Vous êtes sur la page 1sur 208

Georges Ulysse

Laura Nosengo
Daniela Lombardo

Mthode d'italien pour dbutants

Remerciements
Georges Ulysse remercie ses collgues de lUniversit dAix Marseille Provence I qui ont toujours rpondu avec comptence et amabilit ses questions
sur ltat et lvolution de la socit, de la culture et de la langue italiennes et qui ont, avec diligence, efficacit et patience, fourni les renseignements et les
documents qui leur ont t demands avec insistance : Chiara BASSO-MILANESI, Alessio BROTTO, Gabriella DE ANGELIS, Claudio MILANESI, Michela
TOPPANO, Brigitte URBANI, Maria Luisa VIANELLO.
De nombreux professeurs de collge et de lyce, enseignant en particulier dans lAcadmie dAix-Marseille, ont clair les auteurs sur leur pratique
pdagogique, leurs besoins en matire dinstruments de travail et les prfrences de leurs lves. Cest avec gratitude que, dans la mesure du possible,
il a t tenu compte de leurs conseils et suggestions.
Les auteurs remercient MM. Gilbert BOSETTI (p. 30) et Jean ZUCCHET (pp. 86 147, 168 et 180) pour les photos dont ils ont autoris la reproduction.

Stampa
Guerra guru s.r.l. - Perugia
I edizione
Copyright 2006 Guerra Edizioni
- Perugia
ISBN 88-7715-908-1

Propriet letteraria riservata.


I diritti di traduzione, di memorizzazione
elettronica, di riproduzione e di adattamento
totale o parziale, con qualsiasi mezzo (compresi
microfilm e le copie fotostatiche), sono riservati
per tutti i paesi.

Gli Autori e lEditore sono a disposizione degli


aventi diritto con i quali non stato possibile
comunicare nonch per involontarie omissioni
o inesattezze nella citazione delle fonti dei brani
o immagini riprodotte nel presente volume.

Guerra Edizioni
via Aldo Manna 25 - Perugia (Italia)
tel. +39 075 5289090
fax +39 075 5288244
e-mail: geinfo@guerra-edizioni.com
www.guerra-edizioni.com
Progetto grafico
salt & pepper_perugia
Illustrazioni
Alessandro Telve
Moira Bartoloni

Georges Ulysse
Laura Nosengo
Daniela Lombardo

Mthode d'italien pour dbutants

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Prface
Ciao a tutti est une nouvelle mthode ditalien pour dbutants conforme aux programmes tablis sur la
base des objectifs et des recommandations dfinis dans le Cadre europen commun de rfrence pour les
langues vivantes.
Ce manuel (et le matriel audio qui laccompagne) correspond au palier 1 (niveaux A1, A2) et pourra donc
tre utilis sur une dure et suivant le rythme qui seront jugs raisonnables en fonction des conditions de
lapprentissage (temps disponible, degr de prparation et de motivation des lves). Publi par lditeur
Guerra qui contribue la diffusion de litalien dans le monde entier, Ciao a tutti a vu le jour Prouse, centre
bien connu des trangers qui viennent y apprendre litalien. La mthode comprend :
- le livre de llve
- deux CD pour la classe offrant de trs nombreux enregistrements destins lapprentissage de la
comprhension et du remploi de la langue italienne.
- un cahier dexercices et un CD pour lentranement individuel
Les lments constitutifs (enregistrements, textes dialogus ou non et autres documents authentiques,
dossier iconographique) se prtent une exploitation la fois souple et ordonne en vue de lacquisition
de connaissances linguistiques permettant la pratique de loral et de lcrit, la dcouverte de la ralit
sociale et culturelle italienne et conduisant la rflexion et lexpression personnelle.
Aprs une tape initiale de prise de contact, douze units sont construites sur le mme schma :
- un dialogue est accompagn de dessins qui en facilitent llucidation et lexploitation (description des
images, exercices de mmorisation, cration de dialogues, etc.)
Mme si la majorit des dialogues se situe en Toscane, Florence et Sienne, des fentres souvrent sur
un horizon italien plus large.
- les questionnaires portant sur le dialogue ou la vie quotidienne des lves, ne sont pas exhaustifs :
utiliss et dvelopps en classe, ils permettent aux lves de revoir domicile ce qui a t dit pendant
le cours.
- la partie comunichiamo qui suit le dialogue reproduit les rpliques couramment employes dans la vie
quotidienne et invitent la rencontre et lchange.
- le secondo (Intermezzo) et le terzo tempo (In Italia) enrichissent le champ lexical tout en clairant sur
la ralit italienne de nos jours avec des ouvertures sur certains aspects de la culture du pass
(art et traditions). La reproduction de conversations incite la pratique dune langue fonctionnelle.
Cette partie centrale peut tre aborde au gr de lutilisateur car on a pris soin de ne pas apporter dlments
touchant aux bases fondamentales de litalien (conjugaisons, syntaxe, construction de la phrase, tournures
idiomatiques). Seul le lexique, restreint, est nouveau. partir de lunit 3, on pourra donc passer dune unit
lIntermezzo ou la rubrique In Italia dune autre unit, si on le juge bon.
- le quarto tempo (Impariamo per parlare), avec ses exercices qui peuvent tre faits loral et lcrit,
permet dacqurir une connaissance prcise des structures et des formes principales de la langue italienne.
La prsentation des phnomnes linguistiques et les exercices sont toujours contextualiss. Ces exercices
dentranement et de consolidation favorisent la mmorisation et le remploi.
- Le lexique italien franais runit surtout les mots italiens dont la traduction nest pas transparente.
- Un Aide-mmoire grammatical (
) prsente, sous une forme synthtique, ce qui est distribu de
faon plus fragmente et souple, avec de nombreuses reprises et rvisions tout au long des douze units
de Ciao a tutti, dans le quarto tempo (Impariamo per parlare) mais aussi dans les dialogues et les
Comunichiamo qui suivent.

Pagina | Quattro

Prface

Pour changer de support, viter la monotonie et mieux faire connatre la vie sociale, les traditions et la culture
italiennes, on pourra puiser dans une srie varie de textes (crits littraires, comptines, posies, articles
journalistiques, publications sur le web, etc.) mais aussi dans un riche dossier iconographique offrant, au fil
des pages, des illustrations de nature et dorigines diverses : photos, dessins humoristiques, publicit, affiches, etc.
La documentation photographique qui agrmente le livre a toujours t choisie en pensant son intrt pdagogique.
Fruit de lexprience et nourri par les conseils donns aux auteurs par de nombreux enseignants ditalien, Ciao a tutti
veut tre un instrument de travail la fois attrayant et mthodique que les professeurs sauront adapter leurs besoins
spcifiques.
Les auteurs sont la disposition des utilisateurs dont ils souhaitent connatre les ractions et les suggestions
(www.ciaoatutti.com).

domande sul dialogo

comunichiamo

impariamo per parlare

esercizi

ascolto

vai alla sezione grammaticale


fine libro

intermezzo (lessico)

in Italia

Pagina | Cinque

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Pagina | Sei

ciao a tutti !

Ciao!

Pagina | Sette

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Particolare di una statua

Vittoriano

Montecitorio

Quirinale

Palazzo Chigi

Palazzo Madama

Pagina | Otto

Ciao !

CIAO A TUTTI!
Invito al viaggio in Italia!

Germania

Repubblica Ceca
Slovacchia

Grecia

Polonia
Finlandia
Danimarca
Lituania

Francia
Germania
Gran Bretagna
Italia
Spagna

Inghilterra

popolazione
59.900.000 abitanti
82.532. 000 ab.
59.673.000 ab
57.888.000 ab.
41.345.000 ab.

Irlanda

abitante
un francese
un tedesco
un inglese
un italiano
uno spagnolo

lingua
francese
tedesco
inglese
italiano
spagnolo

Francia
Spagna

Norvegia
Austria

Malta
Lussemburgo
Portogallo

Italia
Belgio

Svezia

Bandiere

Drapeaux

bella, la bandiera tricolore


e sboccia al sole come sboccia un fiore.
Ma le bandiere sono tutte belle, fatte per
sventolare
insieme, come sorelle
mille pi mille bandiere a braccetto!

Il est beau, le drapeau tricolore


et il resplendit au soleil comme une
fleur panouie.
Mais tous les drapeaux sont beaux ; ils
sont faits pour flotter au vent
tous ensemble, comme des frres
des milliers et des milliers de drapeaux
qui vont bras dessus bras dessous.

Gianni RODARI,
Filastrocche per tutto lanno
lanno, Editori riuniti.

Pagina | Nove

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

VIVA LITALIA!

4.
6.

Tout le monde a entendu parler de lItalie, nest-ce pas ?


1.

5.

3.

2.

7.

8.
10.

15.

9.
11.

12.

16.

17.
10

Pagina | Dieci

13.

14.

18.

19.

Ciao !

A toi !
1. Rapproche limage de sa dfinition.
I. Lindustria automobilistica.

B. Il cappuccino e il caff.

M. Le motociclette italiane.

L. La moda.

A. Lattore italiano Benigni.

P. Laura Pausini

D. Il Davide di Michelangelo.

C. Il Colosseo (Roma).
E. Design italiano.

S. La pasta.

U. La torre pendente di Pisa.

R Il panettone.

O. La squadra azzurra di calcio.

N. La Nutella.

G. La Gioconda di Leonardo da Vinci.


T. Il gelato.

F. Garibaldi.
H. Una gondola (Venezia).

Q. Euro.

Rponse:
A

15

2. En-dehors de ces lments, que connais-tu de lItalie ?


citt

calcio

cinema

persone famose del presente

persone famose del passato

letteratura

arte

cucina

3. Tu connais dj quelques mots italiens : lesquels ?


Regarde ces dessins et dis quels mots ils te font penser.

Buo

G
P

Gor

P
S

Ci
Pagina | Undici

11

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

VIA!

Lucia
Michel
Lucia
Michel
Lucia

Ciao! Mi chiamo Lucia.


Sono italiana. Vivo a Milano.
Ciao, Lucia. Io non sono italiano. Sono francese.
Mi chiamo Michel. Abito a Parigi. Studio litaliano.
Non parlo francese. Mi dispiace.
Conosco un po lItalia ma non parlo ancora bene litaliano.
Ma s! Parli bene! Bravo!

Castello Sforzesco - Milano


Teatro alla Scala - Milano
12

Pagina | Dodici

Ciao !

toi ! Tocca a te!


Quand tu es en classe ditalien, cest un peu comme si tu
tais en Italie. Tu peux donc te comporter comme si tu
tais Italien(ne). Adresse-toi lun(e) de tes camarades
qui feint galement dtre Italien(ne). Vous vous
prsentez lun(e) lautre comme le font Lucia et Michel.
Si vous le prfrez, lun(e) de vous joue le rle dun(e)
Italien(n)e et lautre celui dun(e) Franais(e).

Exemple :
Marcello
Silvia

Ciao. Mi chiamo Marcello. Sono italiano.


E tu, sei francese?
Ma no! Anchio sono italiana.
Mi chiamo Silvia.

(Tu peux utiliser la traduction italienne de ton prnom ou


en choisir un autre.)

Piacere, Claudia. Io mi
chiamo Paul Guichard. Anchio
sono professore. Insegno
italiano a Nizza.

Buongiorno, sono Claudia


Guerra. Sono professoressa
di francese a Napoli.

Questo signore francese.


Invece questa signora italiana.

Castello Maschio Angioino - Napoli

Questa professoressa insegna il francese in Italia.


Invece questo professore insegna litaliano in Francia.

Piazza del Plebiscito - Napoli

Pagina | Tredici

13

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

14

Pagina | Quattordici

Unit 1
Indice dellunit
Ciao, di dove sei?
Comunichiamo
Intermezzo
In Italia
Impariamo per parlare

18-19
20-21
22-23
24-25
26-27

Pagina | Quindici

15

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Gli Uffizi

Santa Maria del Fiore

Santa Maria del Fiore

Palazzo della Signoria

Ponte Vecchio

Gli Uffizi

16

Pagina | Sedici

Unit 1

- Je salue : buongiorno, ciao, arrivederci


- Je me prsente :
Sono Chiara / Mi chiamo Chiara
E tu come ti chiami?
- Je demande un renseignement :
Scusa, dov ?
Come ...?
Chi ?

Le prsent de lindicatif singulier de


- lauxiliaire essere
- des verbes en are / arsi
- des verbes en -ere / ersi
- dovere
La phrase ngative
Larticle indfini et dfini (dbut)
Le nom et ladjectif (dbut)

Pagina | Diciassette

17

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

PRIMO TEMPO

CIAO, DI DOVE SEI?


La scena si svolge a Firenze, in piazza Duomo. Chiara una ragazza
fiorentina. Francesco un giovane romano che visita la citt.
Francesco:
Chiara:
Francesco:

Chiara:

10

Francesco:

15

Chiara:
Francesco:
Chiara:

Ciao. Scusa, sei di Firenze?


S, sono fiorentina. Perch?
Non trovo Ponte Vecchio sulla piantina: dov,
per favore?
facile. Devi prendere questa via a sinistra.
Porta direttamente in piazza della Signoria.
Poi devi continuare sempre dritto.
Quando arrivi al fiume il ponte a destra.
Dunque, prendo la prima a sinistra, arrivo in una
piazza e continuo fino allArno. Non difficile. Grazie.
Prego. Ma, scusa, di dove sei?
Sono di Roma. Mi chiamo Francesco, e tu?
Io sono Chiara. Buon soggiorno a Firenze!

Vero o falso?

Exemple :
La scena si svolge a Firenze.
Risposta: S, vero, si svolge a Firenze.
La scena si svolge a Milano.
Risposta: No, non vero, non si svolge a Milano.
1. La ragazza romana.
2. Il ragazzo fiorentino.
3. Il ragazzo chiede dov Ponte Vecchio.
4. Il ragazzo trova Ponte Vecchio
sulla piantina.
5. difficile trovare Ponte Vecchio.
6. Il ragazzo prende la via a sinistra.
7. Il fiume che passa a Firenze lArno.

NO

Domande sul dialogo.

Parliamo un po di te.

1.
2.
3.
4.
5.
6.

Il ragazzo si chiama Francesco. Invece la ragazza


si chiama Chiara.
E tu, come ti chiami?
Francesco di Roma. Invece Chiara di Firenze.
E tu, di dove sei?

Dove si svolge la scena?


Chi Chiara?
Chi Francesco?
Che cosa chiede il ragazzo?
Che cosa cerca sulla piantina?
Che via prende Francesco per andare a Ponte
Vecchio?
7. Dove porta questa via?
8. Se Francesco continua sempre dritto dove arriva?
9. Quando arriva al fiume dov il ponte?

Scusa, dov?
Per favore
Grazie.
Prego = di niente

18

Pagina | Diciotto

Unit 1

CIAO, DI DOVE SEI?

2
1

10

Pagina | Diciannove

19

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

COMUNICHIAMO
Salutare una persona / Saluer quelquun.

Salutare prima di separarsi. / Prendre cong.

TU

Ciao
Ciao, Francesco
Ciao, Chiara

Ciao

LEI
(vous)

Buongiorno professore / professoressa


Buonasera signor Giordani,
signora Bianchi / signorina Luciani

Arrivederci

Presentarsi / Se prsenter.
Mi chiamo Chiara
Sono Chiara

Chiedere agli altri di presentarsi / Demander aux autres de se prsenter.


TU
LEI

Come ti chiami?
Come si chiama?

Mi chiamo Lucia Bianchi .


Come ti chiami? Giuseppe Giordani.
E tu? Sono Lucia Bianchi.
E Lei, professore, come si chiama? Gino Longhi.
E Lei, professoressa, come si chiama? Margherita Gismondi.

Chiedere uninformazione su una persona / Demander un renseignement sur une personne.


Chi questa ragazza?
Chi Chiara?

Chiedere informazioni / Demander des renseignements.


Scusa!
Dov... / Dove?
Dov Ponte Vecchio?
Dove porta questa via?

Dare informazioni / Donner des renseignements.


Devi prendere a destra / a sinistra
Devi continuare sempre dritto
Il ponte a destra, Piazza della Signoria a sinistra.

20

Pagina | Venti

Chiara.
una ragazza fiorentina.

Unit 1

Ringraziare. / Remercier.
Grazie
Prego = di niente
Grazie per linformazione! Prego

CIAO,
LUCIA!

RNO,
BUONGIO SSA!
E
R
O
S
S
PROFE

ARRIVEDERCI!

CHIARA,
E TU?

COME
TI CHIAMI?

ECCO UNA PIANT


INA
DI FIRENZE.

GRAZIE.

Completa:
Per andare a

Vecchio?

Devi prendere questa via a


Porta direttamente in
ponte a

.
Signoria. Poi devi continuare sempre

. Quando arrivi al fiume il

Pagina | Ventuno

21

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

SECONDO TEMPO

INTERMEZZO
Una bella passeggiata

10

Francesco, che romano, non conosce ancora Firenze. Allinizio, si


trova in piazza del Duomo e cerca il celebre Ponte Vecchio.
Chiede uninformazione a Chiara che conosce bene la citt perch
abita a Firenze.
Francesco prende a sinistra per via dei Calzaiuoli, arriva in Piazza
della Signoria e passa davanti al Palazzo della Signoria.
Non si ferma, continua lungo la galleria degli Uffizi e arriva al
lungarno.
A destra vede il ponte.

1.
2.
3.
4.

Perch Francesco non conosce Firenze?


Dove si trova Francesco allinizio?
Cosa cerca?
Come si chiama la ragazza che informa
Francesco?
5. Perch questa ragazza conosce bene
la citt?
6. Quale via prende il ragazzo?
7. Dove porta questa via?
8. Dove passa Francesco dopo la piazza?
9. Come si chiama il pi grande museo
di Firenze?
10. Come si chiama il fiume che passa
a Firenze?

Santa Maria del Fiore

Palazzo della Signoria

d.

Ponte Vecchio

22

Pagina | Ventidue

Gli Uffizi

Unit 1

1. Descrivi la passeggiata di Francesco

Perch // Vecchio // facile // a sinistra //


sempre dritto // a destra

2. Ascolta e completa con le parole citate:


Francesco
Chiara
Francesco
Chiara

3. Ascolta e indica se le frasi sono vere o false:

Ciao. Scusa, sei di Firenze?


S, sono fiorentina.
?
Non trovo Ponte
sulla
piantina: dov?
Per andare a Ponte Vecchio?
Devi prendere questa via
Porta direttamente in piazza della Signoria.
Poi devi continuare
.
E quando arrivi al fiume il ponte
.

vero

falso

1. difficile andare
a Piazza della Signoria
2. Ponte Vecchio a destra
3. Francesco di Firenze

P.zza della Libert


P.

4. Ascolta
e indica litinerario:

Spa

rtac

o La

vag

an

pi
de azza
llu
nit

via dei Calzaioli

piazza
S. Trinit
rinit
rinit

ini

Ve
rd

ors

Pal. V
Vecchio
ecchio

P.zza
P.
zza d.Signoria

Gall.d.Uffizi
ci

ini

via

an

zz

e
ad

iP

itti

gar

no

nolo

pia
S.C zza
roc
e

iB
via
garn

Tor
rig

oG

ian

en.

Dia

Grazi
e

Ma

Lun

Lun

ell Ag

ina

de

via

Ponte
Vecchio

P.te al
le

ggio

gli

hibell

en

iard

ni

icc

lla

Gu

rra
i Se
v. d
e

pia

Ro

via G

G.

oC

ste

no

S.Spirito

via

via d

via Tornabuoni

via Pietrapiana

Museo Naz.
d.Bargello

via

arn

p.zza
d.Repubblica

ng

v.Strozzi

Ca

S.Maria
del Carmine

gar

Lu

uova

Trin
it

Lun

no

igna N
via V

piazza
Goldoni

S.

Duomo
piazza Duomo

via Roma

si
nt

de

sa

iF

os

cci

via

via

i
piazza
S. Giovanni

via

is

A.L

Ca
C.

ria

za

nd

en

sa

nd

les

ipe

dA

nd
aI

ina

Ca

v.S
.
nz

P.te

redia

Pa

olo

P.te
alla
Ca
rraia

pu

ini

o S.F

Borg

der

sc

So

gn

am

no

zu

an

Gr

gar

.V
es

laz

Alf

A.

Lun

ng

via

Pa

gli

le

Lu

rg

SS.Annunziata
SS.Annun

d
Spedale d.
Innocenti

via

Bo

al

llo

via

Sc

ist

ate

lla

v.d
e

Pal.Medici

att

on

de

v.B

lfa

aD

ue

zz

vi

via
ale
entr F.S.
S.Lorenzo
z.C
Sta ovella
.N
S.M
S.Maria Novella

pia

Na

n
zio

S.Marco

rile

v.G

e
al

Ap

ott

VII

tte

XX

Ma

ter

G.

via

le

P.z
z

via

asso
da B
zi
zza
troz
Forte
po S
ip
il
F
le
a
ia
V

Santa Maria Novella

am

vo

ur

arm

ora

Viale

nini

S.Croce

Lungarno

delle Grazi

Lungarno
n

Biblioteca
Nazionale

Serristo

Lungarno

d.Zecca Ve

cchia

ri

a
Pal. Pitti

Forte di
Belvedere

Giardino di Boboli
P.le
le Michelangelo

Porta Romana

S.Miniato

Santa Croce
Pagina | Ventitr

23

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

TERZO TEMPO

IN ITALIA
I NOMI E COGNOMI ITALIANI PI DIFFUSI
* Cognomi: Rossi, Russo, Ferrari, Esposito, Bianchi,
Romano, Colombo, Ricci, Marino, Greco, Bruno,
Gallo, Conti, De Luca, Costa, Giordano, Mancini, Rizzo,
Lombardi, Moretti.

* Nomi maschili di oggi: Andrea, Luca, Marco,


Francesco, Matteo, Alessandro, Davide, Simone,
Federico, Lorenzo
* Nomi maschili di ieri: Giuseppe, Giovanni, Antonio,
Mario, Luigi, Fabrizio, Angelo, Vincenzo, Pietro

* Nomi femminili di oggi: Giulia, Chiara, Francesca,


Federica, Sara, Martina, Valentina, Alessia, Silvia, Elisa
* Nomi femminili di ieri: Maria, Anna, Giuseppina,
Rosa, Angela, Giovanna, Teresa, Lucia, Carmela,
Francesca.

* Diminutivi:
Gianna (Giovanna), Lina (Carolina), Rina (Caterina), Rita
(Margherita), Sandra (Alessandra)
Beppe (Giuseppe), Cecco (Francesco), Gianni (Giovanni),
Gigi / Gino (Luigi), Gi (Giorgio), Renzo (Lorenzo),
Sandro (Alessandro)

Come si chiama?
Indica un nome presente nella lista

Quale nome femminile e quale nome maschile


preferisci?

Viva Gaia!
Eros Ramazzotti
Nanni Moretti
Laura Pausini

24

Pagina | Ventiquattro

Luciano Pavarotti
Monica Bellucci
Ornella Muti

Oggi nato Edoardo!


Che gioia!

Unit 1

A VOCE ALTA
N.B. Les groupes de lettres imprims en gras ne se
prononcent pas comme en franais (
1A, B, C, D).

1. Ascolta e ripeti le vocali.


AEIOU
/a/ /e/ /E/ /i/ /o/ // /u/

2. Ascolta e ripeti le parole :


-

unit / tu / scusa / studiare / fiume / duomo


sei / Europa / euro / lei
automobile / Claudio
ciao / gioia
andare / piantina / quando / ancora / Francia / bambino
Firenze / fiorentino / prendo / prendere / sempre /
esempio
- insegnare / invitare / imparare
- ponte / Gioconda / buongiorno / buonasera / buonanotte

5. Ascolta e poi leggi.


SCIOGLILINGUA
Buongiorno. Ciao. Arrivederci. Ciao. Buongiorno.
Arrivederci. Buon soggiorno.
Chi chiama Chiara? Che cosa cerca e che cosa dice?
Che cosa chiede Claudio a Chiara? Chiede a Chiara
come si dice Claudio in francese.
Giuseppe geniale ma anche Giorgio, Giulio e Luigi
sono intelligenti.
Francesco cerca la chitarra.

6. Ascolta e leggi questa poesia.


Attention la prononciation des groupes de lettres
en gras.

3. Ascolta e ripeti.
a) /tS /
CE (tch)
CI (tchi)

/dZ /
GE (dj)
GI (dji)

Eschimesi

citt / Cina / cinese / facile / difficile / arrivederci /


Francia / Lucia / francese / invece / cappuccino / cucina
/ Leonardo da Vinci / Sicilia / mi dispiace / arrivederci /
Francesco / cercare

Strana gente, gli eschimesi;


sono di ghiaccio1 i loro paesi,
di ghiaccio, strade2 e stradette,
sono di ghiaccio le casette3,
il soffitto e il pavimento4
sono di ghiaccio, non di cemento.
Perfino5 il letto di buon ghiaccio,
tagliato e squadrato col coltellaccio6.

gelato / si svolge / Germania / Luigi / Giappone / giovane


/ Gioconda / soggiorno / Giuseppe / parmigiano
b)
/k/
CHE (k)
CHI (ki)

/g/
GHE (gu)
GHI (gui)

Ed di ghiaccio, almeno pare,


anche la pietra del focolare7.
Di non-ghiaccio, c una cosa,
la pi segreta, la pi preziosa:
il cuore degli uomini che basta da solo8
a scaldare9 perfino il Polo.

Chiara / chiamare / chiedere / vecchio / anchio /


maccheroni / Michele / macchina / Chi ?
spaghetti / Margherita / laghi / ghiaccio / Inghilterra

4. Ascolta e ripeti.

Gianni RODARI

Z/ZZ /ts/ /tss /


piazza / pizza / ragazzo / ragazza / grazie / Venezia
mezzo / intermezzo /

1 glace
2 routes
3 petites

maisons
plafond et le sol
5 mme
4 le

6 dgrossi

avec un grand
couteau
7 aussi la pierre du foyer
8 suffit lui tout seul
9 rchauffer
Pagina | Venticinque

25

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

QUARTO TEMPO

IMPARIAMO PER PARLARE


1. Lauxiliaire essere
au prsent de lindicatif

15, A1.

Io sono Chiara. Sei di Firenze?


Dov Ponte Vecchio? (l.5). facile (l.7). a destra (l.9).
Essere
(io) sono Chiara
(tu) sei di Firenze?
(lui/lei) Chiara fiorentina

1. (tu)
francese?
S, (io)
francese.
2. Chiara,
romana?
No, non
romana,
fiorentina.
3. Francesco non
francese,
italiano.
N.B. La phrase ngative. No // non
Non difficile.
Francesco francese? No, non francese, italiano.

2. Complter les phrases.

2. Le genre des noms et adjectifs.

Adjectif

26

Pagina | Ventisei

O>A
E >E
O>A
E >E

Questa ragazz
si chiama Chiara.
Questo ragazz
italian
.
Questo giovan
ragazz
roman
.
Questa giovan
ragazz
fiorentin
.
Questo pont
si chiama Pont
Vecchi
.
Francesco non frances
, italian
.
Chiara non frances
, italian
.
Questo signor
roman
.
una signor
francese.
Questo professor
italiano.
Questa professor
italiana.

2, A.

Chiara una ragazza fiorentina (l. 1).


Francesco un giovane romano (l. 2)
Masculin

Fminin

un ragazzo
un fiorentino

una ragazza
una fiorentina

3, A, B.

Chiara una ragazza fiorentina


Francesco un giovane romano

Masculin
ragazzo
francese
italiano
giovane

1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.

3. Articles indfinis (dbut)

1. Sei italiano?
,
sono italiano,
sono francese!
2. Chiara
romana, fiorentina.
3. Sei di Roma?
,
sono di Roma,
sono di Firenze.

Nom

Questo professore fiorentino.


Invece questa professoressa non fiorentina.
Questo signore francese visita Roma.
Invece questa signora francese non visita Roma.

Complter les mots.

1. Complter les phrases.

Sono fiorentina
Sono romano

Francesco un ragazzo.
Chiara una ragazza.
Paul francese.
Anche Brigitte francese.
Francesco un giovane italiano.
Anche Chiara una giovane italiana.

Fminin
ragazza
francese
italiana
giovane

Complter les phrases.


1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

scena interessante.
Piazza della Signoria
piazza fiorentina.
Chiara non
ragazza francese.
Chiara
giovane ragazza italiana.
Francesco guarda
piantina di Firenze.
Ponte Vecchio
ponte fiorentino.
Francesco
giovane romano.
Paolo non
giovane francese.
Francesco non
professore di francese.
Chiara non
professoressa ditaliano.

Unit 1

4. Articles dfinis (dbut)


il ponte (l.10)
la scena (l.1) la citt (l. 2)

C en arsi/ /-ersi (verbes pronominaux).

2, B.

masculin
il

fminin
la

Complter les phrases.


scena si svolge a Firenze. Chiara,
ragazza,
fiorentina. Invece Francesco,
ragazzo, romano
e visita
citt. Per andare al celebre Ponte Vecchio
prende
prima via a sinistra.

5. Prsent de lindicatif des verbes

15, A1.

A en are :
non lo trovo (l.5), arrivo, continuo (l.11), - quando arrivi
al fiume (l.10), - porta in Piazza della Signoria (l. 8)
Arrivare
(io) arrivo a Piazza della Signoria
(tu) se continui a destra arrivi a Ponte Vecchio
(lui/lei) Francesco arriva a Firenze

Complter les phrases.


1. Questo ragazzo non (parlare)
italiano.
2. Perch Marcello non (parlare)
a questa ragazza?
3. Io (continuare)
a destra o a sinistra?
4. Questa via (portare)
al Duomo o allArno?
5. Non (trovare)
il ponte? No, non lo trovo
6. Fabrizio non (trovare)
il nome della
ragazza? No, non lo (trovare)
.
7. Chiara non (trovare)
il nome
del professore? No, non lo (trovare)
.
8. Francesco (continuare)
fino al lungarno.

B en ere :
Prendere
(io) prendo a sinistra (l. 11)
(tu) prendi la prima via a destra?
(lui / lei) Chiara non prende a sinistra.

Complter les phrases.


1. (prendere, tu)
a destra o a sinistra?
(prendere, io)
a destra.
2. Francesco (ripetere)
le parole della ragazza.
3. Francesco (prendere)
una via a destra e
Chiara (prendere)
una via a sinistra.
4. Francesco (chiedere)
uninformazione a Chiara.
5. Francesco, che cosa (chiedere)
a Chiara?
(Chiedere)
uninformazione.

Mi chiamo Francesco. E tu? (l. 14) La scena si svolge a


Firenze (l.1)
Chiamarsi
(io) mi chiamo Daniela
(tu) Come ti chiami?
(lui/lei) Il ponte si chiama Ponte Vecchio

1. Complter les phrases.


1. Come ti chiam
? Mi chiam

(ton prnom)
2. Ti chiam
Chiara? No, non
Chiara.
3. (En dsignant un lve de la classe prs de toi): Si
chiam
Fabrizio questo ragazzo? No, non
si chiam
Fabrizio, si
(indiquer son
prnom).
4. (En dsignant une lve de la classe prs de toi) :
Si chiam
Claudia questa ragazza? No, non
Claudia,
(indiquer son prnom).

2. Tu te souviens du dialogue?
1. Dove si svol
la scena? Questa scena
in Italia.
2. Come
chia
la piazza dove passa
Francesco? Si
Piazza Duomo.
3. Francesco chiede a Chiara dove
trov
Ponte Vecchio.

6 Verbe dovere devoir

16, B.

Devi prendere questa via (1.7)


Devi continuare sempre dritto (1.9)
Dovere
(io) Devo andare a piazza della Signoria
(tu) Per andare in centro devi prendere questa via
(lui/lei) Francesco deve continuare sempre dritto per
andare a piazza della Signoria

Complter les phrases.


1. Che via
prendere Francesco?
prendere la via a sinistra.
2. Francesco non
prendere la via a destra.
3.
prendere questa via per andare al Duomo?
S, (tu)
prendere questa via.
4. Che cosa (io)
fare per parlare bene
in italiano?
studiare!
5. Dove
andare Chiara?
andare
in centro.
6. (io)
parlare italiano.
7. Dopo le vacanze Francesco
tornare a Roma.
8. (Tu)
continuare sempre dritto.
Pagina | Ventisette

27

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

28

Pagina | Ventotto

ciao a tutti !

Unit 2
Indice dellunit
Ti seguo
Comunichiamo
Intermezzo
In Italia
Impariamo per parlare

32-33
34
35-36
37-38
39-41

Pagina | Ventinove

29

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Statue sul Ponte Alla Carraia

Panorama del Ponte Vecchio

Cellini

Negozio di antichit sul


Ponte Vecchio
30

Pagina | Trenta

Unit 2

- Jobserve mon environnement


guardare, vedere
- Je me dplace
camminare, tornare, andare, venire, seguire
- Jexprime mes envies et mes prfrences.
aver voglia di, preferire
aimer, ne pas aimer (mi piace, non mi piace)

Larticle indfini (suite)


Larticle dfini (suite)
Le pluriel des noms et des adjectifs.
Les adverbes de lieu qui / l
La traduction de on et de il y a (dbut)
Le prsent de lindicatif (singulier)
- de lauxiliaire Avere
- des verbes en ire (seguire, preferire)
- de andare et venire

Pagina | Trentuno

31

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

PRIMO TEMPO

TI SEGUO

QUI

Chiara ritrova Francesco a Ponte Vecchio.


Chiara:
Francesco:
Chiara:
Francesco:
Chiara:

Francesco:
10

Chiara:
Francesco:
15

Chiara:

Francesco:
20

Chiara:
Francesco:

Ah! ciao, sei gi qui?


Oh! Ciao Chiara! Grazie di nuovo per linformazione.
vero, facile trovare il ponte!
Allora ti piace?
S, molto. pieno di giovani, di turisti...
e di gioiellerie... Quando vengo qui, mi piace guardare
le vetrine. Ho voglia di comprare tutto!
Veramente? A me invece i gioielli non piacciono molto!
Preferisco guardare lArno, i lungarni e gli altri ponti.
Adesso torno a Piazza della Signoria. Vieni con me?
Perch no? Ti seguo.
Per favore, come si chiama la chiesa che si vede l in
cima alla collina?
San Miniato.
Ho unidea! Perch non andiamo a Piazzale
Michelangelo per vedere il panorama? splendido!
Veramente sono stanco, non ho voglia di camminare.
Sembra lontano.
Se preferisci, c lautobus. Va bene?
Se c un autobus, daccordo.

Ponte Vecchio qui

San Miniato l

- Ti piace Firenze? S, mi piace


- Ti piacciono i gioielli?
No, non mi piacciono.
- C lautobus? S, il 23.

Vero o falso?

Domande sul dialogo.

Exemple:
La scena si svolge a Ponte Vecchio.
Risposta: S, vero / S, vero, si svolge a Ponte Vecchio.
La scena si svolge a Roma.
Risposta: No, non vero. / No, non vero, si svolge a Firenze.

1. Dove si trovano Chiara e Francesco?


2. Che cosa vede il ragazzo sul Ponte?
3. Chiara preferisce guardare lArno o le gioiellerie?
4. Che cosa preferisce guardare Francesco?
5. Che cosa vede Francesco in cima alla collina?
6. Che cosa chiede Francesco?
7. Che cosa risponde la ragazza?
8. Che idea ha Chiara?
9. Perch Francesco esita ad accettare?
10. Che cosa precisa Chiara per convincere Francesco?

1. La scena si svolge in piazza della Signoria.


2. Le informazioni di Chiara per andare a Ponte Vecchio
sono false.
3. Il ponte non piace a Francesco.
4. Francesco preferisce guardare lArno e gli altri ponti.
5. A Chiara piacciono i gioielli.
6. A Francesco piacciono i gioielli.
7. Il ragazzo ha voglia di tornare in Piazza della Signoria.
8. La chiesa in cima alla collina si chiama San Miniato.
9. Francesco non stanco.
10. C lautobus per andare a Piazzale Michelangelo.
11. Francesco preferisce andare a piedi.
12. Francesco accetta di prendere lautobus.

NO

32

Pagina | Trentadue

Parliamo un po di te.
Nella citt dove abiti qual la via pi animata?
In quali vie sono le vetrine pi belle?
Ti piace guardare le vetrine? Quali?

Unit 2

TI SEGUO

4
4

6
7

10

Pagina | Trentatr

33

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Collega le domande con le risposte.

COMUNICHIAMO

Proporre qualcosa a qualcuno.


/ Proposer quelque chose quelquun.
Vieni con me?
Hai voglia di andare a ?
Preferisci ... o ... ?
Perch non torniamo a ?

Esitare o rifiutare. / Hsiter ou refuser.


No.
Non mi piace.
Non interessante.
Non ho voglia di
Mi dispiace, non posso.
Sono stanco (stanca).

Accettare pi o meno volentieri.


/ Accepter plus ou moins volontiers.
S.
Daccordo.
una buona idea.
Va bene.
Perch no?
Volentieri!
Ti seguo.
Vieni con me? Perch no, ti seguo! (l. 12)
Perch non andiamo a Piazzale Michelangelo?
Veramente sono stanco. (l. 17)
Prendiamo lautobus, se preferisci. Va bene. (l. 20)

Proponi a un tuo compagno /


una tua compagna di:
Fare una passeggiata in centro
Venire a casa per studiare
Andare al cinema
Guardare le vetrine
E lui / lei risponde positivamente o negativamente.

34

Pagina | Trentaquattro

N.B. In certi casi pi risposte sono possibili.


Vieni al cinema con me?
Prendiamo lautobus?
Perch non andiamo a piedi?
Hai voglia di studiare?
Preferisci andare a piedi o
in bicicletta?
Hai voglia di guardare un
film in TV?

A piedi.
S, volentieri!
No, non ho voglia di
camminare.
No, sono stanco! (stanca)!
Daccordo.

Dire le proprie preferenze. / Affirmer ses prfrences.


Preferisco...
Mi piace il / la...
Mi piacciono i / le...
Ti piace questo
gioiello?
S, ma preferisco
il braccialetto.
Ti piacciono questi
anelli?
No, preferisco la
collana di perle.
Ti piace guardare
le vetrine?
No, preferisco visitare i monumenti.

Rispondi come nellesempio:


Ponte Vecchio / San Miniato >
Ti piace Ponte Vecchio? S, ma preferisco San Miniato.
1. cinema / teatro
2. anelli / collane
3. studiare a scuola / studiare a casa

Collega le due colonne.


N.B. In certi casi pi risposte sono possibili.

mi piace
mi piacciono
mi piace molto
non mi piace
non mi piacciono

visitare i monumenti
andare al cinema
il panorama
i gioielli
le vetrine
prendere lautobus
camminare
venire qui

Unit 2

SECONDO TEMPO

INTERMEZZO

Ti piacciono i gioielli? Quali preferisci?


Quali non ti piacciono?
orologio
braccialetto

anello

piercing
collana
orecchini

Cosa manca nel secondo disegno?

Unisci gli aggettivi alle foto:


caro, economico, rapido, lento, pubblico,
privato

Motorini
Autobus

E tu?
Quale mezzo di trasporto preferisci?
Perch?
Come vai a scuola ?
Come ti muovi abitualmente in citt?
Che cosa prendi quando vai in centro citt?
Ti piace andare in bicicletta?
Bicicletta
Taxi
Pagina | Trentacinque

35

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Prendiamo lautobus
Francesco: Per Piazzale Michelangelo,
che autobus si prende?
Chiara:
Il 23.
Francesco: Dove si fa il biglietto?
Chiara:
Come in tutte le citt: compriamo
i biglietti dal tabaccaio o in edicola.
Francesco: Ma io, il biglietto non ce lho.
Come faccio?
Chiara:
Non c problema. Ecco un biglietto. Serve
anche per il ritorno. valido unora.
Francesco: Grazie.
Chiara:
Che fortuna! Arriva il 23.

1. Ora ascolta il dialogo. Quali sono le


differenze con il testo?

3. A coppie: uno studente Francesco, laltro


Chiara: recitate il dialogo.

2. Ascolta e indica se le affermazioni


sono vere o false.

E tu? Tocca a te!

1
2
3
4
5

36

Pagina | Trentasei

In questa classe chi ha il motorino?


Di che marca ?
Il motore inferiore o superiore ai 50 centimetri cubi?
Qual il limite di velocit in citt? Trenta? Quaranta?
Cinquanta chilometri ora?
Chi ha i roller?
Chi ha la bicicletta?

Unit 2

TERZO TEMPO

IN ITALIA
MUOVERSI IN CITT
In Italia, solo alcune citt hanno la metropolitana.
La metropolitana si trova a Roma, a Milano,
a Genova, a Palermo, a Torino.
Firenze non ha la metropolitana. Tutte le citt hanno
gli autobus e solo alcune hanno il tram.
Le macchine provocano linquinamento dellaria.
A Firenze il centro storico vietato alle automobili
private, quindi* la gente obbligata ad andare a
piedi o a prendere lautobus o un taxi.
I giovani preferiscono il motorino. Quando non hanno
il casco o vanno troppo forte prendono la multa.
I pi sportivi vanno in bicicletta.

N.B. hanno, provocano, preferiscono, hanno, vanno, prendono:


3 personne du pluriel de avere, provocare, prendere, preferire, andare
(

15A, 1, 16, 1A).

* Quindi: donc, par consquent.

Rispondi:
Quali citt italiane hanno la metropolitana?
Quali citt italiane hanno lautobus?
possibile prendere la macchina per andare nel centro
di Firenze?
Che cosa deve fare la gente?
Quale mezzo di trasporto preferiscono i giovani?
Perch devono mettere il casco in testa?
Che cosa fanno i pi sportivi?
In questa citt c il tram?
In questo paese quali citt hanno la metropolitana?
La metropolitana
In Francia: Parigi / Lione / Marsiglia / Nizza / Strasburgo / Tolosa
In Svizzera: Ginevra / Zurigo / Losanna
In Belgio: Liegi

Dal sito: www.firenzeturismo.it

Quali sono i mezzi di trasporto a Firenze?


Cosa si prende se non si va a piedi?
Quali sono i mezzi di trasporto pi ecologici?
E i meno ecologici?
Quali sono i mezzi di trasporto pi cari?
E i pi economici?

Pagina | Trentasette

37

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

A VOCE ALTA
1. Ascolta e ripeti (

I, A, B, C, D, E) .

anche sembra centro prendiamo facilmente


direttamente monumenti ponti con me

2. Ascolta e ripeti.
/dZ /
GIA (dja)
GIO (djo)
GIU (djou)
gi gioielli Giovanni Giulio
lio

3. Ascolta e ripeti.
a) /g/
GUA (goua)
GUE (gou)
GUI (goui)
GUO (gouo)
guardare seguire seguo segui segue Guerra guida
b) /k/
QUA (Koua)
QUE (Kou)
QUI (Koui)
questo questa qui quando dunque squadra quaderno
qualit quantit liquido quindi

4. Ascolta e ripeti. //
GLI (lii) presque comme dans millier ou huilier.
biglietto gli autobus Marsiglia famiglia figlio figlia

38

Pagina | Trentotto

5. Ascolta e ripeti.
a) /sk/
SCA (ska)
SCO (sko)
SCU (skou)
SCHE (sk)
SCHI (ski)
preferisco disco scuola Francesco maschile schema
scusa Scozia
b) /S/
SCE (ch)
SCI (chi)
SCIA (cha)
SCIO (cho)
finisci preferisci capisci capisce preferisce finisce scena
lo sci lo sciatore la stazione sciistica

6. Ascolta e ripeti. Attenzione allaccento tonico!


pagina, grammatica, Michelangelo, piacciono, autobus,
seguo, vecchio, immagine, macchina, America, Africa
Lucia, Lombardia // Lucie, Lombardie
Giulia, Silvia, Italia, Emilia, Liguria, Campania // Julie,
Sylvie, Italie, Emilie, Ligurie, Campanie

7. Ascolta e poi leggi.


Scioglilingua.
Marcello capisce perch Lucia preferisce scegliere da
sola ci che le piace.
C limbarazzo della scelta: le cinesi e le giapponesi
scelgono gioielli meravigliosi nelle gioiellerie chic
segnalate dagli alberghi.
Che traffico! Perch i vigili non sorvegliano le macchine
e gli autobus che circolano in centro? Secondo i miei figli
non fischiano quando gli automobilisti passano col rosso
o col giallo.

Unit 2

QUARTO TEMPO

IMPARIAMO PER PARLARE


1. Articles indfinis (suite)

2A

Ho unidea (l. 16)


se c un autobus daccordo (l.21)
masculin

Fminin

UN autobus

UNidea

2. Larticle dfini au singulier


(rvision et suite)
2B
Masculin

Fminin

Il ponte
Lautobus

La chiesa
Linformazione

Complter les phrases.

Complter les phrases.


amico italiano. Si chiama Fabrizio.
Ho
amica che abita a Firenze.
Fabrizio ha
idea originale.
Non
citt famosa nel mondo intero.
Roma
automobile molto bella.
La Ferrari
esercizio difficile.
Non
monumento celebre.
Palazzo Vecchio
autore famoso.
Dante Alighieri
autobus per andare a piazzale
C
Michelangelo?
bella statua.
10. Il David
fiume toscano
11. LArno

1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.

1. Preferisco guardare
Arno.
2. Grazie per
informazione!
3.
ragazzo che parla a Chiara Francesco.
4.
professoressa italiana.
5.
statua del David a Firenze.
6. Francesco prende
autobus.
7.
professore francese.
8.
esercizio non difficile.
9.
chiesa in cima alla collina San Miniato.
10.
insegnante di francese si chiama Paul
Durand.
11.
insegnante ditaliano si chiama Anna Rossi.

3. Le pluriel des noms, des adjectifs et des articles dfinis

3C, 2B

i gioielli (l. 9), i lungarni (l.10), gli altri ponti (l.10) le vetrine (l. 8)
masculin singulier

masculin pluriel

fminin singulier

fminin pluriel

il gioiello

i gioielli

la vetrina

le vetrine

il francese

i francesi

la francese

le francesi

litaliano

gli italiani

litaliana

le italiane

il ragazzo italiano

i ragazzi italiani

la ragazza italiana

le ragazze italiane

il giovane romano

i giovani romani

la giovane romana

le giovani romane

litaliano gentile

gli italiani gentili

litaliana gentile

le italiane gentili

il turista

i turisti

la turista

le turiste

lartista

gli artisti

lartista

le artiste

lautobus

gli autobus

la citt

le citt

il computer

i computer

le attivit

le attivit

Pagina | Trentanove

39

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

1. Complter les phrases

Complter

citt di Firenze molto bella.


piazze
sono bellissime.
ragazzi e
ragazze
si incontrano in Piazza della Signoria dove
statue sono numerose.
principale ponte
di Firenze si chiama Ponte Vecchio.
fiume
che passa sotto il ponte
Arno. Sul ponte
turisti guardano con curiosit
gioielli che si trovano nelle vetrine. A Firenze
chiese sono numerose e in cima a una collina si vede
chiesa San Miniato.

2. Transformer les phrases au pluriel


Questo museo interessante.
> questi musei sono interessanti.
1.
>
2.
>
3.
>
4.
>
5.
>
6.
>

il monumento che preferisco.


Sono
che preferisco.
Seguo lidea di Fabrizio.
Seguo
di Fabrizio.
La frase non difficile.
sono
La piazza immensa.
sono
Laltro ponte a destra.
sono a destra.
Marco segue laltra via.
Marco segue

3. Complter les rponses:


1. difficile la prima frase?
Eh s! Tutte
sono difficili.
2. Capisci linformazione di Chiara?
S, capisco tutte
di Chiara.
3. Com la piazza? grande?
S, in questa citt tutte
sono
grandi.
4. il monumento che preferisci?
No, preferisco
romani.

4. Emploi du verbe piacere, aimer

18A

- ti piace questo ponte? (l. 5) - mi piace molto (l. 6)


- a me i gioielli non piacciono molto (l. 9)
- Mi piace guardare le vetrine (l. 7)

40

Pagina | Quaranta

1. Ti piace Firenze?
S, mi
moltissimo.
2. Ti
queste statue?
S, mi
molto.
3. Perch questa piazza non ti
?
Non mi
perch non animata.
4. Non ti
queste ragazze?
No, non mi
perch non sono gentili.
5. Ti
guardare la TV?
S, mi
soprattutto guardare i film.
6. Ti piace questo ponte?
S, tutti i ponti sullArno mi

7. Ti piace questa statua?


S, tutte le statue di Michelangelo mi

8. Ti piace andare al cinema?


S, mi
molto.

5. Lauxiliaire avere au prsent de lindicatif


15, A1
Avere
Ho unidea.
Hai ragione.
Il professore ha unautomobile italiana.

Remettre en ordre les lments :


- un / Paola / nuova / italiana / ha / amica
- di / mangiare / ho / voglia / pizza / una
- Firenze / piantina / hai / di / una / ?
- ho / andare / non / di / voglia / scuola / a
- una / molto / collana / bella / hai
- Chiara / amico / un / ha / italiano

Unit 2

6. Prsent de lindicatif des verbes en ire


15, A1
ti seguo (l. 12), se preferisci (l. 20)
Seguire
Seguo con piacere la lezione di italiano.
Segui i film italiani in tv?
Francesco segue Chiara al Piazzale.
Preferire
Preferisco andare a Genova.
Preferisci la pasta o la pizza?
Francesco preferisce prendere lautobus.

1. Complter les phrases :


1. (seguire) Perch mi
?
Ma no, non ti
.
2. (dormire) Dove
questo turista?

a casa di un amico.
3. (preferire) Marta, tu
andare a Roma
o a Firenze?
Questanno
andare a Roma..
4. (preferire) Francesco, che cosa
?
Il francese o linglese?
5. (preferire) Marta
il francese.
6. (capire) Pietro, mi
quando parlo francese?

1. Former des phrases :


Paolo
Tu
Lui
Lei
Chiara
Io

va
vai
vado

al cinema
a piazza della Signoria
a casa in autobus
a scuola
a San Miniato
in centro

2. Complter les phrases avec venire :


1.
con me al cinema?
S,
con te volentieri.
2.
anche tu?
No, mi dispiace, non
.
3. Francesco
con Chiara?
No, non
perch stanco.

3. Complter les phrases :


1. (Tu / venire)
con me o (andare)
con
Marco?
2. Chiara (andare)
a scuola a piedi o (prendere)
lautobus?
3. (Tu / preferire)
la pasta o la pizza?
4. Chiara (seguire)
un corso di francese.
5. (Io / venire)
al cinema con te.

8. Comment traduire on et il y a (dbut)


A On (

18G)

Come si chiama la chiesa che si vede? (l. 13)

2. Construire des phrases avec les


lments suivants :
1. Dormire in un hotel a Firenze.
2. Partire per lItalia in treno.
3. Prendere la macchina per andare a Napoli.
4. Non capire lesercizio ditaliano.
5. Vedere gli amici italiani per parlare in italiano.
6. Telefonare a unamica spagnola.

7. Prsent de lindicatif des verbes Andare


et Venire (
16, 1A, 16, 1C)
Andare
Vado a piazza della Signoria
Vai a piedi o in autobus?
Il turista va a Ponte Vecchio
Venire

Remplacer le verbe linfinitif par


la forme impersonnelle :
1. I fiorentini parlano bene. vero, a Firenze (parlare)
bene litaliano.
2. La via di destra porta al Piazzale. Con questa via
(tornare) in centro.
3. Prendo il 23. Con questo autobus (arrivare) facilmente
a Piazzale Michelangelo.
4. Mi piace il David. Eh s! Quando (guardare) questa
statua (ammirare) il genio di Michelangelo.
5. Chiara conosce bene la citt. Se (seguire) il consiglio
di Chiara (trovare) facilmente Ponte Vecchio.
6. San Miniato l. (vedere) in cima alla collina.

B Il y a (dbut)

18F

C lautobus (l. 20)


C una chiesa in cima alla collina.

Vengo con te
Vieni con me?
Chiara viene al cinema con me
Pagina | Quarantuno

41

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

42

Pagina | Quarantadue

Unit 3
Indice dellunit
Da qui si vede tutta la citt
Comunichiamo
Intermezzo
In Italia
Impariamo per parlare

46-47
48-49
50-51
52-53
54-56

Pagina |Pagina
Quarantatr
| Uno

43

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Ponte alle Grazie


e il Carmine

Cupola del Duomo di Firenze

Il Marzocco

Palazzo Medici-Riccardi

44

Pagina | Quarantaquattro

Unit 3

Je parle de mon cadre de vie et jinterroge les


autres sur leur cadre de vie:
- la ville
- le domicile
Je parle de mes loisirs et jinterroge les autres sur
leurs loisirs et notamment le sport.
Je parle de ma journe et de mes activits :
alzarsi, fare colazione,
andare a scuola,
mangiare a casa o alla mensa,
studiare,
incontrare gli amici

Les articles (fin)


Ladjectif possessif
Traduction de il y a (suite et fin)
Les prpositions da et a
Ladjectif et ladverbe molto
Le prsent de lindicatif singulier
- fare
- (ri) conoscere, potere, volere

Pagina | Quarantacinque

45

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

PRIMO TEMPO

DA QUI SI VEDE TUTTA LA CITT


Chiara e Francesco sono a piazzale Michelangelo.
Francesco
Chiara
Francesco
Chiara

Francesco
Chiara
Francesco
10

Chiara

15

Francesco
Chiara
Francesco
Chiara

Francesco
20

Chiara
Francesco
Chiara

Com bello! Da qui si vede tutta la citt. Riconosco Ponte


Vecchio. E si vede anche una grande cupola. Che cos?
Come? Non riconosci il Duomo?
Non posso conoscere tutto. Non sono fiorentino, io!
Scusami! Hai perfettamente ragione. Non puoi conoscere
tutta Firenze. Ci sono molti monumenti da scoprire!
E lo stadio, si vede da qui? Dov?
Da qui non si vede. Perch? Ti interessa il calcio?
Certo! Minteressa molto!
Quando posso vado allo stadio. Se no guardo la partita in tv.
Sei un vero tifoso, allora. Qual la tua squadra preferita,
la Roma o la Lazio?
La Roma, che domanda! Tutta la mia famiglia tifa per la Roma!
E fai anche uno sport?
Faccio nuoto. il mio sport preferito. E tu, sei sportiva?
S, abbastanza. Ogni mattina mi alzo presto e vado a correre
al Parco delle Cascine. A proposito, vuoi venire con me
domani? Dopo, si pu visitare il Duomo insieme.
Ma tu sei matta! Sono in vacanza!
La mattina voglio dormire e fare colazione tardi!
Allora dopo il jogging posso passare da te. Dove abiti?
In centro, vicino a Palazzo dei Medici.
Ma allora siamo vicini di casa!

Vero o falso?
1.
2.
3.
4.
5.

Francesco riconosce il Duomo ma non riconosce Ponte Vecchio.


Da Piazzale Michelangelo si vede lo stadio di Firenze.
Chiara non conosce le squadre di calcio di Roma.
Francesco guarda la partita in tv ma non va allo stadio.
Francesco daccordo per andare a fare jogging al Parco
delle Cascine con Chiara.
6. Francesco chiede a Chiara dove abita.
7. Chiara e Francesco sono vicini di casa.

Domande sul dialogo.


1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
46

NO

Quali monumenti famosi vedono Chiara e Francesco?


Perch Francesco non riconosce il Duomo?
Che cosa interessa particolarmente Francesco?
Qual la sua squadra preferita ?
Francesco va allo stadio per la partita di calcio
o la guarda in tv?
Quale sport fa Francesco?
Perch Chiara si alza presto la mattina?
Perch Francesco non vuole andare a correre con lei
la mattina?
Dove abita Chiara?
Pagina | Quarantasei

Da qui si vede tutta la citt


Ci sono molti monumenti da scoprire

Parliamo un po di te.
1. Sei sportivo (sportiva)?
2. Che sport fai? (vai a p. 48 e 51)
3. Segui uno sport in tv? Quale?
4. Dove abiti?
5. In vacanza ti alzi presto o tardi?

Unit 3

DA QUI SI VEDE TUTTA LA CITT

5
4

Pagina | Quarantasette

47

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

COMUNICHIAMO
Dare e chiedere i dati personali a qualcuno. / Donner et demander ses coordonnes quelquun.
Dove abiti?

Abito a Roma / a Nizza.


Abito in centro.
Abito in via Garibaldi 3
Via Cavour al numero 2.

Mi puoi dare il tuo indirizzo?

Dove abiti? In centro, vicino al Palazzo dei Medici. (l. 22)

Chiedi a un tuo compagno / a una tua compagna il suo indirizzo.


Parlare della propria citt / Parler de sa ville
Cosa c nella tua citt?

C il Duomo
C uno stadio
C una piscina
Ci sono molti monumenti
Ci sono molte chiese

Cosa si vede da qui?

Si vede il Duomo
Si vede lo stadio
Si vede la piscina

Non puoi conoscere tutta Firenze. Ci sono molti monumenti da scoprire! (l. 6)
Da qui si vede tutta la citt. (l. 2)
E lo stadio, si vede da qui? (l. 7)

Rispondi.
Che cosa c nella tua citt?

un museo interessante
una piscina
ununiversit
una biblioteca molto grande
un cinema con film in lingua originale

Parlare del tempo libero / Parler de ses loisirs


Faccio nuoto / calcio / tennis.
Gioco a tennis, a calcio, a carte.
Vado a correre / faccio jogging ogni giorno...
La mattina dormo / mi alzo presto.
Vado allo stadio ogni week end.
Guardo la TV ogni sera.
Faccio nuoto. il mio sport preferito. (l. 15)
Ogni mattina mi alzo presto e vado a correre al Parco delle Cascine. (l. 17)
Quando posso vado allo stadio. Se no guardo la partita in tv. (l. 10)

48

Pagina | Quarantotto

uno stadio moderno


un centro commerciale
un parco pubblico
un ristorante italiano

Unit 3

Rispondi.
Che cosa fai nel tempo libero?
Es. vado al cinema
Andare al cinema / andare allo stadio / restare con la mia famiglia / guardare la TV / dormire molto / fare uno sport /
andare a correre / studiare litaliano / telefonare a un amico (a unamica) / mangiare un gelato
Interrogare gli altri sul loro tempo libero e in particolare sullo sport /
Interroger les autres sur leurs loisirs et notamment le sport
Ti interessa il calcio?
Qual la tua squadra preferita?
Fai uno sport?
Sei sportivo / sportiva?
Sei tifoso / tifosa?

S / No / molto / poco.
La Roma / il Milan / la Juventus...
Tifo per la Roma / il Milan / la Juventus...
Faccio nuoto / calcio / tennis / pallavolo / pallamano /
pallacanestro / ginnastica
S, abbastanza / molto.
No, lo sport non minteressa.

Chiedi a un compagno se sportivo e quali sport pratica.


Parlare delle attivit della giornata / Parler de sa journe et de ses activits
Faccio colazione tardi / presto
Ogni mattina vado a scuola
La mattina mi alzo presto / tardi

Forma delle frasi.


Es. In / colazione / vacanza /
fare / tardi => In vacanza
faccio colazione tardi.
la mattina / al parco /
correre / andare a
andare / al cinema / mi
piace / con / la mia famiglia
alzarsi / in vacanza / tardi
la sera / dormire / andare a /
presto
in / dormire / andare a /
tardi / vacanza

Pagina | Quarantanove

49

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

SECONDO TEMPO

INTERMEZZO
La giornata di Stefano.
La mattina mi alzo alle 7, mi lavo, faccio colazione e
vado a scuola.
A mezzogiorno mangio alla mensa o a casa.
Di pomeriggio ho molte cose da fare: studio, gioco a
calcio con gli amici o navigo su internet.
Di sera ceno a casa, guardo la tv, o passo molto tempo
al telefono. Leggo un po e vado a dormire.

1. Rispondi alle domande


1. Quando si alza Stefano?
2. Che cosa fa prima di andare a scuola?
3. Che cosa fa la mattina?
4. Dove mangia a mezzogiorno?
5. Che cosa fa quando torna a casa?
6. Perch si pu dire che Stefano molto attivo?

2. Completa:
La giornata di Marta.
La
si alza alle sette, si
, fa
e va a
.
A mezzogiorno
alla mensa.
Il pomeriggio
molte cose
fare: studia,
la tv o
gli amici.
La sera
a casa, passa molto tempo al
con
una sua amica e

a dormire.

3. Com la tua giornata?


1. La mattina ti alzi:

a) alle sette
b) alle otto
c) alle nove

2. A mezzogiorno mangi:

a) a casa
b) alla mensa della scuola
c) in una trattoria

3. Il pomeriggio:

a) studi
b) navighi su internet
c) fai sport

4. La sera:

a) guardi la tv
b) telefoni
c) incontri gli amici

4. Descrivi la tua giornata.


La mattina mi alzo
A mezzogiorno
pomeriggio
La sera

Stefano scrive alla sua corrispondente francese Hlne


che vuole sapere come funziona la scuola italiana.

Vuoi sapere come funziona la scuola in Italia? Ecco.


Quando hanno 3 anni, i bambini possono andare
allasilo poi a 6 anni entrano alla scuola elementare
per 5 anni. A 11 anni passano alla scuola media e poi
a 14 anni vanno al liceo o alla scuola professionale
dove restano 5 anni per preparare il diploma di
maturit. Dopo possono andare allUniversit. C una
grande differenza tra la giornata di uno studente
italiano di scuola media e quella di un giovane
francese: generalmente le lezioni sono solo la mattina
dal luned al sabato compreso*. Come vedi, noi siamo
liberi nel pomeriggio e quindi possiamo fare sport,
incontrare gli amici, andare al cinema o fare i
compiti e imparare le lezioni. Io preferisco il sistema
italiano. E tu? Ti piace il sistema italiano o preferisci
il sistema francese?
Aspetto la tua risposta.
Ciao, Stefano.
* In alcune regioni italiane

i ragazzi non vanno a scuola il sabato ma

hanno pi corsi durante la settimana.


50

Pagina | Cinquanta

Il

Unit 3

Metti insieme il nome con la foto o il disegno corrispondente.


a. la pallacanestro

2.

1.

3.

4.

b. la pallavolo
c. la ginnastica
d. il calcio
e. la danza
f. il nuoto

5.

g. il tennis

7.

6.

h. la scherma
i. lo sci
j. il pattinaggio

E tu?
1. Quali sport puoi fare nella tua scuola? nella tua citt?
2. Quali sport preferisci?
3. Quali attivit sportive non ti piacciono?
4. Quali sport possibile fare
- in citt
- al mare
- in montagna?
5. Quali sport possono praticare i giovani?
6. Quali possono praticare gli anziani?
7. Quali attivit sono piuttosto femminili?
Quali sono piuttosto maschili?

8.
9.

10.

1. Ascolta il dialogo:
Luciana e Maria sono compagne di scuola.
Oggi hanno voglia di andare in piscina insieme.
Luciana suona al citofono.
Marta
Luciana
Marta
Luciana
Marta
Luciana
Marta

S. Chi ?
Ciao. Sono Luciana.
Ti apro.
Non necessario. Ti aspetto qui.
No. Sei in anticipo. Non sono ancora
pronta. Puoi salire?
Daccordo. A che piano sei?
Allultimo. Lascensore in fondo
al corridoio a destra. Ti apro.

2. Ora ascolta il secondo dialogo e indica


qual la differenza con il primo.
Nel secondo dialogo:
a. Luciana preferisce aspettare gi
b. Luciana in ritardo
c. Luciana preferisce prendere le scale.

3 .Francesco chiede lindirizzo e il numero


di telefono a Chiara. Dove abita?
Qual il suo numero di telefono?
Pagina | Cinquantuno

51

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

TERZO TEMPO

IN ITALIA

bianco

rosa

viola

nero

rosso

verde

giallo

blu

azzurro

grigio

arancione

marrone

Conosci il calcio italiano?


La Juventus ha una maglia di colore
La Roma ha una maglia di colore
La Lazio ha una maglia di colore
Il Milan ha una maglia di colore
La Fiorentina ha una maglia di colore
LInter ha una maglia di colore

Quali sono i colori della maglia della Fiorentina? della


Lazio? della Roma?
Qual il colore della maglia della nazionale italiana?
E quello della maglia della nazionale francese?
Alcune citt o regioni italiane hanno due squadre
importanti.
Per esempio la Roma e la Lazio sono due squadre
della stessa regione. Generalmente gli abitanti
della capitale tifano per la Roma e gli abitanti della
provincia tifano per la Lazio. Le due squadre sono
avversarie e i tifosi della Lazio considerano nemici i
vicini della Roma e viceversa. Anche Torino ha due
squadre: la Juventus e il Torino.
Come a Torino e a Roma anche a Milano ci sono due
squadre famose in rivalit. Quali sono?
1. Quali sono le prime dieci squadre del campionato
italiano?
2. In quali citt si trovano?
3. In quale provincia si trovano queste citt?
(carta dItalia)
4. Come si chiamano le due squadre di Roma?
5. Come si chiamano le due squadre di Milano?
(www.gazzetta_dellosport.it)

52

Pagina | Cinquantadue

Qual la situazione nella tua citt ?


1. C una squadra di calcio?
2. Come si chiama?
3. Quali sono i colori della tua squadra?
4. Quale posto occupa nella classifica?

Unit 3

Francesco e Chiara vogliono visitare il Duomo.


Questa chiesa, che la cattedrale di Firenze, si
chiama Santa Maria del Fiore. un monumento
gigantesco. La cupola molto grande: solo la cupola
di San Pietro di Roma disegnata da Michelangelo
pi grande.
La facciata coperta di marmo.
A destra si alza il campanile di Giotto e di fronte al
Duomo c il battistero.

Lo sai che ?
A Piazzale Michelangelo ci sono delle statue di bronzo.
Riproducono alcuni capolavori di Michelangelo
Buonarroti: il David, il Giorno, il Crepuscolo, la Notte.
Michelangelo uno scultore famoso nel mondo intero.
Loriginale del David sta nel museo dellAccademia.
La statua che si vede davanti al Palazzo della Signoria
una copia.

Pagina | Cinquantatr

53

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

QUARTO TEMPO

IMPARIAMO PER PARLARE


1. Les articles indfini et dfini uno et lo (rvision et fin) (

2B)

uno sport (l. 14) lo stadio (l. 7)


masculin singulier

masculin pluriel

masculin singulier

masculin pluriel

il monumento
litaliano
lo studente

i monumenti
gli italiani
gli studenti

un monumento
un italiano
uno studente

dei monumenti
degli italiani
degli studenti

fminin singulier

fminin pluriel

fminin singulier

fminin pluriel

la chiesa
litaliana
la studentessa

le chiese
le italiane
le studentesse

una chiesa
unitaliana
una studentessa

delle chiese
delle italiane
delle studentesse

lo stadio
lo studio
lo sport

>
>
>

gli stadi
gli studi
gli sport

il gioco
il luogo

>
>

i giochi
i luoghi

1. Complter les phrases avec les articles dfinis


Duomo
1. Da piazzale Michelangelo si vede
stadio.
Arno ma non si vede
e
squadra di calcio di Firenze non famosa
2.
squadre di Roma di Torino o di Milano.
come
sport. Tutta
3. A Francesco interessa molto
Roma. Quando
sua famiglia tifa per
partita
stadio, se no guarda
pu va al
in TV.
sport in TV.
italiani amano
4.
studenti di questa scuola tifano per una
5. Tutti
squadra.
principali citt italiane hanno uno stadio
6.
gigantesco.
stadio sono
spettatori che vanno al
7.
sportivi che guardano
numerosi ma
partite in tv sono ancora pi numerosi.

3. Ladjectif possessif (

2. Complter les phrases avec les articles indfinis


squadra
vero tifoso. Ha
1. Francesco
preferita, la Roma. Tutta la sua famiglia ha
abbonamento allo stadio.
chiese,
musei,
2. In questa citt ci sono:
supermercati.
piscine, e
sport.
3. Tutti i ragazzi devono fare
attivit necessaria per essere in forma.
studenti o
4. In questa scuola si sono
americani e
studentesse inglesi? No, ci sono
italiane.
americano e
5. In piazza Duomo Carla incontra
americana.
amico
6. Durante le vacanze vado al mare con
amica tedesca.
spagnolo e

6A)

il mio sport preferito (l. 15) - la mia famiglia (l. 13) la tua squadra (l.11)
Masculin singulier

Masculin pluriel

Fminin singulier

Fminin pluriel

il mio professore
il tuo compagno
il suo libro

i miei professori
i tuoi compagni
i suoi libri

la mia professoressa
la tua compagna
la sua piantina

le mie professoresse
le tue compagne
le sue piantina

il nostro professore
il vostro compagno
il loro libro

i nostri professori
i vostri compagni
i loro libri

la nostra professoressa
la vostra compagna
la loro piantina

le nostre professoresse
le vostre compagne
le loro piantine

54

Pagina | Cinquantaquattro

Unit 3

1. Complter les dialogues suivants.


sport preferito?
1. Elena, qual
sport preferito il calcio.

calciatori preferiti?
2. Gianni, quali sono
giocatori preferiti? Non lo posso dire.

Sono molto numerosi.


3. Con chi fai sport?
vicini di casa. E tu?
Gioco a tennis con
compagni di scuola.
Io gioco a calcio con
compagne di scuola.
4. Cosa fai, Lidia? Gioco con
compagni di scuola, con chi giocano
5. E i
amici del quartiere.
a calcio? Giocano con

Complter les dialogues.


questo ragazzo.
1. Dino a Gianna: Non
Come si chiama?
. un amico di Paolo.
Ma s che lo
2. Paola a Maria. Posso chiedere lindirizzo di Paolo
a Marta?
lindirizzo di Marco.
No. inutile. Marta non

Invece Franco lo
la mia amica Michela?
3. Paolo a Carla:
bene.
S, la

5. Prsent de lindicatif des verbes:

2. Transformer au pluriel :
1. Qual il tuo calciatore preferito?
2. Qual il tuo sport preferito?
3. Come si chiama il tuo vicino?
4. Come si chiama la tua vicina?
5. Il mio cantante preferito non italiano.
6. La mia automobile preferita non giapponese.

3. Mettre ladjectif possessif au pluriel


la place des pointills.
1. Conosci il nostro professore?
Conosci professori?
2. Non conosci la nostra professoressa?
Non conosci professoresse?
3. La loro automobile vecchia.
automobili sono vecchie.
4. Il loro scooter giapponese.
scooter sono giapponesi.
5. la vostra squadra preferita?
Sono squadre preferite?
6. Non il vostro libro ditaliano?
Non sono libri ditaliano?

4. Prsent de lindicatif de (ri)conoscere


(

15, 1, NBC)

Conoscere - Riconoscere
Conosco bene Firenze
Non riconosci il Duomo? (l.6)
Chiara conosce il Parco delle Cascine.

Potere (

16B) et Volere (

16B)

Potere
Posso passare da te
Mi puoi dare il tuo indirizzo?
Francesco pu visitare il Duomo con Chiara.
Volere
La mattina voglio dormire
Vuoi venire con me?
Chiara vuole andare a correre al parco.

Complter les phrases.


1. Potere
dire dov via dei Calzaiuoli?
1. Scusa, mi
andare a Ponte Vecchio perch
2. Francesco non
non lo trova sulla piantina.
dare il tuo numero di telefono?
3. Carlo, mi
andare a correre al Parco
4. Francesco non
con Chiara perch deve studiare.
venire da me domani?
5. Paolo,
2. Volere
andare a Roma.
andare a Pisa,
1. Io non
studiare litaliano?
2. Anna, perch non
una bella lingua.
questa ragazza?
3. Che cosa
continuare a studiare litaliano e
4. Carla
fare un soggiorno in Italia.
fare jogging al Parco
5. Francesco non
con Chiara perch preferisce dormire.

Pagina | Cinquantacinque

55

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

6. Prsent de lindicatif du verbe fare (

16, I, A)

Faccio nuoto. (l.15)


Che cosa fai la mattina?
Francesco fa nuoto.

c
ci sono

Complter les phrases.


1. La mattina (io)
unora di ginnastica.
2. Chiara
la guida per Francesco.
3. Che cosa
(tu) la sera?
4. Vado al cinema o
una partita a tennis.
5. Francesco
colazione tardi.
6. Io
molti esercizi ditaliano per conoscere
le coniugazioni.
7. Carlo
pallavolo e la sua ragazza
tennis.

7. Emplois de la prposition da (

12, 3)

Complter avec la prposition da.

10, 2).

Ci sono molti monumenti da scoprire (l. 6)

Complter les phrases.

13, 4

Mi interessa molto. (l. 9)


I gioielli non mi piacciono molto.

Complter avec molto, molta, molti ou molte


18F

c un monumento > ci sono molti monumenti da


scoprire (l. 6)

1. Complter :
A Firenze
molti monumenti da scoprire.
il Palazzo della Signoria,
il Duomo,
molte
chiese e
molti musei da visitare.
Qui
dei libri ditaliano e
un CD dinglese.

Pagina | Cinquantasei

9A Molto adjectif indfini (

9B Molto adverbe.

1.
Firenze a Roma ci sono 200 chilometri.
2. Non posso venire con te perch ho molte cose
fare.
3. Ho ancora molte lezioni
studiare.
4.
lla mia casa si vede una bella piazza.

8. Comment traduire il y a (suite et fin)

un libro ditaliano
dei musei interessanti
degli studenti inglesi
una ragazza italiana
un cellulare molto recente
una guida turistica

1. In Italia ci sono
spettatori allo stadio.
2. A Firenze Francesco vuole visitare
musei.
3. Anche a Roma ci sono
cose da vedere.
4. Paolo fa
sport.
5. In Francia ci sono
squadre di calcio.
6. Carla ha
piantine di citt italiane.
7. In Italia ci sono
citt grandi.
8. In Italia ci sono
stadi.

da qui si vede... (l. 7) / da qui non si vede (l. 8)


ci sono molti monumenti da scoprire (l. 5) - posso
passare da te (l. 21)

56

2. Former des phrases :

1. Ogni mattina Chiara corre


.
2. Francesco mangia
gelati.
3. A Chiara piacciono
i gioielli.
4. In Italia ci sono
squadre di calcio famose.
5. Questo ragazzo dorme
6. Sui lungarni ci sono
macchine.
7. In questa scuola
studenti hanno lo scooter.
8. Nelledicola di Piazza Duomo ci sono
giornali.
9. Questa professoressa non
severa.
10. Il David di Michelangelo una statua
celebre.
11. Questi autobus sono
alti e
lenti.
12. Sotto il ponte non passa
acqua.

ciao a tutti !

Unit 4
Indice dellunit
Sono qui per qualche giorno
Comunichiamo
Intermezzo
In Italia
Impariamo per parlare

60-61
62-63
64-66
67-68
70-72

Pagina | Cinquantasette

57

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Lista di nozze

Fedi nuziali

Una famiglia

Informazioni
sugli orari
dei treni

58

Pagina | Cinquantotto

Montepulciano.
La torre di Pulcinella

Unit 4

- Je parle de ma famille et je mintresse


celle des autres
- Je mintresse aux activits professionnelles
- Japprends compter et dire lheure
- Je demande quelquun pourquoi il fait
quelque chose

Les adjectifs possessifs (rvision et fin,


emploi avec les noms de parent)
Lemploi de qualche
Quelques emplois des prpositions a et da
Le participe pass et le pass compos
Pluriel des noms masculins se terminant
par io (rvision)

Pagina | Cinquantanove

59

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

PRIMO TEMPO

SONO QUI PER QUALCHE GIORNO


Chiara
Francesco
5

Chiara
Francesco
10

Francesco
Chiara
15

Dimmi una cosa: come mai sei a


Firenze?
Sono venuto a trovare i miei zii.
Sono qui da ieri. Sono arrivato nel
pomeriggio verso le cinque. Sono qui
per qualche giorno.
Scusa la curiosit, cosa fanno i tuoi zii
a Firenze?
Mio zio, il fratello di mio padre, si
stabilito qui lanno scorso. Ha aperto
una salumeria.
Mia zia lavora in Comune.
E i tuoi, cosa fanno?
Mio padre medico e mia madre
infermiera. Ho un fratello che studia

Vero o falso?
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.

20

25

Francesco
Chiara
Francesco

Chiara
Francesco

30

al liceo. in campeggio con i suoi amici


in Calabria. E tu, hai fratelli o sorelle?
S, ho due sorelle.
Ti hanno accompagnato?
No, non hanno potuto. La mia sorella
maggiore in Inghilterra. stata invitata
dalla sua corrispondente. Cos pu
parlare inglese.
E laltra sta dai nostri nonni in campagna.
Allora sei venuto con i tuoi genitori?
No, sono qui da solo. I miei non sono
ancora in ferie. Mio padre fa il tassista
e la mia mamma lavora in un
supermercato. Forse vengono a
prendermi la settimana prossima.

O
S

Francesco venuto a Firenze per vedere suo fratello.


arrivato a Firenze la mattina.
Deve restare a Firenze per tutto il mese.
Francesco viene a trovare gli zii ogni anno.
Lo zio del ragazzo medico e la zia infermiera.
La zia di Francesco lavora in un ospedale.
Chiara ha una sorella.

8. Il fratello di Chiara studia al liceo.


9. Francesco ha due sorelle.
10. Le sue sorelle sono venute con lui a Firenze.
11. La sorella minore di Francesco in Inghilterra
con la sorella maggiore.
12. I nonni di Francesco sono in campagna.

Dimmi, come mai...?


Sono venuto a trovare i miei zii.
Sono qui da solo

Domande sul dialogo


1. Perch Francesco venuto a Firenze?
2. Da quanto tempo sta a Firenze?
3. Quanto tempo deve restare a Firenze?
4. Da chi abita Francesco a Firenze?
5. Che cosa fanno suo zio e sua zia a Firenze?
6. Da quanto tempo gli zii abitano a Firenze?
7. Che cosa fanno i genitori di Chiara?
8. Dove studia il fratello della ragazza?
9. Dove passa le vacanze?
10. Quante sorelle ha Francesco?
11. Perch la sua sorella maggiore andata in Inghilterra?
12. Chi ha invitato la sorella minore?
13. Come mai i genitori di Francesco non sono venuti
a Firenze?
60

Pagina | Sessanta

Parliamo un po di te.
1.
2.
3.
4.
5.
6.

Hai informazioni sulle famiglie dei tuoi amici?


Se tu hai degli zii, dei cugini o dei nonni, dove abitano?
Vai spesso a trovare i membri della tua famiglia?
Quanti fratelli e sorelle hai? Che cosa fanno?
Passi tutte le vacanze con la tua famiglia? Dove?
La sorella maggiore di Francesco andata in
Inghilterra per studiare linglese. E tu, che lingue studi?
7. Sei gi andato (andata) nel paese dove si parlano?
8. Ti piace guardare dei film o ascoltare delle canzoni
in lingua originale?
9. Per guardare un film in versione originale preferisci
10. andare al cinema, guardare la tv o un dvd?
11. Quando vai al cinema, preferisci vedere il film in lingua
originale con i sottotitoli o in traduzione francese?

Unit 4

SONO QUI PER QUALCHE GIORNO

6
8

10

Pagina | Sessantuno

61

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

COMUNICHIAMO
Chiedere e dare informazioni sulla famiglia / Demander et donner des renseignements sur sa famille
Come si chiama tua madre? tuo padre? tuo fratello?
tua sorella?

La mia mamma si chiama Marta e il mio pap si


chiama Luigi.

Hai fratelli o sorelle?

S, ho una sorella.
No, sono figlio unico / figlia unica

Quanti fratelli hai?


Quanti zii hai?

Due. Un fratello e una sorella.


Tre. Mio padre ha una sorella e mia madre ha due
fratelli.

Come si chiamano i tuoi fratelli?

Il mio fratello maggiore si chiama Paolo e il mio fratello


minore Luca.

Hai molti cugini?

Ho tre cugine: sono le figlie del fratello di mio padre,


mio zio Carlo.

Quanti anni ha tua sorella?

Ha 18 anni.

Dove abitano i tuoi zii?

A Milano.

E tu hai fratelli e sorelle? S ho due sorelle. (l. 18)


La mia sorella maggiore in Inghilterra. (l. 21)

Chiedi a un(a) tuo(a) compagno(a) tre informazioni sulla sua famiglia.


Chiedere e dare informazioni sullattivit professionale di qualcuno /
Demander et donner des renseignements sur lactivit professionnelle de quelquun.
Che lavoro fa tuo padre?

medico / dentista / operaio / insegnante / meccanico /


impiegato

Che lavoro fa tua madre?

Fa la segretaria / la farmacista / linfermiera


/ la casalinga / linsegnante / limpiegata

Cosa fa tuo zio?

Lavora in banca / in Comune / disoccupato

Che cosa fa il signor Rossi?

Lavora in una salumeria / farmacia / biblioteca

Cosa fa tua sorella?

Non lavora, studia al liceo / allUniversit.

Che cosa fa tuo nonno?

Non lavora pi, in pensione da due anni.

E i tuoi, cosa fanno? Mio padre medico e mia madre infermiera (l. 15)
Mio padre fa il tassista e la mia mamma lavora in un supermercato (l. 27)

62

Pagina | Sessantadue

Unit 4

12

A partire dalle risposte, crea le domande:


Es. (madre)? Fa la segretaria.
> Che lavoro fa tua madre? Fa la segretaria.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.

12
9

(padre)? Fa il medico.
(nonna)? in pensione.
(cugino)? Si chiama Giorgio.
(zii)? S, tre.
(nonni)? A Roma.
? Mio padre 45 e mia madre 41.
? S, ho due sorelle.
? La mia sorella maggiore studia al liceo
e la mia sorella minore alla scuola elementare.

3
12

6
12

6
9

12

6
9

12

12

6
Chiedere e dire lora / Demander et donner lheure
Che ora ?
Che ore sono?

mezzogiorno
mezzanotte
luna
sono le due
sono le tre e un quarto
sono le quattro e mezza (mezzo)
sono le cinque e venticinque
sono le sei meno un quarto
sono le sette meno cinque

6
12

12

3
6

6
Chiedere a qualcuno perch fa qualcosa / Demander quelquun pourquoi il fait quelque chose
Come mai tua sorella in campagna?
Come mai ti sei trasferito a Ventimiglia?
Perch studi litaliano?

Perch andata a trovare i nonni.


Perch mio padre ha trovato un lavoro qui.
Per avere una corrispondente italiana /
Cos posso parlare con la mia corrispondente.
Per visitare il Museo degli Uffizi

Perch sei venuto a Firenze?

Chiedi a un tuo compagno perch studia litaliano.

la mia famiglia
di origine italiana

litaliano una
bella lingua

LItalia bella

andare in Italia

vedere film italiani


corrispondere
con italiani

leggere libri italiani

ascoltare canzoni
italiane

Pagina | Sessantatr

63

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

SECONDO TEMPO

4. Un po di matematica!
Fai queste operazioni:

I numeri
uno
due
tre
quattro
cinque
sei
sette
otto
nove
dieci

venti
ventuno
ventidue
ventitr
ventiquattro
venticinque
ventisei
ventisette
ventotto
ventinove

undici
dodici
tredici
quattordici
quindici
sedici
diciassette
diciotto
diciannove

trenta
quaranta
cinquanta
sessanta
settanta
ottanta
novanta
cento
duecento
mille
duemila
un milione
un miliardo

+ = pi

- = meno

x = per

: = diviso

2+2 =

89-1 =

3x7 =

75:5 =

45-4 =

6x3 =

80:4 =

40+8 =

3x3 =

60:3 =

30+3 =

2006-7 =

10:5 =

20+1 =

789-89 =

9x9 =

10+1 =

109-6 =

6x8 =

1000:4 =

La Settimana Enigmistica 15/04/2006

INTERMEZZO

1. Come si leggono questi numeri ?


31, 33, 38, 41, 43, 48, 61, 63, 68, 1988.

2. Scrivi gli anni in lettere.


La rivoluzione francese scoppiata nel (1789)
> millesettecentoottantanove
Per la prima volta luomo andato sulla luna nel (1969) ...
Cristoforo Colombo ha scoperto lAmerica nel (1492) ...
Il terzo millennio cominciato nel (2000) ...
Il secondo millennio terminato nel (1999)...

3. Puoi aggiungere altre frasi di questo tipo?

64

Pagina | Sessantaquattro

Cos riuscito a fare il mio tesoro con la super-colla di pap?


Nellelenco seguente indica i mobili e gli oggetti che:
1. sono stati incollati al soffitto con la super-colla
2. non sono incollati al soffitto
il televisore
laspirapolvere
il lampadario
la poltrona
un bicchiere

un piatto
il computer
il tappeto
il cane
il gatto

la sedia
il tavolino
le posate
il telefono
il divano

Unit 4

Luigi il nonno di Pietro, Filippo lo zio di Pietro, Marta


la suocera di Giovanna, Giovanna la nuora di Marta
e di Luigi, Andrea il genero di Paolo.
Nelle famiglie Martini e Romano, chi sposato?
Chi non sposato? Chi divorziato? Chi non lavora?
Chi sono i genitori di Paola?.

Fai delle domande ai compagni sulle famiglie


Martini e Romano.
Es. Chi la moglie di Luigi?
1. Nellalbero genealogico sono indicati molti mestieri.
difficile imparare a memoria in una sola volta
tutte quelle parole. Scegli tre professioni che hai
loccasione di citare. (cfr. unit 8, p.125)
2. Anche se la lista lunga, molte attivit non sono
citate. Chiedi allinsegnante la traduzione italiana di
tre parole che ti sembrano indispensabili. Esempio:
Professoressa, per favore, come si dice avocat
(maon, etc.) in italiano? (cfr. p.125)
Pagina | Sessantacinque

65

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

A che ora?

Guarda le foto. Secondo te, quale momento della giornata ?

la mattina

12

13-18

18-21

21-6

24

mezzogiorno

il pomeriggio

la sera

la notte

mezzanotte

A che ora sei arrivato(a) a scuola stamattina? Alle 8?


A che ora sei andato(a) a dormire ieri sera?
A che ora hai cominciato a fare lesercizio?

fatto merenda e ho continuato a fare i compiti.


Poi ho guardato un po la TV. Alle otto ho cenato con
la mia famiglia, ho navigato un po su Internet e poi
sono andata a dormire.

Marta racconta la sua giornata di ieri.


Ieri mattina mi sono svegliata alle 7. Mi sono alzata e
mi sono lavata, poi ho fatto colazione: ho mangiato
qualche biscotto con burro e marmellata darancia,
ho preso uno yogurt e ho bevuto un t. Mi sono
vestita e ho preparato i miei libri.
Sono uscita alle 8 meno venti e sono andata alla
fermata dellautobus. L ho incontrato qualche
compagno di scuola. Siamo saliti sullautobus
e siamo arrivati a scuola alle 8 meno dieci.
Alle 8 le lezioni sono cominciate. Sono durate dalle 8
alle 13.
Sono tornata a casa e ho pranzato. Ho fatto i compiti
dalle tre alle cinque e, verso le cinque e mezza ho
66

Pagina | Sessantasei

Cosa ha fatto Marta ieri mattina?


Cosa ha fatto Marta ieri pomeriggio?
Cosa ha fatto Marta ieri sera?

E tu? Cosa hai fatto ieri? Racconta ai compagni.


Le lezioni sono cominciate alle 8. Sono durate dalle 8
alle 13.

Fai tre frasi simili: usa durare e


cominciare al passato prossimo. (

17, 1)

Unit 4

TERZO TEMPO

IN ITALIA

Dal sito: www.trenitalia.it

Te: Termini.

Tib: Tiberina

Rispondi:
A che ora partono i treni da Roma?
1. alle otto e trenta
2.

3.

4.

5.

A che ora arrivano a Firenze?


1.
2.

3.

4.

5.

Qual la durata di ogni viaggio?


1.
2.

3.

4.

5.

Pagina | Sessantasette

67

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Guarda il disegno della famiglia di Michela.


Secondo te, chi sono queste persone? Quanti anni hanno?
Indica una persona del disegno e chiedi a un compagno.

nonno

nonna

padre

zio

zia

nipote

madre

figlio

figlia

fratello
sorella

cugino

cugina

Ecco i mestieri preferiti da ragazzi e ragazze italiani. E tu, quale preferisci? (cfr. p.150)
Top 10 professioni
I dieci mestieri preferiti dal complesso di studenti e studentesse delle scuole secondarie superiori
Professione
1. Manager di unazienda discografica
2. Attore/attrice teatrale o di cinema
3. Manager di unimpresa multinazionale
4. Capo ufficio studi di una grande banca
5. Esperto/a di grafica computerizzata
6. Regista televisivo
7. Giornalista per un quotidiano nazionale
8. Progettista di siti internet
9. Stilista di moda
10. Allenatore/trice di squadra sportiva
Fonte> Istituto Cattaneo
8 ottobre 2005
68

Pagina | Sessantotto

Voto desiderabilit (da 0 a 10)


6,2
6,2
5,8
5,8
5,7
5,6
5,5
5,4
5,4
5,4

Unit 4

A VOCE ALTA
1. Ascolta e completa il dialogo:
La signorina
Il signore

La signora
La signorina

La signora

La signorina

Scusi, che
?
Mi dispiace. Non
lorologio.
Secondo me, non sono ancora le
.
Ma no, sono gi le quattro e un
.
Grazie, signora.
Come si fa per andare alla
?
Il mio treno parte alle cinque
un quarto.
Forse mi conviene prendere un taxi.
queste parti non passano
molti taxi.
A piedi ci vuole un quarto d
per andare alla stazione. Non lontana.
Allora ci
a piedi.
Arrivederci.
.

3. Ascolta le frasi e indica se sono


affermative o interrogative.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.

4. Ascolta e leggi:

2. Ascolta e leggi:

Don Don E mi dicono, Dormi!


Mi cantano, Dormi! sussurrano,
Dormi! bisbigliano1, Dormi!
L, voci di tenebra azzurra
Mi sembrano canti di culla2,
che fanno chio torni comero3
sentivo mia madre poi nulla
sul far della sera4.

Il sole
Il mattino fa ogni giorno
il giro del mondo
a destare1 le nazioni,
gli uccelli, i boschi, i mari,
i maestri e gli scolari.
Da Oriente a Occidente
il sole apre le scuole,
i gessetti2 cantano
sulle lavagne3 nere le parole
pi bianche di tutte le lingue.
Si fa un po per uno4 a studiare:
quando a Pechino
i ragazzi vanno a giocare
entrano in classe quelli di Berlino,
e quando vanno a letto ad Alma Ata5
suona la sveglia a Lima e a Bogot6.
Si fa il turno: cos non va perduto
nemmeno un minuto.

Giovanni Pascoli, Canti di Castelvecchio, Mondadori.

Gianni Rodari

1
2
3
4

destare : rveiller
il gessetto : la craie
la lavagna : le tableau
per uno : chacun son tour

5
6

capitale du Kazakstan
capitales du Prou et de la
Colombie

1
2
3
4

bisbigliare : chuchoter
la culla : le berceau
ero: jtais
la tombe du jour
Pagina | Sessantanove

69

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

QUARTO TEMPO

IMPARIAMO PER PARLARE


1. Le possessif (adjectifs) avec les noms de parent (

6A).

mio zio, mio padre (l. 9, l. 9, l. 14) mia madre (l. 12) - mia zia (l. 12) - i miei zii (l. 3) - i tuoi zii (l. 7)
la mia sorella maggiore (l. 20) - dai nostri nonni (l. 24) - la mia mamma (l. 28)
mio figlio
il mio fratello minore
il loro nonno

biondo
malato
in vacanza
dinamico

i miei figli
i miei fratelli minori
i loro nonni

biondi
malati
in vacanza
dinamici

bruna
simpatica
dinamica

le mie zie
le mie sorelle maggiori
le loro nonne

sono

mia zia
la mia sorella maggiore
la loro nonna

brune
simpatiche
dinamiche

Complter le tableau en indiquant ladjectif possessif correspondant la personne.


Es : io - nonno - cellulare - sorellina - amici - fratello minore - famiglia
> mio nonno - il mio cellulare - la mia sorellina - i miei amici - il mio fratello minore - la mia famiglia

io
tu
lui
lei
noi
voi
loro

nonno

cellulare

2. Qualche (

cognome

cugini

fratelli

madre

sorellina

amici

fratello minore

famiglia

10, 1)

Sono qui per qualche giorno (l. 5)


Sei
Siete

70

qui
a Firenze
in Italia

Pagina | Settanta

per

molti mesi
quindici giorni
molto tempo
tre settimane

No, solo
No, soltanto

per

qualche

mese
giorno
ora

Unit 4

Donner les rponses aux questions,


sur le modle :
Sei a Firenze da molte settimane (giorno)?
No, soltanto da qualche giorno.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.

Aspetti da molto tempo? (minuto)


Siete tornati con molte ore di ritardo? (minuto)
Hai visitato molte citt in Italia? (citt darte)
Avete bevuto molto al bar? (coca cola)
Avete pagato molto? (euro)
Hai mangiato in molti ristoranti? (pizzeria)
Molti negozi sono aperti il luned? (negozio
di alimentari)
8. Ci sono molti mezzi di trasporto nel tuo quartiere?
(autobus)
9. In questo quartiere passano molte automobili?
(motorino)
10. Hai ancora molti parenti a Roma? (cugino)
11. Hai scritto a molte amiche? (corrispondente)
12. Hai visto molti negozi sul Ponte Vecchio? (gioielleria)
13. Chiara ha molti gioielli? (collana)

4. Emplois de la prposition da (

3. Emplois de la prposition a (

12,1,A,C)

Sono venuto a trovare i miei zii (l. 3)

Donner la rponse aux questions


sur le modle :
Perch sei entrata nel negozio? per chiedere il prezzo
della collana?
S, sono entrata a chiedere il prezzo.
1. Perch sei venuto a Firenze? Vuoi visitare il museo
degli Uffizi?
2. Perch siete andati a Napoli? Volete vedere
il Vesuvio?
3. Perch sei tornata? Vuoi salutare Luigi?
4. Perch Carla andata in Sicilia? Vuole andare
a trovare sua nonna?
5. Perch Paul venuto in Italia? Per visitare Roma?

12, 3)

Sono qui da ieri (l. 4) - sta dai nostri nonni (l. 24) - invitata
dalla sua corrispondente (l. 22) sono qui da solo (l. 26)

1. Relier les questions et les rponses :


1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.

Da quanto tempo abiti in questa citt?


Il treno delle 11,30 parte da Roma o da Firenze?
Questo autobus viene dal centro?
Da quanto tempo studi litaliano?
Da quanto tempo non mangi?
Da chi sei andato ieri sera?
Sei stato a casa da solo ieri?
Da dove arriva questo treno?
Dove vai in vacanza?

2.
1. Demande un(e) camarade si le bus qui arrive vient
du centre.
2. Demande un(e) camarade si le train de 11.30
(il treno) part de Rome ou de Florence.
3. Demande un(e) camarade si tous les lves habitent
par ici ou sils viennent de loin (lontano).
4. Dis que tu tudies litalien depuis deux mois.
5. Dis que hier tu nas pas mang de midi minuit.
6. Dis que le texte a t lu (letto) par le professeur.
7. Dis que le dialogue a t jou (recitato) par tes
camarades.
8. Dis que tu vas manger la pizza Chez Mario .
9. Dis que tu as fait le devoir (il compito) tout seul.

S, arriva dal centro.


Da sei anni.
Da ieri.
Da sei mesi.
Da Roma.
S, sono stato da solo perch i miei genitori sono usciti.
Da Paolo.
Dalla Francia.
Dai nonni, in campagna.

5. Pluriel des mots masculins en - io


(
3CN, B, 1)
Mio zio (l. 9) - i miei zii (l. 3) - il pomeriggio (l. 5),
i pomeriggi
Lo zio
Il pomeriggio

Gli zii
I pomeriggi

Pagina | Settantuno

71

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Complter les phrases :

1. Complter les phrases.

1. Quanti zii hai? Ho un solo z


2. Sei entrata in un solo negozio?
No, sono entrata in tutti i n
3. Il primo episodio non mi piaciuto.
A me invece tutti gli e sono piaciuti.
4. Secondo me, tutti i p del dialogo sono simpatici.
Non sono daccordo con te. A me piace soltanto
il personaggio del contadino (paysan).
5. Vuoi un foglio di carta? S, anzi (et mme)
mi servono almeno cinque f

6. Le participe pass et le pass compos


(
15, A5)
Sono arrivato (l. 4) - stata invitata (l. 21) - si stabilito
(l. 10) - non hanno potuto (l. 20)
Verbes rguliers
Ieri

ho parl-ATO con i miei amici al telefono


ho ripet-UTO la lezione di storia
ho dorm-ITO 8 ore

(Io) sono andato / andata a casa alle otto


(Noi) siamo andati / andate al cinema sabato pomeriggio
(io) mi sono lavato / lavata
(tu) ti sei lavato / lavata
(lui/lei) si lavato / lavata
(noi) ci siamo lavati / lavate
(voi) vi siete lavati / lavate
(loro) si sono lavati / lavate

Verbes irrguliers: venire, aprire. (

1. Francesco (arrivare) a Firenze alle 5.


2. Il ragazzo ha (volere) visitare la citt.
3. romano, quindi non ha (trovare) facilmente
Ponte vecchio.
4. Chiara lo ha (aiutare).
5. Lo zio di Francesco si (stabilire) a Firenze.
6. Francesco ha (accettare) di andare a Piazzale
Michelangelo.
7. A che ora (cominciare) la passeggiata?
(cominciare) alle 13 ed (finire) alle 18.
(durare) cinque ore.
8. Il ragazzo ha (seguire) la sua nuova amica.
9. Io ho (fotografare) il David di Michelangelo.
10. Perch non hai (ripetere) la frase ad alta voce?

2. Mettre les verbes au pass compos.


1. Paolo (ricevere) una lettera da Martina.
2. Tu (finire) di fare lesercizio?
3. Carlo ed io (avere) una giornata terribile.
4. I miei genitori (passare) le loro vacanze in Sicilia.
5. Luca (dormire) dalle 22 alle 10.
6. Io non (potere) fare tutti gli esercizi.
7. I tuoi fratelli (arrivare) a scuola in ritardo.
8. Ieri Carla (andare) a Firenze.
9. Mauro e Michela (uscire) alle 7 stamattina.
10. Le vostre sorelle (tornare) a casa alle 20.
11. Io (stare) a casa per guardare la tv.
12. Questa mattina Carla (alzarsi) alle 7.
13. Ieri sera io (addormentarsi) a mezzanotte.
14. Lei (svegliarsi) presto.
15. Lo zio di Francesco (stabilirsi) a Firenze.
16. Guglielmo (divertirsi) molto alla festa.

16, 4)

Sono venuto (l. 3) - ha aperto (l. 10)


Venire
Aprire

>
>

Sono venuto / venuta subito


Ho aperto la finestra

D. Ghirlandaio. La nascita di Giovanni

72

Pagina | Settantadue

ciao a tutti !

Unit 5
Indice dellunit
Come stai?
Comunichiamo
Intermezzo
In Italia
Impariamo per parlare

76-77
78-79
80
81-83
84-86

Pagina | Settantatr

73

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Panorama di Firenze
da Piazza Michelangelo

Il David in Piazza Michelangelo

Non Maria, per

74

Pagina | Settantaquattro

Unit 5

Mes relations avec les autres


- Je demande comment a va ? et je rponds.
- Je parle du temps qui passe et du temps quil fait.
- Jexprime la surprise, la satisfaction, le plaisir ou
la dception et le mcontentement.

Les adjectifs numraux ordinaux.


Lemploi de stare
qualche, molto / molta, poco / poca, alcuno / alcuna
Ladjectif (rvision) et le pronom possessifs
Le pass compos (suite)

Pagina | Settantacinque

75

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

PRIMO TEMPO

COME STAI?
Maria
Chiara
Maria
Chiara

10

Francesco
Maria
Francesco
Maria
Chiara
Maria
Chiara

15

20

Maria
Francesco
Maria
Francesco
Maria
Chiara
Maria

Oh, ciao Chiara! Come stai?


Ciao, Maria! Sto bene, e tu? Che sorpresa! Cosa fai a Piazzale Michelangelo?
Ho fatto un giro con Pietro in motorino. Lui abita da queste parti.
tornato a casa cinque minuti fa. E tu?
Sono venuta a mostrare la citt a Francesco. arrivato ieri da Roma.
Sta qui per qualche giorno.
Ciao, Maria.
Ciao, Francesco. Benvenuto a Firenze!
Grazie! una citt meravigliosa. Ma fa sempre cos caldo?
Destate, s.
Maria, sono proprio felice dincontrarti.
Non ci vediamo da un sacco di tempo.
Sai, da quando siamo in vacanza, vado sempre in giro.
Eh! Lo so, con il tuo famoso motorino...
Ma adesso puoi restare un po con noi?
Eh, no. Purtroppo, sono le sei. Sono gi in ritardo. Devo tornare a casa.
Peccato!
Se vuoi, ti lascio il mio numero di cellulare.
Grazie. Ti do il mio. Ci sentiamo, daccordo?
Ci conto! Restate ancora un po qui?
S, una mezzoretta. Adesso andiamo a visitare San Miniato.
Beh! Io vado. Ciao!

- Come stai?
Sto bene, e tu?
- Benvenuto! Benvenuta!
- Che sorpresa!
- Non ci vediamo
da un sacco di tempo.
- andato a casa cinque
minuti fa.

Vero o falso?

1. Chiara andata
a piazzale Michelangelo
per incontrare Maria.
2. A Francesco piace
Firenze ma trova
che fa troppo caldo.
3. Chiara e Maria si sono
viste recentemente.
4. Francesco d a Chiara
il suo numero
di cellulare.

NO

Domande sul dialogo

Parliamo un po di te

1.
2.
3.
4.
5.

1. Maria e Pietro hanno il motorino.


Chi ha un motorino in questa classe?
2. Da quando tempo?
3. Quanto costa un motorino?
4. Quanti litri di benzina consuma?
5. Qual la velocit massima del tuo motorino?
6. A che cosa ti serve il motorino?
7. Quali consigli ti danno i tuoi genitori?
8. Maria ha un casco. Anche tu rispetti sempre
lobbligo di portare il casco?
9. Quanto costa una multa se non porti il casco?
E se superi i limiti di velocit?
10. Tu continui a frequentare i compagni di scuola
durante le vacanze? Che cosa fate insieme?
11. Chiara approfitta delloccasione per visitare
San Miniato. Quali monumenti, musei o luoghi
pittoreschi ci sono nella tua citt?
12. Li hai visitati tutti? Quali non hai mai visitato?
13. Hai il telefonino? Qual il tuo numero?

6.
8.
9.
10.
11.

76

Perch Maria venuta a Piazzale Michelangelo?


Come ci venuta?
Con chi e perch?
A che ora si svolge la scena?
La conversazione tra Maria Francesco e Chiara
non dura molto. Perch?
Perch Francesco e Maria si scambiano il numero
di telefono?
Come reagisce Chiara? molto soddisfatta
o un po gelosa? (guarda il disegno)
Come si chiude la scena?
Che cosa fa Maria?
Cosa vogliono fare Chiara e Francesco?

Pagina | Settantasei

Unit 5

COME STAI?

10

Pagina | Settantasette

77

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

COMUNICHIAMO
Chiedere Come va?e rispondere /
Demander Comment a va? et rpondre

Salutare e promettere di restare in contatto /


Prendre cong et promettre quon gardera le contact.

Come va?

Ci sentiamo!
Ti chiamo!
Ti scrivo!
A presto!
Alla prossima!

Bene.
Tutto bene.
Non c male.

Chiedere Come stai?e rispondere. /


Demander: Comment vas-tu? et rpondre.
Come stai?

(Sto) benissimo, grazie.


(Sto) bene. E tu?
Bene, grazie.
Non c male, grazie.
Non sto bene / Non sto molto bene

Oh, ciao Chiara, come stai?


Ciao, Maria! Sto bene, e tu? (l. 2)

Chiedi a un tuo compagno come sta oggi.


Esprimere sorpresa, delusione, contentezza,
scontentezza / Exprimer la surprise, la dception,
la satisfaction, le mcontentement
Che sorpresa!
Che fortuna!
(Che) peccato!
Che sfortuna!

Cosa fai qui?


Domani cominciano le vacanze!
Marco non pu venire in piscina
con noi perch deve studiare.
Ho perduto il treno.

Che sorpresa! Cosa fai a Piazzale Michelangelo ? (l. 2)


Devo tornare a casa Peccato! (l. 16)

Ci conto!
Daccordo!

Ci sentiamo, daccordo? Ci conto! (1. 20)

A partire dalle frasi, usa lesclamazione giusta:


1.
2.
3.

! Cosa fai qui a Roma?


! Il professore mi ha interrogato.
! Non posso venire al cinema con voi.
Mia madre non vuole.
4.
! Oggi non abbiamo compiti.
5.
! Non abbiamo il tempo di prendere qualcosa
al bar con voi.
6.
! Ho trovato 10 euro per terra.
7.
! Abbiamo perduto la partita.
8.
! Ciao, Paolo! Cosa fai qui davanti
alla mia scuola?

Completa:
Ciao, Pietro,
stai?

, grazie. E
?
Non c
. Scusa, ma devo andare.
Mio padre mi aspetta. Ci
!
Va bene, a
.
- Le stagioni: la primavera (21 marzo),
lestate (21 giugno),
lautunno, (21 settembre),
linverno (21 dicembre)

Parlare del tempo atmosferico e delle stagioni / parler du temps quil fait et des saisons

Che tempo fa

dinverno?
in primavera?
destate?
in autunno?

Fa freddo, piove o nevica. In certe regioni c la nebbia.


Fa ancora fresco ma c il sole.
Fa molto caldo. C sempre il sole.
Non fa ancora molto freddo ma piove spesso

Ma fa sempre cos caldo? Destate s. (1. 9)

78

Pagina | Settantotto

Unit 5

Rispondi: (cfr. p.78, 80)

I giorni della settimana:

- Quali sono le quattro stagioni?


- Quando comincia la primavera? lestate? lautunno?
linverno?
- Che tempo fa nella tua regione in primavera?
- Destate? In autunno? Dinverno?
- Quanti giorni ci sono in un anno? E in un mese?
- Che tempo fa oggi?

Iuned
marted
mercoled
gioved
venerd
sabato
domenica

La settimana
Il mese
Il trimestre
La stagione
Lanno

Chiedere informazioni sulla date / Demander des renseignements sur la date


Che giorno oggi?
Quanti ne abbiamo oggi?
Quando

Oggi sabato.
17 ( Ne abbiamo 17).
il tuo compleanno?
Natale?
Pasqua, questanno?

Il 12 maggio.
Il 25 dicembre.
Il 16 aprile.

Rispondi:
La settimana
Quali sono i giorni della settimana?
Quanti giorni ci sono nella settimana?
Quando vai a scuola?
Quale giorno della settimana preferisci?
Quanti mesi e quante settimane ci sono in un anno?

Le vacanze scolastiche.
Quali sono i periodi delle vacanze scolastiche?
Quanto durano le vacanze natalizie?
Quando cominciano e quanto durano le vacanze estive?
Quali vacanze preferisci e perch?

Completa la tabella.

Conosci la data di nascita e il giorno


del compleanno o onomastico dei tuoi amici o
dei membri della tua famiglia? (i genitori, i nonni,
i fratelli e le sorelle, ecc.)? Puoi fare qualche
esempio?

Siamo nel 2
anni

- Sono nato nel 19

- Ho

Pagina | Settantanove

79

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

SECONDO TEMPO

INTERMEZZO
I numeri ordinali.
uno
due
tre
quattro
cinque
sei
sette
otto
nove
dieci

1 primo
2 secondo
3 terzo
4 quarto
5 quinto
6 sesto
7 settimo
8 ottavo
9 nono
10 decimo

undici
dodici
tredici
quattordici
quindici
sedici
diciassette
diciotto
diciannove
venti

11 undicesimo
12 dodicesimo
13 tredicesimo
14 quattordicesimo
15 quindicesimo
16 sedicesimo
17 diciassettesimo
18 diciottesimo
19 diciannovesimo
20 ventesimo

1. Come si dice 100?, 1000?, 1.000.000?


2. Come si scrive 43? 46? 48 ? 73 ? 76?
78? 83? 88? 86?

ventuno
ventidue
ventitr
ventiquattro
venticinque
ventisei
ventisette
ventotto
ventinove
trenta

21 ventunesimo
22 ventiduesimo
23 ventitreesimo
24 ventiquattresimo
25 venticinquesimo
26 ventiseiesimo
27 ventisettesimo
28 ventottesimo
29 ventinovesimo
30 trentesimo

3. Ci sono 6 persone nellascensore


di un grattacielo.
Premono i pulsanti 3, 7, 8, 13, 21, 28.
A che piano salgono?

Lanno. Le stagioni. I mesi. Le festivit religiose e civili.


GENNAIO

FEBBRAIO

MARZO

APRILE

MAGGIO

GIUGNO

1. Capodanno

Carnevale

8. Giornata
della donna

Pasqua (data
variabile)

1. Festa del
lavoro

2. Festa della
Repubblica

19. Festa del pap


20. Primavera

25. Festa della


Liberazione

Festa della
mamma (data
variabile)

21. Estate

AGOSTO

SETTEMBRE

OTTOBRE

NOVEMBRE

DECEMBRE

15. Ferragosto

23. Autunno

1. Ognissanti

21. Inverno
25. Natale
26. Santo Stefano

6. Epifania

LUGLIO

Le festivit religiose e civili.


Quali sono le principali feste religiose e civili in Italia
e in Francia? Quando sono?
Le feste private.
Quali sono le feste familiari che non vuoi dimenticare
(compleanno o onomastico...)?
A casa tua, in quali occasioni si fanno i regali?
80

Pagina | Ottanta

Fai delle domande ai tuoi compagni:


es. Che cosa hai fatto sabato scorso? Sono uscito
con i miei amici, e tu?
lestate scorsa in vacanza / ieri / a Pasqua / il primo
maggio / a Natale / a Ferragosto / a Carnevale / dieci
minuti fa / luned scorso a scuola / due sere fa

Unit 5

TERZO TEMPO

IN ITALIA
Carnevale e commedia dellarte
Le maschere della commedia dellarte
Durante il carnevale tutti i bambini
italiani si travestono e, a Venezia,
anche gli adulti.
I travestimenti sono vari, pi o meno
ricchi ed eleganti o invece fantasiosi,
divertenti o grotteschi.
Tra la folla si riconoscono talvolta
certe maschere che appartengono
alla grande tradizione italiana della
Commedia dellarte.
una forma teatrale che ha
influenzato la storia della commedia
in tutta Europa e che continua ad
essere recitata con successo. Molire
ha subito allinizio della sua carriera
parigina la concorrenza dei comici
italiani e, pi tardi, Marivaux ha
scritto, nel 1720, un Arlequin poli par
lamour.

Carnevale
Carnevale in filastrocca1,
con la maschera sulla bocca,
con la maschera sugli occhi,
con le toppe2 sui ginocchi:
sono le toppe dArlecchino,
vestito di carta, poverino.
Pulcinella grosso e bianco,
e Pierrot fa il saltimbanco.
Pantalon dei Bisognosi
Colombina, dice, mi sposi?
Gianduia lecca3 un cioccolatino
e non ne da niente a Meneghino,
mentre Gioppino col suo randello4
mena botte5 a Stenterello.
Per fortuna il dottor Balanzone
gli fa una bella medicazione6,
poi lo consola: Carnevale,
e ogni scherzo7 per oggi vale.

Forse hai gi visto in fotografia o nei


quadri, oppure a teatro, i personaggi
pi noti

Gianni Rodari da: www.filastrocche.it

Sei invitato a Venezia per il Carnevale.


Che tipo di travestimento scegli?
Che cos la Commedia dellarte?
Guarda le illustrazioni.
Chi sono questi personaggi?
Quali sono le loro caratteristiche?

la filastrocca: la comptine.
la toppa: la pice, le rapiage.
3 leccare: lcher.
4 il randello: le gourdin.
5 menar botte: donner des coups.
1
2

una medicazione: una medicina,


un mdicament.
7 lo scherzo: la plaisanterie, le bon
(ou le mauvais...) tour.
6

Pagina | Ottantuno

81

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Il Carnevale
Molte citt italiane hanno un
carnevale molto famoso. Forse hai
gi sentito parlare del carnevale di
Venezia o di quello di Viareggio.

Feste e tradizioni.
Una tradizione fiorentina: Lo scoppio del carro.
Lo scoppio del carro una vecchia tradizione
fiorentina che risale al secolo XII. Il sabato santo (cio
la vigilia di Pasqua) si mette un carro carico di fuochi
dartificio sul sagrato1 del Duomo tra Santa Maria del
Fiore e il Battistero. Un razzo (la colombina) scende
lungo un filo dacciaio teso tra laltare2 maggiore di
Santa Maria del Fiore e il carro e d fuoco al carro
che scoppia.
1

Le parvis

Lautel

Cosa succede durante il tradizionale scoppio del carro a Firenze?


Cos la colombina?
Che percorso fa?

Il calcio storico.
Anche se viene chiamato calcio, questo gioco,
piuttosto violento, somiglia al rugby o al calcio
americano. Si gioca a squadre di ventisette uomini
e si svolge in costume sulla piazza di Santa Croce.
Dura due ore. In passato si giocava in molti
quartieri.

Che cos il calcio storico fiorentino?


Quali sono le differenze con il calcio moderno?
A quali sport di oggi assomiglia?

82

Pagina | Ottantadue

Scopa: balai
Giocattolo: jouet
Carbone: charbon
La caramella: le bonbon

Camino: chemine
Grembiule: tablier
Toppa colorata: pice de
tissu color

Jos Jover, Il Giornalino.

Unit 5

La Befana
La Befana una vecchietta che porta regali ai bambini
buoni la notte tra il 5 e il 6 gennaio. Vola su una scopa, con
un sacco pieno di giocattoli, cioccolatini e caramelle per i
bambini buoni e carbone (di zucchero, per!) per i bambini
cattivi, passa sopra i tetti, entra dai camini e riempie le
calze lasciate appese.
sempre vestita cos: una gonna scura lunga e larga, un
grembiule con le tasche, uno scialle, un fazzoletto o un
cappellaccio in testa, un paio di ciabatte, tutto con molte
toppe colorate.

In suo onore, si recita questa filastrocca (la Befanata):


La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
col cappello alla romana1...
VIVA VIVA LA BEFANA!
1

un cappello largo e vecchio

Adattato da www.la-befana.it

Chi sono i due personaggi che sincontrano sul tetto?


Perch una situazione strana?
Immagina il seguito della conversazione tra la Befana e Babbo Natale.
Per Natale cosa chiedi a Babbo Natale?

A VOCE ALTA
1. Ascolta e ripeti i proverbi:
A Carnevale ogni scherzo vale.
Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi.

2. Ascolta e leggi questa filastrocca che tutti


gli italiani conoscono a memoria:
30 giorni conta novembre con aprile, giugno e
settembre. Di 28 ce n uno, tutti gli altri ne hanno 31.

Vuoi provare a impararla a memoria anche tu?

3. Ascolta poi leggi:


Viene viene la Befana,
vien dai monti a notte fonda.
Come stanca! La circonda
neve, gelo e tramontana.
Viene viene la Befana.
G. Pascoli

Pagina | Ottantatr

83

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

QUARTO TEMPO

IMPARIAMO PER PARLARE


1. Lemploi de stare (

17, 2)

Come stai? (l. 1) - Sto bene (l.2) - sta qui per qualche
giorno (l. 6)
On te demande : Come stai? Rponds que :
1. Tu vas bien.
2. Tu vas trs bien.
3. Tu ne vas pas bien.
4. Tu ne vas pas trop bien.
5. Tu vas mal.

2. Qualche molto poco alcuno (

Intresse-toi au sort de tes voisins:


6. Demande un(e) camarade comment il (elle) va.
7. Demande un(e) camarade comment va sa mre.
8. Demande un(e) camarade comment vont ses
frres.
9. Demande un(e) camarade comment vont ses
grands-parents.
10. Dis que Claudia est chez ses oncle et tante.

10,1,2) sta qui per qualche giorno (l.6)

Hai trascorso molti giorni in Italia?


Hai conosciuto molte studentesse
allUniversit?

S
Per fortuna

Ci

Hai molto tempo per giocare?

ho trascorso

alcuni giorni
qualche giorno

ho conosciuto

alcune studentesse
qualche studentessa

ho poco tempo

Hai molti amici?

Purtroppo

ho pochi amici

Hai molte amiche?

Mi dispiace ma

ho poche amiche

Hai molta voglia di studiare?

Complter les mots.


1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.

Non ho molt
libri a casa.
Ho solo qualche vecchio disc
.
Hanno poch
dvd.
Abbiamo ancora qualche rivist
italiana.
Ci sono poch
statue in questo museo.
Ci sono molt
opere di pittori francesi.
Destate vengono molt
visitatori.
In questa citt non vengono molt
turisti.
Ho comprato qualch
cartolina per spedirle
agli amici.
10. In cantina (la cave) abbiamo ancora qualch
bottiglia di champagne.

84

Pagina | Ottantaquattro

ho poca voglia di studiare

3. Les prpositions a
12, 1 et da
(rvision et suite) (
12, 3 ).
DA.
abita da queste parti (l.4) - arrivato da Roma (l. 5) - da
un sacco di tempo (l. 2) - da quando siamo in vacanza
(l. 13)

Traduire
1. Jtudie litalien depuis trois mois.
2. Depuis que je suis Rome, je visite un muse chaque
jour (ogni giorno).
3. De Florence Rome il y a 200 km. (chilometri)
4. Elle habite par ici. Ce nest pas loin.
5. Je ne suis plus all en Sicile depuis plus de cinq ans.
6. Ma grand-mre utilise (usare) son ordinateur
(il computer) toute seule.
7. Depuis que je prends le mtro je ne suis plus
en retard (ritardo)

Unit 5

A.
sono venuta a mostrare (l. 5) - andiamo a visitare San
Miniato (l. 1)

Traduire
1. Il court (correre) prendre son bus.
2. Samedi prochain (prossimo) nous allons voir
le match Turin.
3. Mon pre descend (scendere) prendre une bouteille
dans la cave (la cantina).
4. Tous les soirs nous montons (salire) voir le journal
tlvis (telegiornale) chez (dai) nos grands-parents.

4. Ladjectif (rvision) et le pronom possessifs (

Complter avec a ou da :
1. Paul studia litaliano
cinque anni.
2. Ieri Carla andata
trovare sua nonna
allospedale.
3.
quando sono a Roma, mangio un gelato
ogni giorno.
4. Luca viene
scuola in motorino.
5.
Torino
Genova ci sono circa 200
chilometri.
6. Ieri sera i miei sono andati
teatro e io sono
stata a casa
sola.

6, A, B)

il tuo famoso motorino (l. 4) - il mio numero


di cellulare (l. 8) - ti do il mio (l. 9)
tuo questo libro?
suo questo dizionario?
Sono tuoi questi quaderni?
Sono vostri questi giornali?
Sono loro queste riviste?

No, non mio. Il mio pi grosso.


No, non suo. Il suo dizionario pi nuovo.
No, non sono miei. I miei quaderni hanno una copertina rossa.
No, non sono nostri. I nostri giornali sono sul tavolo.
No, non sono loro. Le loro riviste sono in inglese.

N.B. Di chi questo motorino? mio. Di chi sono queste biciclette?Non sono nostre.

Sur le modle du tableau, construire des


phrases en changeant les substantifs.
Ex. tua questa macchina? Risposta: S mia. /
No, non mia. La mia macchina bianca.

5. Le participe pass et le pass compos (suite)


(

15, 3 / 16, 4).

Ne nombreux verbes trs usuels ont un participe pass


irrgulier. Ils sont trs employs notamment pour
construire des phrases au pass compos.
Ex: ho fatto (fare) un giro con Pietro (l.3) - Sono venuta
(venire) (l. 5) - ha aperto (aprire) una salumeria (unit 3).

En voici quelques-uns, trs utiles.


essere
chiudere
decidere
prendere
spendere
ridere
mettere
dire
scrivere
leggere
dipingere
rimanere
vedere
chiedere
rispondere

>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>

stato (sono stato, sono stata)


chiuso
deciso
preso
speso
riso
messo
detto
scritto
letto
dipinto
rimasto
visto
chiesto
risposto

Pagina | Ottantacinque

85

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

1. Complter les phrases.


1. Perch non hai (rispondere)
quando ti ho
(scrivere)
? Perch (essere)
malato.
2. A che ora tuo zio ha (chiudere)
il suo
negozio? Lha (aprire)
alle 8 e lha (chiudere)
alle 19.
3. Che cosa hai (fare)
ieri? Sono andato
al cinema. Mia sorella (venire)
con me.
4. Perch avete (dire)
che vi hanno (prendere)
il motorino? Si trova nel garage.
5. Hanno (prendere)
il 12 o il 23? Hanno
(prendere)
il primo autobus che passato.
6. Hai (chiedere)
quando dura il viaggio?
7. Non sono (rimanere)
molto tempo a Roma.
Ho (vedere)
solo pochi musei.
8. Dove hai (mettere)
la piantina di Firenze?
Non la trovo pi.
9. Michelangelo ha scolpito delle statue ma ha anche
(dipingere)
quadri ed affreschi.
10. Chi ha gi (leggere)
una commedia
di Goldoni? Io ho assistito alla rappresentazione
di una commedia e ho (ridere)
molto.
11. Perch non hai (dire)
che hai (spendere)
molto denaro?
12. Coshai (decidere)
di fare? Ho (esitare)
a lungo poi ho (decidere)
di sposarmi.

86

Pagina | Ottantasei

2. Complter avec le pass compos.


1. Lo zio di Francesco (decidere)
di stabilirsi
a Firenze. (aprire)
una salumeria.
2. Francesco (venire)
dai suoi zii, a Firenze.
3. I suoi genitori (rimanere)
a Roma perch
non sono ancora in ferie.
4. Quando (fare)
un viaggio in Calabria con i suoi
amici, (scrivere)
una cartolina alla sua
famiglia.
5. Chiara (leggere)
la cartolina e (essere)
contenta di avere buone notizie da suo fratello.
6. Quando Maria (arrivare)
con il suo motorino
(vedere)
subito Chiara con Francesco.
7. Chiara (chiedere)
a Maria di restare con loro
ma Maria non (potere)
.

ciao a tutti !

Unit 6
Indice dellunit
Pronto!
Comunichiamo
Intermezzo
In Italia
Impariamo per parlare

90-91
92-93
94-95
96-98
99-101

Pagina | Ottantasette

87

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Videotelefono

Palmare

Giovani e cellulari

Portatile

88

Pagina | Ottantotto

Unit 6

Je communique :
- le tlphone (fixe, portable), les SMS, les e-mails
Je minforme grce aux techniques modernes:
- llectronique, lordinateur, le web
- la tlvision
Je minstruis :
- les instruments de travail en classe

Les pronoms personnels complments directs.


lenclise du pronom linfinitif.
Les pronoms personnels complments indirects.
Stare per... et stare + grondif,
Poco, poca, pochi, poche / alcuni, alcune / qualche
(rvision)
La prposition da (rvision)

Pagina | Ottantanove

89

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

PRIMO TEMPO

PRONTO!

Chiara
Pietro
Chiara
Pietro
Chiara

Pietro
Chiara

Pronto Pietro? Ciao. Sono Chiara, come stai?


Benissimo, e tu?
Tutto bene. Grazie.
Senti, vorrei farti conoscere un amico.
Ah s? Chi ?
Un ragazzo di Roma che sta a Firenze
per alcuni giorni.
Sei libero oggi pomeriggio?

10

Pietro

Chiara

15

Certo. Come no?


Allora ci vediamo al bar Perseo
Verso le cinque, va bene?
Daccordo. A dopo, allora. Ora scusami,
devo lasciarti. Sto guardando un giallo in tv.
Non voglio perdere la fine.
Capisco. Buon film e a pi tardi.

Chiara sulla e-mail di Elena,


una compagna di scuola.
25

Chiara

20

90

Pronto? Silvia?
Risponde lo 0555 247356. Siamo
momentaneamente assenti. Se
volete lasciare un messaggio,
parlate dopo il segnale
acustico. Potete anche
chiamare sul cellulare al 335/
743224. Grazie.

Pagina | Novanta

Ciao Elena
Se sei libera ci vediamo oggi pomeriggio al Perseo
alle cinque. Ti faccio conoscere un nuovo amico.
Rispondimi presto.
Risposta di Elena sulla e-mail di Chiara.

30

OK
Se mia sorella libera le dico di venire con noi.
Invito anche Marco se riesco a contattarlo.
A presto.

Unit 6

Chiara
Michela
Chiara

Pronto. Sono Chiara.


Ciao. Come va?
Bene, grazie E tu?
Senti. Voglio farti conoscere un nuovo amico.
35 Lho incontrato ieri... un ragazzo molto
simpatico. Sta a Firenze per pochi giorni.
Abbiamo appuntamento alle cinque al caff
Perseo. Gli ho parlato dei miei amici. Vieni
anche tu?
Michela 40 Mi dispiace ma non possibile. Siamo in
viaggio. Sono in macchina. Siamo partiti da
- Pronto!
- Oggi pomeriggio
- Come no?

Firenze stamattina per le Dolomiti. E tu, cosa


fai? Come mai non sei ancora partita?
Chiara
Per i miei, le ferie cominciano venerd sera.
45 Andiamo in Sardegna come lanno scorso
perch
Michela
Scusa un attimo Come? Mamma, pap
e Anna ti salutano.
Scusami. Ora devo chiudere. Stiamo
50 per entrare in una gal
Michela non pu terminare la frase perch la macchina
entrata in una galleria.

- A dopo
- A presto
- A pi tardi

Vero o falso?

Parliamo un po di te.

Chiedi ai compagni di chiudere il libro, rileggi il dialogo,


forma delle frasi e chiedi ai compagni se quello che dici
vero o falso.
Es. Allinizio, Chiara telefona ad unamica. > Non
vero, telefona ad un amico / a un compagno di scuola /
a Pietro.

1. A casa tua, che tipi di telefono avete ?


2. Quanti telefonini avete in famiglia?
3. Se hai il cellulare lo usi spesso o raramente?
Perch?
4. Preferisci mandare un SMS o parlare al telefono?
Perch?
5. Chi chiami sul cellulare?
6. Quante volte lhai cambiato e perch?
7. Che tipo di abbonamento hai scelto? Quanto costa?
8. Quando la persona che chiami assente, lasci un
messaggio sulla segreteria telefonica?
9. Puoi dare un esempio di messaggi che registri
abitualmente?
10. Hai il computer a casa?
11. Se avete il computer a casa, tutti i membri
della tua famiglia lo utilizzano?
12. Chi lo utilizza pi spesso?
13. A che cosa serve il computer a casa tua?
14. Utilizzi anche la stampante?
15. Spedisci delle e-mail? A chi?
16. Qual la tua e mail?

Domande sul dialogo.

S NO

1. Chiara vuole far incontrare Francesco ai suoi amici.


Telefona prima a Pietro. Che cosa gli propone?
2. Dove e a che ora si devono incontrare?
3. Come reagisce il ragazzo allinvito di Chiara?
4. Perch interrompe presto la comunicazione?
5. Perch Chiara non pu parlare con Silvia?
6. Quale messaggio ha registrato Silvia sulla segreteria
telefonica?
7. Con quale mezzo comunica con Elena?
8. Come le risponde la sua amica?
9. Michela in viaggio. Che tipo di telefono usa?
10. Dove sta andando Michela mentre Chiara la chiama?
11. Chi c in macchina con Michela?
12. Perch la comunicazione sinterrompe brutalmente?

Pagina | Novantuno

91

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

COMUNICHIAMO

Chiamare e rispondere al telefono / Appeler et rpondre au tlphone


Pronto?
Sono Paolo.
C Lucia, per favore?
Posso parlare con Lucia?
Vorrei parlare con Lucia.
Quando torna?
Grazie, arrivederci.
Pronto?

Pronto. Chi parla?


S sono io.
Un attimo, te la passo.
No, mi dispiace, hai sbagliato numero.
No, mi dispiace, non c: uscita.
Verso mezzogiorno / oggi pomeriggio alle cinque / non lo so.
Ciao.
Risponde la segreteria telefonica della famiglia Rossi.
In questo momento non siamo in casa. Potete lasciare un messaggio.
Ciao, non posso rispondere ma, se mi lasci un messaggio, ti richiamo subito. Ciao!

1. Telefona a un(a) compagno(a) per invitarlo(la)


al cinema e lui(lei) ti risponde.
2. Completa la telefonata:
A.
B. Buongiorno. Sono la mamma. Mi dispiace. Non c.
Chi parla?
A.
B. Ah sei Gianni! un suo compagno di scuola?
Paola mi ha parlato spesso di te.
A.
B. Mi ha detto che torna verso mezzogiorno.

92

Pagina | Novantadue

A.
B. andata in piscina. Non ha preso il cellulare. Puoi
chiamare pi tardi o se vuoi posso dirle di chiamarti.
urgente?
A.
B. Qual il tuo numero?
A.
B. Puoi ripetere lentamente?
A.
B. S, zero sei
A.
B. uno cinque
A.
B. sei sette. Zero sei uno cinque sei sette. Ciao, Gianni.
A.

Unit 6

Scrivere un SMS, un e-mail, una cartolina, una lettera / Ecrire un SMS, un e-mail, une carte postale, une lettre
SMS

Dv 6? Non arrivi :- (
TVB
Sono a Firenze X 2 gg
X non ci vediamo?
Sono in 3no, vengo a Roma: C6?
OK, cpt dv il bar, x sono in ritardo, a dopo
@
lisa.martini@tin.it
Caro Paolo / Cara Lucia
Ho ricevuto... / Ti ringrazio per ... / Ti scrivo per dirti che ...
A presto / Ti abbraccio / Un bacio /
Aspetto tue notizie / Scrivimi presto
Un saluto da Firenze! Qui tutto bellissimo.
Bacioni da Roma, una citt meravigliosa
Saluti da Marco e da tutta la famiglia

E-mail
Lettera

Cartolina

3. Collega i simboli e le abbreviazioni alle soluzioni:


1
X
A
B
C
D
E

2
&

3
dv 6?

Dove sei?
e
per
perch
capito

4
TVB
F
G
H
I
J

5
X

6
TA

7
cpt

Ti voglio bene
Sono triste
Sono contento
Ti amo
Sono sorpreso

8
:-)

9
:- (

Dove sei? Non arrivi, sono triste.


Ti voglio bene
Sono a Firenze per due giorni.
Perch non ci vediamo?
Sono in treno, vengo a Roma. Ci sei?
OK, capito dov il bar, per sono in ritardo
chiocciola
lisa punto martini chiocciola tin punto it

4. Completa la lettera:
10
:- !

Marta,
? Io sto bene.
la
tua lettera due giorni fa e ti
per le foto, sono
bellissime. Io sono in vacanza
qualche giorno
e ho gi fatto un
di cose: ho giocato
tennis, sono andata in piscina e
incontrato
alcuni nuovi amici.
pomeriggio andiamo insieme a visitare una chiesa e poi a mangiare un gelato.
E tu? Cosa stai facendo al mare? Ti diverti? Spero di s!
presto, un
Lisa

5. Scrivi una cartolina da Firenze

Ciao, Batman
! Il mio amico. Anchio passo molto tempo a navigare sul Web.
Carino il tuo pseudonimo
Scusami se non ti ho scritto prima, ho cambiato server per risparmiare sullabbonamento.
La canzone che mi hai mandato bellissima, grazie. Io ti passo lultimo programma che ho scaricato,
un gioco molto divertente. Che ne pensi? Ti aspetto on line martedi pomeriggio per chattare un po.
Amico
PS Come vedi ho cambiato indirizzo e-mail: amico.fedele@libero.it
Pagina | Novantatr

93

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

SECONDO TEMPO

INTERMEZZO

La televisione
Nel dialogo (a p. 90), Pietro interrompe la conversazione
con Chiara perch vuole continuare a guardare un giallo
in tv.

E tu, quale tipo di programma preferisci guardare


alla tv? Quando?
Film davventura / film gialli / film damore / trasmissioni
culturali / cartoni animati / serie televisive / telegiornali /
trasmissioni per ragazzi / sport / videoclip musicali

Leggi le presentazioni delle trasmissioni e indica


di che tipo sono:

Rispondi:
1. Quanti televisori ci sono a casa tua?
2. Quali canali ricevete a casa?
3. Quali guardate pi spesso in famiglia?
4. Quante ore al giorno guardi la TV?
5. Fino a che ora?
6. Come scegli la trasmissione che hai deciso
di guardare?
7. A casa, avete labitudine di consultare i programmi?
Come? (sui giornali, sulle riviste, parlando
con gli amici?)
8. Ci sono spesso discussioni a casa tua a proposito
della tv? Sul telegiornale? Sui programmi?
94

Pagina | Novantaquattro

Quino Quipos/Rizzoli. (DR)

1. Carla ama Luigi ma lui ama la sorella di Carla...


2. La polizia cerca un serial killer che uccide delle
ragazze bionde
3. Alle 20,30 il documentario su Michelangelo
4. Eros Ramazzotti presenta il suo nuovo disco
in esclusiva per noi
5. Questa domenica la partita Roma-Lazio

1. Siamo in un locale dove i giovani giocano


con videogiochi. C un rumore assordante.
2. Ad un certo momento, un giocatore scopre
tra due apparecchi un oggetto pericoloso.
3. Tutti sono impauriti.
4. Interviene un vigilante con la pistola.
5. Spara addosso al nemico e quando lha distrutto,
6. lo porta fuori trionfalmente. un libro. I giovani
possono riprendere a giocare tranquillamente.

Unit 6

Gli strumenti del sapere


Nella nostra scuola utilizziamo tutti gli strumenti
di cui si dispone per studiare: alcuni sono moderni,
altri pi tradizionali. Tutti facilitano lo studio.
Abbiamo un laboratorio dinformatica.
Dato che non ho il computer a casa, uso quello della
scuola. Mi serve molto la stampante.
Nel centro di documentazione navighiamo sul Web
e spediamo anche delle e-mail e dei fax.
Per, continuiamo a servirci dei dizionari e troviamo
molta informazione sui libri e sulle riviste.
In classe utilizziamo il registratore per ascoltare i cd
o le cassette, il videoregistratore e il televisore per
guardare delle videocassette o il lettore di dvd.
Anche gli strumenti pi tradizionali permettono
di studiare bene.
Il professore scrive sulla lavagna,
prendiamo appunti sul quaderno
e ad ogni lezione portiamo il libro per leggere i
dialoghi ed i testi, tradurre, descrivere le immagini
e fare gli esercizi di grammatica.

Nella tua scuola, quali strumenti ci sono?


Fa una lista.

Come si chiamano questi oggetti?

Pagina | Novantacinque

95

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

TERZO TEMPO

IN ITALIA
Alcuni siti interessanti
Puoi consultare:
- www.trenitalia.it se vuoi fare un viaggio in Italia
in treno
- www.alitalia.it se invece vuoi viaggiare in aereo
- www.repubblica.it, www.corriere.it se vuoi leggere
i principali quotidiani italiani
- www.gazzetta.it se ti interessa lo sport in Italia
- www.informagiovani.it se vuoi conoscere
informazioni sulla vita dei giovani italiani (studio,
lavoro, tempo libero)
- www.guerra-edizioni.com se vuoi visitare il sito
della casa editrice di ciao a tutti

Qualche informazione utile


- per cercare il numero di telefono di una persona
che abita in Italia puoi guardare sul sito:
www.paginebianche.it o sullelenco telefonico
della citt
- per telefonare dalla Francia in Italia si deve fare
lo 00 39 poi il numero desiderato.
Es. 0039 055 247356
- per telefonare dallItalia in Francia si deve fare
lo 00 33 e poi il numero della citt senza lo 0.
Es. 00 33 4 72 12...

Cerca altri siti interessanti sullItalia e fai una


presentazione ai compagni.

RAIUNO
FICTION

21,00

20,00
20,30
20,35
21,00

TA

IL CANE DI TERRACOT

commissario
Tanu u' Greco rivela al
L'anziano capomafia
i) l'esistenza di un
ann
44
ti,
aret
Zing
a
Montalbano (Luc
a viene
a fuori dal paese. Nella grott
deposito di armi in una grott
no da circa
era segreta dove si trova
cam
una
e
anch
erta
scop
strano
giovani assassinati con uno
cinquant'anni i resti di due
no rimane
traffico di armi, Montalba
dei
rituale. Mentre indaga sul
caso
al
alescenza si appassiona
ferito, cos durante la conv
Anni Quaranta una certa
i
negl
che
re
scop
e
a
cadaveri della grott
da Vigata.
sparirono misteriosamente
Lisetta e suo cugino Lillo

96

Pagina | Novantasei

23,15
23,20

Tg 1 Telegiornale
Dopo Tg1. Attualit
Affari tuoi. Quiz

FICTION
no.
Il commissario Montalba
Il cane di terracotta.
(It. 2000) con Luca Zingaretti
Tg1 Telegiornale
Porta a porta. Attualit

Unit 6

Guarda i programmi della giornata. Quali tinteressano?


A che ora si possono seguire le notizie del Telegiornale?
A che ora si possono conoscere le previsioni del tempo?
Il film della serata.
Quali elementi sono messi in risalto dal riassunto?
Guarda le due foto. Secondo te a quali episodi corrispondono?
Come interpreti il titolo?
VARIAZIONI PROGRAMMI
166.65.65.65 (*) DIGITARE 05

13,00
13,30

RETI MEDIASET

13,40

14,15
17,00
18,25
18,55
20,00
20,30
21,00

22,00
23,15

Tg5 Telegiornale/Gusto/Meteo5
Secondo voi. Attualit. Con Paolo
Del Debbio
SOAP Beautiful 4656a puntata.
Jackie confessa a Eric di aver
raccontato a Stephanie della notte
che Nick e Brooke hanno trascorso
sulla barca, allo scopo di farle capire
lo sforzo che i due stanno facendo
per rimanere lontani. Stephanie,
per, vuole usare linformazione per
danneggiare Brooke e si reca dai
due ex amanti per spingerli a
confessare tutto. Eric, sempre pi
irritato dal comportamento di
Stephanie, chiama il suo avvocato
e, dopo aver firmato le carte del
divorzio, esce a festeggiare assieme
a Jackie. Nel frattempo, la sua ex
moglie va da Bridget e gli racconta
che la madre e Nick si amano
ancora.
777
La fattoria. Reality show
Verissimo - Tutti i colori della
cronaca. Attualit
Grande Fratello. Reality show
Chi vuol essere milionario. Quiz.
Con Gerry Scotti
Tg5 Telegiornale/Meteo5
Striscia la notizia - La voce della
divergenza. Variet. Con Ficarra e
Picone
FILM - Drammatico
Io non ho paura. Di Gabriele
Salvatores (Italia 2003) con
Giuseppe Cristiano, Mattia di Pierro,
Diego Abatantuono.
Nel corso del programma:
777
Tg com/Meteo5
Matrix. Attualit.
Con Enrico Mentana

Di Gabriele Salvatores, drammatico,


Italia 2003; durata: 1 h e 49.
Tratta dallomonimo romanzo di Niccol Ammaniti, la storia di
Michele (Giuseppe Cristiano, 16, in primo piano), bambino di nove
anni, e dellamicizia con il coetaneo Filippo (Mattia di Pierro, 13),
rapito e segregato in un buco, di quelle che non si dimenticano.
Premiato a numerosi festival, il film esercita sullo spettatore un
grande potere: quello di farlo regredire allet in cui natura e
paesaggio erano il riflesso di ogni fantasia infantile venata da incubi.
Salvatores, regista errante fra generi diversi (commedia,
fantascienza, thriller) sta ora girando in Canada The Rules of Love
(R.B.)

Sorrisi e Canzoni, 15/4/2006 p.156

Pagina | Novantasette

97

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Il passatempo principale dei ragazzi resta la


televisione per il 70 per cento.
Il 57,7 per cento ce lha in camera. C di
pi: sei su dieci ne subiscono a tal punto il
condizionamento, da imitare comportamenti e
atteggiamenti dei personaggi che vedono sul
piccolo schermo1. Poco appeal2 invece per modi
pi formativi (almeno secondo i criteri dei
genitori) di passare il tempo libero: solo il
21,8 per cento dichiara di leggere spesso.
Ancora pi bassa (il 18 per cento) la
percentuale3 di quelli che praticano sport.
Ovviamente ci sono anche gli amici (il 66 per
cento dichiara di frequentarli spesso) e la
musica. Molto in voga anche internet: si
collega in rete il 75 per cento degli
intervistati. Gli assidui4, poi, sono il 57 per
cento, ma solo il 34 per cento di loro chatta.
La sicurezza degli oggetti: come la bicicletta,
che hanno quasi tutti, si passa allo stereo
(189,7 per cento), alla macchina fotografica
(l87,3 per cento) e al telefonino (il 77,5 per
cento).
Questultimo inoltre loggetto pi desiderato
tra quei pochi che non lo possiedono ancora.
E il cibo? Smentendo ogni luogo comune, i
giovanissimi rispondono di preferire una pizza
con gli amici (il 72 per cento) agli hamburger
e alle patatine fritte dei fast food (appena il
24 per cento).

1
2
3
4

Ecran
Attirance
Pourcentage
Habitus.

www.panorama.it

Completa le frasi:
es. Il 66% dei giovani italiani intervistati dichiara che
frequenta spesso gli amici.
Per il 70% dei ragazzi, il passatempo principale
Il 57,7 ha il televisore
Sei su dieci imitano
Il 21, 8
Soltanto il 18%
Il 66%
I tre quarti sono collegati
Quasi tutti hanno
L89,7% ha
L87,3 % ha
E il 77,5
Quando non ce lhanno ancora, desiderano
Per mangiare con gli amici preferiscono

A VOCE ALTA
1. Ripeti:
1. Pronto?
Pronto, sono Carla. Posso parlare con Elena,
per favore?
2. Pronto? C Lucia?
Mi dispiace, non c. uscita.
3. Pronto, Carlo?
No, hai sbagliato numero.
4. Pronto?
Pronto, vorrei parlare con Luigi.
Chi parla?
Sono Roberta.

2. Ascolta e leggi:
Alla tele non trov niente. La spense1. Mise2 un CD. []
Il telefono squill.
Tre volte. La segreteria automatica si azion.
Pronto Francesca. Sono Clive. Clive Ellson. Non ci sei?
Volevo vederti, invitarti al cin
Francesca si alz di scatto3 e corse4 allapparecchio.
Clive! Clive! Ci sono. Come stai?
Bene. Che fai, non rispondi?
Ho sempre paura che sia5 mia madre da Roma.
Mi tiene due ore al telefono
da un sacco che non ci vediamo.
Ti va di andare domani al Films & Music Festival?
C una retrospettiva di Visconti. Ho due biglietti.
Non fare linfame6 come al solito. Non mi dire di no
Visconti7 ?! Ti prego! Non c qualcosa di pi nuovo?
Ma come? Visconti! Non ti pia
Occhei8. Occhei. Vengo. Vengo.
Veramente?! Grande!9 Allora passo a prenderti verso
le sei?
Davanti allistituto10, sulle scale.
Va bene. Alle sei. Ci vediamo domani. Un bacio.
Un bacio. Un bacio.
Attacc.
Niccol Ammaniti, Fango. Mondadori.

1
2
3
4
5

Il lteignit (spegnere).
Mit (mettere).
Dun bond.
Courut (correre)
Ce soit (essere au subjonctif
prsent)
6 Ne me laisse pas tomber.

7 Luchino Visconti (1906-1976)


un famoso regista: Ossessione,
1943, La terra trema, 1948,
Rocco e i suoi fratelli, 1960,
Morte a Venezia,1971, ecc.
8 OK.
9 Gnial !
10 Lcole.

98

Pagina | Novantotto

Unit 6

QUARTO TEMPO

IMPARIAMO PER PARLARE


Les exercices qui suivent peuvent tre faits oralement
et/ou par crit.

1. Les pronoms personnels complments directs


(

7, A)

ti devo lasciare (l. 13) - ti salutano (l. 48)


MI

Mi accompagni?

TI

S, certo, ti accompagno volentieri.

CI

Ci aspettate a casa?

VI

No, vi aspettiamo davanti alla porta.

LO
LA

Prendi un caff? S, lo prendo volentieri.


Vuoi una coca cola? S, la prendo volentieri.

LI

Quando vedi i tuoi amici?


Generalmente li vedo il sabato.
Quando vedi le tue amiche?
Generalmente le vedo il sabato.

LE

1. Complter avec le pronom complment :


1. Conosci Piazza della Signoria?
No, non
conosco.
2. Dov Palazzo Vecchio? Non
vedo.
3. Dov la statua del Perseo? Non
vedo.
4. Conoscete la gelateria Perseo?
S,
conosciamo bene.
5. Hai guardato le statue di Piazza della Signoria?
S,
ho ammirate molto.
6. Avete chiesto i numeri di telefono?
S,
abbiamo chiesti a tutti.
7. Hanno preso lautobus? S,
hanno preso.
8. Avete incontrato gli studenti tedeschi?
No, non
abbiamo ancora incontrati.
9. Avete incontrato le amiche di Elena?
No, non
abbiamo ancora incontrate.

2. Transformer selon le modle :


Quando prendi il caff? (la mattina) > lo prendo la mattina
Hai gi preso il caff? (s) > S, lho gi preso
1. Perch compri una cartolina? (per scrivere a casa)
2. Quando vedi i tuoi amici? (durante il week end)
3. Quando chiama sua cugina? (sabato sera)
4. Avete fatto gli esercizi? (no, non ancora)
5. A chi scrivete la lettera? (a tutti i nostri amici)
6. Con chi fai il viaggio in Italia? (con la nostra classe)
7. Hai letto gli esercizi di italiano? (s)
8. A chi mandi un sms? (a Paolo)

3 Transformer selon le modle :


Perch non chiami tuo padre? Devi chiamarlo!
Perch non leggi il dialogo? Devi

Perch non ripeti la poesia?

Perch non paghi il caff?

Perch non inviti i tuoi compagni di scuola?


Perch non mi inviti a casa tua?

Perch non chiami Paola?

Perch non chiami Paolo?

Perch non prendi il treno?

2. Les pronoms personnels complments


indirects (
7, 1)
Gli ho parlato dei miei amici (l. 38) - le dico di venire
con noi (l. 28)
MI

Perch non mi telefoni?

TI

Ma che dici? Ti telefono spesso.

CI

Perch non ci spedite una cartolina da Firenze?

VI

Perch vi abbiamo scritto una lettera

GLI
LE

Hai telefonato a tuo cugino?


No, gli ho mandato un sms.
Hai mandato una lettera a tua zia?
No, le ho mandato una cartolina.

GLI Hai scritto una lettera ai tuoi nonni?


(LORO) No, gli ho telefonato. / No, ho telefonato loro.
N.B. la forme loro est surtout employe lcrit.

Pagina | Novantanove

99

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

1. Complter les dialogues suivants :


1. Quando telefoni a tua madre?
telefono
quasi ogni sera.
2. Quando telefoni al nonno?
ogni sabato.
3. Quando scrivi a tua zia?
una o due volte
allanno.
4. Di che cosa parli a Maria?
parlo
dellultimo film che ho visto.
5. Di che cosa parli con Stefano?
parlo
di calcio.
6. Di che cosa ti parla Lucia quando vi incontrate?

parla di te.
7. Per il suo compleanno che cosa regali
a tua moglie?
sempre un gioiello.

8. Da dove telefoni a Chiara?

da un villaggio delle Dolomiti.


9. Perch non hai scritto a tua cugina?
Perch non
scrivo mai.
10. Perch i vostri nipoti non vi hanno scritto?
Perch non
scrivono mai.
11. Che cosa hai detto alla tua compagna?

ho detto che linvito al cinema.


12. Che cosa hai detto al tuo compagno?

ho detto che
offro un gelato
se vuole.
13. In che lingua vi parlano?
parlano
in inglese.
14. Che cosa vi ha consigliato il medico?

ha consigliato di stare a casa.

Puoi

accompagnarmi
accompagnarci a casa?

Certo, posso

accompagnarti
accompagnarvi con la macchina.

Puoi chiamare

Paolo / Paola
i ragazzi / le ragazze?

S, posso

chiamarlo / chiamarla
chiamarli / chiamarle subito.

Posso

telefonarti
telefonarvi domani?

No, devi

telefonarmi
telefonarci stasera

Vuoi regalare

a Carlo / a Carla
ai tuoi cugini / alle tue cugine
il nuovo cd di Eros Ramazzotti?

No, voglio

regalargli / regalarle
regalargli (regalare loro) / regalargli (regalare loro)
lultimo disco di Laura Pausini.

Vorrei farti conoscere un amico (l. 4)

2. Complter avec le pronom appropri


selon le modle :
ex. Invito anche Marco se riesco a contattarlo.
1. Il cellulare di Lisa non funziona, non riesco
a chiamar
2. Queste ragazze sono simpatiche, voglio invitar
alla mia festa.
3. Carla non pu andare a casa da sola,
devi accompagnar
4. Michele antipatico, non voglio pi vederl
5. Simona e Mario sono gi arrivati. Preferisco
veder
subito per non far
aspettare.
6. Mia zia non mi telefona mai; preferisce
mandar
delle lettere.
7. Carlo non arriva: puoi telefonar
sul cellulare
o mandar
un sms?
8. Oggi il mio telefono funziona male.
Puoi telefonar
domani?
9. Quando vedete Silvia, potete chieder
se viene
al cinema con noi?
10. Se incontrate i vostri genitori, potete dir
che li salutiamo?

100

Pagina | Cento

3. Former des phrases selon le modle


Ex. Quando puoi scrivere la lettera al computer?
(subito) Posso scriverla subito.
1. Vuoi invitare Paolo alla festa? (s)
2. Quando potete scrivere lesercizio? (subito)
3. Perch telefonate ai vostri genitori?
(perch siamo in ritardo)
4. Cosa vuoi regalare a tuo padre
per il suo compleanno? (una bella penna)
5. Cosa vuoi offrire a tua madre per la Festa
della mamma? (dei fiori)
6. Puoi telefonare a Carla per sapere come sta? (s)

3. Emplois de stare (

17, 2).

A Stare + grondif
Sto guardando un giallo (l.13).
A che cosa stai pensando? (pensare)
A chi state scrivendo? (scrivere)
Il treno sta partendo! (partire)

Unit 6

Modifier les phrases sur le modle:


Che cosa fai? telefoni?
S, sto telefonando a mia sorella.
1. Che cosa guardi? una fotografia?
S,
una foto dellEtna.
2. Che cosa mangi?
un hamburger.
3. A chi telefoni? A un tuo amico?
No,
ad unagenzia di viaggi.
4. A chi scrivi? A tua nonna? No,
a mio zio.
5. Leggi il romanzo che ti ho prestato?
S, lo
molto bello.
6. Perch tuo figlio non qui? Dorme ancora?
S
Ieri andato a letto tardi.
7. A che cosa pensano?
alle vacanze.
8. Devi scegliere un CD per la tua sorellina.
Ma s! Non vedi? Lo
proprio adesso.
9. Mia madre non ancora uscita dalla gioielleria?.
Un po di pazienza!
proprio adesso.
10. A chi scrive tuo padre?
ai nonni.

B Emploi de stare + per (

17, 2)

Stiamo per entrare in una galleria (l. 50).


1. Dis que tu es sur le point dtudier le chapitre
(capitolo) sur les pronoms personnels.
2. Dis que ton ami nest pas encore parti mais
quil est sur le point de partir.
3. Dis que ta sur nest pas encore marie mais
quelle est sur le point dpouser Renato.
4. Dis que les lves de cette classe nont pas encore
tudi le futur mais quils sont sur le point de ltudier.

4. Poco, poca, pochi, poche alcuno, alcuni,


alcuna, alcune, qualche (
10)

4. E sulla segreteria telefonica, c qualche


messaggio? S, ci sono
messaggi.
5. Stasera devo tornare a casa tardi. C ancora qualche
taxi verso mezzanotte? Verso mezzanotte ci sono
taxi su questa piazza.

2 Refaire lexercice en remplaant qualche


par pochi ou poche selon le cas.
6. Quelques emplois de la prposition
da (
12, 3)
Silvia assente da Firenze

Complter le rsum suivant en employant


la prposition da sous la forme qui convient.
Come sappiamo, Francesco venuto
Roma.
Il suo viaggio non stato lungo.
Roma a Firenze
ci sono meno di 200 chilometri. Lui ha preso il treno.
partito
Roma alle 14,30 ed arrivato a Firenze
alle 16.55. In questa citt abita a casa degli zii che si
trova
parti di palazzo Medici.
Il giorno dopo ha cominciato a visitare la citt partendo
piazza del Duomo. Chiara gli ha spiegato come
si va
Duomo a Piazza della Signoria e poi
questa piazza fino allArno. I due giovani si sono ritrovati
sul ponte e sono andati insieme fino a Piazzale
Michelangelo.
l hanno ammirato il panorama.
Sono restati in questo posto
quattro alle sei e
mezzo. A questora Francesco e Chiara hanno preso
lautobus per scendere
piazzale in centro.
Pi tardi Chiara ha telefonato
casa sua ai suoi
amici per invitarli a incontrare Francesco ma molti
sono assenti
Firenze perch le vacanze sono
cominciate
fine del mese di giugno per alcuni
ragazzi o
inizio del mese di luglio per altri.

sta a Firenze per alcuni giorni. (l. 7), sta a Firenze per
pochi giorni (l. 36)

1. Complter les dialogues en remplaant


qualche par alcuni ou alcune selon le cas.
1. Chiara, mi puoi dire se Francesco deve restare
qualche giorno a Firenze? S, mi ha detto che deve
restare
giorni.
2. Voglio conoscere i compagni di Chiara. Lei ha
telefonato a qualche amica? Certo, ha chiamato
amiche.
3. Maria, hai ricevuto qualche messaggio oggi?
Come sempre, ho ricevuto
messaggi.
Pagina | Centouno

101

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

102

Pagina | Centodue

Unit 7
Indice dellunit
Cosa prendete?
Comunichiamo
Intermezzo
In Italia
Impariamo per parlare

106-107
108-109
110-112
113-114
115-117

Pagina | Centotr

103

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Bar in Piazza
della Signoria

P. SS. Annunziata

Gelateria

104

Pagina | Centoquattro

Unit 7

- Je parle de mon cole, de mes matires


prfres, des relations avec mes camarades
et mes professeurs.
- Je vais au bar avec mes amis
et je commande quelque chose.

Les pronoms personnels complments (suite)


Divers emplois de stare (rvision)
Limpratif affirmatif
Lenclise du pronom avec limpratif
Le futur
Situer dans le temps : da, fra ou fa ?
Lemploi de poco, molto et qualche (rvision)
Formes de ladjectif bello

Pagina | Centocinque

105

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

PRIMO TEMPO

COSA PRENDETE?
Chiara e Francesco hanno passato la mattina insieme. Hanno visitato il Duomo e altri
monumenti. Nel pomeriggio si ritrovano al bar Perseo con alcuni degli amici di Chiara.
Chiara
Francesco
Pietro
Chiara

Elena
Chiara
10

15

20

Pietro
Chiara
Francesco
Pietro
Elena
Il cameriere
Chiara
Elena
Pietro
Francesco
Il cameriere

(a Francesco) Adesso conosci i miei migliori amici.


Tra poco arriver Maria.
Ah s! La ragazza che ho incontrato a Piazzale Michelangelo, ieri?
Deve venire anche Maria? sempre in ritardo.
Mi ha detto che ci raggiunger verso le 6.
Non libera fino alle 5 e un quarto.
E Giovanni? Non gli hai telefonato?
S, ma non verr. Sta facendo le valigie con i genitori.
Stanno per partire per le vacanze.
E Silvia?
Le ho telefonato unora fa ma non sono riuscita a trovarla.
Forse gi partita da Firenze.
Vi conoscete tutti da molto tempo?
S, siamo nella stessa classe da tre anni.
E saremo insieme anche lanno prossimo
Buongiorno. Cosa prendete?
Unacqua minerale frizzante, per favore.
Per me, una spremuta di limone, con poco zucchero.
Io prendo una coca-cola.
Io invece vorrei un gelato ai frutti di bosco.
Perfetto. Torno subito.

Domande sul dialogo


1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.

Dove si trovano i ragazzi e le ragazze allinizio della scena?


Quanti sono?
Chi deve ancora arrivare?
A che ora raggiunger i compagni?
Perch non ancora arrivata ?
Da quando si conoscono i personaggi?
Dove hanno occasione di vedersi spesso?
Perch potranno continuare a frequentarsi?
Che cosa ordinano?

tra poco arriver Maria


ho telefonato unora fa
da tre anni.

Vero o falso?

SN

Rileggi il dialogo, forma


delle frasi e chiedi ai
compagni se quello che
dici vero o falso.
Es. Maria non verr al bar.
FALSO, Maria arriver tra
poco

Parliamo un po di te
1. Tu hai piuttosto amici o amiche?
2. Vi conoscete da molto tempo? Da quanti anni (o mesi)?
3. Ti ricordi dove vi siete incontrati per la prima volta?
4. Siete vicini di casa?
5. Hai degli amici o delle amiche allesterno dalla scuola?
6. Che cosa fate insieme?
7. Quale attivit preferisci?
8. Siete sempre daccordo tra di voi?
9. In quali occasioni vai al bar? Con chi?
10.Ci sono dei bar frequentati soprattutto dai giovani?
11. Quando vai in un bar, che cosa bevi?
12. Quando siete in gruppo, chi paga?

Avvio al racconto.
Racconta la scena che hai appena letto: dove si
svolge? Quanti personaggi ci sono? Come si
chiamano? Li conosciamo gi tutti? Di cosa parlano?
Che cosa ordinano?
106

Pagina | Centosei

Unit 7

COSA PRENDETE?

Pagina | Centosette

107

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

COMUNICHIAMO

Ordinare qualcosa al bar / Commander quelque chose au bar


Buongiorno,

cosa volete?
Cosa prendete?
Cosa desiderate?

Io vorrei unacqua minerale gassata / naturale.


Io prendo un caff (macchiato).
Per me, invece, un cappuccino.

Pagare il conto / Payer laddition


Il conto, per favore

S, subito.
Ecco lo scontrino.

Buongiorno. Cosa prendete? (l. 16)


Unacqua minerale gasata, per favore. (l. 17)
Per me, una spremuta di limone, con poco zucchero. (l. 18)
Io prendo una coca-cola. (l. 19)
Io invece vorrei un gelato ai frutti di bosco. (l. 20)

Recitiamo.
In un bar.
Lo studente / la studentessa A il / la cliente,
lo studente / la studentessa B un amico / unamica,
lo studente / la studentessa C il cameriere / la cameriera.
A al bar con B, chiama il cameriere / la cameriera, chiede
a B cosa vuole
e ordina al cameriere (alla cameriera) che registra lordinazione.

Bevande calde:
Caff
Caff macchiato
Cappuccino
T

Aperitivi:
Campari
Martini Bianco
Martini Rosso

Bevande fredde:
Coca-cola
Aranciata
Spremuta di limone
Acqua minerale naturale
Acqua minerale gassata

Vino bianco
Vino rosso
Birra alla spina

Chiedere un prezzo e pagare / Demander un prix et payer


Quanto costa? Quant?
Il conto, per favore!

(Sono) 10 euro.
S, certo.
Ecco lo scontrino.

Posso pagare con la carta di credito?


Posso pagare con un assegno?

Mi dispiace. / Mi scusi, non accettiamo gli assegni.

108

Pagina | Centootto

Unit 7

Tra allievi / Entre lves


Chiedere informazioni sulla scuola / Demander des renseignements sur lcole
In quale scuola sei?
In che classe sei?

Alla scuola media / al liceo


In prima / seconda / terza media
In prima / seconda / terza / quarta / quinta liceo

lontana la tua scuola da casa?


Come ci vai?
A che ora cominci, la mattina ?
A che ora esci?

S / No
A piedi / in autobus / in metropolitana / mi accompagna mia madre / mio padre
Alle 8.
Generalmente alluna.

Quali sono le tue materie preferite?


Che lingue studi?

Matematica / italiano / storia / geografia


inglese e francese.

Che sport fai a scuola?


Fai parte di una squadra?
Ci sono attivit culturali?
Hai molti insegnanti?
Ci sono pi donne o uomini ?
Avete molti compiti?

Ginnastica / pallavolo> p. 51-53


S / No
S, teatro / pittura

Completa con le domande o le risposte:


-
? In terza media.
- Come vai a scuola?
.
- A che ora cominci la mattina?
-
? Inglese e tedesco.
- Che sport fai a scuola?
.

Guarda questa tabella. Fino a quanti anni vanno


a scuola i ragazzi italiani? Ci sono differenze con
il sistema scolastico francese ?
.

Tipo di scuola

Durata

Et

elementare
media
liceo
professionale

5 anni
3 anni
5 anni
3 o 4 anni

6-10 anni
11-13
14-18
14-16 / 17

Pagina | Centonove

109

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

SECONDO TEMPO

INTERMEZZO
Al bar.
Osserva : in Italia, in molti bar (soprattutto
sullautostrada) si paga prima di consumare poi si
mostra lo scontrino al barista. Generalmente si resta in
piedi e si beve al bancone.

Ascolta i dialoghi.
1)
Alla cassa di un bar.
Il signor Orlando
al signor Bianchi. Prendo un caff, e tu?
Il Signor Bianchi. Per me una birra. Per, offro io.
Il signor Orlando. Ma no, pago io.
Offrirai la prossima volta.
Il signor Orlando
alla cassiera.
Un caff e una birra, per favore.
La cassiera.
Quattro euro e dieci.
Ecco lo scontrino e il resto.
Il signor Orlando. Grazie.
I due clienti si avviano al banco. Il signor Orlando
mette lo scontrino sul bancone con una monetina per
la mancia e ordina: Una birra e un espresso, per favore.
Il barista.
La birra, la vuole chiara o scura?
Il signor Bianchi. Chiara, grazie.

2)
Due signore entrano in un caff.
Gabriella.
Cosa facciamo? Ci sediamo o prendiamo
qualcosa al banco?
Claudia.
Non abbiamo fretta. Sediamoci, staremo
pi comode per chiacchierare.
Gabriella.
Io prendo un gelato, e tu cosa vuoi?
Claudia.
Ottima idea. Anchio prendo un gelato.
la specialit della casa.

3)
Lucia e Gino alla cassa di un caff.
(Al cassiere) Gino. Due caff prego.
Il cassiere.
1 euro e 60.
Gino.
Ecco.
Il cassiere.
Ha solo un biglietto da cinquanta?
Non ha spiccioli?
Gino.
No, mi dispiace.
Lucia.
Lasciami pagare. Ho degli spiccioli.
Gino.
OK. Per la prossima volta offro io.
Lucia.
Per me un caff lungo.
Al bancone, rivolgendosi al barista.
Gino.
Due caff, uno lungo.
Il barista.
Due caff lunghi?
Gino.
No, uno solo, laltro ristretto.

Con un(a) compagno(a), scegli uno dei dialoghi e ripeti la scena.


110

Pagina | Centodieci

Unit 7

A scuola
linsegnante si rivolge ad uno studente (una studentessa) o a tutta la classe
- D degli ordini o dei consigli

entra
esci
siediti
alzati
apri il quaderno
chiudi il libro
ascolta la registrazione
ripeti
leggi ad alta voce
parla pi forte
prendi un foglio di carta
scrivi
vieni alla lavagna
rifa lesercizio

entrate
uscite
sedetevi
alzatevi
aprite il quaderno
chiudete il libro
ascoltate la registrazione
ripetete
leggete ad alta voce
parlate pi forte
prendete un foglio di carta
scrivete
venite alla lavagna
rifate lesercizio

- Fa delle domande

Hai capito?
Che cosa vuoi?
Conosci?
Ti manca una parola?
Che cosa vuoi sapere?

Avete capito?
Che cosa volete?
Conoscete?
Vi manca una parola?
Che cosa volete sapere?

Il professore (la professoressa) d i consigli giusti


a un(a) compagno(a) a che:
1) ha fatto male un esercizio
2) parla troppo piano
3) chiacchiera
4) resta in piedi
5) resta seduto
6) non vuole scrivere
7) non ascolta la registrazione

Quando gli studenti si rivolgono al professore


o alla professoressa fanno spesso le domande
seguenti:
Per favore, professore / professoressa, perch?
Come si dice?
Come si traduce?
Che voto mi ha dato?
Devo leggere? tradurre?
Quando si deve consegnare il compito?
Posso uscire?
1. Quali sono gli ordini, i divieti o i consigli
che i professori danno pi spesso?
2. Quali sono stati dimenticati nellelenco?
3. Quali sono le principali domande fate dagli studenti?

Pagina | Centoundici

111

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Quante materie da studiare!


Letteratura, filosofia, lingua (prima, seconda lingua straniera), latino, greco, storia, geografia, matematica, scienze
naturali, fisica, chimica
Quali materie studi questanno?
Quali materie non studi pi o non studi ancora?
In quale materia sei pi bravo (brava)? Quale voto
migliore hai preso il mese scorso?
In quale materia provi pi difficolt?
Come reagiscono i tuoi genitori quando danno
unocchiata alla tua pagella?
Secondo te, in quali materie le lezioni non sono
abbastanza numerose?

Che giorno e a che momento della giornata fai i compiti?


Che cosa scrivi sul tuo diario?
Secondo te la tua settimana di lavoro organizzata
bene? In che giorno ci sono troppe lezioni?
Che lingue straniere stai studiando?
Perch le hai scelte?

La scuola in Italia
Orario settimanale delle lezioni
Le lezioni iniziano alle ore 8.00 e terminano alle ore 13.00 per un totale di 30 ore la settimana.

QUADRO ORARIO DELLE DISCIPLINE


MATERIA

CLASSE I

CLASSE II

CLASSE III

Italiano
Storia
Geografia
Lingua straniera I (Inglese)
Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
Educazione Tecnica
Educazione Artistica
Educazione Musicale
Educazione Fisica
Religione
Francese

7
2
2
3
6
3
2
2
2
1
3

7
2
2
3
6
3
2
2
2
1
3

6
3
2
3
6
3
2
2
2
1
3

Tedesco

ORARIO DELLE DISCIPLINE


ore
Italiano
Storia
Geografia
Matematica

6
1,30
1,30
4

ore
Scienze
Tecnologia
Inglese
Seconda lingua

2
1
2
2

ore
Arte e immagine
Musica
Religione
Totale

2
2
1
27

da Hiperlink http://www.nsoft.it/vittorelli/ORARI/sett.htm

Leggi queste tabelle sulla scuola media italiana.


Quante ore di lezione hanno i ragazzi italiani in prima
media? In seconda? In terza?
Quali materie studiano i ragazzi italiani?
Sono le stesse in Francia?
A che ora escono da scuola i ragazzi italiani?

112

Pagina | Centododici

E i ragazzi francesi?
Quante ore fanno alla settimana i ragazzi italiani?
E i ragazzi francesi?
Quali sono le principali differenze tra la scuola media
italiana e il collge?

Unit 7

TERZO TEMPO

IN ITALIA
Le avventure di Pinocchio
Tutti gli italiani hanno letto Le avventure di Pinocchio
scritte da Carlo Lorenzini detto Collodi (1826-1890).
Questo libro ha conosciuto un grande successo.
Le edizioni sono innumerevoli e il testo stato portato
allo schermo da pi registi tra Luigi Comencini e
Roberto Benigni.
A Collodi, vicino a Pistoia, c il Parco di Pinocchio dove
molte statue di bronzo permettono di seguire i principali
episodi delle avventure del celebre burattino. I genitori
ed i maestri elementari ci portano i bambini e gli allievi
a cui leggono certi passi del libro.

E tu, lo sai com nato Pinocchio?


Chi il suo pap? Come finisce la storia?
Quali sono i suoi difetti? studioso o pigro?
Sincero o bugiardo? Ubbidiente o disubbidiente?
Prudente o imprudente? Ama e rispetta quelli
che gli vogliono bene oppure provoca la loro
disperazione? Che cosa succede quando non
dice la verit?
Guarda le immagini. Quali personaggi riconosci?

Pagina | Centotredici

113

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

meglio andare a scuola. Guardati dai cattivi


compagni!
Gli amici che Chiara presenta a Francesco sono
simpatici. Invece il povero Pinocchio non sa sceglierli.
Un giorno, invece di andare a scuola, li segue sulla
spiaggia. Per divertirsi, prendono i libri del burattino e in
particolare un grosso libro di aritmetica.
Uno di quei monelli1 afferr2 quel volume e, presa di
mira3 la testa di Pinocchio, lo scagli4 con forza; ma
invece di cogliere il burattino, colse5 nella testa uno
dei compagni il quale divent bianco come un panno
lavato6 e non disse7 altro che queste parole:
- O mamma mia, aiutatemi perch muoio!
Poi cadde8 disteso sulla sabbia. A questa vista, i ragazzi
spaventati scapparono9, e in pochi minuti non si videro10
pi.
Ma Pinocchio rimase11 l e, bench per12 il dolore e
per lo spavento anche lui fosse pi morto che vivo,
nondimeno corse13 a inzuppare14 il suo fazzoletto15
nellacqua del mare e si mise16 a bagnare la tempia del
suo povero compagno di scuola. E intanto, piangendo e
disperandosi, lo chiamava per nome e gli diceva17:
Eugenio, povero Eugenio mio! Apri gli occhi e
guardami! Non mi rispondi? Non sono stato io, sai,
che ti ho fatto tanto male! Credilo, non sono stato io!
Apri gli occhi, Eugenio! Se tieni gli occhi chiusi, mi farai
morire anche me O Dio mio, come far ora a tornare
a casa? Con che coraggio potr presentarmi alla mia
buona mamma? Che sar di me? Dove fuggir? Dove
andr a nascondermi? Oh, quant meglio, mille
volte meglio andare a scuola! Perch ho seguito questi
compagni che sono la mia dannazione? E il maestro
me laveva detto! E la mia mamma me laveva ripetuto:
Guardati dai cattivi compagni!
da Carlo Collodi, Le avventure di Pinocchio. ed. Guerra.

garnements.
saisit.
3
ayant vis (prendere : p. pass
preso)
4
lana.
5
Cogliere: cueillir, ici, toucher,
atteindre.
6
blanc comme un linge.
7
Dit: (dire au pass simple).
8
Il tomba: (cadere) de tout
son long.
1
2

114

Pagina | Centoquattordici

Schapprent, senfuirent
(scappare).
10
On ne les vit plus (vedere).
11
Resta (rimanere)
12
cause de
13
Il courut (correre)
14
tremper
15
mouchoir
16
Il se mit (mettere)
17
Il lui disait (dire limparfait).
9

Avvio al racconto.
Dove si svolge il racconto?
Chi sono i personaggi?
Che cosa succede?
allinizio..., poi...
e allora come reagisce Pinocchio?

Immagina il seguito:
Arrivano i carabinieri, Eugenio ancora inanimato
e il libro che lo ha colpito appartiene a Pinocchio

Unit 7

QUARTO TEMPO

IMPARIAMO PER PARLARE


Les exercices qui suivent peuvent tre faits oralement et / ou par crit.

1. Les pronoms personnels complments (

7A)

A. ci raggiunger (l. 5) - vi conoscete (l. 13)


B. non gli hai telefonato? (l. 7) - le ho telefonato (l. 11)
C. sono riuscito a trovarla (l. 11)

Hai

telefonato
scritto
parlato
detto la verit
risposto

al preside?

a Marta?

Quelquun regrette de ne pas avoir fait


quelque chose. Tu lui conseilles de le faire.
Exemple : Non ho fatto il compito di francese.
Allora devi farlo.
1.
2.
3.
4.

Non ho invitato mia zia a casa.


Non ho aiutato i miei fratelli.
Non ho trovato il tempo per andare a Firenze.
Non ho mangiato il gelato ai frutti di bosco.

2. Limpratif affirmatif (

S
No
No non

gli
ho
le

telefonato.
scritto.
parlato.
detto la verit.
risposto.

5. Non ho telefonato a mia nonna.


6. Non ho scritto a mio fratello.
7. Non ho fatto questa passeggiata.
8. Non ho detto quando torner.
9. Non ho letto il giallo che mi hai prestato.
10. Non ho mai preso laereo per gli Stati uniti.
11. Non ho ancora bevuto una birra italiana.
12. Non ho mai visitato il museo degli Uffizi.

15, A, 3A)

Devi
guardare la lavagna
ripetere la frase
seguire la dimostrazione
finire lesercizio

Guarda la lavagna
Ripeti la frase
Segui la dimostrazione
Finisci lesercizio

fare il compito
dire la verit
venire con me

Fa il compito
Di la verit
Vieni con me

Les phrases du tableau sadressent une


seule personne. Consulte l
(15, 3, 7B3) et
transforme les phrases comme si on sadressait
plusieurs personnes

Bisogna
necessario
meglio

guardarla
ripeterla
seguirla
finirlo

Guardala!
Ripetila!
Seguila!
Finiscilo!

farlo
dirla
venire

Fallo!
Dilla!
Vieni!

3. Emplois de stare. (
17, 2)
A Stare suivi du grondif
12, 2B.
Sta facendo le valigie (l. 8)

(ex : Dovete scrivere la lettera in inglese


> scrivete la lettera in inglese,
> bisogna scriverla in inglese > Scrivetela in inglese.
Pagina | Centoquindici

115

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

1. Complter les phrases sur le modle :


contento? (ridere) Rponse : S. Non vedi
che sta ridendo?
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

Hai fame? (mangiare)


stanco? (riposarsi)
arrabbiato? (gridare)
Siete tristi? (piangere)
Anna felice? (sorridere)
Lavori ancora? (finire questo lavoro)
Vengono i tuoi amici? (arrivare)
Pensi alla mamma? (scrivere una cartolina)
Avete sete? (bere)
Dov tuo fratello? Si lava? (fare la doccia)

3. Le futur (

B Stare suivi de per ...(

17, 2A)

Stanno per partire (l. 9)

Construis une phrase sur le modle.


Prendi lombrello (parapluie) (piovere).
> Sta per piovere.
1. Dov il bus? (partire)
2. A che ora comincia lo spettacolo? (cominciare)
3. Quando finisce la conferenza? (finire)
4. A che ora decolla laereo? (decollare)

15, A4)

Maria arriver (l. 2) , ci raggiunger (l. 5) Non verr (l.8) - saremo insieme (l. 15.)

domani
dopodomani
fra / tra due giorni
la settimana prossima

sar a Milano
avr degli invitati
torner a casa
scriver ai miei genitori
partir in viaggio
comincer a fare ginnastica
manger alla mensa della scuola
andr a Perugia
verr a trovare mia nonna
far quello che previsto

1. Aprs avoir consult l


complte les tableaux.

(15A, 4),

2. Transforme les phrases suivantes au futur


(
15A, 4) (andare, vedere, venire, bere ont des
formes irrgulires
16, 3)
1. Oggi, a mezzogiorno, compro un panino.
Domani, a mezzogiorno
2. Oggi incontro la mia amica in biblioteca.
Fra due giorni, ...
3. Oggi mangio gli spaghetti ai frutti di mare.
Dopodomani...
4. Oggi scrivo ai miei nonni. Il mese prossimo...
5. Oggi parto alle 7 da casa mia. La settimana
prossima...
6. Oggi non vado alla piscina. Domenica...
7. Oggi non prendo la macchina. Ma domani...
8. Oggi vedo mio zio nel suo ufficio. Stasera...
9. Oggi vengo con te, daccordo? Sabato...
10. Oggi non bevo laperitivo. Ma domani sera,

116

Pagina | Centosedici

sarai?

e tu?

sar ?
?
?
?
?
?
?
?
?
?

e Chiara?

3. Rvision. Transforme les phrases


prcdentes au pass compos (
15A, 5)
en commenant par ieri , laltro ieri ,
due giorni fa , la settimana scorsa ,
il mese scorso.
4. Situer dans le temps (fra, fa et da,
16F, 2, 125, 3B)
fra poco arriver Maria (l. 2).
le ho telefonato unora fa (l. 11).
Francesco conosce Chiara da tre giorni.

16, D2,

Unit 7

1. Complter les phrases sur le modle.

5. Lemploi de poco, molto et qualche. Rvision.


(
10, 1, 2)

Oggi mercoled. Sono arrivato a Firenze luned.


> Sono arrivato a Firenze tre giorni fa.
> Sono a Firenze da tre giorni.

con poco zucchero (l. 8)

1. Mia cugina si sposata in febbraio. Siamo in maggio.


2. Ha cominciato a giocare a calcio nel 2004.
Adesso siamo nel 2006.
3. Sono gi le 17. I miei amici sono partiti a
mezzogiorno.

2. Rpondre :
ex : La cameriera non ancora tornata?
(quattro o cinque minuti).
> (La cameriera) torner fra quattro o cinque minuti.
1. Lautobus non ancora arrivato? (venti minuti)
2. Il treno non ancora partito? (un quarto dora).
3. Non hai ancora scritto al tuo corrispondente italiano?
(due o tre giorni)
4. Non avete ancora telefonato allufficio informazioni?
(mezzora)
5. Non avete ancora risposto alla domanda?
(qualche minuto)
6. Non hai ancora fatto questa gita? (qualche giorno)
7. I tuoi non hanno ancora lasciato Milano?
(una settimana)
8. Non hai ancora mangiato il gelato? (poco)
9. Quando comincia la partita? (esattamente tre quarti dora)
10. Il pranzo non ancora servito? (unora).

6. Formes de ladjectif bello (

1. Donner une rponse ngative (adjectif


poco ) aux questions suivantes,
Exemple. Pietro ha qualche amico?
A. Secondo me ha pochi amici.
1.
2.
3.
4.

I vostri fratelli hanno qualche amico a scuola?


Le vostre sorelle hanno qualche amica a liceo?
In biblioteca si trova qualche dizionario ditaliano?
Nella libreria del quartiere si pu comprare qualche
grammatica italiana?
5. Il vostro professore vi fa fare qualche compito
ogni mese?
6. Avete qualche ora di lingua questa settimana?
7. Questa settimana avete avuto qualche lezione
di matematica?

2. Donner une rponse affirmative (adjectif


molto) aux questions de lexercice prcdent.
Exemple. Pietro ha qualche amico?

B. Secondo me, ha molti amici.

4, N.B.3.)

un bel romanzo
un bellaereo
un bello scooter

bello

S, proprio
una bella poesia
una bellidea

Sono

bella
Non ti pare?

dei bei disegni


dei begli orecchini
delle belle collane
delle belle immagini

Rpondre lexclamation par une phrase sur


le modle :
Guarda come sono belle quelle scarpe!
vero. Che belle scarpe! Sono proprio belle.
1. Guarda com bella quella statua!
2. Guarda com bello quello stadio!
3. Guarda com bello quelluccello!

S, sono proprio

belli
belli
belle
belle

4. Guarda come sono belle quelle fotografie!


5. Guarda come sono belle quelle immagini!
6. Guarda come sono belli quei mobili!
7. Guarda come sono belli quegli uccelli!
8. Guarda come sono belli quegli sci!
9. Guarda come sono belli quei gioielli!
10. Quarda com bello quellanello!

Pagina | Centodiciassette

117

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

118

Pagina | Centodiciotto

Unit 8
Indice dellunit
Sono daccorco con Lei
Comunichiamo
Intermezzo
In Italia
Impariamo per parlare

122-123
124
125-126
127-128
129-131

Pagina | Centodiciannove

119

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Ragazzi sotto la statua del Perseo

Riproduzione del David


di Michelangelo - Palazzo
della Signoria

Piazza della
Signoria

Mercato vecchio:
Il Porcellino

Piazza SS. Annunziata

120

Pagina | Centoventi

Unit 8

- Je demande des renseignements touristiques


(en utilisant la forme de politesse)
- Jutilise la monnaie italienne
- Je parle des mtiers et des activits
professionnelles

La forme de politesse Lei.


Les adjectifs dmonstratifs questo et quello.
Le comparatif dgalit, de supriorit et dinfriorit.
Limpratif (suite).
Le conditionnel.
Rvisions
La traduction de on
Lemploi de stare.
La prposition da

Pagina | Centoventuno

121

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

PRIMO TEMPO

SONO DACCORDO CON LEI

10

20

25

30

Il cameriere Ecco il gelato, la coca cola, lacqua minerale e la spremuta di limone.


Chiara
Grazie.
Un cliente.
Ma Lei ci ha dimenticato! Stiamo aspettando da mezzora!
Il cameriere Ha ragione, signore. Le porto subito quello che ha ordinato.
Il cliente (al cameriere) Meno male!
(ai ragazzi)
Ragazzi, siete fortunati. Siete arrivati dopo di noi e il
cameriere vi ha servito prima!
La moglie del cliente Ma di! Non abbiamo fretta.
Stiamo benissimo in questo posto.
Il signore
Col caldo che fa, muoio di sete.
La moglie
Sei esagerato. Guarda quei turisti sotto il sole.
Il marito
Quegli stranieri sono pi coraggiosi di me. Io non sopporto le
visite guidate, soprattutto con questo caldo!
La moglie
Per me, le visite guidate sono interessanti.
Pietro
Sono daccordo con Lei, signora. Anche a me piace ascoltare
le guide. A Firenze si sentono tutte le lingue del mondo.
Mi piacerebbe fare questo mestiere pi tardi.
Francesco
Comincia a fare la guida con me, allora!
Pietro
Hai ragione. Andiamo! Su!
La signora e il signore Buona passeggiata, ragazzi.
I ragazzi
Arrivederci.
Pietro
Ehi! Dimentichiamo di pagare.
Francesco
Lascia perdere. Ho pagato io.
Chiara
Ma quanto hai pagato?
Francesco
Guarda. Ho gi lasciato un biglietto da 20 euro.
Pietro
tanto! Dividiamo!
Francesco
No, di, per questa volta pago io.

Domande sul dialogo


1. Che cosa porta il cameriere ai ragazzi?
2. Perch un cliente reagisce male?
3. Che cosa gli promette il cameriere?
4. Che cosa dice il cliente ai ragazzi?
5. La moglie ha lo stesso atteggiamento del marito?
6. Perch il marito impaziente?
7. Da che cosa interessata la moglie?
8. Cosa pensa il marito dei turisti?
9. Perch Pietro daccordo con la cliente?
10. Per quale motivo i ragazzi lasciano il bar?
11. A che cosa pensa Pietro mentre stanno partendo?
12. Chi paga il conto?

122

Pagina | Centoventidue

Su!
Di!
Meno male!
Sei esagerato!
Lascia perdere!

SNO

Vero o falso?

Rileggi il dialogo, forma


delle frasi e chiedi ai
compagni se quello che
dici vero o falso.
Es. La scena si svolge in un
ristorante. FALSO, La scena
si svolge in un bar.
Avvio al racconto.
La scena si svolge... Il dialogo
mette in scena personaggi
che si chiamano / che sono
Allinizio Poi Interviene
che dice che
risponde che insiste sul
fatto che propone di
gli altri alla fine decidono
di

Parliamo un po di te
Al bar
1. Ti piacerebbe fare il cameriere (la cameriera)?
2. Che cosa pensi della reazione del ciente?
3. Hai lo stesso atteggiamento in circostanze identiche?
Il turismo e le relazioni con gli stranieri.
1. La tua una citt turistica?
2. Come riconosci un turista?
3. Quando incontri qualcuno che parla una lingua straniera
che conosci, di che cosa parli?
4. Come ti informi sul luogo o sul monumento
che stai visitando?
5. Quando visiti una citt, fai delle fotografie?
6. Quando le guardi e a chi le fai vedere?
7. Fai delle foto numeriche ? Sai trattarle col computer?

Unit 8

SONO DACCORDO CON LEI

10

Pagina | Centoventitr

123

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

COMUNICHIAMO

Esprimere la propria soddisfazione sullambiente /


Exprimer sa satisfaction sur le cadre
Che calma! Si sta bene qui.
un ambiente giovane / simpatico / divertente.
Mi piace molto questo bar / ristorante / cinema / teatro
/ museo.
Vengo volentieri in questa trattoria / discoteca.
Esprimere la propria scontentezza sullambiente, sul
servizio e sul prezzo / Exprimer son mcontentement
sur le cadre, le service et le prix
Che rumore! Quanta confusione!
Cambiamo posto!
Aspetto da molto tempo.
Ho aspettato troppo. Me ne vado.
Non abbastanza caldo / freddo.
Manca un bicchiere (un cucchiaino, un coltello,
una forchetta, il tovagliolo, lo zucchero, il ghiaccio)
Non pulito.
Non torner pi.

Sei in un bar con amici. Reagisci alle seguenti


situazioni:
Hai ordinato ma il cameriere non torna e lo stai
aspettando da 20 minuti.
Hai ordinato un cappuccino ma freddo.
C una bella musica e il bar pieno di giovani.
C musica ma troppo forte.
C troppa gente.
Il cameriere molto gentile e lambiente tranquillo.
Il cameriere ti ha portato un bicchiere ma vedi che
non pulito.
Chiedere informazioni turistiche / Demander des renseignements touristiques
Dov lEnte per il turismo / lagenzia per il turismo?
Avete un depliant su ?
Vorrei la piantina / la mappa della citt.
Qual lorario di ?
Tariffa ridotta per gli studenti / per gli anziani.
Con un(a) compagno (a) che recita la parte di un (un)
impiegato(a). Immagina di essere un(a) turista arrivato(a)
da poco nella tua citt. Chiedi dove si trova la stazione.
124

Pagina | Centoventiquattro

Un (un) impiegato(a) risponde utilizzando alcuni degli


elementi seguenti (a sinistra / a destra / vicino / lontano /
c / non c / aperto / chiuso / a piedi / in autobus)
Stessa situazione. Sei un(a) turista arrivato(a) allEnte
del turismo della tua citt. Chiedi allimpiegato(a) delle
informazioni su orari e tariffe dei musei, orari di apertura
e chiusura dei negozi. Chiedi anche una piantina e un
depliant della citt.
Parlare con una persona utilizzando il Lei / Parler
avec une personne en utilisant la forme de politesse
Lei, signore (signora, signorina), di dov?
Come si chiama?
Che lavoro fa?
la prima volta che viene qui?
Lei parla bene la nostra lingua. Dove lha studiata?
Con un(a) compagno(a) che recita la parte del(la) turista.
Durante una visita a un museo hai incontrato un(a) turista
italiano(a) simpatico(a) con cui vuoi fare conoscenza.
Utilizzando il Lei chiedi il suo nome, la professione, se
gi venuto(a) nel tuo paese o se la prima volta e dove
ha imparato il francese. Il (la) turista risponde.

Trasforma il dialogo dal tu al Lei:


A. Ciao, come ti chiami?
B. Pauline Durand, e tu?
A. Carlo Micheli.
B. Di dove sei?
A. Di Milano, e tu?
B. Sono francese, di Lille.
A. Parli bene litaliano! Dove lhai studiato?
B. A scuola.
A. la prima volta che vieni qui?
B. No, sono gi venuta lanno scorso.

Al museo / au muse
Visita dalle 10 alle 18.
La biglietteria aperta ( chiusa).
Sono vietate le foto col flash.
Si prega di non toccare.

Unit 8

SECONDO TEMPO

INTERMEZZO

Il lavoro ed i mestieri
del proprio avvenire. Potranno scegliere tra vari mestieri.
Ecco qualche esempio:

Pietro non ha ancora scelto definitivamente la


professione che vuole fare pi tardi. Per non gli
dispiacerebbe diventare guida. Gli altri non parlano
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.

lattore / lattrice
il meccanico
il segretario / la segretaria
il medico
linfermiere / linfermiera
il chirurgo
il professore
il negoziante
il giornalista
lo scrittore
il bancario
loperaio
il contadino
il calciatore
il sarto / la sarta
lautista
il pittore
il fornaio
il cameriere / la cameriera
il postino

A.
B.
C.
D.
E.
F.
G.
H.
I.
K.
L.
M.
N.
O.
P.
Q.
R.
S.
T.
U.

il pallone
liniezione
il romanzo
il vestito
il bar
il malato
lofficina
la banca
il motore
il quadro
lospedale
il campo
la lettera
il pane
lo spettacolo
il dossier
la scuola
la rivista
il negozio
la macchina

a.
b.
c.
d.
e.
f.
g.
h.
i.
k.
l.
m.
n.
o.
p.
q.
r.
s.
t.
u.

scrivere
lufficio postale
il forno
guidare
il denaro
vendere
operare
intervistare
dipingere
insegnare
segnare un gol
curare
coltivare
lavorare
recitare
usare il computer
le bevande
riparare
cucire
la medicina
Pagina | Centoventicinque

125

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Collega la professione con le parole che lo


riguardano.
Es. la guida + il turista + la lingua straniera
Se puoi, crea una frase.
Es. la guida studia le lingue straniere per parlare
con i turisti.
Di un nome di professione ad un(a) compagno(a).
Lui (lei) deve trovare le parole corrispondenti.
Es. il pilota > laereo + laeroporto.

Rispondi:
1. Quali sono i mestieri manuali?
2. Per quali mestieri bisogna studiare allUniversit?
3. Quali sono le professioni artistiche?
4. Quali professionisti sono in relazione con i malati?
5. Quale professione ti piacerebbe fare?

1. A
Questi giornali si sono specializzati nelle offerte
di lavoro.

scolta il dialogo e rispondi:


Di quale nazionalit Cristian?
Perch parla bene francese?
Come parla francese il padre di Cristian?
Come parla italiano la madre di Cristian?

Come si fa per trovare un lavoro?


Se hai gi unidea del mestiere che vuoi fare, hai
pensato al modo di trovare un posto?

A
C

Lavorare su un cantiere pericoloso. Appunto


per questo si legge un po dappertutto il cartello:
VIETATO LINGRESSO AI NON ADDETTI AI LAVORI.
D
B

F
E
G

126

Pagina | Centoventisei

Abbina i consigli seguenti ai pittogrammi.


1. Attenti ai veicoli in movimento.
2. molto rischioso passare sotto le impalcature.
State attenti.
3. Proteggete le mani con i guanti.
4. Il rumore assorda. Mettete la cuffia di protezione.
5. La polvere e le schegge possono danneggiare
gli occhi. Mettete gli occhiali speciali.
6. Attenti ai chiodi. Vi potete ferire gravemente ai piedi.
Mettete gli scarponi.
7. Dallalto possono cadere mattoni, arnesi o altri oggetti
o potete battere la testa contro una trave. Le ferite alla
testa sono gravi. Il casco obbligatorio.

Unit 8

TERZO TEMPO

IN ITALIA

Dante - particolare
di un affresco di Raffaello

Uomo Vitruviano - Leonardo

Denaro e cultura
Quasi tutti i paesi europei hanno la stessa moneta:
leuro.
I biglietti da cento, cinquanta, venti, dieci o cinque euro
sono identici in tutti i paesi che hanno adottato questa
moneta.
Invece le monete metalliche sono diverse.
Quelle italiane hanno una particolarit: ricordano larte e
la cultura del paese.
La moneta da 2 euro rappresenta il viso del poeta Dante
Alighieri (1265-1321) autore della Divina Commedia. Si
riconosce un affresco di Raffaello (1483-1520).

La Primavera del Botticelli

Sulla moneta da un euro si vede un famoso disegno di


Leonardo da Vinci (1452-1520).
La moneta da cinquanta centesimi evoca Roma: la piazza
del Campidoglio con, in centro, la statua equestre di
Marco Aurelio. Questa piazza stata disegnata dallo
scultore, pittore e architetto Michelangelo Buonarroti
(1475-1564).
La moneta da 20 centesimi riproduce una statua del
pittore e scultore Umberto Boccioni (1882-1916): Luomo
in movimento.
Su quella da l0 centesimi stato rappresentato un
particolare di un quadro celebre di Sandro Botticelli
(1445- 1510): La nascita di Venere.
Pagina | Centoventisette

127

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Forme uniche della


continuit nello
spazio - Boccioni

Michelangelo
Buonarroti

Marco Aurelio

Rispondi
1. Qual la moneta della maggior parte dei paesi europei?
2. Qual il valore delle banconote?
3. Non tutte le monete sono state fotografate.
Quali mancano?
4. Qual la caratteristica delle monete italiane?
5. Che cosa rappresenta la moneta da 2 euro? Da un euro?
6. Da cinquanta centesimi? Da venti centesimi? Da dieci
centesimi?
7. Che cosa ha scritto il poeta rappresentato sulla moneta
da 2 euro?
8. Chi ha fatto il disegno riprodotto sulla moneta
da l euro?
9. Un quadro di questo pittore molto famoso. Si trova
a Parigi. Lo conosci?
10. Dove si trova la piazza del Campidoglio?
11. Da chi stata disegnata?
12. Che cosa si vede nel centro della piazza?
13. Che cosa rappresenta la statua di bronzo scolpita da
Umberto Boccioni?
14. Che cosa si vede sulla moneta da l0 centesimi?
128

Pagina | Centoventotto

15. Secondo te una buonidea riprodurre sulle monete


delle opere darte, dei monumenti o dei paesaggi che
evocano lItalia? Perch?

Le monete francesi non si riferiscono n ai


paesaggi n ai monumenti n ai grandi nomi della
cultura e dellarte del paese. Lo Stato francese ti
propone di cambiare le monete. Cosa proponi?
1. Sulla moneta da due euro propongo di mettere
perch
.
2. Sulla moneta da un euro propongo di rappresentare
perch
.
3. Sulla moneta da cinquanta centesimi propongo di
riprodurre
perch
.
4. Sulla moneta da venti centesimi propongo di ricordare
perch
.
5. Sulla moneta da dieci centesimi propongo di evocare
perch
.

Unit 8

QUARTO TEMPO

IMPARIAMO PER PARLARE


Les exercices qui suivent peuvent tre faits oralement et / ou par crit.

1. La forme de politesse Lei (

7c)

Ma Lei ci ha dimenticato (l. 3) - sono daccordo con Lei, signora (l. 20)
Lei ha ragione, Le porto quello che ha ordinato.(l. 4)
dare del tu

dare del Lei

Ciao, sei il nuovo studente?

Buongiorno, Lei il nuovo professore?


Buongiorno, Lei la nuova professoressa?
Lei italiano (italiana)?
Pronto! Lei, professore? / signor Luzi?
Pronto! Lei, professoressa? / signora Luzi?
Se vuole vengo con Lei.
Come si chiama?
Ha fame?
Parla italiano?
Prende lautobus o la metropolitana?
Parte domani o dopodomani?
Capisce tutto o devo tradurre?
Vuole un gelato?
Scusi, pu ripetere? Non ho capito.
Qual il suo numero di telefono?
La ringrazio
Non La conosco.
Non conosco i suoi figli.
Le piace Firenze?
Le telefoner

Sei italiano (italiana)?


Pronto! Sei tu, Marco?
Se vuoi vengo con te.
Come ti chiami?
Hai fame?
Parli italiano?
Prendi lautobus o la metropolitana?
Parti domani o dopodomani?
Capisci tutto o devo tradurre?
Vuoi un gelato?
Scusa, puoi ripetere? Non ho capito.
Qual il tuo numero di telefono?
Ti ringrazio.
Non ti conosco.
Non conosco i tuoi figli.
Ti piace Firenze?
Ti telefoner

1. Employer la forme de politesse partir des


phrases suivantes sur le modle :
Io vado in Italia questestate (signor Smith).
> Anche Lei, signor Smith, va in Italia questestate?
1. Parlo italiano (signore).
2. Conosco Napoli (signora).
3. Prender il treno delle 7.30 (signorina).
4. Lavoro in questa citt da molto tempo (signor Monti).
5. Spedisco sempre delle cartoline ai miei (signora Pitti).
6. Ho gi pagato (signora).
7. Ho capito tutto (professore).
8. Torner domani in questo bar (professoressa).
9. A me piace il gelato ai frutti di bosco (signorina Ciampi).
10. A me piace ascoltare le guide (signor Agnelli).

2. Au lieu demployer le tutoiement, parler


la forme de politesse.
Exemple : Sono pi gentile di te. > Sono pi gentile di Lei.

A
1. Non sono daccordo con te.
2. Io sono pi giovane di te.
3. Tu non hai pagato?
3. Tu non hai capito?
4. Sei di Torino?
5. Hai visto lultimo film di Benigni?
6. Vieni con me al cinema?
7. Preferisci andare a teatro?
8. Perch non mi hai telefonato?
9. Da quanto tempo fai la guida?
10. A chi dai tutto quel denaro?
Pagina | Centoventinove

129

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

B
11. Non ti capisco.
12. Non ti inviter pi.
13. Ti ho chiamato due volte.
14. Scusa, non ti ho sentito.
15. Scusa, non ho pagato.
16. Scusa, non ti ho visto.
17. Mi dispiace, non ti posso aiutare.
18. Non ti risponder.
19. Ti telefoner stasera.
20. Non ti scriver mai pi.

2. Les dmonstratifs (

8)

Questa barca ha la vela bianca


Quella barca ha la vela rossa

questo mestiere (l. 22) - quei turisti (l. 11) - quegli stranieri
(l. 12) - quello che ha ordinato (l. 4)
qui, qua, qui vicino
questo libro
questesercizio
questa canzone

l, l, laggi, in lontananza
questi libri
questi esercizi
queste canzoni

quel libro
quello straniero
quellalunno
quella ragazza
quellalunna

quei libri
quegli stranieri
quegli alunni
quelle ragazze
quelle alunne

N.B. Pronom dmonstratif quello: Le porto quello (ci) che ha ordinato (l. 5).

Complter les phrases en employant le


dmonstratif qui convient.
A Parlo di ci che vicino a me
1. Prendo libro. Grazie.
2. bello scooter. tuo?
3. articolo minteressa.
4. Sto leggendo rivista.
5. Guarda turista com alto!
6. turista spagnola.
7. guida parla bene litaliano.
8. romanzi sono divertenti.
9. Io rester con sportivi.
10. Si sta bene sotto alberi.
11. Si vive bene in citt toscane.

B Parlo di ci che lontano da me.


1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
130

Prender libro pi tardi.


scooter va troppo veloce.
Non ho sentito parlare di articolo.
Non riesco a leggere il titolo di rivista
vecchio turista ha sbagliato strada.
Secondo te, sono americane turiste?
guida troppo lontana; non la sento.
Pagina | Centotrenta

8.
9.
10.
11.

Ti ricordi di romanzi dellanno scorso?


Sono bravi sportivi. Guarda come corrono.
Andiamo fino a alberi?
Non ho ancora visitato citt settentrionali.

3. Comparatifs de supriorit et dinfriorit


(

4B).

Sono pi coraggiosi di me (l. 14)


i turisti giapponesi sono pi coraggiosi di me
i turisti tedeschi sono meno numerosi dei turisti francesi

1. Former des phrases avec le comparatif


de supriorit :
Exemple : Paolo alto 1, 70 e Marco alto I, 65. > Paolo
pi alto di Marco.
1. Antonella pesa 48 chili e la madre soltanto 45.
2. Il signor Piana guadagna 1500 euro al mese e la moglie 2000.
3. Suo zio lavora trentotto ore per settimana e sua zia
esattamente trentacinque.
4. Sua sorella ha studiato fino a mezzanotte e lui soltanto
fino alle 22.

Unit 8

5. Il primo gruppo ha camminato per tre ore


e il secondo per sei ore.
6. Il calciatore brasiliano ha giocato solo un quarto dora
e il calciatore giapponese ha giocato per mezzora.
7. Sono due macchine veloci. La Ferrari va a pi di 300
km /ora e la Mercedes a pi di 250.
8. La camicia costa trentacinque euro e la maglietta
quindici.
9. La commedia di Dario Fo divertente. Per quella
di Goldoni divertentissima.
10. Il disegno di Raffaello bello ma quello
di Leonardo splendido.

5. Le conditionnel (

15, 4).

mi piacerebbe (l. 22)

Traduire.

2. Reprendre les mmes phrases avec le


comparatif dinfriorit.

1. Mangerei volentieri una pizza.


2. Dovresti studiare linglese. Ti sarebbe utile.
3. Berrei volentieri una birra. Eccola.
4. Non so quanto darei per vivere a Firenze!
5. Vorrei un po di silenzio, per favore.
6. Verrei volentieri con te ma non ho tempo.
7. Oggi non vado a giocare a tennis. Con questo caldo
morirei di sete.
8. Per vedere questa mostra (exposition) farei la coda
dalle 8 a mezzogiorno senza lamentarmi.

Exemple : Paolo alto I, 70 e Marco alto I, 65. > Allora,


Marco meno alto di Paolo.

6. Rvisions :

4. Limpratif (

15, 3)

guarda quei turisti (l. 13) - Comincia a fare la guida (l. 20) Andiamo (l. 21) - Lascia perdere (l. 25) Dividiamo (l. 28)
TU

Devi

entrare
ripetere
partire
ubbidire
essere coraggioso(a)
aver pazienza

Entra
Ripeti
Parti
Ubbidisci
Sii coraggioso(a)
Abbi pazienza

LEI

Deve

entrare
ripetere
partire
ubbidire
essere coraggioso(a)
aver pazienza

Entri
Ripeta
Parta
Ubbidisca
Sia coraggioso(a)
Abbia pazienza

Si sentono tutte le lingue del mondo (l. 21). (


18G,
traduction de on)
Stiamo benissimo in questo posto (l. 9) - Stiamo
aspettando (l. 3) (
17, 2, emploi de stare)
Aspettiamo da mezzora (l. 3) - un biglietto da venti
(l. 30). (
12, 3 emploi de da)

Traduire en italien.
Nous sommes trs bien sur cette place. Il y a beaucoup
de touristes qui coutent les guides. Jaime les entendre
parler dans toutes les langues du monde. Dans cette ville,
on rencontre beaucoup dtrangers et on peut parler
toutes les langues europennes mais aussi le japonais
et le chinois. Les touristes ont beaucoup de patience.
Quand ils veulent visiter un muse, ils attendent pour
prendre leur billet. La caisse ouvre 10 heures mais
certains touristes attendent depuis 8.30. la caisse, on
perd du temps car les visiteurs nont pas de monnaie
et ils veulent payer avec des billets de 100 euros. Moi,
quand jattends depuis plus dune heure, je nai plus
envie de visiter le muse.

Transformer les questions en ordres.


Exemple : Perch non mangi la minestra?
> Mangia la minestra!
1. Perch non lavori?
2. Perch non ascolti la radio?
3. Perch non entri?
4. Perch non impari la lezione?
5. Perch non studi litaliano?
6. Perch non leggi ad alta voce?
7. Perch non ripeti quello che ti ho detto?
8. Perch non scrivi al Presidente della Repubblica?
9. Perch non apri la porta?
10. Perch non parti con il treno?
Pagina | Centotrentuno

131

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

132

Pagina | Centotrentadue

ciao a tutti !

Unit 9
Indice dellunit
Buon appetito!
Comunichiamo
Intermezzo
In Italia
Impariamo per parlare

136-137
138
139-141
142
143-144

Pagina | Centotrentatr

133

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Mercato di frutta e vedura

Bancone
di una gelateria

Men
di un ristorante
Bar ristorante allaperto
134

Pagina | Centotrentaquattro

Unit 9

Je vais au restaurant
Je connais les spcialits italiennes
Je donne des conseils
Je prpare une recette italienne

Quanto exclamatif
Le superlatif relatif.
Lemploi de ogni et ognuno.
La construction de niente et nessuno.
Limpratif affirmatif et ngatif (suite).
Limparfait de lindicatif.
Stare ( rvision)

Pagina | Centotrentacinque

135

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

PRIMO TEMPO

BUON APPETITO!
Dopo aver lasciato Piazza della Signoria, i nostri amici hanno portato Francesco in giro per
Firenze. A un certo momento hanno incontrato Maria. Chiara e la sua amica hanno bisticciato
perch nessuno ha aspettato Maria allappuntamento al bar Perseo.
Poi Chiara ha proposto di andare a mangiare la pizza. Ognuno di loro ha telefonato a casa per
chiedere il permesso ai genitori.
Ora stanno mangiando una pizza nella trattoria Da Gigi.
Manca solo Maria. I suoi genitori hanno detto che passa troppo tempo fuori e non le hanno
dato il permesso di uscire.

Francesco Quanta gente!


Chiara
Eh s... Qui si mangia veramente bene. Ed la pizzeria meno cara del
quartiere. Ci vengo quasi ogni settimana con i miei o con gli amici.
Prendo spesso linsalata di mare. ottima. Buon appetito!
Francesco Accidenti!
Pietro
Che cosa succede?
Francesco Guarda! Mi sono macchiato.
Elena
Beh, non grave Fortuna che hai una vecchia maglietta!
Francesco Stai scherzando? la maglia della Roma, la mia preferita!
Elena
Scusa! Non offenderti! A me le magliette sportive non piacciono proprio.
Chiara
Prendi questo fazzoletto. Mettici un po dacqua.
Elena
Non strofinare la macchia con lacqua. Non serve a niente. Anzi fai peggio.
Pietro
Non lamentarti. Sei fortunato. Il rosso va benissimo con la tua maglietta.
Chiara
Di! Smettila! Non prenderlo in giro.
Francesco Avrei fatto meglio a scegliere linsalata di mare!
Le macchie dolio si vedono meno. Ma il piatto pi caro del men.
Chiara
Potevi prendere linsalata di mare se ti piace: stasera paghiamo noi!

10

15

Vero o falso?
Forma delle frasi e chiedi ai compagni se quello
che dici vero o falso.

Domande sul dialogo


Sei capace di fare domande ai tuoi compagni? Vediamo.

Recitiamo.
Maria e Chiara hanno bisticciato quando si sono
incontrate per caso. Immagina il dialogo tra le
due ragazze. Puoi usare alcuni di questi elementi:
in ritardo / aspettare / cellulare spento / sms non
ricevuto)

136

Pagina | Centotrentasei

Accidenti!
Che cosa succede?
Sei fortunato(a)...
Fortuna che...
Smettila!
Avrei fatto meglio a...
Anzi...

Parliamo un po di te
1. Dove porti gli amici che non conoscono la tua citt?
2. Quando hai fissato unora per lappuntamento, arrivi
in orario o in ritardo?
3. Maria e Chiara bisticciano. Bisticci con gli amici?
4. Quando vai a mangiare con gli amici in una trattoria?
5. Scegli sempre le stesse cose o ti piace cambiare?
6. Gli altri prendono Francesco in giro. E tu, prendi in
giro i tuoi amici? Per quali motivi?
7. Francesco non sceglie linsalata di mare perch cara.
Anche tu esiti a ordinare le specialit costose?
8. Elena dice a Francesco che lo invitano. Al posto del
ragazzo che cosa faresti?

Unit 9

BUON APPETITO!
2

6
7

10

Pagina | Centotrentasette

137

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

COMUNICHIAMO

Mangiare in trattoria / Manger au restaurant.


- Buongiorno / Buona sera, signori. Volete / Vi porto il men?
- Oggi di antipasto / primo / secondo / contorno / dolce
abbiamo:
- la specialit della casa :
- Mi dispiace, finito.

- S grazie
- Io prendo solo un primo.
- Per me niente carne. Sono vegetariano.
- Oggi avrei voglia di
- Avete .?
- Ci pu portare del pane / unaltra forchetta/ un tovagliolo?

- Cosa volete / vi porto / desiderate da bere?

Men
Antipasto

insalata di mare,
pomodoro e mozzarella
prosciutto e melone
crostini

Primo

spaghetti al pomodoro,
lasagne al forno
risotto alla milanese

Secondo

Pesce
sogliola
trota
gamberi

Completa il dialogo:
Anna:
Hai fame?
Luca:
Certo. Non mangio
mezzogiorno.
Cameriere: Buongiorno signori,
?
Luca:
.
Anna:
Diamo unocchiata al men.
Quante cose buone!
Cameriere: Chi prende
?
Anna:
linsalata di mare, e tu Stefano?
Luca:
antipasto. Preferisco prendere
direttamente le lasagne.
Cameriere: E Lei signorina, vuole anche lei un
?
Anna:
Non so ancora...
Cameriere: Abbiamo il risotto.
della casa!
Anna:
Bene allora
il risotto.
Cameriere:
pesce o carne?
Anna:
me, niente secondo.
Luca:
pollo arrosto?

138

Pagina | Centotrentotto

Contorno

Carne
insalata mista
bistecca alla fiorentina
verdura cotta
pollo arrosto
patatine fritte
cotoletta alla milanese

Dessert

Bevande
acqua
coca-cola
birra
vino

frutta
gelato
tiramis...

Cameriere: Mi dispiace
ma abbiamo
una buonissima bistecca.
Luca:
Perfetto. E
?
Cameriere: Oggi abbiamo insalata mista,
,
.
Luca:
del pane per favore?
Cameriere: Subito signori. Eccolo qua. E da bere
?
Anna:
Per me
frizzante
Luca:
E per me un bicchiere di
.
Non ho pi fame, non prendo
.
Anna:
Hai paura di ingrassare?
Luca :
Ma no, questanno sono dimagrito due chili.

Recitiamo!
Uno (una) di voi il cameriere (la cameriera) e gli altri
due sono i clienti. Immaginate la conversazione.

Unit 9

SECONDO TEMPO

Quino Quipos/Rizzoli. DR.)

INTERMEZZO

Dove si trova il cliente?


Che cosa sta facendo il cameriere?
Secondo voi che cosa vuole dimenticare il
signore (Una donna? Una fattura?
Una cattiva notizia?)
Che cosa mostra che nellultima immagine, il
personaggio disperato ha ripreso gusto alla vita?
I due personaggi si danno del Lei perch non si
conoscono. Se invece si conoscono e si danno
del tu quali battute cambiano?

Marco Polo non introdusse1 la pasta in Italia dalla


Cina, come molti credono. Infatti, nel 1279, quando
lesploratore veneziano si trovava ancora in Oriente, il
notaio2 genovese Ugolino Scarpa scrisse3 il testamento
di un tal Ponzio Bastone il quale, fra le altre cose,
lasciava ai suoi eredi4 una cassa piena di maccheroni. Di
sicuro sappiamo che furono gli Arabi nel XI secolo che
introdussero la pasta in tutto il bacino mediterraneo, ma
fu solo in Italia che divenne un cibo5 diffuso. La Napoli
del XVII secolo fece incontrare la pasta coi pomodori che
erano arrivati in Italia grazie alla scoperta delle Americhe.
Questa fu proprio una rivoluzione gastronomica.
Gli spaghetti a Napoli si mangiavano con le mani e fu
grazie allidea geniale di un ciambellano6 di corte di re
Ferdinando Il nel 1700, Gennaro Spadaccini, che la pasta
fu servita nei pranzi di corte. Egli, infatti, aveva inventato
la forchetta a quattro punte che diventata poi di uso
comune.
Anche il presidente americano Jefferson (1743-1826)
adorava la pasta e la fece conoscere negli USA. Erano
famosi i suoi pranzi in cui venivano servite le specialit
gastronomiche che aveva assaggiato durante i suoi
viaggi in Europa.
Adattato da: www.mangiarebene.com/accademia/pasta/

Aide : Essuyer : asciugare. Le verre : il bicchiere. Le tabouret: lo sgabello.


La tavola calda: le snack-bar.
1. Introduisit (introdurre)
2. Notaire.
3. crivit (scrivere)

4. Hritiers.
5. Un plat, un mts.
6. Chambellan.

Pagina | Centotrentanove

139

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Spaghettini con vongole1, scampi2 e gamberetti3

Leggi la ricetta delle tagliatelle al rag.


Una ricetta tipica di Bologna, conosciuta in tutto
il mondo come rag alla bolognese. Dopo
trasforma tutti i verbi allimperativo con il tu
Es. Tritare una cipolla > Trita una cipolla!
Tagliatelle al rag bolognese

Ingredienti:
spaghettini Barilla
350 g
Pomodori a grappolo4 400 g
Gamberetti
300 g
Vongole
20
Scampi
10

Peperoncino5
1
Prezzemolo6 quanto basta
Sale
q. b.
Pepe
q. b.7

Preparazione
1. Pulire gli scampi e i gamberetti e tagliarli a pezzetti,
lavare le vongole
2. Rosolare8 in padella i frutti di mare, unire il pomodoro
pelato e tagliato a cubetti, il sale, il pepe e il peperoncino
e lasciare cuocere il tutto per alcuni minuti.
3. Cuocere gli Spaghettini Barilla in abbondante acqua
salata, scolare9 e saltare in padella10 con il sugo.
Servire spolverando con prezzemolo tritato.

Note dello Chef


Per pelare i pomodori freschi, incideteli leggermente sul fondo
e tuffateli11 per 10 secondi in acqua bollente. Raffreddateli
immediatamente in acqua e ghiaccio e pelateli con un coltellino.
da: www.barilla.com

1.
2.
3.
4.
5.
6.
140

La vongola: la clovisse.
Lo scampo: la langoustine.
Il gamberetto: la crevette.
Il grappolo: la grappe.
Il peperoncino: le piment.
Il prezzemolo: le persil.
Pagina | Centoquaranta

Ingredienti:
500 gr di tagliatelle
1 cipolla12
sedano13
1 carota
400 gr carne tritata14
100 ml di vino bianco

Preparazione
Tritare la cipolla, il sedano e la carota. Rosolare in
padella. Mettere la carne e poi il vino. Quando il vino
evaporato, aggiungere il brodo e lasciare cuocere per
2 ore a fuoco basso. Alla fine versare il concentrato di
pomodoro, salare e pepare, e cuocere per 10 minuti
ancora. Fare cuocere a parte le tagliatelle in abbondante
acqua salata e condire15 con il rag. Servire caldo con
parmigiano reggiano.
Adattato da www.italiadonna.it

7. Quanto basta: selon les


besoins, juste ce quil faut.
8. Rosolare: faire rissoler.
9. Scolare: goutter.
10. La padella: la casserole.

100 ml di vino rosso


100 ml di brodo
20 gr pomodoro concentrato
500 ml di latte
sale e pepe q. b.

11. Tuffare: plonger.


12. La cipolla: loignon.
13. Il sedano: le clri.
14. Tritare: hacher.
15. Condire: assaisonner.

Unit 9

Ascolta ora unaltra famosissima ricetta


italiana. Le foto sono in disordine. Rimettile
nellordine giusto.

Gli spaghetti alla Carbonara


Ingredienti:
150 gr di pancetta1
15 gr di olio
1 spicchio daglio2
600 gr di spaghetti
sale e pepe q. b.
5 uova
poca panna3 liquida (facoltativa)
50 gr di parmigiano o pecorino4

D
E

1. La pancetta: le petit sal,


la poitrine.
2. Spicchio daglio: gousse dail.
3. La panna: la crme frache.
4. Deux fromages italiens.

Pagina | Centoquarantuno

141

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

TERZO TEMPO

IN ITALIA
Il cinema italiano famoso nel mondo intero. La vita
bella di Roberto Benigni ha avuto molto successo.
La scena, estratta dal film La vita bella, si svolge in un
ristorante. la fine della giornata.
IL PORTIERE Guido!
Guido gli si avvicina.
PORTIERE chiusa la cucina?
GUIDO
Non c pi nessuno, niente, perch?
PORTIERE arrivato un signore da Roma,
dal Ministero vorrebbe mangiare.
GUIDO
chiusa la cucina.
PORTIERE (sottovoce) Peccato, tavrebbe dato
una bella mancia!
GUIDO
aperta la cucina portalo, dov?
Sta a qualche passo dal portiere: un ispettore della
Pubblica Istruzione. Un mucchio di fascicoli1 sotto il
braccio, gli occhiali sulla punta del naso, laria severa,
limpermeabile e il cappello in mano. Guido gli si fa
incontro2 e gli indica un tavolino del bar.
GUIDO
Prego!
ISPETTORE So che chiusa la cucina magari3 una
cosa fredda quello che trova.
GUIDO
Ci penso io! Scelga4 quello che pi
preferisce. Qui tutto buono!
ISPETTORE Qualcosa di leggero!
GUIDO
Allora abbiamo carne: una bella bistecca
pesante, agnello, rognone, fegato fritto
impanato5 duro altrimenti pesce.
ISPETTORE Pesce, pesce!
GUIDO
Bene un bel rombo6 grasso, [] oppure
un salmone magro quello che vuole!
ISPETTORE Salmone, molto gentile!
GUIDO
Cosa ha scelto?
ISPETTORE Salmone.
Guido segna lordinazione sul taccuino7.
Accidenti, proprio il salmone, mi prende
un po alla sprovvista8
ISPETTORE Allora unaltra
GUIDO
(lo interrompe). Ci penso io, non si
preoccupi! Contorno9?

ISPETTORE Anche il contorno?


GUIDO
Quello che vuole: funghi fritti, patate
imburrate al burro di Nancy e crema
squamosa10.
Lispettore ha come il voltastomaco11
ISPETTORE Ma non ci sarebbe uninsalatina, leggera
leggera? Se no niente!
GUIDO
Uninsalatina? Mi dispiace perch i funghi
fritti erano eccezionali Faccio il possibile.
Allora: salmone e insalata ha detto e un
bicchiere di vino bianco.
ISPETTORE Salmone, insalata e un bicchiere di vino
bianco Perfetto! (Guarda lorologio).
Pi presto che pu per favore.
da Roberto BENIGNI e Vincenzo CERAMI, La vita bella, Einaudi, 1998,
p. 43.

GUIDO

142

Pagina | Centoquarantadue

1.
2.
3.
4.

Un tas de dossiers.
Va sa rencontre.
Par exemple, peut-tre y-a-t-il?
Choisissez (scegliere
la forme de courtoisie).
5. Pan.

6. Le turbot.
7. Le carnet.
8. Au dpourvu.
9. Accompagnement.
10. Onctueuse.
11. La nause, un haut-le-coeur.

Unit 9

QUARTO TEMPO

IMPARIAMO PER PARLARE


Ces exercices peuvent tre faits oralement et / ou par crit.

1. Quanto exclamatif (

9)

1. Transformer les phrases sur le modle :


C molta gente qui! > vero! Quanta gente!
C molto rumore in questo bar.
Ci sono molti turisti in Piazza Duomo.
Ci sono molte macchine sullautostrada.
C molta agitazione in questa tavola calda.

2. Limpratif affirmatif et ngatif (

Credimi,
Mi raccomando,
Vuoi un consiglio?

Mangia la pasta!
Prendi laperitivo!
Segui gli amici!

2. Crer dautres phrases du mme type.


Exemple : Ci sono molti esercizi in questa unit.
> Quanti esercizi!

15,3, 16)

non ordinare la pizza!


non bisticciare con i tuoi amici!
non prendere il motorino!
non partire adesso!
non alzarti alle 6 !
non andare in questa trattoria!
Mangiala!
Prendilo!
Seguili!

Ma no!
Ma che fai?

guarda! (l. 7) - scusa! (l. 10) - prendi questo fazzoletto


(l. 11) - mettici (l. 11)
non strofinare (l. 12) - non lamentarti (l. 13) - non
prenderlo in giro (l. 14)

Chacune des phrases qui suit peut attirer une


rponse favorable ou dfavorable. Rpondre aux
questions avec une rponse favorable (impratif
affirmatif) et dfavorable (impratif ngatif) :
Exemple : Vorrei bere un aperitivo.
> Daccordo, bevi laperitivo che ti piace.
> Ma che dici? Non bere aperitivo, ti fa male.
1. Vorrei mangiare una pizza.
> Perch no?
la pizza se ti fa piacere.
> Ma no.
la pizza. Ti fa ingrassare.
2. Posso prendere il motorino?

Ordina la bistecca alla fiorentina!


Ascolta i loro consigli!
Prendi la bicicletta!
Parti dopo cena!
Alzati verso le 7!
Va nellaltra!
Non mangiare la pasta!
Non prendere laperitivo!
Non seguire gli amici !

Non mangiarla!
Non prenderlo!
Non seguirli!

> Certo,
il motorino se ne hai bisogno.
> No,
il motorino. Ne ho bisogno.
3. Voglio leggere questo romanzo.
> Hai ragione
questo romanzo. bellissimo.
>
questo libro. noiosissimo.
4. Ho voglia di partire adesso.
> S, meglio.
adesso, c poco traffico.
>
adesso. A questora c molto traffico.
5. Se vuoi, pulisco la macchina.
> Grazie.
la macchina. Cos mi fai guadagnare
un po di tempo.
>No, grazie,
la macchina. Lo faccio io.
6. Domani mi alzo alle 6.
> Perfetto.
alle 6, cos si parte pi presto.
> No,
alle 6. Devi riposarti.
7. Vorrei andare al cinema.
>
al cinema quando ti pare.
>
al cinema prima di aver terminato i tuoi
compiti.
Pagina | Centoquarantatr

143

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

8. Voglio fare una gita.


>
quello che vuoi.
> Sta per piovere.
questa gita oggi.
9. Voglio dare 100 euro a Lorenzo.
>
a Lorenzo quello che vuoi.

3. Limparfait de lindicatif. (

>
questo denaro a Lorenzo; non ne ha bisogno
10. Posso venire con te?
> Certo,
con me, mi piace viaggiare con te.
> No, mi dispiace,
con me. Voglio esser solo.

15,2, 16,2)

potevi prendere linsalata di mare (l. 17)


Quando eri a Roma
telefonavi a casa?
prendevi un taxi?
uscivi con Maria?
bevevi lo champagne?
facevi una passeggiata?
eri invitato?

Certo

Telefonavo
Lo prendevo
Uscivo con lei
Lo bevevo
La facevo
Ero invitato

Mettre le verbe limparfait.


1. Sai, quando io (essere) pi giovane, (giocare)
a tennis meglio di te.
2. Lanno scorso, quando (essere) in Italia (telefonare)
ai tuoi genitori ogni sera?
3. Mia nonna (avere) gi ottantanni ma (andare)
ancora in bicicletta.
4. Per pronunciare bene, Filippo (ripetere) dieci volte
la stessa parola.
5. Il mese scorso, quando Gianna (essersi) rotto
la gamba come (fare) per andare in centro?
(Prendere) un taxi.
6. Lanno scorso il pullman (partire) alle 8 e (tornare)
a mezzogiorno.
7. Quando (avere) tempo, i miei nonni (venire)
al cinema con noi.
8. Quando (fare) freddo noi non (fare) il bagno.
9. Quando suo zio (essere) giovane non (bere) tanto
10. Dieci anni fa, quel cinema (esistere) ancora
e ci (andare) insieme, io ed i miei fratelli.

4. Le superlatif relatif (

4B, 2)

la pizzeria meno cara del quartiere (l. 2).


La pizzeria pi accogliente del quartiere si chiama Da Gigi.

Complter les phrases.


1. Dino il ragazzo
simpatico della squadra.
Ma no,
simpatico di tutti Marco.
2. I tempi moderni il film
divertente della
retrospettiva. No, secondo me,
divertente
della serie il film di Benigni.
3. Mi hanno portato nella trattoria
cara della citt.
Non credo.
cara chiusa oggi.
4. Lisa la cameriera
sorridente di questa
trattoria.
Non sono daccordo.
sorridente Paola.
144

Pagina | Centoquarantaquattro

sera
domenica
giorno
pomeriggio

ogni

5. Ogni et ognuno (

10, 3).

Ognuno di loro ha telefonato


Ci vengo quasi ogni settimana (l. 3)

Traduire en italien.

Il va acheter cette revue tous les vendredis. Aprs avoir


lu la revue, il me la prte mais je la lis toujours avec
du retard. Jaurais mieux fait de mabonner. Mais les
abonnements cotent cher surtout quand, comme chez
nous (a casa nostra), chacun lit une revue diffrente.

6. Niente et nessuno (

10, 4)

Nessuno lha aspettata


Non serve a niente (l. 12)

Traduire en italien.

Que se passe-t-il? Pourquoi ton ami nest-il pas


content ?
Il nest pas content parce que personne ne la invit et
personne ne lui a rien offert (regalare).
Il nest pas content parce que rien na t bon, rien ne
lui a plu et personne ne veut payer laddition.

7. Stare Rvision (

17, 2)

stanno mangiando - stai scherzando? (l. 9)


1. Sono svegli o dormono ancora?
Non li ho ancora svegliati .
2. Leggi il giornale o la rivista?
Ho gi letto il giornale. Adesso la rivista.
3. Bevono birra o champagne?
A loro lacqua piace poco. champagne.
4. Hanno finito di mangiare?
No. Sono stati serviti in ritardo. .

Unit 10
Indice dellunit
Che cosa farai domani?
Comunichiamo
Intermezzo
In Italia
Impariamo per parlare

148-149
150-151
152
153-154
155-157

Pagina | Centoquarantacinque

145

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

146

Pagina | Centoquarantasei

Unit 10

- Je parle de mes projets futurs


- Je fais des propositions et je rponds celles
quon me fait
- Je parle du temps et de la nature
- Jachte des vtements

Le futur
Le futur hypothtique
Limparfait (suite)
La traduction de Il faut .
La traduction de dont

Pagina | Centoquarantasette

147

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

PRIMO TEMPO

CHE COSA FARAI DOMANI?


Pietro
Francesco
5

10

15

Elena
Francesco
Pietro
Francesco
Chiara

Elena
Francesco

20

Elena
25

Saprai tornare a casa da solo?


Ti accompagniamo, se vuoi...
No, grazie, non necessario. Ritrover
facilmente la strada.
Hai progetti per domani? Che cosa farai?
Non so ancora. Non ho previsto niente.
Se vuoi, potremmo fare un giro in bici alle
Cascine. Mio padre ti prester la sua
mountain bike.
Domani? Veramente
Lascia perdere, Pietro! Niente sport per
Francesco la mattina! Laltroieri, gli ho
proposto di fare jogging con me.
Ha rifiutato perch non vuole alzarsi presto.
La verit che sei un po pigro, no?
Ma che dici? Lanno scorso, facevo jogging
ogni sabato con alcuni amici.
Per abbiamo smesso: cerano troppe
macchine nel quartiere. Si respirava aria
inquinata. E poi, a Roma, posso fare sport
tutto lanno. Invece sono qui per pochi
giorni. Non conosco ancora tutta Firenze.
Mi piacerebbe continuare la visita.
Vi dico io quello che facciamo. Portiamo
Francesco al museo degli Uffizi. Chi verr?

Domande sul dialogo


1. Cosa chiede Pietro a Francesco alla fine della cena?
2. Che cosa risponde il ragazzo?
3. Prima di separarsi, di che cosa parlano i quattro amici?
4. Che cosa dice Chiara sulle abitudini di Francesco?
5. Perch ha smesso di fare jogging a Roma?
6. Che cosa propone Elena ai compagni?
7. Perch Pietro esita?
8. Chi lo convince, e come?
9. Quale soluzione trova Elena per non fare la coda?
10. A che ora si danno appuntamento e dove?
11. Perch Chiara non li accompagner?
12. Cosa vuole fare Francesco prima di lasciare la Toscana?
13. Quando e come andranno in questa citt?

Parliamo un po di te
1. Riesci a conciliare lo sport e la scuola?
2. Quando visiti una citt, ti piace andare al museo?
3. Vai nel bookshop? Cosa compri? Per chi?
4. Quali citt che non conosci vorresti visitare?
5. Hai fatto dei viaggi organizzati dalla tua scuola?
6. Quali sono i tuoi migliori ricordi?

148

Pagina | Centoquarantotto

Pietro

30

35

40

45

50

Io verrei volentieri ma il biglietto caro.


E poi bisogna fare la coda per comprarlo.
Chiara
Ma no! Lingresso gratuito per gli
studenti. Per occorre la tessera
scolastica. Non dimenticatela.
Elena
I biglietti si possono prenotare su Internet.
Cos non dovremo fare la coda. Me ne
occupo io. Appuntamento alle 10 davanti
al museo, va bene?
Francesco Benissimo.
Chiara
Io invece non potr venire. Andr a
comprare un costume da bagno con
la mamma.
Francesco Sapete, prima di lasciare Firenze, vorrei
andare a Siena. una citt di cui ho
sentito parlare moltissimo ma non ci sono
mai andato!
Pietro
Ottima idea! Se dopodomani ci sar
bel tempo, ci andremo insieme.
Chiara
Daccordo, verr anchio. Chieder a mio
padre di portarci in macchina.
Elena
Ma che macchina? Non disturbare tuo
padre.
Prenderemo il pullman. Sar pi
divertente.

Lascia perdere!
Ma che dici?
Ma no!
una citt di cui ho sentito parlare

Vero o falso?
Rileggi il dialogo, forma una frase e dilla a un(a) tuo(a)
compagno(a). Chiedigli (chiedile) se quello che dici
vero o falso.
Avvio al racconto (dallinizio a: un costume da bagno
con la mamma).
1. Dove si svolge la scena?
- Hanno deciso di ... Adesso stanno...
2. Quando si svolge? I ragazzi hanno ... e adesso ...
3. Com composto il dialogo?
In questo dialogo si possono distinguere ... parti
- Prima ... dice che ... risponde che ... propone di ...
- ma rifiuta / esita ... perch ...
- poi precisa che ... fa unaltra proposta: ...
- chi accetta? Chi non verr e perch? perch

Unit 10

CHE COSA FARAI DOMANI?

10

Pagina | Centoquarantanove

149

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

COMUNICHIAMO

Parlare di progetti / Parler de projets


Che progetti hai per
Che farai quando / se?
Se far

Non so ancora.
Non ho previsto niente.

Hai progetti per domani? Che cosa farai ? (cfr. l. 5)


Non so ancora. Non ho previsto niente. (cfr. l. 6)
Se dopodomani ci sar bel tempo, ci andremo
insieme. (cfr. l. 43)

Chiedi a un(a) compagno(a) cosa far / la


prossima settimana / domenica prossima /
lestate prossima.
Cosa farai il prossimo sabato?
Se il tempo sar bello?
Se piover?
Se avrai molti compiti da fare?
Se ti chiamer il tuo migliore amico / la tua migliore
amica?
Fare una proposta e rispondere / Faire une proposition
et rpondre.
Se vuoi, potremmo
Ti / vi va di

Ottima idea!
Benissimo! Appuntamento
a alle

Perch non?
Che ne dici di?
Che ne diresti di...?
Vi dico io quello che
facciamo

Verrei volentieri ma
Mi piacerebbe, ma
Mi dispiace, non posso

Se vuoi, potremmo fare un giro in bici alle Cascine (l. 7)


Vi dico io quello che facciamo, portiamo Francesco al
museo (l. 24)
Verrei volentieri ma il biglietto caro (l. 26)
Appuntamento alle 10 davanti al museo (l. 34)

150

Pagina | Centocinquanta

Fai una proposta a due compagni. Uno


risponder positivamente e proporr unora e
un luogo di appuntamento. Laltro risponder
negativamente e spiegher le ragioni del suo
rifiuto.
Esprimere la necessit, il bisogno / Exprimer la
ncessit, le besoin.
Bisogna / occorre / necessario, fare, andare,
prendere, ecc.
Ci vuole / occorre, la tessera scolastica /
labbonamento, ecc.
Ci vogliono / occorrono molti mesi per imparare
litaliano, / molti soldi per comprare una Ferrari...
E poi bisogna fare la coda per comprarlo. (l. 27)
Occorre la tessera scolastica. (l. 29)

Rispondi utilizzando le forme bisogna, occorre,


occorrono, ci vuole, ci vogliono.
Che cosa necessario per
partire in un paese straniero? (passaporto)
guidare la macchina? (la patente)
fare il giro del mondo? (molti soldi)
vincere alla lotteria? (fortuna)
essere promossi? (studiare molto)
quando fa molto freddo? (i guanti)
entrare gratis al museo? (avere la tessera scolastica)

Ti ricordi le ricette dellunit 9 (a p. 140)?


Quali ingredienti ci vogliono per fare la pasta
ai frutti di mare?
E per fare la pasta alla carbonara?

Unit 10

Fare acquisti / Faire des achats


Cosa desidera (signore, signora)?
Cerca / Vuole / Desidera qualcosa di preciso?
Che taglia porta?
una novit. un modello dellultima stagione.
Non abbiamo pi questo modello.
Abbiamo venduto lultimo unora fa.

Quanto costa? Quant?


Posso pagare con la carta di credito?
Posso pagare con un assegno?
Pago in contanti.

Per il momento, vorrei solo dare unocchiata / guardo solamente


Vorrei...
Ho visto in vetrina...
La 42*
Avete una taglia pi grande / pi piccola?
Avete un modello pi pesante / leggero / sportivo / elegante?
Posso provarlo?
Come mi sta?
70 euro.
Certo.
Mi dispiace. Mi scusi, non accettiamo gli assegni.

*La 42 italiana corrisponde alla taglia 38 in Francia.

Mentre Francesco, Elena e Pietro sono andati a


visitare il Museo degli Uffizi, Chiara andata a
comprare un costume da bagno con la mamma.
Completa il dialogo:
La commessa: Buongiorno signora
?
La mamma:
Buongiorno, sono qui con mia figlia
che vuole comprare un
.
La commessa: Buongiorno, signorina.
di preciso?
Chiara:
Per il momento
.
La mamma :
Che ne
del modello blu
in vetrina?
Chiara:
Veramente non mi piace, mi sembra
troppo sportivo.
La mamma:
E il bikini rosso allora?
Chiara:
S, carino.
La commessa: Purtroppo lultimo. Ed di grande taglia.
Chiara:
Che peccato! Mi piaceva moltissimo.
La commessa: Vediamo Le piace questo
?
una
della stagione.
Chiara:
S, ma mi sembra un po grande.
?
La commessa: Credo di s, ora controllo.
?
Chiara:
La 42.
La commessa: Ecco qui, una S allora.
Chiara:
?
La commessa: Certo, il camerino in fondo a destra.
La mamma:
Un momento per;
?
La commessa: 50 euro ma in questo momento ci sono i saldi
di fine stagione quindi c lo sconto del 20%.
La mamma:
Ah, va bene, allora.
Chiara (alla mamma):
? Mi ingrassa?
La mamma:
Ma scherzi? Sei proprio fissata
con la linea. Ti sta benissimo.
Chiara:
Lo prendo allora.
La mamma (alla commessa):
?
La commessa: Mi dispiace, signora, ma
.
Se vuole
con carta di credito.
La mamma:
No, oggi non ho portato la carta
di credito. Pagher in
.

Recitiamo.
Con 1 o 2 compagni (ragazzi e / o ragazze). Siete in un
negozio di abbigliamento. Uno di voi 3 il commesso
e gli altri due sono i clienti. Immaginate il dialogo.

Pagina | Centocinquantuno

151

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

SECONDO TEMPO

INTERMEZZO
Prima di partire per le vacanze, Paola deve
comprarsi un costume da bagno nuovo. Accompagnata
dallamica Michela, entra in un negozio dove si vendono
articoli per la spiaggia.

1. Ascolta il dialogo e rispondi alle domande:


La commessa. Buongiorno, che cosa desiderate?
Paola.
Vorrei comprare un costume da bagno.
Quello dellanno scorso mi diventato stretto.
La commessa. Ha visto qualcosa in vetrina?
Paola.
S, quello verde, e laltro, giallo e rosso.
La commessa. Che taglia porta?
Paola.
Porto la 42.
La commessa. Mi dispiace proprio: il giallo e rosso non
ce lho pi della sua taglia. Ecco quello
verde. bellissimo. Se lo vuole provare,
il camerino di qua. C uno specchio.
Paola.
Grazie, lo provo.
La commessa. La sua amica ha scelto bene.
un modello che va molto.
Paola.
Michela, vieni a vedere.
Michela.
Eccomi.
Paola.
Come mi sta?
Michela.
Girati. Ti sta molto bene. Quando sarai
abbronzata vedrai che bellezza. Il colore
sta benissimo con i tuoi capelli.
Paola.
Sei sicura? Allora lo prendo.

Nonna, il sole batte forte. Mettiti il


da sole.

e gli occhiali

Nonno, non metterti i calzini con questo tipo di


Non pi di moda.
Carlo! Ma ti sei guardato allo specchio? La tua cravatta
rosa fa a pugni con la
verde.
Fa un freddo cane! Non uscire con la
il soprabito. Ma no! Ho la maglia sotto.

, prendi

Le previsioni del tempo annunciano la pioggia.


Non dimenticare l

Come sei ingrassato! Scoppi nella


Quanto sei dimagrita! Perdi la

Cosa metteresti in queste situazioni?


Il matrimonio di unamica di famiglia / Il tuo compleanno
/ La festa di un amico / In discoteca / Una serata davanti
alla tv / Un picnic / Una giornata in montagna

Guarda queste persone: come sono vestite?

- Perch Paola vuole comprare un nuovo costume


da bagno?
- Quali ha visto in vetrina?
- Che taglia porta?
- Cosa pensa Michela del costume di Paola?

Guarda la lista e inserisci le parole giuste nelle frasi:


scarpe / gonna / maglietta / cappello / camicia / ombrello
/ giacca / pantaloni / costume da bagno
Hai visto che scottature? Sei imprudente. Non
restare a torso nudo. Mettiti una
o resta sotto
lombrellone.
Non potete entrare in chiesa con il
i
o i calzoncini.

152

Pagina | Centocinquantadue

. Mettetevi

Parliamo di te.
Per te, la moda molto importante?
Quali sono i tuoi vestiti preferiti?
E i tuoi colori preferiti?
Fai attenzione a come sono vestiti gli altri? Perch?
Quanto tempo ti occorre, la mattina per prepararti?
Quanto spendi per i vestiti ogni anno?
Cosa pensi del proverbio: Labito non fa il monaco?

Unit 10

TERZO TEMPO

IN ITALIA
Quali nomi di stilisti italiani conosci? Quali preferisci?
Diesel

Giorgio Armani

Moschino

Max Mara
Roberto Cavalli
Nicola Trussardi

Dolce e Gabbana
Prada

Benetton

Versace

Da oggi a domenica 5 ottobre le tendenze della prossima


estate
Si apre oggi la settimana della moda di Milano
Arte, business e mondanit animeranno per 9 giorni il
capoluogo lombardo, gi invaso da modelle e giornalisti.

MILANO Dopo New York, Londra e Madrid,


le luci della ribalta1 puntano su Milano, dove sabato
prende il via2 la settimana della moda. Fino a domenica
5 ottobre decine di grandi stilisti italiani e stranieri
presenteranno le loro collezioni per la stagione primavera
/ estate, che determineranno le tendenze del fashion dei
prossimi mesi. Nel frattempo il capoluogo lombardo invaso
da unondata di modelle, creatori, giornalisti, fotografi,
vip e clienti.
Da: www.corriere.it
1. Les feux de la rampe .
2. Dmarre.

Pagina | Centocinquantatr

153

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Guarda le cartine e fai delle domande ai compagni:

Oggi

domani

dopodomani

Che tempo fa sulle Alpi? nelle isole?


Che tempo fa a Roma? Che tempo fa a ?
Che tempo fa in Piemonte? Che tempo fa in ...?
Che tempo far domani? dopodomani?

Che tempo fa oggi, nella tua citt?


Hai guardato le previsioni in tv?
Che cosa hanno annunciato per i prossimi giorni?

Ascolta la registrazione. Di che regioni si


parla? Che tempo fa?
Il clima e la scelta del luogo di vacanza dipende anche
molto dalla regione. Il tempo non identico in riva al
mare, in montagna o allinterno del paese, in riva ai
laghi, nelle pianure o nelle colline.
3

5
6

Descrivi queste foto e quelle delle pp. 146-147: cosa vedi? Che tempo fa?
Puoi usare queste parole:
nebbia / neve / mare mosso / tempo mite / temporale / vento / sole / pioggia /
inverno / estate / primavera / autunno / spiaggia / ghiacciaio
154

Pagina | Centocinquantaquattro

Unit 10

QUARTO TEMPO

IMPARIAMO PER PARLARE


Les exercices qui suivent peuvent tre faits oralement et/ou par crit.

1. Le futur (

15, 5).

A formes rgulires.
ritrover (l. 3) - ti prester (l.8) - chieder (l. 45) - prenderemo (l. 49)
Fra due anni
Fra pochi mesi
Lanno prossimo
Grazie a questo corso

parler
parlerai
parler
parleremo
parlerete
parleranno

litaliano
il cinese
il tedesco
lo spagnolo
linglese

lo

Complter les phrases.


1. Domani Francesco (incontrare)
i suoi amici
al museo.
2. Chiara non (seguire)
i compagni;
non (visitare)
gli Uffizi con loro.
3. La ragazza (scegliere)
un costume da bagno
con la mamma.
4. Quando io (conoscere)
meglio litaliano
(scrivere)
alla mia corrispondente.
5. Mia madre non parla litaliano.
La guida la (leggere)
io.
6. Stasera mio padre non (prendere)
la macchina.
7. Per andare in vacanza in Italia (studiare)
di pi,
te lo prometto.
8. Ma s ti (scrivere)
una cartolina,
non lo (dimenticare)
.
9. Il tuo professore ti (spiegare)
perch si scrive
cos in italiano.
10. Mia sorella (cominciare)
a studiare il cinese
fra due mesi.

2. Quelques formes irrgulires (


Complter les phrases.

scriver
scriverai
scriver
scriveremo
scriverete
scriveranno

partir
partirai
partir
partiremo
partirete
partiranno

per

lItalia
la Cina
la Germania
la Spagna
la Gran
Bretagna

Complter les phrases (en mettant au futur le


verbe qui est limparfait).
1. Lanno scorso prendevo lautobus. Questanno
il motorino.
2. Quando ero pi giovane facevo un lungo viaggio ogni
estate. La prossima estate
una crociera.
3. Dieci anni fa il signor Guadagni aveva un solo negozio.
Fra dieci anni ne
almeno tre.
4. Il mese scorso venivate con noi a fare jogging. Spero
che durante lestate
con noi in piscina.
5. Quando ero bambino mio nonno mi dava dei buon
consigli. Spero che me ne
tutta la vita.
6. Lanno scorso non sapevo ancora parlare giapponese.
Ma scommetto che fra due mesi lo
parlare.
7. Per andare al mare dovevo prendere lautobus.
Anche questestate
prenderlo.
8. Lanno scorso andavo al mare alle 9 e non venivo con
voi. Vi prometto che questanno
al mare alle 8
e che ci
con voi.

16, 3).

sar (l. 43) - saprai (l. 1) - Che cosa farai? (l. 5) - chi verr?
(l. 25) - verr (l. 45) - non dovremo (l. 32) - non potr
venire (l. 36) - andr (l. 36)

Pagina | Centocinquantacinque

155

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

3. La concordance du futur (

Unit 10

17, 3)

B Se ci sar bel tempo andremo a Siena. (l. 43).


1. Transformer les phrases suivantes sur le modle :
Non parlo italiano perch il professore non mi dice di
parlare in questa lingua.
> Se il professore mi dir di parlare italiano, parler in
questa lingua.
1. Non leggo questa lettera perch la signora non mi ha
detto di leggerla.
2. Non parto perch c lo sciopero delle ferrovie.
3. Il bambino non dorme perch non smettete di parlare
ad alta voce.
4. Non telefono a Chiara perch non mi dai il suo
numero di telefono.
5. Non ha voglia di seguirti perch non lhai invitato.
6. Questa ragazza non contenta perch tu non le sorridi.
7. Non vengo perch il tempo non bello.
8. Non faccio questa gita perch non vuoi venire con me.
9. Non pago questa somma al negoziante perch non
accetta le carte di credito.
10. Carla vuole venire al cinema solo se c Paolo.

2. Limparfait (

15, A2, rvision cf. p. 144).

si respirava (l. 19) - facevo jogging (l. 16) - cerano (l. 18)

Imparfait, futur et pass compos (


15A2,
16,2, 15,4, 16,3, 15,5). Transposer les phrases
suivantes (qui sont au prsent de lindicatif)
limparfait, au futur et au pass compos en
fonction du contexte temporel.
1. Mangio da Gigi ogni sera.
Lanno scorso
.
A partire da luned
.
Ieri sera
.
2. Vado al cinema a vedere un film di Fellini.
Stasera
.
Due giorni fa
.
Quando arriver Marco,
.
3. Quando vengono a Firenze, visitano gli Uffizi.
La settimana prossima
.
Un mese fa
.
Quando erano invitati dalla famiglia
.
4. Ti faccio la pizza?
Domenica prossima
, daccordo?
Ti ricordi che, quando ti invitavo,
?
Non ricordo pi bene
o ti ho
gli spaghetti alle vongole?

156

Pagina | Centocinquantasei

3. Comment exprimer lobligation ou la ncessit


(il faut)? (
18E)
Bisogna fare la coda (l. 27) - occorre la tessera (l. 29)

Traduire en italien
1.
2.
3.
4.

Il est dj midi. Il faut partir tout de suite.


Il faut au moins une heure pour arriver la gare.
Il faut porter la valise dans la chambre.
Pour tous ces vtements il faut au moins (almeno)
deux valises.
5. Pour visiter le muse de saint Marc il faut deux heures.
6. Pour se baigner il faut un maillot de bains.
7. Il faut commencer par le muse des Offices.
8. Il faut aller acheter le billet.
9. Il faut payer laddition. Bien sr. Combien faut-il?
10. Pour entrer sans payer il faut une carte spciale.
11. Pour devenir guide, il faut au moins trois ans dtudes.
12. Pour aller de la place du Dme au Palais de la
Seigneurie, il faut prendre la via de Calzaiuoli.
13. Pour un caf au bar Perseo, il faut au moins deux euros.
14. Pour cette excursion il faut avoir la voiture. Il ny a
pas de bus.
15. Pour faire cette pizza il faut de bonnes tomates.
16. Pour aller jusqu San Miniato pied, il faut du
courage. Cest vrai, il faut aussi de bons souliers
et il ne faut pas marcher trop vite.
17. Que faut-il? Pour payer, il faut une carte de crdit
ou un billet de cent euros.
18. Il faut une demi-heure pour faire cet exercice.
Mais non! Il faut moins dun quart dheure.

4. Les adjectifs et adverbes troppo et poco


(
10, 2) (Rvision cf.p. 117).
cerano troppe macchine (l. 18) - sono qui per pochi
giorni (l. 21)

1. Au cours dune discussion, des avis


divergents sexpriment. Exemple :
Secondo me, ci sono troppi motorini a Firenze.
> Ma che dici? Ce ne sono pochi.
> Non esageriamo. vero che c qualche motorino ma
non ce ne sono troppi.
1. Secondo mia moglie, nostro figlio guarda troppe
videocassette.
2. Secondo il professor Carli, il suo collega d troppi
compiti agli allievi.
3. Lhai notato anche tu? Mio nonno beve troppa birra.
4. Non sono contento. I miei figli leggono troppi gialli.
5. Non mi piace, c troppo rumore in questo caff.
6. C troppo rischio in questo sport.

Unit 10

5. Traduction du pronom relatif dont (

14)

di cui ho sentito parlare (l. 40)

Traduire en italien
1. Ce nest pas le restaurant dont je tai parl.
2. Je veux les ptes dont jai lu la publicit.
3. Jaimerais voir la ville dont tu mas parl.
4. Cest un muse dont on parle dans tous les guides.
5. Demain jirai acheter le maillot de bains dont jai
besoin.

6. Les adverbes et locutions adverbiales de


temps (
18, D, 2, 13)
1. Classer les adverbes et locutions
adverbiales de temps suivants sous les rubriques
A.(se rapportant au prsent)
B. (se rapportant au pass) ou
C. (se rapportant au futur)
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.

adesso
dieci minuti fa
domani
dopodomani
due giorni fa
fra dieci secondi
fra una settimana
ieri
ieri laltro
il mese scorso
in futuro
in passato
laltro ieri
molto tempo fa
nel Novecento.
nel secolo ventiduesimo.
oggi
ora
proprio ora
un secolo fa.

8. Le conditionnel
potremmo fare un giro (l. 7) - mi piacerebbe (l. 23) verrei (l. 26) - vorrei (l. 39)

Complter les phrases laide dun verbe au


conditionnel.
1. Vuoi un gelato? No,
una brioche.
2. Preferisci partire subito o pi tardi?
Se non ti disturba,
partire ora.
3. Cosa preferisce tua moglie? Andare in Italia o negli
Stati Uniti?
andare negli Stati Uniti ma ha
paura in aereo.
4. Non capisco: il tuo vicino mi ha detto che preferisce
le macchine potenti e ha comprato una piccola Fiat.
Eh! cosa vuoi? Lui
la Ferrari ma come farebbe
a pagarla?
5. Non vieni con noi?
volentieri ma devo
andare a lavorare.
6. Tuo marito dice che non pu comprarsi una
Guzzi? vero? Ma no!
comprarla ma io
non sono daccordo.
7. Bella questa casa! Non ti piace? Certo! Mi
moltissimo comprarla, ma hai visto quanto costa?
8. Siamo in ritardo, bisogna partire. Eh s!
partire subito ma i miei figli sono in ritardo.
9. una domanda facile. Tutti sanno rispondere.
Confesso che io non
dare la risposta esatta.

Giorgione. La Tempesta.

1. Pass :
2. Futur :
3. Prsent :

Pagina | Centocinquantasette

157

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

158

Pagina | Centocinquantotto

ciao a tutti !

Unit 11
Indice dellunit
Quanti abitanti ci sono?
Comunichiamo
Intermezzo
In Italia
Impariamo per parlare

162-163
164-165
166-167
168
169-170

Pagina | Centocinquantanove

159

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Il Palio

Il Palio di Siena

Piazza del Campo

Uno sbandieratore

Un piccione beve
dalla Fonte Gaia

Marzocco

familglie della
contrada delloca
160

Pagina | Centosessanta

Unit 11

Jexprime une opinion


Jexprime une ncessit
Javance une hypothse
Je dcris une personne (le corps, la sant).

La traduction de o ( dove , in cui )


Quanto exclamatif et interrogatif. (rvision)
Le subjonctif prsent (suite)
Le conditionnel (rvision)
Le futur hypothtique
Le comparatif (de supriorit et dinfriorit)
(rvision)
Le superlatif absolu
Ladverbe

Pagina | Centosessantuno

161

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

PRIMO TEMPO

QUANTI ABITANTI CI SONO?


Gli amici hanno lasciato Firenze alle 8 e un quarto e sono arrivati a Siena verso le
dieci. Ora sono in piazza del Campo.
Francesco
Chiara
Elena
Francesco
Pietro
Francesco
Chiara

Pietro
10

Chiara
Elena
Pietro
15

Elena

20

Pietro
Chiara
Pietro
Elena
Pietro

25

Francesco
Chiara
Pietro

Quanta gente in questa piazza!


davvero impressionante!
La forma originale! Somiglia a una conchiglia.
Guarda la torre! altissima! pi alta del campanile di Giotto, vero?
S, la torre pi alta della Toscana. alta ottantotto metri.
La citt non sembra molto grande. Quanti abitanti ci sono?
Non lo so esattamente, ma una cosa certa: Firenze molto
pi grande di Siena.
Gli abitanti saranno cinquantaquattro o cinquantacinquemila.
Ma destate ci sono moltissimi turisti. Dovresti vederla quando c il Palio!
Voi lavete gi visto il Palio? Io lho visto solo in TV.
S, io lho visto una volta. Dura solo pochi secondi ma davvero
emozionante.
Secondo me anche molto pericoloso. Lanno scorso un fantino
si rotto una gamba.
La corsa dei cavalli intorno alla piazza velocissima. Tutti urlano
e fanno il tifo per una contrada.
Io tifo per la contrada delloca.
Ah, gi! Tu sei nato a Siena!
S, i miei genitori ci vivevano lanno in cui sono nato.
Poi ci siamo trasferiti a Firenze.
E non ci tornano mai?
S, ogni tanto, per rivedere i vecchi amici.
Di solito scelgono loccasione del palio. Naturalmente li accompagno.
Beato te!
Bisogna che tu ci mostri la casa dove abitavi quando eri piccolo.
Non penso che sia interessante. Non ha niente di eccezionale.
meglio visitare la citt.

Domande sul dialogo.


1. Dove si trovano i quattro amici?
2. Quanto durato il loro viaggio?
3. Qual loriginalit della piazza di Siena?
4. Che cosa impressiona di pi Francesco?
5. A che monumento fiorentino gli fa pensare la torre
del palazzo comunale?
6. Che cosa vuol sapere su Siena e quali informazioni
gli d Pietro?
7. Pietro parla di una festa caratteristica di Siena. Quale?
8. Che cosa impariamo sul Palio? Perch pericoloso?
9. Perch Pietro conosce bene Siena?
10. Cosa propone di vedere a Siena Elena?
11. Perch Pietro non daccordo?

162

Pagina | Centosessantadue

Io tifo per la contrada


delloca.
I miei genitori ci vivevano.
Ci tornano ogni tanto.
Beato te!

Vero o falso?

SN O

Rileggi il dialogo, forma una


frase e dilla a un(a) tuo(a)
compagno(a). Chiedigli
(chiedile) se quello che dici
vero o falso.

Parliamo un po di te.

1. Anche nella tua citt ci sono dei luoghi dove c molta


folla? In che stagione o in che occasione?
2. Cosa c da vedere nella tua citt?
3. Quanti abitanti ci sono nella citt dove sei nato o dove vivi?
4. Ci sono delle feste caratteristiche nella tua citt?
Ne conosci in altre citt?
5. Abiti nella citt dove sei nato? Da quando sei nato hai
cambiato pi volte luogo di residenza? Per quale motivo?
6. importante per te la tua citt natale?
7. Se non vivi pi nella tua citt natale quali ricordi ne hai?

Unit 11

QUANTI ABITANTI CI SONO?


2

4
5

8
7

10

Pagina | Centosessantatr

163

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

COMUNICHIAMO

Dare il proprio parere / Donner son avis

Dire dove si ha male / Dire o lon a mal

Secondo me,

Siena pi bella di Firenze.


la citt ha abitanti
per andarci meglio prendere il pullman.

Credo che
Penso che

Siena sia pi bella di Firenze.


la citt abbia 55mila abitanti.
per andarci sia meglio prendere il pullman.

Mi fa male la testa /
il braccio destro, la mano
sinistra / lo stomaco /
la pancia

Mi sembra che
Mi pare che

questa sia la strada per andarci.


tu prenda la decisione giusta.
Anna abbia ragione / torto.

Secondo me anche molto pericoloso (l. 14)


Non penso che sia interessante (l. 27)

Mi fanno male i piedi /


le gambe / le orecchie
Ho mal di testa / di stomaco /
di pancia
Ho la febbre / il raffreddore
/ la tosse / linfluenza /
unindigestione

Prendi unaspirina
Va in farmacia /
al Pronto Soccorso
Telefona al medico
Bisogna che tu prenda
una medicina /
una pillola

Rispondi alle domande e dai unopinione:

Lanno scorso un fantino si rotto una gamba. (l. 15)

es. Paola ha un fratello? (sorella) >


No, credo che abbia una sorella.

Completa il dialogo:

La matematica pi difficile dellitaliano? (facile)


Carlo mangia alla mensa? (a casa)
Tua madre prende un caff? (t)
Simona finisce alle 8? (alle 9)
Anna parte domani? (dopodomani)

Cliente:
Farmacista:
Cliente:
Farmacista:
Cliente:

Esprimere una supposizione / Avancer une hypothse.


Quanti anni avr la
mamma di Matteo?

Secondo me, avr 42 anni.

Non ho lorologio, che


ore saranno?

Boh? Saranno le due.

Gli abitanti saranno 54 o 55 mila. (l. 9)

Rispondi:
I miei genitori non rispondono al telefono. Che cosa
faranno? (guardare la tv) > Forse guardano la tv /
guarderanno la tv
Aspettiamo tuo fratello. Che cosa far? (telefonare).
Conosci let del preside? Quanti avr? (50/55 anni).
Sembra molto grasso. Quanto peser? (90/100 kg).
Non lo vedo da una settimana. Dove sar? (in viaggio)
caro questo quadro? Chiss quanto coster? (almeno
duemila euro).

164

Pagina | Centosessantaquattro

.
Buongiorno, mi dica.
Non mi sento molto
.
Che sintomi ha?
Ho mal di
, la tosse e credo
di avere un po di febbre.
Farmacista: Probabilmente ha l
.
Ha preso freddo?
Cliente:
S, ieri pioveva, non avevo lombrello
e mi sono bagnata.
Farmacista: Allora bisogna che
unaspirina
stasera e che vada a letto appena tornata
a casa.
Cliente:
Bene, grazie, allora compro laspirina.
Quant?

Immagina di essere dal medico perch ti fa male


qualcosa. Un(a) tuo(a) compagno(a) recita la parte
del medico e ti d i consigli giusti.

Unit 11

Se c spazio qualche disegno dei


personaggi descritti

Descrivere una persona / Dcrire une personne


Paolo alto e magro. Misura 1 metro e 80 ma pesa
solo 60 chili.

Descrivi il tuo compagno (la tua compagna)


di banco.

Il signor Grossi basso. Misura 1 metro e 50.


Non grasso, pesa 50 chili.
Carla bionda, ha i capelli lisci e lunghi.
Ha gli occhi verdi.
Michela bruna, ha i capelli castani, corti.
Ha gli occhi azzurri.
Matteo bruno, ha i capelli ricci.
E ha gli occhi marroni.
Mia nonna alta, ha i capelli grigi, gli occhi scuri.
Mio nonno calvo, ha i baffi e gli occhi marroni.
Il figlio di mia sorella piccolo, ha solo 2 mesi:
pesa 6 chili, non ha ancora i capelli.
Quando eri piccolo (l. 26)

Pagina | Centosessantacinque

165

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

SECONDO TEMPO

INTERMEZZO
Il corpo umano
capelli

occhio

naso

bocca
orecchio
collo

testa
spalla

dito

robusto / muscoloso / magrolino


capelli ondulati / ricci / lisci / crespi
naso lungo, corto, a patata, aquilino
occhi a mandorla / grandi / piccoli

Descrivi una persona famosa. Un tuo compagno


(una tua compagna) deve capire chi .
Ascolta la descrizione: a quale persona della
foto corrisponde?
1. Trova la definizione giusta:
1) dare una mano
2) avere orecchio per la musica
3) essere una persona in gamba
4) costare un occhio della testa

petto
pancia

A) essere portati per la musica


B) aiutare qualcuno
C) costare molto
D) essere una persona capace, abile

braccio

2. Completa le frasi con lespressione giusta:


Carlo suona benissimo la chitarra, ha
Mio cugino studia, lavora e trova anche il tempo di
occuparsi degli altri. veramente
Questa valigia troppo pesante, non riesco a sollevarla,
mi dai ?
Ho visto dei pantaloni carissimi, a 200 euro. Costano

mano

3. Come viaggiare a bordo di un aereo

gamba

piede
Descrivi le persone della foto.

166

Pagina | Centosessantasei

- Che cosa si deve bere e quando?


- Invece, che tipo di bevanda meglio evitare
e quando?
- Che tipo di scarpe si devono mettere?
- Una certa posizione sconsigliata ai viaggiatori
quando sono seduti. Quale?
- Quanti esercizi sono proposti?
- Indica le parti del corpo citate
nellesercizio 1
nellesercizio 2
nellesercizio 3

Unit 11

Con le piante dei piedi ben appoggiate al suolo, sollevare


insieme prima le punte e poi i talloni.

Sollevare alternativamente le gambe flesse e


portare le ginocchia verso il busto.

Sollevare alternativamente i piedi e compiere una rotazione delle


caviglie dallinterno verso lesterno.

da: ALITALIA

Con i gomiti vicini al busto, sollevare


contemporaneamente gli avambracci fino
a portare le mani allaltezza delle spalle.

Con la schiena allungata e perpendicolare alla seduta,


compiere delle rotazioni delle spalle in avanti e indietro,
tenendo ferma la posizione del collo e delle braccia.

Assumere posizione
eretta e sollevare
contemporaneamente
i talloni dal suolo.

Partendo da posizioni eretta,


appoggiarsi allo schienale della
poltrona con il braccio sinistro
e sollevare con la mano destra
la gamba destra flessa. Ripetere
lo stesso esercizio per la gamba
sinistra.

Elenca le parole che si riferiscono al corpo


nomi
verbi
Quali parole hai capito facilmente (perch somigliano al
francese)?
Quali invece ti sono sembrate difficili?

Una curiosit grammaticale (


3, C, NB, 5, 1): Nota le
parole le ginocchia (esercizi 1 e 3), le braccia (esercizio
5). Presentano una caratteristica dal punto di vista
grammaticale. Quale?
Pagina | Centosessantasette

167

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

TERZO TEMPO

IN ITALIA
Piazza del Campo
la piazza centrale di
Siena, una delle pi belle e
caratteristiche del mondo.
La sua originalit deriva dalla
particolare forma a conchiglia
che le d un aspetto unico nel
suo genere. nata sul punto
dincrocio delle tre colline
senesi, e deve la sua forma alle
caratteristiche del terreno. Intorno
ci sono degli storici palazzi, tra i
quali il maestoso Pubblico, con
laltissima Torre del Mangia,
la Cappella di Piazza e la Fonte
Gaia. Il Campo, come viene
comunemente chiamato, fu, fin
dallantichit, il centro politico e
culturale di Siena. Qui, ancora oggi,
due volte lanno vi si corre il Palio
delle Contrade, in ricordo delle antiche
feste cittadine.

Rispondi:
Qual loriginalit della piazza del Campo?
Cosa c intorno alla piazza?
Cosa succede su questa piazza due volte allanno?

Descrivi le foto:

168

Pagina | Centosessantotto

Unit 11

QUARTO TEMPO

IMPARIAMO PER PARLARE


Ces exercices peuvent tre faits oralement et / ou lcrit.

1. Comment traduire o? (dove ou in cui?

18, 4).

lanno in cui sono nato (l. 20) - la casa dove abitavi (l. 26)
le lieu : dove in cui
Ecco la casa
Questo il quartiere

le temps : in cui
dove
in cui

abitavo

Non lanno
il mese

in cui

nato.
si svolge il palio.

Exemple : Cest la ville o Paul est n lanne o sa famille a achet cette maison.
la citt dove Paolo nato lanno in cui la sua famiglia ha comprato questa casa.

Traduire en italien.
1.
2.
3.
4.
5.

Voici la maison o mon frre est n.


Cest lanne o mon grand-mre est mort.
Il habite dans la ville o ses parents travaillent.
Ce nest pas une ville o jaimerais vivre.
Mon oncle est parti en voyage le jour o la grve
(lo sciopero) a (essere) commenc.
6. Aot est le mois o il y a le plus grand nombre
de touristes.
7. O as-tu mis ton parapluie (ombrello)?
8. O est la gare, sil vous plat ?

4. Penso che (essere) preferibile visitare il Museo degli Uffizi.


5. Non credo che Lucia (avere) voglia di uscire con noi,
stasera. Mi ha detto che stanca.
6. Bisogna che tuo fratello (finire) presto i compiti,
cos potremo uscire.
7. Non occorre che tu (offrire) il caff, ognuno pagher il suo.
8. Michela crede che tu (essere) pi giovane di lei,
ma non vero.
9. I miei genitori pensano che io (studiare) poco.
10. Mi sembra che Paolo (telefonare) molto spesso a Lucia.
11. Se vuoi arrivare domani bisogna che tu (prendere) laereo.

3. Le futur hypothtique (
2. Le subjonctif prsent (
Bisogna che

Penso / credo / ritengo che /


Non penso / non credo /
non ritengo che

15, 2 16, ABC).


io / tu / lui / lei impari
litaliano / prenda una
medicina / apra la porta /
finisca i compiti /
Clara sia simpatica
Franco abbia ragione

Mettre le verbe entre parenthses la forme


du subjonctif qui convient.
1. Michel vive a Firenze da due anni.
strano che non (parlare) italiano.
2. Dimmi, se sei rimasto un anno a Siena,
sorprendente che tu non (avere) visto il palio.
3. Sono appena le 9 di sera. Sono sorpreso
che mio nonno (dormire) gi.

17, 3)

saranno 54mila (l. 9)

Traduire en franais les dialogues qui sont


en italien et en italien ceux qui sont rdigs en
franais.
1. Quanti senesi ci saranno in piazza il giorno del palio?
Chiss? Tutta la citt partecipa a questa festa.
2. Le ho telefonato ma non risponde.
Avr gi lasciato Firenze.
3. Bello, quel gioiello. Quanto coster?
Secondo me, coster molto caro.
4. Come mai non sono ancora arrivati ?
Saranno bloccati sullautostrada.
5. Quelle heure peut-il bien tre ?
Je ne sais pas. Il doit tre 9 heures ou 9 heures et demi.
6. Quel ge peut avoir le directeur ?
Je lignore. Il doit avoir dans les 50 ans.

Pagina | Centosessantanove

169

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

4. Comparatifs et superlatifs
A Le superlatif absolu. (
4, B, 2, 2)
altissima (l. 4) ci sono moltissimi turisti (l. 10) la
corsa velocissima (l. 16)

1. Complter les phrases en employant un


superlatif absolu.
Quant alto questo campanile! S, al...
Com bella questa chiesa! S, ...
Com pesante questo zaino! Si, ...
Com pesante questa valigia! S, ...

2. Refaire lexercice prcdent en mettant


les phrases au pluriel.
B Le superlatif relatif. (

4, B, 21)

la torre pi alta della Toscana. (l. 5)


Paolo il ragazzo pi alto della classe
Simona la ragazza meno simpatica di tutte le mie
compagne

Complter :
1. Firenze
citt
della Toscana.
(turistica)
2. Per me Riccardo
ragazzo
della scuola. (bello)
3. Il palio di Siena stato
spettacolo
della mia vita. (emozionante)
4. LItalia e la Francia sono tra
paesi
del mondo. (visitati)
5. Non sei tu
studente
della classe.
(bravo)

C Le comparatif de supriorit ou dinfriorit


(
4B, 2)
pi alta del campanile di Giotto (l. 4) Firenze pi
grande di Siena (l. 8)

5. Quanto exclamatif et interrogatif (


(Rvision, cf. p. 143)

9).

A Quanto interrogatif. Quanti abitanti ci sono? (l. 6)


Trouver les questions :
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

? Ci sono due torri.


? Ci sono molti alberghi.
? Ci sono troppi ristoranti.
? Cerano otto cavalli.
? Cerano pochi spettatori.
? Ci saranno molti turisti.
? Ci vuole poco tempo.
? Ci vogliono due giorni.
? In quellepoca ci volevano sei giorni.
? Ci voleva una settimana.

B Quanto exclamatif.
Quanta gente! (l. 1)
Complter les phrases :
Ex. Ci sono molti turisti in piazza >
vero! Quanti turisti!
C molta gente stasera!
Hai ragione.
gente!
Ci sono molte macchine in centro!
vero.
macchine!
Ci sono molti scooter a Firenze.
incredibile.
scooter!
C molto rumore in questo bar!
Uffa!
rumore! io esco.

6. Ladverbe (

13).

esattamente (l. 7) - naturalmente (l. 24)


Aggettivo
maschile

Aggettivo
femminile

Avverbio

lento
recente

lenta
recente

lentamente
recentemente

N.B. gentile > gentilmente / particolare > particolarmente


(adjectifs termins par le ou re).

Former des phrases :


ex. Firenze / Siena / grande = >Firenze pi grande di
Siena / Siena meno grande di Firenze
1. Paolo / Carlo / alto
2. Michela / Silvia / simpatica
3. Roma / Torino / visitata
4. La Francia / lItalia / estesa
5. Simona / Marta / giovane
170

Pagina | Centosettanta

Former les adverbes partir des adjectifs :


Vero / Cordiale / Facile / Immediato / Rapido / Intelligente
/ Difficile / Attento / Completo

Unit 12
Indice dellunit
Di, corriamo!
Comunichiamo
Intermezzo
In Italia
Impariamo per parlare

174-175
176
177-178
179
180

Pagina | Centosettantuno

171

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Ragazzi in gita

Stazione di
Firenze

Viaggiare in treno

Biglietteria automatica

Gita in montagna

172

Pagina | Centosettantadue

Unit 12

Je voyage en train, en car, en voiture, en avion


Je parle de mon caractre
Je dcris le caractre des autres

Le subjonctif (suite)
Limpratif et les pronoms personnels (rvision)
Comment traduire il faut en italien ? (rvision)

Pagina | Centosettantatr

173

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

PRIMO TEMPO

DAI, CORRIAMO!
La giornata quasi finita. I ragazzi sono andati in giro
per le vie di Siena. Hanno visitato il Duomo e il Palazzo
Pubblico. Verso luna, hanno mangiato un panino.
Pi tardi sono saliti in cima alla torre.
Pietro voleva portare gli amici in tutti i musei e in tutte
le chiese della sua citt natale.
Per, dopo aver camminato tanto, gli hanno detto che
erano stufi.
Chiara
Pietro
Elena
5

Chiara
Elena
Pietro
10

Elena
Chiara
15

Francesco

Peccato che Michela sia gi sulle


Dolomiti.
E che Maria non sia venuta con noi.
Purtroppo i suoi non le hanno
permesso di fare questa gita.
Ho comprato delle cartoline per gli
amici.
Ottima idea. Scriviamole.
Ma come? Hai scelto la stessa cartolina
per tutti?
Perch no? la pi bella: quella del
Campo.
Ecco fatto. Ho scritto: In gita a Siena
pensiamo a te. Peccato che tu non sia
con noi. Baci. Va bene?
Firmate tutti.
Ora, dobbiamo pensare al ritorno.
Sarebbe pi prudente.

Domande sul dialogo.


1. A che momento della giornata si svolge la scena?
2. Come i ragazzi hanno trascorso la giornata a Siena?
3. Che cosa hanno mangiato e a che ora?
4. Pietro ha potuto mostrare agli amici tutte le ricchezze
della sua citt natale? Dove sono saliti?
5. Che cosa mostra che Chiara non dimentica gli amici?
Perch Maria non venuta?
6. Che cosa stupisce Pietro?
7. Cosa scrive Chiara sulle cartoline?
8. Che cosa chiede ai compagni?
9. Perch Francesco un po preoccupato?
10. Perch non vuole perdere questa corriera?
11. Cosa prende Pietro per arrivare al pullman?
12. Che cosa vedono quando stanno per arrivare?

Elena
20

Chiara
Elena

25

Francesco
Pietro
Chiara
Francesco

30

Chiara
Pietro
35

40

Elena
Pietro
Francesco
Pietro
Elena
Chiara

Abbiamo tempo. La corriera parte alle


sei e venti. Che ora ?
Sono le sei.
Allora bisogna sbrigarsi. Restano solo
venti minuti.
Se perdiamo il pullman sar un disastro.
Ma no! Lultima corriera alle otto e
trenta.
C anche un treno alle dieci e venti.
Si arriverebbe troppo tardi a Firenze.
I miei genitori arrivano stasera.
Devo cenare con loro.
Pietro, quanto tempo ci vuole per
arrivare allautobus?
Non preoccuparti. Non essere cos
stressato! Ci vogliono meno di dieci
minuti.
Meno male.
Seguitemi. Prendo una scorciatoia.
Non sbagliare strada, mi raccomando.
Siamo quasi arrivati.
Guardate. Devessere la nostra
corriera.
Sta partendo. Di, corriamo!

Parliamo un po di te.
1. Quanto tempo ci vuole per scoprire le principali
ricchezze della tua citt?
2. Un(un) amico(a) viene a trovarti. Come organizzi
la giornata?
3. Resti in relazione con i compagni durante lestate?
4. Spedisci delle cartoline? A chi e che cosa scrivi?
5. Quando devi viaggiare, con quanti minuti danticipo
arrivi alla stazione o allaeroporto?
6. Con quale mezzo preferisci viaggiare?
7. Pietro e Francesco hanno dei caratteri diversi.
Tu somigli piuttosto a Francesco o a Pietro?

Vero o falso?
Di qualcosa sul dialogo e chiedi ai compagni se vero.

174

Pagina | Centosettantaquattro

Unit 12

DI CORRIAMO!
2

7
6

10

Pagina | Centosettantacinque

175

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

COMUNICHIAMO
Viaggiare in treno o in pullman / Voyager en train ou en autobus.
In biglietteria
Vorrei un biglietto per ...
di seconda / di prima classe.
Ci vuole la prenotazione?
C una riduzione per i giovani?
Questo treno ferma alla stazione di ...?
Questa corriera ferma a...?
Scusi, ho perso il treno / il pullman delle 10,13. Quand
il prossimo? / C un altro treno / pullman?
Da quale binario parte il treno per ...?
Da dove parte la corriera?
Dov il deposito bagagli?
Sul treno / sul pullman
libero questo posto?
C il vagone ristorante?

A coppie, inventate i dialoghi per le seguenti situazioni:


Sei in biglietteria a Firenze e vuoi andare a Pisa.
Sei a Bari e hai perso il pullman delle 12,15 per Roma.

Solo andata o andata e ritorno?


S, per lEurostar la prenotazione obbligatoria.
No, si deve solo pagare il supplemento rapido.
Certo. I giovani hanno diritto a una tariffa ridotta.
S. un regionale, ferma a tutte le stazioni.
No, bisogna cambiare a ... e prendere la coincidenza.
Alle 12,24.
Dal binario...
Bisogna convalidare il biglietto prima di salire sul treno.
La stazione dei pullman ...
Il biglietto si pu fare alla stazione o a bordo.
In fondo, vicino alla Polizia Ferroviaria.

S, prego / No, mi dispiace, prenotato.


No, in questo treno non c / S, la vettura 4.
Favorisca il biglietto, per favore.
Sei alla stazione di Milano. Devi prendere la
coincidenza per Torino ma ci sono due ore di attesa e
vuoi visitare la citt senza i bagagli.

Viaggiare in aereo / Voyager en avion


Al check-in
qui per Milano?
Ho un biglietto a nome di...
Posso tenere questa borsa / valigetta come bagaglio a mano?
A che ora imbarchiamo?
A quale terminal?

S, mi dia il biglietto per favore.


S, favorisca i documenti / il passaporto / la carta didentit
Quanti bagagli ha? S / No, troppo voluminoso e pesante.
Alle 14. Ecco la sua carta dimbarco.
Uscita 5.

Sei nellaeroporto Malpensa di Milano e vuoi andare a Roma Fiumicino.


Con un(a) compagno(a), inventa un dialogo.
Descrivere il carattere di una persona / Dcrire le caractre dune personne
Nervoso / tranquillo
Ordinato / disordinato
Puntuale / ritardatario
Dinamico / pigro
Socievole / timido
Coraggioso / vigliacco
Paziente / impaziente

176

Pagina | Centosettantasei

Chiacchierone / silenzioso
Generoso / avaro
Distratto / attento
Ottimista / pessimista
Diffidente / fiducioso
Sincero / ipocrita.
Onesto / disonesto

Unit 12

SECONDO TEMPO

INTERMEZZO
Leggi le seguenti affermazioni. Sei daccordo o no?

Io non viaggio mai in aereo perch troppo pericoloso.


Preferisco viaggiare in treno per guardare il paesaggio.
Io non viaggio mai in treno perch troppo lento.
La sola maniera di viaggiare comodi la macchina.
Quando viaggio in nave ho il mal di mare.
Viaggiare in treno pi economico che viaggiare in
aereo.

Ascolta i dialoghi e fai le attivit:


DIALOGO 1
La signora vuole andare a:
a) Firenze; b) Palermo; c) Siena.
Parte con il treno delle:
a) 8,45; b) 8,30; c) 8,10.
La tariffa ridotta per i giovani :
a) 15,50e b) 12,50e c) 25,50e

DIALOGO 2
Vero o falso?
Il signore vuole andare a Roma.
La prenotazione non obbligatoria.
Prende un biglietto di prima classe, andata e ritorno.
Nel treno non c il ristorante per c un bar.
DIALOGO 3
Il treno proveniente da Bologna diretto a
in arrivo al binario
Lui pensa che siano in
Lei pensa che lui sia troppo
DIALOGO 4
Dove si svolge il dialogo?
Cosa chiede limpiegata al viaggiatore?
Che tipo di biglietto ha il viaggiatore?
Preferisce un posto corridoio o finestrino? Perch?
A che ora deve imbarcare il signore? Da che uscita?

Leggi lemail che Luca ha scritto a sua sorella che in vacanza dai nonni:

Ciao Alice,
Non sai cosa successo venerd scorso. Ero andato in pizzeria con mamma e pap. Avevamo mangiato bene e ci eravamo divertiti. Al ritorno, eravamo in Corso Vittorio quando la macchina si fermata improvvisamente in mezzo
alla strada! Sai com sempre distratto nostro padre. Aveva dimenticato di fare benzina. Dietro hanno cominciato
a urlare e a suonare il clacson e in meno di 5 minuti si formato un ingorgo incredibile. Io ridevo, ma la mamma
che sempre nervosa si veramente arrabbiata e hanno cominciato a litigare. Lei gli diceva che aveva sempre la
testa tra le nuvole, lui le diceva che era una vera isterica. A un certo momento arrivato anche il vigile ed
stata una vera catastrofe! Pap aveva dimenticato la patente a casa e non aveva messo la cintura. Per fortuna
non aveva bevuto molto perch gli hanno anche chiesto di soffiare nelletilometro. Insomma, alla fine pap ha preso
una multa e siamo tornati a casa in taxi. Mamma era furiosa! Che serata! E tu come hai passato il fine settimana?
Spero in modo pi tranquillo. Scrivimi presto e saluta i nonni.
Ciao Luca

E tu hai mai avuto delle disavventure


in macchina, treno o aereo?

Avvio al racconto:

Immagina la risposta di Alice. Come avr


passato il week end secondo te?

Pagina | Centosettantasette

177

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Le acqueforti.
Come fulmine1 a ciel sereno
si scaric2 su me
di buon mattino lamico Alfredo:
Su!
Vieni!
Via!
Alzati!
Fai presto!
andiamo a vedere
le acqueforti.3
Alfredo Alfredo
di questo cuore4
rispondo
spiegando unala
aprendo un occhio a met
e con un interminabile
sbadiglio5
preparandomi a vivere:
mi dispiace di dirtelo
ma non ci penso neppure
n ci posso venire.
Su!
Sveglia!
Alzati!
Vestiti!
Fai presto!
Vedrai come sono belle
le acqueforti.
Sto tanto bene cos
che nessun genere di acque
mi potrebbe muovere6
e ti prego vivamente
di levarti dai piedi
e lasciarmi dormire.
da Aldo PALAZZESCHI, Cuor mio

1. Quali ordini d Alfredo allamico?


2. Il discorso di Alfredo citato due volte: le sue parole sono
identiche nei due casi?
3. Come si capisce che il poeta sta ancora a letto ed appena
svegliato?
4. Quale espressione usata dal poeta mostra che i due uomini
si possono parlare sinceramente?
5. I due amici hanno lo stesso carattere, secondo te?
Chi pi entusiasta, dinamico, attivo e chi pi indolente,
anzi pigro?
6. A che animale si paragona il poeta quando dice che
spiega unala?

E tu?
I tuoi amici ti assomigliano o hanno un carattere diverso dal tuo?

1. Foudre
2. Se jeta, fondit.
3. Les eaux-fortes (forme destampe).
4. Sincrement, crois-moi
5. Billement.
6. Remuer, dplacer.

178

Pagina | Centosettantotto

Unit 12

TERZO TEMPO

IN ITALIA
Guarda questa pagina tratta da
www.ostellionline.org e rispondi:
Dove si trova lostello Europa Villa Camerata?
Come si chiama il gestore?
Quando aperto?
Quanti posti letto ci sono?
Qual lindirizzo email? E il numero di
telefono? E il fax?
Quali mezzi di trasporto ci sono per
raggiungere il centro?
Quanto costa una camera per 4 persone?

Parla con i compagni.


Sei gi stato in Italia? Dove?
Hai gi dormito in un ostello?
E in un albergo?
Se sei gi stato in Italia racconta il tuo
viaggio. Se non ci sei stato quali citt
vorresti visitare e come vorresti viaggiare.

Congedo del viaggiatore


cerimonioso
Amici, credo che sia
meglio per me cominciare
a tirar gi1 la valigia.
Anche se non so bene lora
darrivo e neppure2
conosco quali stazioni
precedono la mia,
sicuri segni mi dicono,
da quanto m giunto allorecchio
di questi luoghi, chio
vi dovr presto lasciare.

Era cos bello parlare


insieme, seduti di fronte;

1. descendre.
2. non plus.
3. bavarder.
4. dsaccord.

Dicevo chera bello stare


insieme. Chiacchierare3.
Abbiamo avuto qualche
diverbio4, naturale.
Ci siamo ed normale
anche questo odiati5
su pi dun punto, e frenati
soltanto per cortesia.
Ma, cosimporta. Sia
come sia6, torno
a dirvi, e di cuore, grazie
per lottima7 compagnia.
.
Scendo. Buon proseguimento8.
Giorgio CAPRONI.

5. has.
6. quoi quil en soit.
7. excellente.
8. continuation.
Quino Quipos/Rizzoli. (DR.)
Pagina | Centosettantanove

179

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

QUARTO TEMPO

IMPARIAMO PER PARLARE


Ces exercices peuvent tre faits oralement et / ou par crit.

1. Formes et emplois du subjonctif (


16, ABC, 17, 4)

15, A, 2,

Peccato che Michela sia gi sulle Dolomiti(l. 1) Peccato che tu non sia con noi (l. 14)

Complter les phrases en utilisant les formes


qui conviennent (abbia, capisca, dia, faccia, parli,
parta, permetta, possa, sia, vada )
1. Non ho tempo per andare al cinema.
> Peccato che tu non
tempo. un film bellissimo.
2. Non sono in vacanza, io.
> Peccato che tu non
in vacanza, si andrebbe al mare.
3. Mi dispiace, ma non parlo italiano.
> Peccato che tu non
italiano. Potresti
leggere questa poesia.
4. Mio padre non mi permette di viaggiare da sola.
> Peccato che tuo padre non ti
di viaggiare
da sola, saresti venuta con noi.
5. Parto fra qualche giorno.
> Peccato che tu non
oggi. Saremmo partiti insieme.
6. Non capisco lo spagnolo.
> Peccato che tu non
questa lingua.
Potresti tradurmi questarticolo.
7. Non faccio mai gli spaghetti al rag.
> Peccato che tu non
gli spaghetti al rag.
Ne avrei mangiato volentieri.
8. Non vado mai a teatro.
> Peccato che tu non
mai a teatro.
Ci saremmo andati insieme.
9. Non do mai la mancia ai camerieri perch il servizio
compreso.
> Peccato che tu non
mai la mancia.
Ti accoglierebbero meglio.
10. Oggi non posso venire con voi.
> Peccato che tu non
venire con noi oggi.
Ti avremmo fatto conoscere i nostri nuovi amici.

2. Le subjonctif (au pass)


Peccato che... Maria non sia venuta con noi. (l. 3)

Choisis la forme qui convient (subjonctif au


prsent ou au pass)
Exemple: Credo che Pina vada / sia andata in discoteca,
ieri sera. > Credo che Pina sia andata in discoteca ieri sera.
1. Filippo pensa che Lucia abbia / abbia avuto
un problema, ieri mattina.
2. Bisogna che tu faccia / abbia fatto i compiti per domani.
3. Credi che tuo fratello venga / sia venuto alla festa
di sabato prossimo?
180

Pagina | Centoottanta

4. Pensi che tua sorella dica / abbia detto tutto a vostra


madre ieri sera?
5. Penso che, se vogliamo andare in Italia, viaggiare
in treno sia / sia stato meglio che viaggiare in aereo.

3. La traduction de il faut (18, E et p. 156)


Bisogna sbrigarsi (l. 22) - Quanto tempo ci vuole? (l. 31)
- ci vogliono meno di dieci minuti (l. 34)

Traduire en italien.
1. Il faut penser au retour.
2. Il ne faut pas manquer le dernier train.
3. Il faut trois heures pour aller Florence.
4. Il faut un quart dheure pour crire cette carte postale.
5. Il faut moins de deux heures pour visiter cette petite ville.
6. Il faut remercier Pietro pour ses explications.
7. Il faut un plan pour visiter le quartier.
8. Il faut plus de 500 euros pour faire ce voyage.
9. Il faut une heure pour apprendre ce dialogue mais
ensuite il faut le rpter souvent.
10. Il faut des mois pour se soigner (curarsi) et ensuite il
faut tre prudent.

4. Limpratif (et les pronoms personnels)


17, 5, 7B3, cfr. 143)
Scriviamole (l. 8) - Non preoccuparti (l. 33) - Seguitemi (l. 37 )
Prendi il libro di italiano > Prendilo
Finite gli esercizi
> finiteli
Telefoniamo a Luca
> Telefoniamogli
Scriviamo a Marta
> Scriviamole
N.B. Non preoccuparti / Non ti preoccupare

Transformer selon les modles :


Ex. Devi alzarti > alzati !
Dovete scrivere alla mamma > scrivetele!
1. Devi lavarti.
2. Dovete chiamare vostra madre.
3. Devi bere il tuo caff.
4. Devi finire i compiti.
5. Dovete telefonare a vostro padre.
6. Dobbiamo vestirci.
7. Non devi fare questa cosa.
8. Non dovete preoccuparvi.
9. Dovete scrivere una lettera.
10. Non dobbiamo disturbare il professore.
11. Devi chiamare i tuoi amici.
12. Dovete accompagnare Paola.
13. Devi scrivere lesercizio.
14. Devi ascoltare i tuoi genitori.
15. Dovete ascoltare questa trasmissione.

Allanno prossimo!

Pagina | Centoottantuno

181

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

ALLANNO PROSSIMO!

A PRESTO! E CIAO A TUTTI!


La vacanza a Firenze di Francesco quasi finita. Sta per tornare a Roma con la sua famiglia.
andato a casa di Chiara per salutarla e ringraziarla.

Francesco Senti, Chiara, volevo ringraziarti di cuore.


Non dimenticher mai questo soggiorno
a Firenze!

Francesco S, senn non avrei incontrato una fiorentina


simpatica come te!

182

Pagina | Centoottantadue

Chiara

Chiara

Hai ragione. Abbiamo passato una bella


settimana. Per soprattutto grazie a te.
Tutti i miei amici ti hanno trovato simpatico.
Per fortuna ti sei perso quel giorno a Piazza
della Signoria

Di! Non esagerare!

All anno prossimo!

Francesco Accidenti! tardissimo! Ora devo andare! I miei genitori


mi stanno aspettando.

Chiara ai lettori
Ragazzi! Come vedete, Francesco
sta per andar via! Cosa faccio?
Gli chiedo di restare? Gli chiedo
quando torner? Gli propongo di
andare a trovarlo a Roma?

Francesco ai lettori
Cosa faccio, ragazzi? La invito a
venire a Roma? Le prometto che
torno lanno prossimo? o non
le dico niente? Forse lei non ha
voglia di rivedermi

Chiara

Devi gi andare?

Il gruppo dei personaggi si rivolge a tutti


gli allievi della classe.
Secondo voi, cosa far Francesco?
Torner a Roma senza dir niente?
Inviter Chiara a Roma ?
Rester ancora un po a Firenze per
stare con Chiara?
E Chiara, cosa dir e cosa far?

Siete curiosi di sapere come finir, non vero?


Lo saprete lanno prossimo quando ci
ritroveremo insieme...
Ma nel frattempo
Sapete quello che potreste fare insieme?
Potreste scrivere a coppie un dialogo o un racconto
immaginando come finir.
Poi, per non perdere il risultato di tutto questo lavoro,
potreste trascrivere queste creazioni su un quaderno
che rester nella classe ditaliano.
Cos lanno prossimo, e perch no? negli anni
successivi, i vostri compagni che studieranno
litaliano vedranno che cosa siete stati capaci di fare.
Pagina | Centoottantatr

183

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Adesso sei capace di capire una conversazione e di leggere


un testo in italiano.
Un giorno sarai capace di leggere i grandi autori della letteratura italiana del passato
come Dante Alighieri, lautore famoso della Divina Commedia (1269-1321), Giovanni
Boccaccio (1313-1375), Francesco Petrarca (1304-1374) o lAriosto (1474-1533) che
hanno influenzato la letteratura europea.
Tutti hanno sentito parlare di Niccol Machiavelli (1469-1527) e del suo Principe, del
grande poeta Giacomo Leopardi (1798-1837) o di Alessandro Manzoni (1785-1873),
autore del romanzo I Promessi Sposi che tutti gli italiani conoscono.
Se tinteressi della cultura italiana e della letteratura in genere, potresti leggere i libri di
scrittori contemporanei come Alberto Moravia, Elsa Morante, Pier Paolo Pasolini, Dino
Buzzati, Italo Calvino, Primo Levi o, per citare autori ancora vivi, Umberto Eco, Antonio
Tabucchi, Rosetta Loy, Margaret Mazzantini, Andrea Camilleri, Andrea De Carlo,
Alessandro Baricco
Se andrai in Italia, avrai la possibilit di assistere alla recita delle commedie di Carlo
Goldoni (1707-1793) o, pi vicino a noi, delle opere drammatiche di Luigi Pirandello
(1967-1936) e, perch no? di Dario Fo (1926), premio Nobel della Letteratura nel 1997.
Hai sentito la registrazione dei dialoghi e di altre parti di Ciao a tutti. Ascoltando bene,
hai capito tutto o quasi. Puoi controllare che capisci anche i film in versione originale:
basta andare al cinema ogni volta che si d un film dei grandi registi del passato come
Vittorio De Sica (1902-1974), Roberto Rossellini (1906-1977), Luchino Visconti (19061976), pi recenti come Federico Fellini (1920-1993), Michelangelo Antonioni (1912)
o attuali come Nanni Moretti, Ettore Scola, Maurizio Nichetti, Gabriele Salvatores,
Giuseppe Tornatore
Forse nella tua citt le possibilit di vedere un film in italiano sono scarse. Allora puoi
vederli in tv oppure grazie ai dvd.
Se ti piace la musica classica, ascolti gi i componimenti di Claudio Monteverdi
(1567-1643), di Antonio Vivaldi (1678-1741) o di Domenico Scarlatti (1685-1757).
Al teatro dellopera, potrai applaudire i capolavori di Giuseppe Verdi (1813-1901), di
Gaetano Donizetti (1797-1848), di Vincenzo Bellini (1801-1835) o di Giacomo Puccini
(1858-1924). Certo difficile capire un testo cantato ma, il pi delle volte, i dvd
riproducono anche i libretti.
Se preferisci la musica leggera, allora conosci Fabrizio de Andr, Eros Ramazzotti,
Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Laura Pausini, Zucchero, Nek.

Ciao a tutti e a presto!

184

Pagina | Centoottantaquattro

Ciao a tutti !

LITALIA E LA CULTURA
PERSONAGGI
DELLA CULTURA ITALIANA

Francesco Petrarca

Giovanni Boccaccio

Dante Alighieri

Michelangelo Buonarroti

Lorenzo il Magnifico

Alessandro Manzoni

Niccol Machiavelli

Leonardo Da Vinci

Pier Paolo Pasolini

Queste statue si trovano lungo la galleria degli Uffizi.


Sono personaggi celebri, tutti toscani.
Ricerca personale.
Fa una scheda su uno di questi personaggi celebri.
(Esempio di scheda sullo scrittore romano Alberto Moravia.)
Alberto Moravia nato a Roma nel 1907 e morto nel 1990 uno dei maggiori
scrittori italiani. Ha scritto dei romanzi e delle opere drammatiche ma anche stato
giornalista e critico letterario. Alcune delle sue opere (il Conformista, Il disprezzo),
sono state portate allo schermo.

Alberto Moravia
Pagina | Centoottantacinque

185

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

COMPOSITORI E MUSICISTI

Giuseppe Verdi

Giacomo Puccini

Fabrizio De Andr

IL CINEMA

Riprese cinematografiche. Piazza Navona, Roma.

ARTISTI
Io non ho paura, di Gabriele Salvatores

Caro Diario, di Nanni Moretti

Questa la foto di Amedeo Modigliani. (1884-1920)


Sapresti scrivere una brevissima presentazione di questo pittore molto noto nel
mondo intero?
Conosci altri pittori o scultori italiani contemporanei?

Amedeo Modigliani

186

Pagina | Centoottantasei

Il cinema italiano.
Forse ti piace il cinema italiano e conosci qualche film italiano recente. Se vuoi
parlarne e commentare le foto che vedi in questa pagina puoi usare le parole:
il produttore / il regista / la sceneggiatura / lo sceneggiatore / lattore, lattrice / girare
un film / ispirato al romanzo di / la sequenza filmica / il doppiaggio / in versione
originale / il sottotitolo / i titoli di testa / i titoli di coda / lo schermo / la colanna sonora
/ il festival Cinecitt / la critica cinematografica / la mostra di Venezia, il Leon doro.

Lexique

LEXIQUE
Le recours ce lexique doit tre exceptionnel. Il ne runit dailleurs que les mots qui diffrent nettement du franais.
En gnral, il est relativement facile de comprendre le sens des mots italiens se trouvant dans les pages de ce
livre : beaucoup ressemblent au franais, lillustration facilite la comprhension et, dans la plupart des cas, un peu
dattention suffit car le contexte claire la signification des phrases.
N.B.

1. Sauf exception, les noms et adjectifs sont au masculin


2. Lorsquun verbe a un participe pass irrgulier, il est indiqu (exemple ridere, rire, riso)
3. Ce lexique nest pas un dictionnaire : la traduction correspond seulement la signification du mot dans
le contexte o il se trouve dans Ciao a tutti.

abbaiare, aboyer
abbastanza, assez
accadere, arriver, se passer (Che cosa
accade? Que se passe-t-il?)
accanto a, ct de
accidenti! Zut ! Mince ! a alors!
accogliere (accolto), accueillir
lacqua (- minerale), leau
acquistare, acqurir, acheter
addosso (portare -), sur, sur soi (porter
sur soi)
adesso, maintenant
laereo, lavion
laffresco, la fresque
aggiungere (aggiunto), ajouter
agosto, aot
aiutare, (laiuto), aider (laide)
lalbero, larbre
alcuni, quelques
lallenatore, lentraneur
lallievo, llve
laltare (- maggiore), lautel (le matre -)
altroieri, avant-hier
lalunno, llve
alzarsi, se lever
lambiente, le milieu, lenvironnement
lamico, lami
anche, 1. aussi, 2. mme
andare, (- via), aller (sen -)
lanello, la bague
anticipo (in -), lavance (en -)
lantipasto, le hors-doeuvre
anzi, et mme, au contraire
lanziano, le vieillard, le senior
appena ( , era -), peine (il vient de..;
il venait de...)
appendere (appeso), pendre, accrocher
lappuntamento, le rendez-vous
appunto (prendere appunti), 1 (adv.)
justement. 2. note (prendre des -)
aprire (aperto), ouvrir
larancia, lorange

arancione, orange (couleur)


laria, lair
arrabbiarsi, se mettre en colre
arrivederci, au-revoir
ascoltare, couter
aspettare, attendre
assaggiare, goter
lassegno, le chque
assordante, assourdissant
latteggiamento, lattitude
attento! -a! -i!-e! Attention!
lattimo, linstant
laula, la salle de classe
lautista, le chauffeur
avere, avoir
avviarsi a, aller vers, se diriger vers
avvicinarsi a, (s) approcher de
lazienda, lentreprise, la maison
azzurro, bleu

Babbo Natale, le pre Nol


il bacio, le baiser
i baffi, les moustaches
il bagaglio, le bagage
bagnare, mouiller
il bambino, lenfant
il bancario, lemploy de banque
il banco, il bancone, le comptoir (bar)
la bandiera, le drapeau
il barista, le barman
bastare, suffire
la battuta, la rplique
beato(-a) te! tu as de la chance!
la benzina, lessence
bere (bevuto), boire
la bevanda, la boisson
la bibita, la boisson (non alcoolise)
il bicchiere, le verre
il binario, la voie, le quai (gare)
birra (alla spina), la bire (pression)
bisognare, falloir

bisticciare, se disputer, se quereller


blu, bleu fonc
la bocca, la bouche
la bottiglia, la bouteille
il braccio (le braccia), le bras (les bras)
il brodo, le bouillon
il burro, le beurre

c, ci sono, il y a
il caff (ristretto, lungo, macchiato), le
caf (fort, serr, allong, avec un
nuage de lait)
il calcio (il calciatore), le football
(le footballeur)
caldo, chaud
calvo, chauve
la calza, il calzino, la bas, la chaussette
i calzoncini, le short
cambiare ( - ), changer (il a -)
il camerino di prova, la cabine
dessayage
la camicia, la chemise
il camino, la chemine
camminare, marcher
il cammino, le chemin
il campanile, le clocher
il campeggio, le camping
il canale tv, la chane (tlvision)
il cane, le chien
la cantina, la cave
il capello, le cheveu
capire, comprendre
Capodanno, le Jour de lAn
il capolavoro, le chef-doeuvre
il capoufficio, le chef de bureau
il cappello, le chapeau
la caramella, le bonbon
il carbone, le charbon
carino, joli, grcieux
la carne, la viande
la carta, le papier
Pagina | Centoottantasette

187

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

il cartello, le panneau
la cartolina, la carte postale
la casa, la maison
caso (Per -), par hasard
il cassetto, le tiroir
castano, chtain (cheveux)
il castello, le chteau
cattivo, mauvais, mchant
il cavallo, le cheval
il cellulare, le tlphone portable
la cena, le dner
il centinaio (le centinaia), la centaine
(les -)
chiacchierare, bavarder
chiamare /-arsi, appeler (s-)
chiaro, clair
chiedere (chiesto), demander
la chiesa, lglise
la chiocciola, lescargot, larobase
il chirurgo, le chirurgien
chiudere (chiuso), fermer
ci vuole, ci vogliono, il faut
la ciabatta, la savate
il cibo, laliment, le mets
la cipolla, loignon
circondare, entourer
la citt, (il cittadino), la ville, (le citadin /
le citoyen)
il ciuffo, la mche (de cheveu)
la classifica, le classement
il cognome, le nom de famille
la coincidenza (perdere -), la
correspondance (manquer la -)
la collana, le collier
collegare, relier, rapprocher
colpire, frapper, toucher
il coltello, le couteau
come (Come no?), comme, comment
(Pourquoi pas?)
la commedia, la comdie, loeuvre
thtrale
il commesso, le vendeur
comodo, confortable
il compagno, le camarade
il compito, le devoir
il compleanno, lanniversaire
comprare, acheter
il Comune, la Municipalit
la conchiglia, la coquille
condire, assaisonner
confessare, avouer
la confusione, lagitation, le dsordre
conoscere, connatre
consegnare, livrer, rendre (devoir)
consigliare, conseiller
il conto, le compte, laddition
il contorno, laccompagnement
la contrada, le quartier ( Sienne)
convalidare (il biglietto), composter
conviene (mi ), il faut
la copertina, la couverture
la coppia, le couple
la cornice, le cadre
il corridoio, le couloir
la corriera, lautocar
la cosa (Che cosa vuoi?), la chose
(Que veux-tu?)
188

Pagina | Centoottantotto

costare, coter
costume da bagno, le maillot de bain
credere, croire
crespi (capelli), crpus (cheveux)
la crociera, la croisire
il cucchiaio (il cucchiaino), la cuiller
(la petite -)
la cucina, la cuisine
cucire, coudre
il cugino, le cousin
cui (in cui, di cui, il cui), o, dans, dont
cuocere (cotto), cuire, faire cuire
curare, soigner

di, allez ! allons !


da solo, tout seul
da te, - Mario, chez toi, chez Mario
dare (- del tu ; del Lei), donner (tutoyer ;
employer la forme de courtoisie)
davvero, vraiment
decimo, dixime
la delusione (deludente), la dception
(dcevant)
il denaro, largent
dentro, dans, lintrieur (date : avant
la fin de)
il deposito bagagli, la consigne (gare)
descrivere (descritto), dcrire
desiderare, dsirer
destra, droite
di chi ? non di..., qui est? Ce nest
pas ...
di rado, raramente, rarement
il diario, le cahier de textes, le journal
intime,
dietro, dietro a, derrire
diffidente, mfiant
dimagrire ( -), maigrir (il a -)
dimenticare, oublier
dipingere (dipinto), peindre
la disavventura, la msaventure
il disegno, le dessin
la disoccupazione (il disoccupato),
le chmage (le chmeur)
dispiace (mi -), je regrette
distruggere (distrutto), dtruire
disturbare, gner, embarrasser
il dito (le dita), le doigt (les doigts)
divertirsi (divertente), samuser
(amusant)
dividere (diviso), diviser, sparer
il divieto, linterdiction
i documenti, les documents, les papiers
didentit
dolce, 1. (adj.) doux, 2. (subst.) le gteau
domani, (dopodomani), demain, (aprsdemain)
domenica, dimanche
la donna, la femme
dopo (a dopo), aprs ( bientt,
plus tard)
dove, o
dovere, devoir

dritto, droit
durante, pendant

ecco, eccolo, voici, voil, le voil


ledicola, le kiosque journaux
lelenco telefonico, lannuaire
tlphonique
lente per il turismo, le syndicat
dinitiative
esagerato! Tu exagres !
lesperto di grafica, le maquettiste
essere, tre
lestate, (estivo - vacanze), lt (dt)
estendere (esteso), tendre
let, lge
etilometro, lalcotest

fa (due anni -), il y a (- deux ans)


la faccia, le visage
la facciata, la faade
falso, faux
la fame, la faim
il fantino, le jockey
fare (fatto, farcela), faire (russir, y
arriver)
la fatica, la corve
favore (per -), Sil vous plat
favorisca il passaporto, votre passeport,
sil vous plat
il fazzoletto, le mouchoir, le fichu
febbraio, fvrier
la febbre, la fivre
il fegato, le foie
felice, heureux
le ferie, les congs
fermare (-arsi), arrter, (s-)*
Ferragosto, le 15 aot
la fiducia, la confiance
finch, tant que, jusqu ce que
il fine settimana, le week-end
fino a, jusqu
il fiore, la fleur
firmare, signer
il fiume, le fleuve, la rivire
il fornaio, le boulanger
forse, peut-tre
la fortuna, la chance
fra / tra (- due ore..), dans (- deux
heures...)
il fratello, le frre
frattempo (nel -), entre-temps, cependant
fretta (in ), hte
friggere (fritto), frire, faire frire
frizzante, gazeux
il fumetto, la bulle (la bande dessine)
il fungo, le champignon
il fuoco, le feu
fuori, dehors, hors de

Lexique

la galleria, la galerie, le tunnel


la gamba (essere in -), la jambe (tre
dgourdi)
il gamberetto, la crevette
il gambero, lcrevisse, le homard
il gatto, le chat
il gelato (la gelateria), la glace
( dguster, le glacier)
il genero, le gendre
i genitori, les parents
gennaio, janvier
la gente (tutta la -), les gens,
(tout le monde)
il gestore, le grant
il ghiaccio (il ghiacciaio), la glace, le
verglas (le glacier - montagne -)
gi, 1. dj. 2. bien sr, il est vrai que
la giacca, la veste
giallo, jaune (adj), le roman (film)
policier
il ginocchio (le ginocchia), le genou
(les genoux)
giocare (- a calcio), jouer (- au football).
il giocattolo, le jouet
la gioia, la joie
giovane (la giovinezza), jeune
(la jeunesse)
gioved, jeudi
il giro (andare in -; prendere in -), le tour
(faire un tour, se moquer de...)
la gita, la promenade, lexcursion
giugno, juin
il gol, le but
la gola, la gorge
la gonna, la jupe
il grappolo, la grappe
grazie, merci
il grembiule, le tablier
grigio, gris
guadagnare, gagner
il guanciale, loreiller
guardare (guardarsi da..,) regarder
(se garder de...)

ieri (ieri laltro, laltroieri),


hier (avant-hier)
limpiegato, lemploy
limpresa, lentreprise
improvvisamente, soudain
in cui o (temps) // dove, o (lieu)
in mezzo a, au milieu de
incontrare, (lincontro), rencontrer
(la rencontre)
incredibile, incroyable
lincrocio, le croisement
lindice, le sommaire, lindex, la table
lindirizzo, ladresse
indovinare (lindovinello), deviner
(la devinette)
linfluenza, la grippe
lingorgo, lembouteillage

ingrassare (sono -), grossir (jai -)


lingresso, lentre
liniezione, la piqre
linizio (all-), le dbut (au -)
linquinamento, la pollution
linsalata, la salade
insieme, ensemble
invecchiare (sono -), vieillir (jai -)
invece, au contraire
linvito, linvitation
lisola, lle

l, l, laggi, l, l-bas
il laboratorio, latelier
lamentarsi, se plaindre
lasciare (- perdere), laisser, quitter
(laisser tomber)
la lavagna, le tableau noir, lardoise
il lavoro (lavorare), le travail (travailler)
leggere (letto), lire
il limite di velocit, la limitation
de vitesse
lisci (capelli), plats (cheveux)
la lista, la liste, la carte, le menu
litigare, se quereller
lontano, loin
luglio, juillet
luned, lundi
lungo (a lungo), long, (longtemps)
il luogo, le lieu, lendroit

ma, mais
la macchia (macchiare), la tache, (tacher)
la macchina, la machine, lautomobile
la maestra elementare, linstitutrice
maggio, mai
maggiore, plus grand, an
la maglia, le pull-over
la maglietta, le tee-shirt
mai (perch mai?), jamais (pourquoi
donc?)
male (non c male), mal (ce nest pas
mal du tout)
la mancia, le pourboire
mandare, envoyer
la mandorla, lamande
la mappa, la carte (gographique),
le plan
il marciapiede, le trottoir
la marmellata (darancia), la confiture
(dorange)
il marmo, le marbre
marted, mardi
matto, fou, dingue
il meccanico, le mcanicien
la medicina, le mdicament
meglio, mieux
la memoria (a -), la mmoire (par coeur)
meno male! Heureusement! Tant mieux!
la mensa, la cantine

meravigliarsi, stonner
mercoled, mercredi
la merenda, le goter
mezzanotte, minuit
il mezzo (di trasporto), le moyen (de
transport)
mezzogiorno, midi
migliore, meilleur
il millennio, le millnaire
la minestra, le potage
minore, plus petit, cadet
il minuto, la minute
la moglie, la femme (pouse)
molto, beaucoup, trs
la moneta, la pice de monnaie
mosso (mare), agit (mer)
la mostra, lexposition
il motorino, le scooter, le cyclomoteur
la multa, lamende
muoversi (mosso), se dplacer

nascere (nato), (la nascita), natre


(la naissance)
Natale (natalizio), Nol (de Nol)
navigare in internet, surfer sur Internet
n, ni
ne, en
neanche, non plus, mme pas
la nebbia, le brouillard
il negozio (il negoziante), le magasin
(le marchand)
nemico, ennemi
nemmeno, mme pas, non plus
nessuno, personne
la neve (nevicare), la neige (neiger)
niente (- carne), rien (pas de viande)
il nipote, le neveu, le petit-fils
noioso, ennuyeux
il nome (il cognome), le prnom,
(le nom de famille)
il nonno (i nonni), le grand-pre
(les grands-parents)
nono, neuvime
la notizia, la nouvelle
la notte, la nuit
nove, neuf (chiffre)
nubile, celibataire (femme)
nulla (di niente), rien (de rien)
numerare, numroter
la nuora, la belle-fille, la bru
nuotare (il nuoto), nager (la nage)
la nuvola, le nuage

loca, loie
gli occhiali, les lunettes
locchio (locchiata), loeil (le coup d-)
occorrere (occorre, occorrono), falloir
(il faut)
offendere (offeso), offenser, insulter
lofficina, lusine, latelier
Pagina | Centoottantanove

189

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

oggi, aujourdhui
ogni (- sera, - tanto , ognuno), chaque,
(tous les soirs, de temps en temps,
chacun)
Ognissanti, la Toussaint
lolio, lhuile
lombrello (lombrellone), le parapluie
(le parasol)
lonomastico, fte (prnom)
loperaio, louvrier
oppure, ou bien
ora, lora, maintenant, lheure
lorecchia, loreille
lorologio, la montre, lhorloge
ottavo, huitime
ottimo, excellent

la padella, la pole
pagare, payer
la pagella, le carnet de notes
il paio (le paia), la paire, (les paires)
la pallacanestro, le basket-ball
la pallamano, le hand-ball
la pallavolo, le volley-ball
il pallone, le ballon
la pancia, le ventre
il panino, le sandwich
la panna, la crme
il parere, lavis
la partenza, le dpart
il particolare, le dtail
il passato (- prossimo remoto), le pass
(compos, simple)
la passeggiata, la promenade
la patente di guida, le permis de
conduire
la paura, la peur
Peccato! Dommage !
peggiore, pire, plus mauvais
la pensione (il pensionato), la retraite
(le retrait)
il pepe, le poivre
il peperoncino, le piment
per favore, sil vous plat
per (- tre ore), pour, (pendant trois
heures)
perch no? Pourquoi pas ?
perch? perch, pourquoi ? parce que,
pour que
pericoloso, dangereux
per, pourtant, quand mme
pesante, lourd
il pesce, le poisson
pessimo, trs mauvais
piace (mi -, mi piacciono), jaime
il piacere (Piacere!), le plaisir,
(Enchant !)
il piano, ltage, le plan
la pianta, la piantina, le plan
il piatto, lassiette, le plat
la piazza (il piazzale), la place
(lesplanade)
piccolo, petit
190

Pagina | Centonovanta

il piede (in piedi ), pied (debout)


pigro, paresseux
la pioggia (piovere), la pluie (pleuvoir)
il pittore, le peintre
pi (di pi), plus (davantage)
piuttosto, plutt
poco, un po, peu, un peu
il pomeriggio, laprs-midi
il pomodoro, la tomate
il prosciutto, le jambon
porre (posto), (proporre), poser, dposer
(proposer)
il postino, le facteur
il posto, la place
potere (potente), pouvoir (puissant)
il pranzo, le repas
prego! Je vous en prie ! de rien !
prendere (preso) (- in giro), prendre
(se moquer de)
prenotare, rserver
preoccuparsi, se soucier de
il preside, le proviseur
presto, vite, tt
il prezzemolo, le persil
prima di, avant de
la primavera, le printemps
il programma, le programme, le logiciel
pronto soccorso, Police secours. le
Samu
pronto (sono -, Pronto!), prt, All !
proporre (proposto), proposer
proprio (sorprendente) vraiment
(surprenant)
prossimo (lanno -), prochain (lanne
prochaine)
provare, essayer
pugni (fare a -), les poings (se battre,
heurter)
pulire (la pulizia), nettoyer (la propret)
purtroppo, malheureusement

qua, ici
il quaderno, le cahier
il quadro, le tableau
quasi, presque
quel, ce (qui est loin)
questo, ce (qui est prs)
qui, ici
quindi, donc, puis, par consquent

il racconto, le rcit
il raffreddore, le rhume
il ragazzo, le garon
raggiungere (raggiunto), atteindre
la ragione, la raison
il razzo, la fuse
recitare, rciter, jouer la comdie
il regalo, le cadeau
il regista, le metteur en scne
registrare (la registrazione), enregistrer
(lenregistrement)

restituire, restituer, rendre


il riccio (capelli), la boucle
richiamare, rappeler
la richiesta, la demande
ricordare (il ricordo), rappeler, se
souvenir, (le souvenir)
ridere (riso), (il riso), rire (le rire)
ridurre (ridotto), rduire
rifiutare (il rifiuto), refuser (le refus)
la riga, la ligne (texte), la rgle (colier)
rimanere (rimasto), rester
rimproverare (il rimprovero), reprocher
(le reproche)
ringraziare, remercier
risalire, remonter
rischiare, risquer
risparmiare, pargner
rispondere (risposto) (la risposta),
rpondre, (la rponse)
ristretto (restringere, caff), serr (caf
fort, litalienne)
il ritratto, le portrait
riuscire (farcela), russir (y arriver)
la riva (in riva a...), le rivage, la rive (au
bord de)
rivolgersi (rivolto), sadresser
rompere (rotto), rompre, casser
rosolare, faire rissoler, revenir
rosso, rouge
il rumore (rumoroso), le bruit (bruyant)

sabato, samedi
il sagrato, le parvis
la salumeria, la charcuterie
salutare, saluer
sapere, savoir
il sarto, le couturier
sbagliare, se tromper
sbrigarsi, se dpcher
la scala, lchelle
scambiare, changer, confondre
lo scampo, la langoustine
scaricare un programma, tlcharger,
enregistrer, copier un logiciel
la scarpa, la chaussure
scarso, rare, peu abondant
scegliere (scelto), (la scelta), choisir,
(le choix)
scendere (sceso), (la discesa), descendre
(la descente)
la scherma, lescrime
lo schermo, lcran
scherzare (lo scherzo), plaisanter
(la plaisanterie)
la schiena, le dos
lo sciopero, la grve
scolare, goutter
lo scolaro, lcolier
lo studente / la studentessa, ltudiant,
ltudiante
scolastico, scolaire
scolpire, sculpter
sconsigliare, dconseiller

Lexique

lo scontrino, le ticket (de caisse)


la scopa, le balai
scoppiare ( -), clater, exploser (il a -)
scoprire (scoperto), dcouvrir
la scorciatoia, le raccourci
scorso (il mese -), pass (le mois -)
la scottatura, le coup de soleil
scrivere (scritto), (lo scrittore), crire
(lcrivain)
lo scultore (scolpire), le sculpteur
(sculpter)
la scuola (la media), lcole, (le collge)
scuro, fonc, sombre
scusare (Scusa! Scusi!), excuser
(Excuse-moi ! Excusez-moi !)
il secolo, le sicle
secondo (secondo me), second,
deuxime (selon moi)
il sedano, le fenouil
sedersi (la sedia), sasseoir (la chaise)
segnale acustico, le signal sonore
segnare un gol, marquer un but
la segreteria telefonica, le rpondeur
seguire (il seguito), suivre (la suite)
sempre, toujours
sentire (Ci sentiamo! / Senti! Senta!),
entendre (On sappelle / coute !
coutez !))
la sera (di sera), le soir
la settimana (settimanale), la semaine
(hebdomadaire)
sicuro, sr
il signore (la signora, la signorina),
monsieur, madame, mademoiselle
sinistra, gauche
sistemarsi, sinstaller
smettere (Smettila!), cesser (Cesse!
a suffit!)
soddisfatto, satisfait
la sogliola, la sole
il sogno, le rve
solo, soltanto, seulement
il sole, le soleil
solito (di -), habituel (dhabitude)
somigliare, ressembler
sono io Chi ? -, Qui est-ce? Cest moi)
sopra, sur, au-dessus
il soprabito, le pardessus
la sorella, la soeur
sorridere (sorriso) (sorridente), sourire
(souriant)
sotto, sous
la spalla, lpaule
sparare, tirer
lo specchio, le miroir
spedire, expdier
spegnere (spento), teindre
spendere (speso), dpenser
la speranza (sperare di -), lespoir
(esprer)
spesso, souvent
la spiaggia, la plage
gli spiccioli, la menue monnaie
spina (birra alla -), bire la pression
sposare (-arsi), pouser (se marier)
spostarsi, se dplacer
la spremuta di limone, le citron press

la squadra, lquipe
squillare, sonner (tlphone)
stabilirsi, sinstaller
stamattina, ce matin
la stampante, limprimante
stanco, fatigu
stare (Come stai?, stare per , stare
facendo), tre (Comment vas-tu? tre
sur le point de .. tre en train
de faire)
stasera, ce soir
statale (impiegato -), le fonctionnaire
la stazione, la gare
lo stomaco, lestomac
la strada, la route, la rue, le chemin
lo straniero, ltranger
strano, trange
stringere (stretto), serrer
striscia (- pedonale), la bande
(le passage protg)
strofinare, frotter
lo studente (la studentessa), ltudiant,
ltudiante
studiare (lo studio), tudier (ltude)
su, sur, en haut
subito, tout de suite
succedere (successo) Che cosa
succede?, arriver, se produire.
Que se passe-t-il?
il suocero (i suoceri), le beau-pre
(les beaux-parents)
suonare il clacson (- il violino), klaxonner
(jouer du violon)
superare, dpasser
sussurrare, chuchoter
svegliare, rveiller
svolgersi (svolto), se drouler

il tabaccaio, le buraliste
la tabella, le tableau
talvolta, quelquefois
tanto, beaucoup
la tasca, la poche
la tavola (il tavolo, il tavolino), la table
il tedesco, lallemand
il telegiornale, le journal tlvis
il tempo, le temps
la tessera, la carte
il tetto, le toit
il tifoso, le supporter
il titolo, le titre
toccare (tocca a te), toucher (cest ton
tour)
togliere (tolto), enlever
tornare (- a casa), revenir, rentrer
chez soi
la torre (- pendente), la tour (penche)
tossire, tousser
la tovaglia (il tovagliolo), la nappe (la
serviette de table)
tra (fra unora), dans (temps : dans une
heure)
tradurre (tradotto), traduire

il traffico, la circulation
trascorrere (trascorso), passer (temps)
la trasmissione (televisiva), lmission
travestirsi da, se dguiser en
tritare, hcher

ubbidire (ubbidiente), obir (obissant)


lufficio, le bureau
ultimo, dernier
uscire (luscita), sortir (la sortie)
luccello, loiseau
usare, utiliser
uccidere (ucciso), tuer
uomo (gli uomini), lhomme (les
hommes)
luscita, la sortie, la porte (aroport)
lufficio postale, le bureau de poste
luovo (le uova), loeuf (les oeufs)

ci vuole, ci vogliono, il faut


la via, la rue
vecchio, vieux
vedere (visto, veduto), voir
la velocit (veloce), la vitesse (vite,
rapide)
venerd, vendredi
vero, vrai
il vestito, le vtement
via! Allez !
il viaggio (il viaggiatore), le voyage (le
voyageur)
vicino a, prs de
videogioco, jeu vido
vietato, interdit, dfendu
il vigile, lagent de police
vigliacco, lche
la vignetta, le dessin humoristique
il viso, le visage
la vita, la vie, la taille (tour de)
vivere (vissuto), vivre
la voce, la voix
la voglia, lenvie
volere (voler bene), vouloir (aimer)
la vongola, la clovisse

lo zaino, le sac dos


lo zio, (gli zii), loncle (les oncle et tante)
lo zucchero, le sucre

Pagina | Centonovantuno

191

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

192

Pagina | Centonovantadue

AIDE-MMOIRE GRAMMATICAL

Pagina | Centonovantatr

193

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

AIDE-MMOIRE GRAMMATICAL

1. Laccent tonique est indiqu quand les mots ne sont pas accentus sur lavant-dernire syllabe (parole piane. Ex : Ecco un libro) mais sur
lavant-dernire ou lavant-avant dernire syllabe (parole sdrucciole et bisdrucciole. Ex. : Questi medici visitano Napoli. Mia moglie mi telefona
ogni sabato. Invece i miei figli non telefonano mai.)
2. La plupart des exemples ne sont pas traduits. Le lexique (pp. 187-191) permet de comprendre tous les mots.
3. Cet Aide-mmoire expose et complte ce qui est trait plus ou moins systmatiquement et compltement dans les units. Il ne doit pas tre
appris par cur. Ce quil faut connatre, cest la forme et lemploi corrects des lments et des constructions quon y trouve. Cest un outil de
rfrence, comme un dictionnaire. On sen sert quand on a un doute ou lorsque la consigne dun exercice renvoie un paragraphe de cet
Aide-Mmoire (Ex :
5, A, 2). On a intrt lire les exemples haute voix pour les mmoriser. Une grande partie de ce quapporte cet
Aide-mmoire sera surtout tudi dans la suite de vos tudes.

1. LA PRONONCIATION
A. Lalphabet :
a (a), b (bi), c (tchi), d (di), e (), f (eff), g (dji), h (acca),
i (i), l (ell), m (emm), n (enn), o (o), p (pi), q (cou), r
(err), s (ess), t (ti), u (ou), v (vi / vou), w (doppia vi /
vou), z (zta)
Les lettres k (cappa), w (doppia vou), et x (ics) et y (ipsilon) sont trs
rares : km (chilometro), www.guerra.it, Walter, xilofono, yogurt, yoga

B. Les voyelles

C.
ca (ka) co (ko) cu (kou) che (k) chi (ki) : caro,
colore, curioso, perch, chilo
ce (tch) ci (tchi) cia (tcha) cio (tcho) ciu
(tchou) : Marcello, citt, Francia, cioccolato, ciuffo
sca (ska) sco (sko) scu (skou) sche (sk) schi
(ski) : scala, disco, scusa, schema, dischi
sci (chi) sce (ch) scia (cha) scio (cho) sciu
(chou) : sci, scena, lasciare, sciupare

a, i, o se prononcent comme en franais


e se prononce ou : il mese (ms, comme
dans lt), il medico (mdico, comme dans la
mre)
o se prononce ou : dove (dv), poco
(pco) (comme dans Paul () et port ()
u se prononce ou : il muro ( mouro )

G.
ga, go, gu (gou) ghe (gu) ghi (gui) : lunga, lungo,
gusto, larghe, larghi
ge (dj), gi (dji) gia (dja) gio (gio) giu (djou) :
gelato, giro, Giappone, Giorgio, Giulio
gua (goua) gue (gou) gui (goui) guo (gouo) :
lingua, segue, guida, seguo

Les groupes de voyelles


ai mai se prononce comme dans ae! ; pas
comme dans jamais
oi poi se prononce po-i, pas comme poids
au auto se prononce a-outo , pas comme auto
eu eu se prononce -ou euro, Europa ( -ouro,
-ou-ropa ) pas comme en franais
ue ue se prononce ou- (le sue / sou- ), pas
comme dans rue
ui ui se prononce ou-i (lui = lou-i ) pas comme
puis ou lui

gli (lyi) glia (lyia) glie (lyi) glio (lyio)


gliu (lyiou)
Le son gl+i (lyi) se rapproche de la prononciation
du groupe franais lli (million; millier) : i figli, la
figlia, le figlie, il figlio, la pagliuzza

C. Les consonnes.
r le r est roul : Roma, libert, la terra, un terribile
terremoto
z se prononce ts ou dz : lazione ( latsion ) / il
mezzo ( il med-zo )
194

Pagina | Centonovantaquattro

Q
qua ( koua ) que ( kou ) qui ( koui ) quo ( kouo )
: qualit, liquido, liquore, dunque
ll Les deux l se prononcent toujours comme dans
tranquille , pas comme dans brille, brillant :
tranquillo, scintillare

Les doubles consonnes.


Il faut faire entendre les doubles consonnes : bella,
bellissima, Giovanni, pallone, birra, mille

Aide - Mmoire Grammatical

D. Groupes voyelle + consonnes m et n


suivis dune consonne.
Les groupes voyelle + m ou n ne sont pas nasaliss.
am, an : campo, cantare
em, en : tempo, cento
im, in : impossibile, invece
om, on : ombra, conto
um, un : Umbria, riassunto

E. Laccent tonique.
Laccent tonique peut tomber sur la dernire syllabe
(dans ce cas, il est indiqu), sur lavant-dernire (parole
piane) ou lavant-avant dernire (parole sdrucciole) :
il caff, ventitr
Bruno, ovest, il tennis, il libro, il quaderno...
il telefono, la visita, lAmerica, lAfrica, Elena

N.B. 1. Col = con il


2. bevono spesso della birra. // Non bevono mai birra. (pas darticle dans
la phrase ngative)
3. a scuola, a casa giocare a calcio, a tennis, in centro, in periferia,
in discoteca

3. LE NOM
A. Le genre
1. masculin :
Les noms masculins se terminent pour la plupart
par - O : il ragazzo
ou - E : lo studente
- certains se terminent par -a (il problema), - (il caff)
- ou par une consonne : il film, il bar, lautobus,
il computer
N.B.
1. Les mots se terminant par -ore sont masculins : il colore, il fiore...
2. Les villes sont au fminin : Firenze bella.

2. LES ARTICLES
A. Larticle indfini
masculin
un ragazzo
un italiano
uno studente

fminin
una ragazza
un italiana
una scuola

uno zio
una
uno psicologo una

uno devant s impur, z ou ps


un devant voyelle au masculin
un (avec apostrophe)
au fminin

zia
psicologa

s impur = s suivi dune


consonne

2. fminin :
La plupart des noms fminins se terminent
par - A : la ragazza
ou - E : la francese
Quelques-uns se terminent par une autre voyelle : la
mano, la trib, lanalisi, la radio

B. La formation du fminin
- Masculin en o
- Masculin en e

>
>

il ragazzo
il francese
il professore
lo spettatore

- Fminin en a
- Fminin en e
- Fminin en essa
- Fminin en trice

>
>
>
>

la ragazza
la francese
la professoressa
la spettatrice

B. Larticle dfini
masculin
il ragazzo
l italiano
lo studente
lo zio
lo psicologo

fminin
la ragazza
litaliana
la scuola
la zia
la psicologa

i ragazzi
gli italiani
gli studenti
gli zii
gli psicologi

le ragazze
le italiane
le scuole
le zie
le psicologhe

lo devant s impur, z ou ps
gli est le pluriel de lo et de l (masculin)
N.B
1. luna. Sono le 7.
2. Il 2006. Nel 2006.
3. Il 20%. L11 % . L80 % (lundici per cento, lottanta per cento)
4. Il signor Rossi uscito. Buona sera, signor Rossi.

C. Pluriel des noms masculins et fminins

C. Les articles contracts


a
di
da
in
su

il
al
del
dal
nel
sul

lo
allo
dello
dallo
nello
sullo

l
all
dell
dall
nell
sull

i
ai
dei
dai
nei
sui

gli
agli
degli
dagli
negli
sugli

la
alla
della
dalla
nella
sulla

l
all
dell
dall
nell
sull

N.B.
il signore / la signora
luomo / la donna
il fratello / la sorella
il marito / la moglie

le
alle
delle
dalle
nelle
sulle

masculin

fminin

o, e, a > i

a>e
e>i

il ragazzo
lo studente
il turista

i ragazzi
gli studenti
i turisti

la ragazza
la francese
la turista

le ragazze
le francesi
le turiste

Pagina | Centonovantacinque

195

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo


N. B. Cas particuliers
1. mots termins en -io : lo stadio
lo zio

> gli stadi (-i non accentu)


> gli zii (-i accentu)

2. mots termins en -co et -go


piani : chi, ghi
laffresco
il lago
sdruccioli : ci, gi
il medico
lo psicologo

> gli affreschi


> i laghi
> i medici
> gli psicologi

Mais : amico, nemico, greco > amici, nemici, greci


catalogo, dialogo, monologo... > cataloghi, dialoghi, monologhi...
3. mots fminins termins en -ca ou -ga :
-ca > che
lamica
> le amiche
-ga > ghe
la collega
> le colleghe
4. mots fminins termins en -cia ou -gia
la camicia
> le camicie
la valigia
> le valigie
la striscia
> le strisce
la frangia
> le frange
5. Pluriels irrguliers :
1. Certains mots masculins ont un pluriel fminin en -a :
il braccio / le braccia, il ginocchio / le ginocchia, il dito / le dita, il centinaio
/ le centinaia
2. luomo / gli uomini

D. Noms invariables.
Sont invariables les mots :
1. accentus sur la dernire syllabe : il t, il caff, la virt,
la qualit...
2. termins par une consonne : lautobus, il bar,
il camion, il computer...
3. termins par -i : lanalisi, la crisi...
4. termins par -ie : la serie, la carie (mais : la moglie
> le mogli)
5. euro et des abrviations : lauto, la radio, lo stereo,
la foto, il cinema...
N.B. La gente : les gens. Tutti : tout le monde (tutto il mondo = le monde
entier).

4. LADJECTIF QUALIFICATIF.
A. Genre et pluriel des adjectifs.
Comme les noms, les adjectifs se terminent surtout
au singulier par -A ou -E au fminin, -O ou -E au masculin.
au pluriel
masculin -O, -E > -I
> -E
fminin -A
-E
> -I
un monumento fiorentino
dei monumenti fiorentini
una chiesa romana
delle chiese romane
un monumento milanese
dei monumenti milanesi
una chiesa senese
delle chiese senesi
N.B. Cas particuliers
masculin
mots termins par -io
par -co, -go piani

vecchio
> vecchi
stanco
> stanchi
lungo
> lunghi
sdruccioli
-ci, -gi
simpatico > simpatici
mais la plupart des adjectifs sdruccioli en -go font leur pluriel en -ghi:
analogo > analoghi...

196

Pagina | Centonovantasei

i ou ii
-chi, -ghi

fminin
mots termins par -ca, -ga (quils soient piani ou sdruccioli)
> -che, -ghe
stanca
> stanche
asiatica
> asiatiche
larga
> larghe
Cas particuliers
1. Adjectifs invariables : rosa, viola, blu.
2. Accord de mezzo : sono le tre e mezzo (ou : mezza).
Ci vediamo fra mezzora. Ha bevuto mezza bottiglia di acqua minerale.
3. Ladjectif bello
un bel disegno
Com bello! dei bei disegni
un bellesempio
Com bello! dei begli esempi
un bello studio
Com bello! dei begli studi
una bella galleria
Com bella! delle belle gallerie
una bellespressione Com bella! delle belle espressioni
4. Ladjectif santo
San Francesco
Santo Stefano
Santa Lucia.

Come sono belli!


Come sono belli!
Come sono belli!
Come sono belle!
Come sono belle!
SantAnna.

B. Comparatifs et superlatifs.
1. Le comparatif
1. Comparatif dgalit
Francesco (cos) simpatico come Chiara.
Marsiglia non tanto fredda quanto Milano.
Quantits :
Mangiamo tanto pesce quanta carne.
Ci sono tanti professori quante professoresse.
2. Comparatif de supriorit et dinfriorit
Maria pi giovane di Franco.
Ho mangiato meno formaggio di te.
pi facile parlare francese che parlare cinese.
Ha dato meno gelato a Lucia che a te.
Alessandro si diverte pi allo stadio che a scuola.
Ci sono meno cd che dvd.
2. Le superlatif.
1. Le superlatif relatif
Secondo me, Siena la pi bella citt dItalia.
Ma no, la citt pi bella Venezia.
Franco non il ragazzo pi bello chio conosca ma il
pi simpatico di tutti.
N.B.
1. Lorsquon a dj employ larticle, on ne le reprend plus devant pi
ou meno : la piazza pi vasta della citt.
2. pi lontano di quanto si dica (subjonctif).
3. formes particulires :
maggiore (pi grande), minore (meno grande, pi piccolo),
superiore (pi alto), inferiore (meno alto, pi basso)
migliore (pi buono), peggiore (meno buono, pi cattivo)

2. Le superlatif absolu
Francesco molto giovane = giovanissimo
Chiara molto bella = bellissima
N.B. ricco > ricchissimo
massimo (molto grande)
minimo (molto piccolo)
ottimo (molto buono)
pessimo (molto cattivo)

largo > larghissimo

Aide - Mmoire Grammatical

5. LES SUFFIXES DIMINUTIFS ET AUGMENTATIFS


A. Diminutifs -ino et -etto
un gatto > un gattino (= un piccolo gatto)
una casa > una casetta (= una piccola casa)

B. Augmentatif -one
un gatto > un gattone (= un grosso gatto)

6. LES ADJECTIFS ET PRONOMS POSSESSIFS


A. Adjectifs
Masculin

Fminin

il mio

i miei

la mia

le mie

Pas darticle devant les


noms de parent : mia
sorella

il tuo

i tuoi

la tua

le tue

sauf si le nom est au


pluriel : i miei fratelli.

il suo

i suoi

la sua

le sue

- avec loro : la loro


nonna

B. Les pronoms possessifs.

il nostro i nostri la nostra le nostre

- sil sagit dun diminutif :


la mia sorellina

il vostro i vostri la vostra le vostre

- sil est accompagn


dun adjectif : il tuo
cugino calabrese

il loro

On entend :
la mia mamma

i loro

la loro

le loro

N.B. 1. Di chi questa macchina? di mio cugino.


a casa mia, a parer mio...
2. Si tolto la maglia. Il a enlev son pull-over.
3. Le ho restituito il motorino. Je lui ai rendu son scooter.
4. Forme de politesse : Non dimentichi i suoi documenti. Noubliez pas
vos papiers.

et mia mamma

- Questo quaderno mio, tuo, suo, nostro, vostro, loro.


Ti dico che mio. Il tuo sul tavolo.
- Questi libri sono miei, tuoi, suoi, nostri, vostri, loro.
Sono tuoi questi libri? S, sono miei.
- Questa gomma mia, tua, sua, nostra, vostra, loro.
vostra questa gomma No, la nostra qui.
- Queste matite sono mie, tue, sue, nostre, vostre, loro.
Queste matite non sono loro. Le loro sono nel cassetto.

7. LES PRONOMS PERSONNELS


A. Formes
1. sujets
directs
io
tu
lui
lei
noi
voi
loro (masc.)
loro (fm.)

2. complments
indirects

mi guarda
ti guarda
lo guarda
la guarda
ci guarda
vi guarda
li guarda
le guarda

mi telefona
ti telefona
gli telefona (masc.)
le telefona (fm.)
ci telefona
vi telefona
loro (telefona loro
ou : gli telefona)

3. rflchis

4. formes fortes

5. groups

mi lavo
ti lavi
si lava
si lava
ci laviamo
vi lavate
si lavano
si lavano

me (pensa a me)
te (pensa a te)
lui (pensa a lui)
lei (pensa a lei)
noi (pensa a noi)
voi (pensa a voi)
loro (pensa a loro)
loro (pensa a loro)

me lo dice
te lo dice
glielo dice
glielo dice
ce lo dice
ve lo dice
lo dice loro (glielo dice)
lo dice loro (glielo dice)

B. Emplois
1. Le pronom sujet est employ pour insister : io studio
molto, tu invece sei pigro
ou pour viter de confondre les personnes (bisogna che
io, tu, lui, lei, parta)
2. Cest moi (toi,...) qui
Lho far io. Cest moi qui le ferai.
Lo far lui. Cest lui qui le fera.
3. Le pronom complment saccole la forme verbale
linfinitif :
bisogna dirlo - bisogna dirmelo
au grondif : parlandomi scopr la verit

et limpratif : portami (portagli, portale, portaci) un bicchiere


sauf avec loro (Ripeti loro quello che ti ho detto.)
et la forme de politesse: Mi porti un bicchiere, per
favore..
5. Eccolo, eccola, eccoli, eccole: le voici (voil), la voici,
les voici.
6. Avec les impratifs monosyllabiques on redouble la
dernire consonne : dimmi (dille, dicci), dammi (dalle,
dacci), fammi (falle, facci)
mais pas avec le pronom masculin gli : digli, dagli, fagli.

Pagina | Centonovantasette

197

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

C. La forme de politesse

N.B.

En italien on emploie couramment la forme dite de


politesse Lei ( dare del Lei )
Come si chiama (Lei)? - Lei italiano? - Lei italiana?
Posso aiutarla? - Posso telefonarle? - Le telefoner domani

1. Le possessif est la troisime personne :


Professoressa, ecco il suo libro. Professore, suo questo dizionario?
2. limpratif le pronom complment ne saccole pas la forme verbale
Mi dica il suo nome.
3. On crit souvent L et S avec la majuscule AiutarLa, telefonarLe, il Suo
libro.

8. LES ADJECTIFS ET PRONOMS DMONSTRATIFS


A. situation

B. adjectifs

C. pronoms

proche dans
le temps (ora, adesso, oggi)
ou lespace (qui, qua)

questo disegno
questa macchina

questi disegni
queste macchine

preferisco questo / questi


preferisco questa / queste

loign dans
le temps (ieri, anni fa...)
ou lespace (l, l, laggi)

quel ponte
quello stadio
quellautobus
quella torre
quellaula

quei ponti
quegli stadi
quegli autobus
quelle torri
quelle aule

quello mi piace
quelli non mi piacciono
quella non recente
quelle sono troppo care.
ci non divertente

D. Formes :
adjectifs : quello (singulier) / quegli (pluriel) devant un s impur ou un z
adjectifs : quell devant une voyelle > pluriel quegli au masculin, quelle au fminin
E. Emplois :
Questo se rapporte ce qui est proche dans le temps (oggi, adesso...) ou dans lespace (qui, qua ).
Quello se rapporte ce qui est loign dans le temps (in quellepoca) ou dans lespace (l, l, laggi, lass ...)
Non voglio queste scarpe. Preferisco quelle.
Cosa vuoi? Questo dvd o quello?
Dammi ci che vuoi.

9. LES EXCLAMATIFS ET INTERROGATIFS


Che bella motocicletta!
Che bel ragazzo!
Che bello scooter!
Che begli stadi!
Che bei monumenti!
Che belle fontane!
Perch non mangi?

Quanto rumore!
Quanta gente!
Quanti musei!
Quante guide!
Come sei bravo!
Quale preferisci?
Perch non ho fame.

10. LES ADJECTIFS ET PRONOMS INDFINIS


1. Qualche est toujours suivi du singulier et correspond
un pluriel (= alcuni, alcune)
Ho parlato con qualche turista tedesco = Ho parlato
con alcuni turisti tedeschi.
2. Molto, poco et troppo sont invariables quand ils sont
adverbes : Ho speso molto (poco, troppo).
et variables quand ils sont adjectifs :
Ci sono molti (pochi, troppi) negozi in questo quartiere.
Ci sono molte (poche, troppe) automobili in questa
citt.

198

Pagina | Centonovantotto

Che giorno ? Che ora ?


Come ti chiami?
Quanto costa?
Quanti anni hai?
Quante lingue parli?
Quali vuoi comprare?

3. Ogni (= chaque, tous les): Mangio ogni giorno


in questa trattoria.
- ognuno, ciascuno = chacun
4. Nessuno = personne (pronom), niente et nulla = rien.
- Nessuno mi ascolta. Non mi ascolta nessuno.
Personne ne mcoute.
- Niente mi fa paura. Non ho paura di niente.
Rien ne me fait peur. Je nai peur de rien.
- Non prende nessun rischio.
Il ne prend aucun risque.
- Nessun pericolo lo impaurisce.
Aucun danger ne lui fait peur.

Aide - Mmoire Grammatical

11. LES ADJECTIFS NUMRAUX


A. cardinaux
1. uno
2. due
3. tre
4. quattro
5. cinque
6. sei
7. sette
8. otto
9. nove
10. dieci

B. ordinaux
11. undici
12. dodici
13. tredici
14. quattordici
15. quindici
16. sedici
17. diciassette
18. diciotto
19. diciannove
20. venti

21. ventuno
22. ventidue
23. ventitr
24. ventiquattro...
26. ventisei...
28. ventotto
29. ventinove
30. trenta
31. trentuno
32. trentadue
33. trentatr...

38. trentotto...
40. quaranta
50. cinquanta
60. sessanta
70. settanta
80. ottanta
90. novanta
100. cento
200. duecento
1000. mille
2000. duemila...
1.000.000 un milione

1
2
3
3
3
3
3
3
3
3

primo
secondo
terzo
quarto
quinto
sesto
settimo
ottavo
nono
decimo

11
12
13
20
21
22
23
26
28
30
100
1.000.000

undicesimo
dodicesimo
tredicesimo...
ventesimo
ventunesimo
ventiduesimo
ventitreesimo...
ventiseiesimo...
ventottesimo...
trentesimo...
centesimo...
milionesimo

N.B. Cento > duecento. Mille > duemila

12. LES PRPOSITIONS


1. La prposition A
A. a + article > article contract : al, allo (cf. 2 C)
mais : a scuola, a casa, ad est, ad ovest, a nord, a sud,
fatto a mano, giocare a carte, a tennis, a calcio...
B. locutions composes : davanti a, dietro a, accanto a,
vicino a, intorno a, in mezzo a
C. aprs les verbes de mouvement devant un autre
verbe : andare, venire, salire, scendere, correre...
a prendere qualcosa.
D. pour dcrire la manire ou la forme : una testa a pera,
correre a zigzag
2. La prposition DI :
A. di + articles > article contract : del, dello (cf. 2C)
B. Quelques emplois particuliers (diffrences avec le
franais)
1. Di chi questo cane? di mio padre. Non
mio.
2. Destate vado al mare, dinverno vado in montagna.
Essere di moda
3. Dare del tu / del lei : tutoyer, vouvoyer.
4. Cercare di, sperare di, dire di s, di no
5. Pas de prposition dans certaines contructions :
vietato fumare. facile (difficile, possibile, impossibile,
meglio, preferibile...) partire subito.
3. La prposition DA
A. da + article > article contract (cf. 2C)
B. Da indique
1. lorigine (dans le temps ou lespace), la distance
sparant une chose dune autre :
Abito a Roma da sei anni. Da Roma a Firenze ci sono 277
km.
2. la diffrence : Milano diversa (differente) da Firenze.
3. le lieu par o lon passe : Per entrare, i ladri sono passati dalla finestra.
4. la valeur : un biglietto da dieci euro
5. la possibilit ou lobligation : c molto da vedere. C
ancora molto da fare.
6. lusage : una camera da letto
7. la caractristique : la ragazza dai capelli biondi.

8. introduit le complment dagent : Il motorino gli


stato prestato da unamica.
9. traduit chez : Appuntamento da Mario alle 6.
10. est employ dans lexpression da solo (-a, -i, -e).
Mario ti ha aiutato a fare gli esercizi? No, li ho fatti da
solo (sola). Sanno rispondere da soli / da sole.
N.B. Sur la traduction de dans, cf 18d.

13. LES ADVERBES


1. de manire :
formation (avec -mente) :
lento > lentamente
intelligente > intelligentemente
facile > facilmente
particolare > particolarmente
forte, piano, presto, in fretta, meglio
2. de temps : presto, spesso, di rado, di recente,
recentemente, sempre, mai, subito, ora, adesso, ieri,
laltroieri (ieri laltro), domani, dopodomani
3. de lieu : dove, qui, qua, l, l, laggi, dietro, davanti,
dentro, fuori, sopra, sotto, vicino, lontano
4. de quantit : molto, poco, troppo, abbastanza,
soltanto, solo...

14. LES PRONOMS RELATIFS


ET LES CONJONCTIONS
A. Pronoms relatifs:
Qui :
O :

La ragazza che sta arrivando unamica di Chiara.


spatial : Dimmi dove abiti.
Questo lalbergo dove (in cui) sono sceso.
temporel : nato lanno in cui (jamais dove)
la famiglia si trasfer a Roma.
Dont : Non conosco il signore di cui Maria mostra
la fotografia.
la ragazza il cui cane abbaia spesso.

Pagina | Centonovantanove

199

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

B. Les conjonctions :
1. de coordination : e, anche, neanche, o, n, ma, invece,
per, anzi, cio, perch, dunque
N Chiara n Francesco sono francesi.
Maria carina, anzi bellissima.
Anchio studio linglese / Studio linglese anchio.
Neanchio parlo cinese. / Non so parlare cinese
neanchio.
2. de subordination
che
la canzone che preferisco.
Formes drives : bench, perch, finch
Bench faccia freddo va a giocare fuori.
Finch c vita c speranza.
Se.
Avec se , on emploie
A. le subjonctif imparfait en italien et lindicatif en franais
Se potessi ti aiuterei. Si je le pouvais, je taiderais.
B. le futur en italien, le prsent en franais (Cf. 17,3)
Se seguir la Fiorentina, passer a casa tua.
Si jaccompagne lquipe de foot de Florence,
je passerai chez toi.
Perch : La signification de perch est diffrente selon
le contexte : 1. pourquoi? 2. parce que (+ indicatif)
3. Pour que (+ subjonctif)
Perch non vieni con me? Perch non ho voglia
di camminare..
Perch gli telefoni? Perch venga con me a teatro.

15. LES CONJUGAISONS


A. Auxiliaires et verbes rguliers
1. INDICATIF
1. Prsent de lindicatif :
essere
sono, sei, , siamo, siete, sono
avere
ho, hai, ha, abbiamo, avete, hanno
chiamare chiamo, chiami, chiama, chiamiamo,
chiamate, chiamano
prendere prendo, prendi, prende, prendiamo,
prendete, prendono
seguire seguo, segui, segue, seguiamo, seguite,
seguono
preferire preferisco, preferisci, preferisce,
preferiamo, preferite, preferiscono
N.B.
A. Sur seguire : aprire, dormire, offrire, partire, sentire, divertirsi, vestirsi
B. Verbes termins par -iare :
studiare
studio, studi, studia, studiamo, studiate, studiano
sciare
scio, scii, scia, sciamo, sciate, sciano

200

Pagina | Duecento

C. Alternance son dur / son doux


conoscere
conosco, conosci, conosce, conosciamo, conoscete,
conoscono
leggere
leggo, leggi, legge, leggiamo, leggete, leggono
D. Verbes termins par - care ou -gare :
dimenticare dimentico, dimentichi, dimentica, dimentichiamo,
dimenticate, dimenticano
pagare
pago, paghi, paga, paghiamo, pagate, pagano

2. Imparfait:
essere
avere

ero, eri, era, eravamo, eravate, erano


avevo, avevi, aveva, avevamo, avevate,
avevano
chiamare chiamavo, chiamavi, chiamava,
chiamavamo, chiamavate, chiamavano
prendere prendevo, prendevi, prendeva,
prendevamo, prendevate, prendevano
seguire seguivo, seguivi, seguiva, seguivamo,
seguivate, seguivano
preferire preferivo, preferivi, preferiva, preferivamo,
preferivate, preferivano
3. Pass compos
essere

sono stato(a), sei stato(a), stato(a),


siamo stati(e), siete stati(e), sono stati(e)
avere
ho avuto, hai avuto, ha avuto,
abbiamo avuto, avete avuto, hanno avuto
chiamare ho (hai, ha, abbiamo, avete, hanno) chiamato
credere ho (hai, ha, abbiamo, avete, hanno) creduto
seguire ho (hai, ha, abbiamo, avete, hanno) seguito
preferire ho (hai, ha, abbiamo, avete, hanno) preferito
4. Futur
essere
sar, sarai, sar, saremo, sarete, saranno
avere
avr, avrai, avr, avremo, avrete, avranno
chiamare chiamer, chiamerai, chiamer,
chiameremo, chiamerete, chiameranno
prendere prender, prenderai, prender,
prenderemo, prenderete, prenderanno
seguire seguir, seguirai, seguir, seguiremo,
seguirete, seguiranno
preferire preferir, preferirai, preferir, preferiremo,
preferirete, preferiranno
Cas particuliers :
A. Verbes termins par -ciare ou -giare :
baciare
bacer, bacerai, bacer, baceremo, bacerete, baceranno
lasciare
lascer, lascerai, lascer, lasceremo, lascerete, lasceranno
mangiare
manger, mangerai, manger, mangeremo, mangerete,
mangeranno
B. Verbes termins par -care ou -gare :
dimenticare dimenticher, dimenticherai, dimenticher,
dimenticheremo, dimenticherete, dimenticheranno
pagare
pagher, pagherai, pagher, pagheremo, pagherete,
pagheranno

Aide - Mmoire Grammatical

2. SUBJONCTIF
1. Prsent

B. Ngatif

essere

essere

(io) sia, (tu) sia, (lui, lei) sia, siamo, siate,


siano
avere
(io) abbia, (tu) abbia, (lui, lei) abbia,
abbiamo, abbiate, abbiano
chiamare (io) chiami, (tu) chiami, (lui, lei) chiami,
chiamiamo, chiamiate, chiamino
prendere (io) prenda, (tu) prenda, (lui, lei) prenda,
prendiamo, prendiate, prendano,
seguire (io) segua, (tu) segua, (lui, lei) segua,
seguiamo, seguiate, seguano
preferire (io) preferisca, (tu) preferisca, (lui, lei)
preferisca, preferiamo, preferiate, preferiscano
Cas particuliers
A. Verbes termins par -iare
studiare
(io) studi, (tu) studi, (lui, lei) studi, studiamo, studiate,
studino
sciare
(io) scii, (tu) scii, (lui, lei) scii, sciamo, sciate, sciino
B. Alternance son dur son doux
conoscere
(io) conosca, (tu) conosca, (lui, lei) conosca, conosciamo,
conosciate, conoscano
leggere
(io) legga, (tu) legga, (lui, lei) legga, leggiamo, leggiate,
leggano
C. Verbes termins par -care ou -gare :
dimenticare (io) dimentichi, (tu) dimentichi, (lui, lei) dimentichi,
dimentichiamo, dimentichiate, dimentichino
pagare
(io) paghi, (tu) paghi, (lui, lei) paghi, paghiamo, paghiate,
paghino

2. Imparfait
essere

(io) fossi, (tu) fossi, fosse, fossimo, foste,


fossero
avere
(io) avessi, (tu) avessi, avesse, avessimo,
aveste, avessero
chiamare (io) chiamassi, (tu) chiamassi, chiamasse,
chiamassimo, chiamaste, chiamassero
credere (io) credessi, (tu) credessi, credesse,
credessimo, credeste, credessero
seguire (io) seguissi, (tu) seguissi, seguisse,
seguissimo, seguiste, seguissero
preferire (io) preferissi, (tu) preferissi, preferisse,
preferissimo, preferiste, preferissero

3. IMPRATIF
A. Affirmatif
essere
sii (tu), sia (Lei), siamo, siate
avere
abbi (tu), abbia (Lei), abbiamo, abbiate
chiamare chiama (tu), chiami (Lei), chiamiamo,
chiamate
credere credi (tu), creda (Lei), crediamo, credete
seguire segui (tu), segua (Lei), seguiamo, seguite
ubbidire ubbidisci (tu), ubbidisca (Lei), ubbidiamo,
ubbidite

non essere (tu), non sia (Lei), non siamo,


non siate
avere
non avere (tu), non abbia (Lei),
non abbiamo, non abbiate
chiamare non chiamare (tu), non chiami (Lei),
non chiamiamo, non chiamate
credere non credere (tu), non creda (Lei),
non crediamo, non credete
seguire non seguire (tu), non segua (Lei),
non seguiamo, non seguite
ubbidire non ubbidire (tu), non ubbidisca (Lei),
non ubbidiamo, non ubbidite
4. CONDITIONNEL
essere

sarei, saresti, sarebbe, saremmo, sareste,


sarebbero
avere
avrei, avresti, avrebbe, avremmo, avreste,
avrebbero
chiamare chiamerei, chiameresti, chiamerebbe,
chiamereste, chiamerebbero
credere crederei, crederesti, crederebbe,
crederemmo, credereste, crederebbero
seguire seguirei, seguiresti, seguirebbe,
seguiremmo, seguireste, seguirebbero
preferire preferirei, preferiresti, preferirebbe,
preferiremmo, preferireste, preferirebbero
5. PARTICIPE PASS
essere
avere
chiamare
credere
seguire
preferire

stato (sono, sei... stato / stata)


avuto (ho, hai... avuto)
chiamato (ho, hai... chiamato)
creduto (ho, hai... creduto)
seguito (ho, hai... seguito)
preferito (ho, hai... preferito)

6. PARTICIPE PRSENT
Pratiquement inusit en italien.
7. GRONDIF
essere
avere
chiamare
credere
seguire
preferire

essendo
avendo
chiamando
credendo
seguendo
preferendo

Pagina | Duecentouno

201

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

B. Les verbes pronominaux


A. Exemple: alzarsi
Prsent de lindicatif : mi alzo, ti alzi, si alza, ci alziamo, vi
alzate, si alzano
N.B.
1. A limpratif, le pronom saccole la forme verbale trois personnes:
tu, noi, voi, mais pas la forme lei
affirmatif : alzati, si alzi (Lei), alziamoci, alzatevi
ngatif : non alzarti, non si alzi (Lei), non alziamoci, non alzatevi
2. les verbes des autres groupes -ersi (mettersi, svolgersi...) -irsi
(divertirsi, vestirsi...) se conjuguent sur le modle de alzarsi, lavarsi

16. LES CONJUGAISONS IRRGULIRES


1. Prsent de lindicatif (1), du subjonctif (2) et de
limpratif affirmatif (3, 1) et ngatif (3, 2).
A. Verbes en -are :
andare (1) vado, vai, va, andiamo, andate, vanno (2) (io)
vada, (tu) vada, (lui, lei) vada, andiamo, andiate, vadano
(3,1) va, vada, andiamo, andate (3,2) non andare, non
vada, non andiamo, non andate
dare (1) do, dai, d, diamo, date, danno (2) (io) dia,
(tu) dia, (lui, lei) dia, diamo, diate, diano (3,1) da, dia,
diamo, date (3,2) non dare, non dia, non diamo, non date
stare (1) sto, stai, sta, stiamo, state, stanno (2) (io) stia,
(tu) stia, (lui, lei) stia, stiamo, stiate, stiano (3,1) sta, stai,
stiamo, state (3,2) non stare, non stia, non stiamo, non
state
fare (1) faccio, fai, fa, facciamo, fate, fanno (2) (io) faccia,
(tu) faccia, (lui, lei) faccia, facciamo, facciate, facciano
(3,1) fa, faccia, facciamo, fate (3,2) non fare, non faccia,
non facciamo, non fate
B. Verbes en -ere
bere (1) bevo, bevi, beve, beviamo, bevete, bevono
(2) (io) beva, (tu) beva, (lui, lei) beva, beviamo, beviate,
bevano (3,1) bevi, beva, beviamo, bevete (3,2) non bere,
non beva, non beviamo, non bevete
dovere (1) devo (debbo), devi, deve, dobbiamo, dovete,
devono (2) (io) debba, (tu) debba, (lui, lei) debba, dobbiamo,
dobbiate, debbano (3,1, 3,2) Impratif inusit.
potere (1) posso, puoi, pu, possiamo, potete, possono
(2) (io) possa, (tu) possa, (lui, lei) possa, possiamo,
possiate, possano (3,1, 3, 2) impratif inusit.
sapere (1) so, sai, sa, sappiamo, sapete, sanno
(2) (io) sappia, (tu) sappia, (lui, lei) sappia, sappiamo,
sappiate, sappiano (3,1) sappi, sappia, sappiamo, sapete
(3,2) impratif inusit.
volere (1) voglio, vuoi, vuole, vogliamo, volete, vogliono
(2) (io) voglia, (tu) voglia, (lui, lei) voglia, vogliamo,
vogliate, vogliano (3,1, 3, 2) impratif inusit...

202

Pagina | Duecentodue

C. Verbes en ire
dire (1) dico, dici, dice, diciamo, dite, dicono (2) (io) dica,
(tu) dica, (lui, lei) dica, diciamo, diciate, dicano (3,1) di,
dica, dite (3,2) non dire, non dica, non dite
uscire (1) esco, esci, esce, usciamo, uscite, escono
(2) (io) esca, (tu) esca, (lui, lei) esca, usciamo, uscite,
escano (3,1) esci, esca, usciamo, uscite (3,2) non uscire,
non esca, non usciamo, non uscite
venire (1) vengo, vieni, viene, veniamo, venite, vengono
(2) (io) venga, (tu) venga, (lui, lei) venga, veniamo, veniate, vengano (3,1) vieni, venga, veniamo, venite
(3,2) non venire, non venga, non veniamo, non venite.

2. Imparfait de lindicatif (1) et du subjonctif (2)


A. verbes en -are
dare (I) rgulier : davo, davi, dava, davamo, davate, davano
(2), (io) dessi, (tu) dessi, desse, dessimo, deste, dessero
fare (1) facevo, facevi, faceva, facevamo, facevate,
facevano (2) (io) facessi, (tu) facessi, facesse, facessimo,
faceste, facessero
stare (1) rgulier : stavo, stavi, stava, stavamo, stavate,
stavano. (2) (io) stessi, (tu) stessi, stesse, stessimo,
steste, stessero
B. verbes en -ere
bere (1) bevevo, bevevi, beveva, bevevamo, bevevate,
bevevano (2) (io) bevessi, (tu) bevessi, bevesse,
bevessimo, beveste, bevessero
C. verbes en -ire
dire (1) dicevo, dicevi, diceva, dicevamo, dicevate,
dicevano (2) (io) dicessi, (tu) dicessi, dicesse, dicessimo,
diceste, dicessero.

3. Futur (1) et conditionnel (2)


andare (1) andr, andrai, andr, andremo, andrete
andranno (2) andrei, andresti, andrebbe, andremmo,
andreste, andrebbero
dovere (1) dovr, dovrai, dovr, dovremo, dovrete,
dovranno (2) dovrei, dovresti, dovrebbe, dovremmo,
dovreste, dovrebbero
potere (1) potr, potrai, potr, potremo, potrete,
potranno (2) potrei, potresti, potrebbe, potremmo,
potreste, potrebbero
sapere (1) sapr, saprai, sapr, sapremo, saprete,
sapranno (2) saprei, sapresti, saprebbe, sapremmo,
sapreste, saprebbero
vedere (1) vedr, vedrai, vedr, vedremo, vedrete,
vedranno (2) vedrei, vedresti, vedrebbe, vedremmo,
vedreste, vedrebbero
venire (1) verr, verrai, verr, verremo, verrete, verranno
(2) verrei, verresti, verrebbe, verremmo, verreste, verrebbero
volere (1) vorr, vorrai, vorr, vorremo, vorrete,
vorranno (2) vorrei, vorresti, vorrebbe, vorremmo,
vorreste, vorrebbero

Aide - Mmoire Grammatical

4. participe pass.
Quelques participes passs irrguliers quon rencontre
souvent :
aprire
aperto
chiudere
chiuso
scendere
sceso
dire
detto
spendere
speso
vivere
vissuto
leggere
letto
scrivere
scritto
descrivere descritto
porre
posto
proporre
proposto
mettere
messo
prendere
preso
bere
bevuto
rispondere risposto
scegliere
scelto
rimanere
rimasto
vedere
visto (veduto)
fare
fatto
Quand il est irrgulier, le participe pass est indiqu dans
le lexique avec le verbe linfinitif. Exemple : ridere, (ho
riso), rire (jai ri)

17. SYNTAXE DU VERBE


1. Auxiliaire essere
Quelques emplois particuliers de lauxiliaire essere
A. Traduction de il y a : c, ci sono : c uno stadio,
ci sono due stadi.
B. Traduction de cest, ce sont : un calciatore, sono
dei calciatori.
C. Traduction de : Qui est-ce? Cest toi?... Cest moi,
cest toi, cest nous, ce sont eux...
Chi ? Sei tu?... Sono io. Chi siete? Siamo noi.
Chi sono? Sono loro.
D. Traduction de Cest moi (toi, lui...) qui...
Pagher io. Cest moi qui paierai.
E. Emploi de essere en italien et avoir en franais:
Avec les verbes dtat : Sono invecchiato / Jai vieilli.
Quanto sei ingrassato (dimagrito)! Comme tu as grossi
(maigri)!
Il tempo cambiato. Le temps a chang.

2. Stare .
Quelques emplois particuliers de stare .
A. Stare per: tre sur le point de... . Stanno per partire.
B. Stare + grondif: tre en train de... .
Che cosa sta facendo? Sta leggendo.
C. Traduction de aller : Come stai?
Sto benissimo, grazie.

3. Le futur (concordance du futur)


1. Se potr ti telefoner prima di arrivare. Si je le peux,
je te tlphonerai avant darriver.
2. futur hypothtique : Il signor Fini avr 50 anni.
M. Fini doit avoir dans les 50 ans.

4. Le subjonctif prsent
- Comme en franais :
Voglio (bisogna...) che tu dica la verit.
- Diffremment du franais :
* avec les verbes exprimant une opinion, un espoir, un
doute... :
Credo (penso, mi pare / mi sembra, spero...)
che sia arrivato. (subjonctif)
Je crois (je pense, il me semble, jespre...)
quil est arriv. (indicatif)

5. Limpratif
Limpratif ngatif du tutoiement est form de non +
infinitif
canta / non cantare - alzati / non alzarti
chante / ne chante pas - Lve-toi / ne te lve pas.
Limpratif de la forme de politesse est une forme du
subjonctif
canti / non canti - si diverta / non si diverta - si alzi / non si alzi
Le pronom personnel complment saccole limpratif (sauf avec loro
et la forme lei)
(tu) Scrivimi
Non scrivermi
Scrivimelo
(Lei) Mi scriva
Non mi scriva
Me lo scriva.
N.B. On redouble la consonne avec les impratifs monosyllabiques (sauf
avec gli et loro )
dimmi (dicci, dille, digli, di loro) la verit.
dammi, dacci, dalle, dagli, da loro 100 euro.
fammi, facci, falle, fagli un regalo.

18. QUELQUES CONSTRUCTIONS USUELLES


A. traduction de Aimer
1. Mi piace la cucina italiana. Mi piacciono gli spaghetti.
2. Ti amo / ti voglio bene da quando ti ho vista per la
prima volta.
B. Traduction de aller
1. Dove vai? Vado a scuola.
2. Va a prendere il proiettore, per favore. (prposition
a aprs andare devant un autre verbe).
3. Come stai? Non sto molto bene.
4. Sbrigati. Lautobus sta per partire.
5. Stasera vengo da te.
C. traduction de arriver
1. Arrivare.
A che ora sei arrivato? Sono arrivato alle 7.
2. Succedere. Accadere.
Che cosa succede? successo un incidente.
Accade spesso.
3. Riuscire (farcela, plus familier)
Ci riuscirai? S, sono sicuro che ce la far da solo.

Pagina | Duecentotr

203

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

D. Traduction de dans

G. Traduction de on

1. Dans le contexte spatial : in


In Italia.
Mettilo nel cassetto.
2. Dans le contexte temporel : in ou fra (= tra) selon le cas.
Ha letto questo romanzo in tre ore. (temps ncessaire)
Ci rivedremo fra una settimana. (= futur)

Qui si mangia bene.


Qui si incontrano molti turisti.
Di domenica ci si alza tardi. Le dimanche on se lve tard.

E. Traduction de il faut
1. Ci + volere , uniquement avec les substantifs
Ci vuole tempo. Ci vogliono due giorni.
2. Occorrere avec un nom ou un verbe
Occorre molto tempo. Occorrono molti anni.
Occorre aspettare
3. Bisognare (avec un verbe)
Bisogna lavorare di pi. Bisogna avere un po di pazienza.
F. Traduction de il y a
1. Dans le contexte spatial :
C posto? S, ci sono ancora due posti.
2. Dans le contexte temporel :
Lautobus partito due minuti fa.

204

Pagina | Duecentoquattro

H. Traduction de o : dove in cui


Lieu : Ecco la scuola dove (in cui) ho cominciato
a studiare litaliano.
Date : Quando? Lanno in cui ci siamo sistemati in
questa citt.
I. Traduction de venir de
1. Questo turista viene da New York.
2. Appena :
prsent (il vient de...) : appena arrivato = arrivato
ora = arrivato poco fa
pass (il venait de...) : era appena arrivato = era arrivato
poco prima

Table des matires

Table des matires


Introduction. Ciao!
Prise de contact
la dcouverte de litalien et de lItalie.

Unit 1. Ciao di dove sei?


Je salue : buongiorno, ciao, arrivederci
Je me prsente :
Sono Chiara / Mi chiamo Chiara
E tu come ti chiami?
Je demande un renseignement :
Scusa,dov ?
Come...?
Chi ?
Le prsent de lindicatif singulier de :
- lauxiliaire essere
- des verbes en -are / -arsi
- des verbes en -ere
La phrase ngative
Larticle indfini et dfini (dbut)
Le nom et ladjectif (dbut)
Les prnoms italiens
La prononciation (dbut)
Florence

Unit 2. Ti seguo.
Jobserve mon environnement :
guardare, vedere
Je me dplace :
andare, tornare, camminare, venire, seguire
Jexprime mes envies et mes prfrences :
aver voglia, preferire
aimer, ne pas aimer (mi piace, non mi piace)
Larticle indfini (suite)
Larticle dfini (suite)
Le pluriel des noms et des adjectifs
Les adverbes de lieu qui / l
La traduction de on et de il y a (dbut)
Le prsent de lindicatif singulier
- de lauxiliaire avere
- des verbes en ire (seguire, preferire)
- andare et venire
Les moyens de transport en ville. Se dplacer Florence.
La prononciation (suite)

Unit 3. Da qui si vede tutta la citt.


Je parle de mon cadre de vie et jinterroge les autres
sur leur cadre de vie :
- la ville
- le domicile
Je parle de mes loisirs et jinterroge les autres
sur leurs loisirs et notamment le sport
Je parle de ma journe et de mes activits
alzarsi, fare colazione, andare a scuola, mangiare
a casa o alla mensa, studiare, incontrare gli amici
Les articles (fin)
Ladjectif possessif
Traduction de il y a (suite et fin)
Les prpositions da et a (dbut)
Ladjectif et ladverbe molto
Le prsent de lindicatif singulier
- fare
- (ri) conoscere, potere, volere
Le sport. Florence ville dart.
La prononciation (suite)

Unit 4. Sono qui per qualche giorno.


Je parle de ma famille et je mintresse celle des autres
Je mintresse aux activits professionnelles
Japprends compter et dire lheure
Je demande quelquun pourquoi il fait quelque chose
Les adjectifs possessifs (rvision et fin, emploi
avec les noms de parent)
Lemploi de qualche
Les prpositions a et da (suite)
Le participe pass
Pluriel des noms masculins se terminant par io
La famille. Le travail. Lheure.

Unit 5. Come stai?


Mes relations avec les autres
- je demande comment a va ? et je rponds
- je parle du temps qui passe et du temps quil fait
- jexprime la surprise, la satisfaction, le plaisir,
la dception et le mcontentement
Le temps et les saisons.
Ftes et traditions : le carnaval, la Commedia dellarte,
la Befana.

Unit 6. Pronto!
Je communique :
- le tlphone (fixe, portable), les e-mails et les SMS
Je minforme grce aux techniques modernes :
- lordinateur, le web, Internet
- la tlvision
Je minstruis :
- les instruments de travail en classe

Pagina | Duecentocinque

205

Ciao a tutti ! - Ulysse | Nosengo | Lombardo

Les pronoms personnels complments directs


Lenclise du pronom linfinitif
Les pronoms personnels complments indirects
Stare per... et stare + grondif .
Poco, poca, pochi, poche / alcuni alcune / qualche (rvision)
La prposition da (rvision)
Les moyens modernes de communication.
La tlvision.

Unit 7. Cosa prendete?


Je parle de mon cole, de mes matires prfres, des
relations avec mes camarades et avec les professeurs.
Je commande quelque chose au bar
Les pronoms personnels complments (suite)
Divers emplois de stare (rvision)
Limpratif affirmatif
Lenclise du pronom avec limpratif
Le futur
Situer dans le temps : Da, fra ou fa ?
Lemploi de poco, molto et qualche (rvision)
Formes de ladjectif bello
Lcole en Italie.

Unit 8. Sono daccordo con Lei.


Je demande des renseignements touristiques
Jutilise la forme de politesse
Jutilise la monnaie italienne
Je parle des mtiers et des activits professionnelles
La forme de politesse Lei.
Les adjectifs dmonstratifs questo et quello.
Le comparatif dgalit, de supriorit et dinfriorit.
Limpratif (suite).
Le conditionnel.
Rvisions :
- la traduction de on
- lemploi de stare.
- la prposition da
Leuro : argent et culture.

Unit 10. Che cosa farai domani?


Je parle de mes projets futurs
Je fais des propositions et rponds celles quon me fait
Je parle du temps
Jachte des vtements
Le futur
La phrase hypothtique avec le futur
Limparfait (suite)
La traduction de Il faut .
La traduction de dont
La mode italienne

Unit 11. Quanti abitanti ci sono?


Jexprime une opinion
Jexprime une ncessit
Javance une hypothse
Je dcris une personne (le corps, la sant).
La traduction de o ( dove , in cui )
Quanto exclamatif et interrogatif. (rvision)
Le subjonctif prsent (dbut)
Le conditionnel (rvision)
Le futur hypothtique
Le comparatif (de supriorit et dinfriorit) (rvision)
Le superlatif absolu
Ladverbe
Sienne.
Culture et traditions: le Palio di Siena

Unit 12. Di, corriamo!


Je voyage en train, en autocar, en voiture, en avion
Je parle de mon caractre
Je dcris le caractre des autres
Le subjonctif (suite et fin)
Limpratif et les pronoms personnels (rvision)
Comment traduire il faut en italien ? (rvision)
Voyager en Italie.

Unit 9. Buon appetito!


Je vais au restaurant
Je connais les spcialits italiennes
Je donne des conseils
Je prpare une recette italienne
Quanto exclamatif
Le superlatif relatif.
Lemploi de ogni et ognuno.
Lemploi de niente et nessuno.
Limpratif affirmatif et ngatif. (suite)
Limparfait de lindicatif.
Emplois de stare (rvision)
La cuisine italienne

206

Pagina | Duecentosei

Conclusion Ciao a tutti e a presto!


Au-revoir et bientt !
Lexique.
Aide-mmoire grammatical

Cartina geografica della Toscana

Pagina | Duecentosette

207

Finito di stampare nel mese di 2006


da Guerra guru s.r.l. - Via A. Manna, 25 - 06132 Perugia
Tel. +39 075 5289090 - Fax +39 075 5288244
E-mail: geinfo@guerra-edizioni.com