Vous êtes sur la page 1sur 20

Provocando...!

Spunti di conversazione !
di Domenica Ignomeriello!
Provocando...
 è un esercizio di stimolazione orale
per l’insegnamento della lingua italiana LS o L2,
diretto a studenti adulti di livello intermedio e avanzato,
prevede:
✔ la guida dell’insegnante attraverso domande
aperte e la discussione in plenum;
✔  l’uso da parte degli studenti delle seguenti funzioni
comunicative: saper esprimere un parere
personale scegliendo tra i verbi pensare, credere,
ritenere; saper esprimere preferenze scegliendo
tra i verbi piacere, preferire, aggradare, divertire,
soddisfare, ispirare; saper esprimere accordo,
disappunto o sorpresa;
✔  arricchimento di vari campi lessicali;
✔  stimolazione del pensiero critico.
Oliviero Toscani, chi è?









 Figlio
del primo fotoreporter del Corriere Della Sera, è nato a
Milano nel 1942 e ha studiato fotografia e grafica
all’Università delle Belle Arti di Zurigo dal 1961 al 1965.!
Dal 1982 al 2000, ha creato l’immagine, l’identità, la
strategia di comunicazione e la presenza online di United
Colors of Benetton, trasformandolo in uno dei marchi più
conosciuti al mondo.!
Il lavoro di Toscani è stato esposto alla Biennale di
Venezia, a San Paolo del Brasile, alla Triennale di Milano
e nei musei d’arte moderna e contemporanea di tutto il
mondo.!
Ha vinto numerosi premi come quattro Leoni d’Oro e il
Gran Premio dell’UNESCO, !

Tratto e adattato da http://www.olivierotoscani.com/


Le campagne pubblicitarie !
per la Benetton

Attenzione: i contenuti di alcune fotografie potrebbero turbare la vostra sensibilità


Le prime campagne Benetton puntano al  sovvertimento degli
stereotipi: le “coppie” ritratte da Toscani mettono in scena una
nuova interpretazione della “differenza”. Gli scatti mostrano diversi tipi
di “opposizioni”: quella religiosa e politica, quella religiosa e sessuale nel
prete che abbraccia la suora e quella morale insita negli stereotipi del
bene e del male simboleggiati dall’angioletto e dal diavoletto. Tutte
queste opposizioni si fondano su proibizioni, su un’impossibilità di
coesistenza, su una differenza che separa invece che unire.

Toscani e Benetton quindi, prendendo atto di queste diversità e divieti,


s’impegnano per far sì che la marca assuma un tono più impegnato, non
si limiti a fornire una semplice rappresentazione “oggettiva” del mondo,
ma si impegni ad assicurare la coabitazione di identità opposte, per
abbattere le barriere e assicurare il dialogo tra i popoli. Benetton in
pratica mette in piedi l’ambizioso progetto d’integrare gli opposti,
appianare le differenze e combattere le diversità sotto un’unica bandiera,
quella della marca.
Tratto e adattato da
http://it.paperblog.com/quando-united-colors-of-benetton-incontro-lo-tsunami-pubblicitario-oliviero-toscani-356637/
spietato
crudo
problematiche sociali
perbenismo!
ipocrisia
sesso

pregiudizi disorientamento
shock
Convenzioni

Scandalo!
Toscani nelle sue foto fa della violenza e delle contraddizioni della
guerra, della mafia e della pena di morte, un’occasione di denuncia,
trasformandole in immagini scomode, capaci di far riflettere la gente.
Quelle di Toscani, tuttavia, sono immagini viste mille volte sui giornali e
probabilmente non sono più provocatorie delle foto pubblicate dai
quotidiani.

A renderle scandalose è il cambiamento di contesto: l'elemento


disturbante non sta tanto nelle foto dei condannati a morte scattate
per la campagna del 1992, quanto nel fatto che le immagini siano
commentate soltanto dal logo della United Colors of Benetton e il
particolare che i volti di detenuti nel braccio della morte siano utilizzati
per vendere maglioni.

Tratto e adattato da http://www.oltremagazine.com/index.html?id_articolo=191


La vita come palcoscenico commerciale,
la comunicazione come un simbolo d’unità.

Le emozioni codificate
per scioccare e provocare,
far riflettere e discutere...

Tu, cosa ne pensi?