Vous êtes sur la page 1sur 3

34 Serie B R 17a giornata LUNEDÌ 24 DICEMBRE 2018 LA GAZZETTA DELLO SPORT

Lamanna-Brignoli tiranni LE PAGELLE di NI. BIN.

Lo Spezia frena il Palermo SPEZIA 7,5 PALERMO 7


1Portieri protagonisti nel pari spettacolare tra Marino e Stellone IL MIGLIORE IL MIGLIORE
Capradossi al primo gol in carriera. Nestorovski, infortunio rebus ELIO
CAPRADOSSI
STEFANO
MOREO

7,5 7,5
1 2 Il primo gol in carriera è la ciliegina Grande prestazione: immarcabile
SPEZIA 1 su una prestazione maiuscola, nella di testa, velocissimo, piedi di velluto,
quale ha fatto veder ben pochi palloni lotta fino all’ultimo e gli manca
PALERMO 1 a uno come Puscas. solo il gol.
PRIMO TEMPO 1-1
MARCATORI Falletti (P) al 25’, LAMANNA 7,5 Sempre sicuro, sia in BRIGNOLI 7,5 Una doppia parata nel
Capradossi (S) al 35’ p.t. uscita sia tra i pali. primo tempo è la coccarda per una
DE COL 7 Spinge molto bene e limita prestazione maiuscola.
SPEZIA (4-3-3) Lamanna; De Col, le giocate di Trajkovski. SALVI 6,5 Preferito a Rispoli, fatica
Capradossi, Giani, Augello; GIANI 6 Un po’ di fatica contro a contenere Pierini ma vince il duello.
Bartolomei, Ricci, Mora; Vignali, Moreo ma se la cava col mestiere. (Rispoli s.v.)
Gyasi (dal 42’ s.t. Gudjohnsen), AUGELLO 7 Sempre meglio, con BELLUSCI 7 Fa un volo pazzesco
Pierini (dal 37’ s.t. Bastoni). scorribande sulla sinistra e tanti rotolando in panchina: si riprende
PANCHINA Manfredini, Barone, assist. come un leone e completa una gara
Crivello, Mastinu, De Francesco, BARTOLOMEI 7 Ottima prestazione, eccellente, resistendo ai fischi.
Figoli, Acampora, Bachini. soprattutto nel primo tempo, sia RAJKOVIC 6,5 Con le buone e le
ALLENATORE Marino. 3 come quantità sia come qualità. cattive mette la museruola Gyasi.
RICCI 5,5 Troppi errori in fase di ALEESAMI 6,5 Gode di molto spazio
PALERMO (4-4-2) Brignoli; Salvi costruzione, non argina Jajalo. Meno quando sale, viene poco servito e
(dal 32’ s.t. Rispoli), Bellusci, male che ai lati aveva due gladiatori. quando può crossare lo fa benino.
Rajkovic, Aleesami; Falletti, MORA 7 Gioca mille palloni e sfiora FALLETTI 7,5 Fiammate illuminanti,
Murawski (dal 21’ s.t. Chochev), anche la rete. giocate raffinate e un gol di classe.
Jajalo, Trajkovski; Moreo, Puscas VIGNALI 6 È la novità di Marino, che MURAWSKI 6,5 Tanta sostanza fino
(dal 39’ s.t. Embalo). lo inventa attaccante ottenendo a quando esce spompato.
PANCHINA Avogadri, Pomini, discrete risposte, pur non entrando CHOCHEV 6 Entra per alzare il tasso
Accardi, Ingegneri, Fiordilino, mai in area. tecnico ma incide poco.
Szyminski, Pirrello, Haas, GYASI 6,5 Che fatica contro JAJALO 7,5 Vince il duello tra registi
Cannavò. l’armadio Rajkovic, comunque si con Ricci: copertura, impostazione e
ALLENATORE Stellone. divora un gol e lotta come un leone. conclusioni a rete, non gli manca nulla.
(Gudjohnsen s.v.) TRAJKOVSKI 5,5 Trova poco spazio
ARBITRO Ros di Pordenone. PIERINI 6,5 Qualche accelerata con De Col e non riesce a proporre
ESPULSI nessuno. importante ma estemporanea: deve giocate di rilievo.
AMMONITI Murawski (P), incidere di più. (Bastoni s.v.) PUSCAS 5,5 Lavora tanto lontano
Aleesami (P), Salvi (P), Bellusci (P), ALL. MARINO 7 La sua squadra dalla porta, ma da lui ci si aspetta i tiri
Gyasi (S) e De Col (S) per gioco cresce sempre di più e con in porta. (Embalo s.v.)
scorretto. l’organizzazione sopperisce le assenze ALL. STELLONE 7 Mette in campo
NOTE paganti 1.890, incasso di in attacco: gli applausi del Picco sono tutta la classe che ha, ma dai suoi
17.800 euro; abbonati 3.719, quota un giusto tributo. dovrebbe pretendere più concretezza.
non comunicata. Tiri in porta 5-5.
Tiri fuori 3-2. In fuorigioco 1-2.
Angoli 5-7. Recuperi: p.t. 0’, s.t. 4’.
GLI ARBITRI di N.BIN.
ROS Un rigore richiesto dal Palermo (ma non c’era), qualche leggera
● 1 Il gol di Cesar Falletti, 26 anni, che ha portato in vantaggio il Palermo: per lui è il 2° gol stagionale 6,5 indecisione ma nel complesso una gara ben gestita con una direzione
● 2-3 Elio Capradossi, 22, riporta in parità lo Spezia e festeggia il primo centro in carriera GETTY-LAPRESSE all’altezza del bel match. CHIOCCHI 6,5 - MARCHI 6

Marino è un tecnico raffinato e gnoli s’è dovuto superare per minuto 25, azione da manuale
Nicola Binda
INVIATO A LA SPEZIA
il suo lavoro paga. Senza il tri­
dente titolare (o quasi) compo­
sto da Bidaoui, Galabinov e
respingere prima il tiro ravvici­
nato di Gyasi e poi con un colpo
di reni la successiva ribattuta di
tra Puscas, Moreo e Falletti in­
filatosi in un varco centrale e
capace, una volta giunto da­
CLASSIFICA

U
n bellissimo albero di Okereke, lo Spezia ha comun­ Mora. Nel secondo tempo me­ vanti al portiere, di superarlo
Natale, con addobbi que fatto seguire alla perfetta no occasioni, ma sempre tante con un vellutato colpo sotto.
SQUADRE PT PARTITE RETI
PROSSIMO TURNO
G V N P F S
bianchi e rosa, è il simbo­ organizzazione di gioco anche insidie per un Palermo che pe­ Una rete che ha interrotto a 18ª GIORNATA
PALERMO 31 16 8 7 1 27 13 MERCOLEDÌ 26 DICEMBRE
lo di una partita molto diver­ sostanza in zona gol. Non po­ rò ha garantito più filtro e ha 252’ l’imbattibilità del Picco e
LECCE 29 17 8 5 4 29 22 CARPI-LIVORNO ORE 15
tente che, pur essendo finita tendo contare su giganti in retto benissimo. Pareggio è sta­ che il Palermo non è riuscito a BRESCIA-CREMONESE ORE 15
BRESCIA 28 16 7 7 2 31 21
pari, ha lasciato tutti soddisfat­ area, il gioco si è sviluppato to: il quarto per lo Spezia, che difendere. Una volta raggiunto GIOVEDÌ 27 DICEMBRE
CITTADELLA 26 16 6 8 2 20 12 PESCARA-VENEZIA ORE 19
ti, anche se con una discreta palla a terra, in velocità, con in­ ne fa pochi ma che ha apprez­ ha ripreso ad attaccare, non CROTONE-SPEZIA ORE 21
VERONA 26 16 7 5 4 23 17
dose di recriminazioni. Avreb­ serimenti puntuali e tanti brivi­ zato molto questo. con offensive di massa ma ra­ VERONA-CITTADELLA ORE 21
PESCARA 26 16 7 5 4 24 21
be potuto vincere il Palermo, di per Brignoli, che però è stato gionate e molto minacciose: se COSENZA-SALERNITANA ORE 21
BENEVENTO 25 16 7 4 5 25 20 PADOVA-BENEVENTO ORE 21
andato in vantaggio e pronto a super. In particolare su Gyasi LA SERIE DI STELLONE La con­ questo Palermo ha un limite, è PALERMO-ASCOLI ORE 21
PERUGIA 23 16 6 5 5 22 22
mostrare tutto il suo tasso tec­ all’11’: gran palla di Bartolo­ solazione per Roberto Stellone che è stato poco concreto. L’as­ PERUGIA-FOGGIA ORE 21
SALERNITANA 23 16 6 5 5 19 20
nico eccelso, ma i tre punti sa­ mei, assist di testa di De Col per è che resta imbattuto e in 11 senza di Nestorovski (infortu­ RIPOSA: LECCE
SPEZIA 22 16 6 4 6 21 19
rebbero potuti andare anche a il centravanti che però è stato partite alla guida del Palermo nio... diplomatico) un po’ s’è
ASCOLI 21 16 5 6 5 17 17
uno Spezia gagliardo, capace anestetizzato dal portiere. E ha infilato 23 punti. Certo, con­ sentita. Ma non c’è contropro­ MARCATORI
VENEZIA 20 16 5 5 6 16 17
di sopperire alle pesanti assen­ poi ancora altri tentativi, da tro le squadre che non si chiu­ va, e comunque Moreo ha of­ 14 RETI: Donnarumma (Brescia, 2)
CREMONESE 19 16 4 7 5 14 15 9 RETI: Mancuso (Pescara, 1)
ze (soprattutto in attacco) e fuori e da dentro l’area. Uno so­ dono e che lo attaccano la ca­ ferto un’altra prova da grande. 8 RETI: Coda (Benevento, 4)
COSENZA 18 17 4 6 7 14 23
pronto a rispondere colpo su lo andato a segno, al 35’, a pa­ polista si esprime meglio e da­ Molto bene il centrocampo, 6 RETI: La Mantia, Palombi (Lecce), Nestorovski
CARPI 16 16 4 4 8 16 26 (Palermo, 1), Verre, Vido (Perugia, 3)
colpo alla capolista. Nessuno reggiare il gol del Palermo: vanti esalta il palleggio di Mo­ con i due mediani a fare la 5 RETI: Torregrossa (Brescia), Finotto
CROTONE 13 16 3 4 9 15 23
ha vinto? Diamo il merito ai quello dello Spezia è stato di reo e Falletti, ispirati da un guerra alla pari contro i tre di (Cittadella), Tutino (Cosenza), Mancosu (Lecce,
FOGGIA (-8) 12 16 5 5 6 24 26 1), Diamanti (Livorno, 2), Bonazzoli (Padova, 2),
due portieri, entrambi di livello Capradossi, al primo centro in sontuoso Jajalo. Il gol del van­ casa. E sicura la difesa. Insom­
LIVORNO 11 16 2 5 9 12 23 Bocalon (Salernitana), Okereke (Spezia), Di
superiore (come già dice la loro carriera, pronto a deviare dal taggio — preceduto e seguito ma, se il pareggio col Livorno Mariano (Venezia)
PADOVA 11 16 2 5 9 17 29
carriera). limite dell’area piccola una bot­ da occasioni in serie sventate era stato mal digerito, questo è 4 RETI: Ardemagni (Ascoli, 1), Morosini
(Brescia), Schenetti, Strizzolo (Cittadella), Kragl
ta di Bartolomei. Non solo, per­ da Lamanna — è stato un ma­ andato giù molto meglio. SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI (Foggia), Falco (Lecce), Trajkovski (Palermo),
LA MANO DI MARINO Pasquale ché prima dell’intervallo Bri­ nifesto della qualità rosanero: © RIPRODUZIONE RISERVATA Pazzini (Verona, 2)

IL DOPPIO DEBUTTO

Gregucci beffa Padalino. Salernitana su, Foggia gelato


1Un gol di Vitale al 92’ regala la vittoria all’erede di Colantuono. I pugliesi sbattono sulla diga Micai, restano in dieci e si arrendono
recuperare l’autostima perdu­ ritmi, ha retto in difesa nono­
SALERNITANA 1 0 FOGGIA Roberto Guerriero ta. E la Salernitana non può IL MIGLIORE stante le assenze (compresa
SALERNO che ringraziare Micai, per due quella dell’ultimora di Tonucci
PRIMO TEMPO 0-0 MARCATORI Vitale al 47’ s.t.
decisive parate, e soprattutto fermatosi nel riscaldamento a

A
SALERNITANA (3-4-1-2) Micai 7; FOGGIA (3-5-2) Bizzarri 6,5, Loiacono l ballo dei debuttanti Vitale per il suo spettacolare causa di un virus influenzale)
Schiavi 6 (dal 28’ s.t. Mazzarani 6), 6, Boldor 5,5, Ranieri 6; Cicerelli 5,5 (dal sorride Gregucci, men­ gol nel finale di gara. ma nella ripresa ha fallito con
Migliorini 5,5, Gigliotti 6; Casasola 5,5 26’ s.t. Zambelli 6), Gerbo 5,5, Agnelli tre Padalino (ieri in tri­ Iemmello l’occasione che
(dal 12’ s.t. Pucino 6), Akpa Akpro 5,5, Di 6,5 (dal 39’s.t. Carraro s.v.), Busellato 6, buna per squalifica) deve ri­ PAURA Gregucci ha schierato a avrebbe potuto cambiare la
Tacchio 6, Vitale 7; Castiglia 5,5 (dal 14’ Kragl 5,5; Mazzeo 5,5 (dal 29’ s.t. mandare l’appuntamento con sorpresa la sua squadra con storia della partita. Il suo tiro,
s.t. Rosina 6,5); Bocalon 5,5, Jallow 6 Rubin 6), Iemmello 5
PANCHINA Vannucchi, Lazzari, PANCHINA Sarri, Noppert, Tonucci, la vittoria. La Salernitana è tor­ Castiglia più avanzato alle dall’interno dell’area, è stato
Mantovani, D.Anderson, Djuric, Bellomo, Cavallini, Galano, Arena, Gori nata a vincere dopo tre sconfit­ spalle degli attaccanti con il respinto da Micai, già nel pri­
Palumbo, Orlando, A. Anderson ALL. Di Corcia 6 (Padalino squalificato) te di fila. Crisi risolta? «La vit­ compito di limitare Agnelli per mo tempo decisivo su Kragl.
ALL. Gregucci 6,5 AMMONITI Gerbo
(F), Castiglia (S), Boldor (F), Schiavi (S)
ESPULSO Gerbo al 26’ s.t. per doppia
ammonizione (entrambe per g.s.)
toria è una medicina ma la feb­
bre va curata ancora», ha detto
poi tornare al 3­5­2. La Saler­
nitana ha giocato con la paura
7 Poco dopo il Foggia si è trovato
in inferiorità numerica (dop­
per g.s., Migliorini (S) per c.n.r. AMMONITI Boldor per gioco scorretto Gregucci. La paura di perdere di perdere per poi sfruttare la ● VITALE pio giallo per Gerbo) e quindi,
ha condizionato la prestazione superiorità numerica nel fina­ ESTERNO SALERNITANA nel recupero, ecco il decisivo
ARBITRO Baroni 6 NOTE paganti 5.645, abbonati 4.085, incasso e quota n.c. dei campani, ma i tre punti in le. E il Foggia? Avrebbe merita­ Decisivo con un tiro dalla gol di Vitale.
Tiri in porta 3-4. Tiri fuori 6-7. In fuorigioco 2-1. Angoli 6-3. Recuperi: p.t 1’, s.t. 8’ più in classifica aiuteranno a to il pari. Ha giocato su buoni distanza in pieno recupero © RIPRODUZIONE RISERVATA
Serie B R 17a giornata LUNEDÌ 24 DICEMBRE 2018 LA GAZZETTA DELLO SPORT 35

Liverani top BUCCHI SORRIDE

Oddo schiantato
Lecce da A Punte micidiali,
Il Padova Benevento risale
nell’incubo Il gol di Manuel Scavone, 31 anni, ha aperto l’incontro LAPRESSE
1Tre gol dei campani e vittoria sul velluto
Crotone contestato, la crisi è senza fine
più incisività con Nalini e Ro-

Giuseppe Calvi
veneta. Avanti di due reti, di
Scavone e Armellino, dopo 28 1Giallorossi secondi e brillanti Luca Maio
BENEVENTO
mero, ma l’occasione per l’1-1
capita a Zanellato al 3’: il suo

I veneti scivolano all’ultimo posto:


LECCE minuti, il Lecce si è complicato colpo di testa da due passi ter-

L
la vita nella ripresa, sino al si- a sfida tra due nobili mina incredibilmente fuori. Ma

B
uoni, state buoni: se po- gillo decisivo di Lucioni. Tre decadute in affanno è solo un episodio, perché il Be-
tete... Fabio Liverani non
vuole spalancare la porta
marcatori inediti, che allarga-
no la cooperativa dei goleador
traballa la panchina di Foscarini guarisce il Benevento,
che ritrova gol, vittoria e
nevento riprende in mano il
gioco, Coda non sfrutta un
al sogno del Lecce, che batte a 10 soci. play off, e boccia inesorabil- cross di Improta al 6’, ma si ri-

LE PAGELLE di G.CAL.
3-2 il Padova, alla quarta scon- mente il Crotone, da otto scatta al 13’ trasformando il ri-
fitta consecutiva e ultimo col SPIETATO Già privo di Pettina- partite senza vittorie e con- gore procurato da Insigne (fal-
Livorno (con Foscarini non più ri, Liverani deve rinunciare an- testato dai tifosi. Successo lo di Sampirisi). Il centravanti
solido in panchina), e si riporta che a La Mantia, pure lui bloc- meritato per gli uomini di cancella l’errore dal dischetto
al secondo posto, in splendida cato da un attacco influenzale: Bucchi che con ordine e con- col Verona. Da quel momento i
solitudine (con il Pescara che tocca ai «piccoletti» Falco e Pa- centrazione hanno sfruttato sanniti gestiscono senza affan-
ha riposato, mentre i salentini lombi comporre il tandem of- lo sbando dei calabresi, ni la sterile reazione del Croto-
si fermeranno mercoledì). fensivo. Foscarini cambia as- quartultimi in piena zona ne, che non va oltre un tentati-
«Siamo vicini alla salvezza ma setto tattico, passando al 3-5-2 playout. Un Crotone fragile vo di Budimir sventato da Di
ancora “incompiuti” per un
obiettivo più importante: go-
che spesso si evolve in 5-3-2,
con Salviato e Contessa che ar-
LECCE 6,5 PADOVA 6 e scriteriato dal punto di vi-
sta tattico con una difesa
Chiara e un colpo di testa di Si-
my. Nel finale il Benevento
diamoci un Natale felice», è il retrano. Il Lecce trova subito la IL MIGLIORE IL MIGLIORE troppo alta e lenta per reg- mette la ciliegina sulla torta
dribbling dialettico dell’allena- strada in discesa, al 10’ è già in MARCO FEDERICO gere le ripartenze campane. con un gran gol di Buonaiuto
tore giallorosso, scettico per i vantaggio: da calcio d’angolo, ARMELLINO BONAZZOLI (primo stagionale): tiro dalla
due rigori dubbi assegnati dal- tocco di Petriccione per Falco, RITORNO AL GOL Il Bene- distanza sotto la traversa.
l’arbitro Volpi alla formazione che disegna una traiettoria per- 7 7 vento risolve subito il pro- © RIPRODUZIONE RISERVATA

fetta per l’incornata vincente di blema del gol che mancava


Inventa la sua prima rete in questo A parte il rigore trasformato, da solo
Scavone. I giallorossi sono campionato con un tiro velenoso. fa ballare la difesa giallorossa. Già nel
da tre partite grazie a Insi-
LECCE 3 spietati e al secondo tentativo, Prezioso nel fare filtro, detta subito primo tempo meriterebbe il gol. gne che festeggia il suo ritor- BENEVENTO 3
al 28’, raddoppiano, con un si- le ripartenze. no da titolare freddando
PADOVA 2 nistro preciso di Armellino, che Cordaz al 9’ con un preciso CROTONE 0
sorprende il portiere Merelli. Il diagonale. Il rapido vantag-
PRIMO TEMPO 2-0 VIGORITO 6,5 Battuto su rigore, MERELLI 5,5 Subisce tre reti, però PRIMO TEMPO 1-0
MARCATORI Scavone (L) al 10’,
Padova prova a reagire, Bonaz- compie sul 2-1 un intervento decisivo ha qualche responsabilità solo su
gio gasa i giallorossi che, ap- MARCATORI Insigne al 9’ p.t.;
Armellino (L) al 28’ p.t.; Capello (P) zoli è il più vivace: due sue con- su Capello. quella di Armellino. profittando degli sbanda- Coda su rigore al 13’; Buonaiuto al
su rigore al 24’, Lucioni (L) al 26’, clusioni sono deviate in ango- VENUTI 6 Fa il compitino, con limitate CAPELLI 5,5 Soffre la rapidità di menti del Crotone, si rendo- 36’ s.t.
Bonazzoli (P) su rigore al 47’ s.t. lo, sulla terza manca di poco il avanzate. Palombi e gli va peggio con Falco. no pericolosi a più riprese:
bersaglio. LEPORE 5 Subentra a Venuti e TREVISAN 5,5 Non dà sicurezza al Coda sciupa un contropiede BENEVENTO (3-5-2) Montipò 6;
LECCE (4-3-1-2) Vigorito; Venuti combina il pasticcio sul secondo reparto, è infilato palla al piede. solitario tirando addosso a Volta 6, Antei 6,5, Di Chiara 6,5;
(dal 15’ s.t. Lepore), Lucioni, rigore. CECCARONI 5,5 Sbanda anche lui e Letizia 6,5, Tello 6, Del Pinto 6,5,
Meccariello, Calderoni; Armellino,
SORPRESA T’aspetti che nella LUCIONI 6,5 Fiuto da attaccante, non chiude su Armellino-gol.
Cordaz, alla mezzora Insi- Buonaiuto 7 (dal 41’ s.t. Sanogo
Petriccione, Scavone (dal 37’ s.t. ripresa il Lecce possa dilagare. firma il suo primo gol nel Lecce. Si fa SALVIATO 5,5 Gli sfugge Scavone gne manda alto. In questo s.v.), Improta 6; Coda 6,5 (dal 33’
Bovo); Mancosu (dal 30’ s.t. Haye); In effetti, Palombi, Falco e Sca- valere. nell’azione dell’1-0. oceano giallorosso, gli ospiti s.t. Asencio 6), Insigne 7 (dal 28’
Falco, Palombi. vone hanno l’occasione per re- MECCARIELLO 5 Recidivo. Commette MAZZOCCO 5,5 Perde il duello con non capitalizzano l’unica s.t. Ricci 6) PANCHINA Puggioni,
PANCHINA Bleve, Fiamozzi, alizzare il 3-0. Poi la formazio- un errore in disimpegno e poi un Scavone e non brilla in interdizione. chance: Firenze al 40’ tira al- Gori, Billong, Maggio, Tuia, Costa,
Cosenza, Marino, Arrigoni, Tsonev, ne di Foscarini al 24’ riapre il ingenuo contrasto su Broh (da lì, il PULZETTI 6 Porta più equilibrio ed è to da buona posizione. Gyamfi, Cuccurullo, Volpicelli
Tabanelli, Torromino, Dubickas. rigore). utile nelle ripartenze. ALLENATORE Bucchi 6,5
match, con Capello su rigore,
ALLENATORE Liverani. CALDERONI 6 A sinistra garantisce PINZI 6 Andamento lento, però è il
assegnato dall’arbitro Volpi per spinta e argina Salviato. riferimento del gioco. Detta un CAMBI INUTILI In avvio di CROTONE (4-3-3) Cordaz 5,5;
PADOVA (3-5-2) Merelli; Capelli, un contatto Meccariello-Broh, PETRICCIONE 6 Fa interdizione e bell’assist nel primo tempo. ripresa Oddo prova a dare Faraoni 5,5, Golemic 5,5, Sampirisi
Trevisan, Ceccaroni; Salviato, dopo che il difensore aveva su- imposta. BROH 6,5 A parte il rigore 5, Martella 6; Rohden 5 (dal 1’ s.t.
Mazzocco (dal 28’ s.t. Pulzetti), bito fallo. Il Padova prende co- SCAVONE 6,5 Ha il merito di «guadagnato», grazie al suo Romero s.v., dal 18’ s.t. Simy 5,5),
Pinzi (dal 15’ s.t. Broh), Serena (dal raggio e sfiora il pareggio, con sbloccare il risultato (Bovo s.v.). inserimento il Padova è più vivace. Barberis 5,5, Zanellato 5,5; Firenze
43’ s.t. Marcandella), Contessa; MANCOSU 6 Si sacrifica in marcatura SERENA 6 Patisce Armellino; eppure, IL MIGLIORE 6, Budimir 5,5, Stoian 5 (dal 1’ s.t.
un destro a giro di Capello, sul Nalini 5) PANCHINA Figliuzzi,
Bonazzoli, Capello. e rifinisce. è positivo il suo contributo in
PANCHINA Perisan, Favaro, quale il portiere Vigorito vola HAYE 6 Ha personalità, si libera pure costruzione (Marcandella s.v.). Festa, Cuomo, Molina, Benali,
Zambataro, Vogliacco, Belingheri, per deviare, salvando il risulta- per il tiro. CONTESSA 6 Spinge con continuità, Tripicchio, Nanni, Valietti, Spinelli
Minesso, Clemenza, Cisco, to. I veneti hanno poco tempo FALCO 7 Fa ammattire la difesa arriva pure al tiro e contiene Venuti. ALLENATORE Oddo 5
Chinellato. ALL. Foscarini. per illudersi, perché al 26’ Lu- avversaria. Pennella per Scavine-gol. CAPELLO 6 Non perdona dal
cioni segna il 3-1, con una bella PALOMBI 6 Senza La Mantia, sa fare dischetto e poi fa tremare Vigorito. ARBITRO Giua di Olbia 6,5
ARBITRO Volpi di Arezzo. il terminale offensivo. ALL. FOSCARINI 5,5 Nella quarta ASSISTENTI Capaldo 6,5-
conclusione dopo un tiro-cross Lombardo 6,5
ESPULSI nessuno. ALL. LIVERANI 6,5 Il suo Lecce sconfitta consecutiva, almeno la
AMMONITI Trevisan (P), Scavone di Calderoni. Il Lecce controlla, chiude il 2018 con una prestazione squadra dà segnali di reazione. Ma la AMMONITI Zanellato (C) e
(L) e Lepore (L) per gioco evita rischi, finché, nel recupe- autoritaria, pur macchiata da due difesa si conferma fragile (29 reti, la Montipò (B) per c.n.r.; Stoian (C)
scorretto. ro, Lepore sbaglia un disimpe- ingenuità in difesa. più battuta in B). per proteste; Martella (C) per
NOTE paganti 5.118, incasso di
80.425 euro; abbonati 6.994,
gno a centrocampo e poi è pu-
nito con il rigore, per un dubbio
7 gioco scorretto
NOTE Paganti 2.037, incasso non
quota di 51.518,34 euro. Tiri in
porta 5-6. Tiri fuori 4-5. In
contatto su Bonazzoli, iniziato
peraltro fuori area. E’ lo stesso
GLI ARBITRI di G.CAL. ● INSIGNE
ATTACCANTE BENEVENTO
comunicato; abbonati 8.438,
quota non comunicata. Tiri
fuorigioco 2-1. Angoli 4-4. VOLPI Due rigori molto dubbi. Meccariello subisce fallo da Broh, prima in porta 6-0. Tiri fuori 4-6.
Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’. Bonazzoli a realizzare il 3-2. 5 di arrivare al contatto; sul secondo, ammesso che Lepore ostacoli Segna, sfiora il bis, causa il In fuorigioco 0-2. Angoli 1-3.
© RIPRODUZIONE RISERVATA Bonazzoli, l’azione non sembra in area. RASPOLLINI 6 – MOKHTAR 5 rigore. Standing ovation finale Recuperi: p.t. 1’, s.t.3’

di Vincenzo e Giancarlo
Vincenzo 3477207852 Negozio 031921019 Giancarlo 3391315193
DIPINTI ANTICHI ‘700 - ‘800 - ‘900 MODERNI E CONTEMPORANEI MOBILI ANTICHI MODERNARIATO DESIGN
LAMPADARI ARGENTERIA USATA ANTIQUARIATO ORIENTALE MEDAGLIE MILITARI BRONZI STATUE IN MARMO
CERAMICHE MONETE CARTOLINE

ACQUISTIAMO ANTICHITÀ PAGAMENTO IMMEDIATO


SI ACQUISTANO GROSSE EREDITÀ IN TUTTA ITALIA

Negozio in: via Garibaldi 163, FINO MORNASCO (CO)


WWW.ANTICHITACASTELLO.IT - ANTICHITACASTELLO@GMAIL.COM
Serie B R 17a giornata LUNEDÌ 24 DICEMBRE 2018 LA GAZZETTA DELLO SPORT 37

Tigre Nesta, leone Cittadella: è show


1Quattro gol, tante occasioni, ambizioni da playoff: Perugia a testa alta a casa Venturato. Finisce 2-2
LE PAGELLE di G. LO.

CITTADELLA 7 PERUGIA 7
IL MIGLIORE IL MIGLIORE
ANDREA VALERIO
SETTEMBRINI VERRE

7 7,5
Vince il duello con Dragomir, tiene alti Sempre al centro di tutto, sfianca Iori
i suoi nei momenti di sofferenza, fa con scatti e idee. Sesto gol nelle
partire l’azione sciupata da Schenetti. ultime 7 giornate: una volta faceva
Da sinistra Roberto Venturato e Alessandro Nesta prima della partita; Gabriel, portiere del Perugia, guarda entrare la palla del 2-2 LAPRESSE Quando si lotta non si tira indietro. il regista, ora chi lo rimanda indietro?

perché deve schermare Verre, giunto, Cittadella che non per­ di Branca toccato da Mazzoc­
PALEARI 6,5 Da rivedere il volo sul GABRIEL 7 Innocente sui gol,
Guglielmo Longhi Schenetti dietro le punte, due de mai misure e punti di riferi­ chi. tiro di Verre, deviato con la mano straordinario sulla botta di Strizzolo.
INVIATO A CITTADELLA (PD) mezz’ali pronte all’inserimen­ mento. Dopo l’1­0 nato da una di richiamo. Non bene sul secondo gol. MAZZOCCHI 6,5 Un motorino
to. L’idea di fondo è semplice: pregevole azione di prima Kin­ UNDER 20 In generale, il Peru­ CANCELLOTTI 5,5 Pasticcia sulla inesauribile sulla destra, bravo

R
oberto Venturato non fe­ pressing alto e possesso palla. gsley­Melchiorri e Verre che gia soffre di più: occhio però carambola nata dal cross di Kinsgley. ad alternarsi con Kingsley.
steggia come vorrebbe Il fatto è che il Perugia è abilis­ s’infila tra i due centrali e batte all’età dei centrocampisti, in CAMIGLIANO 6 Provvidenziale la GYOMBER 6,5 Esperienza oltre ai
la sua personale quota simo a ripartire, con le idee di Paleari, arriva la contro rea­ tre non arrivano a 60 anni, lo­ chiusura su Vido nel primo tempo, non centimetri. Limita, e molto, Strizzolo.
bene sull’1-0 di Verre. EL YAMIQ 6,5 Non sarà un esempio
100 (panchine col Cittadella, Verre e la velocità della catena zione: da Benedetti a Schenet­ gico che vadano in affanno ADORNI 5,5 In evidente ritardo sul di stile, ma l’amicone di Benatia
tutte in B), conquista l’ennesi­ di destra, Mazzocchi più King­ ti in area e diagonale di destro. contro gente più esperta. Verre primo gol del Perugia: concorso di non fa toccare palla a Finotto.
mo pareggio, sono 8 oltre a 3 sley, che nel primo tempo Nel secondo tempo, per conti­ a tratti è incontenibile, al 5’ colpa. Quarta di fila dal 1’: ieri male. NGAWA 5 Molle sul pari
vittorie nelle ultime 11 e allun­ manda in difficoltà Benedetti nuare con le analogie di gior­ della ripresa avvia e chiude lui BENEDETTI 6,5 Innesca Schenetti, di Schenetti, un’altra grave incertezza
ga la serie che certifica in mo­ e Branca. A comandare è sem­ nata, ecco i due gol sporchi. il contropiede facendo volare ci prova da fuori, nel secondo tempo dopo quella con lo Spezia.
do evidente le ambizioni di pre l’equilibrio: Perugia due Prima l’autorete di Cancellotti Paleari. Ma non può fare tutto. spinge con più regolarità. KINGSLEY 7 Nigeriano inesauribile:
promozione. Ma deve scon­ volte avanti e due volte rag­ su cross di Kingsley, poi il tiro Il Citta è squadra razionale e PANICO 6,5 Si fa vedere con un tiro, entra in entrambi i gol. Esce per una
va a fare il trequartista per Schenetti. botta. (Kouan s.v.)
trarsi contro una squadra che organizzata, che ha la miglior IORI 6 Ha il compito peggiore: BORDIN 6 Preferito a Bianco:
tatticamente gioca come la difesa della B, ieri traballante, sacrificarsi su Verre. Per questo limita s’incolla a Schenetti e usa spesso
sua, fa un calcio propositivo CITTADELLA 2 2 PERUGIA ma gioca sempre per far male e l’impostazione. le maniere forti.
come la sua, cerca il rischio più senza volerlo sembra adattarsi BRANCA 6,5 Soffre Kingsley all’inizio, DRAGOMIR 5,5 Il Benfica lo tiene
PRIMO TEMPO 1-1 MARCATORI Verre (P) al 27’, Schenetti (C) al 34’ p.t.; aut. poi gli prende le misure. Firma il 2-2. d’occhio, lui non ricambia
che la prudenza come la sua. Il di Cancellotti (C) al 12’, Branca (C) al 32’ s.t.
al livello dell’avversario: fatica
2­2 col Perugia è il giusto epi­ con le squadre meno tecniche SCHENETTI 6,5 Un gol segnato e uno l’attenzione. Nullo nel primo tempo,
mangiato. Chiude da mezz’ala destra. fa qualcosa nel secondo.
logo di una partita spettacola­ CITTADELLA (4-3-1-2) Paleari; PERUGIA (4-3-1-2) Gabriel; (Cremonese e Ascoli), si esalta (Siega s.v.) (Moscati s.v.)
re e combattuta, piena di tut­ Cancellotti, Camigliano, Adorni, Mazzocchi, Gyomber, El Yamik, con le altre. Per questo gli ulti­ FINOTTO 5 Partita un po’ scialba, MELCHIORRI 7 Non al massimo
to: gol belli e gol sporchi, erro­ Benedetti; Settembrini (dal 31’ s.t. Ngawa; Kingsley (dal 39’ s.t. Kouan), mi pareggi sono così diversi. Di combina poco o nulla. delle condizione per il ginocchio, ma
ri, prodezze personali, tanta Panico), Iori, Branca; Schenetti (dal Bordin, Dragomir (dal 30’ s.t. nuovo in svantaggio, Ventura­ MALCORE 6,5 Subito in partita. È fa comunque l’assist dell’1-0 e spinge
43’ s.t. Siega); Finotto (dal 18’ s.t. Moscati); Verre; Vido, Melchiorri anche sfortunato: palo. all’errore Cancellotti.
corsa e diverse giocate non ba­ Malcore), Strizzolo PANCHINA (dal 22’ s.t. Mustacchio)
to dà un’impronta più offensi­
nali. Migliore in campo Verre, va senza rinnegare il modulo: STRIZZOLO 6,5 Lavora per la MUSTACCHIO 5,5 In campo nel
Rosteghin, L. Maniero I, Proia, PANCHINA Leali, Perilli, Bianco, squadra, gran tiro parato da Gabriel. momento di crisi, resta ai margini.
la conferma che il cambio di Ghringhelli, Drudi, Pasa, Bussaglia, Falasco, Cremonesi, Bianchimano, Malcore per Finotto, poi Pani­ ALL. VENTURATO 7 Cambia nel ALL. NESTA 7 Il suo Perugia piace
ruolo deciso da Nesta dopo 4 Della Bernardina, L. Maniero II Sgarbi, Terrani, Bianchimano, Han co per Settembrini, quindi un secondo tempo e viene premiato. Non per personalità e un’idea di gioco
partite, da uomo d’ordine a ALLENATORE Venturato ALLENATORE Nesta attaccante per un centrocam­ perde da tre mesi. ben definita.
creativo, gli ha permesso di fa­ AMMONITI Cancellotti (C), AMMONITI Melchiorri (P) e Verre pista con Schenetti che va a fa­
Settembrini (C), Schenetti (C), (P) per gioco scorretto
re un altro salto di qualità. re la mezz’ala. Sarà una coinci­

SPECCHIO Venturato, come


Benedetti (C), Siega (C) per g.s.
denza, ma un minuto dopo la
seconda mossa prende forma
GLI ARBITRI di G.LO.
ARBITRO Guccini di Albano Laziale NOTE paganti 1.349, incasso 9.097 euro, GUCCINI Usa molto e con criterio i gialli in una partita a tratti nervosa,
Nesta, si specchia nel 4­3­1­2: abbonati 2.703, quota 9.547 euro. Tiri in porta 11 (con 1 palo)-5. Tiri fuori 6-1. il gol di Branca. 6,5 ma comunque non complicata. Dubbi su una manata di Settembrini ai
Iori chiamato agli straordinari In fuorigioco 0-3. Angoli 11-1. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 5’ © RIPRODUZIONE RISERVATA danni di Verre al 26’ del primo tempo. PAGNOTTA 6 -BERCIGLI 6

DECIDE D’ORAZIO

Zenga sgambettato in corsa


Per il Cosenza è un blitz salvezza
1Stop del Venezia VENEZIA 0
Venezia non è mai riuscito a
sfondare sugli esterni, i pallo­
STRETTO Quest’anno, al Pen­
zo, era passato finora solo il
nell’operazione COSENZA 1
ni lunghi sono stati facile pre­
da dei centrali calabresi, men­
Benevento, ma il risultato era
stretto per il Cosenza già al­
rimonta. Braglia PRIMO TEMPO 0-0
tre il Cosenza nelle ripartenze l’intervallo. Zenga ha provato
ha creato non pochi grattaca­ nel finale di frazione a cam­
ha ritrovato i suoi: MARCATORE D’Orazio al 35’ s.t.

vittoria pesante VENEZIA (4-3-3) Vicario 6;


pi alla difesa del Venezia, so­
prattutto nel primo tempo
quando la squadra di Braglia
biare qualcosa, prima inver­
tendo Bentivoglio e Schiavo­
ne, poi sistemando Citro alle
ASCOLI CANTA PER I TERREMOTATI
Zampano 5,5 (dal 38’ s.t. Litteri
s.v.), Modolo 6, Domizzi 6, ha centrato in tre occasioni i spalle di Falzerano e Di Maria­ ASCOLI PICENO (p.e.) «Dedicato alle persone care che non ci
Bruscagin 5,5; Segre 5 (dall’11 s.t. legni di Vicario: la traversa no. Nella ripresa il tecnico del sono più, il cui ricordo riemerge con più forza a Natale». La
Michele Contessa Garofalo 6,5), Schiavone 5,5, con Palmiero e poi due volte Venezia ha deciso di mettersi nuova proprietà dell’Ascoli ha ripreso la tradizione di fare gli
Bentivoglio 5; Falzerano 5,5, Citro
VENEZIA 5,5 (dal 20’ s.t. Vrioni 5,5), Di con Maniero nell’arco di una a specchio, inserendo Garofa­ auguri con un video in cui cantano dirigenti, tecnici e giocatori.
Mariano 5,5 PANCHINA Facchin, manciata di secondi, quando lo per Segre. Quest’anno «Angels» di Robbie Williams, con le immagini di

I
l Cosenza rallenta il volo Andelkovic, Coppolaro, Suciu, St stavano scorrendo i titoli di piazza del Popolo, è dedicata ai terremotati
del Venezia verso i Clair, Pinato, Zennaro, Marsura, coda del primo tempo. JOLLY Tutino era stato uno dei
playoff, Braglia infligge a Cernuto ALLENATORE Zenga 5,5 migliori nella prima ora di
Zenga il primo stop al Penzo e gioco, Braglia l’ha sostituito
COSENZA (3-5-2) Perina 6,5; Idda
vede la sua squadra decollare 6, Dermaku 7, Legittimo 6,5; Corsi IL MIGLIORE con Baez che l’ha premiato SITUAZIONE COMPLICATA
verso lidi tranquilli. Vittoria con la micidiale ripartenza, al
ineccepibile, quella del Co­
senza, ben disegnato in cam­
6,5, Bruccini 6, Palmiero 6,5,
Garritano 6,5 (dal 26’ s.t. Mungo 35’, che ha messo in ginocchio
il Venezia: arancioneroverdi
Rastelli non sveglia la Cremonese
E la proprietà valuta il mercato...
6), D’Orazio 7,5; Maniero 6,5 (dal
po dal suo allenatore, mentre 33’ s.t. Di Piazza 6), Tutino 6,5 (dal scoperti sulla fascia difensiva
il tridente soft presentato da 24’ s.t. Baez 7) PANCHINA sinistra, contropiede di Baez e
Zenga in avvio di match (Fal­ Cerofolini, Saracco, Perez, assist al bacio dalla parte op­ ● Due vittorie in sei partite, D’altronde con un calendario
Tiritiello, Schetino, Varone,
zerano­Citro­Di Mariano) Anastasio, Pascali
posta per l’incursione di due sconfitte consecutive, la così fitto (mercoledì trasferta a
non ha mai creato problemi ALLENATORE Braglia 7 D’Orazio. Il diagonale in corsa più dolorosa delle quali Brescia, domenica in casa con il
all’attenta difesa calabrese, dell’esterno non ha lasciato l’ultima, in casa contro il Perugia), cambiare nuovamente
fatta eccezione per il blitz do­ ARBITRO Dionisi de L’Aquila 6 scampo a Vicario. Zenga ha Carpi. La Cremonese non ha sarebbe complicato. Le
po un minuto e mezzo di Ci­
tro, che ha scheggiato il palo
ASSISTENTI Grossi 6-Di Gioia 6
AMMONITI Domizzi (V), 7,5 potenziato il reparto offensi­
vo, inserendo Litteri dopo
cambiato marcia con
Massimo Rastelli in panchina
valutazioni in corso coinvolgono
tutta l’area tecnica. Il Cavaliere
Schiavone (V), Palmiero (C),
esterno di Perina. Ottimi fra­ ● D’ORAZIO Vrioni, il Cosenza ha atteso, a (1,16 punti di media, con Giovanni Arvedi, patron della
Garritano (C), Idda (C) per g.s.
seggiatori, i giocatori di Bra­ NOTE paganti 1.394, incasso CENTROCAMPISTA COSENZA difesa del vantaggio, pronto Andrea Mandorlini era 1,2) e Cremonese, sta riflettendo su
glia, diretti da Palmiero in 11.639 euro, abbonati 1.748, quota Match-winner e spina nel fianco però a ripartire e rischiando qualche riflessione è logico ciò che è stato fatto e ciò che si
mezzo al campo, con capitan 10.254 euro. Tiri in porta 5 (con 1 della difesa del Venezia però solo sul «siluro» di Garo­ farla. In società però si dovrà fare sul mercato insieme
Corsi e D’Orazio a tamponare palo)-7 (con 1 traversa e 2 pali). con continui sganciamenti. falo, su calcio di punizione, in valuta, più che l’operato del con il direttore sportivo
le possibili folate degli aran­ Tiri fuori 2-6. Fuorigioco 0-1. pieno recupero. nuovo allenatore, la qualità (e Leandro Rinaudo.
cioneroverdi lungo le fasce. Il Angoli 2-1. Recuperi: p.t. 0’; s.t. 4’ © RIPRODUZIONE RISERVATA la distribuzione) della rosa. © RIPRODUZIONE RISERVATA