Vous êtes sur la page 1sur 44

www.gazzetta.

it sabato 18 febbraio 2012 1,50


ITALIA

REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFERINO 28 TEL. 0262821 REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 TEL. 06688281 POSTE ITALIANE SPED. N A.P. D L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO

anno n Anno 116 Numero 42

LA PARTITA DI OGGI I BIANCONERI PROVANO A TORNARE IN VETTA. CONTE: NON ACCETTO LEZIONI DI STILE>

CASA MILAN DOMANI A CESENA

Juve contro il mal dattacco Col Catania ecco Borriello


Ma la societ vuole un fuoriclasse e si muove gi per il futuro: Higuain o Benzema
CARUSO, GRAZIANO ALLE PAGINE 1213

Allegri alla scelta: Binho o il Faraone in coppia con Maxi Seedorf k.o. un mese
PASOTTO, BURIOLI ALLE PAGINE 1415

3 Marco Borriello, 29 anni. E arrivato alla Juve a gennaio dalla Roma RICHIARDI

SERIE A TERZA SCONFITTA DI FILA. E MERCOLEDI VA A MARSIGLIA

Crolla 03 con il Bologna. Ranieri ora a rischio


A San Siro nerazzurri in totale confusione puniti da uno spietato Di Vaio. Il tecnico: Io non lascio. Ma gi pronta la soluzione interna: Baresi e Figo
CENITI, DALLA VITE, DI FEO, ELEFANTE, TAIDELLI PAGG. 2356

L INTER A PICCO
RISVEGLIO NAPOLI

Cavani e Lavezzi gelano la Fiorentina Chelsea avvertito!


CALAMAI, GOZZINI, IMPARATO, MALFITANO PAGG. 8910

di LUIGI GARLANDO

Torna in mente un Moratti a Bologna, felice come un bambino, che faceva laeroplanino a braccia larghe, come il suo Ronaldo che aveva appena segnato il primo gol in A. Ieri il presidente ha lasciato la tribuna al 21 della ripresa, livido come un temporale, incapace di sostenere la vista di una delle pi deprimenti Inter della storia, presa a schiaffi dal Bologna (0-3): un punto nelle ultime 5 di campionato (non accadeva dal 2003-2004); 10 sconfitte in 14 partite (non accadeva dal 46-47).
LARTICOLO A PAGINA 2

Serie A / 24 GIORNATA
PARTITE Ieri FIORENTINA NAPOLI 03 INTER BOLOGNA 03 Oggi (ore 20.45) JUVENTUS CATANIA (1 1) Domani (ore 15) LECCE SIENA (12.30) (0 3) CESENA MILAN (0 1) GENOA CHIEVO (1 2) NOVARA ATALANTA (1 2) ROMA PARMA (1 0) PALERMO LAZIO (20.45) (0 0) UDINESE CAGLIARI (20.45) (0 0) CLASSIFICA MILAN 47 JUVENTUS** 46 LAZIO 42 UDINESE 41 NAPOLI* 37 INTER* 36 ROMA 35 PALERMO 31 CAGLIARI 30 GENOA 30 FIORENTINA** 28 PARMA** 28 CATANIA*** 27 ATALANTA**** 27 CHIEVO 27 BOLOGNA** 25 SIENA** 23 LECCE 18 CESENA** 16 NOVARA 16

ilCommento

*Una gara in pi. **Una gara in meno. *** Due gare in meno. **** Sei punti di penalizzazione

LA CHAMPIONS DIVENTA UN INCUBO


di SEBASTIANO VERNAZZA
LARTICOLO A PAGINA 19 La delusione di Zanetti, Lucio, Maicon. La gioia dei ragazzi di Pioli dopo il successo a San Siro ANSA

IL ROMPI PALLONE
DI GENE GNOCCHI

Gianni Petrucci: Abete cambi il calcio. Adriano Galliani: E pi facile che il calcio cambi Abete.

Moratti se ne va prima I tifosi invocano Mou


3 Massimo Moratti visibilmente contrariato lascia San Siro anzitempo LINGRIA MOTORI IL PESCARESE LICENZIATO DALLA CATERHAM: NON PAGO PER CORRERE

Via Trulli, la F.1 senza italiani


Il Mondiale privo di nostri piloti. Non accadeva dal 1970
20 2 1 8>

di PINO ALLIEVI

BASKET COPPA ITALIA

INIZIATIVE

9 771120 506000

Unoccasione persa. Jarno Trulli esce dalla F.1 spinto fuori dai rubli del russo Petrov. Tanti. Al punto che la Caterham riconoscer al pescarese lingaggio pattuito per la stagione. Succede. Soprattutto nei momenti di crisi.
LARTICOLO ALLE PAGINE 2627

Pesaro e Cant in semifinale Battute Venezia e Avellino


CHIABOTTI, TOSI PAGINE 3031

TUTTO STAR TREK LA SERIE CLASSICA


In edicola il primo dvd a 7.99

2
#

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

SERIE A ANTICIPI 24a GIORNATA


LUIGI GARLANDO MILANO

Torna in mente un Moratti a Bologna, felice come un bambino, che faceva laeroplanino a braccia larghe, come il suo Ronaldo che aveva appena segnato il primo gol in serie A. Ieri il presidente ha lasciato la tribuna al 20 della ripresa, livido come un temporale, incapace di sostenere la vista di una delle pi deprimenti Inter della storia, presa a schiaffi dal Bologna (0-3): un punto nelle ultime 5 di campionato (non accadeva dal 2003-2004); 10 sconfitte in 24 partite (non accadeva dal 1946-47). Mourinho in due campionati interi ne ha perse 8. Minimi storici. Superata dal Napoli, lInter pu esserlo anche dalla Roma. LEuropa oggi unutopia.
Mea culpa A Moratti gireranno

E unInter alla deriva


Che Bologna a San Siro Arriva il terzo k.o. di fila Ora Ranieri a rischio
Gruppo senza idee n corsa, scelte tattiche cervellotiche Nerazzurri abbattuti da Di Vaio (doppietta) e Acquafresca
INTER BOLOGNA

parecchio, ma ormai tempo di autocoscienza pi che di processi. E ora di riconoscere gli errori della societ e attrezzare meglio la dirigenza tecnica. A questo punto forse sar chiaro anche a Moratti che le colpe non sono degli allenatori incapaci e non erano nemici del popolo quelli che invocavano un rinnovamento alla luce di un valido progetto tecnico dopo Madrid. Invece il monumento del Triplete stato preso a picconate anno dopo anno. La squadra che due stagioni fa ha battuto tutti, oggi pu perdere con tutti. I soldi spesi male hanno fatto del fairplay finanziario un alibi che non tiene. In campo sempre e comunque Cambiasso anche se non ci arriva pi e deve fare mille falli. In panchina Poli e il resto del mer-

0
(42-3-1) Julio Cesar; Maicon, Lucio, Ranocchia, Nagatomo; J. Zanetti, Cambiasso; Faraoni (dal 23 s.t. Castaignos), Sneijder, Forlan (dal 16 s.t. Poli); Pazzini. PANCHINA Castellazzi, Chivu, Obi, Palombo, Zarate. ALLENATORE Ranieri. ALLENATORE Pioli. ESPULSI nessuno. ESPULSI nessuno. AMMONITI Sneijder per gioco scorretto. GIUDIZIO 777

3
(3-4-2-1) Gillet; Raggi, Portanova, Antonsson; Garics, Perez, Mudingayi, Morleo; Ramirez (dal 25 s.t. Kone), Diamanti (dal 13 s.t. Taider); Di Vaio (dal 31 s.t. Acquafresca). PANCHINA Agliardi, Pulzetti, Cherubin, Rubin.

Forlan, Poli e Castaignos alternati come trequartisti, Sneijder isolato


cato. In questanarchia gestionale anche un giovane da Nazionale, come Ranocchia, rischia di diventare un patrimonio che si svaluta. Il saggio Ranieri sembrava un faro nella tempesta. Ieri naufragato anche lui. Finir la stagione? E mercoled c da giocare in Champions a Marsiglia. Ieri Deschamps, a San Siro, devessersi chiesto: Questi si sono messi in maschera per ingannarmi, ma non mi fregano.... E tutto vero, mister.
Come Mou Dopo poco la mez-

AMMONITI Diamanti per gioco scorretto

PRIMO TEMPO 0-2

MARCATORI Di Vaio al 37 e al 38 p.t.; Acquafresca al 40 s.t. ARBITRO Damato di Barletta.


NOTE Spettatori 20.043, incasso 1.275.763,00 euro (compresa quota abbonati). In fuorigioco 3-7. Angoli 6-2. Recuperi: 2 p.t.; 3 s.t.

POSSESSO PALLA

PASSAGGI POSITIVI

non rischia mai di imitarlo. Figuriamoci quel bravo figliolo di Faraoni, cresciuto terzino, che deve fare laltro estremo di un tridente. Ranieri lo pilota dalla panca, smarrito. Cambiasso e Zanetti, invecchiati ma irremovibili, vigilano davanti alla difesa. Il giovane Poli, che ha fatto benino, sta in panca con gran parte del mercato recente: Palombo, Zarate, Castaignos. Sneijder, ben lontano dai picchi da quasi Pallone doro, prova ad assistere Pazzini e a trovare la porta. Riassumendo, il rombo di Mou non centra nulla, ma ha una sua logica. Infatti, pur arrancando, lInter spaventa tre volte Gillet, che si salva di piede su incornata di Maicon (18) su angolo. Palla da fermo: schema caro a questa Inter povera di gioco e talento.
Bravo Pioli Il Bologna, che tiene gli esterni Garics e Morleo in linea con i tre difensori e lotta duro in mezzo con i muscolari Perez e Mudingayi, si limita a contenere. Ramirez e Diamanti, talentuosi camerieri di Di Vaio, faticano a trovare palla. Poi, dopo la mezzora, Ranieri cambia (4-3-1-2): Forlan, che gi ha poca gamba (lo ha ammesso anche il tecnico alla vigilia!), viene arretrato trequartista; Sneijder, lunico che pu trovare la porta partendo da lontano, viene avanzato e si ritrova spalle alla porta. Perch? Il Normalizzatore che aveva rialzato lInter facendo cose semplici, dopo mesi nel frullatore nerazzurro, ha perso il controllo e la

In difesa errori imbarazzanti, sfruttati dalla squadra di Pioli, imbattuta nel 2012
bussola. La doppietta del micidiale Di Vaio in due minuti (37, 38), agevolata dagli errori della difesa nerazzurra (mostruoso quello di Ranocchia), sembra una punizione del cielo e il giusto premio per un Bologna che fa le sue cosine per bene, con uomini e motivazioni al posto giusto. Se dallinizio del 2012 imbattuto, avendo fatto punti anche in casa di Napoli, Roma e Juve una ragione ci sar. Bravo Pioli. Lui s che ha aggiustato per davvero.
Numero 10 Ranieri smanetta i

INTER 55% TIRI IN PORTA

BOLOGNA 45%

INTER 85% TIRI FUORI

BOLOGNA 81%

IIII
INTER 4

IIII IIII
BOLOGNA 4 INTER 4

III
BOLOGNA 3

MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO 18 Angolo, Maicon incorna, Gillet salva di piedi. 30 Cross di Sneijder, Maicon fuori di testa. 30 Forlan entra in area e calcia sul portiere. c GOL! 37 Ramirez da sinistra, Perez finge il tiro e serve Di Vaio che batte Julio Cesar. c GOL! 38 Ranocchia stoppa di petto un lancio lungo, Di Vaio gli ruba la palla e imbuca langolino.

SECONDO TEMPO 14 Nagatomo passa a Forlan, che calcia debole in area: parata. 22 Testa di Ranocchia, ancora prodigioso Gillet.

c GOL! 40 Acquafresca salta tutti e segna


rasoterra.

zora del primo tempo, la situazione questa: 4-2-3-1 in onore del ricordo Triplete, unestrema macumba tattica alla ricerca dello spirito che non c pi. Il guaio che non c pi neanche Etoo e lo spompato Forlan

comandi anche nella ripresa, come un pilota che sta per schiantarsi e le prova tutte. Comincia con Forlan e Sneijder a sostegno di Pazzini (terzo modulo, 4-3-2-1), poi esce il deludente uruguaiano ed entra Poli

a fare il trequartista (!), ruolo che viene poi occupato da Castaignos (!). Quindi, riassumendo, nellordine si sono impegnati in un ruolo non loro, quello delleccellenza, del numero 10: Forlan, Poli e Castaignos. E Sneijder, lunico attrezzato per il ruolo? Si auto-parcheggiato a sinistra col broncio. Cos andata a schiantarsi una delle pi orribili Inter della storia. Lultima sberla glielha rifilata Acquafresca, il ragazzo che piaceva a Mourinho, che un giorno gli disse: Se mi segni, non ti compro... E segn. Ma basta ricordare Mou. Se lInter conciata cos anche perch ci ha pensato troppo dal 2010. A lui e ai suoi eroi che sembravano eterni. Sembravano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

FISCHI E DELUSIONE

Moratti se ne va prima A San Siro un solo urlo Jos Mourinho!


Il presidente nerazzurro uscito a 25 minuti dalla fine, i tifosi della Nord sostengono la squadra ma poi sbottano E al parcheggio qualche calcio alla macchina della.d. Paolillo

GIULIO DI FEO MILANO

Lemorragia non si ferma. Prosegue copiosa, anche quando tutto pareva pronto per tornare a sorridere. E a vincere, perch al di l del gioco questo che manca come il pane allInter (il bilancio al momento di un misero pareggio nelle ultime sei gare). Ma lumiliazione dello 0-3 senza lottare no, non ci sta. E il popolo nerazzurro sarrabbia. Finisce con attimi di tensione fuori dallo stadio: c un capannello di tifosi alluscita dei parcheggi, vola qualche calcio sullauto della.d. interista Paolillo.
Adunata Il giorno era comincia-

La protesta dei tifosi dellInter che lasciano San Siro a gara in corso ANSA

Nellintervallo San Siro si spacca, tra chi fischia e chi incita la banda Ranieri

to con la chiamata alle armi di Sneijder, che aveva twittato: Stasera Inter-Bologna, tifosi: ci serve il vostro aiuto, venite e sosteneteci. E in effetti a San Siro a inizio gara non cera traccia dei malumori e delle contestazioni che hanno reso difficile la settimana. Stadio pieno a met, curva compatta, cori di

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

3 GIORNI DI COPPA

Dentrolacrisi PANCHINA BOLLENTE

Champions League Andata ottavi di finale Marted 21 Cska MoscaReal Madrid (ore 18) Napoli-Chelsea (20.45) Mercoled 22 Marsiglia-Inter (20.45) Basilea-Bayern (20.45) Europa League Ritorno sedicesimi Gioved 23 Paok SaloniccoUdinese (andata 0-0, ore 19) Atletico MadridLazio (andata 3-1, ore 21.05)

Fine di un impero Se il tecnico salta, pronti Baresi-Figo


Il presidente ha le sue colpe, ma il destino dellallenatore ormai appeso a un filo. La sfida di Marsiglia sar decisiva, a meno che Moratti non decida di anticipare la svolta
MATTEO DALLA VITE MILANO

Anche il Bologna sembra il Real Madrid. Aveva ragione Valentino Rossi: vesti di bianco a San Siro e vai tranquillo, lInter diventer il Borgorosso Football Club. Siori e siori: il crollo dellImpero servito, una decadenza che dopo il Novara (di bianco vestito) porta a far sembrare Zanetti e Cambiasso due scolaretti col lecca-lecca rispetto a Perez e Mudingayi. Che lezione. Anche di Pioli a Ranieri. Ranieri che non vuole dimettersi, ma che per forza in discussione anche se a poche ore dalla Champions: Marsiglia il nodo cruciale, ma il ribaltone potrebbe esserci anche prima, anche improvviso, e allora sarebbe gi pronta la soluzione interna con Baresi e Figo.
Tutto da rifare La curva fischia e urla vergognatevi e Jos Mourinho: lInter che rimontava rabbiosamente, che ti dava lidea di poter raddrizzare limpossibile non c pi. Lo capisce anche Massimo Moratti che al 20 s.t. esce infuriato e disgustato dallo stadio senza pi niente da pensare, se non che bisogna rifare tutto. Da adesso per, perch il mercato simposta ora. Da adesso e indicando per bene chi sar il futuro allenatore. Caos Ranieri LInter del Triplete

10 1

sconfitte per lInter in 24 turni di campionato: era accaduto solo nel torneo 1946-47 (4 k.o. in casa e 6 in trasferta).

pure, Pazzini che non riesce pi a fare il suo mestiere perch non gli arriva mai una-palla-una che sia da mettere dentro. Se poi vogliamo parlare dei sostituti di Etoo, beh, parliamone: tre gol in tre, uno a testa fra Forlan, Castaignos e Zarate. Un disastro. E qui sintroduce laltro tema: un mercato fallimentare.
Mercato distrutto Ranieri lha fatto capire chiaro: stato scontento del mercato, da subito. Per gli arrivi di gennaio ovviamente, perch altri li ha trovati pur senza apprezzarli troppo. Per dire: Poli lha fatto vedere nelle ultime gare, Zarate lha confinato fra tribuna e panchina, poi gli arrivato uno da infermeria (Guarin) e Palombo che - sostituto, si fa per dire, di Thiago Motta - non ha visto campo nemmeno un minuto fra il Novara e il Bologna. Ranieri voleva Palacio. Nada. Ranieri - capace di toccare i tasti giusti nelle 7 vittorie di fila - ha fatto errori in serie nelle ultime gare, e anche lui non pu esentarsi dallessere messo in discussione. Ora. Come chi non ha saputo rialzarsi da Roma e da Novara: serve la rivoluzione, perch fra chi va cambiato e chi scapper tutto dovr essere messo sotto esame. E sul mercato. Esami ed Europa Perch alla fine

punto per i nerazzurri nelle ultime 5 gare di campionato: non accadeva dal 2003-04 con 4 sconfitte di fila e un pareggio.

gare senza segnare neppure un gol: una crisi simile per lattacco nerazzurro non si vedeva dal febbraio 1999.

Mudingayi e Perez del Bologna festeggiano, con i nerazzurri delusi nello sfondo RICHIARDI

la Moviola
DI FRANCESCO CENITI

Sputo a Raggi Castaignos rischia prova tv

Serata tranquilla per Damato che ha gestito una gara tesa soprattutto per la situazione dellInter, fischiata dai propri tifosi. La sfida, per, non ha risentito di questo clima: i falli sanzionati sono stati 32 (la media stagionale 31). Ritornando agli episodi, il direttore di gara ha avuto anche la fortuna di non dover prendere decisioni al limite. Stessa cosa per gli assistenti Niccolai e Musolino, comunque bravi nelle segnalazioni sul fuorigioco. Nel primo tempo gli unici grattacapi per Damato arrivano per i comportamenti sopra le righe: uno di questi porta al giallo per Sneijder, autore di un protesta plateale dopo aver commesso un fallo su Di Vaio. A proposito dellattaccante: in posizione regolare in avvio di azione che porta al 2 0. In precedenza ammonito Lucio (steso Diamanti). Nella ripresa non accade nulla: Ranocchia va a terra e lascia via libera ad Acquafresca per il 3 0, ma non c fallo. Nel finale scintille tra Castaignos e la panchina del Bologna per uno sputo dellinterista a Raggi: rissa verbale con Di Vaio, ci pensa il quarto uomo Doveri a placare gli animi. Ma lolandese rischia la prova tv.

in dissolvenza. La riconoscenza vale e sar eterna, ma il calcio di oggi unaltra cosa, piedi buoni e spazi da mangiare, forza atletica, chili di cuore e anche due idee da mettere in campo. Il Bologna le ha avute, come a suo modo il Novara. Claudio Ranieri lAggiustatore no, non pi: fra centrocampo e attacco ha fatto il Sudoku pi incomprensibile del mondo tra Faraoni, Poli, trequartisti inventati, Forlan largo e Sneijder

la morale questa: senza Champions e con lEuropa League tutto si ridimensiona, i campioni li saluti e non li abbracci. Sempre ammesso che lEuropa League possa essere un obiettivo, in questo momento di stordimento collettivo. A questo punto Moratti dovr riunirsi coi suoi pi fidati collaboratori e dettare la linea. E, soprattutto, ringraziare chi ha gi dato acquistando qualcuno di forte subito e non in prospettiva. Perch vero che sono tutti sotto esame ma adesso, forse, si sente cos pure lui.
Esteban Cambiasso, 31 anni PEGASO
RIPRODUZIONE RISERVATA

incitamento. E steccati, tra cui una figurina di Giacinto Facchetti. Solo qualche fischio quando lo speaker annuncia Ranieri. E lidillio continua anche per i primi 20 abbondanti.
Patatrac Poi i due cazzotti di Di

Vaio, forti, a freddo. E allintervallo il Meazza si spacca. Forza ragazzi, urla la curva. Dagli altri settori, fischi a pioggia. Ed il refrain di tutto il secondo tempo. Non si salva nessuno. Quando Ranieri mette dentro Poli per un inconcludente Forlan, sulluruguaiano che cammina a testa bassa verso la panchina San Siro tutto un fischio. Non accade lo stesso, invece, qualche minuto dopo per Faraoni. Sneijder e Zanetti se ne accorgono, e vanno a rincuorare

il compagno. La Nord continua a cantare, ma cambiando tono: Noi vogliamo unInter che lotta. Se ne va anche Moratti, che con 25 minuti ancora da giocare abbandona la tribuna. Poi ci mette il piede anche Acquafresca. Le tribune si svuotano, e quelli che restano si arrabbiano. Dopo aver stoicamente difeso questInter per 85 minuti, la Nord esplode. Andate a lavorare, Fuori le palle, Giocate senza la maglia, Vergognatevi, addirittura gli ol alla melina del Bologna. Erano anni che questo repertorio era nel cassetto. C anche un coro per Oriali. Lultimo, per, due parole, una sentenza. Jos Mourinho. E non ci sono settori che tengano, qui cantano tutti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TwitTwit

IL CINGUETTIO INTERISTA

di venerd 17 cosa pu succedere? @frafacchinetti BEPPE SEVERGNINI giornalista Rinuncio alla diretta Twitter di Sanremo, ormai la fanno in troppi. Se proprio voglio uno spettacolo malinconico, meglio lInter. @beppesevergnini FABIO DE LUIGI attore La serata giusta per rivalutare il fascino del curling. @FabioDeLuigi

FIORELLO showman Ranocchia aveva visto una libellula... @sarofiorello MAX PEZZALI cantante Difesona. @PezzaliMax FRANCESCO FACCHINETTI presentatore Se una squadra sfigata gioca

Un giovanissimo tifoso dellInter con uno striscione ieri a San Siro IPP

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

5
#

SERIE A ANTICIPI 24a GIORNATA


LANDAMENTO LA CRISI DELLINTER, PARTITA PER PARTITA

GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE NERA DI GASP

y Chiedo scusa

Giocate: 5 Pareggiate: 1 Perse: 4 6 agosto 2011 Milan-Inter 2-1 (Supercoppa di Lega) 11 settembre 2011 Palermo-Inter 4-3 (Serie A) 14 settembre 2011 InterTrabzonspor 0-1 (Champions League) 17 settembre 2011 Inter-Roma 0-0 (Serie A) 20 settembre 2011 Novara-Inter 3-1 (Serie A)

a Moratti e tifosi Ma io non lascio


Ranieri: Sono convinto che la squadra mi segue Zanetti: La sintonia con il tecnico resta totale
LUCA TAIDELLI MILANO

nava in auto, il presidente avr anche riflettuto sul fatto che in passato ha esonerato un allenatore per molto meno. Resta il fatto che il Marsiglia incombe e che lunica soluzione percorribile nellimmediato conduce a Luis Figo. La notte porter consiglio. Per ora restano le parole di Moratti nel pre partita. Sar una gara importantissima, non solo per il terzo posto aveva spiegato . Dobbiamo ripagare il nostro pubblico. Ranieri dice che siamo sotto esame? Giusto. Ma la sciarpa nerazzurra di Guardiola non centra niente con me aveva chiuso Moratti.
Ranieri si scusa ma non molla

Era successo che non fosse in tribuna a San Siro per impegni di lavoro, influenza, matrimoni dei figli, scaramanzia. Ma a memoria non si ricorda un Massimo Moratti talmente schifato da lasciare San Siro con quasi mezzora di anticipo. Il gesto plateale del presidente e primo tifoso la fotografia di unInter allo sbando.
Riconoscenza verso i tifosi Al 20 del secondo tempo Moratti si alzato, seguito dalla moglie Milly, ha indugiato un attimo sulla rampa delle scale e poi ha preferito casa allimpresentabile spettacolo cui stava assistendo. E si almeno risparmiato il gol di Acquafresca. Mentre tor-

Claudio Ranieri, 60 anni, da settembre guida lInter ANSA

Ora per c da sbrogliare la matassa delle responsabilit. Perch se vero che in campo vanno i giocatori, resta il fatto che chi li dirige sta aggiungendo confusione a confusione. Blandendo i ragazzi dopo la scoppola col Novara e improvvisando Faraoni interno, Poli trequartista, Sneijder allala ieri sera. Non stiamo dando quello che possiamo, per non mi aspetto un esonero e so che la squadra mi segue. Forse questi continui cambi di modulo hanno mandato in confusione i giocatori ammette Ranieri, che a fine gara si fermato a lungo col ds Ausilio . Ripartiremo dalla semplicit. Avevamo trovato una certa compattezza e labbiamo persa. la seconda gara in cui sfioriamo il vantaggio e al primo errore prendiamo gol. Giochiamo con 10 chili addosso. Due anni fa, alla Roma, Ranieri si era dimes-

so. Ma allora era dal ritiro di Brunico che la squadra non rispondeva alle sollecitazioni spiega il tecnico . Mentre ad Appiano si allenano che uno spettacolo. Ecco perch non ci penso nemmeno a dimettermi. Dobbiamo solo ricompattarci. Ma prima chiedere scusa a Moratti, che lasciando lo stadio ha fatto capire di non essere contento di quanto stiamo facendo, e ai tifosi che ci hanno sostenuto anche sullo 0-2 e poi giustamente si sono indispettiti. Non so se giocare la prossima in trasferta sia un vantaggio. Ora conta parlare tra di noi e reagire. Dopo aver spiegato la strana posizione di Sneijder (Al momento non in grado di coprire come chiedo a un trequartista, quindi ci ho messo prima Forlan, poi Poli e nella disperazione anche un attaccante), Ranieri giura che non gli hanno dato fastidio i cori pro Mourinho: Giusto acclamare chi ha fatto la storia dellInter, ma ora lui non c pi e non c pi nemmeno quella squadra. E non c pi pure Thiago Motta ma la partenza di un giocatore, per quanto importante, non pu giustificare il nostro momento. In effetti stavolta non pu essere giustificato proprio nulla.
Parola di capitano Dei giocatori parla soltanto capitan Zanetti: un momento difficile, prendiamoci le responsabilit, ma la sintonia con Ranieri resta totale. Dobbiamo restare uniti e accettare di giocare anche fuori ruolo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SERIE NERA DI RANIERI

Giocate: 6 Pareggiate: 1 Perse: 5 25 gennaio 2012 Coppa Italia Napoli-Inter 2-0 29 gennaio 2012 Campionato Lecce-Inter 1-0 1 febbraio 2012 Campionato Inter-Palermo 4-4 5 febbraio 2012 Campionato Roma-Inter 4-0 12 febbraio 2012 Campionato Inter-Novara 0-1 17 febbraio 2012 Campionato Inter-Bologna 0-3

le Pagelle

di ANDREA ELEFANTE

INTER ZANETTI: DI TUTTO E MALE. TRISTE PAZZINI 4 h 6 Poli lallenatore Ranieri il migliore
Ha perso saggezza anche lui. Mescola sistemi di gioco (almeno tre) e ruoli: Forlan, Poli e poi Castaignos dietro le punte, Faraoni interno, Sneijder punta e poi esterno: boh. Non si pu pensare che entri e cambi le partite da solo (semmai che potrebbe giocare subito). D quel che ha, corsa, carattere e un po di qualit, ma intorno trova macerie.

Buona volont e poi il nulla: fa acqua dappertutto.

Non batteva lInter da 10 anni: cos ci si salva. Ora le 4 in casa.

7,5

BOLOGNA INVALICABILE RAGGI PEREZ, CHE LAVORO 7,5 h 7,5 Di Vaio lallenatore Pioli il migliore
Delitto perfetto: bunker dietro (ma organizzato) e colpire appena si pu: 3 gol con 4 tiri in porta, ma grande gara di squadra. Con le grandi in trasferta un killer. Alla prima palla buona freddo come non era mai stato contro lInter, la seconda un invito a nozze (con il gol) di Ranocchia. Ogni volta che arriva, c puzza di pericolo.

5,5
Julio Cesar
Ritrovarsi di fronte praticamente soli prima Di Vaio due volte in 2 e poi Acquafresca lascia solo due chance: fare miracoli o arrendersi. Lui si distende rassegnato.

5
Maicon
La sua fase difensiva, si sa, quella che , e Ramirez sbuca dalla sua parte per pensare l1 0. Perlomeno il pi vicino al gol, ma alla fine reagisce alla come viene.

4
Lucio
Non pi lui (ma per certe cose sempre stato cos), da Lecce in poi non ne ha azzeccata pi una: saltato secco da Ramirez sull1 0, il 3 0 lo specchio della sua resa.

4
Ranocchia
Ormai evidente, a forza di essere accantonato e ripescato ogni tanto, il ragazzo andato in confusione: quello che fa sul 2 0 da shock e non si riprende pi.

5,5
Nagatomo
Corre molto pi degli altri, ma per fare cosa? Spesso non trova nessuno e quando trova Forlan, quello tira una mozzarella. Per quant morbido dietro, su 1 0 e 3 0...

5
Zanetti
Fa qualcosa di tutto, ma niente di risolutivo: corre, sgroppa, va in copertura, prova a ripartire, ma alla fine il faccia a faccia con Mudingayi e Perez ingeneroso.

7,5
Gillet
Non prende gol su azione da due mesi, e si capisce perch: miracolo su Maicon, bene su Forlan, benissimo su Ranocchia. E aveva detto no anche a Lucio in fuorigioco...

7
Raggi
Primo tempo sereno, perch Forlan fa il soldatino e poi gira al largo, nella ripresa raddoppia su Sneijder per aiutare Garics e chiude tutto come un caterpillar: invalicabile.

6,5
Portanova
Non ci mette molto a recintare quel poverocristo di Pazzini: magari spende qualche fallo di troppo, ma d i tempi giusti a un reparto che sta diventando un punto di forza.

6
Antonsson
In difficolt solo quando viene a saltare Maicon dalla sua parte. Efficace, senza rischi: equilibratore di una difesa che ha subto due gol nelle ultime sei partite.

6,5
Garics
Pioli lo preferisce a Pulzetti, per stringere su Forlan e aspettare Nagatomo. Poi nella ripresa gli tocca Sneijder e lui non fa una piega: non sbanda e non fa sbandare.

7
Mudingayi
Inciampa appena una volta (e Forlan vola in porta), per il resto fa inciampare gli altri. Sradica palloni come una macchina, dove c lui non si passa, e si riparte: una roccia.

4,5
Cambiasso
Per 20 pressa alto, e ci riesce anche. Poi sul pallone cominciano ad arrivare sempre prima i dirimpettai, e la storia nota: la diga fa acqua e il suo diventa calvario.

5
Faraoni
Prende due o tre botte, ma si rialza; prova due o tre botte da fuori, ma la mira quella che . Corre per due, quindi fa soprattutto casino, ma se gioca interno non colpa sua.

4,5
Sneijder
Lalibi di giocare seconda punta o confinato a sinistra, ma ormai lo specchio del vorrei ma non posso: non ci mette neanche la tigna delle altre volte, come se avesse mollato.

4,5
Forlan
Dice: parte quasi da centrocampista. Ok, ma lha fatto anche Etoo, un po meglio. E pure dopo, quando guarda la porta in faccia, si vede che non c ancora. O forse non c pi?

5
Pazzini
Sbaglia un paio di sponde, ok, ma non gli arrivano mai i suoi palloni: forse oggi lInter non si pu permettere una punta cos specifica, fatto sta che si intristisce presto.

5
Castaignos
Un altro che devessersi chiesto: ma perch mi fa giocare l? Dietro le punte proprio no: inghiottito dal vortice, senza vedere la porta, ma perch sputare?

7
Perez
Lavoro forse oscuro, ma si sente, altroch. E poi, se serve, capace anche di accendere la luce: Di Vaio che si avventa su quel pallone da 1 0 sentitamente ringrazia.

6
Morleo
Maicon pericoloso in versione centravanti, quando non affar suo, e Faraoni in serata devastante. Potrebbe quasi spingere di pi, ma sceglie di fare il suo: bene.

7
Ramirez
Non segna da due mesi, ma quando gioca cos come se lo facesse: pi compattezza che fantasia finch non decide di sprigionare talento, e per lInter son dolori. (Kone 6 Sostanzioso)

6,5
Diamanti
Serata da operaio che non dimentica di saper giocare a calcio. Gioca fra le linee, cuce i reparti, si fa il mazzo: pi utile che bello, ovvero quel che serve.

6
Taider
Entra quando Diamanti ha dato tutto e serve qualcuno che congeli palloni, faccia ragionare la squadra, dia equilibrio: missione compiuta, senza scomporsi.

7
Acquafresca
Un po di dente avvelenato con lInter ce lha, ma quel gol da attaccante sereno: si fanno portare a spasso in 3 4, ma lui ha la palla attaccata al piede. Bellissimo.

TERNA ARBITRALE: DAMATO 6,5 Partite cos per gli arbitri sono una discesa, se non se la complicano da soli. Non gli si pu rimproverare di non aver visto lo sputo di Castaignos. Niccolai 6-Musolini 6

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

SERIE A ANTICIPI 24a GIORNATA

Difesa bunker Cecchino Di Vaio Bologna perfetto


I gol del bomber lanciano i rossobl, mai k.o. nel 2012. Pioli: Li abbiamo fatti correre
GIULIO DI FEO MILANO

della Fiorentina (dal 1993 al 1995, un campionato di B vinto) e ha imbrigliato lex maestro. I tifosi lo acclamano sullaria de La donna mobile, lui saluta e sorride. A fine gara spiega tatticamente lo scacco matto: Sapevo che loro avrebbero giocato con un centrocampo a quattro, quindi ho sfruttato la fantasia degli uomini tra le linee. Abbiamo dimostrato personalit, li abbiamo fatti correre. Poi sono lodi per i suoi: Il pi bel Bologna dellanno, quando vinci con questo risultato contro un avversario cos forte vuol dire che fai una partita quasi perfetta. La vittoria importante per la classifica, anche perch quelle dietro non mollano. Noi puntiamo ai 40 punti. Gran serata, ma dimentichiamocela subito e mettiamoci sotto.
Ritorno La gemma del 3-0 una di quelle stantuffate da attaccante di razza che (vero, con la complicit di Nagatomo) Acquafresca sa fare. Robert aveva fatto toccata e fuga in nerazzurro, da ragazzino. E a fine gara, a Sky, uno dei pochi a dare uno spiraglio di luce ai nerazzurri: Per loro non era una gara facile gi allinizio, poi stato difficile raddrizzarla. Ma saranno in grado di uscire da questo momentaccio. E sulla partita: Non potevamo mai immaginare di vincere cos. Abbiamo disputato una gran partita, a viso aperto. Il presidente Guaraldi raggiante: Almeno per una notte lInter siamo stati noi. Serata bellissima. Sempre Bologna, sempre numeri: tra recuperi e turni di campionato che incombono, Pioli giocher in casa le prossime 4 partite. Fiorentina, Udinese, Novara e Juve avvisate: questi non scherzano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PORTE APERTE A S. SIRO

MARSIGLIA IL TECNICO

0-1
Inter-Trabzon.
14 settembre 2011 Champions League Fase a gironi nella foto: Celustka

0-3
Inter-Napoli
1 ottobre 2011 Campionato 6a giornata foto: Hamsik

Deschamps: Contro di noi mi aspetto unaltra Inter


MILANO (lu.tai.) Oltre ai bolognesi, qualcun altro si deve essere divertito ieri a San Siro. In tribuna cera infatti Didier Deschamps, allenatore del Marsiglia che mercoled aspetta al Velodrome lInter per landata degli ottavi di finale di Champions League. Lex juventino parla dellennesimo tracollo nerazzurro, ma i concetti sarebbero stati probabilmente gli stessi anche dopo. Troppo furbo e diplomatico, Deschamps. Non c dubbio che i nerazzurri siano pi concentrati sulla sfida di Coppa. In campionato lInter ha avuto dei problemi nelle ultime partite. Adesso sar difficile per loro giocarsi lo scudetto. Quindi, la Champions un obiettivo molto importante e a Marsiglia non mi aspetto unInter come quella che ho visto ultimamente. Il 4-0 del Milan allArsenal farebbe pensare che a volte il passaggio del turno si decide allandata. No, in generale, la qualificazione si gioca al ritorno ribatte Deschamps . E lInter ha il vantaggio di giocare in casa la seconda. Chiusura sulla Juve: Sono contento per Conte. Ha il vantaggio di conoscere bene questa societ, la mentalit. una squadra molto forte, la societ ha investito tanto e bene e sta facendo un ottimo lavoro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

1-2
Inter-Juventus
29 ottobre 2011 Campionato 10a giornata foto: Marchisio

Numeri alla mano, questo Bologna: nel 2012 non ha mai perso, sei risultati utili di fila beccando soltanto due gol e uscendo indenne (anche) da campi tosti come Napoli e Roma, non ne fa tante ma tiene duro dietro cos da aumentare il peso specifico di ogni rete. Questo Bologna, numeri a parte: un cecchino in maglia bianca, un tiratore scelto che sta immobile e resiste compatto finch non ha lavversario nel mirino. Poi Di Vaio preme il grilletto.
Marco Di Vaio, 35 anni, festeggia mentre Yuto Nagatomo, 25, si dispera AFP
Morso letale Un bomber da oltre

0-1
Inter-Udinese
3 dicembre 2011 Campionato 14a giornata foto: Isla

1-2
Inter-Cska
7 dicembre 2011 Champions League Fase a gironi foto: Doumbia

0-1
Inter-Novara
12 febbraio 2012 Campionato 23a giornata foto: Caracciolo

200 gol in carriera, che lultima volta ai nerazzurri aveva fatto il solletico. Era un Inter-Juve 3-2 del 2004, lui in bianconero timbr lultima inutile rete al 93. Aveva fame di Inter, insomma, Di Vaio, e ieri lha azzannata al collo in due minuti. A fine primo tempo aveva fatto il modesto: Fare gol a San Siro? Bella soddisfazione. Ma manca ancora un tempo e loro torneran-

no in campo carichi, sarebbe bello se fossero due gol che portassero alla vittoria. Detto, fatto. Appollaiato un metro dietro Ranocchia e compagni, e ben assistito dalla fantasia di Diamanti e Ramirez, si caricato lattacco rossobl sulla schiena e non ha sbagliato nulla. A un quarto dora dalla fine Pioli lha cambiato con Acquafresca. Cambiasso gli va a fare i compli-

menti, lui gli regala la fascia. E mentre i bolognesi lo invitano a saltare con loro, lui esce lento, con passo da padrone, beccandosi una salva di fischi degli interisti che vale come due standing ovation.
Lallievo Ma la vittoria di San Si-

0-3
Inter-Bologna
Ieri Campionato 24a giornata foto: Di Vaio

ro porta ben impresso anche il marchio di Pioli. Che era stato giocatore di Ranieri ai tempi

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

SERIE A ANTICIPI 24a GIORNATA


FIORENTINA NAPOLI
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 0-1 MARCATORI Cavani al 3 p.t; Cavani al 10, Lavezzi al 46 s.t. FIORENTINA (3-5-2) Boruc; Gamberini, Natali, Nastasic; Cassani, Behrami (dal 1 s.t. Salifu), Montolivo, Oliveira (dal 19 s.t. Marchionni), Vargas (dal 30 s.t. Cerci); Jovetic, Amauri. PANCHINA Neto, Felipe, Romulo, Ljaijc. ALLENATORE Rossi. NAPOLI (3-4-2-1) Rosati; Campagnaro (dall11 p.t. Grava), Cannavaro, Britos; Maggio, Inler, Dzemaili, Dossena; Hamsik (dal 25 s.t. Gargano), Lavezzi; Cavani (dal 28 s.t. Pandev). PANCHINA De Sanctis, Fernandez, Zuniga, Dezi. ALLENATORE Mazzarri. ARBITRO Orsato di Schio. ESPULSI nessuno. AMMONITI Oliveira (F), Hamsik (N) e Britos (N) per gioco scorretto; Amauri (F), Rosati (N) per comportamento non regolamentare.
NOTE Paganti 7.018, incasso di 131.095,00; abbonati 13.024, quota di 228.889,40 euro. Tiri in porta 2-5. Tiri fuori 8-7. Angoli 3-5. In fuorigioco 3-1. Recuperi: primo tempo 5; secondo tempo 3.

0 3

Tremendo
Torna il Napoli da Champions Fiorentina gi
Doppietta di Cavani, segna anche Lavezzi I viola non vanno oltre un palo di Natali
LUCA CALAMAI FIRENZE

MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO

c GOL! 5 Tocco di Hamsik per Cavani che scatta sul filo del fuorigioco e batte Boruc.
24 Angolo di Lavezzi e colpo di testa di Maggio che centra in pieno la traversa. 29 Angolo di Vargas e colpo di testa di Natali che centra il palo. SECONDO TEMPO

c GOL! 10 Lancio di Hamsik per Cavani


che controlla in corsa e batte Boruc con un destro violentissimo. 45 Conclusione di Pandev respinta da Boruc: Lavezzi di testa mette clamorosamente a lato.

c GOL! 46 Fuga di Lavezzi da centrocampo che conclude la sua volata realizzando un bellissimo gol.

Ci sono persino gli applausi dei tifosi viola per luscita dal campo del Matador. Evento raro da queste parti. Un simile onore stato tributato, in passato, a Messi. A Firenze sanno riconoscere i campioni. Edinson Cavani mette la sua firma sul 3 a 0 finale realizzando una doppietta che strappa un sorriso pure allincontentabile Mazzarri. La squadra partenopea arriva tirata a lucido nel momento caldo della sua stagione. Un tempismo perfetto. La vittoria al Franchi importante in vista dellattesa sfida di Champions contro il Chelsea, ma offre nuovo colore an-

che al campionato. In un colpo solo Lavezzi e compagni scavalcano Inter e Roma (anche se i giallorossi avranno modo di rispondere domani allOlimpico) portandosi al quinto posto in classifica. La zona Champions non vicina, ma neppure irraggiungibile, altra benzina per una macchina che sembra tornata dincanto quella di un anno fa. Con i tre tenori a regalare magie. Cavani si prende la copertina con due gol che lo fanno salire a quota 15 nella classifica dei cannonieri. Ma non hanno meno valore i due assist di Hamsik (salter per squalifica la prossima partita di campionato contro lInter) e la rete finale di Lavezzi dopo una travolgente galoppata. Il Napoli pronto per il Chelsea.

E, attenti, la partita di Firenze dimostra una cosa: se in questo momento dai campo a gente come Cavani e Lavezzi sei morto. Questo vuol dire che la squadra di Mazzarri dovr avere molta pazienza marted prossimo al San Paolo, dovr stare attenta a non prendere gol. Con quei tre fenomeni davanti la qualificazione pu andare a conquistarla anche a Londra.
Partenza sprint Il Napoli sor-

prende i viola con una partenza sprint. Al 3 entrano in scena i tre tenori: Lavezzi pesca Hamsik al limite dellarea, delizioso il tocco in verticale dello slovacco che libera in area Cavani (tenuto in gioco da Nastasic). El Matador chiude questo triangolo magico scaraventando il pal-

lone in rete. Non ci sono soltanto buone notizie per il Napoli. Pochi minuti dopo Campagnaro deve chiedere il cambio per un problema muscolare. Difficile immaginarlo in campo tra pochi giorni nella sfida di Champions. La partita va avanti a strappi, con buone occasioni da gol da una parte e dallaltra. Centra la traversa di testa Maggio (angolo di Lavezzi) e risponde Natali che scheggia il palo sempre di testa (angolo di Vargas). Il Napoli tiene il campo con grande personalit grazie anche a un ritrovato Inler che tiene corta la squadra e che sempre presente in cabina di regia. La Fiorentina paga lassenza dellinfortunato Pasqual sulla corsia di sinistra (Vargas lontano anni luce da una con-

dizione fisica accettabile) e fatica a dare il pallone nei tempi giusti a Jovetic ingabbiato tra Dzemaili e Cannavaro. Di sicuro non c tempo per annoiarsi.
C anche il Pocho Delio Rossi affronta la ripresa con il giovane Salifu al posto di un malconcio Behrami. Ma linizio di gara ancora firmato Napoli che al 10 raddoppia. La verticalizzazione di Hamsik che pesca ancora lo scatenato Cavani. El Matador controlla in corsa, tenuto in gioco stavolta da Cassani, e fa secco Boruc con un destro alla Gigi Riva. I protagonisti sono pi o meno quelli del primo gol ma lo schema leggermente diverso. La squadra di Mazzarri insiste. Lavezzi prova a mettere anche il suo sigillo sul-

le Pagelle

DI MIMMO MALFITANO

FIORENTINA VARGAS SPAESATO, COME OLIVERA 5 h6


lallenatore Rossi il migliore Natali
Sul piano della qualit non c stata corsa, il Napoli stato superbo. Ma la sua Fiorentina non ha mai dato limpressione di poter reggere il confronto con lavversario. Sorpreso dal taglio di Cavani, prova a riprendersi cercando il gol del pareggio. Lo sfiora prendendo in pieno il palo con un colpo di testa.

Inerme dinanzi allo strapotere del Napoli.

Quando gira il tridente lapoteosi certa.

7,5

NAPOLI HAMSIK ILLUMINA, IL POCHO TROVA IL GOL 7 h8


lallenatore Mazzarri il migliore Cavani
Il turnover giusto farlo quando hai la vittoria in cassaforte. Il suo Napoli si ritrovato nel momento giusto, alla vigilia dalla sfida di Champions League, col Chelsea. La continuit sotto rete impressionante, segna altri due gol e sale a quota 15. Apprezzabili anche i suoi recuperi in aiuto ai difensori. Un campione vero. Pandev 6 Entra e impegna Boruc.

5,5
Boruc
Praticamente compie una sola parata su Pandev sul finire della partita. Purtroppo per lui la difesa non laiuta sulle tre reti subite: serata da dimenticare.

5
Gamberini
Naufraga pure lui sotto i colpi micidiali del contropiede napoletano. Viene tagliato fuori insieme con Natali in occasione delle tre reti subite.

5
Nastasic
Tiene in gioco Cavani in occasione del primo gol sbagliando il fuorigioco. Lavezzi gli sfugge sul finire della gara e va a segnare il terzo gol.

5
Cassani
Ci prova a spingere, ma sbatte contro Dossena che non gli concede nulla a parte qualche timido cross. Gli mancata la solita velocit nelle ripartenze.

5
Behrami
Sembra disorientato, non riesce a trovare la posizione e spesso concede a Dzemaili quei metri in pi che danno al Napoli la possibilit di reggere a centrocampo.

5
Montolivo
Davvero poca roba. Quando uno come lui non riesce ad emergere allora davvero notte fonda per una squadra che, nelloccasione, non ha avuto geometrie di gioco.

6
Rosati
E allesordio in questo campionato e la modesta qualit dellattacco avversario gli permette di trascorrere una serata del tutto tranquilla.

s.v.
Campagnaro
Si infortuna dopo 10 minuti ed costretto ad uscire. E in dubbio per il Chelsea.

7
Cannavaro
Il capitano la vera anima della difesa. Si appiccica ad Amauri e non gli permette nemmeno una conclusione pericolosa. Sinfortuna al ginocchio, ma sar pronto per il Chelsea.

6,5
Britos
In difesa non deve impegnarsi pi di tanto, perch Jovetic ed Amauri si annullano da soli. Allora, va a saltare nellarea avversaria rendendosi pure pericoloso.

6,5
Maggio
Se Vargas non incide per niente sul gioco della Fiorentina gran merito soprattutto suo che gli chiude tutti gli spazi per spingere: in crescita.

6,5
Inler
Pare che si sia ritrovato dopo qualche mese di rendimento altalenante. Puntuale nelle chiusure su Olivera e sul giovane Salifu nel secondo tempo.

4,5
Olivera
Si perde nella morsa del centrocampo avversario. Con Inler, il confronto impari, il centrocampista napoletano non gli concede spazi per manovrare.

4,5
J. Vargas
Quellesterno che andava veloce sulla fascia sinistra resta soltanto un ricordo. Cerci 5 Prova qualche giocata a effetto, ma si perde nel grigiore generale della sua squadra.

4,5
Jovetic
Inguardabile, non riesce mai a superare lavversario ed sempre anticipato nella fase offensiva. Da un talentuoso come lui lecito aspettarsi di pi.

5
Amauri
Imbarazzante, Cannavaro lo rende inerme e lui non sa fare altro che sgomitare e strattonare lavversario. Si fa apprezzare soltanto per due colpi di testa.

5,5
Salifu
E giovane e viene messo in mezzo da Inler e Dzemaili, che lo aggrediscono senza piet. Lui prova a contrastare, ma la maggiore esperienza degli avversari lo penalizza.

5
Marchionni
Rientra dopo un lungo periodo di assenza e finisce subito per essere travolto dallimpeto di Maggio e dai recuperi di Grava: ha tanto ancora da lavorare.

6
Dzemaili
Buono il primo tempo, cala un po nella ripresa dopo aver speso tanto per dare sostegno alla difesa quando lavversario ha provato ad annullare il primo svantaggio.

6,5
Dossena
Ha ripreso a dominare sulla fascia sinistra lasciandosi dietro un disperato Cassani che ha arrancato ad ogni sua volata. Apprezzabili i cross per Cavani.

7
Hamsik
Quando in condizione non ce n per nessuno. Stavolta, il talento lo dimostra tutto tagliando due palloni perfetti per gli inserimenti vincenti di Cavani.

7,5
Lavezzi
Trova il gol con unazione straripante, parte dalla sua met campo e stronca in velocit prima Salifu e poi Nastasic prima di uccellare Boruc: un grande trascinatore.

6,5
Grava
Entra dopo pochi minuti dallinizio della gara per sostituire Campagnaro e si guadagna la pagnotta andando a confrontarsi con i muscoli di Jovetic.

6
Gargano
Entra quando il risultato gi stato archiviato. Prova a tenere palla per far trascorrere il tempo e gli riesce pure bene, lui che non uno dai piedi buoni.

TERNA ARBITRALE: ORSATO 7 Ha diretto con autorit senza sbagliare nulla. Preciso nelle ammonizioni, concede anche qualche vantaggio senza condizionare le due squadre. Petrella 6; De Luca 6

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

la Moviola
DI VINCENZO CITO

Gol regolari, Amauri non era in fuorigioco


Regolari i due gol di Cavani su altrettanti assist di Hamsik. Nell1 0 tenuto in gioco da Nastasic e Gamberini, nel 2 0 da Cassani. Non c invece, al 38 del primo tempo (sull1 0), il fuorigioco fischiato ad Amauri, che era stato smarcato in area da Montolivo. Le ammonizioni ci stanno tutte: ad Hamsik che salta scompostamente su Olivera, a Britos che alza il braccio nel tentativo di fermare Behrami, a Olivera in ritardo su Inler, ad Amauri che tocca la palla con la mano e, nel secondo tempo, a Rosati per eccessiva perdita di tempo.

ilPersonaggio EDINSON CAVANI

DAL NOSTRO INVIATO

GAETANO IMPARATO FIRENZE

ed avr altro a cui pensare che non allInter che becca in casa con lInter.
Matador, che numeri Colpiti co-

Il Matador trascinatore: il Chelsea non fa paura


Luruguaiano: Con questa mentalit, nulla impossibile. Hamsik sar squalificato: Lho meritato

Hamsik, Cavani e Lavezzi: quelli che la scaramanzia, il malocchio, non sanno cosa sia. E se vestono azzurro-Napoli, di per s, la cosa fa notizia. Marek Hamsik, solita maglia 17 nella gara che cade il diciassette di febbraio, ha piazzato prima lassist del vantaggio a Cavani, replicando sul raddoppio con identica destrezza. E il Napoli ha innescato un colpo fuori casa che mancava dopo il blitz di Palermo dinizio anno. Dopo solo 2 la prima invenzione, classica giocata che ti fa esplodere la gara come un petardo di coriandoli e pone la traiettoria della sfida in discesa. Lassist per Cavani? S, utile in un buon primo tempo che abbiamo giocato bene. Ma la gara era complicata, difficile, la Fiorentina s aperta e ci ha messo in difficolt dopo quella rete. Siamo riusciti ad essere attenti in fase difensiva e ripartire.
Viola tab Pi forti della cabala, da dribblare anche le paure di De Laurentiis che quando vede 17 (in calendario), e i colori che nello spettacolo terrorizzano anche le quinte (il viola, appunto, dellamico Dell Valle) sarebbe capace di camminare con corni o incensi in tasca ed esorcisti come body-guard. E un po ha ragione, visto come Hamsik s beccata lammonizione che gli far saltare la gara con lInter. Ma, guardando lintera sua serata, di malocchio assolutamente non c traccia. Il giallo che ho avuto giusto, ammetto che me lo sono meritato nella giocata su Olivera. Salto lInter? S, mi spiace. Ma marted c il Chelsea al San Paolo,

me dalla visione del diavolo, invece, sembrano le spie di Villas Boas, tecnico del Chelsea. Con la doppietta di ieri El Matador passa a 15 reti in campionato: valutando lo score della brochure fiorentina ha una media di poco inferiore al 50% quanto a realizzazione, visto come in porta, nelle 24 gare del torneo, ha tirato 34 volte in porta. La prima cosa che mi viene in mente dopo questa grande prestazione - ammette Cavani - e che finalmente possiamo pensare alla sfida col Chelsea, che attendiamo da sempre ed dura.
Gi english Il torneo scivola via

la partita cercando un eurogol: il tocco sotto che gli permette di beffare due avversari perfetto, ma il Pocho non riesce a battere Boruc. Comunque, anche lui sta bene e lo dimostrer realizzando la rete del 3 a 0. Cos come non sfigura il portiere Rosati, chiamato a sostituire De Sanctis (stranamente in panchina): grande attenzione tra i pali, un paio di buone uscite e anche un pizzico di fortuna quando un tentativo di autorete di Britos accarezza il palo. A met ripresa Mazzarri richiama in panchina prima Hamsik e poi Cavani. E lora di cominciare a pensare alla Champions.
Viola fischiati E la Fiorentina? Anche Rossi raschia il fondo

dalla sua panchina inserendo il disperso Marchionni (al debutto stagionale) e Cerci, fischiato addirittura dai tifosi viola. Niente da fare. Nella notte che poteva riavvicinarla allEuropa la Fiorentina rimbalza indietro. Ci pu stare. Il Napoli, in questo momento, di un altro livello e se Jo-Jo si esibisce a livelli normali la squadra viola diventa una squadra normale. Destinata a vivacchiare a met classifica in attesa di capire cosa far da grande. O meglio: se arriver la Cittadella, se rester Jovetic, se rester Corvino, se nascer un nuovo progetto. Tanti se. Forse troppi. Di sicuro ci sono i fischi dei tifosi viola. Che, per una volta, non risparmiano nessuno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il balletto di Edinson Cavani, 25 anni, dopo al rete del raddoppio che ha meno freno alla reazione della Fiorentina ANSA

subito, nemmeno il tempo di fare la doccia. Questo il calcio, imprevedibile: sia la vittoria a Firenze, sia che il Napoli potesse aspettare gli inglesi giocandosi tutte le sue chance. La cosa importante sar avere la stessa rabbia, attenzione, determinazione: cos si arriva. Il suo bottino di gol pesanti lievita, viene spontaneo augurarsene uno in Champions League. Pi che una rete - ammette - sogno una vittoria, perch vogliamo scrivere una pagina storica, molto bella, e per farlo occorre dare tutto. Gi, il cuore oltre lostacolo. Non molliamo mai, questo il segreto. A volte si vince, con una gran bella gara. Battendo anche il viola, il 17 del calendario, malocchio e paure. Ma si pensa gi, tutti, alla serata di marted, quando il San Paolo impazzir per una sfida attesa da mesi. E alla quale i tre tenori arrivano al massimo della forma.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Offerta valida fino al 29/02/2012 su Transit Connect passo corto 200S STD 1.8 TDCi 75CV Euro 5, Transit Van 250S 2.2 TDCi 100CV Euro 5 tetto basso e Transit Chassis Cabina Singola 350M 2.2TDCi 100CV Euro 5 trazione posteriore a fronte di rottamazione o permuta di un veicolo immatricolato prima del 31/12/2002. Solo per veicoli in stock grazie al contributo dei Ford Partner. Transit Connect passo corto 200S STD 1.8 TDCi 75CV Euro 5:consumi da 6,0 a 6,1 litri/100km (ciclo misto), emissioni CO2 159g/km; su Transit Van 250S 2.2 TDCi 100CV Euro 5 tetto basso: consumi 7,2 litri/100km (ciclo misto), emissioni CO2 189g/km; su Transit Chassis Cabina Singola 350M 2.2TDCi 100CV Euro 5. IVA, IPT e messa su strada escluse. I veicoli in foto possono contenere accessori a pagamento. Il prezzo del Transit Chassis non include lallestimento.

Ford veicoli commerciali. Scendono in campo gli Ecoincentivi 2012.

Oltre 7.000 di vantaggio per il tuo nuovo Ford Transit.


Transit Connect
TDCi Euro 5, Clima e Radio CD

Transit Van
TDCi Euro 5, Clima e Radio CD

Transit Chassis
TDCi Euro 5, Clima e Radio CD

10.250

14.500

17.000

sabato 18 e domenica 19

10

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

SERIE A ANTICIPI 24a GIORNATA

Rossi amaro La Fiorentina paga gli errori della difesa


Il tecnico viola: E il nostro punto forte, stavolta non ha funzionato bene. Nel primo tempo meritavamo il pari

era stata il nostro punto di forza. Il secondo gol ci ha spento, da l abbiamo perso equilibrio. Ora dobbiamo rimboccarci le maniche, ragionare con umilt, abbiamo un compito arduo: portare in porto la baracca.
Mazzata Il k.o. di ieri unaltra

nuovo flirt

Jovetic si un po intestardito E noi alla lunga abbiamo perso equilibrio


DELIO ROSSI ALLENATORE FIORENTINA

ALESSANDRA GOZZINI FIRENZE

Vargas sta con lex coniglietta?


Dopo le smentite Juan Manuel Vargas confessa la fine del suo matrimonio, come scrivevano in Per da mesi. E ora i tabloid peruviani parlano di una presunta relazione con lex coniglietta di Playboy Tilsa Lozano (nella foto)

La magia non ha funzionato, lincantesimo si spezzato subito: la mini-miniserie di vittorie consecutive (due, un record comunque mai toccato questanno) troncata qui; Rossi si agita in panchina fino a togliersi il giaccone di dosso, ma un mese dopo la sua squadra ci ricasca comunque: k.o. in casa, come era successo anche il quindici gennaio contro il Lecce. Le mosse per raddrizzare la situazione incidono pochino: dentro Marchionni, alla sua prima apparizione questanno dopo mesi di esilio, e poi Cerci, condizionato dai soliti fischi preventivi. Va detto che lallenatore perde il suo uomo migliore (Behrami) dopo un tempo, per un problema al fasciatissimo ginocchio indolenzito. Rossi: Parlare di Fiorentina disarmante esagerato, ma certo non abbiamo fatto bene. Non ha funzionato la fase difensiva, che finora

botta che fa male: una vittoria poteva rilanciare le ambizioni viola (in attesa del doppio recupero di campionato) il nuovo tonfo conferma la tesi della stagione lacrime e sangue, coppia di sostantivi unita da Rossi per far intendere lo stato di difficolt generale. Ecco il commento post gara dellallenatore, che in partita ha richiamato pi volte Jo-Jo: Non siamo certo partiti nel migliore dei modi. La reazione c stata, con poco raziocinio, ma c stata. Nel primo tempo avremmo meritato il pareggio, nel secondo il Napoli si dimostrato pi forte di noi. Concetto, quello sulla superiorit del Napoli espresso anche alla vigilia, con laugurio che potesse essere da stimolo per i suoi. Ancora Rossi: Dobbiamo giocare in un certo modo, altrimenti vengono fuori i nostri difetti. Il Napoli era in forma e gli si messa bene la partita dopo due minuti, ma noi potevamo far meglio. Labbiamo giocata alla pari, hanno preso la met campo e l hanno vinto la partita, oltre a essere stati devastanti negli spazi. Avevamo qualche giocatore che non stava bene, ma non questo il punto. Jovetic? Un po si intestardito.
Scarafaggio Quella fascia sinistra: Pasqual, terzino titolare, si sottoposto ad accertamenti: lesione di primo grado al muscolo adduttore lungo spiega il report medico del club; salter anche il recupero contro il Bologna. I guai di Vargas, sotto tono anche ieri, sono extra-campo: lex moglie dellesterno, Blanca Rodriguez Benavides, sulla propria pagina facebook ha definito illusa e cucaracha (scarafaggio) la nuova fiamma del calciatore, la coniglietta peruviana Tilsa Lozano, la prima fra laltro a rendere pubblica la relazione con il giocatore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ecco il Napoli solido, cattivo Siamo tornati squadra vera


Il d.s. Bigon si complimenta con tutti i giocatori azzurri. E la grande serata il giusto antipasto per la Champions
FIRENZE

portantissima, contro una Fiorentina in buona forma. Abbiamo fatto una partita da squadra solida, compatta, cattiva. Siamo stati una squadra vera.
Applausi Partita messa sul bina-

Le grandi notti si preparano con altre grandi notti; le luci si accenderanno di nuovo marted sera, e per avvicinare la grande Europa Mazzarri ha fatto una scelta produttiva: niente turnover contro la Fiorentina (escluso Britos per Aronica) perch le grandi sfide si agganciano meglio con leccitazione che arriva da unaltra vittoria. La notte della Champions arriva dopo la notte di Firenze: vittoria esterna che mancava da un mese e dieci giorni, secondo centro consecutivo dopo una sconfitta infilata in mezzo a quattro pareggi. Il d.s. Bigon super-felice: Prestazione im-

rio giusto dopo un paio di minuti, controllata con personalit nel primo tempo, messa al sicuro dopo dieci dallintervallo, retta con orgoglio fino alla fine (quando un po di riposo toccato prima ad Hamsik poi a Cavani, uscito tra gli applausi della tribuna viola). Luruguaiano, che qui aveva segnato il suo primo gol azzurro, mette il suo doppio marchio. Oppure le grandi notti si preparano senza risparmiarsi mai, come Lavezzi che corre per cinquanta metri allultimo minuto e mette anche la sua firma. La prossima grande notte sar tra 72 ore, contro il Chelsea. Vincere sotto le luci del Franchi per caricare la serata del San Paolo; Mazzarri, che ha spedito dentro i suoi tre gioielli dellattacco, giurava di non pensarci alla vigilia e, con i fatti a riprova della tesi, si infila sul pullman che riparte subito dallo stadio, senza aprir bocca.
Controllo Le grandi notti si avvi-

SANTACROCE

Con Fuccia conoscenza solo occasionale


Olga Porta, legale di Fabiano Santacroce spiega: I calciatori sono bersagliati da richieste di gadget, magliette e quantaltro. Solo nel genere di rapporto atleta tifoso si inserisce la conoscenza con Francesco Fuccia (arrestato ieri, ndr), come gi chiarito agli organi competenti.

cinano senza aver dovuto spendere grandi fatiche: dopo unora e con due gol in pi, scattata la manovra di controllo; Mazzarri, che prima del via si prende qualche urlaccio dalla Fiesole, fugge alla fine con la squadra che decolla con il charter dallaeroporto di Firenze, aereo che prende quota dalla pista di Peretola poco dopo la fine della partita, senza lasciare la possibilit ad allenatore e giocatori (Cavani escluso: Contro il Chelsea dobbiamo fare unaltra partita del genere, questa la strada giusta) di esprimere la propria soddisfazione. Lultimo avvertimento arriva ancora da Bigon, che prima di correre in aeroporto spiega: Abbiamo sofferto un po sulle punizione, abbiamo avuto qualche difficolt sulle palle inattive, lo sapevamo. Contro il Chelsea ci sar da stare molto attenti anche a questo aspetto.
a.goz.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Blerim Dzemaili, 25 anni IPP

TORNEO DI VIAREGGIO NELLALTRA PARTITA LA FIORENTINA DI ZOHORE SFIDA LA ROMA CAMPIONE DITALIA

CALCIO GIOVANILE

Il Parma per la storia, ma occhio a Bouy


Il talento della Juve ha impressionato, ma gli emiliani hanno gi eliminato Milan, Inter e Toro
DAL NOSTRO INVIATO

ROBERTO PELUCCHI VIAREGGIO

Juventus-Parma e Fiorentina-Roma sono le semifinali della Viareggio Cup che vanno in scena oggi, e lo spettacolo assicurato. Juventus, Roma e Fiorentina hanno in gruppo un discreto numero di campioncini, alcuni dei quali hanno gi lasciato un graffio sul torneo, mentre il Parma ha stupito per il suo essere squadra; alla quarta semifinale e lultima volta, nel 1996, in campo cerano Buffon e Barone, futuri campioni del mondo. Per non ha mai vinto la coppa, mentre otto sono andate alla Fiorentina (la Juve a 7, la Roma a 3). Quale giocatore potrebbe essere decisivo? Negli occhi abbiamo ancora quel fantastico sinistro da 35 metri contro il Club Guaran, una perla che testimonia la bravura di Ouasim Bouy, 18 anni, olandese inseguito dalle squadre di mezza Europa e preso dalla Juve senza tirare fuo-

ri un euro (era in scadenza di contratto con lAjax) grazie al lavoro di diplomazia del procuratore Mino Raiola, che vede in lui un Van Bommel con pi fiuto del gol. Mancino dallottima visione di gioco, Bouy stato provato subito da Baroni e lui ci ha messo poco a mostrare il proprio talento (3 gol). Il tecnico, per, ha deciso di dosarlo, un po per tenerlo coi piedi per terra, un po perch nella Juve i talenti non mancano.
Mi manda Drogba Kenneth Zoho-

ta che ha visto i giallorossi uscire dallEuropa League. C un video, su Youtube, in cui un tifoso ironizzava sul fatto di aver dovuto spendere 26 euro per vedere Verre. Ma il ragazzo destinato a far innamorare i tifosi. Dotato di tecnica e cervello, pu giocare come mezzala nel centrocampo a tre, come trequartista e come attaccante esterno nel tridente. Il fiuto del gol non gli manca (al Viareggio gi a quota 3), ma la seriet il suo segreto. Gi adesso vale molto di pi di 26 euro...
Rivoluzione Il Parma non ha un giocatore che si distinto pi di altri, lo spirito di squadra ad aver caratterizzato il cammino. Il mercato ha portato freschezza e qualit, elementi che hanno avuto un peso forte nelle vittorie su Milan, Inter e Torino, e che potrebbero averlo anche sul resto della stagione, cominciata male (eliminazione agli ottavi di Coppa Italia e terzultimo posto in campionato con 3 vittorie su 16 partite). Il Parma ha pescato nellInter (Galimberti, Monachello), ma sono new entry pure Mantovani, Sprocati e Bentoglio. Qualcuno di loro potrebbe regalare agli emiliani una finale da sogno (si terr regolarmente a Viareggio, anche se con 350 posti in meno).
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gazzetta Cup, sono aperte le iscrizioni

re, 18 anni, ha segnato contro la Lazio il suo primo gol con la Fiorentina, che lo ha acquistato per 600 mila euro dal Copenaghen. Lattaccante, cugino di secondo grado di Drogba, debutt nel marzo 2010 in prima squadra, diventando lesordiente pi giovane del campionato danese (16 anni e 35 giorni). Ha giocato anche in Champions e frequenta stabilmente le nazionali giovanili. Sorretto da un fisico imponente (188 centimetri di altezza), ottimo con il piede sinistro ed eccellente di testa, abile nello stretto, potente al tiro. Non sempre, per, sufficientemente lucido in area. Valerio Verre, 18 anni, un pilastro della Roma di De Rossi, ma ha stregato anche Luis Enrique, che lha fatto esordire con lo Slovan Bratislava, nella parti-

Ouasim Bouy, a destra, esulta dopo la prodezza col Club Guarani LAPRESSE

IL TABELLONE LUNED LA FINALE A VIAREGGIO

Dopo il successo dello scorso anno, sta per tornare Gazzetta Cup, la manifestazione rivolta ai bambini nati tra il 1999 e il 2003 organizzata dal nostro giornale e dal Centro sportivo italiano. Le iscrizioni sono aperte sul sito www.gazzettacup.it, i comitati locali del CSI sono a gi al lavoro per curare nei minimi dettagli tutte le 10 tappe cittadine del torneo che quest'anno si giocher a Bari, Bolzano, Catania, Macerata, Milano, Napoli, Padova, Parma, Roma e Torino. I giovani partecipanti saranno divisi anche in questa edizione in due categorie, i pi piccoli rientreranno nella categoria Junior e giocheranno a calcio a 5 mentre gli altri faranno parte della categoria Young e si cimenteranno nel calcio a 7.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GDS

* Messaggio pubblicitario con finalit promozionale. Il periodo di promozione varia da citt a citt secondo la vigente normativa locale. Esempio: Prezzo del bene 895 ( 799 divano 3 posti + 96 per optional letto), spese istruttoria pratica 48 Tan fisso 0% Taeg 18,45%, in 12 rate da 78,58 oltre le seguenti spese gi incluse nel calcolo del Taeg: spese incasso e gestione rata per singolo pagamento 1,5, imposta di bollo 14,62, spese per comunicazioni periodiche (almeno una all'anno) 1,03 oltre 1,81 per imposta di bollo. Importo totale del credito 943. Importo totale dovuto dal Consumatore 978,46. Al fine di gestire le tue spese in modo responsabile e di conoscere eventuali altre offerte disponibili, Findomestic ti ricorda, prima di sottoscrivere il contratto, di prendere visione di tutte le condizioni economiche e contrattuali, facendo riferimento alle Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori presso il punto vendita. Salvo approvazione di Findomestic Banca S.p.A.. Chateau dAx: Fornitore di beni e servizi, per la promozione e collocamento di contratti di finanziamento di Findomestic Banca S.p.A. per lacquisto dei propri beni e servizi e legato da rapporti contrattuali con uno o pi finanziatori. **Nei modelli disponibili con letto.

PELLE 100% LE A NATUR

DELYA a partire da

2.598

999

PELLE 100% LE A NATUR

Vai su www.chateau-dax.it e guarda il filmato con tutte le offerte!

140 negozi di arredamento in Italia aperti anche domenica pomeriggio numero verde 800-132 132

Offerta valida fino al 4 marzo 2012 fino ad esaurimento scorte. Periodo validit saldi secondo disposizioni regionali. I saldi non sono applicati su tutti i prodotti esposti. Offerta limitata ai modelli oggetto della campagna pubblicitaria e valida solo nei negozi che aderiscono alliniziativa. Su tutti i modelli, cuscinetti e poggiatesta optional.

OSIRIDE a partire da

Saldi 50%

pi del anche in comode Chateau dAx rate* Scegli tutta la casa

1.800

799
1 200

399

NANIK 3 POSTI (cm 214), RIVESTITO IN TESSUTO E COMPLETAMENTE SFODERABILE. O SUT LE TES ERABI D a partire da SFO 100%

PELLE 100% LE A NATUR

OSIRIDE a partire da

risparmiando pi della met.

2.798

1.299

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

Sui divani della collezione Chateau dAx per loptional letto** aggiungi solo

O SUT E TES ERABIL D SFO 100%

al mese per 12 rate*

MILTON a partire da

LA GAZZETTA DELLO SPORT

2.470

Goditi la vita! Scegli i saldi Chateau dAx.

1.199

11

12

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

SERIE A ANTICIPO 24a GIORNATA


IL BORSINO DEGLI ATTACCANTI BORRIELLO NON HA ANCORA LASCIATO IL SEGNO

Caccia al killer
Matri, Vucinic, Borriello La Juve chiede pi gol
I bianconeri hanno il problema dellastinenza sotto rete, ma Conte si fida delle statistiche e prepara una staffetta
Perch vedere
DAL NOSTRO INVIATO

Sale Borriello Sono comunque

JUVENTUS-CATANIA
Dopo le tensioni di Parma, la squadra di Conte affronta il Catania con lobiettivo dei tre punti. Ma allandata fu 1-1, con gol di Krasic
Juventus Stadium, ore 20.45

MIRKO GRAZIANO VINOVO (TORINO)

Antonio Conte lo va dicendo da tempo. Un po mi disturba il fatto che non concretizziamo per quanto costruiamo in fase offensiva. In effetti, una costante da inizio stagione. Le punte lavorano molto, lottano, non si risparmiano mai, ma hanno spesso bisogno di pi palle buone per buttarla dentro. In-

somma, cinismo zero. L davanti, manca il killer, luomo che ti consente di portare a casa i tre punti anche quando non tutto gira al meglio. LInter del Triplete aveva Milito, il Milan ha Ibrahimovic, le ultime grandi Juventus potevano contare sul velenosissimo David Trezeguet. Gente da una palla, un gol. A oggi, in campionato, il bottino delle punte di Conte di tredici gol: nove Matri, tre Vucinic e uno Quagliarella; al palo Del Piero e Borriello. Nelle

squadre di testa, spiccano i 17 centri del solo Di Natale, i 15 di Ibrahimovic e i 12 di Klose e Milito. Per un po ha sopperito soprattutto Claudio Marchisio, sei reti nella prima fase del campionato. Ma venuti meno i gol dei centrocampisti (Pepe per esempio ne ha fatti cinque), ecco che sono arrivati due 0-0 consecutivi, contro Siena e Parma, pareggi che hanno rimesso in corsa un Milan apparso a un certo punto addirittura alle corde.

fiducioso - ha detto ieri Conte -. Numeri alla mano, siamo la squadra che tira di pi. Facciamo pi possesso palla di tutti nella met campo avversaria, e anche a livello di incisivit e pericolosit siamo primi in Italia. Dati che ci dicono che il meccanismo funziona. Certo, si fatica a centrare la porta, ma credo sia solo un momento sfortunato. Basta sbloccarci e voleremo. Mi viene in mente proprio Milito, che dopo un periodo maledetto tornato a essere il bomber implacabile che conoscevamo. Intanto, contro il Catania sembra arrivato il turno di Marco Borriello. Il tecnico della Juve lo ha visto particolarmente in forma nelle ultime sedute, e questa sera dovrebbe affiancarlo a Vucinic. Per lex milanista, finora, due gare da titolare in Coppa Italia (Roma e Milan) e spiccioli in campionato (complessivamente, una quarantina di minuti contro Cagliari e Siena). Quagliarella e Matri entreranno probabilmente a gara in corso. Del Piero? Ieri aveva la febbre ed rimasto a casa: stamattina si decide. Per il resto, probabile 3-5-2, con Pepe e De Ceglie sulle fasce e Giaccherini a fare il Vidal.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL MERCATO IL CLUB SI MUOVE IN PROSPETTIVA COPPE EUROPEE

Higuain o Benzema pi Ramirez nel progetto per il nuovo attacco


Per luruguayano del Bologna un ruolo alla Del Piero. Occhi su Damiao e Jovetic
DAL NOSTRO INVIATO

Elia, e Quagliarella) il traguardo non proibitivo.


Il killer Fra gli specialisti delle

VINOVO (Torino)

Ai vertici bianconeri ben chiaro cosa serva per sbarcare in grande stile nella prossima Champions League: su tutti, un centravanti di livello internazionale e un raffinato rifinitore. Insomma, il bomber dalle alte percentuali e il giocatore che accenda i sogni di un popolo che presto sar orfano di Alessandro del Piero, il Capitano dei Capitani, poesia pura per quasi 20 anni. Serviranno almeno 50 milioni solo per i cartellini, ma con l'aiuto di una cessione eccellente (uno o anche due fra Krasic,

aree di rigore sono in particolare tre i nomi nel mirino di Agnelli e Marotta: l'argentino Gonzalo Higuain, il francese Karim Benzema e il brasiliano Leandro Damiao. Per quanto riguarda i primi due, la Juve alla finestra, perch di fatto a Madrid in corso un vero e proprio ballottaggio. Entrambi sono infatti stufi di giocarsi una sola maglia nelle gare che contano, e hanno quindi praticamente invitato Mourinho e la societ (ovvero Florentino Perez) a scegliere entro la fine di questa stagione. Qualche segnale, alla Juve, gi arrivato da Higuain, che tramite il suo entourage ha fatto sapere di gradire parecchio Torino quale eventuale destinazione lontano dal Real. Ci sarebbe la forte e scomoda concorrenza del Chelsea, ma in corso Galileo Ferraris sono convinti di avere ottime carte da met-

tere sul tavolo. Dovessero saltare le piste spagnole, occhio a Leandro Damiao, 22enne attaccante dell'Internacional. Un gigante di 187 centimetri, piedi parecchio buoni e gi nazionale brasiliano. Marotta lo ha trattato a inizio gennaio, ma i tempi non erano ancora maturi. Alternative l davanti? Particolare attenzione, per giugno, alle scelte del City, che potrebbe lasciar partire uno fra Dzeko e Tevez.
Ramirez e... Idee chiare sull'uo-

IN PRESTITO AL TORINO

Pasquato allunga il contratto al 2017

mo che dovr sostituire Del Piero. Da tempo, Marotta sulle tracce di Gaston Ramirez, il 22enne gioiello uruguaiano del Bologna. Rapporti ottimi fra i club, che proprio il mese scorso hanno concluso gli affari Sorensen e Taider. Costo del cartellino? Quindici milioni. Per la Juve il prezzo okay, ma gli emiliani sperano ancora in rilanci esterni. Cos, restano costantemente monitorate le piste che portano al 19enne Mario Goetze (nazionale tedesco del Borussia Dortmund) e a Stevan Jovetic, stella della Fiorentina, che fa impazzire i vertici bianconeri. La strada verso il montenegrino per al momento ai limiti dell'impraticabile.
m.gra.

MILANO (f.d.c.) Sei mesi di prestito secco al Torino e poi torner in bianconero: il cammino di Cristian Pasquato, 22 anni, gi ben definito. La Juventus, infatti, non intende assolutamente mollare il talentuoso esterno (che nella prima parte di stagione ha giocato con il Lecce), cos nei giorni scorsi lo ha blindato trovando lintesa per il rinnovo al 2017 con adeguamento del contratto.

Higuain e Benzema, entrambi 24 enni: nel mirino dei bianconeri REUTERS

RIPRODUZIONE RISERVATA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

13

AVEVA DETTO

d Conte riattacca
S

do in cerca di favori, sia chiaro, voglio parit di trattamento. E basta.


Lezione di stile da chi? Ha sentito e letto i pensieri di Donadoni, Ranieri e Lo Monaco. Io poco elegante? Complottista? Oppure istigatore delle folle? Non accetto lezioni di stile da chi mi ha criticato. Ho sempre affrontato ogni situazione in modo sereno, ma forse ho detto cose che hanno destabilizzato l'ambiente. Ranieri, per esempio, spera che dopo le mie parole non ci siano condizionamenti. Ma allora, questi condizionamenti ci sono o no? Ci sono per tutti o per nessuno? una frase strana, mi lascia perplesso. O io non capisco l'italiano oppure Ranieri ritiene che ci sia veramente la possibilit di condizionare l'ambiente. Di che parliamo, quindi?. E a Lo Monaco, dg del Catania, dico che non pu pensare che io voglia aizzare i nostri tifosi. Non fa parte della mia persona, lo dice la mia carriera. Se c' un rigore al

Cos lallenatore juventino dopo lo 0-0 di Parma: Si deve avere il coraggio di concedere un rigore quando evidente, anche se capita allultimo minuto. Ma vedo che contro la Juve c sempre paura

Non accetto lezioni di stile


Il tecnico juventino ritorna sulle polemiche Anche Ranieri vede i condizionamenti...
DAL NOSTRO INVIATO

VINOVO (Torino)

S
Da sinistra i due attaccanti bianconeri Alessandro Matri, 27 anni, e Mirko Vucinic, 28 anni
IPP

Un giorno Antonio Conte far come Jos Mourinho, e mander in conferenza stampa il mio vice, Angelo Alessio. Lui me lo chiede ogni tanto, ma aspettatevelo solo in caso di vittoria. Non certo ieri, dopo la bufera arbitri, con il rischio che il silenzio potesse essere interpretato come un comodo e per nulla coraggioso passo indietro rispetto a quanto dichiarato a Parma, con i conseguenti attacchi di Donadoni, Ranieri e Lo Monaco. Io ho un trascorso calcistico, uno storico che dice: calciatore indomito, ma sempre leale. Quindi, zero paura delle telecamere e linea coerente, a petto in fuori, perch le mie non sono lamentele da provinciale n vado in cerca di alibi. Subito dopo la partita di Parma, ai ragazzi ho infatti chiesto (pare in maniera anche piuttosto dura, ndr) come si faccia a non vincere una gara dominata in quel modo. Io non perdo di vista i nostri difetti, non penso che le mancate vittorie siano colpa solo degli arbitri. Ho per voluto esternare senza paura e con serenit una mia sensazione: sento un'aria poco rassicurante, e dico certe cose dopo che mi hanno pestato i piedi sette-otto volte. Se uno ti schiaccia l'alluce, puoi far finta di niente per un po', ma a un certo punto l'alluce ti fa male e allora farsi sentire diventa normale. Ricordo a tutti che non dissi niente nemmeno dopo la gara contro l'Inter, quando Marchisio venne estirpato in area di rigore... Non va-

Le mie non sono lamentele da provinciale, chiedo solo parit di trattamento


90' per il Catania giusto che venga dato, come per noi naturalmente. Il tifoso juventino non comunque tipo da reazioni insensate: ha sempre accettato il verdetto del campo, e non si pu certo dire che negli ultimi anni non abbia anche subto un po' troppo. Piuttosto, "aizzo" la mia gente a venire allo stadio stasera, visto che ancora non esaurito. Voglio la solita bolgia, ne abbiamo assolutamente bisogno.
Scusa Seb Dello sfogo di Parma, il tecnico bianconero si pente solo di una cosa, di ci che ho detto di Giovinco. Di fatto gli aveva dato del simulatore, e mi scuso con lui - conclude -, davvero. Ho parlato di un giocatore che non nella mia rosa, sono caduto in errore e mi dispiace molto. Lo conosco bene Seb, e forse anche per questo mi sono permesso di dire qualcosa in pi. Non dovevo per farlo.
m.gra.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Largentino Gonzalo Higuain, 24 anni, abbraccia Karim Benzema, 24 AFP

LA VOCE CONTRO IL TECNICO DEL PESCARA

Zeman punge ancora i bianconeri Lunico rigore era quello su Giovinco


Come sempre, quando parla di Juve, Zdenek Zeman sceglie parole pungenti. E a proposito delle lamentele juventine sui rigori non concessi da Mazzoleni a Parma, lattuale tecnico del Pescara prende in contropiede Conte: Gli errori ci sono sempre stati e ce ne saranno sempre, ma a Parma l'unico rigore chiaro era quello su Giovinco. Le rimostranze dei bianconeri, invece, riguardavano i rigori non dati per i contrasti in area emiliana ai danni di Giaccherini e Pirlo. Zeman va oltre e fa riferimento allazione contestata dai giallobl. Infine chiude con laffondo decisivo: Mi chiedete se le cose per la Juve sono cambiate dopo calciopoli? Diciamo che adesso non hanno pi 20 rigori a stagione....

CATANIA LA RISPOSTA DELLALTRO ALLENATORE

IL PROGETTO LIMPIANTO SARA COMPLETATO NEL 2015


sioni, pure meglio di noi. Larbitro potr sbagliare anche stasera, perch lerrore fa parte del gioco. Auspicando magari che capiti il meno possibile e se proprio deve succedere, speriamo sia a nostro favore. Ride dopo la battuta.
Il sogno Per la legge dei grandi

Montella replica Bisogna capire gli errori arbitrali


Il cambio di mentalit urgente a partire dai giovani: protestano di pi
DAL NOSTRO INVIATO

Idea di Pulvirenti: uffici comunali nel nuovo stadio

progetti, stadio e uffici municipali, venuta allingegnere Stancanelli che ha realizzato la Torre del Grifo, la nuova casa del Catania. Ma in fondo, stato preso spunto dallo stadio Cibali, dove gi risiedono alcuni settori del Comune.
La soluzione Lidea piaciuta al sindaco Stancanelli ha spiegato il presidente Pulvirenti e credo fosse lunico modo per realizzare lo stadio in tempi brevi. I lavori dovrebbero partire fra un anno ed essere completati entro il 2015. Si tratta di unarea di circa 35 ettari di propriet del Comune e il costo dellopera, interamente finanziata dal Catania, si aggirer fra gli 80 e i 100 milioni di euro. In questa maniera tutti gli uffici della municipalit verrebbero convogliati in ununica struttura con un cospicuo risparmio economico, considerando che oggi il Comune paga affitti per circa 6 milioni di euro lanno. Limpianto avr una copertura in pannelli fotovoltaici con un parcheggio di 3.500 posti che non sono pochi, considerato che la zona sar servita dalla metropolitana.
f.c.
RIPRODUZIONE RISERVATA

FRANCESCO CARUSO MASCALUCIA (Catania)

Vincenzo Montella, 37 anni ANSA

Dopo Lo Monaco, tocca a Montella rintuzzare gli attacchi di Conte agli arbitri: I direttori di gara stanno svolgendo un gran lavoro. Non credo ad un disegno contro la Juve, altrimenti sarebbe arrivato il rigore per Giovinco. Questa la mia analisi, gli arbitri commettono degli errori come sempre successo e probabilmente continuer ad accadere. E non ho mai dato retta alle cosiddette sudditanze psicologiche. In Italia bisogna cambiare mentalit, partendo dai pi giovani. Ho avuto la fortuna di lavorare coi ragazzini e ho visto che protestano anche pi dei grandi. I direttori di gara hanno dimostrato anche in passato di sopportare le pres-

numeri, la Juve prima o poi dovr pur perdere una gara: e se fosse il Catania, il capolinea? Montella la prende alla larga: A parte i sogni, la realt dice che la Juve sta facendo un campionato straordinario, prima con merito e vorr legittimare il primato. Noi per saremo l a giocarci le nostre carte e magari, perch no, a vincere la partita. Ma per ottenere questo risultato dovremo giocare una gara straordinaria e la Juve restare al di sotto delle sue possibilit. bello per un allenatore vedere tanta fiducia attorno a s anche da parte dei tifosi, ma la nostra gara non questa, bens le due successive contro Siena e Novara. Anche se il Catania non far mai le barricate e se la giocheremo a viso aperto anche con la Juve.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DAL NOSTRO INVIATO

MASCALUCIA (Catania)

Il Catania porta il Comune allo stadio. questa lidea, innovativa ma non troppo, studiata dal club rossazzurro per accelerare i tempi e la fattibilit della nuova struttura. Dopo Torre del Grifo, il presidente Pulvirenti ha gi in tasca la pri-

ma pietra per un Catania Stadium da 35-40 mila posti che comprenda al suo interno il centro direzionale del Comune etneo. Limpianto sorger a San Teodoro, nel quartiere di Librino, periferia a sudovest della citt, nato negli anni Sessanta su progetto dellarchitetto giapponese Kenzo Tange, dove oggi vivono 80 mila catanesi. Lidea di unificare i due

14

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

SERIE A
INFERMERIA NOCERINO LAVORA A PARTE

FERMI AI BOX

A
S

EuRobinho
Va al massimo in Champions Ora rimonta in campionato
Il brasiliano si sbloccato in Coppa e prova a tornare decisivo anche in Serie A
DAL NOSTRO INVIATO

Clarence Seedorf, 35 anni, k.o. con lArsenal LAPRESSE

Guaio Seedorf: fuori un mese K.o. pure Mexes


Per lolandese stiramento a una coscia. Il francese ha un ginocchio infiammato
DAL NOSTRO INVIATO

Flamini Fuori per una lesione al crociato anteriore del ginocchio destro. In una decina di giorni dovrebbe tornare a disposizione

S
Yepes Distorsione con lesione legamentosa alla caviglia destra. Ha ripreso a fare qualcosa in gruppo, in due settimane dovrebbe rientrare

MILANELLO (Varese)

MARCO PASOTTO MILANELLO (Varese)

la scheda
ROBSON DE SOUZA ROBINHO 28 ANNI ATTACCANTE DEL MILAN

Ormai al Milan ci sono abituati: quando in infermeria si libera qualche letto, capita subito qualche guaio nuovo. Succedeva lanno scorso ed cos anche in questa stagione. Se Pato, Boateng e Aquilani sono finalmente ok, ecco che si fermano Seedorf e Mexes. Brutte notizie soprattutto per lolandese, uscito al 12 di Milan-Arsenal. Da esami pi approfonditi emerso uno stiramento al bicipite femorale della coscia destra. Per Clarence sono previsti altri accertamenti fra sette giorni, la prognosi si aggira sul mese.
Sovraccarico K.o. anche Mexes, che ieri mattina

S
Merkel Lesione legamento collaterale mediale del ginocchio destro. Ne avr ancora per un mese abbondante

salito zoppicante sullauto del medico sociale Mazzoni per andare a farsi visitare. La risonanza ha evidenziato uninfiammazione al ginocchio sinistro, quello operato. Un inconveniente che in casi del genere pu succedere: il francese ha giocato quattro partite di fila ed evidentemente il ginocchio stato sovraccaricato, complici i campi allentati. Una decisione finale sulleventuale convocazione per Cesena verr presa oggi, ma con tutta probabilit Philippe sar lasciato a riposo e valutato di nuovo marted alla ripresa degli allenamenti.
Muntari show Ieri sul campo sintetico di Milanel-

lo si sono allenati regolarmente Nesta (del tutto recuperato) e Amelia (che aveva avuto qualche problema laltro ieri), mentre ha lavorato a parte Nocerino: per lui seduta di programma personalizzato, ma anche qualche precauzione nei confronti di un giocatore basilare e onnipresente. In partitella si nuovamente messo in luce Muntari, che ha chiuso con un gran gol: si profila la prima convocazione. Ha fatto capolino anche Cassano, che passato a scherzare con i compagni presentandosi in mountain bike dopo la cyclette in palestra.
m.pas.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Massimiliano Allegri un uomo molto paziente. Quando c qualcosa che non funziona, si mette l tranquillo e attende. Per lo fa soltanto quando ne vale la pena. Attende quando il Milan non gira, attende quando i contratti non vengono firmati e attende quando i giocatori non danno quanto potrebbero. Di solito le spunta tutte lui. Perch poi le cose finiscono col (ri) prendere il verso giusto e i mugugni diventano apprezzamenti. Robinho stato il suo ultimo esercizio di pazienza. Ce n voluta tanta, bisogna sottolineare, prima che il tecnico rossonero venisse ripagato. Ma adesso il brasiliano dovrebbe essersi davvero sbloccato. I tifosi che avevano ancora negli occhi lerrore da lettera di richiamo aziendale commesso contro il Napoli, hanno potuto tornare in possesso del fratello vero di Binho. Quello per cui Allegri stravede e che ha sempre difeso a dispetto di tutto e tutti di fronte alle critiche. Anche quando era indifendibile.
Gol nuovi Robinho si sblocca-

Robson de Souza, nome completo di Robinho, nato a Sao Vicente (Brasile) il 25 gennaio 1984. Scoperto a 15 anni da Pel che lo port al Santos, ha giocato anche con il Real Madrid e il Manchester City.

gol in campionato lanno scorso a questo punto il brasiliano era a quota 7 (e 14 alla fine)

trovato tonicit dopo un filotto di prestazioni abuliche condite da tanti errori (non solo sottoporta). I suoi gol questanno sono mancati, e molto. Aver ripreso a segnare in Europa d un significato nuovo alla sua esperienza milanista: lanno scorso la Champions era personalmente stata avara di sorrisi, a fronte di un ottimo campionato. Stavolta il contrario. Tre gol in Champions, cos come in campionato. Per dire: un anno fa a questo punto le reti in Serie A erano 7, ben quattro in pi (aveva poi chiuso a 14). E c una certa differenza anche nellimpiego: 12 gare su 20 giocate per intero dodici mesi fa, soltanto una in questo campionato. La svolta quindi arrivata in Champions. Netta: nella scorsa edizione sette presenze e bocca asciutta, questanno cinque partite e tre firme.
Ballottaggio Ora che la gamba sembra aver davvero fatto il pieno di benzina, il momento di premere sullacceleratore anche in campionato. Per tornare su medie-gol pi consone ai suoi standard. Allegri non ha ancora deciso se domani a Cesena lo impiegher dallinizio. Binho in ballottaggio con El Shaarawy per il posto accanto a Maxi Lopez. Lesperienza del brasiliano ritrovato contro la freschezza di un teenager in cerca di altra passerella. Il tecnico rossonero si porter il dubbio sino alla fine, ma una base certa ce lha: Robinho ha inserito la freccia per svoltare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ilPremio

1070 8

minuti giocati in A in campionato, Robinho ha 18 presenze, ma solo una volta ha giocato 90 minuti

Il Samba de Ouro a Thiago Silva


Ieri a Milanello Thiago Silva ha ricevuto il Samba de Ouro 2011, trofeo ideato dal sito Sambafoot che premia ogni anno il miglior calciatore brasiliano a livello internazionale sulla base dei voti dei lettori BUZZI

to e questa ovviamente una gran bella notizia. Intanto perch lha fatto in Champions, che al Milan non era il suo terreno di caccia preferito. E poi perch ha mostrato di aver ri-

il voto con lArsenal Robinho in Champions ha segnato 3 gol questanno, zero nella stagione scorsa

IL CASO CONTRO IL PAOK, IN EUROPA LEAGUE, I TIFOSI FRIULANI ERANO POCO PIU DI QUELLI ARRIVATI DALLA GRECIA

Furia Pozzo: A Udine finisce come a Trieste


Che delusione, qui niente crea entusiasmo E Isla: Il patron a giugno mi cede
FRANCESCO VELLUZZI

viaggio pazzesco. Quasi silenziosi e, soprattutto, pochi i friulani, sopraffatti dai cori dei greci. Gli 11.641 paganti di gioved non sono pochi e regalano un buon incasso (un particolare va aggiunto: allo store le sciarpe sono finite), peccato che poco meno della met siano arrivati da Salonicco dove gioved prossimo saranno 28 mila e assatanati.
Rabbia Tutto questo ha fatto in-

Non stato lo scialbo pareggio interno col Paok Salonicco in Europa League a far perdere le staffe al patron dellUdinese Gianpaolo Pozzo, ma la sproporzione tra i tifosi. Rumorosi e tantissimi quelli del Paok che, tra crisi e chilometri, si sono sobbarcati un

furiare il patron: Ci vorr un po di tempo perch mi riprenda da quello che ho visto. Non posso pi fare a meno di minimizzare quanto sta accadendo da tempo: la mancanza di una cornice di pubblico decente e

di interesse verso una squadra e una societ che stanno cercando di attrezzarsi per consolidare quanto di buono realizzato. Nemmeno la partecipazione alla Champions ha saputo creare entusiasmo e attaccamento verso una squadra che, continuando in questa maniera, corre il serio rischio di andare incontro allo stesso declino di Trieste. In questi anni abbiamo visto una societ gloriosa, che negli Anni 50 era agli stessi livelli dellUdinese attuale e che stata aiutata dagli amministratori locali a costruire un impianto bellissimo come il "Rocco", cadere sempre pi in basso. La realt che, venendo meno la passione dei tifosi, so-

no venute anche a mancare le condizioni per lo sviluppo delle ambizioni del club. E temo che a Udine possa ripetersi la stessa situazione. Parole forti che mettono in guardia i tifosi (molti gioved hanno preferito la diretta di Italia 1 che, in una serata forte di Sanremo, stata seguita da 1.831 mila spettatori) dalle operazioni future. Se lUdinese ceder alcuni dei suoi gioielli non potranno prendersela pi di tanto.
Isla Intanto uno, il centrocampista cileno Mauricio Isla, operato al ginocchio mercoled a Roma, si gi portato avanti: Ho parlato con Pozzo e ha deciso di lasciarmi partire a giugno. E a chi gli parlava di un futuro, come erede di Pizarro, ha risposto: Magari. Certo che mi piacerebbe, ma ora penso solo a recuperare il prima possibile. Forse meglio.

Giampaolo Pozzo, 70 anni, proprietario dellUdinese dal 1986 ANSA

RIPRODUZIONE RISERVATA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

15

SERIE A

Non c Ibra nel Milan? Allegri deve farsi in 5


El Shaarawy carico, Maxi Lopez in ascesa, Robinho avanza a fasi alterne, Pato riparte, Inzaghi outsider: tutti sulla corda
El Shaarawy e Maxi Lopez, entrambi in gol a Udine
LIVERANI

TERRENI ARTIFICIALI IL MILAN DI SCENA A CESENA

Allenamento sul sintetico di Milanello: come quello di Cesena BUZZI

MAXI LOPEZ
CONDIZIONE FISICA Lavori in corso. A Catania non giocava tantissimo e in pi rimasto chiuso in hotel per una settimana. Sta migliorando, ma servir ancora un po di tempo CONDIZIONE MENTALE Ottimale. La doppia perla di Udine (gol pi assist) lo ha inserito alla grande nel mondo rossonero. Sa che non sta facendo rimpiangere Tevez: stato danimo a mille I NUMERI DELLA STAGIONE Sedici partite col Catania e 4 col Milan, per un impiego complessivo di 1.096 minuti. Fra Coppa Italia e campionato ha segnato 5 gol: 4 in rossazzurro e 1 in rossonero

HJL

Spunta la soluzione ai guai di San Siro: Lerba rinforzata


di Milanello, e quella di Cesena, erba con ritorno di memoria: dopo il passaggio di un giocatore o del pallone torna in posizione verticale. Il terriccio (tecnicamente intaso) naturale al 100% (fra le componenti ci sono anche sughero e fibra di cocco) ed seminabile. Da qui unulteriore novit: volendo il campo trasformabile da artificiale in semi-naturale. Cos come sar il Franchi di Siena. I lavori spiegano dalla Limonta inizieranno il 7 maggio, dopo lultima gara casalinga dei bianconeri. Tra laltro la Fifa riconosce e ha omologato questi campi come completamente naturali. Tempistiche di installazione: circa 45 giorni, tutto compreso. Altre situazioni in divenire? Dialogo iniziato a proposito di Marassi e del Bentegodi. I costi: 500 mila euro per un campo artificiale (pi 15 mila di manutenzione annua) come il Manuzzi di Cesena, 750 mila per quello semi-naturale (tecnicamente definito come erba naturale rinforzata).
Pista estera E per il Meazza?

Misto naturale S e sintetico: sar Maxi Lopez, 27 anni, lultimo fatto a Siena. Ma arrivo in casa Milan: il 27 per Milano gennaio scorso stato ufficializzato ancora tutto tace
il prestito dal Catania
DAL NOSTRO INVIATO

MILANELLO (Varese)

DAL NOSTRO INVIATO

MARCO PASOTTO MILANELLO (Varese)

EL SHAARAWY
CONDIZIONE FISICA Ottimale. Il Faraone viene impiegato con pi regolarit solo da un mese e quindi fresco. A ci va ovviamente aggiunta lesuberanza fisica dei suoi 19 anni CONDIZIONE MENTALE Al top. Ora Stephan sta iniziando a sentire davvero la fiducia di Allegri e della dirigenza. In pi sta segnando con unottima media. Non potrebbe chiedere di meglio I NUMERI DELLA STAGIONE Quindici presenze (12 in campionato e 3 in Coppa Italia) per un totale di 714 minuti in campo. Quattro le reti: 2 in campionato e 2 in Coppa Italia

HJL

PATO
CONDIZIONE FISICA In fase di miglioramento. Lennesimo infortunio muscolare lo ha tenuto fuori un mese e non pu essere al top. Per in allenamento Allegri lo ha visto molto bene CONDIZIONE MENTALE Discreta. Il brasiliano deve fare i conti con i ripetuti stop, che di certo qualche scoria nella testa la lasciano. Ritrovare il gol subito sarebbe la medicina pi adatta I NUMERI DELLA STAGIONE Sedici presenze per 812 minuti complessivi in campo, Supercoppa compresa. Ha realizzato 4 reti: 2 in Champions, 1 in campionato e 1 in Coppa Italia

HJL

La seconda senza Ibra. Dopo limpresa di Udine la sua assenza fa meno paura. Ma ripensando allArsenal sempre molto difficile immaginare a un Milan davvero libero dallo svedese. Le note liete comunque non mancano. A parte Cassano, Allegri ora pu contare sullintero pacchetto avanzato. Cinque punte che, per svariati motivi, hanno grandissimi stimoli per mettersi in evidenza. Daltronde non potrebbe essere diversamente. Con 45 gol il Milan ha lattacco principe del torneo e ora sta iniziando a buttarla dentro anche chi fin qui aveva perso labitudine. Per Allegri iniziano paradossalmente anche i primi problemi di abbondanza. Per dire: domani a Cesena accanto a lui in panca andranno Pato e uno fra El Shaarawy e Robinho. Si fa fatica a doverli definire riservisti. Eppure una panchina lussuosa una delle condizioni base per poter ambire allo scudetto. Soprattutto in attacco, dove il Milan storicamente non si fa mai mancare nulla. Ecco il borsino delle punte rossonere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Stephan El Shaarawy, 19 anni, arrivato dal Genoa in estate: nella stagione scorsa era in B con il Padova

S
Alexandre Pato, 22 anni, al quinto anno in rossonero: fu acquistato nel 2007 e poi utilizzato dal gennaio 2008

Il battesimo, a Novara, era andato benone. Eppure ad Allegri i campi sintetici non piacciono. Ora alle porte c la trasferta di Cesena e il terreno del Manuzzi non in erba naturale. Cos negli ultimi due giorni i rossoneri si sono allenati sul campo sintetico posato a dicembre a Milanello. Un terreno praticamente uguale a quello di Cesena, anche perch sono realizzati entrambi dalla Limonta Sport, azienda del Bergamasco. Ieri stato illustrato meglio un prodotto che nel futuro in tempi di grandi polemiche sulle condizioni di alcuni campi, San Siro su tutti potrebbe avere grande sviluppo.
Mezzo milione per Cesena Quella

INZAGHI
CONDIZIONE FISICA Incerta. Pippo d come sempre il massimo negli allenamenti, ma il lungo stop ha lasciato strascichi e Allegri non lo ritiene pronto. Per il tecnico lultima scelta CONDIZIONE MENTALE La grande voglia di tornare protagonista si scontra con i fatti, che il pi delle volte lo escludono dalle convocazioni. Difficile mantenere sempre gli stimoli giusti I NUMERI DELLA STAGIONE Cinque presenze, di cui 4 in campionato e 1 in Coppa Italia. I minuti in campo sono stati 89, di cui solo mezzora in campionato. Non riuscito a segnare

HJL

ROBINHO
CONDIZIONE FISICA Media. Ma solo perch ha giocato molto bene con lArsenal. Prima di mercoled le cose andavano molto peggio. Ora pare aver ritrovato passo e gamba: la strada giusta CONDIZIONE MENTALE Samba e sorrisi. Prima doppietta in Champions col Milan, finalmente la porta inquadrata con lapproccio giusto. Potrebbe essere stata la svolta della sua stagione I NUMERI DELLA STAGIONE Le presenze sono 27, per un impiego totale di 1.612 minuti. Ha trovato la via del gol 7 volte, di cui 3 in campionato, 3 in Champions e 1 in Coppa Italia

HJL

PROSSIMO AVVERSARIO

Iaquinta: Cesena non aver paura


CESENA A Iaquinta sono bastati i primi, pazzi 90 minuti a Roma per capire il Cesena: Per salvarsi servono determinazione e cattiveria. Con la Lazio la paura ha preso il sopravvento sul coraggio. Perch la paura scompaia bisogna stare uniti. Poi uno sguardo al Milan: fortissimo e ora sta bene. Mercoled abbiamo guardato tutti insieme il 4 0 allArsenal. Ma io non vedo lora di sfidarlo.
Alessandro Burioli

S
Filippo Inzaghi, 38 anni, allundicesima stagione in rossonero, dove arriv nellestate 2001 dalla Juve

S
Robinho, 27 anni, arriv nellestate 2010 dal City dopo aver giocato la seconda parte di stagione nel Santos

Per ora nessun contatto spiega il presidente Paolo Limonta, la cui azienda ha gi prodotto il campo del Cska Mosca e quelli di allenamento dellAjax, oltre ad aver riscosso linteresse del Qatar in vista del Mondiale 2022 . Ma noi crediamo che l"erba naturale rinforzata" potrebbe essere la soluzione ideale ai problemi di San Siro. Da non sottovalutare i costi, visto che una rizollatura del Meazza costa circa 200 mila euro e se ne fanno quattro allanno. Controindicazioni pratiche? Ieri a Milanello i portieri si lamentavano perch il terriccio alzato dalla palla finisce negli occhi. Ma con lutilizzo del campo nel tempo il problema dovrebbe risolversi.
m.pas.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BIANCOCELESTI SQUADRA DECIMATA TRA SQUALIFICHE E INFORTUNI

Emergenza Lazio: Reja senza difesa Ma dopo quattro mesi si rivede Mauri
A Palermo con una retroguardia solo di riserve se Dias non ce la fa. Torna il centrocampista
DAL NOSTRO INVIATO

affrontare bene due competizioni), ma ancor di pi perch Reja si ritrova senza tre quarti del suo reparto arretrato per la sfida di domani sera a Palermo.
Emergenza totale Gi. Lemer-

STEFANO CIERI FORMELLO (Roma)

La Lazio senza difesa. Perch c poco da obiettare alle critiche rivolte alla societ dopo il tonfo in Europa League (senza ricambi non si possono

genza che non accenna ad abbandonare la squadra biancoceleste si ora concentrata sul reparto arretrato. Una mattanza che priver il tecnico di almeno quattro difensori per il match di Palermo. Due (Diakite e Konko) sono squalificati, altri due (Biava e Radu) sono infortunati. C poi Dias che sta benino, ma non gioca da venti

giorni: il tecnico intenzionato a rischiarlo, anche perch lalternativa presentarsi al Barbera con una retroguardia composta esclusivamente da riserve (Scaloni, Zauri, Stankevicius e Garrido). Unipotesi da brividi perch finora la Lazio ha sempre faticato (e subito gol) ogni volta che sono mancati un paio di difensori titolari. Se mancassero tutti e quattro sarebbe il dramma. Il colmo che il tecnico far fatica a pescare anche qualche giovane della Primavera da mandare in panchina. Perch lunico baby difensore affidabile (Crescenzi) anche lui infortunato.
Rompicapo Reja Dal centrocam-

vando a recuperare Lulic (che, volendo, potrebbe essere utile pure per la difesa), ma limpresa pare proibitiva. E cos per lennesima volta dovr riproporre gli stessi uomini.
Mauri e Alfaro C per anche

Stefano Mauri, 32 anni, non gioca dal derby del 16 ottobre INSIDEFOTO

po in su, peraltro, non che le cose vadano meglio. Reja ha infatti gli uomini contati sia in mezzo sia in attacco. Sta pro-

uno squarcio di sereno a Formello. Riguarda i recuperi di Mauri e Alfaro. Entrambi dovrebbero essere convocati per Palermo. Il primo manca da quattro mesi a causa dello strappo alla coscia destra. In settimana ha rinnovato il contratto fino al 2014 e da qualche giorno si allena col gruppo. Dovrebbe andare in panchina. Stesso discorso per Alfaro. Luruguaiano, arrivato nel mercato invernale, si fatto male prima ancora di debuttare. Ma ora pronto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

16

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

SERIE A LA GUIDA

24
GIORNATA
SQUADRE MILAN JUVENTUS LAZIO UDINESE NAPOLI INTER ROMA PALERMO CAGLIARI GENOA FIORENTINA PARMA CATANIA CHIEVO BOLOGNA SIENA LECCE CESENA NOVARA PT

a
RETI

JUVENTUS (3-5-2) CATANIA (4-3-3)


OGGI ore 20.45 ANDATA 1-1
1 BUFFON 15 19 3 BARZAGLI BONUCCI CHIELLINI 24 21 8 7 GIACCHERINI PIRLO MARCHISIO 11 DE CEGLIE PEPE 23 14 BORRIELLO VUCINIC 17 28 18 BARRIENTOS BERGESSIO GOMEZ 4 ALMIRON 10 LODI 13 IZCO

LECCE (3-5-2) SIENA (4-4-2)


DOMANI ore 12.30 ANDATA 0-3
27 JULIO SERGIO 80 13 CARROZZIERI MIGLIONICO

CESENA (3-5-2) MILAN (4-3-1-2)


DOMANI ore 15 ANDATA 0-1
1 ANTONIOLI 16 28 2 COMOTTO BENALOUANE RODRIGUEZ PAROLO 33 77 SANTANA 14 CECCARELLI 7 COLUCCI 18 PUDIL 9 10 IAQUINTA MUTU 21 70 ROBINHO 27 MAXI LOPEZ BOATENG 22 23 28 NOCERINO AMBROSINI EMANUELSON 13 77 33 20 ANTONINI THIAGO SILVA NESTA ABATE 32 ABBIATI

GENOA (4-4-2) CHIEVO (4-3-1-2)


DOMANI ore 15 ANDATA 1-2
1 FREY 7 5 13 27 ROSSI GRANQVIST KALADZE CONSTANT 81 88 4 SCULLI BIONDINI VELOSO 11 JANKOVIC

Gazzetta.it
Gazza

30 ODDO

La Classifica
PARTITE G V N P F S

GIACOMAZZI OBODO 7 18 26 8 28 BRIVIO CUADRADO BLASI 17 DI MICHELE 11 CALAI 24 MURIEL 22 DESTRO

T f v

8 9 PALACIO ZE EDUARDO 31 23 PELLISSIER PALOSCHI 77 THEREAU 56 16 6 HETEMAJ RIGONI BRADLEY 3 93 15 20 DRAM ACERBI ANDREOLLI SARDO 54 SORRENTINO

47 23 14 5 4 45 20 46 22 12 10 0 33 13 42 23 12 6 5 37 24 41 23 12 5 6 34 22 37 24 9 10 5 41 24 36 24 11 3 10 34 33 35 23 10 5 8 36 27 31 23 9 4 10 33 34 30 23 7 9 7 22 24 30 23 9 3 11 31 43 28 22 7 28 22 7 7 8 23 22 7 8 27 34

23 BRIENZA

7 14 8 GIORGI GAZZI VERGASSOLA 2 VITIELLO

3 6 11 12 MARCHESE SPOLLI LEGROTTAGLIE MOTTA 1 KOSICKY

3 13 19 DEL GROSSO ROSSETTINI TERZI 25 PEGOLO

27 21 6 9 6 27 29 27 23 7 6 10 19 30 25 22 6 7 9 21 26 23 22 5 8 9 22 22 18 23 4 6 13 22 38 16 22 4 4 14 15 34 16 23 3 7 13 20 42

ATALANTA * 27 23 8 9 6 26 27

PANCHINA 30 Storari, 26 Lichtsteiner, 4 Caceres, 20 Padoin, 28 Estigarribia, 18 Quagliarella, 32 Matri. ALLENATORE Conte. BALLOTTAGGI Borriello-Matri 60-40%; De Ceglie-Caceres 60-40%. SQUALIFICATI Vidal (1). DIFFIDATI Pepe, Lichtsteiner, Giaccherini. INDISPONIBILI Marrone (15 giorni). PANCHINA 20 Carrizo, 14 Bellusci, 27 Biagianti, 8 Seymour, 19 Ricchiuti, 22 Ebagua, 32 Catellani. ALL. Montella. BALLOTTAGGI Gomez-Catellani 60-40% Lodi-Biagianti 60-40%, Kosicky-Carrizo 70-30%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Lodi e Potenza. INDISPONIBILI Capuano, Suazo (da definire), Campagnolo (10 giorni), Potenza (stagione finita), Texeira (non in sede).

PANCHINA 7 Benassi, 5 Esposito, 3 Di Matteo, 82 Delvecchio, 91 Bertolacci, 10 Bojinov, 11 Seferovic. ALL. Cosmi. BALLOTTAGGI Julio Sergio-Benassi 60-40%; Muriel-Bojinov 55-45%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Obodo, Corvia, Esposito, Tomovic. INDISPONIBILI Falcone (15 giorni), Grossmuller (4 giorni), Ofere (4 giorni), Tomovic (4 giorni). PANCHINA 12 Farelli, 26 Pesoli, 80 Contini, 17 Grossi, 10 D'Agostino, 83 Reginaldo, 18 Gonzalez. ALLENATORE Sannino. BALLOTTAGGI Vergassola-D'Agostino 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Calai, Rossi, Destro, Brienza, Del Grosso. INDISPONIBILI Brkic (7 giorni), Bogdani (7 giorni).

PANCHINA 88 Ravaglia, 6 Lauro, 13 Rossi, 5 Guana, 15 Martinho, 55 Martinez, 17 Malonga. ALLENATORE Arrigoni. BALLOTTAGGI Comotto-Rossi 80-20%, Benalouane-Lauro 80-20%, Pudil-Martinho 80-20%, Colucci-Guana 90-10%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Guana, Parolo, Rodriguez e Von Bergen. INDISPONIBILI Djokovic (10 giorni), Moras (15 gg), Von Bergen (35 gg). PANCHINA 1 Amelia, 25 Bonera, 15 Mesbah, 4 Van Bommel, 14 Muntari, 92 El Shaarawy, 7 Pato. ALL. Allegri. BALLOTT. Antonini-Mesbah 70-30%, Robinho-El Shaarawy 60-40%. SQUAL. Ibrahimovic (2). DIFF. Antonini, Aquilani, Bonera, Mesbah, Seedorf. INDISP. Cassano e Gattuso (da valut.), Strasser (40 gg.), Merkel (35 gg.), Seedorf (30 gg.), Yepes (15 gg.), Flamini (10 gg.), Mexes (5 gg.).

PANCHINA 22 Lupatelli, 3 Roger Carvalho, 31 Sampirisi, 36 Meucci, 25 Belluschi, 10 Birsa, 19 Jorquera. ALL. Marino. BALLOTTAGGI Ze Eduardo-Belluschi 60-40%, Kaladze-Roger Carvalho 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Sculli, Biondini, Granqvist. INDISPONIBILI Moretti (5 giorni), Bovo (5 gg), Antonelli (30 gg), Gilardino (20 gg), Kucka (5 gg), Mesto (3 gg.). PANCHINA 17 Puggioni, 21 Frey, 12 Cesar, 10 Luciano, 25 Vacek, 8 Cruzado, 9 Moscardelli. ALL. Di Carlo. BALLOTTAGGI Paloschi-Moscardelli 55-45%, Andreolli-Cesar 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Mandelli, Thereau, Pellissier, Luciano, Sammarco, Dainelli, Dram, Bradley, Sardo. INDISPONIBILI Sammarco (5 giorni), Morero (5 gg), Dainelli (5 gg).

Edinson Cavani, 25 anni

HIGHLIGHT DELLA A MERCATO DEL MILAN E TUTTA LA SERIE B


Da non perdere le sintesi di Inter-Bologna e Fiorentina-Napoli, la cronaca in tempo reale della giornata di B e i gol della Liga spagnola. In pi Calciomarket, con le strategie future del Milan, tra Tevez e Van Persie

CHAMPIONS PRELIMINARI CHAMPIONS EUROPA LEAGUE RETROCESSIONE


La classifica tiene conto di questordine preferenziale: 1) punti; 2) a parit di partite giocate, la differenza reti; 3) numero di gol segnati. *Atalanta ha sei punti di penalizzazione

MARCATORI
17 RETI: Di Natale (3) (Udinese) 15 RETI: Ibrahimovic (6) (Milan), Cavani (2) (Napoli) 12 RETI: Denis (3) (Atalanta); Jovetic (4) (Fiorentina); Palacio (2) (Genoa); Milito (3) (Inter); Klose (Lazio); 10 RETI: Miccoli (1) (Palermo); Calai (4) (Siena) 9 RETI: Matri (Juventus); Giovinco (3) (Parma) 8 RETI: Di Vaio (1) (Bologna) 7 RETI: Mutu (2) (Cesena); Hernanes (3) (Lazio); Nocerino (Milan); Osvaldo (Roma); Lodi (5) (Catania); 6 RETI: Marchisio (Juventus); Di Michele (2) (Lecce); Hamsik (Napoli); M. Rigoni (3) (Novara) 5 RETI: Moralez (Atalanta); Bergessio (Catania); Jankovic (Genoa); Pazzini (Inter); Pepe (Juventus); Rocchi (Lazio); Lavezzi, Pandev (Napoli); Borini (Roma); Destro (Siena); Borini (Roma)

NOVARA (5-3-2) ATALANTA (4-4-1-1)


DOMANI ore 15 ANDATA 1-2
1 UJKANI 4 30 28 LISUZZO CENTURIONI GARCIA 7 JENSEN 27 JEDA 19 DENIS 22 PESCE 10 RIGONI

ROMA (4-3-1-2) PARMA (3-5-2)


DOMANI ore 15 ANDATA 1-0
24 STEKELENBURG 87 4 5 11 ROSI JUAN HEINZE TADDEI 19 16 15 DE ROSSI PJANIC GAGO 10 TOTTI 8 9 LAMELA OSVALDO 10 11 GIOVINCO FLOCCARI 80 23 4 VALIANI 24 MODESTO 15 MARIGA MUSACCI MORRONE 6 19 5 LUCARELLI FERRARIO ZACCARDO 83 MIRANTE

PALERMO (4-3-1-2) LAZIO (4-2-3-1)


DOMANI ore 20.45 ANDATA 0-0
1 VIVIANO SILVESTRE 3 2

UDINESE (3-5-1-1) CAGLIARI (4-3-1-2)


DOMANI ore 20.45 ANDATA 0-0
1 HANDANOVIC 17 5 11 BENATIA DANILO DOMIZZI ASAMOAH 27 8 FERNANDES 4 6 PAZIENZA 20 ARMERO BASTA 25 TORJE 83 FLORO FLORES 23 51 19 IBARBO PINILLA THIAGO RIBEIRO 4 20 26 NAINGGOLAN EKDAL DESSENA 21 31 13 14 AGOSTINI ASTORI CANINI PISANO 1 AGAZZI

Taccuino
CAGLIARI

77 RINAUDO

3 GEMITI

31 PISANO

BALZARETTI 42

Stadio SantElia pronti i rimborsi


ASSEMINI (m.f.) Dopo linagibili t firmata dalla Commissione di vigilan za, i fedelissimi rossobl ricevono dal Cagliari fino a 236,84 euro per la tesse ra nei Distinti e fino a 105,60 euro per la curva Sud. Il risarcimento parte dalla ga ra con la Fiorentina del 22 gennaio.

29 CARACCIOLO

MANTOVANI 77 7 14 MIGLIACCIO DONATI BARRETO 16 ZAHAVI 11 10 MICCOLI

89 MARILUNGO 11 44 21 7 MORALEZ CAZZOLA CIGARINI SCHELOTTO 2 13 3 77 PELUSO LUCCHINI STENDARDO RAIMONDI 47 CONSIGLI

PROSSIMO TURNO
Sabato 25 febbraio GENOA-PARMA (ore 18) MILAN-JUVENTUS (ore 20.45) Domenica 26 febbraio ore 15 ATALANTA-ROMA CAGLIARI-LECCE CATANIA-NOVARA CHIEVO-CESENA SIENA-PALERMO BOLOGNA-UDINESE (ore 20.45) LAZIO-FIORENTINA (ore 20.45) NAPOLI-INTER (ore 20.45) RECUPERI Marted 21 febbraio ore 18.30 BOLOGNA-FIORENTINA (21a gio.) Mercoled 22 febbraio ore 18.30 SIENA-CATANIA (21a gio.) Mercoled 7 marzo ore 18.30 CESENA-CATANIA (22a gio.) BOLOGNA-JUVENTUS (23a gio.) PARMA-FIORENTINA (23a gio.) (1-3) (0-2) (1-3) (2-0) (3-3) (0-0) (0-2) (0-2) (2-1) (3-0)

HERNANDEZ 25 KLOSE 8 15 87 CANDREVA HERNANES GONZALEZ 11 24 MATUZALEM LEDESMA 33 14 3 78 GARRIDO DIAS STANKEVICIUS ZAURI 22 MARCHETTI

PRIMAVERA

Oggi 3 recuperi
Oggi, ore 14.30, tre recuperi. Gir. B: Padova AlbinoLeffe (Appiani). Gir. C: Bari Nocerina (Matarrese), Cata nia Gubbio (Mascalucia).

PANCHINA 31 Fontana, 12 Paci, 24 Paci, 32 Coubronne, 21 Mazzarani, 9 Rubino, 25 Mascara. ALLENATORE Mondonico. BALLOTTAGGI JedaMascara 55-45%. SQUALIFICATI Radovanovic (1), Morganella (1), Porcari (1). DIFFIDATI Marianini. INDISPONIBILI Ludi (30 giorni), Marianini (4 giorni), Morimoto (da valutare), Dellafiore (10 giorni). PANCHINA 78 Frezzolini, 6 Bellini, 33 Brighi, 18 Carrozza, 79 Ferreira Pinto, 10 Bonaventura, 28 Gabbiadini. ALLENATORE Colantuono. BALLOTTAGGI Cazzola-Brighi 55-45%. SQUALIFICATI Doni (febbraio 2015), Manfredini (1). DIFFIDATI Capelli, Consigli, Denis, Marilungo, Moralez, Peluso. INDISPONIBILI Capelli (maggio 2012), Carmona (2 settimane).

PANCHINA 1 Lobont, 3 Jos Angel, 77 Cassetti, 30 Simplicio, 23 Greco, 14 Bojan, 31 Borini. ALLENATORE Luis Enrique. BALLOTTAGGI Juan-Cassetti 70-30%, Osvaldo-Borini 55-45%, Lamela-Borini 60-40%. SQUALIFICATI Kjaer (1). DIFFIDATI Cassetti, Gago, Juan, Totti. INDISPONIBILI Burdisso (90 giorni). PANCHINA 1 Pavarini, 33 Santacroce, 2 Jonathan, 18 Gobbi, 7 Biabiany, 22 Palladino, 21 Okaka. ALL. Donadoni. BALLOTTAGGI Mirante-Pavarini 55-45%, Modesto-Gobbi 55-45%, Valiani-Jonathan 55-45%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Morrone, Valiani. INDISPONIBILI Paletta (acciacco muscolare, da verificare).

PANCHINA 33 Tzorvas, 6 Munoz, 20 Acquah, 14 Bertolo, 17 Vazquez, 16 Zahavi, 11 Hernandez. ALLENATORE Mutti. BALLOTTAGGI Zahavi-Ilicic 60-40%, Hernandez-Budan 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Hernandez, Pisano, Bertolo, Silvestre. INDISPONIBILI Bacinovic (25 giorni). PANCHINA 1 Bizzarri, 5 Scaloni, 41 Zampa, 19 Lulic, 6 Mauri, 30 Alfaro, 18 Kozak. ALLENATORE Reja. BALLOTTAGGI Zauri-Scaloni 70-30 %, Candreva-Lulic 80-20 %. SQUALIFICATI Diakite (1), Konko (1). DIFFIDATI Dias, Hernanes, Matuzalem, Radu. INDISPONIBILI Biava (10 giorni), Brocchi (10 giorni), Cana (15 giorni), Radu (5 giorni), Rocchi (15 giorni).

PANCHINA 12 Padelli, 16 Coda, 32 Ferronetti, 26 Pasquale, 18 Battocchio, 23 Abdi, 31 Fabbrini. ALLENATORE Guidolin. BALLOTTAGGI Asamoah-Pasquale 60-40%, Torje-Abdi 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Isla. INDISPONIBILI Di Natale (10 giorni), Barreto (15 giorni), Isla (stagione finita), Badu (60 giorni), Pinzi (da valutare). PANCHINA 25 Avramov, 24 Perico, 2 Gozzi, 3 Ariaudo, 15 Bovi, 32 Ceppelini, 9 Larrivey. ALLENATORE Ballardini. BALLOTTAGGI Ibarbo-Larrivey 6040%; EkdalAriaudo 70-30%; PisanoPerico 70-30%. SQUALIFICATI Conti (1). DIFFIDATI Agostini. INDISPONIBILI Cossu (7 giorni), El Kabir (10 giorni), Rui Sampaio (10 giorni), Eriksson (30 giorni).

DONNE

Derby romano
(f.sal.) Oggi (14.30) si gioca la 15a giornata: Chiasiellis Bardolino, Co mo Riviera, Firenze Brescia, Milan Ve nezia, Mozzanica Tavagnacco, Ro ma Lazio, Torres Torino.

CALCIO A 5

LAsti a Pescara
(g.l.g.) Programma 18a giornata. Bisceglie Kaos (ore 18); Augusta Lupa rense (18); Lazio Venezia (18); Ponzio Pescara Asti (18.30); Montesilvano Pu tignano (20.30). Marca Fiderma (doma ni, 18). Ieri sera Rieti Fiumicino 4 2.

(0-2) (0-0) (0-1) (1-1) (0-3)

QUI GENOA DOMANI CE LOSTACOLO CHIEVO. IL TECNICO NELLE SFIDE IN CASA CON UDINESE, NAPOLI E LAZIO HA VINTO SEMPRE 3-2

Jankovic-Palacio e la magia di Fort Ferraris


Marino si affida al duo che ha segnato 7 dei 9 gol nelle ultime tre vittorie di fila interne
ALESSIO DA RONCH GENOVA

tato nello stadio genovese tre partite, le ha vinte tutte e sempre con lo stesso risultato: 3 a 2. Tutte contro avversarie di grido: Udinese, Napoli e Lazio, tutte in emergenza, come lo sar quella di domani contro il Chievo, con la difesa rattoppata e lattacco dei prodigi dimezzato dallassenza di Gilardino.
Duo devastante L, cullato dal caldo abbraccio dei suoi tifosi, il Genoa non tradisce, anzi entusiasma, grazie anche alla vena di una coppia di giocatori, arrivati al massimo della condizione contemporaneamente, seppur per vie totalmente diverse. Lassenza di Gilardino rischia di pesare, perch era sta-

Welcome to the legend. La scritta, fino ad un anno fa posta proprio sopra lingresso degli spogliatoi, non c pi, ma la leggenda del Ferraris, quantomeno quando si colora di rossobl, pi viva che mai. Pasquale Marino ha dispu-

to lelemento equilibratore della squadra, ma il duo Jankovic-Palacio ci sar. Forte, deciso e decisivo. Lala serba e lattaccante argentino hanno messo a segno 7 dei nove gol realizzati in questa bella serie casalinga positiva, insieme hanno ideato e messo a segno anche la perla pi incredibile, contro la Lazio: angolo di Bosko, calciato forte a mezza altezza sul primo palo, e colpo di tacco del Trenza a beffare il povero Marchetti. Jankovic, tra laltro, stato protagonista pure della rete di Granqvist, contro lUdinese, costringendo Handanovic ad una respinta corta fatale con una punizione potente di destro.

La Trivela Nonostante gli impegni ripetuti Marino non rinuncer a loro: il timido argentino e lestroverso serbo. Il tecnico dovr decidere chi affiancare a Palacio in avanti, forse regalando una chance a Ze Eduardo, oppure se affidarsi allo schema 4-2-3-1. Jankovic sar il guastatore, luomo che parte dalle corsie laterali e inventa pericoli. Rodrigo, luomo del dribbling corto, micidiale, sa creare gol inattesi, Bosko, la cui potenza stata esaltata da un lavoro specifico fatto durante le vacanze estive, ha scatto e tiro devastanti. Lui, per, non ha ancora esibito una delle sue armi migliori: la Trivela, il cross effettuato con il piede sbagliato, colpendo di esterno. Ma per quello, sicuramente, avr gi un appuntamento fissato al Ferraris.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Bosko Jankovic, 28 anni LIVERANI

Rodrigo Palacio, 30 anni ANSA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

17

La rinascita del Novara

Ujkani ha chiuso la porta come faceva in B


GIUSEPPE MADDALUNO NOVARA

Da uomo mascherato a saracinesca, la nuova metamorfosi di Samir Ujkani (Photoviews) legata a filo doppio con quella del Novara di Mondonico che, in poco pi di due settimane, riuscito a trasmettere alla squadra il suo credo. 192 pi recupero senza subire gol, Ujkani festeggia un traguardo (due partite di fila imbattuto) che mancava dai tempi della B, dalla doppia finale col Padova. Uscire dal campo senza subire gol ha un sapore speciale, anche se a San Siro non stato

affatto facile, a tratti sembrava un bombardamento. Ho visto i miei compagni fare la guerra su ogni pallone e mi sono esaltato tra i pali. Vederli lottare cos mi ha dato sicurezza. Una parata in pieno recupero su Pazzini a salvare il risultato e tre punti fondamentali per la sua squadra, eppure Samir non ha dubbi: L'intervento decisivo per quanto mi riguarda stato quello nei primi minuti su Sneijder. Avessimo subito un gol, tutta la nostra partita ne

sarebbe stata inficiata. Non retorica, lo dimostrano i fatti: da inizio campionato, ogni qual volta il Novara ha segnato per primo, poi andato a punti. Fatti che, ancora una volta, premiano la linea di Mondonico: vincere 1-0 pi facile che vincere 4-3. Sorride Samir, che nel futuro prossimo punta a un nuovo primato: chiudesse imbattuto contro l'Atalanta, sarebbe la terza di fila. Nemmeno nella scorsa stagione trionfale in serie B gli riuscito.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cagliari
FRANCESCO VELLUZZI MILANO

Un brano di Pezzali e Pisano risorto


Sono rinato con "Il mio secondo tempo" dopo oltre 2 anni di guai
Non ha mai abbandonato Cagliari e il Cagliari. Francesco Pisano lunico giocatore rossobl nato, cresciuto e rimasto nel club. Perch Andrea Cossu, laltro cagliaritano, le sue esperienze in continente, come amano dire in Sardegna, le ha fatte.
Carriera A 25 anni Pisano, ribattezzato Bombet-

Chievo Totti contro il Parma E segna sempre lui Lartista Thereau


DAL NOSTRO INVIATO

FABIANA DELLA VALLE VERONA

La Roma smarrita a Siena si affida al capitano Quindici reti agli emiliani, sue vittime preferite
Roma
ALESSANDRO CATAPANO ROMA

ta da Nedo Sonetti, ha gi toccato le 150 presenze in A (154 per lesattezza). Gli manca soltanto lemozione del gol. Ma in otto stagioni di prima squadra avrebbe potuto togliersi maggiori soddisfazioni e, forse anche la gloria dellazzurro forte (come marcatore puro ha pochi rivali) se non fosse stato massacrato dagli infortuni. Un problema ai flessori della coscia destra, per il quale si rivolto a tanti specialisti, lo ha fatto ammattire e gli ha fatto perdere tempo e partite, ne ha limitato le possibilit con la Nazionale Under 21, gli ha forse precluso anche il salto in una big. Due anni e mezzo a patire tra gli infortuni.
Max Pezzali Anche sabato scorso col Palermo ha marcato visita a 20 minuti dal via per una lombalgia che lo ha colpito durante il riscaldamento, ma i problemi veri sembrano superati e alla grande. Ora Pisano gioca forte. E per ricaricarsi ha scelto Max Pezzali, il suo idolo e un pezzo, Il mio secondo tempo, che sembra davvero essere il motivo della sua vita: Ho visto Max in concerto quattro volte, due a Cagliari, una a Nuoro e una a Firenze. E gli ho anche portato la maglia del Cagliari col mio numero, il 14, e il nome Pezzali. Da quella canzone partita la mia rinascita. La passione per i suoi brani me lha trasmessa un compagno delle giovanili che ora a Savona, Simone Aresti, quello che qualche settimana fa ha segnato un gol incredibile su un rinvio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Dice Stefano Okaka, centravanti romanista appena parcheggiato al Parma: Totti un campione che nella sua carriera rimasto un po bambino. Pur in un italiano zoppicante, vorrebbe essere un complimento. E infatti, sempre umile e riservato aggiunge lattaccante cresciuto a Trigoria,- da anni dicono sia finito, ma lui potr giocare finch vuole, Avercene di bambini come Totti: un Peter Pan dellarea di rigore, ha 35 anni suonati ma la Roma continua a dipendere dalle sue lune. Se gira bene a lui, pure la squadra va al massimo. Altrimenti, landamento lento. Con buona pace delle alchimie di Luis Enrique.
Rapporto speciale Totti contro il Parma quello che ci vuole alla Roma per riemergere dal baratro toccato a Siena (peggio di cos alla 23a giornata solo nel 2003). Lo dicono i numeri: la squadra cui ha realizzato pi gol in A, 15 (pi uno in Coppa Italia), la stessa che ha segnato alcune tappe fondamentali della sua carriera. La pi importante: 17 giugno 2001, il capitano apre le marcature, 3-1 agli emiliani, 3 scudetto romanista, il primo (e unico, fin qui) per Totti. Unaltra indimenticabile: 19 dicembre 2004, sempre allOlimpico, nel 5-1 rifilato al Parma il numero dieci con una doppietta scavalca Roberto Pruz-

zo in cima alla classifica dei goleador romanisti (107 contro 106). Ma nel rapporto tra Totti e il Parma ci sono altri gesti da ricordare: il primo cucchiaio servito a Buffon nel 1998, una punizione sotto la neve, al Tardini, nel 2004, oltretutto nel giorno in cui i russi si ritirarono dalla trattativa per lacquisto della Roma, e un altro pallonetto, questo a Mirante, il 1 maggio 2010, buono a tenere vivo il sogno scudetto (poi svanito). E infine a Parma Totti ha realizzato lunica doppietta con la Nazionale, alla Bielorussia, il 13 ottobre 2004.
Ma che razza di Roma ? Ce n abbastanza, in

I suoi tatuaggi per il figlio Solal

effetti, per pensare che Totti domani riprenda la rincorsa a Meazza e Altafini (216 gol in A contro i suoi 211) e la Roma riprenda a volare, o almeno a mostrare la sua identit. una partita che pu dare o togliere molto ai giallorossi: una vittoria li rilancerebbe a caccia dellEuropa e gli darebbe la carica giusta per guardare allAtalanta e, dietro langolo, al derby del 4 marzo. Viceversa, un altro passo falso li farebbe sprofondare nella mediocrit, realizzando lincubo tanto temuto da Walter Sabatini: Trasformare questa stagione in un anno di transizione, senza ambizioni n obiettivi. Totti non ha ancora capito che razza di creatura questa Roma ispanoamericana: se una bambina con problemi di crescita o una ragazza di cui innamorarsi. Da domani, spera, avr le idee pi chiare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il volto e poi la schiena tatuata di Cyril Thereau, 28 anni, secondo anno al Chievo
FOTOPRESS

Ne ho 8, pronti altri 2, con la sua data di nascita in numeri romani


La cresta il suo marchio di fabbrica e i tatuaggi sulla pelle sono un vezzo estetico ma anche un modo di esprimere la propria personalit. Cyril Thereau ha due enormi ali dangelo sulla schiena che evocano il desiderio di libert, per non ha intenzione di spiccare il volo. Anzi, lattaccante francese al Chievo ha trovato finalmente la stabilit: un nuovo ruolo, quello di trequartista, che lo ha trasformato da riserva a punto fermo nel tridente di Di Carlo.
Dalla Champions al Chievo Thereau ha una passio-

I SUOI BERSAGLI

Atalanta
GUIDO MACONI BERGAMO

Cazzola e il sintetico questione di feeling


Verso il debutto da titolare. Alla Juve Stabia ci giocava sempre
Per superare le insidie del Silvio Piola di Novara, dove lanno scorso caduta 2-0, lAtalanta potrebbe affidarsi a uno specialista del sintetico. Riccardo Cazzola un esperto in materia visto che arriva dalla Juve Stabia e al Menti di Castellamare c un sintetico di quinta generazione. Per lui domani sar come giocare su un terreno amico.
Titolare Grazie allesperienza alla Juve Stabia so-

GDS

Siena
ALESSANDRO LORENZINI SIENA

Brienza-Sannino coppia inscindibile


Lex reggino non segna pi, ma per il tecnico insostituibile
Franco Brienza, ovvero linsostituibile. Ventuno presenze su ventidue partire, 1880 minuti in campo, secondo solo a Vitiello (1974 minuti in 21 gare) nel Siena di Giuseppe Sannino. A quasi 33 anni (li compir il 19 marzo), la sua una rinascita, anche tattica.
Zero gol, altro ruolo Neppure un gol questanno, ma un infaticabile lavoro per la squadra, soprattutto come esterno di centrocampo. Dove si sacrifica, corre, ripiega, ma riesce anche ad attaccare e dare fantasia alla manovra offensiva. Gi lo scorso anno, in B, Antonio Conte lo impost come esterno sinistro nel famoso 4-2-4. Si diceva che Brien-

no abituato a giocare sul sintetico e per me potrebbe essere un piccolo vantaggio, ma sapremo adattarci tutti nel migliore dei modi. Colantuono potrebbe per la prima volta lanciarlo dallinizio, un po per la necessit di dare il cambio a Brighi che sarebbe alla quarta partita in due settimane dopo quasi quattro mesi ai box, un po perch il mediano veronese nelle due precedenti uscite, pur giocando solo degli spezzoni di gara, ha dimostrato di non temere la serie A. Cazzola aspetta e intanto tiene il profilo basso. Non vivo con lansia dellesordio da titolare. Se a Novara toccher a me cercher di farmi trovare pronto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

za non potesse trovare spazio nel dogmatico 4-4-2 di Sannino in A, lui che era nato e cresciuto come trequartista. Invece si confermato una colonna portante del Siena: Sannino lo ha spostato anche attaccante o trequartista quando ha usato la difesa a tre, lo stima, ha avuto parole di elogio ed anche di sorpresa: Mi chiedo come mai non abbia fatto una carriera di pi alto livello, ha detto a pi riprese lallenatore bianconero. Brienza (foto Ansa) si messo umilmente al servizio della squadra. Il gol in effetti mi manca un po, ma preferisco essere utile ai compagni, sinceramente non pensavo neppure io di poter giocare cos in questo ruolo. Sannino? La stima reciproca cresciuta in questi mesi, non ci conoscevamo prima. Ho sempre avuto un ottimo rapporto con gli allenatori, ma con lui pi del solito: forse perch viene dalle categorie inferiori e conosce bene la cultura del lavoro. Sulla mancata carriera nelle grandi Brienza fa spallucce: Il calcio cambiato. Prima quando uscivi dalle giovanili ti mandavano in C1 se eri bravo, adesso puoi andare in B o addirittura restare in A per maturare. Intanto domani, all'ora di pranzo a Lecce, Brienza ci sar: esterno, trequartista, seconda punta, non importa. E chiss che non arrivi il primo gol.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ne per i tatuaggi e alcuni li disegna proprio lui: Ne ho 8, nei prossimi 3-4 mesi ne far altri 2: una frase e la data di nascita di mio figlio in numeri romani. Solal ha 4 anni e la stessa cresta di pap. Vive in Belgio, per quel visetto furbo stampato sul braccio sinistro aiuta Cyril a sentire meno il peso della lontananza. Solal mancino, per ora il pallone un gioco divertente da condividere con il pap, ma forse un giorno anche per lui diventer un lavoro. Thereau cresciuto nel sud della Francia, e probabilmente se non avesse fatto il calciatore avrebbe fatto il lavoro di suo padre (Ha unimpresa idraulica, avrei seguito le sue orme). Ammira Totti, tifa Marsiglia (Spero di riuscire a essere a San Siro nel ritorno degli ottavi con lInter), ha giocato in Francia, Belgio e Romania (Con Anderlecht e Steaua Bucarest ho fatto la Champions e lEuropa League) e non vive solo per il gol: Mi trovo molto bene dietro alle punte, cos posso toccare pi palloni ed esprimere le mie qualit. A me piace puntare la porta da lontano e non ho lossessione di segnare a tutti i costi. Anzi, mi danno pi soddisfazione un assist e una bella giocata. Non sono mai stato un giocatore da venti gol a stagione.
A lezione ditaliano Questanno finora ne ha segna-

ti 5 (4 in campionato e 1 in Coppa Italia) ma potevano essere di pi: Devo diventare pi concreto, sbaglio ancora troppo davanti alla porta. Per sono molto contento dei miei progressi: quando arrivai al Chievo il mio procuratore mi disse che dovevo avere pazienza, perch per gli stranieri non facile abituarsi al calcio italiano. Aveva ragione: la scorsa stagione capivo poco la lingua, cos ne ho parlato con la societ e insieme abbiamo deciso che dovevo prendere lezioni due volte a settimana. A Verona si vive e si mangia bene: finora ho cambiato spesso, ma qui potrei mettere radici. Chiss che il Chievo non diventi il soggetto di un nuovo tatuaggio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGUI LA TUA SQUADRA tutte le notizie in tempo reale su

www.gazzetta.it/Calcio

18

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA POLEMICA DOPO LINTERVISTA DEL PRESIDENTE DEL CONI

Spaccatura tra i club


Netta divisione in Lega: da Beretta ai soldi tv
Lattacco di Petrucci arrivato a segno, ma la poltrona del presidente solo lantipasto: la battaglia sui diritti tv 2012-15
MARCO IARIA MILANO

COSI PETRUCCI

d
S

LOPPOSITORE CELLINO (CAGLIARI)

Il commissario lultima carta Svolta interna


Via Beretta e la Lega di A pu risollevarsi da sola. Va ridata forza al Consiglio

LA SITUAZIONE TRE CORRENTI SI CONFRONTANO

Mentre la Federazione pronta ad attivarsi e a raccogliere il monito di Petrucci, come potete leggere nella pagina a fianco, in Lega la miccia rimasta corta. Sar perch il capo del Coni gi in passato aveva messo nel mirino Beretta e tutta la Serie A, sar perch qualsiasi tentativo di moral suasion teso a propiziare uninnovazione del sistema si scontra con la cruda realt: la Lega gestisce un miliardo di ricavi tv allanno, per questo i club si guardano in cagnesco e litigano su tutto. Le societ riformiste hanno salutato con favore lintervista di Petrucci alla Gazzetta. Ma sono le prime a rendersi conto che la strada in salita.
GDS

codice etico Non possibile che Lega A faccia partecipare persone che incorrono nei divieti del codice etico recentemente varato

S
sulle scommesse Stanno cercando di mettere in discussione la responsabilit oggettiva: non si toglie il caposaldo dellordinamento sportivo

Massimo Cellino, 55, presidente del Cagliari dal 92 FORTE


CARLO LAUDISA twitter@carlolaudisa MILANO

S
sulla Lega A Abete governa un mondo fatto di 15.000 societ e 4 leghe, ma solo quella di A non rispetta le regole. Questa ingovernabilit deve finire

Vorrei ma non posso Roma, Na-

poli, Udinese, ultimamente Fiorentina, ma anche Milan e Juventus, si battono perch si discuti, prioritariamente, di una nuova governance, restituendo potere al consiglio ed evitando i continui, estenuanti e spesso infruttuosi passaggi in assemblea. In vista della riunione-chiave del 2 marzo, chiesta dagli 8 club ribelli per la formalizzazione delle dimissioni di Beretta e le elezioni di un sostituto, le diplomazie sono al lavoro per condurre il dibattito verso la struttura della Lega stessa. Ma restano ancora una minoranza. Siccome, per, la vera posta in gioco non la poltrona di Beretta ma i soldi delle tv, ecco che lassemblea del 2 non sar altro che un gustoso antipasto di ci che vedremo presto in onda dalle parti di via Rosellini: una battaglia, ancor pi feroce della precedente, sulla spartizione dei proventi del triennio 2012-15. Perch se allora si era finiti in tribunale semplicemente perch non ci si metteva daccordo su come calcola-

Zamparini incalza il numero 1 della Lega, funzionario Unicredit: Tolto il fido al Palermo
re i bacini dutenza (il 25% della torta), immaginatevi cosa potr succedere quando, nei prossimi mesi, bisogner trovare un accordo sullintero sistema di ripartizione. S perch la Legge Melandri assegna adesso ampia autonomia alla Lega sul peso da dare a tutte le voci (quindi anche alla quota da dividere in parti uguali e a quella legata ai risultati).
Schieramenti Proprio per questo lalleanza tra Juventus e Milan, nonostante le beghe arbitrali, resta saldissima. Entrambi i club si opporranno alla destituzione di Beretta soprattutto perch temono che cedendo adesso alle medio-piccole (a parte lInter, le firmatarie della lettera sono

Palermo, Cagliari, Bologna, Cesena, Siena, Novara e Lecce) finiranno col dare partita vinta su ci che conta di pi: i quattrini. Il ragionamento di Agnelli e Galliani il seguente: prima si parla della spartizione del 2012-15, poi si elegge un nuovo presidente. La domanda, a questo punto, : perch tra le big non c lInter? Le motivazioni di Moratti sono diverse. Non a caso, in una delle ultime assemblee Claudio Lotito ha tentato di aggredire la.d. nerazzurro Paolillo: dovuto intervenire Galliani per dividerli. Proprio il patron della Lazio, luned, ha ricevuto una lettera dalla Federcalcio (inviata per conoscenza a Beretta) con cui stato informato che, alla luce delle nuove norme del Coni, immediatamente sospeso dalla carica di consigliere federale, oltre che da quella di dirigente di club: se il 2 marzo andr in assemblea, scoppier lincidente istituzionale.
Toto-presidente Beretta, dal

canto suo, non rassegner le dimissioni se non ci sar una maggioranza (leggi 14 voti) a chiederglielo. E questa il 2 marzo difficilmente ci sar. I ribelli sono 8 e possono arrivare a 10, massimo 12 voti. Lalternativa Cardinaletti non pare raccogliere grandi consensi. Ieri il presidente della Lega stato tirato dentro una polemica per il suo incarico in UniCredit. Il Palermo si lamentato del fatto che la banca gli abbia tolto un fido di 2,5 milioni: Risulta strano per una banca fortemente interessata ad unaltra squadra di A. Tanto strano anche in virt del fatto che Beretta, di cui abbiamo chiesto le dimissioni, un alto funzionario di UniCredit. Replica stizzita della banca: I fidi vengono erogati da alti dirigenti che seguono le aziende. Beretta una persona perbene che nulla ha a che fare con attivit che vengono gestite direttamente da uffici preposti. Il suo nome stato tirato in ballo in modo opportuno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Laffondo di Gianni Petrucci va addirittura oltre il pasdaran Massimo Cellino, il contestatore per eccellenza di Maurizio Beretta. Come prende, allora il presidente del Cagliari, nonch consigliere federale, lauspicio del timoniere del Coni di commissariare la Lega? Io la prendo come una provocazione per indurre la Lega di Serie A a una svolta, a questo punto necessaria.
Quindi favorevole allipotesi di Abete commissario ad acta?

Io ho stima per Giancarlo Abete. Ricordo di aver collaborato con lui la scorsa estate per provare a evitare lo sciopero dei calciatori. Quindi non ho remore verso la persona, ha lequilibrio per recitare bene anche questa parte.
Allora daccordo?

In Lega si gioca una partita importante. Se Beretta non avverte lesigenza di dimettersi un suo problema, ma credo che la prossima assemblea finalmente lo indurr a prendere atto della volont dei club. Anche se non avr 14 voti contro. Ricordi il suo conflitto dinteressi.
Ma se ci non accade?

Allora saremmo costretti a prendere atto degli ammonimenti di Petrucci. Ma spero proprio di no. Il calcio non pu stare sotto schiaffo. Anche il mandato di Petrucci in scadenza. Non pu essere lui a darci la linea, rendiamocene conto. Usciamo da soli da questimbarazzo.
Lei vede Cardinaletti al posto di Beretta?

Mi pu star bene. Ma non faccio questione di nomi. Occorre ridare importanza al consiglio di Lega e mettere mano alle riforme.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL CASO

Dirigente e bookmaker: ora il Barletta rischia grosso


Deferiti Tat junior (socio di un sito di scommesse), il pap presidente e il club di Lega Pro
FRANCESCO CENITI MAURIZIO GALDI

ride Walter Tat, suo padre Roberto ( il presidente) e la societ per responsabilit diretta (e questo laspetto pi pesante) per violazione dellarticolo 6 del codice di giustizia sportiva. Quello delle scommesse.
I fatti Paride Tat socio della Gambling Partners srl che gestisce il sito di scommesse on line Bettiamo.com (con regolare concessione dei Monopoli), ma lui risulta tesserato e non pu effettuare o accettare scommesse, direttamente o per interposta persona... che abbiano ad oggetto i risultati relativi ad incontri ufficiali organizzati nellambito della Fifa,

Non arriva nessuna comunicazione ufficiale dalla Federcalcio, ma sul sito del Barletta appare la notizia del giorno: il Procuratore federale Palazzi ha deferito il vicepresidente Pa-

della Uefa e della Figc. Per questo lui rischia almeno due anni di inibizione, stessa sorte anche per il padre, ma in questa caso (come non mai) le colpe dei figli ricadono sui padri. Il Barletta, infatti, potrebbe pagare un conto salatissimo: dalla penalizzazione alla retrocessione allultimo posto. In aiuto al Barletta non arriva nessun precedente. Del resto gestire siti di scommesse non illegale in Italia e lo stesso sito del figlio del presidente regolarmente controllato e autorizzato dai Monopoli. Ma le regole sono chiare: un tesserato non pu avere nulla a che fare con le scommesse.

Larbitro di B Lunico preceden-

te che ha qualche analogie quello dellarbitro Claudio Gavillucci, ma la sua posizione era diversa. Lavorando in unagenzia di scommesse (Stanleybet), segnal la cosa allAia che non ravvis nessun conflitto dinteressi. Lo scorso gennaio, per, le cose cambiano e Gavillucci alla fine sceglie di continuare a fare il direttore di gara, lasciando il posto fisso proprio il primo giugno, giorno in cui arrivano i primi arresti dellinchiesta Last Bet condotta da Cremona. Ma si tratta solo di una coincidenza.
Roberto Tat, 58 anni, patron del Barletta: stato deferito CALVARESI
Toni Da registrare, infine, le di-

chiarazioni di Luca Toni (la sua presenza in un albergo di Milano frequentato in contemporanea anche dagli Zingari definita in un verbale della polizia di assoluto interesse investigativo) tramite lavvocato Gian Pietro Bianchi, che smentisce categoricamente ogni coinvolgimento in fatti che abbiamo rilievo nellinchiesta sul calcioscommesse. Il giocatore non accetta che la propria immagine e reputazione possano essere lesi mediante laccostamento a vicende a cui del tutto estraneo e si riserva tutelare le proprie ragioni in ogni sede.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

19

ilFenomeno
di MASSIMO LOPES PEGNA

NBA, LIN NEL PICCOLO ALL STAR GAME LA VOLONT POPOLARE HA VINTO
medicina per fargli recuperare la ragione. Cos, gioved sera, arrivato lannuncio: la Nba aggiungeva al pool dei giocatori gi selezionati anche Lin (e Norris Cole dei Miami Heat per pareggiare il numero). Poi Shaquille ONeal e Charles Barkley, nelle veci di allenatori, hanno fatto le scelte in diretta tv, come fossero in un playground fra amici. Shaq gli ha preferito Blake Griffin e Barkley Kyrie Irving, cos Lin stato preso per terzo. Anche questa una formula nuova, perch la partita del venerd Rookie contro Sophomore (che ora si scontreranno a ranghi misti, altra novit) era uno degli appuntamenti pi noiosi nel weekend delle Stelle. Insomma, per tenere alti interesse e rating, era necessario cambiare. Lin spuntato dal nulla due settimane fa: da perfetto signor nessuno ha fatto numeri da Kobe Bryant, ideale interprete del sogno americano. Sbarrargli la strada che lo avrebbe portato a Disneyworld sarebbe stato un autogol clamoroso. Portarlo solo in qualit di assistente alle schiacciate come avevano pensato, ancora peggio. Il Paese che ha inventato il marketing avrebbe fatto fatica a spiegarlo ai suoi studenti di masters superspecializzati. Ma sapersi adeguare al gusto del pubblico uno dei punti di forza dello sport Usa. Fatto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

commissioner della Nba David Stern riconoA lscono tutti un impareggiabileuno haper gli fiuto affari: in quasi trentanni da numero fatto prosperare la sua creatura fino a raggiungere un fatturato di 4.1 miliardi di dollari. Per questo, quando laltro ieri ha dichiarato che Jeremy Lin (foto Epa), il nuovo fenomeno nazionalpopolare di cui si innamorato anche Barack Obama, non avrebbe partecipato alla partita delle Rising Stars (matricole e giocatori del secondo anno) durante lAll Star Game, molti devono aver pensato che avesse perso la testa. Una giornata di dibattiti su tv e radio sono stati la miglior

ilCommento

laPuntura
di ROBERTO PELUCCHI

Palazzo di Vetro
di RUGGIERO PALOMBO

LA CHAMPIONS DIVENTA UN INCUBO PER LINTER PAZZA. E ALLORA...


di SEBASTIANO VERNAZZA

f
Zamparini sfiducia Beretta e UniCredit toglie al Palermo un fido di due milioni e mezzo di euro. Potrebbe essere un caso, ma se non lo fosse la storia sarebbe istruttiva. Dimostrerebbe che il potere tollera un solo fido, quello che fa bau bau.

mercoled sera lInter giocher in ChamELecce, League.persosquadra che le ha buscate pions Una dal che ha in casa contro Novara e Bologna, tutte formazioni dei bassifondi del campionato italiano, come pu pensare di sopravvivere a un ottavo di Champions? Che incubo. Bisogna sforzarsi, andare oltre le apparenze, rovistare nella memoria a caccia di un precedente che porti conforto. Il primo che ci viene in mente rimanda alla stagione 1987-88. LAtalanta - stessi colori dellInter, il nero e lazzurro - giocava in Serie B, eppure arriv alla semifinale di Coppa delle Coppe, dove venne eliminata dai belgi del Malines/ Mechelen. Sospiro di sollievo. Se una squadra di B si spinse tanto in l nellEuropa di una volta, lInter di oggi pu ragionevolmente credere di vincere la Champions. Aspettate a chiamare lambulanza: sapete chi era lallenatore di quellAtalanta? Emiliano Mondonico, che sei giorni fa ha sbancato casa Inter col Novara. Dai, facciamo

finta di credere che sia un segno degli astri, un incoraggiante testacoda della storia. Scendiamo sulla terra, ch meglio. Aggrappiamoci alla normalit dellOlympique Marsiglia, avversario dellInter mercoled nellandata in Francia. Sono sesti in Ligue 1 - stasera giocano col Valenciennes - e se si scorrono i nomi dei giocatori in rosa, fenomeni non se ne trovano. Casomai un problema pu essere rappresentato dal fatto che li allena una nostra vecchia conoscenza: Didier Deschamps ha giocato nella Juve, lha allenata nella stagione della Serie B e lha riportata in Serie A. Ahia, qui scatta un brutto ricorso storico: nella primavera del 2007 Deschamps e la Juve si lasciarono in malo modo. E ricordate chi sostitu Did a Torino? Claudio Ranieri. Ammesso che mercoled al Velodrome sulla panchina dellInter sieda ancora Ranieri, se fossimo in Deschamps sentiremmo lodore del sangue, della possibilit di togliersi uno sfizio. Lultimo appiglio una legge universale dello sport: quando tutto sembra perduto, quando meno te lo aspetti, quando nessuno scommetterebbe un calzino bucato sulle tue possibilit, i cocci per magia ridiventano una cosa sola e prende forma limpresa. Siamo ai confini della cabala, lo sappiamo. Siamo al solito ritornello dei grandi numeri che un giorno o laltro devono interrompersi: ne hanno gi perse troppe, non possono beccare unaltra batosta. E che cavolo, avranno pure uno straccio di reazione, un rigurgito di orgoglio. Purtroppo per gli interisti vero anche il contrario: se qualcosa pu andar male, lo far (legge di Murphy); una volta toccato il fondo, si pu sempre iniziare a scavare (battuta di incerta paternit). Come se ne esce? E chi lo sa. LInter pazza per definizione e dai pazzi puoi aspettarti di tutto, che piglino tre gol in casa dal Bologna e che vincano in Champions a Marsiglia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Riforme subito Abete, s a Petrucci ma il tempo poco


Alla fine sar il Coni a metterci mano, come ha fatto con la giustizia sportiva

laVignetta
di STEFANO FROSINI

Giancarlo Abete (a sinistra) e Gianni Petrucci IMAGE SPORT

TwitTwit

Sono daccordo con Petrucriforme, a alcominciare con ci. Avanti pi presto le da quelle che riguardano tutte le governance. Non dice di pi Giancarlo Abete, allindomani dellintervista che il presidente del Coni ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport. Nella quale, chiuso con amarezza il capitolo Roma 2020, lattenzione tutta spostata sul calcio da cambiare e in particolare sulla situazione della Lega di serie A diventata secondo Petrucci, per svariati motivi, insopportabile. Non dice di pi, Abete, ma ha colto benissimo il sottile e significativo cambiamento di indirizzo. Petrucci smette di sparare su Beretta e Lotito, lo stava facendo dallautunno scorso, e invita il presidente della Federcalcio a darsi da fare. Invito piuttosto esplicito a ricambiare una solidariet e una vicinanza che dal luglio 2010, subito dopo il tonfo azzurro del Mondiale, Petrucci non gli ha mai fatto venire meno. Abete incassa il garbato richiamo e rilancia. La dichiarazione ufficiale assai laconica eppure piena di contenuti: il riferimento a tutte le governance riguarda Lega di A, con quel Regolamento ipergarantista che tiene tutto in stallo, ma anche Federazione, coi suoi famigerati diritti di veto cui stata sottratta solo lelezione del presidente federale. C molto lavoro da fare, o almeno da tentare di fare. Per arrivare nei tempi giusti a consegnare il risultato, o il non risultato, allattenzione del Coni. Non riuscire a eleggere un nuovo presidente di Lega di A nemmeno dopo la scadenza del mandato di Beretta (30 giugno) o non riuscire attraverso linfinito e fin qui inutile tavolo delle riforme ( aperto da luglio 2010) a riscrivere il peso in

IL CINGUETTIO DEL GIORNO

Consiglio federale delle Leghe, ora che sono diventate quattro, equivarrebbe a rimettersi a un nuovo e definitivo intervento dallalto. Un po come avvenuto recentemente per codice etico, giustizia sportiva e incompetenze in ordine sparso. Sulle altre questioni: Abete scandalizzato quanto Petrucci della sottovalutazione che la Lega di A, al contrario di B e Pro, mostra di avere del caso scommesse, destinato a riservare qualche brutta sorpresa a pi di un club. Quanto alla mutualit sui diritti tv e al Coni ignorato, Abete al di l della forma vede la sostanza di un bicchiere mezzo pieno, laccordo tra Leghe fino al 30 giugno c e a vedersela con quanto dovuto al Coni in un modo o nellaltro ci penser lui. Su Lotito e le sue invasioni da consigliere federale e presidente di club sospeso, invece, Abete ributta la palla in campo Coni. E il Garante del Codice di Comportamento Sportivo del Coni professor Paolo Salvatore che deve occuparsene, e segnalare il caso agli organi di giustizia della Figc, che in materia di codice etico a quanto pare non potrebbero muoversi autonomamente. Lotito, comunque, non ricever linvito per il Consiglio federale del 28 febbraio. Le miglior intenzioni, come sempre, animano presente e futuro di Abete. Quel che laspetta alla fine della stagione per da far tremare le vene dei polsi. Scade tutto, tutto va rinnovato, cariche, accordi, contratti collettivi, mutualit, organi di giustizia e chi pi ne ha pi ne metta. Tutto durante o subito dopo gli Europei e il processo sulle scommesse. Auguri presidente. Ne ha davvero bisogno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

STEFANO MANCINELLI
Cestista dellEA7 Milano

Deschamps, tecnico del Marsiglia: aspetta lInter IPP

loSpunto

Il Bolo che vince a San Siro TANTA ROBA (dal 2000 al 2009 Mancinelli stato un pilastro della Fortituto Bologna)
@mancio6

NELLA LUNGA RIVINCITA SUGLI INGLESI CE IL BUCO NERO DELLEUROPA LEAGUE


di ALESSANDRO DE CAL

IVAN BASSO
CICLISTA, 2 VOLTE RE DEL GIRO

fa, negli ottavi Champions, il sorT re anniComerapropostodiMalissimo. LArseteggio aveva una tripla sfida italo-inglese. andata? nal aveva buttato fuori la Roma, il Chelsea aveva eliminato la Juve e il Manchester United aveva fatto altrettanto con lInter (allora di Mou e Ibra). Incombeva un senso di impotenza: lanno prima Inter e Milan avevano sbattuto il muso contro Liverpool e Arsenal, e nei quarti il Manchester United sera inghiottito la Roma. Non cera via di scampo. Gli squadroni inglesi sembravano decisamente avanti, nel tempo e negli spazi: sul piano della tecnica individuale, del gioco di squadra, su quello atletico, della forza mentale e della duttilit. Erano avanti. Adesso quella superiorit sbriciolata. Un po per merito delle nostre squadre; molto perch le inglesi sono calate. E un passaggio delicato. Una generazione doro arrivata al capolinea, usurata dai troppi impegni e sconfitta dagli anni. Giggs, Scholes, Lampard, Terry, Gerrard, Henry vengono ancora issati sui pennoni ma limpatto ovviamente diverso. Il City di Mancini rappresenta il nuovo movimento che cresce, eppure stato eliminato pi o meno indirettamente dal Napoli, nella prima fase Champions, e questo d una certa idea degli attuali rapporti di forza. La mannaia che il Milan ha calato a San Siro sul malconcio Arsenal di Wenger, potrebbe essere il preludio di un en plein. Per

ora resiste solo il Chelsea, che il peggiore della gestione Abramovich: dipende molto dal Napoli. Siamo nelle mani di Cavani e Lavezzi, vedremo la prossima settimana. Naturalmente un caso: i club di casa nostra possono cancellare gli inglesi dalla Champions proprio mentre lInghilterra tronca il rapporto con Capello, unico cit italiano della sua storia. Siamo pari? Non scherziamo. C sempre qualcosa da imparare, dal Made in England. Lo United e il City, per dire. Retrocessi in Europa League, anzich snobbare limpegno e mandare in campo le seconde linee, sono andati a vincere in casa di Ajax e Porto giocandosela come se in palio ci fosse ancora la Champions. La stessa lucida e ostinata motivazione si vista a Roma, nellAtletico Madrid di Diego Simeone (foto LaPresse), che ha surclassato la Lazio con una facilit imbarazzante. AllUdinese mancavano giocatori importanti, ma non ce lha fatta a bucare la porta del Paok, che balla fra il quarto e il terzo posto del campionato greco, mica della Liga. Al di l delle partite dellaltra sera, non si capisce se le nostre squadre quando giocano in Europa League, ci sono o ci fanno. A parte il ranking, che affossa tutti, c unaltra questione. Sar una coppa svalutata, rispetto alla vecchia Uefa, ma Mourinho, Benitez e Villas Boas hanno preso il volo sollevando questo trofeo. Possibile che nessun tecnico di casa nostra abbia voglia di imitarli?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Eccomi con l'uomo che fin da bambino sognavo di imitare... Il grande Francesco Moser...
@ivanbasso

AMARE STOUDEMIRE
Cestista dei New York Knicks

Questo aiuta sempre a cominciare la giornata nel modo giusto


@Amareisreal

20

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

MONDO SPAGNA

Liga e Real in pugno: cos Mou riuscito a stregare Madrid


Lui dribbla: Non parlo del mio futuro. Vincere sul Bara, con 10 punti o uno
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

24a GIORNATA
Oggi Getafe-Espanyol Real M.-Racing Siviglia-Osasuna

IL CASO LA FIDANZATA NUDA COPERTA DAL GIOCATORE

Khedira: foto os Tunisia in rivolta


Un quotidiano pubblica limmagine, tre giornalisti davanti al giudice
Di certo, Sami Khedira non se laspettava. Le foto erano belle, lui e la sua fidanzata Lena Gercke radiosi, la rivista diffusa e apprezzata, pubblico soddisfatto. Poi, inattesa, arrivata la svolta politica. E un contorto ma innegabile collegamento tra una copertina del GQ tedesco e la Rivoluzione del Gelsomino tunisina.
Lo scandalo Le foto della rivista

FILIPPO MARIA RICCI Twitter @filippomricci MADRID

Un piatto forte ci sarebbe, ma Mou lo rifiuta con sdegno. E allora non resta che dirigersi verso il Camp Nou, per tornare su un episodio di qualche settimana fa e per prendere le distanze da ci che pu succedere tra qualche tempo.
Il futuro La domanda ben formulata: Chiudiamo la polemica: la prossima stagione allener il Real Madrid?. La risposta evasiva: La polemica lho chiusa la settimana scorsa, quando ho detto che non parlavo del tema. Che caldo, perch negli ultimi tempi, complice il cospicuo vantaggio (10 lunghezze) accumulato sui rivali blaugrana, il rapporto tra Jos Mourinho e il madridismo si notevolmente tranquillizzato e ora una sua eventuale partenza, data per certa in diversi posti, Inghilterra in primis, comincia a far paura. Tranquillo Ieri Marca ha dedicato pagine 2 e 3 a tranquillizzare la folla: Mou non se ne andr senza la Decima, la benedetta decima Champions, ossessione di Florentino. Col quale, assicurano sul giornale madrileno, Jos ha parlato trasmettendogli un messaggio di tranquillit. A Perez Mou ha detto che non se ne andr, che si sente spalleggiato dal club, a suo agio con la gran parte dei tifosi e vede la rosa determinata. Un gruppo di giocatori che secondo il portoghese possono ancora migliorare tanto, perch giovani e affamati. Marca ha rias-

sunto la cosa in 5 ragioni per cui vale la pena restare, dimenticando per una cosa fondamentale: e se il Madrid dovesse vincere la Champions? Marted a Mosca (partenza per la Russia gi domani) il Real riprender la sua corsa europea forte di una forma in Liga strepitosa. Sette vittorie consecutive, parziale di 25 a 8. Striscia che stasera al Bernabeu contro il Racing sembra destinata ad allungarsi, anche se la squadra di Santander da quando andato via Hector Cuper si trasformata e nelle ultime 6 di Liga ha perso solo una volta.
Il Pasillo Qui si fa

Jos Mourinho, 49 anni, tecnico del Real Madrid IMAGE

Sami Khedira e la compagna Lena

Domani GranadaReal Sociedad Athletic Bilbao-Malaga SportingAtletico Madrid MaiorcaVillarreal Levante-Rayo BarcellonaValencia Luned Saragozza-Betis Classifica (prime pos.) R. Madrid 58; Barcellona 48; Valencia 40; Levante e Espanyol 32; Atletico, Malaga e Osasuna 31; Athletic 30; Rayo 28; R. Sociedad e Getafe 27.

un gran parlare della possibilit che il Madrid possa arrivare al Camp Nou (quartultima giornata) gi campione, cosa che obbligherebbe il Bara (in campo domani sera in casa col Valencia) a fare il famoso pasillo, la guardia donore allingresso in campo: Che stupidata ha detto ieri serio Mou , la gente che ora parla di queste cose la stessa che prima quando eravamo in difficolt ci creava problemi. A me basta vincere la Liga con un punto di vantaggio, altro che discorso chiuso. Sempre il Bara: ieri si tornati a parlare del famoso, e fotografato, episodio del ritorno di Copa del Rey, quando Mou aspett larbitro appoggiato alla sua macchina: Ma quale danno dimmagine. In quelloccasione considerando quanto era successo in campo sono stato molto educato e tranquillo con Teixeira Vitienes. Sono orgoglioso del mio comportamento. Puro Mou.
RIPRODUZIONE RISERVATA

sono state pubblicate nel Paese del padre di Sami (la mamma tedesca e lui nato a Stoccarda) e non sono passate inosservate. Ma se in Italia il dibattito sulla farfallina di Belen si surriscalda solo in termini edonistici, in Tunisia quel braccio di Sami a coprire il petto desnudo di Lena ha provocato altre reazioni. Il quotidiano Attounissia ha pubblicato le foto, e tre dei suoi redattori sono finiti davanti al giudice, e da li in custodia cautelare, con laccusa di attentato alla morale pubblica. Per loro sipotizzano pene dai sei mesi ai cinque anni e una multa salatissima, anche se il fermo ha causato un certo scalpore, e ha di fatto trasformato lapparizione della foto in caso politico.
Le elezioni Per comprenderlo bisogna fare un passo indietro, e allargare la visuale dal quasi scontato rapporto calciatore-velina, per noi, (Lena una modella) con annessi e connessi in ambito gossip, alla complessa situazione istituzionale dei Paesi nordafricani, scossi da oltre un anno da rivoluzioni pi o meno violente. Nellottobre scorso, nove mesi dopo la fuga del presidente della Repubblica Ben Ali, in carica dal novembre 1987 al 14 gennaio del 2011, data del suo precipi-

toso passaggio in Arabia Saudita (lItalia, tra gli altri Paesi, gli aveva negato qualsivoglia appoggio logistico) si sono svolte le elezioni. Che hanno portato al potere il partito Al-Nahda, composta da centristi, conservatori e islamisti che hanno sofferto durante la rivoluzione (diversi membri del partito furono arrestati) ma che non sono granch disposti a venire a patti con la parte del Paese che chiede una maggiore apertura in tema di costumi. E sulla loro fermezza in materia di costumi hanno costruito il loro largo successo (41.47% dei voti, 90 seggi su 217).
Questione socio-politica Ecco perch il caso-Khedira ha assunto tanta rilevanza. una questione sociale e politica. Ieri la notizia era largamente la pi letta nel sito di Attounissia, e non solo per la foto (pi abbottonata) di Sami e Lena a corredo. Alcuni giornalisti si sono ritrovati di fronte al tribunale per manifestare solidariet ai colleghi, e il sindacato di categoria ha denunciato ci che ha definito un abuso di potere, ricordando che la libert di stampa una delle colonne della societ democratica e tollerante. No, Khedira davvero non se laspettava.
f.m.r.
RIPRODUZIONE RISERVATA

VIDEO guarda le immagini su

www.gazzetta.it

FRANCIA DOMANI IL PSG AFFRONTA LA SECONDA IN CLASSIFICA

Taccuino
GERMANIA ARGENTINA

Carl-Girard: sfida di buste paga


Lallenatore del Montpellier guadagna 50mila euro: che divario con Ancelotti
ALESSANDRO GRANDESSO PARIGI

Il Borussia dallex Bayern a Friburgo


Il Bayern in casa dellultima (Friburgo) spera che un ex faccia cadere il Borussia Dortmund. Re ne Tretschok, campione dEuropa nel 1997 con i gialloneri, debutter sulla panchina dellHertha al posto dellesonerato Skibbe, in attesa di un sostituto ufficiale (trattative con Rehhagel). Sfida tra peruviani in Amburgo Werder. Chi prevale tra Guerrero e Pizarro ricever dal laltro un cavallo come premio di una scommessa: entrambi sono appassionati di ippica e possiedo no diversi cavalli. 22 GIORNATA Ieri: Hoffenheim Mainz 1 1. Oggi: Norimberga Colo nia; Kaiserslautern Borussia M.; Hertha Borussia Do.; Leverku sen Augsburg; Amburgo Werder; Friburgo Bayern. Domani: Schalke 04 Wolfsburg; Hanno ver Stoccarda. CLASSIFICA Bo russia Dortmund 46, Bayern 44, Borussia M. 43, Schalke 04 41, Werder 33, Leverkusen 31, Hanno ver 31, Wolfsburg 27, Amburgo 26, Stoccarda 26, Hoffenheim 26, Co lonia 24, Mainz 24, Norimberga 22, Hertha 20, Kaiserslautern 18, Aug sburg 18, Friburgo 17.

Il Clausura e la guerra La federcalcio insiste


BUENOS AIRES La Feder calcio argentina insiste nel chiama re il campionato di Clausura in cor so Incrociatore General Belgra no la nave affondata nel 1982 dal le forze britanniche durante la guer ra delle Falkland Malvine. Nono stante lavvertimento della Fifa che ha parlato di possibili sanzioni, verosimilmente perch nel suo sta tuto si vietano discriminazioni contro un Paese, la federcalcio ha confermato la decisione di dare al torneo la denominazione che ri corda la guerra con Londra.

lotti e Ren Girard. Quel seppur prezioso punto in pi costa davvero caro allo sceicco: un milione e 150 mila euro.
Netturbini Ovvero il differen-

Favoriti contro outsider. Calcio dalto borgo, nobile e soprattutto ricco, contro quello di provincia che di milioni ne ha pochi e singegna come pu, ma con talento. Quella che va in scena domani sera al Parco dei Principi, tra il Paris Saint Germain dopato dai capitali del Qatar primo in classifica, e lanonimo Montpellier gestito da un imprenditore di rifiuti, ma secondo a un punto, anche la sfida degli opposti economici. Basta dare unocchiata alle buste paga dei rispettivi allenatori, Carlo Ance-

ziale tra il milione e duecentomila di stipendio lordo stimato dellitaliano, secondo lEquipe, e i miseri cinquantamila dellex c.t. dellUnder 21 francese, diseredato a suo tempo da Domenech, rilanciato da Louis Nicollin, 130 chili veraci, uno che ha fatto soldi gestendo la raccolta rifiuti in varie citt e che parla senza peli sulla lingua. E che per domani prevede un bel segno due in schedina. Pretattica, ottimismo o semplice humour vista la differenza disarmante dei bilanci. Il Psg dispone di un budget di 150 milioni di euro, secondo solo al Lione. Il Montpellier fa tutto con 36 milioni, dodicesimo nella speciale classifica, senza mai andare in rosso. Nessun giocatore guadagna pi di 150 mila euro al me-

se. Anzi il pi pagato, il capocannoniere Olivier Giroud (16), porta a casa 85 mila euro. Quattro volte in meno della star parigina, Javier Pastore. Lex palermitano, al rientro, ha un salario da 350 mila euro al mese. E sono ben quindici i colleghi che incassano almeno 150 mila euro di stipendio. Incluso Salvatore Sirigu che a Palermo, lanno scorso, guadagnava 200 mila euro, ma a stagione.
Eurorivali Il Marsiglia, avversa-

rio dellInter in Champions League mercoled, ospita questa sera il Valenciennes.


24 GIORNATA. Oggi: Ajaccio-Brest; Caen-Evian Thonon; Digione-Nizza; Lorient-Lilla; Nancy-Tolosa; Sochaux-Auxerre; Marsiglia-Valenciennes. Domani: Bordeaux-Lione; St Etienne-Rennes; Psg-Montpellier. CLASSIFICA Psg 50; Montpellier 49; Lilla*, Lione, Rennes 39; Marsiglia* 38; St Etienne* 36; Tolosa 34; Bordeaux 33; Lorient* 27; Valenciennes 26; Brest 25; Evian*, Caen*, Nancy, Digione 23; Ajaccio 22; Nizza, Auxerre* 20; Sochaux* 19. * 1 partita in meno.
A

BRASILE

Si rivede Adriano In campo dopo 3 mesi


RIO (m.can.) Dopo tre mesi senza giocare una partita ufficiale, Adriano dovrebbe scendere in campo per la prima volta oggi con tro il So Caetano per il campiona to paulista. Nel 2012, lattaccante del Corinthians solo ha giocato 45 minuti dellamichevole col Flamen go. Adriano si anche sottoposto a un lavoro full time con una dieta speciale.

RIPRODUZIONE RISERVATA

In alto, Carlo Ancelotti, 52 anni, tecnico del Psg; sotto, Ren Girard, 57, allena il Montpellier REUTERS/AFP

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

21

MONDO INGHILTERRA

Ancora insulti razzisti: nel mirino Balotelli


A Oporto sono stati presi di mira lattaccante e Yaya Tour Il Manchester City indignato fa reclamo ufficiale alla Uefa
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

FA CUP 5 TURNO

LE EURORIVALI COPPA DINGHILTERRA

Oggi ChelseaBirmingham EvertonBlackpool NorwichLeicester Millwall-Bolton SunderlandArsenal Domani CrawleyStoke City StevenageTottenham LiverpoolBrighton

Crisi Villas Boas: Nel Chelsea non tutti con me


Il tecnico allude ai giocatori: Abramovich mi sostiene Arsenal: rischio Sunderland
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

STEFANO BOLDRINI LONDRA

LONDRA

Alla fine, si torna sempre a quelle tre parole: Why always me?. Perch sempre lui? Perch sempre Mario Balotelli nel caos? Torna a Oporto, in Europa League, dopo aver scontato quattro turni di squalifica in Inghilterra per lo scontro di gioco con Scott Parker, in City-Tottenham, ed di nuovo casino. Con il Porto, secondo quanto ha denunciato lo stesso Balotelli, ci sarebbero stati insulti, buuh e gesti della scimmia contro Mario e contro livoriano Yaya Tour. Il Porto ieri insorto: non vero, i nostri tifosi queste cose non le fanno, forse volevano inneggiare a Hulk, ma Yay Tour li ha sentiti benissimo e ha spiegato: Tutto ci spiega perch io giochi in Inghilterra e non in altre parti. In molti Paesi i calciatori neri non sono ben accettati.
Il reclamo Detto che anche il football made in England nellultimo mese ha riscoperto cori e gesti della scimmia Tour forse non ben informato, stato impegnato con la sua nazionale in Coppa dAfrica dal 6 gennaio al primo febbraio , la difesa del Porto debole e ripropone il problema: la vecchia Europa, tra lo spread che un incubo e la crisi economica di diversi Paesi, ha riscoperto la vecchia bestia. Il razzismo. Il Manchester City ha chiuso la serata portoghese inoltrando un reclamo allUefa per i cori xenofobi. Il City ha vinto 2-1 e non cerca facile scorciatoie per superare il turno di Europa League. Il club inglese ha semplicemente posto la questione: non accettabile che si verifichino ancora episodi dintolleranza razziale negli stadi.

Da sinistra, Mario Balotelli, 21 anni, e Yaya Tour, 28, durante il match di Europa League a Oporto REUTERS

Livoriano: E per questo che mi piace la Premier, l certe cose non succedono Il club portoghese Un equivoco, i delegati non hanno segnalato alcuna anomalia

Ora lUefa aprir uninchiesta: saranno acquisite immagini e testimonianze, si leggeranno i rapporti della terna arbitrale e dei delegati, poi si prenderanno provvedimenti.
Il crescendo Ma Balotelli ha la-

sciato il Portogallo con lanimo in subbuglio: quando stato sostituito, al 33 del secondo tempo, i buuh sono diventati, come spiegava ieri la Bbc, un crescendo. Roberto Mancini ha dichiarato di non aver sentito nulla perch ero molto concentrato su quanto stava accadendo in campo, ma credo che Mario e Yaya Tour abbiano la forza per poter sop-

portare queste cose. Kolo Tour, fratello di Yaya, dalla panchina ha invece percepito bene cori e versi ed rimasto choccato, come hanno lasciato intendere i responsabili della comunicazione del City, che gi nellintervallo della gara di Oporto avevano informato i giornalisti inglesi su quanto stesse accadendo. Anche per questa ragione, la gara di ritorno, la prossima settimana, sar seguita con particolare attenzione dagli osservatori Uefa. Cercano tutti di minimizzare il problema, ma il razzismo negli stadi europei, purtroppo, pi vivo che mai.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tirato, nervoso, sbrigativo, Andr Villas Boas ieri ha fatto unammissione importante: Non tutti i giocatori mi seguono e credono in questo progetto, ma Abramovich con me e mi sostiene. Se lallenatore del Chelsea arrivato a tanto, significa che la situazione da seria sta diventando grave. E allora? Allora ci vuole lAfrica per risollevare lanimo del tecnico baby che il Chelsea ha strappato al Porto spendendo una cifra folle (non avrei mai pensato che Abramovich arrivasse a tanto, la dichiarazione del presidente Jorge Pinto da Costa) e sul conto del quale, dopo una stagione finora fallimentare, loligarca russo comincia ad avere in realt pi di qualche dubbio. Dalla Costa dAvorio, ecco la voce di Didier Drogba: Non vero che lo spogliatoio rema contro di lui e non corretto fare paragoni tra Villas Boas e Ancelotti. Ogni allenatore ha la sua storia. Io posso solo dire che non ho alcuna intenzione di lasciare il Chelsea. E casa mia e mi sento molto legato al club. Oggi il Chelsea affronter il Birmingham nel quinto turno di quello che resta come il vero obiettivo credibile dei Blues: la Coppa dInghilterra. Poi ci sar la trasferta di Champions, a Napoli, appuntamento che preoccupa non poco Villas Boas: negli ultimi giorni la squadra di Mazzarri stata studiata ed analizzata pi volte. Ieri sera, un emissario dei Blues ha seguito la gara di Firenze. Oggi Villas Boas cercher di verificare lo stato di forma dei suoi. Per noi importante proseguire la corsa. Per lui senza dubbio.
Arsenal Coppa dInghilterra di consolazione anche per lArsenal, che cercher nel trofeo pi amato dagli inglesi di allontanare lincubo del poker rimediato a Milano. La squadra di Wenger si esibisce a Sunderland, in casa di un avversario che con il nuovo tecnico, ONeill, ha guadagnato posizioni di classifica e consensi. Wenger ha alzato la voce al ritorno a Londra: Walcott e Rosicky i pi bersagliati. La consapevolezza che questa potrebbe essere lennesima stagione da zero titoli potrebbe allontanare dai Gunners il miglior talento: il centravanti Robin Van Persie. Lattaccante olandese stato definito sconsolato e depresso negli spogliatoi del Meazza. Forse in quelli stessi spogliatoi, ma con unaltra maglia, rossonera, potrebbe ritrovare stimoli ed entusiasmo.
bold
RIPRODUZIONE RISERVATA

LINGAGGIO RECORD IL CLUB DI ETOO HA SCELTO IL NUOVO ALLENATORE

IL TECNICO GIRAMONDO HA ALLENATO IN SETTE CITT E SEI PAESI

Hiddink batte in volata Capello E un s da 10 milioni con lAnzhi


Contratto di 18 mesi per lolandese che sar anche vice-presidente e far il mercato
CARLO LAUDISA twitter @carlolaudisa MILANO

Era gi in volo per la Turchia quando ieri allora di pranzo lAnzhi ha annunciato lingaggio di Guus Hiddink. Il club di Makachkala ha messo sotto contratto lolandese globe trotter per un anno e mezzo. Ma non solo. Oltre ad allenare la squadra, Hiddink sar vice-presidente del club, si legge sul sito del club del Daghestan, che gli garantir uno stipendio da 10 milioni di euro netti a stagione. E ovvia-

mente un ruolo da manager che evidentemente aveva lusingato anche Fabio Capello, suo concorrente principale in questo atteso cambio in corsa. Il tecnico di Pieris in questo duello stato a lungo in testa, forte della sponsorizzazione di due suoi ex allievi glamour: Samuel Etoo e Roberto Carlos. Ci spiega le notizie contraddittorie degli ultimi 10 giorni. Subito dopo le sue dimissioni da c.t. dellInghilterra, infatti, Capello ha vagliato le proposte del plenipotenziario Tatchenko senza trovare un punto dincontro.
La decisione Abbiamo discusso con l'Anzhi a lungo alla fine dello scorso anno, per questo ora ho preso subito la decisione, ha commentato Hiddink al suo arrivo in Turchia, dove sta gi allenando la squadra che sta rifinendo la preparazione in vista della ripresa del campionato ai primi di marzo.

Sono contento di ottenere tale possibilit, ha proseguito, promettendo che avr una attenzione speciale per il progetto di ampio respiro di Kerimov, anche per sviluppare calcio nella repubblica del Daghestan. .
I suoi giri Hiddink si dimesso dalla panchina della nazionale turca dopo la mancata qualificazione a Euro 2012. In passato ha allenato anche la nazionale russa dopo unesperienza anche al Chelsea. Lolandese, si sa, ha un rapporto privilegiato con Roman Abramovich. E questo stretto legame aveva portato molti media a ipotizzare a breve un suo ritorno a Londra al posto del traballante Villas Boas. Ma con questa mossa il sosia di Ancelotti esce dai riflettori del calcio che conta. In estate anche Moratti aveva pensato a lui. E la sua mossa un addio anche allInter.
RIPRODUZIONE RISERVATA GDS

22

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

SERIE BWIN 28a GIORNATA

Modena da incubo Finalmente si gioca


C tensione per la sfiducia della squadra a Cuttone Dopo tre rinvii per la neve si torna in campo a Brescia
PAOLO REGGIANINI MODENA

in discussione il tecnico sua. A rompere il silenzio dello spogliatoio ci ha poi pensato luned Guardalben, il secondo portiere che non era stato convocato per la gara non giocata con il Padova, per scelta tecnica.
Problemi Sono stato preso in giro dallallenatore - ha detto ho solo parlato pi degli altri nella riunione di mercoled 8, non sono il manovratore. Con Cuttone abbiamo problemi su tutto ci che riguarda il calcio, sia di carattere tecnico che di relazioni. Lo abbiamo fatto presente per il bene del Modena. Se hanno deciso di andare avanti cos, noi ci impegneremo al massimo. Quella delegazioni ha parlato a nome di tutti, qui non ci sono casi isolati da risolvere. Guardalben per questa frasi stato multato. In sintonia con i calciatori, il d.s. Fausto Pari, il quale non ha un gran feeling con Cuttone: Non immaginavo - ha dichiarato - che il disagio dei giocatori cos elevato. Il mio unico errore stato non dimettermi quando a novembre stato esonerato Bergodi. I discorsi dellallenatore di oggi da ducetto hanno compattato lo spogliatoio, ma contro di lui.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LE TAPPE DEL CAOS

VARESE COL SASSUOLO

Divieto Prima di arrivare al di-

La quiete dopo la tempesta. Una settimana fa volavano piatti e bicchieri, adesso regna un silenzio assordante. Il Modena, dopo 22 giorni di pausa forzata e tre gare da recuperare, torna in campo. Lo fa a Brescia, in una trasferta gi di per s insidiosa e con un carico di tensione che nessuno sa come potr tradursi sul campo di gioco. La protesta collettiva dei giocatori contro lallenatore pare sedata, ma sono in molti a sostenere che potrebbe bastare una scintilla per fare esplodere la polveriera Modena.

Agatino Cuttone compie oggi 52 anni LAPRESSE

vieto imposto dalla societ a tutti i tesserati di esprimere pareri su un caso cos unico e delicato, nei giorni scorsi si erano definiti in modo chiaro gli schieramenti. C qualcuno che manovra contro di me aveva detto Cuttone -. Non mi sono accorto di nulla. Qui le regole le detto io e mi risulta che solo qualche giocatore si sia lamentato. Il partito dei cuttoniani a quanto pare sostenuto solo da Roberto Casari (contrari gli altri soci), azionista di maggioranza che si espresso dicendo che: forse qualcuno fomenta questi ragazzi. Si tratta per solo di osservazioni. Casari non lo dice apertamente, ma la scelta di non mettere

Mercoled 8 I giocatori manifestano agli azionisti i problemi con Cuttone Gioved 9 La societ conferma Cuttone Venerd 10 Il tecnico dichiara: Giocatori manovrati da qualcuno Sabato 11 Duro confronto tra squadra e lallenatore Luned 12 Guardalben attacca duramente Cuttone Marted 13 Il d.s. Pari si dichiara dalla parte della squadra: Non sono io il manovratore

Maran teme Pea: Ti fa giocare male


FILIPPO BRUSA VARESE

Il 2012 ha messo le ali al Varese che nel nuovo anno ha sempre vinto in trasferta, battendo Sampdoria, Crotone, Livorno e AlbinoLeffe. Oggi va a giocare sul campo del Sassuolo capolista, dove i biancorossi hanno ottenuto un unico successo (25 gennaio 87 in C2). Il tecnico Maran ha chiesto una prova di sacrificio e di intensit: Non conta quello fatto prima, e poi anche il Sassuolo sta vivendo un buon periodo. E organizzato, rapido e sa far giocare male gli avversari. Ho chiesto ai miei la partita perfetta. Con la massima attenzione e consapevoli del nostro valore, dobbiamo saper essere noi stessi e, cio, il vero Varese.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cos oggi (ore 15) IL PADOVA DEVE RINUNCIARE A ITALIANO, AGLIETTI E LEMPOLI RICOMINCIANO CON IL 4-3-1-2
CLASSIFICA
SQUADRE PT SASSUOLO 53 TORINO 53 PESCARA 51 VERONA 51 PADOVA 45 VARESE 44 REGGINA 39 BRESCIA 38 SAMPDORIA 37 BARI (-2) 36 CITTADELLA 34 GROSSETO 34 JUVE STABIA (-4) 33 LIVORNO 30 VICENZA 28 CROTONE (-1) 27 MODENA 24 EMPOLI 23 ALBINOLEFFE 23 GUBBIO 23 ASCOLI (-7) 22 NOCERINA 18 PARTITE G V N P 26 15 8 3 26 15 8 3 25 16 3 6 27 15 6 6 26 13 6 7 27 12 8 7 26 10 9 7 26 10 8 8 26 8 13 5 27 10 8 9 27 9 7 11 27 8 10 9 26 10 7 9 27 7 9 11 27 6 10 11 27 6 10 11 24 5 9 10 26 6 5 15 26 5 8 13 26 5 8 13 26 8 5 13 27 3 9 15 RETI F S 36 18 32 16 55 36 36 25 38 28 34 25 44 34 29 26 31 21 32 30 32 36 28 36 36 34 29 31 30 38 28 36 25 40 31 44 27 41 24 38 28 36 34 50

ALBINOLEFFE PESCARA
ALBINOLEFFE (4-4-2) 27 OFFREDI 14 SALVI 64 DAIELLO 3 BERGAMELLI 79 REGONESI 23 PACILLI 58 HETEMAJ 21 LANER 11 FOGLIO 7 GERMINALE 9 COCCO ALL. SALVIONI PANCHINA 1 Tomasig, 77 Piccinni, 18 Cristiano , 29 Girasole, 6 Previtali, 10 Cisse, 32 Torri PESCARA (4-3-3) 22 ANANIA 2 ZANON 6 ROMAGNOLI 5 CAPUANO 14 BALZANO 26 NIELSEN 10 VERRATTI 4 CASCIONE 9 SANSOVINI 17 IMMOBILE 7 SODDIMO ALL. ZEMAN PANCHINA 1 Ragni, 33 Bacchetti, 24 Martin, 26 Caprari, 8 Togni, 20 Gessa, 19 Maniero

ASCOLI GROSSETO
ASCOLI (5-3-2) 30 GUARNA 3 CIOFANI 66 ANDELKOVIC 26 PECCARISI 6 FAISCA 21 PASQUALINI 8 DI DONATO 4 PEDERZOLI 10 SBAFFO 11 PAPA WAIGO 32 GERARDI All. SILVA PANCHINA 37 Maurantonio, 19 Giovannini, 33 Tomi, 13 Parfait, 91 Ilari, 18 Falconieri, 99 Soncin GROSSETO (4-4-2) 29 NARCISO 27 PETRAS 88 PADELLA 33 OLIVI 80 GIALLOMBARDO 37 SCIACCA 6 CRIMI 5 JADID 22 CARIDI 21 ALFAGEME 9 KEKOIN All. UGOLOTTI PANCHINA 23 Viotti, 24 Calderoni, 92 Antei, 10 Consonni, 90 Ronaldo, 11 Curiale, 52 Lupoli

BRESCIA MODENA
BRESCIA (3-5-1-1) 1 ARCARI 25 MARTINEZ 21 DE MAIO 19 CALDIROLA 15 ZAMBELLI 4 MARTINA RINI 5 BUDEL 22 MANDORLINI 3 DAPREL 7 EL KADDOURI 80 JONATHAS All. CALORI PANCHINA 12 Leali, 2 Zoboli, 23 Dallamano, 4 Salamon, 8 Vass, 9 Piovaccari, 11 Feczesin MODENA (4-3-1-2) 1 CAGLIONI 28 PERTICONE 29 TURATI 50 PERNA 22 MILANI 14 CIARAMITARO 5 PETRE 69 SIGNORI 10 DI GENNARO 63 ARDEMAGNI 30 GRECO All. CUTTONE PANCHINA 99 Guardalben, 26 Carini, 3 Bassoli, 4 Nardini, 7 Dalla Bona, 8 De Vitis, 12 Stanco

LIVORNO BARI
LIVORNO (4-4-2) 33 BARDI 77 SALVIATO 4 BERNARDINI 5 SINI 23 LAMBRUGHI 26 SILIGARDI 7 BELINGHERI 21 LUCI 28 SCHIATTARELLA 8 DIONISI 9 PAULINHO All. MADONNA PANCHINA 62 Vono, 24 Meola, 18 Filkor, 70 Rampi, 25 Morosini, 44 Moscati, 82 Bernacci BARI (4-3-3) 1 LAMANNA 2 CRESCENZI 23 CEPPITELLI 55 BORGHESE 29 GAROFALO 54 BOGLIACINO 24 ROMIZI 21 SCAVONE 10 FORESTIERI 87 CAPUTO 20 STOIAN All. TORRENTE PANCHINA 37 Koprivec, 22 Polenta, 39 Cavanda, 18 Bellomo, 46 Simon, 4 Kutuzov, 9 Castillo

NOCERINA CITTADELLA
NOCERINA (3-4-3) 69 CONCETTI 23 FIGLIOMENI 19 REA 3 DI MAIO 27 LAVERONE 8 BRUNO 48 MINGAZZINI 11 BOLZAN 7 PAGANO 9 CASTALDO 70 FARIAS All. AUTERI PANCHINA 1 Aldegani, 4 De Franco, 5 Pomante, 24 Barusso, 79 Parola, 33 Merino, 22 Catania CITTADELLA (4-3-3) 71 CORDAZ 51 CIANCIO 29 GASPARETTO 5 PELLIZZER 3 SCARDINA 2 VITOFRANCESCO 31 BUSELLATO 80 SCHIAVON 7 DI ROBERTO 9 DI CARMINE 11 MAAH All. FOSCARINI PANCHINA 1 Pierobon, 14 Martinelli, 24 Marchesan, 19 Baselli, 10 Bellazzini, 27 Job, 8 Branzani

U PROMOSSE U PLAYOFF U PLAYOUT U RETROCESSE

ARBITRO Tommasi di Bassano del Grappa GUARDALINEE Bernardoni-Gava PREZZI da 5 a 30 euro TV Sky Calcio 5 e Premium Calcio 2 (andata 3-5) ALBINOLEFFE Torna Germinale e sembra aver vinto il ballottaggio con Cisse per fare coppia con Cocco. In difesa Luoni, squalificato, verr sostituito da Salvi. Squalificati Luoni. Diffidati Cocco e Foglio. PESCARA Zeman non rischier Insigne per evitare ricadute. A centrocampo invece torna Nielsen. Squalificati nessuno. Diffidati Anania, Soddimo e Verratti.

ARBITRO Irrati di Pistoia GUARDALINEE Manzini-Argiento PREZZI da 14 a 95 euro TV Sky Calcio 11 (andata 3-3) ASCOLI Sulla fascia destra Silva schiera Ciofani. In attacco Papa Waigo-Gerardi. Squalificati nessuno Diffidati Faisca, Giovannini, Papa Waigo, Sbaffo GROSSETO Ugolotti recupera Olivi, che far coppia con Padella. I dubbi riguardano il terzino sinistro: ballottaggio tra gli ex Giallombardo e Calderoni. Squalificati Mancino e Sforzini. Diffidati nessuno

ARBITRO Velotto di Grosseto GUARDALINEE Franzi-Cini PREZZI da 10 a 85 euro TV Sky Calcio 10 (andata 1-1) BRESCIA Imbarazzo della scelta per Calori, che convoca 21 giocatori e lascia a casa Foti, Scaglia, Rossi e Maccan. Squalificati nessuno. Diffidati Salamon. MODENA Conferma per la coppia d'attacco Greco-Ardemagni, mentre in difesa potrebbe tornare titolare Turati. Squalificati nessuno. Diffidati Carini, Dalla Bona, Perticone, Petre.

ARBITRO Ostinelli di Como GUARDALINEE Marrazzo-Pegorin PREZZI da 9 a 85 euro TV Sky Calcio 9 e Premium Calcio 1 (andata 0-1) LIVORNO Madonna conferma il 4-4-2 col rientro di Simi e Schiattarella. Squalificati Barone, Bigazzi Diffidati Filkor, Bernacci, Bernardini, Salviato, Belingheri, Luci BARI Scavone vince il ballottaggio con Bellomo. Toccher allex novarese rimpiazzare lo squalificato De Falco. Squalificati De Falco Diffidati Crescenzi, Ceppitelli, Scavone, Stoian, Polenta.

ARBITRO Cervellera di Taranto GUARDALINEE Crispo-Italiani PREZZI da 10 a 55 euro TV Sky Calcio 13 (andata 3-1) NOCERINA Ingaggiato ieri il portiere Gabriele Aldegani (76, ex Cremonese, cresciuto nelle giovanili del Milan) per linfortunio di Stefano Russo. Squalificati nessuno Diffidati Di Maio, Farias, Nigro. CITTADELLA Debutto dal 1 per Ciancio, al posto di Martinelli. In avanti k.o. Di Nardo. Squalificati Paolucci. Diffidati Busellato, Gasparetto e Martinelli

PROSSIMO TURNO
Venerd 2 marzo, ore 20.45 VARESE-VICENZA (2-0). Sabato 3, ore 15 BARI-CROTONE (1-0), EMPOLI-LIVORNO (0-0), GROSSETO-TORINO (0-1), JUVE STABIA-NOCERINA (3-2), MODENA-CITTADELLA (0-2), PADOVA-ALBINOLEFFE (0-1), PESCARA-SASSUOLO (1-1), REGGINA-ASCOLI (1-1), SAMPDORIA-VERONA (1-1). Luned 5, ore 20.45 GUBBIO-BRESCIA (2-2).

IL POSTICIPO

Luned (20.45) c Torino-Samp Eder a rischio


La 28 giornata sar completata dal posticipo di luned tra Torino e Samp (ore 20.45, arbitro Massa di Imperia; and. 2 1)
TORINO Ottima prevendita. Maratona esaurita da giorni, la Primavera gi a buon punto. Ieri allenamento di scarico in palestra. SAMPDORIA Eder ha provato a forzare in allenamento ma ha poi abbandonato il campo. Il recupero in vista di luned si fa sempre pi difficile. RECUPERI I recuperi della 26

PADOVA EMPOLI
PADOVA (4-3-1-2) 22 PELIZZOLI 13 LEGATI 4 PORTIN 6 TREVISAN 33 RENZETTI 8 BOVO 5 BENTIVOGLIO 88 CUFFA 7 MARCOLINI 11 CUTOLO 10 CACIA All. DAL CANTO PANCHINA 73 Perin, 3 Franco, 77 Italiano, 84 Jidayi, 23 Lazarevic, 28 Ruopolo, 19 Succi EMPOLI (4-3-1-2) 27 PELAGOTTI 87 VINCI 32 FICAGNA 21 STOVINI 30 GORZEGNO 83 GALLOZZI 5 MORO 4 COPPOLA 7 LAZZARI 10 TAVANO 20 MACCARONE All. AGLIETTI PANCHINA 1 Dossena, 3 Regini, 24 Busc, 68 Z Eduardo, 8 Brugman, 20 Saponara, 14 Dumitru

SASSUOLO VARESE
SASSUOLO (3-4-1-2) 17 POMINI 24 MARZORATTI 20 BIANCO 22 TERRANOVA 26 GAZZOLA 4 MAGNANELLI 16 VALERI 3 LONGHI 70 MISSROLI 77 MARCHI 12 SANSONE All.PEA PANCHINA 1 Bassi, 6 Piccioni, 27 Consolini, 14 Cofie, 28 Bianchi, 11 Boakye, 19 Troianiello VARESE (4-4-2) 30 BRESSAN 86 CACCIATORE 25 TROEST 88 TERLIZZI 87 GRILLO 24 ZECCHIN 8 CORTI 27 KURTIC 7 RIVAS 10 NETO PEREIRA 19 GRANOCHE All. MARAN PANCHINA 20 Milan, 2 Pucino, 32 Camisa, 14 Filipe, 23 Nadarevic, 9 Martinetti, 91 De Luca

VERONA GUBBIO
VERONA (4-3-1-2) 1 RAFAEL 23 CANGI 5 CECCARELLI 22 MAIETTA 33 PUGLIESE 8 RUSSO 77 TACHTSIDIS 10 HALLFREDSSON 19 JORGINHO 9 FERRARI 21 GOMEZ All. MANDORLINI PANCHINA 26 Frattali, 13 Abbate, 17 Mareco, 4 Esposito, 32 Bjelanovic, 14 DAlessandro, 6 Lepiller GUBBIO (4-3-3) 32 DONNARUMMA 6 BRIGANTI 77 COTTAFAVA 13 BENEDETTI 3 RUI 21 GERBO 40 NWANKWO 64 BUCHEL 11 GUZMAN 9 CIOFANI 30 RAGATZU All. SIMONI PANCHINA 1 Farabbi, 39 Almici, 33 Caracciolo, 8 Sandreani, 4 Boisfer, 10 Raggio Garibaldi, 19 Lfquist

VICENZA CROTONE
VICENZA (4-4-2) 88 FRISON 23 TONUCCI 19 MARTINELLI 3 BASTRINI 13 GIANI 79 GAVAZZI 2 PARO 77 BOTTA 7 MAIORINO 10 ABBRUSCATO 18 PINARDI All. CAGNI PANCHINA 1 Acerbis, 26 Pisano, 4 Zanchi, 39 Soligo, 8 Possebon, 27 Paolucci, 16 Baclet CROTONE (4-3-1-2) 1 BELEC 23 CORREIA 19 VINETOT 43 ABRUZZESE 3 MIGLIORE 36 MAIELLO 23 ERAMO 24 FLORENZI 7 CAETANO 17 SANSONE 9 PETTINARI All. DRAGO PANCHINA 61 Bindi, 6 Ligi, 33 Mazzotta, 24 Loviso, 4 Galardo, 90 Ciano, 22 Djuric

JUVE STABIA REGGINA


JUVE STABIA (4-4-2) 90 SECULIN 33 BALDANZEDDU 5 MOLINARI 17 CAPPELLETTI 29 DI CUONZO 7 ERPEN 23 SCOZZARELLA 34 MEZAVILLA 3 ZITO 27 DANILEVICIUS 25 SAU All. BRAGLIA PANCHINA 1 Morello, 5 Di Cesare, 16 Zavagno, 20 Vives, 90 Oduamadi, 9 Bianchi, 10 Sgrigna

ore 18

REGGINA (5-3-2) 27 ZANDRINI 90 RAGUSA 5 FREDDI 3 EMERSON 6 ANGELLA 29 RIZZATO 18 RIZZO 4 N. VIOLA 22 BARILLA 9 CERAVOLO 61 BONAZZOLI All. CREGUCCI PANCHINA 9 Leone, 13 Cosenza, 72 DAlessandro, 7 Melara, 8 Armellino, 55 De Rose, 10 A. Viola

ARBITRO Di Bello di Brindisi GUARDALINEE Schenone-Avellano PREZZI da 10 a 45 euro TV Sky Calcio 7 (andata 4-2) PADOVA Dal Canto orientato a schierare il 4-3-1-2. In dubbio Italiano per un attacco influenzale, Cacia dovrebbe partire dal 1. Squalificati Schiavi. Diffidati Cutolo, Jidayi, Marcolini, Renzetti, Ruopolo. EMPOLI Aglietti riparte dal 4-3-1-2 di Carboni. In avanti sicuri Maccarone e Tavano. Squalificati nessuno. Diffidati Tonelli, Tavano, Valdifiori, Ficagna.

ARBITRO Giancola di Vasto GUARDALINEE Chiocchi-Longo PREZZI da 10 a 60 euro TV Sky Calcio 8 (andata 1-0) SASSUOLO Pea conferma lundici di Bari, con Missiroli trequartista a supporto del tandem Marchi-Sansone. Squalificati nessuno. Diffidati Bianchi, Cofie, Gazzola, Laribi e Magnanelli. VARESE Maran pu contare anche su Corti, anche se non al meglio. Lex Martinetti guarito e va in panchina. Squalificati nessuno. Diffidati De Luca e Zecchin.

ARBITRO Baratta di Salerno GUARDALINEE Vivenzi-Bagnoli PREZZI da 22 a 38 euro TV Sky Calcio 6 (andata 1-1) VERONA Pugliese preferito a Scaglia, Cangi ad Abbate. In attacco sicuro l'ex Gomez, al fianco di Ferrari. Squalificati nessuno. Diffidati Tachtsidis e Scaglia. GUBBIO Emergenza in attacco. Simoni potrebbe schierare il 4-3-3. Squalificati nessuno. Diffidati Sandreani, Mario Rui, Boisfer, Bartolucci, Bazzoffia, Buchel, Garbo, Graffiedi, Lunardini.

ARBITRO Nasca di Bari GUARDALINEE Ciancaleoni-Fiorito PREZZI da 10 a 40 euro TV Sky Calcio 12 (andata 2-2) VICENZA Dubbi sul modulo, Cagni potrebbe optare per il 4-4-2. In avanti Pinardi con Abbruscato. Squalificati Augustyn. Diffidati Bastrini, Rigoni, Soligo. CROTONE C anche Abruzzese tra i convocati e probabilmente sar regolarmente in campo da titolare. Squalificato Gabionetta. Diffidati Abruzzese, Florenzi, Caetano e De Giorgio.

ARBITRO Pinzani di Empoli GUARDALINEE Melloni-Paiusco PREZZI da 14 a 100 euro TV Sky Calcio 5 e Premium Calcio (andata 2-1) JUVE STABIA Lunico dubbio riguarda chi giocher a fianco di Molinari al centro della difesa: ballottaggio Cappelletti-Maury. Squalificati nessuno. Diffidati Colombi, Maury, Di Cuonzo e Mbakogu. REGGINA Lunico ballottaggio sulla destra, con Melara che insidia il posto a Ragusa. Squalificati nessuno Diffidati Adejo, Rizzo, Colombo, Cosenza, N. Viola.

Venerd 24 (ore 20.45) PESCARAREGGINA Sabato 25 (ore 15) GUBBIO MODENA e SASSUOLO ASCOLI Domenica 26 (ore 12.30) BRESCIA TORINO

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

23

SERIE BWIN IL PERSONAGGIO

Zeman 100
Ritorna luomo da grandi numeri
Dopo 18 giorni Pescara in campo con lAlbinoLeffe Unaltra vittoria in B e per il boemo sar tripla cifra

GENNARO BOZZA

Doveravamo rimasti? Rieccolo, il Pescara. Dal Crotone allAlbinoLeffe. Da un campo pesante con vittoria sotto la pioggia, quasi presagio delle bufere di neve che lavrebbero bloccato per 18 giorni, a quello di Bergamo, dove Zdenek Zeman cerca di conquistare la sua centesima vittoria in serie B. Gi, il numero 100, simbolo di grandi traguardi e di spettacolo, come quello dei gol garantiti dalle squadre del boemo. Nelle gare del Pescara, finora, se ne sono visti 91 (55 fatti, 36 subiti). La quota di 100 reti complessive gi stata superata dieci volte da Zeman con altre sei squadre, ma il ritmo con cui sta procedendo col Pescara un annuncio di record.
Primo obiettivo La precedenza,

BILANCIO

Le vittorie di Zeman in B: 36 Foggia, 17 Salernitana, 16 Pescara, 13 Messina, 8 Avellino, 6 Lecce, 2 Brescia, 1 Parma.

99

nuare a vincere. Come vuol fare lui. Il 4 ottobre 1987, vinse la sua prima partita in B, con il Parma, 2-1 allAtalanta. Poi ne sono arrivate altre 98. Il record, 21, col Foggia che nel 90-91 conquist la A. Adesso gi a 16 col Pescara e promette di far meglio degli anni magici delloriginaria Zemanlandia.
Avanti tutta Naturalmente,

clic
A BERGAMO RITROVA LARBITRO TOMMASI QUANTE POLEMICHE
Tommasi di Bassano del Grappa: un nome, un timore. larbitro che, in Torino-Pescara, annull un gol regolare a Immobile e ne concesse un paio in fuorigioco ai granata. Rieccolo con lAlbinoLeffe. E Zeman dice: Lo saluter senza problemi, e spero che questa volta non ci siano errori. Ma non c solo quel precedente. Tommasi arbitr il Pescara anche col Varese: prima punizione per il Pescara fischiata dopo 38 minuti! Alla fine, nonostante la vittoria per 3-1, Zeman non fu tenero e parl di arbitraggio inquietante. Ci sar finalmente la pace?

Zdenek Zeman, 64 anni, al primo campionato sulla panchina del Pescara LAPRESSE

comunque, spetta allAlbinoLeffe e ai problemi che hanno preceduto questa trasferta. Due partite rinviate (Reggina e Juve Stabia in casa), ma soprattutto limpossibilit di lavorare nel modo abituale e giusto, visto che il campo di allenamento era ricoperto di neve. Tanto che lo stesso Zeman si messo a spalarla per liberare il centro di Poggio degli Ulivi. Ci siamo dovuti arrangiare in palestra spiega il boemo o su un quarto di campo. difficile valutare la condizione dei giocatori. Poi, col suo solito ghigno, ci scherza: Spero che non abbiano dimenticato quello che facevano prima della sosta. Cio, giocare bene, segnare e prendersi i 3 punti. A Crotone, sesta vittoria consecutiva e conquista del primo posto. Poi strappatogli da Torino e Sassuolo. Che per non possono mica sperare che il Pescara non giochi pi, della serie ti piace vincere facile. Zeman si dice sicuro solo di una cosa: Che i miei ragazzi hanno voglia di far bene e conti-

I gol segnati nelle gare del Pescara (55 fatti, 36 subiti). Il record di 139, ottenute col Lecce nel 2004-05.

91

Il record di reti di una squadra di Zeman, con Lazio (94-95) e Roma (98-99). Seguono, con 67, il Foggia 90-91 e 10-11, la Roma 97-98.

69

Differenza massima fra gol fatti e subiti da una squadra di Zeman: 69 e 34 con la Lazio nella stagione 94-95

35

quando si parla di record con Zeman, si parla di gol. Allandata, con lAlbinoLeffe, fin 5-3, il maggior numero di reti complessive del Pescara in questo campionato. Una specie di promessa per il ritorno. Una promessa, ma anche una assicurazione: su 25 partite, non c stato lover solo in 8 occasioni. Zeman aveva scherzato anche su questo: Non posso scommettere, ma, se dovessi puntare sullover, sceglierei il Real Madrid e il Barcellona. Nella Liga, il Real lha fallito 4 volte su 22 partite, il Barca 6 su 22. Insomma, mica tanto lontani dal Pescara! Per le reti complessive, comunque, il record a portata di mano. Il massimo Zeman lo ha avuto con il Lecce 04-05, in serie A, con 139 gol (66 fatti, 73 subiti). Finora, la media del Pescara di 3,64, il che significa che, di questo passo, il totale a fine campionato arriverebbe a 153. Quota 100, per, stata raggiunta, prima di quanto possa fare il Pescara, da una sola squadra: il Foggia della scorsa stagione, che arriv a quel traguardo alla 25a giornata, per poi rallentare e chiudere a 125. Il Lecce ci arriv alla 29a, tutte le altre (Foggia anni 90, Lazio, Roma, Salernitana e Avellino) dalla 30a in poi. Il Pescara, quindi, si conferma pi veloce di tutti sia nellassimilare gli schemi di Zeman, sia nel trasformarli in gol e vittorie. Un altro segnale che Zemanlandia viva e lotta insieme a chi ama davvero il calcio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGA PRO
PRIMA A FOLIGNO E REGGIO EMILIA (14.30) SECONDA STASERA IN CAMPO DOPO LA FESTA (20.30)

Oggi 2 recuperi Per il Piacenza ci sono altri guai


Il campionato si ferma, oggi si giocano due recuperi del girone A di Prima divisione (14.30).

LAlessandria contro il Rimini per il centenario


LUCA BORIONI

LA SITUAZIONE
CLASSIFICA GIRONE A Ternana p. 51; Taranto (-3) 46; Carpi 41; Pro Vercelli* 40; Sorrento* (-2) 38; Benevento (-2) 35; Lumezzane* e Avellino* 31; Foggia (-2), Como* (-2) e Tritium 30 Pisa 27; Reggiana* (-2) 26; Monza 21; Spal** (-4) 18; Viareggio (-1) 15; Foligno* (-4) 12; Pavia* 10. (** due gare in meno, * una in meno). CLASSIFICA GIRONE B Trapani p. 46; Siracusa (-5) 40; Cremonese (-6), Spezia, Pergocrema (-2) e Barletta 35; Carrarese* e Portogruaro* 34; Alto Adige, Lanciano** (-1) 32; Triestina 27; Latina e Frosinone** 23; Prato* 22; Andria* 21; Piacenza** (-6) e Bassano 19; Feralpi Sal 17. (**due in meno, *una in meno).

FOLIGNO-PAVIA

(and. 0-3)

Per il Foligno qualche acciacco per Coresi che si allenato a parte, ma alla fine sar in campo. Nel Pavia assenti per infortunio Caidi e Radoi. FOLIGNO (4-4-2) Kovacsik; Stoppini, Cotroneo, Galuppo, Barbagli; Coresi, Padoin, Papa, Rizzo; Caturano, Ferrari. (Mazzoni, Petti, Tuia, Menchinella, Carroccio, Evangelisti, Guidone). All. Pagliari PAVIA (4-4-2) Facchin; Capogrosso, Fissore, Fasano, Pezzi; Statella, Carotti, Cinelli, Verruschi; Falco, Cesca (Cacchioli, Gheller, Meregalli, Meza Colli, D'Errico, Marchi, Rodriguez). All. Roselli ARBITRO Ripa di Nocera Inferiore (Della Rocca-Guarino).

Lamberto Zauli, 40 anni, allenatore della Reggiana LIVERANI


COMO, CHIARENZA ALLENATORE
Il Como ha scelto lallenatore: Vincenzo Chiarenza, 57 anni, lunga carriera tra serie A e B e, da allenatore, molti anni nel settore giovanile della Juve. Poi ha avuto unesperienza in B con lAscoli e in Lega Pro con la Sanremese. Chiarenza arrivato al posto di Ramella, esonerato un mese fa. Nel frattempo la gestione della squadra era stata affidata (in deroga) a Beppe Manari che rester al fianco di Chiarenza.

DOMANI 4 RECUPERI
Domani ci sono altri quattro recuperi. La Spal in campo a Lumezzane (arbitra Cangiano di Napoli). Gli altri sono tutti nel girone B: Lanciano-Frosinone (De Benedictis di Bari), Prato-Andria (Giorgetti di Cesena) e Piacenza-Portogruaro (Minelli di Varese). Proprio sul Piacenza arrivata unaltra batosta. Il Tribunale ha pignorato i conti correnti della societ, su richiesta dell'avvocato Pilla. La vicenda si protrae dal 2010 ed legata a Houssein Kharja, che ha vestito sei mesi la maglia piacentina. Il Piacenza aveva dato mandato a Pilla, in qualit di procuratore, in questi termini: se questi avesse procurato l'arrivo di Kharja (dalla Roma) a costo zero, avrebbe ricevuto un milione nel momento in cui il Piacenza lo avesse poi ceduto. Cosa che si verificata quando Kharja stato ceduto al Siena per 2 milioni.

REGGIANA-SORRENTO

(1-2)

Nella Reggiana fuori gli squalificati Iraci e Calzi e l'infortunato Sperotto. In difesa debutto di Cabeccia. Nel Sorrento rientrano Di Nunzio e Carlini. REGGIANA (4-3-2-1) Silvestri; Cabeccia, Zini, Aya, Magliocchetti; Ardizzone, Viapiana, Arati; Alessi, P. Rossi; Gurma (Bellucci, Panizzi, Mei, Cavalieri, Spezzani, Matteini, Fedi). All. Zauli. SORRENTO (4-4-2) Rossi; Vanin, Nocentini, Di Nunzio, Bonomi; Basso, Camillucci, Zanetti, Croce; Carlini, Ginestra. (Chiodini, Terra, Sabato, Niang, Beati, Corsetti, Scappini). All. Ruotolo. ARBITRO La Penna (Botosso-Lunardon).

RINVII
La Lega ha fissato le date dei recuperi delle gare rinviate per il maltempo. Prima divisione (ore 14.30): mercoled 7 marzo Avellino-Pro Vercelli. Seconda divisione (ore 14.30): mercoled 14 marzo Melfi-Fondi (girone B), mercoled 21 marzo: Campobasso-Celano (girone B).

COPPA ITALIA
Per il girone B si gioca oggi Carpi-Spezia (arbitra Pezzuto di Lecce). Mercoled 22: Spezia-Spal. Classifica: Spal p. 3; Spezia e Carpi 0.

La data di nascita certificata dellAlessandria - 18 febbraio 1912 - coincide con lanticipo di questa sera al Moccagatta contro il Rimini, appuntamento che i grigi celebreranno scendendo in campo con la maglia del centenario. La festa per, a prescindere dal risultato, iniziata gi ieri. Nulla di strano per un club speciale che da sempre fa i conti con i colpi bassi del destino e che veste inimitabilmente il grigio, colore estraneo a mode e tendenze, inconfondibile a tal punto da non richiedere lutilizzo di una seconda maglia. La ricorrenza dei cento anni, non a caso, cade nel mezzo di un campionato di Seconda divisione vissuto a met classifica ed eredit di una dolorosa retrocessione a tavolino per le beghe di scommessopoli. Tanto per gradire. Ma nelle caratteristiche di questo sodalizio compresa labitudine ad affrontare a testa bassa le vicissitudini. Cos, ogni volta ci si rimbocca le maniche (della maglia grigia) e si affrontano fallimenti (accadde nel 2003) o inondazioni (quella del 1994 che rese

inagibile lo stadio per oltre due mesi) per poi risalire verso vette pi alte. Lultima vetta risale al 59-60, stagione che segn laddio dellAlessandria alla A, mai pi frequentata. Ma fino a quel momento erano stati tredici i tornei messi in fila nella masisma categoria. Con il vanto di un Pallone doro alessandrino doc: Gianni Rivera. E di due campioni antichi che poi vinsero scudetti a ripetizione con la Juve: Ferraris e Rava.
La mostra Per rivivere lepopea,

Fabio Artico, 38, attaccante, quinta stagione allAlessandria LIVERANI

SERIE D

a Palazzo Monferrato c la mostra Centanni in grigio, con foto e cimeli. E stasera lanticipo (ore 20.30, arbitro Pasqua di Tivoli), a caccia di un segnale di buon auspicio, in maglia biancobl. Quella del 2012, destinata a fondersi nel grigio del destino.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Oggi si giocano 7 anticipi (14.30)


Si giocano oggi (14.30) 7 anticipi della 23a di serie D, mentre sono state rinviate 5 partite in programma domani. GIR. A (26) F.Caratese Chieri: Scarpini di Arezzo. GIRONE E Deruta Trestina: Campo di Trapani; Group Citt di Castello Sporting Terni: Mangino di Tivoli; Flaminia Zagarolo (a Monterosi): Zingrillo di Seregno. GIR. H Campania Martina: Gentile di Lodi; Viribus Unitis Brindisi: Bichisecchi di Livorno. GIR. I Palazzolo Hinterreggio: Di Martino di Teramo.

CLASSIFICA GIRONE A Casale*, Rimini** 45; Cuneo* 42; San Marino** 40; Treviso* (-2) 39; Entella 38; Renate 35; Poggibonsi*, Santarcangelo* 33; Pro Patria (-13) 31; Borgo a Buggiano, Alessandria* (-2) 30; Savona* (-4) 29; Bellaria**, Mantova* 28; Giacomense** 27; Montichiari* (-2) 25; Sambonifacese 24; Valenzana** 15; Lecco* 14 (** due gare in meno; * una gara in meno)

24

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

SCOMMESSE
SPECIALI PER GAZZETTA

Arsenal ok a 2,40 Il rischio Valencia domani conviene


Wenger costretto al bis contro il Sunderland Il 2 della squadra di Emery al Camp Nou a 11
Questa settimana le due multiple si dividono tra Inghilterra e Spagna. Il campionato inglese si ferma per lasciare spazio alla Fa Cup: in campo, tra le altre Arsenal, Tottenham e Liverpool. In Spagna la giocata tutta sulla Liga, dallAtletico Madrid di Simeone alla sfida del Camp Nou tra Barcellona e Valencia. Dopo la batosta a San Siro contro il Milan, lArsenal quasi fuori dalla Champions (sul tabellone della vincente i Gunners volano a 300) e Wenger deve provare a restare in corsa almeno nella coppa di casa. In Fa Cup c, di nuovo, il Sunderland per un bis del match di Premier di una settimana fa, quando lArsenal ha vinto per 2-1. Il peso della sconfitta di Champions, per, si sente e un altro segno 2 vale 2,40 sulla lavagna di Snai, con il successo dei padroni di casa a 2,70. Il 2 favorito anche nel match tra il Crawley, squadra di League Two, e lo Stoke City. Gli ospiti sono reduci da 4 k.o. di fila in campionato, ma rialzare la testa in coppa pagherebbe 2 volte la scommessa. Nelle ultime 4 gare di Fa Cup il Crawley ha sempre segnato: il Goal si gioca a 1,65. Decisamente pi facile limpresa del Tottenham che fa visita allo Stevenage (di League One). Il successo di Redknapp e i suoi vola basso a 1,24, e conviene rinforzarlo con lhandicap che porta la quota a 1,75. Tre Over nelle ultime 5 partite per gli Spurs, un altro esito alto vale 1,60. Promette reti e spettacolo anche il Liverpool: 5 Over nelle ultime 6 per Suarez e soci e un match da almeno 3 gol contro il Brighton vale 1,63. In Premier i Reds hanno vinto solo una gara delle ultime cinque, ma questa volta lavversario (che gioca in Championship) pi che alla portata, e il segno 1 a 1,22.
In Spagna Tra campionato e cop-

pe non perde in trasferta dal11 dicembre, e ne sa qualcosa la Lazio, travolta 3-1 in Europa League: in Liga, lAtletico Madrid fa visita allo Sporting Gijon e il 2 unidea da non farsi sfuggire a 1,90. Occhio anche alla difesa. I padroni di casa hanno la peggiore in campionato con

43 reti subite, 15 solo nelle ultime 5: vale la pena puntare sullOver, sempre a 1,90. Quattro risultati utili consecutivi per il Villarreal e loccasione per non interrompere la striscia positiva in trasferta con il Maiorca. Impresa non semplice che varrebbe il sorpasso in classifica proprio dei padroni di casa, e si gioca a 3 volte la posta. Si scende a 2,35 per il segno 1. Occhio allOver: 6 nelle ultime 7 in campionato per la squadra di Jos Molina, ma per i quotisti non scontato un altro match con almeno tre reti (in quota a 2,05 con lUnder favorito a 1,65). Vede sempre nero il Levante che, dopo un avvio di campionato da "grande" a digiuno di vittorie da 7 giornate. Contro il Rayo Vallecano obbligatorio rialzare la testa: il segno 1 si gioca a 2,25. Due attacchi da 29 e 27 reti spingono alla prudenza: lUnder lopzione favorita in tabellone a 1,65, con il Goal a 1,75. Barcellona e Valencia chiudono la domenica di Liga. Le due squadre hanno 8 punti di distanza in classifica, ma in quota il distacco abissale: nel match del Camp Nou Guardiola a 1,22, con i tre punti per il Valencia di Emery che decollano a 11 volte la scommessa. Vale la pena rinforzare l1 con handicap, cos vale 1,70. Messi e compagni pronti a dare spettacolo: sette Over 3,5 nelle ultime nove per il Barcellona, un altro incontro con almeno 4 reti si gioca a 2,25.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la giocata

1,22
Taccuino
GERMANIA

Questa la quota per la vittoria di Pep Guardiola sul Valencia di Unai Emery (8 punti in meno in classifica), domani in Liga. E vale la pena rinforzare l1 con handicap, cos vale 1,70. Occhio allOver. Lionel Messi (nella foto AFP) e compagni vengono da sette Over 3,5 nelle ultime 9 partite giocate. Unaltra gara con almeno 4 reti si gioca a 2,25. Povero Valencia...

SCOMMETTIAMO

A CURA DI

Hannover-Stoccarda: Under e Over a 1,83


Hannover Stoccarda di do mani in bilico, con le quote 1X2 in un soffio: comandano i padroni di casa a 2,40, il successo degli ospiti a 2,75, per il pari si va a 3,30. Lequilibrio diventa perfetto su Un der (8 di fila per lHannover) e Over (4 per i rivali), bancati a 1,83.

gi in Kapfenberger Neustadt del campionato austriaco: assieme, ne gli ultimi 4 turni hanno segnato una sola rete e la statistica si traduce in un Under probabile a 1,70. Per una gara ancora pi tirata, lopzione Un der 1,5 (massimo una rete comples siva) si gioca a 3,00.

SCOZIA

Celtic da paura La 15a vittoria a 1,33


Celtic inarrestabile nella Pre mier League scozzese: 14 vittorie di fila nelle quali hanno incassato solo 4 gol. Domani contro lHiber nian in trasferta, la storia dovrebbe ripetersi. Il 2 vola basso a 1,33, ma contando sulla difesa della ca polista si pu scegliere il No Goal, pi intrigante a 1,70.

BELGIO

St.Truiden molle Il riscatto a 2,20


Oggi nel campionato belga di fesa molle per il St.Truiden, ultimo in classifica che ha perso le ultime 5 gare incassando 15 reti. In casa contro il Lierse potrebbe arrivare linversione di tendenza e il segno 1 favorito a 2,20, ma stuzzica la giocata sullOver (almeno tre gol complessivi) che paga 1,95.

SU SKY

Cambini e Grapes sui canali 200 e 201


Continuano gli appuntamenti su Sky con Adam Grapes e Giorgio Cambini: oggi e domani, i quotisti Snai interverranno sui canali 200 e 201 per dare aggiornamenti e com menti sulle quote delle partite di A.

AUSTRIA

Tra Kapfenberger e Neustadt servono gol


DARCO

Poco spettacolo previsto og

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

25

Stendere Ancelotti vale 4,50


Il Montpellier di Giroud prova il colpaccio in casa del Psg
LUCIA LAUDANDO AGIPRONEWS

Le quote
A CURA DI

FORMULA 1

Il presidente Louis Nicollin non si stanca mai di ripeterlo. Se la sua squadra oggi una delle sorprese pi belle dEuropa perch abbiamo faticato tanto prima. Solo cinque anni fa, il Montpellier Hrault Sport Club annaspava nella zona retrocessione della seconda divisione francese. Fino alla decisione drastica del presidente: nessun investimento pesante, nessuno spreco di denaro.
Passi da gigante Al centro, la

I NUMERI

Per la vittoria di Ancelotti e il Psg sul Montpellier domani sera

1,75

6,00

crescita del suo vivaio di giovani talenti, gli stessi che oggi sono la spina dorsale del Montpellier e che in tre anni di Ligue 1 hanno conquistato laccesso in Europa League e la finale di Coppa di Lega. Fino ad arrivare, nella stagione in corso, a lottare per il titolo. Il cammino in campo e nelle quote stato un piccolo capolavoro di bravura e caparbiet: a inizio stagione il Montpellier non era nemmeno elencato tra le pretendenti al titolo sulla lava-

Per il pari domani tra i francesi di Ancelotti e la rivelazione del campionato allenata da Girard

gna Snai, ma era compreso a unofferta vicina al 50,00 nel gruppo Altro, che generalmente riservato alle squadre pi trascurabili di ogni campionato. Davanti guidava il solito gruppo: Marsiglia a 3,50, Lione a 3,75, ma soprattutto il Paris Saint-Germain versione sceicco, carico di ambizioni (e di milioni a disposizione) a 2,75. Sei mesi dopo le gerarchie sono ribaltate. Marsiglia e Lione sono lontanissimi dalla vetta (e in tabellone sono entrambi precipitati a 20,00), mentre il Montpellier si gode la seconda posizione a +10 dal terzo posto e guarda con orgoglio alla quota sullAltro, scesa fino a 8 volte la posta.
Ma c Carletto Davanti al so-

con il 3-1 del 2010 e poi con il 2-2 dello scorso marzo. Il 2 stavolta sarebbe un colpo davvero grosso, sia per la classifica (perch, titolo a parte, la corsa per la Champions si farebbe in discesa), sia per la lavagna, che lo banca a 4,50. Golia Ancelotti parte comunque con tutti i favori (a 1,75), mentre per il pari i quotisti dicono 3,40.
Luomo di punta Lo scontro sul-

2,10
ancora una volta lui luomo da battere: scommesse aperte sul Mondiale piloti di F1 con Sebastian Vettel in pole nelle preferenze dei quotisti. Il tedesco campione a 2,10. Alonso il primo rivale a 4,50.

Per la vittoria del titolo da parte del Paris Saint Germain

1,20

gno rimane lostacolo pi grande, il Psg capolista che con Ancelotti ha trovato nuova linfa e che a parte il pareggio con il Nizza della scorsa settimana non ha mai sbagliato un colpo. I parigini sono ancora la prima scelta per il titolo, appena a 1,20, quota bassissima se si pensa che in fondo il vantag-

Olivier Giroud, 25 anni, ha segnato 16 gol in 22 partite: il capocannoniere della Ligue 1 AFP

gio sugli avversari solo di un punto e per di pi alla vigilia di uno scontro diretto che potrebbe essere decisivo. Gli ultimi precedenti fanno venire i brividi: nelle ultime due stagioni, il Parco dei Principi ha regalato parecchie soddisfazioni al Montpellier, prima

la carta impari, ma c un asso nella manica degli undici giocatori in maglia blu-arancione. Si chiama Olivier Giroud ed lattuale capocannoniere della Ligue 1 con 16 gol in 22 giornate. soprattutto grazie a lui che il reparto avanzato del Montpellier il pi prolifico della massima serie, un invito a nozze per lopzione s nella scommessa segna goal squadra ospite, dato a 1,60. La lavagna, per, non si sbilancia: ad opporsi al miglior attacco ci sar la difesa meno battuta e lUnder (meno di tre reti complessive) prevale a 1,75. Per lOver si sale a 1,90, anche se la lavagna sul risultato esatto si schiera sul punteggio contenuto e lancia il diplomatico 1-1 a 6,00.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MOTOGP

2,00
Stessa musica sul titolo della MotoGp: il campione in carica favorito nelle scommesse. Casey Stoner comanda a quota 2,00. Tra lui e Valentino Rossi (a 8,00) ci sono Lorenzo (4,00) e Pedrosa (6,00).

SUPERBIKE

2,75
Carlos Checa gi in fuga nelle quote del Mondiale Superbike: il bis dello spagnolo si gioca a 2,75. Biaggi e Melandri sono a distanza di sicurezza, offerti rispettivamente a 6,00 e 8,50 volte la scommessa.

La scommessa impossibile
di CARLO PELLEGATTI

IPPICA DOMANI IL PREMIO MARIO LOCATELLI

A S. Siro il primo GP del 2012


riera, per la circostanza e lo schema potrebbero consigliare Pietro Gubellini a provare la tattica davanguardia. La cavalla pi in forma per Nera Azzurra che ha disputato una campagna di Francia molto interessante condita da un paio di piazzamenti marginali, ma in contesti davvero complicati per cui in questa sede pu essere una validissima protagonista. Indy Kronos e Maigret Bi completano lelenco dei possibili protagonisti di una gara comunque aperta anche perch il lungo stop di molti dei partecipanti contribuisce ad aumentare lincertezza. Il programma domenicale del galoppo invece incentrato su una riunione a Oisa dove non c il grande evento, ma una serie di corse tutte molto aperte e avvincenti, che non mancheranno di attirare lattenzione degli amanti dellippica anche davanti alla televisione.

Quickly Sally non pi stanca


Grandi uomini di cavalli Arturo e Giacomo Maggi. Io ho conosciuto soprattutto Giacomo, allenatore storico della Scuderia Gabriella di Riccardo Zanocchio, formazione che, per tanti anni, ha regalato splendide emozioni agli appassionati milanesi. Ai Maggi dedicata la quarta corsa di domani a Pisa, riservata alle femmine di 3 anni. Una sola, fra le dieci cavalle al via, gi rientrata ed a lei affido il pronostico. E Quickly Sally, cavalla positiva, che rispetto alle avversarie, ha proprio quella corsa nelle gambe, disputata domenica scorsa. Oggi, dopo il lungo stop di inizio anno, tormentato anche da piste ghiacciate e poco praticabili, la differenza nasce, pi che dalle qualit dei cavalli, dalle condizioni di forma. Lallieva di Travagli ha chiuso da puledra stanca il 2011, ma ben interpretata da Marco Monteriso, potrebbe domani regalare la prima soddisfazione dellanno al suo allenatore e proprietario. Nel nome di Giacomo Maggi, nel nome delle indimenticabili femmine da lui allenate.

LIGUE 1

2,75
Dopo la Coppa serve un successo in Ligue 1 (manca da quasi un mese). Ma per il Lione di Remi Garde non semplice: nella trasferta di Bordeaux il 2 a 2,75. Successo dei Girondins a 2,55.

BUNDESLIGA

Fine settimana ippico che vede tornare anche sulle piste italiane una prova di gruppo. il premio Mario Locatelli, una gara sui 1.600 metri che ha raccolto, al via, un pacchetto di dodici indigeni e che caratterizza la domenica del trotto milanese. Si rivede, tra gli altri, Italiano che, dopo

un paio di ottime prestazioni alla fine dellanno, ha corso nel Gal del Trotto contro, forse, avversari e schema molto complessi, e ora si ritrova in un contesto nel quale potrebbe fare la differenza. Davanti c Lover Power che ultimamente non corre pi in testa come faceva allinizio della car-

Italiano sar tra i favoriti domani nel GP Locatelli a San Siro


DE NARDIN

1,45
Borussia Dortmund in volo grazie al gol di Kagawa al Leverkusen per il 5o successo di fila. La sesta perla pu arrivare nella trasferta contro lHertha Berlino, dove il 2 vola basso a 1,45.

26

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

MOTORI IL CASO

I PRECEDENTI

Senza italiani al via come 42 anni fa


Non la prima volta che il Mondiale di F.1 inizia senza piloti italiani: gi accaduto in altre sei occasioni: 1959, 1961, 1963, 1967, 1969 e 1970. Ma soltanto nel 1969 non abbiamo avuto un nostro pilota al via neppure in un gran premio: in quella stagione Enzo Ferrari iscrisse una 312 per Tino Brambilla al GP dItalia ma il monzese si fece male alla vigilia,

cadendo dalla moto e dovette rinunciare. Il rischio, considerata la situazione economica, che questo primato negativo possa essere eguagliato. Lontanissimi gli anni Novanta quando la pattuglia tricolore era la pi rappresentata nel Mondiale: in particolare proprio nel 90 schierammo ben 15 piloti, lanno prima erano stati 14 e 13 nel 1991. Infine in 5 stagioni non abbiamo colto alcun punti: 1959, 1969, 1971, 1996 (quando andavano a punti i primi sei) e 2011.
Giovanni Cortinovis
RIPRODUZIONE RISERVATA

i titoli mondiali LItalia ha vinto tre titoli con Nino Farina (Alfa Romeo, 1950) e Alberto Ascari (Ferrari, 1952-53)

Lultimo podio 4 ottobre 2009: Jarno Trulli (foto a sinistra) chiude 2o il GP Giappone dietro Sebastian Vettel (Red Bull)

2009 83

2006

Lultimo successo 19 marzo 2006: Giancarlo Fisichella (Renault) vince il GP di Malesia. la nostra ultima affermazione in F.1

Gli italiani al via di un GP Nei 62 anni di Mondiale di F.1 sinora disputati abbiamo schierato 83 piloti, 28 quelli saliti sul podio.

LITALIA SPARISCE d
Jarno resta a piedi: Non pago per correre e torner a vincere
Scaricato dalla Caterham: Li capisco, hanno fatto i conti Ma io insisto e mi guardo intorno, ogni porta aperta
PAOLO IANIERI

HANNO DETTO

S
Vitaly Petrov un grande giorno. Mi sono allenato tutto linverno e sono pronto. Da quello che ho visto, la macchina rappresenta un buon passo avanti rispetto al 2011

Tony Fernandes, nel comunicato stampa in cui ha dato il benvenuto a Vitaly Petrov e accompagnato alla porta Jarno Trulli, lo ha spiegato in maniera piuttosto chiara: stata una decisione presa per assicurarci di dare nuovo input alla squadra con uno sguardo realistico al mercato economico globale ha raccontato il miliardario malese nel comunicato stampa emesso ieri mattina. Tradotto: alla Caterham i circa 12 milioni di euro portati in dote dal russo ex Renault facevano estremamente gola e cos alla fine non si andati troppo per il sottile, dando il benservito (ma pagandogli quanto previsto dal contratto in essere) al 37enne pilota di Pescara, che dopo due stagioni senza gloria con la squadra malese si ferma (per ora) a 4 gare dal primato di Riccardo Patrese per presenze di un pilota italiano: 256 il padovano, 252 Jarno.
Trulli, quando lha saputo?

Da Farina a Trulli unepopea con tanti rimpianti

S
Stefano Domenicali Mi spiace molto sul piano sportivo e su quello personale. Jarno poche volte ha avuto un mezzo capace di esaltarne il talento

Dopo i titoli di Ascari, quelli sfiorati da Alboreto e Patrese. Le doti sprecate di Baghetti, De Angelis, Nannini e Fisichella
PINO ALLIEVI

Lingaggio di Petrov non stato una sorpresa, lo sapevo da molto Sono un pilota professionista, se sto qui da 15 anni ci sar anche un motivo

tutti e questo credo mi faccia onore.


Brutto momento per lItalia a quattro ruote.

Non un mio problema, non faccio parte della Federazione.


E ora cosa far Trulli?

Mi hanno chiamato gioved e spiegato come purtroppo questa fosse la situazione. Io lavevo detto che i team piccoli devono fare i conti, li capisco e non c nessun rammarico.
Si sapeva che Petrov aveva puntato la sua monoposto.

no tornare. Cerano meccanici e tante famiglie che devono andare avanti, adesso possono affrontare la situazione in maniera migliore.
una Formula 1 in cui, pi che il talento, conta sempre pi la valigia.

Ogni porta aperta, limportante che si tratti di un progetto professionale e che mi consenta di tornare a vincere. Per troppi anni ho dovuto soffrire e remare, ora che il vento cambi. Vorrei tornare a stare davanti, lottare per la vittoria... Nellimmediato, per, porto i miei figli a Davos per le vacanze di Carnevale. Ci divertiremo sulla neve.
La Toyota, sua ex squadra, ha avviato un progetto importante per la 24 Ore di Le Mans.

S
Rubens Barrichello Mi ha rattristato molto sentire la notizia di Jarno fuori dalla F.1. Il denaro ormai sta dominando tutto anche l

Unoccasione persa. Jarno Trulli esce dalla F.1 spinto fuori dai rubli del russo Petrov. Tanti. Al punto che la Caterham riconoscer al pescarese lingaggio pattuito per la stagione. Succede. Soprattutto nei momenti di crisi, quando lo sport chiede soldi ai suoi protagonisti. Non uno scandalo, spesso la normalit.
Campioni Anche Nuvolari e Lauda, in altre epoche, pagarono per correre. Ma quella di Trulli unavventura che avrebbe potuto avere esito migliore. Il trionfo di Montecarlo 1994, quando il suo compagno in Renault era Alonso, poteva preludere a ben altro futuro. Invece la sua carriera, dal 1995 in poi, ha preso strade sbagliate e ingrate per la sua bravura, bench lautissimamente retribuite. Ora siamo allepilogo, a 37 anni, anche se magari ci sar unappendice. Povert Via Trulli, lItalia oggi

il buio, in fatto di titoli. Solo Alboreto e Patrese ci sono andati vicini col secondo posto, sovrastati da colossi come Prost e Mansell.
Fatica Nel caso di Alboreto, che

S, lo sapevo da molto, molto tempo, non stata una sorpresa.


E adesso?

Si chiude una porta, si apre un portone.


Ovvero?

Aspettiamo... Io ho chiuso con la Caterham, non con la Formula 1. Vediamo cosa accadr. Questa decisione era nellaria da un bel pezzo, i problemi li conosciamo e i conti devo-

Io faccio il pilota e corro. Anzi, faccio il pilota professionista e corro, mettiamolo in chiaro. Non porto i soldi, vengo pagato. Se sono rimasto 15 anni in Formula 1 ci sar un motivo. E oltretutto ho sempre avuto un ottimo rapporto con tutti, non ho mai avuto bisogno di ricorrere ad avvocati, mi sono guadagnato il rispetto di

Non posso dire nulla, staremo a vedere. Questo non il momento.


Che Caterham lascia?

Da adesso spetter a Petrov giudicarla.


Mal che vada potrebbe passare dallaltra parte della barricata e diventare opinionista.

No, io faccio il pilota, non altro. E a 37 anni non si va in pensione.


RIPRODUZIONE RISERVATA

Trulli al volante della Caterham CT01 ai test di Jerez: Jarno ha corso due stagioni con il team malese
COLOMBO

ha poco da proporre. Jarno e Fisichella, cos comera accaduto anni prima a Nannini (campione immenso e stravagante, bloccato dallincidente in elicottero) sono stati i frutti migliori della proficua campagna per gli italiani promossa da Giancarlo Minardi e Flavio Briatore. Usciti di scena i due manager, non sono pi emersi talenti sicuri. Peccato, considerando che lItalia, con 83 piloti, il Paese che ha dato di pi alla F.1 dopo la Gran Bretagna (140). E poi la tradizione. Grande. Che affonda le radici nei primissimi anni, con Nino Farina iridato nel 1950 e Alberto Ascari campione nel 52 e 53. Dopo di loro

veniva dalla gavetta e trov laccesso ai grandi team grazie al conte Gughi Zanon e a Luciano Benetton, il 1985 fu lanno di grazia e solo i guasti al turbo Ferrari gli tolsero la gloria. Patrese ha invece sempre avuto compagni di squadra terribili e pure lui pu recriminare un eccesso di disavventure tecniche. Entrambi correvano col coltello tra i denti, poco propensi a cortesie. Non avevano un bel carattere. Simili, in questo, a Nino Farina, il solo laureato tra i campioni del mondo, collezionista di incidenti pazzeschi. Il dottor Giuseppe (questo il suo nome di battesimo) era un muscolare della guida che non esitava a buttar fuori i rivali. Ben diverso da Ascari, lo stilista che detestava la lotta ravvicinata, pieno di manie (gatti neri, righe sullasfalto da non calpestare, numeri della cabala e via dicendo) ma forte sia su pista che su strada.
Romani Ci sono stati altri due raffinatissimi guidatori, in Italia: Elio De Angelis e Giancarlo Fisichella, entrambi romani. De Angelis proveniente da una agiata famiglia borghese (si recava ai GP con laereo privato, suonava il piano come un concertista), Fisichella fattosi da solo senza mezzi alle spalle. Per, analizzando bene lelenco dei nostri piloti che hanno vinto almeno una volta, il nome che emerge su tutti quello di Giancarlo Baghetti, vincitore al debutto in F.1 con la Ferrari al GP di Francia 1961, dopo che con la rossa aveva trionfato nel-

S
Sopra, Fisichella 1o in Malesia 06 Sotto, Ascari (sin.) e Farina al GP Germania 53

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

27

DAL MONDIALE A F.1


PIANI CSAI PARLA IL PRESIDENTE STICCHI DAMIANI
facile dire che un Mondiale di F.1 senza italiani rappresenta lo specchio di un Paese in crisi. E magari augurarsi che ci sia qualcuno pronto a consigliare i nostri giovani piloti come ha fatto a New York il premier Monti con i nostri titoli di Stato. Una speranza c, lo spiega Angelo Sticchi Damiani, presidente della Commissione sportiva automobilistica italiana: importante ci che sta accadendo nel karting, con il contributo della Ferrari. Ora abbiamo un sistema per mettere in vetrina i nostri talenti. Si tratta di un percorso, creato assieme a Luca Baldisserri e alla sua Driver Academy, che potr dare frutti gi tra un paio danni. Anche se serve pi tempo per scoprire un futuro campione e portarlo di F.1.
Ritardo In Italia al momento non se ne vedono. Anche se qualche talento non manca. Per la disparit di sponsor rispetto allestero cronica e si manifesta con un ritardo dei nostri piloti gi nel karting, che in passato dominavamo. Tanto che le ultime grandi promesse dallolandese De Vries (McLaren) al britannico Albon (Red Bull) sono tutte straniere. Ma il presidente Csai resta ottimista: Dispiace moltissimo la vicenda di Trulli. Ma questo il segno del momento difficile della F.1: i team medio-piccoli sono spesso costretti a fare scelte legate ai soldi che portano i piloti. dura competere con Petrov e altri, che hanno alle spalle nazioni enormi come la Russia. Nel kart per fortuna emergono ancora le capacit.

Noi e la Ferrari: caccia ai talenti


LUIGI PERNA

FILIPPI EMIGRA

Appunti
Rossi, gli auguri a pap Stoner E sar testimone in tribunale

Nel kart la qualit vale pi dei soldi Abbiamo creato un percorso per favorire i giovani

S
Luca Filippi Dopo la brillante stagione 2011 nella GP2, il piemontese, 26 anni, negli Usa per cercare un sedile in F. Indy. C una trattativa con Bobby Rahal, responsabile del Team Rahal Letterman che ha gi ingaggiato Takuma Sato, ex F.1. Non ho ancora il contratto in mano, ma Bobby sta cercando il sostegno finanziario ro.chi.

ANGELO STICCHI DAMIANI PRESIDENTE DELLA CSAI

Alberto Ascari in azione sulla Ferrari 500 F2 con cui si aggiudic il Mondiale 1952-53

Corso La Csai lo scorso anno ha lanciato un programma di formazione per i giovani pescando tra i migliori del Tricolore kart. La Ferrari, che gi segue il tredicenne canadese Stroll e piloti in F.1 come il francese Bianchi e il messicano Perez, ha sostenuto liniziativa. Il risultato stato un supercorso a Vallelunga con le F.Abarth per cui sono stati selezionati il romano Alberto Di Folco (15 anni), il pescarese Alessio Santilli (16) e il calabrese Antonio Fuoco (15), poi risultato vincitore. Ben 12 ragazzi sono andati a fare i test psicoattitudinali a Maranello. Molti non avevano ancora i 15 anni per salire in monoposto sottolinea Sticchi Damiani . Limpegno della Ferrari fondamentale. Senza il suo appoggio ci saremmo fermati alla F.3. Invece cos possiamo guardare avanti. Il sogno di tutti vedere un italiano in F.1 sulla rossa, magari campione del mondo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

(m.bru.) Il risvolto ironico alla fine c stato. Casey Stoner diventato pap gioved, proprio nel giorno del compleanno di Valentino Rossi: una mezza beffa. Dopo le voci e le smentite, Adriana ha dato alla luce, poco prima delle 22, una bella bambina di 2,8 chili, a cui stato dato il nome di Alessandra Maria. E Valentino non ha perso loccasione per fare gli auguri, stuzzicando il rivale degli ultimi anni. nata la figlia di Stoner. Visto il profondo rapporto di stima reciproca che ci lega, mi aspettavo che la chiamasse Valentina. Ieri intanto Rossi stato coinvolto, suo malgrado, in una vicenda di tuttaltro genere. A Pesaro si aperto il processo contro Gibo Badioli, suo ex manager, per infedele dichiarazione dei redditi e omessa dichiarazione di Iva per fatti avvenuti tra il 2001 e 2007. E Valentino stato tirato in causa: laccusa lo vuole sentire come testimone insieme ai responsabili di ex sponsor, la difesa come teste a discarico, insieme ai manager di Yamaha, Honda e Ducati. Ma se ne parler lanno prossimo, il 13 febbraio 2013...

Donna profana a Coriano i ricordi dei tifosi per Simoncelli


I grandi eventi mediatici smuovono le masse, con tutti i risvolti, anche negativi, che ne conseguono. Una 54enne francese, ma residente a Rimini, ha danneggiato fioriere e striscioni messi dai tifosi sulla piazza di Coriano in memoria di Marco Simoncelli, scomparso in Malesia il 23 ottobre. La donna, rintracciata subito dai carabinieri, stata denunciata per danneggiamenti.

le gare non titolate di Siracusa e Posillipo. Signore dei circuiti e dei salotti, Milano bene con immancabile aperitivo in via SantAndrea, donne in adorazione, Baghetti aveva le qualit di Jim Clark o di Jackie Stewart e chiss che cosa avrebbe combinato con un carattere pi determinato. Il dubbio che avesse per troppi interessi extra

S
In alto Patrese vince Imola 90. Sopra, Alboreto 1o in Germania con la Ferrari nell85

per potere essere davvero un campione.


Mistero Discorso, quello del ta-

BILANCIO 2011

lento, che vale anche per Alessandro Nannini, lunico italiano che abbia rifiutato la Ferrari. Ancora oggi, dopo 22 anni, non ha spiegato la verit: un gentleman. Andando pi indietro troviamo un altro campione inespresso in Luigi Musso, altro romano parecchio benestante (il padre era proprietario, tra laltro, dellazienda tramviaria di Shanghai), fascinoso, brillante, instancabile giocatore di poker, morto a Reims nel 1958 dopo essere giunto 3o nel Mondiale dellanno prima. E che dire di Lorenzo Bandini, pure lui scomparso in modo tragico dopo tanta fatica e dimostrazioni di forza? Storie su storie, intrecciate con romanzi rosa, drammi, colpi di scena. lItalia dei piloti di F.1, unepopea che non pu finire.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Rosse da record, vendute 7.195 auto A Ginevra arriva una 12 cilindri estrema
Il 2011 della Ferrari stato da record. Per la prima volta il fatturato ha superato i 2 miliardi di euro (2,251), crescendo del 17,3%. Lutile della gestione ordinaria stato di 312,4 milioni (+3,2%); le vetture consegnate 7195, +9,5% rispetto allanno prima. Numeri importanti, quelli esaminati ieri nel Consiglio di amministrazione presieduto da Luca di Montezemolo. Vendite da primato sia in America (+8%) sia nellarea Greater China (+62%), che ormai il secondo mercato per la Ferrari con 777 auto, di cui 500 nella sola Cina. Ottimi risultati anche in Medio Oriente (+22%), Gran Bretagna (+23%) e Germania (+14,6%). Non possiamo che essere soddisfatti di questi risultati ha detto Montezemolo . Ottenuti, malgrado le difficolt economiche, grazie a forti investimenti e a una cultura dellinnovazione a 360 gradi. La Ferrari, presente in 58 Paesi, presto si arricchir con larrivo di una rivoluzionaria 12 cilindri, erede della 599 GTB Fiorano. Sar presentata al Salone di Ginevra (8 marzo) e diventer la rossa di serie pi potente della storia, con circa 700 Cv. Oltre al lancio delle personalizzazioni della linea Tailor Made, la Ferrari ha anche visto crescere i suoi numeri su Internet e il ricavato dei 50 negozi ufficiali (+34%): quello del Parco di Abu Dhabi ha fatturato 12,5 milioni di euro.

Cairoli contro Philippaerts nello Starcross di Mantova


(m.z.) Sar ancora lo Starcross, sulla sabbia di Mantova, ad aprire la stagione internazionale con tanti protagonisti di Mx1 ed Mx2. Su tutti gli italiani della classe regina Cairoli (Ktm), Philippaerts (Yamaha) e Guarneri (Ktm), contro gli ufficiali Honda Bobryshev e Goncalves. Oggi prove dalle 11 e qualifiche dalle 15; domani le gare delle 14.

28

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

29

CICLISMO OGGI 49 EDIZIONE DELLA CLASSICA LIGURE

Laigueglia
Basso debutta e fa il testimonial Ritrova Cunego
Big in Riviera: il varesino apre il 2012 e aderisce alla campagna Gazzetta. La gioia di Pozzato
DAL NOSTRO INVIATO

LINIZIATIVA

Citt pi sicure per i ciclisti

OCCHIO A MODOLO

Giro dellOman

Oggi 49 Trofeo Laigueglia. Ritrovo alle 9, partenza alle 11: 196 km, arrivo sullAurelia alle 16 Tv: RaiSport 2 alle 21.30

S
La Gazzetta dello Sport ha sposato la campagna del quotidiano inglese Times sulla sicurezza dei ciclisti in citt: hanno aderito campioni del ciclismo e associazioni. Mandateci unemail a: salvaiciclisti@gazzetta.it

MARCO PASTONESI LAIGUEGLIA (Savona)

Corsa vera. Si dice cos di una gara lunga 200 km, con 4 salite (una volta il Balestrino e tre il Testico, muri di primavera che anche i cicloamatori conoscono a memoria), due strappi negli ultimi 10 km (Pinamare e il sanremese Capo Mele) e un traguardo che sta quasi per compiere mezzo secolo di ciclismo. Il Trofeo Laigueglia non pi la fonte battesimale del calendario italiano, ma la prima corsa vera, cio insidiosa e selettiva, dura e avventurosa, anche luminosa e allegra, e il suo verdetto pu perfino valere una stagione. E latmosfera del primo giorno di scuola mite e solare, dopo le precipitazioni sotto zero per molti corridori rende lattesa ancora pi frizzante, se non addirittura elettrica, e comunque gioiosa.
Limiti Il pi sereno sem-

che pi a che punto sono. Ma ho gambe e voglia per onorare limpegno. Il mio inverno ha ricalcato il programma del 2010. I miei obiettivi arrivano pi tardi, con le classiche e con il Giro. Con il passare del tempo, ho scoperto che non solo bisogna andare incontro alla condizione, ma bisogna anche aspettare che sia la condizione a venire incontro. Non bisogna forzare tempi e tappe. Basso aderisce alla campagna #salvaciclisti lanciata da The Times e ripresa dalla Gazzetta dello Sport: Alla sicurezza sulla strada noi corridori siamo particolarmente sensibili. La strada il nostro ambiente di

C aria da primo giorno di scuola. Ma sar corsa vera con il Testico e Capo Mele a - 3 km
lavoro: viviamo sulla strada, la abitiamo, la occupiamo, la respiriamo. I primi a dover rispettare le regole siamo proprio noi: tenere la destra, stare in fila indiana, proteggersi con il casco... Ho cercato di riassumere i miei pensieri e sentimenti cos: "Pedaliamo per amore e pedaliamo per passione. Pedaliamo per diventare grandi e peda-

liamo per tornare bambini. Pedaliamo in sicurezza: non un sogno, ma un obiettivo".


Realista Il pi tranquillo sembra Damiano Cunego: E soltanto il mio terzo giorno di corsa, e non posso pretendere pi di tanto. Lo prendo come un ulteriore allenamento. E vero, il percorso bello e stimolante, e mi fa venire voglia di stare davanti. Ma devo essere realista, non credo di avere ancora le gambe per fare corsa di testa. E cos mi metto volentieri a disposizione del mio compagno di squadra Pietropolli. Lui s che pu vincere. Voglie E non sono pochi quelli che possono e quelli che vogliono conquistare la prima vittoria dellanno. Da Pietropolli, 1 nel 2011, a Simone Ponzi (2), da Francesco Gavazzi a Gianluca Brambilla. C anche Sacha Modolo, 2 a Donoratico: Non saprei fare previsioni su di me. Se fossi lo stesso Modolo della fine del 2011, allora mi vedrei sul podio. Ma ho avuto qualche giorno di febbre. Il pi ammirato sar Pippo Pozzato, a 9 giorni dalla frattura alla clavicola: Il Laigueglia doveva essere il primo appuntamento da vincere. In queste condizioni non lo vincer, ma sentire il profumo della corsa ha quasi lo stesso valore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Q
Tre Giri in due: Ivan Basso, 34 anni, 1 nel 2006 e 2010, e Damiano Cunego, 30, re nel 2004 BETTINI

I MIGLIORI 1 Basso, 4 Capecchi, 6 Moser, 11 Cunego, 15 Cimolai, 16 Malori, 17 Pietropolli, 21 Belletti, 27 Montaguti, 31 J.J. Haedo, 32 Boaro, 41 Gavazzi, 43 Ponzi, 47 Tiralongo, 52 Bandiera, 55 Fenn, 63 Caruso, 73 Demare, 76 Hutarovich, 84 Malacarne. 91 Ginanni, 96 Garzelli, 101 Chavez, 105 Felline, 111 Balloni, 115 Favilli. 118 Pozzato, 121 Duarte, 131 Modolo, 133 Battaglin, 134 Gia. Brambilla, 142 Bosisio, 161 Barla, 163 Boifava, 201 Alafaci, 208 Gio. Brambillla, 211 Baliani

Liridato Mark Cavendish, 26, nel frigorifero di Sky

Si pedala a 40 gradi Cavendish gelato Nibali va allattacco


DAL NOSTRO INVIATO

CIRO SCOGNAMIGLIO AL WADI AL KABIR (Oman)

S
ALBO DORO 2009 e 10 Ginanni, 2011 Pietropolli

bra Ivan Basso: Non corro da ottobre, quarto al Lombardia e decimo alla Japan Cup. Questo Laigueglia ha un percorso esigente e non sono ancora abbastanza competitivo per poter pensare alla vittoria: se andassi oltre i miei attuali limiti, poi non capirei nean-

S
AUGURI ALFREDO Gran festa a Laigueglia per Alfredo Martini: oggi compie 91 anni e seguir la gara con Bettini

Si letteralmente sdraiato nel frigorifero della squadra (dove si conservano le borracce), subito dopo il traguardo della 4 tappa, con i compagni a cercare di dargli sollievo versandogli acqua addosso. Ieri al Tour of Oman ha fatto davvero caldo (34 gradi, percepiti quasi 40) e Mark Cavendish stato tra quelli che ne ha sofferto di pi: liridato si staccato nel finale (94 a 436"), pi o meno quando Vincenzo Nibali tentava il colpo. S, nellultimo chilometro e mezzo ho tentato lazione del finisseur. Sono stato ripreso ai 3-400 metri, cera vento in faccia ed era difficile. Ma la gamba gira molto bene. La Liquigas alla fine rimasta con niente in mano: perch nello sprint Sagan stato rimontato da Greipel, che si confermato leader ed a 6 centri nel 2012, record. Lattacco di Nibali non piaciuto al d.s. Dario Mariuzzo: Se stava a ruota era meglio. Fai delle tattiche, le decidi, poi in corsa lui te le cambia. Questo istinto a volte un male. Che cosa gli dir di fare domani (oggi)? Di vincere. Detto che Andrea Guardini ha santificato il venerd 17 cadendo dopo 10 km ( arrivato a 957"), oggi lattenzione va allarrivo in salita sulla Green Mountain, che qui paragonano allAlpe dHuez. Lo seguir anche Paul Le Guen: lex c.t. del Lione ora allena lOman. Sono 5,7 km di salita al 10,5%. Il pronostico chiama Fuglsang e Rodriguez. Ma soprattutto Nibali.
RIPRODUZIONE RISERVATA

COPPA DEL MONDO A LONDRA SHOW NEL VELODROMO OLIMPICO DAVANTI A 6000 PERSONE: LAZZURRO VINCE LELIMINAZIONE

Limpresa

Viviani fortissimo pure su pista NellOmnium 2 dopo 3 prove


DAL NOSTRO INVIATO

quard, il francese che in questa gara laveva sempre beffato.


La chiave Scratch Oggi tocca a

PAOLO MARABINI LONDRA

lare, il pi completo, il pi scaltro, il pi ironman.


Prove di Giochi Viviani queste doti le ha tutte. Il veronese, gi a 5 vittorie su strada in avvio di stagione, non gareggiava in pista dal 5 novembre, prima di Coppa ad Astana: 3, dopo una stagione vincente e dispendiosa tra strada e pista, aveva messo una robusta ipoteca sul pass per l'Olimpiade, che ora attende solo l'aritmetica. Allora di pranzo s tolto la ruggine vincendo il turno preliminare. Poi cominciata la lunga corsa. Concentrato, deciso, sicuro di s come mai lavevamo visto, ha chiuso 7 il giro lanciato, con un po damaro in bocca: Il tempo (13"467, ndr) non male. Ad Astana ero sceso a 13"205, ma mi rode che per una manciata di centesimi mi si sono infilati davanti in 4. E nellomnium ogni posizione vale oro. Sante parole, espresse anche

Secondo. A 3 punti dal colombiano Arango. E con 4 di vantaggio sul primo degli inseguitori, il francese Coquard. Grazie a quelle volate capolavoro e al successo nella prova a eliminazione, in chiusura di questa prima giornata di Coppa del Mondo sullanello del velodromo olimpico. Vuoi dire che oggi ci scappa il colpaccio? S, Elia Viviani forse non lo ferma pi nessuno anche in pista. E vero, per cantare vittoria bisogna far girare forte le gambe anche oggi, per altre tre gare. Perch lomnium sta al ciclismo come il decathlon allatletica: sei prove in due giorni, roba da uomini duri, per chi sa mettere in pista il cocktail del ciclista perfetto. Velocit, resistenza, recupero, ritmo, tattica: vince il pi rego-

Elia Viviani, 23 anni, 5 vittorie su strada nel 2012, guida il gruppo nelle batterie di qualificazione
EPA

dopo la corsa a punti interpretata per col piglio giusto perch chiudere a un punto dal 3, dopo essere stato in corsa per il 2 fino alla penultima volata, un po ti fa rosicare. Ma poi, nelleliminazione, il 23enne della Liquigas ha messo tutto in ordine, con una prova superba, perfetta. Trionfo, davanti alla bestia nera Co-

inseguimento, scratch e chilometro: La prova chiave sar lo scratch, che spesso mi ha tradito. Ma il vicecampione del mondo della specialit, vorr pur dire qualcosa. Forse teme di pi il chilometro, che ha preparato poco. Sar dura, siamo ancora in 7-8 a giocarcela, siamo vicini. Ma sperare in grande non impossibile. Elia a Londra per staccare il pass olimpico. E testare lanello di questo gioiello che il velodromo di Stratford, primo degli impianti dei Giochi ad essere stato ultimato: 110 milioni di euro, 6000 spettatori. Ieri, al battesimo agonistico, cerano quasi tutti. E sono impazziti quando Varnish e Pendleton hanno battuto nella velocit a squadre le australiane Meares e McCullogh, soffiando loro il record del mondo (32"754 contro 32"828), cos come le compagne Trott, King e Roswell nellinseguimento: 318"148, il tempo dellAustralia spazzato via di oltre 1". Applausi italiani a Laura Basso: 27anni, friulana, ha chiuso 4a nello scratch: bel colpo.

Il francese Robert Marchand sul velodromo di Aigle EPA

Francese di 100 anni fa 24 km in unora Video su Gazzetta.it


Ha scoperto la bici a... 78 anni. A 87, ha fatto la Roubaix e ieri il francese Robert Marchand, 100 anni, ha stabilito il primato dellora sul velodromo di Aigle (Svi), categoria Master 100, con 24,250 chilometri: Sarei anche potuto andare pi forte, ma non ho voluto. Avrei potuto fare 1 km in pi. Il video dellimpresa, che sar omologata dallUci, su Gazzetta.it.

30

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

BASKET COPPA ITALIA: FINAL EIGHT A TORINO, QUARTI DI FINALE


IL QUADRO APRE MPS-EA7 ALLE 17.45 SU LA7

numeri& STATISTICHE
S

D Venezia

GAZZETTA DELLO SPORT

timorosa Pesaro vince in scioltezza


White ciliegina sulla torta di una bella prova di squadra. Coach Dalmonte: Abbiamo lambizione di provarci
DAL NOSTRO INVIATO

LE SEMIFINALI BENNET-SCAVO (20.30, LA 7D)

Sar il giorno della redenzione di Milano?


Trinchieri dice di s: Siena ha una forza mentale unica, ma lEA7 il nuovo che avanza
TORINO

Doppia cifra Sono sei gli uomini in doppia cifra (pi di 10 punti, con 11 di Cusin, nella foto, al rientro) di Pesaro e gli assist di White e Hickman, i due migliori realizzatori

S
JR Hickman 26 anni, guardia di Pesaro, nativo del North Carolina, 15.6 punti di media in campionato, 15 con 6 assist nel quarto di finale con Venezia CIAM-CAST

LUCA CHIABOTTI TORINO

Siena ha vinto tre coppe di fila, Cant ha perso di poco la finale dellanno passato, Pesaro ha eliminato i campioni dItalia nel 2008. Poi c Milano: non va in finale, non vince, non fa qualcosa di buono in coppa dal 1996. Qualcuno ha un dubbio sulla quale sia la squadra pi attesa nelle semifinali di oggi? Io che sono un pirla a cui piace dare i titoli ai giornali dice Andrea Trinchieri dico che questa Coppa ne ha uno solo: "La redenzione di Milano". Siena ha una forza mentale che nessuno ha, ma lEA7 il nuovo che avanza.
Storia Siena-Milano pu essere

EA7. Spiega Simone Pianigiani: E una sfida difficile da decifrare, in un contesto diverso dal campionato. Milano, non ha solo uomini differenti rispetto alla gara di novembre, ha modificato il sistema di gioco, prima mandava guardie e ali in post basso per sfruttare i vantaggi fisici nel ruolo, ora ha aggiunto la leadership di Bremer e gioca pi di pick and roll. Credo che sar una partita equilibrata. Ce la giocheremo entrambe e speriamo che venga fuori una bella partita. Siena inserisce Lavrinovic, Rocca e Mancinelli sono ancora malconci.
Favorita Pesaro ha gi battuto

S
Clark, solo 5 punti Il misero bottino di Clark (nella foto) eguaglia la sua peggiore prestazione dellanno. Anche in quella gara, con Avellino, lUmana aveva perso

una partita capace di cambiare la storia recente del nostro basket? Domanda interessante: di certo sar diversa dalla sfida di campionato, vinta da Milano dopo 23 k.o. consecutivi per 63-56, che di fatto non ha spostato di una virgola le forze in campo. E non solo perch, da allora, sono cambiati i protagonisti, da una parte Thornton al posto di Kaukenas (e Rakocevic era appena arrivato), dallaltra Bremer e Gentile al posto di Gallinari, che risult decisivo per il successo della

Cant in campionato, al Pianella, 71-66. Una partita strana, una delle prime dove la Bennet pag il doppio impegno: Eravamo reduci da Vitoria, siamo partiti forte per scoppiare poi nellultimo quarto dice Trinchieri. Che aggiunge divertito: Non c alcun dubbio, se c una favorita per questa Coppa Pesaro. In campionato ha battuto tutte le altre semifinaliste, sta giocando molto bene e non ha neppure sudato contro Venezia.... Anche in questa sfida, si trovano due squadre differenti: alla quarta di andata non cerano Perkins e Brunner ma Lighty e Scekic, ma soprattutto White era lontano dalla migliore condizione al rientro da un infortunio. Una grande semifinale anche se i riflettori saranno puntati sulla prima: Se avessi un euro e non volessi vincere solo un euro e dieci, punterei su Milano dice Trinchieri. In gran forma.
chiabo

E stata lultima squadra italiana a togliere Siena dalla lotta per un trofeo, quattro anni fa. Pesaro torna in semifinale, stavolta facilmente, sulle ali della leggiadra concretezza di James White, miglior realizzatore e primo negli assist. E di una consistenza di squadra che giustifica qualche sogno importante. Venezia stavolta delude, sembra essere la prima a non credere che tutto ci che di sorprendente ha fatto finora possa essere replicato mentre tutto il basket italiano fermo a guardarla: Non abbiamo giocato per vincere dice Andrea Mazzon, tecnico dellUmana siamo stati timidi, timorosi pagando il noviziato. Troppe palle perse, hanno punito tutti i nostri errori: ne abbiamo fatti tanti anche che non ci appartengono, altrimenti non saremmo qui.
Made in Usa Grandi meriti a Pesaro, con tre americani stellari ma che costruisce il suo successo sui 24 punti, con 10/12 al tiro, della coppia Lydeka-Cusin, in area dove lUmana non si presentata. Faccio i complimenti alla mia squadra dice coach Luca Dalmonte per latteggiamento e lequilibrio. Abbiamo attaccato e difeso bene, con sei uomini oltre i 10 punti di media. Temevo che esserci fermati per quasi 20 giorni dopo la sconfitta di Milano ci avrebbe condizionato negativamente, ma la squadra era pronta. Big Three E proprio quello che

sostanza alla gara di Pesaro, anche il recupero di Marco Cusin alla sua prima vera partita del 2012. Cos la squadra di Dalmonte davvero completa: Non siamo presuntuosi dice lallenatore della Scavolini Siviglia ma in questa Coppa la squadra deve avere lambizione e il coraggio di provarci.
Quintetto Mazzon studia a tavolino una tattica per sopperire allinfortunio di Fantoni e alla scadente condizione di Slay. Parte con Rosselli e Magro, per non perdere limpatto di Bryan dalla panchina, allungando rotazioni. Venezia cos pi grossa, ma si snatura. In difesa, soprattutto in area, fa acqua. La Scavo va via velocemente con White, Lydeka e dei lampi di classe di Jones. Con Cavaliero va a +13 (30-17), e la Reyer, spesso a zona, si rimpicciolisce con quintetti pi usuali, trova 8 punti di Bowers nel secondo quarto, ma continua a concedere troppo ad un attacco fluido, bilanciato, che segna 12 dei 17 canestri del primo tempo su assist. Ripresa Linizio della ripresa

PESARO VENEZIA
(25-17, 48-34; 76-52)

90 70

scava un solco ancora pi grande: al quintettino con doppio play dellUmana, visto che Clark non la fa giocare, non corrisponde una maggiore aggressivit. White, Jones e soprattutto Hickman, con gioco da tre punti e tripla, impiegano tre minuti per l11-3 che manda tutti a casa (59-39). Le alte percentuali nate dai 21 assist rendono lattacco di Pesaro un rebus irrisolvibile. Oggi si replica contro la Bennet Cant, gi sconfitta in campionato al Pianella.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SCAVOLINI SIVIGLIA PESARO: Hickman 15 (4/6, 2/4), Hackett 5 (1/3, 1/2), White 17 (5/10, 0/1), Jones 14 (1/3, 4/5), Lydeka 13 (5/6); Cavaliero 10 (2/4, 2/5), Cusin 11 (4/6), Flamini 3 (1/2 da 3), Urbutis 2 (1/1), Alibegovic, Cercolani, Tort (0/2). All.: Dalmonte. UMANA VENEZIA: Clark 5 (0/3, 1/4), Young 14 (6/10, 0/2), Rosselli 4 (2/4, 0/2), Szewczyk 17 (4/9, 2/3), Magro 4 (2/4); Allegretti, Slay 7 (3/6, 0/1), Meini 2 (1/1), Bowers 15 (4/9, 2/3), Bryan 2 (1/4), Causin (0/1 da 3), Tomassini (0/1 da 3). All.: Mazzon. ARBITRI: Cicoria, Filippini, Vicino. NOTE - T.l.: Pes 14/20, Ven 9/14. Rimb.: Pes 32 (Jones 8), Ven 40 (Szewczyk 8). Ass.: Pes 21 (White, Hickman 6), Ven 10 (Clark 4). Progr.: 5 14-8, 15 35-25, 25 59-43, 35 86-61. Ant. Bryan 1008" (25-17).

c attorno ai Big Three a dare

IL LUTTO AVEVA 79 ANNI

le Pagelle

di CHIABO

OGGI SEMIIFINALI

E morto coach Cacco Benvenuti Storico il bronzo 74 da c.t. delle donne


morto a Livorno Gianfranco Cacco Benvenuti (foto Il Tirreno). Aveva 79 anni. Nato a Borgotaro (Pr), livornese in tutto e per tutto, dal 1973 al 1976 stato c.t. della Nazionale donne con cui ha vinto il bronzo allEuropeo 1974 di Cagliari, prima medaglia nella storia della femminile. Ha iniziato ad allenare con le giovanili della Libertas Livorno vincendo lo scudetto juniores. Nel 1967 ha esordito con la Libertas in serie A. Ha allenato Udine dal 1969 a 1970, dopo la Nazionale femminile, Gorizia dal 1976 al 1978, ancora la Libertas dal 1978 al 1981 dove lancia Alessandro Fantozzi, la Stella Azzurra Roma nel 1981-82, la Viola Reggio Calabria che dal

SE JONES HA VOGLIA... CLARK NON PERVENUTO


PESARO
funzionale a un meccanismo ieri perfetto. LYDEKA 7 Firma linizio positivo mettendo in croce Venezia in area. JONES 7.5 Che meraviglia di giocatore. Quando ha voglia. Ieri laveva: 4/5 da 3 e 8 rimbalzi. TORT, CERCOLANI, ALIBEGOVIC N.G. hanno dominato larea. MEINI 5.5 D una mano in regia a Clark ma non basta. YOUNG 6 Lampi di classe immortali, ma pochi. Cifre buone: anche 5 rimbalzi. BOWERS 6 Otto punti nel secondo quarto quando la partita sembra ancora tale. Poi riparte dalla panchina e si salva ma non salva pi la squadra. ROSSELLI 5.5 Debuttante a questo livello dopo tanta LegaDue, paga subito lo scotto, poi si riprende un po. MAGRO 5 Parte in quintetto, le cose vanno subito male per Venezia ma non pu avere colpe specifiche chi viene dalla Dna... BRYAN 4 Inguardabile, anche tre perse. ALLEGRETTI, CAUSIN. TOMASSINI n.g.

Coppa in Spagna Bara-Vitoria e Real-Siviglia


(pe. m.) Oggi semifinali della Copa del Rey a Barcellona: Barcellona Vitoria e Real Madrid Siviglia. Quarti: ieri Siviglia Malaga 77 65 (Calloway 14; Valters 14); Real Madrid Fuenlabrada 75 66 (Reyes 17; Mainoldi 13); gioved Vitoria San Sebastian 72 65 (Bjelica 21; Baron 22, Panko 14); Barcellona Alicante 75 54 (Lorbek 17; Llompart 14). IN RUSSIA Jeff Adrien, 25enne ala ex Treviso e poi tagliato a Houston, ha firmato per il Khimki che ha lasciato libero Petravicius, ex Milano. DONNE Anticipo 6a di ritorno di A.1: S.S.Giovanni Schio 53 78.

IL MIGLIORE 7,5 WHITE

Spettacolo ed efficacia: incanta in attacco (8 falli subiti), d una mano dappertutto (4 recuperi). Fa tutto nei primi tre quarti. Super. CAVALIERO 6.5 Buon impatto offensivo dalla panchina, segna anche una tripla da 10 metri.

VENEZIA
CLARK 4 Non pervenuto se non per qualche assist. Un disastro. SLAY 5.5 Dalla panchina, non malissimo ma non sposta niente. Tre perse. IL MIGLIORE h 6,5 SZEWCZYK Finche c stata una partita stato il migliore, ma non pu essere incolpevole se i lunghi di Pesaro

1982 al 1986 porta dalla B allA1, Perugia dal 1986 al 1988, Trapani dal 1988 al 1991 con promozione in A-1, Montecatini dal 1991 al 1994 con lennesima promozione e ancora Trapani nel 1994. Lultimo incarico la consulenza tecnica a Livorno nel 2004-05.

HICKMAN 7.5 Manuale del play moderno, fa segnare (6 assist) ma segna anche. E Clark sparito contro di lui. CUSIN 7 Divide con Lydeka il ruolo che ha spazzato via Venezia. Cinque rimbalzi e tante cose utili. FLAMINI 6 Si iscrive allo scout solo sul +20, solido. HACKETT 6 Non splende, ma

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

31

Numero uno
James The Flight White, 29 anni, ala statunitense della Scavolini Siviglia Pesaro CIAM-CAST

numeri& STATISTICHE
S S

Cant travolgente Avellino dura 15


Green parte bene, poi la Bennet domina. Trinchieri: Alzata la difesa, uscita la nostra superiorit
CANT AVELLINO
(19-24, 43-36; 74-56)
BENNET CANT: Cinciarini 9 (2/3, 1/2), Basile 6 (0/1, 2/6), Micov 10 (2/4, 2/6), Leunen 10 (1/2, 1/2), Marconato 6 (3/4); Perkins (0/2 da 3), Mazzarino 10 (2/5 da 3), Markoishvili 22 (3/5, 5/7), Shermadini 10 (4/4), Brunner 11 (4/5), Diviach (0/1), Bolzonella 5 (1/1, 1/1). All.: Trinchieri. SIDIGAS AVELLINO: Green 24 (4/10, 5/6), Gaddefors 4 (2/3, 0/1), Golemac 17 (5/9, 0/1), Slay 12 (0/2, 2/10), Johnson 4 (2/5); Spinelli (0/1 da 3), Lauwers 4 (1/5 da 3), Soloperto 5 (2/4), Infanti (0/1 da 3), Ferrara. N.e.: Alborea, Norcino. All.: Vitucci. ARBITRI: Mattioli, Lanzarini, Bettini. NOTE - T.l.: Can 17/19, Ave 16/25. Rimb.: Can 37 (tre con 5), Ave 25 (Green 8). Ass.: Can 23 (Perkins 6), Ave 11 (Green 5). Progr.: 5 9-12, 15 30-31, 25 55-43, 35 87-60. Usc. 5f: Golemac 3538" (87-60). F..tecn.: Golemac 2624" (60-45), Perkins 2838" (69-49). Spett. 5.230.

lAnalisi
di LUCA CHIABOTTI

Chi ci crede e chi va a casa la Coppa


Siena-Milano, Cant-Pesaro. Pronostici confermati. Spesso la Coppa Italia si divide tra chi ci crede e chi no. Sassari e Venezia, arrivate da rivelazioni, non ci hanno creduto, anche se sulla squadra di Sacchetti ha pesato lassenza di Travis Diener. Bologna non ci ha creduto fino in fondo, troppo leggera di testa nei momenti chiave dopo aver rimesso in piedi una sfida con Milano che sembrava compromessa dopo il primo quarto. Avellino non fa testo: non cera Dean e non pu fare sempre miracoli a dispetto di una situazione economica precaria (prima di partire per Torino i giocatori avevano indetto una conferenza stampa sugli stipendi non pagati) e di un palazzo dove negli ultimi giorni la temperatura era proibitiva per gli allenamenti. Pesaro ci crede ma deve giocare oggi la sua Eurolega, in semifinale assieme a tre avversarie da Top 16 e dovr riuscire a elevare la qualit del suo gioco anche contro Cant. Se Siena-Milano la sfida pi attesa, Cant-Pesaro quella che pu dire di pi anche in prospettiva campionato. La seconda giornata delle Final Eight, a cui hanno assistito 5230 paganti, non stata memorabile, ha solo permesso a Trinchieri e Dalmonte di risparmiare le loro squadre. Ma ha mostrato le potenzialit della Bennet con Doron Perkins, un play atleticamente superiore, luomo che stato preso per far fare alla Bennet il definitivo salto di qualit soprattutto mentale. Non ha fatto nulla di eccezionale, ma s presentato con 4 rimbalzi e 4 assist nei primi 7 quelli del break di Cant. Si visto perfettamente quello che : un peperino, per il fallo tecnico, in una squadra di educande che ha bisogno della sua personalit dice Trinchieri . un leader, vede benissimo il gioco, gi inserito, conosce il nome di tutti i compagni e per un americano non normale. Ma fuori condizione. Per Cant gi pi forte di prima. Pesaro comincia la sua Eurolega.

99 70
Panchina Cant Le riserve della Bennet hanno segnato 58 punti contro i soli 9 di quella di Avellino. Il migliore stato Manuchar Markoishvili (nella foto) con 22

DAL NOSTRO INVIATO

ANDREA TOSI TORINO

Anche Cant rispetta il pronostico vincendo lultima partita dei quarti con un crescendo inesorabile che proietta la Bennet in semifinale col successo pi largo e pi prolifico in attacco tra le 4 promosse alle sfide di oggi. Non serve alla Bennet il debutto di Perkins per mettere sotto la Sidigas che tiene per 15 e poi scompare dal campo sotto il peso della forza degli avversari e delle brutte voci che oggi fanno di Avellino un club a rischio di estinzione.

Rimbalzi di Green Il play (nella foto) ne ha presi 8, il migliore della gara, alto 1.65 scarsi. Con Slay e Golemac ha segnato 53 punti su 70 e preso 19 rimbalzi su 25 della squadra

SERIE A

Casale, arriva Ricky Minard


(ma.ne.) Casale ha preso Ricky Minard che ha lasciato il Mariupol di Luca Bechi. Larrivo della guardia ex Biella, Reggio Emilia, Montegranaro e Roma, previsto per luned. Il presidente della Novipi Giancarlo Cerutti ha anche annunciato laumento del capitale per affrontare la relativa spesa. LEGADUE (e.p.) Al posto di Wanamaker, Forl ha preso lala pivot Thomas Coleman (1988, 2.06), ex Girona. Venerd: Brindisi Veroli 82 77.

Balene Sembravano il gommo-

ne di Greenpeace contro una baleniera giapponese sospira coach Vitucci in attesa di novit societarie . Negli ultimi tempi, causa i problemi climatici ed economici, ci siamo allenati poco e male per sostenere il peso di questo confronto. Di contro Trinchieri aspettando Pesaro non si esalta: Allinizio ci siamo incartati da soli poi quando abbiamo cominciato ad alzare la difesa uscita tutta la nostra superiorit. Tutti attendono di scoprire Perkins, al debutto con Cant, ma subito Green a ricordare che la Coppa Italia il suo terreno di caccia preferito. Il mini play manda al bar Cinciarini e in visibilio i 300 tifosi avellinesi. Gre-

Doron Perkins, 28 anni, 14 minuti in campo allesordio con Cant: il play ex Maccabi non ha segnato (0 su 2 da 3) ma ha chiuso con 6 assist e 5 rimbalzi
CIAMILLO

en prova a mettersi alle spalle gli stipendi non pagati insieme allassenza di Dean (polso sinistro k.o.) fatturando 13 punti nel 1o quarto che spingono avanti la Sidigas complice linizio al ralenty della Bennet. Infatti Cant impigrita e imprecisa con Basile che butta 4 tiri per lui facili.
Differenza Ma nel 2o quarto le prime rotazioni portano a galla la differenza strutturale tra le squadre. Perkins al suo primo possesso canturino commette passi, ma lentamente la squadra brianzola si aggiusta mentre i cambi di Avellino non tengono il ritmo imposto da Micov e Leunen che spingono un break di 16-2 per lallungo sul 42-33. Nella ripresa Cant pu andare in controllo col suo gio-

co collaudato ottimamente distribuito su tutti i quintetti e la profondit della panchina dilatando il vantaggio con i canestri alla georgiana di Shermadini e Markoishvili mentre sullaltro fronte si esaurisce la spinta di Green (5 punti nei 2 quarti centrali) surrogato solo dal volitivo Golemac, invece Johnson e Slay brancolano nel buio dei loro pensieri. Al ritorno in campo, Basile redime 5 tiri a vuoto imbucando due triple che danno il +20 (69-49) cos la partita prende la direzione obbligata e logica a favore della Bennet rendendo lultimo periodo un lavoro solo per gli statistici. Il massimo vantaggio della squadra di Trinchieri si rispecchia nel risultato finale tanto per rispondere alle ambizioni di Pesaro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

le Pagelle

di A.TO.

NBA IL FENOMENO KNICKS ALLALL STAR GAME

MARKOISHVILI SEGNA DA TUTTE LE PARTI CONTRO IL PICCOLO GREEN


CANT
CINCIARINI 5,5 In avvio viene asfaltato da Green, qualcosa di buono in attacco (5 assist). BASILE 6 Subito cinque tiri a vuoto inusuali per lui, poi si riscatta con due triple delle sue. MICOV 6,5 Gli bastano 10 per lasciare il segno senza esagerare. LEUNEN 6 Quasi si riposa: 4 tiri in 27. Ma non deve sudare. MARCONATO 6 Ordinaria amministrazione dopo qualche autoscontro fuori controllo. MAZZARINO 6,5 Nel quintetto del break decisivo nel terzo quarto. Come il Baso, due zampate da trepunti. PERKINS 6 Debutto avaro al tiro (zero punti) ma prodigo nel plus/minus a +20 (5 rimbalzi e 6 assist).

La Lin-Mania per le strade di New York Scopritela con un video su Gazzetta.it


La Nba ha fortunatamente cambiato idea: Jeremy Lin stato aggiunto nella formazione della sfida tra matricole e giocatori al 2o anno e sar quindi in campo nellAll Star Weekend di Orlando del 25-26 febbraio. Su Gazzetta.it, potete vedere il video del nostro corrispondente a New York sulla Lin-Mania, girato tra Chinatown e lNba Store sulla Quinta Strada, dove le magliette di Lin vanno a ruba. I Knicks intanto si rafforzano ulteriormente con lingaggio di JR Smith, ex Denver, che ha appena concluso la stagione in Cina. Nelle partite di gioved notte, ancora una vittoria (7a in 9 gare) per Chicago senza Derrick Rose. I Bulls (miglior bilancio della Lega con 25 vinte e 7 perse) hanno superato Boston, al 4o k.o. nelle ultime 5 partite. Ancora tanti punteggi bassi: sin qui siamo ai minimi degli ultimi 5 anni per punti a partita (190), percentuale dal campo (44.4), ai liberi (75%) e al massimo nelle palle perse (30). Risultati: Chicago-Boston 89-80 (Deng, Boozer 23; Garnett 18); Indiana-New Jersey 93-88 (Granger 32; D.Williams 29); Portland-Clippers 71-74 (Batum, Craword 19; Griffin 21).
LOPINIONE SU LIN A PAGINA

7,5 MARKOISHVILI

IL MIGLIORE

GOLEMAC 6,5 Si batte con la rabbia e la voglia di non mollare (7/7 ai liberi). SLAY 5 Le cifre (2/12) e il suo atteggiamento abulico dicono tutto di lui. JOHNSON 5 Vaga per il campo cercando qualcosa che non c (solo 2 rimbalzi in 27). SPINELLI 5 In attesa di tempi migliori, il capitano e sindacalista si fa notare per le scarpe fosforescenti. GADDEFORS 5,5 Ha talento ma cercasi personalit (4 tiri in 30). LAUWERS 5 Se non gli entra il tiro da tre, non esiste. SOLOPERTO 5 Tanta bassa manovalanza. INTERVISTE E VIDEO SULLA COPPA ITALIA

Segna da tutte le posizioni, speculando sul mis match favorevole con Green. SHERMADINI 6,5 Perfetto al tiro, si fa sentire nella ripresa muovendo bene la palla e il corpo. BRUNNER 6,5 Efficiente ed efficace, rigenerato dopo il brutto inizio di stagione a Montegranaro (4 recuperi).

AVELLINO

7 GREEN

IL MIGLIORE

Devastante nel primo quarto (13 punti), addirittura migliore rimbalzista (8) della partita dal basso del suo 1.65.

Manuchar Markoishvili, 26 anni CIAM

www.gazzetta.it

19

32

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

PALLAVOLO LE FINAL FOUR DI COPPA ITALIA


QUI TRENTO
(ni.ba.) LItas deve rinunciare a Birarelli; la sua influenza degenerata in polmonite. Al centro con il rientrante Djuric ci sar il trentino Burgsthaler (oggi 31 anni): gli altri Raphael, Stokr, Kaziyski, Juantorena, Bari libero

QUI BELLUNO
(m.d.i.) Il Sisley, in striscia positiva da cinque partite, al completo e punter sul sestetto ormai collaudato: Suxho in regia, Fei opposto, Horstink e Ogurcak in banda, De Togni e Kohut al centro. Farina libero

QUI MODENA

QUI MACERATA

Birarelli polmonite, c Djuric Veneti in striscia da 5 gare

Martino favorito su Kooy


(p.r.) Nel solito ballottaggio Martino-Kooy potrebbe essere l'ex azzurro, nonch ex della partita, a giocare in diagonale con Anderson. Conferme per Esko-Dennis e Sala-Piscopo, con Mani libero

Il dubbio per Stankovic


(m.g.) Sar deciso oggi per Stankovic: il centrale ha riportato una distorsione al pollice destro e appare difficile possa giocare con Modena. Al suo posto Pajenk, poi Podrascanin, Travica-Omrcen, Savani-Parodi, Exiga libero

Giuliani non molla


Ho gi vinto e ci riprovo
Il tecnico di Macerata trionf un anno fa con Cuneo: La mia Lube non cos malconcia...
VALERIA BENEDETTI ROMA

Al PalaLottomatica arriva da campione in carica, ma con una maglia diversa (insieme a Simone Parodi e ai suoi assistenti Martilotti e Cadeddu passato da Cuneo, dopo uno scudetto, una Coppa Italia, una Supercoppa e la finale tricolore persa lo scorso anno proprio a Roma, a Macerata). E ci arriva tuttaltro che da favorito, con una squadra stanca e altalenante, capace di k.o. incredibili in campionato (non vince dal 22 gennaio) e di imprese come quella che gli ha fruttato la qualificazione ai quarti di Champions League al golden set a spese, appunto, della sua ex squadra, Cuneo. Ma Alberto Giuliani non guarda ai pronostici e ha qualche sicurezza quando si parla della Lube.

LAVVERSARIO PIU TOSTO ALBERTO GIULIANI

SULLA SUA SQUADRA ALBERTO GIULIANI

Da maceratese tornato per allenare la Lube dopo venti anni in giro per lItalia (da Nord a Sud fino a a Corigliano). Sente di pi la pressione in casa?

I ragazzi stanno vivendo questo periodo con la consapevolezza di essere poco brillanti ma con tenacia e cattiveria e mi sembra lattitudine adatta, soprattutto con gare secche da affrontare.
Tanti k.o. in campionato hanno messo in discussione il gioco della squadra?

gioco aveva dei problemi irrisolti anche prima, ora sembrano solo pi evidenti. Il problema sempre quello, ci si allena poco e il tempo per lavorare sui singoli problemi non c.
Eppure ha sentito il bisogno di scrivere una lettera ai tifosi dal suo sito.

No penso solo al lavoro che c da fare, tendo a estraniarmi dal contorno per carattere. Certo, la Lube un punto di partenza dopo Cuneo e vincere con la squadra della mia terra una cosa a cui tengo molto.
C da superare Modena in semifinale.

In un torneo lungo come quello italiano un periodo di calo ci sta, giocando ogni tre giorni i risultati sembrano pi eclatanti. Di fatto siamo ancora in gara su tutti i fronti, mi pare. Il

Volevo ribadire la fiducia alla squadra e mettere a fuoco il momento che comunque positivo, come ho gi detto. Mi rendo conto che per chi segue la squadra con passione (oltre 200 i tifosi in trasferta al PalaAlberto Giuliani (47 anni), allena la squadra della sua terra
TARANTINI

Hanno avuto pi tempo per lavorare e allenarsi, visto che sono fuori dalla coppa europea, uno scontro alla pari. Sono fiducioso in quello che la squadra pu dare in questo tipo di sfide, come ha gi dimostrato.
Nellaltra semifinale c Trento che sembra tornata imbattibile.

S dopo il tie-break con Cuneo non ha pi perso un punto, hanno un gruppo rodato, ci vuole tempo e costanza per raggiungere quel tipo di compattezza, hanno dei punti di riferimento che li tirano fuori anche nei momenti di flessione. Noi siamo un gruppo nuovo ci vuole pi tempo per raggiungere la continuit. Imbattibili no (e lui lo sa bene visto che i suoi trofei li ha vinti tutti contro lItas, ndr) con le armi giuste si possono battere anche loro.
Ci si mettono anche gli infortuni. Stankovic fuori gioco?

Ha il dito molto gonfio, basta una botta in allenamento a peggiorare la situazione. Valuteremo fino allultimo, ma difficile.
RIPRODUZIONE RISERVATA

clic
DALLAMERICA DOUG BEAL SI CANDIDA ALLA PRESIDENZA FIVB
(a.a.) La notizia circolava da mesi, da ieri notte diventata anceh ufficiale. Doug Beal, gi numero 1 della federazione Usa, dopo un passato da atleta, allenatore (oro nel 1984 a Los Angeles) e dirigente, ha presentat la propria candidatura alla presidenza della federazione mondiale. Beal che ha anche allenato in Italia (a Milano) allinizio degli Anni 90, avr le elezioni in casa, a settembre 2012.

Taccuino
A-1 DONNE

Urbino subito in campo a Novara


(m.l.) Dopo la sconfitta di gioved torna in campo Urbino per l'anticipo della 7 di ritorno alle 20.30 a Novara con lAsystel (RaiSport 1). Classifica: Busto 44; Villa Corte se 38; Urbino 31; Bergamo 25; Novara 23; Piacenza 22; Pesaro 20; Parma 19; Modena 17; Chieri 6; Pavia 1.

A-2 MASCHILE (f.c.) Stasera (20.30) due anticipi del


la 24: Edilesse Reggio Emilia Molfetta (pugliesi senza Mattioli) e Club Italia Gherardi Citt di Castello. Classifica: Perugia 54; Castellana 51; Molfetta 46; Citt di Ca stello 44; Segrate, Milano 42; Genova 39; Loreto 38; Sora 37; S. Croce 34; Corigliano 29; Isernia 27; Club Italia 25; Atripalda 16; Reggio Emilia 15; Cant 10.

A-2 FEMMINILE (f.c. m.l.) Pontecagnano, terzultima in A 2, ha un nuovo coach: Emiliano Giandomenico. Re scissione del contratto fra il Sala Consilina e Thais. Oggi l'anticipo della 20 di A 2 donne: Biancoforno Santa Croce Esse ti Loreto (ore 18).

a Roma OGGI E DOMANI

Trento imbattibile? Con le armi giuste si possono battere anche loro

Le sconfitte? Siamo in corsa su tutti i fronti. Il gruppo nuovo, ci vuole tempo

Lottomatica previsti finora, ndr) certi risultati sono mortificanti.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

33

SCHERMA COPPA DEL MONDO


Da sinistra, il nuovo tatuaggio che Aldo Montano si fatto per festeggiare loro mondiale: lo stemma araldico di Catania, due sciabole e la data del trionfo (12 ottobre 2011). A fianco limmagine della gamba sinistra di Montano dopo lintervento dellautunno scorso che ha ricucito il legamento peroneo-astragalico anteriore
BIZZI

A PADOVA

Oggi in gara 9 azzurri Finali dalle 17


Nove azzurri saranno in pedana oggi per la giornata che assegna il Trofeo Luxardo. Ieri al PalaFabris di Padova hanno passato i gironi di qualificazio ne Marco Tricarico, Marco Cia ri, Gabriele Foschini, Luigi Mi racco e Stefano Sbragia, che si aggiungono ad Aldo Montano, Gigi Tarantino, Diego Occhiuzzi e Giampiero Pastore, gi pro mossi grazie alla posizione nel ranking. Oggi dalle 10 il turno dei 64, fase finale alle 17 (diff. Rai Sport 2 alle 22.15, diretta su fe derscherma.tv). Gli accoppia menti: Ibragimov (Rus) c. Taran tino; Montano c. Smandi (Tur); Kim (S.Cor) c. Pastore; Occhiuz zi c. Shturbabin (Ucr); Tricarico c. Agresta (Bra); Ciari c. Igoe (Usa); Foschini c. Bykov (Rus); Miracco c. Marti (Spa); Hartung (Ger) c. Sbragia. Domani la pro va a squadre. FIORETTISTI IN SPAGNA Oggi a La Coruna in gara i fiorettisti. Ol tre a Cassar, Baldini, Aspro monte, Avola e Simoncelli, am messi per ranking, nel tabellone sono stati promossi anche Bar rera, Foconi, Luperi, Minuto e Di Francisca. Oggi tabellone principale individuale, domani la prova a squadre che certifi cher il pass per Londra.

Il ritorno
Riecco Montano Voglio stupire ma con calma...
Sono ancora innamorato del mio sport E per mio padre dovrei vincere sempre
MARISA POLI

Aldo Montano, 33 anni, stato oro olimpico 2004 e iridato 2011 BIZZI

Un oro mondiale della sciabola per raggiungere nonno e pap. Un intervento per sistemare un tendine rotto che non aveva comunque impedito ad Aldo Montano di vincere a Catania. Quattro mesi di riabilitazione e oggi il rientro, al PalaFabris di Padova, per il trofeo Luxardo.
Pronto per la rincorsa olimpica?

sere ad aprile. Ma mi hanno assicurato che non ci sono rischi. Queste non sono le gare della vita, ma voglio riprendere con calma. Mi sono allenato molto, quando si infortunati ci si allena il triplo di tutti gli altri. Per curare la parte malata, per tenere in forma il resto. Da due settimane sono a pieno regime, da due giorni ho tirato in palestra. Ma sono ancora lontano dalle sensazioni di Catania.
Ci ripensa ogni tanto?

Era un lato che prima non consideravo molto. Magari si pensa alla parte pi tangibile, la lezione con il maestro o lallenamento. Ma c anche un lavoro segreto, nascosto, su cui ho lavorato e sto lavorando, un tassello importante.
In che cosa lha aiutata?

Il Beautiful team? Un po acciaccato Non siamo bimbi, ma maturi al punto giusto Al pubblico piace il gossip, se sei fidanzato da 5 anni non c molto da dire...

Sto abbastanza bene, la situazione non ancora risolta. Al piede ho ancora dolore, ma dal punto di vista clinico sono guarito.
Quanto tempo ci vorr per tornare il vero Montano?

Ci penso spesso e mi d molta fiducia. Perch quando vinci cos, quando fisicamente non stai bene, ma con la testa, la voglia, la grinta, questi momenti di danno una mano, ti tengono su anche quando le cose non vanno.
Dopo la delusione di Parigi ha cominciato a lavorare con uno psicologo. Funziona?

Non una bacchetta magica che ti fa vincere sempre, se la trovassi andrei avanti altri 10 anni. Ma un lavoro che d una mano nei momenti di tensione, per la concentrazione, per non cadere nella routine.
A 33 anni, dopo aver vinto tutto, quanto le piace ancora fare scherma?

Ho un po di ansia, sono preoccupato di come andr dopo tanti mesi dallultima gara. Anche se lobiettivo vero a luglio, ma le gare di Coppa fanno morale. E se vinci la gente ha paura di te. Se fosse per mio padre dovrei vincere, solo vincere. Non che mi dice, stai attento, fai il tuo che stai tornando, ma: mi raccomando il Luxardo, che non labbiamo mai vinto.
Dopo aver vinto loro mondiale, pesa un po meno avere dietro le spalle una famiglia di campioni come la sua?

avrei perso gare con la sua grinta.


Come sta la squadra di sciabola che lei ha soprannominato Beautiful team?

Un po acciaccati come sempre, non siamo pi bimbi. Gigi Tarantino compie 40 anni questanno, il pi giovane, Occhiuzzi, ne ha 30. Per siamo un po come il vino che invecchia, maturi al punto giusto. Abbiamo voglia di conquistare loro che non mai arrivato, se non agli Europei.
Le manca un po tutto il resto? Le presenze in tv, le copertine di giornali per la vita fuori dalla pedana?

Mi hanno detto sei mesi per essere a posto, quindi dovrebbe es-

Sono innamorato dello sport che faccio. Ci sono stati alti e bassi nella mia carriera, di risultati, di allenamenti, di conduzione tecnica, come succede per ogni lavoro. Ma mai di vo-

glia, sempre la stessa. Mi diverto, mi piace misurarmi con gli avversari, perch uno sport cos non lo fai per i soldi, nemmeno per il pubblico, perch non ce n mai tantissimo, lo fai per te.
Da questo nuovo inizio che cosa si aspetta?

Mi pesava quando ero piccolo, come normale, perch mio padre era il campione. Ora che lo siamo tutti e due ci possiamo relazionare meglio. Abbiamo tante cose in comune, la voglia, la grinta. In tante occasioni lavrei voluto imitare per il carattere, forse non

Ho fatto una scelta e basta. Al pubblico piace il gossip e quando sei fidanzato da 5 anni con la stessa persona (Antonella Mosetti, ndr) con cui ti trovi anche benissimo, non c molto da dire....
RIPRODUZIONE RISERVATA

BOXE SI E CHIUSA LA REGULAR SEASON DELLE WORLD SERIES

A Mosca Russo non basta Milano perde il primo posto


Niente da fare per Dolce&Gabbana a Mosca alla conquista del prezioso primo posto nel girone. Serviva la vittoria ma invece i Thunder si sono fermati a un incontro dal traguardo: alla fine 3-2 il risultato a favore dei padroni di casa che, a conti fatti, hanno conquistato il punto decisivo grazie allucraino Gvozdyk che ha battuto con verdetto non unanime (ma giusto) lo spento francese Groguhe. La stagione regolare si chiude quindi con Mosca che a 25 punti precede di una sola lunghezza Milano. Leffetto della classifica che nei quarti Mosca ora incontrer la quarta del girone B e Milano se la vedr con i campioni in carica di Parigi (andata in trasferta il 2 marzo, ritorno in casa il 9) per poi sfidare Baku in semifinale.
Le sfide Un vero peccato questa vittoria mancata perch un ec-

STASERA I MASSIMI WBC (SPORTITALIA DALLE 21)

LEX IRIDATO

Usura e minacce Galvano rischia fino a dieci anni


(g.l.g.) Quanta lontana Montecarlo, le sue luci ed i trionfi del ring. Mauro Galvano passato tristemente dal titolo mondiale Wba dei supermedi conquistato nel 90 contro largentino Matteoni, al carcere. Accusato di usura e minacce aggravate, il processo si svolto con il rito abbreviato e il pm Luca Tescaroli, lo stesso che sta conducendo lindagine del Madoff dei Parioli, non stato tenero: dieci anni la richiesta. Lui uscito sorridente dicendo che laccusa era esagerata, mentre il suo avvocato ha parlato di indagine troppo superficiale. Tra qualche giorno la sentenza. Un componente del gruppo, il carabiniere Giovanni Morelli, accusato di rivelazioni di atti di ufficio, ha patteggiato un anno di reclusione.

Clemente Russo, 29 anni ANDREOLI

il calvario del campano, ferito a sopracciglio sinistro e in evidente affanno nella quinta e decisiva ripresa. Nulla di compromesso se a quel punto Groguhe avesse fatto il suo dovere, ma invece il francese ha replicato la sconfitta di Astana facendosi dominare psicologicamente dal campione ucraino Gvozdyk: con due cartellini equivalenti fra le due parti (48-47) ha deciso il primo giudice che ha visto la prevalenza del pugile di casa.
f.n. Dynamo Mosca b. Thunder Milano 3-2. 54: Yunusos (Taj) b. VOLKOV 3-0 (50-45, 50-45, 50-45); 61: Abdurashidov (Rus) b. VALENTINO 3-0 (48-47, 49-46, 48-47); 73: DEREVYANCHENKO (Ucr) b. Bandarenka (Biel) 3-0 (50-45, 48-47, 49-46); 85: Gvozdyk (Ucr) b. GROGUHE (Fra) 2-1 (49-46, 47-48, 48-47); 91: RUSSO b. Kalchugin (Rus) 3-0 (49-46, 49-46; 48-47). Class: Dynamo Mosca 25; Milano Thunder 24.
RIPRODUZIONE RISERVATA

cezionale Derevyanchenko e un misurato Russo hanno fatto come previsto il loro dovere. Scontata la sconfitta di Volkov contro il pi esperto Abdurashidov, ha tenuto fino alla terza ripresa il rientrante Domenico Valentino chiaramente in ritardo di condizione. Fino a quel punto due giudici avevano il pari (38-38) ma poi cominciato

Chisora riscalda la vigilia iridata D uno schiaffo a Vitali Klitschko


Dereck Bad Boy Chisora (15-2) tiene fede al soprannome e surriscalda la vigilia della sfida con Vitali Klitschko (43-2) di stasera a Monaco di Baviera per il titolo Wbc dei massimi. Dopo le operazioni di peso, il britannico ha rifilato uno schiaffo al detentore ucraino (sopra, Reuters). Klitschko ha cercato di reagire, ma i due sono stati immediatamente separati. Su gazzetta.it le foto della rissa.

34

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

35

SCI LA CORSA AL TITOLO


1. IVICA KOSTELIC (Cro) 1043 PUNTI Salter 9 gare per lintervento al ginocchio 2. BEAT FEUZ (Svi) 973 PUNTI Ha davanti 7 gare veloci per scappare 3. MARCEL HIRSCHER (Aut) 825 PUNTI Sono nove le gare tecniche a lui favorevoli

RUGBY CELTIC LEAGUE


MANCANO 15 GARE
DATA Oggi LOCALITA Bansko (Bul) GARA gigante slalom parallelo superG superG gigante superG discesa superG gigante slalom discesa superG gigante slalom FAVORITO HIRSCHER HIRSCHER HIRSCHER FEUZ FEUZ HIRSCHER FEUZ FEUZ FEUZ HIRSCHER HIRSCHER FEUZ FEUZ HIRSCHER HIRSCHER

LA GUIDA DI OGGI

Domani Bansko (Bul) 21/2 24/2 25/2 26/2 2/3 3/3 4/3 10/3 11/3 14/3 15/3 17/3 18/3 Mosca (Rus) Crans Montana (Svi) Crans Montana (Svi) Crans Montana (Svi) Kvitfjell (Nor) Kvitfjell (Nor) Kvitfjell (Nor) Kranjska Gora (Slo) Kranjska Gora (Slo) Schladming (Aut) Schladming (Aut) Schladming (Aut) Schladming (Aut)

Sfida Feuz-Hirscher Chi dopo Kostelic?


Con il croato fermo, la Coppa del Mondo pare una questione fra questi due giovani: una lotta a distanza
PIERANGELO MOLINARO

Non mai bello vincere sulle disgrazie altrui, ma Ivica Kostelic, detentore della Coppa del Mondo ed in testa dopo 29 gare alla classifica generale fermo dopo lintervento al ginocchio destro e, se nella convalescenza non ci saranno problemi, rientrer il 10 marzo nel gigante di Kranjska Gora. Perder quindi 9 gare e certo non potr tenere la testa della classifica con 900 punti ancora a disposizione dei suoi avversari. Attualmente ha infatti 70 punti pi dello svizzero Beat Feuz e 218 sullaustriaco Marcel Hirscher.
Il duello La lotta appare quindi

ristretta fra questi due giovani, divisi fra loro da 148 punti, perch il quarto, il norvegese Svindal a 691 punti non pare nella condizione migliore. Come si muoveranno? Il calendario della Coppa del Mondo maschile prevede ancora 15 gare, comprese le 4 individuali delle finali di Schladming, di cui 8 su prove tecniche (considerando anche il parallelo di marted a Mosca) e sette veloci. Vincer la costanza. Marcel Hirscher ha gi dimostrato la sua fame dichiarando, lui specialista di slalom e gigante, di partecipare pure ai 5 superG ancora in programma, mentre Feuz diserter gigante e slalom in programma oggi e domani a Bansko (Bul) per continuare ad allenarsi nella velocit, una scelta.

Beat Feuz, 25 anni, svizzero dellEmmenthal, questanno ha vinto tre gare: il superG in Val Gardena e le discese di Wengen e Sochi AP

I conti Hirscher dei suoi 825 punti ne ha realizzati 460 in slalom e 365 in gigante. Pi vario invece Feuz (973): 468 in discesa, 300 in combinata, 171 in superG e 34 in gigante. Ma le combinate sono finite. Nessuno conosce ancora il potenziale di Hirscher in superG, ma si visto in combinata qual quello di Feuz in slalom. Sar in gara in questa specialit a Kranjska Gora e in quello della finale? In questi giorni nelle gare bulgare probabile lo scatto in classifica di Hirscher, ma tatticamente potrebbe dimostrarsi azzeccata la scelta di Feuz di cercare il massimo in discesa e

superG, considerando che dopo Bansko sono previsti 2 superG a Crans Montana, altri due ed una discesa a Kvitfjell. Se per lui tutto andr secondo i piani, potrebbe chiudere i conti a suo favore gi nelle prime due finali di Schladming. Daltra parte avendo pochi punti in slalom, partirebbe oltre in questa specialit oltre il 30 concedendo un grande vantaggio allaustriaco. E se larbitro fosse Kostelic al rientro? Ci ha gi abituato a recuperi miracolosi, nelle sei gare che avr a disposizione non vender facilmente la pelle.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GIGANTE MASCHILE (Bansko, manche ore 9 e 12): 1 Schoerghofer (Aut), 2 Fanara (Fra), 3 Jansrud (Nor), 4 Richard (Fra), 5 Hirscher (Aut), 6 Ligety (Usa), 7 Svindal (Nor), 9 Pinturault (Fra), 12 Simoncelli, 14 Blardone, 21 Moelgg, 22 Borsotti, 38 Eisath, 45 Casse, 48 Deville. Coppa del Mondo (29 pr.) Kostelic (Cro) 1043, 2 Feuz (Svi) 973, 3 Hirscher (Aut) 825; 17. Deville 370. Coppa gigante (4): 1. Ligety (Usa) 380; 2. Hirscher (aut) 365; 3. Pinturault (Fra) 195; 5. Blardone 178. DISCESA DONNE (Sochi, ore 10): 4 Stuffer, 5 Recchia, 9 Fenninger (Aut), 12 E. Fanchini, 16 Vonn (Usa), 17 Riesch (Ger), 19 Maze (Slo), 19 Merighetti, 20 Mancuso (Usa), 21 Weirather (Lie), 22Goergl (Aut), 24 Schnarf, 41 Borsotti, 47 Marsaglia, 49 E. Curtoni, 58 Brignone. Coppa del Mondo (25): 1 Vonn (Usa) 13822. Maze (Slo) 972; 17. Merighetti 296. Coppa discesa (6): 1. Vonn (Usa) 530; 5. Merighetti 207. TV Diretta su RaiSpoport 1 ed Eurosport.

Sinoti Sinoti, 26 anni, ala neozelandese, autore della meta degli Aironi GETTY

Aironi sconfitti dagli Ospreys Sinoti meta inutile


SWANSEA (Galles) 3 (2 punti). Uomo del match: Hibbard. Punti: Ospreys 4; Aironi 0.

Niente da fare per gli Aironi sul campo degli Ospreys nel 15 turno di Celtic League. La squadra lombarda, che non giocava da quasi un mese, pur generosa, non segna punti per 72. E quando ci riesce (meta di Sinoti trasformata da Olivier) irrimediabilmente troppo tardi (16-0). E dire che i gallesi, secondi in classifica, erano reduci da settimana travagliata culminata con laddio del director of coaching Scott Johnson e del capo allenatore Sean Holley, sostituito da Steve Tandy, ieri allesordio. Al 30 giallo per Mauro Bergamasco.
Ospreys-Aironi 23-7
MARCATORI: p.t. 5 m. tecnica tr. Biggar, 25 c.p. Biggar; s.t. 4 e 20 c.p. Biggar, 32 m. Sinoti tr. Olivier, 36 m. Bishop tr. Morgan. OSPREYS: Fussell; Dirksen, Bishop, Beck (10 s.t. Isaacs), Walker; Biggar (25 s.t. Morgan), Webb (31 p.t. Fotualii); Bearman (20 s.t. Stowers), Lewis, Smith; A.W. Jones, King; Rees, Hibbard, Bevington (8 s.t. B. Jones). AIRONI: Benettin (13 s.t. R. Pavan); Toniolatti, G. Pavan (36 s.t. Pratichetti), Pizarro, Sinoti; Olivier, Tebaldi (30 s.t. Keats); Favaro, Ma. Bergamasco, Cattina; Del Fava, Furno (28 s.t. Biagi); Romano (1 s.t. Perugini), Santamaria, Aguero (5 s.t. Al. De Marchi). ARBITRO: Mitrea (Italia). NOTE: p.t. 10-0. Spett. 5554. Gialli: 30 p.t. Ma. Bergamasco. Calci: Bigger 4 su 4 (11 punti), Morgan 1 su 1 (2); Olivier 1 su

Oggi Treviso-Munster
(e.sp.) Benetton in campo oggi a Monigo (ore 16.15, diff. Raisport ore 19.30) contro il Munster. Tra i titolari 5 dei 6 azzurri messi a disposizione da Brunel: Pavanello, Van Zyl, Derbyshire, Sgarbi e Semenzato, preferito in mediana allaltro nazionale Gori che partir dalla panchina. Si rivede De Waal allapertura. Out De Jager infortunato.

Treviso: Nitoglia; Iannone, Galon, Sgarbi, Williams; De Waal, Semenzato; Filippucci, Vermaak, Derbyshire; Van Zyl, A. Pavanello; Di Santo, Sbaraglini, Muccignat. Ieri: Cardiff-Ulster 21-14; Ospreys-Aironi 23-7; Leinster-Scarlets 16-13. Oggi. Ore 16.15: Treviso-Munster (diff. RaiSport 2 ore 19.30). Ore 18.30: Connacht-Glasgow. Ore 19.30: Dragons-Edimburgo. Classifica: Leinster 57; Ospreys 47; Glasgow*, Cardiff* 39; Munster** 38; Ulster 37; Scarlets 35; Treviso* 28; Edimburgo* 23; Connacht* 18; Dragons** 17; Aironi* 14 (*una in meno, **due in meno). NAZIONALI UNDER Oggi (ore 15) allo Stade Battandier-Lukowiak di La Voulte sur Rhone (Fra), lunder 20 di Craig Green affronta i pari et della Francia nel recupero della 1 giornata del Sei Nazioni di categoria (la partita, originariamente in programma a Bourgoin, stata spostata a causa del perdurare dell' impraticabilit del terreno di gioco). Sempre alle 15, a Badia Polesine (Ro), Italia u. 18-Irlanda u. 18. Italia under 20: Odiete; Esposito, Campagnaro, Bettin, Sarto; Della Rossa, Calabrese; Zdrilich, Conforti, Riccioli; Ferro, Mammana; Brandolini, Maistri, Drissi.

IPPICA STOP ALLAGITAZIONE FUNZIONARI

Corse dopo lo sciopero con antidoping fantasma


Test non fatti o con validit a rischio per la serrata degli ispettori
MICHELE FERRANTE

FONDO COPPA DEL MONDO IN POLONIA: VINCONO KERSHAW E INGEMARSDOTTER

Sprint e rimpianti: Pellegrino nono


Non c mai gloria per gli azzurri del fondo in questa stagione. Nella sprint di Szkalarska Poreba, che ha ospitato per la prima volta la Coppa del Mondo, il migliore degli italiani, Federico Pellegrino, si ferma alle semifinali con molto rimpianti: perch nei quarti aveva sfrecciato molto bene, e nella semifinale la rottura di un bastoncini laveva un po smontato anche se il problema si era verificato allinizio e lazzurrino aveva avuto il tempo per recuperare. Risultato: fuori da quinto (e nono in classifica, con
Federico Pellegrino

Loris Frasnelli 15)) e niente finale, regolata da Devon Kershaw, autore di un rettilineo finale irresistibile. Un fulmine che ha beffato il russo Morilov e il norvegese Hattestad. Tra le donne, lunica promossa era stata Gaia Vuerich, fuori dai quarti: successo svedese con Ida Ingemarsdotter, vincitrice a Milano. Oggi gare in classico a cronometro.
Sprint tl. Uomini: 1. Kershaw (Can); 2. Morilov (Rus); 3. Hattestad (Nor); 4. Strandvall (Fin); 5. Darragon (Fra); 6. Gloersen (Nor); 8. Cologna (Svi); 9. PELLEGRINO; 15. FRASNELLI; 37. HOFER;

54. NOECKLER; 61. R.PASINI. Coppa del Mondo: 1. Cologna (Svi); 1603; 2. Northug (Nor) 1199; 3. Kershaw (can) 1053; 4. Hellner (Sve) 896; 18. CLARA 336. C.sprint: 1. T.Peterson (Sve) 462; 14. PELLEGRINO 162. Donne: 1. Ingemarsdotter (Sve); 2. Falla (Nor); 3. Randall (Usa), 4. Barthelemy (Fra); 5. Jacobsen (Nor), 6. Matveeva (Rus); 18. G. VUERICH; 32. LAURENT; 41. DEBERTOLIS; 42. BROCARD. Coppa del Mondo: 1. Bjoergen (Nor) 1813; 2. Kowalczyk (Pol) 1807; 3. Johaug (Nor) 1320; 38. BROCARD 135. C.sprint: 1. Randall 559; 34. VUERICH 61. Oggi Ore 12.30: 15 km tc uomini (Gullo, Clementi, Hofer, F.Pasini, Checchi, Noeckler). Ore 14.30: 15 km tc donne (Brocard, De Martin, Cavallar, Rupil). Dirette Eurosport e Rai Sport.

Sabato scorso ripresa lattivit dopo uno sciopero di 41 giorni contro la crisi dellippica alle prese nel 2012 con il taglio delle risorse di un drammatico 40%. Per ora nessun segnale di inversione di tendenza. Sono comunque iniziati i lavori per il rinnovo della convenzione con gli ippodromi, perno di una eventuale ristrutturazione perch di fatto sancir se tutti i 44 ippodromi attivi potranno continuare ad esserlo e quindi, i criteri di distribuzione del montepremi. Dopo sei giorni (da sabato appunto) hanno sospeso la loro astensione gli ispettori dellantidoping, i funzionari che certificano i test effettuati dai veterinari. LUnire ha garantito loro che la soppressione del secondo funzionario di turno al trotto solo temporanea (31 mar-

zo) con promessa di riaffrontare la questione. Francesco Ruffo, segretario generale dellUnire, aveva sostenuto che, in mancanza degli ispettori, altri funzionari (giudici per esempio) avrebbero svolto le funzioni necessarie, ma alla resa dei conti per sei giorni (da sabato a gioved) si corso senza antidoping, perch spesso i test non sono stati effettuati, perch molti di quelli effettuati presentano evidenti errori di procedura e, parentesi graffa, perch esiste la possibilit che i test effettuati senza vizi di procedura possano risultare non validi perch controfirmati da persona priva di titoli, cio la specializzazione necessaria e ufficialmente riconosciuta. Come se scioperassero i membri della giuria e al loro posto venissero messi gli ispettori antidoping... Sta di fatto che sul fronte antidoping sembra essersi instaurato un folle circolo vizioso in virt del quale negli ultimi 3 anni oltre 300 casi (quasi tutti i positivi) sono risultati nulli per i motivi pi disparati, dai vizi di forma alla inattendibilit dei test.
RIPRODUZIONE RISERVATA

36

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

1
Questi avvisi si ricevono tutti i giorni 24 ore su 24 allindirizzo internet:

OFFERTE DI COLLABORAZIONE

SRILANKESE in regola, referenziato con esperienza offresi come domestico, custode, badante. 380.26.84.099.

PRESTAZIONI TEMPORANEE 1.1

1.7

www.piccoliannunci.rcs.it
oppure tutti i giorni feriali a: MILANO : tel.02/6282.7555 02/6282.7422, fax 02/6552.436. BOLOGNA : tel. 051/42.01.711, fax 051/42.01.028. FIRENZE : tel. 055/55.23.41, fax 055/55.23.42.34. BARI : tel. 080/57.60.111, fax 080/57.60.126. NAPOLI : tel. 081/497.7711, fax 081/497.7712. BERGAMO : SPM Essepiemme s.r.l. tel. 035/35.87.77, fax 035/35.88.77. COMO : tel. 031/24.34.64, fax 031/30.33.26. CREMONA : Uggeri Pubblicit s.r.l. tel. 0372/20.586, fax 0372/26.610. LECCO : SPM Essepiemme s.r.l. tel. 0341/35.74.00, fax 0341/36.43.39 MONZA : SPM Monza Brianza s.r.l. tel. 039/394.60.11, fax 039/394.60.55. OSIMO-AN : tel. 071/72.76.077 071/72.76.084. PADOVA : tel. 049/69.96.311, fax 049/78.11.380. PALERMO : tel. 091/30.67.56, fax 091/34.27.63. PARMA : Publiedi srl tel. 0521/46.41.11, fax 0521/22.97.72. RIMINI : Adrias Pubblicit di Rimini tel. 0541/56.207, fax 0541/24.003. ROMA : In Fieri s.r.l. tel. 06/98.18.48.96, fax 06/92.91.16.48 SONDRIO : SPM Essepiemme s.r.l. tel. 0342/20.03.80, fax 0342/57.30.63 TORINO : telefono 011/50.21.16, fax 011/50.36.09. VARESE : SPM Essepiemme s.r.l. tel. 0332/23.98.55, fax 0332/83.66.83 VERONA : telefono 045/80.11.449, fax 045/80.10.375. Per la piccola pubblicit allestero telefono 02/72.25.11 Le richieste di pubblicazione possono essere inoltrate da fuori Milano anche per telefax e corrispondenza a Rcs MediaGroup S.p.A. Divisione Pubblicit agli indirizzi di Milano sopra riportati. TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA Rubriche in abbinata obbligatoria: Corriere della Sera - Gazzetta dello Sport: n. 0: euro 4,00; n. 1: euro 2,08; n. 2 - 3 14 : euro 7,92; n. 5 - 6 7 - 8 - 9 - 12 - 20: euro 4,67; n. 10: euro 2,92; n. 11: euro 3,25; n. 13: euro 9,17; n. 15: euro 4,17; n. 17: euro 4,58; n. 18 - 19: euro 3,33; n. 21: euro 5,00; n. 24: euro 5,42. Rubriche in abbinata facoltativa: n. 4: euro 4,42 sul Corriere della Sera; euro 1,67 sulla Gazzetta dello Sport; euro 5,00 sulle due testate. n. 16: euro 1,67 sul Corriere della Sera; euro 0,83 sulla Gazzetta dello Sport; euro 2,08 sulle due testate. n. 22: euro 4,08 sul Corriere della Sera; euro 2,92 sulla Gazzetta dello Sport; euro 4,67 sulle due testate. n. 23: euro 4,08 sul Corriere della Sera; euro 2,92 sulla Gazzetta dello Sport; euro 5,00 sulle due testate. Si precisa che tutte le inserzioni relative a ricerche di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile sia femminile, essendo vietata ai sensi dell art. 1 della legge 9/12/77 n.903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda laccesso al lavoro, indipendentemente dalle modalit di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attivit. Linserzionista impegnato ad osservare tale legge.

IMPIEGATI

AMMINISTRATIVA contabile esperienza trentennale prima nota fatturazione banche. Tel. 342.19.61.827. AMMINISTRATIVA 41enne, esperienza presso societ di servizi, lavori segreteria, contabilit generale, clienti/fornitori, banche uso p.c. offresi. 334.53.33.795. CONTABILE amministrativo, ventennale esperienza contabilit generale, clienti, fornitori, banche, iva, adempimenti fiscali, bilancio. Programmi contabilit quanto e Zucchetti. Pacchetto Office. 347.30.06.367. DIPLOMA qualifica professionale con esperienza in studi professionali, segreteria, archivio, contabilit, ottima conoscenza pacchetto Office. Disponibilit immediata. No perditempo. 335.83.54.701 02.66.80.24.98. RAGIONIERA 44 anni pluriennale esperienza cerca lavoro di segreteria preferibilmente studi medici. Tel. 331.84.89.964. RESPONSABILE amministrativo finanziario. Esperienza maturata aziende multisettore. Amministrazione, finanza, controllo, personale, estero. Riorganizzazione rilancio aziendale. 347.63.67.628. RESPONSABILE amministrativo, laureato economia, esperienza societ nazionali, multinazionali: reporting, bilanci, fiscale, controllo gestione, tesoreria, inglese fluente, esamina proposte. 347.89.53.011. RESPONSABILE amministrativo. Trentennale esperienza amministrazione, finanza, controllo, personale, marketing. Laureato, ottimo inglese, francese. Flessibilit. 335.28.78.27. RESPONSABILE comunicazione in ambito illuminotecnico 42enne, utilizzo software grafici AdobeCS4 esamina proposte. 338.84.56.121.

EX BANCARIO pensionato, ragioniere, buon inglese esamina proposte per collaborazione amministrativa. 333.39.43.548.

LA Ditta Stop di Appiano Gentile ricerca agenti con comprovata e pluriennale esperienza nel settore della disinfestazione per Lombardia - Piemonte - Liguria. Si garantisce massima riservatezza. Scrivere a: direzione@stopdirotoli.it SOCIET immobiliare Milano centro, seleziona agente comprovata esperienza acquisizione e vendita, possibilit carriera. Fisso pi provvigioni. 02.43.98.02.43.

APPARTAMENTI in costruzione a Santa Cristina in Val Gardena - condominio "Villa Gran Tubl". Info e vendita : Dalle Nogare Costruzioni SpA - Via Orazio 49, Bolzano info@dallenogare.bz Tel. 0471.28.42.60 - www.dallenogare.bz GOLF Monticello grande appartamento con giardino, quattro camere, affitto vendo anche arredato. 02.33.57.271. LAGO COMO Colico nuovissima mansarda arredata termoautonoma giardino garage cantina CE: E - IPE: 140 kWh/mq. 69.000 Euro. 339.37.04.948.

19
AUTOVEICOLI

BABY SITTER

1.8

BABY SITTER cerca lavoro, referenziata. In Milano, Amsterdam, Monaco. Seriet. Contattare 333.62.58.495.

2
RICERCHE DI COLLABORATORI

IMMOBILI RESIDENZIALI COMPRAVENDITA

5
5.4

ACQUISTI 2.2

AGENTI RAPPRESENTANTI
AZIENDA GRAFICA

SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03.

IMMOBILI COMMERCIALI E INDUSTRIALI

8
8.1

VENDI SUBITO LA TUA AUTO - SUPERCAR noi ANCHE IN CONTANTI dasolo a Lugano-Svizzera possibile, auto di
grossa cilindrata!

GTOMULTIMARCA SA - 6900 Lugano/ Ticino info@gtomultimarca.com responsabile acquisti/vendite, cell. 0041.78.899.99.88.

OFFERTA

seria, affidabile, puntuale, cerca agenti/venditori con portafoglio clienti. info@lalitotipo.it Tel. 02.33.50.08.30. CAPO area importante azienda nazionale prodotti di consumo per settore alimentare, industrie, comunit cerca agenti monomandatari per zona Milano e provincia, Varese e Como. Offresi portafoglio clienti, telefono, fisso, rimborso spese, possibilit di carriera, ottime provvigioni. Tel. 331.72.16.454.

7
IMMOBILI TURISTICI

AUTOVETTURE

19.2

COMPRAVENDITA

7.1

A 7,5 % reddito garantito Milano affare vendesi 2 negozi in blocco locati a banca e a primaria societ. Gradite collaborazioni - classe energetica: g - ipe: 69,42 kwh/mc - eg: 111,02. 02.48.02.20.69 www.falcoimm.it Falco immobiliare STUDIO medico prestigioso centro Milano via Bixio affitta spazi a professionisti studiomedicopece@tiscali.it

CQUISTANSI automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89.50.41.33 - 02.89.51.11.14.

ADDENTRO pineta secolare, degradante bianchissima spiaggia nord Sardegna tipico villino prossima consegna, climatizzato ecologicamente, ogni confort euro 199.000 chiama subito gratis. 800.900.577.

10
VACANZE E TURISMO

PALESTRE SAUNE E MASSAGGI

21

DA OGGI IL TUO ANNUNCIO G DIVENTA MULTIMEDIALE... A U .

ALBERGHI-STAZ. CLIMATICHE

10.1

AGENTI RAPPRESENTANTI

1.2

SOGGIORNO a Finale Ligure Hotel Rio: dal 5 al 19 marzo, 14 giorni di pensione completa con bevande ai pasti comprese, scelta 3 men, piscina coperta termoriscaldata euro 630,00. www.riohotel.it 019.60.17.26.

ABBIGLIAMENTO importante esperienza conduzione proprio negozio a Verona. Molto motivato. Cerco lavoro anche come rappresentante. 366.41.88.249. AGENTE di vendita, 45enne, disponibilit immediata, preferibilmente canale farmacie, introdotto Milano centro, provincia sud, Lodi, Cremona. Cell. 338.33.98.140.

AZIENDE CESSIONI E RILIEVI

12

A AABAA Naturalmente relax. Piacevoli massaggi rilassanti. www.tantrabodymassage.it 02.29.40.17.01 - 366.33.93.110. CENTRO benessere, ambiente raffinato, massaggi olistici. 50,00 Euro un'ora. Milano 02.27.08.03.72. CENTRO Coccinella, zona Citt Studi, massaggi rilassanti, vasca idromassaggio, ambiente riservato. 02.39.43.47.54. HADO SPA Rilassati nel tempo di un massaggio californiano e thay. Percorso termale. 02.29.53.13.50. IDRORELAX centro climatizzato, ambiente elegante, raffinato, massaggi olistici, rilassanti. Zona fiera. 02.33.49.79.25. MONNALISA ambiente raffinato propone scrub corpo pi massaggio rilassante per un relax completo. 02.66.98.13.15.

VENDITORI E PROMOTORI

1.3

AGENTE alimentari vini settore bar ristoranti dettaglio alimentare ricerca aziende produttrici interessate. 349.84.35.891 Milano.

ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali, industriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole, immobili. Ricerca soci. Business Services 02.29.51.80.14. CEDESI azienda settore maglieria con attrezzature: parco auto-macchine Shima Selki. Computer utlima generazione. Tecnici per programmazione campionari e produzione. Personale altamente specializzato. Pacchetto clienti. Cessione aziendale a costo zero, non per causa fallimento, ma per gravi motivi di salute del titolare. Per contatti tel. 0038.59.84.75.607. mail: onlp1950@hotmail.it

24
CLUB E ASSOCIAZIONI
A MILANO accompagnatrici, distinta agenzia presenta eleganti, affascinanti modelle ed interessanti hostess. 335.17.63.121. CONTATTO diretto 899.11.14.84. Autoritaria 899.89.79.72. Euro 1,80 min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi, Gobetti 54 Arezzo.

OPERAI

1.4

AUTISTA factotum, dinamico 46enne affidabile referenziato offresi ad azienda o privato. 334.87.92.076.

ADDETTI PUBBLICI ESERCIZI

1.5

AIUTO PASTICCERE 24enne, pluriennale esperienza, serio, automunito,disponibilit immediata, offresi 392.16.77.260. SRILANKESE con esperienza. Offresi come aiuto cuoco, cameriere. Buon inglese, italiano. 320.84.27.503.

COLLABORATORI FAMILIARI

1.6

INVIACI TESTO FOTO E VIDEO E


Per informazioni chiamaci allo 02.6282.7555 / 7422 agenzia.solferino@rcs.it
RCS MediaGroup S.p.A. Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

VENDITE ACQUISTI E SCAMBI

18

www.piccoliannunci.rcs.it
il sito per pubblicare i tuoi annunci di piccola pubblicit su

AUTISTA (patente A, CE, D), domestico, cameriere casa/ristorante, operaio. Esperienza. Ragazzo 30enne offresi. 328.90.32.769. COLLABORATRICE domestica srilankese, referenziata, esperta, offresi fisso, giornata o part-time. 389.11.55.749. COLLABORATRICE famigliare stiratrice guardarobiera italiana lunga esperienza pregressa, referenziata offresi part-time/ ore. 333.31.41.538. COPPIA filippina offresi come custodi, lei mansioni badante, lui autista. Referenze. 331.78.94.009. COPPIA srilankese referenziata offresi come domestici, custodi villa. Patenti B - D. 329.87.67.747. SIGNORA onesta, referenziata, cerca lavoro come colf, domestica, baby sitter. Milano. 349.64.20.342.

ACQUISTIAMO ORO Argento, Monete, Diamanti. QUOTAZIONI:

CORRIERE DELLA SERA GAZZETTA DELLO SPORT


Facile e veloce. Bastano pochi click e lannuncio pronto

ORO USATO: euro 27,65 / grammo ARGENTO USATO: euro 415,00 / kg - MISSORI MM DUOMOCurtini, via Unione 6 Gioielleria
02.72.02.27.36. - 335.64.82.765.

RCS Med aGroup S p A V a Rizzoli, 8 20132 Milano

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

37

TUTTENOTIZIE E RISULTATI
Combinata nordica LAZZURRO CADE A KLINGENTHAL
Atletica Carnevale Rio Sfila Carl Lewis
RIO (Bra) - Ci sar per la prima volta anche Carl Lewis al Carnevale di Rio. Domani sfiler con la scuola di samba Renascer di Jacarepagu al fianco dellamico pittore Romero Britto. DEBUTTA RUDISHA (si.g.) Oggi al meeting allaperto di Sydney (Aus) debutto stagionale, sui 400, di David Rudhisha. In gara anche il keniano Asbel Kiprop (1500), laustraliana Sally Pearson (200 e 100 hs) e la neozelandese Valerie Adams (peso). NICOLETTI OK (si.g.) A Firenze, gioved, personale nel peso per Julaika Nicoletti, 17.13 al primo lancio: l8 prestazione italiana all-time. Uomini. Alto: Lemmi 2.14; Finesi 2.10. Donne. Asta: Benecchi 4.20; Gazzotti 4.10. CHE KEITANY Alla 6 mezza maratona di Ral Al khaimah (E.Ara), successi del 18enne keniano Dennis Kipruto Koech (rinuncia in extremis di Geoffrey Mutai per un problema a un piede) e della connazionale Mary Keitany con la seconda prestazione mondiale all-time (1h0642"), a 52" dal proprio primato. Uomini: 1. Kipruto Koech (Ken) 1h0034"; 2. A. Bekele (Eti) 1h0042"; 3. Kipsang Kipkoech (Ken) 1h0055". Donne: 1. Keitany (Ken) 1h0642"; 2. G. Rono (Ken) 1h0906": 3. G. Cherono (Ken) 1h0906". liangreen (1), Inglas (4), Magico Blu (8) e Orpen Colossus (9). SI CORRE ANCHE Trotto: Bologna (14.25), Aversa (15.05) e Palermo (14.50). Galoppo: Roma (14.35 con il Premio Neni da Zara).

Pittin, un altro schianto in prova Stagione finita, dovr operarsi


(s.a.) Una stagione persa per due cadute fuori dalle gare: la prima il 17 gennaio a Predazzo in un test di allenamento, la seconda ieri (17 febbraio) a Klingenthal, in Germania, in un salto di prova in vista della gara di oggi. Anche questo, dopo le tre vittorie consecutive, quasi un record per Alessandro Pittin, costretto a mettere fine alla sua stagione pi convincente (6 podi) in cui aveva lanciato la sfida per la Coppa del Mondo al leader francese Jason Lamy Chappuis. Ora atteso dallinevitabile operazione della prossima settima. Tutto questo per colpa del vento, che aveva costretto il circuito del salto ad annullare la gara due giorni fa, e che ha visto ieri cadere anche un altro big, il tedesco Edelmann. Il bronzo olimpico azzurro dopo essere planato dallhs-140, per il primo salto di prova, ha sbandato in volo per il vento ricomparso da sotto allimprovviso: il friulano prima ha perso il controllo, poi s piegato e nellimpatto violento sulla neve con la stessa dinamica del precedente incidente ha sbattuto violentemente la spalla sinistra. Trasportato al Rodewisch Hospital, il finanziere stato sottoposto agli accertamenti che hanno diagnosticato una lussazione allarticolazione con frattura del tubercolo maggiore. I medici tedeschi hanno ridotto la lussazione: ma per Pittin, subito dopo il rientro a Cercivento, lintervento chirurgico per stabilizzare la frattura si render necessario. I tempi di recupero sono ancora tutti da valutare, ma la stagione praticamente finita.
Podio finale addio Pittin quar-

Judo Dodici azzurri al Gp


(e.d.d.) Con 677 atleti di 97 Paesi il Gp di Dsseldorf oggi e domani fa il record di partecipazione. E lultimo Gp utile alla qualificazione olimpica e saranno in gara 11 ori olimpici, 21 iridati e 40 dEuropa. Si avvicina il ritorno di Elio Verde, che ha ricevuto lok nella visita specialistica sostenuta mercoled a Villa Stuart. Azzurri: Moscatt (48), Forciniti (52), Quintavalle (57), Gwend (63), Barbieri (70), Galeone (78), Faraldo (66), Di Cristo (73), Regis (73), Bruyere (81), Ciano (81), Meloni (90).

to in classifica con 724 punti, e dopo aver recuperato dal primo infortunio, era impegnato a chiudere comunque sul podio finale di Coppa, obiettivo adesso impossibile. Oggi in gara, sempre a rischio

annullamento per il vento, ci saranno per lItalia Michielli, Bauer e Lukas Runggaldier, ma in squadra tutti i pensieri sono per Pittin, davvero sfortunato e ormai costretto a pensare di riprendersi per il biennio Mondiali di Fiemme 2013 e Giochi di Sochi 2014.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nuoto Filippi a Viterbo


(fe.pas.) Nella 1 giornata del meeting di Viterbo in vasca corta organizzato dalla Larus, Alessia Filippi ha vinto gli 800 in 825"71, tempo che soddisfa il suo tecnico Andrea Palloni. Oggi i 200 dorso. RIECCO BERNARD (al.f.) A Nizza (Fra) Alain Bernard vince i 50 sl in 2277 su Steimetz (2319) e Agnel 2331. Uomini: 1500 sl Glaesner (Dan) 15'2412. Donne: 800 sl Balmy 8'3272; 200 do Castel 2'1121; 100 fa Muffat 5837.

Danza sportiva
CONCILIAZIONE Ieri al Tnas tentativo di conciliazione dallex presidente Ferruccio Galvagno, della consigliera Alessandra Valeri e dellex vicecoordinatore del settore tecnico, Daniele Tondon. Dagli organi di giustizia federale erano stati condannati: Galvagno alla radiazione, gli altri a 5 anni di sospensione. Hanno chiesto di conciliare per il solo presofferto Valeri e Tondon, tre anni Galvagno. Tutti per omessa vigilanza.

Olimpiadi
TEST CERA Nessun caso di positivit al Cera ai Giochi invernali di Torino 2006: il Cio aveva fatto riesaminare i test sui campioni raccolti avendo nel 2010 la Wada espresso preoccupazioni su possibile uso di Epo di nuova generazione. Il Cio informa anche che sono risultati negativi i controlli sui quasi 300 campioni di sangue e urine raccolti in occasione dei recenti Giochi giovanili invernali di Innsbruck.

Ghiaccio
MONDIALI LUNGA A Mosca, oggi e domani, Mondiali allround in pista lunga. Italia, senza alcun qualificato, clamorosamente assente. Campioni uscenti da Calgary 2010 il russo Skobrev e lolandese Wst. Sfidano il rientrante orange Kramer (quattro ori consecutivi tra il 2007 e il 2010) e la ceca Sablikova. Oggi (diff. RaiSport 2, ore 23.40): 500, 3000 D, 5000 U. Domani: 1500, 5000 D, 10.000 U. SPRING CUP (m.l.) Sono 32 le squadre tra senior (14), junior (11) e novice (7) oggi e domani al Palasesto di Sesto San Giovanni (Mi) nella Spring Cup 2012 di sincro: sul ghiaccio anche le svedesi pluriridate del Team Surprise. Per lItalia, tra le sr Hot Shivers, Shining Blades e Dandelion.

Pallamano
ELITE (an.gal.) Nellanticipo della 5 di ritorno di Elite Ancona-Mezzocorona 32-29 (15-12). Oggi. Ore 18.30: Trieste-Bressanone. Ore 19: Fasano-Conversano; Noci-Bologna; Pressano-Ambra. Classifica: Bolzano 40; Conversano 35; Fasano 30; Noci 28; Trieste, Bressanone, Pressano 27; Ambra 15; Teramo 13; Ancona 12; Bologna 8; Mezzocorona 5. CHALLENGE CUP Ottavi maschile. Andata e ritorno a Bolzano (oggi e domani, ore 19): Bolzano-Caras Severin (Rom).

Le fasi della caduta di Alessandro Pittin, 22 anni, bronzo olimpico, ieri nel salto di prova a Klingenthal AFP

Pallanuoto
SETTEROSA Come nella finale europea, il Setterosa batte la Grecia iridata. A Los Alamitos (Usa), nella 2 giornata dellHoliday Cup, le azzurre vincono 14-11 (Di Mario 3 gol). Nella notte italiana, la squadra di Conti ha affrontato il Canada, sconfitto 9-8 dalle statunitensi.

Hockey ghiaccio
Atletica OGGI A BIRMINGHAM Pallanuoto LA 7
a

DI RITORNO

Tiro a segno EUROPEI

Tennis I TORNEI

Robles-Liu Xiang Nellanticipo Badaracchi Abate e Cusma passa il Savona ora o mai pi
BIRMINGHAM (Ing) E il confronto sui 60 hs tra il cinese Liu Xiang e il cubano Dayron Robles il piatto forte dellodierno meeting indoor di Birmingham. I due si ritrovano dopo la finale dei Mondiali di Daegu 2011, quando il cubano vincitore venne squalificato per aver danneggiato il cinese. Tra le tante sfide, Asafa Powell-Lerone Clarke sui 60. E due azzurri: Francesco Abate (60 hs) ed Elisa Cusma (800). VIERUMAKI (Fin) Adesso o mai pi. Mauro Badaracchi due anni fa ha vinto lEuropeo e conquistato la Coppa del Mondo. Eppure il suo posto tra i pistoleri dellOlimpiade di Londra ancora non ce lha. Cos lEuropeo a 10 metri di oggi a Vierumaki, in Finlandia, lultima possibilit. Una premessa cos basterebbe a spiattellare chiunque sotto la pressione. Ma con Mauro, 27enne forestale di Tivoli, ci vuole bene altro. Devo dire che in effetti sono stato molto pi agitato in altre occasioni ammette ne sono quasi stupito. I posti per i Giochi britannici sono quattro, in teoria in palio per i primi quattro: in realt si scaler escludendo dallordine i gi qualificati. Che in tutto sono quindici. Per cui le chance ci sono. Lo penso anchio dice Badaracchi senza scaramanzie e ci credo. In linea con lui, oggi, anche Vigilio Fait e Luca Tesconi e le ragazze della carabina: Sabrina Sena, Elania Nardelli e Antonella Notarangelo. Intanto ieri arrivato largento junior di Giuseppe Pio Capano, appena 15enne, nella carabina. Quarto dopo le qualifiche, allottavo tiro della finale era primo. Solo allultimo colpo ha ceduto al tedesco Janker.
Mario Salvini Junior. Carabina uomini: 1. Janker (Ger) 697.7 (596+101.7); 2. Capano 697.4 (594+103.4); 12. Bacci (591), 41. Weithaler (582). Pistola donne: 1. Tomala (Pol) 479.1 (381+98.1); 19. Marini 370.

Seppi e Knapp stop ai quarti

SERIE A (m.l.) Per problemi al ghiaccio Alleghe-Val di Fassa del 4 turno del Relegation Round si giocata ieri sera anzich gioved. Master Round. Oggi (3 turno). Ore 20.30: Val Pusteria-Pontebba; Bolzano-Cortina. Classifica: Bolzano 38; Val Pusteria 36; Cortina 34; Pontebba 32. Gioved (2 turno): Cortina-Val Pusteria 5-2; Pontebba-Bolzano 4-1. Relegation Round. Oggi (5 turno). Ore 20.30: Valpellice-Renon; Val di Fassa-Asiago; Vipiteno-Alleghe. Classifica: Alleghe* 33; Asiago 32; Val di Fassa*, Valpellice 29; Renon 28; Vipiteno 21 (*una in meno). Gioved (4 turno): Vipiteno-Valpellice 1-2; Asiago-Renon 3-1; Alleghe-Val di Fassa ieri.

Sport invernali Prove discesa donne Vonn davanti a tutte


La statunitense Lindsey Vonn stata ieri la pi veloce nella seconda prova della discesa di Sochi. Con 14921 ha inflitto un distacco di ben 127 alla slovena Maze e 149 allaustriaca Goergl. Lontane le azzurre: la migliore, Lucia Recchia, 14 a 270. Oggi discesa, domani supercombinata COPPA EUROPA ALPINO (s.f.) Doppietta azzurra nella prima discesa di Sella Nevea (Ud): vince Lisa Agerer; 2 a 38/100 Enrica Cipriani, ora in testa alla classifica di specialit e 2 nella generale dietro la Goggia, ieri out; 9 Sabrina Fanchini. Tra gli uomini primo podio per Luca De Aliprandini, 3 nel gigante di Oberjoch (Ger) a 69/100 da Faivre (Fra) e 62 da Mathis (Aut); 8 Ploner, 11 Patscheider, 12 Marsaglia. MONDIALINI ALPINO (s.f.) I convocati per i Mondiali jr di Roccaraso (Aq) dal 29 febbraio. Uomini: Baruffaldi, Battilani, Bosca, Buzzi, De Vettori, Hofer, Ravelli, Ronci, Zingerle. Donne: Agnelli, Benedetti, Giardini, Goggia, Medetti, Pichler, Sosio. SLITTINO Per l8 tappa di Coppa del Mondo, a Sigulda (Let), oggi alle 8.45 e 9.45 italiane il doppio (dir. Eurosport 2), alle 11.15 e 12.45 (dir. Eurosport 2) il singolo uomini con Zoeggeler sulla slitta nuova, quella del bronzo iridato. MONDIALI BOB Ai Mondiali di Lake Placid (Usa), oggi alle 15 e alle 17 le prime due manche del bob a due uomini (diff. dalle 0.55 su RaiSport 2): per lItalia Simone Bertazzo-Francesco Costa. Nella notte italiana si assegnano le medaglie femminili (ore 11 e 01; diff. RaiSport 2 domani dalle 10.50). Donne (prime due manche): 1. Can 1 (Humphries-Ciochetti); 2. Ger 3 (Kiriasis-Lammert) a 0"41; 3. Usa 1 (Meyers-Eberling) a 0"50. SALTO Per la gara di voli di Coppa dallhs-213 di Oberstdorf (Ger) si qualifica Davide Bresadola col 12 punteggio (190.5), mentre Sebastian Colloredo 39 (158.7) e Andrea Morassi 46 (147.6). Il migliore lo sloveno Prevc (212). Oggi 16 su Eurosport. FREESTYLE Oggi a Naeba (Giap), tappa di Coppa del Mondo di gobbe.

Hockey pista
EUROLEGA (m.nan.) Tornano le coppe europee. In Eurolega, 4 giornata: Viareggio-Candelaria, Valdagno-Porto, Benfica-Lodi. In coppa Cers, ottavi: Bassano-Walsum. SERIE A-1 (m.nan.) In A-1 17 turno: Giovinazzo-Follonica; Breganze-Matera; Forte d.M.-Prato; rip. Sarzana. Classifica: Forte d.M., Cgc Viareggio 40; Lodi 39; Valdagno 36; Giovinazzo 31; Bassano 28; Breganze 25; Prato 14; Follonica 13; Molfetta, Sarzana, Trissino 12; Matera 8; Seregno ritirato.

Uomini. 60: Powell, Clarke, Frater, Carter (Giam); Bailey (Ant). 400: Brown (Bah). 800: Aman (Eti); Lewandowski (Pol). 1500: Lagat (Usa); Chepseba, Birgen, Choge (Ken). 2 miglia: Kipchoge (Ken); T. Bekele (Eti); Farah. 60 hs: Robles (Cuba); Liu Xiang (Cina); ABATE. Alto: Grabarz. Lungo: Mokoena (Saf). Donne. 60: Madison (Usa). 400: Cox (Usa). 800: Uceny (Usa); Cichocka (Pol); Okoro; CUSMA. 1500: G. Dibaba (Eti); England. 3000: Defar, Melkamu, Burka (Eti); Obiri (Ken); Clitheroe. 60 hs: Carruthers (Usa); Ennis. Lungo: Ennis. Asta: Rogowska, Pyrek (Pol); Bleasdale. ALTRI AZZURRI Oltre ad Abate e Cusma, oggi azzurri in altri due meeting indoor. A Gand (Bel), dove nel lungo torna in gara Tatyana Lebedeva (e nei 60 c Dwain Chambers) annunciati Roberto Donati (60), Mario Scapini (800), Marco Salami (1500), Maria Enrica Spacca (400) e Veronica Borsi (100 hs). A Potsdam (Ger), nellasta, Claudio Stecchi. Emanuele Di Gregorio ha invece rinunciato al previsto impegno sui 60 di Val de Reuil (Fra), dove ci sar Christophe Lemaitre. Sono stato debilitato da un virus intestinale dice il siciliano inutile insistere. La mia stagione indoor finisce qui. Da luned comincio a lavorare per quella allaperto. Gioved sera a Praga (R.Ceca), 2.24 di Silvano Chesani e 2.15 di Marco Fassinotti in alto. TRICOLORI GIOVANILI Oggi e domani ad Ancona sono oltre 1000 i partecipanti ai campionati italiani juniores e allievi indoor (37 edizione): in palio 46 titoli. Tra i pi attesi, Marco Lorenzi e Michele Tricca (400), Stefano Braga (lungo), Alessia Trost (alto) e Roberta Bruni (asta). Tra le allieve Eleonora Vandi.

Mladjan Janovic, 27 anni SPORTMEDIA

Karen Knapp, n. 157 del mondo

(d.p.) Il Savona sbanca Napoli nellanticipo della 7a giornata di ritorno. Poker di Rizzo e tripla parata nel finale di Volarevic per i vicecampioni dItalia, che poi chiudono i conti con Goran Fiorentini.
POSILLIPO-SAVONA 10-12 (2-1, 4-3, 2-4, 2-4) Posillipo: Negri, Perez, Paskovic, Gallo, Minguell 3, A.Calcaterra 1, Saccoia 1; Buonocore 1, Gi.Mattiello 1, Bertoli 1, Renzuto Iodice, Baraldi 2. N.e. Antonino. All. Silipo. Carisa Savona: Volarevic, Damonte 1, L.Bianco, Rizzo 4 (1 rig.), M.Janovic 1, Aicardi 1, G.Fiorentini 1; Alesiani 1, Petrovic 1, Angelini, G.Bianco, F.Mistrangelo 2. N.e. Zerilli. All. Pisano. Arbitri: Bianchi e Paoletti. Note: sup. num. Posillipo 13 (7 gol), Savona 8 (4). Usc. 3 f. L.Bianco 2138", Buonocore 2701", Petrovic 2954". Oggi (15): Brescia-Ellevi Nervi, Igm Ortigia-Ferla Pro Recco, Strano Light Catania-Camogli, Carpisa Yamamay Acquachiara-Florentia, Enel Civitavecchia-Bogliasco. Class.: Pro Recco 45; Savona* 44; Acquachiara 42; Brescia 40; Posillipo* 29; Florentia 18; Camogli 17; Bogliasco 16; Ortigia 15; Civitavecchia 13; Nervi 12; Catania 6. (*una partita in pi) LEGA ADRIATICA Oggi alle 20.15, nella Lega Adriatica, la Pro Recco versione europea sar impegnata a Fiume per affrontare i croati del Primorje.

Stop azzurri nei quarti. A Rotterdam (Ola, 1.210.000e, cem.), Andreas Seppi (n. 45 del mondo) battuto 6-3 6-4 da Berdych, 7 Atp, uno dei pi in forma, amante del veloce indoor e lanciato dal successo al torneo di Montpellier e dal 1 turno di Davis proprio con lItalia. A Bogot (Col, 167.000e, terra), si ferma la rediviva Karin Knapp: la n. 157 del mondo cede a Panova (Rus) 6-4 6-4.
Altri quarti, Rotterdam: Federer (svi) b. Nieminen (Fin) 7-5 /-6 (2); Del Potro (Arg) b. Troicki (Ser) 6-0 6-1; Davydenko (Rus) b. Gasquet (Fra) 7-5 6-3; Sao Paulo (364.000 e, terra): Almagro (Spa) b. Berlocq (Arg) 6-3 6-2; Ramos (Spa) b. Verdasco (Spa) 7-6 (5) 6-3. DAI HARRISON A San Jos (Usa, 404.000e, cem.), Ryan Harrison salva 2 match point e vince il derby Usa con Ginepri 6-3 2-6 7-6(0). Altri: Benneteau (Fra) b. Muller (Lus) 6-2 6-4. ALTRE DONNE A Doha (Qat, 1.650.000e, cem.), quarti: Stosur (Aus) b. Niculescu (Rom) 6-2 2-6 6-3; Azarenka (Bie) b. Wickmayer (Bel) 6-0 6-4; Bartoli (Fra) b. Safarova (Cec) 7-5 4-6 6-1; A. Radwanska (Pol) b. McHale (Usa) 6-1 6-1.

Hockey prato Una doppia Italia a caccia di Londra


A Nuova Delhi al via oggi i tornei di qualificazione olimpica, con le nazionali azzurre entrambe al debutto col Canada. I due tornei concedono un solo pass, alla vincitrice. Gli azzurri vi accedono per il forfeit dellEgitto, le azzurre di diritto e stando al ranking internazionale sono la terza forza: lItalia infatti 19 e a New Delhi ci sono Sudafrica (12), India (13), Canada (20), Ucraina (26) e Polonia (28). Avrebbe dovuto esserci lArgentina iridata, non qualificata dal Panamericano, ma ripescata perch il Sudafrica, in possesso del pass grazie al titolo africano, aveva rinunciato. Salvo poi ripresentarsi. Rispetto al deludente Europeo 2011, il c.t. Ferrara ha convocato 7 nuove giocatrici. Per i ragazzi del c.t. Da Gai limpresa ancora pi ardua con India, Canada, Francia, Polonia e Singapore.

Ippica Milano: 16-5-17-8-7


8 corsa - m 1600: 1 Linette Ors (P. Gubellini) 1.14.6; 2 Lelia del Ronco; 3 Melandri Kyu; 4 Nevada Jet; 5 Mandela. Tot.: 2,77; 1,71, 2,84, 1,78 (50,90). Quint: e 13.197,21; quart: e 533,73; tris: e-106,13. OGGI QUINT A SIRACUSA Al Mediterraneo (inizio convegno alle 15) scegliamo Coastal Bequest (2), Candida Hoefer (11), Tu-

Vela
VOLVO RACE (r.ra.) Oggi in Cina la Sanya Haitang Bay In Port (4 In Port Race della Volvo Race). La regata durer 1 ora, la partenza per le 7 (ora italiana) diretta su www.volvooceanrace.com. Domani la flotta partir per la quarta tappa: Sanya-Auckland (N.Zel) 5200 miglia.

38

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

ALTRI MONDI

Il fatto del giorno


DI GIORGIO DELL'ARTI gda@gazzetta.it

_scandalo in Germania

lafrase DEL GIORNO

d Prestito Ue
Intesa tra la Merkel, Monti e Papademos La decisione luned
SFIGATO CHI PRENDE 500 EURO Chi guadagna 500 euro uno sfigato per varie ragioni e per fortuna sono pochissimi in Italia. E fosse vero avremmo i morti di fame per le strade. Sono situazioni al limite... Si tratta di una piccola quota di popolazione che ha le pensioni sociali pi basse. Sfigati poi sono quelli che hanno avuto una qualche sfortuna e non si danno da fare
GIORGIO STRAQUADANIO
DEPUTATO DEL PDL

TELEFONATA TRA I 3 PREMIER

Ma questo presidente Wulff in Italia si sarebbe dimesso?


Il capo dello Stato tedesco aveva avuto un prestito di favore da un amico. Nulla rispetto ai nostri corrotti. Berlino, per, ora smetta di criticare
Si dimesso il presidente della Repubblica tedesco, e la notizia interessante sotto parecchi punti di vista. Prima di tutto: qualunque problema in Germania a questo punto ci riguarda da vicino, dato lintreccio di interessi determinato dalla globalizzazione e dalla crisi. In secondo luogo, Christian Wulff esce di scena per via delle indagini della magistratura di Hannover che gli chiede conto di comportamenti privati ipoteticamente illeciti. Al rischio del discredito hanno contribuito i giornali tedeschi, che Wulff ha cercato di tacitare, ricevendone in cambio unaggressivit anche maggiore. Un quarto motivo di interesse sta in questo: Berlino e la sua stampa hanno sempre vissuto un complesso di superiorit sul resto dEuropa, e sullItalia in particolare, per via del loro rigore, della loro buona amministrazione, della loro pretesa onest eccetera, complesso di superiorit non immune da sfumature razziste, al punto che lo Spiegel s permesso di scrivere che il comandante Schettino, quello della Concordia, non poteva che essere italiano, dal momento che mai un tedesco o un inglese o un americano si sarebbe comportato in quel modo. Giudizi forse da correggere un minimo, dopo questo caso. destag) il permesso di continuare lazione penale. Limmunit del presidente della Repubblica identica a quella dei deputati. Insomma, i particolari non si conoscono, ma la Merkel, che lo aveva fatto eleggere capo dello Stato nel 2010, deve aver preteso a questo punto luscita di scena senza aspettare il voto della Camera. Per capirlo, basta leggere in controluce il comunicato della "Kanzlerin": Il presidente riteneva di non poter pi servire il popolo. Il nostro stato di diritto prevede che siamo tutti uguali davanti alla legge.

alla Grecia: verso il s

4che cosa ha detto? Lui


Ho fatto degli sbagli, ma sono sempre stato in buona fede. Gli sviluppi dei giorni e delle settimane scorse hanno dimostrato che la fiducia, e cos la mia possibilit di agire, sono stati pregiudicati in modo duraturo. C bisogno di un presidente che possa dedicarsi completamente alle sfide europee e abbia fiducia ampia dei cittadini. Gli sviluppi di questa settimana hanno dimostrato che questa fiducia non c pi e quindi non c altra possibilit che abbandonare questa carica: oggi perci mi dimetto.

Il presidente tedesco Christian Wulff annuncia le dimissioni al palazzo Belevue a Berlino EPA

tario Malinconico, per una storia di vacanze pagate dallimprenditore Anemone, a uscire di scena.

2per laltro giorno il Senato S,


ha salvato per lennesima volta il deputato del Pd Tedesco.

1 sono troppo daccordo. Il Non


presidente Wulff, infatti, ha lasciato lincarico per affrontare i suoi giudici, qualcosa che da noi non avviene mai.

Potrebbe dire non avveniva? Monti ha costretto il sottosegre-

E sia. Non per che Wulff se ne sia andato cos di buon grado. La storia che lo riguarda risale al 2008, quando era governatore della Bassa Sassonia. Voleva comprarsi una casa e invece di negoziare un normale mutuo da una banca, and a chiedere mezzo milione in prestito a un imprenditore amico, il quale glielo concesse volentieri a un tasso di favore del 4%. La procura di Hannover venne a sapere la cosa e apr uninchiesta. La Bild il giornale pi popolare del Paese ci fece su un articolo, Wulff telefon al redattore capo e gli fece una lavata di capo, la Bild non solo non se ne dette per intesa, tornando sulla storia tutte le

volte che le parve giusto, ma venne subito affiancata dagli altri giornali, che fecero contro Wulff, nel frattempo diventato presidente della Repubblica, una vera a propria campagna. I tedeschi vennero cos a sapere che Bettina, la bella moglie del presidente (un belluomo anche lui, giovane di 52 anni, aitante, simpatico), si faceva regalare i vestiti dalle boutique dellalta moda, usc fuori anche la storia di una vacanza allisola di Sylte, tre notti a 258 euro luna pagate da un altro imprenditore amico Wulff sostiene di aver ridato quei soldi in contanti.

IL NUMERO

3 Tremonti con laffitto di Come


Milanese...

Gi. Proprio la storia di questa vacanza avrebbe fatto traboccare il vaso sul piano mediatico. Su quello giudiziario era poi accaduto che mercoled i giudici di Hannover avessero chiesto al Parlamento tedesco (il Bun-

LItalia nella classifica di legalit Nella classifica del 2011 sul tasso di legalit nel mondo stilata da Trasparency International, lItalia al 69posto su 182 Paesi presi in esame: pi corrotti di noi, Brasile e Tunisia. La Germania, invece, messa molto meglio: piazzata al 14 posto

69

5piano politico? Sul


La Merkel doveva venire in Italia proprio adesso, per preparare con Monti lEurogruppo di luned, che deve decidere sulla Grecia. Si sono sentiti per telefono. La Cancelliera ha chiamato anche Napolitano. Niente di grave, su questo lato. La successione un po pi problematica. La "Kanzlerin" ha detto di voler concordare il successore con lopposizione. Il nome pi probabile, ieri sera, sembrava quello di Joachim Gauck che la sinistra oppose vanamente nel 2010 a Wulff. Il fatto di volere un presidente rappresentativo di tutti, un presidente super partes (un presidente tecnico?), molto significativo della delicatezza del momento politico anche da loro.

Angela Merkel non volata a Roma, ma una telefonata lha fatta comunque. Ha parlato con il premier Mario Monti e con il primo ministro greco Lucas Papademos: argomento della call a tre la patata pi bollente delleurozona, ovvero lo sblocco del prestiti che potrebbero salvare la Grecia dalla bancarotta. Un colloquio definito dettagliato e condotto con spirito costruttivo: cos tutti si sono dichiarati fiduciosi che luned allEurogruppo potr essere raggiunto laccordo. E la fiducia cresciuta anche nei mercati, con le borse europee in rialzo e quella ellenica che ha guadagnato il 5%. Sembra quindi che Monti sia riuscito ad ammorbidire la Merkel, stretta tra i tanti che in Germania sarebbero orientati a lasciare cadere Atene nel baratro, primo tra tutti il suo ministro delle finanze, Wolfang Schaeuble. In ogni caso, in vista di luned, quando lEurogruppo chiamato a sbloccare i 130 miliardi di euro di aiuti (con lipotesi ancora aperta di trattenerne una parte fino alle elezioni di aprile), Papademos in febbrile contatto con le diplomazie economiche europee e proseguir le consultazioni anche nelle prossime ore per creare un clima positivo e dissipare i dubbi. Allombra dellottimismo, infatti, si intravedono alcuni dubbi: i tagli previsti potrebbero non bastare alla riduzione del debito (che sarebbe destinato al 129% sul Pil nel 2020, contro al tetto fissato al 120%), anche se un segnale importante arriva dalla Bce che ieri ha finalmente aperto ad una ristrutturazione del debito greco.
Il presidente del consiglio Mario Monti

QUANTI GIORNI DI CALCIO VEDI PER 11,99 ?


15 GIORNI DI CALCIO PREMIUM AD UN PREZZO IMBATTIBILE
Acquista subito la tessera Mediaset Premium: vedi 15 giorni di Grande Calcio Premium: Serie A, Europa League, Champions League*.
Non perderti nei prossimi 15 giorni:

IN EDICOLA FINO AL 29 FEBBRAIO SOLO CON LA GAZZETTA DELLO SPORT A 11.99 .

mediasetpremium.it

199.303.404**

LA TV RICOMINCIA DA TE
*in base alla data di attivazione e alla disponibilit degli eventi in programmazione. Champions League disponibile solo per la stagione 2011/2012. ** Il costo da telefonia fissa di 0,03 al minuto pi 0,06 di scatto alla risposta (IVA inclusa). I costi da telefono cellulare variano in funzione del gestore da cui viene effettuata la chiamata. Verifica sul sito mediasetpremium.it ogni informazione e la copertura del segnale nel tuo comune prima di acquistare.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

39

ALTRI MONDI

SCIAVA IN AUSTRIA: GRAVE

Una valanga travolge il principe olandese


Il principe olandese Johan Friso (nella foto) stato travolto da una valanga mentre sciava in Austria ed ora versa in condizioni

critiche allospedale di Innsbruck. Johan, secondogenito della regina Beatrice, ieri mattina mentre scendeva dal pendio LitzenZugertobel in Tirolo con altre tre persone stato investito da una slavina larga 30 metri: estratto dalla neve dopo un quarto dora, stato rianimato sul posto.

SEQUESTRATI IN SVIZZERA

Trovati falsi bond Usa per 6 mila miliardi


Titoli di stato Usa falsi, per un valore di 6mila miliardi di dollari, pi del doppio del debito pubblico italiano, sono stati

sequestrati in Svizzera su ordine della Procura di Potenza. Erano contenuti in tre casse della Federal Reserve, anchesse false. Indagando su un giro di usura si arrivati a 8 ordini di custodia. I titoli falsi erano stati trasportate da Hong Kong a Zurigo nel gennaio 2007.

notizie Tascabili
Preparava attentato al Congresso

IL CILENO UCCISO A MILANO

A Ruby-Berlusconi
S

Aspirante kamikaze arrestato a Washington


LFbi lo teneva docchio: ieri, al termine di una lunga indagine, stato arrestato un marocchino di 30 anni che stava organizzando un attentato al Congresso americano, a Washington. Luomo stato catturato mentre si dirigeva verso il Campidoglio per farsi esplodere. Ma adosso ha spiegato lFbi non aveva esplosivi e la pistola di cui disponeva era anche inutilizzabile. Luomo era sotto indagine da tempo e gli agenti sotto copertura gli avevano fatto avere una fina cintura esplosiva. Non ha mai rappresentato una minaccia, ha detto il portavoce del dipartimento della Giustizia federale.

S al bunga bunga ma niente sesso


Sentita lex direttrice della comunit minorile che laveva in affido: Parl di palpeggiamenti

Le notizie che non lo erano


DI LUCA SOFRI

La rettifica del ministro

Fornero fa dietrofront Nuovi sgravi fiscali solo se ci sono risorse

Il ministro del Lavoro Elsa Fornero, 63 anni ANSA


Nuovi sgravi fiscali per il Sud e le donne? No, o meglio, solo se ci sono risorse aggiuntive. Il ministro del Lavoro Elsa Fornero fa un mezzo dietrofront dopo averli annunciati a Bruxelles: gli sgravi sono quelli gi contenuti nel decreto salva Italia e non ne ho promessi di ulteriori. La Fornero ha confermato di lavorare a una riforma del lavoro che prevede il riordino dei contratti: troppe tipologie hanno creato una precariet diffusa e in futuro anche lintroduzione di un sussidio di disoccupazione per non avere pi bisogno della cassa integrazione straordinaria.

Laltro fuggitivo: Noi senza armi Non abbiamo mai avuto armi, siamo scappati perch clandestini e avevamo paura di un controllo. Lo ha detto al Tg3 Lombardia, Alvaro Thomas Huerta Rios, il cileno di 25 anni che con il connazionale, Marcelo Gomez Cortes, ucciso luned a Milano dallagente di polizia locale Alessandro Amigoni (nella foto) durante un inseguimento. E tra laltro il vigile indagato per omicidio volontario sarebbe stato a circa 7 metri dallimmigrato: lo ha messo verbale un collega che era con lui quel pomeriggio in zona Parco Lambro

Mistero Monti Ha visto o no la Camusso?


C' stato un misterioso caso intorno a un presunto incontro riservato tra Mario Monti e il segretario della Cgil Susanna Camusso: ne ha scritto Repubblica, ma sia la Cgil che il governo hanno smentito. Cos Repubblica ha risposto di nuovo: Non possiamo che confermare. Una delle due notizie c stato un incontro, non c stato un incontro falsa, ma non sappiamo qual . Il 6 febbraio una notizia dagenzia Ansa su Vittorio Sgarbi e il suo ruolo di sindaco di Salemi diceva: Il critico ha aggiunto che non si dimetter perch non ha alcuna intenzione di mollare. Due ore dopo una successiva notizia della stessa agenzia annunciava le dimissioni di Sgarbi.
Domnica Cemortan, la ragazza moldava che era insieme al comandante Schettino sulla nave Concordia, ha negato di aver mai detto io amo Schettino: il virgolettato era nei titoli di molti articoli che riferivano del suo interrogatorio. Molti giornali hanno attribuito a Barack Obama lespressione partenza a razzo nei confronti del lavoro del premier Monti: ma almeno dalle trascrizioni delle parole di Obama, risulta un pi sobrio strong start, una partenza forte. Nel tradurre una vecchia lettera dello scrittore J.D. Salinger al suo collega Ernest Hemingway, la Stampa lha riferita come scritta durante una degenza in un ospedale tedesco nella citt di Wurmberg. Ma ci deve essere stato qualche errore, e lospedale in cui fu scritta la lettera era quello di Norimberga (Nrnberg).

Lex presidente del consiglio e leader del Pdl Silvio Berlusconi, 75 anni, in una foto darchivio LAPRESSE
VINCENZO DI SCHIAVI

Condannate 10 concessionarie

Inchiesta videopoker: maximulta da 2,5 miliardi


La Corte dei Conti ha pubblicato ieri la sentenza relativa alla vicenda delle maxi penali sulle slot machine, la cosiddetta inchiesta sui videopoker. Condannate, per una somma complessiva di 2,5 miliardi di euro, dieci concessionarie (Lottomatica, Snai, Sisal, Cirsa, Codere, Cogetech, Gmatica, Gamenet, Bplus, Hbg). Si tratta di una sentenza che potrebbe mettere fine a una lunga battaglia legale per il settore che solo nel 2011 in Italia ha garantito, con 360 mila slot machine e oltre 39 mila videolotteries (le macchine di ultima generazione con jackpot fino a 500 mila euro), incassi per circa 45 miliardi.

Bunga bunga s, ma senza sesso. Quando mi raccont di essere stata ospite ad una festa a Arcore, mi neg di aver avuto rapporti sessuali con Silvio Berlusconi quanto emerge dalle confidenze fatte da Ruby a Gigliola Graziani, lex responsabile della comunit di Genova che dalla fine del giugno 2010 ha ospitato la ragazza marocchina fino a quando diventata maggiorenne. La Graziani ieri ha deposto al processo che vede imputato Silvio Berlusconi per concussione e prostituzione minorile, ricordando anche ci che le avevano riferito altre ragazze della comunit a cui Ruby aveva spiegato lessenza del bunga bunga, ovvero una danza di palpeggiamenti che le ragazze mi dissero essere stata fatta a casa di Berlusconi. Lex direttrice descrive Ruby coma una ragazza fragile e scaltra al tempo

Mostr una collana di finte perle ricevuta dal Cavaliere, che chiamava Papi
GIGLIOLA GRAZIANI TESTIMONE AL PROCESSO

per avere il permesso di soggiorno, ma non ha mai fatto alcun riferimento a Mubarak.
Altro processo Laltro processo

stesso, sempre pronta a pavoneggiarsi per le sue conoscenze altolocate e a esibire alle coetanee tantissimi vestiti griffati e i suoi gioielli, tipo una collana con perle molto grosse che le aveva regalato Berlusconi, che chiamava Papi. Lei credeva fossero vere, ma invece era tutta paccottiglia. Incline alla fuga, la giovane tornava sempre con un sacco di soldi in tasca: aveva tanti soldi. Lho saputo dalle ragazze perch si faceva bella mostrando loro il denaro. Una volta mi disse prosegue la Graziani che Berlusconi cercava di farle avere i documenti, che lavrebbe aiutata

Ruby, quello in cui sono imputati Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti per induzione e favoreggiamento della prostituzione, rimarr a Milano. Lo hanno deciso i giudici della quinta sezione penale, rigettando le richieste delle difese che ne chiedevano il trasferimento a Messina o a Monza per competenza territoriale. Respinte anche le altre eccezioni relative alla nullit di chiusura delle indagini. Inoltre il presidente del tribunale Livio Pomodoro ha respinto la richiesta di unificare il processo ai tre imputati con quello a carico di Silvio Berlusconi. Su ununica questione difesa e accusa concordano: no alle riprese televisive. A tal proposito i giudici si esprimeranno nella prossima udienza prevista per il 2 marzo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

AL GIGLIO UN VIDEO SVELA UNA FRATTURA NELLA ROCCIA CHE REGGE LA NAVE

LE ELEZIONI IN FRANCIA

La Concordia in pericolo: lo scoglio si sta spezzando


Un nuovo video allarma lisola del Giglio. Lha diffuso ieri il sito del quotidiano Il Tirreno: mostra una piccola frattura che si apre su una roccia su cui poggia la Costa Concordia, la nave naufragata davanti allisola il 13 gennaio. Le immagini, girate dai ricercatori del Dipartimento emergenze in mare dellIspra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) l11 febbraio, illustrano quanto era gi noto ai geologi: il fondale ha discontinuit fisiologiche. Adesso si cerca di capire se la nave stabile comunque oppure se rischia di inabissarsi al largo in tempi rapidi. Ieri Franco Gabrielli, capo della Protezione Civile e commissario delegato per lemergenza, proprio dal Giglio ha provato a rassicurare tutti: Niente

Dramma a Milano e Roma

Carceri, si suicidano detenuto e poliziotto


Un detenuto di 58 anni, condannato allergastolo per aver ucciso tre prostitute, si impiccato luned scorso nel carcere milanese di Opera. E lottavo suicidio dallinzio dellanno mentre il totale dei decessi sale a 21. Un dramma che non colpisce solo i detenuti. Anche un assistente di Polizia Penitenziaria in forza al carcere romano di Rebibbia si suicidato ed l80 in 10 anni. Il sindacato di polizia (Sappe) parla di un suicidio ogni 6 giorni e sarebbero molti di pi senza lintervento dei poliziotti che dal 2000 ad oggi hanno impedito a 10mila detenuti di togliersi la vita.

Un frame dal video dellIspra: la roccia su cui poggia la Concordia

allarmismi, quello mostrato dal video un punto di appoggio: ancora da verificare se sia il solo o se ce ne siano altri. Intanto, procedono le operazioni di svuotamento dei serbatoi di carburante: da quando sono iniziate, sono stati estratti 952 metri cubi da 4 serbatoi di prua della nave. La Costa Crociere ha aggiunto che, se le condizioni del mare dellisola si manterranno ancora buone, le operazioni potrebbero concludersi entro tre settimane massimo. La stessa societ ha dichiarato anche che presto segnaler alla magistratura lepisodio della presunta passeggera che, sostenendo di essere incinta, aveva detto di aver perso il bambino in seguito al naufragio e per questo aveva chiesto un risarcimento di un milione di euro. Come ha svelato Striscia la notizia, quella donna non era nellelenco dei passeggeri della Costa Concordia.

Come Schettino: "capitan Sarkozy" beffato dal web

La Frane forte lo slogan del presidente francese Nicolas Sarkozy in vista della corsa per restare allEliseo. Lui si definito un capitano che non pu lasciare la nave, ma limmagine della sua campagna per le elezioni presidenziali di aprile e maggio stata subito taroccata sul web: si vede la Costa Concordia dietro Sark Schettino e lo slogan diventato La Frane flotte (la Francia galleggia).

40
#

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

ALTRI MONDI

QUOTIDIANO IN CRISI

Hoffman testimonial per Il Manifesto


Dustin Hoffman per Il Manifesto, lui lo legge e voi?. il titolo con cui apriva ieri lhome page del quotidiano in liquidazione

amministrativa per la crisi nella quale piombato, soprattutto per il taglio dei fondi alleditoria. Sul sito alcune immagini della star americana con il giornale in mano (foto Ansa): liniziativa nellambito della campagna Senza fine. Io Manifesto che invita i lettori a inviare una foto col quotidiano.

OGGI LA CERIMONIA

Houston, al funerale Costner e la Franklin


Aretha Franklin e Stevie Wonder canteranno al funerale di Whitney Houston che si svolger oggi in forma privata a

Newark, in New Jersey, nella chiesa New Hope Baptist. Oltre alla madrina e allamico della cantante trovata morta sabato scorso in un hotel di Los Angeles, alla cerimonia parteciper anche Kevin Costner protagonista con la Houston del film The Bodyguard.

topfivegame LA CLASSIFICA

Altro che finale! Sanremo aspetta soltanto Adriano


Oggi serata decisiva, ma il nuovo blitz di Celentano sar il clou. E la gara canora passa in secondo piano
il migliore

gazzaWeekend
A CURA DI

STEFANIA ANGELINI

Per chi programma le vacanze

Alla Bit si pu viaggiare Per si resta a Milano


Per chi deve organizzare un viaggio, ma anche per chi vuole solo sognare ad occhi aperti ammirando le bellezze del mondo: dal Laos con le sue pagode e i suoi paesaggi ancora non violati allAngola con la sua natura selvaggia. Sono solo alcune delle mete proposte alla Bit, la Borsa internazionale del turismo, la pi grande fiera al mondo (2 mila espositori e 120 Paesi) dedicata ai viaggi. In pi, in citt in programma tanti eventi musicali, culturali e gastronomici per Fuori Bit, (www.fuoribit. it).
BIT (BORSA ITALIANA DEL TURISMO) FIERAMILANO A RHO PERO OGGI E DOMANI, INGRESSO 15 EURO

Candidato allOscar

ATZORI 10 Ballerina speciale che sa emozionare


Simona Atzori, la ballerina senza braccia, riesce a illuminare anche Sanremo. Ha aperto la quarta serata, danzando su un brano dei Nirvana fatto al violino: bello, come il suo sorriso.

il peggiore

Cambio al vertice nella classifica Aesvi/Gfk dei videogiochi pi venduti in Italia. Partenza sprint per Final Fantasy XIII 2, il nuovo episodio della famosa serie di giochi di avventura, che riesce a scalzare, dopo settimane di dominio assoluto, Just Dance 3 1 Final Fantasy XIII 2 PS3 (Square Enix) 2 Just Dance 3 Wii (Ubisoft) 3 Uncharted 3 Linganno di Drake PS3 (Sony) 4 Final Fantasy XIII 2 Crystal Edition PS3 (Square Enix) 5 Fifa 12 PS3 (Electronic Arts)

Paradiso amaro per Clooney


Lo danno per favorito agli Oscar. E infatti convince George Clooney nei panni di padre improvvisato in Paradiso amaro (candidato a 5 statuette). Lattore americano il ricco hawaiano Matt King, catapultato in una nuova dimensione dopo che la moglie entra in coma per un incidente in barca. Non un film strappa lacrime: George infonde a Matt quellironia amara che lo avvicina sempre di pi allOscar. (e.b.)
PARADISO AMARO DI A. PAYNE, CON G. CLOONEY, 20TH CENTURY FOX

Uno stand della Bit, la fiera in corso a Milano LAPRESSE

A Roma le ultime volont degli italiani illustri

GARA GIOVANI 4 Passa inosservata, tutta da ripensare


I giovani non decollano e non li salva nemmeno Facebook: in finale sono arrivati in 4, ma pochissimi se li sono filati e sanno che cosa cantano. La gara va ristudiata, senn muore

I testamenti in mostra
Il mio cadavere sar cremato con legna di Caprera, la mia salma vestir camicia rossa, si legge nel testamento olografo di Giuseppe Garibaldi, ricevuto nel 1882, anno della sua morte, da Gaetano Cattaneo, notaio di Codogno, a due passi da Lodi. Dalle ultime volont degli italiani celebri si impara molto della storia dItalia: con questo scopo Il testamento di Giuseppe Garibaldi nata la mostra curata dal Consiglio nazionale del Notariato e dalla Fondazione italiana del Notariato. Si chiama Testamenti di grandi italiani, si trova nellarchivio Storico Capitolino di Roma. Si va da Verga a Pirandello, da Dannunzio a Pascoli: loccasione per conoscere anche la dimensione privata di questi connazionali illustri.
TESTAMENTI DI GRANDI ITALIANI A ROMA, ARCHIVIO CAPITOLINO, INGRESSO LIBERO, FINO AL 17 MARZO, INFO: 06.06.08

SERVILLO LEGGE NAPOLI

S
Sul palco a Roma Lattore Toni Servillo legge la sua Napoli attraverso la parola di grandi scrittori: da Eduardo De Filippo a Ferdinando Russo, da Raffaele Viviani a Mimmo Borrelli. Cos, nello spettacolo in scena al Teatro Argentina, a Roma, Servillo descrive la citt dai mille volti e dalle mille contraddizioni, dove il santo patrono fa un miracolo tutti gli anni, sciogliendo il sangue in un ampolla e dove il gioco del Lotto seguito come il campionato di calcio. In scena fino al 26 febbraio

Su Gianni Morandi e Sabrina Ferilli, sotto Ivana Mrazova e Rocco Papaleo AP


DAL NOSTRO INVIATO

CARLO ANGIONI SANREMO (Im)

S, la gara. Nei Sanremo pre-Celentano, nel giorno della finale sarebbe stata la cosa pi importante. Con i toto-vincitore, le classifiche dei brani pi scaricati su Internet, quelle dei cantanti pi amati dai bookmaker e dei pi ascoltati in radio. Ma questanno il Festival, come lha battezzato pi volte Gianni Morandi, di Adriano, e lo sar fino alla fine. Quindi fino a stasera. E non solo, se luscita numero due del Molleggiato sul palco dellAriston sar come la prima. In Inghilterra c chi ha aperto le scommesse sulle sue scuse in diretta; Gigi DAlessio, che lha incontrato dietro le quinte, gli ha detto mi hai emozionato pi di Maradona; la verit, per, che anche stavolta Celentano ha preparato tutto in segreto. Ieri ha lasciato la blindatissima stanza dellhotel, e ha fermato il teatro per unora: ha provato il nuovo brano La cumbia di chi cambia, e davanti al commissario Marano e ai vertici organizzativi del Festival ha messo a punto la parte cantata dello show di stasera, che dovrebbe arrivare nella prima parte e durare mezzora. Molto probabile che il superospite canti alcuni grandi successi e duetti con lamico Morandi. Il monologo, invece, resta un mistero, tanto che pure il gobbo, dal quale Celentano legger, non stato

molto probabile che il superospite duetti in alcuni brani famosi con lamico Morandi

fatto conoscere. La Rai, comunque, pronta a tutto. Il direttore generale Lorenza Lei, poco dopo linizio della diretta di ieri, ha parlato del caso-Adriano: Auspico che il buon senso e la correttezza prevalgano ha scritto in un comunicato , e che non sia necessario alla fine procedere a iniziative conseguenti a violazioni contrattuali. Insomma, stavolta Celentano non pu sgarrare, perch, come dice la Lei, gli ascolti sono importanti ma non possono rappresentare lunico elemento.
Pronostici S, la gara. Nel giorno della finale, alla quale non parteciperanno gli eliminati Chiara Civello e Matia Bazar, difficile metterla da parte. Le canzoni dominano le classifiche delle pi scaricate su Internet, ed gi un risultato: Noemi, ieri elegantissima nella serata dei duetti italiani con Gaetano Curreri degli Stadio, prima, davanti a Emma e Nina Zilli. Ed Emma resta la preferita dagli scommettitori: la sua vittoria, data a 2,50, stata giocata dal 35,4% di chi ha puntato su Sanremo; chiss che le porti fortuna pure aver cantato con la Amoroso, che due anni fa accompagn il vincitore Valerio Scanu. Allapplausometro vanno forte i ripescati DAlessio-Bert, che hanno remixato Respirare e portato sul palco 100 ballerini, e laltro duo Carone-Dalla, spinti dal compagno di duetto Gianluca Grignani.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Debutto tv/1 Su Mya

Debutto tv/2 Su Axn

Ecco Smash Grisham torna il nuovo Glee con Il socio

stata definita la versione per adulti di Glee e negli Usa (trasmessa da Nbc) ha raccolto critiche positive a iosa. Ora Smash, serie tv prodotta da Steven Spielberg, arriva in Italia con 2 settimane di ritardo. Il plot semplice: si prepara un musical di Broadway sulla vita di Marilyn Monroe, Smash ne racconta il dietro le quinte. Il risultato energia pura. Nel cast anche due vere star: il premio Oscar Anjelica Huston e Uma Thurman (per 5 episodi). Al via domani sera col pilot (su Mya e su Mediaset Premium).
SMASH DOMANI SU MYA E SU MEDIASET PREMIUM (CANALE 309), ALLE ORE 21.15

A ventanni dal successo del film con Tom Cruise, stasera arriva Il socio, la fiction tv tratta dal romanzo di John Grisham del 1991. Un lancio in grande stile per questa nuova serie thriller, prodotta da Lukas Reiter: la premire di due ore, infatti, va in onda in contemporanea in 111 paesi e 20 lingue, compresa litaliana Axn che poi trasmetter la serie da aprile. La storia non riprende il romanzo, ma inizia dieci anni dopo, quando il protagonista, lavvocato Mitch McDeere (Josh Lucas) e la sua famiglia escono dal programma protezione testimoni e iniziano una nuova vita.
IL SOCIO DOMANI SERA SU AXN, ALLE ORE 21

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

41

GAZZALOOK SPECIALE GOLF

Uomo
1

Donald
Il perfezionista Sar grande dopo un Major
Il n.1 del golf dipinge e colleziona arte Ma dentro ho il fuoco, lo dimostrer
VINCENZO MARTUCCI

Donna
1

quando ci sono arrivati Lee (Westwood) e Martin (Kaymer), ho visto che per loro non era cambiato niente. E lidea ha smesso di farmi paura. Perch anchio, dentro, ho tanto fuoco, e magari un giorno lo mostrer. Senza forzare: Sono considerato un giocatore vecchio stile perch mi piace lavorare la palla, non sono un picchiatore, sono pi per la precisione e la misura, sapendo che cedo 35 metri sul drive. Ma sono orgoglioso del mio gioco, corto e lungo.
Segreti La sua ispirazione?

Bravo, educato, costante, elegante: il primo della classe biondino, inglese, non troppo alto (1.75), non troppo magro (73 chili), n vecchio n giovane (34 anni), ha il ciuffo sempre in ordine, come le pieghe dei pantaloni. Luke Campbell Donald non sconvolge, non eccita, non stimola, lascia parlare i numeri: dallo storico, contemporaneo, primato di n.1 sia della Race to Dubai dellEuropean Tour che della Pga Tour money list, a quell11/11/11, quand nata la secondogenita, Sophia Ann. Tre volte 11, come il suo magico 2011: cominciato in ritardo, con tanta palestra e tanto lavoro tecnico, dopo il successo a Madrid il primo do-

po 4 anni e lo show di Ryder Cup 2010, ma che ha farcito con risultati decisivi. Dal WGC-Accenture Match Play Championship, superando in finale Kaymer cambiale in scadenza da mercoled, ricordando la primogenita, Elle, che corse in campo ad abbracciarlo , al quarto posto al Masters e, soprattutto, alla vittoria al BMW PGA Championship a Wentworth, battendo Westwood ai playoff e strappandogli il primato mondiale. Che soddisfazione, che bella storia da raccontare ai nipoti.
Paura Freddo, glaciale, come

S
Il golfista inglese, n.1 del Ranking mondiale, Luke Campbell Donald nato a Hemel Hempstead il 7 dicembre 1977
AFP

sul green, dove tutti lo guardano tirare, ammirati: Il n.1 non mai stato cos importante per uno come me dallesistenza sempre ben bilanciata. Ma

Quando Padraig (Harrington) ha vinto due Open e il Pga mi sono detto: "Se pu farlo lui, posso farlo anchio". Il sogno? Vincere un Major, avrei gi dovuto farcela, cos sarei accettato dai colleghi come un grande. Il pedigree? Sono inglese di nascita, ma in realt mezzo scozzese, come pap. Le scelte di vita? Moglie, Diane Antonopoulos, americana di ceppo greco, quindi, residenza negli Usa, fra Northfield, Illinois, e Palm Beach Gardens, Florida, e matrimonio a Santorini, Grecia. Le passioni? Particolari: al college, ha studiato storia dellarte e, come hobby, si diletta con il disegno e la pittura, e colleziona opere arte moderna. Con 20 milioni di euro di soli premi ufficiali potr togliersi qualche sfizio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

8 8

1. Tonino Lamborghini Cappellino in cotone linea golf 28e 2. Mykita Occhiali con lenti speciali in grado di aumentare i contrasti sul campo 395e 3. City Time Giacca semifoderata monopetto due bottoni con spacchi laterali 340e 4. Fred Perry Polo slim fit con collo double e polsi rigati 88e 5. Cherv Bermuda con fantasia quadrettata multicolor 129e 6. Garmin GPS che registra i Put al giro, i colpi sul Fairway e il posizionamento 329 euro 7. EA7 Sacca da golf in tessuto tecnico con attacchi per guanti 250e 8. Church Scarpa stringata con dettagli in stampa check 385e

la sfida
DA MERCOLED LUKE E I PRIMI 64 ALLACCENTURE MATCH PLAY CON CHICCO MOLINARI E MANASSERO

Al WGC-Accenture Match Play Championship 2011, Donald super Martin Kaymer 3e2 in finale, recuperando 3 buche di svantaggio dopo le prime 5, e sprintando poi alla 11 e alla 12. A coronamento di un torneo straordinario con esaltanti sfide con due italiani, Edoardo Molinari, domato solo in extremis 2e1, e Matteo Manassero (che pure aveva superato Stricker e Schwartzel), sconfitto, smorzandone la rimonta, 3e2. Questanno, fra i primi 64 della classifica mondiale, nella gara match-play (a eliminazione diretta) in Arizona, al Ritz-Carlton Golf Club di Dove Mountain (8.500.000 dollari), da mercoled al 26, ci saranno Francesco Molinari e ancora Manassero; Edoardo non si qualificato.

gazzetta.it
I GRANDI TORNEI E TUTTI I VIDEO SUL NOSTRO CANALE SPECIALE

Notizie, risultati, storie, video, foto e curiosit dai green pi importanti del mondo. Collegatevi al sito Gazzetta

1. Lacoste Golf Gilet in maglia con collo a V 118e 2. OVS Baby Angel designed by Elio Fiorucci Pantaloni in cotone 30e 3. Cesare Paciotti Scarpa in vitello bianco con Swarovski 348e 4. Peak Performance Maglioncino fantasia a rombi 99e 5. Paul & Shark Bermuda in cotone dal colore acceso 109e 6. Louis Vuitton Sacca da golf in tela monogram prezzo su richiesta 7. Titleist Palline lunghe su tutti i colpi e con un buon controllo 18e 8. Mizuno Guanto traspirante 15e

A cura di Fabrizio Sclavi gazzalook@rcs.it

42

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

ALTRI MONDI
Oroscopo
LE PAGELLE
21/3 - 20/4 21/4 - 20/5 21/5 - 21/6 22/6 - 22/7 23/7 - 23/8 24/8 - 22/9

Ariete 5,5
Potreste esser gi. E torcere gli zebedei alla gente di tutta la citt. Che ve li torcer a propria volta. Non cominciate per primi. Sex ni.
23/10 - 22/11

Toro 7,5
Luna OK per viaggiare, organizzare svaghi e mondanit del sabato e per il lavoro. Il vostro morale alto, il sudombelico esuberanterrimo.
23/11 - 21/12

Gemelli 7
Niente tormenti: Venere vi assicura almeno il minimo sindacale di gioia, amore e fortuna. Shopping e lavoro OK, inventiva suina spenta.
22/12 - 20/1

Cancro 5,5
Evitate cupezze e chiusure nei rapporti: la scaltra faccia di glutei vi giover di pi. Lamor una palla mortale, il sudombelico sta bene.
21/1 - 19/2

Leone 6,5
Il lavoro e gli impegni richiedono sforzi, ma poi ripagano cospicuamente. Rimorchiate e fornicate pure come riccios: grandi!
20/2 - 20/3

Vergine 8
IL MIGLIORE. La vostra creativit esonda e voi fate figuroni, fra la gente, nel lavoro in ogni ambito. Svaghi e sport premiano, un meeting suino vi rigenera mucho.
ALEXANDRE PATO

DI ANTONIO CAPITANI
23/9 - 22/10

Bilancia 6Luna storta e qualche rogna caratterizzano il sabato. In amor c chi vi fa promesse su promesse. Pure fornicatorie. Sono solo parole

Scorpione 7+
Applicate lautomarketing nelle occasioni giuste con sciolta faccia di glutei: vincerete. Spensieratezze suine beano.

Sagittario 7Le vostre finanze sono rallegrate da notizie, convenienze, vantaggi. Ma siete sfigopenduli. E pigri. Anche suinamente. Ussignr state su.

Capricorno 7+
La giornata vi d molto, in ogni campo. E consente il varo fortunato dei progetti. Sentimenti e lirismi latitano, ma il sudombelico esercita.

Acquario 5,5
Mettete la rete protettiva agli zebedei: rischiano il crollo. Perch non c uno stimolo che vi prenda. E perch vi sentite soli. State su!

Pesci 7+
Il vostro morale migliora, anche perch i programmi del sabato riescono tutti. Amor corroborato pi dal dialogo che dallo slancio suino.

Lattaccante alla quinta stagione con la maglia del Milan con cui ha vinto uno scudetto. nato il 2 settembre 1989

TeleVisioni in chiaro
RAIUNO
8.00 9.45 10.25 11.40 11.45 13.30 14.00 14.40 17.00 17.30 17.45 18.50 20.00 20.35 0.00 0.40 0.50 0.55 1.55 TG 1 SETTEGIORNI CONCISTORO... CHE TEMPO FA LA PROVA DEL... TELEGIORNALE MIXITALIA LE AMICHE DEL... TG 1 A SUA IMMAGINE PASSAGGIO A... L' EREDIT TG1 - TG SPORT FESTIVAL DI SANREMO TG1 60 SECONDI TG 1 NOTTE CHE TEMPO FA CINEMATOGRAFO SABATO CLUB

Gazzetta.it
RAITRE
9.15 10.15 11.00 14.20 14.55 16.45 17.45 18.10 18.55 19.00 20.00 20.10 21.30 23.35 23.50 23.55 0.55 PAESEREALE KINGDOM TGR - TG3 - TGR TG3 - METEO 3 TV TALK UN CASO PER DUE CALCIO: MAGAZINE CHAMPIONS LEAGUE 90 MINUTO SERIE B METEO 3 TG3 - TGR BLOB CHE TEMPO CHE FA APPALOOSA Film TG3 TG REGIONE UN GIORNO IN PRETURA TG3

RAIDUE
CARTONI ANIMATI SCHOOL ROCK SULLA VIA DI... METEO 2 - APRIRAI QUELLO CHE MEZZOGIORNO IN... TG 2 - SPORT DRIBBLING LONDON LIVE 2.0 LA LIBRERIA... SERENO VARIABILE SEA PATROL L'ISOLA DEI FAMOSI LOTTO - TG2 CASTLE Telefilm 22.40 RAISPORT SABATO SPRINT 23.25 TG 2 23.40 TG 2 - DOSSIER 0.20 TG 2 - STORIE 8.25 9.00 9.55 10.25 10.40 11.20 13.00 14.00 15.30 17.05 18.05 18.50 20.25 21.05

CANALE 5
8.00 8.50 9.45 10.30 13.00 13.40 15.30 TG5 - MATTINA LOGGIONE SUPERPARTES SOUTH KENSINGTON TG5 RIASSUNTO GRANDE FRATELLO - AMICI VERISSIMO - TUTTI I COLORI DELLA CRONACA THE MONEY DROP TG5 STRISCIA LA NOTIZIA IL CODICE DA VINCI Film MAI DIRE GRANDE FRATELLO TG5 - NOTTE STRISCIA LA NOTIZIA

ITALIA 1
8.00 12.25 13.00 13.40 14.35 16.15 18.00 18.30 19.00 19.30 21.10 23.00 0.50 1.50 3.00 CARTONI ANIMATI STUDIO APERTO STUDIO SPORT I SIMPSO SAMURAI GIRL OZZIE - IL MIO AMICO COMBINAGUAI LA VITA SECONDO JIM STUDIO APERTO I PINGUINI DI MADAGSCAR ANT BULLY-UNA VITA DA FORMICA CORALINE E LA PORTA MAGICA HONG KONG: COLPO SU COLPO STUDIO SPORT XXL POKER1MANIA LA TERZA MADRE

RETE 4
8.20 9.45 10.50 11.30 12.00 13.50 14.05 15.05 17.00 18.00 18.55 19.35 21.15 23.20 1.30 2.35 3.45 VIVERE MEGLIO R.I.S. RICETTE DI FAMIGLIA TG4 TELEFILM FORUM - ANTEPRIMA FORUM: SESSIONE POMERIDIANA PERRY MASON MONK PIANETA MARE TG TEMPESTA D'AMORE UN BOSS SOTTO STRESS Film IL PETROLIERE TG4 NIGHT NEWS IERI E OGGI IN TV... EMANUELLE IN AMERICA

LA 7
7.00 7.30 10.00 11.10 12.30 13.30 14.05 15.50 17.50 OMNIBUS TG LA7 BOOKSTORE LARIA CHE TIRA I MEN DI BENEDETTA TG LA7 SLEDGE JAG AVVOCATI IN DIVISA BASKET COPPA ITALIA: SEMIFINALE TG LA7 IN ONDA Attualit ALVEARE DEL TERRORE TG LA7 M.O.D.A. DI CINZIA MALVINI

IL SONDAGGIO LA JUVE E I RIGORI HA RAGIONE? LETTORI DIVISI


Oltre 23mila votanti per il sondaggio Ha ragione Conte a lamentarsi degli arbitri?. S per il 53%, no per il 47%

18.50 20.00 20.30 21.10 0.00 0.45 1.15

20.00 20.30 22.35 0.20 0.30

IL BLOG PANE E GAZZETTA TRA RUGBY E CICLISMO

Film sul Digitale Terrestre

Lo Sport in chiaro, sul satellite e sul digitale terrestre


IN DIRETTA
CALCIO
13.30 CHELSEA BIRMINGHAM CITY
Fa Cup Sky Sport 1, Sky SuperCalcio e Sky Calcio 2

PREMIUM
13.55 GRINDHOUSE-A PROVA DI MORTE PREMIUM CINEMA 14.18 MOTHERHOOD MYA 15.35 SERENITY STEEL 15.54 THE AMERICAN PREMIUM CINEMA 17.40 UNA RAGAZZA SPECIALE MYA 17.46 SEGUI IL TUO CUORE PREMIUM CINEMA 19.31 ANOTHER CINDERELLA STORY MYA 19.32 EMBER-IL MISTERO DELLA CITTA' DI LUCE PREMIUM CINEMA 21.15 NANCY DREW PREMIUM CINEMA 23.02 GRINDHOUSEPLANET TERROR PREMIUM CINEMA

15.00 SASSUOLO - VARESE


Serie B Sky Calcio 8

17.30 FIORENTINA - ROMA


Torneo di Viareggio Rai Sport 2

BASKET
17.50 MPS SIENA - EMPORIO ARMANI MILANO
Coppa Italia. 1 semifinale La7D e La7

GOLF
21.15 NORTHERN TRUST OPEN Sky Sport Extra

SCI ALPINO
9.00 COPPA DEL MONDO
Gigante maschile. 1 manche Rai Sport 1 e Eurosport

15.00 VICENZA - CROTONE


Serie B Sky Calcio 12

18.00 JUVE STABIA REGGINA


Serie B MP Calcio e Sky Calcio 5

HOCKEY GHIACCIO
19.00 PHILADELPHIA PITTSBURGH
NHL. ESPN America

15.00 VERONA - GUBBIO


Serie B Sky Calcio 6

18.00 CAJA LABORAL VITORIA- BARCELLONA


Copa del Rey. 1 semifinale SportItalia 2

10.00 COPPA DEL MONDO


Discesa femminile Rai Sport 1 e Eurosport

18.15 SUNDERLAND ARSENAL


Fa Cup Sky Sport 3 e Sky Calcio 3

1.00

15.00 ALBINOLEFFE PESCARA


Serie B MP Calcio 2 e Sky Calcio 5

15.30 HERTA BERLINO BORUSSIA DORTMUND


Bundesliga Sky Sport 3 e Sky Calcio 2

20.30 COPPA ITALIA


2 semifinale. La7D

TAMPA BAY WASHINGTON


NHL. ESPN America

12.00 COPPA DEL MONDO


Gigante maschile. 2 manche Rai Sport 1 e Eurosport

Le storie, i campioni e la gente di rugby e ciclismo (Basso nella foto). Tra 6 Nazioni e Laigueglia, a cura di M. Pastonesi

18.30 FRIBURGO - BAYERN MONACO


Bundesliga Sky Calcio 4

20.30 COPA DEL REY


2 semifinale. SportItalia 24

PALLAVOLO
16.00 LUBE BANCA MARCHE MACERATA - CASA MODENA
Coppa Italia maschile Rai Sport 1

15.00 ASCOLI - GROSSETO


Serie B Sky Calcio 11

15.30 JUVENTUS - PARMA


Torneo di Viareggio Rai Sport 2

15.00 BRESCIA - MODENA


Serie B Sky Calcio 10

16.00 NOTTINGHAM FOREST - COVENTRY CITY


Championship SportItalia

20.00 REAL MADRID RACING SANTANDER


Liga Sky SuperCalcio e Sky Calcio 2

21.30 LOS ANGELES CLIPPERS SAN ANTONIO SPURS


NBA. Sky Sport 2

SCI DI FONDO
12.30 COPPA DEL MONDO
15 km tecnica classica maschile Rai Sport 2 e Eurosport

IL FORUM IL TOP DEL CALCIO INTERNAZIONALE IN ESTEROFILIA


Il meglio della Champions e i talenti del calcio internazionale. Leggi e discuti su Esterofilia, di P. Cond

22.00 NORTH CAROLINA CLEMSON NCAA. ESPN Amerca

14.45 COPPA DEL MONDO


10 km tecnica classica femminile Eurosport

15.00 LIVORNO - BARI


Serie B Sky Calcio 9 e MP Calcio 1

16.00 EVERTON BLACKPOOL


Fa Cup Sky Sport 1 e Sky Calcio 1

20.45 JUVENTUS CATANIA


Serie A MP Calcio 1 e Sky Sport 1

18.30 ITAS TRENTINO SISLEY BELLUNO


Coppa Italia maschile. Rai Sport 1

BILIARDO
14.00 WELSH OPEN Eurosport 2 20.00 WELSH OPEN Eurosport

21.00 NOVARA - URBINO


Serie A1 femminile Rai Sport 1

15.00 NOCERINA CITTADELLA


Serie B Sky Calcio 13

TENNIS
16.00 TORNEO WTA DOHA
Eurosport 2

16.00 NORWICH LEICESTER CITY


Fa Cup Sky SuperCalcio e Sky Calcio 3

22.00 SIVIGLIA OSASUNA


Liga Sky SuperCalcio, Sky Calcio 2 e Sky Sport 3

COMBINATA NORDICA
11.00 COPPA DEL MONDO
Salto con gli sci HS 140 Rai Sport 2

SALTO CON GLI SCI


16.00 COPPA DEL MONDO
HS213. Eurosport

15.00 PADOVA - EMPOLI


Serie B. Sky Calcio 7

17.45 TORNEO WTA DOHA


Eurosport

www.gazzetta.it

GazzaMeteo
A CURA DI

Ieri
ALGHERO ANCONA AOSTA BARI

min max
2 -4 -4 5 -3 2 -6 2 -3 7 -9 -1 -2 7 -5 -6 6 1 -1 -5 1 -3 13 9 7 8 8 12 3 10 10 11 4 10 10 12 8 1 11 10 9 10 8 10

Oggi
Tempo stabile e ampiamente soleggiato sulle regioni adriatiche, meridionali e sulle isole maggiori. Pi nubi con locali addensamenti sui settori tirrenici e su parte del Nord, con anche qualche piovasco. Temperature in ulteriore aumento. Trieste
Venezia
1 10 1 9

Domani
Correnti umide da Ovest apportano nubi e piogge diffuse al Nord e sulle regioni centrali tirreniche, in intensificazione la sera. Piovaschi anche sul Nord della Sardegna e, nella notte, sul resto del Centro, meglio altrove.

Dopodomani
Maltempo su buona parte del Centronord e diffusamente al Sud, specie sulla Sicilia e sui settori ionici, con piogge e rovesci. Torna la neve a bassa quota al Nord, in collina sul Nord Appennino, oltre i 1000/1300 m al Centrosud.

Trento Aosta
4 8 4 11

Legenda CIELO
Sole Nuvolo Rovesci Coperto Pioggia Temporali Neve Nebbia

BOLOGNA

Milano
1 10

VENTI
Deboli Moderati Forti Molto forti

CAGLIARI CAMPOBASSO CATANIA FIRENZE GENOVA L'AQUILA MILANO NAPOLI PALERMO PERUGIA POTENZA REGGIO CALABRIA ROMA TORINO TRENTO TRIESTE VENEZIA

Torino
1 10 8

Bologna Genova
11 1 10

Ancona

Firenze
4 11

Perugia
1 10

11

LAquila
0 5

MARI
Calmi Mossi Agitati

ROMA
2 12

Campobasso
5 6

Bari Potenza
3 4 3 12

Napoli
7 11

Cagliari
5 12

Catanzaro
0 11

Il sole oggi MILANO


Sorge Tramonta

ROMA
Sorge Tramonta

Palermo
0 14

Reggio Calabria
2 13

Il sole domani MILANO


Sorge Tramonta

La luna ROMA
Sorge Tramonta Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto

Catania
5 12

7:22

17:52

7:03

17:44

7:21

17:53

7:02

17:45

22 feb.

29 feb.

8 mar.

15 mar.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

43

TERZO TEMPO
GazzaFocus

LETTERE

Violata lantica culla dello sport e della storia. Effetto della crisi greca

Non solo calcio


A cura di FAUSTO NARDUCCI Fax: 0262827917.Email: gol@rcs.it

Il museo di Olimpia saccheggiato dai ladri


Nella citt simbolo dei Giochi, rubate 65 opere: danni enormi per il patrimonio artistico. Si dimette il ministro della cultura

Il no a Roma mi ha ferito Riproviamoci per il 24


Sono ormai pi di tre anni, da quando nel novembre 2008 apparso sulla Gazzetta un breve articolo dal titolo Roma 2020? Si pu!, che tengo un quadernone con i ritagli di tutti gli articoli da voi pubblicati sullargomento. Sto persino impostando la mia tesi di laurea specialistica in progettazione architettonica sul disegno di una struttura provvisoria da realizzare allinterno del Colosseo per accogliere alcune finali olimpiche selezionate. Marted pomeriggio, per, il mio sogno s' spezzato per la seconda volta, a 15 anni da quel 5 settembre 1997 in cui vedevo la mia Roma perdere la corsa olimpica contro Atene per colpe non sue. Caro Monti, ci che mi ha ferito di pi per una frase che le stata attribuita: Non ci ricandideremo per il 2024. Ma perch? Rinunciare a un sogno oggi non vuol dire rinunciarvi per sempre. Se i Giochi del 2020 saranno assegnati a Tokyo, per il 2024 una citt europea sarebbe lideale candidata, anche se la Francia user tutto il suo orgoglio per celebrare il centenario olimpico da Parigi 24. Ebbene, si potrebbe proporre lincarico di presiedere il comitato per la candidatura di Roma 2024 allo stesso Mario Monti che tra qualche anno potrebbe diventare luomo giusto al posto giusto.
Simone Valtieri (Viterbo)

Meglio pensare al presente


GRECIA Atene
CLAUDIO GREGORI

Olimpia stata profanata. Ieri mattina, alle 7.34 in Italia erano le 6.34 due rapinatori col volto coperto da passamontagna e armati di pistola hanno neutralizzato l'impianto d'allarme. Poi hanno legato e imbavagliato lunica custode del Museo di Olimpia. Sono penetrati nelle sale. Hanno rotto le vetrine con sbarre di ferro e hanno fatto man bassa. Lepisodio cos grave che il Ministro della Cultura Pavlos Geroulanos si subito dimesso. Il sindaco di Olimpia Efthymios Kotzias ha subito parlato di danno incalcolabile. Il Museo occupa un edificio neoclassico accanto al municipio. Era stato rinnovato nel 2003 per i Giochi di Atene 2004. stato subito fatto un primo censimento: i responsabili del Museo parlano di 65 piccoli reperti, statuette, vasi e lampade, in bronzo e ceramica, che vanno dallepoca geometrica, X secolo avanti Cristo, allepoca classica e di un anello-sigillo doro con una scena di danza con toro dellepoca micenea.
Tesoro Il Museo contiene un fa-

Olimpia Distanza 190 km Mar Mediterraneo

un coccio di 2400 anni fa, reso di inestimabile valore da due parole: Feidio eim, Appartengo a Fidia.
Miniera Olimpia una miniera di diamanti. Decine di migliaia di offerte sono state lasciate l in oltre un millennio, dal 776 a.C. Ogni grande citt costru il proprio tesoro ad Olimpia per ospitare gli ex-voto dei suoi cittadini. Certo non tutto stato ritrovato: non c traccia del cofano decorato da scene mitologiche in avorio donato dai Cipselidi, tiranni di Corinto, descritto da Pausania. Ma sono stati trovati oltre 14mila oggetti in bronzo: statuette, lamine, armi, corazze, schinieri, elmi, tripodi, monete. Alcuni di questi reperti sono di straordinario fascino. Un elmo corinzio, semplice e senza decorazione, la parte superiore ossidata e rovinata, porta per sul bordo inferiore una scritta mozzafiato: Milziade lha dedicato a Zeus. , superbo di gloria, lelmo portato in battaglia dal generale ateniese che sconfisse i Persiani a Maratona nel 490 a.C. Un bellissimo cavallino di bronzo, faceva parte di una quadriga votiva, donato da un vincitore della corsa dei carri. E, stupenda, la statuetta bronzea di un giovane atleta con incisa sulla coscia Appartengo a Zeus. Olimpia era un santuario, dove Zeus, il dio guerriero, padre degli dei, era centrale. Ma oltre al suo grande altare,

Pausania ricorda altri 69 altari. Cerano, quindi, molti culti. Era un santuario panellenico. E le gare facevano parte del culto. Qui si ritrovavano tutte le polis del Mediterraneo, unite dalla tregua olimpica. Si gareggiava, in pace, per una corona di ulivo selvatico. Quel santuario fu profanato gi nel 2004. In occasione di quei Giochi si disput ad Olimpia il lancio del peso e Irina Korzhanenko si macchi di empiet: vinse e poi fu trovata positiva per stanozolol.
Fiamma La rapina di ieri un

Secondo me, Monti ha fatto bene a rinunciare alla candidatura, perch nel momento di crisi attuale, dove tutti gli italiani stanno facendo grandi sacrifici, sarebbe quasi ipocrita stanziare fondi inutili. Ma soprattutto, ne desempio lOlimpiade invernale 2006 di Torino. dove furono stanziati milioni di euro, per impianti che ancora oggi rimangono in stato di abbandono. Un evento simile avrebbe portato una spinta positiva al nostro Paese, per meglio pensare al presente.
Fabio Cobianchi (Pieve Porto Morone, Pv)

non vedere unOlimpiade in territorio italiano, ma se escludiamo i problemi economici dovuti alla crisi, le motivazioni per cui lItalia non merita le Olimpiadi sono molteplici, e se anche Monti avesse dato il benestare il Cio ci avrebbe giustamente segato le gambe. In un Italia dove lo sport viene inteso tale solo nel calcio, ed un po' nel nuoto e ciclismo, unOlimpiadi ci sta veramente male.
Gabriele Ruscelli

Italia 90 insegna
Le Olimpiadi a Roma sarebbero state una cartolina meravigliosa per il nostro Paese. Ma a quale prezzo? Italia '90 ha insegnato: i grandi eventi hanno sempre costi enormi e oltremodo dilatati rispetto alle previsioni iniziali. Una piccola parte di me dispiaciuta, ma laltra esclama un Bravo forte e convinto al Governo, capace di resistere a pressioni e tentazioni.
Simone Dinelli (Lucca)

Sopra e in alto a sinistra, lingresso del museo di Olimpia saccheggiato, a destra una statua raffigurante Zeus

voloso tesoro. Basti pensare alle sculture dei frontoni del Tempio di Zeus, tra cui la famosa statua di Apollo, e ai rilievi delle sue metope (3 sono al Louvre). Oppure alla Nike, scolpita da Peonio di Mende, che Messeni e Naupazi offrirono a Zeus dopo la vittoria sugli Spartani.

O, famosissimo, lErmes di Prassitele, ritrovato nel Tempio di Era, col dio che sorregge il piccolo Dioniso sul braccio sinistro e, appoggiato il mantello ad un tronco, mostra il suo bellissimo giovane corpo nudo. Oppure al bicchiere di Fidia, lautore della grande statua crisoelefantina di Zeus alta 12 metri! che ebbe bottega qui:

nuovo atto di empiet. Testimonia, inoltre, la grande fragilit della Grecia. La crisi economica ha portato a prepensionamenti e tagli di personale, cos anche il prezioso patrimonio della culla della civilt classica appare vulnerabile, quasi disarmato, indifendibile. Il 9 gennaio era andato a segno un colpo nella Pinacoteca di Atene e 2 opere di Pablo Picasso e Piet Mondrian avevano preso il volo. Il 10 maggio ad Olimpia sar acceso il fuoco sacro nellAltis, davanti all'altare del Tempio di Era. Poi la torcia olimpica inizier il suo viaggio. Lo concluder il 27 luglio nello Stadio olimpico di Londra per la cerimonia inaugurale della prossima Olimpiade. I Giochi hanno quasi 2800 anni. Le statuette rubate non riguardano solo larte e la cultura. Appartengono alla storia del movimento sportivo, alla bellezza, alla fede e ai sogni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi pagherebbe il surplus?


Per fortuna, in Italia c' ancora qualcuno che ragiona con la testa e non con i piedi. Sarebbe stata la solita torta da spartire con i soliti noti. I vari Alemanno, Petrucci & C. sarebbero stati disposti a pagare la differenza fra la cifra preventivata e quella che avrebbero effettivamente speso?
Marco Rodella (Vicenza)

In Italia sta male unOlimpiade


Qualche mese fa venni additato come disfattista anti italiano, perch ero contro la candidatura di Roma alle Olimpiadi 2020. Evidentemente la corrente a cui faccio parte aumentata. Sia chiaro, da sportivo mi dispiace

Rubrica tutta incentrata sulle lettere che commentano il no di Mario Monti a Roma e che confermano il sondaggio di gazzetta.it: i commenti nella stragrande maggioranza sono favorevoli alla decisione del Primo Ministro. Ne prendiamo atto, convinti che non si tratti di tendenza postuma ma ispiratrice della decisione del Premier. E ribadiamo che qui nessun lettore si oppone a unItalia olimpica ma solo allopportunit di ospitare i Giochi in un momento cos difficile. Quindi ben venga un nuovo tentativo, come propone il signor Valtieri. Per ledizione del 2024 o anche dopo.

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DIRETTORE RESPONSABILE ANDREA MONTI andrea.monti@gazzetta.it VICEDIRETTORE VICARIO Gianni Valenti gvalenti@gazzetta.it VICEDIRETTORI Franco Arturi farturi@gazzetta.it Stefano Cazzetta scazzetta@gazzetta.it Ruggiero Palombo rpalombo@gazzetta.it Umberto Zapelloni uzapelloni@gazzetta.it PRESIDENTE Piergaetano Marchetti VICE PRESIDENTE Renato Pagliaro AMMINISTRATORE DELEGATO E DIRETTORE GENERALE Antonello Perricone CONSIGLIERI Raffaele Agrusti, Roland Berger, Roberto Bertazzoni, Gianfranco Carbonato, Diego Della Valle, John Elkann, Giorgio Fantoni, Franzo Grande Stevens, Jonella Ligresti, Giuseppe Lucchini, Vittorio Malacalza, Paolo Merloni, Andrea Moltrasio, Carlo Pesenti, Virginio Rognoni, Alberto Rosati, Giuseppe Rotelli, Enrico Salza DIRETTORE GENERALE DIVISIONE QUOTIDIANI Giulio Lattanzi

RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano Responsabile del trattamento dati (D. Lgs. 196/2003): Andrea Monti privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.62821 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 SERVIZIO CLIENTI Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it PUBBLICIT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICIT Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848

Testata di propriet de "La Gazzetta dello Sport s.r.l." - A. Bonacossa 2012

EDIZIONI TELETRASMESSE Tipografia Divisione Quotidiani RCS MEDIAGROUP S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA - Tel. 06.68828917 S SEPAD S.p.A. - Corso Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S Editrice La Stampa SpA - Via Giordano Bruno, 84 10134 Torino S Tipografia SEDIT - Servizi Editoriali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5 n. 35 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. - Via Omodeo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA printing bvba Maanstraat 13 - 2800 - MECHELEN (Belgio) S Speedimpex USA, Inc. - 38-38 9th Street Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 COSLADA (MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 BUENOS AIRES S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington n. 1808 - OSASCO - SO PAULO - Brasile. S Miller Distributor Limited - Miller House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus

PREZZI DABBONAMENTO C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri Anno: e 299,40 e 258,90 e 209,10 Per i prezzi degli abbonamenti allestero telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520

INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it

Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 419 dell1 settembre 1948 ISSN 1120-5067 CERTIFICATO ADS N. 7334 DEL 14-12-2011

COLLATERALI * La Gazzetta dello Sport e 1,20 pi Sportweek e 0,30 non vendibili separatamente - con la Leggenda del Rally N. 5 e 12,49; con Ballando con le Stelle N. 5 e 9,49 - con Supereroi N. 41 e 11,49 - con Soldatini dItalia N. 37 e 11,49 - con Linomania N. 26 e 11,49 - con Ferrari Racing N. 24 e 14,49 con Montalbano N. 20 e 11,49 - con Bear Grylls N. 18 e 11,49 - con Lupin III Film Collection N. 17 e 11,49 - con Indistruttibili N. 16 e 11,49 - con ET Predictor card e 11,49 - con i Miti del Calcio ai Raggi X N. 35 e 4,49 - con Campionato Io Ti Amo e 14,49 - con Alberto Sordi N. 8 e 11,49 - con Mai Dire Story N. 8 e 11,49 - con Messi e 14,49 - con Paperinik N. 2 e 11,49 - Con Star Trek N. 1 e 9,49 PROMOZIONI ARRETRATI Richiedeteli al vostro edicolante oppure ad A.S.E. Agenzia Servizi Editoriali - Tel. 02.99049970 - c/c p. n. 36248201. Il costo di un arretrato pari al doppio del prezzo di copertina per lItalia; il triplo per lestero.

La tiratura di venerd 17 febbraio stata di 344.539 copie

PREZZI ALLESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 10,00; Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 64; Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 1,85; Marocco g 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20; Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek 25; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. Fr. 3,00; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; Ungheria Huf. 600; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 4,00.

44

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

Da 75 anni aiutiamo a costruire sogni piccoli e grandi.


Da 75 anni i prodotti Mapei migliorano la qualit del lavoro in cantieri edili piccoli e grandi. Un impegno concretizzato da 59 stabilimenti nei 5 continenti, 18 centri principali di Ricerca & Sviluppo, oltre 800 ricercatori, una gamma di pi di 1400 prodotti ed oltre 200 novit ogni anno. Questi numeri fanno di Mapei il primo gruppo internazionale nei prodotti chimici per ledilizia. Scopri il nostro mondo: www.mapei.it