Vous êtes sur la page 1sur 1

LUNEDÌ

8 APRILE 2019 Sport 25

POLPACCI&NUVOLE FOGGIA -6

La punizione non ha seguito, e


Risultati Classifica Punti Giocate
da qui all’intervallo (nel corso
e classifica del quale ti ragguaglio) la di-
sparità numerica avrà un ef-
32ª giornata di serie B fetto imprevedibile: i nostri
Brescia 57 30
danno l’impressione di non
Brescia-Venezia 2-0 Lecce 54 31 sapere come usarla, i salentini
Carpi-Padova 2-1 reagiscono con furore tele-
Palermo 50 29 guidato da Tachsidis e Petric-
Cittadella-Livorno 4-0
Benevento 50 30 cione, sciarade senza soluzio-
Foggia-Spezia 1-0 ne in vista per i nostri centro-
Perugia-Benevento 2-4 Verona 48 30 campisti. Così la parata da cir-
Ascoli-Pescara 2-1 coletto grigiorosso tocca ad
Cremonese-Lecce 2-0
Pescara 48 31 Agazzi, che prima buca l’usci-
1-0 Cittadella 45 30 ta alta (unico errore in una
Cosenza-Crotone
partita altrimenti perfetta) ma
Palermo-Verona oggi ore 21.00 Perugia 44 30 poi si allunga per deviare su
Meccariello (31’). Però la Cre-
riposa: Salernitana Spezia 43 30 mo non è fuori partita, sul
Ascoli 39 30 primo angolo Caracciolo cen-
tra Claiton (35’). Castro tira
Prossimo turno 13/4/2019
Cremonese 38 30 bene ma non benissimo una
punizione generosa (44’), si
Pescara-Perugia 12/4 ore 21.00 Cosenza 38 31 va alla pausa dopo un minuto
Crotone-Cremonese ore 15.00 Salernitana 35 30 di recupero dovuto a un gua-
Lecce-Carpi ore 15.00 sto alla radiolina di bordo del-
Salernitana-Cittadella ore 15.00 Crotone 33 31 l’arbitro: il quarto uomo è di-
plomato alla scuola radio
Venezia-Foggia ore 18.00 Foggia (-6) 30 30 elettra di Torino e risolve.
Padova-Cosenza 14/4 ore 15.00 Il Lecce riparte a canini sguai-
Spezia-Ascoli 14/4 ore 15.00
Livorno 30 30
nati, Rastelli fiuta il pericolo
Benevento-Palermo 14/4 ore 21.00 Venezia 30 30 ma lo fiuterebbe anche un to-
Livorno-Brescia 15/4 ore 21.00 po con la sinusite: al 5’ puni-
Carpi 25 30 zione (eccepibile) di Petric-
Padova 24 31 cione, Meccariello prende il
riposa: Verona secondo palo. Il nuovo spa-
Terranova contrastato da La Mantia Piccolo, La Mantia e, dietro, Caracciolo vento mette un po’ di pepe ai
nostri, si pareggia il conto de-

Tanto tuonò che... Strizzolo


gli angoli. Entrano Piccolo per
Carretta, Marino per Caldero-
ni. Il Lecce tira il fiato, ma de-
ve avere l’alito cattivo perché
la partita gli gira le spalle con

Rastelli azzecca i non cambi


irrevocabile decisione. Guar-
da qui. Rastelli decide di cam-
biare Strizzolo con Montalto,
pronto a entrare alla prima
palla fuori. Ma la prima palla
invece è dentro, e indovina
Il centravanti si sblocca e firma la vittoria: spaventa Vigorito, espulso, poi fa i 2 gol. E dire che doveva uscire chi segna. Castro inventa un
ricamo diagonale con tiro dal
come Castrovilli che invece, grazie al braccialetto di Croce, ha il tempo di ispirare anche il secondo gol limite che imbroglia la presa
di Blevi, Strizzolo è il più sve-
glio nei dintorni e infila. Mon-
di GIOVANNI RATTI da titolare Castro, insieme a minuti La Mantia, al secondo talto torna a guardare la par-
Daniele primo firmatario del- svenimento in area, si fa am- tita dalla panchina. Entra Fal-
n Quando succede di fare (o la riscossa sottoscritta co- monire, ma al 19’ spiega per- co per Tabanelli ma Liverani
assistere a) qualcosa fuori munque in modo ben leggibi- ché lo chiamano LaMantiade sa che la partita gli è scappata.
dall’ordinario, si dice che è le dal collettivo. Religiosa: inguainato fra due Claiton accarezza l’es t er no
una cosa da raccontare ai ni- Nel Lecce, che ha calamitato difensori, riesce a colpire di della rete anticipando tutti su
poti. Da quando la nipotina allo Zini un seguito all’altezza testa pizzicando l’incrocio. Il angolo, Petriccione fa il morto
c’è, vigliacco se mi capita della posizione di classifica e Lecce alterna fasi pazienti a in area e Di Martino prende la
qualcosa di autobiografico dell’abbrivo, Meccariello ri- momenti di furore offensivo, targa anche a lui. E poi Rastelli
che valga la pena mettere da compone il blocco difensivo la Cremo deve avere il corag- azzecca anche il secondo…
parte per raccontarglielo titolare, Palombi dà un turno gio di mettere le dita negli in- non cambio. Fuori Castro,
quando maturerà interessi (tutto intero?) di riposo a Fal- granaggi nemici e la sveltezza dentro Croce, anzi no perché
che vadano oltre i Barbapapà. co. Il campo sembra ringiova- di non farsele schiacciare. Daniele ha un braccialetto che
E con la vita da pensionato nito di vent’anni, qualche Dura, il centrocampo del Lec- non si vuole sganciare, quindi
che faccio, la Cremo è la mia goccia di pioggia lo insapona ce è di almeno una taglia su- Castro fa marcia indietro e re-
unica possibile risorsa quanto infilando qualche carta degli periore. L’arbitro fa il precisi- sta in campo, e già che c’è si
a fatti memorabili. Fino a me- imprevisti in più nel mazzo, no ma ha l’aria di quello che a regala l’ultimo raid, servendo
tà della settimana scorsa ero già ricco. me non la si fa. Piccolo il cui cross basso trova
in secca peggio del Morbasco. Il Lecce attacca con l’aria del- Proprio quando il Lecce dà Strizzolo dimenticato dai di-
Adesso, ancora niente di l’incantatore di serpenti, la l’impressione di alzare il rit- fensori, e libero di mettere
sconvolgente per carità, ma Cremo ha la cautela di chi mo, la partita fa una capriola. dentro il secondo gol della sua
potrò sempre raccontarle che vuole essere sicuro di pren- Vigorito è in anticipo su Striz- partita che sembrava dover
il nonno c’era, quando la Cre- dere per bene l’impronta dei zolo davanti all’area ma sci- finire nell’anonimato e invece
monese vinse fuori casa dopo denti del predatore nemico. vola e stende il centravanti finisce in prima pagina. Ades-
un anno e mezzo. Già, ma se La mobilità avversaria senza che si stava avventando sul so Castro invece di uscire da
lei non si accontenta e mi palla continuerà a provocare pallone. Rosso, Liverani toglie eroe esce da supereroe, il Lec-
chiede ‘e poi?’. Bè, spero di disagi ai nostri. Dopo cinque Mister Liverani, tecnico del Lecce Palombi per far entrare Bleve. ce trova il tempo di strillare a
non doverle dire una bugia, un altro rigore (carambola su
per dare un seguito altrettan- Arini braccio compreso), esce
to roseo al racconto. Questo, CIFRE E CURIOSITÀ. DIFESA SOLIDA anche Strizzolo che centellina
presa debitamente alla larga, ogni passo come sorsi di grap-
per dire che la Cremo è gen- pa stravecchia, entra Strefez-
tilmente pregata di non ri- DOPO LUNGA ATTESA DUE SUCCESSI DI FILA za con il quale Rastelli inau-
mangiarsi subito tutto, pena il E IL GOL DI UN ATTACCANTE gura la coppia d’attacco Pic-
ritorno del mal di pancia ap- colo-più piccolo. Il Lecce co-
pena passato. n La Cremonese ha vinto finalmente due partite conse- me avrai capito è svuotato,
Fra me e la possibilità di non cutive; non le riusciva da oltre quattordici mesi, ossia dal ma c’è ancora il tempo per un
raccontare balle a una creatu- doppio 1-0 interno contro Cesena e Parma, datato 28 dicem- saggio di Agazzi sulle uscite
ra innocente c’è il Lecce, cioè bre 2017 e 20 gennaio 2018. Dopo lunga attesa, per i grigio- alte e per un anticipo in area
il Pacman che si aggira per il rossi ha segnato una punta: non accadeva dallo scorso 30 piccola di Caracciolo su La
labirinto del campionato di- dicembre, rete di Piccolo nel 4-0 casalingo sul Perugia. Striz- Mantia che in altro contesto
vorando fantasmini in serie. zolo, dal canto suo, non andava in gol dall’1 dicembre al- avrebbe meritato altro rilievo.
Rastelli forse per ripetere la lorchè, con la maglia del Cittadella, aveva realizzato una dop- Finisce che io alla nipotina
cabala del Picchi ne ricambia pietta, determinante per il 3-1 della sua squadra sulla Sa- non avrò bisogno di racconta-
cinque, ridentro Claiton Mi- lernitana. re bugie quando le dirò che
gliore Castagnetti Carretta Intanto la Cremonese ha dato un’ulteriore conferma della sua dopo aver vinto a Livorno la
Strizzolo, rifuori Del Fabro solidità difensiva allo Zini ove, in sedici gare, ha incassato Cremo battè anche il formi-
Renzetti Piccolo Montalto e solo 6 reti, senza subirne neppure una nelle sue otto vittorie dabile Lecce, e per giunta con
Croce, il quale a Livorno è casalinghe. Ha infatti battuto, in successione, Spezia e Co- due gol del centravanti. Ho
sembrato quello che credeva- senza per 2-0, Livorno e Crotone per 1-0, Perugia (4-0), Pa- solo un dubbio: lei ci crede-
mo di avere comprato due lermo (2-0), Benevento (1-0) e Lecce (2-0). F. CAP. rà?
estati fa. Strappa la conferma Un intervento di Arini su Palombi © RIPRODUZIONE RISERVATA