Vous êtes sur la page 1sur 2

PAESE :Italia DIFFUSIONE :(470000)

PAGINE :29-30 AUTORE :Marco Pivato


SUPERFICIE :22 %
PERIODICITÀ :Quotidiano

18 settembre 2019

Il deuterio
elanascita
dellavita
sullaTerra
MARCO PIVATO
PAG.30

L ’ I N D A G I N E D E L L E U N I V E R S I T A ’ D I B O L O G NA E U R B I NO

Nientevitasenonc’èdeuterio
“AgìdascudoperilprimoDna” tro: il deuterio, la versione «pe-più “forti” - spiega la project le-
sante» dell’idrogeno (è un suo der Carmela Fimognari, tossi-
MARCO PIVATO
isotopo e possiede un neutro-cologa a Bologna - se vi inseria-
i un mistero comene in più, ma le caratteristiche mo alcuni atomi di deuterio al
l’origine della vita sono simili). posto dell’omologo più comu-
A scoprirlo sono
sappiamo pochis- stati i team delle Università dine, l’idrogeno». «Forte» signifi-

D
simo, ma di quel ca più resistente allo stress os-
«pochissimo» ab- Bologna e di Urbino. Insieme sidativo: raggi ultravioletti, ra-
biamo molte infor- hanno pubblicato lo studio sudicali liberi e prodotti del me-
mazioni: servivano acqua, car- «Oxidative Medicine and Cel- tabolismo che attaccano le
bonio, amminoacidi, lular Longevity».
alcuni «molecole della vita». Ancora
elementi in gas e non altri noci-Quando si parla di origini oggi lo stress ossidativo è re-
vi. l’a- vita, il limite è sempresponsabile
E ulteriori condizioni: della lo nell’uomo di muta-
stronomo Frank Drake, cheha stesso: a conti fatti, ci trovia- zioni, a loro volta causa di tu-
formulato l’equazione per cal- mo sempre con il nostro «intru-mori e di malattie.
colare la probabilità che altri glio» di «mattoni» indispensa- «Lo stress ossidativo è un fe-
bili senza conoscere, però, nomeno la tossico arcaico: si è
viventi occupino l’Universo - ricetta: come si sono combina-manifestato quando, con la na-
oltre a decine di test - hastabili-te farina, acqua e sale per fare scita degli organismi capaci di
to che per «vivere» sia indi- il pane? Tra gli ingredienti ipo- realizzare la fotosintesi, l’ossi-
spensabile farlo a una certa di- tizzati il deuterio pare geno si è liberato nell’atmosfe-
avere
stanza da un Sole, con pressio-
ni e temperature compatibili. un ruolo preciso: «Dna e pro-ra, costringendo i viventi ad
Maora alla schiera degli in- teine, indispensabili al funzio- adattarsi», spiega il collega di
gredienti se ne aggiunge un al- namento dei viventi, risultanoUrbino Piero Sestili. Oltretut-
tro: il deuterio, la versione «pe- più “forti” - spiega la projectto,le- all’epoca, un’atmosfera

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia DIFFUSIONE :(470000)
PAGINE :29-30 AUTORE :Marco Pivato
SUPERFICIE :22 %
PERIODICITÀ :Quotidiano

18 settembre 2019

to, all’epoca, un’atmosfera


più rarefatta facilitava l’ingres-
so di radiazioni e sappiamo
cheil deuterio schermada que-
ste «piogge».
Il team è, per l’appunto, un
team di tossicologi, farmacolo-
gi, patologi e chimici e non di
esobiologi: quando si dice «se-
rendipità». I ricercatori - utiliz-
zando un bando Prin - studia-
vano i meccanismi di difesa e
riparazione delle molecole
biologiche esposte a stress os-
sidativo, responsabile, in ulti-
ma analisi, dell’invecchiamen-
to cellulare. Ipotizzando cheil
deuterio avrebbe potuto apri-
re una nuova linea di ricerca
per farmaci e integratori, han-
no quindi allestito colture di

cellule, «arricchendo le mole-


cole di deuterio, a scapito
dell’idrogeno», spiega Mauri-
zio Brigotti dell’Università di
Bologna. E poi è arrivata la
conferma: se gruppi di cellule
sane venivano sottoposte a
raggi ultravioletti e all’azione
di agenti cheinducono stress
ossidativo, sopravvivevano
più spesso quelle cheavevano
incorporato maggiori quanti-
tà di deuterio.
Se, dunque, immaginate la
Terra primigenia, con un’at-
mosfera debole e «mitraglia-
ta» da raggi cosmici e radiazio-
ni ionizzanti, allora la presen-
za del deuterio come «scudo»
nei confronti dei primi Rna e
Dna ha avvantaggiato l’evolu-
zione delle prime molecole
complesse. E della vita. —
c BYNCNDALCUNI
DIRITTI
RISERVATI

Tutti i diritti riservati

Centres d'intérêt liés