Vous êtes sur la page 1sur 3

L UNEDI 18 OTTOBRE 2010 La Cronaca dello Sport

23
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

9ª GIORNATA CREMONESE-SPEZIA 2-2

Paoloni battuto osserva la palla insaccata alle sue spalle. I due punti persi contro lo Spezia pesano sulla coscienza del portiere grigiorosso (foto Rastelli)

Cremo, frittata in zona Cesarini


Avanti di due reti all’88’, i grigiorossi subiscono la rimonta ligure
Incredibile finale di Paoloni: regala il pareggio e poi si fa espellere
C
osì non va. Alla Cremonese ti di reattività, a tempo ormai scadu- gio è un altro pugno di sabbia getta- lo; meglio sorretto, invece, dal mo- meritarsi fino in mondo il vantaggio
sono bastati tre minuti di to è caduto vittima delle sue pulsio- to negli occhi di una grande che non mento in cui è stato chiesto a Vito- arrivato al 41’: corner corto di Niz-
blackout e un pretesto qual- ni, affidando ai bianconeri il pallone decolla. Il doppio impegno casalingo francesco di gravitare attorno alla zetto per Vito, traversone in piena
siasi per cancellare un’ora e mezza di del 2-2. con avversarie di rango inferiore ha sua orbita d’azione. Il campo allen- area di rigore, sponda di Stefani per
buoni propositi. In quel fazzoletto di Accade tutto in pochi istanti. Pao- regalato solo briciole ai grigiorossi: il tato dalla pioggia battente e la strut- Bianchi sul secondo palo, colpo di
secondi, fra il 43’ e il 46’ del secon- loni, con le spalle rivolte alla propria salto di qualità è rimandato e il mo- tura di avversari che hanno messo tacco alla Madjer e pallone alle spal-
do tempo, i grigiorossi sono riusciti porta e i piedi paralleli alla linea di rale zoppica come i tanti, troppi sul piatto della bilancia diversi chilo- le di Aprea. Ferito, lo Spezia ha at-
a farsi infilare due volte da uno Spe- fondo, la tira alla lunga lasciando in- infortunati che frequentano via Per- grammi di muscoli in più rispetto ai taccato a testa bassa, ma con scarsi
zia prima ridotto a comparsa e poi custodita la palla a terra nel tentati- sico. Baroni ha chiesto ai suoi di ri- nostri hanno condizionato la partita. esiti, per tutta la ripresa, tanto che
inspiegabilmente rianimato al punto vo di rubare il solito paio di secondi porre il fioretto nello spogliatoio per In avvio si è pattinato molto e co- Paoloni prima del cortocircuito leta-
tale da compromettere la fuga co- all’incedere del tempo. Quando si badare alla sostanza. Il recupero di struito poco. le si è messo in mostra solo per re-
struita con le reti di Bianchi e Sam- decide ad allungare i guantoni sulla Rossi ha permesso al tecnico di ri- Aprea e Paoloni se la sono cavata spingere l’incursione, pericolosa, di
bugaro. sfera, ecco che da dietro lo investe presentare Stefani e Gervasoni al a buon prezzo sul cross di Vitofran- Colombo. E’ stata invece la Cremo,
Ai liguri non è parso vero di poter come un ciclone Colombo; l’attac- centro della difesa, con Bianchi cesco sporcato da Bianchi e sul lan- prima del quarto d’ora, a colpire an-
così coronare una rimonta ai confini cante allunga la propria gamba fra esterno destro. Ruolo che l’ex bian- cio in profondità di Enow per Lazza- cora, sempre sfruttando un’azione
della realtà. Pedrelli e Cesarini – at- quelle del portiere, gli toglie il pos- conero assolve con puntiglio, ma ro. I liguri di Pane hanno tentato d’angolo. A portare acqua al mulino
taccante tascabile specializzato in gol sesso molto probabilmente carican- non cancella una considerazione di qualche combinazione in più, sfrut- grigiorosso, Sambugaro, che in mi-
all’ultimo assalto come il celebre Re- dolo, aggira l’ostacolo e serve il libe- fondo: a nostro avviso se schierato tando la verve di Casoli, comunque schia è riuscito a bucare Aprea. Ba-
nato -, sono i sicari che hanno sgon- rissimo Cesarini che da due passi ci nel cuore della retroguardia con ben arginato da Rossi, e l’abilità nel roni attorno al 2-0 ha cucito un 4-5-
fiato le ruote al carro grigiorosso fa fessi. Un gol di contrabbando. Al- Gervasoni garantirebbe alla Cremo gioco a tutto campo di Colombo. Le 1 di panno ruvido ma all’apparenza
sotto lo striscione del traguardo. Ma la Peirò o giù di lì. Paoloni, pochi se- una coppia di implacabili di livello manovre sono però costantemente robusto. Pane ha cercato di dare la
se l’operazione deragliamento è an- condi più tardi, ha pure peggiorato assoluto per la categoria. A centro- andate a sbattere contro il muro scossa ad una squadra scorata e scol-
data a buon fine è solo perché gli le cose, garrotando l’arbitro in modo campo si è rivisto Pradolin: prima eretto da Fietta e compagni. La Cre- lacciata inserendo il fischiatissimo
ospiti hanno potuto contare sull’ap- incomprensibile fino a meritarsi il nei panni, a lui un po’ troppo stretti monese poco ha saputo offrire in Ferrarese e l’effervescente Chianese.
poggio di un complice. Paoloni è il cartellino rosso. Il quinto in nove in verità, di interno, poi esterno di chiave offensiva: fatta la tara riman- Proprio Ferrarese ha guadagnato la
basista che ha consegnato le chiavi partite per la Cremo; un record ne- un improvvisato ma dinamico 4-2-3- gono un tiro dal limite di Sambuga- punizione che ha rivoltato l’incontro
di casa allo Spezia. Il portiere specia- gativo che apre le porte alla discus- 1. ro scoccato all’apice di un ribalta- come un calzino, dando la stura alla
lizzato in parate miracolose stavolta sione sulla fragilità nervosa di una Il peso dell’attacco è caduto quasi mento di fronte orchestrato lungo rasoiata vincente di Pedrelli. Certo,
si è lasciato andare alla leggerezza squadra perennemente in movimen- per intero sulle spalle di Musetti, po- l’asse Musetti-Vitofrancesco e una senza la complicità di Paoloni sareb-
che ha spianato la strada agli ospiti. to sul filo del rasoio. Attorno a que- co assecondato nella prima mezzora spaccata di Nizzetto non andata be andata comunque diversamente.
Il numero uno, che sulla conclusione st’altra vittoria spezzata c’è poco da da compagni che non hanno saputo buon fine nel tentativo di correggere Invece è stata tutta un’altra storia.
di Pedrelli aveva già dimostrato limi- costruire castelli di rabbia. Il pareg- scegliere tempi e modi per innescar- una punizione di Bianchi. Poco per Paolo Loda
La Cronaca dello Sport L UNEDI 18 OTTOBRE 2010

24
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

LA CRONACA

Cremo letale sui calci piazzati


Poche le occasioni costruite con il gioco. Due reti da corner
PRIMO TEMPO SECONDO TEMPO
2’ Spunto di Vitofrance- 7’ Percussione centrale di
sco sulla corsia di destra. Il Colombo che entra in area,
cross sul secondo palo trova vince un contrasto, poi arriva
Bianchi, ma sulla sponda del al tiro, disturbato da Stefani.
difensore è pronto all'uscita Bravo Paoloni a chiudere in
Aprea uscita a valanga e a respinge-
3’ Sul ribaltamento di re con le gambe
fronte Enow lancia lungo per 20’ Occasionissima per
Lazzaro che sorprende sullo il raddoppio grigiorosso. Vi-
scatto la linea difensiva gri- tofrancesco scatta sul limite
giorossa. Pronto Paoloni a (forse oltre) del fuorigioco e
chiudere lo specchio in uscita mette al centro per Sambu-
30’ Cross dalla sinistra garo anticipato da un prodi-
di Pedrelli. La parabola spor- gioso recupero di Enow
cata da Nizzetto schizza sul 20’ Rete solo posticipa-
prato bagnato e attraversa ta: sugli sviluppi del corner la
pericolosamente l'area gri- sfera arriva proprio a Sambu-
giorossa. Leggermente in ri- garo che di sinistro gira di
tardo Lazzaro che non riesce prima intenzione verso la
a concludere a rete porta battendo Aprea sul pri-
34’ Bella azione di ri- mo palo: 2-0
messa della Cremo. Musetti 43’ Ferrarese guadagna
mette in moto Vitofrancesco. una punizione dal limite. La
L'esterno si accentra e ap- battuta di Colombo viene ri-
poggia al limite per Sambu- battuta dalla barriera ma tor-
garo che controlla e va alla Qui sopra il gol di Bianchi. A centro pagina le inutili proteste dei grigiorossi dopo il rosso a Paoloni
na sui piedi di Pedrelli che di
battuta. Il suo destro termina prima intenzione scaglia un
a lato non di molto sinistro rasoterra preciso all'angolin: 2-1
40’ Punizione di Bianchi. La barriera devia e per poco Nizzetto in 46’ Paoloni ritarda troppo la presa e subisce la carica di Colombo.
scivolata non riesce a toccare la palla a pochi passi dalla porta L'arbitro non fischia il fallo e l'attaccante può servire il liberissimo Cesari-
42’ Corner corto di Nizzetto per Vitofrancesco. Sul traversone al ni che a porta sguarnita segna il clamoroso pareggio: 2-2
centro dell'area svetta Stefani, ma la deviazione decisiva è quella di Alber- 49’ Ancora Paoloni protagonista negativo. Nel rinvio viene contrasta-
to Bianchi che nell'area piccola risolve con il tacco. E' il gol dell'ex (e Al- to da Chianese e protestando strattona l'arbitro guadagnando l'espulsione
berto non esulta): 1-0 diretta. Senza più cambi tra i pali va Musetti

Baroni parla di 2 punti “regalati”: “Fino a quel momento un’ottima prova”

“Certe cose non si commentano”


“La punizione del 2-1 non c’era. Il resto non l’ho visto, è stato un incidente”
Commenta fin dove può, mister
Baroni. Il resto dice di non averlo vi-
sto. Ma forse solo perché non vorreb- LA GARA IN TV
be averlo visto. Quei tre minuti da in-
cubo in cui ha perso due punti e por-
Stasera la differita
tiere. “Questi sono due punti
regalati”, commenta sommesso a fine
alle 21 su Studio1
gara. Commenta Pirri
E pensare che per 90’ quello che
aveva visto gli era piaciuto: “Dispiace La gara disputata ieri tra
per come è finita perché avevamo fat- Cremonese e Spezia sarà
to un’ottima partita contro un avver- trasmessa in differita questa
sario non facile”. Un inizio accorto, sera alle 21 sull’emittente te-
poi il gol che ha rotto il ghiaccio e levisiva Studio1 con la tele-
nella ripresa con il raddoppio era cronaca di Mauro Maffezzoni
sembrato tutto facile: “Siamo partiti e il commento tecnico di
con un atteggiamento tattico che co- Alessio Pirri.
noscevamo bene - spiega le sue scelte L’emittente ufficiale grigioros-
Baroni - per capire bene come si sa- sa è visibile sul digitale terre-
rebbero disposti loro. Poi, come pre- stre sui canali 14, 38, 40,
visto, abbiamo cambiato qualcosa e 55, 57, 91 e 93 (a seconda
abbiamo trovato la quadratura”. Dal delle zone, i canali potrebbe-
4-3-3 al 4-2-3-1: “Spostando Vito- Una manata sul collo: così l’arbitro spiega l’espulsione del portiere grigiorosso ro subire alcune variazionidel
francesco alle spalle di Musetti siamo vostro telecomando)
riusciti a impallare la loro mediana e
a coprire sui movimenti di Colombo. un infortunio. Addirittura io non l’ho
Ferdinando ha fatto un grande lavoro visto perché mi sono voltato dall’altra IL TECNICO DEGLI AVVERSARI
accorciando a ripartendo con forza”. parte aspettando il rinvio. Sono cose
Anche se le due reti sono arrivate da
calci piazzati. Una risorsa in più?
“Nel calcio gli episodi contano mol-
che possono capitare e non ci si può
lavorare. E’ anche inutile parlarne
con Paoloni. certo, se però si scopre
Pane applaude i suoi:
to. Noi lavoriamo molto sulle palle
inattive perché sappiamo che a volte
le partite si possono risolvere così. Su
che c’era un fallo allora il giudizio
cambia”. Il suo portiere però ha an-
che pensato bene di farsi cacciare:
“Premiata la reazione”
un campo così pesante, poi, non era “Mi dicono abbia colpito l’arbitro ri- Il tecnico avversario Alessandro Soddisfatto della prestazione
facile giocare. Purtroppo - osserva il lanciando il pallone, ma sinceramen- Pane rimanda di un'altra setti- dei suoi, mister Pane non vuole
mister - in alcune occasioni non ab- te non ho visto la dinamica. Non so mana la prima vittoria in questo soffermarsi sulle decisioni arbitra-
biamo sfruttato le ripartenze per im- dire”. Quanto peserà questo sciagu- campionato sulla panchina dello li che hanno movimentato le ulti-
precisione nell’ultimo passaggio”. rato finale sul morale della squadra? Spezia, ma può dirsi comunque me battute del match. "In ogni
Prima del patatrac. Che cosa è suc- “Nello spogliatoio - riferisce il mister soddisfatto per il punto raggiunto gara ci sono situazioni discutibili.
cesso nel finale? “Iniziamo dicendo - i ragazzi erano tutti distrutti. Sanno in extremis contro la Cremonese. Non possiamo però restare ogni
che il 2-1 è nato da una punizione di aver fatto bene tutto quello che "Nonostante il terreno di gioco volta a parlare di questo, quando
che non c’era. Ferrarese si è buttato e avevamo in mente di fare. Dopo il 2 a molto scivoloso siamo stati pro- andrebbe sottolineato invece che i
noi si siamo ritrovato un gol contro e 0 non c’era nessun presupposto per- positivi, cercando di creare occa- ragazzi hanno avuto una reazione
un’ammonizione”. ché subissimo due reti. Ho anche sioni da gol con delle trame orga- bellissima e sono stati premiati.
“Però anche sul gol di Sambuga- messo Bacher per evitare che nella nizzate. Poi senza commettere Andare sotto di due reti in casa
ro...”, azzarda un collega ospite. difesa Sambugaro prendesse un giallo grossi errori, sono arrivati i due della Cremonese avrebbe potuto
“Beh, se a qualcuno sembra che oggi da squalifica. Loro non tiravano mai gol su calcio piazzato della Cre- abbattere anche un toro, e invece
lo Spezia abbia meritato il pareggio è verso la porta. Poi c’è stata questa monese, ma noi non ci siamo ar- noi abbiamo continuato a provar-
libero di pensarlo”, risponde stizzito punizione, un rimpallo e il gol di Pe- resi e fino al 90' abbiamo creduto ci fino alla fine".
Baroni. Che continua: “Il secondo drelli. E alla fine un incidente...”. nella rimonta". m.z.
gol, poi non è commentabile. E’ stato Filippo Gilardi
L UNEDI 18 OTTOBRE 2010 La Cronaca dello Sport
25
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

CREMONESE SPEZIA

2 2
4-3-3 4-2-3-1
1 PAOLONI 1 APREA

2 A. BIANCHI 2 ENOW
5 GERVASONI 5 BUSCAROLI
6 STEFANI 6 COMAZZI
3 ROSSI 3 PEDRELLI

4 PADOIN
8 SAMBUGARO
8 LOLLO
(39’ ST 14 BACHER)
4 FIETTA
11 CASOLI
(47’ ST 18 CODA)
(32’ ST 16 CHIANESE)
11 PRADOLIN 10 COLOMBO
(35’ ST 15 TACCHINARDI) 7 BOLDRINI
(32’ ST 17 FERRARESE)
10 NIZZETTO
9 MUSETTI 9 LAZZARO
7 VITOFRANCESCO (15’ ST 18 CESARINI)

ALL.: BARONI ALL.: PANE

ARBITRO
GAVILLUCCI DI LATINA. ASSISTENTI: POLES E DE FRANCO

RETI
42’ PT A. BIANCHI 43’ ST PEDRELLI
20’ ST SAMBUGARO 46’ ST CESARINI

AMMONITI
PRADOLIN PEDRELLI
ROSSI LOLLO
COLOMBO

ANGOLI
12 2

NOTE
SPETTATORI 2708 (abbonati 1504). Incasso pari a 15,708 euro
RECUPERO: 0’ PT, 7’ ST

LE INTERVISTE
Volti scuri nello spogliatoio
Sambugaro: 5’ di follia collettiva. Stefani: non abbattiamoci
"Era già fatta". Mirko Stefani non riesce (ieri, ndr) ci sono stati anche degli aspetti po- l'attribuzione del raddoppio, certamente non
ancora a capacitarsi di ciò che è accaduto ne- sitivi". Come ad esempio il fatto di aver ritro- ce ne sono sul vantaggio iniziale firmato di
gli ultimi concitati minuti allo Zini. Una vitto- vato concretezza in zona gol: due tiri in porta tacco dal capitano bomber Bianchi. "Ho fatto
ria prima assaporata dolcemente e poi sfumata e altrettante reti. "E' vero abbiamo sfruttato al il solito movimento per andare su una possibi-
nel modo più crudele sui titoli di coda. "Avete meglio le palle inattive - riconosce Sambuga- le respinta del portiere e poi grazie anche al
visto tutti - riprende il centrale grigiorosso - ro - segno che il lavoro svolto in settimane ha campo che ha fatto schizzare il pallone mi so-
dovevamo gestire meglio il risultato contro portato frutti. Tutto sommato la nostra è stata no trovato la sfera sui piedi. Il mio gol è però
una squadra che veniva da un momento diffi- una buona gara, certo ci dispiace per il finale e l'ultima cosa di cui voglio parlare - prosegue
cile. Siamo passati in vantaggio dopo un pri- per quegli episodi che difficilmente le altre av- Alberto - talmente è grande il rammarico per
mo tempo in sofferenza e nella ripresa stava- versarie ci regaleranno durante la stagione. Si il finale". Da capitano come puoi giustificare
mo portando a casa la vittoria. Sono 2 punti può dire che sono stati 5' di follia collettiva". Il certi comportamenti dei tuoi compagni? "Dico
persi e lo sappiamo, ma non dobbiamo abbat- centrocampista grigiorosso svela con sincerità che Paoloni è il più forte portiere della catego-
terci". Intanto però la Salernitana prova una anche un piccolo retroscena sul suo secondo ria e nessuno può criticare l'errore sul gol del
piccola fuga e il Verona in un paio di settima- centro stagionale. "Prima ho sfiorato il pallone pareggio perché può capitare a tutti. Dopo
ne ha colmato il gap. "Per puntare in alto ser- con la punta, poi però c'è stata la deviazione però ha sbagliato nella reazione e questo non
ve commettere meno errori possibili - conclu- decisiva del difensore". deve più succedere".
de Stefani -, ma non dimentichiamo che oggi Se può dunque esserci qualche dubbio sul- Matteo Zanibelli

LE PAGELLE Bianchi si conferma bomber. Vito ovunque IL MISTER


IL MIGLIORE
PAOLONI 3,5: Commette l’incredi-
bile leggerezza che porta al 2-2 poi
perde il lume della ragione e si fa
FIETTA 6: Il Rambo del centro-
campo succhia con voracità palloni
ai bianconeri. Incessante il suo la-
Marco
Baroni
6
Carlo
Gervasoni 6,5 cacciare. Mezzo punto in più per la
parata su Colombo

A. BIANCHI 6,5: Segna di tacco


voro di raccordo
(CODA sv)

PRADOLIN 6: Comincia da inter-


Questa Cremo-
nese camaleon-
tica capace di
cambiare pelle a
come Madjer e Bettega. L’insolito no, poi passa all’ala dove si trova seconda delle
bomber grigiorosso si fa apprezza- decisamente meglio. Ombre e luci caratteristiche
re anche per il sodo lavoro sugli per Prado degli avversari
esterni liguri (TACCHINARDI sv) stava per porta-
re a termine la missione. Poi
Paoloni ha deciso che il finale
STEFANI 6: Poco appariscente VITOFRANCESCO 6,5: Terzino, dell’incontro andava riscritto
ma estremamente concreto. Serve interno di centrocampo, ala tattica,
a Bianchi il pallone del vantaggio, perfino trequartista. Dove lo metti
chiude in scivolata su un’incursione lui gioca. Talvolta la lucidità ne ri-
di Colombo. Positivo sente non certo il dinamismo SPEZIA
Aprea 6, Enow 6, Buscaroli 6,
Comazzi 6, Pedrelli 6,5, Pa-
ROSSI 6: Il suo rientro è convin- MUSETTI 6: Nella prima mezzora doin 5, Lollo 5,5, Casoli 6
cente. Prende immediatamente le è costretto a convivere con la soli- (Chianese sv), Colombo 6,5,
Sbriga le faccende complicate misure a Casoli e si propone in fa- tudine. Poi Baroni gli affianca Vito- Boldrini 5,5 (Ferrarese sv),
con lo stesso sguardo truce se di attacco. Paga in brillantezza francesco e allora entra in partita. Lazzaro 5,5 (Cesarini 6,5).
dello sceriffo di Nottingham. quando lo attacca Chianese Comunque non combina molto All.: Pane 6.
Chiude gli spazi agli attaccanti
dello Spezio e alimenta la ma- ARBITRO
novra grigiorossa anche con il SAMBUGARO 6,5: Prova da me- NIZZETTO 6: Le condizioni del
diano vecchio stampo tutto sostan- campo non lo aiutano. L’esterno si Gavillucci 5 Paoloni la combina
gioco corto. Impotente davanti
za e niente fronzoli. Si toglie lo sfi- dà da fare e risulta prezioso so- grossa, ciò non significa che sul
a quei tre minuti di follia finali
vissuti dal suo portiere zio del gol dell’illusione prattutto nel garantire equilibrio al- portiere Colombo non avesse
commesso fallo. Impreciso
(BACHER sv:) la squadra