Vous êtes sur la page 1sur 2

Serie B R Panchina calda MARTEDÌ 12 FEBBRAIO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 31

Grosso ultimatum
bio Grosso, non sono soltanto i
risultati altalenanti, ma anche
il rendimento indecifrabilmen­
te in calo di molti giocatori, ri­
spetto alle potenzialità loro ac­

Cosmi è pronto
creditate (è il caso di Hender­
son, Laribi, Colombatto,
Dawidowicz e Balkovec, tra gli
altri), cosa che ha dato la misu­
ra della piega discendente in

Verona in ritiro
cui è di nuovo scivolato il Vero­
na. La folata di dicembre —
cinque partite, 11 punti, il se­
condo posto riavvicinato — si è
spenta fra il tracollo di Padova
(batosta per 3­0) e i tre smilzi

1Da giovedì tutti a Peschiera, il futuro del tecnico pareggi con Cosenza (dal 2­0
al 2­2 finale), Carpi e Crotone

dipende dalla vittoria con lo Spezia. O tocca a Serse


(entrambe le partite terminate
1­1). Troppo poco per pensare
— al momento — di competere
per la promozione diretta, sen­
za dire che, avanti così, pure la
porta di servizio dei playoff si è
fatta meno ampia. Setti aveva
spedito un diktat già sabato,
nella conferenza stampa a sor­
presa tenuta a Peschiera del
Garda alla vigilia del Crotone:
«C’è fiducia in Grosso, ma è
sotto osservazione», le parole
del presidente. Non solo: «Non
ripeterò gli errori del passato»,
aveva detto il patron dell’Hel­
las.

PRECEDENTI Il presidente non


ha mai fatto mistero di rimpro­
Maurizio Setti, 55 anni, presidente Verona ANSA Serse Cosmi, 60, ultima stagione all’Ascoli ANSA Fabio Grosso, 41, prima stagione sulla panchina del Verona LAPRESSE verarsi di non aver esonerato
prima Andrea Mandorlini, nel
viene cambiato l’uomo al vo­ aver confermato Fabio Grosso già pronto. Serse Cosmi ha l’in­ 2015, mentre un anno fa — in
Matteo Fontana
VERONA
lante. e il suo staff alla guida della
prima squadra in vista della
tesa con il Verona, era pronto
ad assumere l’incarico imme­
IL CLUB CONFERMA Serie A — è andato avanti fino
alla fine con Fabio Pecchia.
SOTTO SCACCO Ovvio che decisiva gara contro lo Spe­ diatamente, ma i vertici del­ GROSSO IN VISTA Non esistono controprove, a

F DELLA DECISIVA
abio Grosso resta, Serse Grosso, a questo punto, si trovi zia». E in quel «decisiva», ag­ l’Hellas hanno preferito dare parte il riscontro dettato dal
Cosmi aspetta sull’uscio. in una condizione di gigante­ gettivo utilizzato non per caso un’altra possibilità a Grosso. campo, con il Verona che non
Il pazzo lunedì dell’Hellas sca instabilità. Lo chiarisce pu­ dalla società per definire il va­ Un ultimatum? Non ci sono GARA CON LO SPEZIA ha raggiunto, nelle stesse cir­
si chiude così, con un allenato­ re il messaggio con cui l’Hellas, lore dell’incrocio in program­ dubbi. costanze, gli obiettivi fissati.
re confermato e uno, di fatto, dopo il summit tra il presidente ma al Picco, si intuisce, senza Setti, però, non ha preso, a
prenotato, con l’accordo già Maurizio Setti e il direttore troppi sforzi d’immaginazione, CRISI Un Verona in crisi: que­ HELLAS VERONA guardar bene, una decisione
raggiunto, in attesa di capire sportivo Tony D’Amico, ha dif­ quanto e come la panchina di sto dice la classifica. Ancor di COMUNICATO DI IERI definitiva, ma ha sospeso il
che cosa farà il Verona domeni­ fuso la notizia della sua perma­ Grosso sia stata presa per i ca­ più, a parlare, sono gli esiti del­ verdetto. A La Spezia sarà un
ca sera (ore 21 il via) a La Spe­ nenza via web: «L’Hellas Vero­ pelli, e tale rimanga. Un tecni­ le partite disputate dai giallo­ dentro o fuori per l’Hellas. E,
zia. L’1­1 con il Crotone ha sca­ na FC, nell’informare che la co sotto scacco, con l’obbligo di blù dopo la sosta di inizio gen­ ancor di più, per il suo timonie­
tenato un fortunale attorno ai squadra anticiperà a giovedì il vincere per non saltare. Non naio. In realtà, a mettere sotto re Grosso.
gialloblù, ma per adesso non ritiro pre partita, comunica di fosse così, il rimpiazzo sarebbe accusa, in senso calcistico, Fa­ © RIPRODUZIONE RISERVATA

IL CASO
SOLUZIONE INTERNA?

Caos Palermo:
«Immigrazione clandestina»
grazione e, successivamente,
quelle sportive, mediante un
tesseramento fittizio in squa­ oggi incontro
dre dilettantistiche, in attesa
degli azionisti
Indagati i vertici dello Spezia
del compimento della maggio­
re età dell’atleta, in vista del
successivo tesseramento nello ● PALERMO (f.v.) Le trattative
Spezia, per ricavare importanti per la cessione vanno avanti
plusvalenze con la loro cessio­ in una corsa contro il tempo.
1Sotto inchiesta ne». Il Palermo ha la scadenza del

L’ORGANIGRAMMA
pagamento degli stipendi
il patron Volpi, GUADAGNI Si contesta, insom­
ma, l’articolo 19 del regola­
entro lunedì prossimo, ma né
la York Capital, il gruppo
interdetti Chisoli mento Fifa. Nel dettaglio, gli americano interessato
investigatori hanno ravvisato all’acquisizione del club, né
(presidente) VicePresidente
che, in occasione della forma­ Carisma, la holding italiana
lizzazione all’ambasciata ita­ che si è fatta avanti,
e Micheli (a.d.) Andrea Corradino
Consiglieri liana in Nigeria dell’invito, per­ sembrano avere fretta. Ecco
ché i calciatori minorenni otte­ allora spuntare una terza
Giancarlo Coari, nessero il visto temporaneo di ipotesi che avrebbe del
Francesco Cuttica,
Marco Magi Pier Luca Delucchi, ingresso, alcuni degli indagati clamoroso dopo il caos
LA SPEZIA Amministratore Delegato Nicola De Mastri, si impegnavano a far tornare i dell’ultima settimana, ovvero
Presidente Onorario Luigi Micheli Arnaldo Faita, giocatori in patria al termine quella interna. A ipotizzarla è

U
no tsunami si abbatte Gabriele Volpi Jacopo Maria Ferri, degli eventi sportivi. «Pur es­ l’a.d. Facile: «È vero, ci sono
Cristiano Ghirlanda,
sullo Spezia che si trova Presidente Stefano Mei, sendo consci fin dall’inizio che i delle cordate interessate ed
da ieri, in un solo attimo, Stefano Chisoli Aldo Sammartano, giovani più promettenti non sa­ entro domani (oggi, ndr)
senza presidente e amministra­ Roberto Zangani rebbero più rientrati». La lente dovremo prendere una
tore delegato. Per Stefano Chi­ Direttore Generale della Squadra Mobile spezzina decisione per il bene del club
soli e Luigi Micheli, la procura Guido Angelozzi si è posata su tredici calciatori — ha detto a Gds.it — Stiamo
della Repubblica ha infatti di­ in particolare, dal 2013: Sadiq lavorando, ma posso dire che
sposto la misura cautelare del­ La Orlean Invest, holding che fa capo a Volpi, investe nel trust olandese Stichting e Nura, una coppia passata per stiamo valutando anche una
Social Sport, che controlla l'accademia calcistica Abuja Football College (Nigeria),
l’interdizione per un anno; Dall’alto l’imprenditore ligure lo Spezia Calcio e la Pro Recco la Primavera arrivando dalla soluzione interna, ovvero di
stesso provvedimento per Gio­ Gabriele Volpi, 75 anni, e Lavagnese, che fruttò quasi 6 poter risolvere il tutto noi
vanni Plotegher, presidente Stefano Chisoli, 56 LAPRESSE L’EGO milioni di euro nella cessione senza cedere la società.
della società dilettantistica alla Roma; il primo gioca nel Parlerò con gli azionisti e
spezzina Valdivara Cinque Ter­ la sospetta violazione della leg­ otball College Abuja, Renzo Perugia (in prestito dai giallo­ vedremo cosa fare. Con le
re. Secondo gli inquirenti, i tre
avrebbero organizzato un «ve­
ge che punisce chi promuove,
dirige, organizza, finanzia o ef­
Gobbo. Nei giorni scorsi erano
già state perquisite le sedi delle
RLa Procura parla rossi), il secondo è fermo per
un problema cardiaco. Ma c’è
cordate interessate al
Palermo dialoghiamo ogni
ro e proprio sistema» finalizza­ fettua il trasporto di stranieri due società calcistiche e i domi­
di «sistema» per anche la stella di Marino, l’at­ giorno, ma come ho detto
to a far giungere e poi perma­ nel territorio nazionale ovvero cili di Chisoli, Micheli e Plote­ portare talenti taccante Okereke, e pure Awua non escludo di poter risolvere
nere in Italia calciatori nigeria­ compia altri atti diretti a procu­ gher nonché — con la collabo­ (in prestito al Rende in C) e Su­ i problemi internamente ed
ni promettenti, selezionati al­ rarne illegalmente l’ingresso o razione delle Squadre Mobili di
dalla Nigeria e leiman (punta della Primave­ evitare ripercussioni».
l’Accademia di Abuja, violando la permanenza in Italia. Fra lo­ Genova, Bologna, Treviso e creare plusvalenze ra). Al Bologna, senza passare
le disposizioni in materia di im­ ro — l’accusa si basa su nume­ Massa Carrara — anche le abi­ dallo Spezia, Okwonkwo; e se
migrazione clandestina. rose intercettazioni ambientali tazioni di altri individui legati a Maigini ha toccato solo la Pri­

INDAGATI Questo l’esito di


e telefoniche — anche il patron
dello Spezia, Gabriele Volpi, il
Spezia e Valdivara, con il se­
questro di documentazione e
RTra i calciatori, mavera, in tre sono andati in
Eccellenza al Valdivara (Iroan­
un’articolata attività di indagi­ manager Gianpiero Fiorani, supporti informatici. «Il reato
nessuno dei quali ya, Ejalonibu e Olonisakin);
ne condotta dalla squadra mo­ l’ex presidente Giovanni Graz­ di immigrazione clandestina indagato, anche poi c’è Rabiu al Modena (Serie
bile della Questura della Spe­ zini, il segretario generale Mar­ contestato — comunicano dal­ D), mentre di altri, elementi
zia e dal Servizio centrale ope­ co Palmieri, il campione di pal­ la Questura — nasce dalla vo­
Sadiq, Okereke dell’Accademia di Abuja che
rativo della Polizia, coordinata lanuoto ed ex consigliere Mau­ lontà dei vertici della dirigenza e Okwonkwo hanno disputato il Viareggio
dalla Procura della Repubblica rizio Felugo, l’ex responsabile della squadra professionistica 2017, Haruna e Anih, si sono
della Spezia, che ha portato a del settore giovanile Claudio spezzina di aggirare, prima la poi perse le tracce calcistiche.
indagare quindici persone per Vinazzani e l’allenatore del Fo­ normativa in materia di immi­ © RIPRODUZIONE RISERVATA L’a.d. Emanuele Facile IPP
Serie B R Posticipo 23a giornata MARTEDÌ 12 FEBBRAIO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 33

VENEZIA 1 LE PAGELLE di N.BIN.


LECCE 1
PRIMO TEMPO 0-0
MARCATORI Citro (V) al 5’,
Palombi (L) al 6’ s.t.

VENEZIA (4-3-3) Vicario;


Bruscagin, Modolo, Fornasier,
Garofalo; Segre, Bentivoglio, VENEZIA 7 LECCE 7
Pinato (dal 28’ s.t. Besea);
Citro (dal 38’ s.t. Schiavone), IL MIGLIORE IL MIGLIORE
Bocalon, Lombardi (dal 20’ CRISTIANO PANAGIOTIS
s.t. Vrioni) LOMBARDI TACHTSIDIS
PANCHINA Facchin, Lezzerini,
Coppolaro, Suciu, St Clair, 7 7
Zennaro, Mazan, Cernuto,
Zampano Prima da titolare, parte attaccante e Fuori categoria, in poco tempo (è
ALLENATORE Zenga dopo mezzora diventa trequartista arrivato a gennaio) ha preso in mano
per arginare Tachtsidis regalando la squadra e la fa girare da maestro.
LECCE (4-3-1-2) Vigorito; comunque diversi spunti interessanti. Esce solo per stanchezza. (Falco s.v.)
Venuti, Lucioni, Meccariello,
Calderoni; Petriccione, Tachtsidis
(dal 37’ s.t. Falco), Haye (dal 15’ s.t. VICARIO 6,5 Una bella parata su VIGORITO 7 Ex di turno, un errato
Tabanelli); Mancosu; La Mantia Mancosu, poi altri interventi efficaci. disimpegno poteva costargli caro, poi
(dal 20’ s.t. Tumminello), Palombi BRUSCAGIN 6,5 Soprattutto nella nel finale si riscatta su Vrioni.
PANCHINA Bleve, Riccardi, ripresa regala discese efficaci. VENUTI 6,5 Spinta costante e buona
Di Matteo, Cosenza, Arrigoni, MODOLO 7 Sempre sicuro, si fa valere copertura, meritava il rigore.
Marino, Saraniti, Felici, Fiamozzi anche in zona offensiva. LUCIONI 7 Un signore della difesa,
ALLENATORE Liverani FORNASIER 6,5 Debutto nel Venezia, però rischia il secondo giallo per un
anche per la squalifica di Domizzi: ok. fallo di mani (involontario?).
ARBITRO Giua di Olbia GAROFALO 6,5 Una certezza: il Lecce MECCARIELLO 6,5 Non fa
ESPULSI Facchin (V) per proteste attacca molto dalla sua parte e non rimpiangere Bovo: prova sicura.
dalla panchina al 31’ s.t. passa, così nella ripresa cambia fascia. CALDERONI 6,5 Anche lui spinge
AMMONITI Lucioni (L) e SEGRE 6 Molta sostanza per un duello molto ma soffre Bruscagin.
Lombardi (V), per gioco scorretto alla pari con Haye. PETRICCIONE 7 Moto perpetuo con
NOTE paganti 1.775, incasso di BENTIVOGLIO 6,5 Recupera palloni e mille palloni giocati, stando sia a
15.419 euro; abbonati 1.820, quota fa ripartire le azioni con la solita destra che a sinistra.
di 10.592 euro. Tiri in porta 6-5 generosità. HAYE 6 L’olandesino è titolare (dopo 8
(con due pali). Tiri fuori 2-4. PINATO 6 Esce con i crampi dopo una spezzoni e 79’ complessivi) al posto di
In fuorigioco 2-0. Angoli 4-6. prova volenterosa, ma con qualche Scavone e offre un’ora discreta.
Recuperi: p.t. 0’; s.t. 5’ imprecisione di troppo. TABANELLI 6 Entra e va a destra:
BESEA 6 Tanto dinamismo, pochissimi tanto dinamismo,qualche imprecisione
Duello tra Riccardo Bocalon, 29 anni, del Venezia, e Biagio Meccariello, 27, del Lecce LAPRESSE palloni giocati. MANCOSU 6,5 Le giocate più
CITRO 6,5 Gran gol, con una girata raffinate le regala sempre lui, ma

Lampi,acciaio,spettacolo
impeccabile, a suggellare una prova stavolta non trova quella vincente.
notevole. (Schiavone s.v.) LA MANTIA 5,5 Tanto fumo, poco
BOCALON 6 Il debutto nello stadio di arrosto.
casa non porta, malgrado la volontà, TUMMINELLO 5,5 Debutto
al gol. impalpabile, nulla da segnalare.
VRIONI 6,5 Entra molto determinato, PALOMBI 6 Si fa notare solo per il

Venezia-Lecceparishow
non trova il 2-1 (ma bravo Vigorito...). gol: non è poco, però...
ALL. ZENGA 7 La sua squadra ha ALL. LIVERANI 6,5 Il suo calcio è
trovato una buona personalità, tanto nell’élite della categoria, ma se non lo
da giocarsela alla pari contro una rende più concreto non completa
squadra che lotta per la Serie A. l’opera.

1Sfida vibrante tra Zenga e Liverani, piena di occasioni da gol GLI ARBITRI
GIUA E’ il più promettente della categoria, però macchia la buona
Le reti in un minuto: Citro porta avanti i veneti, Palombi firma l’1-1 6 prestazione negando il secondo giallo a Lucioni (mani, pur dubbio) e
soprattutto un rigore su Venuti. CAPALDO 5,5-FORMATO 6

due minuti di fuoco che hanno scesa e cross rasoterra intelli- settimana scorsa per l’inciden-
Nicola Binda
INVIATO A VENEZIA
regalato i due gol, ma altri 93
vissuti con il fiato in gola. Mol-
to divertente.
gente per la mirabile girata
dell’attaccante. Pur senza Do-
mizzi (e Di Mariano, oltre a
te a Scavone. Il pallino del gio-
co è spesso stato nelle mani de-
gli uomini di Liverani, con un
CLASSIFICA

E’
sembrato di vedere un Rossi) la difesa ha retto bene Tachtsidis sontuoso, un Petric- SQUADRE PT PARTITE RETI
PROSSIMO TURNO
combattimento tra VENEZIA D’ACCIAIO Zenga alla furia del Lecce, ma subìto cione frizzante e diversi tenta- G V N P F S

Rocky Balboa e Apollo dopo la partita è scappato a dopo il vantaggio è caduta per tivi dalle parti di Vicario. Da BRESCIA 42 22 11 9 2 49 30
24ª GIORNATA
Creed. Una botta di qua e una Dubai per tre giorni di vacanza la rete del pareggio: lungo segnalare i due pali, colti dai PALERMO 41 22 11 8 3 34 18 VENERDÌ 15 FEBBRAIO
di là, ti stendo io no ti stendo (nel prossimo turno il Venezia cross di Petriccione, sponda di due terzini: nel primo tempo BENEVENTO 36 21 10 6 5 32 22 PALERMO-BRESCIA ORE 21 (1-2)
io, adesso sei finito tu no ades- riposa) soddisfatto per la pro- testa di La Mantia e tocco sotto Venuti (tiro cross sul primo pa- LECCE 35 21 9 8 4 34 26 SABATO 16 FEBBRAIO
BENEVENTO-CITTADELLA ORE 15 (1-0)
so sei finito tu. Alla fine c’è sta- va convincente della sua squa- porta di Palombi. Una maledi- lo), nel secondo Calderoni PESCARA 35 22 9 8 5 31 29
CARPI-PERUGIA (1-0)
ta la parità, giustamente, ma dra. Che ha aspettato l’avver- zione per il Venezia: l’attac- (botta dalla distanza deviata SPEZIA 34 22 9 7 6 33 25 PADOVA-FOGGIA (1-2)
Venezia e Lecce hanno diverti- sario più quotato per cercare di cante di scuola Lazio l’aveva dal portiere). Ma le recrimina- VERONA 33 22 8 9 5 33 26 ASCOLI-SALERNITANA ORE 18 (1-1)
to, regalando una partita vi- colpirlo agendo di rimessa, fa- già battezzato la stagione scor- zioni cessano se si pensa al mi- CITTADELLA 30 22 7 9 6 23 21 DOMENICA 17 FEBBRAIO
brante per tutti i 95 minuti, cendo a tratti vedere il Venezia sa con la Salernitana e due vol- racolo di Vigorito, che a 6 mi- COSENZA-CREMONESE ORE 15 (0-2)
PERUGIA 29 21 8 5 8 29 30 LECCE-LIVORNO (3-0)
senza che gli allenatori doves- che Inzaghi ha portato ai te all’andata. nuti dalla fine ha detto di no al SALERNITANA 28 22 7 7 8 24 28 SPEZIA-VERONA ORE 21 (1-2)
sero gettare la spugna della re- playoff un anno fa. Il tecnico è colpo di testa di Vrioni da due CREMONESE 27 22 6 9 7 22 20 LUNEDÌ 18 FEBBRAIO
sa, anzi. Bravi a cercare la vit- stato bravo a correggere la LECCE DA GRANDE Il punto nu- passi, con un grande interven- VENEZIA 26 22 6 8 8 21 25
CROTONE-PESCARA ORE 21 (1-2)
toria fino in fondo sia Walter squadra dopo mezz’ora, visto mero 19 in trasferta (solo il Pa- to, evitando di fatto la sconfit- RIPOSA: VENEZIA
ASCOLI 25 20 6 7 7 20 25
Zenga che Fabio Liverani, in- che Tachtsidis regnava a cen- lermo ne ha fatti di più: 21) è ta. Perché il Lecce un pensieri- COSENZA 24 22 5 9 8 18 27
sieme per qualche mese a Pa- trocampo: spostando Lombar- meritato e forse sta un po’ no alla vittoria l’aveva fatto, LIVORNO 20 21 4 8 9 20 26 MARCATORI
lermo nel 2009 (uno in pan- di da sinistra a fare il trequarti- stretto al Lecce, che nel finale per tenere il passo di Brescia, FOGGIA (-6) 20 22 6 8 8 29 34
21 RETI: Donnarumma (Brescia, 5)
china, l’altro in campo al rien- sta, il tecnico del Venezia ha ha protestato per un rigore ne- Palermo e Benevento, invece 13 RETI: Mancuso (Pescara, 2)
CROTONE 19 22 4 7 11 21 31 10 RETI: Coda (Benevento, 5)
tro dopo un lungo stop) e ades- arginato l’avversario senza gato a Venuti. La cosa più im- adesso si ritrova con due punti
CARPI 18 22 4 6 12 21 40 9 RETI: Torregrossa (Brescia, 1)
so fieri avversari. Non si è vista perdere lo smalto offensivo. portante comunque è che la in meno. Ma con la convinzio-
PADOVA 17 22 3 8 11 22 33 8 RETI: Palombi (Lecce), Pazzini (Verona, 3)
la differenza in classifica come Che ha brillato al 5’ della ripre- squadra è parsa molto autori- ne di potersela giocare fino in 7 RETI: Mancosu (Lecce, 1), Verre (1), Vido
non si è visto il fattore campo. sa con il gran gol di Citro: palla taria, dimostrando di essersi fondo. SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI (Perugia, 3)
Un match da gladiatori, con da Garofalo a Pinato, gran di- messa alle spalle lo shock della © RIPRODUZIONE RISERVATA

Serie C R In campo

OGGI IL GIRONE B. MATERA, ALTRO 0-3 E -1 IN CLASSIFICA POSTICIPO GIRONE C


Reggina: Drago parte a razzo
GIRONE A GIRONE B Trapani (-1) 48; Catanzaro*, tavolino a favore del Francavilla, Siracusa battuto e fischiato
● Classifica Pro Vercelli*** 46; ● Classifica Pordenone 50; Catania* 47; Reggina (-2) 36; e ha penalizzato di un altro punto
Piacenza*, Carrarese 43; Arezzo Triestina (-1) 43; Imolese 41; Vibonese, Casertana 35; in classifica il club lucano. SIRACUSA 0 Sandomenico 6 (dal 37’ s.t. Doumbia
42; Siena** 40; Entella******* 39; Feralpisalò 40; Südtirol, Ravenna Monopoli* (-2) 34; Rende (-1) 32; Squalificati per due turni s.v.); Baclet 6,5 (dal 36’ st Tassi s.v.).
Pro Patria 37; Pisa* 36; 38; Monza, Fermana 36; Vicenza Potenza* 31; Francavilla** 30; Oukhadda (Albissola), Martinelli REGGINA 2 (Vidovsek, Confente, Seminara, Tulissi,
Pogliano, Redolfi, Martiniello).
Pontedera 35; Novara* 34; Juve 35; Vis Pesaro 33; Ternana**, Cavese** 27; Viterbese******, (Lucchese), França (Potenza); MARCATORI Strambelli al 15’, All. Drago 6
U23 28; Gozzano* 26; Cuneo** Sambenedettese* 32; Gubbio 29; Sicula 25; Siracusa (-1), Rieti* (-2), stop per un turno a Riva Baclet al 22’ s.t. ARBITRO Paterna di Teramo 5,5
(-7) 25; Alessandria** 22; Rimini*, Renate, Teramo 27; Fano, Bisceglie 19; Paganese* 9; (AlbinoLeffe), Porcheddu SIRACUSA (4-2-3-1) Crispino 6; NOTE paganti 1.874, abbonati 649,
Daffara 5,5, Di Sabatino 6, Bertolo 6, incasso n.c. Ammoniti Bertolo, Baclet,
Albissola 21; Pistoiese***, Giana 24; Virtus Verona 21; Matera (-34) -18. (*gare in meno). (Arzachena), Rosaia (Carrarese), Bruno 6; Ott Vale 6 (dal 29’ s.t. Zilbert, Bruno. Angoli 4-3
Lucchese** (-8), Olbia** 20; AlbinoLeffe 19. (*gare in meno). Domani, ore 14.30 Vibonese- Blondett (Casertana), Ferrara Talamo 6), gIO. Fricano 6 (dal 36’ s.t.
Arzachena (-1) 14; Pro Oggi, ore 18.30 AlbinoLeffe- Rieti, Viterbese-Francavilla; ore (Cavese), Kastanos (Juve U23), Vazquez s.v.); Palermo 6, Tiscione ● SIRACUSA Una Reggina cinica e
Piacenza******* (-8) 8. (*gare in Ternana, Fermana-Gubbio, 20.30 Juve Stabia-Catanzaro, Sorrentino (Lucchese), Piana 6,5, Soaure 6,5 (dal 20’ s.t. Cognigni sorniona espugna Siracusa: primo
5,5); Catania 6. (D’Alessandro, sorriso per Drago all’esordio sulla
meno). Domani, ore 14.30 Pordenone-Vis Pesaro, Ravenna- Matera-Cavese, Paganese- (Paganese), Della Latta Boncaldo, Parisi, Del Col, Fricano panchina amaranto. Per il Siracusa,
Carrarese-Piacenza, Cuneo- Giana, Virtus Verona-Renate; ore Monopoli, Sicula-Bisceglie, (Piacenza), Benedetti (Pisa), Gia., Mustacciolo, Rizzo, Russini, fischiato a fine partita, terzo k.o. di fila.
Siena, Gozzano-Pontedera; ore 20.30 Fano-Teramo, Imolese- Trapani-Catania. Giovedì, ore Fanucchi (Pistoiese), Mannini Lombardo). All. Raciti 6 La Reggina passa al 15’ della ripresa:
18 Alessandria-Olbia; ore 18.30 Sambenedettese, Monza-Vicenza 14.30 Rende-Siracusa; ore 20.30 (Pontedera), Ricci e Sales REGGINA (4-2-3-1) Farroni 6,5; Strambelli con un tiro cross sorprende
Arezzo-Juve U23, Arzachena- (diretta RaiSport), Rimini- Reggina-Potenza. Rip. Casertana. (Potenza), Nobile (Pro Vercelli), Kirwan 6, Conson 6, Gasparetto 6, Crispino (l’assistente Minuitti aveva
Procopio 6; Bellomo 6 (dal 48’ s.t. alzato la bandierina per il presunto
Lucchese, Pistoiese-Albissola, Feralpisalò, Triestina-Südtirol. GIUDICE SPORTIVO Simonetti (Renate), Konate Marino s.v.), Zibert 5,5 (dal 46’ p.t. fuorigioco di Baclet ma l’arbitro ha
Pro Patria-Novara, Entella-Pro GIRONE C ● Dopo il forfeit del Matera, il (Rieti), Ferrani (Rimini), Castiglia Salandria 6); Strambelli 7 (dal 48’ concesso la rete). Poi il tap in di Baclet.
Vercelli (diretta Sportitalia). ● Classifica Juve Stabia* (-1) 56; giudice ha assegnato il 3-0 a (Ternana). s.t. Solini s.v.), Bellomo 6, Francesco Gallo