Vous êtes sur la page 1sur 96

R

Oggi con La Stampa

LA STAMPA
QUOTIDIANO FONDATO NEL 1867
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 ANNO 145 N. 337 1,20
IN ITALIA (PREZZI PROMOZIONALI ED ESTERO IN ULTIMA) SPEDIZIONE ABB. POSTALE - D.L. 353/03 (CONV. IN L. 27/02/04) ART. 1 COMMA 1, DCB - TO

www.lastampa.it

Tagliati i contributi ai giornali di partito e diocesani

ALLINTERNO GUIDA ALLE NUOVE MISURE

Benzina e gasolio gli aumenti record scattano subito


Gi oggi rincari da 9,9 a 13,6 centesimi
Giacomo Galeazzi e Antonio Pitoni ALLE PAGINE 6 E 7

PENSIONI
Al lavoro sino a 66 anni con lo scalone ripido Ecco come calcolarlo

SVILUPPO
Per stimolare la crescita 8,5 miliardi, a gennaio la riforma del lavoro

CASA
Attenti alla nuova Ici c laddizionale servizi: 40 cent a metro quadro

LIBERALIZZAZIONI
Negozi aperti per pi ore e medicine nei market Ordini riformati in 9 mesi

Barbera, Bresolin, Grassia, Masci, Moscatelli, Pozzo, Riccio, Talarico


NELLO SPECIALE ESTRAIBILE AL CENTRO DEL GIORNALE

Il premier: gli italiani capiranno. Napolitano: evitata la catastrofe. Grilli: dallanno nuovo mentire al Fisco sar reato

LE IDEE

Erano a rischio gli stipendi


Monti in tv. E Fornero: pronta a rivedere lo stop allaumento delle pensioni
SERVE UN FRENO Il Cipe sblocca AL POTERE
DELLE AGENZIE
MARIO DEAGLIO

Se la corruzione si insinua in magistratura


VLADIMIRO ZAGREBELSKY arresto di un giudice e la condanna in un non lontano passato di qualche altro sono per fortuna eventi rarissimi. Si pu immaginare che esista un numero oscuro di casi di corruzione che rimangono nascosti, ma si tratta comunque di fenomeno estremamente limitato. Tuttavia necessaria una riflessione che vada oltre i commenti sulla capacit delle organizzazioni mafiose di infiltrarsi nelle istituzioni e sulla potenza del denaro. Occorre una riflessione sulla magistratura. Naturalmente ci riguarda anche i parlamentari, le articolazioni governative, gli enti locali, lamministrazione pubblica, gli organi di polizia, ecc., ma per la magistratura lurgenza e la gravit delle questioni che si pongono sono di speciale forza.

OPERE PUBBLICHE

4,8 miliardi

l fronte italiano di questa terribile crisi finanziaria mondiale si , almeno temporaneamente, chiuso con la firma da parte del presidente Napolitano del decreto salva Italia, in attesa di una chiusura definitiva con lapprovazione parlamentare. Prima ancora, per, che linchiostro presidenziale si fosse asciugato si aperta unaltra, e ben pi vasta, zona di incertezza. Ad aprirla stata Standard & Poors che , assieme a Moodys e a Fitch, una delle grandi agenzie di rating, ossia di valutazione tecnica di tutti i titoli quotati del mondo: azioni, obbligazioni, titoli del debito pubblico e quantaltro. Il problema che dalla valutazione tecnica - in cui hanno collezionato risultati altalenanti, promuovendo spesso banche e imprese americane fallite o crollate in Borsa di l a poco - questi tre arbitri della finanza mondiale sono passati rapidamente negli ultimi sei mesi a giudizi sempre pi apertamente politici: un Paese come gli Stati Uniti stato declassato perch gli esperti, sovente senza volto, di Standard & Poors, hanno ritenuto troppo debole Obama.
CONTINUA A PAGINA 35

Tra i progetti finanziati Alta velocit e Mose


Fulvio Milone A PAGINA 10

Lo Stato era a rischio insolvenza. Lo ha detto Mario Monti ieri sera a Porta a Porta che ha aggiunto: Sono sicuro che gli italiani capiranno, senza la manovra fra tre mesi saremmo stati come la Grecia. Napolitano: Evitata la catastrofe. Bertini, Festuccia,
La Mattina, Martini e Schianchi
DA PAG. 2 A PAG. 5

POLITICA E CAMORRA

L
Guido Ruotolo A PAGINA 15

I pm: Cosentino va arrestato Era il referente dei Casalesi


Inchiesta sui clan, accuse al leader Pdl campano Indagato il presidente della Provincia di Napoli

CONFERMATA IN APPELLO LA SENTENZA PER IL DELITTO DI GARLASCO. RITA POGGI: NON MI ARRENDO

Stasi assolto, nessun colpevole per Chiara

CONTINUA A PAGINA 35

LINCHIESTA

Tg1, processo per Minzolini


Accusato di peculato Il direttore: assurdo
Paolo Festuccia A PAGINA 13

LA STORIA

Malloppo in lire e pistola in tasca


Gli cade larma mentre cambia 720 milioni
Alberto Stasi abbraccia uno dei suoi avvocati dopo la lettura della sentenza

Fabio Poletti e Giovanna Trinchella A PAGINA 23

Raffa e Frezzato A PAGINA 22

Buongiorno
MASSIMO GRAMELLINI
Contrariamente alle previsioni pi cupe, Porta a porta non riuscita a trasformare Monti in un guitto e neanche in un plastico. stato Monti a trasformare Vespa in colui che era prima delle infatuazioni barbariche: un giornalista democristiano. Davanti allesordiente seduto sulla poltrona dei famosi, lintervistatore non era in piedi n in ginocchio, ma mollemente arcuato come ai tempi di Andreotti e Forlani. Solo che stavolta davanti a lui non cera un democristiano italiano, ma uno tedesco. Quindi cattivissimo e capace di punte di autentica crudelt. Appena Vespa lo ha ringraziato per aver scelto

Su quella poltrona
la sua trasmissione, ha risposto: Io non sono qui per far piacere a lei. E quando il frequentatore di caste romane ha alluso a se stesso con lespressione noi uomini della strada (lunica battuta della serata) e chiesto delucidazioni sulle aliquote pi alte, Monti lo ha subito restituito alla sua condizione di privilegiato: Vedo che lei abituato a ragionare di queste cifre. Onore alla perfidia di Monti, ma anche ai riflessi di Vespa: mentre i comici sono rimasti fermi a Berlusconi, lui gi tornato a Tribuna Politica. Simbolo di un Paese immobile che quando decide di cambiare va indietro.

2 Primo Piano

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

LA CRISI
IL PREMIER IN TV

Le frasi del premier


misura pi sofferta, spiega Monti, l che ci siamo convinti che era il caso di chiamare a contribuire anche chi anni fa aveva usufruito dello scudo fiscale. un tema, questo, sul quale Mario Monti insiste: possibile colpire levasione, insomma, replica a Vespa, pensiamo di farcela, cos come insiste sul nodo della fiducia: E prematuro spiega il premier - parlarne ora, ma la finalit di approvarla in tempi rapidi, evitando di modificare quella distribuzione dei carichi che abbiamo fatto con molta attenzione. Il viceministro Vittorio Grilli aggiunge che da gennaio mentire al fisco sar reato, mentre prima cerano ammende amministrative. Inoltre tutti gli operatori finanziari dovranno inviare i movimenti degli italiani per cui lagenzia delle entrate sar in grado di verificare eventuali anomalie. Altra novit: stop agli incarichi incrociati negli organi decisionali di banche, assicurazioni e societ di risparmio gestito. E a chi parla di poche misure a favore della concorrenza, il premier replica: Ci sono misure di concorrenza e liberalizzazioni a vantaggio dei cittadini, ma verranno altre cose che senza costare denaro pubblico modifi-

La sofferenza

Ci che mi ha fatto pi soffrire stato chiamare a contribuire anche i pensionati e quelli con livelli molto bassi
Lidea

A quel punto ho capito che bisogna chiamare a contribuire anche quelli dello scudo fiscale
Lo spauracchio
Lo studio di Porta a porta, dove ieri intervenuto il presidente del Consiglio

Monti sulla manovra: poco spazio per modifiche


Scelte sofferte sulle pensioni. Da gennaio mentire al Fisco sar reato
PAOLO FESTUCCIA ROMA

Siamo pi forti della Grecia, per questo saremmo stati pi colpevoli; lavremmo seguita fra tre mesi
Sullo sciopero

In passato ce ne sono stati anche per molto meno. Ma cosa sarebbe accaduto senza questo intervento?
ne, ma invito anche tutti a pensare a cosa sarebbe accaduto al lavoro e alle pensioni senza questo intervento. Sono salito su un treno in corsa che stava per deragliare. Quel treno, naturalmente, fa rima con gli impegni assunti con lEuropa. Monti lo dice chiaramente: Nella manovra c una buona parte di continuit perch lattuazione concreta e seria degli impegni che il governo Berlusconi ha preso con lUe. In Parlamento dovremo fare un equilibrismo: le Camere sono sovrane ma il tempo poco e il margine di flessibilit pochissimo. Insomma, poca possibilit di emendamenti, e soprattutto, par di capire, comunque, saldi invariati. Quindi, il capitolo pensioni, la

E la Fornero a Ballar annuncia: Pronta a rivedere le indicizzazioni delle pensioni


cheranno le strutture in modo da togliere pezzetti di ingessatura alleconomia italiana. Sulle pensioni il ministro del Welfare, Elsa Fornero, apre: Se trovassimo altri soldi sarei felicissima di alzare il tetto delle pensioni a cui garantire lindicizzazione. Poi, il capitolo casa. La prima casa una cosa importante chiarisce Monti - per la vita dei cittadini ma anche una cosa che consuma risorse pubbliche. In tutti i Paesi anche la prima casa contribuisce al mantenimento dei servizi pubblici. Nel salotto di Bruno Vespa, Monti trova loccasione anche per guardare oltre i confini del nostro Paese, confido di poter rappresentare in Europa unItalia che ha dato prova di coraggio, ma anche del lavoro. E assicura: Il mercato del lavoro sar il nostro prossimo cantiere e la concertazione sar essenziale.

Bastano poche battute a Mario Monti per chiarire il senso dei sacrifici: Cera il rischio molto concreto che lo Stato finisse come la Grecia. Che gli stipendi non potessero essere pagati, che le pensioni non fossero pi pagate. Considerazioni dure che si declinano con i dati di una manovra da circa 21 miliardi. Un mix di misure che eleva il conto delle nuove tasse a quasi 18 miliardi (17,9 miliardi di euro), e segna, invece, lasticella dei tagli di spesa ridotti a 2,3 miliardi dovuti alla compensazione tra tagli e finanziamenti. Nel conto vanno poi aggiunti i 13 miliardi di aumento dellIva che potrebbero rendersi necessari se nei pros-

simi sei mesi non si faranno altrettanti tagli alla giungla delle agevolazioni fiscali: in tutto fanno oltre 34 miliardi di euro. Ma gli italiani, spiega il capo del governo, sono sicuro che capiranno; nonostante i rincari vio-

SULLESENZIONE DEL VATICANO DALLICI

Bertone: problema da studiare, ma la Chiesa aiuta i poveri


I

Alla fine il saldo delle tasse di diciotto miliardi, e i tagli alle spese di 2,3
lenti del costo dei carburanti indispensabili, e le giustificate insofferenze di questi giorni. Cos come capisco - aggiunge Monti a Porta a porta - che in passato ci sono stati scioperi, anche generali, per molto meno. Francamente capisco la reazio-

Io auguro al governo e al Parlamento di fare bene la loro parte per questo decreto salvezza-Italia e certamente invito tutti a prendere la loro quota di responsabilit per sostenere tutti i provvedimenti. Lo ha detto il segretario di Stato vaticano, cardinal Tarcisio Bertone, commentando la manovra. Le parole giustizia, equit, corresponsabilit e condivisione - ha aggiunto -

devono essere parole che non servono solo a guidare lazione del governo, ma a giudicare anche i nostri comportamenti. Sullesenzione dallIci concessa alla Chiesa, ha ammesso: Il problema dellIci un problema particolare: un problema da studiare e da approfondire; sottolineando per che la Chiesa fa la sua parte a favore delle fasce pi deboli della popolazione.

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Primo Piano 3

Napolitano: Evitata la catastrofe


Il Presidente della Repubblica: quando gli interventi arrivano in ritardo, i sacrifici sono maggiori
FRANCESCA SCHIANCHI ROMA

Quando certe riforme, decisioni e misure arrivano in ritardo, maggiore l'impatto, l'insoddisfazione, la preoccupazione e il dissenso. Sulla dura manovra da trenta miliardi appena presentata dal governo Monti interviene il capo dello Stato, Giorgio Napolitano. Consapevole di quanto quelle misure di austerit possano provocare preoccupazione e dissenso tra gli italiani, ma sollecito anche nel ricordare con franchezza quanto siano provvidenziali, perch stanno arrivando giusto in tempo per evitare sviluppi in senso catastrofico della nostra situazione. Dopo aver firmato ieri mattina il decreto del governo, il presidente della Repubblica in visita a Mantova, dove lo aspetta un bagno di folla tra bimbi che gli regalano disegni, adulti che sventolano il tricolore, cori di grazie presidente, mentre sono furibondi alcuni amministratori leghisti, non stato concesso di esporre un provocatorio striscione Benvenuto in Padania. Accompagnato dalla mo-

glie Clio, il presidente Napolitano ha vari appuntamenti in citt: si reca a depositare una corona d'alloro al monumento dei martiri di Belfiore, rende omaggio alle lapidi dei caduti della spedizione dei Mille e alle vittime dei lager nazisti, incontra i sindaci del Mantovano al teatro Bibiena, infine visita la mostra dedicata a Virgilio a Palazzo

La fiducia: Tutti insieme riusciremo a fare ciascuno la propria parte


Te, prima di proseguire per Milano, dove oggi parteciper alla prima della Scala. C' tempo anche per un breve incontro riservato con la leader di Confindustria, Emma Marcegaglia, che cittadina mantovana. Sono convinto che tutti insieme riusciremo a fare ciascuno la propria parte con senso di giustizia, responsabilit e sacrificio, manda un messaggio di ottimismo Napolitano. Dobbiamo fare sacrifici, ma non siamo chiamati a quei sacrifici che fecero i patrioti risorgimentali, sottolinea il capo dello Stato, dobbiamo fare quello che ci

chiede il futuro dei nostri giovani e la nostra appartenenza alla grande, comune patria europea. E lo dobbiamo fare per riconquistare rinnovata autorevolezza, esorta. Certo, il capo dello Stato non si nasconde che abbiamo di fronte un compito duro. Dedica qualche minuto a raccontare la genesi della nuova fase politica che vede Monti premier e quasi tutte le forze parlamentari (tranne la Lega) impegnate a sostenerlo: Mi sono trovato in un momento di particolare difficolt, in un momento di transizione - confessa il capo dello Stato - e ho creduto di dover fare, nei limiti che la Costituzione impone, una scelta che aprisse uno spiraglio per migliorare il Paese affidando a Monti l'incarico di formare il governo. Ma, ci tiene a precisare, ho sempre mantenuto massima distanza e rispetto per il nuovo governo, cos come non sono mai entrato nel merito del governo precedente perch alle forze del Parlamento che spettano le valutazioni. Ora, aggiunge, ho motivo di esprimere grande rispetto per la tensione morale e per la fatica che il governo sta esprimendo in momenti cos difficili. E siccome momenti difficili

IL PARTITO DI FINI

Fli: il prelievo sui capitali scudati serviva al 10%


I

Il Quirinale
Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Bene il prelievo ulteriore sui capitali scudati, ma c stato poco coraggio sulla percentuale. Pensiamo serva pi coraggio: bisogna pensare almeno al 10%. quanto afferma il deputato di Fli Fabio Granata commentando il pacchetto anticrisi del governo. Quei i capitali, infatti, sono legati allevasione fiscale o peggio. Se chiediamo sacrifici questo sarebbe un vero segnale di coraggio e di equit.

per il Paese ce ne sono stati altri, Napolitano invoca lo stesso sforzo di coesione dimostrato in passato: come quando ripercorre il periodo dopo la nascita dell'Italia unita nell'incontro coi sindaci. Il ministro delle Finanze Quintino Sella si pro-

pose l'obiettivo del pareggio di bilancio, che fu raggiunto nel 1875. Credo che queste espressioni ci stiano diventando familiari. Pu accadere che nella vita di un grande Stato si ripropongano esigenze, in contesti diversi, e che sollecitano un

uguale sforzo di coesione. E se allora si riusc a portare a compimento quell'impresa - conclude ottimista il presidente - sono convinto che riusciremo a portare a compimento anche l'impresa a cui ha dedicato le sue energie il nuovo governo.

Il professore in tv parla alla testa pi che al cuore


Solo una domanda prima della diretta: Devo guardare lei?

Retroscena
FABIO MARTINI ROMA

ancano diversi minuti allinizio della "diretta" e i due, pur distanti appena cinquanta centimetri, aspettano in rigoroso silenzio. Nello "Studio 5" di via Teulada Mario Monti seduto in poltrona; Bruno Vespa inganna lattesa in piedi. Finalmente, quando oramai mancano due minuti, il professore a rompere gli indugi e si rivolge a Vespa: Normalmente... normalmente io guardo lei?. E Vespa: S, s, aiuta la conversazione.... E lunico quesito tecnico che il presidente tecnico si concede, prima che Vespa parta con la prima domanda "calda", drammatizzante: Una cosa che ci ha molto colpito: ma davvero non ci sarebbero stati presto, nemmeno i soldi per pagare gli stipendi?. E Monti: E ben possibile.... La voce monocorde, una vivace gesticolazione delle mani, che durante i primi piani "bucavano" lo schermo, nel suo primo "Porta a porta" da premier, il professore ha provato a spiegare razionalmente e freddamente il rischio enorme che stava accompagnando gli italiani, andare avanti come se niente fosse verso il baratro. Poi la domanda che ha prodotto una risposta che tutte le compendia: Quale la misura che lha fatta pi soffrire?. Silenzio,

Il premier
Il professor Mario Monti, presidente del Consiglio

breve ma televisivamente lungo e ro), si schieravano Lucia Annunziapoi Monti risponde: Nessuna e tut- ta, Gad Lerner, Corrado Stajano, te.... Pausa: No, per devo essere Eugenio Scalfari. Monti ha tenuto il pi sincero. Quando ho visto che ser- punto e anzi ha replicato a tutti col viva una cosa che venisse compresa suo tagliente humour, parlando di dai mercati e che per fare questo, una onda di eccitazione psicodramdovevo chiamare a contribuire an- matica. Ma qualche dubbio deve che i pensionati con un livello molto essere venuto anche dalle parti di basso di pensione, ci siamo sentiti palazzo Chigi, se vero che due molto in difficolt. E allora l, mi so- giorni fa sembrato che si fosse riano convinto che era il caso di chia- perta una trattativa sulle modalit mare a contribuire chi, anni fa, ave- della trasmissione e su dove ambienva usufruito dello scudo fiscale. tare lintervista a Monti. In quella risposta c tutto il MonIeri sera, lo stesso premier semti "televisivo": lappello alla ragione brato voler tenere le distanze con pi che al cuore degli italiani; le du- battute sulfuree (dottor Vespa, io re repliche dei fatti concreti pi che sono qui non per fare un piacere a la trovata capace di accendere lim- lei, ma per dovere di spiegazione ai maginario; largomentare piuttosto cittadini; lei pi ministro delche lemozionare. lEconomia di E daltra parte il IL LEADER me; vedo che lei passaggio di Monti Ha tenuto testa alle proteste molto famigliare in prima serata docon gli scaglioni aldellopinione progressista ti dellIrpef). E veva servire anche che non lo voleva l Monti ha dimostraa sciogliere un enigma finora irrito di non aver pausolto: il professore LA TENTAZIONE ra dellimpopolaricome se la sarebbe Era stata ambientare t, ostentando una cavata in tv? Saorgogliosa sincerilintervista direttamente t: Sgravi? Effetrebbe riuscito a a Palazzo Chigi tivamente non "trascinare" lopinione pubblica, a una parola molto convincerla, a coinvolgerla nella ne- di moda in questo momento. Laucessit di sacrifici che per alcuni so- mento della benzina era indispensano pesantissimi? bile? S, lo era. La popolarit di Nei giorni scorsi la partecipazio- Monti, dopo una manovra cos pene di Mario Monti al salotto di Ve- sante, passata dal 73 al 64, calando spa era diventata oggetto di una cla- soltanto di 9 punti? Dovevo farla morosa querelle, che si era quasi pi pesante!. Ma i sacrifici sono finitrasformata in una questione di Sta- ti? Per ora s. I professionisti della to. Tutto aveva avuto inizio il 2 di- politica? Fino a pochi giorni fa sono cembre, quando un lancio dellagen- stato fedele al motto di mia madre, zia Ansa aveva dato notizia dello alla larga dalla politica, mia mo"scoop" di Bruno Vespa: la sera del glie fu contenta quando ci trasferim6 dicembre il presidente del Consi- mo a Bruxelles, perch cos ci allonglio avrebbe spiegato la manovra tanavamo da Roma. dagli studi di "Porta a porta". Alzata di scudi nel progressismo politico-mediatico: ma davvero Monti avrebbe parlato prima nel salotto di Vespa che in Parlamento? La successiva precisazione-ripensamento del presidente del Consiglio (interIpocrisie verr prima davanti alle Camere), sembrava poter chiudere il caso che invece restato aperto per effetto I politici sono molto scontenti di una serie di severe reprimende. di Monti ma molto grati Sulla linea "Monti non deve mettere a Napolitano che lha nominato. piede nel salotto di Vespa", (il luogo dove Berlusconi firm la superpatacca del contratto degli italiajena@lastampa.it ni, per dirla con Antonio Padella-

Jena

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 4

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Primo Piano 5

LA CRISI
STRATEGIE
Ufficio dipresidenza
Sia Berlusconi, sia il segretario Alfano hanno sottolineato la necessit di appoggiare il governo, ma senza mettere la faccia sulla manovra

PARTITO DEMOCRATICO

Bersani avvisa Di Pietro Se rompi ognuno per s


Casini avverte: chi vuole andare al voto da internare. Pd diviso sulla piazza
CARLO BERTINI ROMA

POPOLO DELLA LIBERT

Berlusconi: votiamola senza metterci la faccia


Sulle tensioni con la Lega mostra ottimismo Bossi alza la voce per riconquistare la base
AMEDEO LA MATTINA ROMA

C una trattativa in corso tra Pdl e Pd per concordare pochi ma precisi emendamenti che potrebbero essere fatti propri dallesecutivo in un maxiemendamento su cui mettere la fiducia. Si vorrebbe innalzare la soglia delle pensioni che sar rivalutata in base al costo della vita; rallentare lapplicazione della riforma previdenziale; rimodulare lesenzione dellIci sulla prima casa. E una corsa contro il tempo. I partiti dovranno indicare dove e come trovare le risorse per cambiare i provvedimenti del nuovo esecutivo. Poi Monti dovr valutare se tutto ci praticabile con il saldo complessivo della manovra sulla quale Berlusconi non vuole metterci la faccia. Come invece chiede con insistenza Casini ai due grandi partiti. Ci sia una trattativa alla luce del sole, chiede il leader dellUdc.

Ma il Cavaliere sta adottando una doppia tattica. Ieri allufficio di presidenza del Pdl ha ripetuto che questa in fondo non la nostra manovra. Tuttavia non far mancare a Monti il sostegno del Popolo della libert. E Alfano ha esplicitato: Troppo dura la botta su casa e pensioni; noi avremmo voluto una manovra un po diversa. Alla fine lex premier consiglia di mettere la fiducia per evitare la sarabanda degli emendamenti e la zampata della Lega. Cosa voterebbe il Pdl se il Carroccio presentasse un emendamento che abolisce la reintroduzione dellIci sulla prima casa? Allora si provi a concordare qualche miglioramento con gli altri partiti che sostengono Monti. Ben sapendo che i margini sono strettissimi. Quindi non il caso di farsi molti illusioni, ha detto Berlusconi allufficio di presidenza del Pdl, dove si sono sentite forti le critiche di molti. E un parti-

to con i crampi allo stomaco rispetto ai quali il Cavaliere cerca di somministrare medicine sedative. Il Pdl, secondo i suoi sondaggi, ancora il primo partito italiano con il 28,1%. C la possibilit di vincere le prossime elezioni politiche. Rimane per la ferita aperta dalla Lega. Ma pure su questo piano il Cavaliere ha voluto gettare acqua sul fuoco. La strada imboccata da Bossi solo tattica, serve per riconquistare i suoi elettori. In ogni caso, la Lega sa che da sola al Nord non vince. Lo sanno i dirigenti nazionali e locali che pubblicamente definiscono il Pdl un ex alleato, ma poi vengono da me e mi danno rassicurazioni quotidiane della loro vicinanza. Per il Cavaliere occorre tenere un rapporto con la Lega anche sotto il profilo umano e anche attraverso il lavoro dei capigruppo. Gasparri e Cicchitto hanno pure il compito di aprire un confronto sulla riforma elettorale.

Con Di Pietro che invoca elezioni ad aprile e si scaglia contro un decreto truffaldino che poteva fare Berlusconi; rimbeccato da Bersani con la minaccia che se rompe ognuno va per la sua strada. Con Grillo che va dicendo Monti deve fare tre cose e poi si voti. Con Vendola che domenica organizza gazebo in tutta Italia contro una manovra che non fa pagare i ricchi; e con la Cgil che luned sciopera, costringendo gli ex diessini a seguirla in piazza, non c da stupirsi che qualche potenziale alleato centrista cominci a mandare segnali ai naviganti. Casini ha scelto Twitter, con un effetto lapidario e chiarissimo per il Pd, pur rivolgendosi a tutte le forze politiche: Chi pensa di andare a votare tra tre mesi da internare, chiamate la Croce Verde. Tradotto, chi nel Pd coltiva lidea di unalleanza progressi-

sti-moderati - e Bersani continua a sbandierarla ad ogni uscita - sappia che non pu coltivare pure il retropensiero di mandare a casa Monti per votare a giugno. Semplicemente perch il Terzo Polo non ha alcuna intenzione di intestarsi le conseguenze che una simile scelta potrebbe comportare, buttando a mare le cose buone fatte nei prossimi mesi magari nel giro di una settimana: insomma Pier non ha alcuna intenzione di fare progetti con chi si votasse a un suicidio politico. Anche perch, a corroborare questa tesi, scomoda per tutti quei bersaniani che senza dirlo coltivano lidea di andare al pi presto alle urne, ci sono sondaggi come quelli diffusi ieri sera a Ballar: che mostrano come l80% degli italiani non gradisca la manovra, ma che la stessa percentuale gradisce eccome il governo Monti. Una contraddizione apparente, che certifica come agli occhi del paese i responsabili di questa situazione

non siano certo i tecnici che ora siedono al governo. A mettere in guardia Bersani, laltra notte al vertice dei big ci hanno pensato Marini e Gentiloni che hanno provato a convincere Damiano e Fassina che questo il nostro governo: e una cosa andare in piazza con Berlusconi al comando e una cosa se c Monti a capo di un esecutivo che abbiamo chiesto, ottenuto e festeggiato, per dirla con Gentiloni. Due linee opposte: chi vuole fare come il Pdl e disconoscere la manovra come qualcosa di estraneo, con un atteggiamento simmetrico. E chi, come ha fatto capire Franceschini su Repubblica, vuole allungare la vita al governo rilanciando un cantiere sulla legge elettorale che pu durare un anno. E a Di Pietro che lo accusa di esser ricattatorio e intimidatorio, cos come a chi vorrebbe accelerare la corsa alle urne, Bersani chiarisce: Non ci interessa vincere sulle macerie del paese. Casini stia tranquillo.

Alleanza in bilico
Continuano le tensioni sulla manovra tra il leader dellIdv Antonio Di Pietro e il segretario Pd Pier Luigi Bersani. Se non si trover un accordo, lalleanza nata nel 2008 volger alla fine

SINDACATI Prove di dialogo sullo sciopero unitario


ROMA

Stamattina alle otto, presso la sede della Uil in via Lucullo, i tre maggiori sindacati cercheranno un accordo per marciare uniti, dato che uniti vorrebbero colpire e - peraltro hanno gi deciso di farlo nello stesso giorno, luned prossimo 12 dicembre. Le riserve sulla manovra economica sono comuni, condivise e fortis-

sime, ma alcuni malumori tra le confederazioni impedirebbero di organizzare una protesta unitaria. Da qui limportanza dellincontro di stamattina per ricomporre una, ancorch temporanea, unit sindacale. La leader della Cgil Susanna Camusso, domenica scorsa, subito dopo lincontro con Monti e ancora nelle aurate stanze di palazzo Chigi, aveva sollecitato i suoi colleghi Raffaele Bonanni

e Luigi Angeletti a fare una segreteria unitaria per concordare le modalit della protesta. Quella stessa domenica, alle 16 aveva tenuto una conferenza stampa e a chi le chiedeva quali manifestazioni si stessero disponendo per la protesta del sindacato, la segretaria aveva risposta che erano in corso consultazioni con Cisl e Uil e quindi ancora non poteva dire nulla in proposito.

I leader di Cgil, Cisl e Uil, Camusso, Bonanni e Angeletti

Luned, invece, il quadro cambia. Uil e Cisl fanno una conferenza stampa congiunta e annunciano per il luned successivo - 12 dicembre - lastensione dal lavoro per due ore, alla fine di ogni turno, in tutti i

comparti. Anche se Angeletti su domanda di un cronista conferma che esiste una consultazione con la Cgil. La quale Cgil, a quel punto, prende una sua iniziativa: anche lei far sciopero luned 12 ma sar di

quattro ore. Sia Cgil che Cisl e Uil, peraltro, contano di fare dei sit-in davanti alle prefetture, in questi giorni, e a Montecitorio il 12. Tutto uguale, tutto lo stesso giorno. Perch allora non agire uniti? Allorigine del dissidio - secondo fonti sindacali - ci sarebbe una questione di metodo. Raffaele Bonanni ha spiegato ancora ieri che secondo lui (ma anche secondo la Uil) il punto essenziale che ci sia una trattativa: insomma la centralit della concertazione. La critica della Cgil pi radicale e riguarda il merito della manovra che carica sui lavoratori e sui pensionati un onere pesantissimo. Ieri, sui blog dei sindacati, erano molte le proteste della base che non capiva questa divisione di fronte a una causa comune. Oggi si tenter una ricomposizione e si capir se il 12 ci sar uno sciopero unitario o no. [R. MAS.]

6 Primo Piano

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

LA CRISI
I TAGLI

I CONSUMI

Accise pi Iva: spunta la stangata sulla benzina


Aumenti record: da 9,9 a 13,6 centesimi al litro Parte dellincasso va al trasporto pubblico locale
FABRIZIO BARCA
ANTONIO PITONI ROMA

Sbloccato il patto di stabilit alle Regioni


ROMA

Il governo sblocca il Patto di stabilit per le Regioni: 3 miliardi in 3 anni per spendere il co-finanziamento nazionale oltre ai fondi comunitari. Lo ha detto il ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, alle commissioni bilancio riunite di Camera e Senato illustrando il programma di intervento del governo in materia di politiche di coesione territoriale. Si tratta di tre miliardi in tre anni: per creare sviluppo e intervenire sullequit concentriamo le risorse su quattro priorit: scuola, digitale, ferrovie, occupazione. Riferendosi alla gestione dei fondi comunitari, il ministro ha sottolineato il grave ritardo nel loro impiego: Con una percentuale di pagamenti eseguiti al 21 novembre 2011 pari al 7,4% - ha dichiarato lItalia penultima tra gli Stati membri, prima soltanto della Romania. Il ministro ha individuato le ragioni di questo ritardo in 4 criticit: debolezza dei centri di coordinamento nazionale e regionale; difficolt di spesa dovute ai tagli di finanza pubblica non risolutivi e ai vincoli del patto di stabilit interno; frammentazione degli interventi; scarsa focalizzazione sui risultati e carenza di controllo civico. Questo governo - ha aggiunto - fin dai primi giorni ha messo in attuazione un intervento ispirato ai metodi di programmazione che lintera Unione Europea adotter a partire dal 2014. Tra le principali linee di azione la concentrazione delle risorse su quattro priorit per migliorare la qualit della vita dei cittadini e rilanciare il Sud: scuola, agenda digitale, ferrovie, credito per loccupazione. [R. I. ]

Non ci vuole Pico della Mirandola per fare due conti veloci veloci. Perch se alla fine la somma che fa il totale, basta dare uno sguardo agli aumenti delle accise sui carburanti per capire che quella che si abbatter sugli automobilisti una vera e propria mazzata. E pure anticipata, perch gi da oggi, per effetto della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto Salva-Italia, il prezzo del pieno dal distributore comincer a lievitare. Ecco come: le aliquote su benzina e diesel salgono rispettivamente di 8,2 e 11,2 centesimi

Le associazioni degli utenti insorgono: scelta che produce inflazione e deprime leconomia
al litro. C poi da applicare allaccisa, lIva al 21% per completare il calcolo e ottenere laumento dei prezzi alla pompa: 9,9 centesimi in pi per la verde e 13,6 per il gasolio. Ma la stangata non ha risparmiato neppure il Gpl che coster 2,6 centesimi in pi al litro. Mentre laccisa sul metano stata ritoccata di 0,00331 euro al metro cubo. Ma non finisce qui: dal 1 gennaio 2013 scatter anche un ulteriore rincaro, ma solo per benzina e gasolio, di 0,0005 euro per ogni litro di carburante. Per avere unidea della rilevanza degli aumenti, aiuta il dato divulgato ieri dallUnione petrolifera: da marzo ad oggi, quindi in meno di nove mesi, tra accise ed Iva, il prezzo di benzina e gasolio ha subito rialzi, rispettivamente, di 16 e di 20 centesimi. Ci vuol dire che, stando ai dati dellUp, il decreto Salva-Italia ha praticamente raddoppiato in un colpo solo gli aumenti che si erano registrati nellarco dei nove mesi precedenti. Per i possessori di auto di grossa cilindrata (dai 185 kW in su) i conti da fare non finiscono qui. Perch oltre agli aumenti dei carburanti, i relativi portafogli dovranno tener conto anche della nuova super tassa (20 euro a kW) introdotta dal governo. Insomma, ricapitolando, dal ritocco dellaccisa lo Stato incamerer un gettito di 4,8 miliardi di euro nel 2012 (dei quali, circa 800 milioni verranno impiegati per ridurre i tagli ai trasferimenti alle Regioni destinati al trasporto pubblico locale), 4,5 per il 2013 e 4,6, a regime, a partire dal 2014. Critiche le associazioni dei

consumatori, che dopo aver calcolato quanto costeranno i rincari alla pompa alle tasche degli italiani, bocciano il provvedimento senza mezze misure. Lennesimo aumento delle accise sui carburanti, deciso dal governo Monti e immediatamente esecutivo con lentrata in vigore della manovra economica, determiner a danno degli automobilisti un aggravio di spesa pari a 130 euro annui per le auto a benzina, e 150 euro annui per quelle a gasolio, fanno sapere dal Codacons. Un aggravio delle accise che, come rileva il presidente dellassociazione, Carlo Rienzi, si aggiunge a quelli voluti dal precedente governo per finanziare il Fus e per far fronte alle alluvioni di Liguria e Toscana, determinando non solo un rincaro dei listini alla pompa, ma un generalizzato aumento dei prodotti trasportati, con conseguenze negative sul tasso di inflazione. Insomma, il solito bancomat dei distributori per far respirare le casse dello Stato. Conti che, secondo le stime di Federconsumatori, sarebbero addirittura pi salati rispetto a quelli del Codacons. Una batosta incredibile, taglia corto il presidente dellassociazione, Rosario Trefiletti. Perch ai costi diretti a carico degli automobilisti, che stimiamo in circa 120 euro lanno in pi, bisogna aggiungere anche quelli indiretti - spiega -. Vale a dire altri 95 euro allanno, per un tota-

Nuovi rincari alle pompe di benzina

le di circa 215 euro. Il ragionamento semplice e Trefiletti prova a spiegarlo cos: Ogni 3 centesimi di aumento del prezzo dei carburanti, linflazione subisce una spinta verso lalto che, nella pratica, produce un costo addizionale di 30 euro lanno. Ora, trovandoci di fronte ad un rincaro di addirittura 9,9 centesimi, ecco spiegato come si arriva al totale di 95 euro. Premesse (matematiche) che rimandano alle conclusioni (economiche) del presidente di Federconsumatori: Si tratta in sostanza di un provvedimento che andr a deprimere ulteriormente il mercato e a incrementare linflazione - conclude Trefiletti -. E la cosa non ci piace per niente.

Laumento delle accise


Cifre in euro per 1.000 litri Prezzi medi rilevati l'altro ieri Effetto fiscale a parit di prezzo industriale

Benzina verde

Gasolio (diesel)

1.575,3
273,4
Fisco da 56,9% a 59,4%

1.674,6
290,64 704,2
IVA (21% di netto e accisa) ACCISA +8,2 +11,2 centesimi al litro

1.651,56 1.525,92
264,83 593,2 481,1 288,37
Fisco da 48,9% a 52,8%

622,1

Prezzo netto da 43,1% a 40,6%

679,8

679,8

779,99

779,99
Prezzo netto da 51,1% a 47,2%

PREZZO INDUSTRIALE

Centimetri - LA STAMPA

Crusca e Lincei evitano la scure


Giallo sul testo, poi trovati i fondi per le Accademie: esigenze indifferibili
ROMA

Sono sempre nel mirino. A rischio abolizioni, poi resuscitate. accaduto nelle bozze delle manovre di agosto, accaduto in questi giorni. Alla fine per l'Accademia dei Lincei e quella della Crusca arrivata una boccata d'ossigeno finanziario. Per il 2012 sono stati stanziati nuovi fondi: 1,3 milioni di euro andranno alla prima, e 700 mila alla seconda. quanto prevede l'articolo 30 del decreto legge approvato dal consiglio dei Ministri.

Con un'ulteriore garanzia, le risorse sono collocate tra le esigenze indifferibili. Un altro giallo che per un giorno ha fatto stare con il fiato sospeso i suoi dipendenti, riguarda l'Autorit garante per l'infanzia e l'adolescenza di cui era prevista la soppressione in una delle bozze del decreto di manovra. Unipotesi singolare visto che l'Authority era stata creata poco pi di quattro mesi fa, dopo venti anni di insistenze da parte dellOnu, che chiedeva un adeguamento dellItalia ad altri Paesi europei. Una settimana fa ne era stato designato persino il presidente, Vincenzo Spadafora. Lex numero uno di Unicef Italia tuttavia conserver lincarico visto che nel decreto firmato dal presidente della Repubblica non contemplata la soppressione dellAutorit. Sul

LAccademia dei Lincei

fronte delle imprese sono diversi i provvedimenti che prevedono esborsi a carico delle aziende, dal canone Rai fino al parco auto per i dipendenti. Le societ avranno infatti l'obbligo di indicare, nella dichiarazione dei redditi, il numero di abbonamento speciale a radio e televisione ai fini della verifica del pagamento del canone. Questo in particolare ri-

guarda chi possiede uno o pi televisori in locali aperti al pubblico o comunque fuori dellambito familiare, o che li impiegano a scopo di lucro diretto o indiretto. Altra novit che andr ad incidere sui costi delle aziende quella relativa alla supertassa collegata alla potenza delle auto. Il testo del decreto prevede il pagamento di 20 euro per ogni kW di potenza eccedente, ma ha fissato il limite di esenzione a 185 kW rispetto al precedente di 170 kW circolato nei giorni scorsi, e va a colpire circa 260 modelli base delle pi diverse categorie. Nel lungo elenco delle oltre 185 kW vi sono infatti tante vetture fornite dalle aziende ai propri dirigenti. Saranno penalizzate le motorizzazioni 3.0 - 3.5 (a bassi consumi e poco inquinanti): imposta tra 1.200 e 1.300 euro.

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Primo Piano 7

GIACOMO GALEAZZI ROMA

I numeri della crisi, impressionano tanto quelli della manovra. Un manovra che taglia i fondi anche alle piccole testate giornalistiche. E stavolta, pare, che si far davvero sul serio. Il decreto legge, varato dal governo Monti, infatti, chiarissimo: stop ai contributi diretti alleditoria. Insomma, la scure sta per abbattersi sui giornali di partito, su quelli delle cooperative e pi in generale anche sulle pubblicazioni delle diocesi. A rischio, dunque, decine di periodici locali (soprattutto riviste cattoliche di antica tradizione ma scarso bacino pubblicitario) che potranno

45
milioni di euro
Il fondo per leditoria dopo i tagli gi operati dal governo Berlusconi

Testate in pericolo
I giornali di partito, quelli a forma cooperativa e i fogli diocesani colpiti dai tagli dei contributi pubblici

Un atto miope Siamo preziosi per il contatto con il territorio

500
milioni di euro
Il fatturato del settore secondo i sindacati che contestano i tagli

3
LA SPESA

domande a
don Bruno Fasani Verona Fedele

Protestano la Cgil e il sindacato dei giornalisti: a rischio tanti posti di lavoro


chiudere i battenti se non confortati dai numeri del mercato. Il governo, si legge nel decreto, dal primo gennaio 2012 lavorer alla riforma del regolamento per lassegnazione dei fondi. Tre gli obiettivi: risanare la contribuzione pubblica, selezionare pi rigorosamente laccesso alle risorse, risparmiare sulla spesa pubblica. Perci dal 2014 partiranno nuovi criteri per lassegnazione delle risorse, con effetti sulle erogazioni dal 2015. La misura riguarda quella fetta di editoria che percepisce contributi diretti, ossia giornali di partito, oppure editi da cooperative o piccole testate come quelle diocesane. I risparmi cos ottenuti (com-

Giornali di partito e diocesani Stop ai contributi pubblici


patibilmente con le esigenze di pareggio di bilancio) andranno alla ristrutturazione delle aziende gi destinatarie della contribuzione diretta, allinnovazione tecnologica del settore, a contenere laumento del costo delle materie prime, allinformatizzazione della rete distributiva. Negative le reazioni. La Federazione nazionale della stampa denuncia centinaia di testate a rischio-asfissia e migliaia di posti di lavoro in pericolo: Invece di correggere vecchie scelte, il governo si limita a registrare il disastro. Servivano prelievi sugli utili delle fondazioni bancarie a favore del pluralismo dellinformazione sulla e sulla pubblicit televisiva come compensazione della distorsione del mercato e della ripartizione delle risorse. Protesta anche il segretario confederale della Cgil, Fulvio Fammoni: E una pietra tombale sulleditoria, si prevede che dal primo gennaio del prossimo anno dovr essere rivisto il regolamento di attribuzione delle attuali pochissime risorse, ma non pi la contribuzione diretta. Peccato che le aziende chiuderanno prima. Le risorse destinate alleditoria erano gi risibili e con lultima manovra del governo Berlusconi sono state tagliate da 170 milioni di euro a 45 per il 2012: gi cos avrebbero provocato tante chiusure, ora prevedendo la cessazione del contributo diretto, nessuna banca far pi credito e la chiusura sar massiccia e immediata. Secondo la Cgil la conseguenza sar il tracollo di un settore che fattura 500 milioni di euro, migliaia di lavoratori licenziati, in mobilit o in cassa integrazione sia nelle testate che nellindotto e che con le nuove norme previdenziali difficilmente arriveranno a pensione. Cio un grande problema sociale, uno strutturale mancato introito per lo Stato e molte spese in pi, finch sar possibile dare ammortizzatori. Infine si crea un grande problema di libert per linformazione perch cos si impone il silenzio a tante testate.

Si apre un periodo nero. Latto miope del governo provocher la chiusura di centinaia di piccole testate, a tutto svantaggio del servizio civico da noi svolto nella fascia pi debole della popolazione. Non spegnendo voci libere che si risana il Paese. E noi abbiamo lettori fidelizzati che sono nostri abbonati da 50-60 anni. E grave colpire un servizio autenticamente pubblico. Rappresentiamo strumenti popolari di contatto con il territorio che da un secolo e mezzo forniscono alla societ e alle istituzioni un prezioso supporto. I contributi erano gi pochi prima ed giusto ripartirli in modo pi trasparente e rigoroso, per non qui che bisognava tagliare. Nello squilibrio pubblicitario provocato dalle concentrazioni editoriali. Piccole ma storiche e utili testate verranno rase al suolo. Chi, come noi, un po pi grande rester in vita ma sar costretto a ridurre lorganico. [GIA. GAL.]
Dove sono gli sprechi? Perch accusa il governo di miopia?

Don Bruno Fasani (direttore di Verona Fedele, settimanale della diocesi di Verona) cosa cambia per voi con questi tagli?

8 Primo Piano

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

LA CRISI
VERSO IL VERTICE UE
La chiusura di Piazza Affari Lo spread

-0,49
per cento Milano

Ieri Piazza Affari riuscita a limitare le perdite nonostante lannuncio di Standard & Poors di mettere sotto osservazione il debito di quasi tutta lEurozona

punti in pi di Berlino

368

Anche ieri il differenziale tra i nostri titoli di Stato a dieci anni e quelli tedeschi sceso, portandosi sotto quota 370. Il 9 novembre lo spread aveva toccato il record a 574 punti

LEuropa ignora S&P e stringe sui nuovi trattati


Juncker: Stupito dalla mossa delle agenzie di rating
LUCA FORNOVO

Ci sono volute undici ore di trattative serrate per congegnare il bazooka finanziario che aiuter lEuropa a salvarsi. Il fondo salva-Stati Efsf, che aveva una dotazione iniziale di 440 miliardi (ora sarebbero rimasti 290 miliardi), sar rinforzato con un nuovo fondo, lEsm, che avr in pancia 500 miliardi di euro. Il progetto ambizioso sar presentato dagli sherpa al vertice europeo di venerd. La nuova e preziosa liquidit, secondo il Financial Times, sar iniettata nel meccanismo europeo di stabilit (Esm) entro giugno. Per aumentare le risorse lEsm potrebbe fare ricorso alla leva finanziaria e a soldi che provengano dal Fmi. La potenza di fuoco di questo bazooka potrebbe essere usato per aiutare i Paesi in difficolt e sostenre la Bce nellacquisto dei titoli di Stato europei. Stavolta le sirene dallarme di Standard & Poors sui rischi dellEuropa non hanno spaventato pi di tanto gli in-

cio 2012 che d via libera al governo di coalizione guidato da Papademos per il nuovo programma economico. Lannuncio di S&P non ha creato choc sui mercati perch i dati sui debiti sovrani dellEuropa e lo sfondo politico sono sotto gli occhi di tutti. Anche sul mercato dei titoli di Stato, i Btp dellItalia hanno resistito. Anzi, dopo alcune fluttuazioni, i rendimenti dei titoli a dieci anni sono scesi al 5,87%, mentre il loro differenziale rispetto ai Bund tedeschi, il famigerato spread, sceso ancora, a 368 punti base. Ma se limpatto stato limitato sui mercati, sulla scena politica europea la decisione di S&P ha scatenato polemiche e ipotesi complottiste a non finire. Il presidente dellEurogruppo, Jean-Claude Juncker, si detto basito dalla mossa dellagenzia di rating, che ha definito unesagerazione scriteriata e iniqua. Per la Bce ha parlato il membro francese del Consiglio dei Governa-

AI BIG DEI FUTURES

Dagli Usa stop allacquisto di bond europei


I

La Cftc, lautorit che vigila sui futures e derivati americani, ha deciso di vietare alle 123 societ registrate in Usa che operano sui futures, lacquisto di titoli di Stato europei con somme e per conto dei propri clienti. Al contrario, i big dei future potranno acquistare per i clienti solo titoli di stato americani. La notizia, destinata a destare tensioni Usa-Ue, stata data nel corso del gr di Radio 24 dal vicedirettore del Sole 24 ore, Alessandro Plateroti.

tori, Christian Noyer, secondo il quale la metodologia di valutazione di S&P diventata pi politica e meno basata sui fondamentali economici. I fautori delle tesi complotte evidenziano come tra gli azionisti di S&P, tramite McGraw-Hill, ci siano grandi fondi internazionali, come Vanguard, Oppenheimer e Black Rock, molti dei quali spesso guadagnano proprio dallonda ribassista dei mercati. Una miccia che ieri, dopo giorni di euforia, stata innescata guarda caso dallannuncio di S&P. Le agenzie sono state uno dei motori della crisi nel 2008 - ha aggiunto il presidente della Banque de France - stanno diventando un motore della crisi?. Joachim Nagel, componente del direttorio della Bundesbank parla di decisione poco convincente. Ma c anche chi la prende con maggiore filosofia come il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, che ha definito la mossa di S&P il mi-

glior incentivo possibile per il vertice Ue di venerd. Oltre al super fondo salvaStati, dal summit ci si attende che venga avviato un percorso di rafforzamento dellUnione tra paesi di Eurolandia, che accanto alla politica monetaria creerebbe vincoli pi stringenti degli attuali anche sulle politiche di bilancio, e sul fatto che questo potrebbe spianare la strada a manovre pi aggressive della Bce a so-

stegno dei titoli di Stato sotto stress. Dalla Bce, Morgan Stanley, si aspetta un taglio dei tassi dinteresse a dicembre di 25 punti base che li porterebbe all1%, restituendo ossigeno a Borse e imprese. Il dibattito sulla crisi vivace anche tra le grandi banche daffari. Tra le colombe stavolta c Goldman Sachs che ha definito ridicola la scelta di S&P diffondere lannuncio prima del summit.

Nella notte il cruciale s della Grecia al bilancio per il 2012 che apre alle riforme
vestitori, ormai consapevoli da tempo della crisi del Vecchio Continente. Luned notte, a pochi giorni dal vertice europeo del 9 dicembre, lagenzia di rating ha deciso di mettere sotto osservazione per un possibile abbassamento i rating di tutti i paesi dellEurozona, a eccezione di Grecia e Cipro, gi colpite dal declassamento. Parigi, Berlino e tutti gli altri primi della classe, rischiano cos di perdere la prestigiosa tripla A, la massima valutazione possibile sul debito sovrano. In mattinata i mercati europei hanno accusato il colpo, ma nel pomeriggio hanno contenuto le perdite. A soffrire pi di tutti stata la Borsa di Francoforte che ha ceduto l1,27%, Parigi ha chiuso la seduta a -0,68%. Milano ha limitato il calo a -0,49%, mentre Londra rimasta praticamente invariata (+0,01%). Nella notte poi dalla Grecia arrivato il cruciale s al bilan-

Intervista

,,
TONIA MASTROBUONI TORINO

Reichlin: Il pressing sui rating porter a unintesa ambiziosa


Economista
Lucrezia Reichlin insegna alla London Business School Qualcuno sospetta che la mossa di S&Ps punti a irrigidire di nuovo i tedeschi e ad allontanare unintesa.

Sono daccordo che il timing inopportuno ma non dobbiamo scordarci che anche con tutta la buona volont dei governi tecnici e con gli sforzi di riformare la governance delleuro, le prospettive delle economie europee rimangono povere e i rischi di instabilit alti. Le previsioni di tutti gli istituti sulla crescita sono state riviste al ribasso e quindi il deficit pubblico sar piu alto del previsto; il sistema banacario fragile e tutti gli istituti stanno diminuendo la leva anche per vincoli regolamentari; inoltre non e ancora chiaro chi sar il garante della stabilit finanziaria se incidenti pi grandi del previsto si dovessero manifestare. I rischi ci sono e le agenzie reagiscono a questa situazione.

rofessoressa Lucrezia Reichlin, S&Ps ha messo quasi tutta lEurozona sotto osservazione. Non un po strano il tempismo? Il governo italiano ha appena varato una ambiziosa manovra e alvertice europeo si profila forse unintesa su alcuni dossier importanti per il futuro delleuro.

Non credo. Si potrebbe pensare anche al contrario. Un maggiore incentivo a una intesa pi ambiziosa. Se molti paesi sono declassati, questo implica un rischio per tutta la area delleuro e quindi un potenziale declassamento anche a chi si sente forte. La zona euro peggio di un matrimonio. Linfelicit di un complice contagia tutta la famiglia e il divorzio una catastrofe finanziaria per tutti.
Alcuni studi autorevoli dimostrano che le agenzie di rating tendono ad aggravare la crisi.

Effettivamente, ci sono molti studi che mostrano come le agenzie di rating con i loro annunci determinino un peggioramento della situazione perch influenzano le aspettative dei mercati. Il declassa-

mento di un paese o di una banca ha un ef- modo credibile. Non sono sicura che fetto sui loro Cds e questo a sua volta in- unagenzia europea risolverebbe il profluisce sul costo del finanziamento provo- blema. Soprattutto se fosse sponsorizzacando un peggioramento della situazio- ta dalle autorit comunitarie. Perche ne. Il fatto che ci siano questi effetti non lEuropa deve giudicare lEuropa? La fisignifica che non ci siano motivi per dubi- nanza globale. tare dei rischi che ancora permangono. Una settimana fa la stessa notizia che Non scordiamoci che effetto avrebbe quelle stesse agenzie fatto? LAGENZIA AMERICANA erano state criticate pensiamo allItaIl timing dellannuncio Secredo che una setprima del fallimento di lia, inopportuno, ma i rischi timana fa i mercati Lehman per non avere per lEurozona ci sono avevano gi espresso segnalato il pericolo. una posizione molto utile creare unagenzia di raLITALIA pessimista anticipanmodo le ting europea o riCol governo Monti do in qualcheloro anagenzie. Un schia di non avere ha acquistato credibilit nuncio avrebbe reso credibilit perch ora meno vulnerabile la situazione pi nata contro le tre drammatica ma il sorelle americane e quindi sospettabile di essere trop- pessimismo si era gia espresso. La minacpo accondiscendente con i paesi eu- cia di declassamento ora ha un effetto su tutta la zona euro e non solo i paesi gia in ropei? Credo sia utile chiedere piu trasparenza bilico come lItalia. Inoltre lItalia, con il su quale siano i modelli usati dalle agen- governo Monti, ha acquistato credibilit zie e avere una struttura che le regoli in quindi meno vulnerabile.

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Primo Piano 9

La Bce
A Francoforte c il quartier generale della Banca centrale europea (foto), da mesi impegnata a sostenere i titoli di Stato dei Paesi in difficolt Gli analisti si aspettano che entro dicembre lEurotower, presieduta da Mario Draghi, tagli di 25 punti base i tassi dinteresse

Il piano per lEurozona: una banca salva-Stati


Un ruolo per la Bce. Van Rompuy: rafforzare il governo delleuro
Il futuro della nuova Europa che vuole liberarsi dal giogo dei mercati, e convincerli della determinazione a blindare la valuta comune, comincia MARCO ZATTERIN oggi pomeriggio alle cinque, CORRISPONDENTE DA BRUXELLES quando gli sherpa dei leader dellUnione si ritroveranno a Bruxelles per avviare a livello erman Van Rom- tecnico il summit che si apre puy cala i suoi as- domani sera. Il vertice a due si anticrisi. In at- di luned fra il presidente frantesa della propo- cese Sarkozy e la cancelliera sta Merkozy che tedesca Merkel ha dato il via. arriva oggi sui tavoli bruxelle- Il piano van Rompuy, se apsi, il presidente del Consiglio provato, avrebbe la facolt di Ue ha pronta la sua cura da capovolgere i patti a due di Decavallo per lEurozona. Il auville. Parigi accetterebbe fiammingo propone di raffor- lautomatismo delle penalit zare il governo della moneta per chi sfora; Berlino, accounica sino ad glierebbe lEsm attribuire poLE SANZIONI flessibile legato teri straordinaScattano se i Paesi allEurotower, ri alla Comcon una dote non prendono che sommandomissione per le misure necessarie si a quella del costringere i Paesi a prendepredecessore re le misure fiscali necessa- temporaneo (Efsf) arriverebrie per assicurare la stabilit be a 900miliardi. dellEurozona. Non solo. Si vedr. Intanto Van RomSuggerisce sanzioni semiau- puy, ha messo le sue idee in un tomatiche e il lancio di un rapporto di 2 cartelle e ha agquasi Fondo monetario euro- giunto un secondo documento peo, attraverso la trasforma- pi istituzionale da 5. Lattuazione dello strumento salva- le situazione - il messaggio stati permanente (Esm) in richiede unazione immediaistituzione finanziaria. Ov- ta. Il piano di ampio respiro, vero in una banca che, nelle auspica la coerenza fra Ue e intenzioni di molti, potrebbe Eurozona e invita ad appogessere foraggiata anche dalla giarsi sulle istituzioni comuniBce e non dai privati. tarie. Niente scorciatoie inter-

Retroscena

governative, fa intendere. LEu- ragionare sulla condizionalit ropa deve essere unita. del rispetto delle regole per La prima sollecitazione laccesso ai fondi strutturali, tiper una maggiore convergen- po il fondo Sociale. Si parlato za macroeconomica, il che di sospensione di diritto di vocomporta processi decisionali to per i cattivi, ma lipotesi paelaborati dalle capitali in stret- re caduta. Sarebbe comunque to contatto coi partner di Bru- una rivoluzione. Se non bastasxelles. Van Rompuy avanza e se, ecco che arriva una pi propone lintroduzione di san- stretta interpretazione del 3 e zioni anche qui, come per le del 60%, rispettivamente i papolitiche fiscali. In pratica, un rametri virtuosi in funzione del catafalco come il Piano Euro- Pil per deficit e debito, agendo pa2020 succeduto alla Strate- sullart.12 del Trattato che congia di Lisbona potrebbe essere sente tempi pi rapidi di azioreso credibile da ne piuttosto che provvedimenti LINTEGRAZIONE su una vera e punitivi per chi Nuove regole propria riforma non crea abbacostituzionale. di rigore e sviluppo Il rafforzamenstanza posti o inda studiare insieme to delle regole di novazione. Si potrebbe considebilancio potrebrare anche luso di interventi be accompagnarsi con comuni legislativi per definire dei risul- emissioni di debito, ovvero gli tati minimi da ottenere per odiati (per la Merkel) eurolagevole funzionamento del- bond, dibattito di lungo termilEurozona. Parametri di svi- ne. Nel breve, Van Rompuy luppo cos come ci sono per de- suggerisce di consolidare gli ficit e debito. La stella polare stabilizzatori. Il fondo anticrac del fiammingo una piena inte- permanente (Esm) potrebbe grazione che rafforzi il fronte. essere trasformato in uno struE il volano parallelo agli inter- mento finanziario dellEurozoventi per la sostenibilit dei bi- na. Somiglierebbe al Fondo lanci, obiettivo per il quale con- monetario, e potrebbe ricapitasidera importanti sia il Six lizzare direttamente le banche. pack per la nuova governance La Merkel non sar daccordo, che entra in vigore il 13 dicem- ma ha gi cambiato parecchie bre, che le due proposte di ulte- volte da che la Grecia ha cominriore stretta intavolate dalla ciato a ballare due anni fa. PosCommissione. Qui il documen- sibile che, nei prossimi giorni, to del Consiglio suggerisce di lo faccia ancora.

10 Primo Piano

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

LA CRISI
VIA AI NUOVI CANTIERI

Due miliardi per lAlta velocit


Il Cipe sblocca 4,8 miliardi di fondi per le opere strategiche, per il Mose 600 milioni
FULVIO MILONE ROMA

Due miliardi per lAlta Velocit, 600 milioni per il Mose (il progetto per la difesa di Venezia dallacqua alta) e quasi altrettanti per il contratto di programma Anas. Poi, 123 milioni per interventi al Sud. E questa solo una parte delle opere i cui fondi sono stati sboccati ieri dal Cipe: 4,8 miliardi che il ministero dello Sviluppo intende confermare per le infrastrutture strategiche. A questi si aggiungono 440 milioni per il fondo per lo sviluppo e la coesione. Ripartono le grandi opere la cui realizzazione dovrebbe dare ossigeno alleconomia. La parte del leone assegnata allAlta velocit: 2 miliardi per il secondo lotto della linea

Treviglio-Brescia (919,06 milioni) e per la tratta Milano-Genova (1,1 miliardi). Con fondi per 600 milioni, il Cipe garantisce la continuit per il 2012 dei lavori per realizzare quella che lassessore regionale del Veneto Renato Chisso definisce la pi grande opera idraulica del mondo: il Mose, completato ormai al 70%. Con questi finanziamenti il traguardo finale, cio loperativit dellopera, pi vicina, ha commentato Chisso. Il Cipe ha approvato il riparto dei 162 milioni, stanziati dal cosiddetto Decreto Tremonti del 2008, per il settore del trasporto rapido di massa. Lo stanziamento a favore dei primi tre interventi in graduatoria. Sbloccati anche i fondi per le grandi opere al Sud. Dei 123,3 milioni assegnati

1,1
miliardi
La parte del leone dellAlta velocit riguarda il Terzo Valico per la tratta Milano- Genova

919 440
milioni
Unaltra fetta consistente di finanziamenti della Tav riguarda il secondo lotto della linea Treviglio-Brescia

milioni
Sono stati stanziati dal Comitato interministeriale per finanziare il fondo per lo sviluppo e la coesione

Pietro Ciucci
Lad dellAnas

al Mezzogiorno, 211 milioni sono destinati alla superstrada Palermo-Agrigento. Altri fondi consentiranno lavori alla statale Jonica, al porto di Taranto e alla Metropolitana di Napoli. Via libera anche allassegnazione di 598 milioni a favore del contratto di programma dellAnas per il 2010 e 2011, per la parte investimenti. E un fatto positivo - ha commentato lam-

ministratore unico di Anas Pietro Ciucci -, la decisione riguarda importi relativi a interventi di manutenzione e sicurezza stradale. Nella manovra varata dal Governo, ha proseguito Ciucci, ci sono norme finalizzate ad accelerare le procedure e a favorire i capitali privati; le nuove opere approvate dal Cipe rientrano in questa stessa linea

di accelerazione delle opere avviate. Riserve vengono espresse dal capogruppo del Pd in Commissione Lavori pubblici del Senato Marco Filippi. Il governo Berlusconi ha gestito il Cipe quasi solo come strumento di propaganda, assegnando e riassegnando sempre le stesse risorse - ha detto -. Siamo certi che il governo Monti attuer una metodologia di lavoro di-

versa a partire dalla prossima riunione. Se ci sono quasi 5 miliardi da spendere, che vengano spesi presto e bene. Leuroparlamentare del Pd Debora Serracchiani ha espresso rammarico per lassenza della Venezia-Trieste dalle ultime assegnazioni, e speranza per limpegno successivo del governo sulle infrastrutture ferroviarie del Nordest.

Gli scali

il caso
MARCO ZATTERIN CORRISPONDENTE DA BRUXELLES

na nuova e allargata Lega Anseatica sfida i porti italiani. Racconta Paolo Costa, oggi presidente dellAutorit Portuale di Venezia, che gli scali di Anversa, Rotterdam e Amburgo hanno messo i soldi assieme per cofinanziare uno studio e dimostrare linutilit di collegare il Nord dellEuropa con Genova e Trieste. Hanno incaricato la stessa societ che ha consigliato la Commissione europea quando c stato da studiare gli assi chiave del sistema di reti transeuropeo. Col mandato, spiega lex eurodeputato Paolo Costa, per cercare di far vedere che non c convenienza a unire il settentrione del continente coi nostri approdi. Cosa che - fa notare -, non affatto vera. Le cifre spiegano il caso. Non pensiamo di poter togliere loro dei volumi di attivit, semmai si ral-

I porti del Nord bloccano lasse Baltico-Adriatico


Lintesa Anversa-Rotterdam-Amburgo contro gli scali italiani
MAR BALTICO
Gdynia Danzica

Trieste
I

A Nord del mare Adriatico, il porto suddiviso in cinque aree, tre delle quali adibite a fini commerciali: il porto vecchio, il porto nuovo, il terminal del legname, detto scalo legnami. Le due aree rimanenti sono il terminal industriale e il terminal petroli.

Assomarinas La manovra di Monti affonda la nautica


I

Direttrice Nord-Sud
Il Corridoio Adriatico atico unir il sistema portuale Venezia-Trieste-Capodistria Capodistria con il Baltico a Nord ord e con i mercati oltremare a Sud

POLONIA

Varsavia

Katowice

LA CONCORRENZA

Non vogliamo togliere lavoro agli altri scali Semmai rallentarne la crescita
LE GRANDI RETI

Rotterdam
I

REPUBBLICA CECA

Ostrava

Il governo ha appena ribadito che le priorit italiane sono le stesse dellEuropa


lenter lespansione, ha spiegato Costa a margine della Conferenza Il corridoio Baltico-Adriatico per collegare le Europa promossa a Bruxelles dalleurodeputato Cancian (Pdl). Lasse in questione, uno dei progetto strategici indicati dallEuropa, serve a creare una linea commerciale che connetta trasporti navali e ferroviari. Di qui, in linea teorica, si pu passare agevolmente per andare da Suez a San Pietroburgo. Largomento dei tre porti del Northern Range che, sebbene le distanze potrebbero diventare pi brevi, lefficienza del loro sistema consente comunque di mantenere bassi costi e tempi di percorrenza. Costa tira fuori il suo, di studio. Rivela che gli scali dellAlto

il pi grande porto dEuropa. Dal 2004 i porti asiatici come Singapore e Hong Kong gli hanno strappato la posizione di primo porto del mondo. strategico per lindustria petrolchimica e la gestione dei cargo.

SLOVACCHIA
Vienna Bratislava

Dura reazione di Assomarinas, lAssociazione porti turistici italiani che raggruppa 88 marine ubicate in tutto larco della costa dalla Liguria al Friuli passando per la Sicilia, in risposta alle nuove norme fiscali adottate dal governo Monti. Equit e rigore fiscale con incomprensibili norme mirate a penalizzare un comparto trainante per leconomia del Paese - ha detto il presidente di Assomarinas e ad di Venezia Terminal Passeggeri, Roberto Perocchio - non possono rappresentare una terapia accettabile per il sistema di imprese turistico-nautiche impegnate con cantieri gi aperti per 18 mila nuovi ormeggi con altri 30 mila in corso di approvazione.

AUSTRIA
Klagenfurt Graz Lubiana

Trieste Venezia

SLOVENIA
Capodistria

ITALIA
Verso Asia, Australia, Mar Nero, Nord Africa

Anversa
I

il porto nel cuore dellEuropa. marittimo e fluviale. diventato uno dei pi grandi porti commerciali in Europa, al secondo posto dopo Rotterdam per quantit di merce imbarcata. Nel 2009, ha movimentato oltre 157.800.000 milioni di tonnellate di merce.

Centimetri - LA STAMPA

MAR ADRIATICO
in linea con le strategie europee. Si apprende ai margini dellincontro bruxellese che nel decreto SalvaItalia il governo Monti ha, con coerenza, ribadito che le priorit italiane per le grandi reti sono le stesse dellUnione europea. Per Roma non certo poco, c

Adriatico hanno la possibilit, nei prossimi anni, di arrivare a intermediare almeno 6 milioni di container con una crescita del 348%. Possiamo mantenere bassi gli oneri con le economie di scala - stima- e contribuire agli effetti benefici per lambiente. Il progetto perfettamente

lasse Palermo/Bari-Helsinki, quello dalla Spagna allUngheria e passa per Lione/Torino, quello misto che da Genova e Venezia tira su verso Anversa/Rotterdam e il Baltico. Essere dentro alla lista prioritaria significa accedere ai finanziamenti Ue e agli altri capitali messi a disposizione dalla Bei come lo strumento di garanzia o i project bond. Una cascata di milioni. Costa invita il governo a non distrarsi. Sopratutto nel momento in cui nel decreto di domenica ha messo in nero su bianco la volont di promuovere la realizzazione () di opere di infrastrutturazione ferroviaria metropolitana e di sviluppo ed ampliamento dei porti () inerenti i porti nazionali appartenenti alla rete strategica transeuropea. Lex eurodeputato veneziano dice che quella di Genova, Triste e Venezia una partita da non perdere e chiede a Monti di sostenere la Commissione. Sulla linea europea, sar pi facile difendersi dalloffensiva dei tre big del Nord.

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Primo Piano 11

LA CRISI
LA GIORNATA DEGLI ITALIANI

Per le donne il tempo non libero


Lo studio dellIstat: Impegnate come gli uomini ma con in pi il peso della casa e della famiglia
VALENTINA ARCOVIO

Gli italiani sgobbano sempre di pi a lavoro e, pur di non rinunciare al tempo libero, dedicano meno ore a dormire e a prendersi cura di s. Le donne invece sono pi penalizzate: dedicando pi tempo alla famiglia hanno meno opportunit di svago. Al contrario i giovani battono la fiacca sui libri, passando pi tempo a divertirsi e a navigare sul web. cos che negli ultimi 20 anni cambiata la vita degli italiani, anche se non troppo a guardare la loro passione per la tv. A tracciare levoluzione dellorganizzazione delle giornate stata lIstat nella rilevazione multiscopo sulluso del tempo condotta tra il 2008 e il 2009. Dai risultati appare evidente che la giornata tipo degli italiani cambia a seconda

La tv per tutti la principale attivit di svago e i giovani si divertono sul Web


di et, occupazione e sesso. Gli occupati, ad esempio, trascorrono pi tempo a lavoro e in auto per spostarsi. Ma mentre per gli uomini ci non significa avere meno tempo libero a disposizione, pi o meno stabile negli ultimi 20 anni, per le donne la questione pi complicata. Tra faccende domestiche e lavoro, hanno sempre meno tempo per svagarsi. Se un uomo infatti dispone in media di quattro ore di tempo libero, le donne invece solo di tre. Il motivo presto detto: se gli uomini dedicano in media solo unora

di tempo alla famiglia, le donne invece spendono oltre tre ore e mezza a sbrigare le faccende domestiche. Nel corso della giornata per le lavoratrici il tempo dedicato alla famiglia cresce nel pomeriggio fino a dopo cena; solo dopo le 21 le donne impegnate a svagarsi e rilassarsi superano quelle impegnate nel lavoro familiare. Il gap di tempo libero si accentua poi con lavanzare dellet e appare pi evidente se si guarda ai weekend, quando le donne dedicano unora di straordinari in pi alla famiglia. Per chi lavora diminuito il tempo dedicato al sonno (-13) e ai pasti (-10), mentre aumentato il tempo destinato al riposo, allinattivit (+13) e alluso del pc e di Internet (+7), compensato dal calo del tempo dedicato alle altre attivit del tempo libero. Guardare tv e video rimane la principale attivit di svago per tutti, pur con qualche dovuta differenza. Mentre per gli anziani aumentato il tempo trascorso davanti alla tv (+13), per i giovani c una distrazione in pi che ruba ore al grande schermo. Rispetto al 2002 gli studenti, infatti, raddoppiano il tempo trascorso su Internet, a discapito dello studio (19 in meno) e delle attivit allaperto (21 in meno). Nonostante gli studenti godano del 33% in pi di tempo libero rispetto a 20 anni fa, a causa di un maggiore disinteresse verso la formazione, hanno poca cura di s. Ma chi ha sicuramente molto pi tempo libero sono gli anziani, che spendono pi tempo a spostarsi (+19) e meno a svolgere un lavoro retribuito. Se in un giorno medio del 1988-1989 il 6,4% degli anziani lavorava, nel 2008-2009 lo fa solo il 2,7%.

4
le ore di libert
il tempo libero a disposizione di un uomo nellarco di un giorno. Le donne, invece, ne hanno soltanto tre

19
minuti in meno per studiare
Rispetto al 2002 gli studenti raddoppiano il tempo trascorso su Internet a discapito dello studio

2,7
per cento degli anziani
Se nel 1988-1989 il 6,4% degli anziani lavorava, nel 2008-2009 lo faceva soltanto il 2,7%

Dibattito
PAOLO MASTROLILLI INVIATO A NEW YORK

Italia non cresce pi da ventanni perch ha perso letica del lavoro e la capacit di innovare. Questa accusa, lanciata dal Nobel Edmund Phelps, ha trasformato in un duello la conferenza Italy and the world economy, promossa dalla Banca dItalia alla Columbia University di New York. Loccasione era presentare la ricerca di Gianni Toniolo sulla storia delleconomia del nostro paese nei 150 anni dunit. LItalia ha avuto successo per un secolo, crescendo a ritmi pi elevati del resto dEuropa dalla fine dellOttocento fino al 1992. Poi qualcosa si inceppato. Lobiettivo della conferenza era capire cosa, e come ripartire. Secondo Phelps abbiamo perso letica del lavoro. Lo dimostrano, ad esempio, le lacrime del ministro Fornero: imbarazzante vedere sulle prime pagine dei giornali le foto di una donna piangere per laumento dellet pensionabile. C qualcosa di profondamente sbagliato. Phelps ha proseguito dicendo che la troppa ricchezza privata, dovuta in buona parte ad agevolazioni fiscali

Troppo indaffarati o sedotti dalla pensione?


Due studiosi a confronto sul malessere del Belpaese Imbarazzante vedere le lacrime del ministro Fornero
non giustificabili, ci ha fatto dimenticare che per avere successo bisogna lavorare. Non siamo un paese innovatore, ma piuttosto prendiamo in prestito le tecnologie dagli altri, e ci dipende dal fatto che non abbiamo pi grandi aziende, votate alla ricerca di novit per struttura e necessit di sopravvivenza. Il direttore generale della Banca dItalia, Fabrizio Saccomanni, gli ha risposto con diplomazia, ma anche con molta fermezza: Il ministro Fornero non piangeva per laumento dellet pensionabile, ma per una questione di giustizia. Non si possono fare analisi basate sulle foto, senza leggere le didascalie. Quanto al resto, siamo un paese che lavora, e i segni si vedono anche qui in America. Saccomanni per non ha esitato a fare la sua analisi: Siamo di-

venuti compiacenti. I giovani si lamentano del loro futuro: dobbiamo tornare a fare quello che facevamo in passato. C bisogno di lavorare di pi, studiare di pi e reagire di pi. La mancanza di innovazione, secondo il direttore di Bankitalia, non dipende dalle dimensioni delle aziende, ma dallincapacit manageriale di sfruttare a pieno quanto abbiamo inventato. Il nuovo governo comunque ha identificato le priorit: consolidare il debito, lievitato negli anni perch usato come forma di consenso, e rilanciare la crescita, aiutando le imprese e investendo su capitale umano e istruzione.
LA CONFERENZA

Alla ricerca delle cause che hanno inceppato la nostra economia


Un colpo, infine, alle agenzie di rating, che minacciano il downgrade di tutta lEuropa: Fanno unanalisi sociopolitica semplicistica, superficiale e frettolosa. Se si tratta di attirare lattenzione, il messaggio stato recepito, altrimenti mal posto. Cancellare subito tutto il debito impossibile e dannoso. Stiamo prendendo le misure necessarie, ma non si pu criticare un falegname che sta producendo un tavolo perch lo ha fatto con una sola gamba, quando ancora lo deve terminare e le altre saranno costruite.

LItalia non cresce pi da 20 anni perch ha perso letica del lavoro e anche la capacit di innovare
Edmund Phelps
Premio Nobel per lEconomia 2006

Siamo divenuti compiacenti e i giovani si lamentano del futuro. C bisogno di impegnarsi e di studiare di pi
Fabrizio Saccomanni
Direttore generale della Banca dItalia

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 12

Manifattura Tessile di Nole M.T. SpA - Nole (TO)

Le piccole e medie imprese sono la forza del Paese. Noi le sosteniamo con 10 miliardi.

INTESA SANPAOLO RINNOVA IL SUO IMPEGNO A FAVORE DEL SISTEMA PRODUTTIVO SIGLANDO UN NUOVO ACCORDO CON CONFINDUSTRIA PICCOLA INDUSTRIA.
Per maggiori informazioni potete rivolgervi alla Filiale Imprese pi vicina o consultare il sito www.imprese.intesasanpaolo.com

Messaggio Pubblicitario con nalit promozionale. Per le condizioni contrattuali fare riferimento ai Fogli Informativi disponibili in Filiale e sui siti internet delle Banche del Gruppo. La concessione del nanziamento subordinata allapprovazione da parte della Banca.

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Primo Piano 13

SERVIZIO PUBBLICO
INCHIESTE E POLEMICHE

Peculato, Minzolini rinviato a giudizio


Il direttore del Tg1: accuse assurde. La Rai si costituir parte civile
PAOLO FESTUCCIA ROMA

Laccusa peculato. Ai danni della Rai. Per questo il direttore del Tg1, Augusto Minzolini stato rinviato a giudizio dal gup del Tribunale di Roma, Francesco Patrone. La vicenda concerne le presunte spese fuori budget del direttore del Tg1 che, secondo laccusa, ammonterebbero

Oggi la riunione del Cda. Possibile il trasferimento a New York


ad oltre 65mila euro. Cifra, che Minzolini, ha restituito allazienda nei mesi scorsi e che stata al centro di un aspro confronto non solo al settimo piano di viale Mazzini, sin dai tempi dellex direttore generale Mauro Masi, ma soprattutto nei palazzi della politica. Ieri, dunque, il rinvio a

giudizio. La Rai in vista del processo a carico del giornalista (fissato per il prossimo 8 marzo), ha annunciato che si costituir parte civile, per il danno dimmagine e per i residuali profili di danno non patrimoniale. Minzolini dal canto suo punta il dito contro chi voleva farlo saltare dalla direzione gi quando cera il voto di fiducia al Senato dello scorso 14 dicembre. Quello che non sopporto - ha sottolineato - di questa vicenda che vengano utilizzati strumenti del genere per raggiungere lobiettivo. Strumenti, che lo stesso direttore del Tg1 definisce trogloditi. E cos, mentre il comitato di redazione invoca le sue dimissioni, e chiede di individuare un direttore autorevole, di indiscusso profilo professionale e morale, il direttore del Tg1 si dice sereno e attacca lex Dg, Mauro Masi: Per due anni non mi sono stati posti problemi, e poi, tutto ad un tratto, mi vengono contestate cose che non stanno n

euro di note spese


Lammontare dei rimborsi che il direttore del Tg1 Augusto Minzolini ha incassato (e poi restituito) facendo partire cos lindagine per peculato

65.000
Il tg1 delle 20 di ieri non ha dato la notizia del rinvio a giudizio del direttore Minzolini

in cielo n in terra. Per me queste spese erano per lesclusiva che mi era stata richiesta. Masi rispose che non poteva passare come un benefit compensativo ma successivamente mi venne spiegato, via lettera, che la Rai non poteva attuare questo strumento e quindi mi propose una sorta di facility, tra laltro consentendomi la collaborazione con Panorama da maggio di questanno. Insomma, queste le giustificazioni. Giustificazioni sposate anche dalla difesa del direttore. Ed, infatti, per i legali del

giornalista, Pandiscia e Coppi nel processo che avr inizio l8 marzo sar dimostrata linsussistenza in fatto e limpossibilit in punto di diritto della configurazione del reato di peculato. Gi, ma a partire dal prossimo 8 marzo. Per ora il nodo vero cosa far lazienda sul caso Minzolini. Sar rimosso?, demansionato? Chiss. La strada appare obbligata. E la fornisce la legge sulla pubblica amministrazione, che prevede per chi oggetto di indagini (con relativo rinvio a giudizio)

il trasferimento ad altro incarico di pari livello. Ora, nella prassi Rai la direzione di testata certamente equipollente, comparabile, a quella di un capo dellufficio di corrispondenza estera. Minzolini, insomma, potrebbe essere destinato a guidare lufficio di New York, tornato disponibile dopo il rientro di Antonio Di Bella a Roma per la direzione di Raitre. Insomma, in attesa che la giustizia chiarisca le eventuali o meno violazioni di Minzolini, lapproccio pi naturale per la Rai potrebbe essere

il suo trasferimento negli Stati Uniti. Oggi si riunir il cda ma appare difficile che al settimo piano di viale Mazzini si possa gi entrare nel merito delle decisioni, visto che lazienda in attesa degli atti di notifica della Procura di Roma. Ma al di l dei tempi, le modalit sul caso Tg1 saranno al centro del confronto. Cos come saranno al centro delle discussioni le decisioni, e anche le proposte che il Dg, Lorenza Lei prender: non solo oggi, ma anche per il futuro del Telegiornale. Forse, gi dalla prossima settimana.

Laccusa di un deputato Pd

Carfagna firma e se ne va Polemica sulla diaria facile


Botta e risposta su twitter

Se vi dicessi che una ex ministro firma la presenza per la diaria e se ne va, ci credereste?
Andrea Sarubbi, Pd, su twitter

Solite stupidaggini e gossip contro di me. Sono solo andata via mezzora prima
Mara Carfagna, deputato del Pdl

Lei: Io via solo mezzora prima Sarubbi: finiamola con dignit


ROMA

Unex ministra viene accusata da un collega di fare la furba, firmare la presenza in commissione Affari sociali e andarsene. Un deputato come lei la accusa su twitter. Lei nega tutto. NellItalia lacrime (ministeriali) e sangue (popolare), comunque vicenda esemplare. Andrea Sarubbi, del Pd, non ha il minimo dubbio: Se

vi dicessi che un ex ministro viene in commissione Affari Sociali, firma la presenza per la diaria e se ne va, ci credereste?. Fuori i nomi, gli chiedono. Li fa senza problemi: Se coprissi qualcuno non avrei denunciato. Era per il pathos. Comunque la Carfagna. Bastava cercare sul sito della Camera. Lei gentilissima, al telefono nega tutto, dice che sono le solite stupidaggini contro di me, parla di pregiudizi, ricorda che se ne sono dette tante su di me. Invita a chiedere al mio capogruppo in aula, vi potr confermare tutto, e racconta cos la storia: Era la mia seconda seduta in Commissione affari sociali. La prima lho seguita integralmente, la seconda parzialmen-

te, sono andata via mezzora prima della fine. Su Twitter aveva risposto a Sarubbi che bastava leggersi i regolamenti parlamentari per evitare lennesimo gossip. Lui per non arretra: Non mi offendo con la Carfagna, con Berlusconi abbiamo imparato che il concetto di gossip piuttosto elastico. Non costringermi a risponderti, Mara, per te pi dignitoso. Per la cronaca, ai deputati che superino il 50 per cento delle assenze in commissione viene decurtata la diaria di 300 euro. Un appannaggio che, dopo recente decurtazione, risulta di misere tremila cinquecento euro al mese. A un passo dalle pensioni minime. [J. I.]

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 14

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Primo Piano 15

POLITICA INQUINATA
INTRECCI PERICOLOSI

il caso
GUIDO RUOTOLO INVIATO A NAPOLI

CAMORRA

he impressione quel buco nero di Casal di Principe. Dove il tempo si fermato al Medio Evo, con lassessore che porta la prostituta nel suo ufficio, o la politica che, come se non fosse caduta la Prima e poi la Seconda Repubblica, conta a tal punto da condizionare le banche per un finanziamento che sa di truffa lontano mille miglia, per una affare dei Casalesi. Che impressione quella donna costretta a riconoscere: Noi il voto lo dobbiamo dare a chi ci fa mangiare. Il segretario campano del Pdl, lex sottosegretario Nicola Cosentino, il referente politico nazionale di Gomorra, finito nei guai. E con lui assessori ed ex sindaci, consiglieri comunali e provinciali, funzionari di Unicredit e dirigenti degli Uffici tecnici comunali, imprenditori del calcestruzzo. E indaga-

Cosentino referente dei clan I pm di Napoli chiedono larresto


Blitz contro i Casalesi: 55 in manette. Indagato il presidente della Provincia Cesaro
ne che solo dopo quellincontro il finanziamento milionario si sblocc. Quella che uno dei pm dellinchiesta ha definito una Treccani sui Casalesi, 1.200 pagine di ordinanza di custodia cautelare, approfondisce due filoni di vita di Gomorra: il voto elettorale e gli affari. Le elezioni comunali del 2007 e del 2010, lindustria del calcestruzzi. Nella sentenza Spartacus, processo ai Casalesi, si legge: Per lorganizzazione camorristica il controllo della produzione del calcestruzzo e delle amministrazioni locali sono due facce della stessa medaglia. Attraverso il controllo della produzione e della distribuzione del calcestruzzo si monetizza la pianificazione urbanistica. Il politico, limprenditore, il funzionario di banca. Uno spaccato di area grigia di Gomorra. Un pentito parla della colonna sonora del clan, la canzone neomelodica, e delle feste con i cantanti di quella tradizione: Ciro Ricci era felice e contento di stare in mezzo ai camorristi. Di spunti, lordinanza di custodia cautelare ne offre tanti, quello che colpisce la sottomissione della gente, della popolazione ai voleri dei clan politico-camorristici. Racconta il pentito Raffaele Piccolo: Quando uscii dal carcere ero interdetto dai pubblici uffici, non potevo votare. Antonio Corvino (che diventer assessore, ndr) mi disse di andare con lui al Comune. Lo seguii, entrammo in un ufficio, chiese dove stavano le tessere elettorali. Ne prese una, la compil con le mie generalit e me la diede. Con quella scheda andai a votare per lui, tranquillamente. Cinquanta euro per un voto. Diversi testimoni lo mettono a verbale. Tanto era quanto pagava Corvino. Racconta Raffaele Giangrande che ebbe promesso soldi e un posto di lavoro nel costruendo centro commerciale Il Principe. Il Corvino fu di parola. Effettivamente fui assunto ma il giorno in cui dovevo andare nel cantiere, questo fu chiuso perch furono trovati dei bidoni contenenti scorie radioattive. Cos mi dissero. Di quel centro commerciale ancora oggi non c traccia, a Casal di Principe.

LA TESTIMONE

Noi il voto in Campania lo dobbiamo dare a chi ci d da mangiare


IL SEGRETARIO PDL

Io coinvolto? Cado dalla nuvole, na barzelletta...


to anche il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro. Scrive il gip nellordinanza di custodia cautelare che ha portato a 55 arresti e a una richiesta alla Giunta per le autorizzazioni della Camera nei confronti di Cosentino: Lala militare e quella politico-imprenditoriale sono indissolubilmente legate e vivono una relazione di assoluta complementariet. Qui, il mercato della politica locale sottoordinato al potere dei Casalesi. Racconta un pentito, Luigi Grassia, a proposito delle elezioni comunali di Casal di Principe: In tutta sincerit, che per noi del clan o vinceva Cipriano, come poi ha vinto, o vinceva Ferraro era sempre la stessa cosa, nel senso che chi comandava eravamo sempre noi e i politici di qualsiasi bandiera eseguivano i nostri ordini specie in materia di appalti. Ma un altro camorrista, Giovanni Libello, aggiungeva: Se lui diventa sindaco (Cipriano Cristiano, ndr), per entrare nel suo ufficio non dobbiamo pi bussare.

Nicola Cosentino, ex sottosegretario del governo Berlusconi, coordinatore Pdl in Campania

Le accuse contenute nellordinanza


Lala militare e quella politico-imprenditoriale sono indissolubilmente legate e vivono una relazione di assoluta complementariet
Egle Pilla, Gip Tribunale di Napoli A Gomorra non si fanno le pulci agli schieramenti politici di appartenenza. Destra o sinistra sono state archiviate dalla Storia Si vota per il Pdl o per lUdc o lUdeur. Anche esponenti del Pd sono al servizio dei Casalesi, come lavvocato Arturo Cantiello, che nelle comunali del 2007 presiede un seggio elettorale dove si consumano brogli elettorali. Il sistema quello delle schede ballerine: una scheda bianca portata fuori dal seggio, compilata dal clan e fatta votare allelettore. A quello che ne ha diritto o a un camorrista (una perizia ha accertato che una stessa perso-

Chi comandava eravamo sempre noi e i politici di qualsiasi bandiera eseguivano i nostri ordini specie in materia di appalti
Luigi Grassia, pentito re un finanziamento di 5,6 milioni di euro per il Principe, un centro commerciale alle porte di Casal di Principe, con una fideiussione Mps falsa, gli costata una incriminazione pesantissima. Si fece accompagnare a Unicredit anche dal presidente della Provincia, Luigi Cesaro, quel giorno. Pochi minuti. Cesaro si dice convinto di uscirne pulito: Un nostro amico, un politico di Scafati ci organizz un incontro con un suo cognato, un dirigente di Unicredit, nel caso in cui avessimo avuto bisogno di un suo intervento. Laccusa sostie-

na ha votato almeno cento schede). Nicola Cosentino cha fatto il callo: Cado dalle nubi. E na barzelletta.... Ha voglia di esorcizzare il problema ironizzando, il Casalese. Questa volta senza una maggioranza compatta Pdl-Lega, la Camera potrebbe votare per il suo arresto. Lui, il marchio infame di Casalese non pu nasconderlo, perch finito sotto processo per collusione con Gomorra, e adesso dovr difendersi dallaver sponsorizzato alcune operazioni finanziarie e commerciali. Quella sua missione a Unicredit per sblocca-

MAFIA
I nomi di Berlusconi e Mannino nellinchiesta sulla trattativa
RICCARDO ARENA PALERMO

Lo scenario della trattativa fra Stato e mafia si allarga al 1994 ed entra in gioco Silvio Berlusconi. Assieme a Calogero Mannino, l'ex premier stato chiamato in causa dal pentito Giovanni Brusca: il Cavaliere sarebbe stato sotto ricatto, l'ex ministro oggetto di minacce dirette e dunque entrambi sarebbero stati costretti ad accordarsi. Dalle intese con i boss, per, avrebbero poi

tratto dei benefici: il potere nel primo caso, la salvezza nel secondo. la nuova ipotesi di lavoro che vede impegnati i pm del pool di Palermo, coordinato dal procuratore aggiunto Antonio Ingroia, in vista della chiusura dell'inchiesta. Le posizioni di Berlusconi e Mannino sono al vaglio del pool, che dovrebbe ascoltarli, ma non ha ancora stabilito quando e se in veste di testimoni o di indagati-imputati di reato connesso o collegato, dato che tutti e due furono sot-

to inchiesta o sotto processo per mafia e ottennero l'archiviazione o l'assoluzione. Secondo Brusca, Mannino fu uno dei tanti politici che nel 1992 Cosa nostra intendeva eliminare, dopo l'eurodeputato Salvo Lima e dopo la strage di Capaci, e che dunque avrebbe avuto un interesse diretto al raggiungimento di un'intesa. Fino a che punto si spinse questo interesse diretto? Ci fu una sua partecipazione alle intese? Non so niente

di minacce - replica l'attuale deputa- sconi e Mannino - argomentano gli to -. Furono escluse anche dal capo inquirenti - sia pure in periodi diffedella polizia, Gianni De Gennaro. renti, erano rappresentanti delle Un altro nodo da sciogliere riguarda Istituzioni e dunque in ogni caso non Berlusconi che, sempre secondo l'ul- avrebbero agito con violenza o mitima versione offerta da Brusca agli naccia. lo stesso motivo per cui inquirenti, sarebbe stato avvicinato non sono sotto indagine nemmeno attraverso l'ex stalliere di Arcore, altri uomini dello Stato, come l'ex diVittorio Mangano, che gli avrebbe rettore delle carceri Adalberto Caofferto voti per l'esordiente Forza priotti e l'ex ministro dell'Interno Italia delle elezioNicola Mancino, ni 1994, la consePOOL DI PALERMO riascoltati ieri dagna del potere e la I magistrati sentiranno gli inquirenti. Nesrinuncia a nuove suno di loro convini due politici, non si sa ce i pm Ingroia, Lia azioni stragiste, in ancora in quale veste Sava, Nino Di Matcambio di un'attenuazione o dell'eliteo e Paolo Guido: minazione del 41 bis. Dal centrode- Mancino, che ancora ieri ha negato stra hanno sempre replicato che la di sapere della trattativa, secondo contropartita richiesta dai boss non Brusca ne sarebbe stato il terminaci sarebbe mai stata. le; Capriotti e altri, come l'ex guarPer la trattativa si procede in ba- dasigilli Giovanni Conso, invece tose agli articoli 338 e 339 del codice glievano ai mafiosi detenuti il regipenale, che prevedono la violenza o me duro del cosiddetto 41 bis. minaccia ad un Corpo politico, amE questo mentre Cosa nostra metministrativo o giudiziario. Berlu- teva le bombe al Nord, nel 1993.

T1 T2 PR CV

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 16

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Primo Piano 17

CLIMA
IL VERTICE DI DURBAN

Le sfide del Protocollo

Riduzione delle emissioni


I

Il Protocollo di Kyoto siglatro nel 1996 prevedeva entro il 2012 una riduzione minima dei gas serra del 5 per cento rispetto ai valori del 1990

Contenimento della temperatura


I

Le misure adottate finora dai Paesi sono risultate insufficienti a contenere entro i due gradi linnalzamento della temperatura previsto per il 2020

Salvare Kyoto, missione possibile


Washington blocca lintesa sui tagli ai gas serra. Ma la Ue pensa a una coalizione di volonterosi
ROBERTO GIOVANNINI INVIATO A DURBAN

Il segretario generale dellOnu Ban Ki-moon non usa mezzi termini: nei giorni che ci separano dalla fine della Cop17 pu darsi che la firma di un accordo generale e vincolante sul cambiamento climatico sia un obiettivo che va al di l delle nostre possibilit - per ora. Unanalisi molto realistica e, se vogliamo, sconsolata, ma che nelle convulse e bizantine trattative in corso a Durban (dove sono

Cina, India e Brasile disposti a seguire lEuropa. Resta il nodo di unintesa vincolante
ormai presenti i leader e i ministri dei duecento Paesi partecipanti) potrebbe essere smentita. Nei corridoi del Centro Congressi, infatti, si fa strada unipotesi seducente: per superare i veti incrociati che, oltre a far saltare lintesa generale, stanno affossando il protocollo di Kyoto, potrebbe nascere sulla spinta dellUnione europea una coalizione dei volenterosi che taglia fuori gli Usa ma comprende Cina e India, e che potrebbe concordare entro il 2015 un MegaKyoto. Se cos fosse, sarebbe quasi una riproposizione di quanto avvenne a Copenhagen, do-

ve Usa, Cina e India decisero una vaga intesa al di fuori delle regole Onu che richiedono unadesione unanime. Questa volta la paralisi nasce dallatteggiamento specularmente rigido di Cina (che cerca di giocare un ruolo diplomatico planetario ma non vuole cedere a Obama) e Stati Uniti (che in vista delle presidenziali non intendono prendere impegni sul clima e non possono mostrare debolezza verso il Pericolo Giallo) e dalla volont di Paesi come Canada, Russia e Giappone di non consentire una proroga del protocollo di Kyoto (che scade questanno), come propone lEuropa.

A questo punto lidea quella di costruire unalleanza tra lUe, i piccoli Paesi isolani dellAosis (i pi a rischio per il cambiamento climatico) e gli Stati africani e asiatici del gruppo Ldc (Least developed countries, Paesi meno sviluppati). Lintenzione di questa alleanza quella di convincere i Paesi emergenti come Cina, India, Brasile, Sudafrica e Messico a siglare qui a Durban una dichiarazione che impegna formalmente i firmatari a raggiungere entro il 2015 unintesa per la riduzione delle emissioni legalmente vincolante. Un patto che riguarderebbe (anche se non ne facessero par-

te gli Usa) una fetta notevole, superiore ai due terzi, delle economie del pianeta e delle relative emissioni di gas serra. Vedremo se e come nelle prossime ore si svilupper questa coalizione dei volonterosi. Intanto continua il negoziato globale (ma quasi impossibile) perseguito dallOnu, e si tratta anche sul fondo per la finanza verde da 100 miliardi di dollari, come finanziarlo e come gestirlo. Si parla di una tassa sui traffici navali, accettata in linea di principio anche dagli armatori. Certo che un accordo - e soprattutto delle azioni concrete - pi che mai necessario.

Secondo lo studio diffuso ieri di Climate Analytics e Ecofys (due societ di ricerca specializzate) se anche venissero rispettate le promesse che i governi hanno fatto per il dopo 2012, la temperatura globale del pianeta aumenterebbe di 3,5 gradi entro il secolo. Vorrebbe dire laccentuazione in senso catastrofico di molti eventi meteo, se non di peggio. Tra laltro, un rapporto del Global Carbon Project avverte che anche in un anno di sostanziale recessione come il 2011 le emissioni di Co2 da parte dellindustria sono cresciute del 3%. Noi italiani se non altro possiamo gioire relativamente

del miglioramento della performance ambientale nazionale nel 2011. Nella graduatoria preparata dallorganizzazione non governativa Germanwatch in collaborazione con Climate Action Network Europe e Legambiente, se in testa alla lista dei Paesi che stanno agendo per contrastare leffetto serra troviamo Svezia, Gran Bretagna e Germania, lItalia guadagna dieci posizioni nel 2011, salendo da un pessimo 41 posto dellanno passato a una pi decorosa trentesima piazza. Non granch, ma almeno si sale. In fondo alla lista ci sono Arabia Saudita, Iran, Cina, Russia, Canada, Stati Uniti.

Manifestazione a Durban davanti al centro della Conferenza Onu

il caso
DALLINVIATO A DURBAN

I vincoli dellaccordo del 1997

l Sudafrica ha una bella storia recente, un Paese moderno multiculturale e pieno di risorNel 2001, 40 Paesi Oltre un terzo dei gas se, una potenza emergente che sottoscrivono laccordo. serra riversati nella pu indicare una strada di sviluppo Gli altri firmano dopo. atmosfera provengono verde. Beh, a sentire molti amUltima la Russia, nel 2004 dalle attivit americane bientalisti locali la pu soltanto inCarrelli di carbone al Richards Bay Coal Terminal in Sudafrica, il pi grande centro di smistamento al mondo dicare. Perch se parliamo di fatti, andiamo decisamente maluccio. Hitler ne comprese le potenzialit I numeri parlano chiaro. Il Sudaper alimentare la macchina bellica frica 12 nella classifica dei Paesi tedesca, altrimenti strangolata dalche emettono gas serra, anche se lassenza di petrolio. La IG Farben possiede soltanto la 25 economia raggiunse nel 1944 una produzione del mondo. Fa peggio di Paesi moldi addirittura tre milioni di tonnelto pi ricchi o grandi, come Franlate, prima dei bombardamenti allecia, Italia e Brasile. Tutto questo ati. Uno degli stabilimenti era adiaperch il Sudafrica il Paese al cente al campo di sterminio di Aumondo forse pi dipendente in assoschwitz; ci lavor Primo Levi, come luto dal carbone, presente qui in abraccont in Se questo un uomo. bondanza straordinaria. Nel 1950 il governo sudafricano Il 90% dellenergia elettrica vielapartheid era entrato in vigore nel ne dal carbone, e sempre dal car- conferma gli obiettivi di taglio delle to distante c la compagnia petrolife1948 - cre la Sasol, per garantire bone arriva quasi tutto il carbu- emissioni di gas serra, del 34% nel ra privatizzata Sasol. Questa il maglautarchia. Il processo Fischer-Troprante per il trasporto. Una tecnica 2020 e del 42% nel 2035. gior produttore mondiale di carbusch venne cos ripreso e migliorato, e ricopiata dalla Germania nazista Come ci riusciranno tuttaltro rante derivato dal carbone, e il suo grazie alla Sasol il Sudafrica razzista durante gli anni del regime del- che scontato: per adesso il governo stabilimento di Secunda stimato la pot sopravvivere senza problemi allapartheid. non sta facendo seconda singola fonte mondiale di le crisi petrolifere degli Anni 70 e alI Cambia il clima per colpa dei anche per lembargo internazionale. gas serra e gli abitanti dei villaggi CONTINUA LAUTARCHIA granch, mentre Co2. E tutto questo grazie allabbonquesto che laltro Durante lembargo il Paese per fortuna il set- danza di carbone, al razzismo delAdesso le sanzioni non ci sono dalta quota nel Nepal, ai piedi delieri il presidente tore privato si sta lera dellapartheid, alle sanzioni inpi, ma il Sudafrica governato dallEverest, se ne vanno e reclamano lo sopravvissuto grazie muovendo con de- ternazionali, e a due chimici tedeschi sudafricano Jacob lAfrican National Congress fa fatistatus di rifugiato ambientale. Gli al vecchio combustibile cisione. Fatto sta degli anni 20, Fischer e Tropsch. Zuma, parlando a ca a rinunciare alla benzina e al dieabitanti della regione di Mustang 500 leader dimche sar pragmatiLinvenzione - un processo chimisel a poco prezzo. Anche se creare hanno visto le sorgenti inaridirsi e presa a margine della Conferenza smo o colpa delleredit della storia, co che attraverso il calore e dei cala benzina sintetica esattamente hanno dovuto abbandonare parte sul Clima, ha detto chiaro e tondo la compagnia elettrica semipubblica talizzatori idrogena il carbone come faceva il Terzo Reich dal pundei loro campi. In alcune zone le fonti che il Sudafrica non pu vivere Eskom uno dei tre maggiori produt- trasformandolo in benzina sintetito di vista ecologico un vero disadi acqua si sono ridotte del 70-80%. senza carbone, anche se il Paese tori di gas serra del pianeta; non mol- ca - fu ideato nel 1925. Ben presto stro. Globale. [ROB. GIO. ]

Stati linquinamento firmatari degli Usa

184 33,6%

Il Sudafrica di Zuma va sempre a carbone


Everest inquinato Fuga dai villaggi

Lunico in controtendenza: il 90% dellenergia viene dal fossile

18 Estero

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

ESPLODE LA VIOLENZA SETTARIA NEL PAESE, 60 MORTI IN TRE ATTENTATI

Massacro in Afghanistan nel giorno della festa sciita


LASHURA
PAOLO MASTROLILLI INVIATO A NEW YORK

La violenza settaria fra sunniti e sciiti arriva anche in Afghanistan, aggiungendo una nuova minaccia allinstabilit del Paese. Ieri, in occasione della festa dellAshura, tre attentati avvenuti a Kabul, Mazar-i-Sharif nel Nord, e Kandahar nel Sud, hanno ucciso oltre sessanta persone e ne hanno ferite diverse decine. Lattacco, rivendicato dal gruppo pachistano Lashkar-e-Jhangvi, era mirato contro la comunit sciita. Lesplosione nella capitale stata provocata da un attentatore suicida, che ha colpito i fedeli mentre celebravano la festa dedicata al martirio dellimam Hussein, nipote di Maometto. Qui c stata la maggior parte delle vittime, mentre molti feriti sono stati portati nellospedale italiano di Emergency. Anche laggressione a

L Ashura il giorno in cui i musulmani sciiti commemorano, flagellandosi e piangendo, il martirio dellImam Hussein, nipote del profeta Maometto, ucciso nella lotta del VII secolo per la leadership della comunit islamica

al potere con Saddam colpiva cos la maggioranza sciita, legata alla nuova amministrazione filo-iraniana. Durante la dominazione dei taleban, anche in Afghanistan il governo era nelle mani dei sunniti, di cui fanno parte gli stessi militanti di Al Qa-

A Kabul
Lattentato avvenuto davanti allingresso di un santuario sciita, non lontano dal palazzo presidenziale e da una sede della polizia

I taleban: non siamo noi Vogliono dividere il Paese. Sospetti sui gruppi pachistani
eda. Gli sciiti erano raccolti in prevalenza nella minoranza hazara, ma non erano stati oggetto di particolari violenze. Ora qualcosa cambiato, e minaccia di portare altra instabilit in un Paese gi scosso dalle violenze. I taleban hanno ufficialmente condannato gli attentati, attribuiti dal loro portavoce a nemici che stanno cercando di di-

Mazar-i-Sharif stata lanciata da un kamikaze, ma con effetti meno sanguinosi. A Kandahar, una bomba stata nascosta in una motocicletta fatta saltare al passaggio della processione, ma ha provocato solo dei feriti. Gli attentati in occasione della festa dellAshura erano abbastanza comuni in Iraq, dove la minoranza sunnita che era stata

videre lAfghanistan. Il gruppo Lashkar-e-Jhangvi, per, ha forti collegamenti con Al Qaeda, e secondo alcuni analisti con il potente servizio segreto pachistano Isi. I leader hazari quindi denunciano Islamabad, sostenendo che ha organizzato gli attacchi contro la minoranza sciita per spaccare il Paese lungo le linee etnico-religiose e riportarlo nel caos. Il Pakistan, in effetti, luni-

co Stato della regione che ha rifiutato di andare a Bonn per la conferenza sul futuro dellAfghanistan che si svolta in questi giorni. Islamabad particolarmente irritata con gli Usa, dopo che un recente raid condotto dagli americani con gli alleati afghani ha ucciso 24 soldati pachistani. Kabul ha accusato i militari di Islamabad di aver sparato per primi e il presidente Obama si rifiutato di scusarsi, anche

se ha presentato le condoglianze. Le tensioni tra Pakistan e Stati Uniti sono cresciute dalluccisione di Osama bin Laden. Islamabad era stata esclusa dal raid, perch sospettata di proteggere il capo di Al Qaeda. Fomentare la violenza etnica e religiosa, mentre Washington pianifica il ritiro dallAfghanistan, sembra una strategia mirata proprio a mettere in difficolt gli americani.

Tecnologia
Il ministro Silban si difeso dicendo di non voler ricorrere alla censura

IL GOVERNO CONTRO FACEBOOK E GOOGLE

India, stretta sul Web Via le frasi blasfeme e gli insulti ai politici
ILARIA MARIA SALA HONG KONG

Tutto quello che pu essere considerato offensivo sul Web dovrebbe essere rimosso, prima di poter essere visto da utenti indiani: questo, secondo Kapil Sibal, il ministro indiano per lIt e le telecomunicazioni, che ha per aggiunto che il governo indiano non crede alla censura. Lidea di controllare Internet in India, un Paese che rimane a bassa penetrazione dato che secondo le ultime statistiche solo 100 milioni di persone accedono al Web, non venuta proprio nelle ultime ore, anzi, tiene occupato il ministro gi da settembre. Tre mesi fa, infatti, Sibal aveva deciso di parlare allesecutivo di Google, Microsoft, Facebook, YouTube e Yahoo! per chiedere loro di procedere verso unautoregolazione che avrebbe potuto fare uno screening preventivo ai contenuti online. Le aziende avevano quattro settimane per presentare delle proposte su come avrebbero potuto soddisfare la richiesta ministeriale, rinnovate quando nessuno aveva risposto. Poi, questo luned, la risposta: le aziende hanno dichiarato di non essere in grado di seguire le direttive vaghe offerte dal ministro. A questo seguita una notte di frenetici scambi su Twitter, che ha portato ieri a una conferenza stampa, nel corso della quale Sibal ha spiegato che sua intenzione

rimuovere tutti i contenuti che violano le nostre regole, che sono intese a oscurare tutto quel materiale che trasmette odio, minaccioso, incita alla violenza o contiene nudit. I termini sono talmente vaghi da aver scatenato lilarit degli internauti, che non nascondo per una certa rabbia davanti alla proposta: intanto, non proponendo di bloccare per intero i siti in questione, adottando cio il sistema censorio vigente in Cina, il ministro ha proposto qualcosa di impossibile, dato che necessiterebbe di un esercito di addetti

Tre mesi fa New Delhi aveva chiesto invano ai giganti della Rete di autoregolamentarsi
It intenti a vagliare ogni sito per sbarazzarsi di tutto ci che proibito o sconveniente. Non solo: ieri Sibal ha anche aggiunto che inaccettabile avere siti Web che ospitano contenuti che ridicolizzano Sonia Gandhi o il premier Manmohan Singh, e che sono offensivi. Finora, i giganti del Web hanno risposto di non essere in grado di sottostare alle direttive. Motivazione che non ha convinto Sibal che ha ribadito che in un Paese come lIndia, necessario non avere un certo tipo di contenuti accessibile a tutti, e che una legge per filtrare il Web si far.

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Estero 19

IL SEGRETARIO DI STATO AVVERTE: FONDAMENTALE GARANTIRE UNA TRANSIZIONE DEMOCRATICA

Siria, Clinton benedice gli oppositori di Assad


Incontro a Ginevra con esponenti della rivolta contro il regime
MAURIZIO MOLINARI CORRISPONDENTEDANEWYORK

Non basta rimuovere il regime di Assad, bisogna far avanzare lo Stato di diritto. Nel primo incontro con una delegazione dellopposizione siriana, Hillary Clinton sprona i dissidenti a costruire istituzioni democratiche. La riunione si svolta a Ginevra, in Svizzera, dove il Segretario di Stato americano ha fatto tappa al Consiglio dei Diritti Umani dellOnu. Con i sette membri del Consiglio nazionale siriano, che riunisce pi gruppi di opposizione, Hillary ha esaminato quanto sta avvenendo sul terreno e ribadito la posizione dellAmministrazione Obama sulla necessit che Assad abbandoni il potere, per poi per concentrarsi sullagenda della transizione democratica.

31
le vittime
Secondo lopposizione ieri 31 persone sono state uccise dai filo-Assad a Homs
Larresto a Mosca di Boris Nemzov, uno dei capi di Solidarnost

FRA GLI ARRESTATI IL LIBERAL BORIS NEMZOV

8
mesi di rivolta
Le azioni anti-Assad si sono diffuse in tutto il Paese: i morti sarebbero oltre 4 mila

Mosca, botte e arresti Fermati i leader della rivolta anti-Putin


Il premier: vero nelle elezioni abbiamo subito delle perdite
ANNA ZAFESOVA

Washington preme per la caduta del presidente, ma ne teme le conseguenze


Non deve includere solo la rimozione del regime di Assad - ha detto Clinton perch bisogna portare la Siria verso lo stato di diritto e la protezione dei diritti universali degli individui indipendentemente dalla loro etnia o sesso e ci significa anzitutto garantire il rispetto delle minoranze in una cornice di tolleranza e libert. Le parole di Hillary si spiegano non solo con la necessit di pianificare il dopoAssad ma anche con il fatto che, al momento, le minoranze siriane, a cominciare da cristiani, armeni e drusi, sostengono il regime nel timore che la sua caduta possa portare al dominio della maggioranza sunnita. Hillary ha fatto capire che lopposizione deve trovare una formula per garantire la tutela delle minoranze. Tutela anche di chi, come gli alawiti cui gli Assad appar-

timane fa per motivi di sicurezza ma ora incaricato di sostenere una transizione pacifica e democratica con un linguaggio teso a premere su Assad. La strategia Usa dellassedio al regime fa leva sullintesa con Lega Araba e Turchia, mentre Damasco tenta di uscire dallangolo: da un lato promettendo di rispettare il piano arabo per la fine delle violenze

Il ritorno di Nasrallah
Dopo quasi tre anni di assenza il leader di Hezbollah, Nasrallah, riapparso in pubblico

Washington annuncia il ritorno a Damasco dellambasciatore Ford fuggito sei settimane fa


e dallaltro annunciando di aver bloccato linfiltrazione di 35 guerriglieri dalla Turchia. Ankara ha reagito parlando delleventualit di creare in territorio siriano una zona cuscinetto profonda 900 km per ospitare i profughi in arrivo e impedire le infiltrazioni di guerriglieri curdi. In tale cornice lo sceicco di Hezbollah, Hassan Nasrallah, tornato a farsi vedere in pubblico a Beirut dopo oltre un anno, con una dimostrazione di forza tesa ad attestare la perdurante autorit politico-militare nonostante lindebolimento dellalleato siriano.

Ha detto

Con lamico siriano

Abbiamo sempre detto che stiamo con il regime siriano che fa resistenza contro Israele

tengono, teme di essere trattato come nemico, e dunque continuano a sostenere il regime. Fra i dissidenti incontrati da Hillary cera anche il leader del Consiglio nazionale siriano, Burhan Ghalioun, che ha assicurato che nel dopo-Assad Damasco sar pi vicina a Lega Araba e Consiglio di Cooperazione del Golfo ponendo fine allalleanza strategica con Iran, Hezbollah e Hamas. Per testimoniare la continua solidariet con il popolo siriano il Dipartimento di Stato ha annunciato proprio ieri il ritorno a Damasco di Robert Ford, lambasciatore ritirato sei set-

Ancora arresti, manganellate e botte per gli oppositori russi, tornati ieri sera in piazza per chiedere le dimissioni di Vladimir Putin. Dopo il raduno a Chistye Prudy di luned sera, che ha visto migliaia di persone, ieri i manifestanti si sono dati appuntamento nella centrale piazza Triumfalnaya. Ad aspettarli cerano i rinforzi delle truppe dellInterno e i soldati hanno operato circa 250 arresti, fermando tutti i leader dellopposizione, dal liberale Boris Nemzov al nazionalbolscevico Eduard Limonov e anche decine di giornalisti, tra cui alcuni di testate occidentali. Una retata che va ad aggiungersi ai circa 300 arresti dellaltra sera. Ieri mattina i leader della protesta Alexey Navalny, famoso blogger anticasta, e Ilya Yashin, leader del movimento Solidariet, sono stati condannati a 15 giorni di detenzione. Diversi arrestati hanno denunciato maltrattamenti e percosse, alcuni sono stati ricoverati. Unondata di repressione

dellimprovviso inverno russo, mentre Vladimir Putin ieri ha ammesso che Russia Unita ha subto perdite alle elezioni, dopo aver parlato di vittoria nei giorni scorsi. Ha promesso cambiamenti nel governo, e polemizzato con il presidente Dmitry Medvedev che si era felicitato per un Parlamento pi divertente dopo la perdita della maggioranza costituzionale del partito del Cremlino: A forza di ridere si finir per piangere. Il premier ha intenzione di continuare la corsa per la presidenza: il suo portavoce Dmitry Peskov ha dichiarato che il sostegno di cui gode nel Paese la migliore dimostrazione che sulla strada giusta. E il crollo elettorale di Russia Unita, secondo Peskov, non riguarda Putin che non mai stato iscritto al partito: La gente si aspetta un Putin in versione 2.0, con nuove idee. La vittoria a marzo si presenta oggi pi complicata, soprattutto dopo che Washington ha annunciato un aumento dei finanziamenti alle Ong russe che monitorano le elezioni. Il ministero degli Esteri russo ha qualificato come non amichevoli i commenti di Hillary Clinton sui brogli di domenica. Intanto ieri nel traffico impazzito del centro di Mosca molte auto salutavano i camion militari e i manifestanti con tre brevi squilli di clacson: il nuovo segnale in codice, significa Russia senza Putin.

Ci ha lasciato

Rita Convento in Agliani


La abbracciano Beppe, Stefano con Silvia, Alberto con Roberta, gli adorati nipotini Matteo e Samuele, la cara Gabriella. Un particolare ringraziamento al dottor Luca Dughera. Non iori ma offerte alla parrocchia Patrocinio San Giuseppe. I Funerali avranno luogo mercoled 7 alle ore 14,30 parrocchia Patrocinio San Giuseppe. Torino, 6 dicembre 2011 Margherita e Giancarlo Milone, Camilla e Martino Arnodo sono vicini a Beppe, Stefano e Alberto. Partecipiamo con affetto al vostro dolore. Mariateresa, Alessandro Orsi. Ciao RITA. Maria, Fabiana, Stefania, Leonardo. Ciao RITA con affetto. Simone, mamma, pap, nonna Elsa. Amica Mia cara mi lasci incredula, straziata, spero di poterti pensare presto con semplice nostalgia. Sarai sempre nel mio cuore, nei miei, occhi, nei miei pensieri. Beppe, Stefano, Alberto mi stringo a voi con Giuliano, Monia e Barbara. Emi

Con serena comprensione del dolore Caterina Perotti annuncia a molti amici che le vollero bene, che la sua mamma ARCHITETTO

E mancato allaffetto di quanti gli hanno voluto bene

Ciao mamma. E mancata

Vincenzo Vrola
anni 72 Lo annunciano con dolore la moglie Maria Concetta, il iglio Maurizio, Chiara e parenti tutti. Funerali oggi ore 12,30 parrocchia Sacro Cuore, via Nizza 56. No iori, offerte Istituto Candiolo. Torino, 6 dicembre 2011 I cugini Bramante ricorderanno sempre il caro ENZO per la sua generosit e disponibilit. Brizzi Rosa, Rita e Simona partecipano al dolore della famiglia Vrola per la perdita del loro caro Congiunto. E serenamente mancata allaffetto dei suoi cari

Maria Piera Margarino ved. De Giuli


di anni 91 Lo annunciano con dolore la iglia Renata e ladorato nipote Andrea. Funerale: gioved 8 dicembre ore 14,30 nella parrocchia di Portacomaro Paese (AT). Portacomaro, 7 dicembre 2011 Paolo, Daniele, Patrizia, Grazia partecipano al dolore di Renata e Andrea per la perdita della cara

Margherita con Felice Alberto e Anna piange la carissima amica

2007

2011

Eugenia Picella Ferrati


e si unisce al dolore di Teresa Maria e Enrico. Torino, 6 dicembre 2011

Rudy Nrther
Sempre amatissimo.

Monica Pedone
ritornata alla casa del Padre celeste. Firenze, 7 dicembre 2011 O.F. Borghesi - Firenze Le sono vicini con tutto il cuore suo padre Emanuele con Federica e Alberico, la nonna Cicina, la zia Milena e i cugini Tibiletti e Honorati. E mancato allaffetto dei suoi cari

ANNIVERSARI
1988 2011

ORARIO ACCETTAZIONE NECROLOGIE ED ADESIONI

Renato Giangualano
Nel cuore di noi tutti la gioia del tuo ricordo, la tristezza del tuo silenzio. 2010 2011

SPORTELLI VIA MARENCO 32


Dal Luned al Venerd 8,30 - 21 (apertura continua) Sabato ore 8,30/12,30 - 15/21 Domenica e festivi ore 18 - 21 Tel. 011.6665258

Piera Margarino
Torino, 6 dicembre 2011 Roberto Barbieri vicino al dolore di Claudio Conforti per la scomparsa della tanto amata madre

geom. Teobaldo Ghignone


anni 95 Lo annuncia la famiglia. Torino, 6 dicembre 2011 O.F. EuroFunerali - tel. 011.389335 Guido, per la scomparsa di tuo pap

Maria Pia Astore


Sempre nei nostri cuori. Messa Anniversaria sabato 10 dicembre ore 11 santuario della Consolata. 2005 2011

SPORTELLI VIA MONTE DI PIET 2


Dal Luned al Venerd 9 - 18 (apertura continua) Sabato ore 9 - 12,30 Tel. 011.6665259

Teresa Sasso
Torino, 7 dicembre 2011 Impiegati, maestranze ed anziani della Cementi Victoria S.p.A. partecipano con profonda tristezza, ma con cristiana speranza al dolore dei familiari per la prematura scomparsa di

Ernesto Clara
ti siamo vicini in questo doloroso momento. Con affetto. Beatrice, Gianni, Davide. Torino, 6 dicembre 2011 Vi siamo vicini. Annarosa, Federica, Marco, Silvia, Alberto.

Margherita Fornero ved. Gunetti


di anni 100 Lo annunciano i igli Maria e Renato con Luisa, nipoti e pronipoti. Rosario mercoled 7 ore 19, Funerali venerd 9 ore 9,30 parrocchia Santa Maria Goretti. La cara salma proseguir per Arignano (TO). Torino, 6 dicembre 2011

Emilia Ceccato Spagnolo


Salutaci ogni notte attraverso le stelle. Chiara, Sandra, Cesare, Pietro, Renato. 1998 2011

ACQUISIZIONE TELEFONICA
ADESIONI (solo privati)

Maddalena Piazza Mussino


moglie adorata del dott. Mario. Trino, 6 dicembre 2011

Maria Teresa Montrucchio


Piangiamo tanta felicit perduta...

Dal Luned al Venerd 9,30/13 - 14/17 Tel. 011.6548711 Dal Luned al Sabato ore 17 - 20 Tel. 011.6665280 Domenica e Festivi 18 - 20 Tel. 011.6665280

T1 T2 PR CV

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 20

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Estero 21

Personaggio
MARCO ZATTERIN CORRISPONDENTE DA BRUXELLES

37
il periodo ininterrotto di dominio fiammingo, ora il turno dei valloni francofoni

anni giorni di vuoto


Tanto stato il Belgio senza un esecutivo dopo le elezioni del 13 giugno 2010

541

l sogno americano abita anche a Morlanwelz, Comune da meno di ventimila anime nel cuore della Vallonia. Elio Di Rupo nato l, in una baracca assegnata agli immigrati venduti dallItalia al Belgio in cambio di carbone. La sua famiglia, come migliaia di altre, aveva lasciato lAbruzzo per cercare lavoro nel maltempo dellHainaut, per soffrire sottoterra e alimentare la ripresa del dopoguerra. Il padre era partito a malincuore da San Valentino nel 1946, la madre era arrivata lanno dopo, con i sei figli. Il settimo sarebbe venuto alla luce nel luglio 1951, per rimanere orfano del genitore nel giro di pochi mesi. Un dramma. Nemmeno i pi ottimisti avrebbero mai immaginato che un giorno il piccolo Elio sarebbe diventato primo ministro.
POVERT

Il giuramento davanti al re
Elio Di Rupo ieri con i 12 ministri e i 6 sottosegretari davanti ad Alberto II al castello di Laeken. Il giuramento stato ripetuto due volte: in francese e in fiammingo

Non avevo nulla se non lamore di mia madre. Per anni non abbiamo mangiato carne
successo ieri, e a molti sembrato lavverarsi di un sogno, anche se per il Belgio stata piuttosto la conclusione di un incubo. Alle tre pomeridiane Elio Di Rupo, leader dei socialisti valloni, ha giurato con i suoi ministri nelle mani del re Alberto II. Un atto che ha posto fine alla stagnazione politica che ha lasciato il Belgio senza governo per 541 lunghissimi giorni, in balia della crisi politica e degli indipendentisti fiamminghi del N-Va, partito che sogna di spaccare lo Stato in due, dividendo le ricche e dinamiche Fiandre dalla pi depressa Vallonia. E che ora, mentre gli schieramenti si ricompattano, rischia di perdere non pochi consensi. Di Rupo si presentato col papillon, come sempre. Ha scelto il bordeaux, un bel contrasto con la camicia candida. Appariva appena un po teso quando ha alzato la mano destra, lasciando spuntare solo lindice e il medio, e ha pronunciato la formula davanti al sovrano dei Belgi. Lattimo ideale per ricordare i mesi roventi di negoziati tra i partiti e i tiraemolla infiniti sino al patto fra socialisti, cristianodemocratici e liberali delle due regioni. Forse anche la sto-

Di Rupo, il premier figlio del minatore partito dallAbruzzo


Dalla miseria da bambino alla guida del Belgio il socialista vallone corona il sogno americano
Regno Unito Pillola gratis per tutte
I

Segno distintivo: papillon


Elio Di Rupo, 60 anni, dottore in chimica, un vallone noto per la sua abilit di negoziatore

Regalo di Natale del servizio sanitario nazionale britannico alle donne del Regno Unito: per tutto il periodo delle feste di fine anno il contraccettivo di emergenza - la pillola del giorno dopo - sar distribuito gratuitamente dietro una semplice richiesta telefonica. Baster registrare le proprie generalit su un sito web e parlare per un quarto dora con uninfermiera il cui compito valutare se ci sono controindicazioni mediche e soprattutto se chi fa la richiesta unadolescente. La pillola arriver per posta con una scorta di preservativi.

ria personale difficile e il lungo cammino politico che ne ha fatto il primo francofono a riprendere il premierato dopo 37 anni di dominio fiammingo. Una fanciullezza dura, la sua. Mia madre non ha mai imparato a leggere o scrivere - ha raccontato Di Rupo -, sapeva a malapena firmare con il suo nome, era commovente vedere quanto si sforzava. Il padre fin sotto un camion nel 1952 mentre andava a comprare del pollo per il matrimonio di Nicola, il secondogenito. Lasci alla moglie una pensione misera di 300 franchi, sarebbe stata pi alta se fosse morto in miniera. La donna affid tre figli a un orfanotrofio. Non Elio per. Per anni non abbiamo mangiato carne, ricorder il politico, che viveva fra la scuola e la parrocchia. Faceva il chierichetto: Il sacrestano mi aveva insegnato a mette-

re un po dacqua e molto vino. ti scandali della politica belga, Di RuIn un libro intervista confesser po arrivato sulla vetta con pazienza di non aver avuto nulla se non lamo- e rigore. Nel giugno 2010 ha conquire di mia madre. Cera anche lat- stato 26 seggi in Parlamento, uno in tento Welfare degli anni del boom meno degli indipendentisti fiamminche gli permise di laurearsi in chimi- ghi. Sin dallinizio era il candidato ovca, salvo poi darsi alla politica. Car- vio, ma c voluto tempo. Adesso deve riera solida, ma ritmo del diesel. Nel ricostruire il Paese e domani sar gi 1982 eletto consiseduto coi grandi al gliere comunale a ORFANO A UN ANNO vertice Ue. Lui, il fiMons, poi sempre del Il padre fin sotto un camion glio parla minatore pi su. Sindaco, euche un italiarodeputato, mini- Alla vedova pochi soldi perch no arrugginito e amnon era morto in miniera mette dessere legastro dellIstruzione, vicepremier e to alla terra dei gepresidente della Vallonia. Nel 1994 fi- nitori. Lha scoperto solo a ventanni, nisce su tutti i giornali italiani per- quando feci una sorta di pellegrinagch rifiuta di stringere la mano a Pi- gio - ha detto una volta - Sono andato nuccio Tatarella, ministro di An nel a vedere la casa dei miei. Dalla fineprimo governo Berlusconi. Coi fa- stra si godeva un panorama magnifiscisti non voleva mischiarsi. co. Era povera, ma si vedeva tutto inMai coinvolto direttamente nei tan- torno per chilometri e chilometri.

ERANO 43 ANNI CHE NON CERA UN DELITTO. LA VITTIMA UN MARINAIO SEDICENNE

Scozia, omicidio alle Isole Ebridi La caccia al killer porta a porta


La comunit sotto choc, si conoscono tutti e frequentano gli stessi ambienti
ANDREA MALAGUTI CORRISPONDENTEDA LONDRA

Oceano Atlantico

Stornoway

SCOZIA
Portree

Sono stati due pescatori di Stornoway a trovare il corpo senza vita del sedicenne Liam Aitchison. Era abbandonato in una baracca di fianco alla base aerea della Raf. Rannicchiato, sporco, con gli occhi verdi spalancati. Intorno cerano prati, mare, gabbiani e il solito silenzio gelido e innocente. Pensavano che fosse un sacco della spazzatura. Poi si sono avvicinati. Era da poco passata lalba e uno dei due ha suggerito di chiamare Kenny Anderson, il capo della polizia, una celebrit nellisola di Lewis. Kenny, devi proprio venire. Erano 43 anni che nelle Ebridi, al

Mar delle Ebridi

Mallaig

Ebridi interne Ebridi esterne Altre parti della Scozia

Oban

largo della costa occidentale della Scozia, non si registrava un omicidio. Lultima, nel 1968, era stata la vecchia Mari MacKenzie. Aveva 80 anni e qualcuno le aveva spaccato la testa. Cera stata uninchiesta. E persino un processo. Per il pe-

scatore accusato del delitto era stato assolto. Uno choc per la comunit. Qui si conoscono tutti. la religione il grande collante. La domenica vanno a messa e poi si ritrovano di fianco al castello. Anche il piccolo Liam era un marinaio. Almeno cos gli piaceva raccontare. Ma a Stornoway era considerato un corpo estraneo. Nato a Glasgow si era trasferito sullisola di Lewis solo questa estate, assieme alla madre e alla sorellastra Natasha. Si era portato dietro un sacco di guai. Era un adolescente senza uno sguardo proprio, bisognoso di essere guidato in ogni momento. Solo che non cera nessuno a rimetterlo in riga. Pochi mesi fa aveva quasi ammazzato una coetanea. Era in macchina con lui, che neppure aveva la patente. Una corsa finita contro un albero. Lei si era salvata per miracolo. La scorsa settimana il ragazzo si era rimesso unaltra volta nei guai. Aveva aggredito linfer-

Lontano dal mondo


Unisola delle Ebridi larcipelago al largo della Scozia Il delitto avvenuto vicino alla base aerea della Raf a Stornoway

miere di unambulanza. Laveva insultato. Lavrebbero dovuto processare oggi. Qualcuno lha condannato a morte prima. Kenny Anderson, costringendo il pensiero a una ginnastica insolitamente ardua, stato costretto a chiedere rinforzi per affrontare il caso. Per ora si sa solo che Liam verso sera era stato visto uscire dal Co-op Store, il negozio pi trendy dellisola, e quindi era andato a una festa. Lultimo a dare sue notizie stato un taxi-

sta. Lho accompagnato a tarda notte vicino a Stornoway. Niente di pi. Natasha, la sorellastra, ha letto un comunicato a nome della famiglia. Aiutateci a capire, solo cos riusciremo ad affrontare il dolore. Chiunque sa parli. Ha parlato solo un uomo che ha detto di avere visto tre giovani incappucciati allontanarsi in modo sospetto dal luogo del delitto. lunica traccia. Intanto i pochi amici di Liam in questa isola improvvisamente

spaventata lo hanno gi trasformato in un oscuro eroe da archivio sprovvisto di gloria. Era un grande musicista. E un ragazzo straordinariamente aperto. Amen. Impossibile volere male a uno cos. Eppure sua zia Kate Mcdonald giura che nelle ultime settimane sentiva che qualcosa stava andando oscuramente male. E in questa serata grigia, con la luna sottile, si accorge che mai come adesso le fa male il tempo.

22 Cronache

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Il commerciante tradito dalle lire sotto il materasso


Genova, corre in banca a cambiare 720 milioni Gli cade una pistola anti-rapinatori: arrestato

il caso
MARCO RAFFA VALENTINA FREZZATO

ettecentoventi milioni di vecchie lire in valigia e una pistola, vecchia anchessa ma perfettamente funzionante, nella tasca della giacca. E tremilacinquecento euro nel portafogli, per le piccole spese in citt. Giuseppe Mariani, 67 anni, di San Giuliano Nuovo, frazione di poche anime e poche case immerse nella nebbia a una ventina di chilometri dal centro di Alessandria, laltra mattina era a Genova per sbrigare una commissione importantissima: cambiare in euro i suoi risparmi, pro-

fa, riviste e giornali) in via Paolo Rossi a San Giuliano che Mariani ha ereditato dai genitori e che gestisce da sempre. Un tipo originale, dice la gente del posto, ma non cattivo: aiuta le vecchiette portando loro la spesa a casa, scherza con tutti. Ma il negozio non , come si dice, proprio allultima moda. E il proprietario davvero non si fida nelle banche. In casa, infatti, i carabinieri hanno trovato anche degli euro, e mica pochi: 320 mila, ben nascosti nei cassetti e

Lallarme
Scattatoappena comparsa la pistola

in fondo a qualche armadio. A Genova, laltra mattina qualcuno degli impiegati si stupito, vedendo comparire nellatrio tirato a lucido quel signore anziano dallaria un po svagata, una vecchia valigetta in mano, gli abiti da campagna e la barba lunga di qualche giorno. La Banca dItalia non

ha metal detector ma la presenza allingresso di carabinieri, poliziotti e finanzieri armati di mitraglietta sufficiente per fugare qualsiasi timore. Almeno fino allaltro ieri. Perch nellaprire la valigetta, il bottegaio ha fatto un movimento falso e la pistola gli scivolata fuori dalla tasca, fi-

nendo con un rimbombo sul pavimento di marmo. stato un attimo: gli impiegati, superato lo stupore del momento, hanno dato lallarme. E nel giro di qualche istante luomo stato bloccato e consegnato ai carabinieri della compagnia di Portoria, intervenuti con due pattuglie. Sono scattate le manet-

te, pistola e valigetta con il denaro sono stati sequestrati come corpi di reato. Volevo cambiare le lire, era lultimo giorno ha provato a spiegare il commerciante alessandrino. L per l, il malloppo in valigia e soprattutto la pistola (una Beretta 7,65 con tre proiettili e un colpo in canna) non hanno deposto a suo favore. E la posizione delluomo si ulteriormente aggravata quando, dai primi accertamenti, si scoperto che larma, che ha il numero di matricola ben visibile, non mai stata denunciata: nelle
LA SCADENZA

Vecchio conio inutilizzabile da febbraio: ma Monti ha reso immediato laddio


IL TENTATIVO MALDESTRO

1,3
miliardi di euro
Il valore delle vecchie lire ancora circolanti o custodite dagli italiani La vecchia moneta and in pensione nel 2001

Il commerciante ha raccolto tutti i risparmi prima che diventassero carta straccia


banche dati non esiste, e ovviamente il signor Mariani non ha mai avuto il porto darmi. Lho comprata a Rimini anni fa ha spiegato luomo ai carabinieri. E daltra parte come dargli torto: viaggiare da San Giuliano Nuovo a Genova con 720 milioni in valigia comporta qualche rischio e una pistola in tasca pu dare coraggio. E pazienza se per la legge un reato, e pure grave. Cos, per Giuseppe Mariani si sono aperte le porte del carcere di Marassi dove forse oggi sar ascoltato dal giudice per linterrogatorio di garanzia. Resta da capire che fine faranno i suoi milioni: il termine fissato dal professor Monti scaduto, quei soldi ora sono soltanto carta straccia?

prio lultimo giorno di vita, sia pure ormai soltanto virtuale, della lira stessa. E tutto per colpa del professor Monti che nelle pieghe del suo decreto ha anticipato proprio allaltro ieri lultimo giorno utile per cambiare in euro le vecchie, care lire. Soldi, e tanti, rimasti nascosti per anni forse nei materassi di casa o nei cassetti del negozio di alimentari (ma anche tabacchi e, tempo

MC>

OMICIDIO MELANIA

Resta coi nonni materni la figlia di Parolisi


NAPOLI

Vittoria, la figlia del caporal maggiore Salvatore Parolisi, accusato di avere ucciso la moglie Melania, resta per il momento in affido provvisorio ai nonni materni; lo ha deciso il Tribunale dei minorenni di Napoli. La famiglia Rea si detta molto soddisfatta della decisione. Per quanto riguarda la patria potest salla bambina da parte di Parolisi, il tribunale si esprimer il prossimo 27 aprile. La sorella di Parolisi ha comunque chiesto che non venga negata a Vittoria la possibilit di vedere il padre.

Concorson.146-Marted6Dicembre2011 Bari 35 54 41 3 15 Cagliari 2 46 9 47 7 Firenze 74 88 49 24 14 Genova 71 89 63 11 78 Milano 21 46 88 66 19 Napoli 12 71 14 81 19 Palermo 37 80 32 55 16 Roma 26 31 77 71 80 Torino 89 20 4 22 74 Venezia 84 61 87 71 50 Nazionale 72 83 60 81 20

ll Lotto

SUPERENALOTTO
Combinazionevincente 1 4 10 numero jolly 60 24 55 90 superstar 2 MONTEPREMI 2.569.320,88 JACKPOT 39.465.924,14 Nessun 6 All1con5+ 513.864,18 Ai68con5 5.667,62 Ai 4.519 con4 85,28 Ai 105.512 con 3 7,30

10 e LOTTO Numeri vincenti

2 9 12 20 21 26 31 35 37 41 46495461717480848889

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Cronache 23

MILANO, I GIUDICI DI APPELLO CONFERMANO LA SENTENZA DI PRIMO GRADO

Stasi assolto: nessuno colpevole per Chiara


Impunito il delitto di Garlasco. La difesa: non toccava a noi indicare un responsabile
GIOVANNA TRINCHELLA MILANO

Commosso
Appena dopo la lettura della sentenza Alberto Stasi ha abbracciato i suoi avvocati, ha pianto con loro per poi sorridere per lassoluzione

Silenzio nella grande aula. E poi una parola, conferma. Tutti capiscono che per Alberto Stasi quello che sta per essere pronunciato ancora un verdetto di assoluzione. E gli stessi pensano anche che, forse, nessuno mai sapr chi ha ucciso Chiara Poggi. Per la presidente della II Corte dAssise dAppello di Milano, Anna Conforti, il giudice Fabio Tucci e i sei giudici popolari, non lex studente di economia il killer di Garlasco che il 13 agosto 2007 entr in una villetta e massacr una ragazza dal sorriso grande. Pochi secondi dopo le 17.41 sul volto di marmo del bocconiano si scorge un sorriso, poi lacrime: giusto cos sono contento, mormora. Alberto si infila prima il giaccone blu e poi stringe in un abbraccio il collegio difensivo. Neanche uno sguardo dallaltra parte dellaula dove ci sono i signori Poggi, gelati nel loro dolore. Ai cronisti che invocano una dichiarazione d le spalle e solo dopo qualche minuto si gira per poi lasciare laula. Il professor Angelo Giarda, mente e anima della difesa, si accascia su una panca e si commuove: Piango perch

Gli errori dellinchiesta

Le tracce di sangue

Calpestate dagli investigatori il giorno del delitto


Il computer inutilizzabile

stato acceso dagli investigatori prima dei periti


La mancanza di un vero movente

R
abbiamo lavorato anche per questi genitori - dice riferendosi ai Poggi -. Piango perch sarebbe stato terrificante se fosse andata diversamente. Per il legale non sono state mai fatte indagini alternative perch cera lossessione di incastrare Alberto. In questo caso c stato sempre la presunzione di colpevolezza e non di innocenza. Non tocca a noi dire a chi deve fare le indagini che ricominci da capo. Di quel ragazzo silente che si sempre dichiarato estraneo alla morte di Chiara lavvocato dice: Sa di essere innocente. stato colpito da affermazioni improprie. La parte civile ha continuano a parlare di assassino. Ma chi ha ucciso Chiara Poggi? Io sono il difensore, non mi sostituisco alla Procura. Gi la Procura. Ma anche per il sostituto procuratore generale di Milano Laura Barbaini, che ieri mattina ha ribadito la richiesta di condanna a trenta anni di galera, non poteva che essere stato lui lassassino. Per laccusa il giovane ha mentito, il suo fu un piano preordinato per eliminare la fidanzata, uccisa per coprire le sue deviazioni sessuali nella sua patologica criticit. Nelle sue repliche laccusa ha anche chiesto, a sorpresa ieri mattina, di rifare la perizia sulle fotografie scattate nella villetta: la macchina era settata sullorario solare, non legale come vige in estate. Nei motivi dappello il pg aveva anche chiesto di rifare tutte le perizie disposte in primo grado dal giudice per ludienza preliminare di Vigevano Stefano Vitelli; sul pc, sulle scarpe, sul percorso effettuato dallassassino nella casa. Ma i giudici dellappello, due togati e sei popolari, non hanno ritenuto di rinnovare il dibattimento e ieri dopo poco meno di cinque ore di camera di consiglio hanno emesso la sentenza. Fra novanta giorni saranno pubbliche le motivazioni del verdetto; poi Procura Generale e la famiglia di Chiara penseranno se ricorrere in Cassazione.

3 4 5

Solo suggestioni e non una teoria solida


Sopralluoghi tardivi

R R

Fatti soltanto diversi giorni dopo il delitto


Mancanza di altre piste

Indagini a senso unico su Alberto

Retroscena
FABIO POLETTI MILANO

lberto Stasi prima sorride e poi piange. E si capisce che dopo quattro anni un macigno che si sbriciola: Sono contento... giusto cos. La signora Rita, la mamma di Chiara, non piange ma esce dallaula della Corte dAssise, bianca come un foglio di carta. Lei con quel pesante macigno ci deve ancora convivere e chiss fino a quando: Io non voglio essere lunica condannata, condannata a non sapere chi ha ucciso mia figlia. Io sono la mamma di Chiara, io voglio saperlo e non mi arrender. Ho ancora fiducia nella giustizia. In meno di un minuto e in neanche dieci metri, la vicenda di Chiara Poggi uccisa a Garlasco vicino a Pavia il 13 agosto di quattro anni fa da chiss chi, sgocciola per lennesima volta in una storia ancora senza fine e per qualcuno, per i genitori di Chiara, ancora senza pace. I genitori di Chiara e Alberto siedono sulle panche di legno della Corte DAssise, gli uni dietro allaltro. Alberto in prima fila davanti al suo giudice, circondato dai suoi avvocati. Rita e Giuseppe Poggi la fila dietro, davanti allenormit di questa storia che per loro peggio di una condanna. Al giudice Anna Conforti bastano dieci secondi per arrivare alla parole conferma della sentenza di primo grado. Non c bisogno daltro. Ad Alberto con il suo golfino blu da bravo ragazzo e gli occhialini alla Harry Potter basta e avanza per iniziare a sorridere. Poi si alza e abbraccia il professor

La rabbia della madre Questa sentenza condanna solo noi


Senza verit dopo 4 anni: Ma non ci arrendiamo
Angelo Giarda, due processi cos, due assoluzioni importanti e per un certo verso definitive che la Cassazione a questo punto potr fare non molto. Ammette il legale: Io e Alberto abbiamo pianto. Dietro al doppio cordone di carabinieri nella ressa di fotografi e telefonini branditi come un surrogato di telecamera, una giornalista bionda spara una domanda improbabile: Allora chi ha ucciso Chiara, chi lha uccisa?. Alberto Stasi forse nemmeno sente, di sicu-

Senza una risposta


I coniugi Poggi lasciano il palazzo di Giustizia di Milano dove ancora una volta lomicidio della figlia rimasto impunito

13 agosto 2007
Chiara Poggi viene trovata morta dal fidanzato che avvisa i carabinieri

ro non risponde: lui oggi innocente, per la seconda volta innocente. Il suo avvocato con i lapis infilati nel taschino della giacca, nemmeno ci prova a dare una risposta: Non tocca a me, non tocca a noi.... Poi cerca di spiegare che in teoria e in diritto, Alberto fino ad oggi stato considerato un presunto colpevole, mentre avrebbe dovuto essere trattato come un possibile innocente: Alberto in questi quattro anni ha vissuto malamente, come chi sa di essere innocente e si vede colpito da affermazioni improprie e inadeguate come da espres-

sioni assassino. Adesso che semplicit sono affatto banali: questi quattro anni sono finiti Quello che successo molto forse per sempre, Alberto po- doloroso. Io chiedo di sapere, tr cercare di trovare unaltra che si accerti la verit. Io sono vita, magari lontano da qui. la mamma di Chiara. La mamma di Chiara, la siIn quattro anni nessuno gnora Rita, nemmeno le guar- riuscito a dirle quello che sucda quelle lacrime di gioia e di cesso davvero quel giorno. E sollievo di questo ragazzo che cos, anche se sincere, le parolei fino al 13 agosto di quattro le di Alberto e del suo avvocato anni fa conoscesuonano male. va tanto bene e IN LACRIME Angelo Giarda poi chiss. No, Chiedo di sapere giura di aver Alberto non lho pianto con Alchi ci ha tolto berto anche per guardato, rinostra figlia quei due genitosponde a chi curioso le chiede di ri che non hanno questultimo brivido. Poi con avuto giustizia. Alberto avrebuna mano stringe la borsetta, be detto che solo il giorno in si aggrappa al marito e si infila cui sapr chi ha ucciso Chiara in auto direzione Garlasco, la potr davvero tirare un sospivilletta bianca di sempre in via ro di sollievo. Nellattesa potr Pascoli dove di Chiara rima- consolarsi con questa doppia sta la memoria e la stanzetta, assoluzione. Ai soli genitori di la stessa di quando era bambi- Chiara rimane la condanna, na. C solo il tempo di ripetere senza appello, di non sapere a tutti, parole che nella loro chi ha ucciso la loro figlia.

Enti Pubblici Piemonte

24 Cronache

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Polemiche e veleni allAteneo Il concorso al vaglio del rettore


Alessandria, il presidente sotto accusa: Accanimento contro di me Ma salta fuori un incarico anche per la sorella della vincitrice

il caso
MIRIAM MASSONE ALESSANDRIA

Ieri su La Stampa

I
SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE - REGIONE PIEMONTE

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA "SAN GIOVANNI BATTISTA" DI TORINO


Corso Bramante, 88 - 10126 Torino - Cod. Fiscale 05438190018

ESTRATTO BANDO DI GARA


Amministrazione aggiudicatrice: Azienda Ospedaliero Universitaria San Giovanni Battista di Torino Corso Bramante, 88 - 10126 Torino Italia S.C. Provveditorato www.molinette.piemonte.it/index_bandi e gare - allattenzione di: Responsabile del procedimento di gara Sig. GODINO FRANCO tel. +39/011633.3017 fgodino@molinette.piemonte.it, fax 39/011.633.6344, Sig.ra PACE ANNUNZIATA telefono e email 011/6333004 apace@molinette.piemonte.it, Oggetto dellappalto: Dispositivo Medico CATETERI POLMONARI E ACCESSORI PER LA MISURAZIONE DELLA GITTATA CARDIACA - SIMOG GARA N. 3592937 CIG (359083639B); (35964089C2); (359644042C); (35964647F9). Tipo di appalto e luogo di esecuzione: Forniture in acquisto Corso Bramante 88/90 10126 TORINO ITALIA. Importo presunto: 406.410,00 (I.V.A. Esclusa) pi 406.410,00 (I.V.A. Esclusa) per possibile rinnovo. Numero di rinnovi possibili: uno. Durata appalto: 36 mesi. Tipo di procedura: Procedura Aperta. Criteri di aggiudicazione: offerta economicamente pi vantaggiosa per singolo lotto. Termine per il ricevimento delle offerte: ore 12,00 del 26.01.2012. Informazioni complementari: eventuali comunicazioni, precisazioni o chiarimenti verranno pubblicati sul sito www.molinette.piemonte.it/index_bandi e gare. LEnte si avvarr della facolt di aggiudicare l'appalto anche in presenza di una sola offerta, purch risulti conveniente ed idonea in relazione all'appalto, ad insindacabile giudizio dell'Amministrazione stessa. Nel rispetto di quanto previsto dal D.Lgs. n.163/06 e s.m.i. art.79 comma 5 quinquies, obbligo del concorrente indicare, all'atto di presentazione della offerta, il domicilio eletto per le comunicazioni, l'indirizzo di posta elettronica, il numero di fax al fine dell'invio delle comunicazioni. Data di spedizione del presente avviso: 23.11.2011 IL DIRETTORE S.C. PROVVEDITORATO (Dr. Gianluigi BORMIDA)

CIDIU SERVIZI S.p.A.


v. Torino, 9 - Collegno (TO) Tel. 011.4028111 - Fax 011.4028222
Avviso di procedura ristretta accelerata per il servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria automezzi pesanti anno 2012 con eventuale rinnovo di un anno - CIG 3581054B3C. Scadenza presentazione domande 12/12/2011 - ore 12,00. Bando integrale e documenti di gara pubblicati sul sito: http://www.cidiu.to.it/cidiuservizi/fornitori_bandi.php. Data spedizione allUPUCE: 18/11/2011. IL DIRETTORE GENERALE dott. Marco Lo Bue

Questi e molti altri avvisi li puoi trovare anche su internet

Consulta i siti
Via G.G. Winckelmann, 1 - 20146 MILANO Tel. 02.244.24.611 - Fax 02.244.244.90 Via Marenco, 32 - 10126 TORINO Tel. 011.666.52.11 - Fax 011.666.53.00

www.legaleentieaste.it www.lastampa.it

venti del malcontento sono ormai bufera. Trema lAvogadro di Alessandria: Giurisprudenza, dove insegnava fino al mese scorso anche il ministro della Salute Balduzzi, si ritrova oggi un preside molto, forse troppo, chiacchierato. Il giorno dopo la contestata vittoria, nel concorso per ricercatore in Economia politica, di Anna Spada, 35 anni, quella con il curriculum pi corto, ma la preferita del preside Rizzello (come la bollano su facebook i colleghi esclusi), che era anche presidente della commissione esaminatrice, il rettore Paolo Luciano Garbarino interviene per spiegare che lui ora valuter la legittimit formale dei verbali, ma non entro nel merito. Per quello ci sono i ricorsi al Tar. Approfondir, ma solo da un punto di vista formale, anche laspetto degli indici bibliometrici, quelli che il bando contemplava e la Commissione ha scelto invece di non considerare. Ma su un altro fronte, molto pi delicato, che il suo silenzio pu essere letto come una presa di distanza dal caos scatenato intorno al preside Rizzello. Dopo lo scontento dei ricercatori esclusi, si innescato il gossip incontrollabile e incarognito che rischia di infangarne la reputazione. Parlate con lui, se credete fa sapere il rettore. Le accuse sono razzi lanciati da ex studenti che risvegliano il magma dello scontento. Choccante per la sobria Alessandria e i suoi 90 mila abitanti che mal digeriscono il troppo clamore. Si parla di scandali di cui in facolt, in fondo, si sempre saputo, ma denunciarli difficile, in provincia pi complicato, rischi di rovinarti vita e carriera racconta un ex studente. Come lui, al-

Luned La Stampa aveva dato conto della protesta scoppiata sul web sul concorso per ricercatori in economia politica alla facolt di Legge di Alessandria vinto da una candidata dal curriculum troppo corto.

Preside di Giurisprudenza
Il professor Salvatore Rizzello, finito nella bufera

Valuter la validit formale delle scelte della commissione ma non entrer nel loro merito
Paolo Garbarino
rettore dellUniversit del Piemonte Orientale

tri chiedono lanonimato: hanno ancora paura a metterci la faccia. Ricordano comportamenti, diciamo cos, poco ortodossi. La lista lunga ma, fino a quando resta confinita nel gossip, inutile ricamarci troppo su. Un gioco pericoloso, per dirla con lo stesso Rizzello. Del resto, perch bisognerebbe credere ai suoi studenti? E se fossero soltanto maldicenze, cattiverie messe in giro per rovinare un docente magari di manica non troppo larga? In fondo, questi ragazzi sono giuristi, o futuri avvocati: dovrebbero sapere che senza prove o denunce non si va da nessuna parte. Una ragazza sbotta: Mettiamola cos: abbiamo tutti paura delle conseguenze perch viviamo in una citt dove certe

cose alla fine te le fanno pagare. Resta per un fatto, confermato ieri dallo stesso professore: i criteri scelti per assegnare quel posto da ricercatore sono stati cambiati in corsa dalla commissione. Gi questo fatto rappresenta unanomalia. Ma quel che pi stupisce leggere che si voluta premiare loriginalit delle pubblicazioni (davvero poche) di quella candidata. Che cosa significa? Siamo davvero curiosi di leggere anche noi le motivazioni. Il presidente finito sotto accusa pare provato ma al telefono mantiene una ferma linea di difesa: Sta diventando un accanimento mediatico, tutto ci assurdo e pericoloso, a questo punto dovr tutelare me stesso e la mia famiglia. Ma ecco che sulla sua persona si abbatte unaltra tegole. C s Anna, la ricercatrice protagonista del caso, che tra le sue pubblicazioni ne ha anche tante con Rizzello come co-autore e si laureata in Filosofia nella stessa universit di Lecce in cui si laureato lui. Ma poi c anche Sara Spada, la sorella pittrice. A lei, nellaprile scorso, la facolt ha assegnato una collaborazione esterna: 1356 euro per un ritratto ad acquaforte di Alessandro Galante Garrone. La commissione che ha approvato il suo contratto era presieduta proprio da Salvatore Rizzello.

CI SONO PERSONE COME TE CHE AIUTANO CHI HA BISOGNO.


POI CI SONO QUELLI CHE HANNO BISOGNO. E ANCHE LORO SONO

COME TE. PERSONE.


Ogni anno a Natale la Tredicesima dellAmicizia di Specchio dei Tempi, grazie alle offerte dei lettori de La Stampa, aiuta concretamente migliaia di persone anziane che vivono in gravi difficolt economiche. Dona il tuo contributo, aiuterai chi non ha niente, ma proprio niente da festeggiare.

DELITTO DI NOVI LIGURE


Sostieni con il tuo contributo la Fondazione La Stampa Specchio dei Tempi: Bonifico bancario, senza spese, da ogni sportello di Intesa SanPaolo Spa c/c 100000120118 - ABI 03069 CAB 01000 CIN V. IBAN IT10 V030 6901 0001 0000 0120 118 Conto corrente postale 7104 intestato a Specchio dei Tempi Via Marenco 32 - 10126 Torino, causale versamenti destinati alla tredicesima: FONDO 500 Offerte via internet con carte di credito: www.specchiodeitempi.org

DIRITTI PER IL LIBRO

Erika, col padre le prime ore di libert


I

Amanda assume lavvocato di Obama


I

Erika De Nardo, lassassina della strage di Novi Ligure, ha passato le sue prime ore di libert con il padre Francesco. Il genitore, nonostante quel che successo, non ha mai abbandonato la figlia. Erika ha incontrato il padre per alcune ore in unaltra comunit Exodus.

Amanda Knox ha assunto lo stesso avvocato di Barack Obama a Tony Blair per negoziare i diritti di un libro che racconter i suoi quattro anni dietro le sbarre. Si tratta di Robert Barnett della Williams&Connolly. Lavvocato laiuter nei colloqui con gli editori.

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Cronache 25

il caso
FLAVIA AMABILE ROMA

a questo metodo del ministero dellIstruzione per valutare i prof funziona oppure no? Gli esperti consultati da viale Trastevere - la Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo e Treellle - hanno risposto di s, funziona: si pu andare avanti. Era stato lex-ministro dellIstruzione Mariastella Gelmini a introdurre un progetto pilota sugli insegnanti. Fra mille resistenze, e dopo una sonora bocciatura iniziale, lesperimento era partito in 33 scuole di tre regioni: Piemonte, Lombardia e Campania. Alla fine dello scorso anno scolastico erano stati individuati i prof da premiare ma il ministero aveva affidato alle due fondazioni il compito di redigere un Rapporto sullefficacia del metodo usato che tenesse conto di tutte le critiche e i suggerimenti delle scuole. Il risultato decisamente positivo per il ministero, sostengono le due fondazioni e lo diranno stamattina al nuovo ministro Francesco
LA NOVIT

Valutare i professori funziona La sperimentazione passa lesame


Rapporto Fondazione per la scuola e Treellle: giudizi positivi sul metodo del Miur
uno scarso apprezzamento verso il questionario di autovalutazione e il curriculum usati per giudicarli: li hanno trovati inadeguati rispetto al loro ruolo e alle caratteristiche del loro lavoro. Diverso il giudizio rispetto ai premiati. A trovare errori nella lista dei premiati una minoranza di scuole e, alla fine, a non meritare il premio un insegnante su tre. Sugli altri invece i giudizi di tutti sono concordi. Nella maggioranza delle scuole spiegano le fondazioni - coloro che non rilevano errori nella lista dei premiati sono stati pi numerosi di chi invece ha rilevato errori. Questo accaduto nell87% delle scuole per i genitori, nel 75% delle scuole per gli studenti e nel 61% delle scuole per i docenti. Comunque, i giudizi negativi, oltre ad essere generalmente minoritari, non dissentono interamente con

Accolta tra lo scetticismo, alla fine stata giudicata in modo favorevole


I CONSIGLI

33
istituti coinvolti
La sperimentazione del Miur stata avviata lo scorso anno in alcuni istituti di Piemonte, Lombardia e Campania
Genitori, studenti e docenti hanno giudicato i giudici: anche i prof preferiscono essere valutati

Esperienza da ripetere, premio al 20% dei docenti per tre anni e nessun obbligo
Profumo nel presentare il loro studio nella sede del Cnr di Roma. Il progetto del Miur ha individuato un metodo diverso e originale rispetto a quelli tradizionali, a tuttoggi poco sperimentato. Anche questo metodo non una bacchetta magica e non esente da problemi e controindicazioni. Ma alla luce delle riflessioni teoriche sulla questione e nei limiti delle evidenze empiriche rilevate, lascia ben sperare e quindi merita di essere considerato, per ora almeno in via sperimentale, il giudizio contenuto nel rapporto. Non solo. La valutazione voluta dal ministero ha intercettato un desiderio diffuso tra gli insegnanti di vedere riconosciuta la loro professionalit e comunque lapprezzamento per essere stati messi al centro dellattenzione dei loro dirigenti e colleghi, nonch di famiglie e studenti. Insomma, al di l delle proteste di una minoranza, i prof vogliono essere valutati dal ministero, sostengono gli esperti. Alcuni docenti sono stati intervistati e dalle loro parole emerso

Come sono state valutate le premiazioni

Genitori
I

87%

Studenti
I

75%

Insegnanti
I

61%

Tutte le famiglie sono state invitate a partecipare e a compilare un questionario. Ha risposto il 63%. Di questi, l85% ha valutato positivamente lelenco dei docenti premiati dal metodo.

Anche gli studenti sono stati invitati a partecipare ma solo quelli che frequentano gli ultimi due anni delle superiori. Il 75%, tre su quattro, concordava con le valutazioni del metodo.

Il collegio docenti ha eletto due insegnanti. Insieme al preside e al presidente del consiglio di istituto hanno costituito il nucleo di valutazione. Il 61% era daccordo con lelenco premiati.

le decisioni del nucleo: per lo pi implicano che solo un terzo dei premiati non sia meritevole. Sembra quindi possibile ipotizzare che esista una convergenza di giudizi tra le componenti scolastiche su almeno due terzi degli insegnanti premiati dal nucleo, cio, in definitiva, sul 20% dei candidati anzich sul 30% previsto dalla sperimentazione: il metodo Valorizza quindi sembra raggiungere il suo obiettivo almeno per due insegnanti premiati su tre. Ultimo punto da chiarire per le fondazioni leventuale presenza di altri docenti che avrebbero meritato il premio. In tutte le scuole sembrano essere relativamente pochi i meritevoli che non si sono candidati, rispondono gli esperti. Il rapporto si conclude con alcune raccomandazioni. Innanzitutto ripetere la sperimentazione anche in questo anno scolastico. E, poi, erogare un premio al 20% degli insegnanti e per tre anni consecutivi, non una tantum. Infine, evitare di imporre ladesione ma offrirlo come opportunit da cogliere solo alle scuole interessate a farlo proprio.

BOLAFFI REGALI DA COLLEZIONE


Regalare e regalarsi un oggetto da collezione Bolaffi una scelta originale e intelligente, per un dono che dura nel tempo.
Il Gronchi rosa

A TORINO, IN VIA CAVOUR 17


la attendono oltre 500 proposte per i suoi regali da collezione, dai pensieri simpatici ai regali importanti. Trover anche marenghi, sterline e oro monetario (quotazioni variabili giornalmente), in eleganti cofanetti.

Il pi famoso francobollo italiano, con attestato di autenticit.

1.750,00

Le cravatte libro
Uniche al mondo, in oltre 250 modelli diversi, raccontano, al retro, la storia del soggetto rappresentato. In confezione regalo.

Il dollaro dargento 75,00

75,00

www.bolaffi.it

La pi amata moneta americana, in argento puro, in cofanetto.

26 Societ

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

La storia
MAURIZIO MOLINARI CORRISPONDENTE DA NEW YORK

Il telescopio A confronto
Il sistema Kepler-22
Zona dei pianeti abitabili

i trova a 600 anni luce di distanza da noi, ha una temperatura media di 22 gradi centigradi, protetto da un cuscinetto di atmosfera, possiede un raggio 2,4 volte quello della Terra e potrebbe essere coperto da acque: questo lidentikit di Kepler-22b, il Pianeta individuato dalla Nasa come il pi simile al nostro soprattutto per le caratteristiche di abitabilit che possiede, lasciando supporre la presenza di forme di vita. A scoprirlo stato il telescopio spaziale Kepler, lanciato tre anni fa dallAgenzia spaziale americana e da allora impegnato a setacciare lUniverso alla ricerca di possibili forme di vita aliena. LocLE CARATTERISTICHE

La Missione Kepler un programma di ricerca astronomica sviluppato dalla Nasa. Esso si basa su un satellite artificiale, chiamato Kepler, costituito da un fotometro: si tratta del primo strumento capace di cercare pianeti della dimensione della Terra, ma anche di dimensioni pi ridotte, al di fuori dei confini del nostro sistema solare. Kepler sar in grado di osservare in maniera continuativa per quattro anni la luminosit di oltre 100 mila stelle.

Il sistema solare

Kepler-22b Mercurio Venere


Centimetri LA STAMPA

Marte Terra
Fonte: Nasa

Ha anche un cuscinetto datmosfera ed considerato come un corpo abitabile


chio di Kepler diretto in particolare verso le costellazioni del Cygnus e della Lyra e ci ha portato a osservare quello che Nathanie Batalha, vicecapo del team della Nasa che gestisce Keplero, definisce un pianeta con dimensioni reali simili alla Terra e caratteristiche tali da farlo considerare abitabile. Da quando la Nasa ha iniziato ad analizzare i dati sulla percentuale di stelle della Via Lattea capaci di ospitare pianeti potenzialmente abitabili e con dimensioni analoghe alla Terra, questa la prima volta che si trova di fronte ad un risultato concreto, sebbene situato a 600 anni luce che equivalgono a circa 10 mila miliardi di chilometri. Kepler-22b, come stato chia-

Ecco laltra Terra L ci pu essere vita


La scoperta della Nasa: si trova a 600 anni luce da noi Il pianeta ha acqua liquida e un clima primaverile
mato il nuovo pianeta, si trova ad una distanza dalla sua stella paragonabile a quella che separa la Terra dal Sole ovvero nella zona abitabile, come gli scienziati definiscono la regione nella quale lacqua liquida in grado di esistere in superficie. Sono adesso in corso ulteriori studi per determinare se si tratta di un pianeta solido, come la Terra, oppure liquido, al pari di Nettuno. Non sappiamo molto di pianeti con una dimensione fra
Ai lettori

Per mancanza di spazio Tuttoscienze rimandato a sabato 10.

quella della Terra e di Nettuno - ha aggiunto Batalha in una conferenza stampa dallAmes Research Center di Moffert Field, in California - perch nel nostro Sistema Solare non ne abbiamo e dunque resta da determinare quanta parte rocciosa, liquida, coperta dacqua oppure da estensioni di ghiaccio.

Il fatto che la temperatura media sia, grazie alla presenza di un cuscino di atmosfera, di 22 gradi centigradi lascia tuttavia ipotizzare un clima primaverile simile a quello che distingue molte zone temperate della Terra, favorevole alla presenza di forme di vita. La Nasa non esclude comunque che possano esservi altri pianeti con caratteristiche analoghe perch fra i 2326 osservati fino a questo momento da Kepler circa dieci hanno dimensioni simili alla Terra e si trovano in regioni abitabili a causa della distanza dalla rispettiva stella. Le ricerche di Kepler coincidono per molti aspetti con lintento di Seti, un programma separato della Nasa per la ricerca di intelligence extraterrestri nello spazio, il cui direttore Jill Tarter assicura che appena avremo trovato un esempio di vita indipendente nellUniverso ci accorgeremo che presente quasi ovunque.

SPAZIO AFFARI

>

Gli avvisi si ordinano presso: TORINO, via Monte di Piet 2, t. 011.6665252/259 - via Marenco 32, t. 011.6665211/258; MILANO, via Winckelmann 1, t. 02.24424611; ALESSANDRIA, Borgo Citt nuova 72, t. 0131.445522; AOSTA, piazza Chanoux 28/A, t. 0165.231424; ASTI, corso Dante 80, t. 0141.351011; BARI, via Amendola 166/5, t. 080.5485111; BIELLA, via Colombo 4, t. 015.2522926-8353508; BOLOGNA, via Parmeggiani 8, t. 051.6494626 r.a.; CATANIA, corso Sicilia 37/43, t. 095.7306311; CATANZARO, piazza Serravalle 9 int 38, t. 0961.724090-725129; COSENZA, via Monte Santo 39, t. 0984.72527; CUNEO, corso Giolitti 21bis, t. 0171.609122; FIRENZE, via Turchia 9, t. 055.6821553; LECCE, via Trinchese 87, t. 0832.314185; MESSINA, via U. Bonino 15/c, t. 090.6508411; NAPOLI, via dellIncoronata 20/27, t. 081.4201411; NOVARA, Corso Cavour 17, t. 0321.393023-442387; PADOVA, via Strada Battaglia 71b 35020 Albignasego (PD), t. 049.8734717; PALERMO, via Lincoln 19, t. 091.6235100; REGGIO CALABRIA, via Diana 3, t. 0965.24478-24479; ROMA, via C. Beccaria 16, t. 06.69548111; VERBANIA, Piazza San Vittore 82, t. 0323.405057-581858; VERCELLI, via Balbo 2, t. 0161.503148-211795; GENOVA, Piazza della Vittoria 11 int. 9, t. 010.5959909; SAVONA, corso Italia 20/4, t. 019.8429950; SANREMO, via Giacomo Matteotti 178, t. 0184.507223; oltrech per corrispondenza presso lo sportello di TORINO, via Monte di Piet 2. Il prezzo delle inserzioni deve essere corrisposto anticipatamente per contanti o vaglia. Esso risulta dal prodotto del numero di parole (minimo 15) per la tariffa della Rubrica, con laggiunta dei diritti ssi e delle imposte pari al 21% globale.

CROCETTA eslusiva propriet composta da una villa padronale ed un villino. Giardino. Posti auto. Informazioni esclusivamente in ufcio. Borgovecchio 011.4546078. LUCIANA VOLA 011.8138289, collina Valsalice, in esclusivo contesto, signorile appartamento mq 250. Grande parco condominiale. LUCIANA VOLA 011.8138289, precollina Crimea, in complesso residenziale, signorile appartamento mq 155. Terrazzo. Box doppio. Piemonte ATTENZIONE lago dOrta ottimo investimento nuovissimo villino, vista lago, ampio terrazzo, giardino privato 89.000 in 12 mesi senza interessi. Tel. 035.4123029. Liguria ALASSIO splendida villa di design, fronte mare su due livelli, giardini, posti auto. Tel. 0185.281938 Santandrea Luxury Houses. ALBENGA Vicinissimo mare, ampio bilocale, terrazzo, stupenda vista mare! Finiture di pregio! Box compreso. Prezzo affare!!! www.areacasauno.it - www. casasy.it Tel. 0182.555627 - 348.8098152. ALBENGA Vicinissimo mare / stazione, bel monolocale con terrazza vivibile. 160.000. www.areacasauno.it www. casasy.it Tel. 0182.555627 - 348.8098152. GENOVA Albaro, elegante piano alto. Doppi salone e ingresso, balconate, cantina, box. Tel. 0185.281938 Santandrea Luxury Houses. IMPERIA Porto Maurizio, Borgo Prino, fronte mare, terrazzo, trilocale ristrutturazione eccelsa, optionals di design moderno, domotica 350.000 Tel 329.0679000. LAIGUEGLIA Centralissimo, vicino spiagge, ampio trilocale. Balcone. Termoautonomo. Ottimo stato. 450.000. Tel. 0182.499969 www.agenziaancora.com LAIGUEGLIA Splendido e soleggiatissimo attico fronte mare, 85 metriquadri, vista incantevole, grande terrazza, solarium. Prezzo affare. Casasy Tel. 0182.540523 oppure 348.8098150. SANREMO villa, splendidi appartamenti varie metrature. Vista mare, giardini, terrazzi, garage, posti auto. Tel. 0185.281938 Santandrea Luxury Houses. SPOTORNO Comodo a tutti i servizi, bilocale in buone condizioni con balcone e cantina!! Da non perdere!! Fondocasa Spotorno Tel. 019.7415002.

Costa Azzurra FREJUS nuovo porto, residenza Le New Port tra mare e verde, appartamenti di standing, terrazze, garage sotterraneo, costi notarili ridotti. Icade Tel 0033(0)98120411. Ufcio vendite sul posto www.lenewport-frejus.com MONTECARLO porto, immobile depoca splendido, tre / quattro vani ristrutturato, spese condominiali minime, terrazza, ottimo potenziale 2.800.000 Rif 775. Dotta +377.97982000. Locali, ufci, capannoni LUCIANA VOLA 011.8138289, adiacente piazza Solferino, in palazzo anni 70, ufcio mq 350, volendo divisibile. AFFITTI OFFERTE Torino citta ABBIAMO accoglienti alloggi arredati moderni 1 - 2 - 3 camere, casa comoda centro. Rubiolo Immobili 011.751826 392.2348331. CORSO VITTORIO EMANUELE ufci in palazzina di prestigio, piano rialzato, adatti banca, nanziaria, ristrutturati, impianti allarme e condizionamento, cablati, 170 / 330 mq., parcheggi, afttasi referenziati. Tel. 335.6551801. Locali, ufci, capannoni LOCALI commerciali centralissimi, angolari, plurivetrinati, su due livelli, per complessivi mq 380. Luciana Vola 011.8159079. POSIZIONE centrale, in elegante stabile 800, luminoso ufcio mq 180. Parcheggi limitro. Luciana Vola 011.8159079. AUTOVEICOLI AUTO GILLIA acquista autoveicoli ogni tipo, massima valutazione e seriet. Corso Casale 464 Torino - 011.8903777. VARIE A.A. GIOIELLERIA M.C. 011.334832 acquista oro, argenteria, monete, gioielli, in contanti. Corso Peschiera 163 - Torino. ACQUISTIAMO oro, argento, orologi. Massima valutazione. Pagamento immediato. Via XX Settembre 1 - Corso San Maurizio 71. Tel. 011.2767440. OREFICERIA GE.MA. 011.6502212 acquista in contanti: oro, argenteria, monete, preziosi. Via Madama Cristina 42.

AVVISO PER I CONTRATTISTI


ORARIO ACCETTAZIONE ANNUNCI ECONOMICI

Per uno speciale accordo intervenuto con INTESA-SAN PAOLO e con UNICREDIT, gli avvisi possono essere ordinati presso tutte le Sedi o Dipendenze di tutte queste Banche esistenti in Italia. In tema di offerte di impiego o lavoro, lEditore ricorda che la legge 9.12.1977 n 903 vieta discriminazioni sul sesso e la legge 10.9.2003 n276, vieta la pubblicazione di avvisi effettuati in forma anonima, e linserzionista impegnato a rispettare tali leggi. ATTIVITA COMMERCIALI Negozi/aziende acqu./gerenze ACQUISTIAMO conto terzi attivit industriali, artigianali, commerciali, turistiche, alberghiere, immobiliari, aziende agricole, bar. Clientela selezionata paga contanti. Business Services 02.29518014. Negozi/aziende vend./gerenze NEVIGLIE (Cn) azienda vinicola con 4,5 ettari di vigneti DOCG. Casa padronale di mq 400 circa. Splendida vista. Borgovecchio 011.4546078. LAVORO OFFERTE Impiegati ASSUMIAMO per ufcio commerciale estero esperto ingegnere meccanico tecnico commerciale. Essenziale inglese pi altra lingua. Possibilit come responsabile. Sede lavoro Torino. Ambosessi scrivere a: personale02011@libero.it STUDIO commercialisti ricerca contabile di provata esperienza. Ambosessi tel. 011.5623588. Pers.domestico, babysitter REFERENZIATA ssa, pratica conduzione casa / cucina. Volenterosa, ordinata, seria cercasi. Scrivere: Publikompass 5422 10100 Torino. Agenti e rappresentanti AUTOZENTRUM TORINO corso Allamano, 70 - Grugliasco (To) prestigiosa concessionaria Audi, ricerca venditori e/o agenti monomandatari ambosessi con provata esperienza nel settore, da inserire nellorganico di vendita del proprio show-room. Inviare curriculum e-mail a: infoaudi@autozentrum.it LAVORO DOMANDE Operai, autisti, fattorini ARCHIVISTA magazziniere, fattorino in mobilit cerca lavoro full-time o parttime. Tel. 3386700814. AUTISTA patente C 34 anni italiano cerca lavoro presso seria ditta. Tel. 333.7847515. Personale pubblici esercizi SIGNORA straniera con esperienza 15 anni come lavori domestici, automunita, massime referenze, disponibile dal luned al venerd. Tel. 338.3193631. Impiegati GEOMETRA neodiplomato cerca come tirocinante presso serio studio. Tel. 337.224158. IMMOBILIARE VENDITA Torino citta ALLOGGIO prestigioso 175 mq., angolare, zona Valentino in complesso nuova costruzione, box auto, consegna aprile 2012, privato vende. Tel. 335.6551801.

Dal Luned al Gioved ore 9,00 - 13,00 14,00 - 17,30 Venerd e Prefestivi ore 9,00 - 13,00 14,00 - 17,00
Telefono: 011.654.87.11 Fax: 011.666.52.99
e-mail:
spazioaffari@publikompass.it

SPORTELLI
Via Monte di Piet, 2 Tel. 011.666.52.59 Via Marenco, 32 Tel. 011.666.52.80

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Societ 27

Levento
MARIA CORBI INVIATA A NEW YORK

udo, completamente nudo, con Kate Moss, star assoluta di questi scatti, Margareth Mad, Isabeli Fontana, Milla Jovovich, senza neanche un velo a coprire la loro pelle immortalata da Mario Sorrenti, il primo fotografo italiano nella storia del calendario Pirelli. Sullo sfondo di questi ritratti per The Cal la natura della Corsica, di Murtoli, 60 chilometri da Bonifacio. Ecco la Mad che si mostra generosamente appoggiata a un albero di sughero. Sguardo intenso, assicura il fotografo. Certo che lo sguardo degli uomini non cadr come prima cosa proprio sugli occhi. Kate Moss distesa come una sirena sugli scogli, pelle ambrata, intima con lobiettivo di Sorrenti che stato il primo a fotografarla nuda quando erano ragazzi e fidanzati, nel 1999. Ora Kate non ha pi 19 anni ma sempre uguale, un enigma di donna, come lei nessuna, assicura lui. Un miracolo di donna a vedere come si mantiene. E con pochissimo photoshop. Solo qualcosa, per togliere

Saskia de Brauw
TRENTENNE OLANDESE, FISICO ATLETICO, LANCIATA DALLO STILISTA ITALIANO RICCARDO TISCI

LA SERATA

The Cal stato presentato ieri a New York con lesibizione di Bocelli
LE DONNE

Margareth Mad
SICILIANA, LANCIATA DAL FILM DI TORNATORE BAARA, UNA DELLE POCHE ITALIANE DEL PIRELLI

Edita Vilkeviciute
LITUANA, UNA DELLE TOP PREFERITE DAI FOTOGRAFI MARIO TESTINO E STEVEN MEISEL

Nove modelle e tre attrici Volevamo Angelina Jolie ma ha rifiutato di spogliarsi


qualche imperfezione, una cicatrice, una smagliatura. Altrimenti le ragazze mi ammazzerebbero, ammette Sorrenti. Una concessione alla normalit che solleva gli animi delle comuni mortali, ma neanche troppo. Nudo e perfezione estetica sono assoluti in queste immagini, 25, raccolte in una cartella da disegno, dove il concetto del passare dei giorni, tipico di un calendario, marginalizzato. Non esiste la ragazza del mese, il datario un pretesto. Corpi fuori da questo tempo che commercializza larte e la bellezza, corrotte dai soldi. Sono stanco del materialismo estetico e la mia risposta questa, spiega il fotografo, ragazzone compatto che agli esordi ha fatto il modello, viene da Napoli e sembra Clark Kent prima di trasformarsi in Superman. Il concetto di naturale come filo conduttore di questo racconto visivo che inciampa nella banalit, nel resoconto anatomico del corpo femminile. il confronto con il mitologico, e mitico The Cal 2011 firmato Lagerfeld, galleria di statue antiche, che rende difficile appassionarsi. Nove modelle e tre attrici per questo portfolio art-chic 2012 presentato ieri sera a New York a The Ar-

nudo e italiano il calendario Pirelli


Neanche un velo a coprire le dodici bellezze del 2012 per la prima volta ritratte da un fotografo del Belpaese
Natasha Poly
RUSSA, A LUNGO VOLTO DEL MARCHIO GUCCI, HA INIZIATO LA CARRIERA A 15 ANNI E OGGI FRA LE TOP AD AVER COLLEZIONATO PI COPERTINE DI VOGUE

Kate Moss
LA TOP MODEL INGLESE STATA FIDANZATA CON IL FOTOGRAFO MARIO SORRENTI CHE HA FIRMATO IL CALENDARIO, IL PRIMO A RITRARLA NUDA NEL 1999

mory, edificio militare dellOttocento, con la voce di Andrea Bocelli a intrattenere gli ospiti e lattrice Julienne Moore a presentare. Lucraina Milla Jovovich, sugli schermi con la saga dei Tre Moschettieri, la giapponese Rinko Kicuchi e Margareth Mad, una delle pochissime italiane scelte per interpretare il Pirelli. Lei, lanciata da Tornatore con il film Baara ha avuto qualche problema a mostrarsi nuda. Per me era la prima volta e avevo timore. Sono insicura come tutte le donne. Pensi: oddio ho una smagliatura, il seno piccolo. Quando riflette sul perch poche italiane arrivano a essere delle top internazionali si sottrae al glamour che avvolge questa sala dove siede con Isabeli Fontana e Natasha Poli: Mentre la bellezza negli altri paesi vista come un dono da tutelare, in Italia c lidea della commercializzazione. Mostrarsi per vendere. Per la Mad il sogno di Hollywood: Ci prover. Sorrenti avrebbe voluto anche Angelina Jolie, ma niente da fare. Non ha voluto posare nuda. Tra le modelle Lara Stone, olandese. La donna pi bella del mondo, dice Sorrenti guardando la sua foto, dove esplode un seno quarta misura senza silicone. Neanche un velo a coprire le ragazze. Ci ho provato allinizio del set in Corsica a usare qualche abito, ma toglievano emozione alle foto. E di emozioni chi guarder il calendario, occhi maschili, ne avr parecchie, nonostante lautore dica che non sono immagini sexy. Sar.

Reportage
MAX CASSANI INVIATO A MARANELLO

i fa presto a dire Ferrari. Possessori e semplici appassionati del Cavallino lo sanno. Ogni supercar diversa dallaltra: Ferrari diverse per ferraristi diversi ama ripetere il presidente Montezemolo. Funziona cos con tutte le fuoriserie, ma le Rosse, della personalizzazione, ne hanno da sempre fatto il segno distintivo. Oltre a modello e colore, il cliente pu scegliere finiture, rivestimenti, persino cuciture: a Maranello c un atelier apposta per questo. Tutto artigianale, tutto curato con passione e nei minimi dettagli, dalla produzione allo show-room. Nella linea di montaggio, scocche e motori scivolano su red carpet come le star hollywoodiane, e gli operai specializzati paiono chirurghi, in guantini e divisa. Per i fortunati clienti che attendono anche un anno e

La Ferrari come un abito di sartoria


Tailor made
Si chiama cos il nuovo servizio esclusivo per realizzare la Ferrari cucita su misura

mezzo prima di vedersi consegnato il loro gioiello, Ferrari ha pensato a un servizio esclusivissimo: Tailor Made, il programma riservato a chi vuole farsi lauto cucita su misura. Il laboratorio sartoriale del Cavallino: Un servizio aggiuntivo di personalizzazione totale della vettura, cos da farne un pezzo unico come unopera darte, ha spiegato ieri alla presentazione il direttore commerciale,

Enrico Galliera. Lispirazione tratta dalle Ferrari pi famose della storia e fonde passato e presente con tre collezioni diverse: Scuderia, Classica e Inedita. Ovvero performance, tradizione e innovazione, come nel dna Ferrari. Per ritagliarsi lauto dei sogni, il cliente ha a disposizione un team di esperti guidato da un personal designer. In pratica il proprio stylist automobilistico, che lo consiglia durante tutte le fasi di sviluppo della propria creatura. I materiali sono infiniti, e sofisticati. Per i rivestimenti: lana, cachemire, pelli e stoffe pregiate create ad hoc da marchi eccellenti del made in Italy. Per le finiture: legno, kevlar, titanio di derivazione racing. Per dire: la nuova FF a quattro posti ispirata alla mitica 250 Europa. Ha sedili gessati, tappezzeria in cachemire e baule foderato in teak di derivazione nautica. Una vera chiccheria. Consulente creativo del progetto Tailor Made Lapo Elkann, che collabora gomito a gomito con il responsabile del Centro stile, Flavio Manzoni. Abbiamo cercato di offrire il meglio di tutto, coniugando passato e presente. Perch le mode passano ma lo stile rimane.

T1 T2 PR CV

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 28

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

29

In Italia
FTSE/MIB FTSEItalia All Share

-0,49% -0,46% 1,3393


101,28

AllEstero
DOW JONES (New York) NASDAQ (New York) DAX (Francoforte) FTSE (Londra)

Euro-Dollaro
CAMBIO

+0,43% -0,23% -1,27% +0,01%


41,4312

Petrolio
dollari/barile

R Oro euro/grammo

ECONOMIA FINANZA

&

LARTICOLO 36 ESCLUDE GLI INCARICHI MULTIPLI A MENO CHE NON CI SIA RAPPORTO DI CONTROLLO TRA LE SOCIET INTERESSATE

La manovra scuote i salotti della finanza


Il divieto di cariche in gruppi rivali tocca Bazoli e il legame Unicredit-Mediobanca
FRANCESCO MANACORDA MILANO

Toc toc. La manovra targata Mario Monti bussa ai salotti buoni della finanza. E molti nomi importanti potrebbero alzarsi al suo ingresso; non per educazione, ma perch una norma passata quasi inosservata vieta i doppi incarichi di consiglieri e amministratori in societ finanziarie concorrenti. La norma infatti potenzialmente dirompente: potrebbe costringere Giovanni Bazoli a scegliere - con esito ovviamente scontato - tra il consiglio di

Poltrone in bilico

tano Caltagirone anche quando sar reintegrato nel consiglio di banca Mps. Quello delle partecipazioni incrociate, o allanglosassone interlocking directorships, un tema caro da anni sia allinquilino di Palazzo Chigi sia al nuovo Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Antonio Catrical, sbarcato in quella posizione direttamente dalla guida dellAntitrust. Proprio sotto Catrical, nel gennaio 2010 lAutorit aveva effettuato unindagine conoscitiva sulla corporate governance delle societ finanziarie italia-

A rischio le posizioni di Rampl, Palenzona Pesenti e Doris nel cda di piazzetta Cuccia
sorveglianza di Intesa-Sanpaolo e quello di Ubi Banca. O potrebbe mettere di fronte a un aut aut i numerosi consiglieri Unicredit - dal presidente Dieter Rampl al vice Fabrizio Palenzona, a Carlo Pesenti - che siedono pure nel cda di Mediobanca. Per questo da ieri banche e assicurazioni hanno messo al lavoro i loro esperti legali per cercare di capire meglio la portata della novit. Larticolo 36 della manovra, inserito nel testo tra sabato e domenica e intitolato Tutela della concorrenza e partecipazioni personali incrociate nei

Giovanni Bazoli
Il presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo siede anche nel consiglio di sorveglianza di Ubi Banca in rappresentanza di Mittel

Dieter Rampl
Il presidente di Unicredit ha un posto nel cda di Mediobanca. Listituto di Piazza Cordusio fa parte del patto di sindacato di piazzetta Cuccia

F. Palenzona
Vicepresidente di Unicredit, siede anche lui nel consiglio di amministrazione di Mediobanca in rappresentanza del gruppo di piazza Cordusio

Ennio Doris
Il fondatore e principale azionista di Mediolanum fa parte del consiglio di Mediobanca in virt della partecipazione al patto di sindacato dellistituto

I giuristi sono al lavoro per definire il legame che piazza Cordusio ha con la banca di Nagel
ne che evidenziava soggetti con incarichi concorrenti nell80% dei gruppi esaminati. Poi, dopo che le esortazioni non erano servite a nulla, lAntitrust aveva chiesto una legge apposita. Non stupisce che abbia trovato grande attenzione da Monti: il nuovo premier, gi nel 2000 quando era Commissario europeo alla Concorrenza mise tra le condizioni per il via libera allacquisizione dellIna da parte di Generali proprio limpegno a non avere incroci di cariche tra le due compagnie. Un impegno che adesso arriva per tutte le societ del settore finanziario. E per decreto.

mercati del credito e finanziari, impone il divieto ai titolari di cariche negli organi gestionali, di sorveglianza e di controllo e ai funzionari di vertice di imprese o gruppi di imprese operanti nei mercati del credito, assicurativi e finanziari di assumere o esercitare analoghe cariche in imprese o gruppi di imprese concorrenti. Che cosa si intenda per concorrenti lo spiega lo stesso articolo 36 al secondo comma: lo sono le imprese o i gruppi di imprese tra i quali non ci sono rapporti di controllo ai sensi dellart.

7 della legge 10 ottobre 1990, n.287 e che operano nei medesimi mercati del prodotto e geografici. La norma, che dovrebbe diventare immediatamente efficace con la pubblicazione della manovra in Gazzetta Ufficiale, palesemente applicabile in casi come quello di Bazoli - che siede nei consigli di sorveglianza di due banche diverse - e potrebbe incidere a fondo nel rapporto che lega Unicredit, primo azionista di Mediobanca con l8,74% del capitale, allistituto di piazzetta Cuc-

cia. Rampl, Palenzona e Pesenti sono infatti tutti e tre consiglieri in entrambe le banche. Ma Unicredit, che partecipa a un patto di sindacato di recente rinnovato che controlla il 45% del capitale di Mediobanca e che presenta la lista di maggioranza per il rinnovo del cda, controlla o meno piazzetta Cuccia? Di sicuro non esercita un controllo diretto; ma forse si pu ipotizzare un controllo congiunto assieme agli altri pattisti. E su questo tema che si stanno esercitando in queste ore alcuni giuristi. La stessa situazio-

ne, peraltro, riguarda anche Ennio Doris, presidente di Mediolanum, che esercita attivit bancaria ed nel patto di sindacato Mediobanca, che anche consigliere damministrazione di piazzetta Cuccia. Nessun effetto pare invece esserci sulle partecipazioni incrociate in consigli di societ controllate o di diverso settore. Dunque, lad di Mediobanca Alberto Nagel potr restare nel cda della compagnia assicurativa Generali, cos come nel board di Trieste potr rimanere Francesco Gae-

IL NODO DEL VEICOLO PER LE PARTECIPAZIONI STRATEGICHE

Fondiaria Sai, cda il 12 dicembre Oggi i vertici incontrano lIsvap


Il titolo esce dal Ftse-Mib sar sostituito da Ferragamo
MILANO

Patron
Salvatore Ligresti presidente onorario del gruppo assicurativo Fondiaria Sai, che controlla attraverso Premafin

CITT DI TORINO
Procedura ristretta N. 84/2011 per estratto
Affidamento di servizi per lorientamento nellambito del Piano Provinciale pluriennale di Orientamento Obbligo dIstruzione e Occupabilit. Importo base presunto I.V.A. Esclusa: Euro 394.793,39. L'operazione finanziata nell'ambito del POR FSE 2007/2013. Gli interessati possono presentare domanda di partecipazione, con le modalit specificate nel bando di gara integrale, cui si fa rinvio, entro il 22 dicembre 2011. Il bando integrale sar pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 7 dicembre 2011, trasmesso alla Gazzetta Ufficiale delle Comunit Europee il 28 novembre 2011 e visibile su Internet al seguente indirizzo: http://www.comune.torino.it/ appalti/. Torino, 25 novembre 2011 IL DIRETTORE DEL SERVIZIO CENTRALE CONTRATTI APPALTI ED ECONOMATO

CITT DI IVREA
Avviso di appalto aggiudicato
Amministrazione aggiudicatrice: Citt di Ivrea (TO) - sede legale piazza Vittorio Emanuele 1, 10015 Ivrea (TO) - Tel. 0125410433 Fax 0125410442 indirizzo internet http://www.comune.ivrea.to.it, sezione Notizie Utili Bandi e Appalti. Oggetto dellappalto: lavori di realizzazione della passerella ciclo-pedonale sul fiume Dora Baltea ad Ivrea - Importo dei lavori a base dasta Euro 2.050.697,40, oltre Euro 139.352,90 per oneri relativi alla sicurezza. Categoria prevalente OG3/III Euro 928.628,55, categorie scorporabili non subappaltabili OS18/III Euro 872.728,75 e OS21/II Euro 388.693,00. Procedura di aggiudicazione: aperta. Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente pi vantaggiosa. Data di aggiudicazione: 09/11/2011. Numero offerte ricevute: 12. Aggiudicatario: ATI Cogeis spa di Quincinetto (TO) (capogruppo) e Zoppoli & Pulcher spa di Torino (mandante). Ribasso: 5,493%. Valore del contratto: Euro 2.077.405,49, oltre IVA. CUP G79B08000000004 CIG 2319288101.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

prevista per oggi la visita dei vertici di Fondiaria Sai allIsvap per un confronto con lauthority delle assicurazioni anche sul veicolo nel quale il gruppo potrebbe far confluire le partecipazioni strategiche della compagnia, facendo entrare il Credit Suisse con il 40%. I contatti con lauthority sarebbero stati fino ad ora solo di natura interlocutoria e domani si far maggior chiarezza sullorientamento dellIsvap al riguardo. Anche nella peggiore delle ipotesi, quella cio di non veder risalire i margini di solvibilit oltre i livelli di guardia neppure con le misure in cantiere e se, in-

somma, lunica via per rafforzare il patrimonio Fonsai si rivelasse quella di varare un nuovo aumento di capitale dopo quello realizzato in estate (sino ad ora sempre smentito dalla societ), loperazione potrebbe venir digerita tutto sommato abbastanza bene dal mercato e sembra facile immaginare che i due istituti pi vicini al gruppo, Unicredit e Mediobanca, non facciano mancare il proprio sostegno. A valle della riunione domani allIsvap, intan-

to, e dopo il Ponte dellImmacolata, luned prossimo 12 dicembre si terr un consiglio di amministrazione per fare un primo punto sulle operazioni di capital managament in esame, e prima ancora quindi dei Cda gi in agenda per il 20 dicembre. Dopo cali nellordine del 35% negli ultimi due mesi e di quasi il 70% da inizio anno, il titolo stato intanto estromesso oggi dal paniere di riferimento Ftse Mib, dove sar sostituito da Salvatore Ferragamo. [R. M.]

dott.ssa Mariangela Rossato

CITT DI TORINO
Procedura aperta n. 55/2011 del 16 novembre 2011 per Opere di manutenzione straordinaria per ottenimento C.P.I. e recupero funzionale delledificio scolastico di via Santa Chiara 12 circoscrizione 1. Comunicazione a norma dell'art. 65 del D. Lgs. n. 163/06. Sistema di aggiudicazione: artt. 82 e 86, commi 1, 3, 3 bis, 3 ter e 4 D.Lgs. n. 163/06 e art. 87 D. Lgs. n. 163/06. Hanno presentato offerta n. 16 (sedici) ditte. risultata aggiudicataria la ditta Piccolomini snc, con sede in Via Carlo Cipolla 6, con il ribasso del 49,859%. Torino, 22 novembre 2011
IL DIRETTORE DEL SERVIZIO CENTRALE CONTRATTI-APPALTI-ECONOMATO

ing. Angelo Gianotto

Per la pubblicit su:


Via G.G. Winckelmann, 1 - 20146 MILANO - Tel. 02.244.24.611 - Fax 02.244.244.90 Via Marenco, 32 - 10126 TORINO - Tel. 011.666.52.11 - Fax 011.666.53.00

dott.ssa Mariangela Rossato

T1 T2 PR CV

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 30

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Economia 31

SOTTO INCHIESTA ANCHE PENGUIN, SIMON & SCHUSTER, HACHETTE E HARPER COLLINS

In breve
Aumento Unicredit

INVITO A COMPARIRE

Libri digitali, Apple nel mirino Antitrust


Indagine Ue su prezzi e accordi con gli editori
PAOLO MASTROLILLI INVIATO A NEW YORK

Ghizzoni: 7,5 miliardi da investire in Italia


I

I 7,5 miliardi dellaumento di capitale li metteremo in Italia, perch lItalia crescer come e pi di altri Paesi. Lo anticipa ladelegato di Unicredit, Federico Ghizzoni. Nei prossimi quattro anni destineremo 33 miliardi di credito aggiuntivo alle Pmi e 39 alle famiglie.

Scalata francese a Parmalat I pm chiamano i banchieri


MILANO

Una volta il villano delluniverso digitale, quello che finiva nelle cause antitrust, era per antonomasia la Microsoft di Bill Gates. Ora le cose stanno cambiando, almeno a giudicare dalla decisione della Commissione europea di aprire uninchiesta sulla Apple e su cinque grandi gruppi editoriali. Colpa presunta: aver costituito una specie di cartello, per condizionare al rialzo i prezzi degli e-books e far fuori la concorrenza. Linchiesta

La Commissione sospetta che la casa di Cupertino abbia danneggiato Amazon


stata aperta dopo una serie di ispezioni a sorpresa, condotte nel mese di marzo. Oltre allazienda fondata da Steve Jobs, sono coinvolti giganti delleditoria come Hachette Livre, unit della francese Lagardere Publishing; Harper Collins, di propriet della News Corp. di Rupert Murdoch; Simon & Schuster, che appartiene alla Cbs; Penguin, che fa parte del Pearson Group; e la tedesca Verlagsgruppe Georg von Holtzbrinck, casa madre della Macmillan. Nei suoi documenti ufficiali Bruxelles avanza il sospetto che queste cinque case, possibilmente con laiuto della Ap-

Unimmagine della mostra dedicata a Jobs a Torino

ple, hanno adottato pratiche anticompetitve riguardo la vendita degli e-books nellarea economica europea, in violazione delle norme antitrust della UE. Anche lOffice of Fair Trading della Gran Bretagna stava facendo una indagine simile, che ora ha chiuso, passando gli elementi raccolti alla Commissione europea. In precedenza, poi, lo studio legale americano Hagens Berman aveva presentato una "class action", una causa di gruppo, sostenendo questa accusa: Apple credeva di dover neutralizzare Kindle di Amazon, quando era entrata nel mercato degli e-book con il suo lettore, liPad, e temeva che un gior-

no Kindle avrebbe potuto sfidare lo stesso iPad, distribuendo altri contenuti come la musica e i film. Cosa viene rimproverato, in sostanza, alle aziende sotto inchiesta? Aver manovrato i prezzi dei libri digitali. Fino a poco tempo fa questo mercato era dominato da Amazon attraverso Kindle. Lazienda di Bezos comprava i libri allingrosso dagli editori, che suggerivano i prezzi al minuto. Amazon per restava libera di fare gli sconti che voleva. Questa pratica non piaceva molto agli editori, perch spesso faceva scendere i prezzi degli e-books parecchio sotto quelli stampati in carta. Quando nel 2010 Apple entra-

ta sul mercato, attraverso liPad e il suo iBookstore, le cose sono cambiate. La compagnia di Cupertino ha offerto alle case editrici un nuovo accordo basato sullagency agreement. In sostanza gli editori potevano stabilire il prezzo dei loro libri al pubblico, e il distributore incassava una commissione del 30% su tutte le vendite. Questa intesa da una parte favoriva le case editrici, che potevano tenere alti i prezzi, e dallaltra ostacolava Amazon, che avrebbe dovuto rinunciare ai suoi sconti o perdere una enorme fetta di mercato. Chi ci rimetteva di sicuro erano i clienti, che avrebbero finito per pagare di pi i libri. Il sospetto della Commissione che Apple abbia coordinato la nuova politica con i cinque grandi editori indagati, per ottenere un doppio risultato: alzare i prezzi e fare fuori Amazon. Tutto questo danneggerebbe i consumatori e violerebbe le regole antitrust dellUnione Europea. Linchiesta naturalmente stata appena aperta e per conoscerne le conclusioni bisogner aspettare. Apple per ora si rifiutata di commentare. Pearson ha detto che non crediamo di aver violato alcuna legge e continueremo a cooperare pienamente e apertamente con la Commissione. Holtzbrinck ha aggiunto che lindagine non ha merito. Ora per lattenzione si sposta inevitabilmente sulla Apple, e sulle pratiche che adotta nella gestione dei suoi prodotti.

Lo ipotizza Giuliani

Azimut, dividendo straordinario


I

Azimut prevede un utile di 80 milioni per il 2011 e un dividendo in linea col 2010, con possibilit di considerare una componente straordinaria. Lo ha indicato il numero uno Pietro Giuliani.

Un novembre da record

Per Banca Generali raccolta in crescita


I

In novembre la raccolta netta totale di Banca Generali stata pari a 165 milioni di euro, facendo salire il dato da inizio anno a 1,082 miliardi. Si tratta del miglior dato di raccolta netta del 2011.

2014, ricavi a 29 miliardi

Fiat Industrial conferma i target


I

Fiat Industrial conferma i target al 2014 e un indebitamento netto industriale a zero nel 2013 rispetto a 1,6 miliardi questanno. I ricavi dovrebbero passare da 24 a 29 miliardi di euro.

Turismo

Quattro candidati a salvare Valtur


I

Ci sono quattro potenziali cavalieri bianchi per il salvataggio di Valtur, tutti italiani. Il termine per le manifestazioni non vincolanti il prossimo 15 dicembre.

A sette mesi dalle prime perquisizioni e avvisi di garanzia la Procura di Milano sta per chiudere le indagini sulla scalata del gruppo francese Lacatlis alla risorta Parmalat. Il pm Eugenio di Milano Fusco ha ha spedito gli inviti a comparire per un interrogatorio ai quattro manager indagati nell'inchiesta aperta per aggiotaggio e insider trading. Saranno sentiti, dopo il ponte dell'Immacolata, Fabio Can, manager di primo piano del Corporate Investment banking del gruppo Intesa SanPaolo indagato per insider, e la moglie Patrizia Micucci, stesso ruolo ma all'interno di Societ Generale, che risponde di aggiotaggio. I coniugi dovranno spiegare l'operazione con cui lo scorso 22 marzo, in una sola notte, il colosso francese arriv a detenere circa il 29% del capitale sociale del gruppo di Collecchio. L'accusa di aggiotaggio ipotizzata anche nei confronti di Carlo Salvatori, presidente di Lazard Italia e di Massimo Rossi, che era candidato per il Cda di Parmalat come ad o vice presidente nella lista presentata dai tre fondi esteri Skagen, MacKenzie e Zenit che detenevano le quote poi acquistate dai francesi e che sono entrati nel mirino della Procura anch'essi. Nel maggio scorso la Guardia di Finanza aveva anche perquisito gli uffici milanesi di Banca Intesa SanPaolo, di SocGen, di Credit Agricole e di Lazard, quest'ultima advisor nell'operazione per i fondi. [G. TR.]

GRUPPO BONGIOANNI s.p.a. in a.s.


SECONDO AVVISO DI VENDITA ALLASTA DI BENI IMMOBILI

AVVISO DI DEPOSITO del Progetto Preliminare del NUOVO P.R.G.C. ai sensi dellart. 15 della L.R. 56/77 e s.m. e i.
IL DIRIGENTE DELLA DIVISIONE URBANISTICA - TERRITORIO Vista la Deliberazione del Consiglio Comunale n. 86 in data 28.11.2011 con la quale stato adottato il Progetto Preliminare del Nuovo P.R.G.C. ai sensi dellart. 15 della L.R. 56/77 e s.m. e i.; AVVISA - Che la predetta deliberazione consiliare e gli allegati adottati saranno pubblicati allAlbo Pretorio online e depositati presso la Divisione Urbanistica - Territorio - Sezione Urbanistica - in visione al pubblico per 30 (trenta) giorni consecutivi dal 07.12.2011 al 06.01.2012 da luned a venerd nelle ore di apertura al pubblico e presso il Corpo di Polizia Locale in Via Matteotti n. 8 nei giorni di sabato e festivi dalle ore 9.30 alle ore 10.00 e limitatamente al giorno 01.01.2012 dalle ore 15.30 alle ore 16.00. - Che chiunque pu prendere visione e presentare osservazioni e proposte nel pubblico interesse nei successivi 30 (trenta) giorni dal 07.01.2012 al 05.02.2012 mediante compilazione del modello scaricabile dal sito informatico del Comune o disponibile presso lUfficio Urbanistica. AVVISA ALTRES Che con la predetta deliberazione consiliare si dato avvio allimposizione dei vincoli preordinati allespropriazione ai sensi dellart. 9 e seguenti del D.P.R. 327/2001 ed alla reiterazione di vincoli esistenti per le aree azzonate quali standards e viabilit. Borgomanero, l 07.12.2011
IL DIRIGENTE DELLA DIVISIONE URBANISTICA TERRITORIO

AVVISO DI DEPOSITO del Progetto Preliminare del NUOVO P.R.G.C. completo del rapporto ambientale, piano di monitoraggio e sintesi non tecnica ai sensi dellart. 14 del D.Lgs. 152/2006 e s.m. e i.
IL DIRIGENTE DELLA DIVISIONE URBANISTICA - TERRITORIO Vista la Deliberazione del Consiglio Comunale n. 86 in data 28.11.2011 con la quale stato adottato il Progetto Preliminare del Nuovo P.R.G.C. completo del rapporto ambientale, piano di monitoraggio e sintesi non tecnica ai sensi dellart. 14 del D.Lgs. 152/2006 e s.m. e i.; AVVISA - Che la predetta deliberazione consiliare e gli allegati adottati saranno pubblicati allAlbo Pretorio online e depositati presso la Divisione Urbanistica - Territorio Sezione Urbanistica - in visione al pubblico per 60 (sessanta) giorni consecutivi dal 07.12.2011 al 05.02.2012 da luned a venerd nelle ore di apertura al pubblico e presso il Corpo di Polizia Locale in Via Matteotti n. 8 nei giorni di sabato e festivi dalle ore 9.30 alle ore 10.00 e limitatamente al giorno 01.01.2012 dalle ore 15.30 alle ore 16.00. - Che chiunque pu prendere visione e presentare osservazioni e proposte nel pubblico interesse nei 60 (sessanta) giorni di pubblicazione mediante compilazione del modello scaricabile dal sito informatico del Comune o disponibile presso lUfficio Urbanistica. Borgomanero, l 07.12.2011
IL DIRIGENTE DELLA DIVISIONE URBANISTICA - TERRITORIO

Arch. Antonella Manuelli


VISTO: IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Arch. Antonella Manuelli


VISTO: IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Geom. Morena Medina

Geom. Morena Medina

Per la pubblicit su:

COMMISSARIO DELEGATO PER LEMERGENZA BONIFICA E LA TUTELA DELLE ACQUE IN SICILIA


Avvisa che indetta gara con procedura ristretta accelerata ai sensi dellart. 112 del D.Lgs. n. 163/2006 per laffidamento del servizio di verifica e validazione del progetto definitivo relativo ai lavori di messa in sicurezza e bonifica della falda acquifera prospiciente la rada di Augusta. Bando pubblicato sulla GUUE, GURI, GURS. Informazioni sito Internet www.ucombonifiche.it
IL SOGGETTO ATTUATORE
prof. ing. Dario Ticali

Il sottoscritto Commissario straordinario di GRUPPO BONGIOANNI s.p.a. in amministrazione straordinaria comunica che giusta autorizzazione del Ministero delle Attivit Produttive del 14.11.2011 prot. n. 0214753 posto in vendita il complesso immobiliare sito in Comune di Fossano Via G. B. Bongioanni n. 13 - Ex area FOMB cos composto: - complesso edificato e recintato della superficie catastale di mq. 83052, individuato al N.C.E.U. al foglio 50 mappali nn. 111-112-113-114115-116, categoria D/1, aggiornati con mod. D in data 4 marzo 1993, prot. 850; - area antistante al complesso produttivo attualmente adibita a parcheggio della superficie catastale di mq. 5943, individuata al C.T. al foglio 51 mappali nn. 59-126; - terreno fuori cinta della superficie di mq. 63541 e distinto al C.T. foglio 50 mappali nn. 28-34-40-41-87-102106-109-131-258-260. In riferimento alle predette entit immobiliari si segnala che il nuovo P.R.G. norma lattuazione della futura trasformazione dellArea ex-Fomb mediante lart. 42 delle norme tecniche di attuazione, che in sintesi prevede: - lattuazione dellarea individuata come ambito unitario di intervento e sottoposta a strumento urbanistico esecutivo di iniziativa pubblica o privata riguardante lintero ambito; - i soggetti attuatori dovranno predisporre una relazione tecnica attestante lo stato del terreno in riferimento ad eventuali effetti di contaminazione prodotti dalla preesistente attivit produttiva; - le destinazioni duso ammesse: P = funzioni produttive di tipo artigianale e industriale T4 = attivit ludiche a carattere privato ad alta affluenza di pubblico T5 = esercizio pubblico N = funzione agricola non connessa alla conduzione del fondo (N) S1 = pubblica amministrazione S8 = difesa e protezione civile S9 = servizi tecnici e tecnologici C1 = vendita al dettaglio C2 = commercio allingrosso C3 = merci ingombranti C4 = trasporti, magazzinaggio e comunicazioni C5 = distribuzione di carburanti per autoveicoli Prezzo base: euro 8.000.000,00 (ottomilioni/00) corrispondente al prezzo base del primo esperimento di vendita ridotto di un quinto ai sensi dellart. 591 c.p.c. Il complesso immobiliare verr ceduto a corpo e non a misura, nello stato di fatto e nelle condizioni in cui si trova, nulla escluso od eccettuato. Gli interessati potranno presentare offerta, con cauzione pari al 10% del prezzo offerto, in busta sigillata presso lo studio del notaio Pietro Boero in Torino, Via Gropello 11, entro le ore 16.00 del giorno 5 marzo 2012. Sulla busta dovr essere scritto: rif. Bando dasta GRUPPO BONGIOANNI s.p.a. in amministrazione straordinaria. Non sono ammesse offerte inferiori al prezzo base. Lapertura delle buste avverr a partire dalle ore 16.00 del 6 marzo 2012. Per ulteriori chiarimenti e per accedere alla documentazione informativa depositata in apposita Data Room, gli interessati dovranno fornire i dati identificativi contenuti in apposito modulo reperibile presso la sede della procedura in Fossano (CN) via G.B. Bongioanni n. 13 (tel. +39 0172 692313 fax +39 0172 657821 - mail: procedura@bongioanni.it).
GRUPPO BONGIOANNI s.p.a. in a.s. IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

dott. Enrico Stasi

Via G.G. Winckelmann, 1 - 20146 MILANO Tel. 02.244.24.611 - Fax 02.244.244.90 Via Marenco, 32 - 10126 TORINO Tel. 011.666.52.11 - Fax 011.666.53.00

Questi e molti altri avvisi li puoi trovare anche su internet


Consulta i siti

www.legaleentieaste.it - www.lastampa.it

32 Economia

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

FIM, UILM, FISMIC E UGL: TRATTATIVA VERA. LE TUTE BLU CGIL: SOLO UNA CERTIFICAZIONE DEL MODELLO POMIGLIANO

Con il contributo del

Le assicurazioni inglesi chiedono alle banche di tagliare i super stipendi

Fiat-sindacati verso laccordo Prove di unit senza la Fiom


Tra i nodi restano assenteismo e riconferme degli apprendisti
MARINA CASSI TORINO

li investitori inglesi hanno finalmente sviluppato una spina dorsale. Dopo avere sopportato per anni il crollo delle quotazioni azionarie e dei dividendi, lAssociazione delle compagnie assicuratrici britanniche (Abi) sta chiedendo alle banche di tagliare le retribuzioni alte in modo da coprire con i ricavi il costo del capitale proprio. Si tratta senza dubbio di una proposta sensata, ma lappello cadr nel vuoto se gli investitori non saranno disposti a votare contro i piani di remunerazione che ritengano insoddisfacenti, o contro i manager responsabili di tali piani. La richiesta che nessuna banca debba pagare bonus ai dipendenti fino a quando il suo Roe (ritorno sul capitale) non arrivi a superare il costo del capitale proprio. Nel clima attuale, non una richiesta da poco. Se Barclays avesse voluto raggiungere il Roe del 13% fissato come obiettivo nel 2010, avrebbe dovuto tagliare le retribuzioni totali del 31%. Le banche sostengono di avere intrapreso una serie di misure per affrontare il nodo delle retribuzioni, riducendo il personale e ridimensionando i bonus. Aggiungono che, poich la maggior parte dei compensi viene ora erogata in forma di azioni, i dipendenti stanno di fatto soffrendo insieme agli azionisti. Nessuna banca vuole essere la prima a operare un taglio drastico delle retribuzioni per paura di perdere dipendenti demotivati a favore della concorrenza. Tuttavia, come osserva lAbi inglese, se i tagli venissero adottati in misura pressoch analoga dallinsieme degli istituti di credito, la diaspora delle risorse umane sarebbe un rischio limitato. Un altro problema risiede nel fatto che lobbligo di differimento dei bonus imposto dalle autorit ha reso pi difficile per le banche ridurre rapidamente le retribuzioni in risposta al calo delle entrate. Gli azionisti non potranno ottenere tutto: come ha sottolineato la Bank of England, laumento dei requisiti patrimoniali comporter una diminuzione dei profitti per le banche. Se per la conseguenza della riforma sar quella di rendere le banche pi sicure, gli investitori dovrebbero essere disposti ad accettare rendimenti pi modesti. [MARGARET DOYLE]

Potrebbe essere oggi la giornata decisiva per laccordo tra Fiat e sindacati - esclusa la Fiom - sul contratto per i dipendenti del gruppo che ri-

calcher quello del 29 dicembre del 2010. Ieri la riunione ha conosciuto anche qualche momento di nervosismo sul tema dellassenteismo. Stabilire il tasso medio che valga per oltre 80 mila lavoratori non cosa semplice. Altro tema in discussione quello della percentuale di conferma degli apprendisti. E poi, ovviamente, c il tema del salario. Le parti lavorano, tra il resto, a un possibile incremento delle maggiorazioni legate a alcuni orari allinterno dei tur-

ni e a una definizione del premio di risultato. Magari inserendo anche possibili incentivi per i singoli lavoratori che collaborino in modo brillante alla organizzazione del lavoro. C poi il nodo degli scatti: possono ripartire da zero, come a Pomigliano, ovunque o no? Alcuni sindacati chiedono anche una sorta di compensazione salariale per il grave sacrificio che sta colpendo e colpir, in particolare, i lavoratori di Mirafiori nel 2012. A lato c anche il tema del-

la rappresentanza visto che da gennaio nel gruppo Fiat non ci saranno pi i delegati eletti; si ragiona sul come eleggere le Rsa che da gennaio saranno in numero per ciascuna sigla firmataria del contratto. I sindacalisti di Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione Quadri rivendicano di essere al tavolo a condurre una trattativa vera e non a applicare supinamente il modello di Pomigliano. La Fiom: solo una certificazione notarile di Pomigliano.

Il premio

La storia
MAURIZIO MOLINARI CORRISPONDENTE DA NEW YORK

Lallarme di S&P non cambia gli equilibri dellEurozona

l monito generalizzato di Standard & Poors stato un atto spettacolare, ma il suo impatto sar limitato. Lagenzia di rating sta minacciando di declassare tutti gli Stati membri dellarea euro - con eccezione di Grecia e Cipro, che difficilmente potrebbero ricevere un trattamento peggiore - se i governanti non presenteranno un piano credibile al summit di questa settimana. Lannuncio di S&P pu forse creare qualche pressione in pi, ma non cambia i termini dellequazione per lEurozona. I governi dovranno dimostrare la massima seriet sul fronte delle riforme fiscali per sciogliere la riserva della Banca centrale europea a mettere in atto le misure pi urgenti. In tema di debito sovrano, le agenzie di rating non dicono nulla che gli investitori gi non sappiano: i dati sono di pubblico dominio e lo sfondo politico sotto gli occhi di tutti. per questa ragione che i rendimenti dei titoli di Stato dellarea euro non hanno quasi reagito alla notizia - anzi, i rendimenti italiani e spagnoli sono diminuiti. Perfino la Francia, che S&P ha identificato come lunico paese delleurozona a rischiare un downgrade di due livelli, ha visto salire solo leggermente i rendimenti dei propri titoli di Stato decennali. La natura collettiva del monito di S&P ne riduce in qualche modo limpatto. Se tutti i paesi venissero declassati simultaneamente, la AA diventerebbe la nuova AAA. vero, tuttavia, che i costi di finanziamento nellarea euro subirebbero un certo rialzo se S&P dovesse dar seguito alla minaccia di downgrade, e che la retrocessione colpirebbe anche lEfsf, il fondo salva-Stati delleurozona. Ma i suoi costi di finanziamento sono gi aumentati, perch gli investitori avevano preventivamente messo in conto la possibilit di un downgrade.Il problema pi urgente per i leader delleurozona quello di convincere la Bce della propria determinazione nel perseguire le riforme. Mario Draghi, presidente della Bce, ha avvertito che ha bisogno di ricevere un segnale in tal senso prima di liberare la potenza di fuoco della Bce abbassando i tassi dinteresse, aprendo uno strumento pi a lungo termine per fornire liquidit alle banche e acquistando titoli di Stato in modo pi sistematico. [PIERRE BRIANON]
Per approfondimenti: http://www.breakingviews.com/
(Traduzioni a cura del Gruppo Logos)

bbigliamento monastico monocromatico, il retroscena di come inizi lintesa con John Elkann, lidea di unalleanza-mosaico fra Fiat e Chrysler e il richiamo al Eisenhower per rispondere alla sfide delle odierne diseguaglianze: il ceo Sergio Marchionne parla per circa 20 minuti dal podio della Public Library ma tanto basta a proiettare limmagine di un manager determinato a rispondere alla sfida dellet della rabbia rappresentata dalle rivolte degli indignati. La Biblioteca di Manhattan un tempio del sapere che raccoglie 54 milioni di volumi e nella sala delle conferenze ad aspettare Marchionne per la consegna del premio sulla leadership globale intitolato allex presidente Dwight Eisenhower ci sono ceo di Wall Street, leader dei sindacati dellauto reduci dalla trattativa

Sergio Marchionne a New York mentre riceve da Laksmi Mittal il premio sulla leadership globale intitolato a Dwight Eisenhower

Elogio del maglioncino nellet degli indignati


Marchionne: ecco perch mi vesto solo di nero
ratore del metallo errante che comporta un prezzo da pagare, semplificando tutto il resto. Il parterre ammutolisce ascoltando louting del ceo pendolare fra i Continenti, che confessa di aver dovuto abbandonare il tradizionale modo di vestire per sostituirlo con uno stile monastico monocromatico, nero su nero. Sono qui questa sera - aggiunge Marchionne per sostenere la tesi che questo mio abbigliamento un esempio di nuovo modo di vestire internazionale adatto a chi gira il mondo in continuazione per gestire aziende globali che tentano di crescere a dispetto delle difficolt. Il pubblico reagisce con applausi e consensi anche perch Peter Tichansky, presidente del Business Council for International Understanding che assegna il premio, commenta: A New York il zione per quanto afferma sulnero il colore pi apprezza- lalleanza Chrysler-Fiat adoto. E in tale cornice che perando il termine mosaiMarchionne parla di s rac- co per descrivere un rapcontando come quasi otto porto di collaborazione che anni fa con John Elkann con- non fusione in unentit divisi molte grappe in un ri- omogenea. Marchionne crestorante di Ginevra sul Lago de in un modello azienda che Leman e fu allora che mi chie- esalta le diversit dove ogni se di dargli una mano nel ri- tassello si rafforza dal riconomettere a posto Fiat. E in scimento del valore degli alquel momento c la genesi tri. Alla base c il richiamo del lungo viaggio iniziato allesempio di Eisenhower, la che ha portato cui leadership alla creazione LALLEANZA MOSAICO consent di libedel quinto grup- Tra Lingotto e Chrysler rare lEuropa, e po automobilicos davanti all stico del mon- collaborazione che non et della rabfusione in una entit bia rappresendo con un processo tuttora tata dalle protein corso e un gruppo ancora ste degli indignati Marchionnella sua infanzia sebbene ne sottolinea la necessit di con 250 mila dipendenti. Fra porre fine alle scandalose i tavoli la sensazione di ineguaglianze esistenti per ascoltare un Marchionne che consentire alle nuove generaalza il velo su di s, il suo stile zioni di condividere i frutti e i suoi valori. Da qui latten- della globalizzazione.

LA CONFESSIONE

Ho sostituito il modo classico di vestire con uno stile monastico


con Chrysler e ambasciatori al Palazzo di Vetro. E una serata di gala con signore in lungo e uomini in smoking ma quando Marchionne riceve il premio da Laksmi Mittal, presidente di ArcelorMittal, indossa linseparabile maglione girocollo scuro ed proprio dallabbigliamento che parte per illustrare la sua idea di leadership. Forse dovrei sentirmi vestito in maniera inappropriata ma in realt non cos esordisce, per spiegare che passo molto tempo viaggiando, spesso di notte per non perdere ore lavorative ed questo stile di vita da vagabondo e da lavo-

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Borsa 33

LEGENDA. AZIONI: il prezzo ufficiale rappresenta il prezzo medio dellintera quantit di titoli trattata nella seduta. Il prezzo di riferimento costituito dal prezzo medio dellultimo 10% di titoli trattati. La capitalizzazione espressa in milioni di Euro. EURO 50: selezione dei 50 titoli pi significativi quotati in Europa. Prezzo con variazione percentuale sul

precedente. OPZIONI: call il prezzo di chi acquista; put quello di chi vende. Sono indicati: il mese di scadenza dellopzione; la base del prezzo del titolo; il prezzo, cio il premio da pagare; il volume dei pezzi negoziati; linteresse aperto, riferimento per i future. EURIBOR: il tasso interbancario comune delle piazze finanziarie dellarea euro: lettera il prezzo di chi vende; denaro quello di chi acquista.

Fondi su LaStampa.it
I fondi di investimento sono on line su LaStampa.it. Per consultarli lindirizzo www.lastampa.it/fondi

Mercati
CAMBI VALUTE
MIN. MAS. MERCATI QUOT. X EURO %

il punto
LUIGI GRASSIA
IL MIGLIORE IL PEGGIORE

OBBLIGAZIONI 06-12-2011
TITOLI PREZZO TITOLI PREZZO TITOLI PREZZO

FUTURES SU FTSE MIB


99,97 99,05 100,59 92,61 99,97 98,98 92,23 110,38 104,83 82,98 95,01 94,82 79,91 94,83 84,49 87,99 83,52 90,47 84,82 97,84 96,47 103,71 104,90 99,85 99,03 94,23 90,50 96,40 97,55 98,09 92,89 85,87 93,49 Rbs 10-19 6% RBS dic16 TM Cap Floor Soc.Gen mag15 MC Eur Soc.Gen mar16 EuStoxx50 Spaolo To /13 161 5.58% UBI ago12 TF Welcome Edi UBI lug14 Tasso Misto UBI nov15 LowT2 Amor UBI nov17 Eur 4.3 UBI St12 Eur 2.15 UBS apr13 BRL 8.5% UniCr mag 13 BP R3 UniCr mar 13 BP Reload3 UniCr/15 LT 71,80 83,11 85,85 92,65 97,80 98,64 85,77 84,44 84,14 97,58 101,78 98,79 91,51 85,74 99,96 99,97 99,94 99,87 99,62 99,45 99,21 99,02 98,81 98,53 98,27 98,01 97,91 97,49 97,53 97,06 96,65 96,29
SCADENZA APERT. CHIUS.

Tas

+27,22%
0,68

Rwe

-10,26%
28

Mer

Gio

Ven

Lun

Mar

Mer

Gio

Ven

Lun

Mar

GI BPM E BANCO POPOLARE TORNA IN ROSSO FINMECCANICA


a Borsa di Milano si prende una pausa di riflessione dopo diversi giorni di recupero e chiude con gli indici in lieve calo (Ftse Mib -0,49% e All Share -0,46%). Tra le banche scendono Bpm (-3,28%), Banco Popolare (-1,45%), Unicredit (-1,32%) e Intesa Sanpaolo (-0,82%). Per Monte Paschi guadagna l1,44%. Tra gli assicurativi sale Generali (+0,79%) mentre Fonsai perde il 4,30%. Nellenergia Edison arretra dello 0,73% dopo aver subto il downgrade di Standard & Poors e A2A perde il 2,37% risentendo anche di una multa che le ha inflitto lAutorit per lenergia. Eni sale dello 0,50% su un report favorevole, gi gli altri titoli del comparto. Nellindustria Fiat perde il 2,82% e la cugina Industrial l1,82%, Finmeccanica arretra del 4,83% dopo che S&P le ha abbassato il rating del credito a lungo termine; Italcementi fa -3,48%. Nelle comunicazioni Telecom ferma (-0,06%).

B IMI dc15 Tv Eur B IMI nov14 Top10 BP II B Intesa 04/14 B Pop lg14 Sc Eur B Pop lg17 Mc Eur Barclays lug14 FRN eur Barclays lug19 Fixed Ra Barclays dic15 eur 4.4% Barclays gen25 Eur 15Y Barclays gen25 MT eur Barclays mag16 Cap&Floor Barclays ST13 It Inf Bei 96/16 Zc Bei 97/17 Zc Bei/15 eu var Bim Imi Mg12 Inf_Link Bnl 06/12 R2 BP Centrob /18 Zc Comit 98/28 Zc Council Europe Sdf 99/24 Cr.Suisse ago15 MC eur Dexia Cr giu 12 F. to C Dexia Cr mar 12 Fix to C Dexia Cr mar 12 Fix to H Dexia Cr/15 ST Gen05 Dexia Cred. Ap 12 Sc.R Dexia Cred. Mz 12 Sc.R EBRD/17 EM Bei gen21 eur 3.625 Enel 07/15 Eu 5.25% Enel 07/15 Ind Enel 10/16 TV Eur Enel Feb16 Eur 3.5

81,55 95,76 91,11 101,19 99,55 95,00 99,75 102,47 89,14 78,51 87,98 97,34 87,06 38,78 99,62 98,30 99,16 61,06 34,09 126,75 104,72 87,88 94,39 93,05 55,13 91,12 93,02 98,29 101,76 101,51 88,25 84,43 94,91

Enel TF 05/12 Enel TV 05/12 Eni giu 15 4% Eur Eni giu 15 Eurib 6m+0.89 Eni ott 17 4.875 Eni ott 17 Tv Eur Goldman S-13 Rel BP IADB 98/18 rfc IMI fb15 Bposta MC Eur IMI mar15 Tasso Misto Intesa 12 Rel 3 BP IV Intesa/12 Rel 3 BP V Medio giu21 TV 4to Atto Medio lg14 Eur 3.51 Medio mag20 Eur 4.5 Medio nov 14 Eur 2.65 Medio Nv 20 Eur 5 Medio Nv14 Eur 3 Medio Nv14 TV Eur Medio set 13 Eur 4 Medio/12 Inf.Link Medio/15 MC Eur Medio/15 Plus BP II Mediob 96/11 Zc Merrill 12 BP3 Rel 3 Morgan AP13 CMS10 Morgan ST13 Rel BP MPaschi/13 MS 12 Rel 2 BP2 Pop Bg CV/12 tv Rbs 04-14 tv Rbs 04-19 5.5% Rbs 09-14 tv

Giu11 Mar12

15780 15820

15860 15882

15755 15820

16070 16080

MONETE AUREE
VALUTA EURO

TITOLI DI STATO
BoT 10-15/12/11 A 11-15/12/11 T 11-27/12/11 T 11-30/12/11 S 11-16/01/12 A 11-31/01/12 S 11-15/02/12 A 11-29/02/12 S 11-15/03/12 A 11-30/03/12 S 11-16/04/12 A 11-30/04/12 S 11-15/05/12 A 11-31/05/12 S 11-15/06/12 A 11-16/07/12 A 11-15/08/12 A 11-14/09/12 A

Sterlina (v.c) Sterlina (n.c) Sterlina (post.74) Marengo Italiano Marengo Svizzero Marengo Francese Marengo Belga Marengo Austriaco 20 Marchi 10 Dollari liberty 10 Dollari Indiano 20 Dollari liberty

309,870 - 339,310 310,940 - 340,810 310,940 - 340,810 232,940 - 253,010 231,380 - 252,050 231,370 - 250,510 231,370 - 250,510 242,170 - 250,510 255,650 - 307,290 617,170 - 694,630 619,230 - 744,110 1252,410 - 1376,360

Dollaro Usa 1,3394 1 0,7466 0,36 Yen giapponese 104,1500 100 0,9602 0,63 Sterlina inglese 0,8566 1 1,1675 0,32 Franco Svizzero 1,2388 1 0,8072 -0.07 Corona ceca 25,230 100 3,964 -0.33 Corona danese 7,435 10 1,345 0,01 Corona islandese 100 Corona norvegese 7,716 10 1,296 0,13 Corona svedese 9,055 10 1,104 -0.10 Dollaro australiano 1,309 1 0,764 -0.17 Dollaro canadese 1,364 1 0,733 0,03 Dollaro Hong Kong 10,409 1 0,096 0,34 Dollaro neozelandese 1,721 1 0,581 -0.10 Dollaro Singapore 1,722 1 0,581 0,03 Fiorino ungherese 300,200 100 0,333 -0.07 Lat lettone 0,698 1 1,433 0,00 Leu rumeno 4 10000 2296,739 0,00 Lev bulgaro 1,956 1 0,511 0,00

RENDIMENTI ESTERI
TITOLI PUBBLICI REND. TITOLI PUBBLICI REND.

ORO CHIUSURE
(Prezzi vendita in $ per oncia). Unoncia Troy=gr. 31,1035. MERCATI 06-12-2011 05-12-2011 EURO

USA 10 anni CAN 10 anni UK 10 anni GER 10 anni FRA 10 anni

2,070% 2,100% 2,250% 2,200% 3,260%

ESP 10 anni HOL 10 anni SVE 10 anni GIA 10 anni

5,190% 2,600% 1,790% 1,050%

Londra Milano (Euro/gr.) Argento (Euro/Kg.)

1708,00 41,4312 803,4700

1744,00 1275,1978 42,0617 814,6198 -

QUOTAZIONI BOT
SCADENZA GIORNI PREZZO TASSO %

BORSE ESTERE
MERCATI QUOTAZ. VAR.%

INDICE BORSA
VALORI DI MILANO 06-12-2011 VAR %

EURIBOR
PER. TA.360 TA.365 PER. TA.360 TA.365

FTSE MIB FTSE Italia All Share FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia MIB Storico FTSE Italia Stars FTSE Italia Small Cap D.J.Eurostoxx 50

15848,21 16581,97 18974,25 12864,86 9581,38 14636,13 2356,71

-0.49 -0.46 -0.83 -0.16 -0.79 -0.57 -0.54

1 sett 1 mese 2 mesi 3 mesi 4 mesi 5 mesi 6 mesi

0,8960 1,2050 1,3070 1,4720 1,5390 1,6170 1,7050

0,9084 1,2217 1,3251 1,4924 1,5603 1,6394 1,7286

7 mesi 8 mesi 9 mesi 10 mesi 11 mesi 12 mesi

1,7590 1,8210 1,8740 1,9310 1,9860 2,0400

1,7834 1,8462 1,9000 1,9578 2,0135 2,0683

15/12/11 16/01/12 15/02/12 15/03/12 16/04/12 15/05/12 15/06/12 16/07/12 15/08/12 14/09/12 15/10/12 15/11/12

7 39 69 98 130 159 190 221 251 281 312 343

99,962 99,624 99,208 98,806 98,271 97,908 97,527 97,057 96,654 96,293 95,777 95,396

0,000 3,270 3,990 4,230 4,680 4,630 4,590 4,530 4,630 4,460 4,680 4,340

Amsterdam (Aex) Bruxelles (Bel 20) Francoforte (Dax Xetra) Hong Kong (Hang Seng) Londra (Ftse 100) Madrid (Ibex 35) Parigi (Cac 40) Sydney (AllOrd) Tokio (Nikkei) Zurigo (Smi) New York (Dow Jones) Nasdaq

304.80 2086.05 6028.82 18942.23 5568.72 8712.80 3179.63 4321.59 8575.16 5767.93 12150.13 2649.56

-0.10 -1.48 -1.27 -1.24 +0.01 +0.08 -0.68 -1.32 -1.39 +0.49 +0.43 -0.23

Il Mercato Azionario corrente06-12-2011 del o a quello precedente. I dividendi indicati si riferiscono allanno solare
AZIONI Prezzo Differ. % Riferim. Riferim. Ufficiale Euro Divid. Minimi Anno Massimi Anno Quantit trattate Capitalizz. AZIONI Prezzo Differ. % Riferim. Riferim. Ufficiale Euro Divid. Minimi Anno Massimi Anno Quantit trattate Capitalizz. AZIONI Prezzo Differ. % Riferim. Riferim. Ufficiale Euro Divid. Minimi Anno Massimi Anno Quantit trattate Capitalizz. AZIONI Prezzo Differ. % Riferim. Riferim.

Dati forniti da IL SOLE 24 ORE - RADIOCOR.


Ufficiale Euro Divid. Minimi Anno Massimi Anno Quantit trattate Capitalizz.

A A.S. Roma
A2A Acea Acegas-Aps Acque Potabili Acsm-Agam AdF-Aeroporti Firenze Alerion Amplifon Antichi Pell Apulia Pront Arena Arkimedica Atlantia Autogrill Autostrada To-Mi Autostrade Mer. Azimut

0,443 0,763 5,470 3,286 0,750 0,656 9,200 4,074 3,326 0,241 0,222 0,006 0,098 11,920 7,795 7,615 17,210 6,270

-1.62 0,450 nr 0,450 -2.37 0,768 0,036 0,716 -2.41 5,527 0,450 5,066 +0.98 3,256 0,180 3,145 +4.10 0,762 nr 0,645 0.00 0,672 0,060 0,623 -8.00 9,181 0,080 8,555 -0.92 4,031 0,011 3,263 -1.31 3,335 0,033 3,090 -3.91 0,241 nr 0,241 +3.44 0,220 nr 0,170 -4.76 0,006 nr 0,006 +18.60 0,093 nr 0,075 -1.00 11,940 0,355 9,362 +0.58 7,759 0,240 7,206 +1.74 7,511 0,240 6,614 -4.02 17,264 0,800 16,455 -1.72 6,244 0,250 4,369

1,256 1,182 8,591 4,573 1,466 1,183 12,370 5,886 4,532 0,600 0,377 0,029 0,461 16,090 10,956 11,380 24,442 8,468 3,997 11,529 2,722 3,068 1,693 1,805 2,774 4,371 1,032 3,451 0,441 4,096 3,724 9,281 9,891 0,555 0,729 5,709 0,764 1,441 1,012 21,000 31,311 1,325 1,415 1,255 0,171 0,735 10,820 6,072 1,517 2,094 1,948 0,425 0,083 5,909 0,428 4,450 20,331 1,880 1,948 0,311 0,152 0,350 0,760 1,766 0,500 0,780 0,377 1,069 1,499 24,744 5,398 3,691 0,221 1,295 24,635 13,658 9,239 0,955 1,281 4,828 2,050 2,301 18,428

36363 6272352 93442 1150 9500 0 171 36262 449320 134940 290932 27786377 1837734 2196933 1262390 154132 769 893038 50 403884 12061609 5315 6340 947732 10541 4570 54983872 25 623643 5966 0 4001 19001 36783 93711 758023 2970089 0 1508 40 2936 5 0 2026 884233 37336 730364 45967 21933 111 2511 632851 1070470 1083596 0 12673 8830 2660 764491 16175 548865 0 34000 759776 84660 398408 0 57126 49274 689 122194 279601 342999 12755 151118 102886 97888

60 2405 1177 179 27 51 83 177 736 11 52 10 8 7526 1974 661 76 895 33 887 1804 128 20 2458 353 463 774 53 177 348 31 0 51049 24 21 88 642 672 9 15 91 112 42 1 0 63 3 1172 143 19 172 135 167 0 3034 2 87 825 11 161 13 13 24 60 1032 31 414 3 28 248 1190 1023 512 5 26 723 372 1180

Erg Ergy Capital ErgyCapital w 16 Exor Exor priv Exor risp

9,310 -0.32 9,313 0,268 -0.85 0,268 0,090 0.00 0,090 15,900 -0.62 15,888 14,570 +0.07 14,480 13,050 -1.95 13,264 11,290 3,994 4,658 4,912 6,750 3,460 3,606 3,390 0,329 1,134 0,581 2,054

0,400 7,886 nr 0,268 nr 0,070 0,310 13,638 0,362 12,429 0,388 10,906 8,589 3,356 2,663 2,726 4,950 2,532 2,590 2,965 0,321 0,996 0,495 1,062

10,454 0,501 0,143 25,701 21,275 20,231 13,586 8,084 7,304 7,250 10,443 6,418 6,399 9,808 0,524 4,294 2,866 3,240 0,098 0,246 6,862 0,758 1,155 16,911 4,911 5,318 2,104 4,490 1,756

132457 19068 0 605707 71018 3707 191293 34319034 458913 313305 6032123 469214 325124 14353857 8207 5357646 1295970 6590

1400 25 0 2546 1112 122 1910 4401 484 394 7428 358 291 0 1997 80 425 74 23

Montefibre Montefibre rnc Monti Ascensori

0,110 +2.04 0,197 -4.38 0,202 0.00 5,490 1,090 0,310 0.00 0.00 -1.34

0,115 0,199 0,199 5,248 1,090 0,307

nr nr nr nr nr nr nr nr 0,070 nr nr nr 0,100 0,165 0,229 0,017 nr nr 0,180 0,210 nr nr nr 0,030 0,166

0,102 0,184 0,194 5,194 1,090 0,284 1,417 0,413 2,074 0,880 0,040 2,269 1,618 4,956 3,924 0,291 0,772 4,549 5,028 0,694 0,080 0,145 0,351 9,291 0,220 1,600 0,605 0,636 0,499 0,279 0,031 0,005 0,087 0,740

0,179 0,328 0,844 6,291 1,175 0,638 2,638 1,554 3,020 3,841 0,245 7,378 2,927 7,654 6,274 0,490 1,451 9,846 6,645 1,277 0,586 0,798 0,769 16,037 0,604 2,395 0,873 1,347 0,880 0,612 0,183 0,027 0,290 1,410 0,402 13,672 38,607 39,250 2,006 10,832 8,129 0,635 0,091 1,700 8,760 5,350 2,739 4,285 6,039 0,099 2,102 9,596 1,580 1,490 1,144 0,238 0,400 1,014 18,734 3,463 0,092 0,003 96,373 1,720 11,358

48149 28450 0 0 0 24141 1409909 68503 813752 5975 0 8447 26028 4136460 7972 12143 39125 435970 489514 12665 13145173 490281 13821 1111367 6870 4220 1300 225210 22540 112524 180 11500 305514 0

15 5 3 23 15 10 2636 0 830 14 0 83 85 3287 58 43 125 1522 1993 26 93 62 73 2224 13 46 20 576 15 55 0 0 76 9

War ErgyCapital 11 War Tamburi 2013 Warr Kre 09/12

0,001 0.00 0,072 -24.11 0,006 0.00 0,131 +0.85 0,014 -8.55 0,250 +8.70

0,001 0,073 0,006 0,130 0,014 0,241

nr nr nr nr nr nr

0,001 0,071 0,003 0,109 0,010 0,077

0,029 0,473 0,024 0,391 0,017 0,288

0 14886 0 1910246 2097230 43528

0 0 0 3 0 1

N Noemalife
Novare

Z Zucchi
Zucchi 11/14 w Zucchi rnc

F Ferragamo
Fiat Fiat Ind. priv Fiat Ind. risp Fiat Industr. Fiat prv Fiat rnc Finarte C.Aste Finmeccanica FNM Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai rnc Fullsix

B B&C Speakers
Banca Generali Banco Popolare Basicnet Bastogi Bca Carige Bca Carige r Bca Intermobiliare Bca Pop.Milano Bca Pop.Spoleto Bca Profilo Bco Desio-Brianza Bco Desio-Brianza rnc Bco Popolare w10 Bco Santander Bco Sardegna rnc Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Stabili Best Union Co. Bioera Boero Bartolomeo Bonifiche Ferraresi Borgosesia Borgosesia rnc BPM 09-13 w Brioschi Buone Societ Buzzi Unicem Buzzi Unicem rnc

2,994 +0.20 2,994 0,160 2,510 8,055 +3.27 7,939 0,450 6,311 1,020 -1.45 1,023 0,080 0,810 2,098 +1.35 2,101 0,165 1,862 1,100 0.00 1,114 nr 0,905 1,540 -0.32 1,521 0,070 1,270 2,012 -2.24 2,027 0,090 1,907 3,000 0.00 2,964 nr 2,913 0,295 -3.28 0,299 0,100 0,258 1,783 -0.17 1,783 0,030 1,783 0,265 -1.12 0,262 0,005 0,243 2,958 -2.05 2,978 0,105 2,740 2,410 0.00 2,362 0,126 2,307 0.00 nr 5,975 +0.59 5,959 0,135 5,209 3,580 -3.24 3,609 0,150 3,223 0,310 +0.03 0,306 nr 0,251 0,442 -1.30 0,442 0,020 0,421 3,448 -5.79 3,513 0,250 3,107 0,355 +4.38 0,351 0,022 0,301 0,990 0.00 0,988 nr 0,901 0,420 0.00 0,415 nr 0,400 21,000 0.00 21,000 0,400 20,000 20,000 -1.72 19,934 0,120 19,778 0,928 +4.39 0,928 nr 0,802 1,318 0.00 1,318 nr 1,250 0,200 -0.05 0,200 nr 0,140 0,079 -2.84 0,080 nr 0,070 0,300 +5.19 0,286 nr 0,269 7,045 -1.47 7,086 0,180 5,643 3,496 +0.06 3,503 0,030 2,974 1,520 1,430 1,090 0,250 0,005 5,245 0,037 1,888 15,290 0,959 0,834 0,162 0,079 0,265 0,336 1,308 0,292 0,585 0,046 0,593 0,765 19,400 3,050 1,891 0,032 0,765 17,710 9,170 7,860 -1.75 1,517 0,010 1,143 +0.42 1,429 0,080 1,256 +0.93 1,083 0,050 1,030 -1.81 0,249 nr 0,233 -18.97 0,004 nr 0,002 +0.77 5,224 0,060 4,427 0.00 0,037 nr 0,036 -0.58 1,887 nr 1,802 -0.91 15,247 0,900 13,842 -0.05 0,931 0,120 0,927 +1.09 0,837 nr 0,749 +1.51 0,159 nr 0,144 -1.98 0,079 nr 0,067 0.00 0,260 nr 0,238 +1.51 0,334 nr 0,310 -0.38 1,301 0,025 1,154 -1.45 0,297 0,010 0,266 +0.09 0,576 0,010 0,524 0.00 0,044 nr 0,034 -2.87 0,598 0,080 0,572 +0.20 0,785 0,080 0,677 +1.09 19,285 0,900 18,038 -0.97 3,079 0,100 2,659 -0.32 1,897 0,120 1,643 +8.93 0,032 nr 0,028 -0.26 0,771 0,050 0,688 -0.11 17,698 0,330 14,350 -0.65 9,196 0,351 7,674 -2.06 7,894 0,146 5,810 0,043 0,744 0,073 0,801 0,280 2,834 0,027 1,489 0,035 1,240 0,500 12,278

-0.88 11,341 nr -2.82 4,028 0,090 -1.40 4,684 nr -0.57 4,925 nr -1.82 6,801 nr -1.87 3,470 0,310 -2.28 3,640 0,310 0.00 nr -4.83 3,454 0,410 +2.30 0,321 nr -4.30 1,159 0,400 -3.57 0,582 0,452 +0.69 2,059 nr

O Olidata P Parmalat
Parmalat w15 Piaggio Pierrel Pierrel 08/12 w Pininfarina Piquadro Pirelli & C. Pirelli & C. rnc Poligrafici Editoriale Poltrona Frau Pop Emilia 01/07 Pop.Emilia Romagna Pop.Sondrio Pramac Prelios Premafin Finanziaria Premuda Prysmian

STAR
Acotel Group Aedes Aeffe Aicon Ansaldo Sts Ascopiave Astaldi Banca Ifis BB Biotech Bca Finnat Bca Pop.Etruria Lazio Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bolzoni Brembo Buongiorno Cad It Cairo Communication Cembre Cementir Hold Centrale Latte Torino Cobra D'Amico Dada Damiani Datalogic Dea Capital Diasorin Digital Bros DMail Group Dmt EEMS El.En. Elica Emak Engineering Esprinet Eurotech Exprivia Falck Renewables Fidia Fiera Milano Gefran IGD Ima Interpump Interpump 09/12 w Irce Isagro IT WAY La Doria Landi Renzo MARR Mirato Mondo Tv Mutuionline Nice Panariagroup Poligrafica S.Faustino Prima Ind 09/13 w Prima Industrie Reno de Medici RDB Recordati Reply Sabaf S.p.a. Saes Saes rnc Servizi Italia Seteco International Sogefi Stefanel Stefanel risp TerniEnergia Tesmec TXT e-solution Vittoria Assicurazioni Warr Aedes 14 Yoox Zignago Vetro 21,310 0,070 0,600 0,122 7,320 1,251 5,085 3,972 47,700 0,272 1,240 0,279 1,298 3,254 1,760 7,140 1,046 3,150 2,968 5,375 1,674 1,700 0,318 0,438 2,160 0,899 5,770 1,343 21,200 1,257 1,250 16,770 0,636 9,750 0,840 0,473 23,000 2,808 1,644 0,658 0,848 2,774 3,690 2,880 0,884 12,750 5,170 0,480 1,857 2,726 1,185 1,662 1,110 7,045 3,050 3,450 2,500 0,971 4,470 1,450 6,615 0,149 0,295 5,675 16,150 12,060 6,585 4,188 4,700 0,299 2,214 0,360 167,500 2,500 0,390 14,140 3,190 0,012 9,680 4,662 -4.87 -0.14 -3.07 0.00 -1.15 -1.57 -0.88 -1.14 +1.02 +0.55 -2.29 +2.12 -1.67 -2.69 +2.33 -1.99 -1.32 -3.90 +0.68 -3.67 -0.95 0.00 -2.60 -2.78 +3.35 -1.69 -1.70 +0.60 -1.07 0.00 -1.65 +2.63 -1.85 -3.37 +0.96 +0.87 -1.92 -0.35 -2.03 -1.13 -1.45 +0.87 +0.93 -3.16 +0.17 -2.30 +1.87 +6.67 +1.53 +1.79 -2.31 -0.12 +1.65 +0.21 0.00 +12.88 -0.81 -1.73 -0.31 +3.95 0.00 -0.68 -0.73 -1.67 -1.13 -0.37 -1.23 +4.52 +2.15 -3.09 0.00 -2.38 +4.65 0.00 -4.58 0.00 +0.28 -0.25 -4.17 -4.44 -0.60 22,044 0,070 0,600 0,120 7,293 1,251 5,110 3,979 47,426 0,276 1,241 0,268 1,316 3,244 1,753 7,133 1,056 3,150 2,961 5,425 1,657 1,673 0,318 0,448 2,160 0,899 5,793 1,316 21,224 1,264 1,237 16,863 0,639 9,729 0,839 0,477 22,978 2,814 1,657 0,675 0,840 2,810 3,634 2,890 0,881 12,785 5,134 0,475 1,833 2,681 1,168 1,705 1,102 6,997 3,022 3,457 2,501 0,963 4,439 1,414 6,675 0,150 0,292 5,682 16,102 11,992 6,483 4,117 4,675 0,299 2,233 0,357 167,500 2,566 0,395 14,118 3,192 0,012 9,851 4,661 nr nr nr nr 0,280 0,100 0,150 0,060 nr 0,010 nr nr 0,040 nr nr 0,300 nr 0,250 0,250 0,260 0,060 nr nr nr nr nr 0,150 nr 0,400 nr nr nr nr 0,200 0,025 0,150 nr 0,175 nr 0,040 0,012 nr nr 0,150 0,075 0,900 0,110 nr 0,060 0,300 nr 0,090 0,055 0,500 nr nr 0,370 0,074 nr nr nr nr nr nr 0,200 0,450 0,800 0,200 0,200 0,250 nr 0,130 nr nr 0,190 0,028 nr 0,170 nr nr 0,300 19,916 0,051 0,485 0,119 5,463 1,237 3,619 3,914 39,719 0,258 1,074 0,237 1,295 2,313 1,536 6,131 0,731 2,764 2,408 5,425 1,310 1,673 0,305 0,419 1,918 0,837 5,381 1,123 20,795 0,909 1,058 14,610 0,558 8,502 0,795 0,468 19,243 2,272 1,547 0,555 0,688 2,455 3,420 2,652 0,801 12,785 3,812 0,360 1,560 2,267 1,085 1,445 1,018 6,792 43,943 0,228 1,463 0,269 9,606 1,719 5,957 5,588 55,079 0,524 3,206 0,420 2,026 7,879 2,344 10,258 1,455 4,325 3,275 8,731 2,327 4,080 0,996 1,004 4,894 1,246 6,544 1,594 35,893 1,579 3,215 23,286 1,543 15,099 1,798 1,481 24,392 6,285 2,501 1,123 1,747 3,996 4,907 5,277 1,735 15,186 6,158 0,874 2,663 4,005 2,695 2,089 2,992 9,437 4017 3918194 227338 0 412560 49042 358247 4425 1251 79845 108877 21861 16088 56754 5705 212424 309751 2287 28883 13710 53955 200 42817 112040 34268 536 15990 78009 318495 23000 47182 22494 57408 2059 26324 983632 7571 18941 64186 152856 411223 3304 5594 11487 299551 33376 375779 4890 6575 7505 7800 24600 290954 56725 110318 656165 9107 2086 1370 0 4311 658163 28965 209754 6100 2317 32423 19322 13937 0 184442 280843 0 46398 13488 31348 13105 538045 454232 28090 92 51 64 13 1021 293 503 214 778 100 93 20 45 89 46 476 112 28 232 92 264 17 13 67 35 74 339 404 1182 18 9 191 28 47 53 13 287 147 59 35 245 14 153 42 272 471 501 0 52 47 9 53 124 465 0 13 137 290 44 5 0 58 57 13 1188 149 138 95 30 76 8 261 30 0 71 42 39 215 0 523 373

G Gabetti 09/13 w
Gabetti Pro.Sol. Gas Plus Gemina Gemina rnc Generali Geox Greenvision Gruppo Ed. L'Espresso Gruppo Minerali M.

0,016 -0.62 0,016 nr 0,014 0,056 0.00 0,056 nr 0,049 5,700 -2.23 5,830 0,150 2,250 0,677 -1.60 0,676 nr 0,539 0,845 +0.66 0,844 nr 0,799 12,720 +0.79 12,660 0,450 10,665 2,472 -3.81 2,500 0,180 2,217 4,958 0.00 4,920 nr 4,253 1,225 -2.47 1,237 0,074 1,091 4,008 +0.05 4,006 nr 2,848 1,083 0,699 0,848 0,572 2,288 7,900 3,846 4,114 2,100 0,370 0,720 0,000 1,337 1,031 0,003 0,450 0,745 4,826 2,070 16,540 10,270 0,400 9,700 0,597 -2.52 1,081 0,080 1,018

18258 0 879840 14 33037 262 342964 993 5002 3 4243430 19711 633819 648 0 29 247290 507 4590 24 1588755 1205

1,496 -1.32 1,502 0,498 -4.21 0,505 2,250 -0.35 2,232 0,922 +0.16 0,926 0,087 0.00 0,083 2,742 -1.58 2,747 1,698 -2.64 1,702 6,875 -2.55 6,909 4,690 +1.12 4,701 0,327 +2.25 0,326 0,897 -0.22 0,888 0.00 6,070 +1.34 5,999 6,550 +0.46 6,467 0,849 -0.99 0,843 0,110 -1.52 0,110 0,150 +3.52 0,150 0,399 -0.28 0,390 10,390 -1.42 10,372 0,281 -1.92 1,654 -3.27 0,645 +5.74 0,790 -1.06 0,520 -1.33 0,350 -0.28 0,091 -0.55 0,007 -9.33 0,093 -0.64 0,803 0.00 0,302 5,400 33,660 30,000 1,138 9,220 6,400 0,340 0,030 0,810 5,905 1,205 1,601 3,392 3,902 0,022 1,364 4,636

R R. Ginori 1735
Ratti RCF RCS MediaGroup RCS MediaGroup risp Retelit Retelit w 08-11 Rich Ginori 11 w Risanamento Rosss

H Hera I I Grandi Viaggi


Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo rnc Indesit Indesit rnc Industria e Inn Intek Intek r Intek w 11 Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo rnc Invest e Svil w09 Invest e Sviluppo Iren Italcementi Italcementi rnc Italmobiliare Italmobiliare rnc Italy 1 Invest w Italy 1 Invest.

C Caleffi
Caltagirone Caltagirone Editore Cam-Fin Camfin 09-11 w Campari Cape Live Carraro Cattolica As CDC Cell Therap Ceramiche Ricchetti CHL CIA Ciccolella Cir Class Editori Cofide Cogeme Set Conafi Prestito' Cred. Artigiano Cred. Bergamasco Cred. Emiliano Cred. Valtellinese Crespi Csp

+2.79 0,699 nr 0,623 +1.80 0,840 nr 0,756 -3.05 0,580 0,030 0,541 -1.63 2,316 nr 1,522 0.00 7,761 0,260 7,050 -2.88 3,869 0,030 3,391 0.00 4,103 0,168 3,800 0.00 2,100 nr 1,671 +2.64 0,365 0,060 0,267 -0.69 0,700 0,060 0,639 -77.78 0,000 nr 0,000 -0.82 1,344 0,080 0,898 -1.06 1,034 0,091 0,781 +3.85 0,003 nr 0,002 +18.11 0,415 nr 0,377 -1.97 0,744 0,085 0,681 -3.48 4,848 0,120 4,081 -1.43 2,045 0,120 1,718 -2.71 16,783 0,856 14,725 -0.29 10,263 0,934 9,998 0.00 0,400 nr 0,379 -0.72 9,611 nr 8,768 -1.89 0,602 nr 0,486 0,018 1,255 1,053 0,246 0,000 0,000 0,510

1,085 61 31 1,494 23149 36 0,911 149678 199 2,442 7853598 932 8,220 0 13 8,979 299335 440 7,378 107 2 2,800 0 49 0,533 16 48 0,825 4194 4 0,029 1164127 0 2,424 167388915 20826 2,084 6269388 964 0,007 455000 0 2,110 146388 5 1,407 1468812 879 7,647 514490 859 3,890 130680 216 29,961 7848 372 19,590 15652 168 0,788 0 0 10,107 97 144 0,975 0,064 3,664 2,115 0,381 0,021 0,017 0,720 0,904 15,381 23,486 396384 1549325 55297 45001 26894 2702094 2162524 15950 121 18 27 23 133 0 0 24

0,281 nr 1,689 nr 0,618 0,030 0,786 nr 0,522 nr 0,346 nr 0,091 nr 0,006 nr 0,094 nr 0,761 nr

S Sadi
Safilo Group Saipem Saipem risp Saras Sat Save Screen Service BT Seat PG Seat PG r SIAS Sintesi Snai Snam Gas Sol Sopaf Sorin STMicroelectronics

J Juventus FC K K.R.Energy
Kerself Kinexia KME Group KME Group 06-11 w KME Group 09-11 w KME Group rnc

+0.33 0,313 nr 0,230 +0.93 5,372 nr 4,433 -0.21 33,719 0,630 23,771 0.00 30,000 0,660 30,000 -1.90 1,151 nr 0,858 +2.84 8,927 0,130 8,887 -2.29 6,402 0,325 6,123 -0.61 0,340 0,022 0,286 -2.58 0,030 nr 0,028 +3.85 0,810 nr 0,725 -0.42 5,872 0,160 5,002 +12.62 1,144 nr 1,060 -2.97 1,600 nr 1,600 -1.22 3,399 0,100 3,173 -2.21 3,889 0,095 3,889 -7.08 0,024 nr 0,020 -0.44 1,362 nr 1,247 -0.94 4,638 0,100 4,065

58224 29 395643 305 1327079 14879 0 4 1926845 1095 907 88 18039 354 53038 47 11135421 58 400 1 160011 1336 41255 1 355946 186 6124251 12139 4824 353 11697693 10 460216 652 3159027 4223 3450 195 104324 28 45386382 11646 1214945 252 363 1 7506207 4417 1539331 16781 4236074 5380 9864397 73 234387 0 168484 2087 0 38 212622 422

0,019 -2.60 1,530 -0.39 1,066 -5.16 0,296 -2.24 0,001 +20.00 0,000 0.00 0,543 -1.09 0,567 11,800 21,340 0,204 1,087 3,612 1,500 2,252 5,085 2,822 0,040 0,090 9,970 0,260 0,239 1,693 0,516 1,328 0,508 0,300 0,309

0,019 nr 1,537 0,010 1,092 nr 0,298 0,011 0,000 nr 0,000 nr 0,544 0,072

T Tamburi
Tas Telecom IT Telecom IT Media Telecom IT Media rnc Telecom IT rnc Tenaris Terna Tiscali Tiscali 09/14 w Tod's Toscana Fin Trevi Finanziaria Ind.

L Lazio
Lottomatica Luxottica

-1.82 0,567 nr 0,410 -1.67 11,938 0,740 9,002 -1.30 21,416 0,440 18,627 +1.29 -1.00 -3.22 0.00 -1.66 -0.88 -0.28 -2.20 -3.76 +4.95 -1.52 -1.24 -0.82 +0.98 -4.73 -0.49 -4.58 +1.44 0,203 1,081 3,645 1,492 2,251 5,044 2,800 0,040 0,088 9,970 0,259 0,237 1,703 0,514 1,343 0,501 0,299 0,309 nr 0,058 0,100 nr 0,350 0,170 0,070 nr nr nr 0,100 0,116 0,100 nr 0,170 nr nr 0,025 0,195 0,562 3,197 1,335 1,883 4,371 2,244 0,035 0,071 9,049 0,215 0,202 1,623 0,384 1,237 0,157 0,288 0,236

131310 38 956175 2055 449157 10007 96 349 226 28 2659 4344 2055 56 4 38 504 24 120 108 331 10 45 3355

MM & C
Maire Tecnimont Marcolin Mediacontech Mediaset Mediobanca Mediolanum Meridiana Fly Meridie Mid Industry Cap Milano Ass. Milano Ass. rnc Mittel MolMed Mondadori Mondo HE Monrif Monte Paschi Siena

D Danieli
Danieli rnc De'Longhi

E Edison
Edison r Enel Enel Green Pw Enervit Eni

0,815 -0.73 0,812 0,797 -1.06 0,806 3,222 -0.56 3,213 1,641 -0.79 1,641 1,884 -1.77 1,884 16,230 +0.50 16,270

1803428 4207 7254 89 42111190 30209 3954008 8205 1200 34 13921185 65169

0,230 63261 3,591 1809740 5,488 61592 2,426 0 4,930 7612740 8,009 2729282 4,035 800755 0,088 4595664 0,353 541285 10,442 150 0,887 1169228 0,890 118439 3,181 11266 0,763 197785 2,857 625400 0,720 162089 0,462 10056 0,859 118966361

1,430 -0.35 1,430 0,035 1,392 0,680 +27.22 0,680 nr 0,362 0,864 -0.06 0,868 0,058 0,728 0,174 -1.14 0,174 nr 0,144 0,200 -0.30 0,200 nr 0,200 0,728 -0.55 0,733 0,069 0,656 14,230 -0.42 14,215 0,130 9,020 2,668 -1.48 2,677 0,080 2,402 0,040 +0.77 0,039 nr 0,037 0,001 0.00 0,001 nr 0,001 68,300 -1.87 68,176 2,000 61,528 1,235 0.00 1,235 nr 1,235 5,945 -2.14 6,005 0,130 5,218 3,238 0,504 0,825 1,110 0,286 0,009 0,202 0,009 +1.06 0.00 -1.32 -1.25 +2.80 +2.38 +0.80 -6.59 3,198 0,502 0,828 1,092 0,285 0,008 0,200 0,008 0,150 nr 0,030 0,045 0,040 nr 0,045 nr 2,236 0,493 0,666 1,018 0,241 0,007 0,172 0,007 3,922 1,142 3,194

U UBI Banca
Uni Land Unicredit Unicredit risp Unipol Unipol 2013 w Unipol pr Unipol prv 2013 w

7,352 4467402 2883 0,525 0 80 1,990 203118235 15967 2,142 22623 26 0,550 4779335 602 0,024 58770 0 0,417 4101828 261 0,025 514491 0 4,789 1,501 4,627 10 500 3636 43 37 153 0 0 0

V Valsoia
Vianini Industria Vianini Lavori

4,100 0.00 1,252 -0.63 3,540 +1.14 0.00 -9.80 0.00

4,100 0,180 1,239 0,020 3,485 0,100 nr nr nr

Ww Cr Val 2010
w Cr Val 2014 w Meridie 11 0,081 0,001

0,084 0,001

0,070 0,000

0,281 0,018

2840 0

2,112 7,415 3,453 5,543 2,385 3,394 0,934 1,614 3,958 9,851 0,981 2,973 5,848 9,738 0,150 0,248 0,274 2,062 5,340 7,733 14,713 21,402 11,970 25,242 5,281 8,731 3,640 6,106 4,555 7,328 0,297 0,299 1,921 2,931 0,296 0,663 166,700 167,500 2,087 3,781 0,348 0,708 5,392 14,118 2,590 4,113 0,007 0,049 8,098 13,274 4,302 5,678

34 Lettere e Commenti
MARIO

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

LA STAMPA
CALABRESI

LETTERE AL DIRETTORE
E vero, adesso non devo preoccuparmi. Sono piccola e prima di ogni cosa mi aspettano gli anni belli dellasilo, ma pap dice che qui di asili comunali non ce ne sono pi e che per un posto in una scuola materna degna di tale nome c da pagare una retta tra le pi care nel Paese. Ci restano aria buona, mare a due passi e prodotti della terra, ma anche in questo senso pap dice che le occasioni migliori le abbiamo gi sprecate e che i turisti tedeschi ci hanno salutato da un pezzo e che tra un po anche i polacchi venuti qui a raccogliere pomodori e sfruttati come schiavi, ci lasceranno. E dire che pap ventanni fa aveva studiato a Bologna, si era laureato con il massimo dei voti e aveva persino preso la residenza. Poi la nostalgia e quel maledetto orgoglio meridionale lo convinsero a tornare gi perch - diceva - se tutti ce ne andiamo, questa terra benedetta da San Michele e Padre Pio morir. E insieme ad essa anche la nostra memoria. Oggi, caro direttore, pap ha comprato valigie nuove ma non le ha riempite di giocattoli, nonostante il Natale. Accanto al suo trolley e a quello di mamma, ho visto anche uno zainetto con un peluche. Il mio.
LAVINIA DE NICOLA NATA A FOGGIA AI PRIMI DI SETTEMBRE DEL 2011

LItalia a un bivio merita lo sforzo di tutti


aro Direttore, oggi pap tornato a casa molto dispiaciuto. Alla mamma ha detto di tenersi pronta a fare le valigie perch non vuole che io viva nellultima citt dItalia. Da quando sono nata, tre mesi fa, non fa che ripetere di voler andare via. Allinizio non ci davo peso visto che tutti in famiglia, zii, cugini, nonni, si lamentano per via della crisi che sta mangiando stipendi, risparmi e pensioni. Ma questa volta mi sembrato proprio serio. Pap dice che siamo ultimi per numero di estorsioni. Se ho ben capito il significato, quando chi non lavora pretende da chi un lavoro ce lha una specie di sussidio mensile altrimenti compie una serie di dispetti che partono dalle minacce e possono arrivare fino allomicidio, come gi successo tante volte. Pap dice che siamo anche quelli a cui rubano pi auto. Addirittura 5 volte di pi che nelle altre citt. Io mi accontenterei di una bicicletta ma pap dice che le piste ciclabili a Foggia sono tutte impraticabili e che le strade sono messe cos male, piene di buche e di immondizie, che meglio lasciar perdere. Non so cosa far da grande ma credo che come mamma e pap intender studiare e trovarmi un lavoro da queste parti. Ma pap dice che in questa provincia pi di ogni altra in Italia, le donne hanno pochissime possibilit di vivere del proprio lavoro e che mi toccher girovagare altrove e che tanto vale cominciare dallUniversit ma che lui e mamma soffriranno molto nel vedermi partire e non tornare. E cos ho pianto per tutto il pomeriggio. Poi per ho visto piangere in tv la nuova Ministra del Welfare Fornero mentre, pronunciando la parola sacrifici, annunciava che in pensione saremmo andati molto pi in l. E cos mi venuto un po da ridere pensando a quando (e se) andr in pensione.

DIRETTORE RESPONSABILE MARIO CALABRESI VICEDIRETTORI MASSIMO GRAMELLINI, CESARE MARTINETTI LUCA UBALDESCHI REDATTORI CAPO CENTRALI FLAVIO CORAZZA, MARCO BARDAZZI LAURA CARASSAI DARIO CORRADINO CAPO DELLA REDAZIONE ROMANA PAOLO BARONI CAPO DELLA REDAZIONE MILANESE MICHELE BRAMBILLA RESPONSABILE EDIZIONI LIGURIA ALESSANDRO CHIARAMONTI ART DIRECTOR CYNTHIA SGARALLINO REDAZIONI GIAMPIERO PAVIOLO ITALIA, FRANCESCA SFORZA ESTERI, BRUNO VENTAVOLI SOCIET, MARCO SODANO, GIANLUCA PAOLUCCI ECONOMIA E FINANZA, RAFFAELLA SILIPO SPETTACOLI, GUIDO BOFFO SPORT, GUIDO TIBERGA CRONACA DI TORINO m
EDITRICE LA STAMPA SPA PRESIDENTE JOHN ELKANN AMMINISTRATORI LUCA CORDERO DI MONTEZEMOLO, JAS GAWRONSKI, ANTONIO MARIA MAROCCO, LODOVICO PASSERIN DENTRVES, GIOVANNA RECCHI, LUIGI VANETTI DIRETTORE GENERALE LUIGI VANETTI RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DEI DATI (D. LGS.196/2003): MARIO CALABRESI m
E
(RESPONSABILE EDIZIONI PIEMONTE E VALLE DAOSTA)

Quotidiano fondato nel 1867 m

REDAZIONE AMMINISTRAZIONE

TIPOGRAFIA: VIA MARENCO 32 -

10126

TORINO, TEL.

011.6568111

LA STAMPA, VIA GIORDANO BRUNO 84, TORINO LITOSUD SRL, VIA CARLO PESENTI 130, ROMA ETIS 2000, 8a STRADA, CATANIA, ZONA INDUSTRIALE MPA PRINTING, VIALE RISORGIMENTO 12, SENAGO (MILANO) UNIONE EDITORIALE SPA, VIA OMODEO, ELMAS (CAGLIARI) L
2011 EDITRICE LA STAMPA S.P.A. REG. TRIB. DI TORINO N. 26 14/5/1948 CERTIFICATO ADS 7040 DEL 21/12/2010. LA TIRATURA DI MARTED 6 DICEMBRE 2011 STATA DI 427.103 COPIE

STAMPA IN FACSIMILE:

Cara Lavinia, i tuoi genitori sono stati coraggiosi a tornare in Puglia dopo la laurea a Bologna e lo sono stati a metterti al mondo in un momento di difficolt quando troppi indugiano al pessimismo. Io ti consiglio di essere coraggiosa come loro e di sentirti cittadina del mondo, di studiare e di aprire i tuoi orizzonti. Non metterti limiti: potresti trovare lavoro in un altro angolo dEuropa o inventare qualcosa a cento metri da casa. La lettera del tuo pap e della tua mamma ci parla delle loro paure, del disagio per la mancanza di servizi e di legalit, vorrei dire loro di non gettare la spugna proprio adesso: lItalia a un bivio e merita di avere anche le loro forze per provare a cambiare.

Leditoriale dei lettori

www.lastampa.it/lettere

Fornero/1 Fine di un femminismo


I

per ci che veniva chiesto agli italiani. Provo per lumanit dimostrata rispetto e stima.
ORIANA SANTIN CHIVASSO

Nessuno se lo aspettava. Una donna di polso come Elsa Fornero si lasciata scappare qualche lacrima. Forse cera qualcosa di pi di una semplice e sincera condivisione di uno stato di sofferenza che interesser gli italiani. Forse c una paura inconscia che le varie misure che si stanno prendendo non siano poi cos efficaci. Si tratta dunque di una sensibilit che ex ministri hanno apprezzato. Con un fatto del genere abbiamo la prova che il femminismo morto per lasciare spazio a una nuova figura della donna.
MICHELE SALCITO

Confindustria sia coerente


I

Le organizzazioni degli industriali plaudono alla riforma Monti e allinnalzamento dellet pensionabile, quindi mi aspetto che Confindustria metta nero su bianco che si impegna a mantenere nelle aziende quei lavoratori che, a causa dellet, vengono sovente espulsi dal mercato del lavoro per essere sostituti con personale pi giovane, pi precario ma soprattutto meno retribuito.
R. LOMBARDO PIOSSASCO (TO)

permetto di suggerirLe un modo elegante per dare seguito al Suo proposito, per rasserenare il clima e per non gettare ombre sulla Sua ancora giovane carriera: comunichi immediatamente alla commissione esaminatrice la sua intenzione a non accettare leventuale nomina a ricercatrice.
MATTEO RIZZOLLI

Ogm, argomento da non banalizzare


I

INVALIDI NON FALSI


Non vero che una pensione su quattro va a chi non ne avrebbe diritto. Per revocare un assegno basta riconoscere che un anziano solo invalido al 100%

Candidati presidi, assenti per studiare?


I

Fornero/2 Contrario della debolezza


I

Quella nomina a ricercatrice


I

Gentile ministro Elsa Fornero, quando si commossa ho collegato il fatto con la stanchezza notata subito e se da una parte me ne sono dispiaciuta perch avrebbe potuto apparire come una debolezza femminile dallaltra il fatto ha messo in evidenza limpegno fisico e il coinvolgimento psicologico. Non so valutare per ora la validit dei provvedimenti ma le sono riconoscente per limpegno e per... le lacrime. Non si era pi abituati a vedere dei politici piangere

Nel pezzo Non ha i requisiti: il posto suo da voi pubblicato il 5/12, la candidata che risultata (presumibilmente immeritatamente) vincitrice ha dichiarato: Voglio restare fuori dalla vicenda. Mi

A breve si svolgeranno le prove scritte del concorso per il reclutamento dei dirigenti scolastici e i docenti che hanno superato la prova di ottobre si stanno preparando. Alcuni continuando a insegnare, altri prendendosi settimane di aspettativa o, peggio, di malattia. Sarebbe corretto se allorale finale, con certificati di presenza ottenuti dalle scuole di provenienza, venisse chiesto a questi ultimi se non una contraddizione in termini che chi ambisce a diventare preside non si faccia scrupoli ad abbandonare le classi per settimane, nel bel mezzo dellanno scolastico.
R. DA ROS VITTORIO VENETO

c.
4,90

LE LETTERE VANNO INVIATE A LA STAMPA VIA MARENCO 32, 10126 TORINO E-MAIL: LETTERE@LASTAMPA.IT FAX: 011 6568924

Ridurre argomenti complessi a mere contrapposizioni di schieramenti rischia di banalizzare qualunque questione. Nel suo articolo su Tuttoscienze del 30 novembre, il professor Piergiorgio Strata affronta il tema degli Ogm riducendolo a una contrapposizione tra comunit scientifica favorevole e campagne emotive contrarie. Cos facendo si ignora una parte rilevante del mondo della ricerca che manifesta, e scientificamente motiva, dubbi e perplessit. Dubbi espressi e argomentati in Scienza incerta e dubbi dei consumatori, il caso degli organismi geneticamente modificati (Slow Food Editore, scaricabile gratuitamente su www.slowfood.it), una raccolta di contributi che sono il frutto di ricerche qualificate sugli aspetti di coltivazione, nutrizione, impatto sociale ed economico. La questione OGM non si pu risolvere come una cosa che la scienza raccomanda e gli emotivi rifiutano; opportuno iniziare a riconoscere che la comunit scientifica ad oggi ha posizioni molto diverse, tutte rispettabili anche se non parimenti gradite alle multinazionali.
ROBERTO BURDESE PRESIDENTE DI SLOW FOOD ITALIA

BENITO PIETROPOLI
falso che una pensione su 4 vada ai falsi invalidi. E gi lex ministro Sacconi aveva smentito lInps, rispondendo a uninterrogazione di Reguzzoni (Lega): Allinterno del piano verifiche straordinarie, a livello nazionale, nel 2009 stato revocato l11,69% delle prestazioni, ovvero c stato il riscontro di 21,282 di non conformit su circa 200 mila controlli fatti. Nel 2010 la percentuale di non conformit su circa 100 mila controlli stata del 10,2%. Nel 2010 la percentuale delle revoche inferiore rispetto al 2009. Se non bastasse Mauro Nori, direttore generale Inps, a unassemblea di Confesercenti, ha dichiarato: Abbiamo revocato pensioni di invalidit per il 10%. Per le revoche siamo in attesa di eventuali contenziosi. Per la cronaca lInps soccombe davanti al giudice nel 67% dei casi. Quindi quel 10% destinato a scendere: 4 revoche confermate ogni 100 controlli: il cittadino deve sapere che per revocare un assegno basta riconoscere che un anziano solo invalido al 100%. Ricordiamo situazioni che vengono segnalate di persone con Alzheimer, teatraparesi spastica ecc. a cui viene revocata lindennit e viene riconosciuto solo il 100%: si tratta pur sempre di falsi invalidi. Sono 800 mila i controlli allInps e sempre pi numerosi si segnalano i casi di convocazione di persone con gravissima disabilit, stabilizzata e in crescita, disagi e revoche incomprensibili. 800.000 controlli con un costo di gestione enorme, a fronte di un risultato ridicolo in rapporto alla spesa. La questione dei falsi invalidi vuol dimostrare che la spesa sociale sarebbe destinata a persone che non sono bisognose, per cui non ci meraviglia che si giochi con cifre e dati. Una manipolazione utile a chi vuole mascherare da riforme operazioni di taglio brutale della spesa. Non ci resta che augurarci che alcune coscienze alzino la voce e si uniscano alla nostra.

contatti

74 anni, presidente Anmic (ass. naz. mutilati e invalidi civili) di Vercelli e vicepresidente regionale

Editrice La Stampa
REDAZIONE AMMINISTRAZIONE TIPOGRAFIA 10126 Torino, via Marenco 32, tel. 011.6568111, fax 011.655306; Roma, via Barberini 50, tel. 06.47661, fax 06.486039/06.484885; Milano, via Paleocapa 7, tel. 02.762181, fax 02.780049. Internet: www.lastampa.it. ABBONAMENTI 10121 Torino, via Monte di Piet 2, tel 011.56381, fax 011.5627958. Italia 6 numeri (c.c.p. 950105) consegna dec. posta anno 290; Estero: 746. Arretrati: un numero costa il doppio dellattuale prezzo di testata. Usa La Stampa (Usps 684-930) published daily in Turin Italy, $ Usa 745

yearly. Periodicals postage paid at L.I.C. New York and address mailing offices. Send address changes to La Stampa c/o speedimpex Usa inc.- 3502 48th avenue - L.I.C. NY 11101-2421. SERVIZIO ABBONATI Abbonamento postale annuale 6 giorni: 290. Per sottoscrivere labbonamento inoltrare la richiesta tramite Fax al numero 011 5627958; tramite Posta indirizzando a: La Stampa, via Monte di Piet 2, 10121 Torino; per telefono: 011.56381; indicando: Cognome, Nome, Indirizzo, Cap, Telefono. Forme di pagamento: c. c. postale 950105; bonifico bancario sul conto n. 12601 Istituto Bancario S. Paolo; Carta di Credito telefonando al numero 011-56.381 oppure collegandosi al sito www.lastampashop.it; presso gli sportelli del Salone La Stampa, via Monte di Piet 2, Torino. INFORMAZIONI Servizio Abbonati tel. 011 56381; fax 011 5627958. E-mail abbonamenti@lastampa.it

CONCESSIONARIA PER LA PUBBLICITA PUBLIKOMPASS SPA. Direzione: Milano 20146 via Winckelmann 1, tel. 02 24424.611, fax 02 24424.490. Torino 10126 via Marenco 32, tel. 011 6665.211, fax 011 6665.300. Bari via Amendola 166/5, tel. 080 5485111. Bologna via Parmeggiani 8, tel. 051 6494626. Albignasego (Padova) via Strada Battaglia 71/B, tel. 049 8734711. Catania corso Sicilia 37/43, tel. 095 7306311. Firenze via Turchia 9, tel. 055 6821553. Palermo via Lincoln 19, tel. 091 6235100. Roma via C. Beccaria 16, tel. 06 69548111, fax 06 69548245. Napoli via dellIncoronata 20/27, tel. 081 4201411. Messina via Uberto Bonino 15/c, tel. 090 6508411. DISTRIBUZIONE ITALIA TO-DIS S.r.l. via Marenco 32, 10126 Torino. Telefono 011 670161, fax 011 6701680.

In edicola con La Stampa


LA MEMRIA DL TEMP CALENDARIO PIEMONTESE 2012 IN PI

NAPOLEONE di Baima Bollone DALLE CAMPAGNE DITALIA ALLA MORTE CRIMINALE A SANTELENA 8,90 IN PI

Il libro ufciale di CLAUDIO MARCHISIO Parte dei proventi a favore di Crescere insieme al S.ANNA ONLUS 14,90 IN PI

Dal 7 dicembre LA GRANDE PASTICCERIA DAUTORE 7 uscita DOLCI DELLE FESTE E TRADIZIONALI 12,90 IN PI

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Lettere e Commenti 35

SE LA CORRUZIONE SI INSINUA IN MAGISTRATURA


VLADIMIRO ZAGREBELSKY
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

Illustrazione di Koen Ivens

SERVE UN FRENO AL POTERE DELLE AGENZIE


MARIO DEAGLIO
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

quindi di fatto non realizzabile la politica economica del Presidente americano. Sempre pi spesso si avventurano in previsioni macroeconomiche, ben al di fuori delle loro competenze, con analisi che ieri il direttore generale della Banca dItalia, Fabrizio Saccomanni, ha giustamente definito semplicistiche e superficiali. Le agenzie di rating stanno dando limpressione di giocare con i debiti pubblici dei maggiori Paesi del mondo, tirandoli su e gi come burattini appesi ai fili di un teatrino. Due giorni fa, Moodys ha promosso la Nigeria per le sue grandi potenzialit, ieri Standard & Poors ha messo sotto osservazione la Germania e altri quattordici Paesi europei per potenziale rischio di insolvenza. Meno di un mese fa, tuttavia, nessuna delle agenzie di rating si era accorta che era vicina allinsolvenza una grande societ americana di brokeraggio, MF Global, il cui presidente Jon Corzine un tempo era presidente di Goldman Sachs, un altro grande della finanza americana. Ci che colpisce la loro arroganza: Mettono sotto osservazione chi vogliono e quando vogliono, comunicano sovente i loro risultati a mer-

cati aperti, incuranti - o forse compiaciuti - delle oscillazioni dei titoli che i loro comunicati provocano. E per colmo di ironia, realizzano utili cospicui facendosi pagare per la loro opera di valutazione dalle loro vittime ossia dalle imprese e dai governi messi sotto osservazione. C un complotto dietro tutto questo? Probabilmente non lo sapremo mai anche se un filo conduttore volto a scardinare leuro sarebbe del tutto plausibile, dal momento che la frenesia declassatoria ha colpito in questi giorni anche i fondi salva-Stati creati per difendere la moneta europea. Visto il seguito che hanno sui mercati, per, il risultato lo stesso, con o senza complotto. Come osservava Keynes, quando si tratta di indovinare chi sar la vincitrice di un concorso di bellezza, gli spettatori non indicheranno la ragazza che ritengono pi bella ma quella che, secondo loro, sar ritenuta pi bella dalla maggior parte degli spettatori stessi. Allo stesso modo, molti vendono i titoli declassati da Moodys e compagni non perch ritengono che i titoli meritino il declassamento ma perch pensano che tutti seguiranno le indicazioni di Moodys e il valore dei titoli in ogni caso scender. Questo comportamento da gregge una delle obiezioni pi forti contro chi in adorazione della razionalit dei mercati. Complotto o non complotto, giunto il momento di finirla. Se vogliono che lEuropa abbia un futuro, i leader di Francia e Germania che stanno prepa-

rando il vertice dell8-9 dicembre, nel quale sar progettato, forse con apposite nuove istituzioni, il continente di qui a dieci-ventanni, non possono permettere che qualcuno li faccia danzare come burattini. Eppure, in questo momento, pressoch tutto il continente costretto a fare manovre di bilancio sicuramente necessarie ma che avrebbero potuto essere pi diluite nel tempo, evitando disagi e sofferenze, sostanzialmente perch lo impongono Moodys, Standard & Poors e Fitch. UnEuropa essenzialmente fondata sulla moneta e sui mercati - visto che ha rinunciato a basarsi sui valori - non pu nascere se non si sottopongono non solo la moneta ma anche i mercati, a cominciare da quelli finanziari, a regole severe. Le agenzie di rating dovrebbero essere costrette alla periodicit delle analisi e alla regolarit degli annunci e le loro valutazioni dovrebbero limitarsi a parametri finanziari; e qualora non rispettassero queste regole potrebbero essere multate e dovrebbe essere loro impedito di agire. La funzione di valutazione dei titoli potrebbe anche essere affidata a enti pubblici internazionali, come il Fondo Monetario, proprio perch si tratta soprattutto di una funzione pubblica. Occorre muoversi rapidamente in questa direzione per evitare che il mercato mangi se stesso. Dopo essersi mangiato lEuropa.
mario.deaglio@unito.it

l ruolo assegnato dalla legge ai magistrati e la larga discrezionalit loro riconosciuta nellesercitarlo spiegano perch da essi, ancor pi che da altri, si richieda personale indiscutibile integrit; oltre i confini di ci che normale chiedere a chi esercita altre, pur importanti, funzioni. E forte il rilievo che assumono anche le sole apparenze, cos come sempre sottolineato da chi si occupa di etica delle professioni giudiziarie, dagli organi disciplinari e dalla stessa Corte europea dei diritti delluomo. I cittadini possono forse accettare lerrore delluomo magistrato ma non linquinamento di una giustizia che, anche oltre ci che realistico, sono portati a pensare con la G maiuscola. Interrogarsi allora partendo dal versante di chi corrompe, non sufficiente. Occorre anche chiedersi come sia possibile che anche allinterno della magistratura si insinui la corruzione, la pressione indebita, il favoritismo. Intendo con ci dire che esiste un problema per la magistratura nel suo complesso. difficile credere che episodi di corruzione siano nella magistratura pi frequenti ora che nei tempi andati (la corruzione ha tante forme). Ma quel che mi pare proprio del tempo presente la rivendicazione da parte di molti magistrati del diritto (o addirittura del dovere) di vivere da persona tra le persone, da privato tra i privati, come tutti, senza limiti particolari, appena usciti dal tribunale. Pretesa pi che discutibile, anche senza cadere in un elitarismo codino, che celebri la separatezza. Ma quella pretesa e la sua messa in pratica nello stile di vita hanno molte implicazioni. Modifica la percezione di ci che normalmente lecito o innocuo, ma inopportuno o addirittura illecito per il magistrato. E rende difficile, dallesterno, valutare il senso di certi comportamenti, di certe frequentazioni e di certi rapporti confidenziali. Accade - accaduto - che lesplodere di uno scandalo coinvolgente magistrati inneschi nei loro colleghi sentimenti vari, tra cui non c la sorpresa. Ma in altri casi la sorpresa, lincredulit che prevale. Luna e laltra situazione richiede riflessione e risposta a domande. Perch, se tra colleghi non ci si sorprende troppo se unindagine per corruzione tocca un magistrato, non si sono attivati anticorpi per una preventiva difesa dellistituzione? Perch, invece, se tutti cadono dalle nuvole, la vigilanza dei capi degli uffici giudiziari non si attivata o stata inefficace? Nel primo caso giocano diversi fattori. Uno spirito malinteso di colleganza, una solidariet di gruppo (i panni sporchi si lavano in famiglia: famiglia, nei molti significati del termine). E il richiamo alla presunzione di innocenza. Questa vale solo per la responsabilit penale, ma tende ora ad estendersi ad ogni genere di condotta incompatibile con i doveri che incombono in conseguenza del ruolo svolto nella societ. Gli indizi che giustificano un sospetto sono quindi ignorati (o al pi fanno oggetto di pettegolezzo). La pigrizia nel sollevare tra colleghi (ma qui vanno anche ricordati gli avvocati, la cui vita professionale strettamente legata a quella dei magistrati) una questione spesso imbarazzante e difficile, viene cos giustificata col richiamo a un nobile principio: la presunzione di innocenza. Che per centra ben poco e finisce con il legittimare silenzi, tolleranze, oggettive connivenze. Ne risulta un danno per listituzione giudiziaria nel suo complesso e per la sua credibilit di fronte ai cittadini. Il secondo caso apparentemente pi semplice. Se nessuno sapeva niente, cosa si poteva fare? Ma la questione appunto riguarda la mancanza di vigilanza interna, quella sociale tra colleghi e quella formalmente prevista da parte dei capi degli uffici. Questi sono spesso ritrosi ad esercitare una funzione di vigilanza non facile. Tra una vigilanza con metodi di polizia e il tener gli occhi chiusi per viver tranquilli c di mezzo la funzione attenta e sollecita che consente di raccogliere i segnali, non accontentarsene, riconoscere ci che vien fatto correre per denigrare il giudice scrupoloso e approfondire invece quel che appare serio. Perch il fatto che nessuno sapesse niente delle frequentazioni e della vita privata del magistrato che si scopre corrotto o a rischio di corruzione, non chiude il discorso. Ne apre invece uno diverso. La magistratura dovrebbe chiarire e sanzionare le inerzie di chi avrebbe dovuto vigilare e conoscere.

DAL CACAO AL CIOCCOLATO, LA NUOVA FRONTIERA DELLAFRICA


KANDEH K. YUMKELLA* ome africano, il mio sogno per il prossimo decennio vedere il continente produrre e vendere cioccolato a 300 milioni di cinesi invece di esportare materie prime come il cacao. Diverse settimane fa, al simposio Cina-Africa a Xiamen, in Cina, ho sperimentato questa visione sul pubblico e gli oltre 2.000 delegati si sono uniti in un applauso scrosciante. I capi delle imprese e del governo sono pronti, con ogni evidenza, a veder introdurre in Africa cambiamenti strutturali volti a creare economie nazionali basate sullindustria manifatturiera. Mentre molti hanno propagandato il successo dellAfrica nel mantenere un 5-6% medio di crescita del Pil negli ultimi dieci anni, questo maschera la realt: nel 2005, lAfrica sub-sahariana era messa poco meglio di un quarto di secolo prima; ancora la regione pi povera del mondo, poco pi della met della sua popolazione vive con meno di 1,25 dollari al giorno in termini di parit dacquisto. Questo deve cambiare. La strategia ortodossa della crescita guidata dallagricoltura degli Anni 60, lan-

tidoto favorito a cinque decenni di una dottrina di aiuti al contadino felice, deve essere sostituita con una strategia di sviluppo agro-alimentare dove i politici, i donatori e gli imprenditori hanno come obiettivo lintera catena di produttivit per favorire il passaggio dai prodotti grezzi ai prodotti lavorati, agro-industriali, ad alto valore aggiunto. La buona notizia che dagli Anni 90, il numero dei Paesi poveri in Africa sceso dal 35 a 21, e il numero di economie convergenti aumentato da due a 17. Ma 13 di questi ultimi dipendono dalle esportazioni di petrolio (Angola, Ciad, Guinea Equatoriale, Nigeria e Sudan), o dalle esportazioni di minerali (Botswana, Ghana, Mozambico, Namibia, Sierra Leone, Sud Africa e Tanzania). Inoltre, le nuove realt della crisi economica globale iniziata nel 2008 suggeriscono che il flusso di capitali, aiuti e finanziamenti degli ultimi cinquantanni non continuer. Ma anche chiaro che entro il 2030, i mercati emergenti di oggi rappresenteranno il 60% del Pil mondiale e il 40% della spesa dei consumatori globali. Pu riuscire lAfrica a ritagliarsi un ruolo nelleconomia globale per produrre e vendere prodotti finiti, cibi e prodotti agricoli elaborati? Pu il continente rompere il percorso Nord-Sud degli scambi e delle materie prime e inaugurare un modello con triangolazione Sud-Nord-Sud, basato su prodotti di pregio?

Lavorare con i maggiori esperti come Tony Hawkins della Graduate School of Business dellUniversit dello Zimbabwe, lOrganizzazione per lo Sviluppo Industriale dellOnu ha formulato una tabella di marcia per accelerare la rivoluzione agroalimentare dellAfrica. Chiede di migliorare la produttivit dellagricoltura potenziando le catene di fornitura, sfruttando la domanda locale, regionale e internazionale, aumentando lo sforzo tecnologico e la capacit dinnovazione, promuovendo il finanziamento efficace e innovativo; stimolando la partecipazione dei privati e migliorare le infrastrutture e laccesso allenergia. Una strategia di sviluppo agro-alimentare incentrata sul maggior valore di vendita e sulla crescita della produttivit su tutta la catena produttiva rappresenta una delle migliori opportunit per una rapida e ben fondata crescita economica e per la creazione di ricchezza in Africa. Per i piccoli agricoltori pu anche essere uno dei pochi percorsi locali per uscire dalla povert. LAfrica nelle aree rurali ha unattivit e capacit di trasformazione dei prodotti agricoli ancora limitata. Come risultato, i Paesi sub-sahariani hanno fino al 40% di perdite post-raccolto, in particolare per beni deperibili come frutta e verdura. In altre parole, quasi la met di ci che prodotto nelle fattorie in Africa marcisce l, mentre la grande maggioranza della popolazione va a letto affamata.

Luso medio di fertilizzanti chimici nellAfrica sub-sahariana di 12,5 chilogrammi per ettaro di terreno coltivabile, rispetto alla media mondiale di 102 kg/ettaro. Allo stesso modo il settore agricolo sotto-capitalizzato, con livelli estremamente bassi di meccanizzazione: una media di 13 trattori per 100 chilometri quadrati rispetto ai 129 per chilometro quadrato in Asia meridionale. Solo il 10% del potenziale idroelettrico dellAfrica sfruttato, rispetto al 70-80% nei Paesi Ocse. Entro il 2030, oltre il 50% dei 1,4 miliardi di abitanti dellAfrica vivranno nelle citt. Lurbanizzazione porta con s delle opportunit, perch la domanda dei consumatori si sposter probabilmente su prodotti alimentari trasformati di maggior pregio, tra cui frutta, verdura, oli vegetali, pesce e latticini. Grazie al marketing sapiente, una societ indonesiana ha convinto milioni di nigeriani in soli cinque anni a consumare noodle confezionati, conosciuti come Indomie, invece del popolare prodotto a base di cassava chiamato Garri. Non c alcuna ragione immutabile per cui i Paesi - e le aziende africani non possano fare la stessa cosa. Ma ci richiede ladozione di un nuovo mantra per eliminare la povert e la fame e creare la ricchezza: dal cacao al cioccolato, dal cotone ai vestiti e dalla bauxite allalluminio.
*Direttore generale delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale (Unido) ed editore di una nuova pubblicazione Agribusiness for Africas Prosperity
Copyright: Project Syndicate, 2011 www.project-syndicate.org [TRADUZIONE DI CARLA RESCHIA]

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 36

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

37

Roma, il tempio del divo Traiano


Tra le fondamenta di Palazzo Valentini, sede della Provincia di Roma, sono sepolti i resti di quello che potrebbe essere il colossale tempio del divo Traiano e della diva Plotina sua consorte, ricercatissimo fin dal Rinascimento. La scoperta di alcune colonne di granito grigio egiziano di circa 15 metri, ha spiegato il direttore degli scavi Eugenio La Rocca, fa presupporre che ci siano buone possibilit che i resti ritrovati facciano parte del tempio.

CULTURA SPETTACOLI

&

Intervista

,,
ALESSANDRA IADICICCO

atti Rnk un giallista finlandese che, per la peculiarit della sua provenienza geografica, si distingue nettamente sulla scena - oggi ampiamente sotto i riflettori - del cosiddetto giallo ghiaccio. Le sue storie mettono a fuoco infatti uno dei punti pi caldi del mondo: segnato dal passato europeo e dai sommovimenti geopolitici seguiti al crollo dellUnione Sovietica. Nato in quel lembo Sud-orientale del suo Paese che si affaccia, oltre il Baltico, sullEstonia, e confina con la Repubblica autonoma di Carelia e con la Russia, ha ambientato tutti i suoi romanzi a cominciare dal primo, Luomo dalla faccia di assassino, scritto nel 2002 e tradotto oggi da Marcello Ganassini per Iperborea - in una tormentata, turbolenta terra di confine. una zona di passaggio, traffici loschi, emigrazione, di fuga e rimpatrio, esilio e ritorno che porta ben visibili sulla pelle le tracce di vecchie e nuove cicatrici: scavate tra la seconda guerra mondiale, il dopoguerra, la rivoluzione dell89 e la fine del comunismo dai nazisti e dai sovietici, dai mafiosi estoni e dai profughi ingriani. O dai disoccupati, diseredati, sradicati, disintegrati che oggi vi patiscono le proprie crisi di identit. Una zona dEuropa tutta da indagare: lo sfondo ideale per un noir.
UNA TERRA TORMENTATA

Negli spazi misteriosi della Carelia, terra di confine tra Russia e Finlandia, zona di traffici loschi e emigrazione, sono ambientati i romanzi di Matti Rnk

Segnata da vecchie e nuove cicatrici, tra la seconda guerra mondiale e il postcomunismo


TRA OCCIDENTE E RUSSIA

Qui lo scontro tra il modello sovietico e quello capitalistico stato pi vistoso


Perch nei suoi gialli lo sfondo del romanzo entra cos prepotentemente in primo piano?

Matti Rnk, i gialli del ghiaccio bollente


Parla lo scrittore finlandese: sfondo dei suoi romanzi la natia Carelia, uno dei punti pi caldi del mondo
Domani a Courmayeur
Matti Rnk nato nella Carelia finlandese 52 anni fa. Scrittore e giornalista televisivo, con il suo primo romanzo, Luomo con la faccia da assassino, uscito in Finlandia nel 2002 e ora tradotto per Iperborea, ha ottenuto un grande successo in patria e allestero, aggiudicandosi diversi riconoscimenti tra cui il Gran premio finlandese per la letteratura poliziesca, il Key Glass come miglior giallo nordico dellanno e il Krimi Preis in Germania. Domani parler del suo libro e dei misteri della Carelia al Noir in festival di Courmayeur, alle 16 al Jardin de lAnge, in dialogo con Luca Crovi.
in Urss, da genitori finlandesi rifugiati in Russia durante la guerra civile, ma si stabilito in Finlandia, assumendo il cognome di Kpp che, tradotto dal russo, significa ermellino. un tipo mite, vorrebbe vivere una vita tranquilla. Ma il suo passato e il suo presente avventuroso gli impediscono di avere unesistenza normale. Addestrato nellArmata Rossa, sospettato desser stato membro del Kgb, educato ai valori del comunismo, allimprovviso vede scomparire il suo paese e il mondo trasformarsi. Cerca di rifarsi una vita, ma immancabilmente il suo passato ritorna. Ha un cervello di acciaio inossidabile e il cuore doro puro che, nel crogiolo delle sue esperienze sa fondere il proprio cinismo col sense of humour e trasformare il disincanto in ironia.
Un personaggio autobiografico?

lo sapevo molto chiaramente chi fosse il nemico.


Nemici i sovietici e amici i tedeschi? Dal suo romanzo per si evince un gioco delle parti un po pi complesso di cos.

Durante il conflitto la Finlandia era alleata alla Germania contro il comunismo e lUrss. Dopo la guerra invece combatt contro i tedeschi per scacciarli dalle regioni settentrionali. Lideologia nazista non si mai attagliata allo stile di vita e di pensiero finlandesi. Qualcuno per fu sedotto dallidea di una Grande Finlandia: costoro simpatizzarono con i nazisti. Oh s, lUrss sempre stata avvolta di un alone fantastico per me, da bambino o adolescente. Ascoltavo le malinconiche melodie russe come leco di un altro mondo. Da studente poi viaggiai spesso per la Russia e mi accorsi di quanto fosse emblematica e piena di contraddizioni. Le condizioni igieniche erano infime, ma si spedivano astronauti sulla luna, nulla funzionava ma tutto era rigidamente programmato, lo Stato era crudele ma i cittadini affabili....
Anche la Russia esercitava unattrazione ambigua?

Quella che si creata in Carelia , credo, una situazione unica. Per secoli vi sono vissuti popoli di ceppo finnico: sotto limpero russo, ai tempi dellUnione Sovietica e nella Russia di oggi. Con la svolta degli Anni Novanta quella che era una societ chiusa, imperiale o sovietica, collassa. E allimprovviso tutte le antiche strutture scompaiono. Si assiste cos a un nuovo inizio: al rapido sviluppo di un capitalismo acerbo con tutti i problemi di povert, immigrazione, criminalit che si trascina dietro. Sul confine tra la Russia e la Finlandia lo scontro fra la societ comunista e la capitalista appare pi vistoso. E questa terra, posta sul limite estremo tra due civilt, appare un laboratorio socio-politico intrigantissimo per uno scrittore appassionato di storia contemporanea.
Chi luomo con la faccia da assassino, leroe del suo romanzo, il Viktor Kornostajev/Kpp che, con il cognome doppio - russo e finlandese - vive sul confine tra due Paesi, tra due epoche storiche, tra legge e criminalit?

un detective privato disposto alloccorrenza a collaborare con trafficanti e mafiosi. nato e cresciuto

Quando concepii la figura di Viktor in Finlandia era vivo il dibattito sullimmigrazione e lex Unione Sovietica. Mi resi conto di avere materiale sufficiente per costruire un personaggio come lui, focalizzato sullidea del confine. Avevo stuLuomo con la diato la storia refaccia da assassiIL MIO PROTAGONISTA cente e quella della Detective privato, addestrato no il suo primo seconda guerra romanzo, usc mondiale, mi inte- nellArmata Rossa, sospettato quasi dieci anni di essere stato nel Kgb ressavano la Carefa. Che cosa lia e lUnione Soviecambiato nel tica, avevo viaggiato spesso tra i due frattempo sul confine tra la FinlanPaesi e potevo utilizzare anche i ricordia e la Russia? di della mia infanzia, quelli dei miei ge- I vecchi schemi sono cambiati, nuonitori e parenti, di tutto il vicinato. ve strutture sociali sono state edifiE qual stata la sua esperienza per- cate. Molti posti in Carelia sono oggi diventati resort per le vacanze dei sonale, o familiare, del confine? Sono nato nella Carelia finlandese e ricchi di San Pietroburgo. La Finlancresciuto vicino al confine con la Rus- dia piena di russi che spendono solsia. Anche il ricordo della guerra era di negli hotel e nei negozi di lusso. Il molto vicino: mio padre e tutti i miei traffico sul confine sempre pi inzii vi combatterono, alcuni morirono, tenso. Tutto questo era inimmaginaaltri ne uscirono feriti... Fin da picco- bile dieci anni fa.

38 Cultura

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

ubblicato in Svezia nel 2004, Il grande mistero il libro pi recente di Tomas Transtrmer, ora proposto dalleditore Crocetti nella versione di Maria Cristina Lombardi, che lo fa precedere da una consistente prefazione. Si tratta di unopera nella quale il poeta porta alle conseguenze estreme il suo bisogno di sintesi, di asciuttezza potente, di saggezza dentro la parola, una parola che tenta di sondare nel mistero delle cose e dellesserci attraverso i momenti di illuminazione o di tenebra profonda e sinistra che la realt, anche quotidianamente, sa offrire a chi sappia coglierne i messaggi nascosti e, appunto, spesso indecifrabili o comunque al limite estremo delloscurit, o del silenzio totale. Per fare questo, il poeta, al quale stato di recente assegnato il premio Nobel per la letteratura, fa ricorso a un genere, a una struttura compositiva tanto nota quanto diffici-

Elzeviro
MAURIZIO CUCCHI

Gli haiku di Transtrmer raccontano la complessit


lissima da praticare con successo, e, per tanti aspetti, molto lontana dalla nostra sensibilit di occidentali: e cio il giapponese haiku. Il grande mistero , in sostanza, un libro quasi interamente di haiku, grazie al quale il poeta riesce a comuni-

carci un messaggio forte e indispensabile: la penetrazione profonda e autentica delle cose, e dunque la vera conoscenza, la saggezza anche espressa nella parola, non la si pu raggiungere essenzialmente con i pi usuali e normali strumenti della ragione, ma vi si arriva, forse, affidandosi allimprovviso rivelarsi di unimmagine, al baluginare di una sensazione pronta a dissolversi. In fondo, lo sappiamo, molta poesia del primo Novecento si era concentrata su questi poeticissimi pensieri, ma la tenace ricerca di Transtr mer non si limita a questo. Limpressione che danno i suoi haiku - e soprattutto quelli pi intimamente profondi - che il suo cammino si muova verso un confronto con la complessit, con ci che non pu essere riducibile a un normale pensiero lineare, poich questo riuscirebbe solo a ritagliarne il senso pi parziale e banale. Il poeta, in questi brevissimi componimenti, sem-

bra a volte, infatti, fuoriuscire dallidea pi corrente dellhaiku, che lo vorrebbe come una felicissima immagine sospesa, ricca di virtualit pi spesso affidate alla creativit del lettore che ai sottofondi di senso che comprendono realmente. Gli haiku del poeta svedese, infatti, si mostrano spesso come momenti di estrema sintesi, certo, ma quasi oltre ogni definizione di genere. Come microeventi o microracconti compiuti, insomma, in cui ben poco rimane sospeso, in cui la concisione assoluta il traguardo di una sapiente economia del linguaggio e del pensiero che appartiene solo ai maggiori. Come ci spiega opportunamente Maria Cristina Lombardi, nella sua tendenza alla compressione e alla potenza delle immagini Transtrmer affonda le radici anche in una tradizione antica e peculiarmente nordica: la poesia scaldica di epoca vichinga caratterizzata da metafore che associa-

no elementi di realt diverse e disparate, in espressioni talmente compresse e ridotte da divenire enigmatiche. Come dire che il suo tessuto espressivo si compone di materiali diversi e tradizioni diverse incrociate, ma assunte rigorosamente in proprio, attivamente fatte proprie. Transtrmer, in sostanza, si concentra sullessenziale e sui temi chiave irrinunciabili, sente lombra della morte, a tratti ha una particolare percezione del divino, non rifiuta i momenti di pienezza che la vita gli sa offrire, osserva il mondo e suoi enigmi nella natura e nella luce, nelle stagioni e nella citt, nellaffollarsi dei pensieri e della vita pulsante attorno. Mescolando elementi disparati, creando metafore e associazioni ardue, perviene a esiti di classica inclusivit, riuscendo a far coesistere, tornando alla sua traduttrice. Vertiginose altezze e profondit a particolari e oggetti della vita quotidiana.

Anniversario
UMBERTO GENTILONI

Pi libri e pi liberi alla fiera di Roma


MIRELLA SERRI ROMA

ifficile di questi tempi immaginare che un documento o una fonte di archivio possano modificare la percezione di eventi del passato. Nellera della rete e di Wikileaks ogni traccia sembra schiacciarci inesorabilmente su un presente senza tempo, che ci sovrasta e ci condiziona. Figuriamoci se largomento la seconda guerra mondiale, alla vigilia dei settanta anni che ci separano dallattacco giapponese nella base di Pearl Harbor. Il libro di Craig Shirley, December 1941: 31 Days that Changed America and Saved the World fresco di stampa d conto di una mole di documentazione utile a ricostruire parte del contesto di allora, con particolare attenzione al significato di quel tornante per la storia degli Usa e per i futuri equilibri del pianeta. I termini del lungo titolo sono intercambiabili: i giorni che salvarono lAmerica cambiando il mondo; questo il lascito rinnovato dallanniversario odierno. Tra le tesi del biografo di Ronald Reagan Una fotografia della base di Pearl Harbor il 7 dicembre 1941: lattacco giapponese fu concepito e guidato dall'ammiraglio spicca il contenuto delle analisi di Isoroku Yamamoto che sperava di distruggere la flotta americana nel Pacifico. L'operazione fu un successo, limitato solo intelligence che anticipano il precidal mancato affondamento delle portaerei, poich in poco pi di un'ora i 350 aerei partiti dalle portaerei giapponesi pitare della situazione verso lattacaffondarono 4 delle 8 corazzate americane. Lattacco avvenne senza una preventiva dichiarazione di guerra co giapponese; un segnale di allerta non raccolto. Le voci si rincorrono nei giorni che precedono il 7 dicembre 1941. Il testo di un Memorandum declassificato porta la data del 4 dicembre; venti pagine dall' Office for Naval Information alla Casa Bianca e ai comandi militari. Semplice il contenuto, aggressione molto vicina, alzare il livello di attenzione in tre aree: costa occidentale, canale di Panama e arcipelago delle isole Hawaii. Non una voce isolata, ma la spia di segnali e indicazioni che attraversano in modo contraddittorio e disordinato la fase di avvicinamento degli Usa al secondo conflitto mondiale. Non deve sfuggire la consapevolezza che dietro ogni documento ci sono persone, funzionari inseriti per gli effetti a catena sui protagoniIl documento di Intelligence Da qui la centralit dell'attacco dentro ingranaggi complessi, arti- sti. Le alleanze si allargano modifi- (Fbi) mette Roosevelt in allerta, o giapponese, fino a condizionare la colati su diversi livelli. Non ha sen- candosi: lasse Roma Berlino diven- pensa di poterlo fare con pagine di stessa periodizzazione della guerra so ricondurre il quadro a semplifi- ta progressivamente un soggetto a allarmata previsione; non si poteva e di buona parte del secolo scorso: cazioni di comodo del tipo gli Stati tre, gli Usa superano a fatica le ulti- evitare lesito del confronto, forse se ci spostiamo verso il teatro del Uniti pensano o sostengono che me resistenze isolazioniste per impe- solo limitare il peso delleffetto sor- fronte sul Pacifico cambiano i punti cos come sarebbe riduttivo e fuor- gnarsi militarmente e soprattutto presa. Ma come sappiamo per altre di vista e le prospettive di riferimenviante estrapolare politicamente sugli situazioni, lintellito; latto iniziale il contenuto dal ALLE HAWAII assetti possibili del gence non condizioLAUTORE non tanto riconducontenitore, nel nointernazioLa flotta Usa fu decimata sistemalinizio di un na o vincola il pro- Craig Shirley, gi biografo cibile all'aggressiostro caso il testo di nale. cesso decisionale e ne della Polonia del A quel punto lingresso processo irreversi- in molti casi leccesdi Reagan, cerca nuove settembre 1939, intelligence dal in guerra fu inevitabile bile che segner il so di studi, missioni chiavi di interpretazione quanto alle premesmomento nel quale stato pensato e lungo dopoguerra; segrete e informase fondanti dell' scritto in una rete di vincoli e rela- lampliamento dei confini e delle co- zioni rischia di produrre unassuefa- espansionismo nipponico degli Anni zioni ad esso sottese. Alcuni ele- ordinate geopolitiche nel mondo glo- zione inconsapevole. Nessun rim- 30. La nuova documentazione parmenti di giudizio sono parte della balizzato unito a un sensibile sposta- provero tardivo al Presidente Roo- te di un processo conoscitivo, aiuta riflessione storiografica degli ulti- mento dellasse delle priorit strate- sevelt. Lo sforzo di unanalisi seria a sostenere e motivare gli interrogami anni e collocano lattacco alle giche verso il Pacifico. Uno degli ef- quello che mira a ricostruire un mo- tivi di oggi mettendo da parte la moisole Hawaii tra gli episodi chiave fetti pi profondi della guerra totale, saico di posizioni e condizionamenti da delle scorciatoie scandalistiche del conflitto, non tanto per lentit una delle eredit pi attuali nel mon- in modo che i protagonisti possano privilegiando un cammino di analisi delloperazione militare quanto do post guerra fredda. esser valutati nel vivo degli eventi. e comprensione del passato.

n libro come il pane, non ci si pu rinunciare. Parole sante pronunciate dal portavoce della Camera di commercio mentre infuriavano le polemiche sulla scure che stava per abbattersi su Pi libri pi liberi, la Fiera romana della piccola e media editoria. Sembrava proprio che questa decima edizione della kermesse dovesse venire ridimensionata, complici le forbici della Regione. Tutto poi rientrato, la manifestazione si inaugura oggi e terr aperti i battenti al Palazzo dei congressi dell'Eur fino all11 dicembre. Vi aderiscono 411 editori con ben 300 iniziative. Lanno scorso sono stati 60 mila gli ospiti e 900 i relatori.

I wikileaks dellepoca per capire Pearl Harbor


70 anni fa lattacco giapponese. Lintelligence aveva lanciato lallarme che non fu raccolto. Un libro analizza i documenti

La scrittrice Amlie Nothomb

Questanno si prevede una crescita dei visitatori anche perch sono state incrementate le presenze pi ambite: come Amlie Nothomb che con il suo stile provocatorio interverr sulle differenze tra l'Occidente e il Giappone dov vissuta a lungo. Tra gli scrittori pi seguiti vi sar Zachar Prilepin, narratore-soldato che ha combattuto in Cecenia. Il colombiano Santiago Gamboa parler del suo Morte di un biografo, racconto a met tra il noir e la commedia. Dacia Maraini presenter un suo libro-pice teatrale sul terremoto dellAquila; Antonio Ingroia e Stefano Rodot si occuperanno di giustizia e giornalismo dinchiesta. Arruolati per presentare libri e spettacoli saranno poi attori e registi, da Francesca Comencini a Fabrizio Gifuni e Paola Pitagora. Le riviste invece, come Doppio zero, Nazione indiana e altre, discuteranno il rapporto tra web e carta stampata. Andrea Camilleri chiuder la rassegna.

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 39

O B E LL I RA P O ANC E NTE. OLO LAM B I TTAC AGA E O S P LO P L NON SE

EDISON ILLUMINA LA PRIMA DELLA SCALA A EMISSIONI ZERO.


La collaborazione con la Scala la storia di Edison, limpegno per lambiente il suo futuro. Il 7 dicembre si incontrano alla Prima: Edison compensa le emissioni di CO2 derivanti dai consumi del Don Giovanni con certicati che attestano la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. La Scala il primo teatro storico dItalia e dEuropa a emissioni zero, per il secondo anno consecutivo. E questanno, Edison porta il Don Giovanni ai milanesi con eventi in tutta la citt.

40 Spettacoli

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Stasera la prima della Scala


.

ALBERTO MATTIOLI hanno gi ribattezzato il Don Giovanni del governo tecnico (e anche un po di Mozart, volendo) e in effetti alla Scala, stasera alle 18, ci sar mezzo Monti I: oltre al premier, i ministri Cancellieri, Giarda, Ornaghi e Passera. Come al solito, verr a Milano, perch lui leccezione che conferma la regola di una classe politica afflitta da sordit acuta, il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. E chiss che effetto il palco reale quando si vedranno Napolitano e Monti a fianco del Commendatore, il basso coreano Kwangchul Youn, che il regista Robert Carsen piazza proprio l per minacciare Don Giovanni con gran rinforzo di tromboni: Di rider finirai pria dellaurora. Per per chi pensa che la prima della Scala sia ancora e magari soprattutto un evento artistico, il tema di questanno il ritorno delle star. A cominciare proprio da Carsen, che forse il pi celebre regista dopera del mondo ma a Milano non aveva ancora mai tenuto a battesimo un suo spettacolo. Tutti quelli che ci sono transitati, e tutti bellissimi (Dialogues des Carmlites, Kata Kabanova, il Candide con Berlusconi - sembra la preistoria -, Alcina e A Midsummer Nights Dream) erano dimportazione. Carsen forse quello che stasera rischia di pi. Il suo genialissimo omaggio al mito di Don Giovanni e al mito della Scala, bench rigoroso e assolutamente consequenziale, forse troppo difficile per le limitate capacit di comprensione del pubblico geriatrico della prima (i ragazzi di quella under 30 di domenica, naturalmente, lhan-

La coppia padrone-servitore schiera i due pi noti titolari attuali. Lo svedese Peter Mattei di Don Giovanni ne ha fatti tanti e soprattutto quello celeberrimo di Peter Brook, nato ad Aix-en-Provence e poi pessato in mezzo mondo; il gallese Bryn Terfel, considerato dalle parti di Cardiff unistituzione nazionale, un Leporello stracelebre

Don Giovanni, delle star il catalogo questo


Lopera di Mozart diretta da Barenboim con la regia di Carsen e la diva Netrebko E nel palco reale il Commendatore accanto ai presidenti Napolitano e Monti
laltra bruna, una ha gli occhi azzurri e laltra scuri, una mezzo e laltra soprano), ma si sa che le primedonne hanno la pessima abitudine di restare incinte e cos Elina divina rimasta a casa con il pancione. Quindi stata promossa dal secondo al primo cast la nostra Barbara Frittoli (nostra due volte: perch italiana e di casa al Regio di Torino). Ora, i giornalisti hanno un accordo con la Scala per cui non possono raccontare com andata la primina per non rovinare la suspence della primona: non crediamo di violarlo scrivendo che nessuno ha rimpianto la Garanca. Anzi. Terza donna del mazzo, la Zerlina di Anna Prohaska, stellina montante per i direttori che contano ma non senza perplessit della critica (che conta molto meno): in particolare, questestate a Salisburgo per una Despina tuttaltro che esaltante. Capitolo uomini. La coppia padroneservitore schiera i due pi noti titolari attuali. Lo svedese Peter Mattei di Don Giovanni ne ha fatti tanti e soprattutto quello celeberrimo di Peter Brook, nato ad Aix-en-Provence e poi passato in mezzo mondo, Milano compresa (ma al Piccolo, e con grande irritazione della Scala sussiegosa di allora); il gallese Bryn Terfel, considerato dalle parti di Cardiff unistituzione nazionale al pari del rugby e della birra, un Leporello stracelebre. In effetti, e non solo come Leporello (il suo Mefistofele con McVicar a Londra!), si tratta di un vero grande artista con un vero grande difetto: canta, maledizione, troppo poco. Infine, da segnalare un caso, quello del tenore Giuseppe Filianoti, don Ottavio. Nel 2008, avrebbe dovuto inaugurare la Scala con un altro don, questa volta Carlo. Ma, o don fatale!, fu protestato fra la primina e la prima, non ci stette e scaten una polemica al calor bianco che si rimembra ancora. Adesso evidentemente con la Scala pace fatta. Comunque se non avete voglia di spendere duemila euro per una poltrona, restate su quella di casa vostra: Don Giovanni va in tiv, in diretta su Rai5 e in differita su Classica e Arte. Pi alla radio, in molti cinema e addirittura su twitter (alle 18 si inaugura anche il canale youtube della Scala). Quanto alle prime a venire, il catalogo questo, con relativo titolare del ruolo: per il 12-13 Lohengrin con Jonas Kaufmann e per il 13-14 La traviata con Diana Damrau.

UNO SPETTACOLO DI LUSSO

Gli ultratecnologici specchi piuma su cui basato costano un occhio della testa
DEBUTTA IL SINDACO PISAPIA

E in platea oltre al premier i ministri Cancellieri, Giarda Ornaghi e Passera


no capito e apprezzato subito: ennesima conferma che la vera inaugurazione la loro...). Quanto alle sciure che diranno immancabilmente che lo spettacolo povero, non da Scala perch vuoto (in realt pienissimo, ma solo di idee), non c niente e via blaterando, sappiano che in realt dispendiosissimo, perch gli ultratecnologici specchi-piuma su cui basato costano un occhio della testa. Quindi dovrebbero riconciliarsi con la regia: un nulla carissimo, non il massimo dello chic? Barenboim a parte, la sfilata all stars prosegue con il cast. E qui davvero la Scala ha fatto le cose in grande. Intanto finalmente ci torna a cantare DonnAnna Netrebko, il soprano forse pi celebre e certo pi celebrato del momento. Se oggi allopera c una diva, proprio Annabella: a partire dalla sua perfetta success-story da rotocalco, con lei che esordisce a teatro (il Marinskij di Pietroburgo) ma per farci le pulizie, poi viene notata da Gergev e di colpo a star is born, e avanti con le variazioni sul tema di Cenerentola. E brava, bella, moglie (del baritono uruguaiano Erwin Schrott, quindi molto invidiata) e mamma felice: la nascita del piccolo Thiago le ha allargato voce e girovita. Quanto a Donna Elvira, doveva essere la lettone Elina Garanca, cio lalter ego della Netrebko (una bionda e

Analisi
VITTORIO SABADIN

Come abbiamo imparato ad amare quel mascalzone


Mozart, con la sua musica, ha dato tratti umani a un mito
to umano abbia mai pronunciato. Labate spagnolo Tirso de Molina, allinizio del 1600, non aveva idea delle forze titaniche che stava mettendo in moto quando port alla luce Don Giovanni. Aveva gi scritto oltre 350 lavori, e il Burlador de Sevilla era solo lultimo di tanti. Ma in quattro secoli il suo personaggio, come accaduto a Faust, Amleto, Don Chisciotte, uscito dalle pagine della letteratura ed ha conquistato una vita propria, diventato uno di noi. Perch ci affascina tanto questo figlio del male? Uccide, violenta, inganna, vive solo per il piacere di porre in lista unaltra donna, eppure non riusciamo a condannarlo come padre De Molina sperava. Forse a causa di Mozart. E stato lui a conferirgli per la prima volta quei tratti umani che portano allindulgenza: il suo Don Giovanni solo vittima della propria natura, alla quale soggetto come chiunque altro. E i suoi tentativi di seduzione, tutti falliti nel libretto di Lorenzo Da Ponte, ce lo rendono persino simpatico. Si dice che i tratti umani del Don Giovanni di Mozart siano dovuti in buona parte al primo interprete, Luigi Bassi, un bellissimo giovane di 21 anni, un Cherubino cresciuto che tutti (e tutte) amavano al punto da perdonargli ogni cosa. Donna Elvira torna per cavargli il cor, ma si capisce che se lui allargasse le braccia, lei ci si butterebbe senza pensarci due volte. Donna Anna non pu fare altro che cercare la vendetta, ma dopo avere conosciuto Don Giovanni - suo malgrado o no, non si sa ed meglio non sapere non potr pi sposare quel cicisbeo inconcludente di Don Ottavio. E Zerlina non pu che essere lusingata della corte del suo padrone, dichiarandosi prontamente disponibile, in uno dei pi bei duetti della storia dellopera, a ristorar le pene dun innocente amor. E stata anche latmosfera di Praga ad ispirare a Mozart quella musica cos profonda e insondabile, che tocca tanto da vicino il cuore e colpisce brutalmente allo stomaco. Buona parte dellopera fu composta nella villa Bertramka, allora una vigna di propriet degli amici Josepha e Frantisek Dusek, in un capanno che ancora esiste nel giardino. Lanno prima, Praga era impazzita per Le Nozze di Figaro e

er fare comprendere a tutti la grandezza del Don Giovanni di Mozart, Massimo Mila lo paragonava al Pinocchio di Walt Disney. Nel cartone animato, un personaggio fa qualcosa di assolutamente straordinario, per esempio il burattino di legno si mette a parlare, e l'altro personaggio, distratto dai suoi pensieri, annuisce automaticamente: S, certo, caro.... Solo dopo un attimo realizza stupefatto il significato delle parole che ha udito. La posizione del Don Giovanni nella storia del teatro - scriveva Mila - assomiglia molto a questo giochetto. L per l, un ascoltatore distratto potrebbe anche prenderlo per un grazioso esempio di teatro settecentesco e passare oltre. Ma poi ci ripensa e rabbrividisce al pensiero degli abissi che ha rasentato e si rende conto di avere ascoltato una delle parole pi misteriose e profonde che lo spiri-

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Spettacoli 41

In diretta su Rai5, poi su Classica


Dieci telecamere, sessanta microfoni, pi di tre ore di diretta dalle 18 assicurate, in Italia, da Rai5 e da Rai-Radiotre, in Europa da Arte ZDF, in Russia da TV Kultura e negli Stati Uniti, nelle sale cinematografiche digitalizzate grazie alla partnership con Emerging Pictures; un maxi schermo in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano; pi di cento sale cinematografiche collegate in Italia in diretta, incluso il circuito The Space, attraverso il partner Microcinema; altre 470 sale in tutto il mondo: questo limpegno della Rai per il Don Giovanni con la regia di Robert carsen (foto) che apre la stagione della Scala. Lopera, prodotta da Rai3, sar ripresa in alta definizione con la regia di Patrizia Carmine per La Musica di Rai3; terminata la diretta su Rai5, si aprir poi il collegamento con Classica (Sky, 728) a partire dalle 21.15 . Il grande evento inaugura il periodo in chiaro del canale, che dal 7 al 14 dicembre sar visibile a tutti gli abbonati

Colloquio

,,
EGLE SANTOLINI MILANO

Zero emissioni Edison sceglie il rinnovabile


I

Anche nelle carceri Una sorta di fuori-prima


I

Edison, lazienda che per prima diede la luce elettrica al Teatro alla Scala nel 1883, illumina la prima di stasera con lenergia rinnovabile delle sue centrali storiche sullAdda. Bertini (entrata in esercizio nel 1898), Esterle (1914), Semenza (1920) con lenergia generata dalle acque dellAdda permetteranno lazzeramento delle emissioni del Don Giovanni. In questo modo sar evitata lemissione nellambiente di 68 tonnellate di anidride carbonica, una delle principali cause delleffetto serra. Il consumo elettrico dellopera inaugurale e delle sei settimane di prove che la precedono di 127.000 kWh (7.000 kwh per la serata, 120.000 kwh per le prove), pari al consumo medio annuo di 42 famiglie.

La prima della Scala sar trasmessa in diretta nelle carceri di San Vittore e di Bollate, nelle periferie, e in cinque cinema della citt, con ingressi riservati e gratuiti ad anziani e disabili. Diffuso il pi possibile fra i cittadini, come una sorta di fuoriprima, il Don Giovanni sar circondato da un corollario di eventi per farne la colonna sonora di Milano, dice lassessore alla cultura Stefano Boeri. Fra le dirette in diversi spazi di Milano (dal teatro Ringhiera, a quello della Cooperativa, allAuditorium di Zona 3), a quelle nelle due carceri, ai posti al cinema riservati agli anziani. L'intero programma stato realizzato in collaborazione con Edison, che nel 1883 illumin per la prima volta il teatro con luce elettrica.

Wolfgang Amadeus Mozart visto da Levine


[ THE NEW YORK REVIEW OF BOOKS / DISTR. ILPA]

per le strade non si suona, n si soffia, n si canta, n si fischia altro che Figaro, come scriveva nel gennaio 1787 il compositore allamico Gottfried von Jaquin. A Praga, Mozart si sentiva sicuro, protetto, amato e apprezzato al punto

da potersi permettere molte libert e innovazioni che Vienna non avrebbe apprezzato. Come la musica priva di melodia tonale del Non si pasce del Commendatore appena tornato dallAldil, o lo strabiliante sestetto del secondo atto, che mescola tragico e comico, eccelso e ridicolo, profondo e triviale con una raffinatezza che solo Shakespeare - ha sottolineato il musicologo Hermann Abert - era riuscito a raggiungere nel Sogno duna notte di mezza estate. Anche quando nel secondo atto Da Ponte pasticcia un po dilungando i tempi con indugi e goffi espedienti teatrali, Mozart d il suo meglio regalandoci momenti di pura bellezza, dalla serenata di Don Giovanni alla maliziosa e sensuale aria dello speziale di Zerlina. Come molti capolavori, anche il Don Giovanni fu presto dimenticato dai distratti Mastro Geppetto di ogni epoca, e ci vollero parecchie generazioni e parecchio tempo prima che diventasse una delle opere pi rappresentate al mondo. In fondo, grazie a Mozart, a quel gran mascalzone vogliamo tutti un po di bene.

la prima opera che ha visto a teatro, a Buenos Aires da bambino, e la prima che ha diretto: a Edimburgo nel 1973, con la English Chamber Orchestra e Peter Ustinov che disegn tutti i costumi nel tempo di un pranzo a Losanna, sui tovaglioli di carta del ristorante. Insomma Daniel Barenboim conosce il Don Giovanni fin quasi allo sfinimento, ma questa volta si diverte di pi, molto, moltissimo: Perch lorchestra pensa in italiano, e quando sentono parole chiave, come seppellito, madamina, dongiovannino, rispondono alla perfezione. Vale anche per il pubblico, naturalmente: Anzi, speriamo che alla prima non vengano troppi stranieri, scherza il maestro scaligero. Che da sette giorni anche, ufficialmente, il direttore musicale della Scala (e forse adesso i critici mi tratteranno pi rispetto), carica a lungo rimasta in sospeso e che conserver fino a tutto il 2016. Barenboim celebra la circostanza nel miglior modo possibile, con un SantAmbrogio in velluto rosso e uno spettacolo che trasforma la sala del Piermarini nel Teatro per antonomasia. Dunque ha senso che, a poche ore dallalzata di sipario, presentato dal recuperato assessore alla Cultura Stefano Boeri, il direttore non incontri il pubblico nella sede istituzionale ma al Teatro Ringhiera, zona Gratosoglio, estrema periferia sud di Milano (scusate il ritardo, ma ci eravamo persi), per portare alla cittadinanza il piacere di far musica e finzione: la Scala diffusa, insomma, dellera pisapiana. Aspettano Barenboim da un bel po, confortati a cura del Comune da vin brl e panetn, pensionati, loggionisti, giovani e professoresse. E par di tornare, mutatis mutandis, agli Anni Settanta della Scala di Paolo Grassi, quando Maurizio Pollini e Claudio Abbado suonavano e dirigevano nei quartieri. una situazione buffa almeno un persoPer sintonizzarsi sullopera, rac- naggio soffre moltissimo e viceversa? conta Barenboim bisogna stare atten- Pensate al catalogo e a quanto fa ridere: tissimi ai primi cinque minuti. Da quel- ma poi considerate che chi sta a sentire louverture, anzi: da quegli accordi co- quella lista di donne sedotte la moglie s tragici che poi torneranno nel secon- di Don Giovanni do atto, quando la statua del CommenQuanto al personaggio centrale, che datore arriva a cena. Quegli accordi Carsen vede come un campione di liberforti danno lidea t e di energia, per il centrale dellopeTEATRO NEL TEATRO maestro diventara. E poi, in pochi Alla fine Don Giovanni torna to un mito proprio minuti, succede di perch davvero dallinferno vuol dire che presente nella societutto. Intanto lavsi trattato di una burla t: ciascuno di noi ne vio dellopera affidato molto originalconosce almeno uno. mente a un persoDRAMMA GIOCOSO Il suo problema attinaggio solo, LepoAvete notato che quando rare amore, attenziorello, che si lamenne: per questo non fa c una situazione buffa altro che sedurre, ta del suo padrone almeno uno soffre molto? per questo controlla e lo prende in giro. E poi la seduzione continuamente, con non si sa quanto forzata di DonnAnna, gli occhi e con le parole, se sia riuscito a il duello, la morte del Commendatore; conquistare chi gli sta vicino. E non mi una serie vertiginosa di arie e di terzet- pare che si possa limitare questo attegti che ci immerge subito nella meravi- giamento alla sfera erotica. gliosa simultaneit di Mozart. La lezione mozartiana va sul tecnico: Perch trattasi di dramma giocoso, Barenboim chiarisce che quello pronto come da definizione, ma bisogna capir ad andare in scena un miscuglio, cio bene che cosa vuol dire. Avete notato un necessario compromesso fra la pri spiega il Maestro che quando c ma versione, quella praghese, molto pi

Il maestro Daniel Barenboim per la prima volta dirige unopera alla Scala da quando stato nominato, lo scorso 1 dicembre, direttore musicale Forse adesso i critici mi tratteranno con pi rispetto

Impossibile resistere al Seduttore


efficace drammaturgicamente, e quella di Vienna dellanno dopo, che va meno spedita al punto nel finale del primo atto, ma ha in compenso due arie sublimi, Dalla sua pace di Don Ottavio e Mi trad quellalma ingrata di Donna Elvira. Ma il pubblico del Gratosoglio, tra cui siedono molti giovani melomani che hanno assistito alla primina, vuol sapere, adesso che molte sorprese sono state svelate, che cosa diavolo pensi di quella regia, e soprattutto di quel dissoluto che, alla fine, torna dallinferno sorridente e addirittura con una sigaretta in bocca. Mi pare che sia tutto molto chiaro: lallestimento basato sul teatro nel teatro, sugli specchi che riflettono la Scala, su quinte e sipari. A un certo punto Don Giovanni assiste addirittura come spettatore a una parte dellazione. Dunque se alla fine torna sul palcoscenico, dopo essere sprofondato nel baratro, vuol dire che si trattato di uno spettacolo, di una burla. Barenboim dixit, e alla fine diede pure la notizia: No, alla Staatsoper di Berlino questo allestimento non potr andare, per evidenti ragioni tecniche. Ma al Bolscioi rinnovato s che lo porteremo. E sar come trasferire un pezzo di Scala in Russia.

Il maestro: da sempre lopera del mio cuore ma con lorchestra italiana mi diverto di pi

42 Spettacoli

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Elio Germano Il teatro d coraggio


Lattore inaugura il Quirinetta con Thom Pain Testo che non fa sconti a nessuno, tantomeno a me

Con Bebo Storti

Da Cagliari a Gardini che strani Suicidi?


GIUSEPPE SALVAGGIULO

Intervista

,,
SIMONETTA ROBIONY ROMA

Eun film corale, come corale quello di Vicari sui fatti accaduti alla scuola Diaz durante il G8 di Genova ancora non uscito nelle sale. Lavoro volentieri allinterno di un bel gruppo.

Puccini, Beppe Fiorello, Paola Minaccioni, la Proclemer.

resiste a lavorare senza esser pagati. Sono stato fortunato: dopo dieci anni in cui ho seguito la mia formazione mi sono potuto permettermi il lusso di lasciare la casa dei miei genitori. Avevo 23 anni.

o, Elio Germano quando il Quirinetta era un cinema dessai, non cera mai venuto. Me lo ricordo sempre chiuso. Al cinema, da ragazzo, andavo vicino casa, a Monteverde Vecchio. Per me il centro era dei turisti. Ci capitavo se dovevo comprare un vestito. Eppure proprio a Germano, attore romano amatissimo dai romani, stato dato ieri sera lonore di aprire la stagione teatrale del Quirinetta tornato a nuova vita: lo ha fatto fa con il monologo Thom Pain di Will Eno, testo vincitore di un Pulitzer, su un uomo deragliato che fa zig zag con le parole. Lho proposto la scorsa stagione e adesso lo riprendo. Per noi, in Italia, una novit. Prevede una recitazione anomala, frontale, senza la quarta parete: il personaggio parla direttamente alla gente in sala che interagisce con lui. E un testo che non fa sconti a nessuno, tanto meno a me. Creato tra il 1923 e il 26 nei sotterranei di Palazzo Sciarra, il Quirinetta stato riportato al suo destino dal regista Geppy Gleijeses che gestisce il fratello maggiore Quirino, Willer Bordon che da politico s fatto animatore culturale con la Fondazione Roma, e Giovanna Marinelli che ha curato la complessa operazione di compravendita e di restauro. E venuta fuori una sala di 250 posti nel pi in perfetto stile dco, ma soprattuto uninfinit di sale e salette annesse dove di giorno avr sede lAccademia internazionale di Arte drammatica mentre la sera si trasfermeranno in un ristorante con tanto di orchestrina jazz. Lesperimento ad alto rischio economico prevede, infatti, lutilizzo 24 ore su 24, altrimenti il bilancio, nonostante un cartellone pieno di grandi nomi, non raggiungerebbe il pareggio.

No. Imperversa- corale, lavoro volentieri questi termini, dentro un bel gruppo io. E neanche in vano gli spot coi ragazzini, allora. termini di incasFacevo le medie, ero stato sele- si. A me interessa fare un lavoro zionato, ho accettato di fare la e farlo bene. Basta. pubblicit. Niente di pi. Quali sono i film che lhanno Non si decide di fare lattore: ci si prova e si vede quanto si
Allora quando che ha deciso di fare questo mestiere?

La Palma doro a Cannes per A dodici anni girava spot La nostra vita di Luchetti, pripubblicitari: una passione namo attore italiano dopo Mata prestissistroianni, mo questa MAGNIFICA PRESENZA lha fatta senper la recitatire arrivato? Il film di Ozpetek Non ragiono in zione?

Elio Germano in Thom Pain

Moltissimi. Kubrick, specie 2001 Odissea nello spazio. Berto-

colpita di pi nella sua giovent?

lucci con Novecento perch mi faceva conoscere il nostro passato prossimo. Non lo conosco. Una cosa
Le piacerebbe lavorare con Bernardo Bertolucci?

amare lopera di un autore, unaltra lavorare con lui. Direi di s, comunque. Potrei sperimentare leffetto del suo linguaggio cinematografico su di me.

o spettacolo si chiama Suicidi? e il punto interrogativo dice tutto: per la magistratura Sergio Castellari, ex direttore generale del ministero delle Partecipazioni Statali, Gabriele Cagliari, Presidente dell' Eni, e Raul Gardini, capo della Ferruzzi-Montedison, nei giorni tumultuosi di Tangentopoli si uccisero. Per il giudice Mario Almerighi, che ha scritto un libro, per Fabrizio Coniglio e Bebo Storti, che ne hanno tratto uno spettacolo teatrale che si sono autoprodotti (Nessuno voleva finanziarlo) e interpretano, molti elementi fanno dubitare della versione ufficiale. Italia 1993, in piena rivoluzione giudiziaria. A legare i cadaveri di Castellari (ritrovato il 23 febbraio nella campagna romana), Cagliari (il 20 luglio nei bagni di San Vittore) e Gardini (tre

Una scena di Suicidi?

Mi fa piacere che si faccia buon teatro. Lesperienza del Valle-occupato che potrebbe diventare quel centro nazionale di formazione che noi vorremmo, un buon segno che lascia sperare. Con il teatro si lavora sullimmediato. I problemi di finanziamento che affliggono il cinema si avvertono meno. Gli attori hanno voglia di confrontarsi con il pubblico e i nomi pi popolari garantiscono incassi soddisfacenti. Con Thom Pain, lanno scorso, ho fatto una settantina di repliche. E stato incoraggiante.
Lei in questi giorni sul set di Ozpetek Magnifica presenza con la Buy, Vittoria Nonostante la crisi, si aprono teatri. Come mai?

Le fa piacere che il Quirinetta sia restituito alla sua destinazione originaria?

giorni dopo nella sua casa milanese), linchiesta Enimont, la madre di tutte le tangenti e una coltre di mistero mai diradata. Lidea dello spettacolo venuta a Coniglio. Allepoca avevo 16, ero al liceo, sentivo un vento positivo. A distanza di due decenni, mi ha colpito la quantit di suicidi legati a quelle vicende: oltre quaranta. Ho letto il libro di Almerighi, ne ho parlato con Bebo Storti con cui stavo girando una fiction e abbiamo condiviso il progetto. Lo spettacolo evidenzia le incongruenze investigative e le aporie logiche delle ricostruzioni dei tre suicidi?. Progetto low cost, essenziale eppure sorprendente. Raccontano gli autori: Due soli attori in segna: siamo un padre e un figlio che di sera si ritrovano a cercare le verit del proprio paese. Martelliamo il pubblico di dubbi, che sono molto pi inquetanti di una risposta. Ne viene fuori uno spaccato grottesco e involontariamente comico, perch quando tu rappresenti lassurdit di certe vicende la gente ride. E dunque, quali segreti custodivano Castellari, Cagliari e Gardini? Lo spettacolo avanza unipotesi, ma senza illusioni. Frase rivelatrice tra padre e figlio: Sono stanco di giocare a trovare la verit. Magari un giorno la troviamo e ci fanno passare per pazzi. Il successo delle prime sporadiche rappresentazioni ha consentito di cominciare una vera tourne. Fino al 18 a Roma (Ambra alla Garbatella), a gennaio a Milano (Teatro della cooperativa), quindi a Firenze (Teatro Puccini), poi in provincia con una cinquantina di date.

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Spettacoli 43

Personaggio
STEFANO PRIARONE LONDRA

Elementare, Sherlock Holmes


Il personaggio di Conan Doyle non conosce et, ora torna al cinema e in tv
(quattro romanzi e alcune deci- cembre arriva al cinema il sene di racconti) molto limitato quel (gi annunciato nel finale rispetto a quello immenso della del primo film), Sherlock Holmes Christie (decine fra romanzi e - Gioco di ombre sempre diretto racconti), ma il personaggio da Ritchie: oltre ai due protagopu essere interpretato in vari nisti torna anche l'affascinante modi diversi e risultare sempre Rachel McAdams come Irene interessante. Adler, ma la sua parte ridotta Abbiamo avuto negli ultimi perch la vera protagonista decenni Holmes in cura da Sig- femminile Noomi Rapace mund Freud o in lotta contro (quella di Uomini che odiano le Dracula e, soprattutto nel 2009 donne e dei suoi sequel), nel ruoil film Sherlock Holmes di Guy lo di una zingara che legge il fuRitchie in cui il turo. L'antagonidetective interDAL 16 NELLE SALE sta (che nel pripretato da RoIl film di Guy Ritchie mo film tramava bert Downey Jr nell'ombra ma e una serie su Joi non appariva e il suo inseparabile amico il Dot- nella Londra moderna mai) il terribile tor Watson da Professor MoJude Law. Qui Holmes e Wat- riarty (Jared Harris), il Naposon sono giovani (come del re- leone del crimine secondo Holsto erano nei primi romanzi di mes. L'interpretazione di DowConan Doyle), energici, abbia- ney Jr e Law e la regia di Rimo uno Sherlock ironico e vita- tchie hanno contribuito a rilanle, lontano dagli stereotipi di ciare un personaggio davvero vittoriano ingessato di tanti senza tempo. film e serie tv (del resto, un tipo Tanto che pu funzionare che nei romanzi si inietta cocai- benissimo anche fuori dall'Et na lontano dall'immagine del Vittoriana come dimostra la sevittoriano bacchettone). Il 16 di- rie britannica Sherlock (trasmessa da Joi e fra poco su Italia 1) in cui Holmes e Watson si muovono nell'Inghilterra di oggi. Sherlock Holmes (Benedict Cumberbatch) non porta il classico berretto deerstalker, manda sms, ha un sito Internet, usa il palmare al posto della lente di ingrandimento, va a vivere con il reduce della guerra in Afghanistan (lo era anche il personaggio originale, ma della guerra degli anni Settanta dell'800) John Watson (Martin Freeman) e tutti danno per scontato che i due siano una coppia gay. Eppure sempre lo stesso Holmes, con un talento deduttivo strepitoso, scontroso e a volte e insolente con la polizia (pu ricordare il Dottor House, ma perch House, detective delle malattie modellato su Holmes). Anch'essi piuttosto giovani rispetto ai vecchi canoni (gli attori sono rispettivamente classe 1976 e 1971) i nuovi Holmes e Watson televisivi come quelli del grande schermo dimostrano la perenne vitalit dei personaggi di Conan Doyle.

i sono personaggi seriali che sono icone e altri che sono personaggi e basta. Prendiamo ad esempio i due pi celebri detective del giallo all'inglese Sherlock Holmes di Arthur Conan Doyle ed Hercule Poirot di Agatha Christie. Le avventure del secondo coprono un arco temporale di oltre cinquant'anni: il primo romanzo, Poirot a Styles Court del 1920 e ambientato pochi anni prima, durante la Grande Guerra, l'ultimo, Sipario, del 1975. Eppure l'acclamata versione televisiva di Philip Martin con protagonista David Suchet (in onda su Rete 4, in questi giorni al Noir in Festival di Courmayeur lanteprima di Assassinio sullOrient Express) con l'adattamento di tutti i romanzi e racconti dell' investigatore belga congela l'ambientazione in una sorta di Anni 30 standard. Holmes, invece, un'icona, il corpus di Conan Doyle

Robert Downey jr. in una scena di Sherlock Holmes, Gioco di ombre

Cinque passi in pi
Il nuovo disco di Alessandra Amoroso contiene cinque inediti: E' vero che vuoi restare, Ti aspetto, Prenditi cura di me, L'altra met di me, Succede, con l'amore come tema dominante

Alessandra Amoroso tra Sanremo e il sogno di un duetto con Mina


LUCA DONDONI ROMA

Domenica diecimila persone a Piazza di Spagna hanno festeggiato il nuovo album di Alessandra Amoroso. Volevo fare qualcosa di diverso, speciale, per presentare il mio disco nuovo, il primo live della mia giovane carriera con medley, versioni inedite e cover che arriva nei negozi in due versioni: due cd o due cd con dvd che ho intitolato Cinque passi in pi. Peccato per che con tutta l'ansia che mi porto dentro, ho passato la mattinata a masticarmi le unghie e a piangere. Un'ansia da prestazione che da sempre attanaglia la salentina ormai da ascrivere fra i nomi pi importanti dell'attuale scena pop nostrana con oltre seicentomila copie vendute dei primi due album e milioni di visualizzazioni su You Tube. Il nuovo progetto discografico molto importante soprattutto perch sono ben cinque le canzoni inedite che si trovano in scaletta prodotte da Celso Valli e scritte dalla coppia Federica Camba, Daniele Coro. Il dvd live - dice - la registra-

zione del concerto che ho fatto l'anno scorso al Mediolanum Forum davanti a diecimila persone. Un'emozione pazzesca che mi piaceva potesse rimanere viva e non solo nei ricordi. La regia di Roberto Cenci e ogni volta che lo guardo mi si allarga il cuore. Le tracce inedite del disco sono E' vero che vuoi restare, Ti aspetto, Prenditi cura di me, L'altra met di me e Succede con l'amore come tema dominante e una musicalit scritta apposta per le corde vocali di Sandrina. L'incontro di Piazza di Spagna si concluso con una versione di White Christmas. E' vero che andr a Sanremo? E che in cantiere un duetto con Mina? Proprio per l'amicizia che provo per Gianni Morandi dico che nel mio futuro un Festival di Sanremo potrebbe starci. Ora per siamo presi con la promozione di questo disco, c' il Natale di mezzo e quindi si vedr. Mina il mio sogno, la mia passione e fare un duetto con lei significherebbe molto per me. Lo vorrei fare ma lei che deve decidere. Attraverso le vostre pagine lo verr a sapere e se vorr io sono qui.

T1 T2 PR CV

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 44

GABB VECCHIA MANIFATTURA DIMENSIONI 145X110 PREZZO PIENO 1.500 SCONTATO %70 450

PERSIA QUM DIMENSIONI 210X140 PREZZO PIENO 1.800 SCONTATO %60 720

PERSIA DIMENSIONI 206X139 PREZZO PIENO 700 SCONTATO %50 350

PERSIA BAKTIARY DIMENSIONI 200X130 PREZZO PIENO 1.400 SCONTATO %70 420

PERSIA DIMENSIONI 210X110 PREZZO PIENO 750 SCONTATO %70 225

GABB VECCHIA MANIFATTURA DIMENSIONI 190X110 PREZZO PIENO 1.500 SCONTATO %70 450

CAUCASO SHIRWAN VECCHIA MANIFATTURA DIMENSIONI 135X104 PREZZO PIENO 1.800 SCONTATO %50 900

GABB VECCHIA MANIFATTURA DIMENSIONI 205X105 PREZZO PIENO 1.500 SCONTATO %70 450

VENDITA PROMOZIONALE CON SCONTI FINO AL 70%


FINO AL 31/12/2011

CAUCASO SHIRWAN FINE 1800 DIMENSIONI 212X102 PREZZO PIENO 2.900 SCONTATO %70 870

Centinaia di tappeti di alta qualit antichi, vecchi e nuovi importati direttamente e Corredati di Certificato di Origine e Autenticit a prezzi senza confronto

PARCHEGGIO GRATUITO PER TUTTA LA CLIENTELA IN VIA SAN QUINTINO 4 ACCANTO AL NEGOZIO

Via San Quintino, 4 - 10121 Torino - Tel e Fax 011.7640774


Orario continuato 9.30/19.30 ANCHE LA DOMENICA

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Speciale manovra I

LA STAMPA
PENSIONI

Lavoreremo tutti pi a lungo Calcolate let delluscita


Rosaria Talarico
A PAGINA II

CASA

Con la nuova Ici arriva laddizionale sui servizi


Raffaello Masci
A PAGINA IV

FISCO

Subito la stangata sul pieno Dal 2012 laumento Iva


Francesco Moscatelli e Marco Bresolin
A PAGINA V

SVILUPPO

Primo passo, abbattere lIrap A gennaio il secondo round


Sandra Riccio
A PAGINA VI

LIBERALIZZAZIONI

Negozi, lorario si allunga Pi medicine al supermarket


Luigi Grassia
A PAGINA VII

LE MINIBATOSTE

E chi ha una mongolfiera pagher 450 euro lanno


Servizi
A PAGINA VIII

Illustrazione di Dariush Radpour

Cos il governo cerca di allontanare il rischio Grecia: ecco i sacrifici chiesti agli italiani
ALESSANDRO BARBERA
ROMA

Guida alla manovra


nati, deve aver fatto errori grossolani. 1996 e ancora pi debole oggi. LItaE vero: la miopia della politica, la vista lia era ed rimasto un Paese indebitacorta del consenso ha spesso inficiato i to, che invecchia e non produce abbasacrifici degli italiani. E accaduto a go- stanza. Quel problema, pur con i debiverni di centro-destra come a quelli di ti distinguo, laveva e lha lEuropa tutcentro-sinistra. Se ta. La differenza nei momenti difficili che nel frattempo ci siamo dovuti affifuori dei nostri confidare a politici non ni il mondo cambiaprofessionisti, occorto. Cina, India, Brasire chiedersi il perle, Russia sono ecoch. E per, se quinmomie sempre pi dici anni sono passavicine, capaci di creti invano, e se oggi scere, competere secondo alcuni - stiapi di noi e con uno mo perfino peggio, lo il valore della manovra varata Stato pi leggero. si deve anche alla Ecco perch siadal governo Monti. Circa 20 curva della storia. miliardi sono strutturali: mo di nuovo qui. EcUn primo indizio maggiori tasse e tagli di spesa. co perch il presidenrisponde al nome di Lobiettivo riportare il Paese in te del Consiglio codebito pubblico: carreggiata. Senza esitazioni stretto ad andare in quindici anni fa, in televisione a spiegarapporto alla ricchezza prodotta ogni re che se questa manovra non fosse staanno, quel valore era al 120%. Oggi, do- ta approvata, se gli italiani non avessepo una discesa di venti punti, siamo ro accettato lamaro calice, il rischio tornati agli stessi livelli. Il secondo in- era di finire come la Grecia, dove il padizio si chiama crescita: debole era nel gamento degli stipendi pubblici per

llora a chiedere i sacrifici fu un professore bolognese dallaria mite e bonaria, Romano Prodi. Oggi c un altro professore, altrettanto mite ma di Varese e con laria un po pi austera: Mario Monti. Allora, era lautunno del 1996, quel professore ci chiese di pagare il biglietto di ingresso nel club della moneta unica. Oggi dobbiamo pagare quel biglietto una volta ancora, questa volta per per non essere esclusi dal libro dei soci. Anzi, di pi: per non mandare il club in bancarotta. Allora si chiamava Eurotassa, oggi il decreto salva-Europa. Al lettore sorger spontanea la domanda: che successo nel frattempo? Possibile che quindici anni di sacrifici e tagli non siano stati sufficienti a evitare lennesima, durissima, manovra di austerit? Che cosa non ha funzionato? La risposta pi facile e consolatoria, che qualcuno, fra chi nel frattempo ci ha gover-

miliardi complessivi

34

gentile intercessione del Fondo monetario internazionale. A quel baratro ci siamo avvicinati come bambini incapaci di cogliere il rischio di cadere. Ora lunica strada per allontanarci dal burrone una manovra da oltre 34 miliardi di euro, venti dei quali strutturali, ovvero entrate e riduzioni di spesa che incideranno in modo permanente sul bilancio dello Stato. Il prezzo pi alto lo paga il patrimonio pi amato dagli italiani, la casa, il rifugio per eccellenza. Si potrebbe dire che basta questo a dare il senso dellurgenza. La verit che finora la casa, in Italia pi che altrove, stata tenuta lontana dalle grinfie del Fisco. Solo dagli immobili arriveranno undici miliardi di nuove entrate. Laltro prezzo, pesantissimo, lo pagheranno le pensioni. Lanno prossimo contribuiranno per quasi tre miliardi, nel 2018 per oltre venti. Per ora, chi non paga il dazio che dovrebbe, il costo della macchina pubblica. Il governo si difende dicendo che per farlo c bisogno di tempo, e che siamo solo allinizio di una lunga cura. E bene saperlo.

II Speciale manovra

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

g g Dossier / La nuova previdenza


Calcolate let della pensione
ANNO DI NASCITA

(stima dell'anno di maturazione dei requisiti di pensionamento)

UOMINI

1951
ET IN CUI SI INIZIATO A LAVORARE

1952

1953

1954

1955

1956

1957

1958

1959

1960

1961

1962

1963

1964

1965

1966

1967

1968

1969

1970

1971

18 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2019 2020 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2031 2032 2033 19 2011 2013 2014 2015 2016 2017 2019 2020 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2031 2032 2033 2034 20 2011 2014 2015 2016 2017 2019 2020 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2031 2032 2033 2034 2035 21 2011 2015 2016 2017 2019 2020 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2031 2032 2033 2034 2035 2036 22 2011 2016 2017 2019 2020 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 23 2011 2017 2019 2020 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 2038 24 2011 2018 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 2038 25 2017 2018 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 2038 26 2017 2018 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 2038 27 2017 2018 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 2038 2 28 2017 2018 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 2038 2 29 2017 2018 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 2038 2 30 2017 2018 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 2038 3 31 2017 2018 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 2038 3 32 2017 2018 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 2038 3 33 2017 2018 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 2038 3 34 2017 2018 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 2038 3 35 2017 2018 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 2038 3

PENSIONI

Al lavoro fino a 66 anni con lo scalone ripido


Per due anni il 76% degli assegni sar congelato: niente rivalutazione
ROSARIA TALARICO

r
Il sistema diventer sostenibile per i conti pubblici: sar in grado di garantire una pensione a tutti

La caccia alla calcolatrice cominciata. Esclusi i fortunati che riusciranno ad andare in pensione con le vecchie regole (se i requisiti sono maturati entro il 31 dicembre del 2012), chi pregustava le panchine ai giardinetti e il tempo passato con i nipotini, in questi giorni invece preda del demone del ricalcolo. Il problema : quanto stato spostato in avanti lagognato traguardo pensionistico? Il peggio che pu capitare sono sei anni in pi di lavoro.
Le donne nel privato

la classe che paga di pi


I nati nel 1952 che sono entrati nel mercato del lavoro (pagando i contributi, si intende, non valgono i periodi di lavoro in nero) a 25 anni sono quelli che ottengono il risultato peggiore nellincrocio tra et anagrafica e anni di contributi versati. Andranno in pensione sei anni pi tardi del previsto: nel 2018 anzich nel 2012

1952

to rispetto a quello di vecchiaia.


Chi va in pensione dopo

Al contrario, chi liberamente decider di restare a lavoro fino ai 70 anni potr usufruire di coefficienti di trasformazione (quelli che determinano il moltiplicatore nel sistema contributivo) pi convenienti dai 65 ai 70 anni.
Gli autonomi

Per le donne dipendenti del settore privato, in particolare, arrivata unaccelerata che si fa sentire. Let necessaria per andare in pensione di vecchiaia sar portata a 62 anni nel 2012 per arrivare a 66 anni nel 2018 con una sorta di maxiscalone, lo stesso requisito gi stabilito per gli uomini e le donne dipendenti della pubblica amministrazione.
Come si calcola lassegno

previsto un aumento delle aliquote contributive di 0,3 punti ogni anno per arrivare a due punti in pi nel 2018 (adesso sono al 20-21% per i commercianti e gli artigiani, a fronte del 33% dei dipendenti).
Le finestre

t
Andremo in pensione pi tardi e con assegni pi bassi. In difficolt chi comincia a lavorare tardi (i giovani)

Sar esteso a tutti il metodo contributivo pro rata (cio proporzionale). Il primo sistema d diritto a una pensione proporzionata ai contributi versati nella vita lavorativa, il secondo calcolava lassegno sulla base degli ultimi stipendi: dal momento che a fine carriera, normalmente, si guadagna di pi chiaro che con il retributivo si portavano a casa pensioni migliori. Ora il retributivo sar applicato anche a chi ha cominciato a versare contributi prima del 1978. Per questi lavoratori il nuovo meccanismo varr dal 2012, quindi gli anni di lavoro fino al 2011 saranno calcolati con il retributivo.
La rivalutazione

nistro del Welfare che lo ha introdotto nella riforma: niente adeguamenti allinflazione per le pensioni nel biennio 2012-2013. Unica eccezione per quelle fino al minimo (467,42 euro). Il blocco dellindicizzazione delle pensioni riguarda il 76,5% degli assegni e dar risparmi per 3,8 miliardi di euro lordi nel 2012.
Il sistema delle quote

Addio al meccanismo della decorrenza di 12 mesi per i dipendenti e 18 per gli autonomi. Il periodo sar assorbito nei requisiti che per la vecchiaia degli uomini dipendenti saranno dallanno prossimo, quindi pari a 66 anni (65 anni attuali pi 12 mesi di finestra).
Gli enti previdenziali

Sono abolite le cosiddette quote (et pi contributi) e per i dipendenti dal 2012 sar possibile uscire dal lavoro in anticipo rispetto all'et di vecchiaia solo con almeno 41 anni di contributi per le donne e 42 per gli uomini. Al momento gli anni necessari per andare in pensione anticipata sono 41 per uomini e donne (40 pi un anno di finestra mobile).
Chi va in pensione prima

Anche le casse previdenziali private devono fare i conti con la riforma ed equilibrare entrate e spese per le prestazioni. Lallarme scattato per le casse di ingegneri, avvocati, veterinari e altri professionisti. I bilanci dovranno considerare un arco temporale di 50 anni. Il riequilibrio, se necessario, ricadr sugli iscritti che, a seconda dei casi, dovranno pagare una contribuzione aumentata.
La tracciabilit

Le cattive notizie purtroppo non finiscono qui. Il boccone amaro lo ha definito Elsa Fornero, il mi-

Chi andr in pensione prima dei 62 anni con il pensionamento anticipato verr penalizzato del 2% per ogni anno di anticipo sulla quota retributiva dell'importo della pensione, in modo da costituire un disincentivo al pensionamento anticipa-

Con la norma che obbliga trasferimenti elettronici per le cifre sopra i cinquecento euro, le pensioni non potranno pi essere ritirate in contanti alla posta. Sono per previsti degli incentivi: sugli accrediti non si paga il bollo e alle banche fatto divieto di addebitare alcun costo.

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Speciale manovra III

g
DONNE DIPENDENTI PRIVATE
Fonte: Elaborazione

ANNO DI NASCITA

1951

1952

1953

1954

1955

1956

1957

1958

1959

1960

1961

1962

1963

1964

1965

1966

1967

1968

1969

1970
ET IN CUI SI INIZIATO A LAVORARE

18 2011 2012 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2019 2020 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2031 19 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2019 2020 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2031 2032 20 2011 2013 2014 2015 2016 2017 2019 2020 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2031 2032 2033 21 2011 2014 2015 2016 2017 2019 2020 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2031 2032 2033 2034 22 2011 2015 2016 2017 2019 2020 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2031 2032 2033 2034 2035 23 2011 2016 2017 2019 2020 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2031 2032 2033 2034 2035 2036 24 2011 2017 2018 2020 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 25 2013 2017 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 26 2013 2017 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 27 2013 2017 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 28 2013 2017 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 29 2013 2017 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 30 2013 2017 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 31 2013 2017 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 32 2013 2017 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037
Centimetri - LA STAMPA

?
e

le domande

Cosa comporta il passaggio dal sistema contributivo a quello retributivo pieno per tutti?
La pensione sar calcolata sui contributi versati nella vita lavorativa e non pi sullimporto dellultimo stipendio, di solito il pi alto di tutta la carriera: il risultato saranno assegni decisamente pi bassi.

33 2013 2017 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 34 2013 2017 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037 35 2013 2017 2019 2020 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033 2034 2035 2036 2037

Perch procedere proprio nel pieno della crisi a una riforma cos pesante per le tasche degli italiani?
necessario proprio perch c la crisi. Il debito costa sempre pi caro, per continuare a pagare le pensioni con il vecchio sistema lo Stato avrebbe dovuto indebitarsi sempre di pi.

il caso

Hanno detto

uasi tutti i paesi europei hanno stretto sulle pensioni per rendere il loro sistema pi sostenibile dal punto di vista dei conti pubblici. Ecco una panoramica di come funziona la previdenza in quelli pi vicini.
Gran Bretagna

t
Nicolas Sarkozy

Let minima fissata a 65 anni per gli uomini, 60 per le donne. Queste soglie passeranno a 66 anni per tutti dal 2018 al 2020, poi si arriver a 68 anni entro il 2046. Da inizio ottobre, il pensionamento dufficio a 65 anni stato eliminato. Nel quadro del suo piano di rigore, il governo di Londra vuole equiparare let del collocamento a riposo dei funzionari a quello del regime generale (66 anni nel 2020 invece dei 60 per la maggior parte dei lavoratori in vigore oggi). Per avere la pensione massima occorre raggiungere let minima e 44 anni di contributi per gli uomini e 39 per le donne (dati 2008). Al termine della riforma avviata dai laburisti, servir let minima (68 anni) con solo 30 anni di contributi. C anche un incentivo: una maggiorazioone dello stipendio del 10,4% per chi lavorer oltre i 65 anni det. in corso la riforma che porter let minima da 60 a 62 anni entro il 2017. Per beneficiare dellassegno massimo con sgravi fiscali, occorrono 41,5 anni di contributi a partire dai nati nel 1955. In caso contrario, il lavoratore si vedr applicare una riduzione progressiva degli sgravi. Il sistema flessibile, dunque c anche unet massima che fissata a 65 anni, e passer progressivamente a 67 anni entro il 2022. Anche la Francia - in parallelo
Francia

So che ci sono sofferenze Ma facciamo qualcosa di utile per il Paese


David Cameron

Anche i governi precedenti avevano riformato le pensioni. Perch non bastato quanto s fatto?
La crisi mondiale esplosa nel 2008 ha cambiato le carte in tavola per tutti i paesi sviluppati, caratterizzati da un indebitamento molto alto. I mercati finanziari non si fidano pi degli Stati.

Chi protesta irresponsabile Viviamo di pi normale lavorare di pi

Ma nel resto dEuropa la stretta sullet gi diventata legge


Tutti al mare
Nella foto: pensionati inglesi sulla costa meridionale dellisola. Gli inglesi dovranno attendere qualche anno in pi per godersi il sole

Il premier Mario Monti ha parlato di un sistema pi equo per tutti. Perch sembra che sia solo pi misero?
Monti ha spiegato che il sistema sar pi equo in futuro, ma anche stato chiaro sul fatto che lemergenza impone di arrivarci passando attraverso un periodo di sacrifici pesanti.

Non soffre solo lItalia: la previdenza scricchiola ovunque


con gli sgravi - previsto un incentivo per chi lavora pi a lungo: una maggiorazione dello stipendio dell1,25% ogni tre mesi supplementari lavorati oltre let minima di pensionamento.
Germania Spagna

In Germania let minima per la pensione fissata in 63 anni, con 35 anni di contributi. Let massima per andare in pensione - anche in questo caso il sistema flessibile -, invece, fissata a 65 anni e verr portata progressivamente a 67 anni entro il 2029 (un mese allanno). Rester a 65 anni per chi ha 45 anni di contributi. Il sistema disincentiva le uscite con una una riduzione del 3,6% dellassegno applicata per ogni anno non lavorato in caso di pensionamento prima dellet minima.

Let minima per la pensione, in Spagna fissata a 65 anni, con periodo minimo di contributi versati di circa 13 anni (dati 2008). A partire dal 2013, questa soglia sar portata a 15 anni e sar possibile andare in pensione a partire da 63 anni, o 61 anni in situazione di crisi, ma solo per chi avr versato 33 anni di contributi. Per ottenere il massimo della pensione, servono per 65 anni e 35 di contributi, et che aumenter progressivamente a partire dal 2013 per raggiungere 67 anni e 37 anni di contributi nel 2027, secondo la riforma voluta dal governo di Zapatero poco prima delle dimissioni, qualche mese fa. I lavoratori che hanno versamenti per 38 anni e mezzo potranno andare in pensione a 65 anni senza sgravi. [R. E.]

San Marino

Complementare obbligatorio per tutti dal 2012


I

Il parlamento sammarinese ha votato lintroduzione della previdenza complementare obbligatoria con la creazione di un fondo allIstituto di sicurezza sociale (Iss). Il versamento per il secondo pilastro sar complementare e obbligatorio per tutte le categorie, sia dipendenti che autonomi, e sar legato al primo pilastro, quello dei versamenti tradizionali. Il sistema garantir assegni pari al 75% dellultimo stipendio.

In Italia la pressione fiscale da sempre ai massimi. Possibile che non si riescano a pagare le pensioni?
Pesa il fattore anagrafico: ci sono sempre meno giovani al lavoro, quelli che pagano i contributi per sostenere le pensioni, e sempre pi anziani a riposo che incassano lassegno. Si vive anche pi a lungo.

IV Speciale manovra

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

g g Dossier / Come cambia il Fisco

CASA

?
e

Attenti alla nuova Ici C laddizionale servizi


NellImu anche un ulteriore balzello: fino a 40 centesimi al metro quadro
Quanto si pagher in pi per la casa
Ici 2011 Ici 2012 Aliquota 4,6 Ici 2012 Aliquota 7,6 Ici 2012 Aliquota 10,6

le domande

Perch tassare la prima casa? un bene che significa ricchezza, ma chi ci abita non pu usare quella ricchezza
Per ragioni durgenza. Il governo ha bisogno di incassi certi da presentare allEuropa e alla comunit finanziaria per fermare la speculazione sul nostro debito. Si fatto ricorso ai beni pi facili da individuare.

ICI imponib. imponib. classe pre-riforma post-riforma medio 1 casa Monti Monti catasto

ICI seconda casa

949

1.569
+924

2.188
+1.543

A2 A3 Milano A7 A2 A3 Torino A7 A2 A3 Roma A7

129.000 206.400 71.786 114.858 280.929 449.486 157.500 252.000 82.857 132.571 221.786 354.858 178.500 285.600 81.429 130.286 212.143 339.429

626 259 1.598 808

645
528

+304

873

1.217 2.068 3.416 4.765


+3.360

359 +169 1.405


1.159
+663

1.915
+1.128

2.671
+1.884

788
330
610

+372

1.008

1.405 1.632 2.697


+1.588

414
1.219

+196

+991

3.347
+2.360

Perch rivedere anche le rendite catastali? Non bastava tornare a far pagare il balzello alle famiglie?
In Italia le rendite catastali sono ferme da decine di anni: attribuiscono ai beni immobiliari un valore decisamente pi basso di quello reale. Una aggiornamento era indispensabile.

1.109
942

+523

1.314

2.171

3.207
+2.135

893
321 1.158
599

+421

990

1.381 501 1.519


+2.580

407 +192 1.061

+974

3.598
+2.537

+1.561

Abitazioni di propriet e seconde case

72,4

Evoluzione dell'ICI (entrate dello stato miliardi euro) 16 Istituzione Con il Governo Prodi dell'ICI con il detrazioni fino a 200 14 d.lgs n. 504 del sulla prima casa escluse 12 1992 le case di lusso 10 8

La nuova tassa ha cambiato nome, non si chiama pi Ici ma Imu. Cosa significa? Ci sono sorprese in agguato?
Imu significa Imposta municipale unica: accorper tutti i tributi comunali. La sorpresa c: conterr unaddizionale tra i 30 e i 40 centesimi al metro quadrato per i servizi comunali.

11,8
Famiglie proprietarie della casa in cui vivono
Fonte: Elaborazioni

6 4

Famiglie che hanno almeno una 2a casa di propriet

Con il Governo Berlusconi abolizione dell'ICI sulla prima casa escluse le case di lusso Centimetri - LA STAMPA

0 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010

su dati Istat e Banca d'Italia

RAFFAELLO MASCI

I Comuni hanno margini di manovra: pensabile che non applichino le aliquote pi alte?
Senza dubbio i sindaci ci proveranno: hanno bisogno di essere eletti. Certo, dopo i tagli sui trasferimenti decisi con le ultime manovre, difficile che possano permettersi sconti.

Insomma, posto che dovremo pagare pi tasse per la casa, si capito quanto? La domanda semplice, la risposta - invece - non pu che essere articolata, perch dipende da molte variabili: prima o seconda casa? Di civile abitazione, popolare, di lusso o di quale altra categoria catastale? E poi: il comune in cui si trova alzer o abbasser le aliquote fiscali quando ha possibilit di farlo? Siamo di fronte ad una materia complessa, che ora proviamo a spiegare punto per punto.
Arriva la nuova tassa

22
miliardi nelle casse dello Stato
il gettito complessivo annuo che lo Stato si aspetta dallintroduzione della nuova tassa sulla casa. Circa met li incassava gi prima, dunque il vantaggio netto per le casse statali di 11 miliardi. Una cifra stratosferica? Nella prima met dellanno prossimo lo Stato dovr rimborsare debiti per oltre 200 miliardi. La cifra non poi cos alta, insomma

li adibiti ad attivit non abitative (commerciali, industriali e simili). Qui laliquota che si applica quella base del 7,6 per mille, e anche qui valgono le rivalutazioni degli estimi (anche se in alcuni casi un po inferiori, per esempio per gli studi professionali). E anche qui i sindaci possono esercitare una manovrabilit di ben tre punti - in su o in gi - col che significa che una seconda casa al mare pu pagare anche solo il 4,6 per mille (ipotesi solo teorica) ma molto pi probabilmente pagher il 10,6, che comincia a essere una bella tassa.
Le esenzioni

r
I Comuni disporranno delle risorse per garantire i servizi essenziali: scuola per linfanzia, acqua, spazzatura

Ci sono esenzioni? Qualcuno, magari con un reddito molto basso, pu sperare di evitare questa stangata?
Lesenzione c e riguarda tutti i contribuenti che, fatti i conti, scoprirranno di dover pagare fino a 200 euro di Ici. Sopra questa soglia, si paga (scontando dalla cifra i duecento euro di esenzione iniziale).

LIci (la vecchia imposta comunale sugli immobili) non esiste pi, almeno con questa denominazione. La nuova tassa sugli edifici - che stata inserita allinterno delle norme sul federalismo fiscale - si invece chiama Imu (imposta municipale unica) e avrebbe lambizione di raccogliere in ununica voce tutti i balzelli che pagheremo al Comune nel quale siamo residenti o abbiamo unabitazione. Per ora, per, accorpa solo la vecchia Ici (cio la tassa sugli immobili) pi lIrpef che si pagava (e si continuer a pagare) sulle seconde case e sugli edifici adibiti ad usi non abitativi. LImu doveva entrare in vigore nel 2014, ma stata anticipata a gennaio prossimo. Laliquota base fissata nel 7,6 per mille del valore catastale dellimmobile (quella dellIci era del 5).
Quanto costa la prima casa

Negli ultimi anni - ovvero quando Berlusconi labol - sulla prima casa non si pagava nulla. Ora si pagher lImu secondo laliquota base (7,6 per mille) scontata di 3,6 punti (ma solo per la prima casa). Di fatto - quindi

- la base di partenza sar del 4 per mille del valore catastale. Il quale, ovviamente, cambia, a seconda che si tratti di una casa signorile (categoria A1) di civile abitazione (A2), economica (A3), popolare (A4) eccetera ... le categorie sono 11 solo per le abitazioni (poi ci sono i terreni, i locali commerciali e via elencando). Nessuno si illuda, per, di pagare poco, perch la manovra Monti prevede la rivalutazione degli estimi catastali del 60%, quindi la base su cui calcolare limposta si allarga enormemente. C - infine - una terza variabile di cui tener conto: la manovrabilit. Si tratta della facolt dei sindaci di innalzare o abbassare laliquota di riferimento (quella del 4 per mille) di due punti, portandola al 2 oppure al 6 per mille, a seconda dei chiari di luna in cui il comune si trovi. Secondo voi, i comuni labbasseranno o lalzeranno?
Quanto costa la seconda casa

Chi non pagher? Chi, a conti fatti, scoprir che sulla prima casa dovrebbe pagare meno di 200 euro lanno. Al di sotto di quella cifra, infatti, si esenti dallimposta. E poi c un altro soggetto, totalmente esente: Santa Romana Chiesa, che non pagher un euro su nulla, neppure sui negozi, pensionati, alberghi.
Quanto incasser lo Stato

Lammontare complessivo che il governo si attende dalla tassazione degli immobili, sfiora i 22 miliardi (21,8): di questi la met venivano incassati anche prima, mentre laltra met sono nuovi (tecnicamente: di extragettito).
Il nuovo balzello

La vera batosta qui. Sulle seconde (terze, quarte, quinte, eccetera) case e sugli immobi-

Aspettate un attimo prima di mettere mano al portafogli. Non tutto: la manovra introduce anche una tassa in quota fissa sui servizi comunali (acqua, fognature, nettezza urbana e simili), pari a 30 centesimi (innalzabili a 40 sempre per la storia della manovrabilit) a metro quadro. Sia chiaro: continuerete a pagare acqua, immondizia e tutto il resto. Ma in pi, dovrete sborsare 30 (o 40) centesimi a metro quadro. S, anche sulla prima casa.

t
Tutti devono pagare: anche chi ha un reddito molto basso e magari ha la casa perch lha ereditata dai suoi genitori

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Speciale manovra V

TASSE E IMPOSTE

?
e

Stangata sui carburanti E dal 2012 aumenta lIva


Colpite anche buonuscite milionarie, auto, aerei e imbarcazioni di lusso
FRANCESCO MOSCATELLI

le domande

Pressione scale in Italia dal dopoguerra ad oggi


45 40 35 30 25 20 15 10 5 0
Fonte: elaborazione su dati Istat, Tesoro, Banca dItalia, Golinelli R. (1998)

Ma le aliquote Irpef verranno toccate? Almeno vero che chi ha un reddito pi alto pagher di pi?
No, lipotesi di aumentare le aliquote del 41 e del 43% saltata. Il governo ha per deciso di aumentare leggermente laddizionale Irpef regionale per incrementare la partecipazione delle persone fisiche alla spesa sanitaria.

Pi tasse (e imposte) per tutti. Per i suoi critici il peccato originale della manovra. Per i suoi sostenitori, invece, la dimostrazione che lequit non rimasta un principio astratto: pagheranno tutti, ma chi ha di pi pagher (un po) di pi. Il discorso vale per lIci, ma anche per le altre misure previste dal governo Monti sul fronte fiscale: addizionale Irpef, accise sui carburanti, aumenti delle aliquote Iva, superbollo per auto di lusso, imbarcazioni e aerei, imposta una tantum sui capitali scudati, mini-patrimoniale sui titoli e sulle buonuscite milionarie.
Laddizionale Irpef

r
Grazie alle risorse recuperate con le tasse il governo riuscito a dare un primo segnale sul fronte della crescita, introducendo gli sgravi Irap per le imprese che assumono giovani e donne

E i supermanager? Quando entrer in vigore la nuova tassazione delle buonuscite milionarie?


Da subito. Si applicher anche a quelle dellultimo anno, inclusa quella accordata da Finmeccanica al presidente Pierfrancesco Guarguaglini, e che si dovrebbe aggirarsi intorno ai 5 milioni di euro.

Saltata allultimo momento lipotesi di un aumento delle aliquote per i redditi pi alti, ci sar comunque un lieve aumento generalizzato. Laddizionale Irpef delle Regioni a statuto ordinario, infatti, aumenter da subito e porter nella casse dello Stato 2,1 miliardi di euro. In particolare sar incrementata la componente base, quella determinata dallo Stato, che passa dallo 0,9% all1,23%.
POSTI BARCA NEL MIRINO

52 54 56 58 60 62 64 66 68 70 72 74 76 78 80 82 84 86 88 90 92 94 96 98 00 02 04 06 08 10 12 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 20 20 20 20 20 20 20

Consistenza del naviglio da diporto per classi di lunghezza


Oltre 24 metri

248
18-24 metri sotto 10 metri

2.760
12-18 metri

36.553

I maxi yacht oltre i 10 metri pagheranno da 1500 fino a 256 mila euro in pi
BALZELLO PER GLI SCUDATI

20.046
10-12 metri

t
Laumento della pressione fiscale potrebbe avere un effetto deprimente sui consumi e dunque sulla crescita economica In particolare laumento dellIva e delle accise sui carburanti che colpiscono anche i redditi deboli

Quali automobili pagheranno il superbollo? Quante sono in Italia? Quanto si paga?


Il superbollo sulla mobilit di lusso si applica sulle 220 mila automobili con potenza superiore ai 185 kW-284 cv: si pagheranno venti euro per ogni chilowatt eccedente questa soglia.

Chi ha fatto rientrare capitali dallestero dovr pagare unaddizionale dell1,5%


Carburanti

22.619
Main da 65 metri dovr sborsare 256.595 euro allanno.
Scudo fiscale e buonuscite

Fonte: elaborazione le su dati Ministero delle infrastrutture e dei trasporti

Sar immediata anche la stangata sui carburanti. Al contrario del previsto aumento dal primo gennaio, le aliquote su benzina e diesel salgono rispettivamente a 704,20 euro (+8,2 cent al litro) e 593,20 euro per mille litri (+11,2 cent) a decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto. La misura d complessivamente un gettito di 4,8 miliardi di euro.
Iva

Il decreto prevede anche una tassa straordinaria dell1,5% sui capitali scudati che render 2 miliardi di euro in due anni. Luna tantum dovr essere pagata in due rate: la prima entro il 16 febbraio 2012 e la seconda rata entro il 16 febbraio 2013. prevista inoltre una tassazione delle buonuscite milionarie. Dora in

poi, per la quota eccedente il milione di euro, i manager vedranno il loro Tfr andare a formare il loro reddito complessivo tassato con laliquota massima Irpef del 43%.
Mini-patrimoniale sui titoli

Viene modificato anche il super bollo in conto titoli introdotto dalla manovra di luglio del governo Berlusconi. Sulle attivit finanziarie previsto un prelievo proporzionale pari allo 0,1% per il 2012 e allo 0,15% dal

2013. Limposta si calcoler sul valore di mercato degli strumenti finanziari con un importo minimo pari a 34,2 euro e massimo pari a 1.200 euro. Il prelievo si applica a tutti i prodotti finanziari e non soltanto su quelli che obbligatoriamente devono essere inclusi nel deposito titoli. Applicando le nuove tariffe si otterr un incremento di gettito di circa 1,982 miliardi annui per il primo anno e di circa 3,018 miliardi a partire dal 2013.

Da quando scatter laumento dellIva? Riguarder tutte e tre le aliquote attualmente in vigore?
Laumento partir dal 1 ottobre del 2012 e sar di 2 punti percentuali per laliquota ordinaria (ora al 21%) e per quella ridotta (ora al 10%). Dal 2014 aumenteranno di un ulteriore 0,5%.

Laumento dellIva, invece, che porter nelle casse dello Stato 3,3 miliardi il prossimo anno, 13,1 miliardi nel 2013 e 16,4 miliardi nel 2014, rimandato di qualche mese. Le aliquote del 10 e del 21% saranno incrementate di 2 punti percentuali a decorrere dall1 ottobre 2012 mentre, a partire dall1 gennaio 2014, aumenteranno di altri 0,5 punti percentuali.
Auto di lusso, yacht e aerei

Intervista

,,
MARCO BRESOLIN

Chi aveva usufruito dello scudo fiscale non aveva goduto dellanonimato? Come saranno rintracciati ?
Il versamento dellimposta dell1,5% spetta agli intermediari, che devono chiederla a chi ha usufruito dello scudo. Se non dovessero riuscire a ottenerla dovranno comunicare allErario il nome dei contribuenti e limporto.

Il superbollo sulla mobilit di lusso render complessivamente 453 milioni di euro nel 2012. Ma si gi fatto numerosi nemici che vanno dallassociazione dei concessionari Federauto al velista solitario Giovanni Soldini, passando per il governatore della Sardegna Cappellacci e per quello del Veneto Zaia: Un bel regalo ai porti croati. Riguarder tutte le 220 mila automobili oltre i 185 kW-284 cv (20 euro per ogni chilowatt eccedente), aerei, elicotteri, alianti (450 euro secchi), e le imbarcazioni oltre i 10 metri (dai 110 mila posti barca italiani ci si attende un gettito di 200 milioni di euro). Qualche esempio? Il calciatore Francesco Totti per la sua Ferrari 599 pagher 5.470 euro di addizionale, mentre Giorgio Armani per navigare con il suo

Tassare i capitali rientrati con lo scudo viola la segretezza


Lesperto: in molti impugneranno la norma
ri, che dovranno recuperare la somma dai beneficiari, in due tranche: il 16 febbraio del 2012 e lo stesso giorno del 2013.
E se gli intermediari non riuscissero a recuperare quei soldi dai beneficiari?

imposta sui capitali che hanno usufruito dello scudo fiscale va a ledere il patto tra lo Stato e i cittadini, anche in termini di riservatezza. Non sono da escludere ricorsi in sede giudiziaria. Per Enrico Zanetti, direttore del Centro studi tributari Eutekne.info, larticolo 19 del decreto salva-Italia rischia di aprire una serie di contenziosi e di non portare nelle casse dello Stato la somma prevista. La manovra ha infatti introdotto una imposta straordinaria dell1,5% sui capitali che hanno usufruito degli ultimi tre scudi fiscali. La cifra in questione si aggira attorno ai 182 miliardi di euro, da cui lo Stato ha previsto di ricavarne 2,19 spalmati in due anni. Il versamento sar infatti effettuato dagli intermediari finanzia-

condoni. In linea teorica, che secondo me potrebbe verificarsi facilmente nella pratica, i soggetti in questione potrebbero non essere pi in possesso di quei capitali. E quindi essere insolventi per il fisco.
In effetti le stime della relazione tecnica hanno previsto entrate soltanto pari all80% di quelle potenziali, che sarebbero di 2,7 miliardi e non di 2,19.

Cadr lanonimato e si violer il patto di riservatezza che fu fatto tra lo Stato e i cittadini. Gli intermediari dovranno infatti comunicare allErario il nome dei beneficiari e limporto scudato. Ipotesi pi che probabile, visto che sono passati 8-9 anni dai primi
E se i contribuenti decidessero di non versare quanto dovuto?

Enrico Zanetti
Direttore del centro studi tributari di Eutekne.info

Credo sia una stima molto prudente, anche perch probabile che qualcuno decida di impugnare il provvedimento. Che, di fatto, prevede una tassazione aggiuntiva retroattiva.

VI Speciale manovra

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

g g Dossier / Le misure per il rilancio

?
e

le domande

Molti commentatori dicono che nella manovra c poco per la crescita. vero? E se s, perch?
Lo stesso premier Mario Monti ha ammesso che nel primo round della manovra s potuto fare poco. Prima era necessario intervenire sulle spese e sui risparmi. A gennaio si aprir il cantiere della crescita.

davvero necessario investire? Perch non si possono dare questi soldi a chi in difficolt?
La crescita indispensabile per permettere allo Stato di indebitarsi sempre meno e concentrare le risorse pubbliche sulla creazione di ricchezza. Sul lungo periodo i sacrifici torneranno in positivo nelle nostre tasche.

Sul tavolo 8,5 miliardi per stimolare la crescita


Sgravi alle imprese e bonus a chi assume. A gennaio altri provvedimenti
SANDRA RICCIO TORINO

SVILUPPO r
Gli sgravi sul costo del lavoro e i bonus introdotti per chi assume giovani e donne avranno leffetto di favorire loccupazione In particolare quella dei pi giovani

Perch uno dei pochi tagli fiscali concentrato sullIrap, pagata dalle imprese? E le famiglie?
Il taglio dellIrap comporta un taglio dei costi del lavoro. Loperazione dovrebbe indurre le imprese ad assumere per produrre di pi. Il denaro, dunque, torner nelle tasche delle famiglie in forma di stipendi.

Non solo tagli e tasse. Dei 30 miliardi lordi che vale il complesso della manovra di fine anno oltre ai tagli delle spese e lafflusso di nuove entrate, ce ne sono 8,5 che verranno subito reinvestiti in misure per la crescita. Lo spettro da evitare a tutti i costi quello della recessione in un momento in cui leconomia fatica mentre laumento deciso sullIva potrebbe deprimere i consumi e appesantire ancora di pi il quadro. LOcse ha di recente rivisto al ribasso le stime sulla crescita italiana: il Pil salir nel 2011 dello 0,7%, ma lanno prossimo landamento delleconomia sar negativo (-0,5%). Il segno pi torner, secondo le stime, nel 2013 con un Pil in aumento dello 0,5% in Italia. Per questo il tema degli aiuti alla crescita non poteva essere trascurato dal nuovo governo Monti. I dieci miliardi dedicati a questo punto sono per un primo assaggio, un primo passo di un pi ampio provvedimento che il governo si prepara a presentare a gennaio e che conterr la riforma del lavoro, maggiori liberalizzazioni e gli incentivi alle infrastrutture. Gli interventi gi decisi dal governo per da-

re una spinta alle imprese insistono sul terreno degli sgravi e degli sconti. Una prima leva si concentra sullIrap, la bestia nera tra tutte le imposte che pagano le aziende. Le imprese potranno dedurre dallIres e dallIrpef la quota di Irap relativa alla quota imponibile delle spese per il personale dipendente e assimilato. Attraverso questa strada sar cos alleggerito il costo del lavoro anche per favorire la competitivit del mondo della produzione. Da questo tipo di misura saranno favoriti quegli imprenditori che producono soprattutto in Italia insieme a quelli che hanno un elevato costo del lavoro perch ad alta intensit di manodopera. Non si tratta per dellunico provvedimento che insiste sullimposizione. LIrap alle imprese verr sgravata anche per chi prevede lassunzione di donne e giovani. Nel dettaglio la manovra prevede che le imprese che assumeranno donne e giovani sotto i 35 anni a tempo indeterminato avranno la possibilit di dedurre 10.600 euro per ogni donna e giovane sotto i 35 anni assunto a tempo indeterminato. Lo sconto sale a 15.200 nelle regioni del sud. E un contributo verso una maggiore occupazione soprattutto delle fasce pi giovani della popolazione anche alla luce dei numeri sul la-

voro: nel nostro Paese sono due milioni i giovani che non studiano, non fanno formazione e non lavorano mentre il tasso di disoccupazione tra i 15 e i 24 anni arriva addirittura al 30%. Sul piatto per le imprese c poi anche la riduzione degli oneri fiscali sul reddito derivante dal finanziamento con capitale di rischio, un meccanismo denominato Ace (Allowance for capital employed). In altri termini si tratta di uno sconto che dar una mano a quelle realt che hanno deciso di finanziarsi sul mercato o che intendono quotarsi in Borsa. Tra queste ci sono diversi grandi istituti bancari del Paese. Unicredit, per fare un esempio, ha gi deciso un aumento di capitale da 7,5 miliardi. Ma lAce anche uno stimolo per le imprese, che sono alle prese con processi di ristrutturazione, a rafforzare la propria base di capitale. C poi un altro punto che potrebbe avere riflessi positivi sulla crescita nel nostro Paese. La garanzia decisa dal governo sulle passivit bancarie rappresenta un beneficio per il sistema del credito che probabilmente pagher tassi pi bassi. E, indirettamente, unopportunit anche per le aziende del Paese che cos potrebbero essere alleggerite sul fronte del rifinanziamento.

t
Le aziende chiedevano interventi pi incisivi per imprese e crescita Attese, in particolare, le misure sul fronte del lavoro e della flessibilit Nuovi stimoli arriveranno a gennaio

E i giovani? Sono presentati come la fascia di popolazione pi in crisi. E le donne? Cosa c per loro?
Ci sono bonus per chi assume i giovani sotto i 35 anni e anche per chi assume le donne. Questo tipo di investimento giova pi degli aiuti diretti: il lavoro rimette in moto tutta leconomia.

Intervista

,,
l decreto salva-Italia, appena varato dal governo Monti, non poteva non affrontare il tema delle misure per la crescita economica.

Il governo garantir i bond bancari: lennesimo regalo alla grande finanza? Non si poteva evitare?
In realt questa garanzia salva il Paese dalle bizze dello spread e dai crolli di Borsa. In un sistema finanziario avanzato il confine tra linteresse della finanza e quello del Paese in cui opera molto sottile.

Un primo passo Ma ci sono misure interessanti


Guidi: ora sgravi pi robusti per le aziende
E di sicuro una decisione che il mondo delle imprese saluta con favore. Su questo fronte per si sarebbe potuto fare di pi. E chiaro che i margini di manovra a disposizione dellesecutivo erano pochi. Anche questa una misura positiva che favorir la capitalizzazione delle piccole e medie imprese. Laspetto che rende questo punto
Chi beneficer degli sconti sugli aumenti di capitale? Lalleggerimento dellIrap dar ossigeno alle imprese?

Per far ripartire la crescita servirebbero misure pi incisive come sgravi fiscali ben pi consistenti per le aziende. Un altro tema urgente, che non stato affrontato, poi quello della lotta agli sprechi sulla spesa pubblica contingente.
Le decisioni appena prese serviranno a riaccendere il motore della crescita?

Cosaltro si poteva fare che non si visto?

Certo non sono molti gli interventi a favore della crescita appena decisi. Questo aspetto evidente ma va anche detto che rispetto ai tempi che stiamo vivendo positivo vedere che qualcosa stato fatto, e con provvedimenti interessanti. Poi i punti appena arrivati sono solo un primo passo di un pi ampio provvedimento futuro. Vedremo.

Federica Guidi, lei ha guidato i giovani imprenditori di Confindustria: le misure sono la scossa che tutti aspettavano o si poteva fare di pi?

pi interessante che la misura arriva in un momento in cui credo si sentir un restringimento del credito dal mondo delle banche. La decisione di introdurre bonus alle imprese che decidono di assumere a tempo indeterminato giovani e donne una scelta che va nella giusta direzione. Certo non una mossa risolutiva per il mondo delloccupazione. Ma tutto quello che riguarda gli sgravi fiscali positivo, a maggior ragione se riferito ai giovani.
Mentre per i giovani e le donne?

E evidente che non si fa ripartire leconomia con questo tipo di misure. Per anche chiaro che i provvedimenti sul tavolo segnalano un inversione di tendenza importante per tutto il Paese. Serve per lavorare ancora in in questa direzione. Ritengo che un tema urgentissimo da affrontare sia quello della flessibilit nel mondo del lavoro. Oramai chiaro a tutti che uno dei fattori che favoriscono la competitivit. Credo che un ottima base di discussione su cui iniziare questo tipo di riflessione la proposta presentata da Pietro Ichino. [S. R.]
Quali dovranno essere le priorit a cui guardare?

Crescita
Federica Guidi: Non ci sono molti interventi

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Speciale manovra VII

LIBERALIZZAZIONI

?
e

Negozi aperti pi a lungo e medicine al supermarket


Per le ricette bianche (senza rimborso) si potr non andare in farmacia
LUIGI GRASSIA
Centimetri-LA STAMPA

le domande

I negozi saranno obbligati a rimanere aperti per pi ore, e anche la domenica e nei giorni festivi?
Non ci sar un obbligo, ma verosimile che la pressione della concorrenza spinga a generalizzare le aperture e che gli orari si allunghino sempre pi. Lo stesso avverr con le domeniche e con i giorni di festa

Aumentare le tasse pare inevitabile, tagliare le spese doveroso, ma tutto questo non basta a risanare i conti pubblici. Bisogna anche rilanciare lo sviluppo, ma come si fa, se mancano le risorse per gli investimenti? Una delle maniere di provarci liberalizzare, liberalizzare, liberalizzare, in modo da rendere pi fluida lattivit economica e incoraggiare lapertura di nuove aziende; e liberalizzando negozi, farmacie e professioni si allevierebbe anche la spesa corrente delle famiglie per aiutarle in un momento in cui lo Stato mette le mani nelle loro tasche. Ci sono per anche delle
ESTENSIONE A TUTTA ITALIA

Le classicazioni
FASCIA A
Medicinali essenziali e per la cura delle malattie croniche, a carico del Servizio Sanitario Nazionale

FASCIA C
A carico del paziente e con obbligo di prescrizione medica (ripetibile e non)

r
Con gli orari dei negozi pi lunghi e per pi giorni sar pi comodo fare la spesa I commercianti potranno guadagnare di pi. Le licenze pi numerose aumenteranno la concorrenza e (forse) ridurranno i prezzi

FASCIA C-bis
Da Banco o su consiglio del farmacista, a carico del paziente e senza prescrizione medica

FASCIA H
Vendibili al pubblico esclusivamente su prescrizione di centri ospedalieri o di specialisti. Usati solo in ambito ospedaliero, a carico del Serivizio sanitario nazionale

Cosa cambia
I medicinali di fascia C potranno essere venduti anche al di fuori delle farmacie Nel punto vendita dovr essere presente un farmacista La zona di esposizione dei medicinali dovr essere divisa dal resto del negozio Non nei centri con meno di 15.000 abitanti
*dato riferito ad aprile 2010

I numeri
5,414 miliardi
La spesa farmaceutica a carico del Servizio Sanitario Nazionale nei primi sei mesi del 2011

Perch il governo ha inserito questa novit in una legge che riguarda i conti pubblici?
A colpi di tasse e di tagli di spesa si risana il bilancio nellimmediato, ma per aumentare gli introiti fiscali a lungo termine occorre la crescita, e questa si pu ottenere anche liberalizzando i settori regolamentati

Fino ad ora era possibile lavorare pi a lungo solo nelle citt turistiche e darte
ORDINI PROFESSIONALI

3 miliardi

Dovranno essere riformati entro il 12 agosto 2012 Altrimenti saranno aboliti


controindicazioni, e infatti le categorie di lavoratori liberalizzandi sono sul piede di guerra (e anni fa i cittadini avevano pure detto no a un referendum di liberalizzazione degli orari dei negozi). Chi stato in America magari avr provato, una volta, ad andare a far la spesa al supermarket alle 3 di notte, e lo avr trovato aperto, con qualche cliente che gira coi carrelli e qualche commessa alle casse (la rapina notturna a mano armata un optional). Nel resto del mondo non sempre gli orari di apertura sono cos ampi, ma lItalia si segnala per una certa rigidit. Adesso arriva anche da noi unampia liberalizzazione degli orari e dei giorni di apertura dei negozi. In pratica, la possibili-

Stima del giro daffari annuo dei medicinali di fascia C

302.686.903
Le ricette prescritte nei primi 6 mesi del 2011

17.796
Le farmacie in Italia, una ogni 3.374 abitanti*

141.582
Le farmacie in Europa, una ogni 3.32 abitanti*

t
I proprietari dei negozi e i loro dipendenti temono di doversi sobbarcare turni massacranti I farmacisti protestano perch la vendita di sempre pi medicine nei supermercati potrebbe mettere a rischio la salute delle persone

Quali medicinali potranno essere acquistati nei supermercati anzich nelle farmacie?
Quelli per i quali servono le ricette bianche e che non vengono rimborsati neanche ai cittadini che godono dellesenzione; sono quelli di fascia C. Fra essi figurano pomate, sciroppi, antistaminici e colliri

t (non lobbligo) di tenere aperti i negozi per pi ore e in pi giorni era gi stata introdotta (in via sperimentale) per le sole zone turistiche e nelle citt darte, ora viene estesa a tutto il territorio. I proprietari degli esercizi commerciali e i loro dipendenti paventano i turni pi pesanti in arrivo. Arriva la libert di aprire nuovi negozi senza vincoli se non quelli connessi alla tutela della salute, dei lavoratori, dellambiente e dei beni culturali.

Regioni ed enti locali adegueranno gli ordinamenti entro 90 giorni. Per le farmacie si prevede che nei centri sopra i 15 mila abitanti i medicinali con la ricetta bianca (cio non rimborsabili, di fascia C) potranno essere comprati non solo in farmacia ma anche al supermercato, come gi avviene per i prodotti senza obbligo di prescrizione e per quelli da banco. Inoltre nelle citt sar possibile aprire una farmacia ogni 4 mila abitanti anzich

ogni 5 mila come adesso. I farmacisti protestano, come protestano quasi tutti i professionisti uniti in Ordini le cui attivit il governo Monti vorrebbe liberalizzare. prevista una norma-ghigliottina sulla soppressione degli Ordini in mancanza di una loro riforma entro il 12 agosto 2012. Ma dato il forte potere politico dinterdizione nelle mani di alcune di queste categorie staremo a vedere che cosa succeder davvero.

Con la riforma canbier anche la distribuzione delle farmacie sul territorio?


Finora potevano essercene una ogni 5 mila abitanti, la proporzione passer a una ogni 4 mila. La vendita delle medicine di fascia C al supermarket varr nei centri sopra i 15 mila abitanti

Intervista

,,
C
Mario Monti nel proporre questa liberalizzazione ha fatto riferimento a quanto succede nel resto dellUnione europea. La nostra proposta al governo di fare insieme a noi una valutazione comparativa con il resto dellUe. In Confcommercio riteniamo che i livelli di servizio offerti in Italia, in termini di orari e di giorni di apertura, siano gi oggi paragonabili a quelli europei.
Cio a lei risulta che la situazione degli orari di apertura sia la stessa in Italia e allestero? arlo Sangalli, da presidente della Confcommercio lei come valuta la liberalizzazione degli orari e dei giorni di apertura dei negozi e dei supermercati?

Il governo cambi idea Sugli orari siamo gi in linea con lEuropa


Sangalli: e ripensi anche allIva, uccide i consumi
una deregolamentazione totale della domenica e dei festivi sia poco o punto presente allestero.
Ma non vero che gli italiani che finiscono lorario di lavoro alle 17 o alle 18 sono costretti a fare la corsa prima che i negozi e i supermercati chiudano, se vogliono fare la spesa?

No, la norma freschissima. Apprezziamo lo sforzo importante sul rigore di bilancio. Ma sulla crescita occorre fare di pi. Servirebbero pi tagli alle spese. E sul versante delle tasse laumento di due punti dellIva nel 2012, e di un ulteriore, possibile mezzo punto nel 2014, rischia di deprimere i consumi e di avere un effetto recessivo su uneconomia italiana che gi sta entrando in recessione di suo. Spero che il governo ci ripensi.
Sangalli, lei di certo non cadr dalla sedia per la sorpresa se le dico che i commercianti sono additati da molti come potenziali evasori fiscali. Le misure sul fisco annunciate da Monti, tipo il limite di mille euro per i pagamenti in contanti, vi spaventano? Della manovra di Monti in generale che giudizio d?

Le professioni che sono rette da Ordini (avvocati, medici, giornalisti eccetera) verranno liberalizzate?
prevista una normaghigliottina sulla soppressione degli Ordini professionali in mancanza di una loro riforma entro il 12 agosto 2012. Che gli Ordini vengano soppressi appare comunque poco verosimile

colt di deroga, in Italia non difficile trovare negozi aperti di domenica.


Quindi lei propone al governo di fare la comparazione con lUe. Ma il governo ritiene di averla gi fatta, questa comparazione, e ha gi preso le sue decisioni. Rifacendo lanalisi da capo sperate di fargli cambiare idea?.

Rispetto alla Francia e alla Germania s. E in pi mi risulta che

Non mi pare che ci sia un problema di corse. Fin dalla riforma Bersani del 1998 i negozi e i supermercati in Italia possono stare aperti per 13 ore nellarco della giornata. La flessibilit degli orari mi sembra sia gi sufficiente. E di domenica e nei festivi c unampia fa-

Carlo Sangalli
ilpresidente dellassociazione Confcommercio

Dal nostro punto di vista sicuramente s. Comunque non scendiamo in trincea, vogliamo aprire una fase di ragionamento.

Avete gi sondato i sindacati dei vostri dipendenti per sapere che cosa ne pensano?

Non temiamo nulla. La stima sullimponibile evaso ogni anno in Italia di 270 miliardi e taglia trasversalmente la societ. Non credo che le contrapposizioni giovino. Il recupero dellevasione giusto, perch la dimensione del fenomeno incompatibile con lequit sociale e con il risanamento dei conti pubblici. [LUI. GRA.]

VIII Speciale manovra

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

g g Dossier / Le altre novit

Curiosit

C.

DALLA MANOVRA FINANZIARIA

ORDINI PROFESSIONALI

LE BARCHE

Riforma entro il 2012 e tirocini pi brevi


I

Tassa dai 5 ai 703 euro al giorno, Soldini: Una follia LUcina: Sbagliato tener conto solo della lunghezza
I

Gli ordini professionali dovranno essere riformati ai sensi della legge 183/2011 entro il 13 agosto del 2012. In caso contrario, come previsto dal decreto emanato ieri dal governo, rischiano di sparire. Il governo ha inoltre previsto che il limite massimo per il tirocinio nelle attivit professionali passer dagli attuali 36 a 18 mesi.

Per il velista Giovanni Soldini la tassa di stazionamento della manovra Monti sulle barche una follia. La bozza prevede una tassa giornaliera tra i 5 a 703 euro, secondo lunghezze comprese tra 10,01 metri e 64 metri. Il governo voleva tassare anche i natanti di 5 metri, con un versamento minimo di mille euro lanno. Siamo riu-

sciti ad evitarlo in extremis rivela AntonFrancesco Albertoni, il presidente di Ucina-Confindustria nautica. Ucina ha ottenuto anche lo sconto del 50% per le barche a vela rispetto a quelle a motore e lesenzione per i giorni di rimessaggio, ma restano i nodi della vetust (il valore di unimbarcazione cala del 40% gi dopo 4 anni), delle barche

intestate a societ ad esempio di noleggio, di quelle con targa prova. Il popolo delle barche (che ricco tout court non ), in subbuglio: ritiene iniquo e sbagliato modulare la tassa solo sulla lunghezza dello scafo. Ci sono 12 metri che valgono 50 mila euro e altri che ne valgono 800 mila dice Soldini. Meglio sarebbe stato tener conto del valore assicurato, della potenza dei motori. Il rischio di fuga di barche italiane verso porti francesi e croati e di crollo del turismo nautico straniero in Italia, con laggravarsi della crisi del settore e del suo indotto, elevato. La perdita - calcola Ucina - sar superiore al gettito della tassa. [F. POZ.]

LA VECCHIA LIRA

Un tesoretto che diventa carta straccia


I

Per una lira, Lucio Battisti avrebbe venduto tutti i sogni suoi. Oggi, mentre il partito degli euro-scettici sogna ancora di sfiorare con i polpastrelli il pizzetto di Caravaggio sulla banconota da 100, ora di preparare il funerale della moneta che ha fatto la storia dItalia. Dieci anni dopo il suo pensionamento (con metodo decisamente retributivo), arrivato il momento di dirle addio per sempre. La manovra ha anticipato il termine (inizialmente previsto per il 28 febbraio 2012), che prescrive il valore delle lire. Da oggi sono carta straccia.

Rester solo il valore affettivo, forse quello numismatico. Eppure nelle case degli italiani nascosto un vero e proprio tesoro: 1,3 miliardi. Delle vecchie lire? No, 1,3 miliardi di euro, circa 2.500 miliardi di lire. Se ne faranno una ragione i ritardatari che ancora conservano banconote nelle tasche di una vecchia giacca che si impolvera in soffitta, sotto la mattonella del bagno o magari nel-

la pancia di qualche indistruttibile salvadanaio. Ma soprattutto le numerose associazioni che avevano avviato campagne di raccolta in favore di progetti di solidariet, come Lultima Lira, sostenuta da Prosolidar, Biblioteca Vaticana, Emergency, Terre des Hommes e dallAlto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati. Tutto andr a beneficio dello Stato. [MA. BRE.]

LIMITI AL CONTANTE

Pensionati alle Poste con la carta di credito


I

AUTO DI LUSSO

Una Lamborghini la regina del maxi-bollo


I

La tassa sulle supercar colpir i modelli pi potenti delle case automobilistiche pi prestigiose, come le italiane Ferrari (da 3.060 a 6.000 euro), Maserati (da 2.180 a 2.920 euro) e Lamborghini (da 4.540 a 6.600 euro), ma anche le britanniche Aston Martin (da 2.560 a 3.900 euro), Jaguar (dai 72 euro della XJ a gasolio ai 3.800 euro delle versioni 5.0 R), Bentley (da 3.840 a 5.280 euro) e Rolls-Royce

(da 3.060 a 4.700 euro) e le tedesche Porsche (da 700 a 4.400 euro). Il record dellauto pi potente in circolazione, e quindi pi cara, spetta comunque a unauto italiana:

chi possiede una Lamborghini Murcilago coup LP670-4 da 670 CV e 6.496 centimetri cubici di cilindrata (nella foto), infatti, pagher 6.600 euro allanno.

Lanziano che esce dalla Posta con la pensione mensile chiusa in una busta piena di contanti, facile preda di scippatori e malintenzionati. Unimmagine destinata a scomparire per sempre, visto che dora in poi il pagamento di quasi tutte le pensioni avverr in forma elettronica oppure con accredito sul conto corrente bancario o postale. Larticolo 12 della manovra stabilisce infatti che gli stipendi e le pensioni erogate dalle Pubbliche amministrazioni non saranno pi corrisposti in contanti per somme superiori a 500 euro, praticamente tutte le pensioni ad esclusione della minima. E per i titolari di trattamenti pensionistici minimi, che continuano a ritirare limporto in contanti per evitare di pagare commissioni, correndo quindi il rischio di essere derubati, il decreto impone alle banche e agli altri intermediatori finanziari il divieto di addebitare alcun costo. La manovra prevede quindi per la PA un dimezzamento della somma minima indicata per i pagamenti dei privati. Al fine di una maggiore tracciabilit del contante, infatti, tutti i pagamenti superiori a 1.000 euro dovranno avvenire mediante moneta elettronica o bonifico.

LE MONGOLFIERE

I romantici del volo pagheranno 450 euro


I

La manovra non risparmia gli aviatori. Nemmeno quelli romantici. Per i proprietari di alianti, motoalianti, autogiri e aerostati (mongolfiere e dirigibili), infatti, stato fissato un obolo di 450 euro. decisamente pi salato il conto per chi possiede aerei ed elicotteri. Limposta sugli aerei privati parte da 1,5 euro per i mezzi fino a 1.000 kg e arriva a 7,55 euro per i mezzi oltre 10.000 kg. Per gli elicotteri, invece, limposta dovuta pari al doppio di quella stabilita per i velivoli di corrispondente peso. [FRA. MOS.]

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Spettacoli 45
Colonna sonora
PAOLO GALLARATI

il caso
ALESSANDRA COMAZZI ROMA

Il pi grande spettacolo dopo il weekend con Jovanotti e Pippo


Jovanotti
Uno dei momenti pi riusciti della serata stato il duetto tra i due vecchi amici su Piccola di Fred Buscaglione

Baudo
Quasi un passaggio di testimone nazionalpopolare tra vecchio e nuovo campione della tv di Stato

redici milioni 401 mila spettatori per l'ultima puntata di Il pi grande spettacolo dopo il weekend, luned 5 dicembre 2011, Raiuno, share del 50,23%. Su 100 persone che guardavano la tv, oltre 50 erano per Fiorello. Molti milioni di italiani facevano altro, ma insomma quelle cifre l non sono consuete, non esistono pi (quasi pi) i programmi condivisi. E i grandi numeri meritano rispetto. La leggerezza e l'intelligente ironia di Fiorello sono stati un grande regalo per la Rai e per il pubblico. A Fiorello dico: si riposi il giusto, ma ritorni presto. La Rai e gli spettatori lo aspettano a braccia aperte. Parole del direttore generale Lorenza Lei, presa in giro ad ogni puntata dal Divo e dal sodale Marco Baldini. E ancora: Abbiamo voluto fortemente Fiorello di nuovo in Rai, sapevamo che sarebbe stato garanzia di una tv di qualit e che il pubblico avrebbe risposto numeroso, ma gli ascolti sono andati oltre ogni pi rosea previsione: con il risultato dellaltra sera il variet di Fiorello entra, di diritto, nella storia della Rai. Ha vinto Fiorello. Ha vinto la Rai e, posso dire con orgoglio ha vinto il servizio pubblico. Per, diciamo la verit, Fiorello non la Rai. Lui uno che
IL CONDUTTORE DEI RECORD

Bychkov illumina Brahms


educe dai successi berlinesi, l'Orchestra Sinfonica Nazionale Rai diretta per due settimane dal grande direttore russo Semyon Bychkov. La prima serata, tutta brahmsiana, comprendeva il Concerto per violino e violoncello, affidato ai fratelli francesi Renaud e Gautier Capuon, strumentisti eccellenti, dal temperamento abbastanza diverso: estroverso e passionale il violoncellista, pi riservato e composto il violinista. Bychkov ha lasciato loro il primo piano, evidenziando, cos, la componente lirica del concerto, le oasi di intimit cameristica che Brahms affida ai due strumenti, contrapponendoli al carattere severo dell'orchestra. I Capuon hanno incantato il pubblico, non solo per la finezza ma anche per la vitalit dei loro intrecci, che ricordano le antiche polifonie barocche. Come sempre, in Brahms, ci sono secoli di storia della musica che si concentrano in una fusione originalissima di stili diversi, riflessioni culturali e impulsi espressivi. Resta, in questo Concerto, una componente enigmatica che ne fa un pezzo da riascoltare con calma, e meditare nella sua densit e modernit di pensiero. Tutta immediatezza invece la Seconda Sinfonia, di cui Bychkov ha dato un' esecuzione smagliante. L'orchestra ha suonato bene, ma soprattutto piaciuto l'equilibrio, tra energia e tenerezza, spessore sinfonico e intimit cameristica. L'ultimo movimento, di solito eseguito alla bersagliera, finendo di apparire quasi un corpo estraneo rispetto alla intensit lirica dei precedenti, era cos controllato, equilibrato, espressivo da mostrare, dietro lo schermo dell'energia, anche una insolita fraternit con la tenerezza crepuscolare. Il che d allopera una visione unitaria, e conquista il pubblico con la naturalezza del percorso interpretativo.

Trionfo Fiorello: I numeri? Limportante divertire


Pi del 50% di share per lultima puntata, la meno riuscita con una satira un po stanca di Benigni su Berlusconi

13 50,23
milioni 401mila
spettatori per lultima puntata del programma di Fiorello: il picco con Benigni, 16 milioni di contatti

lo share
Su 100 persone che luned guardavano la televisione, oltre 50 erano su Raiuno

Ho realizzato un sogno grazie al lavoro di squadra era lo show che volevo fare
si sa amministrare, e che adesso scomparir per un po, c da scommetterci. E un artista che diversifica gli investimenti, oggi qui domani l, oggi Rai, domani Sky, come gi capitato. Anzi, domani dove? Divano - risponde a Vincenzo Mollica al Tg1, aria stanca e volto smagrito e smunto. Le miniere sono peggio, ma anche quella fatica. Pensate che roba, dopo la prima puntata, dieci milioni di spettatori, dover fare sempre di pi, o comunque non di meno. Ma adesso divano - dice - e ingrasser, diventer come te, e mio fratello mi prender in giro e io gli dir: Beppe Beppe Beppe (il tormentone del fratello che muore in tutte le fiction, n.d.r.). E a proposito di tormentoni: ha proseguito anche con quello del I numeri non sono importanti, i numeri sono poca cosa. Quello che volevamo era fare un programma bello, che facesse divertire. E con quella voce stentorea che diventata a sua volta una gag: Abbiamo fatto lo strabotto. Poi ci ha tenuto a ringraziare Solari, il coautore, e lo scenografo Castelli, che aveva dimenticato laltra sera nellurgenza dei saluti. Ho realizzato un sogno grazie al lavoro di squadra: era lo show che volevo fare. Paradossalmente, il successo pi clamoroso lArtista lha ottenuto con la puntata meno riuscita, fortemente condizionata dalla lunghezza, e anche dalla stessa partecipazione di Benigni. Che non era in forma, come se lespediente parlo di Berlusconi o non ne parlo, non fosse un espe-

Picco dascolti di Fiorello con Benigni, oltre 16 milioni di spettatori, e senzaltro nellottenerlo ha contribuito lattesa dellepifania del premio Oscar sapientemente costruita in trasmissione: ma le battute di Fiore su Monti e sulla Fornero sono parse pi fresche di quelle stanche di Benigni su Berlusconi

diente ma un reale dilemma. Risolto poi per il s, parliamone. Ha fatto molte lodi al Conduttore, ma non ha veramente interagito con lui, a parte nellInno del corpo sciolto, ineguagliabile liberazione scatologica. Con Benigni c stato il picco dascolti. Il picchio, come dice laltro bel tomo Checco Zalone nei panni e nel cappellino dellazzardatissimo zio Michele, che a sua volta torna domani su Canale 5, che con Fiorello non centra niente, ma che tanto bravo lo stesso, perbacco se bravo. Dunque picco dascolti con Benigni, oltre 16 milioni di spettatori, e senzaltro nellottenerlo ha contribuito lattesa dellepifania del premio Oscar sapientemente costruita. Detto del picco, non che il Toscano sia piombato sul nulla: Rosario gli aveva gi preparato un terreno assai fertile, le sue belle milionate di spettatori tirate su con lottimismo di Jovanotti e la tartaruga addominale di Roberto Bolle. Con le battute su Monti e sulle lacrime da coccodrillo della Fornero, battute pi divertenti e fresche di quelle stanche di Benigni su Berlusconi. Essendo stato Fiorello seguito anche da chi di solito non guarda la tv, perch troppo giovane o perch non gli piace: e tutti lo hanno poi ritrovato su twitter e su Youtube. Grande rispetto per i social network, lArtista ha capito perfettamente dove sta andando il mondo. Assai azzecato il suo tentativo di tv educativa, come la lode al profilattico (anche se a Famiglia cristiana parsa di cattivo gusto). Quando uno bravo, le cose giuste le pu dire, anche su Raiuno.

****

T1 T2 PR CV

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 46

SIAMO APERTI 7GIORNI SU 7

PI CORTESIA - PI ASSISTENZA - PI CONVENIENZA

TUTTA LA GAMMA FIAT NUOVA IN CONSEGNA RAPIDISSIMA


PREZZO PROMOZIONALE ESCLUSO VOLTURA.

FIAT GRANDE PUNTO 3P


KM ZERO

GPL

CLIMATIZZATORE 2 AIRBAG RADIO CD MP3

GPL

8.900
2 COL. DISP.
**Prezzi al netto dello sconto rottamazione.

**

CON FINANZIAMENTO PERSONALIZZATO ANCHE SENZA ANTICIPO

DISPONIBILE ANCHE 5 PORTE

FIAT PANDA 4x4 1.2 CLIMBING


CLIMA RADIO MP3 4 AIRBAG FENDINEBBIA PORTAPACCHI AMERICA TELECOMANDO APERTURA/CHIUSURA PORTE
KM ZERO

La fotografia puramente indicativa - offerta valida esclusivamente sulle vetture in pronta consegna.

CON FINANZIAMENTO PERSONALIZZATO ANCHE SENZA ANTICIPO

2 COL. DISP.

FINO A 3.000 EURO DI SCONTO ROTTAMAZIONE PER IL RITIRO DELLA VOSTRA AUTO SULLACQUISTO DI UNA VETTURA AZIENDALE, KM ZERO O DOCCASIONE.

ESPOSIZIONE DI 300 AUTO KM ZERO E AZIENDALI IN PRONTA CONSEGNA


APERTI DAL LUNED AL SABATO TUTTO IL GIORNO ORARIO 9-12.30/15-19.30 E DOMENICA APERTO ORARIO 15-19.30 UNICA SED

CORSO FRANCIA 341 - Tel. 011.4030361 - Torino


VENDITA AUTO NUOVE, AZIENDALI E OCCASIONI (PARCHEGGIO DI FRONTE) METR STAZIONE MARCHE

www.autofrancia.it

DIC.2

CENTRO ASSISTENZA VIA F. DE SANCTIS 15 (ang. piazza Massaua) Tel. 011.713320 - Torino

Per finanziamenti documentazione precontrattuale in concessionaria.

1 1.300

**

Consumi ed emissioni di ogni vettura proposta sono disponibili in concessionaria.

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Spettacoli 47

I programmi settimanali completi delle principali tv satellitari, del digitale terrestre e delle radio su: www.lastampa.it/programmi

Programmi tv
Italia 1
8.30 Una mamma per amica Telefilm 10.35 Greys Anatomy Telefilm 12.25 Studio Aperto. Meteo 13.00 Studio Sport 13.40 I Simpson Cartoni animati 14.35 Whats my destiny Dragon Ball Cartoni animati 15.00 Big bang theory Telefilm 15.35 No ordinary family Telefilm 16.25 La vita secondo Jim Serie 16.50 Giovani campionesse Telefilm 17.45 Dragon Ball Cartoni 18.30 Studio Aperto. Meteo 19.00 Studio Sport 19.25 Dr. House - Medical division Telefilm 20.20 C.S.I. - Scena del crimine Telefilm 6.55 7.25 8.20 9.40

Rai 1
6.10 Unomattina Caff 6.30 Tg 1 6.45 Unomattina Attualit 11.00 Tg 1 11.05 Occhio alla spesa Attualit 12.00 La prova del cuoco Variet Conduce Antonella Clerici 13.30 Telegiornale 14.00 Tg 1 Economia Attualit 14.10 Verdetto finale Attualit Ogni giorno Veronica Maya affronta un caso giudiziario 15.15 La vita in diretta Attualit La trasmissione dedicata alle famiglie italiane condotta da Mara Venier e Marco Liorni 18.50 Leredit Gioco 20.00 Telegiornale

Rai 2
6.30 Cartoon Flakes Programma per bambini 10.00 Tg 2punto.it 11.00 I fatti vostri Variet 13.00 Tg 2 Giorno 13.30 Tg2 Costume e societ 13.50 Tg2 Medicina 33 14.00 Italia sul due Magazine 16.10 Ghost Whisperer Telefilm 16.50 Hawaii Five-O Telefilm 17.45 Tg 2 Flash L.I.S. 17.50 Rai Tg Sport Sport 18.15 Tg 2 18.45 Numb3rs Telefilm 19.35 Squadra Speciale Cobra 11 Telefilm Il loro distretto lautostrada; i loro nemici: assassini, ricattatori e pirati della strada 20.30 Tg 2 20.30

Rai 3
8.00 Agor Attualit 10.00 La Storia siamo noi 11.00 Apprescindere Attualit 11.10 Tg3 Minuti 12.00 Tg 3 Rai Sport Notizie 12.25 Tgr Fuori Tg Attualit 12.45 Le storie - Diario Italiano 13.10 Julia Soap Opera 14.00 Tg Regione. Tg Regione Meteo 14.20 Tg 3. Meteo 3 14.50 Tgr Leonardo Attualit 15.00 Question Time. Interrogazioni a risposta immediata Attualit 15.55 Cose dellaltro Geo 17.40 Geo & Geo Documentari 19.00 Tg 3. Tg Regione. Tgr Meteo 20.00 La crisi. In 1/2 h Attualit 20.20 Blob Videoframmenti 20.35 Un posto al sole SO 6.00 7.55 7.57 8.00 8.40

Canale 5
Tg 5 Prima pagina Traffico Meteo 5 Tg 5 Mattina La telefonata di Belpietro 8.50 Mattino Cinque 11.00 Forum Attualit 13.00 Tg 5. Meteo 5 13.40 Beautiful Soap Opera 14.10 CentoVetrine Soap Opera 14.45 Uomini e donne Talkshow Come apparire in televisione per parlare di s e cercare lanima gemella 16.15 Amici Reality show 16.55 Pomeriggio cinque 18.50 Avanti un altro Quiz 20.00 Tg 5. Meteo 5 20.30 Striscia la notizia

Rete 4
Zorro Telefilm Starsky & Hutch Telefilm Hunter Telefilm R.I.S. - Delitti imperfetti Serie 10.50 Ricette di famiglia 11.30 Tg4 - Telegiornale 12.00 Detective in corsia TF 13.00 La signora in giallo TF 13.50 Il tribunale di Forum 15.10 Hamburg Distretto 21 TF 16.15 Sentieri Soap Opera 16.35 Nostra Signora di Fatima Film (dramm., 1952) con Gilbert Roland, Angela Clarke. Regia di John Brahm 18.55 Tg4 - Telegiornale 19.35 Tempesta damore Soap Opera 20.30 Walker Texas Ranger Telefilm

La 7
6.00 Tg La7. Meteo. Oroscopo. Traffico 7.00 Omnibus Magazine 7.30 Tg La7 9.40 Coffee Break Attualit 10.35 Laria che tira Attualit 11.25 S.O.S. Tata Reality show 12.25 I men di Benedetta 13.30 Tg La7 14.05 Tottruffa 62 Film (comm., 1961) con Tot, Nino Taranto, Estella Blain, Ernesto Calindri, Lia Zoppelli. Regia di Camillo Mastrocinque 16.15 Atlantide - Storie di uomini e mondi Doc. 17.30 The District Telefilm 19.20 G Day Attualit 20.00 Tg La7 20.30 Otto e Mezzo Attualit

20.30 Calcio: VillarrealNapoli


SPORT. Champions League. Allo

21.05 Ritorno a Brideshead

21.05 Chi lha visto?

ATTUALIT. Il programma condotto da Federica Sciarelli torna a parlare della scomparsa di Alfredo Guagnelli, 40 anni. L8 ottobre del 2009, luomo svanito nel nulla

21.10 Baciati dallamore


TELEFILM. Con Gaia Bermani Ama-

21.10 Colorado
VARIET. Ultima puntata del programma condotto dallinedita coppia Paolo Ruffini e Belen Rodriguez. Ospiti deccezione, Salvo Sottile, Tessa Gelisio e Rudy Zerbi

21.10 Vite straordinarie


MAGAZINE. Natuzza Evolo (19242009), sensitiva e mistica italiana, sar al centro del programma di approfondimento condotto come sempre da Elena Guarnieri

21.10 Lerba di Grace


FILM. (comm., 2000) con B. Blen-

FILM. (dramm., 2008) con M.

stadio El Madrigal di Villarreal, i partenopei di Walter Mazzarri affrontano gli spagnoli. Il Napoli deve solo vincere 22.45 90 Minuto Champions 23.30 Porta a porta Attualit Conduce Bruno Vespa 1.05 Tg 1 - Notte. Che tempo fa 1.40 Sottovoce Attualit 2.10 Cult book Attualit

Goode, B. Whishaw. Regia di J. Jarrold. 1925: Charles Ryder conosce il raffinato e trasgressivo Sebastian Flyte 23.15 Tg 2 23.30 Tracce Attualit 0.55 Tg Parlamento Attualit 1.05 E.R. Medici in prima linea Telefilm con Noah Wyle, Alex Kingstone, Maura Tierney

ral, Giampaolo Morelli. Valentina e Carlo tornano di nuovo insieme,malaragazzanonhailcoraggio di comunicare al padre la sua scelta sentimentale 23.30 Matrix Attualit Conduce Alessio Vinci 1.30 Tg 5 Notte. Meteo 5 2.00 Striscia la notizia 2.20 Uomini e donne Talkshow 4.00 Amici Reality show

thyn, C. Ferguson. Regia di N. Cole. Nella verde, ridente e tranquilla Cornovaglia, una dolce signora si trova a dover affrontare debiti e misfatti del defunto marito 23.10 Gli intoccabili Attualit 0.10 Tg La7 0.20 (ah)iPiroso Attualit Programma dinformazione e approfondimento condotto da Antonello Piroso

23.30 Boris Serie 24.00 Tg3 Linea notte. Tg regione 1.00 Meteo 3 1.05 Crash - contatto impatto convivenza Attualit 1.45 Fuori Orario

1.00 Poker1mania Sport 1.50 Studio aperto - La giornata 2.05 Highlander Telefilm 3.40 Brown Sugar Film (comm., 2002) con Taye Diggs, Sanaa Lathan

23.25 Speciale - Viaggio a Medjugorje Documentari 0.25 A Civil Action Film (dramm., 1998) con John Travolta, Robert Duvall, Stephen Fry, James Gandolfini

RADIO & RADIO


BRUNO GAMBAROTTA

Rai Movie
6.55 Buon prezzo per morire 8.40 Ciao ciao Birdie 10.30 Appuntamento al Cinema 10.35 Va dove ti porta il cuore Film 12.20 Operazione San Gennaro Film 14.05 Luomo di vetro 15.50 Fantasmi ad Hollywood Film 17.25 Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano 19.05 Stage Beauty 21.00 Pearl Harbor Film 0.10 Ladri di biciclette 0.45 Elephant 2.15 Piccoli omicidi tra amici Film 3.50 Luci nella notte

Raisport 1
14.45 Snowboard: Coppa del Mondo 2011/2012 Big Air 15.45 Ski Jumping: Coppa del Mondo HS 138 Individuale maschile Sport 17.15 Sci Alpino: Trofeo Memorial Walter Fontana Sport 17.45 Calcio: Campionato Italiano Serie A Tim 2011/2012 Milan-Chievo Sport 19.25 TG Sport Flash Sport 19.30 Anteprima Novantesimo Champions - rubrica Sport 20.25 Calcio a 5: Campionato Italiano 2011/2012 AstiLuparense Sport 22.10 Kick boxing: Fight code Finale Rhinos Sport

Rai Storia
15.00 Dixit 150 anni. Storia dItalia. Unit dItalia 1815-1870 Notte della Repubblica 17.00 LItalia vista dagli americani - puntata 1 18.00 ReSearch : Luomo che arresto Mussolini 19.00 Res Gestae Fatti 19.05 Almanacco-La spia e lattaco a Pearl Harbour Documentari 19.20 Alla corte di Mussolini Achille Starace 19.50 Le citta del Jazz - Los Angeles Documentari 20.00 Viaggio in Italia - Marche 21.00 Dixit Fatti - Rotocalco 23.00 Reselection Documentari

Dal satellite
15.25 Cuore di Dixie Usa. La vita di tre studentesse durante il periodo delle ingiustizie razziste MGM 15.45 Scusa ma ti voglio sposare Continua la storia damore tra il maturo Raoul Bova e Michela Quattrociocche SKY HITS Laureata... e adesso? Una ragazza appena diplomata al college cerca un indirizzo da dare alla sua vita SKY
CINEMA 1

I film
17.50 Amori miei Annalisa, trascurata dal marito Marco si costruisce una doppia identit SKY
CLASSICS

adio 105 sta piano piano entrando nell'et adulta. Un segnale in questa direzione il programma "CSI Milano", a cadenza settimanale, nel quale il criminologo Massimo Picozzi rievoca con precisione e acume un caso giudiziario del passato che ha dato origine a molte controversie per essere basato su indizi e prove scientifiche e non sulla confessione. E' affiancato dalla coppia formata da Tony e Ross, con l'intento, presumo, di alleggerire il tono. Con il risultato di infarcire la prima parte del programma di chiacchiere inutili e per di pi auto celebrative. Bisogna portare pazienza e aspettare la lettura della scheda per entrare nel vivo, ma ne vale la pena. Nell'ultima puntata Picozzi ha ricordato il caso di Francesca Alinovi, la 35enne insegnante di estetica al DAMS di Bologna, trovata morta nel suo appartamento il 15 giugno del 1983, tre giorni dopo il fatto, con il lato destro del corpo trafitto da 47 coltellate, una sola delle quali mortale. Unico indiziato il fidanzato 23enne, Francesco Ciancavilla, che segnal la scomparsa della donna. Le affinit con il delitto di Garlasco sono impressionanti e Picozzi non manca di sottolinearle. Ciancavilla, che si sempre dichiarato innocente, venne assolto in primo grado e condannato nel secondo sulla base di una discutibile perizia eseguita sull' orologio trovato al polso della vittima.

La famiglia SKY CLASSICS Stone Storia di un supervisore di detenuti in libert vigilata e del suo assistente SKY
PASSION

The Last Song Ronnie e il fratello devono trascorrere unestate nella casa del padre SKY
FAMILY

19.00 Burlesque Una ragazza si avventura a Los Angeles e trova lavoro in un nuovo club burlesque SKY CINEMA 1 19.05 Tutta colpa dellamore Unaffermata stilista deve convincere il marito a concederle il divorzio SKY PASSION Biker Boyz Motociclisti pronti a tutto, decidono di partecipare ad una corsa annuale SKY
MAX

16.15 Lamore fugge Antoine divorzia e ricerca le donne del suo passato. Di Franois Truffaut SKY
CLASSICS

Rai 4
10.20 Brothers And Sisters Telefilm 11.05 Alias 11.50 Lost World Serie 12.40 Medium Serie 13.25 Desperate Housewives Serie 14.10 Brothers And Sisters Telefilm 14.55 Alias 15.45 90210 Serie 16.25 One Tree Hill Serie 17.10 Being Erica Serie 17.55 Legend Of The Seeker Serie 18.40 Lost World Serie 19.25 Doctor Who Serie 20.25 Supernatural Serie 21.10 Largo Winch Film 22.50 Breaking Bad Serie

Sportitalia
8.00 Magazine Arsenal Sport 8.30 Arsenal Tv Premier League Wigan - Arsenal Sport 10.30 Magazine Arsenal Sport 11.00 Magazine Manchester Utd Sport 11.30 Manchester Tv Premier League Aston Villa - Manchester Utd Sport 13.30 Si News Delle 13 Diretta Da Si24 Sport 14.00 Primavera Tim Cup Lazio - Juve Diretta Tbc Sport 18.00 Volley Cev Beograd Pesaro Diretta Sport 20.00 Solocalcio News Sport 20.30 Basket Eurolega Bilbao Cantu Diretta Sport 22.30 Solocalcio Diretta

Iris
7.48 Kojak Telefilm 9.31 Upperseven Luomo Da Uccidere Film 11.22 Speciale Ti Racconto Un Libro - Sfogliando Il Medioevo 11.37 Corte Marziale (Di R. Johnson) Film 13.20 Ti Racconto Un Libro 13.40 Non ti conosco pi, amore Film 15.33 Note Di Cinema 15.41 Fantozzi Film 17.38 Ti amer... fino ad ammazzarti Film 19.28 Criminal Intent Telefilm 21.07 Taxi Driver Film 23.06 55 giorni a Pechino Film 1.47 Topaz (di A. Hitchcock) Film

17.05 Che cosa successo tra mio padre e tua madre? Ischia. Jack Lemmon dispone il trasferimento negli Usa del corpo di suo padre
MGM

17.20 Arthur e la vendetta di Maltazard Arthur risponde alla chiamata della pricipessa Selenia, minacciata da Maltazard SKY CINEMA 1 Diamond 13 Lagente Mat riceve una proposta dal suo amico Franck: deviare dei soldi sporchi SKY MAX 17.35 Lultimo dominatore dellaria Aang, lultimo dominatore dellaria, combatte contro la Nazione del Fuoco SKY
FAMILY

19.20 Il matrimonio del mio migliore amico Julia Roberts non accetta lidea che il suo ex fidanzato stia per convolare a nozze con unaltra SKY HITS Dragon Trainer Anche nel pi gracile dei vichinghi pu nascondersi una scintilla rivoluzionaria SKY FAMILY 19.30 Scappatella con il morto Kirstie Alley decide di tradire il marito. Ma il suo amante ci resta secco
MGM

The Clinic - La clinica dei misteri 1979. Nonostante la gravidanza quasi al termine, Beth in viaggio col fidanzato SKY MAX 21.10 Quattro matrimoni e un funerale Hugh Grant, inguaribile single, perde la testa per una spregiudicata americana SKY HITS Pearl Harbor 7 dicembre 1941: lattacco giapponese fa da sfondo alla storia di Rafe e Danny SKY CINEMA 1 22.35 The Horde Una disputa tra criminali e agenti corrotti interrotta da unorda di cannibali SKY
MAX

19.35 Il dittatore dello stato libero di Bananas Woody Allen parte per lAmerica centrale e diventa, suo malgrado, capo di Stato SKY
CLASSICS

21.00 Toy Story 3 - La grande fuga Andy, in procinto di partire per il college, regala i suoi giocattoli. Animazione SKY FAMILY

22.45 La banda dei Coccodrilli, tutti per uno Per il compleanno di Hannes, i Coccodrilli si recano a una pista di go-kart SKY FAMILY 22.50 Mangia, prega, ama Liz, insoddisfatta, si mette in viaggio per trovare se stessa e la felicit SKY PASSION 23.10 Fronte del porto Uno dei film pi celebri del giovane Marlon Brando. Di Elia Kazan. Otto Oscar SKY CLASSICS 23.15 Il mio grosso grasso matrimonio greco Votata ormai allo zitellaggio, una trentenne sinnamora di un professore yankee SKY HITS

Joy+1, Mya+1,Steel+1 ripetono la programmazione Joi, Mya, e Steel posticipati di unora

Intrattenimento
21.00 N.C.I.S. Los Angeles
FOX CRIME

Sport
20.00 Biliardo: Campionato Regno Unito
EUROSPORT 1

JOI
15.11 E alla fine arriva mamma Telefilm 15.59 Monk Telefilm 16.49 Miami Medical Telefilm 17.39 Miami Medical Telefilm 18.20 Ultra Documentari 18.34 Packed To The Rafters Telefilm 19.26 Rescue Special Operations Telefilm 20.14 Camelot TF 21.15 Dr. House Medical division Telefilm 22.57 No Limits Variet

MYA
13.39 Be my baby Film 15.13 Being Erica Telefilm 16.55 Le cose che amo di te Telefilm 17.24 Single By Contract Film 19.10 Le cose che amo di te TF 19.38 Close To Home II - Giustizia ad ogni costo Telefilm 21.15 Una Tata Per Natale Film 22.48 Covert Affairs Telefilm 23.36 Harrys Law Telefilm

STEEL
14.10 Warehouse 13 Telefilm 15.05 Studio 60 on the Sunset Strip Telefilm 15.55 Smallville Telefilm 16.45 Mike & Molly Telefilm 17.30 Studio 60 on the Sunset Strip Telefilm 18.15 R.I.S. Roma 2 Delitti imperfetti Telefilm 20.20 Mike & Molly Telefilm 21.15 It Crowd Telefilm 22.15 My Dad Says Telefilm

P. CALCIO
16.21 Hi - Lites Champions League 16.50 Champions League 2011/12: Viktoria Plzen - Milan Sport 18.42 La trib del calcio 2011/12 20.45 Champions League 2011/12: Villarreal Napoli Sport 22.41 Champions League Live 2011/12 Rubrica sportiva 24.00 All Sport News Notiziario

P. CINEMA
9.02 La Mummia Film 11.12 La Mummia, Il Ritorno Film 13.28 La Mummia La Tomba Dell Imperatore Dragone Film 15.26 Hellboy: The Golden Army Film 17.32 Incontrerai luomo dei tuoi sogni Film 19.18 Qualcosa di speciale Film 21.15 Cattivissimo Me Film 22.57 Immaturi Film 0.55 Correndo con le forbici in mano Film

S. UNIVERSAL
12.15 Giardini di pietra Film 14.10 Focus 14.25 La taverna dellallegria Film 16.10 Insider Dietro la verit Film 18.50 Coffee & Cigarettes Film 20.35 7 Dicembre Film 21.15 Gli anni dei ricordi Film 23.15 Focus: Blues Brothers 23.25 The Blues Brothers Film 2.15 Fuga di mezzanotte Film

Revenge FOX LIFE Glee FOX Socie JIMMY 21.55 N.C.I.S. Los Angeles
FOX CRIME

Desperate Housewives FOX LIFE 22.40 Strictly Confidential Confessioni pericolose


JIMMY

20.25 Golf: UBS Hong Kong Open SKY SPORT 2 Calcio a 5: Campionato Italiano 2011/2012 AstiLuparense RAISPORT SAT 20.40 Calcio: UEFA Champions League
SKY SPORT 1

22.45 Hot in Cleveland FOX


LIFE

22.10 Kick boxing: Fight code Finale Rhinos


RAISPORT SAT

True Blood FOX 22.50 The Killing FOX CRIME 23.35 I Griffin FOX 23.45 C.S.I. - 100% Grissom
FOX CRIME

22.15 Wrestling: WWE Domestic Raw SKY


SPORT 2

American Dad FOX 0.10 Bones FOX LIFE 0.25 Primeval JIMMY 0.30 Lie to Me FOX

22.45 Rubrica: Champions League Postpartita


SKY SPORT 1

23.00 Curling: Campionato Europeo EUROSPORT 1

48

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

SPORT
ACCORDO TRA I ROSSONERI E IL GIOCATORE, SI ATTENDE LOK DEL CITY

Mourinho, un decalogo per il Bara


La gara di Champions una formalit per il Real Madrid cos Mourinho pensa alla sfida di sabato col Bara e detta i comandamenti: 1) Non incassare il primo gol, 2) Rendere il Bernabeu un inferno; 3) Dimenticare larbitro, 4) Gioco aereo, 5) Non perdere mai di vista la palla, 6) Chiudere gli spazi, 7) Intensit, 8) Sforzo estremo per sfinirli, 9) Coordinazione, 10) Autostima.

Effetto Tevez
Dalla lotta scudetto agli equilibri nello spogliatoio Cos larrivo dellargentino pu cambiare il Milan
LAURA BANDINELLI MILANO

Le grandi manovre per portare Carlitos Tevez a Milano potrebbero concludersi nel fine settimana. Kia Joorabchian, lo storico agente del giocatore, dopo un altro incontro con la dirigenza rossonera, ripartito per lInghilterra per incontrare il City. Il Milan ieri sera ha inviato un fax con unofferta ufficiale: la formula quella annunciata nei giorni scorsi, un prestito gratuito con diritto di riscatto. Se le aspettative dei due club coincideranno, Allegri ricever in regalo per Natale un giocatore dal valore indiscutibile. Lo utilizzer soltanto in campionato arricchendo un

Loperazione tra Galliani e Mansour

5
Milioni
LINGAGGIO SINO AL 2015 Con i bonus Tevez raggiunger i sei milioni. Da gennaio a giugno del 2012 prender tre milioni

15
Milioni
IL RISCATTO A GIUGNO Lofferta al City prevede il prestito gratuito a gennaio ma il giocatore rinuncerebbe a 2 milioni di premi

prezzato molto il fatto che lApache abbia dato la disponibilit a rinunciare ad un ingaggio di dieci milioni di euro (Una montagna di soldi). Sei ricco ma chi te lo fa fare di venire da noi, gli ha detto Galliani scherzando. Al Milan percepir inizialmente uno stipendio di tre milioni, quindi cinque pi bonus per altri tre anni. Non sar il giocatore pi pagato ma si avviciner allo stipen-

Lunatico
Carlitos Tevez, 27 anni, ha cambiato 5 squadre in 7 anni Se firma con il Milan arriva a quota 6

Galliani al telefono con Carlito: Rinunci a un sacco di soldi, chi te lo fa fare


reparto che pu gi contare su Ibra, Pato e Robinho. El Sharaawy e Inzaghi, invece, potrebbero partire per far spazio a Maxi Lopez. Il colpo destinato a incidere sugli equilibri della serie A. Per provare a lottare su due fronti tenendo il passo sostenuto della Juve, il Milan necessita di una freccia in pi e non pu essere un innesto qualsiasi. Piuttosto leffetto Tevez potrebbe farsi sentire nello spogliatoio, ma il Milan sembra essere diventato il posto giusto per riabilitare le teste matte. Cassano docet. In attesa di un riscontro favorevole da parte degli sceicchi, il capobanda, Zlatan Ibrahimovic, ha dato il suo avvallo.

Nella cena di marted sera, e nel successivo incontro di ieri pomeriggio, Adriano Galliani ha trovato lintesa economica con Tevez e poi ha studiato una strategia per convincere gli inglesi a cederlo alle giuste condizioni. Il giocatore deve riscuotere dei bonus legati alla Premier che si aggirano sui due milioni di euro. In cambio del via libera al Milan, rinuncerebbe alle sue pretese. A giugno Berlusconi ha garantito che lo riscatter per una cifra intorno ai 15 milioni. impossibile pensare di riprendere interamente la somma spesa quando venne prelevato dai Red Devils. O meglio, lAnzhi sarebbe disposto anche a farlo ma il giocatore pronto a ostacolare qualsiasi tipo di dialogo perch vuole soltanto il Milan. L incontro con Galliani

stato positivo, servono ancora due o tre giorni e poi sapremo qualcosa di definitivo, ha rivelato Kia Joorabchian lasciando la sede di via Turati. Roberto Mancini ha gi scaricato largentino, non ci sono i presupposti per ricucire il rapporto. Se va in Italia sono felice per lui. Il comportamento di Tevez stato stupido, un giocatore non si dovrebbe comportare cos, in particolare un grande giocatore come lui, ha dichiarato lallenatore riferendosi a quando lattaccante si rifiut di entrare in campo contro il Bayern Monaco. Tevez non si sente minimamente in colpa e non vede lora di arrivare in Italia per allenarsi con la sua nuova squadra. Lo ha detto chiaramente a Galliani anche ieri nel corso di una telefonata avvenuta nel pomeriggio. Lad rossonero ha ap-

Fuoriclasse e testa matta. Mancini: Felice per lui se va in Italia, ma con me stato stupido
dio di Ibra. Pato avr un concorrente in pi per un posto di titolare e quindi dovr lavorare ancora pi intensamente. Allegri in maniera preventiva ha gi iniziato a rassicurarlo ma non gli potr garantire un posto. Il compito del tecnico livornese sar quello di assemblare la macchina e renderla imbattibile. Anche lui ha grandi motivazioni: il suo rinnovo di contratto infatti senza firme.

A SEGNO ROBINHO

Anche Spalletti agli ottavi di Champions


Viktoria Milan
Viktoria
(4-2-3-1)

Qualificate agli ottavi

Centimetri LA STAMPA

Si sveglia Pato ma pari con il Viktoria


PRAGA

2 2
Milan
(4-3-1-2)

GIRONE
Manchester City Bayern Monaco Villarreal NAPOLI

A
Oggi
Raiuno, Sky sport 1, Premium calcio

GIRONE
Lille Trabzonspor INTER Cska Mosca
CLASSIFICA

B
Oggi
Sky sport 3, Premium calcio 1

GIRONE
Basilea Manchester United Benca Otelul Galati
CLASSIFICA

C
Oggi

GIRONE
Dinamo Zagabria Olympique Lione Ajax Real Madrid
CLASSIFICA

D
Oggi

Basta il sospetto dellatterraggio in rossonero di Carlos Tevez, per rivitalizzare il reparto attaccanti: a Praga, in avvio di ripresa e nel giro di un minuto, segnano Pato e Robinho, nellinutile ultimo turno di Champions, con il Milan gi qualificato agli ottavi dietro al Barcellona. Nel finale la doccia fredda: il Viktoria Plzen raggiunge un insperato pareggio grazie ai gol di Bystron al 44 della ripresa e di Duris in pieno recupero.

Cech 5,5; Rajtoral 6, Bystron 6, Cisovsky 4,5, Limbersky 6; Jiracek 6 (29 pt Darida 6), Horvath 6; Petrzela 6, Kolar 6 (22 st Duris 6,5), Pilar 6 (39 st Hora sv), Bakos 5,5

Amelia 5,5; De Sciglio 6,5, Bonera 5, Mexes 5,5, Taiwo 6 (45 st Zambrotta sv); Emanuelson 5,5, Ambrosini 6, Nocerino 6 (40 pt ThiagoSilva 6,5);Seedorf5;Pato 6,5,Robinho 6,5 (36 st Cristantesv)
ALL. Allegri 6,5

CLASSIFICA

Bayern Monaco Manchester City

13 NAPOLI 7 Villarreal

8 0

INTER Lille

10 Trabzonspor 5 Cska Mosca

6 5

Benfica Basilea

9 Manchester United 8 Otelul Galati

9 0

Real Madrid Olympique Lione

15 Ajax 5 Dinamo Zagabria

8 0

GIRONE
Chelsea Valencia Genk Bayer Leverkusen
CLASSIFICA

E
3 0 1 1

GIRONE
Olympiacos Pireo Arsenal Borussia Dortmund Olympique Marsiglia
CLASSIFICA

F
3 1 2 3

GIRONE
Porto Zenit San Pietroburgo Apoel Nicosia Shakhtar Donetsk
CLASSIFICA

G
0 0 0 2

GIRONE
Barcellona Bate Borisov Viktoria Plzen MILAN
CLASSIFICA

H
4 0 2 2

ALL. Vrba 7

RETI: 2 st. Pato, 3 st. Robinho, 44 st. Bystron, 48 st. Duris

ARBITRO: Vad 6 AMMONITI: Ambrosini, Duris, Bakos SPETTATORI:20.000 circa

Chelsea Valencia

11 Bayer Leverkusen 8 Genk

10 3

Arsenal Olympiacos Pireo

11 Olympique Marsiglia 9 Borussia Dortmund

10 4

Apoel Nicosia Porto

9 Zenit San Pietroburgo 9 8 Shakhtar Donetsk 5

Barcellona Viktoria Plzen

16 MILAN 5 Bate Borisov

9 2

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

49

Pallanuoto, lItalia stende lInghilterra


Il Settebello campione del mondo chiude lanno con unaltra vittoria. Ieri ha sconfitto la Gran Bretagna nella seconda partita del Girone A di World League. A Manchester gli azzurri si sono imposti 14-6 con tre reti di Gitto e Giorgetti, migliori marcatori del match. A questo punto l'Italia sale a 6 in classifica. Il prossimo incontro in programma il 21 febbraio in Russia.

Oggi in Tv
9,00 Curling. Europei 12,00 Rai Sport Notizie 13,00 Studio sport 15,00 Snowboard CdM 17,50 Studio Sport 18,30 Sci. Super G. F. 19,00 Basket. Efes IstanbulEA7 Milano Eurosport Rai Sport 1 Italia 1 Rai Sport 1 Rai 2 Rai Sport 1 Italia 2

19,00 Anteprima Champions Rai Sport 1 20,30 Basket. BilbaoBennet Cant Sport Italia 1 20,30 Pallanuoto F. Pro Recco-Orizzonte Rai Sport 2 20,45 Villarreal-Napoli Rai 1 20,45 Inter-Cska Sky Sport 3 22,30 Solocalcio Sport Italia 1 22,45 90Minuto Rai 3 23,00 Ultima parola Sky Sport 24 23,30 sempre calciomercato Sky Sport 1

Champions, davanti alla storia il Napoli teme i soldi del City


Mancini: Incentivi? Lo sceicco non italiano Ma se questa sera il Villarreal perde, lui fuori

Insomma il Manchester City, soprattutto i suoi proprietari, comincia a stare un po sulle scatole e forse proprio questa alla fine la miglior garanzia per il Napoli: il Bayern, anche se mascherato, potrebbe avere un discreto interesse a liberarsi degli inglesi sulla strada per la finale di Monaco. Ovviamene di tutti questi intrecci Mazzarri fa carta da fal. Il tecnico napoletano calma ladrenalina della vigilia con una sana dormita pomeridiana prima di guidare lultimo allenamento sul prato del Madrigal. Il match point nelle mani

il caso
PAOLO BRUSORIO INVIATO A VILLA REAL

a notte che pu fare la storia del Napoli passa da questo catino di cemento in mezzo al cemento, ma poco importa, non da certi dettagli che si pesano le imprese. Il Madrigal ha visto tempi migliori e se per questo anche il Villarreal: per anni avamposto della fronda Real-Bara ora invece ridotto a comparsa della Liga (quindicesimo) e, quello che pi importa al Napoli, anche della Champions: zero punti in cinque partite. Peggio di cos impossibile fare. Gli azzurri qui cercano limpresa: che non battere la squadra di Pepito Rossi (stasera ovvviamente spettatore causa infortunio), ma toccare la riva degli ottavi di finale, traguardare il 2011 insieme con altre quindici big dEuropa: il tagliando che se
MAZZARRI SI SMARCA

squadra che miri a non farsi del male e a salvare la faccia con unonesta partita. Fin qui tutto lineare se non fosse che da due settimane cominciata a girare la solita fastidiosa voce: scommettiamo che gli sceicchi del City troveranno il modo di far correre di pi il Villareal? Nata come una chiacchiera da bar, nel bar morir anche. Ma qualcuno lha raccolta e non uno qualsiasi: il presidente del Napoli. Per non saper n leggere n scrivere, De Laurentiis lha buttata l parlando dellipotesi di incentivi da parte della propriet del City ai giocatori del Villarreal. Gettato il sasso nello stagno, ecco che le acque si sono mosse. Ro-

berto Mancini non s fatto pregare per rispondere: Per fortuna lo sceicco Mansour non italiano, una persona rispettabile e non si occupa di queste sciocchezze. Il tecnico del City ha altri pensieri, ma un altro lo riserva volentieri a De Laurentiis: Nessuna squadra gioca per perdere in Champions e il Villareal un club serio. Baruffe, niente di pi. Ma a scaldare il clima ci si messo pure Karl Heinz Rummenigge che del Bayern il presidente: Premi a vincere? Non credo si arrivi a tal punto, ma il City comunque gi fuori dalle regole: sono un esempio lampante di doping finanziario e non vengono nemmeno sanzionati.

0
Successi
DELLE ITALIANE A VILLA REAL In 7 incroci, 6 sconfitte e un pari

Edinson Cavani, 24 anni, bomber del Napoli

190 anni fa
un uomo cambi per sempre lorologeria, puntando su una corsa di cavalli.

del Napoli, il resto gli interessa davvero poco. Ma, costretto, ne parla. Il presidente ha fatto una battuta, chiudiamola qui. A questi livelli contano le motivazioni e le nostre possono fare la differenza a patto di saperle gestire. Non dobbiamo spaccare il mondo, sarebbe un boomerang. Mazzarri si rigira il suo Napoli, lidea quella di dare fiducia ai titolarissimi, come li chiama lui, ma il problema maggiore raffreddare lambiente. C aria di grande evento, qualificarsi sarebbe un fatto stratosferico. E, sicuri, se andiamo in vantaggio di due gol come con la Juve, stavolta non ci facciamo riprendere. E tanti saluti a Mansour.

Stasera in campo lInter gi qualificata


Villarreal
(4-4-2)

Napoli
(3-4-2-1)

De Laurentiis ha fatto solo una battuta Contano le motivazioni


BAYERN A MANCHESTER

20,45RAI1-SKYSPORT1-PREMIUMCALCIO1

Rummenigge rincara Gli arabi sono gi fuori dalle regole


staccato porta in unaltra dimensione. Per dire: nemmeno il Napoli carrozzato Maradona riusc in cotanta impresa (allora era Coppa dei Campioni) bloccato una volta al primo turno dal Real Madrid e unaltra al secondo dallo Spartak Mosca. Baster vincere questa sera per farsi un baffo di quello che accadr a Manchester dove il City dovr battere il Bayern gi qualificato (e annunciato in versione sperimentale) e sperare nel milagro spagnolo. Proprio qui sta linguacchio. Gi noto come il sottomarino giallo, oggi il Villarreal sembra un canotto e pure sgonfio. Domenica atteso dalla sfida con la Real Sociedad, con Borja Valero (nel mirino Juve) in dubbio e Nilmar rientrato di fresco, vien difficile pensare agli spagnoli in versione tigrotti di Mompracem. Pi ipotizzabile una

13 6 2 4 3 8 21 19 20 9 7

Diego Lopez Angel Lopez Rodriguez Musacchio Oriol De Guzman Bruno Soriano Senna BorjaValero Ruben Nilmar

De Sanctis Campagnaro Cannavaro Aronica Maggio Gargano Inler Zuniga Hamsik Lavezzi Cavani

1 14 28 6 11 23 88 18 17 22 7

Nel 1821, durante una corsa di cavalli a Parigi, Nicolas Rieussec collaud con successo la sua rivoluzionaria invenzione, misurandone il tempo con la precisione di un quinto di secondo. Era nato il cronografo. Omaggio alla straordinaria intuizione di un uomo, il Montblanc Nicolas Rieussec Chronograph Anniversary Edition incentrato sullessenza della sua invenzione: la tecnica del disco rotante. Cronografo Monopulsante, movimento di manifattura a carica manuale calibro , cassa in oro bianco 18 k, contatori a disco rotante 30 minuti e 60 secondi. Edizione limitata in soli 90 esemplari. Realizzato presso la Manifattura Montblanc di Le Locle, in Svizzera.
Celebriamo questo anniversario con il concorso di cortometraggi The Beauty of a Second, presentato da Wim Wenders. Entra in montblanc-onesecond.com. Ogni secondo importante.

ARBITRO: MOEN (Norvegia)


ALL:GARRIDO ALL:MAZZARRI

www.montblancitalia.it

Inter
(4-3-1-2)

Cska Mosca
(4-4-2)

20,45SKYSPORT3- MEDIASETPREMIUM

12 Castellazzi 55 Nagatomo 23 Ranocchia 25 Samuel 37 Faraoni 4 Zanetti 8 ThiagoMotta 20 Obi 29 Coutinho 22 Milito 28 Zarate

Gabulov Nababkin V. Berezutski A. Berezutski Schennikov Oliseh Aldonin Mamaev Dzagoev Doumbia Vagner Love

30 14 24 6 42 26 22 17 10 8 9

Nelle Boutique e nei Concessionari Autorizzati Servizio Clienti: 800 397182 - servizio.clienti@montblancitalia.it

ARBITRO: FERNANDEZ BORBOLAN (Spagna)


ALL:RANIERI ALL:SLUTSKY

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 50

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Sport 51

Retroscena
MASSIMILIANO NEROZZI TORINO

I nuovi titolari

iste le partite fin qui cucinate dalla Juve, in estate devessere stata fatta la miglior spesa del post-Calciopoli. Quattro ingredienti serviti subito nel piatto principale: Pirlo, Lichtsteiner, Vidal e Vucinic, in ordine di arrivo. Non casuale. Dovendo ristrutturare casa, in principio fu ingaggiato il pi bravo architetto in circolazione, Andrea Pirlo. Ancor prima dellingegnere, copyright Conte, cio lallenatore: chiunque fosse venuto, avrebbe dovuto mettere lex milanista a capo del cantiere. Prima legge del buon dirigente: se puoi prendere un fenomeno, non pensarci un secondo. Difatti lad Beppe Marotta e il coordinatore dellarea tecnica Fabio Paratici cominciarono a impacchettarlo in primavera. Nonostante scenette vagamente comiche, come
SCOMMESSE VINTE

24 anni centrocampista
(*)

COSTO

10,5

milioni
pagabili in tre rate da 5, 3 e 2,5 milioni
STIPENDIO

2,2 (**)
milioni
a stagione
PRESENZE MINUTI GIOCATI

12
ASSIST

882 2
Arturo Vidal, 24 anni, alla prima stagione con la Juventus

GOL

1170
27 anni difensore
(*)

(*) Fonte: comunicati finanziari della Juventus

1080
PRESENZE

(**) Ingaggi stimati senza i bonus previsti dai singoli contratti

828
PRESENZE

10
(**)

PRESENZE

13

32 anni centrocampista

12

28 anni attaccante
(*)

13

milioni
da pagare in tre stagioni
GOL

15
GOL

Lichtsteiner e Vidal ormai irrinunciabili Elia la delusione


quando lagente del giocatore, Tullio Tinti, esperto e gran furbone, fu sorpreso a Vinovo: Sono venuto a salutare Toni e Matri. Come no. Due giorni dopo la fine del campionato, Pirlo era bianconero. Ecco il nostro topplayer, esclam Marotta dopo il 4-1 con il Parma e gli effetti speciali del regista. Per giunta, soffiato alla concorrenza. Il delitto perfetto. Pirlo, e gratis, il colpo del secolo, tante grazie a Galliani, spalanc il sorrisone gi in estate Gigi Buffon. Che poi savventur in celestiali paragoni, allesordio del nuovo compagno: Quando ho visto giocare Pirlo, ho subito pensato: Dio c. Cera solo un cattivo pensiero, allinizio: Pirlo non il giocatore che fa per Conte, si bisbigliava. Solo che il tecnico juventino lo piazz sul prato al primo allenamento, levandolo alla giornata numero tredici, per squalifica. Bast un minuto per eleggerlo icona delle genti bianconere: Uno cos non si vedeva dai tempi di Platini, la battuta sui gradini del ritiro di Bardonecchia. Fiducia totale, se anche John

1 1

(*)

GOL

0 3

milioni
da pagare in tre stagioni
Centimetri - LA STAMPA

2 4

1,4
milioni
a stagione

3
milioni
a stagione

(**)

3
milioni
a stagione

(**)

ASSIST

ASSIST

ASSIST

Dal mercato alla vetta, i buoni affari della Juve


Pirlo ma non solo: nella cavalcata bianconera decisivi i rinforzi
Elkann, presidente della finanziaria Exor, azionista di maggioranza, si present a Villar Perosa con la maglia numero 21. Quella delleletto. Un Pirlo fa primavera, ma qui bisognava arrivare rinnovati a settembre. E allora, ecco Stephan Lichtsteiner: forse caruccio, 10 milioni, ma era pur sempre il migliore terzino del campionario, visti i guai fisici di Maicon. Da buon svizzero, sta rispettando pronostici e tempi. Sul finire di luglio, laltro gran ratto, Arturo Vidal, sfilato dalla borsa del Bayern Monaco. Difende, attacca, pressa, rincorre e segna: insomma, il collante del centrocampo. Tanto da convertire Conte, da anni fedele al 4-2-4. Macch: Vidal, Pirlo, Marchisio, saranno la targa del centrocampo. Per ritoccare lattacco, si era sfogliato ogni men, da Aguero a Giuseppe Rossi. Ma con il bilancio pros-

Luis Enrique carica i giallorossi Nulla da invidiare alla capolista


I

N le dimissioni, n lesonero. Rincuorato dai dirigenti della Roma, Luis Enrique si presentato in veste insolita nello spogliatoio. I giocatori attendevano duri rimproveri, lo spagnolo ha usato la carota: Siamo una grande squadra, non

abbiamo nulla da invidiare alla Juve. Non mi far condizionare dall'ambiente, vi voglio solo pi decisi negli allenamenti. A gennaio il club tenter di accontentare le richieste del tecnico spagnolo: tre innesti e numerose operazioni in uscita.

simo al profondo rosso, cont la colonna dei prezzi. Meglio Vucinic, a 15 milioni: con sostanzioso sconto dalla Roma, che era partita da venti, e non clamorosa riduzione di qualit, rispetto a Rossi. Se Pepito costava trenta milioni, di certo il montenegrino non ne vale la met, sul campo. Amarognola per adesso solo la ciliegina, messa allultimo giorno: Eljero Elia, 9 milioni e 45 minuti in campo. Troppo brutto per essere vero, se allAmburgo e in nazionale olandese non ci finisci per sorteggio. Avr fino a giugno per ritrovarsi, qui. Altrove non pu traslocare: tre tesseramenti nella stessa stagione sono vietati. Chiss, il tempo pu far miracoli: Krasic, che pareva dio fatto ala, s smarrito, e al contrario Pepe s arrampicato sullOlimpo. Sembrava un riscatto esoso il suo, con 7,5 milioni allUdinese (e 10 totali), dopo una stagione sbriciolata dal settimo posto: uno dei migliori. E anche Bonucci, finito in vetrina questestate ha ritrovato il campo e, con il Cesena, pure una buona domenica.

Vucinic salta la sua Roma: 2011 finito


Lesione muscolare alla coscia destra E Conte testa Quagliarella
TORINO

Niente duello con il passato, rivincite, vendette e fischi per Mirko Vucinic: lattaccante bianconero salter infatti la trasferta di Roma, e tutte le altre partite del 2011, per uno stiramento alla coscia destra. Il montenegrino era uscito dolorante in avvio della ripresa con il Cesena, e ieri lecografia ha dato lesatta diagnosi: lesione muscolare di primo grado a carico del bicipite femorale della coscia

destra, si leggeva in una nota del club bianconero. Cio, una prognosi di 20 giorni. Nessuna speranza di recuperi lampo. Lesame, eseguito dal dottor Maurizio Giacchino, stato fatto allistituto di Medicina dello Sport di Torino. Detto che la sfida di Coppa Italia di domani sera con il Bologna, Vucinic lavrebbe saltata comunque, dovr dire bye bye al duello dellOlimpico, casa sua per cinque stagioni, e alle partite con Novara e Udinese. Brutta notizia per Antonio Conte, cui toccher smontare un attacco che funzionava (bene) da sette partite. Il giochino s rotto nel secondo tempo di domenica. Vucinic aveva sentito un piccolo dolore sul tiro con il quale aveva impegnato Antonioli, poi aveva dovuto mollare subito dopo

un colpo di tacco per liberare Chiellini. Gi la faccia preannunciava cattive notizie. Il crack nulla centra per con la vistosa fasciatura che il montenegrino gi portava alla coscia destra: quella era stata applicata in seguito a una botta ricevuta in partitella, al quadricipite femorale. Muscoli diversi, insomma. Cos, da ieri, Antonio Conte sta lavorando sui pezzi di ricambio. Il primo tra le mani, e che fa lo lo stesso mestiere, sarebbe Fabio Quagliarella, gi utilizzato domenica: potrebbe essere testato per la prima volta dallinizio contro il Bologna, e in caso di buon collaudo, sarebbe promosso a Roma. Se il tecnico non vuole cambiare lassetto, il 4-3-3, ha comunque discreta scelta di uomini. A partire da Estigarribia, che

bene era filato a Napoli, con grandi corse e gol; fino a Giaccherini, che con 336 minuti il cambio pi utilizzato dallallenatore juventino. La partita di Coppa sar insomma lofficina per tarare nuovi automatismi, compito mica facile: dopo Pirlo, Vucinic infatti il giocatore che meglio sa innescare gioco e compagni, come testimoniano i quattro assist distribuiti fin qui. Dire che, per assenze, la Roma sta molto peggio, non conforta granch lo staff bianconero. I giallorossi, il pensiero di casa Juve, stanno vivendo un momento delicato, di quelli che a volte ti fanno estrarre grandi partite. Di certo, scenderanno davanti al proprio pubblico con cattiveria e concentrazione: dai suoi, Conte ne vorr altrettante. [M. NER.]

Uomo assist
Mirko Vucinic, 28 anni, alla prima stagione con la maglia della Juve, dopo cinque passate alla Roma Con quattro passaggi vincenti il miglior uomo assist dei bianconeri Ha segnato due reti

52 Sport

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

DOPO IL BLACKOUT ELETTRICO

Padova-Torino quei 14 minuti vanno giocati


La Lega di B: in campo il 14 dicembre Lesame del ricorso di Cairo forse slitta
GIANLUCA ODDENINO TORINO

Una riga per certificare la sospensione della partita al 3040 del secondo tempo e uno scarno comunicato a stretto giro di posta per fissare il recupero di Padova-Torino tra sette giorni, mercoled 14 alle ore 14.30. Dopo polemiche, relazioni, annunci di ricorsi e controricorsi, ieri a Milano sono state fissate le prime due tessere del complicato puzzle di una sfida in bilico da sabato scorso per il ripetuto blackout dellimpianto luci dellEuganeo. Prima il giudice sportivo e

poi la Lega Serie B hanno emesso i verdetti ufficiali e sostanzialmente hanno indicato la strada gi prefigurata dal presidente Abodi il giorno dopo il rinvio: Giocate e poi decideremo. Perch il giudice sportivo Gianfranco Valente, leggendo il rapporto arbitrale di Calvarese, ieri ha valutato che la partita non stata annullata o conclusa, ma semplicemente sospesa. Per questo non ha emesso sentenze o preso posizione. In pi sulla decisione dellorgano di giustizia pesa anche laccordo stipulato dalle due societ nel recuperare la partita il giorno successivo.

Determinato
Giampiero Ventura, 63 anni

Unintesa ratificata dalla Lega, poi respinta dal Toro con un repentino dietrofront. Le certezze, ora, sono che Padova e Torino dovranno terminare i restanti 14 minuti pi eventuale recupero tra una settimana, partendo dal risultato di 1-0 a favore dei padroni di casa. E i ricorsi delle due societ - quello granata stato inoltrato ieri sera - non porteranno ad un ulteriore rinvio o a uno slittamento al 2012. I tempi per decidere ci sono, ma concreto il rischio che i reclami vengano considerati infondati dal giudice sportivo perch la partita si deve concludere. Lintrigo giudiziario c tutto, ma il Toro va dritto per la propria strada e questa mattina presenter al giudice Valente la documentazione per sostenere lirregolarit del match e, dunque, ottenere la vittoria a tavolino causa responsabilit oggettiva della societ ospitante. A sua volta il Padova, tutelato dallavvocato Grassani, entro questa sera far reclamo per dimostrare che il mancato utilizzo dei 45 minuti convenzionali di attesa, per ripristinare la situazione, era legata allaccordo trovato tra le societ insieme allarbitro. Il rischio di incastrarsi nei tribunali sportivi anche perch in caso di mancato pronunciamento del giudice sportivo si andr alla Commissione Disciplinare. Dove lopzione di ripetere la partita, in caso di errore nelle precedenti decisioni, diventerebbe lunica via duscita praticabile.

SERIE BWIN

Ridotta la penalit Ascoli con tre punti in pi


Ridotta da sei a tre punti la penalizzazione dellAscoli in serie B, dopo il caso del calcioscommesse. Lo ha deciso il collegio arbitrale del Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport, accogliendo parzialmente il ricorso del club. LAscoli era stato sanzionato in ultimo grado dalla corte federale della Figc per responsabilit oggettiva per gli addebiti mossi ai suoi tesserati Vittorio Micolucci e Vincenzo Sommese. Attualmente lAscoli era penalizzato per un totale di 10 punti, tra calcioscommesse e inadempienze amministrative: con il recupero dei tre punti risale da quota 8 a 11 ma rimane ultimo in serie B. Il Tnas ha annullato anche lammenda di 50.000 euro.

SCI, OGGI SUPERG DONNE

Intervista

,,
GUGLIELMO BUCCHERI INVIATO A PESCARA

Segnano col contagocce ma granata gi in serie A


Zeman: Il mio Pescara deve far divertire, sabato sar un esame
Ha detto
Sul tavolo della pace

Gigante, vince ancora Ligety Simoncelli 9


sempre Ted Ligety il re del gigante: lamericano ha dominato grazie ad una strepitosa seconda manche a Beaver Creek. Secondo laustriaco Marcel Hirscher, terzo il norvegese Kjetil Jansrud. Continua la fase nera dei gigantisti azzurri: si salva solo Davide Simoncelli; invece uscito Max Blardone che era 12 (miglior italiano dopo la prima manche). Gli altri: Florian Eisath 20, Mattia Casse 24, Christof Innerhofer 28. Oggi superG donne (alle 18,30), sempre a Beaver Creek (Usa). Domani, slalom maschile (prima manche alle 17,30, seconda alle 20,30). Tutte le gare sono in diretta tv su Raisport1 ed Eurosport.

Poggio degli Ulivi come al luna park. Zdenek Zeman, gambe accavallate e sigarette nella tuta, sembra contare i secondi che separano lultima verticalizzazione dalla prossima: sulle tribune del quartier generale del Pescara, sempre aperto, i bambini si divertono, i pap ancora di pi.
Torino 38 punti, Pescara cinque in meno. Solo numeri o il giusto verdetto di stagione?

Non verr fuori niente, ognuno rimarr arroccato a difesa delle proprie posizioni
Sulla Juve di Conte

Il Torino ha gi ipotecato il primo posto. Questanno i granata non si lasceranno sfuggire la serie A: stiamo parlando di una squadra ben organizzata e con alternative di grande livello. Con qualche aggiustamento sono pronti per ben figurare nel campionato dei grandi. Dietro al Torino c una bella lotta. Il secondo posto sarebbe dovuto essere della Sampdoria, ma adesso i giochi sono aperti. C il Verona, il Padova e noi.
Toro in A, dunque. E il suo Pescara?

Per intensit la squadra meno italiana che c Gli altri rifiatano con il possesso palla
turit. Giocheremo con il solito atteggiamento, la gente dovr divertirsi. Qualcosa si sta muovendo. Restiamo dietro agli spagnoli, ai tedeschi e agli inglesi, ma stiamo recuperando terreno.
Lei si diverte a guardare il nostro calcio?

BASKET, EX DI AVELLINO

Flemmatico
Zdenek Zeman 64 anni ceco naturalizzato italiano allena il Pescara

Passaporto falso, Thomas inibito fino ad aprile 2013


La Commissione Giudicante Nazionale ha inibito Omar Thomas per sedici mesi, fino al 6 aprile 2013, per aver violato gli articoli 2 (Obbligo di lealt e correttezza) e 39 (Principi di lealt e correttezza) del Regolamento di Giustizia. Thomas, che la scorsa stagione stato nominato mvp del campionato, ha giocato per Avellino con un passaporto sloveno falso. Certo il ricorso dell'ala americana, che a questo punto vede sempre pi lontano il suo passaggio a Siena. I toscani saranno impegnati in Eurolega domani in trasferta contro il Galatasaray, mentre oggi (ore 19, Sportitalia 2) il turno di Milano a Istanbul con lEfes e di Cant a Bilbao (ore 20,30, Sportitalia 1). [F. CAR.]

Subiscono poco, ma segnano con il contagocce. Se calcoliamo la differenza reti, noi e loro siamo alla pari.
mai stato vicino al Toro di Cairo?

Grazie alla Nazionale di PranI numeri non le interessadelli? no, il modo di interpretare Il ct azzurro ha il merito di privilegiare i giocale partite s. Toro e PescaCONTATTI tori di qualit. E ra hanno nel Io vicino al Toro? la differenza si nota. dna la fase In effetti due anni fa offensiva, Juve o Milan mi hanno cercato ma i granata per lo scudetnon prendoto? Milan perch ha un potenziano gol quasi mai...

le offensivo incredibile.

Se il riferimento al lavoro di Luis Enrique, per prima cosa non bisogna dar retta allambiente. Dategli tempo.

novativo rispetto ai dogmi del nostro calcio, cosa bisogna fare?

del campo Testaccio, ovvero la famiglia aveva un radicamento popolare.


Sabato, a Torino, il suo Pescara metter in mostra i gioielli Insigne ed Immobile. A quali giocatori del passato li possiamo paragonare?

Ci sono stati contatti due anni fa. Poi, pi nulla. Per noi sar un esame di maSabato, allOlimpico, che sfida si aspetta?

Per intensit la squadra meno italiana che c. Gli altri si rifugiano nel possesso palla per rifiatare.... Conte rimasto lo stesso di quando giocava.
Quanto incide la testa del tecnico bianconero?

Le piace la Juve di Conte?

Per difendere un progetto in-

Sarebbe stato meglio il passaggio di consegne fra proprietari italiani, meglio se capitolini. Il presidente Franco Sensi era contestato ma rispettato: suo padre era uno dei fondatori

Da ex tecnico laziale e romanista, che riflessione le suggerisce vedere i giallorossi in mano americane?

Insigne ricorda Beppe Signori, Ciro Immobile ha le movenze di Casiraghi. Ma devono ancora dimostrare tanto. Pu arrivare in fondo. Poi servir fortuna.
Se le parlo del tavolo della LItalia del calcio in ripresa. Vincer gli Europei?

Non verr fuori niente dal vertice al Coni, ognuno rimarr sulle proprie posizioni. La Juve dovrebbe prendere atto di come le responsabilit di Calciopoli siano state pi gravi per il club bianconero di allora....
Ultimo flash. Sacchi ha definito il suo Pescara come la squadra pi divertente insieme alla Juve.

pace?

Lo ringrazio. Gi una volta disse che, seppur lontanamente, ricordavamo il Barcellona: noi dobbiamo far divertire la gente.

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 53

T1 T2 PR CV

T1 T2 PR CV

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 54

.
55

T1 T2

IN EDICOLA CON

FOLLA PER LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO FOTOGRAFICO

LA STAMPA

Marchisio e lassalto alla stazione


I

Manca poco alle 20 e lungo i binari di Porta Nuova c' un silenzio irreale. Irreale specie per chi, qualche secondo prima, a pochi metri da quei pendolari che attendono di tornare a casa, ha realizzato un sogno, strappato una foto, un autografo. La presentazione

del libro fotografico di Claudio Marchisio ha attirato 500 persone: la Feltrinelli allinterno della stazione stata presa dassalto dai tifosi bianconeri. Sono stati i pi giovani ad attendere con pazienza il proprio turno, quella generazione di juventini che finora ha raccolto solo i cocci di

un glorioso passato e che vede nel ragazzo dagli occhi blu il nocchiero presente e futuro della Juve. E di calore intorno a Marchisio ce nera tanto da costringere il giocatore ad allontanarsi per una boccata daria, per poi ricominciare a firmare promesse di nuova grandeur. [I. CRO.]

Claudio Marchisio, 25 anni

IL TEMPO IN CITT
Oggi Ieri Un anno fa

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

0 13

2.5 13.2

1.8 6.1

Allinterno

Via Marenco 32, 10126 Torino, tel. 011 6568111 fax 011 6639003, e-mail cronaca@lastampa.it f specchiotempi@lastampa.it f quartieri@lastampa.it I CONTI DI PALAZZO CIVICO ANCHE LA NUOVA IMU DAREBBE INCASSI MINORI DEL PREVISTO

TORINO
IL CASO

MAX

MIN (C)

Con Monti i tagli salgono a 100 milioni


I clienti catturano il rapinatore
Lassalto alla banca finisce con il bandito disarmato e legato
Claudio Laugeri
A PAGINA 61

Si scia a numero chiuso


AMEDEO MACAGNO eve preziosa come loro, a giudicare dalliniziativa della Colomion spa che ha deciso di far sciare sulla cima dello Jafferau solo i clienti pi affezionati. Da oggi e sino a domenica le piste sono a disposizione di chi possiede lo ski pass stagionale. Oppure ospitato in qualche albergo per tutto il lungo weekend dell'Immacolata oltre, va da s, a chi prenota lezioni di sci nelle quattro scuole di Bardonecchia. Per tutti gli altri, per chi abituato a sciare con il giornaliero, ciccia. Nicola Bosticco ad della Colomion Spa, societ che gestisce piste e impianti, sostiene che pi che un divieto una rinuncia da parte della societ alla totale apertura del comprensorio. Siccome possibile sciare solo sopra i 1800 metri, e solo su alcune piste alte dello Jaffreau, abbiamo deciso di privilegiare i nostri clienti che hanno lo stagionale in tasca o sono ospiti degli alberghi e non coloro che salgono in giornata. D'altronde - conclude Bosticco - aprendo solo alcune piste alte con l'obbligo del rientro in paese con la seggiovia e non con gli sci ai piedi, temevamo di intasare la zona. Da luned apriremo a tutti quelli che vorranno scorazzare sulle nostre piste anche con un comune biglietto giornaliero. Insomma, ringraziate il signor Bosticco.

In arrivo tassa sui turisti, rincari su bus e Tarsu


* La stangata. Altro che cinquanta milioni. La
stangata sar ben pi pesante. Forse il doppio. Due giorni fa sembrava che per Torino fossero confermati i 76 milioni di tagli ai trasferimenti statali decisi dal governo Berlusconi, invece ci sar un ulteriore taglio di 28 milioni.

ESPOSTA LA MADONNA CON BAMBINO

LA TRAGEDIA

A Caselle fiaccolata per il bambino ucciso sulle strisce


Bergamini e Peggio
A PAGINA 60

Potrebbe pensarci * LIci. a risollevare la silImu tuazione. E invece no. Dallimposta sulle seconde case e gli altri fabbricati a Palazzo Civico affluiscono circa 160 milioni allanno. Met del gettito dal 2012 verr trasferito allo Stato. Il Comune terr per s il 50% cento e lo integrer con il ritorno dellIci sulla prima casa.

TORINO-LIONE

Domani riprende la protesta Tre cortei anti Sitaf


Massimo Numa
ALLE PAGINE 64 E 65

Torino, infi* Aumenti. introdurre la ne, sta per

I CONCERTI

Rihanna e RHCP In arrivo 15 mila turisti del rock


Paolo Ferrari
A PAGINA 63

tassa di soggiorno, limposta sui turisti. La data c: primo marzo. Dallimposta il Comune dovrebbe recuperare sei milioni di euro allanno. E dal prossimo anno aumenter il prezzo dei bus (1,50 euro anzich 1) e la Tarsu (pi 2 o 3%).
Servizi ALLE PAG. 56 E 57

Michelangelo a Palazzo Madama


Maurizio Lupo A PAGINA 63

Art&Robert

Casa dAste - Per lArte e lAntiquariato dal 1977

Smog, tutti dal ministro


ANDREA ROSSI a convocazione arrivata ieri. Marted prossimo, i grandi Comuni del Nord Italia, e probabilmente anche le regioni, andranno a rapporto dal ministro dellAmbiente Corrado Clini. Il motivo: un vertice durgenza sulla qualit dellaria nella Pianura Padana e sulla mobilit sostenibile. Lobiettivo: provare a elaborare una serie di misure per migliorare la situazione, ma farlo tutti insieme, cos da produrre effetti il pi possibile efficaci.

Gioved 8 Dicembre ore 16


ANTIQUARIATO E ARREDI GIOIELLI OROLOGI DA POLSO DIPINTI XVII - XX sec. TAPPETI ORIENTALI ANTICHI
Catalogo in Sede con descrizione e base dAsta di tutti i lotti Esposizione: tutti i giorni escluso luned ore 10 - 13 / 15 - 19

ASTA

Art&Robert

TORINO via Principe Amedeo 20 Tel-Fax 011 8129790 www.bancoantiquario.it

Limpostazione chiara: agire ciascuno per conto proprio, con provvedimenti decisi citt per citt, o provincia per provincia, non ha senso, perch la Pianura Padana un bacino falcidiato dallo smog in maniera pressoch omogenea. Servono perci risposte su vasta scala. Al vertice porteremo le nostre dieci misure strutturali, convinti che siano lunica strada per ottenere risultati, spiega lassessore allAmbiente del Comune Enzo Lavolta. Quali? Infrastrutture, bus ecologici, piste ciclabili, nuove aree pedonali, teleriscaldamento, sostituzione delle vecchie caldaie.

T1 T2 PR CV

56 Cronaca di Torino

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

LA MANOVRA
LE RICADUTE

La scure di Monti su Torino: persi 100 milioni


I nuovi tagli si sommano a quelli di Tremonti LImu non compensa i mancati trasferimenti
ANDREA ROSSI

Altro che cinquanta milioni. La stangata sar ben pi pesante. Forse il doppio. E il Comune, che sperava in un cambio di rotta rispetto allepoca dei tagli massicci, ora mastica amaro. Ci relegano al rango di esattori. Chi riscuote le tasse previste da questa manovra? I Comuni? Chi applica queste tasse? Sempre i Comuni? E a chi finiscono i soldi? Allo Stato. Questo il de profundis del federalismo. Lassessore al Bilancio Gianguido Passoni si trova a fare i conti con un salasso che stavolta metter davvero in pericolo la possibilit di continuare a garantire i servizi. I conti - anche se la manovra del governo Monti potrebbe essere ancora modificata, e mitigata - sono presto fatti: due giorni fa sembrava che per Torino fossero confermati i 76 milioni di tagli ai trasferimenti statali decisi dal governo Berlusconi nel 2011, compensati in parte (una ventina di milioni) dalla nuova imposta sulla casa e dalla rivalutazione delle rendite catastali. La situazione, invece, appare peggiore. Non solo la scure imposta a suo tempo da Tremonti verrebbe confermata, ma il miliardo e 400 milioni di nuovi sacrifici imposti ai comuni su Torino si tradurrebbe in un ulteriore taglio di 28 milioni. Uniti ai 76 gi messi in conto si arriva a quota 104.

Strisce blu

Arriva la tessera elettronica


I

In principio era il parchimetro poi, per pagare la sosta, sono stati introdotti i voucher da grattare. Da luned 12, il parcheggio si potr liquidare in un terzo modo: con un piccolo aggeggio elettronico e ricaricabile - da 5 fino a 50 euro - agganciato al finestrino dellauto da cui verr decurtato il costo che corrisponde alleffettiva durata della fermata. Si chiama Neos Park e si potr acquistare nelle tabaccherie e nei centri Gtt. Prezzo 30 euro a cui va aggiunto il costo della ricarica (i primi due euro sono gratis). Lautoparchimetro, che resta allinterno del veicolo e non riconducibile alla vettura, perci potr essere sfruttato da pi persone, azionato con un pulsante che inizia e conclude la conta senza approssimazioni di tempo e di prezzo. [E. LIS.]

Potrebbe pensarci lImu a risollevare la situazione. E invece no, almeno dai primi calcoli. Forse conveniva tenersi lIci sulla seconda casa e il trasferimento compensativo dello Stato, ragiona Passoni. Dallimposta sulle seconde case e gli altri fabbricati nelle casse di Palazzo Civico affluiscono circa 160 milioni allanno. Met di questo gettito - anzi, di pi, perch bisogner applicare la rivalutazione delle rendite e le aliquote - dal 2012 verr trasferito allo Stato. Il Comune terr per s il 50 per cento e lo integrer con il ritorno dellIci sulla prima casa. Secondo le prime stime di Palazzo di Citt la nuova formula porter meno risorse di quella precedente. Prima che lIci sulle prime case venisse abolita, a Torino la detrazione per tutti era 132 euro. Il governo lha portata a 230. Morale: la citt incasser di meno. Sulle seconde case, poi, molto dipender dalla loro natura: laliquota varia a seconda se sono affittate o sfitte. Chi affitta paga meno. Insomma, il Comune paradossalmente deve sperare di avere molte case sfitte per incassare qualcosa in pi, sapendo che comunque la met del bottino finir a Roma. E comunque, spiegano a Palazzo Civico, anche rivalutando le rendite e applicando al massimo le aliquote lasciate alla discrezionalit dei sindaci (3 per mille sulla seconda casa, 2 per mille sulla prima) non si riuscir a colmare il gap.

Imu peggio dellIci


Secondo i primi calcoli del Comune il gettito dellImu che finir in parte (80 milioni) allo Stato render la nuova imposta meno conveniente per le casse comunali della vecchia Ici

Dal 2012

Arriva limposta sui turisti rincari anche su bus e Tarsu


La trattativa alle battute finali. Torino sta per introdurre la tassa di soggiorno, limposta sui turisti. La data c: primo marzo, come richiesto da albergatori e commercianti, mentre il Comune avrebbe preferito partire subito, magari il primo gennaio. Aspettare due mesi, con la coda delle vacanze natalizie di mezzo, significa rinunciare a circa un milione e mezzo di euro. Non poco, di questi tempi. Dallimposta - una misura odiosa ma non pi rinviabile, la definiscono a Palazzo di Citt - il Comune dovrebbe recuperare sei milioni di euro allanno. Il meccanismo confermato, e ricalcher da vicino il modello Firenze: un euro al giorno per ciascuna stella dellhotel. I tecnici degli assessorati a Cultura, Bilancio e Commercio stanno limando i dettagli e, accogliendo una richiesta degli albergatori, dovrebbero ridurre limpatto della tassa sugli hotel di categoria intermedia, in particolare i tre stelle, i pi utilizzati, dove non si pagher tre euro a notte ma probabilmente due o 2,50. A Torino, secondo le stime di settore, il ricavo medio per camera in un tre stelle circa 80 euro, mentre a Venezia, Roma e Firenze si viaggia sopra

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Cronaca di Torino 57
contributi regionali concessi attraverso lautocertificazione, dai buoni scuola allesenzione dei ticket. Secondo Quaglia si tratta di una scelta di equit sociale e che non ha risvolti punitivi. Intensificata anche la lotta allevasione sul bollo dellauto che nel corso dellultimo anno ha permesso di recuperare una ventina di milioni. La giunta sta valutando invece la possibilit di aumentare la tassa sulle concessioni regionali, autorizzazioni e licenze d'uso, riconducibili soprattutto ai settori delligiene e sanit; caccia e pesca; agricoltura; acque minerali e termali, cave e torbiere. Ancora Quaglia: Si tratta di fare unattenta valutazione legata al fatto che un aumento della tassazione potrebbe avere effetti ridotti dal punto di vista delle entrate e produrre invece un pesante effetto negativo sulle aziende del territorio che dovrebbero invece avere risorse per creare nuova occupazione. Discorso aperto, invece, per quanto riguarda le risorse del trasporto locale. La trattativa tra Regioni e governo ancora aperta e il presidente Cota avverte: Se non ci saranno le risorse i treni non funzioneranno perch non si potranno rispettare le clausole dei contratti di servizio con Trenitalia.

Limpatto sul Piemonte


DATI IN EURO

Qui Regione

COMUNE
IMU gettito previsto

260 milioni
(ma almeno 80 finiranno allo Stato)

Vendita degli immobili e lotta ai furbetti dellautocertificazione


Irap e bollo auto immutati. Possibile aumento di licenze e concessioni
MAURIZIO TROPEANO

Tassa soggiorno

6 milioni
PROVINCIA

Aumento quota sulla Rc Auto dal 12,5 al 16%: gettito di

18 milioni
REGIONE
Gettito Irap invariato:

41 milioni

La Regione non aumenter la pressione fiscale. Nessuna variazione per lIrap e nemmeno del bollo auto. Lincremento di Irpef e dellaccise sui carburanti stato deciso dal governo Monti. La giunta Cota, per, far di tutto per incrementare le entrate proprie e lo far accelerando il processo di dismissioni degli immobili di propriet e rafforzando lapparato di controllo contro levasione e i furbetti dellautocertificazione. E questa la linea emersa

ieri dopo la riunione della conferenza dei presidenti della regioni. Un vertice a cui hanno partecipato il governatore Roberto Cota e lassessore al Bilancio, Giovanna Quaglia. Toccher a lei mettere a punto le misure che saranno prima presentate alla maggioranza di centrodestra e poi illustrate dal presidente anche ai capigruppo del centrosinistra. E chiaro che la Regione ha bisogno di far cassa e lassessore Quaglia spiega che nel bilancio di assestamento del 2012 saranno previste entrate derivanti dalla cessione di una serie di immobili che possono avere un mercato immediato anche a fronte del fatto che con lintroduzione dellImu la Regione dovrebbe anche affrontare nuovi costi. E cos sar messo in vendita lappartamento di Cava dei Tirreni. Si tratta di un alloggio di fine Ottocento in corso Re

Possibili aumenti per la caccia

Umberto I non utilizzato, frutto del recupero di un contenzioso vinto nel passato dallavvocatura regionale. Dalla vendita, secondo lo studio/censimento del Politecnico, si potrebbero incassare almeno 250 mila euro. Dovrebbe essere ceduta anche Casa Losano, villa e basso fabbricato in avenida Libertador a San Francisco di Cordoba in Argentina. Una costruzione del 1927 di circa 600 metri quadrati data in concessione allassociazione Familia Piemonteisa con contratto in scadenza nellaprile dellanno prossimo e la cui vendita potrebbe fruttare almeno 441 mila euro. La giunta Cota, poi, rafforzer gli strumenti e il personale di controllo sullassegnazione dei

Qui Provincia
Ritocco addizionali Irpef:

200 milioni
Centimetri - LA STAMPA

Aumenta la Rc Auto ma mancano 35 milioni per chiudere il bilancio


Il rincaro produrr un gettito di circa 18 milioni vincolati agli investimenti
ALESSANDRO MONDO

i 150. E il tasso di occupazioOltre ai visitatori la necesne delle stanze del 60 per sit del Comune di fare cassa cento, pi basso rispetto alle si abbatter anche sui torinealtre citt turistiche. Insom- si. Dal prossimo anno aumenma, se a Venezia, Firenze e ter il prezzo dei mezzi pubRoma, lincidenza dellimpo- blici: 1,50 euro anzich leuro sta sarebbe stata del 3-4 per attuale, con qualche forma di cento, a Torino si sarebbe sa- ammortizzamento per gli abliti al 10. bonamenti, la cui tariffa creUnanomalia scer ma in miche dovrebbe TASSA DI SOGGIORNO sura minore. essere parzialsaliArriva a marzo Destinata aTarmente corretta. re anche la e porter nelle casse su (pi 2 o 3 per Limpianto, pecirca sei milioni cento), ma solo r, fatto. La tassa verr esteper coprire i cosa a tutte le strutture recetti- sti del servizio di raccolta, in ve, compresi bed&breakfast, attesa che nel 2013 entri in viostelli, campeggi. Infine, gore la Res, la nuova tassa sui confermata la destinazione rifiuti e servizi. Dovrebbe vadei proventi: andranno a so- lere 30 centesimi di euro al stenere iniziative culturali o metro quadro, ma anche in progetti per mantenere alta questo caso i contorni sono lofferta turistica. ancora indecifrabili. [A. ROS.]

La prima vittima della scure di Monti sulle Province sono i bilanci delle Province medesime. Compreso quello di Palazzo Cisterna, che dopo aver predisposto il rendiconto previsionale per il 2012 (lapprovazione in Consiglio era prevista luned prossimo) dovr riscriverlo da capo: operazione inevitabile alla luce di 35 milioni svaniti dalla sera alla mattina. Di questi, 22 riguar-

dano la mancata compartecipazione allIrpef mentre altri 13 dipendono dalla riduzione dei trasferimenti statali e regionali. Ne sa qualcosa lassessore Marco DAcri, costretto a rivedere le voci di un bilancio che difficilmente si riuscir a chiudere entro fine anno. N sar sufficiente, per compensare lammanco, laumento della quota incassata da Palazzo Cisterna sulla Rc Auto gi inserita nella manovra 2012: dal 12,5 al 16%; 15 euro in pi su ogni polizza, con un gettito previsto di 18 milioni vincolati agli investimenti. Il tutto in un quadro dincertezza sul futuro delle Province tal quali, che lUnione Province Italiane si prepara a difendere con due mosse: un ricorso alla Consulta contro il

Assicurazione pi cara

decreto-Monti e unoperazione di moral suasion verso Pd e Pdl. Giuseppe Castiglione e Antonio Saitta, presidente e vicepresidente dellUpi, hanno gi chiesto un confronto con Alfano e Bersani. Anche cos, a Palazzo Cisterna c chi pensa - per ora sottotraccia - a un piano B tutto torinese. Alla mala parata, si ragiona, tanto varrebbe provare a sparigliare le carte. Come? Giocando in attacco e, invece di trincerarsi in difesa della Provincia, ratificarne la fine proponendo la nascita di un ente che la ricorda molto da vicino.

Parliamo della Citt metropolitana prevista dalla modifica del titolo quinto della Costituzione firmata dal Governo Prodi. Per l'ordinamento giuridico il territorio della citt metropolitana coincide con il territorio di una provincia o di una sua parte e comprende il comune capoluogo - riepiloga Wikipedia - . Una citt metropolitana quindi un'area metropolitana. Con un sindaco metropolitano, una giunta e un Consiglio ad hoc. Il tutto sulla base di confini territoriali nei quali con un po di flessibilit, potrebbero confluire la grande maggioranza dei Comuni del Torinese. Insomma: nel caso non si riuscisse a salvare per il rotto della cuffia lente-Provincia, Palazzo Cisterna potrebbe proporre essa stessa listituzione della Citt metropolitana e disegnarne i confini: loccasione per continuare a garantire le funzioni di area vasta tra Regione e Comuni costruendo un nuovo soggetto sullattuale ossatura istituzionale. Il che, secondo i soliti maliziosi, permetterebbe alla Provincia di uscire dalla porta per rientrare dalla finestra con un vestito su misura. Partita aperta.

T1 T2 PR CV

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 58

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Cronaca di Torino 59

il caso
ALESSANDRO MONDO

lla fine Fare gli Italiani ce lha fatta: la mostra, tra le pi visitate in Italia questanno, riaprir i battenti a marzo 2012: identica la location, cio le Ogr. La buona notizia, che non pu prescindere dal contributo economico di Intesa Sanpaolo, segue la riunione del Comitato esecutivo di Italia 150 e risponde alle aspettative di molti: compreso il sindaco Fassino e lassessore alla Cultura Braccialarghe, che in diverse occasioni avevano auspicato il permanere della suggestiva rassegna dedicata alla storia e allidentit del nostro Paese.

Fare gli Italiani ritorner alle Ogr


La mostra sar riaperta dopo alcuni restauri
ste del pubblico. Soddisfatto Fassino, che del Comitato presidente: Questa mostra un viaggio nella storia del Paese, in ognuno di noi e nelle nostre famiglie, quelle che in questi 150 anni hanno costruito la storia dellItalia. E senza un luogo, senza unesperienza che racconti ci che siamo stati e da dove partito il nostro Paese, non si pu guardare consapevolmente al futuro. Ne conviene Michele Coppola. La riapertura premia il grande lavoro corale fatto durante le celebrazioni di Italia 150 - spiega lassessore regionale alla Cultura -. E un esempio concreto di come la sinergia pubblico-privato possa rivelarsi utile nel sostenere iniziative culturali. Mi auguro che il proseguimento della mostra rappresenti unaccelerazione nel processo di trasformazione del polo delle Ogr. Resta da capire se e come Fare gli Italiani potr sopravvivere anche dopo la scadenza di novembre 2012: il che presuppone una sede permanente, e alternativa, alle Officine. Per il momento godiamoci questo rilancio. Sempre a proposito di mostre, proseguiranno fino al 29 gennaio quelle ospitate alla reggia di Venaria: Leonardo. Il genio, il mito e Moda in Italia. 150 anni di eleganza. Anche in questi casi, il pubblico mostra di apprezzare.

ANCORA QUALCHE MESE

La rassegna non cambia e chiuder a novembre forse sar salvata


La pausa fino a marzo sar loccasione per realizzare la manutenzione degli oggetti esposti e degli apparati multimediali ma anche per sistemare lallestimento, che subir qualche lieve modifica. In particolare, spiegano dal Comitato, la quadreria sar sostituita da un approfondimento storico sullItalia preunitaria. Uguale la sede, uguale la planimetria complessiva della mostra, mentre si sta valutando come risistemare nelle Officine anche i servizi di bar, di ristorazione e il bookshop. La nuova chiusura della mostra stata fis-

Oltre 400 mila visitatori


La pausa fino a marzo servir per curare la manutenzione degli oggetti esposti e degli apparati multimediali

sata per novembre 2012. Non si esagera nel dire che Fare gli italiani stata uno dei grandi protagonisti delle celebrazioni di Italia 150: lesposizione, curata da Walter Barberis e da Giovanni De Luna, racconta la storia dellItalia dallUnit nazionale a oggi mettendo in scena i principali elementi che hanno tenuto insieme gli italiani e i fattori che, viceversa, hanno mantenuto o alimentato le divisioni. Dinami-

che rappresentate attraverso una pluralit di narrazioni e di linguaggi. Lallestimento multimediale invita il visitatore a scegliere i propri percorsi e ad esplorarli in modo interattivo lungo due direttrici parallele: La Corrente e Le isole tematiche. I numeri, al solito, dicono tutto: 400 mila visitatori tra marzo e novembre 2011. Quanto bastato per spingere i componenti del Comitato Italia 150 ad accogliere le richiem

Specchio dei tempi


m

Applicare le leggi a tutela del pedone - Ticket a 7 euro per il farmaco salvavita - Termosifoni spenti con il nuovo allacciamento al Teleriscaldamento - Condannati da un ictus - Torino una citt aperta
m

Un lettore scrive:
I

Ampi titoli sui giornali (meno male), sgomento della gente quando dei poveri disgraziati vengono falciati sulle strisce pedonali e non, da automobilisti irresponsabili. Da oltre trentanni realizzo sondaggi di opinione e a chi di dovere vorrei far sentire, al riguardo, la voce del cittadino spesso terrorizzato nellattraversare la strada, anche sulle zebre. Chiediamo alle autorit competenti di esporre su questo o altri giornali: quante multe, ad esempio nel 2010, sono state comminate agli automobilisti per mancata precedenza ai pedoni? Sarebbe sufficiente, ogni tanto, limpiego di alcuni vigili urbani, per stroncare (sic!) tale incivile comportamento. Rilevando ogni volta qualche centinaio di queste infrazioni, punibili con severe sanzioni, lautomobilista capirebbe che non vige lanarchia. Chi deputato a far rispettare il Codice della Strada vada negli altri Paesi europei (Francia, Germania, ecc.) e accerti quanto sia elevato il rispetto per il pedone. Dai giornali si apprende di voler eliminare le strisce pedonali nelle vie a scorrimento veloce (faremo autostrade cittadi-

ne!), di verificare i tassi di incidentalit in alcune vie, contromisure del Comune, ma nessuno, ripeto nessuno, si ricordato che esiste una Legge inerente la doverosa precedenza al pedone.
ARGO OTTAVIANI

Una lettrice scrive:


I

Sono una signora di 63 anni operata di cancro al seno 22 mesi fa (alla clinica universitaria di Torino) ed obbligata ad assumere per 5 anni il farmaco Arimidex 1 mg (inibitore delle aromatasi) e speranzosa in un salva vita!. Ad oggi pago nellacquisto per scatola un ticket di 7 e lo ritengo ingiusto e deprimente versare un ticket cos alto per un farmaco di cui non puoi fare a meno. Vivo con una pensione di 1000 (affitto, riscaldamento, luce, gas, telefono e la sopravvivenza quotidiana). Mi rivolgo alle persone competenti (ministro della Sanit e onorevole Cota) perch si possa rivedere questa assurda beffa per me e come per tanti altri pazienti condannati da questo male. Signori, non si parla di una crema di bellezza ma di un farmaco salva vita.
GILDA ORSINI

taggi del riscaldamento centralizzato soprattutto con la partenza della nuova centrale dellIren. Tutto molto bello, e chi potrebbe dirsi contrario a nuove tecnologie che rendono-renderanno laria pi respirabile, ma il fatto che prima il riscaldamento funzionava e bastava un intervento degli addetti a inizio inverno per scaricare laria dai tubi (abito al nono piano) ora dopo molteplici telefonate e relativi interventi del personale addetto, sono al freddo e alla mia et (86 anni) un problema serio. Gli addetti interpellati al telefono parlano di poca forza propulsiva sviluppata dalla nuova centrale che provoca laccumulo di aria nei tubi, non so, non me ne intendo, so soltanto che lanno scorso i termosifoni erano caldi e questanno sono freddi.
ANTONIA CARLUCCI CARRETTA

menticano di noi, la gente ci guarda come se fossimo diventati stupidi, succede in particolare a chi diventato afasico, o ci guardano e dicono poverini. Non siamo poverini lottiamo ogni giorno per ottenere la dignit di cui anche noi abbiamo diritto. Non chiediamo piet o carit ma una possibilit.
GIULIO

Un lettore scrive:
I

Un lettore scrive:
I

Una lettrice scrive:


I

Ho letto recentemente sulla Stampa un articolo sui van-

Sono un uomo di 37 anni, quando ne avevo 30 ho avuto un ictus, come me in Italia ci sono 15.000 giovani che vengono colpiti ogni anno da questa patologia. Sono contento che la signorina Erika dopo quello che ha fatto possa rifarsi una vita, ma mi chiedo quando le persone come me, che hanno subito questo duro colpo, avranno la possibilit di riprendere in mano la propria vita? Le istituzioni spesso si di-

Ritengo profondamente errato il giudizio del prof. De Rita su Torino, vista come citt chiusachenon hanulla da dire. Mi chiedo dove vissuto il suddetto professore: non ha visto i sette milioni di turisti, lofferta museale migliore dItalia, il primoPolitecnico del Paese? Non si accorto che solo a Torino, molto pi che nelle altre citt, il 150 anniversario dellUnit nazionale ha avuto una corale partecipazione di cittadini ed istituzioni ed un numero imponente di manifestazioni, pubblicamente elogiate pi volte anche dal Presidentedella Repubblica? E questa sarebbe una citt chiusa?.
GIAN PIERO AURELI

specchiotempi@lastampa.it via Marenco 32, 10126 Torino fax 011.6568185 Forum lettere su www.lastampa.it/specchiotempi

T1 T2 PR CV

60 Cronaca di Torino

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Stasera a Caselle fiaccolata per Alex


Incidente di corso Peschiera, ancora caccia alla Clio investitrice

Era libero
Secondo le testimonianze il cane era libero. I proprietari due ragazzi dallaspetto trasandato sono stati gi identificati dai vigili urbani

GIARDINI REALI IDENTIFICATI I PROPRIETARI DEL CANE

il caso
NADIA BERGAMINI MASSIMILIANO PEGGIO

na fiaccolata per Alessandro. Cos la comunit di Caselle ha deciso di ricordare il bimbo di 7 anni travolto e ucciso sulle strisce pedonali di corso Peschiera sabato scorso, mentre stava attraversando la strada con mamma e pap, appena usciti da un negozio di giocattoli. A volerla sono i genitori dei suoi compagni di classe della 2A della scuola elementare Rodari. Sono gli insegnanti, il personale della scuola e la preside, Loredana Meuti. E tutte le associazioni del territorio, compresi gli amministratori pubblici. Una fiaccolata per sperare. Per confidare nella giustizia. E magari anche per indurre il pirata della Renault Clio, o forse i suoi due occupanti secondo alcune testimonianze, a costituirsi. Le ricerche dellauto sono a buon punto. Negli uffici del comando della polizia municipale di Torino si sta lavorando senza sosta per ricostruire gli elementi dindagine finora raccolti. Filmati, testimonianze, telefonate anonime, accertamenti. Quello che ci manca dice con fermezza Paola Loiacono, dirigente del settore investigativo del corpo - laiuto del territorio. Qualcuno che sa, che conosce il personaggio in fuga, ma non si fa avanti. Comunque qualsiasi contributo prezioso. Un invito quindi a telefonare al comando, per arricchire le indagini coordinate dal pm Gabriella Viglione. Nelle ultime ore gli agenti hanno controllato i campi nomadi, uno in particolare a Moncalieri, sulla base di una segnalazione precisa che indicava la presenza della Clio nei pressi dellinsediamento di strada Brandina, lungo la tan-

Spaventato dal pitbull scappa e viene investito da unauto


Studente di Como di 17 anni, era in gita scolastica: ricoverato al Cto
Un pitbull lasciato libero. E questa la causa dellincidente che ha fatto finire in ospedale (prognosi di 10 giorni) Vincenzo, 17 anni, studente al terzo anno dellistituto professionale Isis Ripamonti di Como, in gita scolastica a Torino, investito da unauto in viale Partigiani, vicino ai Giardini Reali. Da piccolo ha rischiato di annegare in una enorme vasca proprio a causa di un cane. E una paura che si porta dentro fin da piccolo spiega Maria Russo, 54 anni, insegnante di italiano e storia, che accompagnava assieme ad altri colleghi la scolaresca nella gita torinese. Il programma prevedeva al mattino la visita alla Reggia di Venaria e al pomeriggio un giro in citt. Alle 16 sono arrivati a Torino. Credevamo che fosse un giro in pullman, poi ci siamo fermati vicino ai quei giardini. Di l, saremmo andati in centro. Avevamo unora a disposizione prima del rientro a Como spiega ancora linsegnante. Appena sceso dal pullman, per, Vincenzo si trovato vicino il pitbull. Forse, il cane voleva soltanto giocare, ma il giovane ha reagito distinto. La paura stata pi forte della ragione e gli ha fatto adottare lunico comportamento da evitare davanti a un cane: ha incominciato a correre, senza pensare, senza guardarsi intorno, senza capire dove fosse. Lo abbiamo visto correre, il cane saltellava vicino a lui aggiunge la docente. Cos, in pochi istanti Vincenzo si ritrovato in mezzo a viale Partigiani. In quel momento arrivata una Lancia Ypsilon guidata da un giovane di 25 anni. Ha frenato, ma non ha potuto evitare lo scontro. Lo studente lombardo caduto sul cofano e ha battuto con violenza la testa contro il parabrezza. Poi, rotolato sullasfalto. Il guidatore subito sceso dallauto, andato in aiuto del ragazzo. Compagni di scuola e insegnanti sono accorsi subito. Era chiaro che lautomobilista non aveva colpa, impossibile evitare lincidente. Vincenzo, comunque, non ha mai perso conoscenza. Era lucido, anche se non ricordava il momento dellimpatto. Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia municipale, che hanno fatto i rilievi. E sono anche intervenuti per individuare i proprietari del cane lasciato libero. Due giovani malvestiti, con aria poco raccomandabile. Tanto che gli studenti hanno preferito non andare a discutere con loro. Hanno anche avuto il coraggio di dire che il cane si era fatto male per colpa del ragazzo che correva lontano da lui dicono i testimoni. La polizia municipale ha i loro nomi. Per loro, per, non sono previste sanzioni di particolare gravit. Al massimo, rischiano una multa per aver lasciato libero il cane, anzich al guinzaglio. Vincenzo stato visitato al pronto soccorso del Cto. Il trauma cranico stato di lieve entit, dovr stare a riposo per una decina di giorni. I compagni di scuola e alcuni insegnanti sono rientrati in Lombardia, come da programma. La docente di italiano e un collega sono rimasti vicino al ragazzo fino allarrivo dei genitori, avvenuto in serata. [C. L.]

Oggi saranno cancellate le strisce


La fiaccolata partir stasera alle 20,30 dalla scuola Rodari di Caselle, in viale Bona 33, dove Alessandro frequentava la seconda elementare. Il corteo raggiunger piazza Boschiassi

Alessandro aveva 7 anni

genziale sud. Segnalazione risultata poi infondata. Controllati anche alcuni locali del centro, ritrovi abituali di stranieri. Ma secondo gli investigatori lauto si troverebbe a Torino. Forse

nascosta in un garage di perife- sicurezza dellattraversamento ria. Per dare la caccia al pirata pedonale in corrispondenza di si sono fatte ricerche anche sul via Sacra San Michele. Oggi gli web, attraverso le immagini di operai del Comune provvedeYoutube, tra le decine di auto ranno a eliminare il varco con modificate e ritratte nei filmati le strisce zebrate. Troppo pelegati al mondo del Tuning. Ipo- ricoloso. Decine di persone tesi. In tutti i comandi di pro- hanno lasciato sul luogo dellinvincia sono state inviate le de- cidente fiori, messaggi, peluscrizioni della Clio grigia, senza ches, lumini. Ciao piccolo angruppo fari sinistro, senza spec- gelo. Speriamo che Dio fulmini chietto retrovisochi ha fatto quere sinistro, e il paLE INDAGINI sto si legge su rabrezza lesionaPer gli investigatori un foglio di carta to. Il cerchio si sotto un amzzo sta stringendo lauto pirata sarebbe di rose bianche. nascosta in citt dicono. La fiaccolata In ospedale per Alessandro continua lattesa. Il pap Calo- partir oggi alle 20,30 (ritrovo gero Sgr ancora in gravissi- 20,15) davanti alla scuola Rome condizioni. La mamma, Si- dari, in viale Bona 33. Il corteo monetta Del Re, ricoverata al raggiunger Piazza Boschiassi. Cto con una gamba fratturata, Vogliamo sensibilizzare il legi protetta e circondata dai fami- slatore - dicono gli organizzatoliari. Prigioniera di un dolore ri - a introdurre pene pi seveche non concede sollievo. re nei confronti degli automobiIntanto, in corso Peschiera, listi irresponsabili che non handivampano le polemiche sulla no rispetto della vita.

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Cronaca di Torino 61

In breve
Beneficenza

La mensa dei poveri di SantAntonio


I

Nel chiesa di SantAntonio da Padova, all11 dellomonima via, da ieri in corso la tradizionale vendita di beneficenza (9-12 e 15,30-18,30) che si protrarr fino a domenica. Il ricavato, come ogni anno, sar destinata alla mensa dei poveri allestita dal convento.

Il bandito entra nella bussola della banca. Apre la prima porta, ma un'impiegata si accorge che porta una maschera e una parrucca, blocca la porta e d l'allarme.

Un cliente non capisce la situazione e sfiora la maniglia dall'interno, sbloccando la porta. Il bandito entra, ma viene subito bloccato dagli stessi impiegati e da alcuni clienti, che lo legano mani e piedi con il nastro adesivo in attesa dell'arrivo della polizia.

Fuori dalla banca, due complici battono i pugni sulla porta della banca per entrare e andare in soccorso del bandito all'interno dell'istituto di credito. Centimetri - LA STAMPA

Protesta Cisl

Presidio rinviato Non oggi ma luned


I

IN CORSO SIRACUSA I DUE COMPLICI IN STRADA VEDONO LA SCENA E FUGGONO SU UNA LANCIA Y

In banca per una rapina Gli impiegati lo legano


Consegnato alla polizia. Lasciatemi andare, faccio il bravo
CLAUDIO LAUGERI

Il presidio di protesta contro la manovra organizzato dalla Cisl per stamattina a Porta Nuova stato annullato. Una iniziativa si terr invece luned quando a livello nazionale stato proclamato lo sciopero di tutte le categorie Cisl.

Precisazione

Pi interventi in Chirurgia 6
I

Banca. Ora di pranzo. Un uomo legato mani e piedi, buttato sul pavimento. Supplica, chiede di essere liberato. Intorno, una mezza dozzina di uomini, impegnati a controllare che non si muova. Una scena gi vista, ma questa volta c qualcosa di diverso. Luomo a terra un bandito, quelli intorno sono impiegati e clienti della banca. E fuori, altri due rapinatori bussano con forza per far aprire la porta. Invano. Tutto accade tra le 12,50 e le 13 di luned, nella filiale della Banca dAlba in corso Siracusa 47. Rosario Finocchiaro, 46 anni, entra nella bussola della banca. Indossa una maschera di lattice e una parrucca con i capelli rossastri. Era voltato verso il muro, sembrava che telefonasse spiega unimpiegata. La cassiera, per, si accorge subito del trucco e blocca le porte. Il bandito rimarrebbe l, se non fosse per un cliente, che sfiora la maniglia e sblocca il meccanismo della bussola. Ma sempre lui a mettere per primo le mani addosso al bandito. Scena da film: il cattivo con la faccia contro il muro, le mani dietro la schiena, perquisito in

La maschera e la pistola

Anche i clienti contro luomo armato


Appena varcata la soglia della Banca dAlba, Finocchiaro se li trovati tutti addosso, per nulla impauriti. Anzi, decisi e determinati a immobilizzare e consegnare alla giustizia il rapinatore

cerca di armi. Questa volta, per, a bloccare il malvivente sono tre clienti, con laiuto del direttore e del vicedirettore della banca. Agiscono come una squadra affiatata, neanche fossero specialisti del settore sicurezza. Due tengono le braccia, uno schiaccia il bandito contro il muro, il vicedirettore lega con il nastro adesivo le

gambe di Finocchiaro e il direttore gli stringe i polsi dietro la schiena con una fascetta da elettricista. Sdraiato sul pavimento, il bandito fa un ultimo, disperato tentativo: Faccio il bravo, lo prometto, ma lasciatemi andare. Lesatto contrario di quanto aveva immaginato il bandito prima di entrare in banca.

Era pronto a rimanere parecchio nella filiale di corso Siracusa: contatto radio con i complici garantito da un auricolare fissato allorecchio con un cerotto e connesso a una ricetrasmittente appesa al collo; disturbatore di frequenze gsm infilato nella tasca interna del giubbotto, per impedire a clienti e impiegati di dare

lallarme di nascosto; riproduzione di una pistola semiautomatica Smith & Wesson modello 59 infilata in un borsello nero, assieme ai sacchetti di plastica da utilizzare per trasportare il bottino; guanti in pelle e un tubetto di supercolla per coprire le impronte digitali. Con ogni probabilit, Finocchiaro e i complici erano pronti ad attendere lapertura delle casse temporizzate, per evitare di andare con via con pochi spiccioli. Gi, i complici. Due uomini, secondo i testimoni. Uno rimane per qualche istante fuori dalla banca. Bussa contro la porta, assiste alla scena, capisce che il piano fallito e sinfila nella Lancia Y guidata dal complice. I due riescono a fuggire pochi istanti prima che arrivi la Volante schizzata fuori dalla caserma di via Tirreno appena ricevuta la segnalazione. I poliziotti arrivano in forze, una pattuglia si ferma davanti alla banca e altre girano per un po in zona alla ricerca dellauto dei rapinatori. Nulla da fare. Gli agenti si devono accontentare di Finocchiaro, gi impacchettato come un pacco regalo.

Contrariamente a quanto scritto per errore nellarticolo sulla diminuzione dellattivit operatoria alle Molinette, nel reparto di Chirurgia del professor Gasparri gli interventi nel primo semestre del 2011 rispetto allo stesso periodo del 2010 sono aumentati: 87 in pi. Nel complesso, lattivit operatoria delle Molinette comunque calata.

Iniziativa Coldiretti

Tutela made in Italy s da 100 Comuni


I

Sono gi oltre cento i Comuni piemontesi che, aderendo allinvito della Coldiretti, hanno approvato un ordine del giorno a tutela del Made in Italy agroalimentare. Liniziativa dellorganizzazione agricola, inoltre, ha gi avuto il sostegno dalla Regione, da Province, Camera di Commercio e Consorzi di Tutela.

Regione

Due milioni di euro a locazioni agevolate


I

Due milioni di euro per il sostegno delle agenzie sociali della locazione attivate dal Comune di Torino. Sono quelli stanziati dalla giunta regionale del Piemonte, su proposta del vicepresidente e assessore all'Edilizia residenziale, Ugo Cavallera. I beneficiari sono i cittadini in emergenza abitativa, giovani sotto i 35 anni e le vittime di violenza.

Regalati un comodo Natale

pronta consegna

599
RIVALTA (TO) - Via Giaveno 44 - TORINO - C.so Grosseto 22 - MONCALIERI - C.so Trieste 134 - Centralino 011.9003361 ORARI: Lun. / Ven. 10.00 - 13.00 / 15.00 - 20.00 - Sabato orario continuato 10.00 - 20.00 - Domenica 10.00 - 13.00 / 15.00 - 20.00

maxi - Divano angolare in Ecopelle disponibile in vari colori con box contenitore trasformabile in letto matrimoniale. Divano misure cm 244x168.

T1 T2 PR CV

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 62

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Cronaca di Torino 63

Diario
Incontro in Regione

Pininfarina conferma 127 esuberi


I

In un incontro in Regione - convocato dallassessore Porchietto - lad Pininfarina, Angori, ha ribadito che nel piano industriale - che ha il core business nella progettazione e ingegnerizzazione - non c spazio per ricollocare i 127 lavoratori impegnati nella produzione che cesser. Lipotesi sono 4 mesi di cassa in de- Lavoratori Pininfarina roga con uscite volontarie e poi 2 anni di cassa prima della mobilit. Porchietto ha ribadito che la Regione avrebbe voluto ragionare anche di riconversione e non solo di ammortizzatori sociali. De Martino della Fiom dice: La Regione ha fatto quel che doveva, ma per colpa dellazienda il risultato zero. Rimane un grave dissenso; non vogliamo discutere di licenziamenti. Dopo i 4 mesi di cassa in deroga valuteremo la situazione.

Red Hot Chili Peppers


Sabato al Palaolimpico il concerto della band americana che in Europa conta milioni di fan

Rihanna
Per il concerto di Rihanna viaggiano 22 tir, 9 bus abitabili e novanta persone: il palco misura 32 metri per 16

Onorificenze

I turisti del rock in marcia su Torino


Invasione da fuori Piemonte per i concerti di domenica e luned

Tre nuovi commendatori ricevuti dal prefetto


I

La storia
PAOLO FERRARI

on solo la Reggia di Venaria, il Museo Egizio e quello del Cinema. Il turismo torinese vive anche di grandi eventi pop e rock. Lo conferma limminente weekend, favorito dal ponte dellImmacolata. Sabato il Palaolimpico ospiter il concerto della band alternativa americana Red Hot Chili Peppers, domenica lo stesso palco sar sede dello show della giovane diva Rihanna. In tutto fanno quasi venticinquemila spettatori, come fosse pieno il vicino Stadio Olimpico. Con una bella fetta di arrivi da fuori regione. I dati in possesso dellagenzia Set Up Live, titolare di entrambi gli eventi, parlano chia-

ro. Pi di met degli spettatori proviene da fuori Piemonte. Non solo. Gli affiliati al culto mondiale dei Red Hot Chili Peppers non conoscono confini: oltre 500 ticket per assistere allo show di Flea e compagni sono stati acquistati allestero. Soprattutto nelle vicine Francia e Svizzera, ovviamente; ma spiccano prevendite effettuate via Internet da Stati Uniti e Russia. Rihanna, dal canto suo, piace molto al nostro Sud, in testa Puglia, Sicilia e Campania. Va da s che si tratta di persone utenti di tutti i relativi servizi: trasporti, alberghi, ristoranti, shopping. Una piccola industria, che in tempi di crisi non fa certo male alle aziende cittadine. Ma che potrebbe indurre commerci illeciti, dal bagarinaggio ai gadget taroccati. Sul primo fronte Guardia di Finanza e Polizia Tributaria vigilano in forze, mentre lagenzia tiene una piccola scorta di tagliandi di riserva, in vendita il giorno di ciascun concerto alle 18 alla cassa per scoraggiare il mercato nero. Per i gadget, bene rivolgersi ai banchetti ufficiali, gli

500
biglietti allestero
Venduti in Paesi europei come Francia e Svizzera e Paesi del Nord Europa

unici autorizzati a sostare allinterno della struttura. Imponenti anche le macchine organizzative dei rispettivi spettacoli. Rihanna, in particolare, al centro di una produzione hollywoodiana: con lei viaggiano 22 Tir, 9 bus abitabili e 90 persone. Anche in questo caso c una ricaduta sul territorio: Set Up Live ha assunto qui 100 facchini e altre 20 persone con le mansioni pi disparate, dai sarti agli autisti e ai massaggiatori. Niente di strano per un colossal il cui palco misura 32 metri per 16. In entrambi i casi si tratta del primo show a Torino; sia

per i Red Hot Chili Peppers che per Rihanna il debutto subalpino coincide con lapprodo in Italia della tourne mondiale, e tutti e due la sera dopo replicheranno a Milano. Piccola rivincita torinese, questa: nel campo dei concerti tira sempre una certa aria di derby con il capoluogo lombardo, e bruciarlo due volte di seguito sul tempo fa sorridere. Come pure divertono le prime indiscrezioni che filtrano circa le manie della giovane artista barbadiana. Alla faccia della dieta, Rihanna calca la mano su panetteria e pasticceria: ha chiesto per il suo camerino 24 paste assortite e una buona dozzina di fette di pane per toast. Le occorre inoltre una bevanda energetica kombucha a base di t ai mirtilli, nonch un enigmatico piatto di alghe tostate. Mentre c chi si prodiga per soddisfarla, il tamtam dei fan in rete mette per un weekend Torino al centro del mondo; sperando che gli spettatori in arrivo da fuori, almeno loro, non perdano loccasione del viaggio per gustare barbera e toma della nostra regione.

Il prefetto Alberto Di Pace ha consegnato ieri, nellaula magna della alla Scuola di Applicazione, i diplomi delle Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana, conferite lo scorso 2 giugno dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, a 59 cittadini eccellenti della provincia di Torino, che si sono distinti in numerosi campi per impegno e valore. Si tratta di 47 Ca- Liliana Pittarello valieri, 7 Ufficiali, 3 Commendatori e 2 GrandUfficiali. Fra i premiati il colonello dei carabinieri Crescenzio Naradone; il titolo di commendatore,tra gli altri, stato attrinbuito a Liliana Pittarello, numero uno della direzione regionale del ministero per i Beni Culturali. Il generale in pensione Angelo Distaso,padre della sempre nascente scuola di cavalleria di Pinerolo, stato nominato GrandUfficiale.

Il 13 e 14 dicembre From concept to car

I cinesi dellauto cercano fornitori a Torino


I

Changhe, Faw Car, Great Wool Motors, Jac, Zx Auto e Sokon: sono le pi importanti imprese automobilistiche cinesi attese a Torino il 13 e il 14 dicembre per individuare nuovi potenziali fornitori tra le aziende di From Concept to Car, progetto della Camera di commercio di Torino, gestito dal Centro Estero per l'Internazionalizzazione (Cei- La Camera di Commercio piemonte), ideato per promuovere all'estero le eccellenze del settore auto piemontese. Secondo Giuseppe Donato, presidente di Ceipiemonte, si tratta di sei grandi nomi dell'automotive del gigante asiatico, che hanno colto il valore del know how piemontese. E una grande occasione per le nostre aziende.

CAPOLAVORO IL CELEBRE DISEGNO PER LA PRIMA VOLTA A TORINO

Tesoro super protetto


Il disegno, assicurato per 10 milioni, pu essere esposto non pi di 150 giorni, seguiti da due anni di oscurit. Per proteggerlo stata allestita una teca climatizzata a 20 gradi di temperatura, con 50 per cento di umidit relativa

In coda a Palazzo Madama per la Madonna di Michelangelo


Ingresso gratuito ma sono gradite le offerte libere a favore della cultura
MAURIZIO LUPO

Un Ges Bambino energico e volitivo far gli auguri di Buon Natale ai torinesi e ai turisti che visiteranno la citt. Savventa con vigore sul seno della Madre. Lei appare come unadolescente trepida e premurosa. Sorpresa da quello slancio, volge lo sguar-

do intorno, protettiva, ma anche assorta, forse gi presaga di quanto attende Lei e la sua Creatura. Sono la Madonna e il bambino che Michelangelo Buonarroti disegn nel 1525, con matita nera, rossa, biacca e inchiostro, su un cartonetto di 541 millimetri per 396, formato da due fogli incollati. Avrebbe dovuto essere uno di quei disegni che il maestro donava alle persone care, ma che in ultimo tenne per s. Da oggi fino al 12 febbraio sar esposto a Palazzo Madama, nella corte medievale del piano terra. E il regalo che il Comune vuole fare ai torinesi, annuncia lassessore alla

Cultura Maurizio Braccialarghe. Ha ottenuto in prestito una delle pi importanti opere del grande fiorentino, custodita dalla Fondazione Casa Buonarroti di Firenze. Presieduta da Pietro Folena e diretta dalla storica dellarte Pina Ragionieri, proprietaria degli oltre 1800 autografi michelangioleschi che il Comune di Firenze ricevette in dono alla fine del secolo scorso da Filippo Buonarroti, ultimo discendente di Michelangelo. A Torino propone una dolce meditazione su una maternit dolorosa. Il disegno, opera incompiuta, celeberrimo. E assicurato per 10 milio-

ni di euro, una quotazione importante, come lo sono tutte le opere sopravvissute alle ire di Michelangelo. Non voleva tramandare progetti o disegni incompiuti. Poco prima di morire ne raccolse la pi parte e li bruci. Ma questa maternit ebbe sorte migliore. La sua fama - spiega Ragionieri - tocc il culmine nel

1875, quando la mostra di disegni di Casa Buonarroti ebbe visitatori provenienti da tutta Europa. Tanti sono attesi anche a Torino, dove il capolavoro non mai stato esposto. N potr essere pi rivisto per i prossimi due anni, per evitare un eccesso di esposizione alla luce. La citt lo ospita in contemporanea con lesposizione

dellAutoritratto di Leonardo a Venaria Reale. Sono richiami forti - dice Braccialarghe tanto che in questo fine settimana dellImmacolata non si trova pi un posto libero negli hotel torinesi. Sono attese code a Palazzo Madama. Perch potranno accedere dinanzi al capolavoro solo 109 persone alla volta. Lopera custodita nel salone, in una doppia teca climatizzata, fra video che proiettano sulle pareti altri disegni del maestro. Lingresso gratuito, ma in sala, appena entrati, c anche unurna di vetro. Accetta contributi liberi, a sostegno della cultura.

T1 T2 PR CV

64 Cronaca di Torino

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

ORDINANZA DEL PREFETTO STESSA LINEA DELLA MANIFESTAZIONE DEL 23 OTTOBRE

Niente zona rossa ma le reti non si toccano


La protesta No Tav: domani tre cortei con meta lautostrada
MASSIMO NUMA

Non ci sar una zona rossa. Le reti del cantiere Ltf della Maddalena di Chiomonte, ormai prossimo a completare lallargamento definitivo, saranno protette da unordinanza del prefetto, Alberto Di Pace, un dispositivo ad hoc, con una durata definita, simile o eguale a quella decisa per la manifestazione del 23 ottobre scorsa, finita senza incidenti e in un clima decisamente pacifico. Ieri mattina ultimo vertice, prima dellavvio delle proteste annunciate dal movimento No Tav per domani e sino a domenica. In realt, non stato ancora comunicato ufficialmente il programma definitivo alla questura. Secondo i documenti pubblicati sulla rete, e annunciati in una conferenza stampa luned a Torino, il giorno cruciale sar domani. Con tre cortei che partono da Giaglione (campo sportivo), Chiomonte (dalla stazione ferroviaria e dal centro di Susa, con meta finale lautoporto Sitav. Tra le 10 e le 10,30 gli attivisti dovrebbero convergere verso i loro obiettivi. I segmenti di Giaglione e Chiomonte raggiungeranno le reti. Luca Abb e Fabrizio Salmoni, porta-

ACCOLTE LE RICHIESTE DEI SINDACATI DI POLIZIA

Tute invernali e straordinari il nuovo governo sblocca i fondi


I

Dopo il pagamento degli straordinari per le forze dellordine impegnate nella difesa del cantiere Ltf, sono arrivate anche le divise invernali per i reparti antisommossa. Gli agenti infatti, come aveva denunciato nei giorni scorsi il Sap, avevano in dotazione solo i modelli estivi. Per ripararsi dal freddo, erano costretti a indossare maglioni e giacche fuori ordinanza. I nuovi capi dabbigliamento sono gi a disposizione nei depositi. Restano in campo da risolvere altri problemi - spiega il dirigente nazionale Sap Massimo Montebove - ma almeno questo

aspetto, molto importante, in un contesto ambientale difficile come larea di Chiomonte, stato risolto in tempi relativamente brevi. Intanto sono stati quasi completati i container-rifugio destinati alle forze dellordine. I No Tav preannciano che se sar chiusa - sar ad opera della questura. Nel corso degli ultimi incontri, da parte delle istituzioni, passata la linea adottata nei mesi scorsi durante il lungo ciclo di iniziative. Il cantiere sar difeso da ogni tipo di incur-

voce dei No Tav, hanno precisato che sar un assedio a volto scoperto, dal carattere simbolico ma determinato. Poi che le Statali e le linee ferroviarie non saranno interrotte; restano i dubbi sulle reali intenzioni del movimento a proposito del blocco della A32.

sione violenta; se gli attivisti si avvicineranno senza danneggiare recinzioni e sistemi di sicurezza, i reparti anti-sommossa e i presidi interforze che vigileranno lungo tutta la rete di sentieri, si limiteranno a tenere sotto osservazione il flusso dei contestatori. In caso contrario, sono previsti i soliti interventi. I reparti usciranno dai cancelli per impedire gesti vandalici o lanci di pietre o altro, come avvenuto dal 23 maggio al 9 settembre. Sar un presidio interforze imponente, gestito dal questore Aldo Faraoni, dal vicario Salvatore Sanna e dal capo della Digos, Giuseppe Petronzi. Il corteo di Susa allInterporto della A32 quello che, in teoria, desta meno preoccupazioni sul fronte dellordine pubblico. Domani sera, concluso lassedio alle reti, tutti gli attivisti si ritroveranno infatti in questa area per trascorrere le ore della notta in un clima pi tranquillo, con gruppi musicali, stand e altre iniziative. Lo spezzone di Chiomonte scender dalla stazione verso la strada dellAvan e da qui, attraverso i sentieri che iniziano sulle alture attorno alla Centrale Iren (i cancelli saranno chiusi e protetti da una serie di check point), salir verso larea archeologica e il museo

che ora ospita la control-room del presidio. Gli attivisti di Giaglione invece convergeranno sulla baita abusiva di Clarea, lultimo baluardo dei No Tav contro lavanzare delle reti. Secondo il programma, ancora ufficioso, gli attivisti scenderanno verso Susa solo nel tardo pomeriggio. Il 1 gennaio 2012 lintera area del cantiere sar presidio strategico di interesse na-

zionale, uno status necessario per affrontare in modo pi sereno i prossimi passaggi. C ancora incertezza sulla presenza dei sindaci della Val Susa schierati con i No Tav. In un primo tempo si era parlato di ununit di crisi, composta da alcuni amministratori, a Susa ma - per ora - nessuna conferma. Timori per la presenza di antagonisti provenienti da tutta Italia, dellarea autonoma e anarchica.

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Cronaca di Torino 65

Attacco hacker al sito Torino-Lione


Anonymous: siamo solidali con la Valsusa
Mario Virano

In breve
Torino

Botte alla moglie romeno arrestato


I

il caso
attacco di Anonymous, cio il gruppo costituito da hacker gi allopera dal 2008 su temi ambientali ma non solo, al sito della Torino-Lione ora al centro dei primi accertamenti giudiziari. Slogan, Operation Green Right. Segue un testo, in inglese, in cui vengono ripresi i temi cari al movimento che si oppone da 22 anni allalta velocit. Secondo il sito No Tav Info la vevano promesso. Lhanno fatto. Ieri con poche telegrafiche righe dal blog Operation Green Rights Anonymous annunciava una sua discesa in campo a fianco del movimento No Tav. In poche ore gli hackti-

Presidente dellOsservatorio da mesi sotto attacco della protesta No-Tav

Il Comitato e la lotta da 22 anni


Il Comitato No-Tav ha annunciato tre cortei per domani e altre forme di protesta senza blocchi stradali

visti hanno mantenuto la parola. Questa notte il sito torino-lione.it (una delle tante appendici di Rete Ferroviaria Italiana) ed il database della Ltf (Lyon Turin Ferroviaire) sono stati violati. Nel mirino il nuovo governo Monti, le banche e Confindustria: Un incursione che, a poche ora dai cortei che si svolgeranno in valle l8 dicembre, esprime solidariet con le proteste che continuano a dilagare in Valle a dispetto delle demonizzazione mediatica cui abbiamo assistito negli ultimi mesi. Poi: ... una sintonia di vedute con la popolazione della Val Susa in lotta che ha ben identificato nella realizzazione della Torino-Lione la tendenza di-

struttiva del capitalismo finanziario. Quella che vede tra i suoi protagonisti i Passera, le Marcegaglia o Intesa San Paolo. Quella che incapace di immaginare unexit strategy dalla crisi gioca la carta della devastazione dei territori buttando sul piatto la vita delle popolazioni locali. Gli attivisti infine chiamano in causa Mario Virano, il presidente dellOsservatorio, oggetto ormai da mesi da attacchi continui. Cos come i manager e i lavoratori delle aziende che lavorano dal 27 giugno scorso, quando fu sgomberato il presidio No Tav della Maddalena, allinterno del cantiere della Tav. Infine la rivendicazione. Tra laltro: ...Ancora una volta nel nome del bieco interesse economico si tenta di violentare la natura e le proteste legittime sono demonizzate dai media e dal governo. Noi di Anonymous, invece, uniamo oggi la nostra protesta a quella dei cittadini della val Susa. [M. NUM.]

Un romeno residente a Torino, che da mesi avrebbe sottoposto la moglie a violenze verbali, fisiche, sessuali e psicologiche, stato arrestato dalla polizia municipale. Secondo quanto raccontato dalla donna luomo era spesso ubriaco. La coppia abita in Barriera di Milano, nella zona nord-orientale del capoluogo piemontese.

Regione

Gariglio: ridurre vitalizi consiglieri


I

La situazione drammatica della finanza pubblica implica risposte adeguate da parte della politica in materia di riorganizzazione della pubblica amministrazione. cos il consigliere regionale del Pd piemontese, Davide Gariglio, che propone di adeguare la disciplina dei vitalizi dei consiglieri regionali alle norme del Governo Monti per i cittadini. I politici non possono stare su un altro pianeta rispetto agli elettori. Hanno ragione i colleghi che chiedono una riorganizzazione e una riduzione delle Atc (agenzie territoriali per la casa) - aggiunge - il Pd ha gi proposto la riduzione da 7 a 4 agenzie in Piemonte, ma anche lopzione di accorpamento in una sola agenzia pu essere valida.

Sudoku

Il sudoku
Il gioco consiste nel riempire tutte le caselle in modo tale che ogni riga, ogni colonna e ogni settore contenga tutti i numeri senza alcuna ripetizione: negli junior sudoku sono in gioco i numeri da 1 a 6, nel sudoku medio e difficile i numeri da 1 a 9

Medio

Difficile

4 7
Junior 1 5 2 3 6 1 2 4 3 1 3 6 4 1 4 5 2 5 6 Junior 2 3 1 4 5 6 2 1 4 3 6 2 5 4 5 1 2 3 6
6 4 5 2 3 1 4 5 6 1 2 3 1 3 2 5 6 4

Junior Sudoku
Junior 1 Junior 2

2 6 1 3 5 3

5 4 1 5 6 3

6 4 2 1

6 8 7 9

Medio

4 1

2 4 6 1 3 5

6 3 5 4 2 1

5 1 2 3 6 4

Il tempo: arriva la neve sulle alte vallate verso Savoia e Svizzera, soleggiato e ventoso altrove.
SOLE NUVOLOSO POCO NUVOLOSO COPERTO VARIABILE PIOGGIA DEBOLEMODERATA PIOGGIA INTENSA TEMPORALE NEBBIA NEVE VENTO MARE CALMO POCO MOSSO MARE MOSSO MARE AGITATO

SVIZZERA
Annecy AOSTA Biella Grenoble Novara Vercelli Verbania

OGGI

Nuvoloso con tormenta sulle medie e alte vallate di confine con Savoia e Svizzera con deboli nevicate pi fitte e intense sulla zona tra Rutor, Monte Bianco e Gran San Bernardo. Soleggiato altrove, con venti di foehn nelle vallate. In Liguria qualche addensamento nellentroterra di Levante.

SVIZZERA
Annecy

DOMANI
Verbania

AOSTA Biella MILANO

Generalmente soleggiato salvo velature o temporanei passaggi nuvolosi sulle zone alpine di confine con Savoia e Svizzera. Dal pomeriggio aumento della nuvolosit in Liguria, con strati nuvolosi pi compatti tra Genova e il Levante, in parziale estensione alle zone piemontesi limitrofe.

MILANO

Temperature C
CITT MIN MAX

Grenoble

TORINO
Asti Gap

Pavia Alessandria GENOVA

Cuneo

Savona Imperia

La Spezia

FRANCIA
Nizza

AOSTA VERBANIA BIELLA NOVARA VERCELLI TORINO ASTI ALESSANDRIA CUNEO MILANO GENOVA SAVONA IMPERIA

-2 1 -2 -2 -2 0 -1 -1 1 0 7 8 8

9 12 12 10 10 13 11 11 12 10 15 16 17

Novara Vercelli

Temperature C
CITT MIN MAX

TORINO
Asti Gap Alessandria

Pavia

GENOVA Cuneo Savona Imperia La Spezia

FRANCIA
Nizza

AOSTA VERBANIA BIELLA NOVARA VERCELLI TORINO ASTI ALESSANDRIA CUNEO MILANO GENOVA SAVONA IMPERIA

-1 1 -1 0 -1 0 0 1 2 1 9 8 8

11 12 11 12 11 12 11 11 12 12 17 17 19

Situazione e avvisi meteo

A cura di www.nimbus.it

Una perturbazione porta le prime forti nevicate a nord delle Alpi, ma le correnti da nordovest si presentano asciutte sul versante italiano, dando origine a venti di foehn che mantengono condizioni quasi ovunque ben soleggiate e limpide. Solo le alte vallate dal Torinese allOssola verranno interessate da tormenta e deboli nevicate, pi fitte e intense sulla zona tra Rutor, Monte Bianco e Gran San Bernardo, ma qualche piovasco potrebbe giungere a tratti fino ad Aosta. Soleggiato in Liguria.
Centimetri-LA STAMPA

IL SOLE A TORINO

LA LUNA A TORINO
Si leva alle ore 14.39 Cala alle ore 4.48 Fasi Lunari
Culmina alle ore 12.21 Tramonta alle ore 16.51

Sorge alle ore 7.50

10 DIC

18 DIC

24 DIC 1 GEN

Difficile

2 8 6 4 9 5 6 8 5 8 7 4 2 1 1 4 9

1 3 2

6 8

La soluzione dei giochi di ieri


3 2 5 4 6 1 7 9 8 5 1 6 7 2 9 3 8 4 9 4 6 7 8 5 3 1 2 9 4 3 8 5 6 2 7 1 7 1 8 9 3 2 4 6 5 8 7 2 4 3 1 9 6 5 8 7 1 5 9 3 6 2 4 1 5 8 6 7 2 4 3 9 4 9 3 2 7 6 5 8 1 3 2 4 9 1 8 6 5 7 6 5 2 1 4 8 9 7 3 7 6 9 5 4 3 8 1 2 5 8 9 3 2 7 1 4 6 4 9 7 3 6 5 1 2 8 1 6 4 8 5 9 2 3 7 6 8 1 2 9 7 5 4 3 2 3 7 6 1 4 8 5 9 2 3 5 1 8 4 7 9 6

4 5 8 9 7 4 2 1 7 1 5 9 9 6 1 3 5 2 3 1

T1 T2

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 66

T1 T2

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Cronaca di Torino 67

TORINO-MILANO LASSESSORE MANDA GLI ISPETTORI SULLA LINEA ED EVITA LA SOPPRESSIONE DEL COLLEGAMENTO

SECESSIONE SCAMBI DI ACCUSE AI VERTICI DEL PARTITO

La Regione blocca Trenitalia salvo il Frecciabianca delle 6,05


Lazienda conferma gli orari dei treni Intercity con il nuovo orario ferroviario
ALESSANDRO MONDO

Rosso-Ghiglia, sfida allultimo insulto sullaltare della Padania


Paleofascista Criptoconfuso I Radicali: Il Pdl corteggia la Lega
Se le sono date per tutto il giorno di santa ragione: randellate verbali, per fortuna, che per rendono la misura di quanto vecchie ruggini possano essere esasperate da un clima politico sempre pi incerto. A dare lincipit stato Roberto Rosso, deputato e bastian contrario del Pdl con salde radici nel Vercellese. Il quale, di punto in bianco, ha strizzato entrambi gli occhi al Carroccio: Si faccia il referendum sulla Padania come vuole la Lega, la richiesta legittimata dallarticolo 1 della Carta delle Nazioni Unite che sancisce il diritto allautodeterminazione dei popoli. Un amo lanciato al partito di Bossi in vista di un prossimo passaggio di campo, come sostiene Silvio Viale per i Radicali? O piuttosto un tatticismo in chiave locale per salvaguardare lalleanza Pdl-Lega in regione, come sospettano dal centrosinistra? Sta di fatto che luscita di Rosso ha avuto come unico effetto quello di far venire lorticaria ad Agostino Ghiglia, colmo di stupore e fastidio per linsulsa provocazione: Gli amici della Lega, persone intel-

Tutto sembrava promettere linizio di uno scontro tra vasi di ferro con i pendolari, tradizionale vaso di coccio, destinati sempre e comunque a pagare pegno. Invece questa volta i pendolari lhanno spuntata grazie alla Regione, che ha interrotto la liaison con le Ferrovie e ha battuto i pugni sul tavolo con Trenitalia non per introdurre un nuovo treno ma per garantire quello gi in funzione. Si tratta del Frecciabianca delle 6,05 da Torino a Milano a rischio di soppressione: una violazione degli accordi firmati con le Ferrovie, secondo lassessore ai Trasporti Barbara Bonino, basati su un cadenzamento di un treno ogni 25 minuti nelle ore di punta. Il fulcro della riorganizzazione della linea. Ieri sera Trenitalia ha archiviato le preoccupazioni e le polemiche: con lentrata in vigore del nuovo orario ferroviario , l11 dicembre, saranno confermati tutti gli Intercity e gli Eurostar City Frecciabianca sulle tratte

Si tratta sui wagons-lits


Lassessore ha incontrato i sindacati dei wagons-lits per garantire un futuro ai lavoratori (nella foto, una delle proteste)

Torino-Milano e Torino-Genova. Laconica la chiusa dellazienda: Cadono cos tutte le voci di cancellazioni e limitazioni di percorso circolate in questi giorni. Nello specifico, anche il Frecciabianca 9707 continuer a circolare come da orario attuale. Precisazione non casuale, visto che ieri mattina lassessore aveva sguinzagliato gli

ispettori regionali sui convogli della Torino-Milano per verificare i suoi timori: Abbiamo constatato laffollamento dellEurostar City in partenza da Torino Porta Nuova alle 6.05. Il numero di passeggeri salito a bordo, in particolar modo alle stazioni di Vercelli e Novara, stato considerevole. Oltre 250. E evidente che leventuale soppressione di

questo treno - spiegava la Bonino - comporterebbe un affollamento eccessivo sul regionale in partenza pochi minuti prima, sul quale abbiamo verificato la presenza di circa 600 passeggeri: senza considerare gli ulteriori 200 utenti lombardi che salgono a Magenta e Rho. Conclusione: Il convoglio, gi pieno, non reggerebbe un ulteriore sovraccarico. Da qui la richiesta di soprassedere, gi avanzata la settimana passata a Trenitalia. Tanto pi che leliminazione del Frecciabianca sulla TorinoMilano avrebbe vanificato lutilizzo della Carta TuttoTreno, finanziata dalla Regione, da parte dei pendolari. Ieri sera, come si premetteva, Trenitalia ha gettato acqua sul fuoco. Il nostro intervento immediato servito a salvaguardare un servizio importante per i pendolari piemontesi ha commentato lassessore -. La soppressione del treno avrebbe provocato un eccessivo sovraffollamento sul regionale in partenza pochi minuti prima, con evidenti problemi di comfort e qualit del servizio. Non solo, ma avrebbe compromesso anche il programma di riorganizzazione della linea Torino-Milano che prender il via luned 12 dicembre e che prevede nelle ore di punta una cadenza di treni ogni 25 minuti. Ringraziamo i vertici di Trenitalia, regionali e nazionali, per lattenzione che hanno riservato a questo problema.

Ghiglia e Rosso, Pdl

ligenti e lungimiranti, spingono sul federalismo ma si astengono da fughe in avanti sconsiderate e infondate perch sanno che non troverebbero alcun sostegno popolare. E ancora: Sarebbe meglio che Rosso non giocasse a fare lo statista metageopolitico ma si occupasse dei problemi concreti e quotidiani del piemontesi. Poteva finire l, invece la conclusione del vicecoordinatore Pdl stata lanticamera del secondo round. Rosso non lha presa bene: Non pretendevo che alle orecchie paleofasciste dellonorevole Ghiglia risultassero comprensibili concetti liberali ai quali risulta poco avvezzo. Mai stato favorevole alla Padania, ma giusto lasciare ai cittadini la possibilit di decidere. E confuso e confusionario lha rimbeccato lAgostino furioso -. Non sono paleofascista pi di quanto Rosso sia criptoconfuso. Un vero duello rusticano. Chiss cosa ne pensa Enzo Ghigo: ci sono silenzi che valgono pi di mille parole. [ALE.MON.]

T1 T2

68 Cronaca di Torino

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Q
Fate attenzione, qualcuno lascia bocconi avvelenati nei giardini. A lanciare lallarme Ruben Venturini, della Lega per i diritti degli animali (Lida) di Mirafiori Sud. Le segnalazioni riguardano le zone di Parco Colonnetti, corso Benedetto Croce e via Avigliana, ma bene fare attenzione anche negli altri giardini e nelle aiuole pubbliche. Lallarme scattato ieri, dopo che un veterinario ha cercato invano di salvare un cane dallavvelenamento. Sono bocconcini intrisi di topicida, ma abbiamo anche trovato pelle e pelo di un cane scuoiato. Sono comportamenti indegni di un essere umano, triste assistere ancora una volta a episodi di questo genere prosegue Venturini, che

uartieri
PAGINE A CURA DI MONICA PEROSINO

Centro
I

Per le vostre segnalazioni scrivete a quartieri@lastampa.it

Tutte le biblioteche civiche della citt, ad eccezione della struttura di corso Cincinnato 105 (la Francesco Cognasso, dove sono in corso lavori) saranno regolarmente aperte ai lettori, negli orari consueti, nelle giornate di venerd 9 e di sabato 10 dicembre.

Mirafiori Sud

Santa Rita

Topicida nel parco per uccidere i cani

Dopo i grandi concerti vandalismi e rifiuti


Palaolimpico, ogni evento trasforma piazza dArmi in una discarica
ELISABETTA GRAZIANI

annuncia un aumento della vigilanza, anche in borghese da parte dei volontari della Lida. E ancora: Stiamo avviando una denuncia contro ignoti e chiediamo a tutti di segnalare episodi sospetti a noi oppure alle forze dellordine.

San Salvario

Sotto lalbero unopera darte


Tolte dai muri, impacchettate e pronte per finire sotto lalbero di Natale. A San Salvario c chi propone opere darte come regalo: il collettivo artistico indipendente Tomato Catch Up apre i suoi spazi in via Silvio Pellico 12 da domani fino al 23 dicembre, per unesposizione e vendita straordinaria di una parte delle sue creazioni, realizzate nel corso di mostre ed eventi passati. Si potr scegliere tra foto, quadri e pezzi artistici unici, capi dabbigliamento, accessori e t-shirt in numero super limitato. Linaugurazione in programma dalle 19,30 e,

Dove passa Attila non cresce pi lerba, ma anche dove passano i torinesi maleducati rimane ben poco. Le mattine dopo i raduni al Palaolimpico sono le pi tristi in piazza dArmi: un tappeto di fazzolettini, cartacce e bottiglie ricopre il piazzale in pietra e larea verde di fronte al palazzetto. Non sono passati gli Unni. Sono i tredicimila usciti dallarena la sera prima o, meglio, una parte di questi. Sono quelli che se ne fregano delle regole. Quelli per cui il bene pubblico una parolaccia per moralisti. Dai settecento ai duemila euro. Tanto costa alla collettivit la pulizia del piazzale di fronte al PalaIsozaki dopo ogni grande evento. Alla lista della spesa poi per vanno aggiunti il repulisti completo dellarea verde di piazza dArmi e la manutenzione straordinaria costosissima dei giochi per i bambini, presi di mira con cadenza periodica, e quasi puntigliosa, dopo ogni megaraduno. Lallarme lanciato dai resi-

2
mila euro a intervento
Il costo massimo di ogni singolo intervento speciale che Amiat deve fare in citt fuori dalle arene dopo i grandi eventi, soprattutto concerti e raduni. In media, ogni anno, lazienda deve fare trenta operazioni di questo tipo

La distesa di spazzatura abbandonata di fronte al Palaolimpico

comunali dopo uno spettacolo come quello di Lady Gaga. A pagare per, nel caso del PalaIsozaki, non chi organizza levento e nemmeno i diretti responsa-

bili degli atti vandalici, ma tutta la collettivit. Ecco quindi la proposta, pi che ragionevole, espressa da chi abita vicino a piazza dArmi e sostenuta anche

dallassociazione ambientalista Pro Natura: una specie di tassa sulla pulizia esterna per i privati che affittano il Palaolimpico. Della serie chi rompe, paga.

Una delle opere in mostra

Durante la notte vengono distrutti perfino i giochi dei bambini


denti di piazza dArmi e di piazzale Paoli, a cavallo tra le Circoscrizioni 2 e 9. Le mamme portano i loro figli a giocare in mezzo allimmondizia e tra i vetri rotti di bottiglie. Dopo le notti brave, ogni tanto un gioco viene spaccato. E poi ci si mettono anche i cani, lasciati liberi dai proprietari di azzannare i piattelli pensati per i bambini ma divertenti anche per gli amici a quattro zampe. Il peggio, per, accaduto tre settimane fa: escrementi umani abbandonati come ricordo sullo scivolo dopo il raduno della Smirnoff. In questa storia di ordinaria follia, i cattivi sono cittadini comuni, mimetizzati fra i molti che hanno pagato il biglietto. Una volta fuori dal recinto, per, eccoli dare sfogo alla loro indifferenza per le regole. Una cartaccia qui, una lattina l: tanto che importa. I buoni invece sono gli operatori dellAmiat e del Verde pubblico. A detta dei frequentatori del parco, fanno miracoli: raccolgono con le mani la sporcizia e riportano la civilt. Ma il danno resta. Ogni pronto intervento dellAmiat vale in media 700 euro e ce ne sono circa 30 ogni anno. Si va dai 300 euro che costa la pulizia dopo un concerto di musica classica ai 1500, se non 2000, scuciti dalle tasche

per la gioia non solo degli occhi, ma anche dei palati, si potranno gustare i cibi pazzi di Insectida, artista del collettivo Tomato Catch Up che si diletta anche con il crazy food design.
[P. ITA.]

POZZO STRADA

Ecco il progetto per la Rsa di via Delleani


I

Tre piani, ciascuno di 2.000 metri quadri, e un parcheggio per il quale si sacrificheranno una dozzina di alberi. stato presentato in Circoscrizione 3 il rendering della residenza sanitaria assistenziale che Anni Azzurri srl sta costruendo in via Delleani. Intanto, arrivato dallAsl il via libera ai lavori dopo lo stop per il ritrovamento di amianto nelle fondamenta. Dopo le segnalazioni di un agguerrito gruppo di residenti, che dai balconi ha scattato foto che dimostrerebbero lassoluta mancanza di sicurezza dei cantieri, lo Spresal ha avviato unindagine, tuttora in corso. [F. ASS.]

T1 T2

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Cronaca di Torino 69
Emanuele II 121; via XX Settembre 87; Strada Lanzo 98 G. Di sera (19,30-22,30): piazza Galimberti 7; via Foligno 69; via Sempione 112; via San Remo 37; corso Francia 1/bis. Di notte (19,30-9): corso Belgio 151/B; via Nizza 65; corso Vittorio Emanuele II 66; piazza Massaua 1; via O. Vigliani 55/G. Informazioni: www.farmapiemonte.org.

Borgo Po
I

Centro
I

Le farmacie aperte oggi


I

La movida della Crimea ha da ieri un nuovo punto dincontro: nei locali della vecchia bottega di Sbriccoli ha aperto Maggiora 2, specializzato in vini e gastronomia (da consumare anche allinterno del locale). Tra i prodotti di punta, una serie di olii selezionati

Dopo la segnalazione dei genitori su queste pagine stato risistemato il teatrino del giardino San Liborio di via Bellezia manomesso dai vandali; la Circoscrizione ha provveduto a metterlo in sicurezza e ha sostituito la tenda del sipario con una in raso.

Orario 7-19,30: Farmacia Comunale 25, Atrio Stazione Porta Nuova, corso Vittorio Emanuele II 53. Orario 9-19,30: corso Giulio Cesare 24; corso Racconigi 184/186; corso Orbassano 249; via Slataper 25/bis/b; corso Francia 35; largo Sempione 186/C piazza Galimberti 7; corso San Maurizio 67; via Giolitti 2; corso Vittorio

San Donato

Corso Regina oggi riapre il sottopasso


Era stato chiuso un anno fa per i lavori del Passante
PAOLA ITALIANO

in breve dai quartieri


Crocetta

Teatro nei cortili di via Arquata


I

Promessa mantenuta. Il sottopasso di corso Regina Margherita allaltezza di corso Principe Oddone riapre oggi. Regalo natalizio particolarmente gradito agli automobilisti, estenuati da corde interminabili - specie nelle ore di punta. E benedetto anche da residenti e commercianti del quartiere, provati dai cantieri che da anni circondano la zona, con polveri e rumori che rincarano la dose del disagio dovuto al traffico.

Il sottopasso era stato chiuso un anno fa, per realizzare i lavori del passante ferroviario tra corso Vittorio Emanuele II e corso Grosseto: 4,2 chilometri di cantiere per costruire 2 gallerie sotterranee con quattro binari ferroviari (due per il traffico a lunga percorrenza e due per quello regionale), in sostituzione di quelli che prima correvano in superficie. La galleria ovest entrata in servizio a ottobre del 2009 e ha accolto tutto il traffico ferroviario, mentre per quella est sono in corso i lavori. La chiusura del sottopasso stata necessaria per demolire il vecchio ponte della ferrovia del 1927, impermeabilizzare il terreno (si gi nella falda della Dora), costruire la galleria ferroviaria e completare il nuovo sottopasso: la larghezza di 20 metri e la lunghezza del tratto coperto di 75, mentre le

Oggi alle 17, allo spazio polivalente La Bar_aka in via Rapallo 20, festa di teatro e musica. I bambini, guidati dalla compagnia musicale Melannurca, animeranno i cortili del complesso di via Arquata. Seguiranno la compagnia teatrale QuintaTinta e lArquata Urban Family. Evento patrocinato dalla Circoscrizione 1.

so alle neomamme con bambini fino a sei mesi det. Gli incontri di gruppo, alla presenza di un facilitatore, sono gratuiti e si svolgono in corso Galileo Ferraris 16 e presto verr comunicata la sede nella Circoscrizione 9. Per info 334.62.82.318.

Aurora

Orari Immacolata ufficio verbali


I

Aurora
Le barriere che impedivano il passaggio delle auto

Via libera del Comune alla mongolfiera


I

Domani gli sportelli dellufficio verbali del Comando della Polizia Municipale di via Bologna 74 (cassa, rilascio atti, visura immagini) saranno aperti dalle 8.30 alle 13.

due sottostanti gallerie ferroviarie, a circa 15 metri di profondit, sono larghe 10 metri. Mentre per costruire la prima galleria, nel 2002, corso Regina Margherita venne chiuso completamente al traffico, nellultimo anno il traffico stato mantenuto sui controviali che, per la prima volta dallinaugurazione della ferrovia TorinoMilano del 1856 hanno potuto attraversare corso Principe Oddone. Ma il leggero anticipo con cui i lavori sono terminati comunque benedetto da chi, rego-

larmente, si trovava imbottigliato in code lunghissime, che rallentavano anche i mezzi pubblici che di l passano (il 3 e il 72) e che spesso impiegavano interi quarti dora per percorrere cento metri. Con la riapertura del sottopasso viene ripristinata la viabilit su corso Principe Oddone verso piazza Baldissera e lisola pedonale su via Masserano, e saranno nuovamente disponibili i parcheggi sui due controviali di corso Regina Margherita, tra il Rond della Forca e via Industria.

La giunta comunale ha approvato ieri la concessione di suolo pubblico per sette anni allassociazione Enzo B per collocare una mongolfiera nel giardino di piazza Borgo Dora; liniziativa sar unattrazione turistica del quartiere e non pregiudicher luso dellarea giochi.

Circoscrizione 9

Mille biglietti per la festa di Natale


I

Centro

Il servizio Mami aumenta lofferta


I

LAsl To1 comunica che il servizio MAmi sar este-

Si possono ritirare i 1000 biglietti disponibili per la Festa di Natale della Circoscrizione 9, in programma gioved 15 dicembre dalle 15 alle 18.30. Per ritirare i ticket (al massimo 4 a persona) bisogna recarsi domani dalle 9 alle 12 allo sportello dellufficio Turismo in corso Corsica 55. Oppure da luned 12 a gioved 15 dicembre negli stessi orari.

Vanchiglia

Un mondo di benessere nel cuore della citt

Minacce al comitato che difende il verde


ANDREA CIATTAGLIA

Il 7 dicembre Torino ti apre il suo Approittane per i tuoi regali di Natale su www.qcterme.it
Aperto tutti i giorni dellanno dalle 10 alle 22
Per saperne di pi: www.qctermetorino.it info@qctermetorino.it Corso Vittorio Emanuele, 77 tel. 011 4345070

Se vero il detto: Tre indizi fanno una prova, qui c limbarazzo della scelta. Il comitato Pi erba per tutti, che da qualche mese difende il verde di lungopo Antonelli dalla colata di bitume della pista ciclabile progettata dal Comune, sotto attacco. Lo dicono i componenti del gruppo, che hanno deciso di denunciare la situazione alle autorit. Intimidazioni, minacce, rappresentanti del comitato presi a male parole in pubblico. Non solo: una di loro prima volta in vita mia, giuro, assicura si trovata scritte oscene e insulti nellandrone e scatole vuote di medicinali per limpotenza tipo Viagra infilati nella buca delle lettere. Manifestazioni ignoranti e stupide le bollano i componenti dal comitato, supportati dalle associazioni ambientaliste Legambiente e Italia Nostra , frutto di una scarsissima informazione sulla nostra azione. Non siamo contro la pista ciclabile, i cui lavori sono ripresi, ma chiediamo al Comune che per farla vengano utilizzati materiali a basso impatto ambientale. Che quella del comitato fosse unazione scomoda, lo si era capito almeno dal giorno del presidio davanti a Palazzo Civico, a met ottobre.

Un tratto della pista ciclabile di lungopo Antonelli

Lerba strappata dalla ciclopista

Allora, i rotoli derba stesi la mattina di fronte al municipio erano stati portati sul tratto di pista gi asfaltato, come simbolo della rivincita dellerba sul cemento. La notte stessa furono tolti, strappati in pezzi, sparsi per il lungopo ricordano i promotori della petizione depositata a Palazzo Civico; sorte identica toc-

cata alla staccionata lungo il fiume, divelta, spaccata e sparsa lungo la pista la notte successiva ad un pic-nic pro area verde. Sono beghe di quartiere, dicono alcuni sui social network commentando i fatti. No, sono atti mafiosi chiosano altri , fatte da chi protegge qualche misero interesse personale. Intanto, ieri sera rappresentanti del Pdl e del Movimento 5 stelle hanno portato la questione in consiglio di Circoscrizione Sette, esprimendo solidariet ai cittadini intimiditi, mentre in Comune cinque consiglieri di Pd, Moderati e Sel hanno presentato una mozione al Consiglio per impegnare sindaco e Giunta ad utilizzare materiali ecocompatibili per la realizzazione della pista.

T1 T2 PR CV

70 Metropoli

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

ISTRUZIONE A TORINO SI FAR ENTRO LANNO SCOLASTICO 2013/2014

Rivoluzione fatta Ecco la mappa delle superscuole


Accorpamenti definiti nei Comuni medio-piccoli Nascono i maxi istituti con almeno mille alunni
MARIA TERESA MARTINENGO

La rivoluzione scolastica dettata dalla manovra finanziaria si sta compiendo. Ieri la Giunta provinciale ha approvato il piano presentato dallassessore allIstruzione Umberto DOttavio per laccorpamento in istituti comprensivi da almeno mille iscritti di direzioni didattiche e medie finora autonome. Il piano frutto di una vasta consultazione e si compone attraverso i piani dei singoli comuni oltre che delle unioni di istituti superiori sottodimensionati. Dal piano questanno resta esclusa la citt di Torino che ha chiesto ed ottenuto di procedere nel 2013/14. Limpegno con la Regione di realizzare per il 2012/13 il 20% del totale degli accorpamenti necessari - spiega DOttavio - traguardo che abbiamo abbondantemente raggiunto con i comuni medio-piccoli, ciascuno dei quali ha deliberato i cambiamenti. Spesso tuttaltro che facili. Del risultato DOttavio

NELLE SUPERIORI

Uniti gli Itc Arduino e Levi e gli scientifici Gobetti e Segr


I

Poche le unioni necessarie nelle superiori per rispettare il minimo di 900 iscritti. A Torino, il piano dellassessore DOttavio (foto) risolve due casi problematici: il liceo scientifico Segr sar unito allo scientifico Gobetti e lItc Arduino allItc Carlo Levi. Per il Segr, unipotesi aveva preso in esame anche il Volta, presieduto dallattuale reggente del liceo di corso Picco, Gianni Oliva. Alla fine prevalsa la logica della vicinanza con il liceo di via Maria Vittoria. Oliva: Alle giornate a porte aperte abbiamo invitato la preside del Gobetti, Lucia Iannuzzi, cos potr subito incontrare i suoi futuri studenti. Per lArduino di via

Figlie dei Militari lipotesi di unione al Lagrange stata superata con il Levi di via Sostegno. Hanno gli stessi corsi: faciliter lamalgamarsi dei collegi docenti. dice DOttavio. A Ciri lItcg Fermi andr con lo scientifico Galilei. Nel 2013-14 sono previste unificazioni o chiusura per gli istituti Maxwell, Sraffa, Natta, Ubertini (senza il minimo di 600 iscritti).

non del tutto soddisfatto: Sono emerse anche autonomie grandi, da 1400 alunni, e se questo va nella direzione del risparmio voluta dal Miur, in molti casi assisteremo a uneccessiva perdita di personale. Ci aspettiamo che la Regione ponga attenzione al problema. I nuovi istituti comprensivi sono sparsi in tutto il territorio. Ad Avigliana lunione di scuole dellinfanzia, primarie e secondarie compone una nuova autonomia da 1022 allievi; Buttigliera Alta ne avr una da 601 allievi, ma dal 2013/14, accorpando le scuole di Rosta, arriver a 1041 iscritti; Pianezza avr un comprensivo enorme, da 1476 allievi;

La storia
GIANNI GIACOMINO LEINI

i giorno faceva lo studente ed era istruttore di educazione fisica in una scuola elementare. Pacato, disponibile, un discreto giocatore di basket, che insegnava ai giovani della societ Asd di Leini e Caselle. Ma, di notte, il 27enne di Leini, si trasformava in un ladro, a capo di una gang formata da tre ragazzi di 16 anni. L'obiettivo della banda era solo uno: le aule e le palestre della Scuola Universitaria Interfacolt in Scienze Motorie di Leini. Hanno rubato di tutto, dai palloni da basket ai computer portatili, finch non sono finiti

Coach di basket di giorno capo di una gang la notte


Il ladro di Scienze motorie era uno sportivo
Furti allIsef
La palestra della Scuola Universitaria Interfacolt in Scienze Motorie di Leini. I colpi notturni si verificavano nei magazzini della palestra e negli uffici: i ladri rubavano un po di tutto, dai palloni ai computer

FURTI A LEINI

I palloni erano il bottino preferito dalla banda


nei guai. I minori sono stati denunciati per furto, il capo, che non aveva mai avuto grane con la giustizia, invece stato arrestato. Ha scelto il rito abbreviato e ha rimediato una condanna a 4 mesi di carcere. Ora tornato in libert, ma, forse, dovr cambiare vita. La storia inizia qualche settimana fa quando Simone Rigon, un tecnico amministrativo del Suism, si accorge che, nel suo ufficio, sta succedendo qualcosa di strano. Sparisce del materiale, trova arredi e soprammobili spostati. Stranezze che vengono riscontrate anche in altri ambienti dell'Uni-

versit. Ci siamo parlati tra colleghi racconta Rigon abbiamo deciso aspettare e capire se si era solo trattato di episodi. In un primo tempo tutti sospettano di tutti. Anche perch nelle porte e nelle finestre delledificio non ci sono dei segni di effrazione. Poi, in pochi giorni, evaporano tre computer portatili, un caricatore per i-Pad, degli occhiali, un hard disk. Non abbiamo pi avuto dubbi, dice Rigon, che chiama i carabinieri. Il tecnico, insieme al capitano Roberto Capriolo e al maresciallo

Ivan Pira, decide di installare una micro telecamera nel suo ufficio. Una notte, nella penombra, si vedono chiaramente i ragazzi che si infilano nellufficio, rovistano dappertutto e poi, consumano anche un piccolo spuntino sulla scrivania con cracker e biscotti trovati in un armadio. I militari organizzano gli appostamenti e attendono che la banda ritorni al campus. Una notte arriva una macchina a fari spenti, entra nell'area universitaria, dove il cancello resta aperto. Al volante c' l'istruttore di

ginnastica che parcheggia e poi tenta di entrare nelle aule passando da una porta di sicurezza. L'ingresso, forse difettoso, si spalanca abbastanza agevolmente. Ma il ladro si accorge dei carabinieri e tenta di scappare. Viene subito bloccato dai componenti di una pattuglia che poi si fanno accompagnare a casa sua. L trovano una parte del materiale rubato, ma anche una ventina di palloni professionali da basket, degli attrezzi da palestra, delle tute delluniversit e di altre associazioni sportive.

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Metropoli 71

1476
allievi a Pianezza
LIstituto comprensivo che si former a Pianezza con lanno 2012/13 il pi grande tra quelli inclusi nel piano provinciale. Nasce dallunione della media Giovanni XXIII e della direzione didattica cittadina

I nuovi indirizzi

Overbooking in centro? Corsi gettonati in periferia


A Oulx debutta il liceo dello Sport Luserna avr Scienze applicate
La programmazione della Provincia introduce alcune novit in tema di indirizzi di studi negli istituti superiori. Non molte, in effetti, nonostante le numerose richieste inviate dalle scuole. Le norme prevedono nuovi corsi - spiega lassessore Umberto DOttavio - solo in sostituzione di altri, attivi nellanno 2011/12. Inoltre, non possono nascere corsi in istituti vicini ad altri che hanno gli indirizzi richiesti e dove non disporrebbero di spazi sufficienti. Non tutto. La Provincia ha posto attenzione a non incrementare il numero degli iscritti - dice lassessore - per le autonomie che hanno gi superato il limite massimo di 900 allievi. Poi, abbiamo verificato la coerenza con lattuale piano di offerta formativa e con la dotazione per la didattica di laboratori. Altri aspetti considerati: che non ci sia necessit di esborsi per laboratori, che il corso rispetti i fabbisogni di competenze del territorio. Altro aspetto preso in considerazione stato loverbooking di alcuni indirizzi in certe scuole. La Provincia ha inserito nel suo piano il rafforzamento dellofferta formativa dellistituto

Paolo Odasso
Il preside del Gobetti Marchesini-Casale gi lo scorso anno aveva chiesto Scienze applicate

iscritti a Buttigliera
Lunione delle scuole dellinfanzia, primarie e secondarie di Buttigliera Alta forma un comprensivo sottodimensionato. Ma nel 2013/14 si aggiungeranno le scuole di Rosta e si arriver a quota 1041 allievi

601

Sergio Blazina
Il preside reggente del Majorana di Moncalieri ha chiesto di convertire il classico in linguistico

Si parte dalla provincia


I nuovi istituti comprensivi sono sparsi in tutto il territorio della provincia di Torino, escluso per il capoluogo

Orbassano si riorganizzer con due istituti: il primo da 1031 allievi (scuole Andersen, Pavese, Gamba, Frank, parte della Leonardo da Vinci), il secondo da 1075 (scuole Peter Pan, Apriero, Gramsci, Rodari, parte della Leonardo da Vinci); Bussoleno avr 932 allievi unendo anche le scuole di Mattie, San Giorio, Bruzolo, Chianocco. A Ciri si faranno due istituti: il primo da 1023 allievi (Lazzaroni, Ciari, via Parco), il secondo da 1270 (tutte le altre scuole pi San Carlo e Vauda); Rivarolo avr un istituto da 1436 allievi (con Bosconero e Feletto); Piossasco si riorganizza con due comprensivi, il primo da 846 al-

lievi (scuole Gramsci, San Vito, Ungaretti, Gramsci, Cruto), il secondo da 1038 (lunione di tutti gli altri). A Carmagnola la scuola di base si ridisegna in tre istituzioni: Carmagnola 1, 1304 allievi (SantAnna, Sacchirone primaria e media, Casanova, Cavalleri, Pralormo), Carmagnola 2, 1269 allievi, (via Lanzo, Virle, Salsasio, San Bernardo, San Giovanni, San Michele, Pancalieri, via Marconi) e Carmagnola 3, con 3, 1336 allievi (le rimanenti scuole di Carmagnola e Villastellone). Ancora: Carignano unisce in un istituto le sue scuole, Lombriasco e Osasio; Ivrea avr due comprensivi da 1315 e 1329 allie-

vi: la prima lunione delle scuole via Lago San Michele, Cascinette, Chiaverano, DAzeglio, Fiorana, Torre Balfredo, SantAntonio, media da Vinci, la seconda composta dalle altre scuole di Ivrea e Montalto; listituto comprensivo di Pavone (1235 allievi) riunisce anche Banchette, Fiorano, Lessolo, Samone e Salerano, quello di Settimo Vittone (770) anche Andrate, Carema, Quincinetto, Tavagnasco e Borgofranco. Villafranca Piemonte unisce in un solo comprensivo i due esistenti a Villafranca e Cavour (871 allievi). Al liceo Faccio di Castellamonte, che gi aggrega le medie, saranno unite la primaria e la materna.

Gobetti Marchesini, diretto da Paolo Odasso, nellottica di valorizzarlo come polo chimico-biotecnologico: ha aggiungendo agli indirizzi tecnici e professionali presenti, il liceo scientifico delle scienze applicate (in una declinazione connotata da chimica, biologia e dalle attivit laboratoriali) e lIstituto tecnico sistema moda, fortemente legato a uno degli indirizzi gi attivi: Chimica, materiali e biotecnologie. Novit anche al professionale Plana. Abbiamo accolto la richiesta dellindirizzo Servizi socio-sanitari, gi presente nellistituto nelle articolazioni ottico e odontotecnico. Qui lobiettivo creare un polo professionale caratterizzato in ambito socio-sanitario. AllIstituto Galilei-Ferrari stato mantenuto il liceo delle

scienze applicate, sebbene non attivato lo scorso anno, mentre allIstituto Primo Levi di corso Unione Sovietica viene concesso il liceo delle scienze umane. Oggi Il Levi ospita 670 studenti, ma in passato arrivato ad averne oltre 1300. Lattivazione del nuovo indirizzo - dice DOttavio - permetter di rendere pi agevoli i trasferimenti dalla prima cintura sud ed evitare istituti sovradimensionati in centro. Per la stessa ragione il Curie di Grugliasco avr Scienze applicate e al Majorana di Moncalieri, attualmente retto dal preside Sergio Blazina, il liceo classico sar riconvertito in linguistico. La Provincia, poi, ritiene opportuno il rafforzamento dellofferta del Maxwell di Nichelino, capofila del Polo Energia e Ambiente Piemonte, con lindirizzo Chimica, materiali e biotecnologie. LIstituto Porro-Alberti di Luserna San Giovanni avr Scienze applicate, perch permetterebbe di usare spazi e dotazioni sottoutilizzati, andando incontro alle esigenze del territorio. Ad Oulx, in attesa delle norme sulla sezione ad indirizzo sportivo nel sistema dei licei, la Provincia richiede lattivazione del percorso nellIstituto Des Ambrois (riconosciuto e sostenuto economicamente dalla Regione dal 2004 come Liceo della Neve). Altre richieste di liceo sportivo sono arrivate alla Provincia dal Martinetti di Caluso, dal Baldessano-Roccati di Carmagnola, dallEuropa Unita di Chivasso. Infine, il Comune di Borgaro ha richiesto un istituto di istruzione superiore. [M. T. M.]

SETTIMO

NICHELINO NON SI AVEVANO NOTIZIE DA 17 GIORNI

Yesmoke il prefetto evita il blocco dellattivit


Si sbloccata solo nel tardo pomeriggio di ieri, la situazione della Yesmoke Tobacco di Settimo. La fabbrica di sigarette made in Italy d lavoro ad una sessantina di persone con prospettive di crescita e occupazionali, ha rischiato la chiusura. Cos accaduto? Lazienda avrebbe dovuto versare una fideiussione di 2 milioni e 400 mila euro allAAMS, lamministrazione autonoma dei monopoli di Stato, a garanzia del magazzino. Quei soldi, tuttavia, non sono stati trovati e allora propriet e sindacati hanno chiesto allAAMS una proroga. Per tutta risposta ieri mattina alle 9 nello stabilimento sono arrivati guardia di finanza e carabinieri con lintento di mettere i sigilli e bloccare la produzione. Gianpaolo e Carlo Messina, titolari dellazienda, lavoratori e sindacati si sono allora rivolti a tutti: Regione, Provincia e Comune affinch venisse salvaguardata loccupazione. Alla fine il sindaco di Settimo, Aldo Corgiat ha richiesto lintervento della Prefettura che nel pomeriggio ha decretato che lazienda pu continuare a lavorare, almeno fino alla prossima settimana quando si riunir il tavolo formato da tutti gli enti e dallazienda per trovare una valida soluzione al problema. [N. BER.]

Ritrovato a Torino il libraio scomparso Non ricorda nulla

gioved 8 dicembre

Luomo, in buone condizioni di salute, vagava nei pressi del Mauriziano


Ritrovato a Torino, dopo 17 giorni di ricerche, Carlo De Santis, 44 anni, il libraio nichelinese scomparso sabato 19 novembre. Ieri mattina i carabinieri di Nichelino lo hanno individuato mentre vagava disorientato in corso Turati. Dove sia stato e che cosa abbia fatto in queste settimane ancora un mistero. De Santis, in forte stato confusionale, non ha dato nessuna spiegazione. Sembra soffrire di parziale amnesia ed stato ricoverato allospedale Mauriziano. L'abbiamo ritrovato, questa la cosa pi importante. Sta abbastanza bene, non ha segni di percosse o ferite, ha raccontato la moglie Lucia, molto provata: Per il momento non ricorda molto di quello che successo. Lui per il momento ai carabinieri ha detto solo poche parole. Si lasciato accompagnare docilmente in ospedale e ha bevuto voracemente una bottiglietta d'acqua. Inizialmente non ha nemmeno riconosciuto alcuni familiari e ha comin-

aperti tutti i punti vendita*


dalle 8 alle 21
* I seguenti Punti Vendita effettueranno differenti orari:
EMILIA ROMAGNA: Piacenza dalle 7:30 alle 20:30 - via della Conciliazione - via Manfredi (ang. via Gadolini) LOMBARDIA: Stezzano (BG) dalle 9 alle 22 - via Guzzanica

Carlo De Santis, 44 anni

ciato a sciogliersi solo quando arrivata la moglie. Ha bisogno di tempo e i medici hanno gi predisposto il suo trasferimento al Santa Croce di Moncalieri. L'amnesia di De Santis aggiunge altro mistero al giallo di Nichelino. Il libraio era uscito di casa verso le 7 per andare ad aprire la cartolibraria di via XXV Aprile 120, ma nel negozio non era mai arrivato. La porta sul retro era socchiusa e una testimone aveva visto un uomo con i capelli lunghi allontanarsi a bordo di un furgone bianco. Da allora nessuna notizia. Le sue condizioni fisiche sono buone. Verosimilmente in questi giorni ha avuto un posto dove dormire e lavarsi, ma probabilmente l'ultima notte l'ha trascorsa fuori. Solo lui pu rivelare dove. [M. MAS.]

T1 T2 PR

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 72

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Cronaca di Torino 73

A
Personaggi
ENRICO ZAMBRUNO

nimalia
A CURA DI ANTONELLA MARIOTTI

Appuntamenti
Per le vostre segnalazioni animalia@lastampa.it
I

I volontari del Rifugio Cavour organizzano mercatini natalizi: l8, 9, 16, 22-23-24 dicembre in Piazza San Donato e il 10,11, 17-18 sotto i portici di C.so Torino a Pinerolo. Luned 12 dicembre alle 18, nello Spazio Arci in via Verdi 34, Enrico Moriconi e Pier Luigi Castelli presenteranno il libro Vite a sei zampe - Convivere felicemente con un cane o un gatto. Con gli autori sar presente Roberto Mastroianni (filosofo).

Dal dottore
CESARE PIERBATTISTI

Nicola e Twister campioni del mondo


Sono torinesi i pi bravi nei percorsi di agility per cagnolini small
Nicola e Twister, la coppia vincente. Campioni del mondo di agility nella categoria small: per lItalia, si tratta del primo titolo iridato di sempre. Sulla vetta ci sono saliti insieme a Lievin, in Francia, nella massima competizione internazionale. Twister una parson russell terrier - definito anche un jack russell a gamba lunga - di sette anni e mezzo. Il suo padrone un torinese di 31 anni, Nicola Giraudi. Insieme avevano gi trionfato due volte agli Europei, nel 2009 in Olanda e nel 2010 in Repubblica Ceca. Ma mancava questo di titolo, il pi importante in assoluto, necessario per inserire finalmente il tricolore nellalbo doro. Una grande soddisfazione - spiega Nicola -, anche perch stata la prima in assoluto per lItalia. La disciplina agility consiste in percorsi che comprendono step, ostacoli, salti, passaggi dentro dei tunnel, zone di contatto e slalom. C tanto lavoro alle spalle. Twister ha una grande capacit di apprendimento, le cose basta dirle una volta sola. Nicola Giraudi un torinese doc, cresciuto in corso Stati Uniti. Elementari alla Carlo Casalegno, medie alla Ugo Foscolo, superiori al Liceo Scientifico Ferraris e sei mesi alla FacolALTRI TROFEI

cercocasa

Corruzione e incantatori di serpenti

Sul podio a sei zampe


Il titolo pi ambito Twister e il suo proprietario lhanno conquistato in Francia a Lievin, nella categoria agility per cagnolini small. Ora Nicola Giraudi vuole vincere anche con cani large

In Olanda nel 2009 e lanno dopo nella Repubblica ceca


t di Informatica. Ma in mezzo ai computer ha capito che quella non poteva essere la sua strada. Poi? Mi sono stufato. Ho sempre avuto la passione per i cani, fin dal 1991, quando entr in casa Vigor, un pastore tedesco. Ma stata Shep, una borderina che mancata questanno a 16 anni e mezzo (prima a laurearsi campionesse italiana sia di obidience che di agility; ndr) a farmi capire che questa era la mia vita. Lei stata decisiva, perch con il passare del tempo ho capito di voler fare questo mestiere. Oggi sono un addestratore professionista, felice di quello che faccio. Una professione sempre pi apprezzata. E vero. La percentuale di persone che decidono di educare il proprio cane aumentata. Io lo faccio, a tempo pieno, da due anni. Non esiste un patentino o un documento ufficiale che ci riconosce. Esistono dei corsi, riconociuti dallEnci (Ente Nazionale per la Cinofilia), e poco altro. Da Torino se n andato via nel 2005 e oggi in terra lariana vive con la sua fidanzata e undici cani, ognuno deve essere compatibile con gli altri per non creare dissapori e situazioni destabilizzanti. Un animale studiato

in ogni sua sfaccettatura con il passare degli anni, a seconda della razza. Il cane un compagno di vita. La professione viene dopo. Che poi sia bravo nellattivit sportiva un aspetto secondario. Limportante che sia inserito nel contesto giusto, con persone che gli vogliono bene e non gli fanno

mancare niente. I miei cani fanno parte della famiglia. Quando morta Shep se n andato via per sempre un pezzo di me. Ora che Nicola e Twister hanno scalato il mondo, bisogna trovare nuovi stimoli. Le idee non mancano. Ho vinto i Mondiali nella categoria small. Ora mi pia-

cerebbe vincerli in quella large Il prossimo cane? Forse un rottweiler. Non sono semplicissimi da gestire, ma una razza che mi piace molto. Parola di campione del mondo.
Altri servizi su
www.lazampa.it

on so se qualcuno di voi ha letto la notizia di quellincantatore di serpenti indiano che per protestare contro la burocrazia e la corruzione ha pensato di liberare decine di rettili velenosi in un ufficio comunale. In India il mestiere di incantatore di serpenti ancora diffuso; il morso dei cobra una delle prime cause di morte in molte zone del Paese asiatico e lidea che ci sia qualcuno in grado di manipolarli rischiando la vita non pu che affascinare. C da dire che spesso qualche trucchetto, non sempre rispettoso degli animali, aiuta gli incantatori: le ghiandole velenifere possono essere asportate o svuotate, i denti rimossi e comunque laspetto pi singolare che venga utilizzato uno strumento musicale che si chiama pungi, per incantare animali sordi. In realt gli ofidi tendono a seguire i movimenti dello strumento e del corpo delluomo ondeggiando in atteggiamento difensivo ed il suono serve per fornire una sorta di colonna sonora al pubblico. Oggi in Italia la detenzione di rettili velenosi vietata e, per quanto mi risulta, non esistono pi incantatori di serpenti, anche se ci sono feste religiose nelle quali sono coinvolti rettili innocui. Permettetemi per una domanda: se un improbabile incantatore nostrano, stanco di burocrazia e corruzione, liberasse alcune decine di serpenti pericolosissimi nelle aule di Montecitorio chi uscirebbe vincitore?
CONSIGLIERE DELLORDINE DEI VETERINARI DI TORINO

Toby

Sempre pi triste e solo


Toby rimasto orfano della sua padrona. Il marito ora ha una nuova compagna che non lo vuole in casa. Toby educato e affettuoso.
PER ADOZIONI Mara Negozio640425@gruppo.stefanel.it

Pina e Pippo

In gabbia dopo il divano


Pina e Pippo vivevano con una persona anziana, che ora non pi in grado di prendersi cura di loro. Pippo vivace e allegro, Pina soffre molto.
LIDA DI PINEROLO Per adozioni 0121.322145

Castagna e Charlie

Due piccolini dolcissimi


Castagna e Charlie, sono piccoli, il primo stato trovato a Roletto. Charlie, invece non pu pi stare con i padroni educato.
RIFUGIO CAVOUR Per adozioni telefonare 0121.600037

Lupi italiani Nasce lassociazione Mario Messi


I

Rinasce lassociazione per il Lupo italiano. Dopo le peripezie dellEtli, Ente per la tutela del Lupo italiano, sciolto in modo forzoso dallo Stato, Maurizio Messi, figlio di Mario ha voluto ricostruire il sogno di suo padre. Abbiamo voluto questassociazione per evitare che questa razza venga commercializzata - ha spiegato Maurizio Messi -. Mio padre si era sempre opposto a questo, per lui il Lupo italiano doveva essere il cane delle forze dellordine italiane. Per questo mio padre ha impegnato tutte le risorse della famiglia e tutta la sua vita. Il Lupo italiano stato il cane ufficiale del Corpo Forestale dello Stato - come ha sottolineato Messi - e ora lassociazione vuole promuovere la salvaguardia del cane e collabora-

Mario Messi e il Lupo italiano re con Enti pubblici e provati di volontariato dove poter utilizzare la razza. Vogliamo che il progetto del Lupi Italiano prosegua - ha detto ancora Maurizio Messi - come voleva mio padre, perch questo cane ha caratteristiche ottime per essere impiegato nelle emergenze e con le Forze dellordine. [A. MAR.]

Vasco e Zeus

Soffre molto e non mangia


TORINO - CORSO SIRACUSA, 13 - TEL. 011 352836 TORINO - CORSO MONCALIERI, 283 - TEL. 011 6618219 TORINO - VIA MAZZINI, 42 - TEL. 011 883269
Vasco depresso in canile, si era ammalato ma stato curato, insieme a lui Zeus che passato dal divano alla gabbia
EIPA CANILE DI PIOSSASCO Oli 338.8533962 dopo le 18

T1 T2 PR CV

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 74

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 75

T1 T2 PR CV

T1 T2 PR CV

76 Giorno e Notte

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

G&N
Gli appuntamenti della notte

Giorno&Notte
PAGINE A CURA DI ANTONELLA AMAPANE E ANTONELLA TORRA

Un ritmo techno per ballare sul ponte dellImmacolata


AllOval la tappa italiana del progetto Plastikman
PAOLO FERRARI LUCA INDEMINI

Ad Halloween ci ha fatto ballare con una line up di tutto rispetto al Palaolimpico. In occasione della vigilia dellImmacolata si cambia palazzetto, non la sostanza. Questa sera dalle 21 Movement, con M-Nus, porta allOval del Lingotto, di via Nizza 280, in esclusiva italiana, la superstar canadese Richie Hawtin aka Plastikman. La sua performance sar il culmine di un vero e proprio evento sonoro, che vedr protagonisti litaliano Marco Carola, la stella della minimal al femminile Magda e il debutto live di VOID di John Gaiser. Uno dei musicisti techno pi apprezzati degli anni Novanta, Richie Hawtin ha recentemente rilanciato con successo il progetto Plastikman, accantonato alle soglie del nuovo millennio. Il dj e produttore nativo di Banbury si presenta alla consolle con una strumentazione allavanguardia, che permette di esprimere al meglio le potenzialit del suo sound inconfondibile. Lidea che sta alla base dello show stata sviluppata dallo stesso Hawtin, assieme al suo collettivo interattivo, che ha sviluppato unapplicazione per iPhone, che permette al pubblico presente di essere parte attiva del concerto, in cui la musica si unisce a light design e visual in tempo reale.

CAFF BASAGLIA

Milonga fino alla mattina nella notte rossa del tango


I

Sarebbe una notte bianca, ma la sanguigna passione che sgorga dalla musica dei quartieri popolari di Buneos Aires le cambia colore. Ecco servita la Notte rossa del tango, con cui il Caff Basaglia invita gli appassionati della milonga a fare mattina ballando e strusciando, ascoltando buona musica e mangiando. Il circolo Arci al primo piano di via Mantova 34 sede ogni settimana di serate sul tema, e approfitta del gioved

festivo per ampliare la gamma. Si comincia alle 21 con la pratica destinata dagli esperti ai ballerini meno provetti, poi si scatenano in consolle tre disc jockey, ovvero Aurora, Auslaender e Gonzalo per il gran viaggio notturno. Punteggiato nel cuore della notte da pizzette e stuzzichini, fino alla colazione con cappuccino e cornetto offerta all'alba. [P. F.]
Caff Basaglia Via Mantova 34 Tel: 011/197.088.48

Altrettanto attese le esibizioni dei djs, che introducono lo spettacolo di Plastikman. La quotatissima dj Magda, di origini polacche, dopo aver vissuto a lungo negli States, risiede ora a Berlino. Il suo sound fortemente influenzato dalla sonorit di Detroit, mescolate alla minimal tedesca, in una costante sospensione tra analogico e digitale. Marco Carola, ambasciatore italiano della musica techno nel mondo, presenter la sua ultima fatica, Play It Loud, un unico flusso sonoro di grooves e beats, tra lascolto domestico e il rimando costante al dancefloor. Infine promette scintille lesi-

bizione di John Gaiser, che presenta lalbum di debutto del suo progetto VOID, No Sudden Movements. Il biglietto per assistere a questo incredibile tour, che ha gi toccato Ibiza, New York, Madrid, Lisbona, Amsterdam e Berlino, costa 30 euro (info www.movement.it). Plastikman a parte, la notte dellImmacolata mostra come sempre le stimmate del prefestivo sotto il profilo delle notti da club. Un sabato in pi, insomma. Cui risponde presente lhip hop: per gli amanti del rap e dello scratch al Jam dei Murazzi dalle 23 si tiene unedizione speciale di Vibe Session, con Dj

Il colossal dance di Richie Hawtin


Dopo Ibiza, New York, Madrid e Berlino la star della musica elettronica Richie Hawtin sbarca in citt con Plastkman, un colossal dance con cui il pubblico pu interagire in diretta tramite unapplicazione iPhone

Fede festeggiato live da Raige, Tyrelli & Tommysmoka, Rew & Shade, Yota, Pula+, Vox P. In ambito reggae, ancora Murazzi, per lato sinistro, dove il Chachamuri propone un tributo a Bob Marley con i Double Trouble, ovvero litaliano Zibba e il nigeriano Raphael, complice Bunna degli Africa Unite; sempre per il reggae, lo storico circolo Da Giau di strada Castello di Mirafiori 346 propone alla stessa ora il sound system olandese

King Shiloh. Ai Muri c anche un party La Dolce Vita, con musica e abiti allitaliana; accade dopo le 23 al Magazzino sul Po. Tutta pop al femminile invece la notte del Lab di piazza Vittorio Veneto 13, dove per Cattive ragazze si intendono le dj Lady Juliette & Barby, con sfilata di moda alternativa firmata Sara B. Overstyle. N pu mancare chi la butta sul concerto, classico di queste occasioni. Non Immacolata ma

vissuta pericolosamente Lydia Lunch, attivista punk, fotografa, scrittrice e performer americana di scena con i suoi Big Sexy Noise al El Barrio di strada Cuorgn 81, dove alle 22 aprono lo show (8 euro) i nostrani Avvolte. Gran festa, per blues, al Chez Gaby di via Santa Croce 2, dove dalle 21,30 (8 euro) cantano e bevono insieme lasso Jono Manson e il suo amico locale Federico Sirianni. Blues anche alla Maison Musique di Rivoli, con il

Sestriere

Maghi del surf e della consolle in pista aspettando la neve


In attesa di scoprire se la danza della neve, scherzosamente proposta dagli organizzatori, porter i frutti sperati, anzi i fiocchi, lo Snowbreak, come sua abitudine, differenzia. Da un lato si pensa alle piste di sci, dallaltro a quelle danzerecce. Per quattro giorni, da oggi a domenica, Sestriere diventa lo scenario di una kermesse straordinaria, a base di concerti, aperitivi e sport. Arrivato alla sua sesta edizione, lo Snowbreak rappresenta il pi grande evento universitario dellanno, che nella scorsa edizione port sulle nevi della Via Lattea quasi 3000 giovani. Mentre sulle tavole saranno protagonisti i rider di Fiat Freestyle Team, Filippo Kratter e Stefano Munari, e venerd 9, grazie allo speciale FFT Test Drive On Ice, sar possibile sperimentare la propria abilit alla guida in condizioni estreme, le serate del ponte dellImmacolata si scaldano sul mega dancefloor del Palazzetto dello Sport. Il calendario stato completato qualche giorno fa col botto: la serata di venerd 9 vedr protagonista, oltre al collettivo 100% Presi Bene, una star del rock prestata alla consolle: Nick Peanuts Baines dei Kaiser Chiefs. Il tastierista della band di Leeds, col suo mix potente, sar la punta di diamante della FFT Rock Night e una delle sorprese pi gradite della quattro giorni. Ma la temperatura sul dancefloor destinata a salire fin dallappuntamento inaugurale, di questa sera. I djs di Radio Maliboom Boom accolgono un ospite davvero speciale, nato e cresciuto nel Bronx, a New York City, Little Louie Vega. Considerato uno dei padri fondatori della musica house, si imposto a livello internazionale tra la fine degli anni Ottanta e linizio degli anni No-

Nick Peanuts Baines


Il tastierista dei Kaiser Chiefs col suo mix potente sar la punta di diamante della FFT Rock Night

vanta, col gruppo Masters At Work, fondato insieme a Kenny Dope Gonzalez. La giornata di gioved, prima della serata con la musica e lenergia dei 100% Presi Bene, propone un momento di sport e divertimento sulla pista principale del comprensorio della Vialattea, a partire dalle 13. Red Bull Di-

scesa Libera potrebbe essere descritta come la gara pi pazza del mondo su neve. Le regole sono semplici: 100 persone per manche, si corre fino alla partenza, si indossano gli sci il pi rapidamente possibile e si scende a valle. Lo spettacolo garantito (ritiro pettorali dalle 11 presso la Red Bull Lounge,

iscrizioni on line su www. snowbreak.it). Dopo la FFT Rock Night di venerd, con lhead liner Nick Peanuts, sabato 10 si chiude con due nomi esplosivi: i Two Fingerz, duo electro/hip hop del momento, e gli incredibili Cassius, mitici pionieri del French Touch. Il duo transalpino, composto da Philippe Zdar e Boom Bass, dopo aver prodotto gli album di Mc Solaar, inizia a proporre la propria musica a partire dal 1991. Sar un autentico piacere sentir risuonare live lultimo grande successo di questanno: I Love You So. [L. I.]

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Giorno e Notte 77
Adriano Celentano
I

Lydia Lunch
I

Double Trouble
I

Icona della no wave americana degli anni Settanta, la statunitense Lydia Lunch caratterizza la serata live de El Barrio, locale di strada Courgn 8. La sua performance allinsegna del dark rock comincia alle 21, ingresso libero. [D. CA.]

Stasera al Chachamuri, nuova location ai Murazzi, appuntamento per la serata Afrodisiak con i Double Trouble: il cantautore Zibba, il cantante italo nigeriano Raphael e Bunna, leader degli Africa Unite, si esibiscono alle 23. Ingresso 5 euro. [D. CA.]

Sabato sera al Conservatorio, piazza Bodoni, Marco Tardito si cimenta con il suo gruppo Kangaroux nel concerto Adriano Celentano: Abstractions. E per Linguaggi Jazz, prevendite dei biglietti a 20 euro al Centro Jazz (via Pomba 4, 011/884477). [D. CA.]

Recensione
PAOLO GALLARATI

A CURA DI

SILVIA FRANCIA

ventiquattrore
Rettorato

Posseduta dal demone del violino


Eugene Hutz dei Gogol Acoustic Bordello

Giuseppe Battiston interpreta Jobs


alle 16,30
Alle 16,30, nellaula magna del Rettorato (via Verdi, 8) si parla di Un nuovo Dams: idee e progetti a cura dei docenti del Dams. A seguire, il Centro Ricerche Attore e Divismo presenta una performance di Giuseppe Battiston, Il vostro dovere non accontentarvi e pensare limpossibile: discorso augurale di Steve Jobs ai neolaureati dellUniversit di Stanford conosciuto anche come Stay hungry, stay foolish. Ingresso libero.

Grugliasco

Cabaret e verve gitana festa popolare con i Gogol Bordello


FABRIZIO VESPA

fuoriclasse americano Bob Brozman, primo al mondo nella chitarra reso - fonica; alle 21,30 lo si ammira con 15 euro. Due proposte di segno opposto, infine. Per gli amanti dellestremo, il caravanserraglio punk circense dei Legendary King Combo sbarca allo United Club di corso Vigevano 33/u, mentre per le famiglie dalle 16,30 gli artisti di strada del progetto Caravan si esibiscono lungo via Arquata.
oggi su www.lastampa.it
lintervista esclusiva a Richie Hawtin (Plastikman)

Tornano a Torino i Gogol Bordello e dopo la memorabile apparizione al Traffic 2006, si propongono con una formazione completamente rimaneggiata. Infatti, per il loro nuovo tour europeo che prevede quattro date in Italia si sono ristretti da 8 a 5 elementi e si sono dati il nome di Gogol Acoustic Bordello. In questa veste speciale saliranno alle 21,30 sul palco del Teatro Le Serre di Grugliasco dove eseguiranno buona parte dei brani dellultimo album pubblicato lanno scorso Trans-Continental Hustle in cui si sintetizza lo stile attuale della band. Proprio dietro suggerimento di Rick Rubin, il leggendario fondatore della Def Jam, gli autori di East Infection hanno ripreso labitudine a suonare come una jam session in acustico: esattamente come succedeva agli albori della loro carriera quando si divertivano a mescolare il cabaret, spinto quasi agli estremi del situazionismo e lincontenibile verve gitana. Il fulcro di ogni esibizione rimane per la figura del cantante Eugene Hutz che tra lal-

tro fa anche lattore a tempo perso - co-protagonista di Ogni cosa illuminata, il film tratto dal romanzo di Jonathan Safran Foer - ed un profondo conoscitore delle tradizioni della musica folk mondiale. Insieme a Sergey Ryabtsev (violino), Yury Lemeshev (fisarmonica), Pedro ErazoSegovia (percussioni) e Elizabeth Sun (percussioni, voce) il garante del particolare sound messo a punto dal progetto che si richiama nel nome al surrealismo dello scrittore russo Nikolai Gogol. Virtualmente inseriti nel calderone della world music il loro genere nasce dallincrocio tra il punk vicino agli Stooges o ai Clash e la musica pi meticcia come quella di Manu Chao, Rootsman e Sasha Kolpakov. Il tutto per viene servito con grande anarchia stilistica visto che Hutz capace tanto di duettare con Madonna interpretando dal vivo un mashup de La Isla Bonita quanto di esibirsi ai matrimoni degli immigrati dallEst Europa a New York. Di certo ai loro concerti come nelle migliori feste popolari non possibile prevedere fin dove si spinger lenergia irrefrenabile della band (posto unico: 28 euro).

Onorificenza

Paola Gribaudo chevalier a Parigi


BRUNO QUARANTA

Di Libro in Librino, le sue creature, un atelier dautore (Botero e Matta, Mason e Moore, Matisse e Tapi, Baj e Kokoschka, Savinio e Francis), Paola Gribaudo ha raggiunto il diapason a Parigi lo scorso luned, ricevendo lonorificenza Chevalier de lordre des Arts e des Lettres. Di fronte a Frderic Mitterrand, ministro della Cultura, questa signora sospesa fra un leonardesco ostinato rigore e una generosa, impavida vocazione allavventura, ansiosa com di sconfinare, di sottrarsi agli angusti orizzonti, ha coro-

nato una testimonianza lunga ormai trentanni. E cominciata - il felice gioco delle coincidenze - nella Ville Lumire. Dapprima come studentessa, preparando la tesi di laurea su Charles Le Brun, quindi come editore (di Picasso la vampata sulla prima copertina), in seguito collaborando con musei e gallerie. Figlia di Ezio, il signore dei logogrifi, a cui, in primis, ha dedicato lonorificenza, Paola Gribaudo unartigiana dello stile, unartefice di perfezione - a ciascun torinese la sua chiave a stella -, la nostra inviata l dove larte, la fotografia, il design, larchitettura provando e riprovando debellano lovvio,

Paola Gribaudo

scommettono - alla maniera di Mallarm - sullhazard. Verso quota mille (libri e librini), madame, chevalier Gribaudo. Contemporanea di questa e quellet aurea, di questo e quel maggiore. Di Midnight Paris in Midnight Paris, tra Matisse, Dal, Toulouse-Lautrec, Gauguin, Degas, Man Ray, Picasso, come Pablo onorando un fantastico biglietto di visita: Au rendez-vous des potes.

29 anni, la violinista tedesca Julia Fischer, invitata dallUnione Musicale con leccellente pianista Milana Chernyaska, un vero prodigio. Se in ogni strumento si nasconde un dmone, un principio animatore e plasmante che investe la personalit e il fisico dellesecutore, dal dmone del violino la bionda e leggiadra Julia sembra totalmente posseduta. Basta guardarla: quelle dita sottili che premono le corde sul manico, con forza dacciaio, la vastit delle arcate, ora taglienti come colpi di fioretto, ora leggere e carezzevoli, i movimenti del corpo che oscilla, flessibilissimo, secondo le ondate della musica, la tensione dello sguardo, severo, sorridente, calmo, aggressivo, pieno di convinzione, di felicit, di dolore. Imbracciato da lei, il violino non pi uno strumento, ma lorgano di un corpo vivente, insieme fisico e spirituale, dominato da una mente lucida e orientata secondo intenzioni precise. Ecco dunque risuonare, in tutte le sue sfaccettature, la Sonata KV 454 di Mozart, che tutto un seguito di impennate cavalleresche, ammiccamenti ironici, scatti, tenerezze, improvvise malinconie. La musica sprizza vitale dallo strumento della Fischer, con un continuo gioco di sfumature ottenuto attraverso un fraseggio mobilissimo: il dmone del violino - Paganini insegna - ha qualcosa di stregonesco, anche se evocato da una ragazza apparentemente cos eterea e gentile, ma dotata di unenergia e di un estro imprevedibile, come si visto nel passaggio dal capriccioso Rond brillante D.895 di Schubert, alla Sonata di Debussy alla sontuosa Sonata op. 75 di Saint-Sans che tra impennate, entusiasmi, sorrisi, ritrosie, sensuali languori, ha bisogno non solo di una brava violinista ma di una personalit completa: e Julia lo .

Centro Congressi

Concerto di Natale con i giovani


alle 17,30
Lultimo appuntamento 2011 della serie Gli appuntamenti in programma per le 17,30 al Centro Congressi dellUnione Industriale (via Vela 17), con il Concerto per Natale. Protagonista, lAssociazione Orchestra Sinfonica Giovanile del Piemonte, diretta da Gianni Monte, con un repertorio di musica vocale e strumentale, cantato dal gruppo Crossing Sound Project con il Maestro Massimo Peiretti.

Astra

Quattro fratelli e il caro estinto


alle 21
Da stasera a domenica, ore 21, allAstra di via Rosolino Pilo 6, per la stagione del Tpe, va in scena Velvet Bunny. Lo spettacolo, ideato e diretto da Carlo Nigra su testo di Ade Zeno e musiche originali Matteo Curallo, racconta di quattro fratelli che si ritrovano per partecipare alla cerimonia di riconsegna delle ceneri di un caro estinto. In attesa delladdetto cimiteriale, i quattro rievocano il passato.

Circolo della Stampa

Un recital di pianoforte
alle 21
Per la serie de Le Petites Soires a cura di Elda Caliari, al Circolo della Stampa di corso Stati Uniti 27, ore 21, in calendario un recital di pianoforte con Marco Carmina. Il recital spazia tra brani di Bach, Busoni, Wagner, Bellini, Listz. Le esecuzioni sono alternate a letture e recitativi di autori contemporanei; voce recitante, Debora Milone. Organizza La Nuova Arca, ingresso libero.

Libreria Trebisonda

Poesie dissacranti ma romantiche


alle 21,30
Alla libreria Trebisonda di via SantAnselmo 22, alle ore 21,30, si presenta in anteprima Ti amo ma posso spiegarti (Miraggi edizioni), nuovo libro del poeta e performer torinese Guido Catalano. Comiche, dissacranti, metropolitane e romantiche a loro modo, le poesie di Catalano sono le protagoniste dei reading e degli spettacoli che il poeta porta in scena.

T1 T2 PR CV

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 78

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Giorno e Notte 79
U

Galleria Cristiani

Gioielli opere darte anche con il filo di ferro


In mostra i lavori di trentatr artisti, prezzi a partire da 150 euro
RENATO RIZZO

blocknotes
INCONTRI

Crescita responsabile
LIstituzione Torinese per una Educazione Responsabile (Iter) propone, nellambito di Sottodiciotto Filmfestival, un incontro con leconomista ed antropologo Serge Latouche. Lappuntamento, sul tema Educare ad una crescita responsabile si svolge dalle 15 alle 18,30. La Fabbrica delle e, corso Trapani 91/b

Mer. 7
Dicembre
DO 4 11 18 25 LU 5 12 19 26 MA 6 13 20 27 ME 7 : 14 21 28 GI 1 8 15 22 29 VE 2 9 16 23 30 SA 3 10 17 24 31

MUSEI

Materia e forma, aspirazione che si intreccia allispirazione, concretezza dartigianato che si sublima in arte: cos certe opere che si presentano sotto la riduttiva etichetta di gioiello diventano sculture, architetture, mini-installazioni, segno dequilibrio e di raccordo tra prosa e poesia. La mostra che si apre oggi alla galleria Cristiani unincursione in questuniverso di oggetti che, da sempre, hanno prodigiosamente accompagnato la vita delluomo: non solo come risposta al gusto o alla vanit, ma anche, pi profondamente, come una sorta di esigenza spirituale in cui il monile si spesso trasformato in totem capace, nella sua forza protettiva, di legare il bello al sacro. E di diventare prezioso proprio per la relazione che stabilisce con il corpo e la mente di chi lindossa. Non un caso se, nella preistoria, i nostri progenitori scoprirono limportanza di anelli e collane prima ancora di quella delle vesti.
LA CURIOSIT

MUSICA

Mao
Nuova rotazione conservativa nella galleria giapponese del museo che, al primo piano, nellarea espositiva dedicata al Giappone, ospita due emakimono (rotoli di pittura in formato orizzontale) esposti per la prima volta al pubblico. Informazioni al numero: 011/443.69.27. Mao-Museo dArte Orientale, via San Domenico 11

Natale
E in programma per le 21, il Concerto di Natale del Coro gospel dellEinaudi. Ingresso libero. Parrocchia di S. Teresa di Ges Bambino, via Giovanni da Verrazzano 48

MOSTRE

Creativit
Alle 18, lassociazione Eg presenta linaugurazione della mostra Lolly Poppins di Gianni Coscarelli, che prosegue sino a domenica, con orario 10 - 21. Attraverso le forme e i colori che caratterizzano le opere dell'artista salernitano si vuole sottolineare limportanza della creativit come risorsa per sostenere lapprendimento dei bambini. In concomitanza con la mostra, allestito un mercatino di Natale. Via Vittorio Amedeo II 21

VARIE

Memoria
Liniziativa Insieme per la memoria. L'importanza della memoria - Festa della cultura per il Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e delle Libert, alle 21,30, serata da balera con canti partigiani, anarchici, di lotta e tradizione popolare. Amantes via Principe Amedeo 38/a

Oltre 160 pezzi in mostra


Materiali preziosi o elementi poveri in pezzi che coniugano in vario modo loggetto-gioiello e sono venduti a prezzi che partono dai 150 euro per toccare i 7 mila

La collana e lanello
A sinistra una creazione di Silvia Beccaria A destra anello opale di Sergio e Stefano Spivach

CORSI

Artigianato e cultura
E dedicata alleccellenza artigiana e alla cultura, la mostra intitolata Materialmente, che si inaugura alle 17 e prosegue sino allEpifania. Rivoli, Casa del Conte Verde, via Fratelli Piol 8

In attesa
Sono aperte le iscrizioni al percorso Gravidanza e nascita per mamme in attesa, articolato in due sezioni: Yoga e accompagnamento al parto, con la maestra yoga Francesca Magnone e leducatrice perinatale Ambra Feira e La voce materna, con la vocalist Renata Chiappino. Informazioni al numero: 011/760.07.36. Topos, via Pinelli 23

C chi ritaglia con il laser stoviglie e piatti per fare collane


In questa rassegna giunta alla terza edizione che rester aperta sino al 31 dicembre (da marted a sabato, 11-13;15-19,30) ed curata da Mariola Demeglio, trentatre artisti internazionali propongono le loro creazioni: essenzialit di design o ridondanza di forme, materiali preziosi o elementi poveri per 160 lavori che coniugano in vario modo loggetto-gioiello e sono venduti a prezzi che partono dai 150 euro per toccare i 7 mila. Silvia Beccaria, artista che ha esposto anche alla Fondazione Sandretto, stupisce con strabilianti gorgiere

SPETTACOLI
in filo di ferro, nylon e carta, mentre il celebre ceramista Luca Tripaldi sfida se stesso modellando a mano collane in porcellana e filo dargento. Sono colorate metamorfosi le creazioni di Ela Bauer che veste con fili intrecciati alluncinetto anelli e pietre preziose a cui fanno da contraltare i segni asciutti della danese Gesine Hakemberg che ritaglia con il laser piatti e stoviglie per ricavarne sculture da portare al dito o al collo. Nelle bianche vetrine allestite con piani di legno da cantiere e tubi dalluminio contorti, ecco, ancora, le spille di Flora Vagi che sembrano dimpalpabile merletto o di carta stropicciata e sono, invece, di legno, accanto agli anelli di Sergio e Stefano Spivach nei quali lopale lavorata assume forme sinuose, seducenti e persino sensuali. Si ispirano a oggetti tribali le opere di Agnes Larsson che impiega per i suoi collier crini di cavallo e medaglioni ricavati dal carbone. E ci sono gioielli che, a volte, si riappropriano dellantico valore metaforico e spirituale portandolo addirittura allesasperazione. Inutile piangere sul latte versato sintitola la collezione di collane e spille in ferro arrugginito con inserti in argento e oro realizzata dallinglese Karin Herweg. Potrebbe accadere che macchino irrimediabilmente la pelle o gli abiti di chi li indossa: come un tatuaggio a sigillo di una storia indelebile o cicatrice a ricordo di un addio.
Galleria Cristiani via Porta Palatina 13

In spagnolo
Alle 21, per la rassegna Teatro en Espanol, organizzata da Assemblea Teatro, Veronica Caissiols presenta Rifka di Anita Luksengurg. Regia Elena Zuasti e Fulvio Ianneo. Lo spettacolo dedicato ai tanti ebrei che fuggirono il nazismo in Europa per cadere nella successiva violenza delle dittature latinoamericane degli anni 70. Biglietti a 10 euro, ridotti a 8. Cavallerizza Reale via Verdi 9

Umorismo
E in calendario per sabato dalle 14 e domenica dalle 10, il terzo seminario del corso di Humor terapia - risoterapia creativa, yoga della vita quotidiana e gelotologia applicata. Iscrizioni allo 011/197.024.10. Italian Humor Association, corso Turati 10 bis
a cura di Silvia Francia giornonotte@lastampa.it

T1 T2 PR CV

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 80

L 10 DIC DALL1 A

EMBRE

DISPLAY 15,6 INTEL CORE i7

1000

800

XBOX 4GB KINECT CONSOLE 4G


Memoria interna 4 Gb. 5 porte USB. Wi-Fi. in Sensore Kinect e videogioco Kinect Adventures INCLUSI. Ki

X53SC SX3040 NOTEBOOK

Processore Intel Core i7-2670QM. RAM 4 Gb. Hard disk 500 Gb. Masterizzatore DVD. Scheda graca GeForce GT520MX da 1 Gb. Display 15,6 LED. Windows 7 Home Premium.

VID VI VIDEOGIOCO VIDEOGIOCO PER XBOX


GEARS OF WAR 3 FORZA MOTORSPORT 4.

OFFICE H&S SOFTWARE PC

400

Per risolvere problemi e semplicare i progetti di tutti i giorni, dallo svolgimento di compiti alla gestione del budget familiare, grazie alla possibilit di pubblicare documenti e accedervi da un qualsiasi PC.

LUMIA SMARTPHONE
S.O. Windows Phone 7.5. Fotocamera da 8 MPixel. Navigatore Nokia drive. Internet Explorer 9 Mobile. Display da 3,7. Memoria interna: 16 Gb e 25 Gb di spazio su SkyDrive.

Non perdere le-commerce di Saturn. Scoprilo su saturnonlineshop.it


Saturn anche su

COMODO, FACILE, VELOCE.

e su tutti i dispositivi mobile scaricando gratuitamente lapplicazione iSaturn.

Offerte sottocosto ai sensi dellart 2 comma 2 del DPR 218/01, valide dall1 al 10 dicembre, no a esaurimento scorte. Salvo errori e/o omissioni di stampa, le foto sono puramente rappresentative. Le offerte dei prodotti sottocosto sono limitate allacquisto di un solo prodotto per ogni cliente. Il numero dei pezzi sottocosto fa riferimento alla quantit totale in vendita presso tutti i punti vendita Saturn. I prezzi dei nostri prodotti sono comprensivi degli Eco-conributi RAEE.

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Sport Cronaca 81

port
PAGINA A CURA DI SILVIA GARBARINO

Europei nuoto in vasca corta, la Boggiatto fa tre gare


Per le vostre segnalazioni scrivete a sporttorino@lastampa.it
I

Sei anni dopo i due bronzi di Trieste 2005, Chiara Boggiatto torna allattacco degli Europei in vasca corta. La moncalierese scende in vasca da domani a domenica a Stettino per il primo appuntamento della nuova stagione internazionale in vista dei Giochi di Londra. Latleta tesserata per Esercito e Nuoto Livorno si cimenter su 50, 100 e 200 rana. In Polonia, con lei, anche il suo tecnico torinese doc Corrado Rosso. Tra gli allenatori presenti, Claudio Rossetto che seguir le gesta di Federica Pellegrini e Filippo Magnini.

Basket, DNA: turno infrasettimanale

sportflash
Coppa Primavera, quarti

Figurine

Pms, il trittico della verit comincia da Perugia


La sfida con gli umbri anche un test fra Portannese e Baldi Rossi
DOMENICO LATAGLIATA

Lazio-Juve diretta tv
I

Torna la Coppa Primavera: dopo aver eliminato il Napoli agli ottavi, la Juventus di Marco Baroni affronta la Lazio. La gara a Formello inizia alle 14 e sar trasmessa in diretta su Sportitalia 1. Cagliari-Milan, Roma-Genoa e Varese-Fiorentina chiudono il quadro dei quarti.

Sul diamante con i panini di mamma

Tre partite da far tremare i polsi per capire di che pasta si fatti. Due delle quali da giocare per di pi in trasferta. La marcia di avvicinamento al Natale da parte della ZeroUno Torino non certo delle pi agevoli: stasera i giallobl, secondi nella loro Division (9 vinte e 3 perse) della DNA di basket, giocheranno a Perugia contro la squadra che con 14 punti comanda il girone Nord Est. Poi domenica riceveranno la visita di Trento (bilancio identico a quello degli umbri) e sabato 17 andranno a Omegna a sfidare la capolista (11-1) della propria Division: calendario pi ostico non avrebbe potuto esserci, ma qui che si deve ballare se si vuole puntare al massimo. Nel frattempo, contro Casalpusterlengo, la ZeroUno si lasciata alle spalle un momento delicato (due sconfitte nei tre precedenti impegni) e spento qualche polemica che cominciava a serpeggiare. Merito di tutti e in particolare di Marco Portannese, protagonista di una partita mostruosa che lo ha visto collezionare la prima tripla doppia della stagione: 14 punti, 10 rimbalzi e 11 recuperi. Essendo ancora in et Under (21 anni compiuti a maggio), trattasi di impresa vera e propria che ha permesso allesterno nato ad Agrigento di salire al quinto posto nella classifica per valutazione (21.1) dellintero campionato. A ulteriore merito, il fatto che davanti a lui ci siano solo giocatori Senior: come dire che il miglior giovane della

Volley, serie A1 F

Chieri anticipa
I

La partita tra Chieri Torino Volley Club e Piacenza, 8 giornata, inizialmente prevista per domenica, stata anticipata a sabato sera alle ore 20,30 al PalaRuffini. Diretta Rai Sport 1.

Sofia Rizza, 20 anni

Calcio giovanile

Caduti di Superga
I

Inizia oggi (ore 18, corso Lombardia) il 38 Caduti di Superga del Lucento per Giovanissimi con 32 formazioni dilettanti al via. La vincente parteciper al 31 Memorial Tappari con le professioniste in programma dal 28 dicembre.

Il colpo di fulmine pu capitare in tanti modi. Sofia Rizza si innamorata del softball alla prima pallina. Classe 1991, gioca nella squadra di A1 del Ribho La Loggia, e nel tempo che non dedica allallenamento si d da fare dietro al bancone di un bar. Quando avevo 7 anni, nella mia scuola al posto di educazione fisica ci facevano giocare a softball. Da l non ho pi smesso.
Come hai cominciato a giocare?

Sci, coppa Europa

Miglior giovane della categoria


Marco Portannese, vs Casalpusterlengo: 27 di valutazione, 14 punti, 10 rimbalzi, 11 recuperi e 5 falli subiti in 36'. Primo anno a Torino: cartellino di Siena campione dItalia

Peraudo terzo
I

DNA ce lha Torino, anche se a Perugia gioca Filippo Baldi Rossi, ventenne pivot di 207 cm che ha finora prodotto un fatturato di 12 punti e 9 rimbalzi abbondanti a partita. Siamo in linea con quello che ci eravamo prefissati - il parere di coach Faina - . Finora i ragazzi sono stati bravi a guardare subito avanti, senza disperarsi per qualche passo falso che in un campionato cos lungo ci sta. E' normale che in un girone come il nostro, forse il pi difficile tra i quattro, le trasferte siano pi dure delle partite casalinghe. Adesso per urgono conferme una dietro laltra.

Pfp, via Cardile in pole Frigerio


I

A Trysil, in Norvegia, nel secondo gigante stagionale di Coppa Europa, il carabiniere valsusino Adam Peraudo si piazzato terzo a 56/100 dal vincitore, il tedesco Lutz.

E' poco conosciuto, poco pubblicizzato. Bisognerebbe organizzare pi eventi per far s che la gente ci si avvicini. In realt no. Arrivare a giocare per la serie A1 gi un ottimo risultato. Lobiettivo ora portare la nostra squadra il pi in alto possibile.
I tuoi genitori ti seguono?

Secondo te cosa manca a questo sport in Italia?

C un sogno che non hai ancora realizzato?

Rivoluzione in casa Pfp: Pietro Cardile non pi lallenatore della prima squadra biancobl. Lo ha reso noto la societ piemontese, che ha comunicato la decisione presa di comune accordo con il tecnico quarantacinquenne. Non scattato quel feeling che speravamo ed era necessario cambiare per dare una scossa allambiente, ha commentato il d.s. Bianchetto. Ma non si tratta di un addio definitivo,

infatti Cardile rimarr in societ: si parla di un suo impiego nel settore giovanile. Ma la Pfp gi proiettata al nuovo corso. Domani verr annunciato il nome del nuovo tecnico, che in serata guider il primo allenamento. In pole position, lesperto tecnico lombardo Maurizio Frigerio, gi campione dItalia con la Geas Sesto San Giovanni Under 19 nel 2004 e c.t. della Nazionale Under 18 lanno successivo. [A.DOL.]

Scherma, Cadetti spada

I vincitori tricolori
I

Il campano Alberto Leone e la lombarda Roberta Marzani sono i vincitori della seconda prova nazionale di spada Cadetti, disputata a Lein. Fra i 630 atleti partecipanti molti piemontesi e qualche piazzamento: ottavo Enrico Bergamin (Michelin To), decimo Alessandro Maula (Micca Biella) diciassettesimo per Andrea Cambursano (Accademia Marchesa).

Sempre. Mia madre prepara anche panini e bibite per chi ci viene a vedere il sabato durante le partite. Mio padre invece presente come spettatore.
Marta Morotti

Salvamento, Assoluti

Tra le squadre leader anche il CN Nichelino


ENRICO ZAMBRUNO

Un fumetto dAutore per

Fabrizio De Andr

Il 2011 del salvamento torinese si conclude allinsegna della vittoria. Agli Assoluti a squadre di Roma, le societ cittadine hanno ricominciato a macinare chilometri e successi prestigiosi. Una manifestazione che ha incoronato leader tricolore le Rane Rosse di Milano (468,1 punti) davanti a Fiamme Oro Roma (371,8), con meritato bronzo per il C.N. Nichelino (267,5). Alle 17 medaglie dei club torinesi, divise in 3 ori, 7 argenti e 7 bronzi, bisogna aggiungere i due successi individuali di Stefano Costamagna tessera-

to per le Rane Rosse primo nei 100 manichino pinne in 4954 e nel trasporto manichino in 2983. Per il resto stato uno show femminile: il talento della 16enne Laura Pranzo, atleta del C.N. Nichelino, si palesato nel primato europeo categoria cadetti nei 100 percorso misto ( 11470) che gli valso largento, e in altre due medaglie, nel manichino pinne e torpedo (oro in 10223 davanti alla compagna Loredana Grasso) e nel superlifesaver (argento in 23056). Chiara Pidello dei Salza imbattibile nei 100 percorso misto (11448), seconda nei 200 nuoto ostacoli in 21800 e terza nel trasporto manichino in 3778.

NELLIMPIANTO CUS A GRUGLIASCO

Universitari, dopo lo sport il ristoro


I

Un punto di riferimento per gli studenti universitari e per i tanti sportivi di Torino e cintura. Parole di Riccardo D'Elicio, presidente del Cus Torino che ieri sera ha inaugurato Foodball, ristorante e bar completamente ristrutturato allinterno dellimpianto polisportivo di via Milano a Grugliasco. Un complesso che il Cus prese in gestione nel 2003 e nel quale, assieme a Universit ed enti locali, ha investito circa un milione e mezzo. In vista dellampliamento del polo universitario e con larrivo di nuovi studenti il Cus intende ampliare ulteriormente limpianto con la realizzazione di campi da tennis e beach volley.

Da luned 12 dicembre in edicola a soli 8,90 in pi

T1 T2 PR CV

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 82

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Dove andiamo 83
ma, il cartoon della Disney e torna in uninedita versione 3D.

I film

ANONYMOUS
Drammatico. Regia di Roland Emmerich, con Edward Hogg e Vanessa Redgrave. Durata: 130 minuti. Il cineasta di kolossal quali Independence day e 2012 si cimenta in una singolare biografia del drammaturgo William Shakespeare.

IL GIORNO IN PIU

Massimo

Commedia. Regia di Massimo Venier, con Fabio Volo e Isabella Ragonese. Durata: 111 minuti. La tranquilla e poco impegnata esistenza di Giacomo Pasetti cambia quando vede sul tram che lo porta tutti i giorni al lavoro una ragazza, Michela. Dal best seller dello stesso Volo.

Jean-Pierre Darroussin. Durata: 107 minuti. Lautore di Marius e Jeannette e La ville est tranquille racconta la storia di una famiglia la cui felicit, non incrinata dalla perdita del lavoro di lui, viene scalfita dalla brutale rapina che subiscono.

SCIALLA!
Commedia. Regia di Francesco Bruni, con Fabrizio Bentivoglio e Filippo Scicchitano. Durata: 95 minuti. Premiato alla Mostra di Venezia, lesordio alla regia dello sceneggiatore de La prima cosa bella ritrae il rapporto che si crea tra un ex scrittore di talento ed un giovane svogliato quanto lui.

ONE DAY
Commedia drammatica. Regia di Lone Scherfig, con Anne Hathaway e Jim Sturgess. Durata: 108 minuti. Dal best seller di Davis Nicholls, la storia di due giovani di diversa estrazione sociale, Emma e Dexter, che si conoscono alluniversit e decidono di rivedersi ogni anno il 15 luglio. Dallautrice di An education.

ANCHE SE E AMORE NON SI VEDE


Commedia. Regia di Ficarra e Picone, con Ambra Angiolini. Durata: 96 minuti. Le vicissitudini sentimentali di due guide turistiche a Torino.

LA KRYPTONITE NELLA BORSA


Commedia. Regia di Ivan Cotroneo, con Valeria Golino e Cristiana Capotondi. Durata: 98 minuti. Lo sceneggiatore di Mine vaganti debutta in regia raccontando la storia di una singolare famiglia nella Napoli del 1973.

I SOLITI IDIOTI
Comico. Regia di Enrico Lando, con Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio. Durata: 89 minuti. Approda sul grande schermo la serie tv di Mtv: Ruggero, padre autoritario e imbroglione, porta lingenuo figlio Gianluca in viaggio attraverso lItalia per farlo crescere.

CARNAGE
NON VISTO NV BRUTTO * MEDIOCRE ** INTERESSANTE/DIVERTENTE *** BELLO ****
Drammatico. Regia di Roman Polanski, con Jodie Foster e Kate Winslet. Durata: 79 minuti. Dal romanzo Il dio del massacro di Yasmina Reza, lincontro che diventa scontro tra due coppie di genitori che si vedono per riappacificare i figli dopo un litigio.

1921 - IL MISTERO DI ROOKFORD


Thriller. Regia di Nick Murphy, con Rebecca Hall e Dominic West. Durata: 104 minuti. NellInghilterra del dopoguerra, Florence Cathcart impegnata a smascherare le teorie sul sovrannaturale: viene chiamata a visitare Rookford, per indagare sulle presunte apparizioni di un fantasma di un bambino.

LA PEGGIOR SETTIMANA DELLA MIA VITA


Commedia. Regia di Alessandro Genovese, con Fabio De Luigi e Cristina Capotondi. Durata: 92 minuti. La settimana di preparazione al matrimonio di Paolo e Margherita un susseguirsi di avvenimenti tragicomici che mettono in pericolo le nozze.

THE TWILIGHT: BREAKING DOWN


Fantasy. Regia di Bill Condon, con Kristen Stewart e Robert Pattinson. Durata: 117 minuti. Penultimo capitolo cinematografica per la saga ormai celebre in tutto il mondo: il vampiro Edward Cullen e Isabella Swan si sposano e vanno in viaggio di nozze in Brasile. Dal cineasta di Demoni e dei.

IL CUORE GRANDE DELLE RAGAZZE


Commedia drammatica. Regia di Pupi Avati, con Cesare Cremonini e Micaela Ramazzotti. Durata: 100 minuti. Nella prima met degli anni Trenta, la storia damore che nasce tra lattraente benestante Francesca e Carlino, figlio di contadini.

Il millenovecento64 italiano riletto sul grande schermo


Nonostante le difficolt finanziarie, dovute alla cancellazione o forte riduzione del sostegno dello Stato e degli Enti pubblici alle sue attivit, l'Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza non ha voluto mancare al suo appuntamento annuale con la settima arte: la rassegna sul cinema italiano anno per anno, un anno per volta. In questo caso viene preso in esame il Millenovecento64, attraverso otto film diretti da autori come Carlo Lizzani, Citto Maselli, Antonio Pietrangeli, Michelangelo Antonioni, Marco Ferreri, Giuseppe De Santis, Pietro Germi, Pier Paolo Pasolini. Appuntamento nella sala Tre del Massimo, via Verdi 18. Due i film in cartellone oggi: Deserto rosso di Michelangelo Antonioni (nella foto) alle 15,30 e 20,10 e Il magnifico cornuto di Antonio Pietrangeli, con proiezioni alle 17,50 e 22,30. Ingresso a 5 euro e 50 centesimi. [D. CA.]

MIDNIGHT IN PARIS
Commedia. Regia di Woody Allen, con Owen Wilson e Rachel McAdams. Durata: 94 minuti. A Parigi sintrecciano le vicende di una famiglia, in Francia per affari, e di due giovani fidanzati prossimi alle nozze. Nel cast, Carla Bruni.

PINA 3D
Documentario. Regia di Wim Wenders, con Pina Bausch. Durata: 100 minuti. Lautore di Paris Texas e Il cielo sopra Berlino rende omaggio alla celebre ballerina e coreografa.

THIS MUST BE THE PLACE


Drammatico. Regia di Paolo Sorrentino, con Sean Penn e Frances McDormand. Durata: 118 minuti. Lautore de Il divo racconta la storia di Cheyenne, rocker depresso che comincia un viaggio attraverso gli Stati Uniti alla ricerca del nazista che perseguit il padre.

FAUST
TRAME A CURA DI DANIELE CAVALLA
Drammatico. Regia di Aleksandr Sokurov, con Johannes Zeiler e Hanna Schygulla. Durata: 134 minuti. Mefistofele cerca di portare sulla via della perdizione lintegerrimo medico e teologo Faust. Adattamento cinematografico della prima parte del romanzo di Goethe, Leone dOro allultima Mostra di Venezia.

REAL STEEL
Azione. Regia di Shawn Levy, con Hugh Jackman ed Evangeline Lilly. Durata: 127 minuti. Da un racconto breve di Richard Matheson ambientato nel 2020, le disavventure di Charlie Kenton, pugile costretto a lasciare spazio all'invasione di giganteschi robot d'acciaio ed a proporsi come organizzatore di incontri clandestini per vivere.

MIRACOLO A LE HAVRE
Commedia drammatica. Regia di Aki Kaurismki, con Andr Wilms e Kati Outinen. Durata: 93 minuti. Il maestro finlandese (Nuvole in viaggio, Vita da Bohme) racconta la storia di ex scrittore ritiratosi a vivere con la moglie nella citt portuale di Le Havre: nella sua vita irrompe un ragazzino, profugo dallAfrica.

TOWER HEIST
Azione. Regia di Brett Ratner, con Ben Stiller e Eddie Murphy. Durata: 104 minuti. Dopo aver scoperto che il miliardario che vive nellattico ha rubato loro la pensione, lo staff del The Tower, lussuoso condominio di Central Park, organizza un piano per vendicarsi: una rapina per riprendersi quello che gli stato sottratto.

HAPPY FEET 2
Animazione. Regia di George Miller. Durata: 100 minuti. Ritorna sullo schermo il pinguino Mambo, re del tip tap.

IL RE LEONE 3D
Animazione. Regia di Roger Allers e Rob Minkoff. Durata: 89 minuti. A 17 anni di distanza dalla pri-

LE NEVI DEL KILIMANGIARO


Drammatico. Regia di Robert Gudiguian, con Ariane Ascaride e

AGIESSE - ALFA TEATRO via Casalborgone

16/I, tel. 011 81.93.529. Direttamente da Colorado I Turbolenti saranno allAlfa da gioved 8 a domenica 11 dicembre alle ore 21.30, con il loro nuovo spettacolo Comedian Blues Un Natale con Comici, Whisky e Rapine. Domenica 11 dicembre alle 16.30 vi aspettiamo con La principessapreziosaspettacolodiburattinicon Beppe Rizzo. Sono aperte le prenotazioni per il Veglione di Capodanno Fratelli dItalia Questa sera si ride! Apericena, spettacolo, brindisi di mezzanotte, animazione e tanta musica. Prosa 16 e 17 dicembre con La locandiera di C. Goldoni, regia A. Grilli. Prossima operetta 14 e 15 gennaio 2012 La vedova allegradi F. Lehr. Per informazioni sugli spettacoli di operettedellastagione11/12eperlacquisto di carnet contattare 0118197259
ALFIERI piazza Solferino 2, tel. 011 56.23.800. In scena lo spettacolare Musical Fantasy 3DLive Larca di Giada. Sabato 10 e Domenica 11. Si prenota per La verit di Florian Zeller in scena dal 13 al 18 dicembre. Vendita abbonamenti e biglietti singoli della Stagione 2011-2012: Fiore allocchiello, Grande Prosa, Per farvi ridere, 3+3 e 5+5, Festival dellOperetta, Piemonteinscena,MezzogiornoaTeatro, Solferino di sera e Buon Teatro a te. Biglietteria: da mar. a sab dalle 11 alle 22.30 - dom 14- 20 - lun 11-20 AUDITORIUM GIOVANNI AGNELLI LINGOTTOviaNizza280.InsolitovediCavallerizza

Teatro

ra per misura di William Shakespeare con ErosPagni,regiaM.Sciaccaluga.Ore20.45. Dal 9 dicembre inizia la vendita dellabbonamento Regala il Teatro. Prosegue la vendita on-line e in biglietteria degli abbonamenti e dei singoli biglietti stagione TST e Torinodanza (solo biglietti). Biglietteriadalleore13.00alleore19.00,domenica e luned riposo
CAVALLERIZZA/TEATRO STABILE TORINO via

Coreografica presenta Compagnia Koin in Luz, dove lanima dorme e Sara Simeoni in Holy Skin & Lazy Bastard. Venerd 16. Ore 21. www.santibriganti.it
GIANDUIA TEATRO via S. Teresa 5, tel. 011 530.238. La Compagnia Marionette Lupi presenta Canto di Nataleal Teatro Giulia di Barolo, P.zza S. Giulia 2/bis. Gioved 8 dicembre. Ore 21. Domenica 11, domenica 18 e luned 26. Ore 16,30. Spettacoli per scuole o gruppi su prenotazione. www.museomarionettelupi.com GIOIELLO TEATRO via Cristoforo Colombo

Gabriele Bolletta basso-baritono, Cecilia Novarino pianoforte. Mercoled 11 gennaio. Ore 16


LESPACE via Mantova 38, tel. 011

ned 12 dicembre. Ore 21 (presso Auditorium ex Offiina H Olivelli - Ivrea)


PICCOLO REGIO GIACOMO PUCCINI. Sta-

ra Mazzi, Maddalena Monti Regia di Giuseppe Roselli. Mercoled 14. Ore 21


TEATRO CARDINAL MASSAIA via Sospello 32, tel. 011 257.881. L11 dicembre ore 16 DiscolandiapresentaIFratelliFiorello.Il20 dicembreWhiteGospelGroupinChristmas GospelShow.Dal27dicembreall8gennaio Carlotta Iossetti, Andrea Beltramo e Guido Ruffa ne I Connessi Sposi (Speciale CAPODANNO a Teatro). Info e prenotazioni: prenotazioni@teatromassaia.it, tel. 011.257881 e presso la cassa del teatro (damaragio16-19;venesab10-12e16-19) www.teatromassaia.it TEATRODELLACONCORDIAc.soPuccini-Ve-

23.86.067.AllinternodellaStagioneMarginalia XIV ed., Il clown Babbo Natale invita a festeggiare, giornata di spettacoli pergrandiepiccinipropostadaC.S.D.eAccademia Itinerante. Gioved 8. Ore 16.30
MONCALIERI LIMONE FONDERIE TEATRALI/TEATRO STABILE TORINO via Pastrengo

gione dOpera 2011-12: vendita biglietti per le recite di Fidelio, Langelo di fuoco, MadamaButterfly,Labohme,Rigoletto, Cos fan tutte, Norma, Un ballo in maschera. Biglietteria (ore 10.30-18) - Tel. 011.8815.241/242
PICCOLO TEATRO PEREMPRUNER - Grugliasco,tel.011787.780.OmaggioaDaniloDolci Compagnia Viartisti. Sabato 10 dicembre. Ore 21 SALATEATROMURIALDO piazzaChiesadellaSalute17/b,tel.01122.15.161.Induesotto la docciadi Armando Lombardo. Compagnia DellArchetto. Sabato 17. Ore 21. I due gemelli veneziani di Carlo Goldoni. Compagnia Dei Tragicanti. Sabato 1 gennaio. Ore 21. SOLFERINO piazza Solferino 2, tel. 011

Verdi 9, tel. 011 563.452. Cavallerizza Reale il 7 dicembre alle ore 21.00 Veronica Caissiols in Rifka, l8 e il 10 dicembre Assemblea Teatro in La contadora de peliculas. Info 0113042808 (in orario ufficio) - www.assembleateatro.com. Dal 9 dicembre inizia la vendita dellabbonamento Regala il Teatro. Prosegue la vendita on-line e in biglietteria degli abbonamenti e dei singoli biglietti stagione TST e Torinodanza (solo biglietti)
CONSERVATORIO GIUSEPPE VERDI piazza

Bodoni. Unione Musicale. Concerto AngelikaKirchschlagermezzosoprano,Malcolm Martineau pianoforte. Mercoled 7. Ore 21. Info 0115669811. Centro Jazz Torino. Concerto Linguaggi Jazz, Marco Tardito Kangaroux in Adriano Celentano Abstractions. Sabato 10 dicembre. Ore 21.15.
ERBA corso Moncalieri 241, tel. 011

31bis, tel. 011 58.05.768. Assemblea condominiale, con la Compagnia Comica Stabile del Teatro Gioiello. Ore 21, in scena fino all8 gennaio. Apericena (prima dello spettacolo) acquistabile a prezzo scontato alla cassa del teatro (entro il giorno precedente). Vendita Abbonamenti e biglietti singoli della Stagione 20112012:Fioreallocchiello,GrandeProsa,Per farvi ridere, 3+3,5+5, Festival dellOperetta, Piemonte in scena, Mezzogiorno a Teatro, Solferino di sera e Buon Teatro a te. Biglietteria: da lun a dom 15-20 (fino alle 22.30 quando c spettacolo serale). www.torinospettacoli.it
GOBETTI TEATRO/TEATRO STABILE TORINO

88. Dal 9 dicembre inizia la vendita dellabbonamentoRegalailTeatro.Prosegue la vendita on-line e in biglietteria degli abbonamenti e dei singoli biglietti stagione TST e Torinodanza (solo biglietti). Biglietteriadalleore13.00alleore19.00,domenica e luned riposo. Info 0115176246 - www.teatrostabiletorino.it
MONTEROSA via Brandizzo 65, tel. 011

naria, tel. 011 42.41.124. Fichenstein con i Fichi dIndia. Venerd 16. Ore 21.30. Urge di e con Alessandro Bergonzoni. Venerd 12 gennaio. Ore 21.
TEATRO CIVICO MATTEOTTI via Matteotti 1 - Moncalieri, tel. 011 64.03.700. Stagione teatrale 2011/12: Piccolo Teatro Comico in Cos se vi pare. Sabato 10. Ore 21 TEATRO REGIO. Stagione dOpera 2011-12:

Reale. Info sulle attivit di Assembla Teatro tel. 0113042808 (orario ufficio lunven), www.assembleateatro.com
AUDITORIUM RAI p.zza Rossaro, tel. 011

81.04.653. Concerto Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Semyon Bychkov direttore, Benjamin Grosvenor pianoforte.MusichediJ.Brahms,R.Schumann.Gioved 8 e Venerd 9. Ore 20.30
CARIGNANO/TEATRO STABILE TORINO piaz-

66.15.447. Si prenota per Arsenico e vecchi merletti con la Compagnia Torino Spettacoli, di Joseph Kesselring in scena dal 20 dicembre. Per i vostri regali di Natale: BuonTeatroate,laformulaopenper1spettacolo a scelta dei cartelloni Operetta, Grande Prosa allErba e al Gioiello, e Per farvi Ridere al Gioiello e allErba. Vendita Abbonamenti e biglietti singoli della Stagione 2011-2012: Fiore allocchiello, GrandeProsa,Perfarviridere,3+3,5+5,Festival dellOperetta, Piemonte in scena, Mezzogiorno a Teatro e Solferino di sera
GARYBALDI TEATRO via Garibaldi 4 - Settimo Torinese, tel. 011 643.038. La Dimora

via Rossini 8, tel. 011 81.59.132. Dal 9 dicembre inizia la vendita dellabbonamento Regala il Teatro. Prosegue la vendita on-line e in biglietteria degli abbonamentiedeisingolibigliettistagioneTST e Torinodanza (solo biglietti). Biglietteria dalle ore 13.00 alle ore 19.00, domenica e luned riposo. Info 0115176246 www.teatrostabiletorino.it
I CONCERTI DEL POMERIGGIO piazza Sol-

23.04.153. Per la Rassegna di Teatro in Lingua Piemontese Tudarije, la Compagnia Piccolo Variet di Pinerolo presenta Na tta sfaragi di L. Oddoero. Sabato 10 dicembre. Ore 21 e Domenica 11. Ore 15.30. Gran Gal di Capodanno con la Compagnia Volti Anonimi che presenta RivoiraPasqualeevasorefiscalediAmendola e Corbucci. Alle ore 24 brindisi di mezzanotte e proseguimento della serata con l animazione degli attori della Compagnia. Sono aperte le prevendite dei biglietti. Sabato 31 dicembre. Ore 21.15
TEATRO NUOVO corso M. DAzeglio 17,

56.23.800. Compagnia Torino Spettacoli presentaTerzaLiceo1939romanzodiMarcella Olschki, versione per la divulgazione teatralediG.ErbaeI.Mesturino.Ore10.30. Si prenota per Mi povr om,me mort la vaca! dal 12 al 16 dicembre per la rassegna del mezzogiorno a Teatro. Biglietteria Alfieri da mar. a sab dalle 11 alle 22.30 dom 14-20 - lun 11-20
TEATRO ASTRA via Rosolino Pilo 6. Velvet

dal 9 al 18/12 Fidelio, opera di L. van Beethoven. G. Noseda direttore. Regia diM.Martone.OrchestraeCorodelRegio. Nuovo allestimento in coproduzione con Opra Royal de Wallonie. Biglietteria (ore 10.30-18) - Tel. 011.8815.241/242. www.teatroregio.torino.it
TEATRO SUPERGA piazzetta Macario - Nichelino www.teatrosuperga.it, tel. 011 62.79.789. Stagione lirica: Omaggio a Giuseppe Verdi con la partecipazione straordinaria del baritono Leo Nucci. Venerd 9 dicembre. Ore 20.30. Stagione lirica: Boheme Orchestra Sinfonica dei Cantieri dArte e Coro Lirico dellOpera di Parma. Sabato 17. Ore 20.30. TEATRO VITTORIA via Gramsci 4, tel. 011

tel. 65.00.200. Venerd 16 ore 21 Russian Classical Theater in Giselle. Info 0116500205-www.teatronuovo.torino.it
ORCHESTRA SINFONICA GIOVANILE DEL PIEMONTE. ConcertoOrchestra Sinfonica Gio-

Bunnyregia di Carlo Nigra. La quarta scimmia Nuove sensibilit. Ore 21. Info e Biglietteria dal marted al sabato dalle ore 16 alle ore 19, tel. 011 5634352 www.fondazionetpe.it
TEATRO BARETTI via Baretti 4, tel. 011

za Carignano 6, tel. 011 88.15.241. Misu-

ferino 4. Rinnovo abbonamenti posti numerati per stagione 2012 presso Teatro AlfieriTel.0115623800.Biglietteria:feriali 11-20, festivi 15-20. Inaugurazione stagione 2012: Concerto per lanno nuovo..tra romanze dopera e canzonidautorecon Susy Picchio soprano,

vanile del Piemonte. Gianni Monte direttore. Musiche di Bizet, Borodin, Delibes, Dvorak, Gounod, Humperdinck, Mozart, Offenbach, Saint-Saens, Wagner. SerataafavoredellHospiceCasainsieme.Lu-

655.187. 150x3 - tre anniversari rivisti con Davide Livermore, tenore, attore; Xenia Ensemble, quartetto darchi; Michele Marelli, corno di bassetto e clarinetto. Venerd 9. Ore 21. Dovevate rimanere a casa, coglioni di Rodrigo Garcia, con Fabrizio Bordignon, Yuri DAgostino, Marco Lorenzi, Barba-

51.76.246. Unione Musicale. Kaddish di e con Kudus Onikeku. Ensemble Confluenze. Giampaolo Pretto direttore. Ore 20. Info 0115669811

GNMUSEI]A... COME AMBIENTE (corso Umbria 90, telefono 011 070.25.35). Mostra: Gree (n)

Circus il meglio di un anno al Museo Gioved 8/12, Sabato10 e domenica 11/12; dalle 14 alle 19. ARCHIVIO DI STATO (piazza Castello 209 telefono 011 540382). Mostra: Il Teatro di tutte le Scienze. Raccogliere libri per coltivare idee in una capitale di et moderna. Torino, 15591861, fino al 29/1. Orario: 9-18,30 tutti i giorni, domenica chiuso, ultimo ingresso 17,45, ingresso libero. Sala studio di piazza Castello e via Piave 21. Orario: dal luned al venerd 8-18,30; sabato 8-14, domenica chiuso. ARCHIVIO STORICO DELLA CITTA (via Barbaroux 32, telefono 011 443.1811). Orario: luned venerd 8,30-16,30. Sabato e festivi chiuso. Ingresso libero. ARMERIA REALE (piazza Castello 191, telefono 011 543889). Orario: da marted a domenica e festivi 8,30-19,30; luned chiuso. BASILICA DI SUPERGA E REALI TOMBE DI CASA SAVOIA (strada Basilica di Superga 75, telefono 011 8997456). Orari chiesa: luned-venerd 9-12; 15-18; sabato, domenica e festivi 9-12; 15-19. Orari Tombe Reali dei Savoia e Appartamento Reale: sabato, domenica e festivi 9,30-19,30. Visite alla Cupola, gioved, venerd e sabato dalle 21,30 alle 0,30. BIBLIOTECA NAZIONALE (piazza Carlo Alberto 3, telefono 011 8101111). Orario: dal luned al venerd 8,30-18,30; sabato 8,30-13,30, domenica chiuso. BIBLIOTECA REALE (piazza Castello 191, telefono 011 543855). Orario: luned, marted e mercoled 8,15-18,45; gioved e venerd 8,15-13,45; 14-18,45; sabato 8,15-13,45. BORGO E ROCCA MEDIEVALE (viale Virgilio - Parco del Valentino, telefono 011 4431701). Orario: la Rocca, da marted a domenica e festivi 10-18, ultimo ingresso 45 minuti prima; primo marted del mese ingresso gratuito. Luned chiuso. Borgo: Orario: tutti i giorni 9-19. CENTRO STORICO FIAT (via Chiabrera 20, telefono 011 0066240). Orario: domenica 10-19. Ingresso gratuito. FONDAZIONE ACCORSI OMETTO - MUSEO DI ARTI DECORATIVE (via Po 55, telefono 011 8376883). Mostra: Terre preziose - Reali maioliche di Torino, fino all8/1. Orario: da marted a domenica 10-13; 14-18. Luned chiuso. Solo visite guidate. FONDAZIONE SANDRETTO RE REBAUDENGO (via Modane 16, telefono 011 379.76.00). Mostra: UnEspressione Geografica. Unit e Identit dellItalia attraverso lArte Contemporanea, finoall8/1 e Andrea Salvino -Non riconciliati o Solo violenza aiuta dove violenza regna fino all8/1, Orario: marted, mercoled e venerd 14-19, gioved 14-19,30; 20-23, sabato e domenica 12-19, luned chiuso. GALLERIA SABAUDA (via Accademia delle Scienze 6, telefono 011 547.440). Orari: tutti i giorni e festivi 8,30-19,30, luned chiuso. GAM (via Magenta 31, tel. 011 4429518). Collezioni permanenti. Domenica ore 15 visita guidata. Mostre: Giuseppe Pietro Bagetti al servizio di Napoleone, fino all11/12, Con gli occhi chiusi fino al 31/1, Gianluca e Massimiliano De Serio, fino al 31/1, James Brown. Firmament fino al 12/2. Orario: da marted a domenica 10-18. Luned chiuso. La biglietteria chiude

unora prima; primo marted del mese ingresso gratuito. Visite guidate su prenotazione 011 4429546/7. MAO - MUSEO DARTE ORIENTALE (Palazzo Mazzonis, via San Domenico 11, telefono 011 4436927). Rotazione di Emakimono. Orario: tutti i giorni 10-18, gioved 10-21, luned chiuso. La biglietteria chiude unora prima; primo marted del mese ingresso gratuito. Domenica ore 15,30 visita guidata. MUSEO DELLA FRUTTA F. GARNIER VALLETTI (via Pietro Giuria 15, tel. 011 6708195). Orario: tutti i giorni 10-18, dom. chiuso, mer. ingresso gratuito. MUSEO DELLA SINDONE (via San Domenico 28, tel. 011 436.5832). Tutti i giorni 9-12; 15-19. MUSEO DI ANTICHIT (via XX Settembre 88/c, telefono 011 5212251). Orario: tutti i giorni 8,30-19,30. Domenica ore 16 visita guidata gratuita. MUSEO DIFFUSO DELLA RESISTENZA (corso Valdocco 4/A, telefono 011 4361433). Allestimento permanente: Torino 1938-1948. Dalle leggi razziali alla Costituzione. Orario: tutti i giorni 10-18, gioved 14-22. Luned chiuso. MUSEO EGIZIO (via Accademia delle Scienze 6, telefono 011 5617776). Orario: tutti i giorni 8,30-19,30, luned chiuso. Ultimo ingresso unora prima. MUSEO LE NUOVE (via Paolo Borsellino 1, telefono 011 3090.115). Orario apertura 15-17. Tutti i giorni visita guidata ore 15; 2 e 4 domenica del mese ore 9, ore 10,30 Santa Messa. MUSEO NAZIONALE DELLAUTO (corso Unit dItalia 40, telefono 011 677666). Orario: luned 10-14, marted 14-19, mercoled, gioved, domenica 10-19, venerd e sabato 10-21. La biglietteria chiude un ora prima. MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA ALLA MOLE ANTONELLIANA (via Montebello 20, telefono 011 8138560). Orario: tutti i giorni 9-20, luned chiuso. La biglietteria chiude un ora prima. MUSEO NAZIONALE DELLA MONTAGNA (piazzale Monte dei Cappuccini, 7, telefono 011 6604104). Mostra: Dal Vesuvio alle Alpi. Giorgio Sommer. Fotografie dItalia, Svizzera e Tirolo, fino al 11/3, I segni del silenzio. Tino Aime, fino al 5/2. Orario: da marted a domenica 10-18, luned chiuso. MUSEO NAZIONALE DEL RISORGIMENTO PALAZZO CARIGNANO (piazza Carlo Alberto 8, telefono 011 5621147). Orario: da marted a domenica 9-19, ultimo ingresso ore 18, luned chiuso. MUSEO PIETRO MICCA (via Guicciardini 7a, telefono 011 546317). Orario: 10-18. Luned chiuso. Visite guidate: sabato 10,30-14,30-16,30; domenica 10,30-14,30- 15,30-16,30. MUSEO REGIONALE DI SCIENZE NATURALI (via Giolitti 36, telefono 011 4326354). Museo storico di zoologia. Mostre permanenti: Arca, Mineralia 2, Le montagne del ferro e dello zolfo. Storie di attrezzi e di fucili in Valchiusella, fino al 8/1, La chimica e lUnit dItalia, fino al 8/1. Cultura+Libert=Legalit, larte contro le mafie, Stive Jobs 1955-2011, fino al 26/2, Robert Doisneau. Les Doigts Pleins DEcr, fino al 15/1, Bulloni e farfalle 150 anni di ambiente in Piemonte, fino 6/7, I tesori nascosti del Sacro Monte di Orta, fino al 12/1. Orario: tutti i giorni 10-19, marted chiuso. PALAZZO BAROLO (via Delle Orfane 7, telefono 011 43603119). Visita appartamenti storici.

Orario: da luned a venerd 10-12,30; 15-18,30; sabato e domenica 15-18,30. www.palazzomadamatorino.it). Mostra: Sar lItalia. La ricostruzione del primo Senato, fino all8/1. Orario: tutti i giorni 10-18; domenica 10-20, luned chiuso, primo marted del mese ingresso gratuito. PALAZZO REALE (piazza Castello, telefono 011 4361455). Orario: tutti i giorni 9-19,30, luned chiuso; sabato visite guidate dalle 9,30 alle 18,10. PINACOTECA GIOVANNI E MARELLA AGNELLI (Lingotto, 8 Gallery - via Nizza 230, telefono 011 0062713 - www.pinacoteca-agnelli.it). Mostra: The Urethra Postcard Art of Gilbert & George, fino al 4/3. Or.: da marted a domenica 10-19, luned chiuso. PROMOTRICE BELLE ARTI (viale Crivelli 11, telefono 011 6692545). Mostra: Dinosauri, fino al 5/2. Orario: tutti i giorni 10,30-12,30; 16,30-20, domenica 10,30-12,30, luned chiuso.
PALAZZO MADAMA - Museo civico di arte antica (piazza Castello, telefono 011 4433501 -

Musei

Provincia
CASTELLO DI MONCALIERI (piazza Baden Baden, Moncalieri, telefono 3665992861). Mostra: Vita al Castello. Difesa, loisir, politica e presidio nellappartamento della principessa Maria Letizia. Orario: da mercoled a domenica 10-18. CASTELLO DI RIVOLI - MUSEO DARTE CONTEMPORANEA (piazza Mafalda di Savoia, telefono 011 9565220/22). Mostra: Arte Povera International, fino al 19/2. Orario: da marted a venerd 10-17, sabato e domenica 10-19, luned chiuso. FORTE DI EXILLES (Exilles, telefono 0122 58270). Orario: marted e venerd 10-14; mercoled, gioved, sabato e domenica 14-18, chiuso luned. FORTE DI FENESTRELLE. Orario: da gioved a luned 10-17; chiuso marted e mercoled. Prenotazioni 0121 83600. MUSEO DELLO SPAZIO E PLANETARIO DIGITALE (via Osservatorio 8, Pino Torinese, telefono 011 8118640, www.planetarioditorino.it). Orario: da marted a venerd 9,30-17,30, sabato e domenica 14-19,30, luned chiuso. Ultimo ingresso unora prima. MUSEO STORICO DELLARMA DI CAVALLERIA (viale Giolitti 5, Pinerolo, telefono 0121 376344, www.museocavalleria.it). Orario: mar. e gio. 9-11,30; 14-16, dom. 10-12; 15-18. PALAZZINA DI STUPINIGI (Stupinigi, telefono 011 3581220). Orario da luned a domenica 10-17. Solo su prenotazione 800329329 REGGIA DI VENARIA REALE (piazza Repubblica, Venaria, telefono 011 499.23.33 - www.lavenariareale.it). Mostre: Moda in Italia. 150 anni di eleganza, fino all8/1, Leonardo. Il genio, il mito, fino al 29/1. Orario: dal marted al venerd 9-18; sabato e domenica 9-20, luned chiuso. Giardini: da marted a domenica 9-20, luned chiusi. La biglietteria chiude unora prima. cesare.vai@mailbox.lastampa.it.

T1 T2 PR CV

84 Spettacoli Cronaca
RITROVI
AMERICA stasera ci siamo. BOLERO MUSIC HALL ore 15,00. LE ROI ore 15,00 Piero Buscemi. Ore 21 veglia Immacolata, Babbo Natale inizia il tuo viaggio Orchestra FrancoeValentina. Via Stradella 8 (To). Tel. 011.2409241. PIPER VIGONE tel. 011.9801402 ore 21 liscio & revival con Orch. Beppe Carosso, disco latino americani - 2 sale.

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

GALLERIE
ACCADEMIA Antonio Saporito. Inaugurazione ore 18. Tel. 011.885408. PIRRA Henry Maurice Cahours.

Proposte culturali
ALFA TEATRO TORINO Via Casalborgone, 16/I - 10132 Torino (To) - Tel. 011.8193529 - 011.19504896. Fax 011.19503077 - Mob. +39 333.7064407. Il Corso propedeutico di teatro rivolto, in modo particolare, a tutti quelli che amano il teatro e che per motivi dettati da impegni lavorativi, timidezza o quantaltro non hanno mai avuto occasione di avvicinarsi al mondo del teatro. Le materie affrontate: recitazione, improvvisazione, brevi cenni di dizione, portamento e carattere. Il corso ha cadenza settimanale, il luned, dalle 20.00 alle 23.30 fino al 25 giugno. Saranno 34 appuntamenti da 3 ore e 30 minuti ciascuno. I docenti del corso, attori, registi ed autori, saranno Marco Grilli, Pierpaolo Congiu Eloisa Perone ed Antonio Villella. Il Corso di teatro per bambini rivolto ai pi piccoli di et compresa tra i 5 e i 12 anni. E particolarmente adatto per sviluppare le capacit comunicative ed espressive, lavorando insieme per superare la timidezza. Le materie affrontate: recitazione, espressione corporea e improvvisazione. Il corso ha cadenza settimanale, il marted, dalle 17.00 alle 19.00 fino al 29 maggio. (alle 16.30 merenda tutti insieme). Il laboratorio tenuto da Marco Grilli e si suddivider in 28 incontri da 2 ore. ASSOCIAZIONE CULTURALE A.G.S.T. propone un Laboratorio Teatrale presso lAuditorium della Cascina Marchesa in C.so Vercelli 141, Torino il luned dalle 18,30 alle 20,00 a partire dal 16 ottobre per 25 incontri ed aperto a tutti senza limiti di et. Il laboratorio sar condotto da Augusto Grilli, attore e regista. La partecipazione prevede uniscrizione del costo di euro 50,00. Per informazioni e iscrizioni tel. 011.8197259. ASSOCIAZIONE MARCIDORJS E FAMOSA MIMOSA (via Ferrante Aporti, 27). 011.4368730 - 328.7023604. Sono aperte le iscrizioni al Laboratorio Teatrale permanente. Tema di studio: "Edipo Re" di Sofocle. EIKONTEATRO (Via Bertola 57 - Torino Tel. 0119703785). Aperte iscrizioni ai corsi tenuti da Ivo De Palma: doppiaggio, adattamento dialoghi, recitazione radiofonica, recitazione cine-televisiva e Voce in Azione. www.eikonteatro.com Iscrizioni: infocorsi@eikonteatro.com. CENTRO JAZZ TORINO (Via Pomba 4 - Torino 10123 Info tel. 011 884477 - www.centrojazztorino.it). Sono aperte le iscrizioni ai Laboratori di Canto e Tecnica Vocale e ai Corsi Strumentali Trimestrali e Semestrali - Tutti i livelli. GIOVENTURA PIEMONTISA (via San Secondo, 7bis). Corsi di avviamento al Teatro in lingua Piemontese, corsi specifici per amatoriali, stages e laboratori di scrittura e lettura condotti dal Teatro Zeta. Info: 0115660491 3392100604. LABORATORIO SAN FILIPPO Sono aperte le iscrizioni al Laboratorio San Filippo di educazione teatrale. Annuale, si organizzer in due cicli di incontri. Il laboratorio riservato ai giovani di et non inferiore ai 18 anni. Info 0118173373 - 3406771862 OASI (Via Saluzzo, 23 - Torino tel. 011 669.95.94) oasi@oasitopos.eu. eu. Marted 20 dicembre, h.21, ingresso gratuito, Chiesa Parrocchiale, P.za Libert, Sant'Antonino di Susa (TO): La Buona Novella concerto a cappella con Il sestetto vocale GiranoVoci. Da gennaio, nuove edizioni dei corsi e stage alluso della voce, memoria creativa, comunicazione efficace, canto, lettura ad alta voce, dizione, tecniche di narrazione, public speaking, recitazione cinetelevisiva. Tutto presso Topos, in Via Pinelli 23 a Torino. SANTIBRIGANTI TEATRO (Via Artisti, 10 - Torino, tel. 011643038 - www.santibriganti.it). Sono aperte iscrizioni ai corsi Teatro dal di dentro, realizzati in collaborazione con Associazione Piemonte delle Residenze, al Teatro Civico di Caraglio Santibriganti in Garibaldi Fufferito dal 13 al 18 dicembre al Teatro Gobetti - Informazioni tel.011.643038 (da Lun. a Ven. 10-13 1418). www.santibriganti.it TEATRANZARTEDRAMA (Via Palestro, 9, Moncalieri (TO) tel. 011 645.740). XXV Anno Corsi di Formazione Teatrale 2011/2012 sono aperte le iscrizioni presentazioni ad ingresso libero ore 20.30 sede di Torino via Artisti 10 TEATRO DELLE DIECI (Via P. Clotilde, 3 (TO) - www.teatrodelledieci.it. Sono aperte le iscrizioni ai corsi di recitazione 2011/12 diretti da M. Scaglione. Le lezioni si terranno presso la sede di C. Trento 13 (TO) il luned e il gioved orario preserale e serale. Info 392-3669574 - 3477851494 - didattica@teatrodelledieci.it O.D.S.s.c. (Via Nicola Fabrizi 16 tel. 011 4472759) Sono aperte le iscrizioni alla scuola del doppiaggio 2011/12. ods@odsweb.it, www.odsweb.it TANGRAM TEATRO (Via Don Orione 5 Torino tel. 011.338698) Sono aperte le iscrizioni al Corso di dizione ed uso della voce del Tangram Teatro Torino 16 incontri a cadenza settimanale in orario serale. Obiettivo del corso di eliminare cadenze dialettali e/o difetti di pronuncia acquisendo gli strumenti per un maggiore controllo nelluso della voce ed una maggiore efficacia espressiva. Informazioni e costi al n 011/338698 dal luned al venerd (9-13 e 15.30-19) Info sul sito www.tangramteatro.it TOPOS (Via Pinelli, 23 - Torino tel. 011 76.00.736 - topos@oasitopos.eu). Tre attivit sul movimento ed il benessere (lezioni di prova gratuite su prenotazione): Ginnastica Dolce (luned 17-18, con Ornella Sciortino); Pilates (luned 18.15-19.15 e 19.30-20.30 e gioved 11.30-12.30, con Gloriana Pilato); Yoga (mercoled, 11-12.30 e 18.3020, con Francesca Magnone i gioved 18.30-20, con Maria Marinaro). Mercoled 14 dicembre, giornata dedicata ai Fiori di Bach con Chiara Mattea. Dal 27 gennaio: Percorso Gravidanza e Nascita, 20 ore, due corsi distinti (Yoga e accompagnamento al parto, La voce materna). A seguire: Reiki, Metodo Bates, Interpretazione dei sogni, Autotrattamento di stress e dolore, Feldenkrais, Costellazioni familiari, Tarocchi, Astrologia. Sale a disposizione in affito per attivit ospiti. www.oasitopos.eu

LeTVprivate
TELESTAR 13.30 Tg 9 Telegiornale; 20.00 Tg 9 Telegiornale; 1.30 Tg 9 Telegiornale; TELECUPOLE 14.15 Saluti Salutissimi; 14.30 Camper Magazine; 15.00 Informazioni commerciali; 16.00 Superfolk musica, luoghi, tradizioni; 16.30 Informazioni commerciali; 18.00 Detto tra noi; 18.30 Musica vera si o no?; 19.00 Informazioni Istituzionali; 19.15 Coming Soon - News - Tg Economico; 19.30 Tg4 Notiziario Paese che vai - Meteo; 20.45 Mondo Artigiano; 21.00 Scacciapensieri; 23.00 Tg4 Notiziario; 23.30 Coming Soon; 1.30 Biker Explorer; 2.00 Programmi Non Stop; TELECITY 19.00 Tg 7; 19.30 Diretta stadio; 20.00 Superboy; 23.30 Film; VIDEOGRUPPO 7.00 Cerea; 8.30 Shopping; 13.00 Orario continuato; 14.00 Qsvs News; 14.30 Shopping; 19.00 Vp News; 19.30 Vp Sera; 20.00 Programmi informativi; 20.30 Prima serata; 23.00 Automoto Channel; 24.00 Shopping; PRIMANTENNA 14.00 Primantenna Shopping; 19.00 Primanews Edizione Cuneo; 19.20 Primanews Edizione Regionale; 19.45 Primanews - Extra; 20.00 Lappetito Vien Cantando; 21.00 Piemonte in festa Condice Andrea Flamini; 21.30 Bazar; 22.00 Campane a festa; 23.00 Primanews - Diario del giorno; 23.15 Primanews - Extra; 23.30 Peperine Show; 23.55 Autoccasioni; 0.30 Peperine Show; 1.00 La Notte Di Primantenna; QUARTA RETE 6.00 Affari doro; 7.00 Le auto della settimana; 7.30 Affari doro; 8.45 Gente Che Parla; 11.00 Affari doro; 11.30 Le auto della settimana; 12.30 Gente Che Parla (Replica); 14.30 Affari doro; 17.00 K2; 19.00 T4 Serale; 19.30 T4 Sport; 20.00 Bouquet Tv; 20.30 Balon; 22.30 Ok Gol; 0.30 Affari doro; TELETIME 9.00 Film; 12.00 Film; 14.30 Film; 22.30 Film; QUINTA RETE 12.30 Caff della Versiliana; 17.00 Le avventure di Pinocchio; 19.30 Andrea Celeste; 20.05 Radio santec; 21.00 Film; 23.30 Voglia di volare; 24.00 Film; QUADRIFOGLIO - TV 12.00 Un libro per amico; 12.30 Piemonte oggi; 13.00 Cucioone; 14.00 Sport; 16.00 Speciale cinema; 16.30 Approfondimenti; 17.45 Speciale Cinema; 18.00 Turismo; 18.30 Un libro per amico; 19.00 Cucioone; 19.30 Piemonte oggi; 20.30 Sky Magazine; 21.00 Moda societ; 22.00 Porte aperte; 23.00 Piemonte oggi; 24.00 Blu Italia; 1.00 Programmi non stop; RETE CANAVESE 20.00 Telenovela; 20.30 Azzurro cielo; 22.30 Telegiornale; 23.00 Le auto della settimana; G.R.P. 18.30 TG Monitor Torino; 18.45 TG Monitor Cuneo; 19.00 TG Monitor Alessandria; 19.30 Alessandria ; 19.45 Cuneo ; 20.30 Sportivamente Granata; 21.30 Dalle citt del Piemonte... Cuneo; RETE 7 18.00 Auto della settimana; 19.00 Informa sette; 19.30 Qui studio a voi stadio; 23.00 TL Viaggi; 0.15 Sexy bar; INTV 15.00 Programmi Telepace; 19.00 Tg; 20.15 Coming soon; 20.30 Programmi Telepace; 22.45 Rubrica dauto; TELESUBALPINA-TORINO 6.30 Tg Roller; 8.30 Santa Messa; 13.00 Giorno per giorno 1 Parte; 13.45 Tg Flash; 14.00 Giorno per giorno 2 Parte; 18.30 Ocean Girl; 19.15 Tg Notizie; 19.45 Novastadio; 23.00 Tg Notizie; TELESUBALPINA 2 7.30 Buongiorno Piemonte; 8.30 Santa Messa; 12.30 Giorno per Giorno; 13.45 Tg flash; 18.30 Inu Yasha; 19.15 Tg notizie; 19.45 Novastadio; 23.00 Tg notizie; VIDEONORD 20.00 Meteo - Lotto in salotto - Cartoni animati - Rond - Soldi - 6 con Di Pietro; 22.30 Shopping - Redazionali; 23.30 Meteo; MOTORITV 10.35 La vetrina dellauto; 12.00 Motori Magazine; 12.30 La vetrina dellauto; 13.30 Tg Motori; 13.45 Autoccasioni; 14.30 La vetrina dellauto; 15.00 Autoccasioni; 15.30 Bixer Explorer; 16.00 Tg Motori; 16.15 La vetrina dellauto; 17.30 Motori Magazine; 18.00 Tg Motori; 19.00 La vetrina dellauto; 20.00 Autoccasioni; 20.30 La vetrina dellauto; 21.05 Tg Motori; 21.35 Motori Magazine; 24.00 Autoccasioni; 0.30 La vetrina dellauto; 2.00 Notte motori; TELESTUDIO 13.30 Wishbone; 14.00 Andrea Celeste; 18.05 Le avventure di Pinocchio; 20.30 Le avventure di Pinocchio; 21.00 Caff della Versiliana; 24.00 Film

ASSOCIAZIONE LIGURE E PIEMONTESE GALLERIE DARTE MODERNA E CONTEMPORANEA


CARLINA P. Pizzi Almanacco 3. Cannella

Da oggi al cinema ROMANO


PREMIATA OSTERIA DELLHERMADA
TEL. 011.8190541 PIAZZA HERMADA 10

REPOSI - FRATELLI MARX - DUE GIARDINI CITYPLEX MASSAUA - GREENWICH VILLAGE THE SPACE - UCI LINGOTTO THE SPACE LE FORNACI (Beinasco) - UCI (Moncalieri)

CHI RICORDA A TORINO LHERMADA IN GIARDINO..?? LA PREMIATA OSTERIA DELLHERMADA VI INVITA AD ASSAPORARE I MEN DELLE FESTE! CENA DELLA VIGILIA A EURO 30 PRANZO DI NATALE A SOLI EURO 35 BEVANDE ESCLUSE 31 DICEMBRE LA NORMALE CENA DELLHERMADA AI SOLITI PREZZI NON SI PAGA IL SERVIZIO, IL PANE E IL COPERTO! AVVISATECI IN TEMPO PER I TAVOLI ALLO 011-819.0541 GRADITO PASSAPAROLA!

Eventuali errori e variazioni nei programmi sono causati dalla non tempestiva comunicazione delle emittenti.

OGGI A TORINO PER LE SALE CONSULTARE LELENCO DEI CINEMA

VENERD 9 Pomeriggio e Sera TOP EUROPEAN PORNOSTAR

ELECTRA ANGELS
NUOVO SAMARAS SHOW

Via Camerana 11 Torino tel. 011.5623574 Tutti i giorni spettacoli erotici dalle 17,00-19,00 22,30-04,30

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

Spettacoli Cronaca 85

I film

ALFIERI piazza Solferino 4, tel. 01156.23.800. Prezzi: 6,50 int.; 4,50 rid. over 60, under 26; 2,50 abb+CVC This must be the place Solferino 1 o=P 20.00-22.30 Il cuore grande delle ragazze o=P 20.30-22.30 Solferino 2 AMBROSIO CINECAF corso Vittorio 52, tel. 011540.068. Prezzi: 4,00; 4,20 Abb. Una sera al cinema; 4,00 Abb. Cinepass Midnight in Paris Sala 1 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 1921 - Il mistero di Rookford o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 Sala 2 Lo schiaccianoci Sala 3 o= 16.00-18.00-20.15-22.30 ARLECCHINO corso Sommeiller 22, tel. 01158.17.190. Prezzi: 4,00; 4,20 Abb. Una sera al cinema; 4,00 Abb. Cinepass. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00; Abbonamento: 5 ingressi 22,00, 10 ingressi 40,00 Il cuore grande delle ragazze o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 Sala 1 La kryptonite nella borsa Sala 2 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 CENTRALE ARTHOUSE via Carlo Alberto 27, tel. 011540.110. Prezzi: 4,00 = Midnight in Paris VO 16.10-18.10-20.10-22.00 (sott.it.) CITYPLEX MASSAUA piazza Massaua 9, tel. 01177.40.461. Prezzi: 4,00 int. Proiezioni in 3D: 10,00 int., 8,00 rid. Midnight in Paris o=P 16.50-18.40-20.30-22.30 The Twilight Saga: Breaking dawn o=P 17.40 Tower Heist o=P 20.10-22.30 Il giorno in pi o=P 17.40-20.10-22.30 Happy Feet 2 3D o=P 17.40 Anche se amore non si vede o=P 20.10-22.30 Ligabue - Campovolo 2.0 o=P 20.10 Ligabue - Campovolo 2.0 3D o=P 17.40-22.30 DUE GIARDINI ARTHOUSE via Monfalcone 62, tel. 01132.72.214. Prezzi: 4,00 Il giorno in pi Sala Nirvana o=P 15.30-17.50-20.10-22.20 Anche se amore non si vede 16.10-18.10-20.20-22.10 Sala Ombrerosse o = P ELISEO p.zza Sabotino, tel. 01144.75.241. Prezzi: 4,00 = Midnight in Paris Eliseo Grande 15.00-16.50-18.4020.30-22.20 =P Miracolo a Le Havre Eliseo Blu 15.30-17.30-20.00-22.15 =P Scialla! Eliseo Rosso 15.00-16.50-18.4020.30-22.20 ERBA corso Moncalieri 241, tel. 01166.15.447. Prezzi: 6,50 int.; 4,50 rid. over 60, under 26; 2,50 abb+CVC This must be the place Erba 1 o=P 20.00-22.30 Vedi Teatro Erba 2 o=P F.LLI MARX ARTHOUSE corso Belgio 53, tel. 01181.21.410. Prezzi: 4,00 Midnight in Paris Sala Groucho o=P 15.00-16.50-18.4020.30-22.20 Opera: Don Giovanni Sala Chico o=P 17.30 Scialla! Sala Chico o=P 22.00 Il giorno in pi Sala Harpo o=P 15.30-17.50-20.10-22.20

GREENWICH VILLAGE via Po 30, tel. 01183.90.123. Prezzi: 4,00; 4,20 Abb. Una sera al cinema; 4,00 Abb. Cinepass. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00 Il giorno in pi Sala 1 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 Anche se amore non si vede o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 Sala 2 Real Steel Sala 3 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 IDEAL - CITYPLEX corso Beccaria 4, tel. 01152.14.316. Prezzi: 4,00; Proiezioni 3D: 8,00 Ligabue - Campovolo 2.0 3D o=P 15.00-17.30-20.00-22.30 Sala 1 Midnight in Paris Sala 2 o=P 14.30-16.30-18.3020.30-22.30 Il re leone 3D Sala 3 o=P 15.30 Real Steel Sala 3 o=P 17.30-20.00-22.30 The Twilight Saga: Breaking dawn o=P 15.45 Sala 4 Anche se amore non si vede o=P 18.30-20.30-22.30 Sala 4 Happy Feet 2 3D Sala 5 o=P 14.30-16.30-18.30 Tower Heist Sala 5 o=P 20.30-22.30 LUX galleria San Federico, tel. 01156.28.907. Prezzi: 4,00; 4,20 Abb. Una sera al cinema; 4,00 Abb. Cinepass. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00 Tower Heist Sala 1 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 The Twilight Saga: Breaking dawn o=P 15.30-18.00-20.15-22.30 Sala 2 Ligabue - Campovolo 2.0 3D o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 Sala 3 MASSIMO via Verdi 18, tel. 01181.38.574. Prezzi Massimo 1 e 2: 4,00. Massimo 3: 5,50 int.; 4,00 rid., Aiace; 3,00 over 60. Proiezione 3D: 5,00 Le nevi del Kilimangiaro VO =P 16.30-18.30-20.30-22.30 Massimo 1 =P I primi della lista Massimo 2 16.30-18.30-20.30-22.30 =P Deserto rosso Massimo 3 15.30-20.10 =P Il magnifico cornuto Massimo 3 17.50-22.30 NAZIONALE via Pomba 7, tel. 01181.24.173. Prezzi: 4,00 = Pina Nazionale 1 15.45-17.50-20.00-22.00 = One Day Nazionale 2 15.30-17.40-19.50-22.00 REPOSI via XX Settembre 15, tel. 011531.400. Prezzi: 4,00. Proiezioni 3D: int. 8,00 Ligabue - Campovolo 2.0 3D o=P 15.15-17.40-20.05-22.30 Reposi 1 Il giorno in pi Reposi 2 o=P 15.15-17.40-20.05-22.30 Midnight in Paris Reposi 3 o=P 15.30-17.50-20.10-22.30 Happy Feet 2 Reposi 4 o= 15.30-17.50-20.10 Anonymous Reposi 4 o= 22.30 Il re leone Reposi 5 o= 15.30-17.50 Real Steel Reposi 5 o= 20.00-22.30 Anche se amore non si vede o= 15.45-18.00-20.15-22.30 Reposi 6 Scialla! Reposi 7 o= 15.15-17.40-20.05-22.30 ROMANO galleria Subalpina, tel. 01156.20.145. Prezzi: 4,00 =P Miracolo a Le Havre Sala 1 15.00-16.45-18.3020.15-22.00 =P Midnight in Paris Sala 2 15.30-17.15-19.0020.45-22.30 =P Almanya Sala 3 15.00-16.55-18.4520.35-22.20

THE SPACE CINEMA TORINO - PARCO DORA salita Michelangelo Garove 24, tel. 892111. Prezzi: 6,00; 4,00 over 60; 4,50 Under 25 card Midnight in Paris Sala 1 o=P 15.10-17.35-20.00-22.25 Happy Feet 2 3D Sala 2 o=P 14.45-17.15-19.45 I soliti idioti Sala 2 o=P 22.15 The Twilight Saga: Breaking dawn o=P 14.45-17.25-20.05-22.45 Sala 3 Anche se amore non si vede o=P 15.20-17.45-20.10-22.35 Sala 4 Il giorno in pi Sala 5 o=P 14.40-22.30 Opera: Don Giovanni Sala 5 o=P 17.30 Ligabue - Campovolo 2.0 Sala 6 o=P 14.30-17.15-20.00-22.45 Immortals 3D Sala 7 o=P 20.05-22.40 Lo schiaccianoci 3D Sala 7 o=P 14.55-17.30 1921 - Il mistero di Rookford o=P 17.20-19.50-22.20 Sala 8 I soliti idioti Sala 8 o=P 15.05 UCI CINEMAS LINGOTTO via Nizza 262, tel. 01166.77.856. Prezzi: 8,00 int.; 6,30 studenti; 5,80 bimbi fino a 8 anni; 6,00 over 65; 8,00 notturno. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 9,00, acquisto occhiali 3D 1,00 The Twilight Saga: Breaking dawn o=P 15.30-17.10-19.50-22.15 Happy Feet 2 3D o=P 14.50-17.10 Anonymous o=P 19.40-22.25 Tower Heist o=P 15.00-17.20-19.55-22.15 Midnight in Paris o=P 15.20-17.30-19.50-22.00 Ligabue - Campovolo 2.0 3D o=P 15.00-17.25-19.55-22.15 Real Steel o=P 14.20-17.00-19.50-22.35 Anche se amore non si vede o=P 15.30-17.50-20.10-22.35 Il giorno in pi o=P 15.00-17.30-20.00-22.30 Lo schiaccianoci 3D o=P 14.30-17.05-19.35 Immortals 3D o=P 22.40 1921 - Il mistero di Rookford o=P 15.10-17.30-20.00-22.30 Il re leone 3D o=P 15.10-17.30 The Twilight Saga: Breaking dawn o=P 21.15

Cinema: Torino e altre visioni


AGNELLI via P. Sarpi 111/a, tel. 01131.61.429. Opera: Don Giovanni 18.00 CINE TEATRO BARETTI via Baretti 4, tel. 011655.187. Riposo CINE CARDINAL MASSAIA via Sospello 32, tel. 011257.881. Riposo CUORE via Nizza 56, tel. 01166.87.668. Riposo ESEDRA via Bagetti 30, tel. 01143.37.474. Riposo MONTEROSA via Brandizzo 65, tel. 01123.04.153. Riposo VALDOCCO via Salerno 12, tel. 01152.24.279. Riposo

Cinema aperti: Area Metropolitana e Provincia


AVIGLIANA
AUDITORIUM E. FASSINO via IV Novembre 19, tel. 34072.29.490. Il padre e lo straniero 18.30-21.15 BOARO 0125641.480. Ligabue - Campovolo 2.0 POLITEAMA 0125641.571. Angele et Tony

PIOSSASCO
20.00-22.30 15.00-17.30-21.30 IL MULINO 01190.41.984. Opera: Don Giovanni 17.30

BARDONECCHIA
SABRINA 012299.633. Il giorno in pi Ligabue - Campovolo 2.0

SAUZE DOULX
SAYONARA 0122859.652. Ligabue - Campovolo 2.0 3D 21.15

MONCALIERI
18.00 21.15 UGC CIN CIT 45 N via Postiglione, tel. 899.788.678. Prezzi: 5,70; 4,00 studenti; Abb.: Carta UGC5 5 posti a 20,90; Carta UGC7 5 posti a 27,50 Ligabue - Campovolo 2.0 3D o=P 14.45-17.20-20.00-22.40 Il re leone 3D o=P 14.15-16.30-18.45 =P Happy Feet 2 3D o 15.10-17.35 =P Lo schiaccianoci o 14.20-17.00-19.40 =P Real Steel o 14.00-16.50-19.35-22.25 =P Il giorno in pi o 15.55-18.35-21.15 =P Il giorno in pi o 14.35-17.15-19.55-22.35 =P The Twilight Saga: Breaking dawn o 21.00 =P The Twilight Saga: Breaking dawn o 14.20-17.05-19.50-22.40 =P I soliti idioti o 15.40-18.00-20.15-22.30 =P Lezioni di cioccolato 2 o 15.05-17.30-19.55-22.20 =P Midnight in Paris o 15.25-17.45-20.05-22.20 =P Anonymous o 14.10-17.00-19.50-22.40 =P Anche se amore non si vede o 15.10-17.35-20.00-22.30 =P Immortals 3D o 20.00-22.40 =P 1921 - Il mistero di Rookford o 14.55-17.20-19.45-22.10 =P Warrior o 22.30 =P Tower Heist o 15.05-17.30-19.55-22.20 =P La peggior settimana della mia vita o 14.00-16.10-18.2020.30-22.40

SESTRIERE
FRAITEVE. Happy Feet 2 3D Midnight in Paris Ligabue - Campovolo 2.0 3D Il giorno in pi
P P P P

BEINASCO
THE SPACE CINEMA BEINASCO - LE FORNACI via G. Falcone, tel. 892.111. Prezzi: 6,00 int.; 5,00 over 65. Proiezioni 3D: 11 intero dal lun. al ven. dopo le ore 18, sab. e dom. tutto il giorno, 9 rid. dal lun. al ven. prima delle ore 18, ragazzi fino 10 anni, anziani sopra i 60 anni Midnight in Paris Sala 1 14.00-16.10-18.20-20.35-22.45 Happy Feet 2 3D Sala 2 13.55-16.10-18.20-20.30 Immortals 3D Sala 2 22.45 Opera: Don Giovanni Sala 3 17.30 Il giorno in pi Sala 3 22.10 1921 - Il mistero di Rookford Sala 4 14.15-16.45-20.00-22.30 Ligabue - Campovolo 2.0 Sala 5 14.45-17.20-20.00-22.30 Anche se amore non si vede Sala 6 15.10-17.35-19.50-22.20 Lo schiaccianoci 3D Sala 7 14.30-17.00-19.30 Immortals 3D Sala 7 22.00 The Twilight Saga Sala 8 14.30-17.15-19.55-22.30 Real Steel Sala 9 14.00-17.00-19.45-22.30

16.30 18.30 20.30 22.30

SETTIMO TORINESE
PETRARCA via Petrarca 7, tel. 01180.07.050. Il giorno in pi Sala 1 Midnight in Paris Sala 2 Ligabue - Campovolo 3D Sala 3 21.10 21.20 21.30

VALPERGA
AMBRA 0124617.122. Real Steel Uno Il giorno in pi Due

21.30 21.30

VENARIA
SUPERCINEMA 01145.94.406. Midnight in Paris Il giorno in pi Ligabue - Campovolo 2.0 3D
o=P o=P o=P

CHIERI
SPLENDOR 01194.21.601. Midnight in Paris

PIANEZZA
21.15 LUMIERE 01196.82.088. Ligabue - Campovolo 2.0 3D Midnight in Paris Il giorno in pi Anche se amore non si vede 20.30-22.30 20.30-22.30 20.30-22.30 20.30-22.30

20.00-22.30 20.00-22.30 20.00-22.30

VINOVO
AUDITORIUM DIGITAL 01196.51.181. Jane Eyre 21.00

CHIVASSO
POLITEAMA 01191.01.433. Midnight in Paris 20.00-22.05

PINEROLO
HOLLYWOOD 0121201.142. Midnight in Paris MULTISALA 0121393.905. Anonymous Italia 200 Il giorno in pi Italia 500 RITZ 0121374.957. Anche se amore non si vede 21.30 21.00 20.15-22.30 21.30

CUORGN
MARGHERITA 0124657.523. Midnight in Paris
=

Cinema chiusi oggi


BEINASCO BERTOLINO - BORGARO TORINESE ITALIA - CASCINE VICARIVOLI DON BOSCO DIG. - CESANA TORINESE SANSIPARIO - COLLEGNO UNIPLEX LUCE - COAZZE PALAFESTE - GIAVENO SAN LORENZO - LEIN AUDITORIUM - NONE CINEMA EDEN - RIVOLI BORGONUOVO - SUSA CENISIO - TORRE PELLICE TRENTO - VENARIA TEATRO DELLA CONCORDIA - VILLAR PEROSA NUOVO - VILLASTELLONE JOLLY

21.30

IVREA
ABC CINEMA DESSAI corso Botta 30, tel. 0125425.084. Il giorno in pi 20.15-22.30

Partners, Torino

Un viaggio nella Torino che non c pi...


Questo libro, che si avvale di immagini scattate tra la met del XIX secolo e la met di quello successivo un viaggio nella Torino che non c pi ma soprattutto unoccasione per conoscere aspetti colmi di fascino che ci aiutano a ripercorrere frammenti di storia di una citt a misura duomo, colma di cavalli e biciclette e qualche timida automobile ma anche in rapida trasformazione, che vede cambiare volto, dimensioni e prospettive.

Torino comera di Massimo Centini Da venerd 9 dicembre in edicola a 9,90 euro in pi

T1 T2 PR

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011 LA STAMPA 86

LA STAMPA
MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

87

Il tempo
LE PREVISIONI DI OGGI
SITUAZIONE
Fino a domani lItalia rimane in un regime di correnti nordoccidentali, con nevicate sulle alte vallate alpine di confine, qualche rovescio sul Basso Versante Tirrenico, ma condizioni in gran parte soleggiate altrove. Da venerd torner aria pi umida dal Mediterraneo e i cieli si faranno pi nuvolosi.

Neve e tormenta sulle zone alpine di confine, rovesci in Calabria


Il Sole
CENTRO
In giornata tendenza ad addensamenti sulle regioni tirreniche con passaggio a cielo nuvoloso dal pomeriggio su Toscana, Umbria e Lazio, specie su zone a ridosso dei rilievi. Soleggiato sul versante adriatico con venti in rinforzo sullAppennino. Abbastanza soleggiato in Sardegna con nubi pi estese a ovest.

IN EUROPA
Nubi e piogge tra Francia, Benelux, Svizzera, Germania, Austria, Repubblica Ceca e Polonia, con nevicate sulle Alpi pi intense sui rilievi della Savoia. Maggior variabilit sulle Isole Britanniche e in Scandinavia, con rovesci sparsi. Pi soleggiato sulla Penisola Iberica salvo foschie.

NORD
Tormenta sui settori alpini di confine con Savoia, Svizzera e Austria con nevicate pi intense nel pomeriggio sulla zona del Bianco. Soleggiato altrove, ma ventoso nei fondovalle alpini e sulle pianure pedemontane. Nel primo mattino locali nebbie sulle zone lungo il Po tra Lombardia, Emilia e Veneto.

SUD
Tra la notte e il primo mattino nuvoloso con passaggio di rovesci tra Calabria, Sicilia settentrionale e Salento; schiarite in mattinata con piogge in esaurimento e passaggio a condizioni soleggiate ma di nuovo nuvoloso in serata su Cilento e Calabria tirrenica con qualche piovasco.
Sorge alle ore 7 e 21 minuti Culmina alle ore 12 e 1 minuto Tramonta alle ore 16 e 41 minuti
LUNA PIENA

La Luna
Si leva alle ore 14 e 29 minuti Cala alle ore 4 e 20 minuti

10-dic

SOLE

NUVOLOSO

POCO NUVOLOSO

COPERTO

VARIABILE

PIOGGIA DEBOLE-MODERATA

PIOGGIA INTENSA

TEMPORALE

NEBBIA

NEVE

VENTO

MARE CALMO

POCO MOSSO

MARE MOSSO

MARE AGITATO

DOMANI

LA TENDENZA DELLE TEMPERATURE Temperature massime in aumento al nord-ovest e tra Romagna e Marche, specie ove ventoso. Stazionarie o in lieve calo altrove. Aosta -2 9 Torino 0 13 Milano 0 10 Genova 7 15

Le precipitazioni attese oggi

Trento 1 11 Bologna 1 12 Firenze 5 14 Perugia 4 12 Venezia 0 9

Trieste 2 10

Ancona 7 16 LAquila 4 10 Campobasso 2 11 Napoli 9 16 Foggia 6 15 Bari 9 16 Potenza 3 10


DEBOLI MODERATE FORTI MOLTO FORTI

Residui rovesci sul basso versante tirrenico; sole altrove, ma nubi in aumento in serata su Liguria e Toscana.

DOPODOMANI

Roma 5 16

Nevicate su zone alpine di confine con Savoia, Svizzera e Austria; rovesci al sud, specie in Calabria.

Vigilanza meteo di oggi e domani

Alghero 11 17

Cagliari 12 17 Palermo 13 19

Catanzaro 10 15 Reggio Calabria


12 17

Catania 13 17

Deboli piogge sulle regioni tirreniche; nuvoloso al nord con maggiori schiarite sulle Alpi.
Centimetri-LA STAMPA

NESSUNA

MODERATA

ELEVATA

ESTREMA

A cura di www.nimbus.it

Vento forte sulle Alpi con condizioni di foehn; forte Maestrale su Tirreno e Canale di Sicilia.

Ogni tempo buono per generare energia.


www.citizen.it
Tempo e temperature previsti nel mondo e in Europa
CITT MIN C MAX C OGGI

CITT

MIN C MAX C OGGI

Mercoled I tempi del mondo

ALGERI ANKARA BAGHDAD BANGKOK BEIRUT BOMBAY BRASILIA BUENOS AIRES CALGARY CARACAS CASABLANCA CHICAGO CITT DEL CAPO CITT DEL MESSICO DAKAR DUBAI FILADELFIA GERUSALEMME HONG KONG IL CAIRO JOHANNESBURG KINSHASA LA MECCA L'AVANA LOS ANGELES MANILA MELBOURNE MIAMI MONTREAL NAIROBI NEW YORK NUOVA DELHI PECHINO SHANGHAI SINGAPORE TOKYO WASHINGTON

7 5 2 27 10 20 18 19 -15 24 10 -2 15 8 24 19 1 5 18 9 18 22 22 18 5 25 13 17 -5 16 3 13 0 11 24 8 2

17 11 15 33 20 36 28 27 -6 31 16 0 21 21 36 26 9 17 22 20 29 30 34 28 19 29 27 28 2 23 12 28 6 14 29 14 9

AMSTERDAM ATENE BARCELLONA BELGRADO BERLIN BERNA BRATISLAVA BRUSSELS BUCAREST BUDAPEST COPENHAGEN DUBLIN EDIMBURGO HELSINKI ISTANBUL LISBONA LONDRA LUBIANA MADRID MOSCA OSLO PARIGI PODGORICA PRAGA REYKJAVIK ROMA SARAJEVO S. PIETROBURGO SOFIA STOCCOLMA TALLINN TIRANA VARSAVIA VIENNA VILNIUS ZAGABRIA

5 9 7 -1 1 2 1 3 2 4 2 5 2 2 7 7 6 -1 2 -2 -3 6 4 4 -4 5 1 0 0 -1 0 3 1 2 -1 -1

7 19 17 7 4 7 3 8 7 6 4 7 4 3 14 16 8 5 11 2 2 10 12 5 -2 16 7 1 5 2 3 14 3 4 2 7

Tempeste in Europa e in California Intanto a Durban si discute di clima


LUCA MERCALLI

opo settimane di quiete anticiclonica, in questi primi giorni di dicembre vigorose burrasche atlantiche sono tornate ad attraversare la Mitteleuropa con rovesci di pioggia, neve, venti tempestosi e pi freddi. Luned 5, al passaggio della depressione Christoph, raffiche di 90 km/h hanno sferzato Monaco di Baviera, Norimberga, Vienna e Cracovia, mentre sui rilievi della Germania si sono toccati i 151 km/h alla Zugspitze (2962 m) e 155 km/h sul Feldberg (1493 m), massima elevazione della Foresta Nera; inoltre la prima neve della stagione ha imbiancato Amburgo e la costa baltica. In California tra mercoled 30 novembre e gioved 1 dicembre il vento di Santa Ana, che frequentemente irrompe, caldo e secco, dallarido entroter-

ra montuoso verso la costa, ha raggiunto intensit da uragano sradicando alberi e sollevando accecanti tempeste di polvere; allaeroporto di Los Angeles si sono misurati solo 76 km/h, ma nellinterno si sono toccate velocit straordinarie di 241 km/h sulla Mammoth Mountain (Sierra Nevada) e 269 km/h sulle Henninger Flats, presso Pasadena. In occasione della conferenza sul clima di Durban si stanno moltiplicando le presentazioni di nuovi studi sul clima e i suoi cambiamenti recenti e previsti. Il programma ambientale delle Nazioni Unite (www.unep.org) ha diramato il rapporto Livelihood Security: Climate Change, Migration and Conflict in the Sahel: lAfrica subsahariana, gi provata da quarantanni di siccit e conseguenti carestie, conflitti e migrazioni, resta una delle regioni pi fragili al mondo di fronte ai cambia-

menti climatici, per questo si impone la necessit di misure di adattamento, tra cui la diffusione di pratiche agricole sostenibili sul lungo periodo per migliorare la sicurezza alimentare. Il Metoffice ha diramato i risultati di una ricerca commissionata dal governo britannico per valutare gli impatti del riscaldamento globale in un campione di venti Paesi del mondo: la vulnerabilit delle popolazioni costiere allincremento dei livelli marini ovunque gi in aumento e, stando agli scenari pi preoccupanti, entro il 2100 ulteriori 49 milioni di persone potranno divenire a rischio specialmente nel Sud-Est asiatico; lirregolarit delle precipitazioni unita alla crescente domanda di acqua potr inoltre penalizzare le disponibilit idriche nel Mediterraneo e negli Stati Uniti sud-occidentali, nonch la produzione agricola in Asia meridionale e Brasile.

MERCOLED 7 DICEMBRE 2011

LOPERA ALLA SCALA

D mande

A CURA DI ALBERTO MATTIOLI


Oggi il teatro alla Scala di Milano inaugura la sua stagione con il Don Giovanni di Mozart. Non solo un evento culturale, ma anche mondano, politico e mediatico. Perch?
E un omaggio, lultimo, a una vecchia tradizione italiana. Per circa tre secoli, nel nostro Paese lopera stata anche il centro della vita sociale. Il teatro non ospitava soltanto la pi italiana delle arti, il melodramma, ma era pure il luogo degli affari e degli affetti, delle passioni politiche e mondane, del gioco dazzardo e degli incontri. Anche per ragioni pratiche: in Italia dinverno pu fare molto freddo e la gente viveva in palazzi di pietra che riscaldare era spesso difficile e sempre costoso. Cos, a teatro si trovavano caldo, luce, compagnia, divertimento e, grazie al tipico uso italiano del palchetto, anche intimit. Con una sistemazione per ogni classe sociale: la nobilt e lalta borghesia nei palchetti, la classe media in platea (in piedi: luso delle poltrone ottocentesco), il popolo nelle gallerie.

La prima sempre in un giorno fisso?


Per lungo tempo, s. Linaugurazione della stagione dopera pi importante, quella di Carnevale, si svolgeva sempre il 26 dicembre, anche a Milano. Luso di inaugurare il 7 dicembre, giorno di SantAmbrogio patrono della citt, risale solo al 1951: la prima prima del 7 furono I Vespri siciliani di Verdi, direttore Victor De Sabata, protagonista Maria Callas, ancora grassa e al suo primo SantAmbroeus.

E gli altri teatri?


Oggi in Italia i teatri inaugurano la stagione quando vogliono (o pi spesso quando possono): lOpera di Roma e il San Carlo di Napoli lhanno gi fatto, rispettivamente con Macbeth e Semiramide, la Fenice di Venezia lo far il 21 gennaio con Lou Salom, lunica opera scritta da Giuseppe Sinopoli. Venerd prossimo, al Regio di Torino debutter il Fidelio di Beethoven, diretto da Gianandrea Noseda, regia di Mario Martone: la stagione si gi ufficialmente aperta, ma con un balletto, quindi la vera prima sar questa.

Ma la Scala ha gi presentato il suo Don Giovanni alla primina. Perch?


Si tratta di unidea del sovrintendente Stphane Lissner, molto felice e infatti gi diventata tradizione. Il 4 dicembre, lo spettacolo che andr in scena il 7 viene presentato a un pubblico under 30, di regola molto pi appassionato, preparato, educato e in un ultima analisi elegante di quello del 7. Cos stato anche questanno: alla Scala cerano silenzio, attenzione e partecipazione, cio quello che mancher questa sera. E non si sono sentiti n telefonini trillanti n commenti idioti.

Luso della prima esiste anche in Europa?


No. Intanto perch i teatri, non chiudendo praticamente mai come ogni servizio pubblico, non devono neanche riaprire. E poi perch normalissimo, dopo una breve pausa estiva, ricominciare dal punto in cui si era interrotto, magari con una ripresa dellultima produzione presentata. Fanno eccezione alcuni festival estivi: in Germania, la prima di quello di Bayreuth un avvenimento mondano, forse il pi importante dellanno, con limmancabile presenza della cancelliera Angela Merkel

accompagnata dal marito scienziato. Idem in Austria la prima del Festival di Salisburgo, mentre quelle di Aix-en-Provence vedono sfilare il tout Paris in trasferta nel sud. Nel Regno Unito, le sole recite della Royal Opera House ad avere rilievo mondano sono quelle onorate dalla presenza della Regina o di altri membri della Royal Family.

E negli Stati Uniti?


Lunica serata che ricorda un po la prima milanese lopening night del Metropolitan di New York, segnata da due usanze che appaiono al-

quanto eccentriche a occhi europei. Intanto, generalmente non si rappresenta unopera completa ma un potpourri composto di pi atti tratti da opere diverse, specie se si vuole onorare un cantante amato dal pubblico newyorchese permettendogli di dare un assaggio dei suoi cavalli di battaglia. Poi, sostenitori e sponsor del teatro pagano cifre folli per la cena, che si svolge allinterno del Met e serve a rimpinguarne le casse.

fuori: quando nato luso di manifestare il 7 dicembre davanti alla Scala?


La prima prima contestata fu quella del 7 dicembre 1968. Alla Scala si dava il Don Carlo di Verdi: la regia era di Luca Ronconi e dirigeva lorchestra Claudio Abbado. Intanto, in piazza Mario Capanna dirigeva la contestazione lanciando uova sulle pellicce delle sciure. Ma attenzione: non erano marce come si sempre scritto perch, come spieg Capanna molti anni dopo, trovare delle uova davvero marce difficile. Dunque, uova sulla borghesia, s. Per fresche.

Contestazioni artistiche (spesso) dentro il teatro, proteste sociali (sempre)

PREZZI TANDEM, NELLE AREE DI DIFFUSIONE INDICATE SUL GIORNALE LOCALE; 1 CON LA VOCE DI MANTOVA, PRIMO PIANO MOLISE, CRONACA DI CREMONA, CRONACA DI PIACENZA, LATINA OGGI; 1,20 CON LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO, IL CORRIERE DI ROMAGNA, LINFORMAZIONE DI REGGIO, LINFORMAZIONE DI MODENA, IL CORRIERE MERCANTILE,

LA GAZZETTA DEL LUNEDI, LINFORMAZIONE IL DOMANI. PREZZI ESTERO: FRANCIA, MONACO P., C. TICINO FRS. 3,00; SVIZZERA FRANCESE FRS. 3,00; SVIZZERA TEDESCA FRS. 3,00.

Che significato ha la prima?

2,00; IRLANDA

2; SLOVENIA

1,34;

88+8

LA STAMPA