Vous êtes sur la page 1sur 1

48 Sport DOMENICA

14 APRILE 2019

LE INTERVISTE POST PARTITA

Il focus
Il pari oggi piace
perché profuma
di salvezza
E la squadra c’è
di IVAN GHIGI

n Che la Cremonese debba prima di tutto centra-


re la salvezza è ormai chiaro. Anzi, è un concetto
che ha recepito l’intero ambiente grigiorosso, a
cominciare dai tifosi che prendono come oro lo
0-0 contro il Crotone. I commenti negativi sono
pochi, quasi inesistenti rispetto al passato, meno
crudi, meno spietati. C’è chi non si accontenta mai,
ma ognuno la vede come vuole e sostiene che il
punto sia l’ennesima occasione sprecata e che sia
estremamente scarso.
Serpeggia invece una moderata soddisfazione ge-
nerale a testimoniare quanto sia cambiato il punto
di vista con cui oggi misuriamo le prestazioni della
Cremonese, perché all’orizzonte in pochi oggi
piazzano i playoff; la maggioranza fissa solo la sal-
vezza.
Massimo Rastelli infila il sesto risultato utile con-
secutivo per un totale di 12 punti. Nelle prime sei
Circa un centinaio i tifosi della Cremonese presenti allo stadio Scida ieri pomeriggio giornate del campionato, Andrea Mandorlini con
un passo quasi simile era arrivato a 10 punti. Ep-

Rastelli «Bella la prestazione


pure la Cremonese era al centro delle critiche per-
ché non riusciva a correre in classifica. Oggi, quel-
lo stesso passo che ha di fatto minacciato e com-
promesso la panchina di Mandorlini, sta facendo
la fortuna di Massimo Rastelli.
Il tecnico partenopeo ieri ha compiuto un’opera-

che rammarico per le occasioni» zione simile a quella di Venezia. Nel momento in
cui, nella ripresa, si è capito che il risultato difficil-
mente sarebbe cambiato, il tecnico ha voluto
prendere il punto. Per una serie di calcoli concreti
più che comprensibili. Il Crotone infatti resta die-
Il tecnico grigiorosso soddisfatto del punto: «Per tre quarti di partita accorti ma anche aggressivi tro, staccato di 5 punti, e con un turno di riposo an-
cora da osservare, senza dimenticare che negli
Nel finale abbiamo tenuto duro, senza rischiare troppo perché era il momento di fare il punto» scontri diretti i grigiorossi hanno mantenuto il
vantaggio in caso di arrivo a pari punti. Il tecnico
nella ripresa ha preferito tenere in campo Piccolo e
n CROTONE Massimo Rastelli infilare Carretta per Strizzolo: a quel punto della
sorride: «Sono soddisfattissimo Risultati Classifica Punti Giocate
gara la squadra faticava a salire, a prendere metri,
della prestazione collettiva, ho e classifica quindi meglio una palla lunga e lontana piuttosto
un piccolo rammarico per le oc- 33ª giornata di serie B di una sponda in attesa che gli altri avanzassero. Su
casioni sprecate, una vittoria Brescia 57 30 un campo pesante e scivoloso, ha prevalso la pru-
Risultati
non sarebbe stata uno scandalo. Lecce 57 32 denza, la necessità di muovere ancora una volta la
Partita equilibrata, ma il Croto- Benevento-Palermo oggi ore 21.00 classifica. Lo scorso settembre una scelta simile
Crotone-Cremonese 0-0 Palermo 53 30
ne ha avuto qualche chance solo sarebbe stata condannata e non accolta favorevol-
nelle poche occasioni in cui è Lecce-Carpi 4-1 Benevento 50 30 mente da tutti. Segno che a distanza di mesi c’è vo-
riuscito a rubarci il tempo, men- Livorno-Brescia domani ore 21.00 glia di chiudere quanto prima il campionato, che
Padova-Cosenza oggi ore 15.00 Pescara 49 32
tre noi abbiamo avuto opportu- oggi interessa di più la certezza di ripartire dalla
nità nitide con Castrovilli e il Pescara-Perugia 1-1 Verona 48 31 serie B; c’è chi lamenta scarso coraggio, ma forse lo
cross basso di Mogos nel primo Salernitana-Cittadella 4-2 fa per abitudine, molti si accontentano di ripro-
Cittadella 45 31
tempo, con Strizzolo tre volte Spezia-Ascoli oggi ore 15.00 varci l’anno prossimo.
nel secondo. Continuiamo co- Venezia-Foggia 1-0 Perugia 45 31 Non si può però formulare un ragionamento ba-
munque nel nostro ottimo mo- Spezia 43 30 sandosi solo su freddi numeri. Va dato atto a Ra-
mento, che ci sta tirando fuori da riposa: Verona stelli che la sua Cremonese nelle ultime gare con-
Ascoli 39 30
una situazione di classifica co- quista ogni risultato, qualunque esso sia. Ha con-
munque ancora non consona al Cremonese 39 31 quistato uno 0-0 a Crotone perché ha giocato e
Prossimo turno 22/04/2019
livello della nostra rosa». 31 combattuto, preferendo poi non rischiare. Rispet-
Siete venuti per il punto? Verona-Benevento ore 15.00 Cosenza 38 to alla prova del girone di andata non ha sofferto
«Su un campo difficilissimo co- Brescia-Salernitana ore 18.00 Salernitana 38 31 passivamente la gara. Allo Zini i grigiorossi erano
me questo il pareggio è già im- Ascoli-Venezia ore 21.00 stati presi a pallate per lunghi tratti dal Crotone, ie-
Carpi-Pescara ore 21.00 Crotone 34 32
portante, ma ce la siamo anche ri invece hanno mancato il gol di un soffio in più
giocata, compatti ma anche ag- Cittadella-Cremonese ore 21.00 Venezia 33 31 occasioni. È giusto riconoscere che gli ultimi risul-
gressivi almeno per tre quarti di Cosenza-Spezia ore 21.00 tati non sono più legati della buona sorte o alla
Foggia (-6) 30 31
partita. Poi è venuto il momento Foggia-Livorno ore 21.00 scarsa mira degli avversari, ma sono frutto di pro-
Palermo-Padova ore 21.00 Livorno 30 30
di tenerci stretto il pareggio, e ve concrete, anche se, come accaduto ieri, resta il
anche in questo non abbiamo Perugia-Lecce ore 21.00 Carpi 25 31 rammarico per aver sprecato. È questo il leggero
fallito, mantenendo la lucidità 31
confine tra la Cremonese del girone di andata e
necessaria per adeguarci al calo riposa: Crotone Padova 24 quella che oggi insegue la salvezza. È questo che
delle energie. In generale abbia- Il tecnico Massimo Rastelli sotto la pioggia trasforma un pareggio in un buon punto.
mo tolto con efficacia le fonti del
gioco agli avversari, rischiando
qualcosa solo nel finale».
Come sta Agazzi?
«Ha battuto la base della nuca
sul palo, gli girava la testa e non
Piccolo «Una partita delicata
abbiamo rischiato. Ma sta be-
ne».
Ha cambiato solo negli sgoccioli
interpretata nel modo giusto»
della partita.
«L’infortunio di Agazzi ci ha pri- n CROTONE Antonio Piccolo rezione giusta, il nostro pen- tita difficilissima e come tale
vato di un cambio, e poi chi gio- fa le feste al punto conquistato: siero è rivolto al raggiungi- l’abbiamo affrontata, creando
cava reggeva bene, mi sono ri- «Ci siamo resi pericolosi sia nel mento della salvezza, se otter- occasioni nel primo tempo,
servato di valutare nel finale chi primo che nel secondo tempo, remo l’obiettivo in tempo utile mentre nel secondo abbiamo
aveva speso più degli altri». abbiamo provato anche a vin- per alzare la mira lo faremo». perso fiducia. Ma girare palla è
Adesso? cere, ma abbiamo sempre te- Giovanni Stroppa, allenatore il nostro modo di giocare, non
«In un mese e mezzo abbiamo nuto d’occhio l’obiettivo di ba- del Crotone, affronta i cronisti lo rinnego e ci sta dando frut-
fatto molto, sarebbe assurdo se se su un campo difficile e con- a nervi scoperti: «Perché non ti».
adesso calassimo di intensità ri- tro un avversario di valore. In- ho provato mosse a sorpresa Squadra stanca? «Da metà di-
schiando di appannare il valore somma abbiamo affrontato per sbloccare la partita? Per- cembre stiamo facendo uno
di quanto stiamo facendo. Ma la l’impegno come dovevamo, li ché sono un testone… In realtà, sforzo colossale, ci siamo tolti
mentalità di questa squadra mi abbiamo limitati e poi abbiamo contro una squadra di alto li- dalla zona rossa e siamo sulla
rassicura. Ora dobbiamo essere provato a colpirli. Erano loro a vello che ti chiudeva gli spazi e strada per compiere un vero
bravi a prendere il massimo dover vincere per forza, quindi poi provava a colpirti, era es- miracolo sportivo. Vorrei che
possibile da tutte le gare. Siamo avevano più pressione addos- senziale anzitutto non esporsi le nostre prestazioni venissero
in debito con i tifosi». so. È un piccolo passo nella di- a rischi eccessivi. Era una par- analizzate in questa luce». Una conclusione di Antonio Piccolo