Vous êtes sur la page 1sur 23

Le emorragie digestive

Prof Paolo Usai


• L’emorragia è un problema frequente
• La sede può essere qualunque punto del
tubo digerente
• Alte: sopra il Treitz
• Basse: sotto il Treitz
• Presentazione differente
• Gravità differente
Epidemilogia
• Ricoveri annuali per EDS 150/100.000
• Ricoveri annuali per EDI 37/100.000
• Mortalità 8/10%
Cause
• Ulcera duodenale 24%
• Erosioni gastriche 23%
• Ulcera gastrica 21%
• Varici esofagee 10% - 30%
• Lesioni di Mallory-Weiss 7%
• Esofagite 6%
• Duodenite erosiva 6%
• Neoplasia 3%
• Ulcera anastomotica 2%
• Ulcera Esofagea 2%
Emorragia da ulcera duodenale 24%
Varici esofagee
Emorragia bassa
cause
• Diverticolosi 43
• Angiodisplasia 20
• Indeterminata 12
• Neoplasia 9
• Colite radiazioni 6, ischemica 2, ulcerosa
1
Quadro clinico
• Entità
• Velocità
• Sede
• Melena: emissioni di feci nere
maleodoranti di consistenza liquida semi
liquida
• Ematemesi: emissione di sangue con il
vomito, rosso vivo, rosso scuro
• Ematochezia emissione di sangue rosso
vivo dal retto
Inquadramento clinico
• Valutare la gravità e necessità di
provvedimenti urgenti.
• Pallore
• Ipotensione
• Agitazione psicomotoria
• Tachicardia.
• Necessario ripristino volemia
• Shock quando la perdita supera il 40% del
volume ematico
• Caduta dei valori pressori di almeno 10
mmHg aI passaggio dal clino
all’ortostatismo indica che la perdita è di
almeno il 20% della volemia
Provvedimenti urgenti
• Incannulamento vena periferica
• Accesso venoso centrale
• Emocromo
• PT PTT fattori della cagulazione
• Emogruppo
• Necessario ripristino volemia:
• Liquidi,
• Emotrasfusioni
• Trasfusioni plasma fresco congelato
• Trasfusioni piastrine
Valutazione diagnostica emorragie
superiori
• Anamnesi ed esame obiettivo
• Stabilire sede del sanguinamento
• Posizionamento del sondino naso gastrico
• Endoscopia
Valutazione diagnostica emorragie
inferiori
• Anamnesi esame obiettivo
• Esplorazione digitale del retto !!!
• Endoscopia
• Radiologia
• Scintigrafia emazie marcate
Evoluzione prognosi emorragie
superiori
• 80% arresto spontaneo
• 20% continua o recidiva a breve termine

• Fattori prognostici negativi:


• Patologia causale
• Gravità emorragia
• Comorbilità
• Trattamento con anticoagulanti, anti aggreganti
• Età
• Insorgenza, recidiva ospedaliera
• Endoscoipa suggestiva di emorragia recente
Evoluzione prognosi emorragie
inferiori
• 80% arresto spontaneo
• 25% recidiva a breve termine
• Pazienti anziani
Terapia
Ulcera peptica
• Terapia Medica vasocostrittori splancnici,
bloccanti H2 recettori ?
• Terapia endoscopica:
• Diatermo coagulazione
• Iniezione di vaso costrittori o sclerosanti
• Chirurgico
• Prevenzione: Eradicazione Helicobacter
pylori, attenzione su FANS
• Gastropatia erosiva emorragica da FANS
e/o alcol eliminazione dei fattori causali
• Gatropatia da stress alta mortalità
Emorragia da varici esofagee
• 30% dei pazienti con varici sanguina
• Mortalità del 25-30 % un tempo > 50%
• 60% di probabilità di recidiva a breve
termine
• Altissimo nelle prime sei settimane quindi
cala progressivamente
Emorragia da varici gastriche
• 10% delle emorragie digestive superiori
nei pazienti con ipertensione portale
• Recidiva più frequente più grave
Profilassi prima emorragia
• Betabloccanti non cardio selettivi
( propanololo, nadololo)
• Endoscopica con scleroterapia o legatura
delle varici successo nel 95% dei casi
• Shunt intaepatico trans giugulare
percutaneo TIPS.
• Lesione di Mallory-Weiss
• Ulcera esofagea
• Ernia iatale
• Neoplasia
• Angio displasia
• Diverticoli del colon