Vous êtes sur la page 1sur 9

Training di Immunizzazione da Stress e Impulsivit

Workshop di due giornate

Premessa
Le Competenze soft sulle quali si deve concentrare leducation per manager e professional, particolarmente oggi in tempo di crisi, fanno parte della personalit individuale e impattano tanto sulla produttivit, quanto sulle relazioni con gli altri (colleghi, dipendenti, clienti e fornitori). Esse corrispondono alle seguenti abilit: Tensione ai risultati (conseguenza di tenacia e adattabilit) Programmazione e organizzazione personale Gestione dello stress e resilienza Pianificazione (es: analizzare la situazione as is, fissare le priorit, pianificare azioni) Networking (gestire le relazioni con gli altri fuori e dentro lazienda) Spirito imprenditoriale (es: atteggiamento di problem solving e di customer satisfaction)

Pag 2

Quando lazienda investe in immunizzazione antistress il ritorno economico sicuro


La ricerca ha misurato leffetto della resilienza* dei collaboratori dopo un training antistress: Coinvolgimento, entusiasmo, apprendimento +49% Vendite > 37% Produttivit > 31%
Fonte: AAVV. e Metanalisi di 225 studi. In: Harvard Business Review, gen.-feb. 2012, pp.48-67)

*Resilienza il termine tecnico che descrive la capacit personale di affrontare e superare le situazioni di stress. Questa abilit si pu acquisire o
rafforzare con il training.

Lo Stress un costo per lazienda e per la societ:

64% casi di malattia e assenze provocati dallo stress, e di questi 27% denuncia linabilit temporanea 46% ha un et fra 46 e 55 anni 20% ha oltre 55 anni (per lo pi manager e impiegati)
(Fonte: INAIL, 27/10/2011)

Qual il costo dello stress nella vostra azienda?


Pag 3

Le cinque competenze distintive


Il training di Immunizzazione da Stress offre una formazione specifica per contrastare lo stress, originato da ansia, impulsivit con i sottostanti sentimenti di timore del rifiuto e della perdita di opportunit. Laffettivit e il malessere conseguenti, spesso sfociano in uneccessiva reattivit e in comportamenti che possono avere imortanti riflessi sulla carriera e sul prestigio personale. Il programma Training per lImmunizzazione da Stress - TIS segue un preciso protocollo scientifico (Meichenbaum e al.) corroborato da altre recenti ricerche. I partecipanti potranno sperimentarlo contestualizzato alle attivit aziendali, oltre ad impiegarlo autonomamente in privato. Il programma TIS promuove il miglioramento delle seguenti abilit Concentrazione Autocontrollo Resilienza Resistenza allo stress e alle frustrazioni Ascolto di s Ascolto degli altri Curiosit e interesse verso gli altri

Pag 4

Gestione dello Stress Lofferta


Obiettivi: sensibilizzare ed esercitare i partecipanti a controllare lo stress e limpulsivit nelle situazioni professionali e incrementare la qualit del lavoro, modificando armonicamente i modelli di reazione. Agenda: referenziato a livello scientifico, il programma articolato in tre fasi (non necessariamente continuative) per complessive 16 ore. La Fase 1 (4 ore) informativa: si esaminano le origini e i processi dello stress con le sue manifestazioni. I partecipanti sperimentano la scoperta, il confronto e il dimensionamento delle percezioni; la Fase 2 (8 ore) consiste nellacquisizione e ripetizione di varie tecniche di coping (riduzione) dello stress; la Fase 3 (4 ore) vede ulteriori applicazioni pi avanzate delle tecniche, assistite dai facilitatori, e infine ogni partecipante si prende in carico un programma personalizzato di auto-aiuto. Partecipanti e Facilitatori: gli esercizi richiedono un alto livello dinterattivit fra il facilitatore ed i partecipanti: pertanto, si raccomandano gruppi di 8-12 partecipanti per facilitatore. Se il gruppo dei partecipanti superiore a 12 persone, allo scopo di mantenere partecipe linterazione, indispensabile la presenza di un secondo facilitatore. A garanzia dei partecipanti, i Facilitatori sono tutti Psicologi iscritti allOrdine professionale e abilitati a queste tecniche.

Pag 5

Gestione dello Stress lofferta


Preparazione: la Fase 1 richiede che i partecipanti comprendano le finalit e anche i limiti di questa offerta aziendale, mediante letture divulgative sullo stress; una fase importante che precede il patto daula sugli esercizi. Questo Studio perci produrr il materiale didattico (pubblicabile ad esempio anche su una piattaforma di e-learning). Tale materiale sar completato da due questionari: il primo (15 domande), servir per verificare lapprendimento dei concetti teorici di base e la misura del peso da dare alla teoria in aula il secondo (21 domande) definisce lautopercezione dello stress. Il facilitatore dar un feedback riservato a ogni partecipante e lo stesso questionario sar riproposto alla fine del percorso, per confrontare la percezione dello stress prima e dopo il workshop. In aula il tempo sar dedicato a esercizi che saranno preventivamente scelti in funzione dei ruoli presenti (manager, operativi ecc.). I principi teorici saranno soltanto ricordati, poich lutilit del workshop tanto maggiore, quanto pi le attivit quotidiane e gli esercizi appariranno collegati. Al termine di questo intervento i partecipanti saranno stimolati perch continuino a esercitarsi per mantenere i benefici del training iniziale.

Pag 6

Agenda di massima del workshop


Allinizio di ogni sessione, saranno proposti un esercizio di rilassamento ed una pratica di mindfulness. Prima sessione (4 ore) Presentazioni e introduzione al workshop (aspettative, tipologia di esercizi, processi e risultati attesi) Presentazione del significato dellassessment (questionario online sullo stress percepito) tramite la sua decodifica. I fattori stressanti nel lavoro: cause ed effetti (Brown Paper). Discussione in plenaria. Richiamo delle conoscenze sullo stress, sulle tematiche del coping, dellimpulsivit e dellassertivit. Gestione individuale e in gruppo dello stress. Sperimentazione. Seconda sessione (4 ore) I pensieri disfunzionali e lansia che si originano dallo stress; le modalit per farvi fronte. Riflessioni individuali sulla propria storia personale (relata al solo contesto lavorativo) e condivisione con gli altri del proprio punto di vista, cos da indurre una comunicazione autentica e diretta. Billets doux. Assegnazione di attivit personali da svolgere durante un eventuale tempo di intervallo. Terza sessione (4 ore) Riepilogo delle buone pratiche e dei comportamenti virtuosi del Coaching. Esercizi per migliorare la concentrazione, lascolto e lempatia. Sperimentazione di alcune tecniche di Leaders Peer Coaching, un modello di relazione avanzato ideale per un gruppo di lavoro e nelle situazioni di assistenza ai clienti. Quarta sessione (4 ore)

Revisione delle attivit personali programmate (sessione 2); riflessione condivisa sui risultati osservati e le difficolt incontrate. Peer Coaching fra i partecipanti per migliorare le percezioni dei problemi e ridurne limpatto stressante. Esercizi e tecnica di autocontrollo dellemotivit Somministrazione del questionario iniziale e debrief personale a distanza.
Pag 7

Accordo di riservatezza
RUOLO DEL CLIENTE Il cliente fornir ai consulenti dello Studio Dott. Alberto Corcos tutti i dati, le informazioni, le analisi, il supporto operativo utili per il successo del progetto.

Il cliente garantir lorganizzazione degli incontri previsti, la stampa dei master delle esercitazioni, il materiale di consumo (post-it 76 x 127) al fine di rispettare i tempi previsti nel Gantt di progetto che sar concordato.
Il cliente e questo Studio si impegnano reciprocamente a non assumere o dare incarichi n direttamente n tramite consociate, o personale appartenente rispettivamente all'altra organizzazione, che abbia partecipato al progetto al quale si riferisce la presente proposta di collaborazione, per un periodo di dodici mesi dalla conclusione del progetto. RUOLO DEI PROFESSIONISTI DELLO STUDIO DOTT. ALBERTO CORCOS questo Studio si impegna a garantire la gestione dei corsi durante lintero progetto, nel fornire ogni tipo di supporto tecnico, metodologico e operativo necessario al buon esito del progetto. Per la natura pratica e esperienziale dei corsi e seminari, il numero massimo di partecipanti consentito per ottenere dei risultati didattici di DODICI persone per ogni Facilitatore. ACCORDO DI RISERVATEZZA Questo Studio si impegna a rispettare la deontologia professionale e a mantenere strettamente confidenziali tutte le informazioni fornite dal cliente e dai partecipanti o apprese durante il progetto: materiali, documenti, know how orale e scritto, analisi, informazioni organizzative o commerciali, conversazioni, opinioni e descrizioni di eventi relativi al progetto. Si impegna quindi a non utilizzare tali informazioni per nessun proposito non legato a questo progetto.
Pag 8

Allegato 1 Profili dei facilitatori


Alberto Corcos psicologo delle organizzazioni . Ha lavorato per 12 anni nella Direzione HR di aziende multinazionali, fino al job Direttore Risorse Umane (Finanza & Futuro). Come consulente ha progettato e realizzato numerosi programmi di sviluppo delle competenze per industrie e servizi. accreditato dallOPL in qualit di Esperto in Psicologia delle Organizzazioni e del Lavoro e in Psicologia della Comunicazione e del Marketing. Pi recentemente, stato project leader in progetti di change management per aziende commerciali , di servizi e per unimportante associazione datoriale. Membro dellEuropean Mentoring & Coaching Council, svolge attivit di Executive Coaching e Leaders Peer Coaching. Collabora con note Societ di consulting su progetto. Ha pubblicato alcuni manuali frutto di esperienze professionali relativi allo sviluppo delle competenze e alle tecniche di Peer Coaching. Ha ideato e organizzato a Milano per lOrdine degli Psicologi della Lombardia il Festival della Cultura Psicologica 2012. Gaia Vicenzi psicologa e psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo comportamentale (Phd). Ha iniziato a lavorare nel campo del marketing e delle ricerche di mercato, dando attenzione alle variabili cognitive determinanti le scelte dei consumatori. Ha conseguito un dottorato con una tesi sul costrutto dellimpulsivit. Attualmente svolge attivit clinica, interessandosi in particolare di disturbi di ansia e stress correlati, di formazione in corsi di training professionale, sia nellapprendistato, sia in corsi postlauream. Ha pubblicato il manuale Stop al panico, 2012, per la cura dellansia e del panico.

Pag 9