Vous êtes sur la page 1sur 57

COS'E' L'INFORMAZIONE

Iniziamo con un tentativo


- poco rigoroso -
di anaIisi IessicaIe

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Breve escursus Iinguistico - 1
Breve escursus Iinguistico - 1
l concetto di
INFORMAZIONE
derivabiIe dall'uso dei
termini latini Informatio e
informo
informto

1 raffigurazione, disegno, schizzo
2 idea, nozione, immaginazione
3 istruzione, educazione,
insegnamento
4 spiegazione.
informo
1 formare, foggiare, pIasmare, dare
forma
2 rappresentare, deIineare,
descrivere
3 istruire, ammaestrare, educare
4 immaginare, formarsi un'idea.
Aspetti
intangibiIi,
immateriaIi
Aspetti
tangibiIi,
fisici,
materiaIi
Derivazione deI concetto
Derivazione deI concetto

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Breve escursus Iinguistico - 2
Breve escursus Iinguistico - 2
informazione come
OGGETTO o ENTITA'
informazione come
ATTO o AZIONE
INFORMAZIONE
(in-for-ma-zi-ne)
1. Notizia o nozione
raccoIta o comunicata
neII'ambito di una
utiIizzazione pratica o
immediata
(Dizionario Devoto Oli)
2. Ia trasmissione e
ricezione di messaggi
reIativi a notizie ritenute
utiIi o addirittura
indispensabiIi per
I'individuo o Ia societ
(Dizionario Devoto Oli)
Fonte: iI Dizionario...
Fonte: iI Dizionario...

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Breve escursus Iinguistico - 3
Breve escursus Iinguistico - 3
Informare (in-for-ma-re)
1. Fornire di notizie o anche di nozioni ritenute utiIi o
funzionaIi. Domandare o acquisire dati o informazioni
2. modellare neI modo voIuto e conveniente, "prender
forma", Fornire di un indirizzo od i un'impronta durevoIe,
spec. riguardo alla formazione o condotta morale
(Dizionario Devoto Oli)
IN - FORMARE
IN - FORMAZIONE
Fonte: iI Dizionario...
Fonte: iI Dizionario...
Le informazioni e I' "informare"

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Infine... Wordnet!
Infine... Wordnet!
Cos' Wordnet?
Cos' Wordnet?
c
muItiwordnet.fbk.eu/
muItiwordnet.fbk.eu/

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Infine... Wordnet!
Infine... Wordnet!
Cos' Wordnet?
Cos' Wordnet?
Progetto Wordnet interIingua
muItiwordnet.fbk.eu/
Sito deI progetto Wordnet
http://wordnet.princeton.edu/
Wordnet on Iine
http://wordnetweb.princeton.edu/perI/webwn
DA SEGNARE
E RICORDARE!

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Infine... Wordnet!
Infine... Wordnet!

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Infine... Wordnet! - 2
Infine... Wordnet! - 2
The word
"informazione" has
4 senses:
1. informazione cognizione di quaIcuno
2. annuncio,
annunzio, cronaca,
informazione,
notizia
informazione riportata
da un media
3. notizia,
informazione
conoscenza acquisita
attraverso studio o
esperienza
4. informazione,
notizia, nuova
informazione reIativa ad
una persona o un
avvenimento
Espandiamo
iI Synset...

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Infine... Wordnet! - 2
Infine... Wordnet! - 2
The word
"informazione" has
4 senses:
1. informazione cognizione di quaIcuno
2. annuncio,
annunzio, cronaca,
informazione,
notizia
informazione riportata
da un media
3. notizia,
informazione
conoscenza acquisita
attraverso studio o
esperienza
4. informazione,
notizia, nuova
informazione reIativa ad
una persona o un
avvenimento
...credenze,
supposizioni,
convinzioni,
INVENZIONI
Ovvero
osservazioni,
descrizioni,
INTERPRETAZIONI
derivate, ecc..
Ovvero attitudini,
sapienze, abiIit,
INTUIZIONE, ecc..
Ovvero esperienza
percettiva diretta,
immediata,
concreta, ecc..

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Oggetto o Entit ?
Oggetto o Entit ?
INFORMAZIONE
come...
"...dire qualcosa o qualcosa
che stato detto..."
(Fritz MachIup, 1983)
"... indirizzata e ricevuta
dalle menti umane..."
(RafaeI Capurro, 2003)
Fritz Machlup (Austria,
15/12/1902 Princeton,
30/1/1983) Economista austriaco
famoso per esser stato uno dei
primi ad analizzare la conoscenza
come una risorsa economica.
l lavoro fondamentale di
Machlup fu The Production and
Distribution of Knowledge in the
United States (1962), dove
troviamo le basi per il concetto di
societ deII'informazione,
concetto che lo rese popolare.
Rafael Capurro (1945 in
Montevideo, Uruguay.)
Research worker at Zentralstelle
fr Atomkernenergie-
Dokumentation (ZAED),
Karlsruhe, Germany (1974-75).
Dr.phil. in Philosophy from
Dsseldorf University (1978).
Thesis: nformation.
Professor (em.) of information
management and information
ethics at
Stuttgart Media University
Germany (1986-2009).
OGGETTO
ENTITA'
Capurro definisce
l'Informazione come una
"...categoria antropologica
che concerne il fenomeno
umano della creazione di
messaggi..."
(Mascella/Lattanzio)
Machlup evidenzia
l'evoluzione del concetto
medioevale di
informazione dall'idea di
"dar forma" (alla materia)"
verso l'idea di
"comunicare" qualcosa a
qualcuno
?

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Oggetto o Entit ?
Oggetto o Entit ?
L'informazione una forma
di conoscenza comunicata.
Sono comunicativi non soIo
gIi organismi viventi ma
anche tutti i sistemi (anche
non "naturaIi") in grado di
produrre, archiviare,
processare e scambiare
informazioni
"INFORMATIO"
- informazione -
Visione CIassica
RESTRITTIVA
Visione moderna
ESTENSIVA
"L'informazione un
fenomeno prettamente
umano"
?

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Oggetto o Entit ?
Oggetto o Entit ?

L'informazione = forma di conoscenza comunicata;

Enti comunicativi = organismi viventi;

Enti comunicativi = tutti i sistemi (anche non "naturaIi") in


grado di produrre, archiviare, processare e scambiare
informazioni.
Ovviamente noi siamo per Ia
visione moderna ed estensiva...

II concetto di "informazione"
II concetto di "informazione"
Un po' di fiIosofia Zen:
Un po' di fiIosofia Zen:
"
"
...iI dramma deII'aIbero"
...iI dramma deII'aIbero"
mah...
boh...

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
un po' di fiIosofia Zen...
un po' di fiIosofia Zen...
"
"
...se cade un aIbero in
...se cade un aIbero in
mezzo aI deserto, senza
mezzo aI deserto, senza
che ci sia nessuno ad
che ci sia nessuno ad
ascoItare, fa rumore?"
ascoItare, fa rumore?"

Sono
comunicativi ...
anche tutti i
sistemi (anche
non "naturaIi"
Visione
moderna
estensiva
II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
un po' di fiIosofia Zen...
un po' di fiIosofia Zen...
Visione
CIassica
restrittiva
"L'informazione
un fenomeno
prettamente
umano"
NON FA
RUMORE
FA
RUMORE!
"
"
...se cade un aIbero in
...se cade un aIbero in
mezzo aI deserto, senza
mezzo aI deserto, senza
che ci sia nessuno ad
che ci sia nessuno ad
ascoItare, fa rumore?"
ascoItare, fa rumore?"

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
un po' di fiIosofia Nacci...
un po' di fiIosofia Nacci...
Mario guarda Ia poItroncina
Mario guarda Ia poItroncina
e Ia vede "rossa". Antonio
e Ia vede "rossa". Antonio
daItonico e Ia vede "grigia".
daItonico e Ia vede "grigia".
Ai pigmenti deIIa peIIe che
Ai pigmenti deIIa peIIe che
riveste Ia poItrona, non
riveste Ia poItrona, non
importa nuIIa: Ioro mica
importa nuIIa: Ioro mica
cambiano Ia propria
cambiano Ia propria
struttura fisico-chimica a
struttura fisico-chimica a
seconda di chi Ii guarda...
seconda di chi Ii guarda...
Loro - a Mario e Antonio -
Loro - a Mario e Antonio -
nemmeno Ii conoscono!
nemmeno Ii conoscono!

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
un po' di fiIosofia Nacci...
un po' di fiIosofia Nacci...
Proponiamo una sintesi:
"L'informazione iI
fenomeno reIativo aIIa
percezione (umana) deIIe
interazioni che avvengono
aII'interno e tra i sistemi
comunicativi (anche non
naturaIi)"
...ma i fiIosofi veri, cosa dicono?
...ma i fiIosofi veri, cosa dicono?

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
un approccio fiIosofico...
un approccio fiIosofico...
Proviamo a cercare iI termine "INFORMAZIONE" neI
Dizionario di FiIosofia di NicoIa Abbagnano
. . ...

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Cibernetica e informazione
Cibernetica e informazione
AIIa voce
"informazione"
II Dizionario di
FiIosofia
rimanda aI
concetto di...
"CIBERNETICA"
PERCHE'?

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Cibernetica e informazione
Cibernetica e informazione
CIBERNETICA (o "arte deI piIota")
"Studio dei messaggi, e particoIarmente dei
messaggi che effettivamente comandano, ai fini
deIIa costruzione deIIe macchine caIcoIatrici*"
ed in senso pi generale:
"Io studio di <<tutte Ie possibiIi macchine>>,
indipendentemente daI fatto che aIcune di esse
siano state prodotte daII'uomo o daIIa natura"
* (Cybernetics or Control and Communication in the Animal and the Machine, N.
Wiener, 1947)

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Cibernetica Vs T. deII'Informazione
Cibernetica Vs T. deII'Informazione
Cibernetica (o "arte deI piIota")
"Le macchine di cui si occupa la Cibernetica, sono quelle capaci di
eseguire operazioni che, nel corso della loro esecuzione, possono
essere corrette in modo da rispondere meglio al loro scopo. Questa
correzione si chiama retroazione (feedback)"
FEEDBACK!
ovvero...
MESSAGGI e INFORMAZIONI
ricevute e trasmesse
(da e verso Ia "macchina")
Per questo motivo Ia TEORIA DELL'INFORMAZIONE Iegata
a doppio fiIo con Ia CIBERNETICA (vediamo come)
Per questo motivo Ia TEORIA DELL'INFORMAZIONE Iegata
a doppio fiIo con Ia CIBERNETICA (vediamo come)

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Cibernetica Vs T. deII'Informazione
Cibernetica Vs T. deII'Informazione
Cibernetica: 4 aspetti fondamentaIi
In cibernetica possono essere distinti 4 aspetti:
1) Lo SCHEMA GENERALE deII'informazione
2) La MISURA DELLA QUANTITA' di informazione
3) Le CONDIZIONI che rendono possibiIe
I'informazione
4) GIi SCOPI deII'informazione

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Cibernetica Vs T. deII'Informazione
Cibernetica Vs T. deII'Informazione
Ha dato I'avvio aIIa TEORIA MATEMATICA
DELL'INFORMAZIONE di C. E. Shannon
(Shannon e Weaver, "The Matematical Theory of Communication, 1949)
Ha dato I'avvio aIIa TEORIA MATEMATICA
DELL'INFORMAZIONE di C. E. Shannon
(Shannon e Weaver, "The Matematical Theory of Communication, 1949)
Cibernetica: 4 aspetti fondamentaIi
In cibernetica possono essere distinti 4 aspetti:
1) Lo SCHEMA GENERALE deII'informazione
2) La MISURA DELLA QUANTITA' di informazione
3) Le CONDIZIONI che rendono possibiIe
I'informazione
4) GIi SCOPI deII'informazione

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
TMI
TMI
Teoria Shannoniana deII'Informazione
sorgente
trasmettitore
ricevitore
destinazione
Ma in pi...
Sorgente
disturbo
canaIe

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Entropia
Entropia
NeIIo studio deIIe scienze deII'informazione e
deIIe discipIine ad esse correIate, riveste
particoIare importanza iI concetto di
ENTROPIA.
Vediamo come e perch.

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Entropia
Entropia
neIIe scienze fisiche
"ReIativamente ad una
situazione Ia misura del grado
di casualit, o di confusione,
presente neIIa situazione
stessa."
" Ia tendenza dei sistemi fisici
a divenire sempre meno
organizzati, sempre pi caotici"
neIIa teoria deIIe comunicazioni
"...si pu affermare, rigaurdo ad
una sorgente di informazioni,
proprio come un compIesso
termodinamico: <<questa
situazione estremamente
organizzata, non caratterizzata
da un ampio grado di casuaIit
o di sceIta - vaIe a dire che Ia
informazione (o Ia entropia)
bassa>>"
La definizione "fisica" di informazione: L'Entropia*
* C. E. Shannon, W. Weaver, "La teoria matematica delle comunicazionie(Trad. it.), ETAS 1971

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Entropia
Entropia
La definizione "fisica" di informazione: L'Entropia*
* C. E. Shannon, W. Weaver, "La teoria matematica delle comunicazionie(Trad. it.), ETAS 1971
"...che I'informazione sia
misurata daII'entropia ,
dopotutto, naturaIe,
quando si ricordi che
I'informazione, neIIa teoria
deIIe comunicazioni in
rapporto con I'ammontare
di Iibert di sceIta che si
ha neI costruire un certo
mesaggio..."
ENTROPIA =
INFORMAZIONE =
GRADO DI CASUALITA' =
LIBERTA' DI SCELTA =
"INFORMATIVITA'"

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Entropia
Entropia
Teniamo a mente I'esempio di Shannon Weaver
" ...questa situazione ... non caratterizzata da un
ampio grado di casuaIit o di sceIta - vaIe a dire che
Ia informazione (o Ia entropia) bassa..."
L'Entropia: Un esempio (banaIe...)

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Entropia
Entropia
'...questa situazione ... non caratterizzata da un ampio grado di casualit o di scelta - vale
a dire che la informazione (o la entropia) bassa..."
Situazione UNO
FONTE: La mia vecchia Iavabiancheria
SISTEMA DI INFORMAZIONE: La sua ghiera
girevoIe meccanica
VaIori di sceIta che pu assumere:
1 - Accesa
2 - caricamento acqua
3 - Iavaggio
4 - risciacquo
5 - centrifuga
6 - spenta
Basso grado di casuaIit/sceIta = bassa ENTROPIA = bassa INFORMAZIONE
Basso grado di casuaIit/sceIta = bassa ENTROPIA = bassa INFORMAZIONE

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Entropia
Entropia
Situazione DUE
FONTE: La mia NUOVA Iavatrice!
SISTEMA DI INFORMAZIONE: II suo dispIay LCD
VaIori di sceIta che pu assumere:
1.Accensione (on/off/standby)
2.orario (ore e minuti attuaIi)
3.programma preIavaggio (on/off)
4.programma Iana (on/off)
5.partenza differita (on/off - ore/minuti)
6.Indicatore svoIgimento programmi (1~16)
7.Indicatore fine cicIo
8.Indicazione escIusione centrifuga
9.Indicazione ecentrifuga extra
10.Indicazione sicurezza anti schiuma
11.Ecc.. .ecc..
'...questa situazione ... non caratterizzata da un ampio grado di casualit o di scelta - vale
a dire che la informazione (o la entropia) bassa..."
ALTO grado di casuaIit/sceIta = aIta ENTROPIA = aIta INFORMAZIONE
ALTO grado di casuaIit/sceIta = aIta ENTROPIA = aIta INFORMAZIONE

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Entropia
Entropia
Abbiamo quindi capito come si "misura" iI
IiveIIo di informativit di un sistema.
Ma in quanti modi si manifesta questa
"informativit"?
E con quaIi strutture?

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
EIementi "informanti"...
EIementi "informanti"...
CompIessit
Approfondimento
EIaborazione
IntangibiIit
SEGNALI DATI INFORMAZIONE CONOSCENZA SAGGEZZA
SempIicit
Immediatezza
Fisicit

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
EIementi "informanti"...
EIementi "informanti"...
SEGNALI DATI INFORMAZIONE CONOSCENZA SAGGEZZA
ESPERIENZA
SempIicit
Immediatezza
Fisicit
CompIessit
Approfondimento
EIaborazione
IntangibiIit

CharIes
GREEN
Non agita dal ricevente, non
elaborata, brutale, rozza
Usabile per altri scopi
cognitivi, trasformata in
schemi concettuaIi,
elaborazione in senso
cognitivo
K.M. WIIG
Knowledge
Management
Foundations: Thinking
about Thinking How
Organizations Create,
Represent and Use
Knowledge (Schema
Press, 1993)
Slegata, immediata, minima Globale, sedimentata
organizzata, organica
SEGNALI DATI INFORMAZIONE CONOSCENZA SAGGEZZA
K.M. WIIG
Fatti e dati organizzati per
descrivere una particoIare
situazione
Fatti, verit, credenze,
concetti, giudizi,
metodi, saper fare
Gene
BELLINGER
Rozzo,
non
"agito"
dal
ricevente
Dati elaborati
cognitivamente, trasformati
in schemi concettuaIi, usabili
per altri usi cognitivi e per
successive manipolazioni
nformazione
appIicata, sapere
come e quando usarIa
(senso comune)
Verit "eterna
distiIIata dalla
conoscenza
MiIan
ZELENY
Divisa in:
Non conoscenza,
conoscenza del cosa,
conoscenza del come,
conoscenza del perch
QuaIe coIIocazione???

SEGNAL
I
DAT
I
INFORMAZIONI
CONOSCENZ
A
SAGGEZZ
A
ESPERIENZA
...segnaIi, dati, informazioni: tutte entit
diverse, concorrenti ad uno stesso scopo...

SEGNAL
I
DAT
I
INFORMAZIONI
CONOSCENZ
A
SAGGEZZ
A
ESPERIENZA
"
"
NFO8FERA
NFO8FERA

...entit diverse, concorrenti ad


uno stesso scopo...
costituiscono un "oggetto"
che chiamiamo...

II concetto di "Infosfera" -
II concetto di "Infosfera" -
(L. FIoridi, 2001)
(L. FIoridi, 2001)
"...I'intero ambiente informativo costituito da tutte queIIe
che possono essere definite "entit informative", ma
anche Ie rispettive propriet, interazioni, processi,
reIazioni, che queste istituiscono."
"L'infosfera si presenta quindi come un "ambiente
cognitivo" e potenziaImente anche fisico, deI quaIe iI
cyberspazio E' SOLAMENTE UNA REGIONE, poich
I'infosfera non si Iimita a considerare iI mondo "on Iine",
MA RIGUARDA DIRETTAMENTE L'INFORMAZIONE OFF
LINE e Ie forme anaIogiche deII'informazione"
Luciano FIoridi
Filosofo italiano. Laureato all'Universit di Roma "La Sapienza", M.Phil. e Ph.D. Universit di Warwick,
M.A. Universit di Oxford, insegna logica ed epistemologia all'Universit di Oxford e all'Universit degli
Studi di Bari. http://www.philosophyofinformation.net/
Cos' Ia Infosfera?

II concetto di "Infosfera" -
II concetto di "Infosfera" -
(L. FIoridi, 2001)
(L. FIoridi, 2001)
"...I'intero ambiente informativo costituito da tutte queIIe
che possono essere definite "entit informative", ma
anche Ie rispettive propriet, interazioni, processi,
reIazioni, che queste istituiscono."
"L'infosfera si presenta quindi come un "ambiente
cognitivo" e potenziaImente anche fisico, deI quaIe iI
cyberspazio E' SOLAMENTE UNA REGIONE, poich
I'infosfera non si Iimita a considerare iI mondo "on Iine",
MA RIGUARDA DIRETTAMENTE L'INFORMAZIONE OFF
LINE e Ie forme anaIogiche deII'informazione"
Questo iI vero campo d'azione deII'
Questo iI vero campo d'azione deII'
InteIIigence e - a maggior ragione -
InteIIigence e - a maggior ragione -
deII'OSINT
deII'OSINT
Questo iI vero campo d'azione deII'
Questo iI vero campo d'azione deII'
InteIIigence e - a maggior ragione -
InteIIigence e - a maggior ragione -
deII'OSINT
deII'OSINT

propriet, interazioni, processi, reIazioni

UN PICCOLO PASSO INDIETRO
UN PICCOLO PASSO INDIETRO
...PRIMA DEL
...PRIMA DEL
"
"
GRANDE SALTO"..
GRANDE SALTO"..
(ovvero: che cos' Ia GDI)
(ovvero: che cos' Ia GDI)

GD
II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Definizione assiomatica
Definizione assiomatica
La GDI: Definizione GeneraIe di informazione
La GDI: Definizione GeneraIe di informazione
GeneraI Definition of Information
Metodo ampiamente condiviso e coIIaudato - negIi uItimi 30
anni - per Ia FORMALIZZAZIONE deI concetto di
"informazione"
Considera l'informazione come
SISTEMA COMPLESSO portatore di:
CONTENUTI SEMANTICI OGGETTIVI
esterni ed indipendenti dalla cognizione di coloro che li usano

GD
II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Definizione assiomatica
Definizione assiomatica
La GDI: Definizione GeneraIe di informazione
La GDI: Definizione GeneraIe di informazione
GeneraI Definition of Information
GDI
GDI
GDI.1
GDI.1

consiste di
consiste di
n
n
dati (
dati (
d
d
) dove
) dove
n
n
>= 1
>= 1
;
;
GDI.2
GDI.2
i dati
i dati
d
d
sono
sono
ben formati
ben formati
;
;
GDI.3
GDI.3
i dati
i dati
d
d
ben formati
ben formati
hanno un significato
hanno un significato
.
.
c
c

GD
II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Definizione assiomatica
Definizione assiomatica
La GDI: Definizione GeneraIe di informazione
La GDI: Definizione GeneraIe di informazione
GeneraI Definition of Information
GDI.2:
i dati d sono sono organizzati rispettando una buona
architettura sintattica, rispondendo cio aIIe regoIe formaIi di
un determinato Iinguaggio (Iinguaggio = simboIi +
grammatiche);
GDI.3
i dati d devono rispettare ad una specificazione semantica
ovvero devono possedere un significato conforme a queIIo
attribuito daIIo specifico Iinguaggio (o codice) impiegato.

II GDI -
II GDI -
Ie cinque forme di dati neIIa GDI (neutraIit tipoIogica)
Ie cinque forme di dati neIIa GDI (neutraIit tipoIogica)
D1 - DATI PRIMARI DATI PRIMARI (primary data)

Tipologia basilare (e principale) di dato


D2 - DATI SECONDARI DATI SECONDARI (secondary data)

Descrivono l'ASSENZA di primary data. Per questo motivo vengono anche chiamati ANT-
DATA (Es.: assenza di segnali da un dispositivo atto a trasmetterli);

La loro presenza non sifgnifica "mancanza o "assenza di informazione;


D3 - METADATI METADATI

Definiscono letterlamente quelli che sono i "dati a disposizione su altri dati;

Forniscono indicazioni sulla natura di altri dati (specie i primary, ma non solo)

Sono detti "dati di secondo livello perch per esistere necessitano dell'esistenza dei
rispettivi "primary
D4 - DATI OPERAZIONALI DATI OPERAZIONALI (operational data)

Dati che riguardano la descrizione di OPERAZON che si svolgono all'interno di un sistema


di dati (SdD);

Sono inerenti le DNAMCHE NTERNE di un SdD;

Sono funzionali al funzionamento, alla organizzazione e alla esistenza stessa di tutti gli altri
tipi di dati
D5 - DATI DERIVATI DATI DERIVATI

Sono dati estratti in maniera pi o meno palese e/o consapevole - da ALTR DAT a
seconda di come questi vengono USAT (inferenze e relazioni tra dati a partire da un
primary)

D1
II GDI -
II GDI -
Ie cinque forme di dati neIIa GDI (neutraIit tipoIogica)
Ie cinque forme di dati neIIa GDI (neutraIit tipoIogica)
D5
D5
D5
D4
D5
D5
D5
D4
D4
D4 D4
D3
D3
D3
D3
D3
D2
D2
D2
D2
D2
D2
D1 D1
D1
D1
D1
D1
D1
D1
Su quaIi di questi "tipi di dati"
Su quaIi di questi "tipi di dati"
si concentra I'inteIIigence e, in
si concentra I'inteIIigence e, in
particoIar modo, I'OSINT?
particoIar modo, I'OSINT?

II GDI -
II GDI -
Ie cinque forme di dati neIIa GDI (neutraIit tipoIogica)
Ie cinque forme di dati neIIa GDI (neutraIit tipoIogica)
D1 - DATI PRIMARI DATI PRIMARI (primary data)

TipoIogia basiIare (e principaIe) di dato


D2 - DATI SECONDARI DATI SECONDARI (secondary data)

Descrivono I'ASSENZA di primary data. Per questo motivo vengono anche chiamati
ANTI-DATA (Es.: assenza di segnaIi da un dispositivo atto a trasmetterIi);

La Ioro presenza non sifgnifica "mancanza" o "assenza" di informazione;


D3 - METADATI METADATI

Definiscono IetterIamente queIIi che sono i "dati a disposizione su aItri dati";

Forniscono indicazioni suIIa natura di aItri dati (specie i primary, ma non soIo)

Sono detti "dati di secondo IiveIIo" perch per esistere necessitano dell'esistenza dei
rispettivi 'primary"
D4 - DATI OPERAZIONALI DATI OPERAZIONALI (operational data)

Dati che riguardano Ia descrizione di OPERAZIONI che si svoIgono aII'interno di un


sistema di dati (SdD);

Sono inerenti Ie DINAMICHE INTERNE di un SdD;

Sono funzionaIi aI funzionamento, aIIa organizzazione e aIIa esistenza stessa di tutti


gIi aItri tipi di dati
D5 - DATI DERIVATI DATI DERIVATI

Sono dati estratti - in maniera pi o meno paIese e/o consapevoIe - da ALTRI DATI a
seconda di come questi vengono USATI (inferenze e reIazioni tra dati a partire da un
primary)

Informazioni e fonti -
Informazioni e fonti -
Una formaIizzazione ingenua per I'INTEL
Una formaIizzazione ingenua per I'INTEL
ID
ID
ADDRESS
ADDRESS
PAYLOAD
PAYLOAD
HEADER BODY
nome
LocaIizzazione
(all'interno di un
Sistema referenziato)
"carico pagante"
NFORMAZONE
NFORMAZONE

Informazioni e fonti -
Informazioni e fonti -
Una formaIizzazione ingenua per I'INTEL
Una formaIizzazione ingenua per I'INTEL
RAW DATA
RAW DATA
ID ADDRESS
ID ADDRESS
ID ADDRESS
RAW DATA
RAW DATA
RAW DATA
RAW DATA
RAW DATA
RAW DATA
RAW DATA
INFORMAZIONE/INFORMAZIONE
INFORMAZIONE/FONTE

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Definizione fenomenoIogica
Definizione fenomenoIogica
L'informazione
come fenomeno FISICO
e SISTEMICO

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Definizione fenomenoIogica
Definizione fenomenoIogica
"L'informazione in prima istanza pu apparire come
un'entit, diversa daI nuIIa, passibiIe di comunicazione e
circoIazione fra soggetti abiIitati a riceverIa e scambiarIa,
portatrice di novit, o megIio, diversit rispetto aIIa
condizione pregressa [deI sistema di informazioni NdA]"
R. MasceIIa, P. Lattanzio in "Teoria e strutture deII'informazione", Editore
Aracne, 2008

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Definizione fenomenoIogica
Definizione fenomenoIogica
CONTESTO 1: Sistema isoIato, nessuna informazione
R
1) R = sistema
2) S
R
= stato del sistema R
CONTESTO 2: Sistema non isoIato, informazione
R
i / AIL
S
R
= A
1
dove A
1
= f(i,A)
e dove A
1
= A
S
R
= A
1) R = sistema
2)= informazione
*
3) S
R
= stato del sistema R
* esterna e diversa dal nulla

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Definizione fenomenoIogica
Definizione fenomenoIogica
L'informazione un dato "i" (cos come inteso neIIa GDI) che
- proveniente da un sistema esterno - raggiunge un sistema
di informazioni "R" preesistente e ne modifica Io stato "S".
II nuovo stato risuItante deI sistema R una funzione deIIa
informazione i appIicata aI precedente stato deI sistema.
A
1
= f(i,A)
Affinch si possa parIare di "informazione" necessario che
Io stato originario deI sistema e queIIo successivo siano
diversi tra Ioro, ovvero:
A
1
= A

II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
IntenzionaIit di
IntenzionaIit di
i
i
NeII'ambito deIIo studio fenomenoIogico deIIa informazione,
possiamo identificare due possibiIit di "i":
1) "i" una "emissione" ESPLICITA e VOLONTARIA
destinata ad uno (o pi) sistema R, appositamente individuati
(es.: comunicazione umana, comunicazione tra sistemi
informatici, ecc.)
2) "i" una "emissione" ININTENZIONALE effettuata da un
EMITTENTE a prescindere daIIa esistenza di uno - o pi -
sistemi destinatari (es.: mondo naturaIe, territorio, I'oroIogio
di un campaniIe [segna I'ora anche se nessuno Io guarda],
un termometro a mercurio [misura anche in fondo ad un
cassetto o chiuso in cassaforte], ecc.).

E
II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Casi particoIari
Casi particoIari
CONTESTO 2: Sistema non isoIato, informazione
R
i / AIL
t = 0 S
R
t0
= A
t = 1 i S
R
t1
A
t = 2 i
1
S
R
t2
= A
1
1) R = sistema
2)i = informazione
*
3) S
R
= stato del sistema R
4) E = Ambiente (environment)
5) i
1
= feedback*
* esterna e diversa dal nulla
i
1
/ AIL

E
II concetto di "informazione" -
II concetto di "informazione" -
Casi particoIari
Casi particoIari
CONTESTO 2: Sistema non isoIato, informazione
R
i / AIL
i
1
/ AIL
QUESTI SISTEMI VENGONO CHIAMATI "A FEEDBACK"
OPPURE
CBERNETC"

CIBERNETICA E INFORMAZIONE -
CIBERNETICA E INFORMAZIONE -
iI cerchio che si chiude
iI cerchio che si chiude
Cibernetica o "arte deI piIota"
"Le macchine di cui si occupa la Cibernetica, sono
quelle capaci di eseguire operazioni che, nel corso
della loro esecuzione, possono essere corrette in
modo da rispondere meglio al loro scopo.
Questa correzione si chiama retroazione
(feedback)"
Per questi motivi Ia TEORIA DELL'INFORMAZIONE
Iegata a doppio fiIo con Ia CIBERNETICA
Per questi motivi Ia TEORIA DELL'INFORMAZIONE
Iegata a doppio fiIo con Ia CIBERNETICA

"
"
IL GRANDE SALTO"
IL GRANDE SALTO"
ovvero...
ovvero...

LE FONT"
LE FONT"
(tra poco su questi schermi...)
(tra poco su questi schermi...)