Vous êtes sur la page 1sur 6
ee ee ee Capitolo 3. Decibel, livelli sonori, e loro relazioni 3.1 Che cosa é un decibel Numerosi sono i tentativi fatti per esporre in maniera soddisfacente uno dei termini pitt utilizzati_ in audio, il “dB. I dB & Pabbreviazione di Decibel, decima parte del Bel e ritengo che una esatta esposizione dell'argomento potri Sicuramente renderlo pit simpatico di quello che ai pitt sembra. Spero che gli appunti che seguono possano servire , a coloro che fanno parte di questa schiera, a chiarire ed a rendere pitt familiare questo concetto con il quale avremo a che fare in tutti i nostri argomenti che riguardano lacustica , audio ed il suono in generale. 3.1.1Definizione matematica del dB. I dB rappresenta una unita di misura relativa e logaritmica. Relativa in quanto esprime sempre un rapporto di due quantita, molto spesso legati alla grandezza che descrive la potenza. Logaritmica in quanto esso si esprime sotto una scala non lineare ma logaritmica, ragione per la quale lo si preferisce ad altre unit di misura , in quanto piccoli numeri possono esprimere grandezze che altrimenti richiederebbero svariate cifre. Inoltre ,essendo le nostre orecchie sensibili agli stimoli esterni in forma logaritmica, il dB meglio si telaziona alle nostre sensazioni rispetto a qualsiasi valore assoluto a rapporto relativo. Partendo da queste considerazioni , dobbiamo intendere il dB_ come uno strumento amico che ci pud semplificare le cose e non una oscura entita creata per complicarci la vita. 11 dB ,quindi , rappresenta 1/10 del Bel, unita di misura che prende il nome da Alexander Graham Bel; questo 2 la semplice ragione per la quale troviamo la B maiuscola nel suffisso dB. Ma che cosa é il Bel? II Bel viene definito come il logaritmo del rapporto di due potenze elettriche, acustiche, o di qualsiasi altra natura, Nel caso lo si utilizza per esprimere un rapporto in Watt in riferimento alle due potenze PpWatt in ingresso e P, Watt in uscita in un circuito, definiamo Bel Bel = Ig ( P;/ Po) Cio il logaritmo del rapporto tra la potenza in uscita e quella in ingresso. Antesiciliaservice s.n.c - Gaetano Leonardi 2 I primi utilizzi del dB risalgono all’avvento della telefonia, ed esso veniva usato per misurare la perdita di segnale su di un tratto standard di cavo (un miglio ) considerando che il sistema presentava una resistenza di 600 ohm. Il decibel & pitt conveniente da usare in acustica in quanto la sua scala @ pit naturale al nostro ascolto. Quindi un decibel rappresenta 1/10 del Bel, e pud essere espresso matematicamente dalla equazione: dB =10 lg ( P; / Po) (1) Il dB , come precedentemente discusso, rappresenta il logaritmo di un rapporto di due potenze, e quindi non ci indicherd mai un valore assoluto, ma ci dira di quanto un determinato circuito, amplificatore od altro ha aumentato un segnale rispetto al suo valore in ingresso nel caso di un guadagno positivo, o di quanto lo ha attenuato nel caso di un guadagno negativo. Per rendercene conto prendiamo in considerazione alcuni esempi: Icircuito A. presenta in ingresso una potenza di 10 W ed in uscita una potenza di 20 W , quale sara il suo guadagno? Dalla (1) possiamo ricavare: dB 0 Ig (20/10) = =10 lg 2 essendo il logaritmo di 2 uguale a 0,301 (valore ricavabile da qualsiasi calcolatrice scientifica o dalle tavole dei logaritmi) il risultato sara dB = 10 * 0,301 01 dB Quindi il nostro circuito che presenta in uscita ben 10 W in pitt rispetto al suo ingresso avra un guadagno di 3dB. Ma quale sara il guadagno del circuito B che presenta in ingresso 150 W ed in uscita ben 300 W , quindi una differenza di 150 W rispetto ai 10 W del circuito A? Per avere le idee pitt chiare, prendiamo in considerazione sempre la (1): dB = 10 Ig (300/150) = = 101g 2 = 10*0,301 = 3,01 dB Quindi il circuito B pur presentando una potenza in uscita decisamente piti alta del circuito A , ne avr un guadagno in dB uguale. Questo ci indica che il valore in dB non ci indichera mai una grandezza assoluta , ma solo un valore relativo, Abbiamo visto che il guadagno del circuito A & di 3 dB , ma quale sara il guadagno del circuito C che presenta una potenza in ingresso di 10 W ed una in uscita di 100 W ? Sempre dalla (1) otteniamo: IB = 10 lg (100/10) = 10 lg 10 = 10 * 1 = 10 dB Da quanto visto nei due esempi precedenti , ne possiamo dedurre che ad un raddoppio di potenza corrisponde un guadagno di 3 dB, ed un aumento della potenza in uscita di dieci volte rispetto a quella di ingresso corrisponde ad un guadagno di 10 dB. Analogamente 100 volte la potenza in ingresso corrisponde ad un guadagno di 20 dB. E’ chiaro che questi valori si presentino come negativi nel caso la potenza in uscita si presenti come la meta , 1/10 , od 1/100 di quella in ingresso. INTENSITA (Pressione Acustica) E i carattere det suono che distingue i suoni forti da quelli deboli. L’onda sonora che genera una suono forte sara pil! ampia dell’onda sonora che genera ln suono debole. In Figura 5 vengono rappresentati due suoni di stessa frequenza ma di diversa intensita ovoce mazon Fig, 5— Differenca di intensit tra due suoni I Livello di Intensita (@ Livello di Pressione Acustica) sii misura_in Decibel (dB) 1 Decibel sono una scala logaritmica in quanto un ineremento di 3 dB rap- presenta un raddoppio del Livello di Pressione Acustica mentre un aumento di 10 dB significa una pressione acustica 10 volte superiore Inoltre Forecchio umano non funziona in modo Tineate, e percepisce un incre~ mento di 10 dB grosso modo come un raddoppio del volume. Un altro fattore da tenere in considerazione @ la distanza dalla sorgente sonora, Si pud comprendere facilmente che pit si @ distanti, minore & Ia Pressione Acustica che avvertiamo. Ma di quanto minore? ‘Un suono si propaga in tutte le direzioni come se fosse un’onda sferica, Man mano che ci si allontana, questo fronte d’onda si allarga aumentando quindi la superficie, di conseguenza su ogni singola unita di superficie avremo un'intensi- ta sonora che decresce proporzionalmente al quadrato della distanza. ‘Quindi possiamo dire che l'intensit& sonora decresce con il quadrato della distanza e si pud riassumere con questa regolett: Raddoppiando la distanza, lintensita sonora decresce di 6 dB Decuplicando la distanza, l'intensita sonora decresce di 20 dB PARTE PRIMA ~ Intensita del Suono 9 se ad esempio misuriamo un intensita di 100 dB ad un metro da un diffusore acustico avremo: Probabilmente alcuni di voi hanno pensato di aggiungere al proprio sistema HINT piv cxsse acustiche per aumentarne la potenza. Non c'& niente di pit vento! Disponendo di un amplificatore di 100 WATT (vedremo nella PARTE SECONDA la relazione tra Decibel e Watt) anche collegando pid ditfusor [a pressione acutica sara sempre la stesa, in questo, modo Tunica cosa che St bitiene & una migliore distribuzione del stone. Anche aggiungendo un altro amplificatore da 100 WATT tenete presente che Ia pressione acustica non raddoppiera: ma aumenterd di soll 3 BI Se ad esempio, avete un impianto di amplificazione che produce una pressite seustrea di 100 dB, aggiungendone uno identico otterrete una pressione acustica di 103 dB. Ma nella realta quanto & 1 dB? In Figura 6 viene mostrata una tabella con} riportat i liveli di pressione acustica presenti nella vitareale DECIBEL (8) | Silencio Assoluto — Sophia dell wdito Foglie mosse da brezza leggera Serr Oa ‘Conversazione a Bassa voce ‘Conversazione a voce normale Rumor “oma residenziale ito Stereo a volume medio Passaggio di un treno [Aereo a elica [Martello pneumatico a 3 metri 110 ‘Jet al decollo ~ Soglia del dolore 120 1 Fig, 6 Liveli di Pressione Acustica PARTE PRIMA ~ Intensitd del Suono Dinamica Parlando di pressione acustica non possiamo fare a meno di fare un riferi- mento anche alla Dinamica. Si intende Dinamica o Range Dinamico (in campo musicale 0 elettronico), 1a massima differenza di pressione acustica che uno strumento 0 apparecchio (clettronico 0 no) @ in grado di generare 0 sopportare, Il nostro udito pud sopportare una dinamica di 120 dB con un range da 0 a 120 dB (@ bene ricordare che T'esposizione a pressioni sonore superiori a 90 dB soprattutto per periodi prolungati pud provocare seri danni all" udito). Un lettore CD pud riprodurre dinamiche di 85/90 dB. La Figura 7 mostra una tabella con riportato il limite minimo e massimo di pressione acustica di alcuni strumenti musicali alla distanza di circa un metro. | STRUMENTO | PRESSIONE ACUSTICA | RANGE DINAMICO GENERATA (ab) Min (a) | Max (@B) : Grancassa = 15 w0 Organo a Canne [35 110 75 | Pianoforte | 60 100 0 Tromba 55 95 0 Violino 2 95 53 Fig, 6 ~ Pressione Acustica e Dinamica di alcuni strumenti musicali Notate come Ia pressione acustica massima generata da un violino sia superiore a quella prodotta da un treno in corsat! PARTE PRIMA ~ Intensitéi del Suono ul