Vous êtes sur la page 1sur 20

Da 40 anni a Beinasco Bruciano cuori ardenti per Cristo...

1971-2011

Il Vangelo potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede (La Bibbia)


Chiesa Cristiana Evangelica Via silvio pellico 6 - Beinasco
1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo

Assemblee di Dio in Italia

t
Lo scopo di queste brevi note quello di esaltare la bont e la fedelt di Dio nei confronti della nostra comunit. Durante il corso di questi 40 anni di vita comunitaria, dove il Signore ci ha concesso limmensa Sua grazia di vedere tante anime preziose strappate al nemico e godere del privilegio di conoscere linnito amore divino capace di conquistare ogni cuore che si arrende a Lui. I ricordi di questi lunghi anni sono talvolta labili ma rimane in ognuno di noi la consapevolezza che Cristo, Capo supremo della Chiesa, ha portato avanti il Suo piano meraviglioso per la crescita e lo sviluppo dellopera Sua. Per tutto quello che Dio ha compiuto in questi anni attraverso ognuno di noi, vogliamo essere riconoscenti soltanto a Lui, per tutte le benedizioni che ci ha elargito, riconoscendo i nostri limiti e la nostra inadeguatezza in numerose circostanze della vita comunitaria. Confessiamo umilmente le nostre mancanze, chiedendo perdono a Lui ogni volta che siamo venuti meno. Per tutte le cose che Egli ha fatto per noi vogliamo rendergli tutta la lode e la gloria. Desideriamo ringraziare il Signore per quello che Lui ha fatto per noi in questi lunghi 40 anni, ma siamo coscienti del grande bisogno che c nel mondo della Buona Novella dellEvangelo. Con questo desiderio nel cuore vogliamo rimanere uniti per continuare a brillare in questo mondo di tenebre e insieme al profeta Habacuc pregare: Signore, da vita allopera tua, nel corso degli anni falla conoscere (Hab 3:2) A Dio unico in saggezza sia tutta la gloria.

Il pastore Giuseppe Bianco " " " " " " "

t
1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag. 2

Chi siamo
Questa Chiesa associata a tante altre comunit cristiane evangeliche delle Assemblee di Dio in Italia sparse ovunque nel nostro paese. Per far parte della nostra chiesa, non bisogna nascere in una qualche famiglia evangelica, ma bisogna nascere di nuovo. Infatti, tutte le nostre chiese si compongono di persone che hanno realizzato individualmente, attraverso la nuova nascita, una reale conversione al Signore Ges Cristo. Non abbiamo un capo umano, ma riconosciamo come Capo supremo della Chiesa il nostro Signore

Ges Cristo, anche se esiste un governo della chiesa rappresentato dal Pastore e dal Consiglio di Chiesa. La nostra vocazione per un ritorno al puro messaggio di Ges, che il fondamento della Chiesa, da vivere con fede, concretamente, con semplicit e spontaneit, senza lasciarsi inuenzare dalle tradizioni degli uomini. Crediamo e accettiamo lintera Bibbia, come lspirata Parola di Dio, unica, infallibile e autorevole regola della nostra fede e condotta. Crediamo che il suo messaggio sia di signicato e di valore intramontabili, sempre adatto per tutte le culture e per ogni generazione.

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.3

Le Assemblee di Dio in Italia - A.D.I.


Le A.D.I. derivano dal movimento di risveglio, nato contemporaneamente ed indipendentemente nel principio del secolo scorso, in diversi paesi del mondo. Alcuni credenti, inammati dalla potenza di Dio, divennero dei ferventi testimoni del messaggio evangelico, che includeva oltre alla salvezza per fede in Ges Cristo, anche la guarigione del corpo per la medesima fede ed il Battesimo nello Spirito Santo, come esperienza susseguente alla nuova nascita, con la manifestazione del segno scritturale delle lingue. Dal punto di vista storico, il movimento italiano, si collega al grande risveglio evangelico di Los Angeles del 1906, dal quale il messaggio pentecostale si sparse rapidamente in tutti gli stati dell'Unione e raggiunse a Chicago un gruppo di evangelici italiani, che ben presto organizzarono una loro comunit. Da questa chiesa italiana, verso la ne del 1908, rientrarono in Italia alcuni fratelli, che emigrati negli Stati Uniti alla ricerca di un lavoro trovarono la salvezza in Ges Cristo, e mossi dal desiderio di testimoniare dellEvangelo cominciarono ad evangelizzare parenti e paesani, fondarono le prime comunit pentecostali in Italia, a Roma, in Liguria e in Abruzzo. Oggi, a distanza di oltre 100 anni, ci sono pi di mille chiese ADI sparse in Italia, nonostante le oppressioni e le persecuzioni che per decenni ne hanno accompagnato lo sviluppo. Recentemente a seguito dell'Intesa tra il Governo della Repubblica Italiana e le Assemblee di Dio in Italia, le chiese evangeliche A.D.I. hanno regolato i loro rapporti con lo Stato mediante la Legge 22 novembre 1988, n. 517.

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.4

Correva lanno 1968.


Le origini della comunit di Beinasco possiamo farle risalire al 1968, quando i coniugi Nicolino e Carmela Middonte, insieme ai loro tre piccoli gli, si trasferiscono dalla periferia di Milano a Bruino. Erano da poco venuti a conoscenza dellEvangelo della Grazia e appena giunti in Piemonte, cominciarono a frequentare la comunit a loro pi vicina, cio quella di Torino via Issiglio. Le chiese evangeliche presenti sul territorio in quegli anni, erano pochissime e i molti credenti che arrivavano dal meridione, dovevano spesso fare numerosi sacrici, sia di tempo che economici, per poter frequentare regolarmente una chiesa. Fu allora che alcuni fratelli della comunit di Torino via Issiglio, tra cui il fratello Giuseppe Bianco, membro attivo della comunit, si attivarono per visitare regolarmente questa famiglia di nuovi convertiti. La famiglia Middonte mise a disposizione la loro casa per poter effettuare dei culti ogni marted sera; nel giro di poche settimane la loro casa era piena di anime assetate della Parola di Dio. Queste riunioni proseguirono no al mese di marzo 1969, quando il fratello Bianco si trasfer, insieme alla propria famiglia, a Benevento cita natale della moglie Ida Paglia. Il loro trasferimento non dur molto e per diverse ragioni decisero di tornare a Torino dopo soli sei mesi, nel settembre 1969. Appena rientrato, il fratello Giuseppe, in perfetto accordo con il fratello Santoro, pastore della comunit di Torino, riprese le riunioni in casa della famiglia Middonte, che nel frattempo erano state sospese, e nel giro di pochi mesi cominciarono ad attivarsi per trovare un locale aperto al pubblico nellarea Beinasco-Orbassano.

fam. Bianco con i nonni Paglia 60

fam. Middonte al matrimonio di Armando Agostino 60

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.5

40

Dalla casa privata di Bruino in Via Principe Amedeo

Nel corso dellanno 1970, mentre erano alla ricerca di un locale di culto, alcune famiglie di credenti, tra le quali la famiglia Gargiulo, Ciraldo, Dota, Crisci, Franzese, Giustina ed Orazio, si trasferiscono dal sud nellarea di Beinasco, Pasta di Rivalta, Borgaretto, Bruino.

Fu cos che il fratello Bianco, insieme ad altri fratelli e sorelle che in quegli anni frequentavano la chiesa di Torino, tra i quali le famiglie Scavitto, Roccella, Biondi, la sorella Carolina Roccella, oltre ovviamente alle famiglie dellarea interessata, iniziarono una raccolta di offerte volontarie per affrontare le diverse spese necessarie ad aprire un locale di culto. La ricerca non fu semplice, perch trovare un locale da afttare in una zona di passaggio e ad un prezzo ragionevole, non era facile. Il Signore, che ben conosceva il loro desiderio, apr una porta a Beinasco in via Principe Amedeo 18, un locale di circa mq 60 che in precedenza aveva ospitato la banca CRT, ma che a causa del loro trasferimento si era liberato. Il 31 maggio 1971 il locale di Via Principe Amedeo venne dedicato al Signore. In quelloccasione furono tanti i fratelli che vennero ad incoraggiarci, molti dei quali provenienti dalla comunit di Torino Via Issiglio, insieme al loro pastore Antonio Santoro, che per loccasione predic il messaggio della Parola di Dio. Da quel giorno, altre famiglie della chiesa Via Principe Amedeo comunit di Torino decisero di frequentare regolarmente la nascente comunit, dando con il loro servizio un contributo importante alla crescita e allo sviluppo di questa opera, tra le quali vogliamo ricordare la famiglia Schirripa, Piccolo, Viola e Manganiello. Negli anni successivi, altre famiglie, come la famiglia Cottone, Mottola, Sciarrino, Guagliardo, Platania e la sorella Norina, si aggregarono alla comunt, dando il loro contributo per la crescita spirituale dellintero corpo. Fu cos che sin dai primi anni si form un bel numero di credenti, desiderosi di predicare il Vangelo in questa zona, al punto che gi lanno successivo venne eletto il Consiglio di Chiesa, che era formato, oltre che dal Pastore Giuseppe Bianco, da tre Consiglieri, i fratelli Salvatore Schirripa, Carmelo Biondi e Giuseppe Gargiulo.

alcuni giovani di Via Issiglio il giorno dellinagurazione

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.6

evangelizazione co

n i f.lli di Torino 7

Gli inizi
Linizio stato un momento particolarmente benedetto dal Signore; lo zelo e il forte desiderio di servire il Signore traboccava dai cuore dei giovani credenti che dedicavano il loro tempo libero per organizzare visite ed evangelizzazioni, afnch lopera del Signore potesse crescere ed espandersi anche in queste zone. Numerosi erano i semplici culti allaperto che si organizzavano nelle varie piazze dei paesi limitro. La capienza iniziale del locale era di circa 60 posti, ma nel giro di pochi anni il Signore ci diede grazia di poter comprare, non solo il locale preso in aftto, ma anche un basso fabbricato accanto al locale, che fu adibito ad ingresso e alle aule per la Scuola Domenicale. In questo modo, la capienza del locale fu elevata a circa 100 posti a sedere.

igli i Via Iss battesim

o 70

battesim

i nel um

e p 81

battesimi ne

l ume p 8

Non essendoci la vasca battesimale, i primi servizi battesimali furono svolti nella comunit di via Issiglio, ma ben presto si prefer farli quasi sempre presso i vari umi della zona. Il nostro primo servizio battesimale esterno, lo svolgemmo presso il lago di Avigliana; successivamente furono i vari umi della zona, come il Sangone, o il Ceronda a Givoletto, il Po a Carmagnola e il Pellice, ad essere utili alla causa. Nellestate del 1978, il torrente Sangone fu scelto per battezzare 17 nuovi credenti; erano quasi tutti adolescenti e giovani che desideravano consacrare la loro vita al Signore e ancora oggi, alcuni di loro sono alla guida spirituale della nostra comunit. Negli anni settanta, numerose erano le occasioni per stare insieme tra fratelli. Le domeniche pomeriggio o in occasioni di festivit si stava insieme allaperto, trascorrendo del tempo in compagnia, ma soprattutto per lodare il Signore. Tra le mete preferite cera il pioppeto di C. so Allamano, laeroporto Cerrina, il pozzetto di Rivoli, ecc.

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.7

battesimo di Silvano Bianco ume sangone 16/07/78

battesimi al ume Sangone 16/07/78

primo matrimonio comunit Beinasco 30 mar. 75

battesimi al ume p 18/09/83

battesimo a Carignano ume p 11/09/88

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.8

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.9

gru

pp

og

iov

an

i 7
80

8
no

n te da Cr o ist la ris po a st 8 1
p ca od an

La Scuola Domenicale e il gruppo giovanile


Fin dallinizio furono istituite alcune classi della Scuola Domenicale, in quanto i componenti della comunit erano quasi tutte famiglie giovani con numerosi bambini. Si svolgeva la domenica mattina prima del culto ed era suddivisa in due classi: i giovani, seguiti dal fratello Gargiulo (trasferitosi a Napoli nel 1976) e i bambini e ragazzi, seguiti dalla sorella Carolina. Col passare degli anni sono nate altre classi e tanti altri fratelli e sorelle hanno collaborato per la formazione spirituale dei nostri ragazzi, tra i quali vogliamo ricordare il fratello Enzo Viola, che inizi a collaborare nel 1978 e ancora oggi svolge questo servizio a Dio. Essendo molti i ragazzi e i giovani presenti nella comunit, verso il 1975 si inizi ad avere degli incontri tra i giovani il sabato sera. Fu attraverso linteressamento del fratello Ernesto Zingale, e larrivo della missione itinerante di Cristo e la Risposta che il Signore mise nel cuore dei giovani il desiderio di stare insieme intorno alla Parola di Dio.

alcuni giovani 1982

Il fratello Dino Viola venne incaricato come responsabile dei giovani; con laiuto di altri giovani della comunit port avanti questo compito no agli inizi degli anni ottanta, per poi passare lincarico al fratello Mos Biondi, che fu il responsabile no alla ne degli anni novanta. Nacque un gruppo giovanile che Dio ha benedetto, formato da giovani credenti con il forte desiderio di servire il Signore. Le domeniche pomeriggio uscivano insieme, a volte per tirare un calcio al pallone, altre volte solo per fare una passeggiata, ma con lo scopo principale di condividere la propria passione per Ges. Spesso terminavano la domenica incontrandosi in

Val Sangone 80

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.10

chiesa per pregare, per poi andare a mangiare una pizza insieme al bar principe di propriet della famiglia Agostino-Middonte.

1 genn.85

Le occasioni per evangelizzare erano sempre benvenute. A volte organizzavano in centro a Torino, insieme ad altre comunit, oppure si recavano in qualche parco e con una semplice chitarra cantavano le lodi al Signore parlando di Ges ai curiosi. riunione mercoled genn. 87

1 ott.89

Numerose furono anche le iniziative giovanili private, sempre in accordo con il pastore, come la riunione del mercoled a casa della famiglia Viola, o le varie riunioni di preghiera infrasettimanale che coinvolgevano tutti i ragazzi.

5 ott. 87

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.11

La costruzione del nuovo locale


Mentre il numero dei membri aumentava, il bisogno di avere un locale di culto pi adatto alle esigenze della comunit era sempre pi forte. Nel gennaio del 1990, il Comune di Beinasco, il risposta alle nostre preghiere, ci diede la possibilit di acquistare un area di circa 1500 mq dove poter costruire un nuovo locale di culto. Questa iniziativa fu accolta con molto entusiasmo da parte dellintera comunit, che allora contava circa 100 membri battezzati. Da alcuni anni avevamo iniziato a raccogliere unofferta da destinare alla futura costruzione, ma era ben poca cosa di fronte alla spesa che si preventivava. Iniziammo cos una raccolta di fondi tramite un sottoscrizione volontaria, per poter affrontare le numerose spese previste. Il risultato super ogni pi rosea aspettativa e nel giro di circa 5 anni, riuscimmo a pagare lammontare della somma per la costruzione del locale. Vogliamo ringraziare in primo luogo il nostro Signore Ges per averci provveduto un locale adatto alle nostre esigenze, ma anche tutte le famiglie che, spesso affrontando anche duri sacrici, hanno contribuito con il loro aiuto economico, pratico, ma anche in preghiera, alla realizzazione del progetto. Un ringraziamento particolare anche allamministrazione comunale di allora; in modo particolare lassessore allurbanistica il sig. Florense e il sindaco sig. Massimino, che presero a cuore il nostro bisogno e si attivarono per le procedure amministrative necessarie.

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.12

Finalmente in Via Silvio Pellico


Nel settembre del 1993 abbandonammo il locale di culto di Via Principe Amedeo per spostarci nel nuovo locale di Via Silvio Pellico. Sebbene i ricordi che ci legavano al vecchio locale erano tanti e numerose erano le benedizioni che il Signore aveva largito in quel luogo, la gioia di andare nalmente in un luogo pi adatto alle nostre esigenze, era immensa. Si realizzava il sogno di avere un locale accogliente, con tutti i servizi necessarie per le varie attivit della chiesa (aule della Scuola Domenicale, cucina per agapi fraterne, salone per ritrovarsi ) ma soprattutto un locale pi grande dove poter offrire il nostro culto al Signore e annunciare lEvangelo a sempre pi persone. Il 23 novembre 1993
feb. 19 97

le la cora

dedicammo il locale al Signore, con la partecipazione delle autorit locali e di numerosissimi fratelli accorsi dalle varie comunit della zona. Il fratello Paolo Arcangeli, pastore della chiesa di Genova e rappresentante del Consiglio Generale delle chiese ADI, fu il predicatore in quelloccasione.

lug rale o la c

. 9

tt. 94 16 o

prim

trim o ma

onio

o vo el nu

loca

le

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.13

Sviluppo della chiesa


Sin dai primi giorni, ci siamo resi conto dellimmensa grazia che Dio ci aveva concesso di poter avere un locale tutto nostro dove incontrarci. Intensicammo tutte le varie attivit. Levangelizzazione assunse un ruolo sempre pi importante, con culti di evangelizzazione svolti sia in chiesa che allaperto, oppure con listallazione di una tenda in varie cittadine della zona . Intensicammo anche lattivit della Scuola Domenicale, istituendo man mano che aumentavano i bambini, nuove classi. Attualmente abbiamo 7 classi, con circa 100 iscritti, 18 monitori, pi le tante sorelle che intrattengono i bimbi pi piccoli durante il culto. Anche la riunione dei giovani ha subito importanti sviluppi. Altri fratelli si sono succeduti alla guida dei giovani, tra i quali il fratello Gianni Motta, Nino Bianco e Luca Bianco, che lattuale responsabile dei giovani. Allinizio degli anni 2000, grazie allinteressamento di alcuni ragazzi, si formato un incontro tra i vari adolescenti della comunit, che Dio ha benedetto particolarmente e che certamente continuer a fare.

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.14

pr

ba imi

s tte

nu imi

ovo

ale loc

94

ch

ius

s ura

cu

ol

o ad

me

le ica

90

iu ch

r su

c as

uo

o ad

me

le i ca

90

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.15

recite scuola domenicale

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.16

Apertura nuove missioni


Nel 2003 il Comitato di Zona Nord-Ovest ci chiese se potevamo aprire un locale in Piossasco. Essendo la nostra prima esperienza a livello di missione, dopo un breve periodo di esitazione, accettammo linvito e trovammo un locale adatto allesigenza in Via Roma. Inizialmente fu curata dai vari componenti del Consiglio di Chiesa, ma dopo alcuni mesi fu afdata al fratello Angelo Ciraldo, un giovane cresciuto nella nostra comunit. Un ringraziamento particolare al fratello Salvatore Schirripa che prese a cuore in modo particolare la nascente missione non facendo mai mancare il suo contributo e la sua esperienza spirituale no al giorno in cui il Signore lha chiamato alla Casa del Padre. Dopo alcuni anni la comunit si trasferita nellattuale sede di Via Magenta 8 e dal 2008 diventata chiesa autonoma. Il Signore mise nel nostro cuore di fare qualcosa anche in Giaveno, un cittadina che non aveva alcuna testimonianza evangelica. Grazie anche al fatto che due famiglie appartenenti alla nostra comunit, si erano nel frattempo trasferite a Giaveno ed erano desiderosi di impegnarsi in questopera, decidemmo di aprire nel novembre 2005 un piccolo locale in Via Cardinal Massaia. Inizialmente si svolgeva una sola riunione settimanale, il mercoled sera, ma ben presto passammo a fare il culto anche una domenica al mese, per passare poi alle attuali due. Dopo circa 1 anno ci siamo trasferiti in Via T. Marchini 1 un locale pi consono allesigenze della missione. La missione stata curata no allo scorso anno dal fratello Silvano Bianco, mentre da circa un anno viene curata dal fratello Francesco Cataldo. Il 24 gennaio 2010 il pastore Giuseppe Bianco ha rassegnato le proprie dimissioni per raggiunti limiti di et. Gi da due anni, il fratello Silvano Bianco era stato scelto dalla comunit come successore ed ora, dopo unulteriore votazione, viene nominato come nuovo Pastore della comunit.

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.17

Cosa Crediamo crediamo... che la Bibbia il messaggio di Dio per lumanit. perci cerchiamo... di comprendere e di ubbidire alla Sua verit. crediamo... che c' un solo Dio, distinto in tre persone: Padre, Figlio e Spirito Santo. perci desideriamo... conoscerLo in tutta la Sua bellezza e completezza. crediamo... che Ges pienamente Dio e pienamente uomo. perci ci rallegriamo... perch Ges un ponte tra noi e Dio. crediamo... che lumanit, nel corso della storia, ha peccato ripetutamente contro Dio. perci siamo... consapevoli di essere segnati anche noi da questa disobbedienza e incapaci di redimerci. crediamo... che Dio ci perdona per mezzo della fede nella morte di Ges. perci ci ravvediamo.... e ci rallegriamo in questo perdono. crediamo... che Dio ha risuscitato Ges dai morti e ci offre una nuova vita libera dal peso del peccato. perci viviamo... una vita gradita a Dio per mezzo di Cristo che vive in noi. crediamo... che Ges ha garantito ai Suoi discepoli la potenza dello Spirito Santo. perci possiamo... sperimentare la Sua potenza soprannaturale nella nostra vita quotidiana. crediamo... che Dio possa guarire lanima e il corpo. perci preghiamo... con fede e con speranza. crediamo... nella vera Chiesa, fondata da Ges. perci condividiamo... questa comunione di fede con quanti lo desiderano. crediamo... che Dio comandi ai Suoi discepoli di celebrare la cena del Signore e battezzare in acqua quanti credono in Lui. perci pratichiamo... questi atti simbolici, riflettendo sul loro significato. crediamo... che Ges ritorner per reclamare la Sua Chiesa. perci viviamo... aspettando il Suo ritorno. crediamo... che un giorno Ges sar chiaramente visibile sulla terra come Re. perci viviamo... gi ora come cittadini del Suo Regno. crediamo... che il giudizio definitivo spetter a Dio. perci viviamo... sapendo che le nostre scelte hanno conseguenze eterne. crediamo... che vivremo con Dio per sempre. perci viviamo... con speranza, a prescindere dalla nostra attuale condizione.

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.18

Sono passati 40 anni da quando il Signore mise nel cuore di alcuni fratelli e sorelle, il desiderio di iniziare unopera nelle nostre zone. Ci che sotto gli occhi di ciascuno di noi, come il Signore, in tutti questi anni, non ha mai mancato di farci sentire la Sua presenza e di concederci la grazia di ricevere ogni tipo di dono dalla Sua mano. Io sono nato e cresciuto in questa comunit, che stata la mia famiglia per 40 anni e che amo in modo particolare. Se ho accettato lincarico di curare spiritualmente questa chiesa, non solo per lamore verso il Signore Ges e lopera Sua, ma anche per un amore particolare che nutro verso la Chiesa di Beinasco. Dio ci ha benedetto e sono assolutamente certo che Dio continuer a benedirci e portarci avanti. Perch? Semplicemente perch siamo il Suo Corpo, che Egli ama e cura teneramente. Lopera non mia, non appartiene ai fratelli del Consiglio di Chiesa o a qualche fratello o sorella particolare, ma esclusivamente opera Sua. Il mio desiderio che ognuno di noi, e ripeto ognuno di noi, non solo il Pastore o i Consiglieri, non solo i Monitori o coloro che hanno un qualsiasi ruolo attivo nella Comunit, ma ogni singolo membro, dal pi giovane al pi vecchio, dal pi talentuoso al meno, dia il proprio contributo collaborando col Signore per ledicazione di tutti. In che modo? Principalmente pregando, mettendo al servizio della chiesa i talenti che Dio ha donato, il proprio tempo, la propria passione, ma anche cercando non il proprio bene, ma quello dellintero Corpo. Solo attraverso lunit, attraverso la ricerca del bene comune e ledicazione del fratello, che passa spesso anche attraverso la rinuncia a se stessi e alla sottomissione reciproca, possiamo collaborare con Dio per portare avanti lopera Sua. Mi rendo conto che spesso, noi miseri servi, possiamo solo guastare la vigna del Signore, invece di curarla e amarla. Fratelli e sorelle, vogliamo prendere slancio dal passato, per costruire un futuro ancora pi glorioso. Ges Cristo sta per tornare e noi vogliamo essere una Chiesa pronta al momento del Suo ritorno, una Chiesa che si fa trovare con la mano allaratro. Che Dio ci dia grazia di vedere ancora per anni la potente mano di Dio allopera in mezzo di noi, per la salvezza di tutti coloro che credono allEvangelo. Il pastore Silvano Bianco

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.19

Beinasco: Via Silvio Pellico, 6 silabia@libero.it adi.beinasco@gmail.com giovani.beinasco@gmail.com www.adi-beinasco.it Culti: Domenica culto adorazione ore 10.30 Marted culto di preghiera ore 20.30 Gioved studio biblico ore 20.30 Sabato riunione giovanile 20.30

Piossasco: Via Magenta, 8 www.adipiossasco.it Culti: Domenica culto adorazione ore 10.30 Mercoled studio biblico 20.30 Venerd preghiera 20.30

Giaveno: Via Teresa Marchini, 1 Culti: 1 e 3 Domenica del mese ore 17.00 Mercoled ore 20.30

http://www.assembleedidio.org/

1971-2011 Bruciano cuori ardenti per Ges Cristo Pag.20