pezzi, Ligi, Romairone,
vetta. Poco prima era stato Ga- ghini. Con 2 vittorie nelle ulti- D. Anderson, Vuletich, Bellomo, per l’espulsione di Bartolomei. vinte così hanno un valore. La
Saric, Barnofsky, Wilmots ALL. etano Letizia, l’ex più atteso e me 6 gare la panchina di Buc- Orlando ALL. Colantuono 6 «Avrei preferito giocare male e serie A? Con me Lazio e Saler-
Castori 6,5 applaudito (192 gare, 7 gol e 5 chi non è più così salda: il re- fare punti. L’arbitro? Ci ha pe- nitana insieme non potranno
SPEZIA (4-3-3) Lamanna 5,5;
stagioni col salto dalla C alla A cupero di domenica con lo nalizzato», il commento di Ma- starci», dirà poi il patron Loti-
BENEVENTO (3-5-2) Montipò 7; De Col 6 (dal 27’ s.t. Vignali 6),
con gli emiliani), a firmare Spezia diventa già decisivo. Terzi 6, Capradossi 6,5, Augello rino al termine della partita. to.
Volta 5,5, Billong 5, Costa s.v.
(dall’8’ p.t. Di Chiara 6, 1’ s.t.
con una carambola stile flip- © RIPRODUZIONE RISERVATA 6,5; Crimi 6 (32’ s.t. Maggiore Sofferta la prestazione dei © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sparandeo 5,5); Gyamfi 6,5, Tello per su respinta di Colombi il s.v.), Ricci 6, Bartolomei 4,5; campani con tante assenze
6, Viola 5,5, Bandinelli 5, Letizia vantaggio dei sanniti. Il 2-0 Okereke 6,5, Galabinov 6,5, compresa quella dell’ultim’ora
6,5; Asencio 6,5 (dal 28’ s.t. era già lì una punizione trop- Pierini 5,5 (dal 12’ s.t. Bidaoui di Schiavi, causa influenza. A
IL MIGLIORE 6,5) PANCHINA Manfredini,
IL MIGLIORE
Buonaiuto 5,5), Coda 7 po severa per il Carpi, vicino al decidere la gara è il quinto gol
PANCHINA Puggioni, Gori, Antei, Barone, Crivello, Gianni, Mora,
vantaggio due volte con Arri- Gudjohsen, Bastoni, Bachini,
di Bocalon. L’azione che vale la
Insigne, Goddard, Nocerino, Ricci, ghini (sempre decisivo Monti- vittoria è la perfetta sintesi del
Volpicelli, Filogamo ALL. Bucchi 6 De Francesco ALL. Marino 6,5
pò in uscita) in un primo tem- lavoro di squadra: Mantovani
ARBITRO Piscopo di Imperia 5,5 po che la squadra di Bucchi ARBITRO Dionisi di L’Aquila 6 sradica il pallone dai piedi di
ASS. Lombardi 6-Opromolla 5,5 aveva condotto col possesso ASSIST. Pagliardini 5-Sechi 6 Pierini a metà campo e confe-
AMMONITI Asencio (B), Billong palla e un paio di fiammate ESPULSI Bartolomei (Sp) al 45’ ziona un cross preciso per Bo-
(B) e Arrighini (C) c.n.r.; Sabbione (Coda due volte e Viola) disin- p.t. per proteste calon bravo, spalle alle porte,
(C), Gyamfi (B), Vano (C), Tello (B), AMMONITI Bartolomei (Sp) e
Machach (C) e Sparandeo (B) g.s.
nescate dai guizzi di Colombi. Bocalon (Sa) per gioco scorretto prima ad attendere l’inseri-
NOTE paganti 1.027, incasso 8.865 Il 2-0 sembrava una mazzata NOTE paganti 4.658, inc. n.c.; mento di Mazzarani, che tira di
euro, abb. 903, quota 6.585 euro.
Tiri in porta 6-6. Tiri fuori 3-6.
letale, anche per come era ar-
rivato: Sabbione, senza pres-
7 abbonati 4.085, quota n.c. Tiri in
porta 3-5 (con una traversa).
precisione, e poi a sfruttare la
corta respinta di La Manna.
7
In fuorigioco 6-0. Angoli 6-6. sione in area, aveva controlla- ● VANO Tiri fuori 3-3. In fuorigioco 2-1. ● MANTOVANI
Recuperi: p.t. 2’, s.t. 6’ to col braccio largo, inducen- ATTACCANTE CARPI Angoli 4-10. Rec.: p.t. 2’, s.t. 5’ IN DIECI Il 4-3-3 dello Spezia è DIFENSORE SALERNITANA
Serie B R 12a giornata DOMENICA 11 NOVEMBRE 2018 LA GAZZETTA SPORTIVA 35

IlPadovarovina
dell’Ascoli che si sono scontrati
fra loro». L’episodio ha condi- COSENZA BATTUTO 3-2
zionato la gara dell’Ascoli che,

Il Lecce è infinito
innervosendosi oltremodo, ha
difettato di personalità, arma

lafestadell’Ascoli:
importante nelle precedenti

Braglia ora rischia


vittorie con Verona e Beneven-
to. «Da quel momento abbia-
mo perso attenzione, ma la
sconfitta è immeritata», repli-

120anniconunk.o.
ca Vivarini. Di fatto il pareggio
di testa di Bonazzoli, al cospet- Valter Leone COSENZA 2
to di un Perucchini molto in- COSENZA
certo a difendere la propria LECCE 3

I
area, ha dato vela alla squadra l Lecce sbanca il Marul-
PRIMO TEMPO 0-2
ospite più incisiva sugli esterni la e si prende il quarto

1Foscarini parte bene grazie a Perisan paratutto


MARCATORI Venuti (L) al 7’,
con Broh e Mazzocco pronti a posto. Crolla il Cosen- Palombi (L) al 13’ p.t.; Tutino (C) al
guadagnare metri e tenere bas- za, alla prima sconfitta (sul 22’ e al 35’, Falco (L) al 37’ s.t.

Vivarini protesta con l’arbitro: «Sconfitta ingiusta»


si gli avversari, quasi mai pron- campo) casalinga ma con
ti a salire per la sovrapposizio- una sola vittoria in 12 parti- COSENZA (3-4-1-2) Saracco 5;
ne. te si fa dura mantenere la Pascali 5, Dermaku 5,5, Legittimo
6; Corsi 5,5, Bruccini 5,5, Mungo 6,
Serie B, tanto che la posizio- D’Orazio 5 (dal 1’ s.t. Baez 6,5);
LA PARTITA GIRA La ripresa è ne di Piero Braglia in queste Garritano 5,5 (25’ st Baclet 5,5); Di
ASCOLI 2 Peppe Ercoli stata scoppiettante. A cavallo ore è pericolante e per la so- Piazza 5 (1’ st Maniero 6), Tutino 7
ASCOLI PICENO del quarto d’ora la cosiddetta stituzione si parla di Anto- PANCHINA Cerofolini, Perina,
PADOVA 3 dura legge del gol ha fatto gira- nio Calabro (in pole), men- Salines, Bearzotti, Varone, Verna,

L’
Ascoli festeggia i 120 an- re la partita a favore del Pado- tre la società coltiverebbe Palmiero, Perez ALL. Braglia 5,5
PRIMO TEMPO 1-1
MARCATORI Ngombo (A) al 20’,
ni di storia ma il Padova, va. Pescato solo soletto in area, anche l’intrigante idea Bor-
LECCE (4-3-1-2) Vigorito 6,5;
Bonazzoli (P) al 26’ p.t.; Capello (P) invece che presentarsi Beretta ha messo clamorosa- tolo Mutti. Fiamozzi 6, Lucioni 5,5, Marino 5,5,
al 15’, Mazzocco (P) al 34’, Brosco con un regalo, si porta a casa mente alto di interno destro; Venuti 6,5; Tabanelli 7, Arrigo- ni 6,
(A) al 37’ s.t. tre punti che valgono oro dopa sul rovesciamento di fronte è LA PARTITA Partenza mici- Petriccione 6,5 (dal 18’ s.t.
la tribolata settimana che ha stato invece letale il colpo di te- diale dei pugliesi: al 7’ un si- Armellino 6); Mancosu 5,5 (25’ s.t.
ASCOLI (4-3-1-2) Perucchini 4,5; visto il cambio in panchina fra sta di Capello, tuffatosi sul nistro al volo di Venuti (as- Cosenza 6); La Mantia 6,5 (6’ s.t.
Laverone 5, Brosco 6, Valentini Falco 6,5), Palombi 6,5 PANCHINA
5,5, D’Elia 5; Addae 5,5 (dal 25’ s.t.
Bisoli e Foscarini. Il 3-2 finale cross tagliente di Broh. Perisan sist La Mantia) sblocca la
Bleve, Milli, Di Matteo, Scavone,
Cavion 6), Troiano 6 (dal 1’ s.t. punisce eccessivamente l’Asco- ha poi dato sfoggio delle sue partita. Il bis di Palombi, Lepore, Haye, Tsonev, Torromino,
Casarini 6), Frattesi 6,5; Ninkovic li che ha avuto la sfortuna di doti opponendosi a Laverone, diagonale sul secondo palo, Dubickas ALL. Liverani 6,5
6,5; Beretta 5 (dal 21’ s.t. imbattersi in un pomeriggio da ma soprattutto mandando ad apre le porte al terzo succes-
Ardemagni 5,5), Ngombo 6 supereroe del giovanissimo impattare la traversa un calcio so fuori casa. E quando lo ARBITRO Sacchi di Macerata 6
PANCHINA Lanni, Bacci, Scevola, portiere Perisan, autore di in- di punizione che Ninkovic al stesso attaccante, al sesto ASS. Mastrodonato 6-Chiocchi 6
De Santis, Ganz, Padella, terventi di grande rilievo. Ma 27’ ha indirizzato verso l’incro- centro stagionale, sfiora il AMMONITI Arrigoni (L) c.n.r.;
Quaranta, Parlati, Kupisz Corsi (C) proteste; Mancosu (L),
ALLENATORE Vivarini 5,5 gli uomini di Vivarini devono cio dei pali. Al 31’ ha fermato in terzo gol (diagonale largo) Pascali (C) e Dermaku (C) g.s.
fare anche mea culpa per il uscita il rientrante Ardemagni. per i calabresi si fa dura. Pa- NOTE paganti 5.080, inc. 58.026
PADOVA (4-3-1-2) Perisan 7,5; crollo psicologico avuto quan- Dalla parte opposta invece an- scali, di testa da angolo, euro; abb. 1.530, quota di 10.922
Cappelletti 6, Capelli 6, Trevisan 6, do al 26’ del primo tempo Bo- cora un’incertezza di Perucchi- chiama Vigorito alla parata. euro. Tiri in porta 7 (con un palo)-
Contessa 6; Broh 7, Pinzi 6 (dal 12’ nazzoli ha pareggiato la rete Carlo Mazzone, 81 anni, con ni ha dato il via libera al terzo Le scelte di Braglia, difesa a 4. Tiri fuori 4-4. In fuorigioco 2-1.
s.t. Della Rocca 6), Mazzocco 6,5 che Ngombo aveva segnato al Massimo Pulcinelli, 54 LAPRESSE gol patavino firmato da Maz- tre e Maniero in panchina Angoli 9-5. Recuperi: p.t. 0’, s.t. 4’
(42’ s.t. Belingheri s.v.); Minesso
5,5 (dal 26’ s.t. Clemenza 5,5); 15’ appoggiando in rete di piat- zocco. Perisan ha parato anco- con Di Piazza dall’inizio,
Capello 7, Bonazzoli 7 to sinistro. L’attaccante del Pa- ra su Frattesi prima di capitola- non convincono. Liverani
PANCHINA Favaro, Marcandella, dova ha segnato mentre a terra IL MIGLIORE re per la seconda volta su un presenta Arrigoni al posto IL MIGLIORE
Merelli, Serena, Ceccaroni, Cisco, c’erano Addae e Laverone e colpo di testa di Brosco (37’). di Scavone e vista la doppia
Guidone, Zambataro, Chinellato questo ai bianconeri non è pia- Ma il Padova non ha poi fatica- squalifica di Calderoni e
ALLENATORE Foscarini 7 ciuto e nel proseguo del tempo to a mantenere il vantaggio. Meccariello, gioca Lucioni
ARBITRO Ros di Pordenone 6 hanno sprecato più energie a dopo lo stop dai tempi del
ASSIST. Luciano 6-Margani 6 battibeccare con l’arbitro Ros CARLETTO E GLI ALTRI Alla fe- Benevento. Braglia nell’in-
AMMONITI Brosco (A), Broh (P), che a riprendere in mano una sta per i 120 anni, c’erano tanti tervallo dà slancio: si passa
Ardemagni (A), Capelli (P) e partita che sembrava in loro ex bianconeri fra i quali Carlet- al 4-2-3-1 con Baez due vol-
Laverone (A) per gioco scorretto; pugno. Foscarini spegne le po- to Mazzone, letteralmente te protagonista per gli assist
Ninkovic (A) per proteste lemiche. «Talvolta capita, ma osannato dai tifosi. Con lui, fra a Tutino che di testa e di de-
NOTE paganti 4.845, incasso di
non spetta a chi gioca inter- gli altri, Giordano, Moro, Lo- stro fa pari. Ma la gioia dura
7,5 7
43.381,70 euro; abbonati 3.571,
quota di 23.971,68 euro. rompere la partita, ce lo ripeto- rieri, Scorsa. L’Ascoli è sceso in poco: Maniero perde palla,
Tiri in porta 9 (con una traversa)- no continuamente; deve farlo campo con una maglia comme- Falco vola verso l’area, tun-
5. Tiri fuori 2-3. In fuorigioco 1-2. l’arbitro che ha visto e valutato ● PERISAN morativa in stile retrò. nel a Pascali e beffa finale. ● TABANELLI
Angoli 5-4. Recuperi: p.t. 2’, s.t. 5’ bene l’azione, coi due giocatori PORTIERE PADOVA © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA CENTROCAMPISTA LECCE

LE PARTITE DI OGGI

Brescia, Palermo e un derby: domenica di fuoco


1La sfida contro il Verona è la più classica della B, quella contro il Pescara vale la vetta. E Litteri scalda Cittadella-Venezia
che non vede esultare la squa-
Nicola Binda dra di Venturato dalla terza BRESCIA (4-3-1-2) CITTADELLA (4-3-1-2) PALERMO (4-4-2)
giornata: sono seguiti una

E
dopo un sabato così emo- sconfitta e due pareggi. E poi
VERONA (4-3-3) VENEZIA (4-3-3) PESCARA (4-3-3)
zionante, arriva una do- c’è il grande ex Gianluca Litteri, ORE 15 ARBITRO Ghersini di Genova ORE 15 ARBITRO Piccinini di Forlì ORE 21 ARBITRO Marinelli di Tivoli
menica che non può esse- che torna al Tombolato dove sa- PREZZI 8-54 euro TV Dazn PREZZI 14-50 euro TV Dazn PREZZI 9-150 euro TV Dazn
re banale. La giornata si chiude rà accolto dagli applausi dei 1 1 1
con tre sfide diverse tra di loro suoi ex tifosi. ALFONSO PALEARI BRIGNOLI
ma tutte di particolare interes- 2 15 18 3 24 15 18 3 2 6 5 19
se. Che potrebbero dire qualco- PRIMO POSTO Ma il clou è ov- SABELLI CISTANA ROMAGNOLI MATEJU GHIRINGHELLI FRARE DRUDI BENEDETTI BELLUSCI STRUNA RAJKOVIC ALEESAMI
sa di importante in zona A. viamente quello di Palermo, 25 4 6 8 4 23
BISOLI TONALI NDOJ SETTEMBRINI IORI BRANCA 20 8 32 10
dove arriva il Pescara deciso a FALLETTI JAJALO HAAS TRAJKOVSKI
32 30
SEMPRE RIVALI La sfida più difendere il primo posto: gli ba- TREMOLADA SCHENETTI
classica della B è quella tra Bre- sterà un pareggio. Una serata 30 29
9 11 7 19
NESTOROVSKI PUSCAS
scia e Verona. Pensate: le due che si sarebbe meritata una DONNARUMMA TORREGROSSA SCAPPINI FINOTTO
squadre in questo campionato cornice da Serie A, ma l’ostilità 20 11 9 20 29 23 26 7 19
— a partire dal 1932-33 — si dei tifosi del Palermo nei con- LARIBI PAZZINI RAGUSA DI MARIANO LITTERI FALZERANO ANTONUCCI MANCUSO MARRAS
sono già affrontate 66 volte e il fronti di Zamparini ne terrà a 14 27 4 18 7 8 10 16 8
bilancio vede i lombardi in van- casa parecchi. Peccato. Perché COLOMBATTO DAWIDOWICZ HENDERSON SEGRE BENTIVOGLIO SUCIU MACHIN BRUGMAN MEMUSHAJ
taggio di una vittoria (20 a 19). di fronte ci sono due squadre 26 6 13 3
15 33 6 2
C’è il lago di Garda a legare le che in questo primo quarto del BALKOVEC EMPEREUR MARRONE CARACCIOLO GAROFALO DOMIZZI MODOLO BRUSCAGIN
3 2 5 14
DEL GROSSO CAMPAGNARO GRAVILLON BALZANO
due province e c’è una fortissi- campionato hanno fatto vedere
1 12 1
ma rivalità a dividere le tifose- Giuseppe Pillon, 62 anni, allena un bel calcio e meritano la pro- SILVESTRI VICARIO FIORILLO
rie. L’attesa è grande, il Brescia il Pescara leader della B LAPRESSE mozione. Il 4-3-3 di Pillon è
BRESCIA CITTADELLA PALERMO
sembra stare meglio (8 gare consolidato, Stellone lunedì PANCHINA 12 Bastianello, 5 Gastaldello, PANCHINA 22 Maniero, 13 Camigliano, PANCHINA 22 Pomini, 12 Avogadri,
utili di fila dopo il salto di quali- IL DERBY Certo, il Veneto rega- era allo stadio a vedere la parti- 19 Lancini, 29 Semprini, 8 Martinelli, 10 Malcore, 28 Bussaglia, 21 Proia, 14 Salvi, 31 Pirrello, 24 Szyminski, 9 Moreo,
tà con Corini) e punta all’ag- la derby ben più sentiti, ma ta con il Lecce e sembra che ab- 14 Dall’Oglio, 7 Spalek, 23 Morosini 9 Strizzolo, 28 Cancellotti, 17 Panico, 27 Mazzotta, 4 Accardi, 21 Fiordilino,
ALLENATORE Corini 11 Siega, 20 Pasa, 26 Rizzo, 6 Scaglia 35 Murawski, 18 Chochev, 11 Embalo
gancio. Il Verona fuori casa non questo Cittadella-Venezia (pur bia capito che per superarlo SQUALIFICATI nessuno ALLENATORE Venturato ALLENATORE Stellone
vince dalla quarta giornata (a essendo solo il quinto in Serie serva un 4-4-2 con due esterni DIFFIDATI Ndoj SQUALIFICATI nessuno SQUALIFICATI Rispoli
Crotone) e nelle successive tre B) ha qualità interessanti per d’attacco, cercando di evitare INDISPONIBILI Andrenacci, Curcio, DIFFIDATI Ghiringhelli, Siega DIFFIDATI Jajalo
Miracoli, Ferrari INDISPONIBILI Adorni, Bizzotto INDISPONIBILI Alastra, Lo Faso,
gare lontano dal Bentegodi ha essere cerchiato di rosso. Intan- di prestare il fianco alle mici- Ingegneri
raccolto un solo punto. Ma in to bisogna valutare il processo diali ripartenze di Mancuso e VERONA VENEZIA
generale la squadra di Grosso di crescita della squadra di Zen- compagni. La chiave è tutta lì. PANCHINA 22 Tozzo, 32 Chiesa, 3 Eguelfi, PANCHINA 1 Facchin, 22 Lezzerini, PESCARA
17 Crescenzi, 8 Gustafson, 21 Zaccagni, 4 Andelkovic, 5 Coppolaro, 25 Cernuto, PANCHINA 12 Kastrati, 23 Perrotta,
non ha ancora davvero convin- ga, che dopo il cambio di alle- Chi troverà quella giusta sarà al 23 Calvano, 7 Matos, 10 Di Carmine, 16 Lee, 27 Zampano, 11 St Clair, 14 Pinato, 6 Scognamiglio, 31 Ciofani, 15 Elizalde,
to: i troppi cambi di formazione natore ha un rendimento da comando, chi non ce la farà do- 19 Cisse, 28 Tupta 21 Schiavone, 17 Marsura, 28 Citro, 25 Crecco, 20 Palazzi, 28 Melegoni,
non sembrano aver dato molte playoff, con 8 punti in 4 partite vrà guardarsi alle spalle. Per- ALLENATORE Grosso 32 Vrioni 29 Del Sole, 9 Monachello
SQUALIFICATI Almici ALLENATORE Zenga ALLENATORE Pillon
certezze, per questo un altro (tra l’altro per niente semplici). ché appena sotto c’è una Saler- DIFFIDATI nessuno SQUALIFICATI nessuno SQUALIFICATI nessuno
passo falso potrebbe mettere Verifica più probante non pote- nitana che comincia a mettere INDISPONIBILI Bianchetti DIFFIDATI Domizzi, Modolo DIFFIDATI nessuno
ufficialmente in discussione la va che arrivare a Cittadella, in paura. INDISPONIBILI Geijo, Zennaro INDISPONIBILI Kanoutè, Capone, Cocco,
Fornasier, Scalera
posizione del tecnico ex Bari. uno stadio sempre difficile ma © RIPRODUZIONE RISERVATA