Vous êtes sur la page 1sur 2

Il tema centrale del progetto C’è in gioco la povertà.

Dignità e diritti in comunità


responsabili e inclusive è la promozione di dignità e diritti in comunità responsabili e
inclusive. Questo si esplicita ad esempio attraverso la garanzia di accesso delle persone in
condizione di grave esclusione sociale ad alcuni requisiti indispensabili (tutela dei diritti
civili, diritto di residenza anagrafica ecc.) per l’attivazione di processi concreti di recupero
e inclusione sociale e lavorativa.

Il contributo specifico del Centro Astalli


Il Centro Astalli contribuirà alla sensibilizzazione sul tema, sottolineando nelle ambito
delle persone in condizione di grave marginalizzazione anche il caso, particolarmente
grave, dei titolari di protezione internazionale. I rifugiati che restano al di fuori
dell’insufficiente circuito di accoglienza e protezione previsto nel nostro Paese
condividono infatti con le persona senza dimora italiane tutti i disagi che derivano dalla
violazione sistematica dei loro diritti civili, con l’aggravante di essere anche dei
sopravvissuti a traumi estremi e a violenze sistematiche, solitamente privi di qualunque
rete sociale di protezione e a volte anche con difficoltà ulteriori, quali la scarsa conoscenza
della lingua italiana.

Azione di sensibilizzazione specificamente rivolta al mondo delle scuole di Roma


e provincia
Il Centro Astalli tra il mese di ottobre e il mese di dicembre 2010 condurrà un’azione di
sensibilizzazione sul temi del progetto rivolta al mondo delle scuola di Roma e della sua
provincia. L’azione sarà articolata in una serie di incontri singoli gruppi classe, a cui
parteciperanno un animatore/facilitatore del Centro Astalli e un rifugiato, che testimonierà
in prima persona la propria esperienza di vita in situazione di povertà estrema e le
difficoltà incontrate in Italia.
Gli incontri in classe saranno preceduti da colloqui preparatori con gli insegnanti che
aderiranno al progetto, con l’obiettivo di valorizzare al massimo i risultati dell’azione e,
indirettamente, di rendere anche i docenti maggiormente sensibili al tema delle povertà.

Modalità di realizzazione
20 incontri in 20 gruppi classe in istituti scolastici di Roma e Provincia.

Il calendario

Data Istituto - classe Città


1 15 ottobre 2010 Istituto Massimo – I A Roma
2 15 ottobre 2010 Liceo Alighieri - I A Roma
3 18 ottobre 2010 Istituto Gioberti – III A Roma
4 20 ottobre 2010 Istituto Gioberti – IV A Roma
5 22 ottobre 2010 Liceo Joyce – V B Ariccia (RM)
6 4 novembre 2010 Scuola Media Sordi – III P Roma
7 5 novembre 2010 Scuola Media Sordi – II P Roma
8 5 novembre 2010 Scuola Media Sordi – II Q Roma
9 8 novembre 2010 Liceo Joyce – V A Ariccia (RM)
10 9 novembre 2010 Scuola Media Sordi – II A Roma
11 11 novembre 2010 Liceo Joyce – V A Ariccia (RM)
12 15 novembre 2010 Istituto Giovagnoli – III A Monterotondo (RM)
13 16 novembre 2010 Istituto Giovagnoli – III B Monterotondo (RM)
14 17 novembre 2010 Istituto Giovagnoli – III C Monterotondo (RM)
15 18 novembre 2010 Istituto Giovagnoli – III G Monterotondo (RM)
16 22 novembre 2010 Scuola Media Sordi – II N Roma
17 30 novembre 2010 Istituto Giovagnoli – III E Monterotondo (RM)
18 3 dicembre 2010 Istituto Giovagnoli – III D Monterotondo (RM)
19 7 dicembre 2010 Istituto Giovagnoli – III H Monterotondo (RM)
20 14 dicembre 2010 Istituto Giovagnoli – III F Monterotondo (RM)

Istituti coinvolti: 6
Destinatari diretti: circa 500 studenti, 12 insegnanti